Sei sulla pagina 1di 22

La gestione delle fluttuazioni nei prezzi

Maurizio Mazziero

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti 1


25 febbraio 2010
Hedging aziendale

WHAT Che cosa significa?

WHY WHO

HEDGING
Chi sono
Perché lo si attua? le figure coinvolte?

WHEN HOW

Quando si attua? Come si attua?

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 2
25 febbraio 2010
Hedging: significato

HEDGING

Immunizzare o mitigare il rischio


di variazione dei prezzi

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 3
25 febbraio 2010
Hedging: figure coinvolte

Risk Management

Amm. Delegato

Stabilità patrimoniale e obiettivi aziendali


Risorse finanziarie e valutazione risultati

Dir. Acquisti Dir. Finanziario

Analisi rischi su mercato fisico Esame rischi finanziari e soluzioni


Valutazione opportunità e criticità Rapporti controparti finanziarie

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 4
25 febbraio 2010
Hedging: gli strumenti

FORWARD Tailor made


Minore trasparenza CONTR. FISICO

SWAP MERCATI OTC

CONTR. FINAN.
OPZIONI

PROFIT/LOSS
FUTURE AZIENDA

BORSE

OPZIONI Standard e correlazione


Basis Risk MERC. FISICO

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 5
25 febbraio 2010
Hedging: come si attua

CONTROPARTE
FINANZIARIA

AZIENDA
BORSE

MERCATO
FISICO

VISIONE ANALISTA
DI MERCATO CONSULENTE

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 6
25 febbraio 2010
BASIS

Δprezzo
(spot-future)

Carry Mercato Future Mercato fisico

Finanziamento Contango Qualità merce

Immagazzinamento Backwardation Localizzazione

Conservazione BASIS RISK

Assicurazione

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 7
25 febbraio 2010
Basis Risk ed hedging

L’attività di hedging converte il Price Risk in Basis Risk.

Differenza rispetto alla qualità del prodotto sottostante.

Differenza temporale tra esposizione e periodo hedged.


BASIS
RISK
Differenza della localizzazione geografica della consegna.

Differenza equilibrio domanda e offerta a spot e a termine.

La volatilità del Basis Risk è inferiore alla volatilità del prezzo.

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 8
25 febbraio 2010
Hedging con i future

Il risultato sul mercato future è speculare a quello sul mercato fisico.


¾La perdita sul mercato future bilancia il guadagno sul mercato fisico.
¾Il guadagno sul mercato future bilancia la perdita sul mercato fisico.

Sottostante simile o correlato alla merce.

CONTRATTO Scadenza vicina, ma oltre la data dell’acquisto o consegna.


FUTURE

Numero dei contratti fissato in base all’hedge ratio.

Hedge Ratio: percentuale di merce che si desidera coprire.

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 9
25 febbraio 2010
Future Hedge: esempio (1/2)

‰ La società MetalCopper dovrà acquistare a


fine giugno 33 tonnellate di rame e desidera
effettuare una copertura da subito.
‰ Il prezzo spot metà febbraio è di 307 ¢/pnd.
‰ Al CMEGroup vi sono i seguenti prezzi: Fut
Rame scad. Luglio 2010 (HGN0) 313 ¢/pnd.
‰ Margine iniziale per contratto: $4.725
‰ Margine mantenimento per contratto: $3.500

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 10
25 febbraio 2010
Future Hedge: esempio (2/2)
‰ Tipo di operazione per copertura
acquisto
‰ La dimensione del contratto future
è di 25.000 pounds
‰ Il fattore di conversione pounds/tonn. è 2.204,586
‰ Quanti contratti
3 contratti HGN0 @ 313
(33 / (25.000 / 2.204,586)) = 3
‰ Variazione monetaria ogni ¢/pnd. = $250 per contr.
(1 ¢ x 25.000 pnd. = 25.000 ¢ = $250)
‰ Importo totale dei margini iniziali
$4.725 x 3 = $14.175
‰ Importo totale dei margini di mantenimento
$3.500 x 3 = $10.500

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 11
25 febbraio 2010
Future Hedge: ipotesi (1)
‰Nel caso il prezzo al 30/6 resti immutato:
ƒ Prezzo spot: 307 ¢/pound
ƒ Prezzo HGNO: 309 ¢/pound (vicino allo spot)
ƒ Chiude la posizione sui future, con il seguente
risultato: 309 – 313 = -4; -4 x 250 x 3 contr. =
-$3.000 (cost of carry ≈1,3%)
ƒ Compra 75.000 pounds (≈33 tonn.) sul mercato
spot @ 307, sborsando $230.250
ƒ Risultato complessivo:
$230.250 + $3.000 = $233.250

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 12
25 febbraio 2010
Future Hedge: ipotesi (2)
‰ Nel caso il prezzo al 30/6 sia salito di 40 ¢:
ƒ Prezzo spot: 347 ¢/pound
ƒ Prezzo HGNO: 349 ¢/pound (vicino allo spot)
ƒ Chiude la posizione sui future, con il seguente
risultato: 349 – 313 = 36; 36 x 250 x 3 contr. =
$27.000
ƒ Compra 75.000 pounds (≈33 tonn.) sul mercato
spot @ 347, sborsando $260.250
ƒ Risultato complessivo:
$260.250 - $27.000 = $233.250

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 13
25 febbraio 2010
Future Hedge: ipotesi (3)
‰ Nel caso il prezzo al 30/6 sia sceso di 40 ¢:
ƒ Prezzo spot: 267 ¢/pound
ƒ Prezzo HGNO: 269 ¢/pound (vicino allo spot)
ƒ Chiude la posizione sui future, con il seguente
risultato: 269 – 313 = -44; -44 x 250 x 3 contr.
= -$33.000
ƒ Compra 75.000 pounds (≈33 tonn.) sul mercato
spot @ 267, sborsando $200.250
ƒ Risultato complessivo:
$200.250 + $33.000 = $233.250

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 14
25 febbraio 2010
Future Hedge
P/L di Future e Fisico

20000

15000

10000

5000

0
250 260 270 280 290 300 310 320 330 340 350 360 370
-5000

Dimensione -10000
Sottostante =
250$ ogni ¢/pnd -15000

-20000

Fisico Future

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 15
25 febbraio 2010
Collar a costo zero

‰ L’azienda che intende acquistare la


merce:
ƒ Acquisterà contratti Call
ƒ Venderà un pari numero di contratti Put
‰ L’azienda che intende vendere la merce:
ƒ Acquisterà contratti Put
ƒ Venderà un pari numero di contratti Call

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 16
25 febbraio 2010
I Collars: esempio

‰ L’azienda MetalCopper dovrà acquistare a


fine giugno 33 tonnellate di rame e
desidera una copertura a costo zero:
ƒ Prezzo future HGN0: 313 ¢
ƒ Prezzo massimo da fissare: 350 ¢
ƒ Prezzi opzioni HGN0 Call in ¢:
¾ Strike: 350@ 11,55
ƒ Prezzi opzioni HGN0 Put in ¢:
¾ Strike: 277@ 11,55

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 17
25 febbraio 2010
Collar Long Call e Short Put

P/L a scadenza di Collar Long Call e Short Put

20.000

15.000

10.000

5.000

0
Premio 250 260 270 280 290 300 310 320 330 340 350 360 370
Call 350 = $11,55 -5.000
Put 277 = $11,55
Debit = $0
-10.000
Dimensione
Sottostante = -15.000
250$ ogni ¢/pnd
-20.000

Collar Future

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 18
25 febbraio 2010
Hedging: quando si attua

0% 50% 100%

Hedge ratio
AZIENDA
Input Progress Output

Stadio di lavorazione

VISIONE ANALISTA
COMPETITORS
DI MERCATO CONSULENTE

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 19
25 febbraio 2010
Hedging: perché si attua

Immunizzare o mitigare il rischio di variazione dei prezzi

Convertire rischio variazione prezzi in basis risk

Separare rischio prezzi da rischio fornitura

Evitare di immagazzinare la merce nei periodi di prezzi bassi

Migliorare l’efficienza del bilancio

Attuare coperture integrate fra più commodity

Stabilizzare il budget e migliorare la competitività

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 20
25 febbraio 2010
Conclusioni

‰ Abbiamo esaminato le prassi principali per


adottare le strategie di hedging.
‰ L’attività di hedging si inserisce nelle attività
di risk management e coinvolge più settori
aziendali.
‰ Le strategie e gli strumenti impiegabili sono
diversi e vanno adattati agli obiettivi che si
vogliono perseguire.

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 21
25 febbraio 2010
GRAZIE !

Maurizio Mazziero
Contatti:
mmazziero@gmail.com

Copyright SDA Bocconi Workshop - La gestione del rischio negli acquisti Nome eMazziero
Maurizio Cognome 22
25 febbraio 2010