Sei sulla pagina 1di 3

Con il processo tributario si continua il procedimento tributario davanti ad un soggetto in posizione di terzietà.

Consentiamo una tutela dei diritti degli interessati e consentiamo di assicurare il rispetto delle regole stabilite dalla
legge.
Procedimento ≠Processo.
Non tutto quello che appartiene al procedimento entra nel processo, perchè entra nel processo solo quello che le
parti del processo stesso vi fanno entrare. Se una parte decide di non impugnare l’atto, quella parte non partecipa al
processo. Logicamente non può esserci il processo se non c’è una parte privata validamente costituita, invece ci può
essere un processo se non c’è la parte pubblica validamente costituita -> processo contumaciale

 In quale situazione il processo non può continuare se non in presenza di tutte le parti?
Litisconsorzio necessario, per esempio è obbligatorio quando riguarda le società di persone p regime di tassazione di
gruppo.
 Perchè è necessario per le società di persone e per i rapporti di gruppi?
Tutto ciò che è delle società di persone è dei soci della società. C’è una imputazione obbligatoria per trasparenza per
il reddito delle società di persone ai soci delle società stesse. Una volta determinanto il reddito delle s. di persone
quel reddito viene ribaldato sui soci. -> ci deve essere piena identità tra ciò che riguarda le s. di persone e ciò che
riguarda i soci persone fisiche.
Il processo non può andare avanti se le persone non sono messe incondizione di poter partecipare, ma il processo
continua se una persona si mette di cattiva volontà e non vuole partecipare e gli effetti di quel processo riguardano
anche quella persona, perchè quella persona è stata messa in condizione di partecipare al processo perchè era
necessario che quella persona partecipasse. Se anche una sola persona impugna l’atto, il giudice deve ordinare
l’integrazione del contraddittorio nel confronti degli altri soci della società di persona.
 Quando non c’è il litisconsorzio necessario, che cosa accade in relazione alla persona che non ha
impugnato l’atto? Potrà partecipare al processo?
Litisconsorzio facoltativo -> il soggetto che non ha impugnato l’atto può partecipare al processo. Participerebbe
attraverso l’intervento.
Se io ho l’onere di impugnare l’atto per evitare che si formi la definitività dell’atto poi si pone il problema che nel
momento in cui voglio partecipare non ho adempiuto i miei oneri: non bisogna superare gli effetti della definitività
dell’atto.

Liti da rimborso.
Nella maggior parte dei casi scaturiscono da un’istanza di rimborso alla quale l’amministrazione non risponde,
perchè non ritiene di dover dare rimborso -> silenzio-rifiuto -> abbiamo l’istanza e il ricorso.
Nel rifiuto-espresso -> istanza, l’atto di rifiuto e il ricorso.

Ripercusioni sulle liti da rimborso.


Quando abbiamo il rifiuto tacito ci deve essere una piena corrispondenza tra istanza e ricorso per quanto riguarda i
profili motivazionali. Se nell’istanza non sono stati messi alcuni profili motivazionali, NON POSSO ESSERE AGGIUNTI
DOPO.
Quando abbiamo un rifiuto espresso , l’amministrazione ha formulato un proprio atto, e l’amministrazione nelle
controdeduzioni (atto di risposta al ricorso) NON PU0 MODIFICARE i profili motivazionali rispetto a quelli
procedimentali. Quindi il ricorrente non può mettere profili motivazionali diversi da quelli dell’istanza, però HA IL
DIRITTO DI FORMULARE IL RICORSO RISPONDENDO A QUEI PROFILI MOTIVAZIONALI DELL’ATTO DEL
PROCEDIMENTO CON CUI MI SI E’ NEGATO IL RIMBORSO: c’è una concatenazione tra istanza, atto di rifiuto, ricorso e
controdeduzioni, perchè in relazione ad ogni atto c’è il diritto di difendersi, quindi la motivazione va intesa nelle
ragioni giuridiche a sostenza della propria pretesta processuale.
Il ricorrente, quindi, ha più margine di motivazione rispetto al rifiuto tacito.
I giudici nel processo tributario dispongono su quanto le parti hanno dedotto dal processo e in ragione ai fatti provati
dagli stessi. Il processo tributario è un processo dispositivo, il giudice non ha possibilità di indagare ( non è un
processo inquisitorio).
 Il reclamo-mediazione è un atto diverso o è una parte del processo tributario?
È una parte del processo. Viene inserito nel processo nell’atto introduttivo del giudizio.

È possibile impugnare gli atti ma anche le sentenze. Quindi spesso il processo tributario si esaurisce nel primo grado
oppure continua nel 2 e 3 grado di giudizio.
Perchè c’è necessità di piu di un grado di giudizio?
Nel nostro ordinamento giuridico non c’è una revisione giuridica in un unico grado di giudizio ecco perchè si
consente piu gradi di giudizio. Inoltre ci potrebbero esserci degli errori da parte di un giudice.
Anche la revisione della pronuncia giudiziale rafforza la tutela giudiziale.

 Può il processo tributario continuare se la prte resistente non si costituisce in giudizio?


Si, il processo si svolgerà in contumacia
 Se la parte resistente si costituisce in giudizio e non obietta a quanto stabilito dalla parte ricorrente, il
giudice è obbligato a dare ragione alla parte ricorrente?
No, in quanto il giudice deve verificare se le argomentazioni in base alle quali la parte ricorrente chiede
l’annullamento dell’atto ( in caso di impugnato di atto) sono corretti e condivisibili. Quindi anche se non ci fosse una
contestazione da parte della parte resistente questo non determina che abbia ragione la parte ricorrente.

Le impugnazioni
 Perchè è necessaria una impugnazione?
Perchè il processo è finalizzato a garantire l'effettivo merito sull'applicazione del tributo,e quindi la presenza
di più gradi rafforza questa funzione di garanzia.
Nel nostro sistema c’è una misurazione della misura in cui il contributo è dovuto fatta prima dal contribuente, poi
dall’amministrazione e poi alla fine dai giudici.
Ci sono due gradi di merito e un terzo che è il giudizio di legittimità. C’è un controllo che viene fatto dalla
commissione trib regionale su quanto pronunciato dalla commiss trib provinciale, ( in I e II grado possiamo avere
questioni di fatto e di diritto, mentre nel III grado c’è un intervento volto a preservare l’omogenea interpretazione
del diritto e un’applicazione del processo tributario in conformità della garanzie costituzionali del giusto processo).

 Quando è possibile il ricorso per saltum (cioè scavalcando il grado di giudizio della commissione regionale)?
Per quali impugnazioni?
Per la violazione delle norme di diritto.
Se andiamo per saltum sulle norme della violazione del diritto automaticamente ci precludiamo un riesame della
situazione di fatto.
Se abbiamo violazioni solo su punti di diritto, si può considerare il ricorso per cassazione per saltum, e questo
accelera i tempi per ottenere la cosa giudicata ma soprattutto cristallizziamo la formazione della denifitività del fatto,
perchè la cassazione non interviene su questi di fatto.
 Quando la cassazione si pronuncia su una questione di diritto ma la controparte fa un ricorso per una
questione di fatto, come si risolve?
È un problema che riguarda l’ammissibilità del ricorso per saltum. Quando si impugna per motivi di diritto e la
controparte ha diritto di impungare i motivi della sentenza di I grado per motivi relativi al fatto, la cassazione tenga
presente di questo.
Sono due strade che non possono procedere in parallelo; il ricorso per saltum è eccezionale, cioè è qualcosa che può
essere fatto solo nella misura in cui nulla osti, normalmente la strada è il ricorso con impugnazione dinanzi alla
commissione trib regionale.
 Qual è la differenza tra appello e cassazione in termini di impugnazioni sostitutivo e giudizio
rescindente/rescissiorio?
L'impugnazione rescindente ha effetto di annullamento della sentenza, mentre quella sostitutiva , si "sostituisce" alla
sentenza impugnata.
 Quando si ha il giudizio rescissorio?
La cassazione può fare un annullamento con rinvio ma in ambito piu ampio rispetto a quello che accade con
l’impugnazione sostitutiva. La cassazione cassa con rinvio o senza rinvio. A volte i gradi di giudizio sono piu di tre,
perchè se c’è l’effetto rescindente ma ci sono delle valutazioni di fatto che la cassazione concretamente non può fare
perche non ha la giurisdizione in linea di principio, la cassazione cassa con rinvio e come se tornassimo di nuovo
indietro però questa volta le commissioni tributarie devono riprendere le questioni tenendo presente
l’intrpretazione del diritto fatta dalla cassazione.
 Quali sono gli altri casi in cui abbiamo piu di tre gradi di giudizio?
Nella revocazione straordinaria.
 Il dottore commercialista puo fare fare l’azione di revocazione?
La revocazione si, ma cassazione no, però corte di giustizia e EU si.