Sei sulla pagina 1di 8

Sconto in fattura

e cessione del credito

Edizione 2019

Istruzioni per l’uso


SCONTO IN FATTURA E CESSIONE DELLA DETRAZIONE
Istruzioni per l’uso

In alternativa all’utilizzo diretto delle detra- letterale della norma, la ratio sottostante
zioni spettanti in seguito all’esecuzione di alla logica di concessione del beneficio
interventi antisismici o di riqualificazione fiscale, condurrebbe alla conclusione di
energetica degli edifici, mediante scom- non escludere che lo sconto possa an-
puto dall’imposta dovuta in dichiarazione che essere concesso direttamente dai
dei redditi (detrazione IRES o IRPEF), è fornitori dei beni (es: distributori, riven-
stata, in un primo momento, prevista la ditori), quando il privato acquisti diret-
possibilità di cedere la detrazione d’im- tamente i beni ed appalti la posa a terzi
posta (cessione del credito) e, succes- ovvero la esegua personalmente; in as-
sivamente, di optare per uno sconto sul senza di chiarimenti ufficiali è opportuno

SCONTO IN FATTURA
corrispettivo dovuto. mantenere un atteggiamento prudente,
quando si effettua unicamente la vendita
In particolare, il provvedimento in tema di e non anche lo posa in opera.
sconto sul corrispettivo (sconto in fattu-
ra) è fortemente criticato ed è auspicabi- Soggetti a cui si possono cedere
le una sua pronta rivisitazione, in quanto i crediti derivanti dallo sconto sul
rischia di creare distorsioni nel mercato, corrispettivo
a favore delle società più grandi e strut- Sono i fornitori, anche indiretti, di beni e
turate, e, in ogni caso, determina un servizi (es: installatore cede al distributore).
impegno finanziario per le aziende che
decidano di concedere lo sconto. Il pre- Soggetti a cui si possono cedere le
sente vademecum si pone l’obiettivo di detrazioni 3 «
illustrare sinteticamente l’ambito di appli- Sono i fornitori che hanno effettuato gli
cazione, le modalità attuative e le criticità interventi e gli altri soggetti privati, che
delle norme recentemente introdotte. hanno avuto un “collegamento” con l’in-
tervento (es: distributori, rivenditori, sub
I SOGGETTI INTERESSATI appaltatori).

Soggetti beneficiari
Sono tutti i soggetti che hanno diritto alle GLI INCENTIVI
detrazioni fiscali. In luogo dell’utilizzo diretto delle detra-
zioni spettanti, i beneficiari possono:
Soggetti che possono concedere lo
sconto sul corrispettivo • optare per uno sconto sul corrispetti-
Sono i soggetti che hanno eseguito l’in- vo dovuto
tervento (es: installatori, impiantisti).
La formulazione letterale della norma • optare per la cessione delle detrazio-
individua nel “fornitore che ha effettuato ni spettanti
l’intervento” il soggetto che può anticipa-
re lo sconto sul corrispettivo; parrebbe, In particolare, lo sconto sul corrispet-
pertanto, che i soggetti distributori non tivo si applica per:
possano praticare lo sconto in fattura,
ma unicamente acquistare il credito. • gli interventi di riqualificazione ener-
Tuttavia, andando oltre la formulazione getica (c.d. “ecobonus”)
• gli interventi antisismici (c.d. “sisma- • acquisto e posa in opera di scherma-
bonus”) ture solari

mentre la cessione delle detrazioni è e, in generale, gli interventi che consen-


possibile per le spese sostenute per: tono la riduzione del fabbisogno energe-
tico per il riscaldamento e il miglioramen-
• gli interventi di riqualificazione ener- to termico dell’edificio.
getica (c.d. “ecobonus”)

• gli interventi antisismici sulle parti GLI ASPETTI OPERATIVI


comuni condominiali (c.d. “sismabo-
nus”) Fatturazione e modalità di paga-
mento delle spese
• gli interventi di recupero edilizio dai Lo sconto sul corrispettivo non viene

SCONTO IN FATTURA
quali si ottiene un risparmio energe- sottratto all’imponibile Iva, che eviden-
tico (art. 16-bis co 1 lett. h) TUIR) zierà, pertanto, l’importo imponibile al
lordo dello sconto; nella fattura andrà in-
Lo sconto sul corrispettivo si va ad af- dicato che lo sconto è praticato “ai sensi
fiancare alla possibilità di cedere il credi- dell’art. 10 del D.L. 34/2019”. Il paga-
to corrispondente alla detrazione fiscale: mento, da parte del soggetto beneficiario
per talune ipotesi è possibile scegliere delle detrazioni, delle spese relative agli
tra le due alternative interventi di riqualificazione energetica va
effettuato mediante bonifico bancario o
Tra gli interventi di riqualificazione ener- postale “agevolato”.
getica, le nuove modalità di trasferimen-
to dell’agevolazione (sconto in fattura e Modalità di esercizio dell’opzione
cessione del credito) riguardano anche: Le modalità attuative sono state definite
4 «
dai seguenti provvedimenti Agenzia delle
• intervento di sostituzione di impianti Entrate:
di climatizzazione invernale con im-
pianti dotati di caldaie a condensa- • 8.6.2017 n. 108572
zione > classe A • 28.8.2017 n. 165110
• 18.4.2019 n. 100372
• intervento di sostituzione di impianti • 31.7.2019 n. 660057.
di climatizzazione invernale con im-
pianti dotati di caldaie a condensa- L’esercizio dell’opzione per lo sconto
zione > classe A + sistemi di termo- sul corrispettivo:
regolazione o con generatori ibridi o
con pompe di calore • non è automatica, ma va effettuata
d’intesa con il soggetto che ha effet-
• intervento di sostituzione di scaldacqua tuato l’intervento;

• acquisto e posa in opera di impianti di • lo sconto è di pari importo all’ammon-


climatizzazione invernale a biomasse tare delle detrazioni spettanti;
combustibili
• lo sconto è anticipato dal soggetto
• intervento di installazione di pannelli che ha effettuato l’intervento, che,
solari/collettori solari quindi, incasserà l’importo netto;
• l’opzione va comunicata, a pena d’i- cessariamente pagare l’importo con-
nefficacia, entro il 28 febbraio dell’an- cordato)
no successivo a quello di sosteni-
mento delle spese, alternativamente: • l’opzione va comunicata, a pena d’i-
nefficacia, entro il 28 febbraio dell’an-
- accedendo all’area riservata del no successivo a quello di sosteni-
sito dell’Agenzia delle Entrate mento delle spese, alternativamente:
all’indirizzo https://telematici.
agenziaentrate.gov.it; dopo l’au- - accedendo all’area riservata del
tenticazione, è possibile acce- sito dell’Agenzia delle Entrate
dere alla procedura seguendo il all’indirizzo https://telematici.
percorso: La mia scrivania/Servizi agenziaentrate.gov.it; dopo l’au-
per/Comunicare e poi selezionan- tenticazione, è possibile acce-
do “Cessione Crediti per interventi dere alla procedura seguendo il

SCONTO IN FATTURA
di riqualificazione energetica”. percorso: La mia scrivania/Servizi
per/Comunicare e poi selezionan-
- inviando per il tramite dell’Agen- do “Cessione Crediti per interventi
zia delle Entrate l’apposito mo- di riqualificazione energetica”.
dello allegato al provvedimento
660057/2019 - inviando per il tramite dell’Agen-
zia delle Entrate l’apposito mo-
- inviando via PEC il medesimo dello allegato al provvedimento
modello, sottoscritto dal soggetto 660057/2019 (provv. 100372/2019
che ha esercitato l’opzione (bene- fino al 31/12/2019)
ficiario dello sconto), allegando
il documento d’identità (soluzio- - inviando via PEC il medesimo
ne maggiormente tutelante per il modello, sottoscritto dal soggetto
5 «
concedente lo sconto). che ha ceduto il credito, allegan-
do il documento d’identità (solu-
L’esercizio dell’opzione per la cessione zione maggiormente tutelante per
delle detrazioni: il cessionario del credito, qualora
abbia concesso lo sconto sul pa-
• non è automatica, ma va effettuata gamento).
d’intesa con il cessionario;
CESSIONE E RECUPERO CREDITO D’IMPOSTA
• il credito cedibile corrisponde alla de- L’ammontare dello sconto sul corri-
trazione spettante per l’intervento; spettivo è rimborsato sotto forma di
credito d’imposta:
• la cessione può avvenire per un im-
porto anche inferiore al valore nomi- • da utilizzare esclusivamente in com-
nale del credito; pensazione, mediante il modello F24
presentato esclusivamente in via tele-
• non sono stabilite modalità obbliga- matica;
torie per il pagamento del credito (il
soggetto che ha eseguito i lavori po- • a decorrere dal giorno 10 del mese
trà acquistare il credito anche effet- successivo a quello in cui è effettuata
tuando lo sconto sulla fattura, mentre la comunicazione dell’opzione all’A-
gli altri soggetti privati dovranno ne- genzia delle Entrate;
• in 5 quote annuali di pari importo. Ulteriore cessione del credito
In alternativa all’utilizzo in compensazio-
Preventivamente all’utilizzo in compen- ne, il soggetto che ha acquisito il credito
sazione, il soggetto che ha concesso lo può cedere a sua volta il credito d’impo-
sconto, tramite il sito dell’Agenzia delle sta:
Entrate, dovrà:
• ai propri fornitori, anche indiretti, di
• confermare l’esercizio dell’opzione beni e servizi (a seguito di sconto sul
da parte del soggetto avente diritto corrispettivo ovvero di cessione delle
alla detrazione; detrazioni)

• attestare l’effettuazione dello sconto. • ad altri soggetti privati, collegati all’in-


tervento (unicamente a seguito di
L’ammontare delle detrazioni cedute cessione delle detrazioni)

SCONTO IN FATTURA
per gli interventi di riqualificazione ener-
getica e delle detrazioni cedute per con preclusione di ulteriori cessioni da
gli interventi di recupero edilizio volti al parte di questi ultimi; rimane, in ogni
risparmio energetico è rimborsato sotto caso, esclusa la cessione ad istituti di
forma di credito d’imposta: credito e ad intermediari finanziari e alle
amministrazioni pubbliche. Le modalità
• da utilizzare esclusivamente in com- di comunicazione della cessione e di uti-
pensazione, mediante il modello F24 lizzo in compensazione del credito sono
presentato esclusivamente in via tele- le medesime previste per lo sconto in fat-
matica; tura e la cessione delle detrazioni. Non
sono, viceversa, indicate nel provvedi-
• a decorrere dal giorno 20 marzo mento date di decorrenza e/o termini per
dell’anno successivo a quello di so- effettuare la comunicazione dell’ulteriore
6 «
stenimento della spesa; cessione del credito, che sarà necessa-
riamente successiva all’accettazione da
• in 10 quote annuali di pari importo. parte del primo cessionario.

Preventivamente all’utilizzo in compen- RISCHI E RESPONSABILITA’


sazione, il soggetto che ha acquistato le
detrazioni, dovrà: Tutela del concedente lo sconto/
cessionario del credito e cautele
• accettare il credito d’imposta che gli è consigliabili:
stato attribuito, tramite il sito dell’A.E.
• dal punto di vista gestionale: è op-
Non si applicano i limiti previsti per le portuno ponderare adeguatamente
compensazioni, riguardanti i limiti di euro la scelta se concedere o meno lo
700.000 per le compensazioni annuali e sconto in fattura e/o se acquistare il
di euro 250.000 per i crediti d’imposta da credito d’imposta; lo sconto impegna
indicare nel quadro RU della dichiarazio- finanziariamente l’azienda che lo con-
ne dei redditi. cede e va preventivamente valutata la
propria capacità finanziaria (conce-
La quota di credito eventualmente inuti- dere lo sconto equivale ad incassare
lizzata può essere riportata agli anni suc- un credito in un arco temporale di 5
cessivi, ma non chiesta a rimborso. anni!);
• dal punto di vista legale/contrattuale: 7. Compensazione in F24 in 5 quote
occorre tutelarsi contro il rischio del annuali di pari importo
mancato incasso e/o riconoscimento
del credito, derivante dalla mancata ovvero, in alternativa:
o tardiva comunicazione da parte del
soggetto avente diritto alla detrazione; 7 bis. Cessione del credito d’imposta al
fornitore, anche indiretto, di beni
• una delle possibili soluzioni operative e servizi.
consiste nell’ottenere il modulo carta-
ceo firmato dal soggetto beneficiario Iter indicativo da seguire per la
delle detrazioni, unitamente alla copia cessione delle detrazioni:
del documento d’identità, da trasmet-
tere tramite PEC all’Agenzia delle En- 1. Riflessione preventiva sulla ca-
trate, al perfezionamento dell’opera- pacità finanziaria di acquistare il

SCONTO IN FATTURA
zione, e comunque entro e non oltre credito
il 28 febbraio dell’anno successivo al 2. Effettuazione dell’intervento che
sostenimento della spesa; dà diritto alla detrazione
3. Pagamento da parte del bene-
• l’eventuale mancanza dei requisiti og- ficiario con bonifico bancario o
gettivi che danno diritto alle detrazioni postale
d’imposta è, viceversa, imputabile al 4. Accordo con il beneficiario per
soggetto avente diritto alla detrazione; l’acquisto del credito
ciò nonostante, è consigliabile fare 5. Esercizio dell’opzione (entro il
quanto possibile per il buon esito degli 28/02 dell’anno successivo a quel-
adempimenti richiesti dalla legge. lo di sostenimento delle spese)

IN SINTESI
6. Accettazione del credito da parte
del cessionario
7 «
Iter indicativo da seguire per con- 7. Compensazione in F24 in 5 ovvero
cedere lo sconto sul corrispettivo 10 quote annuali di pari importo

1. Riflessione preventiva sulla ca- Ovvero, in alternativa:


pacità finanziaria di concedere lo
sconto 7 bis. Cessione del credito d’imposta
2. Effettuazione dell’intervento che ad altro soggetto privato, collega-
dà diritto alla detrazione to all’intervento.
3. Accordo con il beneficiario per la
concessione dello sconto in fattu- ESEMPIO FATTURA PER LAVORI
ra DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
4. Pagamento da parte del beneficia-
rio con bonifico bancario o postale Imponibile: 50.000
dell’importo al netto dello sconto
5. Esercizio dell’opzione (entro il IVA 10%: 5.000
28/02 dell’anno successivo a
quello di sostenimento delle spe- Sconto 65%: 35.750 (praticato ai
se) sensi dell’art. 10 D.M.
6. Conferma dell’opzione e attesta- 34/2019)
zione dell’effettuazione dello scon-
to da parte del fornitore Totale da pagare: 19.250
Contenuti di redazione
Documento aggiornato al 14.10.2019
a cura di

dott. Massimiliano Martino


Via G. Pellizza da Volpedo, 8 - 20149 Milano
Tel.: 02 43990459 • Fax: 02 48591622
info@angaisa.it • www.angaisa.it