Sei sulla pagina 1di 18

Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Prima Facoltà di Architettura – Corso di Laurea Piazza Borghese

anno accademico 2001/2002

Corso di Statica
Cesare Tocci

Raccolta di esercizi svolti


Geometria delle Masse
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

INDICE
Esercizio 1 .............................................................................................................................. 2
Esercizio 2 .............................................................................................................................. 3
Esercizio 3 .............................................................................................................................. 4
Esercizio 4 .............................................................................................................................. 5
Esercizio 5 .............................................................................................................................. 6
Esercizio 6 .............................................................................................................................. 7
Esercizio 7 .............................................................................................................................. 8
Esercizio 8 ............................................................................................................................ 10
Esercizio 9 ............................................................................................................................ 11
Esercizio 10 .......................................................................................................................... 13
Esercizio 11 .......................................................................................................................... 15
Esercizio 12 .......................................................................................................................... 16

1
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 1

Si determini il baricentro del triangolo rettangolo rappresentato in figura.

Soluzione

Le coordinate del baricentro di una figura piana sono date dalle due espressioni seguenti:

xG =
∫ xdA ,
A
yG =
∫ ydA
A

∫ dA
A ∫ dA
A

Assumendo come aree elementari dA le strisce verticali di larghezza dx e altezza (h/b)x, di


modo che dA = (h/b)xdx, si ottiene:
b
h  b h  x3 
∫ xdA ∫0 x b x dx b  3  2
xG = A
= = 0
= b
∫AdA ∫0b  h x dx h  x 2  3
b

b  b  2 0
2 b
b 1  h  h  1  h   x3 
∫ ydA = ∫  x  x  dx    
0 2  b  b  2  b   3 0 1
yG = A
= = h
∫ dAA
b h 
∫0 x b x dx h  x
 
2 b
 3
b  2 0

2
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 2

Si determini il baricentro dell’area definita dalla bisettrice del primo quadrante, di equazione y
= x, e dalla parabola di equazione y = x2 (vedi figura).

Soluzione

Assumendo come aree elementari dA le strisce verticali di larghezza dx e altezza (x-x2), di


modo che dA = (x-x2)dx, si ottiene:
1
 x3 x4 
1
 − 
∫ xdA = ∫ x( x − x )dx =
2
3 4 0 1
xG = A 0
=
∫ dA ∫ ( x − x )dx  x
1 1
2 2
x3  2
A 0 − 
2 3 0
1
1 1  x3 x5 
( x + x )( x − x )dx 2  3 − 5 
1

∫ ydA = ∫
2 2
0 2  0 2
yG = A
= =
∫ dA
1 3 1 5
∫0 −  
2 2
( x x )dx x x
A
 − 
2 3 0
avendo tenuto conto, nel calcolo della yG, che il centro di ogni striscia si trova a una altezza,
rispetto all’asse delle x, pari a: x 2 + 1 2 ( x − x 2 ) = 1 2 ( x + x 2 ) .

3
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 3

Si determini il baricentro del cono rappresentato in figura, il cui asse è disteso lungo l’asse x
del riferimento cartesiano mostrato.

Soluzione

Per simmetria, il baricentro sarà disposto sull’asse del cono, asse x del riferimento.
Assumendo come volumi elementari dV i dischi di larghezza dx e raggio r = (R/h)x, di modo
che dV = π[(R/h)x]2dx, si ottiene:
h
R2 2 R2  x4 
h
π
∫ xdV ∫0 xπ 2 x dx  
h2  4 0 3
xG = V
= h = = h
∫V
2 3 h
dV h R R 2
 x  4
∫0 π h 2 x dx π h 2  3 
2

 0

4
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 4

Si determini il baricentro della linea semicircolare rappresentata in figura.

Soluzione

Per simmetria, il baricentro sarà disposto sull’asse x del riferimento mostrato in figura. Sia dL
l’elemento differenziale di linea individuato dall’anomalia dθ. Si può scrivere:
dL = Rdθ , x = R cos θ

π 2

xG =
∫ xdL
L
=
∫π − 2
( R cos θ )Rdθ
=
R 2 [senθ ]−π
π 2
2
=
2R
R[θ ] π
π 2 π 2
∫ dL
L ∫π
− 2
Rdθ −π 2

5
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 5

Determinare la superficie laterale e il volume del cono rappresentato nell’esercizio 3.

Soluzione

Il primo teorema di Pappo-Guldino afferma che l’area di una superficie di rivoluzione è


uguale al prodotto tra la lunghezza della linea la cui rivoluzione genera la superficie, e la
distanza percorsa dal baricentro di detta linea:
S = 2πyL
Il secondo teorema di Pappo-Guldino afferma che il volume di un solido di rivoluzione è
uguale al prodotto tra l’area della superficie la cui rivoluzione genera il volume, e la distanza
percorsa dal baricentro di detta superficie:
V = 2πyA
La superficie laterale del cono in esame (vedi figura) si può pensare come derivante dalla
rivoluzione, attorno all’asse x, di un segmento di retta il cui baricentro dista dall’asse x stesso
di: y = R 2 (essendo R il raggio di base del cono), e la cui lunghezza è pari a: L = h 2 + R 2 .
Risulta pertanto:
R 2
S = 2πyL = 2π h + R 2 = πR h 2 + R 2
2
Allo stesso modo, il volume del cono si può pensare come derivante dalla rivoluzione, sempre
attorno all’asse x, della superficie triangolare, di area: A = hR/2 e il cui baricentro dista
dall’asse x di: R/3. Risulta:
R hR 1
V = 2πyA = 2π = πhR 2
3 2 3

6
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 6

Sapendo che una sfera di raggio R ha superficie laterale pari a 4πR2 e volume pari a (4/3)πR3,
determinare:
a) il baricentro di una linea semicircolare;
b) il baricentro di una area semicircolare.

Soluzione

La superficie laterale della sfera si può pensare come generata dalla rivoluzione, attorno
all’asse x, di una linea semicircolare di lunghezza L = πR e il cui baricentro dista dall’asse x
stesso di y . Si può pertanto scrivere (primo teorema di Pappo-Guldino):
2R
S = 2πyL ⇒ 4πR 2 = ( 2π ) y( πR ) ⇒ y=
π
ovvero lo stesso risultato già ottenuto per altra via nell’esercizio 4.
Ugualmente, il volume della sfera è generato dalla rivoluzione, attorno all’asse x, di una area
semicircolare di superficie A = πR2/2 e il cui baricentro dista dall’asse x di y . Risulta
(secondo teorema di Pappo-Guldino):
4 3 πR 2 4R
V = 2πyA ⇒ πR = ( 2π ) y( ) ⇒ y=
3 2 3π

7
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 7

Determinare il baricentro del settore circolare OBD rappresentato in figura, di raggio r e


angolo al centro α.

Soluzione

Osserviamo innanzitutto che, per simmetria, il baricentro del settore circolare sarà disposto
sull’asse x, ovvero risulta yG = 0. È pertanto sufficiente determinare la xG.
A tale scopo, suddividiamo il settore in elementi triangolari infinitesimi di altezza r e base
rdθ, di modo che dA = r2dθ/2, e il cui baricentro dista dall’asse y (2 3 )r ⋅ cos θ . Risulta
pertanto:
2 r 2 dθ 2r 3
[senθ ]α0 2 4 r α
α 2
2∫ r cos θ
xG =
∫ xdA =
A 0 3 2 = 3 = sen
r 2 [θ ]0 3α
α 2
α 2 r dθ
∫ dA
2
2
A 2∫
0 2
Per α = π , ovvero per una area semicircolare, risulta:
4r π 4r
xG = sen =
3π 2 3π
ossia lo stesso risultato ottenuto per altra via nell’esercizio 7.

8
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Ancora, per α = π 2 , ovvero per un quarto di cerchio, risulta:

4r π 8r 2
xG = sen =
3( π / 2 ) 4 3π 2
In particolare, se detto quarto di cerchio ha l’asse di simmetria coincidente, anziché con l’asse
x, con la bisettrice del primo quadrante (ovvero il quarto di cerchio occupa il primo
quadrante), la proiezione sull’asse x della distanza suddetta vale:
π 8r 2 2 4r
xG' = xG ⋅ sen = =
4 3π 2 2 3π

9
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 8

Determinare il baricentro dell’area tratteggiata della figura BDE, ottenuta sottraendo dal
quadrato OBDE, di lato a, il settore circolare OBE di pari raggio.

Soluzione

Per simmetria, il baricentro giace sulla diagonale OD del quadrato e, scelti gli assi come in
figura, è pertanto sufficiente determinare una sola coordinata del baricentro poiché risulta:
yG=xG.
Indicando con A1 e x1 rispettivamente area e ascissa del baricentro del quadrato OBDE, e con
A2 e x2 le corrispondenti quantità del settore circolare OBE, e tenendo presente quanto
ricavato nell’esercizio 8, si ha:
A1 x1 − A2 x2 a 2 ( a 2 ) − ( πa 2 4 )( 4 a 3π ) 2a
xC = = = = 0.777 a
A1 − A2 a − πa 4
2 2
3( 4 − π )

10
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 9

Determinare il baricentro dell’angolare di acciaio a lati uguali 20 x 3 mm, le cui caratteristiche


geometriche, indicate in figura, sono:
lunghezza dei lati: l = 20 mm
spessore del profilato: s = 3 mm
raggi di curvatura degli smussi angolari: r = 3.5 mm
r1 = 2 mm

Soluzione

Trascurando in prima approssimazione gli smussi angolari del profilato (aree A3, A4, A5), si
calcola la posizione del baricentro facendo riferimento solo ai due rettangoli maggiori, di aree
A1 e A2. Successivamente si può raffinare la soluzione aggiungendo l’area del raccordo tra le
due ali del profilato e sottraendo l’area degli smussi terminali di ciascuna ala. Per tali aree
(vedi esercizio 9) risulta, indicando con a il raggio dello smusso e con xC la distanza del
baricentro dello smusso dal vertice opposto del quadrato ad esso circoscritto (di lato a):
A = a 2 − πa 2 4 = ( 1 − π 4 )a 2 = 0.215 a 2
xC = 0.777 a

Conviene organizzare il calcolo in forma tabellare.

11
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

N Ai (mm2) xi (mm) yi (mm) Ai xi Ai yi


1 60.000 1.500 10.000 90.000 600.000
2 51.000 11.500 1.500 586.500 76.500

Σ 111.000 676.500 676.500


3 -0.860 3.054 19.554 -2.626 -16.816
4 -0.860 19.554 3.054 -16.816 -2.626
5 2.634 3.780 3.780 9.956 9.956
Σ 111.914 667.014 667.014

Risulta, pertanto, per la soluzione approssimata:

xG =
∑A ⋅x i i
=
676.5
= 6.09 mm
∑A i 111
e, per la soluzione esatta (è il valore riportato nei sagomari):

xG =
∑A ⋅x i i
=
667.014
= 5.96 mm
∑A i 111.914
con un errore comunque modesto (2.18%).

12
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 10

Con riferimento al triangolo rettangolo dell’esercizio 1, determinare i momenti di inerzia


assiali, rispetto agli assi x e y, il momento centrifugo rispetto agli stessi assi, il momento
polare rispetto all’origine degli assi, e i relativi raggi di inerzia di detto triangolo.

Soluzione

Assumendo come aree elementari dA le strisce verticali di larghezza dx e altezza (h/b)x, di


modo che dA = (h/b)xdx, il momento di inerzia rispetto all’asse y si ottiene facilmente
procedendo come nell’esercizio 1 per il calcolo del baricentro:
b
b h  h  x4  1
J y = ∫ x dA = ∫
2
x  x dx =   = hb 3
2
A 0
b  b  4 0 4
Jy ( 1 4 )hb 3 b
ρy = = =
A ( 1 2 )hb 2
Per calcolare anche il momento di inerzia rispetto all’asse x nello stesso modo, si potrebbe
fare riferimento a strisce elementari parallele a x e ripetere passaggi analoghi ai precedenti.
Volendo invece continuare ad usare le medesime strisce parallele ad y occorre,
preliminarmente, calcolare il momento di inerzia rispetto a x della generica striscia, tenendo
fissi sia x che dx, e successivamente integrare, rispetto ad x, da x = 0 a x = b, la quantità
ottenuta. Infatti, a differenza del caso precedente, non tutti i punti dell’areola elementare
hanno la stessa distanza dall’asse x e trascurare tale circostanza conduce a un errore non
trascurabile (è in gioco il teorema di Huyghens).
( h / b )x
 y3  h3 3
(J x )striscia = ∫striscia y
( h / b )x
2
dAstr = ∫ ( y dx )dy =  
2
dx = x dx
0
 3 0 3b 3

b
b h3 3 h3  x4  1 3
Jx = ∫ 3
x dx = 3   = bh
0 3b 3b  4  0 12
Jx ( 1 12 )bh 3 h
ρx = = =
A ( 1 2 )hb 6
Il prodotto di inerzia si può determinare allo stesso modo, con una doppia integrazione:
( h / b )x
 y2  h2 3
(J )
xy striscia =∫ xydAstr = ∫
( h / b )x
( xydx )dy =   xdx = x dx
striscia 0
 2 0 2b 2

13
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

b
b h2 3 h2  x4  1 2 2
J xy = ∫ 2
x dx = 2   = b h
0 2b 2b  4  0 8
Il momento di inerzia polare è semplicemente la somma dei momenti rispetto ai due assi,
ovvero:
1 3 1 3
Jo = J x + J y = bh + hb
12 4
Jo h2 b2
ρo = = +
A 6 2

14
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 11

Determinare i momenti di inerzia assiali, rispetto agli assi x e y, il momento centrifugo


rispetto agli stessi assi, il momento polare rispetto all’origine degli assi (e i relativi raggi di
inerzia) di un cerchio di raggio R con centro coincidente con l’origine degli assi.

Soluzione

Si può subito affermare che, per simmetria, risulta J xy = 0 e J x = J y . Poiché, inoltre:

Jx + J y = Jo ⇒ Jx = J y = Jo / 2

conviene determinare dapprima il momento di inerzia polare e, successivamente, risalire ai


momenti di inerzia assiali.
Considerando la forma della figura conviene assumere come aree elementari dA delle strisce a
forma di corona circolare di larghezza dr, per le quali dA = 2πrdr. Risulta:
R
R r4  1
J o = ∫ r dA = ∫
2
2πr dr = 2π   = πR 4
3
A 0
 4 0 2
Jo ( 1 2 )πR 4 R
ρo = = =
A πR 2
2

Jo 1 4
Jx = Jy = = πR
2 4
( 1 4 )πR 4 R
ρx = ρy = =
πR 2
2

15
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

Esercizio 12

Determinare il momento di inerzia assiale, rispetto all’asse x, della sezione di profilato a


doppio T rappresentata in figura.

Soluzione

Scomponendo la sezione nei rettangoli 1, 2 e 3 mostrati in figura, il momento di inerzia totale


rispetto all’asse x sarà la somma dei momenti delle tre aree parziali rispetto allo stesso asse; e
questi ultimi si ottengono dalla somma dei momenti di inerzia baricentrici di dette aree più i
relativi momenti di trasporto (teorema di Huyghens). Conviene organizzare il calcolo in
forma tabellare, con il significato dei simboli chiarito in figura.

dy (mm) A (mm2) Jx’ (mm4) Jx = Jx’ + A⋅dy2 (mm4)


Parte 1 140 (300)(20) (1/12)(300)(20)3 1.178x108
Parte 2 0 (20)(260) (1/12)(20)(260)3 2.929x107
Parte 3 140 (300)(20) (1/12)(300)(20)3 1.178x108
Σ 2.649x108

Pertanto:

16
Esercizi di Statica Geometria delle masse
Cesare Tocci

(J x )tot = 2.649 × 10 8 mm 4
Si può anche procedere per sottrazione, ovvero sottraendo dal momento di inerzia del
rettangolo circoscritto al profilato (base 300 mm, altezza 300 mm) il momento di inerzia dei
due rettangoli delimitati dalle ali e dall’anima del profilato (entrambi base 140 mm, altezza
260 mm). In questo modo si evita il calcolo dei momenti di trasporto, essendo i baricentri di
tutte le aree considerate giacenti sull’asse x. Si ha:

(J x )tot =
1
12
( )
300 ⋅ 300 3 − 2 ⋅ 140 ⋅ 260 3 = 2.649 × 10 8 mm

naturalmente uguale al valore precedente.

17