Sei sulla pagina 1di 190
FRITZ LEONHARDT C2 s Cp. calcolo di progetfo « fecniche costrutfive EDIZIONI TECNICHE i& Titolo dell’opera originale: Fritz Leonhardt Vorlesungen iber Massivbau Vierter Teil: Fritz Leonhardt: Nachweis der Gebrauchsfahigkeit - secon- da edizione 1978 © Springer Verlag - Berlino - Heidelberg - New York - 1978 ‘Traduzione dal tedesco di Mariani dr. Renato Copyright by © Edizioni Tecniche ET Milano - via Tommaso Gulli n, 32 - telefono 405174 PREFAZIONE, Le esperienze raccolte in questi ultimi anni con le opere in c.a. cl insegna- no che dobbiamo occuparci pit che in passato del comportamento delle sirutture portanti allo stato d'esercizio, ossia sotto le azioni continue 0 Jrequenti, Con Putilizzazione elevata dei materiali da costruzione e con i ‘progetti sempre piti arditi degli Ingegneri non é pit sufficiente Vesecuzio~ nne del progetto esclusivamente per una capacitd portante ottenuta con sufficiente sicurezza; é piuttosto necessario assicurare un comportamen- to sicuro e perfetto allo stato d'esercizio, In questo caso un’importanza fondamentale spetta alle fessurazioni nel calcestruzzo previste in fase di ‘progetto, poiché ogni fessura visibile risveglia nel profano 'impressione di una disgregazione iniziale o di un pericolo. L'armatura va quindl di- ‘mensionata e introdotta in modo tale che le ampiezze delle fessure riman- ‘gano limitate a una misura normalmente invisibile. Anche le inflessioni hanno provocato spesso dei danni o hanno pregiudicato ta funzionalita delle opere, Questa IV. Parte & quindi dedicata principalmente alle basi scientifiche per le verifiche della funzionalita, Nonostante molti iavori di ricerca, le basi per il calcolo delle ampiezze delle fessure nel calcestruzzo non hanno ancora raggiunto uno stadio sod- disfacente, In questo volume l’Autore cerca di introdurre alcune conce- zioni nuove relative alla limitazione delle fessurazioni e va quindi al di la di quanto ha finora esposto nelle sue precedenti opere, Egli presenta quindi i suoi punti di vista e le sue conoscenze, come incitamento ¢ nella speranza che ulteriori lavori di ricerea portino presto in questo campo la chiarezza definitiva, La materia, comunque, é trattata in modo tale che anche Vingegnere nella sua professione ne possa trarre vantaggio per Vat- tivitd pratica e ne deduca comunque delle conoscenze maggiormente u- tilizzabili rispetto all'applicazione di regole precedenti, Il dimensionamen- 10 dell'armatura per la limitazione delle fessurazioni nella pratica dovré possibilmente avvenire in futuro con Vapplicazione di semplict diagram- ‘mi, Nel volume sono contenute delle proposte per curve di questo tipo. Mcalcolo delle deformazioni delle strutture portanti ci é noto da tempo, ‘se abbiamo a che fare con materiali omogenei, isotropici, che si compor- tano in base a leggi di deformazione note, Con il cemento armato, mate- riale da costruzione composito, possiamo calcolare in modo sufficiente- mente preciso le deformazioni per lo stato I, quindi per to stadio che precede la formazione delle fessurazioni nel calcestruzzo, Per le deforma zioni nello stato HI (zona tesa del calcestruzzo fessurata) in genere abbia~ ‘mo introdotto finora i valori della sezione trasversale con Uesclusione delle superfici di calcestruzzo sollecitate a trazione, tenendo conto del concorso del calcestruzzo nelle zone tese mediante un fattore empirico. In pratica, pero, si é constatato che le deformazioni, per ¢s., le inflessio- ri, nella maggior parte dei casi risultavano determinate troppo grandi, per conseguenza spesso i solal e i correnti risultavano eccessivamente rialzati, il che portava a contestazioni. Da molto tempo é noto sperimen- talmente come la formazione delle fessurazioni si estenda su un vasto ‘campo di carichi e come sotto carichi continui o frequenti la formazione delle fessurazioni si attenui solo parzialmente, per cui le deformazioni