Sei sulla pagina 1di 2

LE DONNE E LO SPORT

_______________________________________________________________________________________________

Nel corso della storia, la figura della donna ha subìto varie trasformazioni, che l’hanno
portata a migliorare la sua condizione di vita in una società maschilista.

Fino a qualche decennio fa, si riteneva ancora che la donna dovesse essere relegata
in casa per accudire il marito e i figli, ed era considerata una proprietà del padre e,
dopo il matrimonio, del marito.

Tuttavia, nel corso della storia si sono


avuti alcuni movimenti popolari per
l’emancipazione della donna nella società,
il più importante dei quali fu il movimento
delle suffragette. Fino al secolo scorso,
infatti, la democrazia non era a suffragio
universale, ma soltanto gli uomini
avevano diritto di voto.
Le suffragette, che possono essere considerate le prime femministe della storia,
perseverando nel loro intento riuscirono infine a ottenere, in alcuni stati prima di altri, il
diritto di voto.

Nonostante sia stato raggiunto questo


importante traguardo, assieme a molti
altri, al giorno d’oggi la figura della
donna subisce ancora discriminazioni
anche nei paesi più sviluppati.

QUALI SONO LE DIFFERENZE TRA UOMO E DONNA NELLO SPORT?


L’uomo e la donna si distinguono tra loro non solo per quanto riguarda i caratteri
sessuali primari e secondari, ma anche dal punto di vista dei parametri costituzionali,
anatomici e fisiologici. Ma allora, quali sono le differenze tra uomo e donna nello
sport?

Se si confrontano le prestazioni sportive dell’uomo con quelle della donna si possono


osservare le relative differenze di genere che, in gran parte, devono essere ricondotte
a differenze di natura genetica nella costituzione fisica e nelle funzioni dell’organismo,
ma anche ad aspetti di natura sociale.
PRESTAZIONI SPORTIVE

Nel quadro della parità dei diritti, e grazie alla diminuzione degli stereotipi sessuali,
negli ultimi anni si sono aperte nuove possibilità, per le donne, in campo sportivo
anche di alto livello.

Un risultato di questa trasformazione sociale ha dato un fulmineo miglioramento alla


capacità di prestazione sportiva della donna, con diminuzione di differenze di
prestazione tra uomo e donna.