Sei sulla pagina 1di 4

Materiale Didattico – Lingua Ideale 1

Docenti: Giovanna Errede e Carlotta Polacchi

La filastrocca di Messer Baccalà


Le parole tronche

Attività 1. Quali parole con l’accento conoscete? Scrivetele qui di seguito.

Parole con
l’accento

Attività 2. In coppia, abbinate le parole all’immagine giusta

1. la povertà ___ 2. la pietà ___ 3. il papà ___

4. la vanità ___ 5. l’avidità ___ 6. l’umiltà ___

7. la Santità ___ 8. Gesù ___ 9. la carità ___

a. b. c.

d. e. f.

g. h. i.
Materiale Didattico – Lingua Ideale 2
Docenti: Giovanna Errede e Carlotta Polacchi

Attività 3. La filastrocca. Ascoltate la storia di Messer Baccalà e completate il testo con le


parole mancanti. La filastrocca è un testo
poetico in rima, generalmente
per bambini.
Le sue caratteristiche sono il
ritmo e la ripetizione.

La storia di Messer Baccalà

Per colpa di un accento, un uomo di “Sua Maestà il podestà,


Santhià, 15 abbia (5) _____________,
3 una vecchia e lontana città, sono venuto fin qua
pensò di essere Sua per chiederLe qual è la verità.”
(1) _____________. 18 “Messer Baccalà, con grande
La storia accadde molti anni fa, (6) _____________,
6 (2) _____________ è giunta fin qua. Lei sta peccando di vanità.
Il suo nome fa ridere già, 21 (7)____________ così accecato
perché si chiama Baccalà. dall’avidità
9 Giacché la sua specialità che non vuole vedere la realtà.”
non era certo l’ (3)_____________, 24 “Sua Maestà, perdoni la mia viltà,
si recò dal podestà è tutta colpa della
12 per aver conferma di essere un (9) _____________.”
(4) _____________ e non un papà. 27 “Messer Baccalà, ascolti questa

verità: […]

Attività 4a. Ascoltate le parole pronunciate dall’insegnante e scrivetele nel box corretto: con
accento o senza accento.

Parole con accento Parole senza accento

1 ________________________ 1 ________________________
2 ________________________ 2 ________________________
3 ________________________ 3 ________________________
4 ________________________ 4 ________________________
5 ________________________ 5 ________________________
6 ________________________ 6 ________________________
Materiale Didattico – Lingua Ideale 3
Docenti: Giovanna Errede e Carlotta Polacchi

Attività 4b. Le parole accentate. Leggete e completate la regola

In generale, in italiano non scriviamo l’accento all’interno della parola ma solo alla fine
della parola. L’accento è obbligatorio:
 sulle parole tronche, cioè le parole con l’accento sull’ultima lettera.
Esempi: umiltà, povertà, vanità.
Scrivete altri esempi di parole tronche: ______________, ______________.
 sui monosillabi con due vocali: ciò, giù, può, g___, p___ (su q___ e q___ non
scriviamo l’accento).
 su alcuni monosillabi per distinguere il loro significato.
Esempi: da (preposizione semplice) ≠ dà (verbo dare: lui/lei dà)
la (articolo determinativo) ≠ là (avverbio di luogo).

Attività 5a. In movimento. Ascoltate le parole dell’insegnante. Quando la parola è con


l’accento, girate la testa a sinistra. Quando la parola è senza accento, alzatevi in piedi.

Attività 5b. In coppia, immaginate di essere Messer Baccalà e il Podestà e leggete insieme la
filastrocca. Poi scambiatevi i ruoli.

Attività 5c. Da soli, leggete la filastrocca e registrate, seguendo le indicazioni dell’insegnante.

Attività 5d. Adesso riascolta la tua lettura e valuta. Come leggi?

 Perfettamente  Bene  Così così  Male

Attività 6. I poeti. Secondo voi, come finisce la storia di Messer Baccalà? A gruppi, inventate
una rima e finite la storia. Usate le seguenti parole:

carità virtù Gesù

“Messer Baccalà, ascolti questa verità: …


______________________________________
_____________________________________.”
Materiale Didattico – Lingua Ideale 4
Docenti: Giovanna Errede e Carlotta Polacchi

Qui di seguito trovate il finale della storia:

“Messer Baccalà, ascolti questa verità:


la carità è la più grande virtù,
lo dice anche Gesù!
Suvvia non parliamone più.”