Sei sulla pagina 1di 32

MANUALE SOFTWARE

DIRECT INJECTION

VERSIONE 3.0.4.0 I
10-2016 Rev.00 ITA
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

STATO DELLE REVISIONI


N° Rev. Data Descrizione modifica Realizzazione Approvazione

00 Ottobre 2016 Prima emissione M2 R&D

SOMMARIO pagina

3 Nota introduttiva
3 Software
3 Requisiti hardware minimi per l’installazione
3 Distribuzione del software
3 Installazione del software
3 Programma distribuito tramite CD
3 Programma distribuito tramite rete Internet
4 Funzionamento del software
5 Codici errori programma software
6 Pagina iniziale del programma
10 Configura
11 Pagina Veicolo - F1
15 Pagina Cambio - F2
17 Pagina Sensori - F3
18 Pagina Mappe - F4
21 Pagina OBD - F5
22 Pagina Temperatura - F8
23 Visualizza dati
25 Diagnosi
25 Scheda "Diagnosi"
27 Scheda "Controlli"
28 Azzera centralina
29 Salva file
30 Carica file
31 Riprogramma

I materiali ed i documenti contenuti e pubblicati in questo Manuale, di qualsiasi natura essi siano, sono resi pubblici solo a fini infor-
mativi o promozionali e ove non diversamente indicato sono di piena ed esclusiva proprietà di Landi Renzo S.p.A. o comunque dei
suoi aventi causa, che detengono i diritti d’autore per tutto il mondo e per tutta la durata della protezione prevista dalla legge; qualsiasi
loro utilizzo che non sia espressamente previsto è da considerarsi vietato. Il Manuale e il materiale ivi contenuto non possono essere
riprodotti, pubblicati, trasmessi, distribuiti, esposti, rimossi, cancellati, aggiunti, altrimenti modificati, utilizzati per dare origine ad ope-
re derivate, venduti o acquistati. È proibito ogni altro uso del materiale presente su questo Manuale, inclusa la riproduzione per fini
diversi dall’utilizzo previsto, la modifica, la distribuzione o la ripubblicazione, salvo l’espresso consenso scritto di Landi Renzo S.p.A.

2 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Nota introduttiva

Il programma Software descritto in questo manuale è applicabile a diversi tipi di centralina.


Il programma riconosce automaticamente la centralina connessa attraverso il firmware caricato in fase di programmazione
iniziale da parte del produttore.

Selezionando le diverse caselle che indicano un valore appare a lato il “range” minimo e massimo impostabile.

ATTENZIONE: digitando un valore fuori “range” verrà memorizzato quello massimo o minimo applicabile ma
non il valore precedentemente impostato, senza che venga mostrata alcuna finestra di avviso.

Per rendere attiva qualsiasi modifica eseguita nelle caselle dei parametri del programma premere il tasto “Invio” (Enter).
Il passaggio ad un'altra casella senza aver premuto il tasto “Invio” mantiene il valore precedente.
Le funzioni disponibili da menù a tendina si avviano cliccando sulla casella relativa.

Software

Requisiti hardware minimi per l’installazione


• Sistema operativo - Windows 98 2° edizione o versioni successive;
• Memoria (ram) - Almeno 16 Mbyte;
• Disco rigido - Almeno 20 Mbyte liberi al momento dell’installazione;
• Risoluzione video - 800 x 600 o superiore;
• Inoltre è necessario avere installato Internet Explorer versione 5.5 o superiore.

Distribuzione del software


Tramite il sito Internet, così come i futuri aggiornamenti:
“www.xxxxx.xxx/area riservata/download programmi software”, o tramite CD.

Installazione del software

Programma distribuito tramite CD


Inserire il CD nel lettore del computer ed attendere che si apra la finestra d’installazione guidata.
Se il programma d’installazione non dovesse avviarsi, selezionare “Avvio” / “Start” nella “Barra delle Applicazioni”.
Selezionare “esegui” e digitare: “D:\setup.exe” (dove D indica il lettore Cd).
Durante l’installazione verrà chiesto in quale directory installare il programma: consigliamo di non cambiare la directory
pre-impostata.

Programma distribuito tramite rete Internet


Entrare nell’area riservata del sito e cercare il Software Iniezione Diretta 3.0.X.X
Premendo sul Programma Software appare la maschera di scaricamento.
Premere su “Salva”. Il PC chiederà di confermare il percorso di scaricamento (solitamente è lo schermo del PC), con-
fermare.
Terminato lo scaricamento (il tempo impiegato dipende dalla velocità della vostra connessione Internet) sullo schermo
troverete l’icona del programma.
Aprire l’icona e selezionare il file: setup.exe.

Terminata l’installazione sarà disponibile l’icona del programma sul desktop.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 3 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Funzionamento del software


Il Software di calibrazione può essere avviato anche senza necessità di collegamento alla centralina.
Per connettersi alla centralina è necessario che il PC e la centralina siano correttamente collegati mediante un apposito
modulo adattatore. In base alle caratteristiche del PC, utilizzare il modulo relativo: versione per porta Seriale USB; ver-
sione per porta Seriale RS232; KIT SERIALE WIRELESS; adattatore USB/RS232.
Inoltre, la centralina deve essere alimentata con +12 Volt batteria (filo Rosso/Nero) e massa (filo Nero) e con 12V. sot-
tochiave (quadro acceso - motore spento).
Avviare il programma selezionando l’icona specifica presente sullo schermo del PC.

4 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Codici errori programma software

ERRORI DI CONNESSIONE (C)

CODICE
DESCRIZIONE POSSIBILI CAUSE
ERRORE
Centralina spenta, mal cablata, cavo disconnesso, in-
Impossibile trovare una centralina da con-
C10 terfaccia seriale rotta, driver USB non installati, ZigBee
nettere. Impossibile connettersi.
troppo distante o non associato.
Impossibile connettersi con la centralina. La centralina è nel boot loader. Prima di connetterla
C11
Centralina nel boot loader. occorre caricare un firmware compatibile.
Impossibile connettersi con la centralina. Ci si sta connettendo ad un prodotto AEB, ma diverso
C12
Modello centralina incompatibile. da AEB3000A, AEB3000B DI108, DI60.
Impossibile connettersi con la centralina.
C13 Impossibile richiedere il codice cliente alla Contattare R+D.
centralina.
Centralina OK, connessione OK, SW OK, ma c'è una
Impossibile connettersi con la centralina.
C14 personalizzazione in ECU diversa da quella disponibile
Codice cliente non compatibile.
sul SW.
Impossibile connettersi con la centralina.
C15 SW obsoleto. Aggiornare il SW.
Software corrente non è compatibile.
Impossibile connettersi. La memoria della
C16 Contattare R+D.
centralina non è scrivibile.

ERRORI DI PROGRAMMAZIONE (P)

CODICE
DESCRIZIONE POSSIBILI CAUSE
ERRORE
P10 Impossibile riprogrammare la centralina. Collegamento errato.
P12 Impossibile riprogrammare la centralina. Il modello della centralina corrente non è compatibile.
P13 Impossibile riprogrammare la centralina. Impossibile individuare correttamente una centralina.
P14 Impossibile riprogrammare la centralina. Il cliente della centralina corrente non è compatibile.
P15 Impossibile riprogrammare la centralina. Impossibile decriptare il file selezionato.
Attenzione! Il firmware selezionato non è
P16 Firmware non riconosciuto.
adatto a questa centralina.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 5 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Pagina iniziale del programma

A Il menu principale e il relativo sottomenu a tendina


della pagina iniziale permettono di accedere a tutte le
diverse funzioni del Software di calibrazione.

File
Esci: permette l'uscita dal Software di calibrazione.

Centralina
Connetti/Disconnetti: permette la connessione/discon-
nessione della centralina gas dal Software di calibrazione.

• Offline ECU Simulation (3000B; DI108; DI60):


selezionando il modello di centralina è possibile vi-
sualizzare e caricare i soli file di programmazione
disponibili per il modello di centralina selezionata. In
alternativa è possibile utilizzare la tastiera premendo
contemporaneamente i tasti "Ctrl+A".

NOTA: Senza alcuna centralina collegata il programma


3000B è impostato di base con la centralina 3000B. E' possi-
bile cambiare impostazione di centralina con la combi-
nazione di tasti Ctrl+A. Impostazione di base: 3000B
Ctrl+A nessun riferimento; con centraline DI108 e DI60 appa-
iono le rispettive diciture.

6 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Lingua: cliccare sul pulsante a "bandierina" per selezio-


nare la lingua del software. Confermare la scelta premen-
do il tasto "Seleziona".

Visualizza: Permette di impostare la modalità di visua-


lizzazione del software in base alle proprie esigenze. Le
modalità di visualizzazione selezionabili sono:

• Menu principale (Ctrl+M): permette di tornare in


qualsiasi momento al menu principale, indipendente-
mente dal menu in cui ci si trova.
• Toolbar a lato (Ctrl+T): permette di mantenere
sempre visibile la visualizzazione del menu principale
sul lato sinistro 1 del menu di configurazione. La
1 2 freccia in alto a sinistra oppure la voce di menu
Toolbar sganciata permette di visualizzare il menu
principale in una finestra separata 2 che può essere
posizionata a piacimento sullo schermo del PC.
• Zoom: permette di impostare la visualizzazione del
Software in modalità Finestra (Ctrl+F), impostazione
di default, o estesa a Schermo intero (Ctrl+I).

Acquisizione: utilizzare questo menu per rilevare even-


tuali anomalie del sistema gas.
• Start acquisizione (Ctrl+R): il punto “ROSSO” acce-
so indica che il programma ha iniziato la procedura di
acquisizione (funzione disponibile sia a motore spen-
to che in marcia). Riprodurre la condizione anomala
anche più volte. Ritenuta sufficiente l’acquisizione
premere su Stop acquisizione (Ctrl+S). Il program-
ma richiede di salvare l’acquisizione che sarà archi-
viata nella cartella “Acquisition”.
• Grafico: permette di aprire l’acquisizione salvata o
altri file realizzati in precedenza.

Una descrizione più dettagliata del menu Acquisizione è


Start acquisizione Ctrl+R
riportata al capitolo "VISUALIZZA DATI".
Stop acquisizione Ctrl+S
Grafico

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 7 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

About - permette di conoscere le informazioni riguardanti


la versione di software installato.

B Pulsanti di selezione pagine del programma.

C Barra stato di comunicazione PC/centralina.

In sequenza:
Centralina non connessa / (FW:Type ...; HW:...) - indica
se la centralina è connessa o non connessa al Software.

In caso di collegamento della centralina tramite interfac-


cia wireless, la potenza del segnale è visualizzata tramite
la barra colorata con linee verticali di colore rosso:

È importante ricordare che eventuali settaggi e imposta-


zioni effettuati a centralina non connessa andranno persi
al momento della connessione, a meno che non siano
B stati precedentemente salvati in un file di configurazione
(vedere menu "Carica File").
Al momento della connessione (Ctrl+C oppure “Connet-
ti” da menù a tendina), il SW tenterà automaticamente di
connettersi alla centralina.
A connessione avvenuta Il lato sinistro della barra cambia
descrizione e colore.

NOTA: Se il PC non si connette si aprirà una finestra


con codice di errore (es. "ERR.CODE: C10"). Fare ri-
ferimento al capitolo "CODICI ERRORI PROGRAMMA
SOFTWARE" - ERRORI DI CONNESSIONE a pagina
5 di questo manuale e provvedere alla soluzione dell'in-
conveniente.

GPL - Metano (CNG) - indica il tipo di carburante selezio-


C nato al momento del salvataggio del programma (il tipo
di carburante si seleziona nel sottomenu "Tipo di carbu-
rante" alla pagina "Veicolo - F1").

Configurazione - è il nome della mappa di calibrazione


presente in centralina (visualizzazione max 28 caratteri
per mod. 3000B, 43 caratteri per modd. DI108 e DI60).

NOTA: Per caricare una configurazione già esistente è


necessario che la centralina sia connessa al software di
configurazione (vedere capitolo "CARICA FILE").

8 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Firmware - mostra la versione del firmware caricato nella


centralina alla quale si è connessi. Per l'aggiornamento
del firmware cliccare il pulsante "RIPROGRAMMA" alla
pagina iniziale del Software e dopo l'apertura della fines-
tra di importazione selezionare un nuovo firmware tra
quelli proposti.

(No Engine) / LRxID_14T_12_ .... - indica i parametri


specifici di configurazione vettura selezionata dalla libre-
ria del programma, accessibile da pagina "Veicolo - F1";
cliccando sul pulsante carica "Parametri veicolo" 1 ver-
rà proposto un menu ad albero per la scelta del proprio
1 file di configurazione.

NOTA: è importante ricordare che tutti i settaggi e le


impostazioni effettuate con la centralina non connes-
sa, saranno cancellati al momento della connessione, a
meno che non siano salvati in un file di configurazione.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 9 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Configura
La sezione "Configura" è composta da pagine accessibili cliccando sul tab relativo (es. "Vei-
colo", "Cambio", ecc.), oppure premendo il corrispondente tasto funzione sulla tastiera del Pc
(F1, F2, ecc.).

►► Per impostare i parametri fondamentali di controllo della calibra-


Veicolo
zione: dati veicolo, giri motore, tipo di carburante, iniettore e pres-
F1
sione riduttore.

►► Per impostare i parametri e le modalità che condizionano il cam-


Cambio
bio carburante da Benzina a Gas.
F2

►► Per scegliere il tipo di sensore di livello gas collegato ed i sensori


Sensori
di pressione gas e MAP.
F3

►► Per visualizzare i coefficienti di moltiplicazione, chiamati K, utiliz-


Mappa gas
zati dalla centralina nel calcolo del tempo di iniezione GAS.
F4

►► Per effettuare la "On-Board Diagnostics" (OBD). Da qui è anche


OBD
possibile visualizzare i report di sistema.
F5

►► Per l'impostazione dei sensori di temperatura gas e di tempera-


Temperatura
tura motore.
F6

10 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Veicolo Pagina Veicolo - F1


F1

1
2 3 4 5

1 Riquadro che mostra i dati istantanei di:


• tipo di carburante utilizzato: benzina o gas G ;

• la presenza (in rosso) o l'assenza (in grigio) del sotto chiave;


• la barra LED che segnala la quantità di carburante presente nel serbatoio GAS.
• ! La presenza di questo simbolo segnala un errore nella pagina "DIAGNOSI" (vedere
schermata principale).
Il riquadro con la freccia in alto a sinistra permette di sganciare la barra con i dati istantanei
e posizionarla sullo schermo e/o ridurla a piacimento.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 11 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

2 2 Riquadro che mostra i dati istantanei di:


• Giri: sono i giri motore letti in tempo reale dalla centralina gas.
• Lambda1: valore della sonda. Per visualizzare i valori letti dalla sonda oltre a
collegare il filo VIOLA, occorre impostare in "Lambda" la connessione della
CUT-OFF sonda.
• Lambda2: valore della sonda. Per visualizzare i valori letti dalla sonda oltre a
collegare il filo VIOLA/NERO, occorre impostare in "Lambda" la connessione
della sonda.
• CUT-OFF: questa dicitura compare quando il sistema è nella condizione di
interruzione mandata carburante agli iniettori.

3 3
• TEMPI INIEZIONE GAS (Tinj.gas) e BENZINA (Tinj.benz) distinti per ogni
iniettore, in ordine di sequenza di connessione del cablaggio (A-B-C-D) e
l'esclusione iniettori benzina tramite le coppie di fili: Blu; Rosso; Verde; Giallo.

4 4
• TEMPERATURA GAS (Temp.gas): è la temperatura del gas rilevata dal senso-
re temperatura gas (in base alla centralina utilizzata il sensore è posizionato
sul rail iniettori o sul tubo di collegamento riduttore di pressione/iniettori).
• TEMPERATURA RIDUTTORE (Temp. rid): rilevata dal sensore temperatura
acqua (posizionato sul tubo di riscaldamento riduttore di pressione o sul
riduttore stesso).

5 5
• PRESSIONE GAS (Press.gas): valore di pressione del gas in ingresso agli
iniettori gas.
• MAP: valore della pressione di aspirazione presente nel collettore di aspirazione.
• Press. Diff: è la differenza tra la pressione del gas e la pressione presente
nel collettore di aspirazione (MAP). Questa differenza indica la pressione
istantanea del gas erogato.
• P1: pressione benzina reale, letta dal sensore di alta pressione benzina.

6 6 Riquadro che visualizza lo stato di connessione/disconnessione del protocollo


di comunicazione OBD ed il tipo di protocollo utilizzato per la connessione (dato
presente sotto al simbolo del connettore).

Connessione attiva.

Connessione disattiva.

Inoltre nel caso in cui siano rilevati degli errori OBD, potranno apparire i seguenti
simboli:

! Rilevamento errori OBD.

! Cancellazione errori OBD.

12 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Riquadro che visualizza i parametri letti da OBD:


• Il valore del correttore lento (FUEL TRIM LONG) espresso in percentuale.
• Il valore del correttore veloce (FUEL TRIM SHORT) espresso in percentuale.
• Il valore di tensione della SONDA LAMBDA POSTERIORE.
• Il valore di tensione della SONDA LAMBDA ANTERIORE.
• L'indicazione (BANK1:CLOSED LOOP) quando la centralina BENZINA gestisce il
tempo di iniezione in base ai valori letti dalla sonda lambda.
• L'indicazione (BANK1:OPEN LOOP) quando la centralina BENZINA gestisce il
tempo di iniezione indipendentemente dai valori letti dalla sonda lambda.
• L'indicazione (BANK1:TRANSIENT OPEN LOOP) quando la centralina BENZINA ges-
tisce il tempo di iniezione indipendentemente dai valori letti dalla sonda lambda sola-
mente per un periodo di tempo transitorio prima di passare alla gestione CLOSED LOOP.
• Il valore di Temperatura motore in °C.

B DATI VEICOLO

B 1 PARAMETRI VEICOLO: premendo il pulsante


"Carica" è possibile selezionare in un menu ad
2 albero i file di configurazione (vedere pagina 9).
1

2 2 NUMERO CILINDRI *:
Questo parametro serve per indicare alla centralina quanti cilindri ha la
vettura, quindi quanti iniettori gas deve pilotare.
Impostare 3 - 4 cilindri in base al numero di cilindri del motore.
Nella versione per DI108 è possibile selezionare anche 5, 6 o 8 cilindri.

3 3 TIPO SEGNALE GIRI *: Standard / Debole.


Lasciare impostato “Standard” con segnali che
4
oscillano da 5V a 12V. Selezionare “Debole” con
segnali che oscillano da 2V a 5V.

NOTA: segnale DEBOLE va scelta nel caso di input giri diretto al segnale di
pilotaggio dell’amplificatore della bobina di accensione; l’opzione STANDARD
si utilizza nel caso di collegamento al negativo delle bobine d’accensione con
due fili. Nel caso di collegamento al contagiri si può utilizzare indifferentemen-
te una delle due voci anche se è preferibile impostare SEGNALE DEBOLE.
Con segnali inferiori a 2V è necessario installare un amplificatore di segnale
addizionale.

4 TIPO DI ACCENSIONE

Monobobina, Bibobina, Contagiri, Contagiri 2. Questa informazione è


utilizzata dalla centralina per calcolare correttamente il regime di giri motore
che si utilizza nella mappa di carburazione e come sicurezza. In caso di spe-
gnimento accidentale del motore la centralina, in mancanza di lettura dei giri
motore ma in presenza di sottochiave, toglie alimentazione alle elettrovalvole
riduttore e serbatoio.
Si seleziona Monobobina se il motore ha una bobina per ogni cilindro e il
segnale è prelevato dal negativo o dal pilotaggio (transistor) della bobina.
Si seleziona Bibobina se il motore ha una bobina che pilota due cilindri e
il segnale è prelevato dal negativo o dal pilotaggio (transistor) della bobina.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 13 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

NOTA: alcuni motori con una bobina per cilindro possono richiedere que-
sta selezione. Negli altri casi si usa l’opzione Contagiri. L’opzione Conta-
giri 2 si seleziona se i giri motore letti nell’impostazione “Contagiri” sono
doppi rispetto al reale.

1
2
3

C TIPO DI IMPIANTO

1
1 TIPO DI CARBURANTE *: GPL / METANO (CNG): selezionare il tipo
di carburante utilizzato.

2 2 TIPO INIETTORE *: questa finestra consente la selezione del tipo di


iniettori GAS forniti nel Kit d'installazione. Nel caso di caricamento di una
configurazione precedentemente salvata, in questa finestra viene indicato
il tipo di iniettori gas previsti nel file di configurazione.

3 PRESSIONE RIDUTTORE * (range 0.8 - 5 bar): in questa finestra è pos-


sibile modificare la pressione di erogazione del riduttore impostata durante
la fase di calibrazione del veicolo.

Per modificare la pressione del riduttore di pressione:


• alimentare il motore a gas ad uno stato di regime minimo e regolare la
pressione del riduttore agendo sulla vite;
• verificare il valore raggiunto dalla pressione del riduttore alla voce "Press.
gas".
In questo modo il software sarà in grado di calcolare in modo corretto le
compensazioni di pressione.

ATTENZIONE: alcune vetture al minimo potrebbero funzionare a


BENZINA, in questo caso è necessario tenere accelerato il motore
in modo da uscire dal funzionamento a BENZINA.

ATTENZIONE: apportando modifiche ai parametri con asterisco di


un file di calibrazione esistente si compromette il corretto funzio-
namento del sistema gas, in quanto tali parametri sono preimpo-
stati durante la fase di calibrazione del motore.

14 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Cambio Pagina Cambio - F2


F2

1 1 SOGLIA GIRI PER IL CAMBIO (range 0-3000 RPM): identifica i giri motore a cui si
desidera che avvenga il cambio BENZINA-GAS.

[20 - 90] 2 2 TEMPERATURA RIDUTTORE PER IL CAMBIO (range 20-90° C): indica la tempe-
ratura che deve rilevare il sensore affinché sia permesso il passaggio a gas. Se durante
il funzionamento a gas la temperatura scende sotto al valore di riferimento impostato, la
centralina rimane comunque funzionante a GAS.
Questo parametro è personalizzabile per tipo di motore e a discrezione dell'utente; tuttavia
impostando una temperatura troppo bassa il passaggio BENZINA-GAS potrebbe avvenire
con il riduttore non ancora sufficientemente caldo, impedendo la corretta erogazione del gas.
Impostando una temperatura troppo alta, passerebbe troppo tempo prima del passaggio
a GAS.

[20 - 250] 3 3 RITARDO PASSAGGIO BENZINA-GAS (range 20-250): indica il tempo minimo ed i
giri dal momento in cui viene rilevato il "sotto-chiave" ed i giri fino all'effettivo passaggio da
BENZINA a GAS. Questo tempo rimane fisso sia con motore caldo che con motore freddo. A
motore caldo, trascorso il tempo impostato di "RITARDO PASSAGGIO" e superata la soglia
di giri per il cambio, la centralina permette la commutazione a gas. A motore freddo, oltre
ai parametri indicati sopra per commutare a gas, anche la temperatura per il cambio deve
superare il valore impostato.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 15 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

4 START & STOP: abilitando questa funzione il si-


4 stema rimane operante nonostante la perdita del segnale
giri, riconoscendo come condizione di funzionamento
solo il segnale di sotto-chiave (15). Consente la lettura
del segnale giri anche quando collegato alle bobine d’ac-
censione, in condizione “Stop” il segnale giri è assente.
Questa funzione consente la partenza direttamente a gas
dopo uno “S & S” evitando il tempo iniziale di ritardo pas-
saggio B/G. Abilitando la funzione, il programma mostra
la finestra di avvertenza di collegamento alimentazione.

NOTA: è condizione abituale del sistema abilitare la


funzione di sicurezza quando mancano i giri motore. In
questo caso per evitare che le elettrovalvole (serbatoio
e riduttore di pressione) rimangano aperte in caso di
urto, è necessario collegare il filo di sottochiave (15)
al comando di alimentazione della pompa carburante
benzina, oppure, ad un sottochiave dipendente dall’in-
terruttore inerziale.
In caso di riconoscimento di STOP le ELETTROVAL-
VOLE GAS dopo 3 secondi verranno chiuse per essere
riaperte automaticamente al successivo START.

5 USA TEMPERATURA MOTORE PER CAMBIO, abi-


litando la funzione appare la stringa: TEMPERATURA
MOTORE PER IL CAMBIO (range 50-215)
Indica la temperatura che deve raggiungere il motore
affinché sia permesso il passaggio GAS.
Questo parametro, prelevato tramite OBD, necessita la con-
nessione dei cavi specifici al connettore diagnosi del veicolo.

6 6 TIPO DI CAMBIO - In accelerazione; In decelera-


zione.
Per effettuare la commutazione a gas quando si imposta:
• In accelerazione: il numero di giri motore deve supe-
rare la soglia impostata in “Soglia giri per il cambio”.
• In decelerazione: il sistema deve riconoscere un
regime di giri motore superiore e poi inferiore al
valore impostato in “Soglia giri per il cambio” e la
condizione di cut-off benzina.

16 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Sensori Pagina Sensori - F3


F3

A 1

A Tipo di sensore livello GAS: consente di scegliere il tipo di sensore di livello gas che è stato
installato. Sono impostabili i seguenti indicatori di livello 1 : AEB - LANDI - 0 - 90 OHM - Non stan-
dard - Non standard invertito
I sensori predefiniti: AEB, LANDI e 0-90 OHM, hanno le soglie di livello carburante già caricate nel
preset del Software, pertanto le caselle dei livelli carburante non sono attive.
Con le opzioni “Non standard” e “Non standard invertito” è invece possibile personalizzare le
impostazioni per il tipo di sensore livello gas utilizzato, introducendo le opportune soglie in ordine
crescente o decrescente nelle caselle “Riserva”, “1/4”, ”2/4”, “3/4”.
La procedura seguente permette di definire le soglie di accensione dei LED sul commutatore.

Importante: la seguente procedura richiede l'immissione manuale di alcuni dati nelle appo-
site caselle. Per memorizzare il valore digitato nella casella e prima di passare alla casella
successiva premere il tasto “Invio” (Enter) del PC.

• Con serbatoio completamente vuoto effettuare il rifornimento con solo il quantitativo di carburante
che si vuole considerare come riserva;
• connettere la centralina al PC, posizionare il commutatore in modalità benzina;
• trascrivere il valore numerico apparso al punto 4 "Livello" nella casella corrispondente a 2 "Riserva";
• procedere con il riempimento completo del serbatoio;
• trascrivere nelle caselle 3 i valori in scala proporzionale compresi tra il valore massimo apparso al
punto 4 "Livello" e il valore trascritto precedentemente nella casella corrispondente alla "Riserva".

Strategia di riconoscimento pieno di gas. Se si seleziona “Abilita strategia di riconoscimento pieno


di gas” 5 , ed avviene un retropassaggio a benzina per basso livello di gas (bassa pressione gas con
l’indicatore di livello in RISERVA), viene memorizzato il livello misurato dall’indicatore. In tal caso,
ogni volta che si riaccende la vettura, se il livello di gas misurato dal sensore di livello è aumentato
della quantità definita in “Incremento del livello per riconoscimento pieno di gas”, viene impostato
automaticamente il funzionamento a gas.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 17 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Mappa gas Pagina Mappe - F4


F4

Questa scheda permette di visualizzare i coefficienti di moltiplicazione


chiamati K utilizzati dalla centralina nel calcolo del tempo di iniezione
GAS.
Le tre variabili della mappa principale di carburazione sono:
- RPM in ascissa;
- Tinj benzina in ordinata;
- Coefficiente K nelle celle.

1 La catena di calcolo dei Tempi iniezione gas è ottenuta da:


• tempo iniezione benzina
• tempo morto iniettore benzina
• tempo morto iniettore gas
• coefficiente K di mappa
• compensazione di pressione gas
• compensazione di temperatura acqua

Il pallino sulla mappa identifica i riferimenti di giri motore e i tempi d'inie-


zione benzina a cui sta lavorando il motore.
Il colore del pallino e il simbolo 1 indicano lo stato di alimentazione del
del motore:
ROSSO: motore alimentato a benzina;
BLU: motore alimentato a gas.

Il collegamento alla presa OBD dell'autovettura, permette di visualizzare


i parametri relativi alla carburazione durante il funzionamento a GAS
2 (Correttori Lento e Veloce) 2 espressi in percentuale positiva o negativa.

18 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

3 3 Modifica riferimenti di mappa: è possibile modificare


i break points di mappatura rispettivamente di:
• RPM (range: 0 - 8000)
• Tinj benzina (range: 0 - 12 ms)
Per ottimizzare la mappa di carburazione è consigliabile limitare i
valori in base alle caratteristiche del motore, individuando il limite
massimo di giri motore e il tempo massimo di iniezione benzina.
Per variare i riferimenti, impostare i nuovi valori e successiva-
mente premere il tasto OK.

NOTA: La modifica dei parametri su una mappa di cali-


brazione esistente porterebbe ad una carburazione non
corretta.

VERIFICHE DA EFFETTUARE PRIMA DI CONSEGNARE IL


VEICOLO
• Verificare la guidabilità del veicolo;
• controllare che i correttori OBD (lento e veloce) non sposti-
no la carburazione in modo tale da portare alla centralina
benzina alla deriva.
• verificare che in determinati punti fissi della mappa i correttori
OBD rimangano approssimativamente sugli stessi valori, sia
quando il motore è alimentato a benzina o a gas.
4
Premendo sul riquadro 4 Benzina / Gas è possibile effettuare la
commutazione diretta tra i due carburanti, evitando così i tempi di
attesa imposti dal sistema (pressione manuale sul commutatore).

ATTENZIONE: per determinare gli scostamenti dei


correttori occorre restare il più possibile stabili all’in-
terno di una cella della mappa.

NOTA: durante queste verifiche, le variazioni di giri o cari-


co motore non forniranno dati veritieri.
5
5 Verificare che i correttori (lento e veloce) con il pallino all'in-
terno di una singola cella, rimangano approssimativamente sugli
stessi valori, sia quando il motore è alimentato a benzina o a gas.
Se questi valori non corrispondono agire manualmente sulla
mappa.

• Mantenendosi in condizione di regime giri e carico motore


stabilizzato in vari punti della mappa premere il tasto com-
mutatore.

Soltanto nei primi secondi, dopo la commutazione a gas, si potrà


notare lo scostamento dei correttori.

Un doppio clic del mouse su una singola cella permette di modi-


ficare i valori di mappa. Selezionando la modalità “Assoluta”, il
numero scritto è il numero che apparirà nella cella. Selezionando
la modalità “Relativa” il numero scritto è il numero che si andrà
ad aggiungere o sottrarre all'attuale numero della cella. Selezio-
nando la modalità “Percentuale” il numero scritto è l’incremento
in percentuale che si andrà ad aggiungere all’attuale numero
della cella.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 19 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

AVVERTENZA: In modalità “Assoluta” il programma suggerisce


un valore stimato della correzione da effettuare. Si consiglia di
ponderare attentamente se accettare tale valore o variare solo di
poco il dato da immettere. Nel caso si volesse variare la carbura-
zione nei “transitori di carburazione” è necessario selezionare più
celle contemporaneamente; in questo caso è preferibile selezio-
nare la modalità “Percentuale” in modo da correggere la mappa
più adeguatamente.

6 6 Abilita la colorazione della mappa: permette di colorare


le celle della tabella con una intensità di rosso proporzionale
7 al valore del fattore correttivo K.
8
7 Funzionamento al minimo a benzina: se i giri scendono
sotto la soglia “Giri di minimo”, il sistema passa al funziona-
mento a benzina e rimane in tale stato fintanto che non torna
sopra soglia.
9
8 Rientro al minimo a benzina: se i giri scendono sotto
la soglia “Giri di minimo”, il funzionamento passa a benzina,
ma rimane in tale stato solo per un certo numero di iniettate,
poi ritorna al funzionamento a gas.

9 RESET MAPPA: premendo il tasto il programma riporta la


mappa alla configurazione iniziale.

20 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

OBD
Pagina OBD - F5
F5

1 2
3

Le funzioni di questa pagina sono impostate al momento della realizzazione del file di calibrazione ed è pre-
feribile non modificarle se non su segnalazione del centro di Assistenza Tecnica. Tuttavia, tali funzioni sono
descritte di seguito. Il cambiamento dello stato di "spunta" delle voci o di qualche parametro può interrompere
la comunicazione OBD con l'elettronica del motore.

1 Abilita la connessione diagnostica al veicolo: permette di abilitare la connessione su OBD (On Board
Diagnostics) in una delle possibili modalità di connessione.

2 VWOPTION: viene utilizzato solitamente con file di calibrazione dedicati a motori del gruppo Volkswagen.

3 Selezione del protocollo OBD

• Selezione automatica: abilitando tale modalità di connessione, il software tenta automaticamente di con-
nettersi alla vettura testando tutte le possibili connessioni OBD fino ad individuare la connessione corretta.
• Selezione manuale: abilitando tale modalità di connessione, sarà possibile selezionare il tipo di connes-
sione OBD della vettura scegliendolo tra un elenco di possibili connessioni.

4 Modalità di scansione: codici alfanumerici di abbinamento alla connessione OBD.

5 Errori presenti in OBD: in questo riquadro, se presenti, sono visualizzati gli errori OBD rilevati dalla cen-
tralina iniezione benzina ed eventualmente evidenziati con la spia MIL a cruscotto.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 21 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Temperatura Pagina Temperatura - F8


F8

a 4

Le funzioni di questa pagina sono programmate al momento della realizzazione del file di calibrazione e ne è
sconsigliata la modifica.

1 Tipo di sensore temperatura gas: selezionare il tipo di sensore di temperatura gas installato nell’impianto,
tra "In accelerazione" e "In decelerazione".

2 Utilizza sensore di temperatura motore della vettura: normalmente, per la misura della temperatura
riduttore si utilizza un sensore NTC 4K7. Per utilizzare il sensore di temperatura motore originale della vettura,
occorre caratterizzare il sensore stesso attraverso la tabella 3 .

La tabella 3 elenca i principali tempi di iniezione gas in base alla temperatura. La 1° riga è il riferimento di tem-
peratura (in °C). Non è modificabile direttamente, ma occorre definire in “T. min” il primo valore di temperatura
in tabella, in “T. max” il massimo valore, ed in “Delta T” la differenza tra un riferimento ed il successivo. La 2°
riga è il valore di tensione (in Volt) associato alla temperatura stessa.
Per variare i valori dei tempi di iniezione suggeriti fare doppio click sul valore prescelto: si aprirà la finestra di
dialogo 4 per l'introduzione del valore in modalità Assoluta, Relativa o Percentuale.

NOTA: Il segnale proveniente dal sensore temperatura installato sul tubo acqua di riscaldamento del
regolatore di pressione è utilizzato per calcolare i tempi di iniezione gas.

22 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

E F

B C D
I H G

K J

Visualizza dati
Pagina di rapida e facile consultazione dei più importanti parametri da controllare durante il funzionamento a gas.

A A ACQUISIZIONE: si utilizza questa funzione per rilevare eventuali anomalie


del sistema gas.
Start acquisizione Ctrl+R
Il menù a tendina permette di impostare:
Stop acquisizione Ctrl+S • Start acquisizione
Grafico • Stop acquisizione
Invia per email • Grafico
• Invia per email

Start acquisizione (Ctrl+R): il punto “ROSSO” acceso indica che il program-


ma ha iniziato la procedura di acquisizione (funzione disponibile sia a motore
spento che in marcia). Riprodurre la condizione anomala anche più volte.
Ritenuta sufficiente l’acquisizione cliccare su “Stop acquisizione" (Ctrl+S). Il
programma chiede di salvare l’acquisizione che sarà archiviata nella cartella
“Acquisition”.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 23 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Grafico: permette di aprire l’acquisizione


salvata o altri file realizzati in precedenza.
Il grafico visualizzato mostra tutte le trac-
ce di segnali disponibili:
•  RPM: giri motore per 1000.
•  LAMBDA1: valore in Volt della sonda
Lambda (rilevata sul filo VIOLA se col-
legata).
•  LAMBDA2: valore in Volt della sonda
Lambda (rilevata sul filo VIOLA/NERO
se collegata).
•  TINJGAS (1-2-3-4): tempo di apertura
degli iniettori gas.
•  TINJBENZ (1-2-3-4): tempo di apertu-
ra degli iniettori benzina.
•  TEMPGAS (x 10): valore della tempe-
ratura gas rilevata dal sensore specifi-
co moltiplicato per 10.
•  TEMPRID x 10: valore della tempera-
tura acqua rilevata dal sensore speci-
fico moltiplicato per 10.
•  MAP: valore in bar della depressione
del collettore d’aspirazione.

Premendo con il mouse sui riquadri delle indicazioni dei parametri, permette di selezionare
solo i parametri d'interesse per l'individuazione dell’anomalia.
Selezionando solo i parametri indispensabili, il grafico risulta essere più chiaro; inoltre si
ha la possibilità di zoomare con il “mouse” del PC su determinati particolari del grafico.
Eventualmente è possibile procedere alla stampa.

Sono di semplice individuazione i riquadri con la strumentazione che indica il valore espresso
numericamente e visualizzato con la scala dei valori minimo e massimo.

B Temperatura gas
C Temperatura acqua
D Giri motore
E MAP
F Pressione gas
G Tempi iniezione gas
H Tempi iniezione benzina
I Eventuali errori memorizzati in Diagnosi
J Tasto commutazione benzina/gas/benzina
K Sottochiave assente (grigio), presente (rosso)
L OBD assente (barrato), presente (verde)

24 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

A A B B C
ERRORE

Diagnosi
Scheda "Diagnosi"
A Abilitazione controlli diagnosi: nel momento in cui la centralina GAS rileva un malfunzionamento del sistema su
un componenete A applica l'azione che è stata selezionata nella casella B "Azione in caso di errore" corrispondente
all'errore C rilevato. Con il pulsante D "Seleziona tutto / Deseleziona tutto" si agisce contemporaneamente su tutte
le caselle di spunta.

Le possibili azioni di B sono:


• Solo segnalazione
• Passaggio benzina

La colonna C "Diagnosi", indica la corrispondenza del difetto con la scritta “ERRORE”.


Nel caso sia visualizzato un errore, dopo aver risolto il problema che ne ha provocato la comparsa, si può procedere all’azze-
ramento con il tasto D "Azzera errori".

Ogni errore rilevato corrispondente all'azione "Passaggio benzina" comporta la commutazione automatica a benzina ed è
segnalato dal commutatore tramite l'accensione fissa del LED Giallo, il lampeggiamento lento del LED Verde e l'attivazione di
un allarme acustico.

Per disattivare l'allarme acustico: premere il pulsante del commutatore portando così l'auto dalla predisposizione Gas alla
posizione Benzina.

Per poter tornare al funzionamento a GAS, è necessario spegnere e riavviare il veicolo.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 25 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

ERRORI DEFINITI

ERRORE POSSIBILE CAUSA


INIETTORI GAS La colonna Diagnosi segnala l'iniettore corris- Cablaggio eventualmente danneggiato
pondente al cablaggio a cui è collegato (A,B,C o D). sul rispettivo iniettore o nella centralina.
É segnalato l’errore sul corrispondente iniettore gas
quando la centralina non riconosce i parametri pre-
impostati per il funzionamento corretto dell'iniettore.
PRESENZA L'errore è segnalato solo in due condizioni. Cablaggio eventualmente danneggiato,
COMMUTATORE • In fase di installazione, se il commutatore installato sul commutatore o nella centralina.
non è compatibile con la centralina;
• in funzionamento normale se dall'ultima alimen-
tazione o sottochiave è trascorsa 1 ora, segnala
l’errore se l'elettronica alll'interno del commutatore
non dialoga con la centralina.
L’errore (normalmente "Solo segnalazione") si
azzera ogni qualvolta il commutatore “dialoga” cor-
rettamente con la centralina.
SENSORE Si attiva la diagnosi se per 10 secondi la centralina Cablaggio eventualmente danneggiato,
TEMPERATURA legge una temperatura gas inferiore o superiore ai sul sensore o nella centralina.
GAS valori impostati ai lati della stringa di temperatura
gas.
SENSORE Si attiva la diagnosi se per 10 secondi continuativi Cablaggio eventualmente danneggiato,
TEMPERATURA manca il segnale proveniente dal sensore tempera- sul commutatore o nella centralina.
ACQUA tura del veicolo o opzionale; oppure se la centralina
legge una temperatura acqua inferiore o superiore
ai valori impostati ai lati della stringa di temperatura
acqua.
SENSORE MAP Durante il funzionamento a gas è segnalato l’errore Cause da ricercare nel cablaggio even-
se la pressione letta non si mantiene per 3 secondi tualmente danneggiato, sul sensore o
entro i parametri pre-impostati per il funzionamento nella centralina.
corretto del sensore.
SENSORE Durante il funzionamento a gas è segnalato l’errore Cause da ricercare nel cablaggio even-
PRESSIONE GAS se la pressione letta non si mantiene per 3 secondi tualmente danneggiato, sul sensore o
entro i parametri pre-impostati per il funzionamento nella centralina.
corretto del sensore.
ELETTROVALVOLA É possibile diagnosticare corto circuito o circuito Cause da ricercare nel cablaggio even-
RIDUTTORE / aperto su ogni bobina delle elettrovalvole intercet- tualmente danneggiato, sulla bobina o
ELETTROVALVOLA tazione gas e se per 2 secondi l’assorbimento di nella centralina.
SERBATOIO corrente misurato di ciascuna, non rientra nel range
di lavoro.
CONNESSIONE Con questa versione del programma la diagnosi è Cause da ricercare nel cablaggio even-
OBD abilitata solo se nella pagina "Configura" "OBD F5" tualmente danneggiato o nella centra-
è abilitato il check di spunta alla voce "VWOPTION". lina.
L'errore si attiva se durante la fase di "Warm-up" la
centralina non comunica con il sistema OBD.
SENSORE L'errore si attiva quando il motore è alimentato a ben- Cause da ricercare nel cablaggio (even-
PRESSIONE zina e la centralina legge valori superiori o inferiori tualmente danneggiato) o nella cen-
BENZINA ai parametri pre-impostati. tralina. La causa si potrebbe ricercare
anche nel sistema di gestione benzina,
ma in questo caso la spia MIL sarebbe
accesa con segalazione di errore ade-
guato.

26 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

A B

Scheda "Controlli"

A Verifica connessioni: selezionando una delle voci e premendo il


tasto 1 (rosso attivo - nero disattivo) è possibile controllare il funzio-
namento di:
1 • Commutatore: tutti i LED si accendono in sequenza e il buzzer
emette la segnalazione acustica.
• Elettrovalvola 1: la centralina alimenta l'elettrovalvola del riduttore
di pressione.
• Elettrovalvola 2: la centralina alimenta l'elettrovalvola della multi-
valvola serbatoio o delle valvole d'intercettazione (se presenti)
B delle bombole e eventuali altri componenti collegati ai fili Bianco/
Blu- Bianco/Nero.

B Tempi di funzionamento (hh:mm): conteggia separatamente il


tempo di funzionamento del motore alimentato a gas e a benzina. La
visualizzazione dei tempi è multipla di 20 minuti.

NOTA: il Tempo memorizzato si azzera riprogrammando la centrali-


na con un nuovo firmware o un nuovo file di programmazione.
C

C Test associazione iniettori benzina-gas: permette di testare il corretto funzionamento degli iniettori
gas e la corretta associazione con gli iniettori benzina. Cliccando sull'iniettore gas che si intende testare
(durante il funzionamento a gas), il simbolo cambia colore e il corrispondente cilindro sarà alimentato a
benzina. Questa funzione permette diverse verifiche:
• per verificare la corretta sequenza di esclusione iniettori benzina/collegamento iniettori gas.
• per individuare un'eventuale difettosità degli iniettori, senza dover intervenire manualmente sui tubi di
collegamento iniettori/collettore d’aspirazione.
Per individuare quale iniettore può creare il problema, premere in sequenza sul simbolo dell'iniettore. In
questo modo il cilindro corrispondente all'iniettore disabilitato è alimentato a benzina, permettendo così
di individuare l’eventuale iniettore gas difettoso.

NOTA: All’uscita dal menù Diagnosi si applica il funzionamento a gas su tutti gli iniettori.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 27 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Azzera centralina
Il programma prima di effettuare il reset della centralina chiede conferma.
Questa è una soluzione rapida per cancellare tutti i parametri e rendere la centralina "neutra".
Non sempre caricando un file di calibrazione, creato con una versione SW differente dalla precedente,
è possibile cancellare tutti i parametri, dato che, se nel nuovo file, uno o più parametri non sono impo-
stati (perché non necessari) la centralina potrebbe mantenere in memoria i valori del precedente file
di calibrazione.

28 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Salva file
Accedendo a SALVA FILE si ha la possibilità di salvare il file di configurazione sul PC. Il programma
apre automaticamente la finestra di dialogo.
La selezione del tipo di combustibile METANO o GPL nella pagina “CONFIGURA -VEICOLO F1”, con-
diziona il salvataggio dei file nella relativa cartella.
È discrezione dell'operatore salvare il file all'interno di una specifica cartella di marca automobilistica o
salvarlo nella cartella comune del carburante. Il nome file riportato nel riquadro è lo stesso che appare
nella stringa inferiore riquadro "Configurazione". Automaticamente, il programma salva il file con esten-
sione ".dln" per le centraline 3000B e con estensione ".dl8" per le centraline DI108 e DI60.

Eventuali altre cartelle di marchi automobilistici non presenti nella lista possono essere creati nel vostro PC.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 29 - 32
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

D
E
C

Carica file
Accedendo a Carica file si ha la possibilità di caricare le mappature archiviate.
Selezionare come primo parametro il "Tipo di carburante" A . In automatico il sistema rileva il tipo di
centralina collegata e visualizza soltanto i file di configurazione che possono essere caricati.
Senza alcuna centralina collegata il programma è impostato di base con la centralina 3000B.
Per cambiare impostazione di centralina è necessario tornare nella pagina iniziale del programma e
con i tasti Ctrl+A modificare l'impostazione. Impostazione di base: 3000B
nessun riferimento; con centraline DI108 e DI60 appaiono i rispettivi modelli.
Tornando nella pagina "Carica file" la "Lista dei file di configurazione" B
A
mostrerà solamente le mappature adatte, con estensione ".dln" 1 per le
centraline 3000B e con estensione ".dl8" 2 per le centraline DI108 e DI60.
È inoltre possibile spuntare la voce C "Carica file dalla cartella standard"
Ctrl o premere sul pulsante "Cambia cartella" ed effettuare la ricerca in altre
cartelle.
Inserendo una parola chiave o una sigla nel riquadro con la lente D è
possibile individuare un numero ristretto di file.
Selezionata la mappatura, nei riquadri E "Nome file" e "(*) Note" appaiono
il nome del file e i commenti inerenti.
3000B Il tasto F "Carica" avvia la procedura di programmazione della centralina.

30 - 32 This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval.
MAN SW ID 3.0.4.0-I - Rev.00 2016-10

Riprogramma
Ogni programma SW contiene sempre i "FIRMWARE" (è
il programma di gestione presente in centralina) aggiornati
per ogni modello di centralina.
La prima parte della descrizione indica il modello di centra-
lina, il numero dopo "#" indica il numero (sempre crescente)
di aggiornamento.
Gli aggiornamenti dei Firmware tra l'emissione del program-
ma SW e la versione successiva sono distribuiti tramite i
canali soliti di comunicazione LR (sito internet, posta elet-
tronica, ecc..).
Per individuare il percorso per il salvataggio dei file di pro-
grammazione (Firmware) è sufficiente aprire il menù a ten-
dina.
Per caricare il FIRMWARE in centralina premere il tasto
"RIPROGRAMMA", selezionare il file di aggiornamento e
premere il tasto Apri.

NOTA: Prima di effettuare l'aggiornamento del FIRMWARE


accertarsi che la centralina sia connessa al computer.
L'indicazione dello stato di connessione o meno della cen-
tralina compare sul lato inferiore sinistro nella schermata
del menù principale.

This document is the property of LANDI RENZO. It cannot be distributed or copied without prior written approval. 31 - 32
via Nobel, 2 | 42025 Corte Tegge | Cavriago (RE) | Italia
Tel. +39 0522 9433 | Fax +39 0522 944044 | www.landi.it | e-mail: info@landi.it