Sei sulla pagina 1di 30

9788839540454A

Lezioni di Matematica

Volume 1
E. CASSINA - M. BONDONNO
ISBN 9788839540409 Algebra 1 con il Quaderno di allenamento alle prove INVALSI

Lezioni di Matematica
ISBN 9788839540423 Algebra 2
ISBN 9788839540447 Geometria

Versione compatta
ISBN 9788839540454 Volume 1 con il Quaderno di allenamento alle prove INVALSI

Volume 1
ISBN 9788839540478 Volume 2

Materiali per l’insegnante


Guida didattica con DVD-Rom
Guida alla certificazione delle competenze (INVALSI, OCSE-PISA)

E. CASSINA - M. BONDONNO
Pearson Digital System
È il “sistema aperto” di prodotti e servizi per l’attività didattica, che parte dal libro
di testo e ne amplifica le potenzialità formative grazie alla tecnologia digitale.

DIGILIBRO • Il materiale online del libro misto secondo le disposizioni di legge


Quest’opera, secondo le disposizioni di legge, ha forma mista cartacea e digitale, è parzialmente disponibile
in internet e rimarrà immutata, nella sua parte cartacea, per il periodo di tempo indicato dalle normative.
Per la durata di vita dell’edizione saranno periodicamente resi disponibili materiali di aggiornamento.
Le parti dell’opera disponibili online sono:

Lezioni di Matematica
• Laboratorio di informatica (GeoGebra, Cabri, Derive, Excel)

Per accedere ai materiali, collegarsi al sito www.pearson.it

eTEXT • La versione online LIMBOOK • Il libro sfogliabile


scaricabile da internet e interattivo con materiali multimediali
Quest’opera è acquistabile per fare lezione con la LIM o con PC
anche nella versione online, e videoproiettore
sul sito www.scuolabook.it La versione sfogliabile del libro, arricchita
con ulteriori strumenti per la lezione.

Tutte le informazioni sulle estensioni digitali del libro su: www.pearson.it

• La piattaforma Pearson per l’insegnamento e l’apprendimento


della matematica con le nuove tecnologie.

© Pearson Italia spa


97
8
88

E. Cassina
39

paravia

M. Bondonno
5

Lezioni di Matematica
40

Volume 1
45

COMPETENZE
paravia
4

Questo volume, sprovvisto del talloncino a fronte (o opportunamen-


te punzonato o altrimenti contrassegnato) è da considerarsi copia di
€ 26,00 E PROVE INVALSI
SAGGIO-CAMPIONE GRATUITO fuori campo I.V.A. (D.P.R. 26.10.1972,
n. 633, art. 2, comma 3, lett. d). Vendita e altri atti di disposizione
prezzo complessivo del volume
vietati: art. 17, c. 2 e 4, L.633/1941. e del Quaderno di allenamento
alle prove INVALSI
9 788839 540454

9788839540454A.indd 1 07/06/11 11.21


E. CASSINA - M. BONDONNO

Lezioni di Matematica
Volume 1
© Pearson Italia spa

paravia
9788839540454A
Responsabile editoriale:
Valeria Cappa
Coordinamento tecnico-grafico:
Michele Pomponio
Segreteria di redazione:
Vilma Cravero

Impaginazione e realizzazione elettronica dei disegni:


EsseGi, Torino
Progetto grafico:
Sunrise, Torino
Grafica di copertina:
Roberta Levi, Milano
Immagine di copertina:
Dorling Kinderslay/GettyImages

Tutte le immagini del volume fanno parte dell’Archivio Iconografico Pearson Italia.

Tutti i diritti riservati


© 2011, Pearson Italia, Milano-Torino
www.pearson.it
Per i passi antologici, per le citazioni, per le riproduzioni grafiche, cartografiche e fotografiche, appartenenti al-
la proprietà di terzi, inseriti in quest'opera, l'Editore è a disposizione degli aventi diritto non potuti reperire, non-
ché per eventuali non volute omissioni e/o errori di attribuzione nei riferimenti.

Fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume dietro pa-
gamento alla SIAE del compenso previsto dall'art. 68, commi 4 e 5, della legge 633 del 22/04/1941 e dagli ac-
cordi attuativi stipulati dalla SIAE con le associazioni di categoria interessate.
Le riproduzioni ad uso differente da quello personale potranno avvenire, per un numero di pagine non superio-
re al 15% del presente volume, solo a seguito di specifica autorizzazione rilasciata dall'Associazione Italiana per
© Pearson Italia spa

i Diritti di Riproduzione delle Opere dell'Ingegno:


AIDRO
Corso di Porta Romana, 108
20122 Milano
e-mail: segreteria@aidro.org

Stampato per conto della casa editrice presso:


Arti Grafiche DIAL, Mondovì (Cn), Italia

Prima edizione: 2011

Ristampa Anno
0 1 2 3 4 5 6 7 11 12 13 14 15 16
INDICE
I Laboratori di informatica sono disponibili on line

3. Le espressioni aritmetiche ................................. 58


Unità 1 Lavoriamo insieme 59
Gli insiemi
4. I multipli e i divisori di un numero ......... 60
1. Che cos’è un insieme............................................... 1
Lavoriamo insieme 63
Lavoriamo insieme 3
5. I sistemi di numerazione ..................................... 64
2. La rappresentazione degli insiemi............ 4
5.1 Sistema di numerazione
Lavoriamo insieme 7 decimale ....................................................................... 64
3. I sottoinsiemi..................................................................... 8 5.2 Sistemi di numerazione
3.1 Insieme delle parti ............................................ 9 non decimali ............................................................ 66
Lavoriamo insieme 10 6. Le trasformazioni di base ................................... 68
4. Le operazioni con gli insiemi ........................ 11 Lavoriamo insieme 70
4.1 Intersezione di insiemi ................................ 11 La teoria in sintesi........................................................... 71
4.2 Unione di insiemi .............................................. 12 Esercizi .............................................................................. 72
4.3 Differenza fra due insiemi ...................... 13 Matematica e società ................................................... 92
4.4 Prodotto cartesiano di insiemi ............ 15 Scheda di Autovalutazione .................................. 94
Lavoriamo insieme 17 Schede di Recupero ....................................................... 95
5. Il linguaggio degli insiemi ................................ 18
6. Le operazioni in un insieme ............................ 19 Unità 3
6.1 Proprietà delle operazioni........................ 20 I numeri razionali, irrazionali
La teoria in sintesi........................................................... 23 e reali assoluti
Esercizi .............................................................................. 24 1. Le frazioni ............................................................................ 97
Matematica e società ................................................... 47 1.1 Proprietà invariantiva
Scheda di Autovalutazione .................................. 49 delle frazioni ........................................................... 99
Schede di Recupero ....................................................... 50 2. Le operazioni con le frazioni.......................... 101
Lavoriamo insieme 103
Unità 2 3. Le frazioni e i numeri decimali ................... 104
I numeri naturali 3.1 Trasformazione delle frazioni
© Pearson Italia spa

in numeri decimali ........................................... 104


1. Che cosa sono i numeri naturali ................. 52
3.2 Trasformazione di un numero
2. Le operazioni con i numeri naturali ....... 54 decimale in frazione ....................................... 106
2.1 Addizione.................................................................... 54 3.3 Valore approssimato di un numero
2.2 Sottrazione ................................................................ 54 decimale ....................................................................... 107
2.3 Moltiplicazione .................................................... 55 3.4 Numeri razionali assoluti ......................... 108
2.4 Divisione ..................................................................... 56 Lavoriamo insieme 109
2.5 Elevamento a potenza .................................. 57 4. I rapporti e le proporzioni .................................. 110

III
INDICE

4.1 Percentuali ................................................................. 111 2. I monomi................................................................................ 195


Lavoriamo insieme 113 3. Le operazioni con i monomi ........................... 197
5. I numeri irrazionali assoluti ............................. 114 4. Il massimo comun divisore e il minimo
6. I numeri reali assoluti ............................................. 115 comune multiplo di monomi .......................... 200
6.1 Calcoli con i numeri reali ........................ 115 Lavoriamo insieme 201
La teoria in sintesi........................................................... 117 La teoria in sintesi........................................................... 202
Esercizi .............................................................................. 118 Esercizi .............................................................................. 203

Matematica e società ................................................... 139 Scheda di Autovalutazione .................................. 220


Scheda di Autovalutazione .................................. 141 Schede di Recupero ....................................................... 221
Schede di Recupero ....................................................... 142
Unità 6
Unità 4 I polinomi
I numeri relativi 1. Che cosa sono i polinomi .................................. 223
1. Che cosa sono i numeri relativi ................... 145 2. Le operazioni di addizione,
sottrazione e moltiplicazione.......................... 226
2. Le operazioni con i numeri relativi ......... 147
2.1 Addizione e sottrazione
2.1 Addizione.................................................................... 148 di polinomi ................................................................ 226
2.2 Sottrazione ................................................................ 149
2.2 Moltiplicazione di un polinomio
Lavoriamo insieme 151 per un monomio .................................................. 227
2.3 Moltiplicazione .................................................... 152 2.3 Moltiplicazione di polinomi ................. 227
2.4 Divisione ..................................................................... 153 Lavoriamo insieme 229
Lavoriamo insieme 154 3. I prodotti notevoli ........................................................ 230
2.5 Elevamento a potenza .................................. 155 3.1 Quadrato di un binomio ............................. 230
3. La notazione scientifica e l’ordine 3.2 Quadrato di un polinomio ....................... 231
di grandezza di un numero ................................ 156
3.3 Somma di due monomi
Lavoriamo insieme 157 moltiplicata per la loro differenza .. 232
La teoria in sintesi........................................................... 158 3.4 Cubo di un binomio ........................................ 233
Esercizi .............................................................................. 159 3.5 Potenze di un binomio ................................. 234
Matematica e società ................................................... 186 Lavoriamo insieme 236
© Pearson Italia spa

Scheda di Autovalutazione .................................. 188 4. L’operazione di divisione ................................... 237


Schede di Recupero ....................................................... 189 4.1 Divisione di un polinomio per un
monomio...................................................................... 237
4.2 Divisione di due polinomi....................... 237
Unità 5 4.3 Regola di Ruffini ............................................... 240
I monomi 5. Il teorema del resto
1. Lettere al posto dei numeri ............................... 192 e il teorema di Ruffini ............................................ 244

IV
INDICE

Lavoriamo insieme 246 Scheda di Autovalutazione .................................. 316


La teoria in sintesi........................................................... 247 Schede di Recupero ....................................................... 317
Esercizi .............................................................................. 248
Matematica e società ................................................... 274
Scheda di Autovalutazione .................................. 275 Unità 8
Schede di Recupero ....................................................... 276 Le frazioni algebriche
1. Che cos’è una frazione algebrica............... 320
1.1 Semplificazione delle frazioni
Unità 7 algebriche ................................................................... 321
La scomposizione in fattori 1.2 Riduzione allo stesso
denominatore .......................................................... 323
dei polinomi
1. La scomposizione dei polinomi .................. 278 Lavoriamo insieme 324
2. La scomposizione mediante 2. Le operazioni con le frazioni
raccoglimento a fattore comune ................. 279 algebriche .............................................................................. 325
3. La scomposizione mediante Lavoriamo insieme 329
raccoglimento parziale........................................... 280 La teoria in sintesi........................................................... 330
Lavoriamo insieme 282 Esercizi .............................................................................. 331
4. La scomposizione utilizzando Scheda di Autovalutazione .................................. 346
i prodotti notevoli ........................................................ 283 Schede di Recupero ....................................................... 347
4.1 Il polinomio è il quadrato
di un binomio ......................................................... 283
4.2 Il polinomio è il quadrato
di un trinomio ........................................................ 285
Unità 9
Le equazioni di primo grado
4.3 Il polinomio è il cubo
di un binomio ......................................................... 286 1. Che cos’è un’equazione ....................................... 350
4.4 Il polinomio è la differenza 1.1 Equazioni in una incognita..................... 351
fra due quadrati .................................................... 287 1.2 Equazioni equivalenti ................................... 353
Lavoriamo insieme 288 2. I principi di equivalenza ...................................... 354
5. La scomposizione mediante il teorema 2.1 Primo principio di equivalenza ......... 354
e la regola di Ruffini ................................................ 289
2.2 Secondo principio
6. La scomposizione dei binomi xn  an.... 292 di equivalenza........................................................ 356
7. La scomposizione di particolari trinomi 3. La forma normale e il grado di
© Pearson Italia spa

di secondo grado ........................................................... 295 un’equazione ..................................................................... 358


8. Considerazioni conclusive sulla 4. Le equazioni di primo grado........................... 360
scomposizione dei polinomi ........................... 297
4.1 Equazioni numeriche intere
9. M.C.D. e m.c.m. di polinomi ......................... 298 di primo grado....................................................... 360
Lavoriamo insieme 299 Lavoriamo insieme 363
La teoria in sintesi........................................................... 300 4.2 Equazioni frazionarie
Esercizi .............................................................................. 301 di primo grado....................................................... 364

V
INDICE

Lavoriamo insieme 366 Matematica e società ................................................... 465


4.3 Equazioni letterali Scheda di Autovalutazione .................................. 466
di primo grado....................................................... 367 Scheda di Recupero....................................................... 467
Lavoriamo insieme 374
4.4 Equazioni riducibili a equazioni
di primo grado....................................................... 375 Unità 11
Lavoriamo insieme 377 Le disequazioni di primo grado
5. Le equazioni per risolvere i problemi.......... 378 1. Le disuguaglianze numeriche ........................ 469
La teoria in sintesi ........................................................... 382 2. Le disequazioni .............................................................. 471
Esercizi .............................................................................. 383 3. Le disequazioni equivalenti ............................. 473
Matematica e società ................................................... 412 4. Le disequazioni di primo grado .................. 475
Scheda di Autovalutazione .................................. 414 Lavoriamo insieme 477
Schede di Recupero ....................................................... 415 5. Le disequazioni di primo
grado letterali .................................................................... 478
6. Le disequazioni di primo
Unità 10 grado frazionarie ........................................................... 480
I sistemi di equazioni 7. Le disequazioni riconducibili
di primo grado a disequazioni di primo grado ....................... 484
1. Le equazioni lineari in due 8. I sistemi di disequazioni
incognite ................................................................................. 419 di primo grado ................................................................. 485
2. I sistemi di equazioni............................................... 420 9. Le disequazioni per risolvere
i problemi .............................................................................. 489
2.1 Princìpi di equivalenza dei sistemi .... 421
La teoria in sintesi........................................................... 491
3. I sistemi lineari di due equazioni
in due incognite.............................................................. 422 Esercizi .............................................................................. 493
3.1 Metodo di sostituzione ................................ 422 Matematica e società ................................................... 515
3.2 Metodo del confronto ................................... 423 Scheda di Autovalutazione .................................. 516
Lavoriamo insieme 425 Schede di Recupero ....................................................... 517
3.3 Metodo di riduzione ....................................... 426
3.4 Metodo di Cramer ............................................ 427 Unità 12
Lavoriamo insieme 430 Relazioni e funzioni
4. I sistemi lineari fratti................................................ 431
© Pearson Italia spa

1. Le relazioni fra due insiemi ............................. 519


5. I sistemi lineari letterali ........................................ 432 Lavoriamo insieme 522
6. I sistemi lineari di tre equazioni 1.1 Rappresentazione delle
in tre incognite ................................................................ 435 relazioni ........................................................................ 523
7. Risolvere i problemi con i sistemi............ 436 1.2 Dominio e codominio
La teoria in sintesi........................................................... 438 di una relazione.................................................... 526
Esercizi .............................................................................. 439 2. Le relazioni inverse ................................................... 528

VI
INDICE

3. Le proprietà delle relazioni definite


in un insieme ..................................................................... 530 Unità 14
4. Le relazioni d’ordine................................................ 533 Segmenti e angoli
5. Le relazioni di equivalenza .............................. 535 1. I segmenti.............................................................................. 610
6. Le funzioni .......................................................................... 537 1.1 Confronto fra segmenti............................... 611
6.1 Funzioni suriettive, 1.2 Somma e differenza di
iniettive e biiettive............................................ 539 segmenti ....................................................................... 611
7. Le funzioni numeriche ........................................... 543 1.3 Multipli e sottomultipli
di un segmento ..................................................... 612
7.1 Funzioni di proporzionalità
diretta............................................................................... 544 Lavoriamo insieme 613
7.2 Funzioni di proporzionalità 2. Gli angoli ............................................................................... 614
inversa ............................................................................ 544 2.1 Confronto fra angoli ...................................... 616
8. Le funzioni goniometriche ................................ 545 2.2 Somma e differenza di angoli ............. 616
8.1 Seno e coseno di un angolo ................... 545 2.3 Multipli e sottomultipli
8.2 Tangente di un angolo .................................. 548 di un angolo ............................................................. 617
8.3 Funzioni goniometriche ............................. 549 Lavoriamo insieme 621
La teoria in sintesi........................................................... 551 La teoria in sintesi........................................................... 622
Esercizi .............................................................................. 554 Esercizi .............................................................................. 625
Scheda di Autovalutazione .................................. 585 Scheda di Autovalutazione .................................. 631
Scheda di Recupero....................................................... 586

Unità 13
I primi elementi della Geometria Unità 15
razionale I triangoli
1. La Geometria razionale e il metodo 1. I poligoni ................................................................................ 632
deduttivo................................................................................. 587 2. I triangoli ............................................................................... 635
2. Il punto, la retta, il piano ..................................... 589 Lavoriamo insieme 637
3. La retta e i suoi postulati ..................................... 591 3. La congruenza dei triangoli ............................. 638
3.1 Semirette e segmenti ..................................... 592 4. Le proprietà dei triangoli isosceli ............. 639
4. Il piano e i suoi postulati ..................................... 593 5. Il teorema dell’angolo esterno ...................... 641
© Pearson Italia spa

Lavoriamo insieme 596 6. Le relazioni fra i lati e gli angoli di un


5. La congruenza delle figure piane .............. 597 triangolo.................................................................................. 642
Lavoriamo insieme 599 Lavoriamo insieme 643
La teoria in sintesi........................................................... 600 La teoria in sintesi........................................................... 644
Esercizi .............................................................................. 602 Esercizi .............................................................................. 647
Scheda di Autovalutazione .................................. 609 Scheda di Autovalutazione .................................. 654

VII
INDICE

Unità 16 Unità 17
Rette perpendicolari e rette I quadrilateri
parallele 1. I quadrilateri....................................................................... 678
1. Le rette perpendicolari ........................................... 655 2. I parallelogrammi ........................................................ 679
Lavoriamo insieme 658 Lavoriamo insieme 681
2. Le rette parallele ........................................................... 659 3. Il rettangolo, il rombo e il quadrato .......... 682
2.1 Postulato delle parallele. Lavoriamo insieme 684
Geometrie non euclidee ............................. 660 4. I trapezi .................................................................................... 685
3. Gli angoli alterni, corrispondenti La teoria in sintesi........................................................... 686
e coniugati ............................................................................ 662
Esercizi .............................................................................. 688
4. Il criterio di parallelismo delle rette ....... 663
Scheda di Autovalutazione .................................. 695
Lavoriamo insieme 664
5. Proprietà degli angoli dei triangoli
e dei poligoni .................................................................... 665
Lavoriamo insieme 667 Soluzioni ................................................................................... 697
La teoria in sintesi........................................................... 668
Esercizi .............................................................................. 670
Scheda di Autovalutazione .................................. 677
© Pearson Italia spa

VIII
PRESENTAZIONE
La riforma della Scuola secondaria di secondo grado ha reso necessaria una revisione del progetto
“L’Ora della Matematica”. Senza snaturare le caratteristiche di base dell’intera opera (teoria essenziale
e ampio risalto alla parte esercitativa), sono stati adeguati i contenuti alle indicazioni nazionali, è stata
ulteriormente ampliata la parte didattica con un’attenzione particolare al tema delle competenze del
cittadino e delle certificazioni INVALSI e OCSE-PISA.
Di seguito presentiamo le parti salienti del progetto.

Il volume è articolato in Unità, ciascuna delle quali è costituita da


una parte teorica, in cui sono dichiarate le conoscenze e le abilità, e
dagli esercizi.
Per quanto possibile, tutti i paragrafi incominciano in testa pagina,
per scandire meglio le lezioni.
Nel colonnino sono presenti strumenti di studio:
– Ricorda: richiamano concetti già introdotti, utili alla compren-
sione del nuovo argomento trattato;
– Attenzione: sono le classiche segnalazioni di errori tipici che si
possono compiere in quel particolare contesto;
– Sai che...: riportano brevi notizie storiche o curiosità.

Al termine di uno o più paragrafi


sono proposte le schede opera-
tive Lavoriamo insieme, che
contengono primi esercizi, gui-
dati e da svolgere autonoma-
mente. Al fondo della scheda è
riportato il rimando di pagina
alla corrispondente sezione di
esercizi.
© Pearson Italia spa

La parte di esercizi si apre con una Sintesi


degli argomenti teorici, utile per il ripasso.

IX
Gli Esercizi sono suddivisi per paragrafi, proposti con gradualità e
sempre accompagnati da un esercizio svolto. Le diverse tipologie
sono identificate da etichette affiancate al numero (Rispondi, Ve-
ro/falso, Completa, Scegli, Mate intorno a noi, ...).
L’asterisco accanto ad alcuni esercizi identifica la maggiore difficoltà.
In verde sono identificati invece gli esercizi simili a quelli proposti
sino a oggi nelle prove INVALSI.

La scheda Matematica e società,


presente al termine di quasi tutte
le unità, ha l’intento di far capire
che la matematica è una scienza
che pervade ogni campo della vi-
ta di tutti i giorni, che può essere
divertente e che naturalmente
varca, con un pò di inglese, i
confini nazionali.

La scheda di Autovalutazione
permette allo studente di verifi-
carsi attraverso il punteggio as-
segnato a ciascun esercizio.

Le schede di Recupero, al termine dell’unità, offrono la possibilità


di riprendere autonomamente, attraverso le esercitazioni, concetti
teorici non compresi o semplicemente non assimilati.
© Pearson Italia spa

L’attività di laboratorio informatico è proposta on line e si com-


pone di una ricca selezione di schede relative ai software GeoGe-
bra, Derive, Cabri, Excel.

Si ringraziano anticipatamente tutti coloro che, con suggerimenti e osservazioni, intenderanno contri-
buire al miglioramento dell’opera per le future edizioni e soprattutto buon lavoro a tutti gli insegnanti
e gli studenti che utilizzeranno questo Corso.
Gli Autori

X
unità 1
Gli insiemi
COMPETENZE
Conoscenze Abilità
■ Conoscere il concetto di insieme. ■ Saper indicare le caratteristiche di un
■ Conoscere il concetto di sottoinsieme e insieme e saperlo rappresentare.
di partizione di un insieme. ■ Saper utilizzare i simboli propri del
■ Conoscere le operazioni fra gli insiemi. linguaggio degli insiemi.
■ Conoscere i simboli propri del linguaggio ■ Saper riconoscere le proprietà delle
degli insiemi. operazioni definite di un insieme.

1 Che cos’è un insieme


Nel linguaggio comune per indicare un raggruppa-
mento di oggetti, di animali o di persone si usano
termini come gruppo, squadra, gregge, stormo; nel
linguaggio matematico si utilizza il termine insie-
me, più generico:
– un gruppo di ragazzi è un insieme di ragazzi;
– uno stormo di uccelli è un insieme di uccelli;
– un gregge di pecore è un insieme di pecore.
Gli oggetti, gli animali o le persone che costitui-
scono un insieme si dicono elementi dell’insieme.
Un insieme è definito solo se i suoi elementi sono
elencati in modo preciso oppure se si possono individuare con certezza, nel sen-
so che si deve poter stabilire inequivocabilmente se un elemento appartiene o non
appartiene all’insieme.
SAI CHE... Ad esempio costituiscono un insieme:
– gli alunni iscritti alla Scuola “G. Carducci” di Milano;
Il fondatore della
teoria degli insiemi – le lettere della parola amico;
fu il matematico – Marco, Paola e i loro genitori Maria e Sergio;
tedesco Georg
Cantor (1845-1918). perché, in ogni caso, gli elementi dell’insieme sono elencati con precisione o indi-
© Pearson Italia spa

viduabili senza possibilità di equivoci.


Non costituiscono invece un insieme:
– i libri più interessanti della biblioteca;
– le città più belle d’Europa;
– gli amici più simpatici di Carla;
perché non esiste alcun criterio oggettivo in base al quale si può stabilire se un libro
è interessante oppure non lo è, se una città è più bella di un’altra, se una persona è
simpatica o antipatica, e quindi gli elementi degli insiemi non sono individuabili in
modo certo e inequivocabile.

1
Gli insiemi - unità 1

Gli insiemi si indicano con le lettere maiuscole dell’alfabeto, ad esempio A, B, C,


X, Y, ..., mentre gli elementi di un insieme si indicano con le lettere minuscole, ad
SAI CHE...
esempio a, b, c, x, y, ...
Il simbolo  deriva Alcune lettere particolari, come ricorderai, vengono usate per indicare gli insiemi
dalla lettera greca numerici; ad esempio:
 (epsilon) che
significa “e”. – l’insieme dei numeri naturali si indica con N;
– l’insieme dei numeri razionali assoluti si indica con Qa;
– l’insieme dei numeri interi relativi si indica con Z;
– l’insieme dei numeri razionali relativi si indica con Q.
Per indicare che un elemento a appartiene all’insieme A, si scrive a  A.
Per indicare che un elemento b non appartiene all’insieme A, si scrive b  A.
Il simbolo  è quindi il simbolo di appartenenza.
Un insieme si dice finito se ha un numero limitato di elementi, si dice infinito se ha
un numero illimitato di elementi.
Ad esempio:
– l’insieme dei giorni della settimana è costituito da 7 elementi e quindi è un in-
sieme finito;
– l’insieme dei numeri pari è costituito da infiniti elementi e quindi è un insieme
infinito.
Il numero degli elementi che costituiscono un insieme prende il nome di potenza
dell’insieme.
Ad esempio:
A  {5, 6, 7, 8, 9} è un insieme di potenza 5
B  {do, re, mi, fa, sol, la, si} è un insieme di potenza 7
Due insiemi si dicono equipotenti quando hanno la stessa potenza, cioè sono costi-
tuiti dallo stesso numero di elementi.
Ogni insieme costituito da un solo elemento si dice insieme unitario.
RICORDA
Ad esempio:
∅ è un insieme – l’insieme delle consonanti della parola olio;
vuoto, che non ha
elementi. – l’insieme dei mesi il cui nome incomincia con la lettera s.
Ci sono insiemi costituiti da nessun elemento, cioè privi di elementi, che si dicono
insiemi vuoti e si indicano con il simbolo ∅.
Ad esempio:
– l’insieme delle città italiane che superano 20 milioni di abitanti;
– l’insieme dei triangoli con quattro lati;
© Pearson Italia spa

– l’insieme dei cani che hanno cinque teste.


Due insiemi si dicono uguali se sono costituiti dagli stessi elementi.
Ad esempio:
– l’insieme delle vocali della parola canestro,
– l’insieme delle vocali della parola gelato,
sono uguali, perché entrambi sono costituiti dagli elementi a, e, o.
Due insiemi uguali sono anche equipotenti, mentre due insiemi equipotenti non
sono necessariamente uguali.

2
Lavoriamo insieme
Esercizi guidati
1  Indica quali delle seguenti frasi individuano un insieme:
a) Le consonanti della parola nazione Sì è un insieme perché gli elementi si possono defi-
nire in modo univoco
b) Gli insegnanti della tua scuola ........................................................................................................................
c) Le signore più eleganti della festa ................................................................................................................
2  Considera l’insieme indicato e completa con il simbolo di appartenenza () o di non apparte-
nenza ():
a) L’insieme A dei mesi dell’anno
novembre  A lunedì ............... A marzo ............... A
estate  A luglio ............... A 28 settembre ............... A
b) L’insieme B degli sport olimpici invernali
calcio ............... B sci di fondo ............... B paracadutismo ............... B
sci ............... B hockey su ghiaccio ............... B pallavolo ............... B
c) L’insieme C degli animali domestici
gatto ............... C leone ............... C tigre ............... C
cane ............... C serpente ............... C canarino ............... C
3  Indica con una crocetta quali dei seguenti insiemi sono insiemi finiti (F) e quali infiniti (I):
a) I numeri maggiori di 5 F I d ) Le auto circolanti in Italia F I
b) Gli alunni di una scuola F I e) Le foglie di un albero F I
c) Le pagine di un libro F I f ) I punti di una retta F I

4  Indica quali dei seguenti insiemi sono insiemi vuoti:


a) I giorni della settimana che incominciano con la lettera A
b) I mammiferi che vivono nell’acqua
c) I mesi che hanno più di 31 giorni
d ) I grattacieli più alti di 800 metri
e) I numeri dispari che finiscono con 2
f ) I divisori del numero 1
5  Indica quale delle seguenti coppie di insiemi è formata da insiemi uguali:
a) Le vocali della parola motorino b) Le consonanti della parola quaderno
Le vocali della parola montoni Le consonanti della parola randagio
© Pearson Italia spa

Ora tocca a te
1  Indica quali delle seguenti frasi individuano un insieme:
a ) I libri più interessanti della biblioteca
b) Le province italiane il cui nome incomincia con la lettera B
c ) I numeri naturali maggiori di 25
2  Definisci almeno due insiemi vuoti.
3  Individua due insiemi uguali.

alla pagina 24 altri esercizi >>>


3
Gli insiemi - unità 1

2 La rappresentazione degli insiemi


Gli insiemi si possono rappresentare in tre modi diversi: per elencazione, per
proprietà caratteristica o con una rappresentazione grafica, detta diagramma di
Venn.

RICORDA ■ Rappresentazione per elencazione


La rappresentazione Consiste nell’elencare, uno a uno, tutti gli elementi che costituiscono l’insieme,
per elencazione è scrivendoli fra due parentesi graffe, nell’ordine voluto, senza ripetizioni, in modo
anche detta
rappresentazione che ciascun elemento compaia una sola volta.
tabulare. Ad esempio:
l’insieme A delle lettere della parola carattere
è costituito dagli elementi c, a, r, t, e (perché le lettere a, t, e, r si considerano una
sola volta) e quindi la sua rappresentazione per elencazione è:
A  {c, a, r, t, e}
Altri esempi di rappresentazione per elencazione sono:
B  {1, 2, 3, 4, 5}
C  {, , , :}
D  {Mario, Paolo, Ugo, Antonio}

■ Rappresentazione per proprietà caratteristica


Consiste nell’indicare, quando esiste, la proprietà comune a tutti gli elementi
dell’insieme, che li individua in modo inequivocabile e per questo si dice proprie-
tà caratteristica.
Ad esempio, per rappresentare l’insieme A delle consonanti della parola cavallo, si
ATTENZIONE scrive:
La barra  si legge A  {xx è una consonante della parola cavallo}
“tale che” e talvolta
può essere sostituita e si legge: “ l’insieme A costituito da tutti gli elementi x tali che x è una consonante
con i due punti “:”. della parola cavallo”.
Fra le due parentesi graffe, x indica l’elemento generico dell’insieme A e la barra
verticale significa «tale che».
L’insieme B delle capitali delle nazioni europee si rappresenta con:
B  {xx è la capitale di una nazione europea}
e si legge: “l’insieme B costituito da tutti gli elementi x tali che x è la capitale di una
nazione europea”.
© Pearson Italia spa

Altri esempi di rappresentazione per proprietà caratteristica sono:


C  {xx è un abitante della città di Venezia}
D  {xx è un pesce il cui nome inizia con la lettera t}
E  {xx è un numero primo}
Nel caso di alcuni insiemi, soprattutto quelli di tipo numerico, per evitare indicazioni
generiche incomplete o poco precise, nella rappresentazione per proprietà caratteristi-
ca occorre sia precisato l’insieme generale al quale gli elementi appartengono, che
prende il nome di insieme universo degli elementi.

4
unità 1 - Gli insiemi

Ad esempio nell’insieme:
A  {xx  N e x  5}
l’indicazione x  N serve a precisare che l’insieme universo degli elementi di A è
l’insieme N dei numeri naturali: quindi i numeri minori di 5, in tale insieme, sono 0,
1, 2, 3, 4.
3 14
È perciò da escludere che appartengano all’insieme A altri numeri come , , 4, …
2 9
che sono minori di 5, ma non appartengono all’insieme N dei numeri naturali.
Così l’insieme:
B  {xx  Z e 3  x  2}
con l’indicazione x  Z, precisa che l’insieme universo degli elementi di B è l’in-
sieme Z dei numeri interi relativi: quindi gli elementi di B compresi fra 3 e 2
sono 2, 1, 0, 1.

ESEMPI
1 Rappresenta per elencazione ciascuno dei seguenti insiemi rappresentati
per proprietà caratteristica:
A  {xx è divisore di 14} → A  {1, 2, 7, 14}
B  {xx  N e x  4} → B  {0, 1, 2, 3}
C  {xx è una vocale della parola pallone} → C  {a, o, e}

2 Rappresenta per proprietà caratteristica ciascuno dei seguenti insiemi


rappresentati per elencazione:
A  {Nord, Sud, Est, Ovest} → A  {xx è un punto cardinale}
B  {1, 3, 5, 7, 9} → B  {xx  N e x  10 dispari}
C  {21, 22, 23, 24} → C  {xx  N e 20  x  25}
D  {marzo, maggio} → D  {xx è un mese il cui nome
incomincia con la lettera m}

■ Rappresentazione grafica
Consiste nel rappresentare l’insieme con una linea chiusa, all’interno della quale
ciascun elemento è indicato con un punto o con un simbolo: questo tipo di rappre-
sentazione geometrica si chiama diagramma di Venn.
Ecco tre esempi di diagrammi di Venn:
© Pearson Italia spa

A B C

b Gino Arturo
a
d Carla
c Silvia
Paolo

5
Gli insiemi - unità 1

Quando si deve rappresentare un insieme, si può scegliere, fra le tre rappresenta-


zioni possibili, quella che si ritiene più opportuna e più utile. Occorre comunque te-
SAI CHE... nere presenti le caratteristiche di ciascuna rappresentazione:
I diagrammi di Venn – la rappresentazione per elencazione è sempre la più chiara e precisa e non lascia
devono il loro nome dubbi, tuttavia è inutilizzabile se gli elementi sono molto numerosi;
al matematico John
Venn (1834-1923). – la rappresentazione per proprietà caratteristica è possibile solo in presenza di
una proprietà comune a tutti gli elementi; è opportuna quando gli elementi sono
molto numerosi o infiniti;
– il diagramma di Venn si utilizza soprattutto quando è utile visualizzare gli ele-
menti, ma risulta poco pratico quando essi sono numerosi.

ESEMPI

1 Rappresenta nei tre modi possibili l’insieme A delle lettere della parola
camicia.
Per elencazione:
A  {c, a, m, i}
Per proprietà caratteristica:
A  {xx è una lettera della parola camicia}
Con un diagramma di Venn:
A

c a

m
i

2 Rappresenta l’insieme B costituito da un gatto, un pesce e una mela.


L’insieme B può essere rappresentato solo per elencazione e con un diagramma di
Venn, perché non esiste una proprietà caratteristica comune ai tre elementi.
Per elencazione:
B  {gatto, pesce, mela}
Con un diagramma di Venn:
© Pearson Italia spa

gatto pesce

mela

6
Lavoriamo insieme
Esercizi guidati
1  Rappresenta per elencazione ciascuno dei seguenti insiemi:
a) l’insieme A dei numeri naturali compresi fra 5 e 12
A  {6, 7, 8 ...........................................................}
b) l’insieme B delle note musicali
B  {do, re ......................................................... ..}
c) l’insieme C delle consonanti della parola cammello e della parola giraffa
C  {c, m ...............................................................}
2  Rappresenta per elencazione ciascuno dei seguenti insiemi definiti per proprietà caratteristica:
a) A  {xx è un punto cardinale}
A  {Nord, Sud, ..................................................}
b) B  {xx è una vocale dell’alfabeto}
B  {a, e .................................................................}
3  Rappresenta per proprietà caratteristica ciascuno dei seguenti insiemi definiti per elencazione:
a) A  {aprile, agosto}
A  {xx è un mese dell’anno che .................................................................}
b) B  {8, 9, 10, 11, 12, 13}
B  {xx è un numero naturale .......................................................................}
4  Rappresenta con un diagramma di Venn gli insiemi A e B, definiti per elencazione:
A  {2, 4, 6, 8, 10, 12} B  {asino, mulo, cavallo, mucca}
A B

Ora tocca a te
1  Rappresenta per elencazione i seguenti insiemi:
© Pearson Italia spa

a) insieme A delle lettere della parola cannibale


b) insieme B dei pianeti terrestri del sistema solare
2  Rappresenta per proprietà caratteristica i seguenti insiemi definiti per elencazione:
A  {martedì, mercoledì}
B  {0, 1, 2, 3, 4}
3  Rappresenta con un diagramma di Venn i seguenti insiemi:
A  {Carlo, Paola, Mario, Anna}
B  {xx è un numero dispari compreso fra 2 e 10}

alla pagina 26 altri esercizi >>>


7
Gli insiemi - unità 1

3 I sottoinsiemi
Se consideriamo gli insiemi:
A  {1, 2, 3, 4, 5, 6}
B  {2, 5, 6}
possiamo notare che tutti gli elementi di B appartengono anche ad A: per questo
motivo si dice che B è un sottoinsieme di A.

Un insieme B si dice sottoinsieme di un insieme A se tutti gli elementi di B ap-


partengono anche ad A.
ATTENZIONE Se B è un sottoinsieme di A, si dice che B è incluso in A e si scrive B  A.
Non confondere i Il simbolo  è il simbolo di inclusione.
simboli  e . La scrittura B  A significa che B è incluso in A e può anche essere uguale ad A.
Il primo si riferisce
agli elementi di un La rappresentazione grafica dei due insiemi A e B mediante un unico diagramma di
insieme, il secondo a Venn evidenzia i concetti di sottoinsieme e di inclusione.
sottoinsiemi.
A
3
1 B
5
2 6
4

RICORDA
Ogni insieme può essere considerato un sottoinsieme di se stesso e l’insieme vuoto
Se A  B e B  A
allora A  B. può essere ritenuto un sottoinsieme di qualsiasi insieme: per questo motivo, dato
un insieme A, l’insieme A stesso e l’insieme vuoto si dicono sottoinsiemi im-
propri di A, mentre tutti gli altri sottoinsiemi di A si dicono sottoinsiemi propri.

ESEMPI
1 Dato l’insieme:
A  {12, 13, 4, 9, 33}
un sottoinsieme di A costituito da tre elementi è B  {13, 9, 4}.
Un sottoinsieme di A costituito da quattro elementi è C  {13, 4, 9, 33}.

2 Dati gli insiemi:


C  {xx è una lettera della parola capitone}
© Pearson Italia spa

D  {xx è una lettera della parola cane}


possiamo verificare graficamente mediante un diagramma di Venn che D è un sot-
toinsieme di C.
C
D
p
c
a
t n i
e
o >>>

8
unità 1 - Gli insiemi

>>>
3 Dati gli insiemi:
A  {xx è un alunno della I B}
B  {xx è un alunno della I B che porta gli occhiali}
sicuramente B è un sottoinsieme di A cioè B  A.
Può anche essere B  , se nessun alunno porta gli occhiali.
Poiché non si può però escludere che tutti gli alunni della I B portino gli occhiali,
non basta scrivere B  A, ma occorre scrivere B  A.

3.1 Insieme delle parti

Si dice insieme delle parti di un insieme A l’insieme costituito da tutti i possibi-


li sottoinsiemi propri e impropri di A.

L’insieme delle parti dell’insieme A si indica con (A): i suoi elementi sono an-
ch’essi degli insiemi.
Ad esempio, dato l’insieme:
A  {a, b, c}
i suoi possibili sottoinsiemi propri sono:
{a} {b} {c} {a, b} {a, c} {b, c}
mentre i suoi sottoinsiemi impropri sono A e .
L’insieme delle parti di A è quindi:
(A)  {{a}, {b}, {c}, {a, b}, {a, c}, {b, c}, A, }

In generale se un insieme K è costituito da n elementi, l’insieme delle parti


(K) è costituito da 2n elementi, perché tanti sono i suoi sottoinsiemi propri e
impropri.

ESEMPIO

Dato l’insieme:
A  {cane, gatto}
© Pearson Italia spa

i suoi sottoinsiemi propri sono due:


{cane} e {gatto}
I suoi sottoinsiemi impropri sono A e .
Poiché l’insieme A è costituito da due elementi, l’insieme delle parti (A) dovrà
essere costituito da 22  4 elementi.
Infatti:
(A)  {{cane}, {gatto}, , A}

9
Lavoriamo insieme
Esercizi guidati
1  Per ciascuno dei seguenti insiemi rappresenta per elencazione un sottoinsieme costituito da
almeno due elementi, come nell’esempio:
a) A  {xx  N e x  10} → H  {2, 4, 5}
b) B  {xx è un cantante italiano} → ..........................................................................................
c) C  {xx è una cifra del numero 8417} → ..........................................................................................
d ) D  {xx è un poligono con 4 lati} → ..........................................................................................

2  Per ciascuno dei seguenti insiemi, rappresenta per elencazione un sottoinsieme costituito da
tre elementi, come nell’esempio:
a) A  {1, 5, 6, 11, 13, 25, 31} → H  {6, 11, 31}
b) B  {xx  N e x
9} → ..........................................................................................
c) C  {a, m, n, x, t, q} → ..........................................................................................
d ) D  {xx è una città siciliana} → ..........................................................................................

Ora tocca a te
1  Nel diagramma di Venn che rappresenta l’insieme A  {cane, gatto, gallina, tacchino, co-
niglio, cavallo}, rappresenta il sottoinsieme B  {gallina, tacchino}.
A
cane
gatto
gallina

tacchino coniglio

cavallo

2  Osserva il diagramma di Venn in figura. Rappresenta per elencazione l’insieme A e i sottoin-


siemi B e C. Rappresenta poi per elencazione un sottoinsieme di A costituito da tre elementi.
A
9 1
© Pearson Italia spa

B
3 C
2
5 74

6 8

3  Rappresenta per elencazione l’insieme delle parti  (A) dell’insieme A  {1, 2, a}.

alla pagina 29 altri esercizi >>>


10
unità 1 - Gli insiemi

4 Le operazioni con gli insiemi


Con i numeri si possono effettuare molte operazioni: l’addizione, la sottrazione, la
moltiplicazione e la divisione, e sappiamo che si possono addizionare e sottrarre
anche altri oggetti matematici, come i segmenti e gli angoli.
Anche con gli insiemi sono possibili alcune operazioni; per mezzo di esse, a parti-
re da due o più insiemi, si ottiene un altro insieme (risultato), utilizzando determi-
nate regole.
Prendiamo in esame queste operazioni, che sono l’intersezione, l’unione, la dif-
ferenza e il prodotto cartesiano.

4.1 Intersezione di insiemi


Consideriamo i due insiemi:
A  {a, b, m, p} B  {m, n, p, q, r}
che hanno due elementi comuni, gli elementi m e p.
L’insieme costituito dai due elementi comuni m e p prende il nome di insieme in-
tersezione di A e di B.
L’insieme intersezione di A e di B si indica con A  B, e si legge “A intersezione B”:
A  B  {m, p}
Il simbolo  è il simbolo dell’operazione di intersezione.

Si dice insieme intersezione di due insiemi A e B l’insieme A  B costituito da


tutti gli elementi che appartengono sia ad A sia a B.

La rappresentazione grafica dei due insiemi A e B in un unico diagramma di Venn


evidenzia il significato dell’operazione di intersezione:

A A艚B
B
A  {a, b, m, p} n
B  {m, n, p, q, r} a m
q
A  B  {m, p} b p
r
RICORDA

Insiemi disgiunti: È evidente che l’insieme intersezione A  B è un sottoinsieme sia di A sia di B.


CD Se due insiemi C e D non hanno elementi comuni, la loro intersezione è l’insieme
vuoto:
CD
© Pearson Italia spa

In tal caso i due insiemi si dicono disgiunti. F


Se due insiemi F e G sono tali che G è un sot- 2
1
toinsieme di F, allora la loro intersezione è lo G
stesso insieme G. 4
Ad esempio, dati gli insiemi: 6
5
F  {1, 2, 3, 4, 5, 6} G  {4, 5} 3
l’insieme intersezione è l’insieme G: F艚G
F  G  {4, 5}  G

11
Gli insiemi - unità 1

L’insieme intersezione di più insiemi è costituito dagli elementi comuni a tutti gli
insiemi. Ad esempio, dati gli insiemi:
A  {a, b, c, m, n} B  {m, n, p, q} C  {r, p, m, n, a, c}
l’insieme intersezione è:
A  B  C  {m, n}
Tenuto conto della definizione di insieme intersezione, è evidente che:
ABBA
e ciò significa che l’intersezione di due insiemi è un’operazione commutativa.

4.2 Unione di insiemi


Consideriamo i due insiemi disgiunti:
A  {1, 5, 7, 9, 21} B  {4, 6, 8, 10}
L’insieme costituito da tutti gli elementi di A e da tutti gli elementi di B prende il
nome di insieme unione di A e di B.
L’insieme unione di A e di B si indica con A  B, e si legge “A unione B”:
A  B  {1, 5, 7, 9, 21, 4, 6, 8, 10}
Il simbolo  è il simbolo dell’operazione di unione.

Si dice insieme unione di due insiemi A e B l’insieme A  B costituito da tutti gli


elementi che appartengono ad A e da tutti gli elementi che appartengono a B.

La rappresentazione grafica dei due insiemi A e B mediante un unico diagramma di


Venn evidenzia l’operazione di unione:

A艛B
SAI CHE...
A B
I simboli A  {1, 5, 7, 9, 21}
di intersezione  1 4
B  {4, 6, 8, 10} 5 7 6
e di unione  furono
introdotti dal A  B  {1, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 21} 9 8
21 10
matematico italiano
Giuseppe Peano
(1858-1932).

Se gli insiemi A e B non sono disgiunti, ma hanno elementi comuni, nell’insieme


A  B ogni elemento comune deve naturalmente comparire una sola volta.
Ad esempio:
A  {a, b, c, d, e} B  {c, e, m, n}
© Pearson Italia spa

A  B  {a, b, c, d, e, m, n}
Se l’insieme B è un sottoinsieme dell’insieme A, A A艛B
l’insieme A  B è lo stesso insieme A. 6
Ad esempio, dati gli insiemi: b B
A  {a, b, 5, 6, 7} a
B  {a, 5}
7 5
l’insieme unione è l’insieme A:
A  B  {a, b, 5, 6, 7}  A

12
unità 1 - Gli insiemi

L’insieme unione di più insiemi è l’insieme costituito da tutti gli elementi degli in-
siemi, ciascuno considerato una sola volta.
Ad esempio, dati gli insiemi:
A  {9, 10} B  {m, n, 10} C  {, }
l’insieme unione è:
A  B  C  {9, 10, m, n, , }
Tenuto conto della definizione di insieme unione, è evidente che:
ABBA
e ciò significa che l’unione di due insiemi è un’operazione commutativa.

ESEMPI
1 Dati gli insiemi:
A  {a, b, 1, 2, 3, 5} B  {2, 5, 7, m, n, a}
l’insieme intersezione è: A  B  {a, 2, 5}
L’insieme unione è: A  B  {a, b, 1, 2, 3, 5, 7, m, n}

2 Dati gli insiemi:


A  {cane, volpe} B  {rana, asino, pulce}
l’insieme intersezione è l’insieme vuoto, non essendoci elementi comuni (insiemi
disgiunti):
AB
L’insieme unione è:
A  B  {cane, volpe, rana, asino, pulce}

3 Dati gli insiemi:


A  {xx è una vocale dell’alfabeto italiano}
B  {xx è una consonante dell’alfabeto italiano}
l’insieme intersezione è:
AB
L’insieme unione è l’insieme delle lettere dell’alfabeto:
A  B  {xx è una lettera dell’alfabeto italiano}
© Pearson Italia spa

4.3 Differenza fra due insiemi


Consideriamo i due insiemi:
A  {a, b, c, d, e} B  {b, c, m, n}
L’insieme costituito da tutti gli elementi di A che non appartengono anche a B, cioè
costituito dagli elementi a, d, e, prende il nome di insieme differenza fra A e B.
L’insieme differenza fra A e B si indica con A  B, e si legge “A meno B”:
A  B  {a, d, e}

13
Gli insiemi - unità 1

Si dice insieme differenza fra due insiemi A e B l’insieme A  B costituito dagli


elementi di A che non appartengono anche a B.

La rappresentazione grafica degli insiemi A e B evidenzia l’insieme A  B, che è un


sottoinsieme di A.
A B

m
b
n
c

Se gli insiemi A e B sono disgiunti, l’insieme A  B è lo stesso insieme A.


Tenuto conto della definizione di insieme differenza, è evidente che:
AB BA
e ciò significa che la differenza di due insiemi non è un’operazione commutativa.

ESEMPIO
Dati gli insiemi:
A  {0, 2, 4, 6, 8, 10}
B  {1, 2, 3, 4, 5, 6, 7}
rappresenta per elencazione e graficamente le differenze AB e BA.

A  B  {0, 8, 10}
B  A  {1, 3, 5, 7} A B

2
4
6

RICORDA

L’insieme Se l’insieme B è un sottoinsieme dell’insieme A, l’insieme differenza AB prende il


A è
complementare B nome di insieme complementare di B rispetto ad A e si indica con  BA.
il complemento
necessario a B per Ad esempio, dati gli insiemi:
ottenere A. A  {5, 6, 8, 9, 11, 13, 19} B  {8, 11, 19}
© Pearson Italia spa

– A
l’insieme complementare di B rispetto ad A è: BA

BA  {5, 6, 9, 13}
8
11 19

Dalla definizione di insieme complementare di B rispetto ad A risulta inoltre che:


B BA  A B BA 

14
unità 1 - Gli insiemi

ESEMPIO
Dati gli insiemi:
A  {xx è un abitante di Palermo} B  {xx è un abitante della Sicilia}
essendo A un sottoinsieme di B, l’insieme intersezione e l’insieme unione sono:
ABA ABB
L’insieme complementare di A rispetto a B è:
A B  {xx è un abitante della Sicilia che non abita a Palermo}


4.4 Prodotto cartesiano di insiemi


Consideriamo i due insiemi:
A  {x, y} B  {1, 2, 3}
e con i loro elementi formiamo tutte le coppie che hanno come primo elemento un
elemento di A e come secondo elemento un elemento di B:
(x ; 1) (x ; 2) (x ; 3)
(y ; 1) (y ; 2) (y ; 3)
Si tratta di sei coppie ordinate, perché il primo elemento di ciascuna coppia è sem-
pre un elemento di A e il secondo è sempre un elemento di B. L’insieme costituito
dalle sei coppie ordinate prende il nome di prodotto cartesiano di A e B.
L’insieme prodotto cartesiano di A e di B si indica con A  B, e si legge “A per B”:
A  B  {(x ; 1), (x ; 2), (x ; 3), (y ; 1), (y ; 2), (y ; 3)}

Si dice prodotto cartesiano di due insiemi A e B l’insieme A  B costituito da


tutte le coppie ordinate (a ; b) che hanno come primo elemento un elemento di A
e come secondo elemento un elemento di B.

Se uno degli insiemi A e B è l’insieme vuoto , si conviene che il prodotto carte-


siano sia l’insieme vuoto:
A 
Se l’insieme A è costituito da n elementi e l’insieme B da n elementi, il prodotto
cartesiano A  B risulta costituito da n n elementi.
È anche possibile il prodotto cartesiano di un insieme A con se stesso: in tal caso gli
© Pearson Italia spa

elementi di A  A sono tutte le possibili coppie ordinate che si possono formare


con gli elementi di A. Ad esempio nel caso di A  {a, b} si ha:
A  A  A2  {(a ; a) (a ; b) (b ; a) (b ; b)}
Il prodotto cartesiano di due insiemi A e B si può rappresentare in più modi:
– si può utilizzare una tabella a doppia entrata;
– si può disegnare un diagramma a frecce;
– si può utilizzare una rappresentazione cartesiana;
– si può disegnare un diagramma ad albero.

15
Gli insiemi - unità 1

In figura sono illustrati i quattro modi per rappresentare il prodotto cartesiano degli
insiemi:
A  {a, b, c} e B  {1, 2, 3}

ⴛ 1 2 3 A B
Tabella a 1
a a;1 a;2 a;3 Diagramma
a doppia
a frecce
entrata
b b;1 b;2 b;3 b 2

c c;1 c ;2 c;3 c 3

B 1 (a ; 1)
(a ; 3) (b ; 3) (c ; 3) a 2 (a ; 2)
3 3 (a ; 3)
Rappresentazione Diagramma
cartesiana (a ; 2) (b ; 2) (c ; 2) ad albero 1 (b ; 1)
2
b 2 (b ; 2)
(a ; 1) (b ; 1) (c ; 1) 3 (b ; 3)
1
1 (c ; 1)
c 2 (c ; 2)
a b c A 3 (c ; 3)
Per il prodotto cartesiano non vale la proprietà commutativa:
ABBA
perché gli elementi di A  B sono le coppie (a ; b), mentre gli elementi di B  A
sono le coppie (b ; a) ordinate in modo diverso.

ESEMPI
1 Dati gli insiemi: A B
A  {, *} B  {, } 
rappresentiamo per elencazione e con un diagram-
ma a frecce il prodotto cartesiano B  A: *
B  A  {( ; ), ( ; * ), ( ; ), ( ; * )}
2 Dati gli insiemi:
A  {x, y} B  {a, b, c} a (x ; a)
gli elementi (coppie ordinate) del prodotto cartesia- x b (x ; b)
no A  B si possono individuare utilizzando un c (x ; c)
diagramma ad albero. a (y ; a)
y b (y ; b)
© Pearson Italia spa

3 Dati tre insiemi: c (y ; c)


A  {m, n, p} B  {x, y} C  {1, 2}
il prodotto cartesiano A  B  C è costituito da tutte le terne ordinate che hanno
come primo elemento un elemento di A, come secondo elemento un elemento di
B e come terzo elemento un elemento di C. Esse quindi sono:
(m ; x ; 1) (m ; x ; 2) (m ; y ; 1) (m ; y ; 2)
(n ; x ; 1) (n ; x ; 2) (n ; y ; 1) (n ; y ; 2)
(p ; x ; 1) (p ; x ; 2) (p ; y ; 1) (p ; y ; 2)

16
Lavoriamo insieme
Esercizi guidati
1  Rappresenta per elencazione l’insieme intersezione di ciascuna coppia di insiemi:
a) A  {a, b, m, n, r, s, w} B  {a, m, n, p, q, r, s}
Gli elementi comuni ai due insiemi sono a, m, .....................
A  B  .................................................................................................
b) C  {xx è un numero naturale minore di 14}
D  {xx è un numero naturale minore di 20 e maggiore di 9}
Prima rappresenta gli insiemi C e D per elencazione e poi rappresenta C  D.
C  .......................................................................... D  ..........................................................................
C  D  .................................................................................................

2  Dati gli insiemi:


A  {a, b, m, n, p, s} B  {c, m, p, o, t} C  {n, s, a, t}
rappresenta per elencazione gli insiemi A  B e B  C.
L’insieme unione di due insiemi è costituito da tutti gli elementi dei due insiemi, senza
ripetizioni:
A  B  .................................................................... B  C  ....................................................................

3  Dati gli insiemi:


A  {xx è una lettera della parola tartaruga}
B  {xx è una lettera della parola rete}
rappresenta per elencazione l’insieme A  B.
L’insieme differenza A  B è costituito da tutti gli elementi di A che non appartengono a B:
A  B  .................................................................................................

Ora tocca a te
1  Rappresenta per elencazione gli insiemi:
A  {xx è un numero naturale pari minore di 16}
B  {xx è un numero naturale minore di 11}
© Pearson Italia spa

e poi rappresenta per elencazione gli insiemi A  B, A  B, AB e BA.

2  Dati gli insiemi:


A  {1, 2, 3, 4, 5, 6} B  {2, 4, 6}
rappresenta per elencazione l’insieme 
BA, complementare di B rispetto ad A.

3  Dati gli insiemi:


A  {3, 5} B  {r, s, t}
rappresenta per elencazione l’insieme A  B.

alla pagina 33 altri esercizi >>>


17
Gli insiemi - unità 1

5 Il linguaggio degli insiemi


Studiando gli insiemi abbiamo introdotto alcuni simboli particolari per indicare re-
lazioni oppure operazioni fra gli insiemi e fra i loro elementi:

Simbolo Significato Simbolo Significato

 appartenenza  non inclusione

 non appartenenza  unione

 inclusione stretta  intersezione

 inclusione o uguaglianza insieme vuoto

Questo insieme di simboli fa parte di quello che comunemente viene definito il lin-
guaggio degli insiemi, che spesso si utilizza nello studio della Matematica: esso
consiste nel descrivere situazioni particolari in modo sintetico, utilizzando i simbo-
li che sono propri dell’insiemistica.
Nelle figure che seguono sono rappresentate alcune relazioni molto frequenti tra figu-
re geometriche (punti, rette, piani) e la loro rappresentazione mediante il linguaggio
degli insiemi.

r Pr r Aα
Q Qr A Bα
P B r α
α

a b
a
P
ab abP

le rette a e b sono parallele le rette a e b sono incidenti nel punto P


e quindi non hanno punti comuni
© Pearson Italia spa

r a
rαR la retta r è incidente in R al piano α
R b a  α  la retta a è esterna al piano α
b  α  b la retta b giace sul piano α
α

18
unità 1 - Gli insiemi

6 Le operazioni in un insieme
In Matematica, quando si parla di operazioni, si pensa subito alle quattro operazio-
ni fondamentali fra i numeri: l’addizione, la sottrazione, la moltiplicazione e la di-
visione. Il concetto di operazione è in realtà più generale e riguarda tutti gli insiemi,
anche quelli non numerici. Definire un’operazione in un insieme qualsiasi significa
stabilire una regola che, associando due elementi dell’insieme, consente di deter-
minare un terzo elemento, che si dice risultato dell’operazione.

Si dice operazione binaria, oppure legge di composizione binaria, in un insieme A


una legge che a ogni coppia ordinata di elementi a e b di A associa uno e un solo ele-
mento c, che può appartenere o non appartenere all’insieme A.

I due elementi a e b si dicono termini dell’operazione, l’elemento c si dice risultato.


In simboli, se si indica l’operazione con *, si ha quindi: a * b  c.
Se il risultato c appartiene anch’esso all’insieme A, l’operazione si dice interna ad
A e l’insieme A si dice chiuso rispetto all’operazione.
Ad esempio nell’insieme A  {a, b, m, n, t, v} si può considerare l’operazione * che a
due lettere associa come risultato la lettera delle due che precede l’altra nell’ordine alfa-
betico e che a due lettere uguali associa sempre la lettera stessa.
Così, ad esempio, si avranno le operazioni:
a*ba b*tb m*aa n*nn
L’operazione risulta interna all’insieme A, perché i risultati sono sempre elementi di
A, e l’insieme A è quindi chiuso rispetto a essa.
RICORDA
Se invece si considera l’insieme B  {1, 2, 3, 4} e l’operazione di addizione, essa
Un’operazione si non risulta interna a B, perché alcune addizioni, come ad esempio:
dice definita
nell’insieme A se i 347 235
suoi termini e il suo hanno come risultato dei numeri che non appartengono all’insieme B.
risultato sono
elementi di A. Le operazioni interne a un insieme A si dicono generalmente operazioni definite
nell’insieme A.
Spesso le operazioni in un insieme si definiscono rappresentandole con una tabella a
doppia entrata, detta tabella di composizione dell’operazione: essa fornisce i risul-
tati di tutte le operazioni possibili fra gli elementi dell’insieme in cui l’operazione è
definita.
Ad esempio dalla tabella di composizione:

* m n p q
© Pearson Italia spa

m n p m q
n m q n p
p p n q m
q q m p n

si deduce che l’operazione * è definita nell’insieme A  {m, n, p, q}, che risulta


chiuso rispetto a essa; si ricavano inoltre i risultati di tutte le possibili operazioni fra
gli elementi di A, come ad esempio:
m*qq p*nn n*nq

19