Sei sulla pagina 1di 2

I punti di forza del sistema scolastico americano

L’approccio scolastico americano è per certi aspetti diverso da quello italiano. Le particolarità che lo
contraddistinguono sono le seguenti:

Maggiore autonomia degli studenti

Il metodo didattico è formativo più che accademico e le lezioni frontali non esistono. Gli studenti sono
incoraggiati a partecipare, interagire, porre domande, esprimere se stessi, presentare lavori di gruppo e
ricerche individuali. Anche il doversi muovere tra le aule per seguire le lezioni favorisce una maggiore
autonomia.

Vicinanza al mondo del lavoro

Oltre al metodo didattico che cerca di preparare i ragazzi a un facile approccio alla vita professionale, gli
studenti americani si avvicinano prima degli italiani al mondo del lavoro. Molti hanno un impiego e per
questo hanno la possibilità di entrare dopo o uscire prima delle lezioni per recarsi sul luogo di lavoro.

Disponibilità degli insegnanti

I professori hanno uno spazio dedicato per ricevere gli studenti, i cosiddetti tutoring. Un altro aspetto
interessante è che esiste un counselor per ogni studente, un assistente che lo guida nella scelta dei corsi e
delle attività extrascolastiche. Insieme, cercano di capire quali passioni e attitudini inseguire, il counselor
aiuta lo studente in caso di difficoltà e funge da supporto psicologico.

Scuola, luogo di socializzazione

Insito nella cultura americana è il fatto che l’esperienza scolastica sia un momento di condivisione. La
scuola è una comunità, è il posto in cui si vive tutta la giornata e dove si partecipa a numerose attività con
altri studenti. A scuola si fa il tifo per la propria squadra, indossando i suoi colori, e sempre a scuola si
partecipa a feste e occasioni di divertimento. Tutto questo genera un forte spirito di appartenenza.

Infrastrutture nuove e attrezzate

Le scuole americane dispongono di numerose aule dotate di tutto il necessario, laboratori scientifici e
informatici con strumentazioni specifiche e computer nuovi, palestre, campi sportivi, piscine. Si tratta di
ambienti in genere ristrutturati o nuovi, dove risulta piacevole trascorrere il proprio tempo.

Interesse per la persona

Si può andare a scuola in tuta, in felpa o maglietta, indossando scarpe da ginnastica. Non per forza bisogna
badare alle ultime tendenze in fatto di moda o scegliere solo capi che esaltino la propria forma fisica.
Anche il trucco e la pettinatura sono poco considerati. Ai ragazzi americani interessa la persona che hanno
di fronte più che la sua apparenza.

Libri gratis

In Italia le spese per i testi scolastici non sono trascurabili vista la grande quantità di libri previsti per le varie
materie. In America ci si reca nella library della scuola all’inizio dei corsi e si prende ciò che serve per le
lezioni, per poi riconsegnarlo al termine. In genere gli studenti non dispongono nemmeno di un
portapenne. Bastano un paio di schedari per le varie materie, una penna o una matita, una gomma nel
migliore dei casi.

Il percorso formativo negli Stati Uniti Nursery School o Kindergarten (asilo)


Di solito è molto difficile trovare posto in un asilo pubblico, motivo per cui è spesso necessario ricorrere a
una struttura privata. Gli asili, non obbligatori, sono destinati a chi ha meno di sei anni. In linea di massima
le Nursery School ospitano bambini con meno di quattro anni e i Kindergarten (o pre-k) chi ha quattro e
cinque anni, per una durata complessiva di tre anni. L’orario prevede di rimanerci per un minimo di due ore
fino a sei, ma volendo è previsto anche un dopo scuola. Pur non esistendo un programma unificato, in
genere gli asili preparano alla lettura e alla scrittura, ma non le insegnano.

02

Elementary School (scuola elementare)

Spesso si frequenta a una determinata scuola perché si abita nelle vicinanze. Per accedervi è necessario
aver fatto determinati vaccini e la frequenza è obbligatoria. Con le scuole elementari iniziano i cosiddetti
grades; vanno dal primo, che inizia all’età di sei-sette anni, al quinto, che si conclude a 10-11 anni.
Diversamente dall’Italia, i ragazzini non devono cambiare spesso aula, se non per seguire lezioni particolari
come musica, ginnastica e arte.

03

Middle School (scuola media)

Nonostante non sia la scelta della maggior parte degli studenti, già alle scuole medie i ragazzi possono
andare a vivere fuori iscrivendosi a una Junior Boarding School, una struttura privata che garantisce vitto e
alloggio negli edifici scolastici. Fin dalle scuole medie, inoltre, gli studenti sono tenuti a seguire delle
materie obbligatorie ma possono già personalizzare il loro piano di studi inserendo alcune materie a scelta
(electives). Inoltre, devono spostarsi da un’aula all’altra per seguire il loro piano di studi. Sono quindi
incoraggiati all’indipendenza prima rispetto ai ragazzi italiani. Le medie prevedono tre anni di frequenza,
dal 6th grade, che inizia all’età di 11-12 anni, all’8th grade, che termina a 13-14 anni.

04

High School (scuola superiore)

Oltre alle medie, fanno parte della Secondary School anche le scuole superiori americane. Come succedeva
già negli anni precedenti, nelle High Schools americane gli studenti devono seguire alcune materie
obbligatorie (inglese, matematica, storia, scienze sociali ed educazione fisica) e altre a scelta, che
personalizzano la propria formazione. Inoltre, chi già sa che vorrà proseguire gli studi iscrivendosi
all’università può optare per gli Advanced Placement (AP) o International Baccalaureate (IB), corsi pensati
principalmente per chi desidera essere ammesso a un college.

Anche in questo caso esistono alcuni istituti privati che garantiscono vitto e alloggio, le cosiddette Boarding
School o Prep School.

Le scuole superiori americane durano quattro anni: 9th grade (14-15 anni) noto come Freshman, 10th
grade (15-16 anni), il cosiddetto Sophomore, 11th grade (16-17 anni) o Junior, 12th grade (17-18 anni) o
Senior.

05

Undergraduates Studies (università o corsi professionali)

I college si frequentano dai 18 ai 23 anni e anche in questo caso si dividono in Freshman Year, Sophomore
Year, Junior Year e Senior Year, anno in cui si riceve il Bachelor’s Degree.

Anche in questo caso esistono università pubbliche e private, più costose ma anche più prestigiose, oppure
scuole che propongono corsi professionalizzanti che permettono