Sei sulla pagina 1di 1

L’INFORMAZIONE il Domani CRONACA DI BOLOGNA VENERDÌ 1 APRILE 2011 9

Una cena per finanziare Avvocato di strada Per aiutare la sede bolognese dell’associazione,
Avvocato di strada ha organizzato una cena che si terrà venerdì 8 aprile al Circolo Arci Benassi, in viale
Cavina 4. Il ricavato della serata verrà devoluto all’associazione per sostenere la stampa dell’edizione
2011 di “Dove andare per...” la guida di Bologna per le persone senza fissa dimora. La cena costa 22
euro a persona e al termine ci sarà un gioco a premi con banditore d'eccezione Maurizio Cevenini.

Nuovi poveri
Secondo i dati raccolti da Avvocato di strada: nel 2010 le pratiche sono state 250

Cresce il numero dei senzatetto in città


Sono le vittime della crisi economica:
per strada licenziati, falliti o divorziati
S otto le Due torri i senzatetto so-
no aumentati di circa il 20% nel
2010 e le pratiche di Avvocato di
Lo studio
I dati sono i risultati
del “Rapporto
sibile dimostrare che un senzatet-
to vive un determinato territorio,
ma noi ci proviamo». Fino a oggi
rose sono state per procedimenti
in qualità di persona offesa (48),
seguono reati contro il patrimonio
strada sono arrivate a 250. Le cause sull’assistenza legale Avvocato di strada ha vinto tutte le come rapina, furto, ricettazione,
dell’aumento sono soprattutto le- in Italia a favore cause sul diritto alla residenza, 253 truffa (49) e reati contro la persona
gate alla crisi economica naziona- delle persone senza nel 2010, il dato più alto riguardo come minacce, violenza, diffama-
le. I dati emergono dal “Rapporto fissa dimora”, alle pratiche di diritto civile. Se- zione (31). «È importante sottoli-
sull’assistenza legale in Italia a fa- redatto da Avvocato guono cause su licenziamenti, cre- neare questo dato - conclude Mu-
vore delle persone senza fissa di- di strada analizzando diti e altre problematiche di diritto molo - i senzatetto spesso sono vit-
mora”, redatto da Avvocato di stra- le attività svolte nel del lavoro (157) e quelle per sfratti time di reati, non colpevoli». Tra i
da analizzando le attività svolte nel 2010 dagli sportelli e problematiche relative alle loca- senzatetto che si rivolgono ad Av-
2010 dagli sportelli della loro asso- della loro zioni (120). «A causa della crisi vocato di strada molti sono stranie-
ciazione (19 in tutta Italia). «L’au- associazione (19 in molte persone hanno perso il lavo- ri, 1.361 gli extracomunitari (il
mento del numero di persone che tutta Italia). Molti dei ro e la casa o sono state sfrattate: si 62% del totale). In campo ammini-
vive in strada è dovuto alla crisi e- senzatetto che si tratta soprattutto di 50enni licen- strativo, su 1.021 pratiche, 599 so-
conomica che ha colpito il Paese - rivolgono ad Avvocato ziati, imprenditori falliti o che e- no relative al rinnovo del permes-
spiega Antonio Mumolo, presiden- di strada sono scono da cause di divorzio. In am- so di soggiorno e 305 per fogli di
te dell’associazione Avvocato di extracomunitari bito penale le pratiche più nume- via e decreti di espulsione.
strada e consigliere regionale del
Pd - e aggiungerei che la modifica- GIÀ 27 ISCRITTI
zione che è stata fatta alla legge sul-
la residenza non aiuta: il Pacchetto
Sicurezza ha modificato la norma Serve la risposta del Miur «Siamo in attesa in questi giorni della dotto la convenzione operativa con il Con-
sulla residenza aggiungendo un risposta definitiva del MIUR per l’attiva- servatorio e il progetto didattico che ca-
nuovo requisito per ottenerla». Se
prima per ottenere la residenza ba-
Liceo musicale zione della sezione del Liceo Musicale pres-
so il Laura Bassi di Bologna e sarebbe la
ratterizza il nascente liceo come laboratorio
delle nuove tecnologie digitali e delle tec-
stavano due requisiti, dimostrare
di trovarsi in una certa città e di vo-
“Laura Bassi”: maniera migliore di festeggiare i 150 anni di
questa storica istituzione scolastica». L’as-
niche di produzione sonora: «Aspettiamo
che il Ministero autorizzi l’attivazione e il
ler ottenere la residenza in quella
città, ora il cittadino che vive per
si aspetta il sì sessore provinciale all'Istruzione, Formazio-
ne e Lavoro, Giuseppe De Biasi aspetta il sì
conseguente organico perché i 21 ragazzi
già iscritti al nuovo indirizzo del Laura Bassi
strada deve dimostrare che vive sul dopo che il gruppo di lavoro ha già pro- attendono una risposta».
territorio. «È una prova diabolica -
aggiunge Mumolo - è quasi impos-

LA STORIA Hanno stabilito la loro base comunitaria a Gavaseto, nella campagna di San Pietro in Casale

Tra Cristianesimo e Islam, ecco gli Gli Ahmadiyya


A metà strada tra le confessioni, il loro motto è “amore per tutti, odio per nessuno”
di Massimo Corsini sono sparsi ovunque e, se inizialmente la Cristo è tornato ad essere presente sulla ter-

C i sono minoranze religiose che per la


loro natura potrebbero aiutare a capi-
re meglio altre maggioranze. Un esempio
sede della loro comunità religiosa era in Pa-
kistan, oggi il loro capo spirituale si trova a
Londra. Tra i fedeli di questo movimento
ra per la seconda volta nella persona del
fondatore del loro movimento: Mirza Ghu-
lam Ahmad, venuto per infondere nuova-
piuttosto importante sul nostro territorio è compare anche Abdul Salam, premio No- mente vita nel messaggio di Maometto.
costituito dagli Ahmadiyya che, ormai da bel per la fisica e fondatore dell’Istituto di Non è finita qui. Secondo gli Ahmadiyya
un anno, hanno stabilito la loro base comu- Ricerca di Fisica Teorica a Trieste. Per gli «Gesù non sarebbe morto dopo la crocifis-
nitaria a Gavaseto, nella campagna intorno Ahmadiyya è di fondamentale importanza sione, ma sarebbe guarito dopo essere stato
a San Pietro in Casale. Si tratta di un movi- la figura di Gesù. «Proprio qualche settima- deposto nel sepolcro per poi andare in In-
mento che, per sensibilità religiosa, potreb- na fa siamo andati a Torino per visitare la dia a recuperare «le pecore perdute d’Israe-
be essere definito a metà strada tra Cristia- sacra sindone. Due punti principali diffe- le», il resto delle dieci tribù. «Morì in Ka-
nesimo ed Islam: il loro motto è “amore per renziano il nostro movimento dal resto shmir a Srinagar dove si trova la sua tomba»
tutti, odio per nessuno”. Ma chi sono gli dell’Islam - spiega il dottor Malik - la prima è spiega il dottor Malik. Da un punto di vista
Ahmadiyya? Si tratta di un movimento sci- che tutti gli altri musulmani stanno ancora pratico gli Ahmadiyya pongono un forte ac-
smatico nato in seno all’Islam a fine ‘800. aspettando il ritorno di Gesù, la seconda è cento sulla dimensione sociale del loro zelo
Nel 1889 per essere precisi, in India, nella che, sempre secondo la maggior parte dei religioso: è in questo che si traduce il loro
zona del Punjab ad Amritsar. Il dottor Abdul musulmani, Gesù non è morto sulla Croce, “amore per tutti”. Spiega ancora il presi-
Fatir Malik, nella casa di campagna di Ga- ma è asceso al cielo fisicamente». Com’è dente della comunità italiana: «Tutta la vio-
vaseto, sede di incontro della comunità del- noto, l’Islam riconosce Gesù come profeta, lenza a cui assistiamo oggi, anche da parte
la zona, racconta che in tutto il mondo gli ma riconosce in Maometto il culmine della musulmana, per noi è un errore. Il nostro
Ahmadiyya saranno dieci milioni, in Italia rivelazione. Lo stesso è per gli Ahmadiyya, “Jihad” (etimologicamente rimanda al si-
saranno 500 e nella zona tra Bologna e Fer- di estrazione sunnita, e che, fondamental- gnificato di sforzo, ascesi quindi) è discipli-
Il dottor Abdul Fatir Malik nella base comunitaria a Gavaseto rara circa un’ottantina. Pur essendo una mi- mente, condividono tutto del sunnismo na individuale, è da dentro di noi che parte
nella campagna intorno a San Pietro in Casale noranza all’interno dell’Islam, nel mondo con l’eccezione che, secondo il loro credo, tutto».