Sei sulla pagina 1di 13

SPORTELLO ENERGIA

COS’È IL RISPARMIO ENERGETICO?

È una domanda che molti si saranno posti di questi tempi, dal momento che
sempre più si parla di questo tema anche nel nostro Paese.

• Il risparmio energetico è in realtà un insieme di comportamenti intelligenti per evitare


di sprecare l’energia, in modo da migliorare l’ambiente e i costi della nostra
bolletta.
• Con la legge di Bilancio del 2018, in Italia si cerca di invogliare i cittadini ad
apportare cambiamenti sui consumi energetici nelle proprie case.
• L’ecobonus ha infatti introdotto una serie di sgravi fiscali alle famiglie che apportano
modifiche strutturali alle proprie case per ridurre, ad esempio, le dispersioni di
calore e ottimizzare i consumi.
CONSUMI ENERGETICI E
ABITUDINI DEGLI ITALIANI FRA RISPARMIO E SOSTENIBILITÀ
Quali sono i comportamenti degli italiani quando si parla di risparmio energetico? Sono più orientati
verso opzioni sostenibili o economiche? Per rispondere a queste domande è utile un’indagine che
fotografi le abitudini dei consumatori, le scelte di acquisto e l’ attenzione ad evitare gli sprechi nella
realtà quotidiana.

Abbiamo sottoposto a dei consumatori un


questionario per valutare il livello di
consumo energetico nelle proprie abitazioni
e per rilevare eventuali comportamenti a
favore del risparmio energetico
CON L’ACQUA UTILIZZATA PER
CUCINARE, UNA VOLTA
QUANDO AVVII LA
TERMINATO, CHE COSA CI FAI LAVASTOVIGLIE:
SUCCESSIVAMENTE ?

0%
25%

44% 75%
56%

A. Non fai attenzione al carico


B. Eviti di fare lavaggi se il carico è a metà
A. La butto B. La utilizzo per lavare i piatti C. Fai partire il lavaggio solo se ci sono molte stoviglie da lavare

La maggior parte degli intervistati è attenta ad evitare gli sprechi idrici nella propria
abitazione, infatti il 56% riutilizza l’acqua di cottura per scopi diversi e oltre il 70% degli
intervistati utilizza la lavastoviglie solo quando necessario.
CHIUDI L’ACQUA QUANDO TI FAI LA DOCCIA/ O TI
LAVI LE MANI?

Evitare lo spreco d'acqua è la principale fonte di risparmio


0%
22% idrico. Il rubinetto del lavandino del bagno ha una portata di
oltre 10 litri al minuto, se viene lasciato aperto quando ci si lava
i denti, si perdono inutilmente più di 30 litri di acqua potabile.
Durante la rasatura è opportuno raccogliere l'acqua nel
78%
lavandino per sciacquare il rasoio. La chiusura del rubinetto
mentre si massaggiano i capelli con lo shampoo evita un inutile
spreco.
L’indagine dimostra che la maggior parte degli intervistati è
attenta ad evitare gli sprechi.
A. Mai B. Sempre C. Quasi sempre
LA LAVATRICE LA FAI DI MATTINA O DI SERA?

La maggior parte degli intervistati è attenta al risparmio


11% energetico, infatti aziona l’elettrodomestico soprattutto nelle
fasce serali.

Oltre all’orario, ai fini del risparmio energetico è importante la


classe energetica dell’elettrodomestico.
89%
Ad esempio, se abbiamo una lavatrice vecchia, per risparmiare
potremmo acquistare una nuova lavatrice di classe energetica
A+ che riduce nettamente i consumi; la spesa per l'acquisto viene
A. La faccio la mattina perché è molto più comoda recuperata brevemente risparmiando sui consumi in bolletta.
B. La faccio di sera per non consumare Energia elettrica
OGNI QUANTO USI L’ASPIRAPOLVERE?

La maggior parte degli


intervistati preferisce usare
11% l’aspirapolvere elettrica con
33% scarsa attenzione al consumo
energetico

56%

A. Ogni giorno B. Qualche volta , anziché della scopa C. Non la uso , solo rimedi “antichi”
CHE TIPOLOGIA DI LAMPADINE UTILIZZI IN CASA?
Rispetto alle tradizionali
lampadine a incandescenza, le
lampadine a risparmio energetico 11%
come le lampade alogene, i LED
44%
o CFL; presentano i seguenti
45%
vantaggi:

• Consumano circa il 25% -80%


in meno di energia rispetto A. Lampadine tradizionali

alle tradizionali lampade a B. A volte sostituisco le lampadine


incandescenza, risparmiando tradizionali con quelle a LED
denaro. C. Uso solo lampadine a LED

• Durano 3-25 volte di più.


QUALE È LA PRINCIPALE VOCE DI CONSUMO
ENERGETICO NELLA NOSTRA CASA?

L’indagine rileva che gli


elettrodomestici costituiscono la
38% 37% principale causa di consumo
energetico

25%

A. Frigorifero e lavastoviglie B. Riscaldamento e condizionamento C. Lavatrice e lavastoviglie


FAI LA RACCOLTA DIFFERENZIATA?
La raccolta differenziata è un ottimo sistema per abbassare i
costi della tassa sui rifiuti, sempre molto cara. Riciclando, infatti,
diminuisce la quantità di rifiuti non recuperabili e di conseguenza
la spesa per la loro gestione si abbassa notevolmente,
12% consentendo di tassare di meno i cittadini e di salvaguardare
38%
l’ambiente.
Purtroppo solo il 50% degli intervistati effettua regolarmente la
raccolta differenziata.
50%

A. No, non mi interessa


B. Si, mi piace farla
C. Si qualche volta, quando mi capita
Dopo aver sottoposto il questionario
ai consumatori abbiamo rilevato:

Una buona attenzione ad evitare


eccessivi consumi di acqua;
Una scarsa attenzione al risparmio
energetico;
Un elevato uso di elettrodomestici;
Una ridotta attitudine alla raccolta
differenziata.
Ora vi elencheremo alcuni consigli sul
risparmiare:

Il più importante accorgimento da adottare per


risparmiare energia nella vita quotidiana, sia a casa
che in ufficio, è ricordarsi di spegnere i dispositivi
elettrici (Televisori, fax, stampanti, stereo, computer,
elettrodomestici, ecc…) in caso di inutilizzo
prolungato.

Può apparentemente sembrare una banalità ma in


realtà un uso scorretto degli apparecchi elettrici può
generare un dispendio energetico molto elevato.

Il monitor del pc e il televisore, così come tanti altri


apparecchi elettrici ed elettrodomestici, continuano a
consumare elettricità anche in stand-by, assorbendo
elevate quantità di energia.

Un elettrodomestico in stand-by consuma in media


450 Kwh all’anno, un’antenna satellitare ha un
dispendio energetico di 22 W con televisore acceso
che si riduce a 14 W in caso di tv spenta.
Ora vi elencheremo alcuni consigli sul
risparmiare:

Una gestione ottimale ed intelligente degli


elettrodomestici garantisce una notevole riduzione dei
consumi permettendo così di risparmiare energia nella
vita quotidiana.

L’uso della lavatrice e della lavastoviglie a pieno carico


ed una corretta pulizia e decalcificazione con acqua e
acido citrico permette di migliorarne l’efficienza e
ridurre così le spese in bolletta.
Per quanto riguarda il frigorifero, il miglior modo per
utilizzarlo correttamente e risparmiare energia nella vita
quotidiana è posizionarlo lontano da fonti di calore e
mobili in modo da evitare un eccessivo surriscaldamento
che ne comprometterebbe il funzionamento.
Le dispersioni di calore generano infatti un elevato
dispendio energetico e un aumento dei costi in bolletta.