Sei sulla pagina 1di 18
(4) | Come abbiame gid visto (Vo. Il, Cap, DX), efansionirasional Re) = Integrazione indefinita di alcune classi di funzioni Ma) ey ceo Ma) | NC fiezioni polinomial. sono continue in ogni interval, ove reat Nx) 0. | Intl intrval existe le priate ds Bz) ¢ smo ben noi mata per | tee risultan, sempre wna combinasionelineare & fasion’ poinomial, i funsiont | Tagaritmiche edi fnsion aetga). | 1. Integrazione indefinita di aleune Junziont irrazionali ‘Una prima classe di funzioni, non razionali, di eu «isi oceupa é quella delle funsioni algebriche irra: ional, Per queste funrion esistono, sovente, de le sosttusioni atte a razionalizarle [Nel seguito indicheremo con (2, ¥, ..) una funzione razionale, co’ il rapporto di due fanzio- 1 polinomiali nelle varibil 2, 1, Siintende che le variahili x, tun insieme fini, otituiseono Sono, per esompio, fusion razional le seguent Te by* » 9) EE, 4, © € , eee, postono rappresentare delle funzont lala, 8 tara qa, 8) La funione pensata come funzione della 2, non & rasionale ma, onendo coz u, ens divine ee" che @ una funsionerazionae in #e Vale la pena di sottotneare il fatto che la funzione consderata€una funione resinale nelle ie vata: bile w; non lo, pero, quando viene pensata come fuanzone della sola vile ‘Mostreremo ora aleuni esempi di funsion ierazio nali (contenenti cio’ det radical) per le quali il caleolo del loro integrale indefinitopud, con una conveniente sosttuzione,trasformarsi in quello dina funzione razionale: si dice, in tal caso, che dato integrale @ rasionaliceabite, Sia R(z, u,v, ..) ura funzione razionale delle variabill 2, 1,0 1 essendo; EY. EST magiiori di 1; a, 6, ...numee inter qualsiai e a, c,d numeri real tai che sia: ad — br 0() 6) eto He 0, tne 2E*, tare un costant, come sito sive calalanne la deriva, capo. PRO si riduce a quello di una funsione rationale me- dante il eambiamento di variable a, cava" |’ ove n2i minimo comune maltplo fra ind, Pray dal a Cal particolari sono gi integral del po | Re, arse, ee FF, ds, » | Re, EAA, ae sew, 1s over re |E a: 8 Tee a ae rete \ite war ” ae matt amar Exsendo, come s verificafaciimente: aoa 1 G-Pasey TE Te Te sia : [yi a eeete 4In|1—e -inja et] sem eats teed Ff, rnulta:2= 1, dew 6th, Quiet: Gtare | Ree nef 2509 ae of ena be Sieee Siar erie Gpeestartnterte | onde: 2= Si pong: 22-3 Sosttuendo,satiene : a \ ress | es Semper fons end ha: a AB rae a ae 2=(A + BIL BA-B), AsB=%; 84-B=0; 1 Sivicve: A=, B=, e guint: 1 : ~Linnazst- «ins 8)e6 lare Vintegrate: I=) ——* de Qeweierer 1 = Posi thats d= 2 a | aesSacm alates 1d eted pigs. | 8 “J ( v3), se—t41 BENE-D ae ol (Ate Bye ORE Had E41, Quin: 24,2 4 rgtte \{ aia net | bat aist WaT ta) 244 ten- ee ~elee » ciara cane Pye. " a Re Hine) art 8 sKintentl te 2 dyes Hinges 2 3 ~ he ante E+ Fine rd Ate. coterie 1= | SE Posto: Jz= t; x=; d= 3¢%dt, si ha: ra chpate- 20 +60 = 8 -fe Mate aBln| t+ 21 40" Shine oY 2485 5 asin 2421 +0 Dpewataretinerte t= | EE Posto: 2+ at (on (>0), 2008-9, d= edt, si waft -r-mteaBae-nteLeea}eee ne ole Stet 8-NEE— Inge +3) SIn\vFS—1| —InQlEFB +1) ee= 248-Navd-2hnWNeFS—1 —In +2 +e 2. Sostituzioné di EvLexo Un altro tipo i integrale di funzione irrazionale che si riesee a ricondurre a un integral di funzio- ne razionale il seguente: o | Ree, Vaa* Fie ree | dove R(a, 1) una fxzione razionale delle varia- biliz ew, con u=Vax¥ + ba. Questo integrale pud essere ricondotto a quello di ‘una funsione razionale, eon le cosiddette «sosti- ‘turioni di Bueno», A) Prima sosttuzione di Evusko. ~ Sia: a>0. Lintegrale (1) si razionalizza eon uno dei seguen- ti cambiamenti di variable: o [wie] scogliendo indfferentemente il segno + 0 ~ di rans alla radice che sta a secondo membro, Infati, risolvendo la (2) rispetto alla, si icava, come si pud vedere con faci caleol, x come fun- ione razionae dit. Sostituendo po i valore cos travato al posto del- a2 nel secondo membro della (2), segue che an- ‘helaVae! + be + ersulta una funzione razionale dite pereid V'intograe (1) si trasforma in quello «i una funzione razionale. Ese, 1 — eve aati ‘in base alla (2) si ha: +h carrrovo PRDKO da el, levando al quarto, otiene: Parsledteateess, Sosttuendo nelintegrale dato e po integrando, si tiene: af 221, _2t- 2) ar “Jatrae] Inft—4) “Inlesal + Avendos, dalla (@), VFR ~ Witvesl—ael eine inate = | ot Aneto tty blah ihe in defsitva, rain] ae Si otiene: Baendo: t= +VFa, in defn, sha: Tea er nleF ral +6 Fiat git noo. powtotre integrate | Vat Tntegando per parts \VFretenevere [|e | te 1 wa | Get uee| Gh i i tend pret integrals eae ree dentemente e che: Sra si ottione: [eraeeeeVire Pra anon 2 | Vi vate a FaeinleeFeal, «perc tenendo conto chee primitive di una fansio- ‘pe sono definite a meno di una costant: \vrreue InlzwFral +e Ovviamente, Integral proposto pub essere calcola- ‘a, diretamente, con una dalle sosttuionl vise Infatti, posto VaF Fan2't, she a= Rte, da astt = + Pie satel eet ra—2eVFoa)+ & ta vasteVitea ae te-Sinlal = Neat inVF saz +k; [NTEGRAZIONE INDEFINITA DI ALCUNE CLASSI DI FUNZIONI 5 Qeeictoretiserate | = ae vendo in questo caso a= tae me = Vigtea= -20+t, (a xis eaves dente TEE ay, (ote WES, soph: eee ein: Beat a+ 40 sat ear «| lewers -l war fasenraasane| phe 1a 1 So Pint sttl see 1 ~CeatesoVia es Inf +824 AVF Tal + 7 B) Seconda sostitzione di EvtsKo. ~ Sia: ¢>0. In questo caso, possiamo porre: Vas" steve ateve, ‘equindl (prendendo, per fssare le idee, il segno + davanti aVey: act theven att da cui risulta (240): H+ 2atVe re, cid mette in luce che 2 8 una funzione rasionale if; pertanto anche de ear" + br + ci esprimo- no, egualmente, come funzionirazionali dit, So- stituendo i valori di, Vax + bre oe dz, determi nati mediante le sostituzioni operate, nellinte irale (1), si riconduce quest’ultimo aliintegrale di una funzione razionale dit serio, - Calnare Untegrale: iver Ponismo (): Vive =? = +1; dnque: 2t-1 Legestestttyaetel; 20 ait aatee ay Vivwew ate otet Hatt ee Sostituendo le espresoni cost otenute nelintegra- Teche voglamo ealoare, si trova (2884 gfe — Hye 2842) Vc afer ners = ROLLA jane avez eA 40 (© Terza sostituzione di Even. Se il trinomio az* + ir +e ammette rate reali e istinte (e eid sucvede certamente quando a e ¢ ‘sono discord), integral (1) si trasforma in quel Jodi una funzione rezionale ponendo, qualunque sia la radive a del trinomio az* + b2 +e: Vas bie te=(e—a)t. Infatti, poiché a2? + be-+e=alz—a)(e-p), si has a2 ale 9) =(2~ aft", cid: (zB) (2—a)e* Quindi si esprime come funzione razionale int: po tBaat a ‘edi conseguenza anche dz e Vaz + be +6. Liintegrale considerato si trasforma, quind, in ‘quello di una furzione razionale intera ( Naarainente, ean a> 0, x pteebe usar anche Ie oatitune i BLO. i 6 caPiToLo PRD Esexr, Orn perotore vinta 1 | arto ae, |, VEE =e gD. Le radii del equsione ~2* + 52-6 =0son0 203; eee RE c=or- ame 28, ee el ttn (2- 28-2) =02-2F, “ a 1ofiwce BE oe pester tintgte = | ea ssedo: 2+ 824-441), ponies Ve=a-H-te-¢= (282-2)! Ver He =(e+4, er Me-Da (er are, TH | ossia Si ha quina: fet oom ui F Pertanto vaults: ef faciwapsiir. Beto ttt | Fe te Le sosttuzioni di EULERO, pur avendo una porta- ‘ta generale, spesso conduoono a ealeoli piuttosto ingombranti; pertanto, a volte, pud essere pil agevole operare con matodi different. Per esempio, gl integrali dl tipo: (a i Bee eH(e-1)=0, © | Sates} Az+B o | lee INTEGRAZIONE INDEFINITA DI ALCUNE CLASSI D1 FUNZIONI 7 sipossone ealcolare mettendo in evidenza un qua ‘rato perfetta nel trinomio di secondo grado, ©o- ime si visto al Gap. IX, n. 8, esempi 10)€ 11) del volume I. L'integrale del tipo: 6) cont tone t=! vee mation tinge do EsEMM0, - Calolare Uintaprale: lees ~) GIN =a teed 1 1 Ly 1, ators 2-44 1edon ~ Feat 4 [zeae ames “en ena GU integral det tépo: | si calealano a partire dallidentita: ” Pelt) tn 0,360) -Voa ober es 0 apeteeg BOSE - Makcecsee ove Qes(2) un apportuno plinomio di grado 2 Pe una cera state, che devono esere determina. Derivando’ due meme de'dentia jn questone riducendo il isuato allo stesso denominator, Sottene leguaglianz tre due polinom, apart re dalla quale, si possono determinare 1 coef dent del potinom' Q,(2) il mamero K- sexo, ~ Clore negra: 1. [ Hezetetess Vitetest Guid n=8, per eldest venta: (yess Veretee? = Get spe Werte Vester Devivand de emi dienti, si otione das BNF a DEAD tee ao 2et S244 : ee 1 +A oBe+ 0) EL 4K liminando i dencmintor, sa Ps Det Bxt Am (RAs BY 92242) (Az + Bes OVe+ +, da ei Ps Rely 8244-8Ax? 9 (64-28 $4438 +0)2+ GB +0+K). Per l principio di idenita det polinomi, i ottiene i sistemas vaaat 84s2R-2 44 +88 40-3 GRIO+ Kas, 1 pt ot xed he soto, dts A= > Beem Kay Pertanto si ha | t 2 Eines VTE ve 8 CAPITOLO PRIMO ————— Oervreeve—=rreoeemr Integrazione indefinita dei differenziali binomi Si chiamano differenziali binomi le espressioni ‘alla forma: Plas beds, dove gli esponenti mm, m,p sono numeri rusiomali, a, b numeri real arbitra S dims de Tere [etertere, smilies ante et Speen 1) Sep on ner tr od Fe Tint creado oniaieee ae 2) Se™*1 eum numero inter, ponendo: atte =e, (ove h 2 il denominatore di p. 29 52) « paenmmao ivr pe ashe > =f, ove 8 denominatore ap sms Dewotrnrte 1= | = integral po series ot afr rf} an, cai vede coal che &Vintegrale di un differeniale inom, Avendos: mags Maye Pe 2 si verifea dunque il primo cao; con a sostitusione: eee sib: self ai-eraracel ‘Eaeguendo dapprima ia dvisione epotintegrando, in ‘efntva, si ctene: 8 issuers 2h rehearse B ha (Bcatestarevintegrae: r= | Si pad serivere: siewtin-tneaige ES de che si vrific l secondo dei tre eat considera Posto: a Zl. roBlee (es Dae NF +e (Boston inert 1 ff te Si pub serivere: raft 1 met cesendo: m=7,»=3,p=-4,®*1 9-0, si vede che si vefca il tero dei tre eas onsierat Posto sia: z-a-¢ en VE aa Ve Nera ZW WHIP +0= ~LinvP Te 1 ote INTEGEAZIONE INDEFINITA DI ALCUNE CLASSI DI FUNHIONI 8 5. Integrazione indefinita di dleune funzioni goniometriche Si abbia da calcolare Vintegrale: 0» [t[ Fem one], ‘om R funsione razionale dei due argomenti sens. i integral di questo tipo si riconducono a inte- gral ci funzionirazionali,con il seguente cambia- ‘mento di variable, detto sostituzione goniome- ‘rica universale: te fat, sha: 2 aaBaretgt, d= 52 dt ssendo poi, per note formule senpe BB ase cour EE lees Vintegrale (1) i trasforma nel seguente integrale «i funzione razionale: rane retest pire | yoga 7 ) Eea)uousseyse0 | | steFein (ieee) « F(a Peas Pons te tha 2at Pe ie 8) Te ae —— WP) OF) -@ =P) O-F -latae slat ony |) sea ¥ eons —Zaensy Pa tote Eth se | [agen wey Scompanendo in ementl semi 1st Bo 10 CcaPITOLO PRIMO ina 1f1y,5 ng |ped | tee) ee anew: fini + Zinte—81 -inle-al see (Cpcaetare Literate = — Posta:to tS .dte Zs Pde dem 2 ats ba: eataa 1 fesiteey ob ele ~+| [eh wr ollie ole ia te ete ree nbew 4) -mehi ove Z| startet $= 4 2infcos =| ~2in)sen = + cos =| = 2rery Lees +2tnfeos £| +22+0= - ~2tn|sen + 008 =| 422+ Zr tee OsseRvaione. 1a soso nivel tg = ody, n rolti casi, a dei caleoli molto laboriosi, perché senz e eos vengono espress in funzione di te prengono la forma di funzione razionale conte: nentef, Tali alco possono essere evitati, come, per esempio, nei casi particolari che vengono qul segnalati 1D, Se R(x, y)2 una funcione razionale, dlle wa- ‘iabilé 2, y, considera i saguenti integrals a en ® [ ricen's,cossyeenede ssi si possono serivere, rispettivamente, nella {forma seguente: | oe esi ~ | 1 coss,coneycos, si trasformano in integral di funzionirazionali eseguendo, ne primo, la sostituzione: sen nel secondo, ls sosttusone: cosz =f, Bseurt (Tpowentar integrate: | sessed Sa [ower [ia acnparstan sentroostosensds = a cl, con I sostitusione eos = [owns [aera 2a te 2 tise [lst ee | =| ah ay dea cn taien aa | aay mee | se 780-9 ond. 0-10 ee+ eh 0 1 a" Geom NTEGRAZIONE INDEFINITA DI ALCUNE CLASSI DI FUNZIONT u Ceatotarevinteprat: (cone costs)case | Sass ‘Con a sostituzione sen =, i otiene: te [tase lacatae® che i sa caleolare,etsendo razionalelafursione inte- {anda Lasciamo al lttore questo ell, UW) Si abbin da. caleolare V'integrale: Be [fear cat carla dove R & sempre simbolo di funsione rasionale Sitrasforma in un integral di funzione razionale mediante la sostituzione: tee ein = pert ta nc tee tt eye sent ors conte or, t senzeose= oe. Si osservi anche che l'integrale: 6 Ritga)de ® un caso particolare del precedente, perché si pub serivere: roa Ese (Qewtetare vintenrate Letter es 1+ tee ete dtge sd Mediane Ia sosttsone: tgs =, otiene: Beetotare iterate: r= | j ae Coa wee che sa calla, senda resol funsbone inte- iran Laseiamo al lettre questo eaeao, 6. Sostituzioni goniometriche 0 iperboliche ‘Trasformando il trinomio di secondo. grado cas" be-+ in una simma. dfferenza di quadra. 1, Vintegrale del tip: | mee Verrier, si riconduce a una delle seguenti forme (dove ab- bbiamo indiato anccra con 2 la nuova variabile): 1 | ee Varea ae, a (me? | Rte, VaP eae ‘Tatinteral postona eterericondot a intgre ila elon! tron, opto al arn al sono (ordinario 0 iperboico), mediante le seguent s0- stituzioni a'}d, 1 | seater |, oppure: | x=asht |; WL. | easect |, oppure: | x=acht |; mt] z=asent |, oppure: | : 2 carrot PRino a ects rite 1 | EE nian: <= eet dc d= ct peranto as. costae 1 owt toate 2 ~ S| cacatsen Bp crictoretnarte 1 | Plame: aig, daca de Sr depeantos |= ae UcastreVinterae 1-\—t (ere sae? Sida: 2+ 26¢2—(24 + 1, ¢ postors 125, f- feniamc: nf Athiano un interl delipe L.Pniamo 2-8, ¢ a den cud, VET NT a cht Quint: Jitter] via she VFiae zi Dewtotae nga r= | Vee Flame: = cht des. Quin 1 aaa [eae “f(y wt fase 2 | anatet | are Jeewesndt oer 8 1 1 gory ofa tate Ritornamo alla variable x te Sottche = In(e WFD “wnat 2ahteht = 22VF— i shat Qehatehae = deve? (ee? — 1), Pertanto: 1 2 -WFTi-LNFi+ BinlelTil ve 7, Altri tipi di integralt indefiniti ‘Sognaliamo ancora aleuni integrali indefiniti, dt ‘uso requente, ealeolaili elementarmente, INTRORAZIONE INDEFINITA DI ALCUNE CLASSI DI FUNZION 18 A) Gli integral det tipo: alectno col pore: = sear, - Clear inlagra nef ate te] pase és deed (6) Allo stesso modo, caleolano gt integral del tip | ® Poajetde dor Fe) aot. pertain na =| ode D) Nello stesso mado, si ottengono formule di ‘iduzione per gli invegrai cinje) Line) cone—Eine eye Gi integral sequent det tipo (1), 2), (3, (9) 81 ‘ealeolano tutti applicando m volte il metodo di integrazione per parti integrando, ogni volta, 1 fattore wtrascondenten By) Per esempio, l'integrale: jeew dove n un numero intero positivo e a una eo stante non nulla, si integra nel modo seguente, ‘assumento ede come fattore differenciale Foran 2\ era eerie (Questa formula riconduce il ealeolo dell'integrale proposto a quello di un integrale analogo, in eui Pesponente della 2 & diminuito di una unit. Con appicazion reiterate di questa formula, ci si riduce al zeguente integral: ae | | Pemacde |e | | Acosarde |. «9 B) Anche pli integraliz |oonae ove a e 5 sono numeri reali, diversi da zero, si caleolano per parti Per calelare il primo integrale; poniamo: 2, du=asde, dv=cosbede, + sents, so esiha: | ercostede = 1 esente— > Integriamo per parti questultimo integrale, po- render uae, dusaede, 1 doasenbads, v= —cosbs, M caprTovo PRIMO soit tn fewer -etoemne|-0F ermotet Leese [ete wees [eas| eae + Pertanto, "espressione precedente diviene: Ped sce ede Jesstetee ete + feeremta— Er | erode ee 1-| setzosteae= | c~cuteo send (44-42) | eostaae= Ponand cote =, ~ ensde = dt, a otiene: c peor A re faey- tare | aes | dae eo (Fsenbes fr costa) re, 7 7 p : nb Stee yh 4S cotta 5 roar 5 eonba + soe 2° Caso, — 1 ue exponent m ed n sono entrambi costae» sent 28h) 5 Daa epost Th questo cao, si trasforma egpressione sotto i Analogamente, si trova segno dintepraione, 2 mezzo dalle formule di dupleaione , | ereninae- emnte dete, sen?z= 1-(1~cos22), conte = 5 (1+ e082), F) Liintegrate 1 sens = cose 2. sen2 tonto [cra i caleola con procedimenti «standard» almeno nei seguenti due casi 1° Caso. - Uno almeno degli esponenti, m edn, @ dispar In tal caso: ‘+ s0.m_ dispar, si pone: cos + sem dispari, si pone: senz=, Uiapeceacae ecttamn, —| =242258 2 [teat been Geatotere inate: r= | sentented Ponendo sonz =, costs = d,s otione: