Sei sulla pagina 1di 18

AffiliateDay: Il più grande Evento di Affiliate Marketing.

Prendi il tuo biglietto!


Come diventare affiliato
Giannicola

Indice
 Come intraprendere la carriera da affiliato: vendere
prodotti e servizi di Aziende.
o L’affiliato è un venditore. Ma non di pentole!

o La conversione

o L’arte della vendita

o Quali passi deve compiere un affiliato per

guadagnare con le affiliazioni?


o L’evoluzione dell’affiliato

Come intraprendere la carriera da affiliato: vendere


prodotti e servizi di Aziende.
Non occorrono delle competenze specifiche per diventare
affiliato, conosco Super Affiliati che usando un po’ di
photoshop e HTML hanno raggiunto grandi risultati, ma
questo non significa che non sono necessarie delle
competenze particolari. Un affiliato, per fare bene il proprio
lavoro nel tempo, deve acquisire delle conoscenze in HTML
(anche php e js), Photoshop, Copywriting, SEO, SEM,
tecniche avanzate di advertising, buona conoscenza della
lingua inglese e una buona dimestichezza con la matematica.
Il passo più importante nell’affiliate marketing è quello di
creare una struttura, spesso si comincia guadagnando con
un blog magari partendo dalle proprie passioni, si creano
contenuti e si intraprende la strada della SEO per poi passare
al traffico a pagamento.
Il Blog o affiliate site ha una particolare importanza per
l’affiliato perchè tutti i network di affiliazione e advertiser
valutano se l’affiliato ne possiede uno, questo aspetto
l’abbiamo approfondito nell’articolo: lavorare con le
affiliazioni senza un sito web.
Si diventa affiliato, di un network o di un programma di
affiliazione, non iscrivendosi e provando a fare qualche
tentativo di promozione ma diventando, e concependosi
come, VENDITORE del prodotto/servizio scelto.
L’affiliato è un venditore. Ma non di pentole!
L’affiliato inizia a guadagnare quando si concepisce come
venditore e non come gestore di sito web o community.
L’arte della vendita è assai complessa e lo diventa ancor di
più quando il venditore deve vendere non potendo
assecondare le “mosse” del potenziale cliente. Sono stati
scritti trattati su come far uscire il potenziale cliente dalla
comfort zone ma questo procedimento diventa assai
complesso quando la comunicazione è rivolta ad un target e
non a un soggetto specifico.
La conversione
L’azione che permette di guadagnare è la conversione,
tutte le attività, comunicazione, ottimizzazione sono atte a
convertire l’utente. L’utente che è dietro un pc, smartphone,
tablet e non riusciamo a guardare in faccia, non possiamo
capire quali siano le sue reazioni ad una comunicazione e cosa
ancora più grave, non possiamo intavolare una trattativa
per convertirlo. Quindi spesso l’affiliato deve fare leva su
tutti gli aspetti che possono spingere un utente alla
conversione: problematiche, paure, rivalsa sociale ecc.. e
guidare l’utente verso la conversione attraverso i giusti angles.
L’arte della vendita
Un affiliato è un venditore a tutti gli effetti, con i propri
strumenti e prodotti/servizi da vendere, una commissione sul
prodotto/servizio venduto e potenziali clienti da convertire.
Per ogni conversione l’affiliato riceve una commissione e
l’Advertiser paga solo per i risultati ottenuti. Vendere o
riferire potenziali clienti diventa quindi il pane quotidiano di
un affiliato che deve fare di una passione un lavoro.
Quali passi deve compiere un affiliato per guadagnare con
le affiliazioni?
 Creare una solida struttura: che può essere anche un
Blog di nicchia e acquisire autorevolezza.
 Iscriversi a network di affiliazione o programmi di
affiliazione diretti, consiglio di fare un’analisi dei
network o programmi a cui si ha intenzione di iscriversi,
se si scelgono network e programmi sbagliati si rischia di
perdere tempo e soldi. In genere si inizia con Google
AdSense, per capire le potenzialità di alcuni ad space e
l’affiliazione Amazon perchè, data la vastità di prodotti
presenti sullo store, di sicuro ci sarà qualcosa di
interessante da testare, per poi passare alle offerte dei
network.
 Selezionare le campagne o programmi più adatti al
suo target di utenti
 Non limitarsi a inserire banner, ma scrivere dei
publiredazionali e inserire link (sottoforma di CTA)
 Intraprendere tecniche SEO su determinati articoli
 Valutare le conversioni sui publiredazionali e pensare
ad un possibile ROI portando traffico a pagamento
 Creare community
 Ricercare sempre nuove campagne promozionali
L’affiliato così tesse una vera e propria partnership con il
network o advertiser e deve cercare nel tempo di fortificarla.
Spesso accade che un affiliato nei primi mesi di attività non
riesca a generare del reddito, questo fattore è scoraggiante.
Scoraggiante a tal punto di far abbandonare a più dell’80%
di persone che intraprendono questa strada, ma se rapportiamo
questa dinamica nella vita reale: chi senza esperienza (e senza
la consapevolezza dell’utilizzo di alcuni strumenti) sarebbe in
grado di essere un buon venditore?
Gli step da seguire e gli strumenti utilizzati sono tanti, le
possibilità che l’online offre sono molteplici. Tutta questa
abbondanza può essere un’autostrada per la ricchezza per chi
la sa percorrere oppure un labirinto senza uscita per chi cerca
di utilizzare queste opportunità senza criterio.
Per non fallire è necessario fissare una tempistica e obiettivi,
lavorare e studiare tanto e acquisire tutte le competenze
necessarie per essere un buon affiliato, i test promozionali
serviranno per accumulare esperienza e ottimizzare il proprio
lavoro fino al raggiungimento dei risultati. I risultati
difficilmente arrivano subito.
L’Affiliate Marketing è una grande opportunità perchè
permette di creare un lavoro senza costi iniziali e che si basa
al 100% sulle capacità che ha l’affiliato di svolgere il proprio
lavoro.
L’evoluzione dell’affiliato
1. Neofita (da zero a 1000€/l’anno): questo periodo può
durare anche 2 anni o può essere il primo e unico step di
molti affiliati. Come abbiamo visto, molti abbandonano
perchè non vedono guadagni importanti, ma ricordiamoci
che sono sempre i primi guadagni e quindi possono
essere anche una grossa spinta per chi ha difficoltà a
concepire questo lavoro come reale.
2. Affiliato part-time (+ di 1000€/l’anno) è quell’affiliato
che vede l’opportunità dell’Affiliate Marketing come un
guadagno extra o un secondo lavoro. La svolta avviene
quando avrà la prima campagna con un ROI
superpositivo e comincerà a focalizzare le sue attività in
maniera più strutturata.
3. Affiliato full-time (da 15.000€ a 40.000€ /l’anno) è
l’equivalente di un lavoro da impiegato, l’affiliato si
dedica al suo lavoro a tempo pieno ma non costruisce un
team, in genere in questa fascia ci sono affiliati che
lavorano con la SEO e non condividono il loro lavoro
con altri professionisti.
4. Affiliato di fascia alta (da 40.000 a 100.000€/l’anno) è
l’affiliato che ha formato un team composto almeno di
altre 3 persone e insieme concorrono per la stessa
finalità. Questo team lavora bene su 1 (al massimo 2)
canali promozionali.
5. Affiliato al di sopra della media (da 100.000€ a
1.000.000€/l’anno) è l’affiliato che ha un team da 4 a 10
persone e lavora su diversi canali promozionali, su più
paesi e con diverse tecniche – a questo livello si ha già
una solida struttura aziendale e il frutto di questo lavoro
difficilmente si acquisisce con 1 anno di attività.
6. Super Affiliato (+ di 1.000.000€/l’anno) è il sogno di
tutti gli affiliati ma questo livello conta l’1% degli
affiliati attivi in tutto il mondo. Il Super Affiliato ha un
team di più di 10 persone e lavora con tutti i canali
promozionali ma soprattutto su più di 8 Paesi
contemporaneamente.
Chi intraprende il lavoro dell’affiliato spesso sottovaluta un
aspetto: per passare dal livello Neofita a Super Affiliato c’è un
percorso da fare, fatto di successi e insuccessi, di delusioni e
sconfitte.
Essere un affiliato equivale a intraprendere un lavoro che
nonostante sia duro regala tante soddisfazioni.
L’affiliato è un venditore. Ma non di pentole!
L’affiliato inizia a guadagnare quando si concepisce come
venditore e non come gestore di sito web o community.
L’arte della vendita è assai complessa e lo diventa ancor di
più quando il venditore deve vendere non potendo
assecondare le “mosse” del potenziale cliente. Sono stati
scritti trattati su come far uscire il potenziale cliente dalla
comfort zone ma questo procedimento diventa assai
complesso quando la comunicazione è rivolta ad un target e
non a un soggetto specifico.
La conversione
L’azione che permette di guadagnare è la conversione,
tutte le attività, comunicazione, ottimizzazione sono atte a
convertire l’utente. L’utente che è dietro un pc, smartphone,
tablet e non riusciamo a guardare in faccia, non possiamo
capire quali siano le sue reazioni ad una comunicazione e cosa
ancora più grave, non possiamo intavolare una trattativa
per convertirlo. Quindi spesso l’affiliato deve fare leva su
tutti gli aspetti che possono spingere un utente alla
conversione: problematiche, paure, rivalsa sociale ecc.. e
guidare l’utente verso la conversione attraverso i giusti angles.
L’arte della vendita
Un affiliato è un venditore a tutti gli effetti, con i propri
strumenti e prodotti/servizi da vendere, una commissione sul
prodotto/servizio venduto e potenziali clienti da convertire.
Per ogni conversione l’affiliato riceve una commissione e
l’Advertiser paga solo per i risultati ottenuti. Vendere o
riferire potenziali clienti diventa quindi il pane quotidiano di
un affiliato che deve fare di una passione un lavoro.
Quali passi deve compiere un affiliato per guadagnare con
le affiliazioni?
 Creare una solida struttura: che può essere anche un
Blog di nicchia e acquisire autorevolezza.
 Iscriversi a network di affiliazione o programmi di
affiliazione diretti, consiglio di fare un’analisi dei
network o programmi a cui si ha intenzione di iscriversi,
se si scelgono network e programmi sbagliati si rischia di
perdere tempo e soldi. In genere si inizia con Google
AdSense, per capire le potenzialità di alcuni ad space e
l’affiliazione Amazon perchè, data la vastità di prodotti
presenti sullo store, di sicuro ci sarà qualcosa di
interessante da testare, per poi passare alle offerte dei
network.
 Selezionare le campagne o programmi più adatti al
suo target di utenti
 Non limitarsi a inserire banner, ma scrivere dei
publiredazionali e inserire link (sottoforma di CTA)
 Intraprendere tecniche SEO su determinati articoli
 Valutare le conversioni sui publiredazionali e pensare
ad un possibile ROI portando traffico a pagamento
 Creare community
 Ricercare sempre nuove campagne promozionali
L’affiliato così tesse una vera e propria partnership con il
network o advertiser e deve cercare nel tempo di fortificarla.
Spesso accade che un affiliato nei primi mesi di attività non
riesca a generare del reddito, questo fattore è scoraggiante.
Scoraggiante a tal punto di far abbandonare a più dell’80%
di persone che intraprendono questa strada, ma se rapportiamo
questa dinamica nella vita reale: chi senza esperienza (e senza
la consapevolezza dell’utilizzo di alcuni strumenti) sarebbe in
grado di essere un buon venditore?
Gli step da seguire e gli strumenti utilizzati sono tanti, le
possibilità che l’online offre sono molteplici. Tutta questa
abbondanza può essere un’autostrada per la ricchezza per chi
la sa percorrere oppure un labirinto senza uscita per chi cerca
di utilizzare queste opportunità senza criterio.
Per non fallire è necessario fissare una tempistica e obiettivi,
lavorare e studiare tanto e acquisire tutte le competenze
necessarie per essere un buon affiliato, i test promozionali
serviranno per accumulare esperienza e ottimizzare il proprio
lavoro fino al raggiungimento dei risultati. I risultati
difficilmente arrivano subito.
L’Affiliate Marketing è una grande opportunità perchè
permette di creare un lavoro senza costi iniziali e che si basa
al 100% sulle capacità che ha l’affiliato di svolgere il proprio
lavoro.
L’evoluzione dell’affiliato
1. Neofita (da zero a 1000€/l’anno): questo periodo può
durare anche 2 anni o può essere il primo e unico step di
molti affiliati. Come abbiamo visto, molti abbandonano
perchè non vedono guadagni importanti, ma ricordiamoci
che sono sempre i primi guadagni e quindi possono
essere anche una grossa spinta per chi ha difficoltà a
concepire questo lavoro come reale.
2. Affiliato part-time (+ di 1000€/l’anno) è quell’affiliato
che vede l’opportunità dell’Affiliate Marketing come un
guadagno extra o un secondo lavoro. La svolta avviene
quando avrà la prima campagna con un ROI
superpositivo e comincerà a focalizzare le sue attività in
maniera più strutturata.
3. Affiliato full-time (da 15.000€ a 40.000€ /l’anno) è
l’equivalente di un lavoro da impiegato, l’affiliato si
dedica al suo lavoro a tempo pieno ma non costruisce un
team, in genere in questa fascia ci sono affiliati che
lavorano con la SEO e non condividono il loro lavoro
con altri professionisti.
4. Affiliato di fascia alta (da 40.000 a 100.000€/l’anno) è
l’affiliato che ha formato un team composto almeno di
altre 3 persone e insieme concorrono per la stessa
finalità. Questo team lavora bene su 1 (al massimo 2)
canali promozionali.
5. Affiliato al di sopra della media (da 100.000€ a
1.000.000€/l’anno) è l’affiliato che ha un team da 4 a 10
persone e lavora su diversi canali promozionali, su più
paesi e con diverse tecniche – a questo livello si ha già
una solida struttura aziendale e il frutto di questo lavoro
difficilmente si acquisisce con 1 anno di attività.
6. Super Affiliato (+ di 1.000.000€/l’anno) è il sogno di
tutti gli affiliati ma questo livello conta l’1% degli
affiliati attivi in tutto il mondo. Il Super Affiliato ha un
team di più di 10 persone e lavora con tutti i canali
promozionali ma soprattutto su più di 8 Paesi
contemporaneamente.
Chi intraprende il lavoro dell’affiliato spesso sottovaluta un
aspetto: per passare dal livello Neofita a Super Affiliato c’è un
percorso da fare, fatto di successi e insuccessi, di delusioni e
sconfitte.
Essere un affiliato equivale a intraprendere un lavoro che
nonostante sia duro regala tante soddisfazioni.
L’arte della vendita
Un affiliato è un venditore a tutti gli effetti, con i propri
strumenti e prodotti/servizi da vendere, una commissione sul
prodotto/servizio venduto e potenziali clienti da convertire.
Per ogni conversione l’affiliato riceve una commissione e
l’Advertiser paga solo per i risultati ottenuti. Vendere o
riferire potenziali clienti diventa quindi il pane quotidiano di
un affiliato che deve fare di una passione un lavoro.
Quali passi deve compiere un affiliato per guadagnare con
le affiliazioni?
 Creare una solida struttura: che può essere anche un
Blog di nicchia e acquisire autorevolezza.
 Iscriversi a network di affiliazione o programmi di
affiliazione diretti, consiglio di fare un’analisi dei
network o programmi a cui si ha intenzione di iscriversi,
se si scelgono network e programmi sbagliati si rischia di
perdere tempo e soldi. In genere si inizia con Google
AdSense, per capire le potenzialità di alcuni ad space e
l’affiliazione Amazon perchè, data la vastità di prodotti
presenti sullo store, di sicuro ci sarà qualcosa di
interessante da testare, per poi passare alle offerte dei
network.
 Selezionare le campagne o programmi più adatti al
suo target di utenti
 Non limitarsi a inserire banner, ma scrivere dei
publiredazionali e inserire link (sottoforma di CTA)
 Intraprendere tecniche SEO su determinati articoli
 Valutare le conversioni sui publiredazionali e pensare
ad un possibile ROI portando traffico a pagamento
 Creare community
 Ricercare sempre nuove campagne promozionali
L’affiliato così tesse una vera e propria partnership con il
network o advertiser e deve cercare nel tempo di fortificarla.
Spesso accade che un affiliato nei primi mesi di attività non
riesca a generare del reddito, questo fattore è scoraggiante.
Scoraggiante a tal punto di far abbandonare a più dell’80%
di persone che intraprendono questa strada, ma se rapportiamo
questa dinamica nella vita reale: chi senza esperienza (e senza
la consapevolezza dell’utilizzo di alcuni strumenti) sarebbe in
grado di essere un buon venditore?
Gli step da seguire e gli strumenti utilizzati sono tanti, le
possibilità che l’online offre sono molteplici. Tutta questa
abbondanza può essere un’autostrada per la ricchezza per chi
la sa percorrere oppure un labirinto senza uscita per chi cerca
di utilizzare queste opportunità senza criterio.
Per non fallire è necessario fissare una tempistica e obiettivi,
lavorare e studiare tanto e acquisire tutte le competenze
necessarie per essere un buon affiliato, i test promozionali
serviranno per accumulare esperienza e ottimizzare il proprio
lavoro fino al raggiungimento dei risultati. I risultati
difficilmente arrivano subito.
L’Affiliate Marketing è una grande opportunità perchè
permette di creare un lavoro senza costi iniziali e che si basa
al 100% sulle capacità che ha l’affiliato di svolgere il proprio
lavoro.
L’evoluzione dell’affiliato
1. Neofita (da zero a 1000€/l’anno): questo periodo può
durare anche 2 anni o può essere il primo e unico step di
molti affiliati. Come abbiamo visto, molti abbandonano
perchè non vedono guadagni importanti, ma ricordiamoci
che sono sempre i primi guadagni e quindi possono
essere anche una grossa spinta per chi ha difficoltà a
concepire questo lavoro come reale.
2. Affiliato part-time (+ di 1000€/l’anno) è quell’affiliato
che vede l’opportunità dell’Affiliate Marketing come un
guadagno extra o un secondo lavoro. La svolta avviene
quando avrà la prima campagna con un ROI
superpositivo e comincerà a focalizzare le sue attività in
maniera più strutturata.
3. Affiliato full-time (da 15.000€ a 40.000€ /l’anno) è
l’equivalente di un lavoro da impiegato, l’affiliato si
dedica al suo lavoro a tempo pieno ma non costruisce un
team, in genere in questa fascia ci sono affiliati che
lavorano con la SEO e non condividono il loro lavoro
con altri professionisti.
4. Affiliato di fascia alta (da 40.000 a 100.000€/l’anno) è
l’affiliato che ha formato un team composto almeno di
altre 3 persone e insieme concorrono per la stessa
finalità. Questo team lavora bene su 1 (al massimo 2)
canali promozionali.
5. Affiliato al di sopra della media (da 100.000€ a
1.000.000€/l’anno) è l’affiliato che ha un team da 4 a 10
persone e lavora su diversi canali promozionali, su più
paesi e con diverse tecniche – a questo livello si ha già
una solida struttura aziendale e il frutto di questo lavoro
difficilmente si acquisisce con 1 anno di attività.
6. Super Affiliato (+ di 1.000.000€/l’anno) è il sogno di
tutti gli affiliati ma questo livello conta l’1% degli
affiliati attivi in tutto il mondo. Il Super Affiliato ha un
team di più di 10 persone e lavora con tutti i canali
promozionali ma soprattutto su più di 8 Paesi
contemporaneamente.
Chi intraprende il lavoro dell’affiliato spesso sottovaluta un
aspetto: per passare dal livello Neofita a Super Affiliato c’è un
percorso da fare, fatto di successi e insuccessi, di delusioni e
sconfitte.
Essere un affiliato equivale a intraprendere un lavoro che
nonostante sia duro regala tante soddisfazioni.
Quali passi deve compiere un affiliato per guadagnare con
le affiliazioni?
 Creare una solida struttura: che può essere anche un
Blog di nicchia e acquisire autorevolezza.
 Iscriversi a network di affiliazione o programmi di
affiliazione diretti, consiglio di fare un’analisi dei
network o programmi a cui si ha intenzione di iscriversi,
se si scelgono network e programmi sbagliati si rischia di
perdere tempo e soldi. In genere si inizia con Google
AdSense, per capire le potenzialità di alcuni ad space e
l’affiliazione Amazon perchè, data la vastità di prodotti
presenti sullo store, di sicuro ci sarà qualcosa di
interessante da testare, per poi passare alle offerte dei
network.
 Selezionare le campagne o programmi più adatti al
suo target di utenti
 Non limitarsi a inserire banner, ma scrivere dei
publiredazionali e inserire link (sottoforma di CTA)
 Intraprendere tecniche SEO su determinati articoli
 Valutare le conversioni sui publiredazionali e pensare
ad un possibile ROI portando traffico a pagamento
 Creare community
 Ricercare sempre nuove campagne promozionali
L’affiliato così tesse una vera e propria partnership con il
network o advertiser e deve cercare nel tempo di fortificarla.
Spesso accade che un affiliato nei primi mesi di attività non
riesca a generare del reddito, questo fattore è scoraggiante.
Scoraggiante a tal punto di far abbandonare a più dell’80%
di persone che intraprendono questa strada, ma se rapportiamo
questa dinamica nella vita reale: chi senza esperienza (e senza
la consapevolezza dell’utilizzo di alcuni strumenti) sarebbe in
grado di essere un buon venditore?
Gli step da seguire e gli strumenti utilizzati sono tanti, le
possibilità che l’online offre sono molteplici. Tutta questa
abbondanza può essere un’autostrada per la ricchezza per chi
la sa percorrere oppure un labirinto senza uscita per chi cerca
di utilizzare queste opportunità senza criterio.
Per non fallire è necessario fissare una tempistica e obiettivi,
lavorare e studiare tanto e acquisire tutte le competenze
necessarie per essere un buon affiliato, i test promozionali
serviranno per accumulare esperienza e ottimizzare il proprio
lavoro fino al raggiungimento dei risultati. I risultati
difficilmente arrivano subito.
L’Affiliate Marketing è una grande opportunità perchè
permette di creare un lavoro senza costi iniziali e che si basa
al 100% sulle capacità che ha l’affiliato di svolgere il proprio
lavoro.
L’evoluzione dell’affiliato
1. Neofita (da zero a 1000€/l’anno): questo periodo può
durare anche 2 anni o può essere il primo e unico step di
molti affiliati. Come abbiamo visto, molti abbandonano
perchè non vedono guadagni importanti, ma ricordiamoci
che sono sempre i primi guadagni e quindi possono
essere anche una grossa spinta per chi ha difficoltà a
concepire questo lavoro come reale.
2. Affiliato part-time (+ di 1000€/l’anno) è quell’affiliato
che vede l’opportunità dell’Affiliate Marketing come un
guadagno extra o un secondo lavoro. La svolta avviene
quando avrà la prima campagna con un ROI
superpositivo e comincerà a focalizzare le sue attività in
maniera più strutturata.
3. Affiliato full-time (da 15.000€ a 40.000€ /l’anno) è
l’equivalente di un lavoro da impiegato, l’affiliato si
dedica al suo lavoro a tempo pieno ma non costruisce un
team, in genere in questa fascia ci sono affiliati che
lavorano con la SEO e non condividono il loro lavoro
con altri professionisti.
4. Affiliato di fascia alta (da 40.000 a 100.000€/l’anno) è
l’affiliato che ha formato un team composto almeno di
altre 3 persone e insieme concorrono per la stessa
finalità. Questo team lavora bene su 1 (al massimo 2)
canali promozionali.
5. Affiliato al di sopra della media (da 100.000€ a
1.000.000€/l’anno) è l’affiliato che ha un team da 4 a 10
persone e lavora su diversi canali promozionali, su più
paesi e con diverse tecniche – a questo livello si ha già
una solida struttura aziendale e il frutto di questo lavoro
difficilmente si acquisisce con 1 anno di attività.
6. Super Affiliato (+ di 1.000.000€/l’anno) è il sogno di
tutti gli affiliati ma questo livello conta l’1% degli
affiliati attivi in tutto il mondo. Il Super Affiliato ha un
team di più di 10 persone e lavora con tutti i canali
promozionali ma soprattutto su più di 8 Paesi
contemporaneamente.
Chi intraprende il lavoro dell’affiliato spesso sottovaluta un
aspetto: per passare dal livello Neofita a Super Affiliato c’è un
percorso da fare, fatto di successi e insuccessi, di delusioni e
sconfitte.
Essere un affiliato equivale a intraprendere un lavoro che
nonostante sia duro regala tante soddisfazioni.
L’evoluzione dell’affiliato
1. Neofita (da zero a 1000€/l’anno): questo periodo può
durare anche 2 anni o può essere il primo e unico step di
molti affiliati. Come abbiamo visto, molti abbandonano
perchè non vedono guadagni importanti, ma ricordiamoci
che sono sempre i primi guadagni e quindi possono
essere anche una grossa spinta per chi ha difficoltà a
concepire questo lavoro come reale.
2. Affiliato part-time (+ di 1000€/l’anno) è quell’affiliato
che vede l’opportunità dell’Affiliate Marketing come un
guadagno extra o un secondo lavoro. La svolta avviene
quando avrà la prima campagna con un ROI
superpositivo e comincerà a focalizzare le sue attività in
maniera più strutturata.
3. Affiliato full-time (da 15.000€ a 40.000€ /l’anno) è
l’equivalente di un lavoro da impiegato, l’affiliato si
dedica al suo lavoro a tempo pieno ma non costruisce un
team, in genere in questa fascia ci sono affiliati che
lavorano con la SEO e non condividono il loro lavoro
con altri professionisti.
4. Affiliato di fascia alta (da 40.000 a 100.000€/l’anno) è
l’affiliato che ha formato un team composto almeno di
altre 3 persone e insieme concorrono per la stessa
finalità. Questo team lavora bene su 1 (al massimo 2)
canali promozionali.
5. Affiliato al di sopra della media (da 100.000€ a
1.000.000€/l’anno) è l’affiliato che ha un team da 4 a 10
persone e lavora su diversi canali promozionali, su più
paesi e con diverse tecniche – a questo livello si ha già
una solida struttura aziendale e il frutto di questo lavoro
difficilmente si acquisisce con 1 anno di attività.
6. Super Affiliato (+ di 1.000.000€/l’anno) è il sogno di
tutti gli affiliati ma questo livello conta l’1% degli
affiliati attivi in tutto il mondo. Il Super Affiliato ha un
team di più di 10 persone e lavora con tutti i canali
promozionali ma soprattutto su più di 8 Paesi
contemporaneamente.
Chi intraprende il lavoro dell’affiliato spesso sottovaluta un
aspetto: per passare dal livello Neofita a Super Affiliato c’è un
percorso da fare, fatto di successi e insuccessi, di delusioni e
sconfitte.
Essere un affiliato equivale a intraprendere un lavoro che
nonostante sia duro regala tante soddisfazioni.

Potrebbero piacerti anche