Sei sulla pagina 1di 1

Svolgimento traccia n.

La famiglia rappresenta il nucleo naturale e fondamentale della società. Essa , infatti , è la più semplice delle
strutture sociali e proprio per questa sua fondamentale caratteristica si colloca alla base del processo
evolutivo di tutte le civiltà storiche. Come affermava l’antropolo Lévi-Strauss , la famiglia non è un
fenomeno puramente naturale , ma è innanzitutto un prodotto della società e della cultura e , in quanto
tale , in continua trasformazione ed evoluzione. La Costituzione Italiana nel suo riferimento alla famiglia
riconosce i diritti della famiglia << quale società naturale fondata sul matrimonio >> (art.29) e affida allo
Stato il compito di agevolarne la formazione (art.31). Oggi , tuttavia , il concetto di famiglia ha subito
profonde trasformazioni. Infatti , a partire dai moti del ‘68 e dai movimenti di emancipazione femminile , il
significato di famiglia si è gradualmente liberato dalla sua connotazione strettamente patriarcale e la donna
ha iniziato ad assumere un ruolo sempre più paritario all’interno del nucleo familiare. La donna , al giorno
d’oggi , prima di sposarsi avverte la necessità di affermarsi in ambito lavorativo. Dunque , risulta sempre più
difficile coinciliare lavoro e famiglia e molte donne si sposano tardi , ciò determina l’aumento
dell’impossibilità di avere figli. In Italia , secondo le statistiche , ci sono molte donne senza figli : il 24% delle
donne nate nel 1965 non ha avuto figli ; in Francia , per esempio , solo il 10% delle donne nate nello stesso
anno non ha figli. Negli ultimi decenni , le famiglie sono divenute sempre meno numerose : basti pensare
che ben il 26% delle famiglie attuali è costituita da madre , padre e un figlio. Inoltre , sono notevolmente
aumentate le unione di fatto , i divorzi etc . Le Istituzioni , negli anni , si sono adeguate a questi ‘mutamenti
sociali ‘ . Ad esempio , con la legge Cirinnà anche la convivenza delle coppie non sposate ha acquistato una
maggiore rilevanza giuridica. In aggiunta , visto il considerevole calo di natalità, per incentivare le nascite
già dal 2015 è stato introdotto il ‘bonus bebè’ : un sussidio pensato per aiutare i neo genitori. Tuttavia , che
essa sia un’unione di fatto o fondata sul matrimonio , la famiglia ricopre un ruolo sociale molto
importante , in quanto rappresenta il primo nucleo sociale all’interno del quale in bambino si trova ad
interagire. I genitori sono , dunque , figure importanti deputate all’educazione e alla crescita dei figli. Il
compito di un genitore è quello di ‘guidare ‘ i propri figli , di trasmettere valori importanti e provvedere ,
quindi , alla sua educazione e istruzione . Essa ha il ruolo di trasmettere la cultura di base e far maturare nei
figli le capacità necessarie per una buona integrazione , in modo tale che questi possano vivere
correttamente dando il loro prezioso contributo alla società. La famiglia , pertanto , è il più importante
‘capitale ‘ di ogni società umana. Essa ha anche funzione economica: provvede a procurare , con il lavoro
dei suoi membri , le risorse necessarie per la vita comune. In aggiunta , oggi più che mai , è essenziale
rafforzare il binomio famiglia - scuola , il quale , collaborando , è chiamato a formare giovani consapevoli
del ruolo che hanno , o meglio avranno , all’interno della società . Anche la Pandemia , che ci ha costretto a
ridimensionare e rivalutare le nostre vite , ha evidenziato quanto sia di fondamentale importanza il ruolo
della famiglia e degli affetti. Anche se , il periodo di lockdown , ha travolto molte famiglie: in Italia alcune
statistiche parlano di un aumento dei divorzi del 30% da Aprile 2020. Per concludere , Giuseppe Mazzini ,
nel suo testo i doveri dell’uomo, scriveva “ la famiglia è la Patria del cuore “. La famiglia ci offre un punto di
osservazione prezioso sia per comprendere i grandi problemi di questo tempo , sia per immaginare una via
di uscita dalla crisi , non solo economica e sanitaria ma più in generale antropologica , cioè dell’uomo e dei
suoi valori.

Al.Vanessa Maria Tripodi