Sei sulla pagina 1di 1

O bella ciao

È uno dei canti più celebri della Resistenza, vale a dire di quel movimento politico-militare sviluppatosi in italia
nel corso della Seconda Guerra Mondiale, specialmente dope che, con l'armistizio dell’8 settembre 1943,
molti patrioti riuscirono ad organizzarsi in «brigate» per combattere il fascismo ed il dominio tedesco in Italia.

Una mattina mi son svegliato,


o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
Una mattina mi son svegliato
e ho trovato l’invasor.
O partigiano, portami via,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
O partigiano, portami via,
ché mi sento di morir.
E se io muoio da partigiano,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E se io muoio da partigiano,
tu mi devi seppellir.
E seppellire lassù in montagna,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E seppellire lassù in montagna
l'ombra di un bel fior.
Tutte le genti che passeranno
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
Tutte le genti che passeranno
Ti diranno «Che bel fior!»
«È questo il fiore del partigiano»,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
«È questo il fiore del partigiano
morto per la libertà!» »

Mosso
# 2‰ j j j
Em

& 4 œ œ œ œ œ. ‰ œj œ œ œ œ. ‰ œj œ œ œ œ œ
œ œ œ
U - na mat - ti - na mi son sve - glia - to, o bel - la, ciao! bel - la,

#
Am

& œ œ œ œ œ œ œ œ œ. ‰ œ œ œ
œ œ J J
ciao! bel - la, ciao, ciao, ciao! U - na mat - ti - na mi son sve -

#
Em B7 Em

& œJ œ. ‰ œ
J œ œ œ œ œ œ ˙
glia - to, e ho tro - va - to l’in - va - sor.

© Trascrizione di Antonio Cipriani 2013 - Fotocopia permessa per uso didattico

Potrebbero piacerti anche