Sei sulla pagina 1di 80

Paniere storia della musica -

eCampus (2020/2021),
Bertieri Maria Chiara (12 CFU
- L.A.M.S.), Panieri di Storia
Della Musica Moderna E
Contemporanea
Storia Della Musica Moderna E Contemporanea
Università telematica e-Campus
79 pag.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Set Domande
STORIA DELLA MUSICA
LETTERATURA, ARTE, MUSICA E SPETTACOLO
Docente: Bertieri Maria Chiara
2020/2021

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 002
01. Quale di queste sezioni non fa parte del Proprium missae?

Agnus Dei

Introito

Offertorio

Alleluia

02. Come si chiamano i segni della notazione del canto gregoriano?

ligaturae

neumi

punti
note

03. Rispetto all’ambientazione, a quale categoria appartiene il canto gregoriano?

alla musica profana

alla musica sacra ma non liturgica

alla musica sacra e profana


alla musica liturgica

04. In che lingua è cantato il canto gregoriano?

latino

italiano

francese
tedesco

05. Qual è l’organico del canto gregoriano?

voci e orchestra

solo voci

orchestra

voci e strumento solista

06. Quale di queste sezioni non fa parte dell’Ordinarium missae?

Kyrie

Offertorio

Credo

Agnus Dei

07. Con quale altro nome veniva designato il ‘canto gregoriano’?

cantus prius factus

cantus planus

cantus al tenor
cantus firmus

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
08. A chi si attribuisce l’invenzione del rigo musicale?

Guido d’Arezzo

Claudio Monteverdi

Gregorio Magno

L’evangelista Giovanni

09. Come è eseguito il brano «Dominus dixit ad me» previsto tra gli ascolti del corso?

ad una voce

a più voci diverse

a più voci all’unisono


a due voci diverse

10. Cosa significa ‘adiastematico’?

senza indicazione di strumenti

con note senza indicazione di durata

senza rigo musicale


senza note musicali

11. Si illustrino le caratteristiche del canto gregoriano.

12. Si descriva la notazione del canto gregoriano.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 003
01. A quale tipologia appartiene la lauda medievale?

alla musica sacra non liturgica

alla musica sia profana che liturgica

alla musica profana


alla musica liturgica

02. Che cos’è la ribeca?

uno strumento a fiato

uno strumento a corde

il leggio dove si appoggiavano i libri liturgici


uno dei segni del canto gregoriano

03. Si illustri la lauda quattrocentesca e i canti carnascialeschi.

Lezione 004
01. Cosa significa monodia?

a due voci con linee melodiche uguali

a molte voci con linee melodiche diverse

a molte voci con linee melodiche uguali


a una sola voce

02. A quale genere appartiene il madrigale trecentesco?

alla musica monodica

alla musica polifonica

alla musica omofona


alla musica strumentale

03. Cosa significa omofonia?

a molte voci con linee melodiche diverse

a molte voci solo femminili con linee melodiche diverse

a molte voci solo maschili con linee melodiche diverse


a molte voci con linee melodiche uguali

04. Dove venne elaborata inizialmente la polifonia?

a Londra

a Vienna

a Parigi

a Firenze

05. Quale tra le seguenti affermazioni relative all’Ars Nova italiana è sbagliata?

iniziò ad essere praticata nell’Italia settentrionale

si riferisce alla tecnica della monodia

deriva da pratiche utilizzate in Francia

cominciò ad essere praticata intorno al XIII secolo

06. Quante sono di solito le voci di un madrigale trecentesco?

5o6

3o4

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
07. Chi è il l'autore della musica del brano Non al suo amante più Diana piacque?

Francesco Petrarca

Jakob Arcadelt

Iacopo da Bologna

Giovanni da Cascia

08. In che periodo visse Iacopo da Bologna?

nel XVI secolo

nel XVII secolo

nel XIV secolo


nel XV secolo

09. Qual è la struttura del madrigale «Non al suo amante più Diana piacque»?

ABA

ABB
AAB

ABA'

10. Per quali composizioni è noto il compositore Iacopo da Bologna?

per le laudi
per le frottole

per le chanson

per i madrigali

11. Attraverso esempi tratti dai brani in ascolto, si descrivano le differenze tra monodia, omofonia e polifonia.

12. Si descrivano le caratteristiche dell’Ars nova italiana.

Lezione 005
01. In che periodo cominciò l’arrivo in Italia di compositori fiamminghi?

verso la fine del Duecento

nel primo Quattrocento

nel primo Cinquecento


nel secondo Quattrocento

02. In che periodo fu praticata la frottola?

dal 1520 al 1560 circa

dal 1400 al 1440 circa

dal 1480 al 1520 circa


dal 1440 al 1480 circa

03. In cosa consiste la maggiore produzione di Benedetto il Chariteo?

canti carnascialeschi

brani liturgici in lingua latina

chanson francesi composte però per le corti italiane


canti improvvisati

04. Chi è il musicista autore della frottola «Ostinato vo seguire»?

Bartolomeo Tromboncino

Jacob Arcadelt

Pietrobono dal Chitarrino

Ottaviano Petrucci

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
05. Rispetto al tipo di scrittura, a quale categoria appartiene la frottola?

alla musica strumentale

alla musica monodica

alla musica omofona


alla musica polifonica

06. Quale di queste composizioni è scritta senza seguire le regole del contrappunto?

la frottola

il madrigale del Cinquecento


il canto gregoriano

la chanson

07. Qual è lo schema musicale che rispecchia la frottola «Ostinato vo seguire»?

AABB

ABA

AABA’

ABA’

08. Quale tra le seguenti affermazioni relative al brano Ostinato vo’ seguire è sbagliata?

è un brano strofico

è un brano per sole voci femminili

presenta la tecnica contrappuntistica

Si tratta di una frottola

9. Si pongano a confronto i generi della frottola e del madrigale, indicando somiglianze e differenze tra essi, con esplicito riferimento ai brani in ascolto.

10. Si illustri il concetto di ‘contrappunto’, portando esempi tra i brani in ascolto.

11. Si descrivano le caratteristiche della frottola, illustrando esempi tra i brani in ascolto.

Lezione 006
01. In quale zona si diffuse prevalentemente la lauda?

nell’Italia meridionale

nella Francia meridionale

nelle Fiandre

nell’Italia centro-settentrionale

02. Quante sono mediamente le voci di un canto carnascialesco di fine Quattrocento?

1 voce

1 voce più uno o due strumenti

2 voci
4 voci

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 007
01. Cosa significa ‘stile a cappella’?

per voci e strumenti

per soli strumenti

per sole voci

per voci, strumento solista e orchestra

02. Qual è la tecnica compositiva più diffusa dello stile fiammingo?

polifonia

monodia

omofonia

monodia accompagnata

03. Come si chiama il procedimento in cui una voce riprende una parte della melodia appena eseguita da un’altra voce?

omoritmia

monodia

omofonia
imitazione

04. Quante sono le parti fisse dell’Ordinarium missae?

5. Cosa significa cantus prius factus?

canto liturgico

canto preesistente

canto prevalente
canto profano

06. Che cos’è il mottetto quattrocentesco?

un brano liturgico monodico

un brano profano polifonico

un brano liturgico polifonico


un brano profano monodico

07. Che cos’è la chanson?

una composizione profana polifonica

una composizione sacra monodica

una composizione sacra polifonica


una composizione profana monodica

08. Chi è l’autore della chanson «Aultre Vénus»?

Jacob Arcadelt

Josquin Deprez

Johannes Ockeghem

Bartolomeo Tromboncino

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
09. Quante sono di solito le voci di un mottetto quattrocentesco?

1 voce

4 o 5 voci

2 o 3 voci

2 voci e uno strumento a corde

10. In che periodo fu composta la prima messa polifonica attribuibile ad un unico autore?

all’inizio del Trecento

all’inizio del Quattrocento

a metà del Trecento

a metà del Quattrocento

11. Qual è la voce a cui di solito si affidava la melodia preesistente di una messa polifonica?

il bassus

il tenor

il cantus
l’altus

12. Cosa mettono in musica i mottetti quattrocenteschi e cinquecenteschi?

parti dell’ordinarium missae

parti dell’ordinarium e del proprium missae


parti del proprium missae

testi profani inseriti in contesti liturgici

13. Quante sono di solito le voci di una chanson?

1 voce

1 voce e uno strumento

2 voci

3 o 4 voci

14. Quale tra le seguenti affermazioni relative al brano Aultre Venus è sbagliata?

è a quattro voci

è una chanson

è una composizione di Archadelt


è un brano polifonico

15. Quali sono le parti fisse dell’Ordinarium missae?

Kyrie, Gloria, Credo, Sanctus-Benedictus, Agnus Dei

Kyrie, Communio, Credo, Sanctus-Benedictus, Offertorio

Kyrie, Gloria, Communio, Sanctus-Benedictus, Offertorio

Introitus, Kyrie, Gloria, Sanctus-Benedictus, Agnus Dei

16. Facendo un confronto tra i brani Aultre Venus e Il bianco e dolce cigno, quale dei due presenta degli elementi di stroficità?

Solo Aultre Venus

Entrambi i brani

Solo Il bianco e dolce cigno

Nessuno dei due

17. Quante sono di solito le voci di un mottetto duecentesco?

3 voci

1 voce

5 voci

2 voci e uno strumento a corde

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
18. Cosa significa ‘messa ciclica’?

messa in cui tutti i brani del proprium presentano la stessa melodia

messa in cui la melodia preesistente è sicuramente profana (come ad esempio L’homme armé)

messa in cui tutti i brani dell’ordinarium presentano la stessa melodia

messa in cui tutti i brani dell’ordinarium e del proprium si basano su una melodia gregoriana

19. Che cos’è il canone?

un’imitazione fatta cominciando dalla fine e risalendo fino all’inizio

un’imitazione dall’inizio alla fine che può cominciare da altezze diverse

un’imitazione fatta all’unisono dall’inizio alla fine del brano


un’imitazione delle prime note del soggetto presentato inizialmente

20. Si illustri il concetto di canone.

21. Si descrivano le caratteristiche della chanson, illustrando esempi tra i brani in ascolto.

22. Si descrivano le caratteristiche dello 'stile fiammingo' attraverso esempi tra i brani in ascolto.

23. Si descrivano le caratteristiche del mottetto.

24. Si illustri il concetto di ‘stile a cappella’ attraverso esempi tra i brani in ascolto.

25. Si confrontino il genere della chanson e quello della frottola, mettendo in evidenza somiglianze e differenze, con espliciti riferimenti ai brani in ascolto.

26. Che cos'è e dove viene utilizzata l’imitazione? Si proponga qualche esempio tra i brani in ascolto.

Lezione 008
01. Che cos’è l’intavolatura?

la scrittura a stampa per la musica vocale e strumentale

la scrittura a stampa per i madrigali

la scrittura a stampa per la musica strumentale


la scrittura a stampa per la musica vocale

02. In che anno fu stampata la raccolta petrucciana Harmonice musices odhecaton?

1455

1501

1539
1475

03. Quando è stata inventata la stampa musicale?

intorno al 1500

intorno al 1450

intorno al 1600
intorno al 1550

04. Da chi è stata inventata la stampa musicale a caratteri mobili?

da Andrea Antico

da Franchino Gaffurio

da Johannes Gutenberg
da Ottaviano Petrucci

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
05. In quale città ha avuto avvio la stampa musicale?

a Fossombrone

a Venezia

a Roma

a Firenze

06. Da chi, dove e quando è stata inventata la stampa musicale?

a Roma intorno al 1500 da Ottaviano Petrucci

a Venezia intorno al 1510 da Andrea Antico

a Venezia intorno al 1500 da Ottaviano Petrucci


a Roma intorno al 1510 da Andrea Antico

07. Quale tra le seguenti affermazioni relative alla stampa musicale è sbagliata?

si stampavano anche intavolature

è iniziata con Gutemberg

è iniziata a Venezia

è stata inventata nei primi anni del Cinquecento

08. Quando, dove e come è nata la stampa musicale? Quali sono i generi stampati nella prima fase della stampa musicale?

09. Cosa si intende per intavolatura?

Lezione 009
01. Quale tra le seguenti affermazioni relative al clavicembalo è corretta?

è uno strumento a fiato

è un tipo di scrittura a stampa

è uno strumento a tastiera orizzontale

è uno strumento del periodo dell’Ars nova italiana

02. Quale tra le seguenti affermazioni relative alla Toccata terza di Frescobaldi è sbagliata?

è stata composta a inizio Seicento

è un brano solo strumentale

è una composizione per strumento a tastiera


è un brano solo manoscritto

03. Che cos’è il clavicembalo?

uno strumento a tastiera

uno strumento aerofono

uno strumento a fiato

uno strumento a percussione

04. Che cos’è il liuto?

uno strumento aerofono

uno strumento a corde

uno strumento a fiato

uno strumento a percussione

05. Si illustri la forma e l'uso del clavicembalo e dell'organo, portando esempi tra i brani in ascolto.

06. Si descriva il liuto in rapporto alla sua forma e all'uso che se ne faceva nel periodo di massima utilizzazione, con espliciti riferimenti ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 010
01. In che periodo ha esordito il madrigale cinquecentesco?

intorno al 1560-1570

intorno al 1490-1500

intorno al 1520-1530
intorno al 1590-1600

02. Quale di questi compositori non scrisse madrigali polifonici in stile contrappuntistico?

Claudio Monteverdi

Luca Marenzio

Giovanni Pierluigi da Palestrina

Pietrobono del Chitarrino

03. Quale tra le seguenti affermazioni relative al madrigale cinquecentesco è sbagliata?

erano brani in lingua italiana

non furono mai stampati

erano brani polifonici


ne furono composti molti

04. Quale tra le seguenti affermazioni relative al madrigale cinquecentesco è sbagliata?

furono composti solo da musicisti italiani

erano brani a più voci

usavano la tecnica contrappuntistica


non avevano ripetizioni di melodia

05. Si illustri il madrigale musicale del Cinquecento, con espliciti riferimenti agli ascolti previsti nel corso.

Lezione 011
01. Quante sono mediamente le voci di un madrigale cinquecentesco del primo periodo?

3o4

7o8
1o2

02. Rispetto all’ambientazione, a quale categoria appartiene il madrigale della prima metà del Cinquecento?

all’ambito profano

all’ambito liturgico

all’ambito sacro ma non liturgico

sia all’ambito sacro che a quello liturgico

03. Che tipo di composizione è il madrigale della prima metà del Cinquecento?

una composizione profana monodica

una composizione profana polifonica

una composizione sacra polifonica


una composizione sacra monodica

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
04. Qual è il rapporto del madrigale con la stroficità?

la stroficità è completamente assente

la stroficità è una componente frequente

la stroficità è una componente fondamentale


la stroficità è piuttosto rara

Lezione 012
01. In quale città si eseguirono, nel 1589, alcuni celebri intermedi in cui si cantarono anche madrigali?

a Parigi

a Roma

a Napoli

a Firenze

02. Si illustrino gli Intermedi del secondo Cinquecento.

Lezione 013
1. A proposito di quale genere Marc’Antonio Mazzone scrisse «il corpo della musica son le note, e le parole son l’anima, e sì come l’anima per
esser più degna del corpo deve da quello esser seguita ed imitata, così anco le note devono seguire ed imitare le parole»?

la frottola

il canto carnascialesco

il madrigale

la musica per liuto

02. In che periodo è stato composto il madrigale «Il bianco e dolce cigno»?

anni Dieci del Cinquecento

anni Sessanta del Cinquecento

anni Novanta del Cinquecento


anni Trenta del Cinquecento

03. Quale tra le seguenti affermazioni relative al brano Il bianco e dolce cigno è sbagliata?

è un brano di Archadelt

è un madrigale letterario

è un madrigale musicale
è un brano omofonico

04. Chi è il musicista autore del madrigale «Il bianco e dolce cigno»?

Alfonso d’Avalos

Jacob Arcadelt

Gesualdo da Venosa

Claudio Monteverdi

05. Qual è la forma metrica del madrigale «Il bianco e dolce cigno»?

ballata

ottava rima

madrigale
sonetto

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
06. Qual è l’organico del madrigale «Il bianco e dolce cigno»?

4 voci

1 voce e clavicembalo

4 voci e clavicembalo
1 voce

07. Chi è il poeta autore dei versi de Il bianco e dolce cigno?

Francesco Petrarca

Alfonso d’Avalos

Jacob Arcadelt

Dante Alighieri

08. Quale tra queste affermazioni relative al brano Il bianco e dolce cigno è sbagliata?

è un brano cinquecentesco

è stato composto da un autore fiammingo

è un brano polifonico

è un brano vocale e strumentale

Lezione 014
01. In che periodo i madrigali cominciarono a presentare una parte strumentale grave?

alla fine del Cinquecento

a metà del Seicento

all’inizio Cinquecento
a metà del Cinquecento

02. Quale città, in epoca rinascimentale, vantava un gruppo di cantatrici che si esibiva in modo esclusivo per la corte?

Ferrara

Firenze

Venezia

Milano

03. Quali furono i poeti più scelti dai compositori per mettere in musica i loro versi nei primi decenni del Seicento?

Petrarca e Dante

Guarini, Tasso e Marino

Cassola, Sannazaro e Bembo

Petrarca, Bembo e Ariosto

04. Cosa significa ‘madrigale concertato’?

madrigale eseguito con voci e strumenti

madrigale per sole voci femminili

madrigale ad una sola voce

madrigale eseguito durante una cerimonia privata della corte

05. Quali di questi strumenti erano i più adatti ad eseguire il basso continuo nei madrigali concertati?

liuto, violino, oboe

violino, oboe

violone, clavicembalo, arciliuto


violino, flauto

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
06. Nel Cinquecento, qual è il poeta più scelto dai madrigalisti del primo periodo?

Dante

Bembo

Petrarca

Sannazaro

07. Si descriva il concetto di ‘basso continuo’ attraverso riferimenti ai brani in ascolto.

Lezione 016
01. Rispetto all’ambientazione, a quale categoria appartiene la Toccata da I fiori musicali prevista tra gli ascolti del corso?

all’ambito liturgico

all’ambito sacro e profano insieme

all’ambito sacro ma non liturgico


all’ambito profano

02. Chi è il musicista autore de I fiori musicali?

Giovanni Pierluigi da Palestrina

Claudio Monteverdi

Girolamo Frescobaldi

Luca Marenzio

03. A cosa fa riferimento la dicitura ‘canto figurato’?

alla polifonia

alla omofonia

al canto gregoriano
alla monodia

Lezione 017
01. Qual è l’organico del mottetto «Pueri hebraeorum» previsto tra gli ascolti del corso?

voci e strumenti

1 voce e uno strumento

più voci
1 voce

02. Cosa sono i ‘piffari’?

strumenti a percussione

strumenti a fiato

strumenti a tastiera
strumenti a corde

03. Quale tra le seguenti affermazioni relative al brano Pueri hebraeorum è sbagliata?

è un brano cinquecentesco

è un brano polifonico

è un brano vocale-strumentale
è un brano a 4 voci
Document shared on www.docsity.com
Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
04. A quale categoria appartiene il brano «Pueri hebraeorum» previsto tra gli ascolti del corso?

musica profana

musica liturgica

musica sacra

musica profana e sacra insieme

05. A quale genere appartiene il brano «Pueri hebraeorum» previsto tra gli ascolti del corso?

messa ciclica

frottola

mottetto
madrigale

06. Cosa si poteva ascoltare in chiesa nel periodo rinascimentale?

solo canto gregoriano

sia canto gregoriano, sia musica polifonica

solo musica strumentale


solo musica polifonica

07. Chi è il musicista autore del mottetto «Pueri haebreorum» previsto tra gli ascolti del corso?

Claudio Monteverdi

Girolamo Frescobaldi

Luca Marenzio

Giovanni Pierluigi da Palestrina

08. Si illustrino alcune delle composizioni di Claudio Monteverdi, con riferimenti a quelle previste in ascolto.

Lezione 018
01. Chi è il musicista autore del brano Sonata sopra Santa Maria a 8 dal Vespro della Beata Vergine, previsto tra gli ascolti del corso?

Giovanni Pierluigi da Palestrina

Luca Marenzio

Claudio Monteverdi

Girolamo Frescobaldi

02. Quale fu il compositore che ebbe un ruolo importante dopo il Concilio di Trento?

Claudio Monteverdi

Girolamo Frescobaldi

Arcangelo Corelli

Giovanni Pierluigi da Palestrina

03. In che periodo si svolse il Concilio di Trento?

tra il 1492 e il 1504

tra il 1601 e il 1643

tra il 1545 e il 1563


tra il 1349 e il 1377

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
04. Cosa significa messa-parodia?

messa con elementi imitativi comici

messa in cui ogni brano è basato sulla stessa melodia

messa che imita un’altra messa

messa con elementi esterni spesso profani

05. Quale importante decisione fu presa durante il Concilio di Trento?

eseguire solo messe in latino

eliminare dalla messa la polifonia

utilizzare per la messa solo il canto gregoriano


eliminare dalla messa gli elementi profani

06. Quale problema stava particolarmente a cuore al cardinale Carlo Borromeo?

la presenza del canto gregoriano nelle messe

la presenza della polifonia nelle messe

la presenza di elementi profani nella messa


la comprensione delle parole della messa

07. In che modo Vincenzo Ruffo cercò di migliorare la comprensibilità del testo della messa?

traducendo la messa in italiano

incentivando l’omoritmia

incentivando l’imitazione polifonica


incentivando gli elementi fugati

08. Chi era Vincenzo Ruffo?

un vescovo

uno stampatore di messe polifoniche

un compositore

un autore di testi sacri

9. Si illustri la musica in relazione al Concilio di Trento.

10. Cosa si intende per ‘messa-parodia’?

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 020
01. Quando fu coniato il termine ‘monodia’ per indicare il canto a voce sola?

durante il Seicento

dagli antichi romani intorno al I secolo d. c.

dagli antichi greci in epoca classica

durante il medioevo al tempo di Gregorio Magno

02. In quale città si riuniva la camerata Bardi?

Venezia

Ferrara

Firenze

Mantova

03. Chi sovrintendeva alla musica e agli spettacoli di corte nella Firenze dell’ultimo Cinquecento?

Iacopo Peri

Giovanni Bardi

Claudio Monteverdi

Emilio de’ Cavalieri

04. Chi era Ottavio Rinuccini?

uno stampatore

un cantore

un musicista
un poeta

5. Chi scrisse il Dialogo… della musica antica e della moderna?

Vincenzo Galilei

Ottavio Rinuccini

Giovanni Bardi

Girolamo Mei

6. Si pongano a confronto i due generi seicenteschi dell'oratorio e dell'opera, individuando somiglianze e differenze, con espliciti riferimenti ai brani in ascolto.

7. Si illustri il ruolo della ‘camerata Bardi’.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 021
01. Quali sono le due città che furono teatro di eventi importanti per la storia dell’opera nel 1600?

Firenze e Roma

Roma e Mantova

Mantova e Firenze

Firenze e Venezia

02. Chi è il maggiore esponente della lirica anacreontica, autore di libretti per opere in musica?

Ottavio Rinuccini

Iacopo Corsi

Alessandro Striggio

Gabriello Chiabrera

03. Quale tecnica contraddistingue l’opera L’Euridice di Peri e Caccini?

l’omofonia

la poliritmia

la monodia accompagnata
la polifonia

04. In quale città e in quale anno fu rappresentata per la prima volta l’opera L’Euridice?

a Roma nel 1610

a Firenze nel 1610

a Roma nel 1600


a Firenze nel 1600

05. Chi sono gli autori (musicisti e librettista) dell’opera Euridice rappresentata nell'autunno del 1600 a Firenze?

Peri/Caccini e Rinuccini

Monteverdi/Peri e Striggio

Caccini/de’Cavalieri e Striggio

Monteverdi/Caccini e Rinuccini

06. Quali erano i versi preponderanti nelle opere fiorentine del primo Seicento?

settenari ed endecasillabi

quinari e senari

ottonari

settenari e decasillabi

07. In che periodo fu rappresentata l’opera La favola d’Orfeo di Monteverdi?

tra il 1610 e il 1620

tra il 1600 e il 1610

tra il 1580 e il 1590


tra il 1590 e il 1600

08. Dove si svolsero i celebri intermedi del 1589?

a Roma

a Firenze

a Venezia

a Mantova

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
9. Chi è il musicista autore della Rappresentazione di anima e di corpo?

Iacopo Peri

Emilio de’ Cavalieri

Giulio Caccini

Claudio Monteverdi

10. In che città e in che anno fu data per la prima volta la Rappresentazione di anima e di corpo?

a Roma nel 1607

a Firenze nel 1600

a Firenze nel 1607


a Roma nel 1600

11. Si illustri il ruolo della città di Firenze per l’inizio dell’opera in Italia.

Lezione 022
01. Nelle primissime opere fiorentine, in quali momenti si ricorreva alla composizione di arie?

prima dell’apertura del sipario

nei prologhi e nei cori

mai, non c’erano arie


nei momenti dialogati

02. Chi è il musicista autore dell’opera La favola d’Orfeo?

Marco da Gagliano

Claudio Monteverdi

Giulio Caccini

Iacopo Peri

03. Da dove sono tratti i soggetti delle prime opere fiorentine?

dalla mitologia

dalla storia romana

dal mondo contemporaneo


dalla storia greca

04. Dove fu rappresentata per la prima volta l’opera La favola di Orfeo di Monteverdi?

a Firenze

a Venezia

a Mantova

a Ferrara

05. Da quale opera è tratto il brano «Qui le Napee vezzose» previsto tra gli ascolti del corso?

da La favola di Orfeo di Monteverdi

da La Dafne di Peri

da L’Euridice di Peri e Caccini

da L’incoronazione di Poppea di Monteverdi

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
06. Quali città furono tra le prime a seguire l’esempio fiorentino dell’opera in musica nel primo Seicento?

Napoli e Milano

Milano e Venezia

Bologna e Roma

Roma e Milano

07. Quale tra questi compositori era attivo nella prima metà del XVII secolo?

Bach

Monteverdi

Ockeghem

Rossini

08. Dove fu rappresentata per la prima volta l’opera Andromeda, nel 1637?

in chiesa

in un teatro

in una sala da concerto


all’aperto

09. Quali furono le città che accolsero la prima diffusione dell’opera in musica?

Lezione 023
01. Quale tra le seguenti affermazioni relative all’opera veneziana L’Andromeda è sbagliata?

la si poteva vedere pagando un biglietto

è un’opera di Claudio Monteverdi

è stata rappresentata nel 1637


era un’opera tutta cantata

02. Qual è considerata la prima opera con ingresso a pagamento?

La favola d'Orfeo

La rappresentazione di Anima e di Corpo

L’Andromeda

La Dafne

03. In quale città fu rappresentata la prima opera con ingresso a pagamento?

Bologna

Venezia

Roma

Firenze

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
04. In che periodo dell’anno si svolgeva la stagione teatrale a Venezia nel secondo Seicento?

in primavera

in estate

in inverno
in autunno

05. A quale tipologia appartenevano le prime opere veneziane?

all’opera comica senza intromissioni serie

all’opera comica con presenza di ruoli anche tragici

all’opera seria con presenza di ruoli anche comici


all’opera semiseria

06. Si illustri il ruolo della città di Venezia per la diffusione dell’opera in Italia.

Lezione 024
01. In quale città e in quale anno fu rappresentata l’opera La coronazione di Poppea?

Venezia, 1607

Venezia, 1643

Mantova, 1607

Mantova, 1643

02. In che modo cambia il numero delle arie nelle opere veneziane degli anni Cinquanta e Sessanta del Seicento rispetto al periodo precedente?

aumentano di numero

rimangono sostanzialmente lo stesso numero

diminuiscono molto di numero


vengono praticamente eliminate

03. Quali di questi versi non sono adatti ad un’aria d’opera veneziana del secondo Seicento?

quartine di senari

strofe di versi misurati

settenari e endecasillabi sciolti


quartine di ottonari

04. Quali sono i versi che costituiscono il recitativo?

ottonari ed endecasillabi misurati

qualsiasi tipo di verso

settenari ed endecasillabi sciolti


settenari e ottonari sciolti

05. Chi è il musicista autore dell’opera La coronazione di Poppea?

Iacopo Peri

Emilio de’ Cavalieri

Giulio Caccini

Claudio Monteverdi

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
06. Quale tra le seguenti affermazioni relative al brano «Amici, è giunta l’ora» è sbagliata?

appartiene ad un’opera fiorentina

appartiene ad un’opera di Monteverdi

è eseguito da più voci

è stato composto intorno alla metà del Seicento

07. Chi canta il brano «Amici è giunta l’ora» previsto tra gli ascolti del corso?

Seneca in La coronazione di Poppea

Orfeo in La favola di Orfeo

Tito Manlio nell’opera omonima

Nerone in La coronazione di Poppea

08. Si illustri la forma dell’aria, portando esempi tra i brani in ascolto.

09. Si illustri la differenza tra recitativo e aria, portando esempi tra i brani in ascolto.

10. Si illustri la forma del recitativo, portando esempi tra i brani in ascolto.

11. Si illustri l’opera La coronazione di Poppea, soprattutto attraverso i brani in ascolto.

Lezione 025
01. Si descriva la forma e il funzionamento dei teatri veneziani nel secondo Seicento.

Lezione 026
01. Cosa succedeva generalmente alle opere veneziane del secondo Seicento?

non venivano mai più rappresentate

venivano riprese in altre città italiane

venivano eseguite in tutti i teatri veneziani


venivano riprese solo in teatri non italiani

02. Quali tra queste caratteristiche non è propria del teatro alla veneziana di metà Seicento?

platea con spettatori in piedi o seduti

presenza dell’arcoscenico

doppio palcoscenico
palchetti sovrapposti

03. Chi erano i Febi Armonici?

un gruppo di dame che cantavano a corte

una compagnia professionistica itinerante

un gruppo di intellettuali e letterati che si ritrovavano per discutere di musica


un ensemble di suonatori di strumenti a fiato

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
04. Quale di queste caratteristiche non è propria dell’opera veneziana del Secondo Seicento?

sbrigatività del recitativo

forte incidenza polifonica

grande numerosità delle arie


decorazioni ed effetti scenici

05. Quale tra queste opere ebbe maggiore diffusione dopo la prima rappresentazione?

La finta pazza

La rappresentazione di anima e di corpo

L’Euridice

La favola d’Orfeo

Lezione 027
01. Chi è il musicista autore dell’oratorio Susanna?

Alessandro Stradella

Bernardo Paquini

Alessandro Scarlatti

Claudio Monteverdi

02. Quali di questi elementi era presente in un qualsiasi oratorio italiano del Secondo Seicento?

recitativi

costumi

scenografie
azioni sceniche

03. Rispetto all’ambientazione, a quale categoria appartiene l’oratorio?

alla musica profana

alla musica sacra ma non liturgica

alla musica liturgica

alla musica sacra e profana assieme

04. Quale città diede grande impulso all’oratorio nel secondo Seicento?

Londra

Roma

Venezia

Firenze

05. Quale tra i seguenti brani previsti in ascolto è in versi sciolti?

Perché t’amo mia bella mia vita

Languir per una bella

Così l'afflitta donna

Casta diva

06. Quale tra le seguenti affermazioni relative all'oratorio Susanna è sbagliata?

contiene arie e recitativi

è una composizione sacra ma non liturgica

è una composizione di Stradella

è una composizione del primo Settecento

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
07. In che periodo fu composto l’oratorio Susanna?

tra il 1650 e il 1670

Tra il 1670 e il 1690

Tra il 1690 e il 1710

Tra il 1630 e il 1650

08. Quali di questi elementi era assente in un qualsiasi oratorio italiano del Secondo Seicento?

recitativi

cori

scenografie
arie

9. Si illustri l’oratorio Susanna attraverso i brani previsti in ascolto.

10. Si illustri il genere dell'oratorio nel Seicento.

Lezione 029
01. Quale tra le seguenti affermazioni relative al musicista Corelli è sbagliata?

ha composto sonate a tre

ha composto sonate da camera

ha composto oratori sacri

è vissuto tra il XVII e il XVIII secolo

02. Quale diffusione ebbero le sonate e i concerti di Corelli?

ebbero numerose ristampe sia in Italia che all’estero

ebbero numerose ristampe ma solo in Italia, e soprattutto a Roma

non furono mai più stampati se non in epoca moderna


ebbero numerose ristampe ma solo all’estero

03. Che cos’è una sonata a tre?

un brano strumentale di solito per due violini e basso continuo

un brano vocale e strumentale di solito per due cantanti e basso continuo

un brano strumentale di solito per 3 violini

un brano vocale e strumentale di solito per due cantanti e pianoforte

04. In quali momenti della messa venivano eseguite alcune sonate a 3 di Corelli?

non si sa con esattezza

durante l’elevazione

durante l’introito

non venivano mai eseguite durante la messa

05. In che periodo è vissuto Arcangelo Corelli?

nel XVIII secolo

tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo

nei decenni centrali del XVII secolo

tra la fine del XVII secolo e l’inizio del XVIII secolo

6. Si descrivano i generi del concerto grosso, della sonata da camera e della sonata da chiesa, con espliciti riferimenti ai brani in ascolto.

7. Si illustrino le sonate di Corelli, con particolare riferimento ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 30.
Che cos’è il concerto grosso?

una composizione per orchestra in diverse formazioni, in più movimenti

una composizione per orchestra in diverse formazioni, in un movimento

una composizione per violino in un movimento


una composizione per violino in più movimenti

Lezione 033
01. Qual era la posizione predominante delle arie nel teatro d’opera del primo Settecento?

aria d’uscita sul palcoscenico

arie intermedie

arie d’entrata nelle quinte

non c’era alcuna predominanza

02. Si illustrino la forma e l'uso dell’aria con il ‘da capo’, soprattutto attraverso esempi tra gli ascolti previsti.

Lezione 034
01. Da dove ha tratto Metastasio la maggior parte dei suoi soggetti?

dal mondo a lui contemporaneo

dalla storia medievale

dalla storia antica

dalla storia rinascimentale

02. In che secolo è vissuto Metastasio?

XVIII

XIX

XVI

XVII

03. Quale tra le seguenti affermazioni relative a Metastasio è sbagliata?

portò in scena soggetti tratti dalla storia antica

fu attivo nel XVII secolo

scrisse molti libretti


lavorò a Vienna

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
04. In quale città Metastasio scrisse la maggior parte dei suoi lavori?

a Napoli

a Vienna

a Roma

a Parigi

05. Chi era Metastasio?

un cantante

un poeta

un impresario teatrale
un musicista

06. Da chi erano eseguiti i versi da recitativo nei drammi metastasiani?

solo dall’orchestra

dai cantanti e dall’orchestra

solo dai cantanti

dai cantanti e dal basso continuo

07. Si illustri la figura di Metastasio.

8. Lo studente commenti la seguente frase di Metastasio: «E in tutto il corso del dramma si vede sempre in esso questo contrasto o vicenda delle
operazioni della mente e di quelle del cuore, degl’impeti e della ragione. [...] Qual uomo è sempre ragionevole e considerato? Qual uomo è sempre
trasportato e violento? Il primo sarebbe un nume, il secondo una fiera. Dal contrasto di questi due universali principii delle operazioni umane, passione e
raziocinio, nasce la diversità de’ caratteri degli uomini, secondo che in ciascheduno più o meno l’una o l’altro, o entrambi prevalgono».

Lezione 035
01. Quale tra le seguenti affermazioni relative all’aria col ‘da capo’ è sbagliata?

la si può trovare nelle opere del Settecento

ha la struttura A B A

ha esclusivamente versi sciolti


prevede ripetizioni di melodia

02. Da quale opera è tratta l’aria «Perché t’amo mia bella, mia vita» prevista tra gli ascolti del corso?

dal Tito Manlio di Vivaldi

dall’Olimpiade di Vivaldi
dalla Susanna di Stradella

dall’Incoronazione di Poppea di Monteverdi

03. - Quale delle seguenti affermazioni relative al brano «Perché t’amo, mia bella, mia vita», presente tra gli ascolti del corso, è sbagliata?

è un’aria col ‘da capo’

è un brano in versi sciolti

presenta delle ripetizioni interne


è cantato da una sola voce

04. Si illustrino le principali caratteristiche dell’opera seria del Settecento.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 036
01. In quale situazione venne rappresentato per la prima volta l’intermezzo La serva padrona?

tra gli atti di un’opera seria

alla corte asburgica di Vienna alla presenza di Metastasio

durante festeggiamenti ufficiali della corte napoletana

insieme ad un’altra opera comica (Livietta e Tracollo) essendo piuttosto breve

02. Quale città è considerata la patria dell’opera comica primo-settecentesca?

Roma

Mantova

Vienna

Napoli

03. Chi è il librettista autore del testo letterario dell’opera La Cecchina ossia La buona figliola?

Nicolò Piccinni

Carlo Goldoni

Pietro Metastasio

Giovanni Battista Pergolesi

4. A quale tipologia d’opera si riferiscono queste parole di Lorenzi: «Si conchiude finalmente l’Atto primo con un finale di sette o otto
scene, quale poi deve terminarsi con un ripieno, in cui tutti gli attori diranno le stesse parole, siano o no confacenti al loro carattere, facendo
con le voci, e strumenti una rumorosa sinfonia con imitazioni, canoni, fughe, e strette, onde con grandi rumori, e grida termini l’Atto»?

all’opera comica del Seicento

all’opera comica del Settecento

all’opera seria del Settecento


all’opera seria del Seicento

05. Quali di queste affermazioni relative all'opera comica del Settecento è sbagliata?

Ha avuto grande impulso nella città di Napoli

Aveva finali d’atto particolarmente articolati

Vi partecipò Metastasio scrivendo molti libretti

Una di esse è l’opera Cecchina o La buona figliola

06. Chi è il musicista autore dell’intermezzo La serva padrona?

Giovanni Battista Pergolesi

Antonio Vivaldi

Carlo Goldoni

Pietro Metastasio

07. Si illustrino le principali caratteristiche dell’opera comica del Settecento, con espliciti riferimenti ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 037
01. Chi è il musicista autore dell’opera La Cecchina ossia La buona figliola?

Carlo Goldoni

Niccolò Piccinni

Pietro Metastasio

Antonio Vivaldi

2. A quale momento dell’opera si riferiscono le seguenti parole di Lorenzo Da Ponte: «è una spezie di commediola o di picciol dramma da sé,
e richiede un novello intreccio ed un interesse straordinario. In questo principalmente deve brillare il genio del maestro di cappella, la forza de’
cantanti, il più grande effetto del dramma. Il recitativo n’è escluso, si canta tutto; e trovar vi si deve ogni genere di canto. L’adagio, l’allegro,
l’andante, l’amabile, l’armonioso, lo strepitoso, l’arcistrepitoso, lo strepitosissimo»?

ai finali intermedi delle opere serie

ai finali ultimi delle opere serie

ai finali intermedi delle opere comiche


ai finali ultimi delle opere comiche

03. Nel Settecento quale tipo di opera presentava un maggior numero di pezzi d’assieme?

l’opera seria

l’opera semiseria

sia l’opera seria che l’opera comica


l’opera comica

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 039
01. Chi è il musicista autore dell’opera Il barbiere di Siviglia del 1816?

Mozart

Cimarosa

Rossini

Bellini

02. In quale città Rossini fece rappresentare per la prima volta le sue farse?

Firenze

Roma

Venezia

Napoli

03. In che periodo ha composto le sue opere Gioachino Rossini?

nei primi tre decenni del Settecento

nei primi tre decenni dell’Ottocento

negli ultimi tre decenni del Settecento


negli ultimi tre decenni dell’Ottocento

04. Di quanti numeri si compone mediamente una farsa rossiniana?

una ventina abbondante

due o tre

una sessantina
una decina scarsa

05. Quale compositore del primo Ottocento ha utilizzato in larga misura sillabati a raffica, finali di grande strepito, effetti onomatopeici?

Piccinni

Rossini

Donizetti

Bellini

6. A quale compositore si riferiva Giuseppe Carpani con queste parole «è il solo compositore veramente originale in Italia, e quel ch’è curioso,
originale rubando a man salva; ma lo fa in modo che a guisa degli stomaci ciò che prende di non suo lo trasforma in chilo e diventa suo sangue.
Sparisce il furto e brilla la proprietà.»?

Rossini

Mozart

Bellini

Piccinni

07. Si illustrino le principali caratteristiche delle opere di Rossini attraverso gli ascolti previsti nel corso.

08. Si illustri l’opera italiana del primo Ottocento attraverso gli ascolti previsti nel corso.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 040
01. A quale genere appartiene l’opera di Rossini Otello?

all’opera buffa

all’opera semiseria
all’opera seria

all’opéra-comique

02. Chi canta «Assisa a’ piè d’un salice», brano previsto tra gli ascolti del corso?

Semiramide nell’opera omonima di Rossini

Isabella nell’Italiana in Algeri di Rossini

Norma nell’opera omonima di Bellini

Desdemona nell’Otello di Rossini

03. A quale genere appartiene l’opera di Rossini L’italiana in Algeri?

all’opéra-comique

all’opera seria

all’opera buffa
all’opera semiseria

04. Quale di questi compositori scrisse alcune opere a Venezia negli anni Dieci dell’Ottocento?

Verdi

Donizetti

Bellini

Rossini

05. Quali di queste affermazioni relative a Rossini è sbagliata?

scrisse anche farse

compose L’italiana in Algeri

fu autore solo di opere comiche

cominciò a scrivere opere all’inizio del XIX secolo

06. Quale opera è la storia di una ragazza ingenua perseguitata da un funzionario locale corrotto e salvata in extremis da un intervento provvidenziale?

La serva padrona di Pergolesi

La Cecchina ossia La buona figliola di Piccinni

La gazza ladra di Rossini

L’italiana in Algeri di Rossini

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 041
01. Facendo un confronto tra i brani Di tanti palpiti e Casta diva, quale dei due appartiene ad un'opera comica?

Solo Di tanti palpiti

Nessuno dei due

Entrambi i brani

Solo Casta diva

02. Quali di queste affermazioni relative al brano «Languir per una bella» è sbagliata?

È un duetto

Il testo letterario è stato scritto da Angelo Anelli

È suddivisa in due sezioni

Appartiene all'opera L’italiana in Algeri

03. Chi canta l’aria «Languir per una bella», brano previsto tra gli ascolti del corso?

Desdemona nell’Otello di Rossini

Lindoro nell’Italiana in Algeri di Rossini

Lucia in Lucia di Lammermoor di Donizetti

Cecchina in La Cecchina ossia La buona figliola di Piccinni

04. Chi è il musicista autore dell’opera L’italiana in Algeri?

Vincenzo Bellini

Gaetano Donizetti

Gioachino Rossini

Giuseppe Verdi

05. Come si chiama la parte lenta iniziale delle arie e dei duetti nelle opere del primo Ottocento?

stretta

cantabile

cabaletta
finale

6. Chi canta Di tanti palpiti?

Lindoro in L'italiana in Algeri

Tancredi nell'opera omonima

Desdemona in Otello

Norma nell'opera omonima

07. Facendo un confronto tra i brani «Languir per una bella» e «Sulla tomba che rinserra» quale dei due è un'aria?

Solo «Languir per una bella»

Solo «Sulla tomba che rinserra»

Nessuno dei due

Entrambi i brani

08. Facendo un confronto tra i brani Di tanti palpiti e Casta diva, quale dei due appartiene ad un'opera comica?

Solo Casta diva

Nessuno dei due

Entrambi i brani

Solo Di tanti palpiti

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
09. Come si chiama la parte solitamente abbastanza veloce che chiude le arie e i duetti delle opere del primo Ottocento?

scena

cabaletta

cantabile
tempo di mezzo

10. Si illustrino alcune caratteristiche dell’opera L’italiana in Algeri, con particolare riferimento ai brani in ascolto.

Lezione 042
01. Quali di queste affermazioni relative al brano «Quanta roba quanti schiavi | Cruda sorte! Amor tiranno» è sbagliata?

è stato messo in musica da Rossini

è un duetto

è in versi misurati

appartiene all'opera L'italiana in Algeri

02. Quale tra i seguenti brani previsti in ascolto è in versi misurati?

la sezione iniziale di Amici è giunta l’ora


la sezione iniziale di Così l’afflitta donna

il brano Il bianco e dolce cigno

Il coro Quanta roba quanti schiavi

03. In che epoca cominciarono ad apparire soggetti romantici nelle opere italiane?

alla fine del Settecento

nel primo decennio dell’Ottocento

negli anni Cinquanta dell’Ottocento


negli anni Venti dell’Ottocento

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 043
01. In che anno e città è andata in scena per la prima volta l’opera Anna Bolena di Donizetti?

a Vienna nel 1790

a Milano nel 1830

a Vienna nel 1850


a Milano nel 1810

02. Chi è il musicista autore dell’opera Lucia di Lammermoor?

Vincenzo Bellini

Gioachino Rossini

Giuseppe Verdi

Gaetano Donizetti

03. Rispetto ad un’opera del primo Ottocento, un’opera degli anni Trenta dell’Ottocento ha:

una quantità maggiore di ‘numeri’

una quantità minore di ‘numeri’

la stessa quantità di ‘numeri’

la stessa quantità di ‘numeri’ ma molto più lunghi

04. Chi è il musicista autore dell'opera Il pirata?

Bellini

Rossini

Verdi

Donizetti

05. Si illustrino gli aspetti più spiccatamente romantici dell’opera italiana del primo Ottocento.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 044
01. - Quale delle seguenti affermazioni relative al brano «Sulla tomba che rinserra», presente tra gli ascolti del corso, è sbagliata?

fa parte di un’opera seria

è stato composto nella prima metà dell’Ottocento

è in versi misurati
è un’aria

02. Chi canta il brano «Sulla tomba che rinserra» da Lucia di Lammemoor?

Solo Edgardo

Lucia, Edgardo e il coro

Solo Lucia

Lucia ed Edgardo

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 045
01. A quale tipologia appartiene il brano «Casta diva» dall’opera Norma?

duetto

coro

aria
terzetto

2. In che anno fu scritto Il canto degli italiani che poi divenne Fratelli d’Italia?

1815

1861

1830
1847

3. A quale tipologia appartengono i seguenti versi tratti dall’opera Norma: «Casta diva, che inargenti | queste sacre antiche piante, | a noi volgi
il bel sembiante | senza nube e senza vel»?

sono versi adatti né al recitativo né all’aria

sono versi adatti ad un’aria

sono versi adatti ad un recitativo

sono versi adatti sia al recitativo che all’aria

04. Chi è il musicista autore dell’opera Nabucco?

Donizetti

Verdi

Rossini

Bellini

05. Per cosa sono adatti i seguenti versi: «Tempra tu de' cori ardenti, | tempra ancor lo zelo audace. | Spargi in terra quella pace | che regnar tu fai nel ciel.»?

Per un'aria ma non per un recitativo

Sia per un'aria, sia per un recitativo

Per un recitativo ma non per un'aria

Né per un'aria, né per un recitativo

06. Chi è il musicista autore dell’opera Norma?

Giuseppe Verdi

Gioachino Rossini

Vincenzo Bellini

Gaetano Donizetti

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 046
01. - Quale delle seguenti affermazioni relative al brano «Gli arredi festivi giù cadano infranti», presente tra gli ascolti del corso, è sbagliata?

è in versi misurati

fa parte dell’opera Nabucco

è un brano corale

è stato messo in musica da Donizetti

Lezione 047
01. Che cos’è la ghironda?

uno strumento musicale a corde

una composizione per strumento a tastiera

uno strumento musicale a fiato

una danza che si ballava nelle campagne in pieno Ottocento

Lezione 048
01. In che epoca si diffusero in Italia periodici specializzati nel campo musicale?

alla fine del Settecento a seguito della Rivoluzione francese

a fine Ottocento

verso la metà dell’Ottocento


nel primo Ottocento

02. Da cosa è costituita la raccolta Nuits d’été à Pausillipe?

da duetti celebri

da liriche da camera

da arie di varie opere dello stesso autore


da arie d’opera di vari autori

03. Chi è il musicista autore della raccolta Nuits d’été à Pausillipe?

Verdi

Donizetti

Rossini

Bellini

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 050
01. Quali sono le due nazioni europee che predominano in campo musicale nel primo Settecento?

Germania e Francia

Germania e Italia

Italia e Francia

Italia e Inghilterra

02. Quale di questi compositori non scrisse opera italiane?

Händel

Mozart

Bach

Haydn

03. In quale città Bach divenne Kantor della Thomaskirche?

Eisenach

Köthen

Lipsia

Weimar

04. In che periodo è stato attivo Bach?

Nella prima metà del XIX secolo

Nella seconda metà del XVII secolo

Nella seconda metà del XVIII secolo

Nella prima metà del XVIII secolo

05. Si illustri un brano a scelta di Bach tra quelli previsti in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 051
01. In che lingua vengono cantati i Lieder luterani?

italiano

latino

inglese
tedesco

02. Quali di queste affermazioni relative alla musica luterana è sbagliata?

La musica luterana non prevede il rito della Liturgia della Parola

Inizialmente la musica luterana non prevedeva presenza di strumenti

La musica luterana prevede la partecipazione dei fedeli

Lutero stesso ha composto musica

03. Oltre ad essere stato il fondatore del Protestantesimo, quale altra attività svolgeva Lutero?

autore di corali

compositore di sonate da chiesa


compositore di concerti da chiesa

stampatore di Kirchenlieder

04. Come chiamiamo di solito in italiano i Kirchenlieder?

arie

cori

canzoni
corali

05. In che epoca è vissuto Martin Lutero?

nella prima metà del Cinquecento

nel primo Settecento

nella seconda metà del Seicento


nella seconda metà del Cinquecento

06. Che cosa sono i Kirchenlieder?

brani strumentali liturgici

canti della chiesa luterana

brani strumentali sacri

canti della chiesa cattolica tedesca

7. Quali sono le principali composizioni di Bach? Se ne illustrino alcune scelte tra quelle previste in ascolto.

8. Si illustri il ruolo della musica nella chiesa luterana, con particolare riferimento ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 052
01. Quale di queste caratteristiche non si addice al corale luterano?

massimo uso della polifonia

stroficità

derivazione da testi preesistenti


facile memorizzazione

02. Di quanti versi si compone generalmente ogni strofa di un corale luterano?

10

14

03. Perché i corali luterani sono brani strofici?

perché hanno sempre la stessa melodia in ogni strofa

perché hanno sempre lo stesso testo per ogni melodia

perché non ci sono ripetizioni del testo


perché non ci sono ripetizioni della melodia

04. Facendo il confronto tra il genere del Corale e il genere del Coro, quale dei due è possibile trovare in una cantata luterana?

Solo il Coro

Nessuno dei due generi

Entrambi i generi

Solo il Corale

05. Facendo il confronto tra il genere del Corale e il genere del Coro, quale dei due è possibile trovare in una cantata luterana?

Nessuno dei due generi

Solo il Corale

Entrambi i generi

Solo il Coro

06. Quali di queste affermazioni relative ai corali luterani di Bach è sbagliata?

i corali luterani di Bach non prevedevano la presenza di strumenti musicali

i corali luterani di Bach prevedevano degli accordi

Bach ha armonizzato anche più volte lo stesso corale

Bach inseriva i corali nelle cantate senza fare alcun intervento personale

07. Quali di queste affermazioni relative al genere del corale luterano è sbagliata?

le melodie possono derivare dal canto gregoriano

non sono previste rime nel testo

ogni strofa si compone di 8 versi


ogni strofa ha la stessa melodia

8. In che rapporto stanno i cinque corali «Erkenne mich, mein Hüter», «Ich will hier bei dir stehen», «Befiehl du deine Wege», «O Haupt
voll Blut und Wunden», «Wenn ich einmal soll scheiden» della Passione di Matteo?

hanno tutti lo stesso testo ma cambia la melodia

hanno testo diverso ma sono nella stessa tonalità

sono tutti nella stessa tonalità e con lo stesso testo, ma con melodia diversa
hanno tutti la stessa melodia ma cambia la tonalità

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
09. Nei corali luterani di Bach, che rapporto hanno le voci tra di loro?

sono tutte uguali, quindi sono eseguite omofonicamente

solo la più alta viene cantata, le altre vengono eseguite dagli strumenti del basso continuo

sono tutte diverse

sono scritte in ordine di importanza da quella superiore (soprano) a quella inferiore (basso)

10. In quale senso Bach ha armonizzato molti corali luterani?

ha rielaborato molte melodie di corali preesistenti

ha utilizzato e rielaborato solo i corali scritti da Lutero

ha rielaborato melodie preesistenti in modo da renderle irriconoscibili


ha inventato tutte le melodie dei suoi corali

11. Quale di queste affermazioni non si addice alla melodia di un corale luterano?

la melodia può essere gregoriana

la melodia può essere di derivazione profana

la melodia deriva da un brano strumentale


la melodia può essere di nuova invenzione

12. Si descriva il corale luterano con particolare riferimento ai brani in ascolto.

Lezione 053
01. Da quanti brani è composta mediamente una cantata di Bach?

20 o 30

5o6
50 o 60

02. Dove si collocava la cantata all’interno del Gottesdienst?

dopo la lettura del vangelo

al termine della celebrazione

prima della lettura del vangelo


all’inizio della celebrazione

03. Quali di queste affermazioni relative alla cantata luterana è sbagliata?

venivano composte ed eseguite tutte in occasione dei riti pasquali (Settimana Santa)

potevano contenere brani biblici

contengono arie

si compongono di vari brani

04. Chi era Picander?

un musicista

un cantore

un poeta

un compositore

05. Da dove proveniva parte della musica delle cantate di Bach?

proveniva sempre da composizioni profane

proveniva dal mondo del canto gregoriano

proveniva da composizioni precedenti sue o di altri compositori


era tutta di nuova invenzione

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
06. Quante cantate mediamente doveva comporre Bach ogni anno?

quattro (a Natale, a Pasqua, alla Pentecoste, alla festa della Trinità)

una sessantina (per tutte le feste e le domeniche dell’anno)

due (a Natale e a Pasqua)

una decina (per i giorni dell’avvento, per il periodo di Natale, per i giorni della Quaresima, per il periodo di Pasqua)

07. Quale di questi brani non si trova nelle cantate di Bach?

arie

corali

duetti
suite

08. Si descriva la cantata luterana con particolare riferimento ai brani in ascolto.

Lezione 054
01. Qual è la tipica struttura dell’aria con il ‘da capo’?

ABA

ABB

AAB

ABC

02. Di quanti brani si compone la composizione Was mein Gott will, das g’scheh allzeit, prevista tra gli ascolti del corso?

12

03. Quale di questi brani non è presente nella cantata Was mein Got twill, das g’scheih allzeit, prevista tra gli ascolti del corso?

duetto

finale

coro
corale

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 055
01. Chi è il musicista autore della Matthäus-Passion?

Händel

Picander

Bach

Mendelssohn

02. Qual è l’organico della Passione secondo Matteo?

orchestra e basso continuo

solisti, coro e orchestra

solisti e basso continuo


orchestra

03. Di quanti brani si compone la Passione secondo Matteo?

2, prima e seconda parte

una ventina
una settantina

04. In che epoca è stata composta la Passione secondo Matteo di Bach?

negli anni Ottanta del Settecento

negli anni Cinquanta del Settecento

negli anni Novanta del Seicento


negli anni Venti del Settecento

05. Quali di queste affermazioni relative alla Matthäus-Passion è sbagliata?

non ha testi tratti direttamente dalla Bibbia

il testo letterario fu scritto da Picander

contiene alcuni corali

tra i personaggi c’è anche l’evangelista

06. Quali di queste affermazioni relative alla Matthäus-Passion è sbagliata?

contiene arie e cori

contiene recitativi sia semplici sia accompagnati

non contiene brani con basso continuo

è una composizione per soli, coro e orchestra

7. Si illustrino due brani a scelta della Passione di Matteo tra quelli previsti in ascolto.

8. Si descriva la passione luterana con particolare riferimento ai brani in ascolto.

09. Si illustri la Passione secondo Matteo, con particolare riferimento ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 056
01. Cosa significa recitativo semplice?

accompagnato dall’orchestra al completo

accompagnato da una parte dell’orchestra

accompagnato dal basso continuo e dall’orchestra


accompagnato dal basso continuo

02. Si pongano a confronto gli ascolti relativi al Saul di Haendel e alla Passione secondo Matteo di Bach, indicando somiglianze e differenze tra essi.

Lezione 057
01. Su quali strumenti ha inciso l’adozione del temperamento equabile?

gli strumenti a tastiera verticale (soprattutto il liuto)

gli strumenti ad arco (soprattutto i violini)

gli strumenti a tastiera orizzontale (soprattutto clavicembalo e organo)


gli strumenti a fiato (soprattutto gli ottoni)

02. Quali di queste affermazioni relative al sistema temperato è sbagliata?

prevede 12 suoni complessivi

è incentrato sulla triade

è stato inventato da Bach

è collegato all’affermarsi della tonalità

03. Con il temperamento equabile quanti sono i suoni possibili?

12

04. Che cos’è la tonica?

la settima nota della scala

la terza nota della scala

la quinta nota della scala


la prima nota della scala

05. Su cosa si basa l’armonia?

sugli accordi

sulla polifonia

sul contrappunto
sulla melodia

06. Che cos’è la modulazione?

l’abbassamento di una nota attraverso il bemolle

il passaggio da un diesis ad un bemolle

l’innalzamento di una nota attraverso il diesis


il passaggio da una tonalità ad un’altra

07. Qual è, partendo dalla nota più bassa, l’esatto ordine delle note dell’accordo di triade maggiore?

mediante, tonica, dominante

tonica, dominante, mediante

tonica, mediante, dominante


dominante, tonica, mediante

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
08. Si illustri il sistema temperato.

Lezione 058
01. Quali di queste affermazioni relative alla fuga nel primo Settecento è sbagliata?

generalmente la risposta è alla dominante

generalmente è suddivisa in tre sezioni

generalmente si basa sull'imitazione

generalmente nella riesposizione si sentono i divertimenti

02. Cosa si intende per ‘stretti’ della fuga?

presentazione di risposte non uguali al soggetto

presentazione della risposta prima che termini il soggetto

presentazione di più soggetti nella stessa fuga


presentazione di più risposte ad uno stesso soggetto

03. In quante parti si suddivide una fuga all’epoca di Bach?

in 4 parti (quadripartita)

in 3 parti (tripartita)

in 2 parti (bipartita)

è un brano senza suddivisioni possibili

04. Come si chiama il tema principale della fuga?

soggetto

risposta

voce
controsoggetto

05. Su quale principio si basa la fuga?

sull’imitazione

sulla melodia

sul basso continuo


sul ‘da capo’

06. Si illustri la differenza tra preludio e fuga nelle composizioni di Bach, con espliciti riferimenti ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 059
01. Quale dei seguenti brani previsti tra gli ascolti del corso appartiene alla categoria del perpetuum mobile?

L'Ouverture dalla Suite orchestrale n. 2

Il terzo movimento del Concerto K. 488

Il primo movimento dell'Eine kleine Nachtmusik

Il Preludio n. 2 dal Clavicembalo ben temperato

02. Quali di queste affermazioni relative al Clavicembalo ben temperato è sbagliata?

la fuga è in tonalità opposta rispetto al preludio

il preludio è in stile più libero

è suddiviso in due libri

ogni brano è suddiviso in preludio e fuga

3. Chi è l’autore del Clavicembalo ben temperato?

Haydn

Bach

Händel

Picander

04. Per quale organico è stato composto Das Woltemperierte Klavier di Bach?

orchestra

violino e clavicembalo

clavicembalo e orchestra
clavicembalo

05. Qual è il legame tra il preludio e la sua relativa fuga nel Clavicembalo ben temperato di Bach?

la melodia

la tonalità

la struttura
la forma

06. Come si chiamano le due parti che formano ognuna della coppie che compongono il Clavicembalo ben temperato?

Toccata e fuga

Preludio e fuga

Esposizione e svolgimento

Recitativo e aria

07. Tra il preludio e la fuga, quale dei due solitamente è basato sul contrappunto?

entrambi

nessuno dei due

il preludio
la fuga

08. Si descriva il Clavicembalo ben temperato di Bach, con particolare riferimento ai brani in ascolto.

09. Si illustrino i generi del preludio e della fuga in rapporto alle composizioni di Bach in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 060
1. Chi è l’autore dei Concerti brandeburghesi?

Mozart

Bach

Händel

Haydn

02. Qual è l’organico dei Concerti brandeburghesi di Bach?

sono per strumento solista, sempre diverso, e orchestra

sono tutti per soli strumenti ad arco

hanno un organico sempre diverso


sono tutti per orchestra al completo

03. Qual è lo strumento che diventa solista nel Quinto Concerto brandeburghese?

il violino

il clavicembalo

il pianoforte
il flauto

04. Quanti sono i movimenti del Quinto Concerto brandeburghese di Bach?

5. A quale composizione di riferiscono le seguenti parole di Alberto Basso: «il numero dei movimenti non è fisso e la loro tipizzazione
formale è incostante; le maniere proprie del discorso concertante si scontrano con quelle tipiche della sonata a tre; gli organici strumentali
sono a bella posta variati per offrire ad ogni passo novità d’impasti timbrici.»?

il Concerto K. 488 di Mozart

il Quartetto n. 76 di Haydn

il Clavicembalo ben temperato di Bach


i Concerti Brandeburghesi di Bach

06. Quali di queste affermazioni relative ai Concerti brandeburghesi è sbagliata?

sono tutti concerti solisti

prevedono organici sempre diversi

furono composti da Bach

furono dedicati al margravio di Brandeburgo

07. Si illustrino i Concerti brandeburghesi di Bach, con particolare riferimento ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 061
01. Chi il musicista autore della Toccata e fuga in re minore prevista tra gli ascolti del corso?

Haydn

Mozart

Bach

Händel

02. Di quale composizione fa parte la badinerie prevista tra gli ascolti del corso?

Suite orchestrale n. 2

Music for the Royal Fireworks

Quinto concerto brandeburghese

Sinfonia n. 94

03. Qual è l’organico della Toccata e fuga in re minore prevista tra gli ascolti del corso?

orchestra

clavicembalo

pianoforte
organo

04. Qual è l’organico della Suite orchestrale n. 2 di Bach?

violino solista, orchestra d’archi e tromba

orchestra d’archi

flauto, archi e basso continuo


flauto e basso continuo

05. Chi è il musicista autore delle Suites orchestrali previste tra gli ascolti del corso?

Haydn

Mozart

Händel

Bach

06. Che cos’è una giga?

una danza veloce

una sonata veloce

una danza lenta


una sonata lenta

07. Che cos’è una sarabanda?

una sonata veloce

una danza lenta

una danza veloce


una sonata lenta

08. Si illustri il genere della suite nelle composizioni di Bach, con particolare riferimento ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 062
01. In che periodo è vissuto Georg Friederich Händel?

tra la fine del XVII e la metà del XVIII secolo

tra il 1630 e il 1680

nella prima metà del XVII secolo


nella seconda metà del XVIII secolo

02. Quali sono le due nazioni europee legate alla professionalità di Händel?

Spagna e Italia

Francia e Inghilterra

Italia e Inghilterra

Italia e Francia

03. In che anni Händel iniziò a comporre oratori?

primo decennio del Settecento

anni Trenta del Settecento

anni Cinquanta del Settecento


ultimo decennio del Seicento

04. Quali di queste caratteristiche appartiene anche agli oratori di Händel?

presenza di scenografie

presenza di costumi

esecuzione in teatro
esecuzione in chiesa

05. In quale lingua sono cantati gli oratori di Händel?

latino

tedesco

italiano
inglese

06. In quale città Händel fece eseguire i suoi oratori?

a Vienna

a Parigi

a Venezia

a Londra

07. In quale edificio venivano eseguiti gli oratori di Händel?

in chiesa

in una sala da concerto

a teatro
all’aperto

08. Quali di queste affermazioni non si addice al coro degli oratori di Händel?

aiuta a definire lo spazio scenico

canta i recitativi

a volte rappresenta un personaggio collettivo


commenta gli eventi

09. Quali di queste affermazioni relative agli oratori di Händel è sbagliata?

erano di argomento biblico

venivano spesso eseguiti da cantanti inglesi

venivano eseguiti in chiesa

al loro interno la presenza di Dio è fattiva

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
10. Si illustri in linea generale l’oratorio di Händel.

11. Si illustri una delle composizioni di Händel in ascolto.

Lezione 063
01. Chi è il musicista autore dell’oratorio Saul?

Haydn

Händel

Mozart

Bach

02. Qual è l’organico del Saul di Händel?

orchestra e solisti

pianoforte, solisti e coro

solisti e pianoforte
coro, orchestra e solisti

03. In che anno fu eseguito per la prima volta pubblicamente il Saul di Händel?

nel 1739

nel 1761

nel 1715
nel 1698

04. Chi è l’autore del testo letterario del Saul di Händel?

Schikaneder

Picander

Jennens

Händel

05. Quali di queste affermazioni relative alla composizione Saul è sbagliata?

ha il testo in inglese

fu composto negli anni Venti del Settecento

contiene brani solo strumentali


contiene molti cori

6. Lo studente commenti in modo personale la seguente citazione relativa al Saul: «nel manipolare la materia prescelta, Jennens la risolse in primo luogo tutta in
termini rigorosamente drammatici, rinunciando ad avvalersi di una qualsiasi voce narrante che, esulando dalla finzione strettamente teatrale, potesse introdurre anche
solo a intervalli una diversa prospettiva di rappresentazione: volse perciò quanto possibile in discorso diretto, ricavandone sistematicamente battute personalizzate, e
inventò ciò che occorreva parafrasando l’originale o spremendone intuitivamente il contenuto ipoteticamente dialogico.»

07. Si illustri l’oratorio Saul, con particolare riferimento ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 064
01. Cosa significa aria ‘col motto’?

aria con una frase iniziale subito ripetuta

aria con una frase iniziale ripetuta anche alla fine

aria nella tipica struttura con il ‘da capo’


aria con una frase finale ripetuta due volte

02. Quale delle seguenti affermazioni sui recitativi del Saul di Händel è corretta?

non ci sono recitativi

ci sono solo recitativi semplici

ci sono solo recitativi accompagnati

ci sono sia recitativi semplici sia recitativi accompagnati

03. Con quale strumento David cerca di calmare l’ira di Saul al termine dell’aria O Lord, whose mercies numberless nel Saul di Händel?

liuto

arpa

clavicembalo
violino

04. In quale tra le seguenti composizioni il coro ha un ruolo davvero fondamentale?

oratorio di Haendel

frottola

opera del primo Seicento

Lieder di Schubert

05. Chi canta l'aria «O Lord, whose mercies numberless» nel Saul?

Il coro

Saul e David

David e il coro

Solo David

06. Quale di queste affermazioni sui brani strumentali del Saul di Händel è corretta?

ci sono molti brani strumentali

ci sono pochissimi brani strumentali

c’è un solo brano strumentale con il carillon


non ci sono brani strumentali

07. Qual è la forma dell’aria O godlike youth, by all confess’d dal Saul di Händel?

è un’aria bipartita AB

è un’aria col da capo ABA

è un’aria tripartita ABB


è un’aria tripartita ABC

08. Quale di queste tipologie di brani è la meno presente nel Saul di Händel?

recitativi

arie

cori

duetti e terzetti

09. Perché l’aria di David «O Lord, whose mercies numberless» nel Saul di Händel è strofica?

perché il testo si mantiene sempre uguale mentre la musica cambia per ogni strofa

perché sia la musica che le parole vengono ripetute due volte

perché il testo di ogni quartina viene ripetuto due volte


perché la musica di ogni quartina è sempre la stessa

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
10. Quali tipologie di brani si possono trovare nel Saul di Händel?

Lezione 066
01. Per quale organico furono inizialmente scritti i brani della Music for the Royal Fireworks?

per archi

per orchestra completa

per fiati

per tromba e orchestra

02. Come sono mediamente strutturati i concerti per organo di Händel?

sono in più movimenti, alternati tra lenti e veloci

sono in più movimenti, quasi tutti lenti

sono in più movimenti, soprattutto veloci


sono in due movimenti, uno lento e uno veloce

03. Facendo un confronto tra il Concerto per organo op. 4 n. 5 di Händel e la Sinfonia Eroica di Beethoven, quale dei due è in quattro movimenti?

Solo la Sinfonia Eroica di Beethoven

Solo il Concerto per organo op. 4 n. 5 di Händel

Entrambe le composizioni

Nessuno dei due

04. In quale contesto fu eseguito per la prima volta il Concerto per organo op. 4 n. 5 di Händel?

durante una funzione religiosa anglicana

durante un oratorio al Covent Garden

durante la Messa di Natale


durante una festa all’aperto

05. Chi è il musicista autore della composizione Music for the Royal Fireworks?

Mozart

Haydn

Bach

Händel

06. Dove venne eseguita per la prima volta Music for the Royal Fireworks di Händel?

all’aperto

in un grande salone da concerto

al Covent Garden
in cattedrale

07. Qual è l’organico del Concerto op. 4 n. 5 di Händel previsto tra gli ascolti del corso?

orchestra

pianoforte e orchestra

organo e orchestra
clavicembalo

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
08. Facendo un confronto tra il Concerto per organo op. 4 n. 5 di Händel e la Sinfonia Eroica di Beethoven, quale dei due è in quattro movimenti?

Nessuno dei due

Solo il Concerto per organo op. 4 n. 5 di Händel

Entrambe le composizioni

Solo la Sinfonia Eroica di Beethoven

9. Si illustri Music for the Royal Fireworks di Händel, con particolare riferimento ai brani in ascolto.

10. Si illustri il Concerto per organo op. 4 n. 5 di Händel.

Lezione 067
01. In quanti tempi o movimenti è normalmente strutturato il quartetto per archi nel secondo Settecento?

02. In quanti tempi o movimenti è normalmente strutturato il concerto solista nel secondo Settecento?

03. In quanti tempi o movimenti è normalmente strutturata la sinfonia nel secondo Settecento?

04. In quanti tempi o movimenti è normalmente strutturata la sonata nel secondo Settecento?

05. In che periodo cominciò la grande diffusione della musica strumentale?

nel secondo Settecento

nel secondo Seicento

nel primo Seicento


nel primo Settecento

06. Qual è l’organico tipico della sonata del secondo Settecento?

strumento solista

orchestra al completo

strumento solista e orchestra


orchestra di soli archi

07. Quali sono i generi strumentali più diffusi nel secondo Settecento? Si illustrino i tratti principali di ognuno, con espliciti riferimenti ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 068
01. Chi è il musicista autore della Eine kleine Nachtmusik?

Haydn

Bach

Mozart

Beethoven

02. In quali sezioni della forma-sonata si sentono sicuramente i temi principali?

nell’esposizione e nello sviluppo

nello sviluppo e nella ripresa

nell’esposizione e nella ripresa


nell’esposizione e nelle codette

03. Perché la forma-sonata è ‘tripartita’?

perché presenta tre diverse tonalità

perché presenta tre diversi temi

perché è presente in tre diversi movimenti


perché presenta tre diverse sezioni

04. Quanti sono generalmente i temi presentati nell’esposizione della forma-sonata?

05. Dove si trova il ponte modulante della forma-sonata?

tra lo sviluppo e la ripresa

alla fine dell’esposizione

tra il primo e il secondo tema


subito dopo le codette

06. In quali movimenti di sinfonie, sonate, quartetti è più facile incontrare la forma-sonata?

nel primo movimento

nel terzo movimento

in tutti i movimenti
in nessun movimento

07. Si illustri la struttura della forma-sonata nel secondo Settecento, con riferimenti ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 069
01. In quale movimento di sonate, sinfonie e quartetti è più facile incontrare la forma di canzone tripartita?

nel secondo movimento

nel quarto movimento

nel primo movimento


nel terzo movimento

02. Come può essere sintetizzata la struttura della canzone tripartita?

AAB

ABA

ABB

ABBA

03. In quale movimento di sonate, sinfonie e quartetti è più facile incontrare la forma del tema con variazioni?

nel terzo movimento

nel primo movimento

nel secondo movimento


nel quarto movimento

04. Qual è l’organico della Sonata n. 1 in Do maggiore K. 279 prevista tra gli ascolti del corso?

clavicembalo

pianoforte

orchestra

pianoforte e orchestra

05. Chi è l’autore delle 12 Variazioni su "Ah vous dirais-je, Maman” previste tra gli ascolti del corso?

Beethoven

Mozart

Haydn

Bach

06. Quali di queste affermazioni relative alla forma della canzone tripartita è sbagliata?

la terza sezione può proporre qualche modifica rispetto alla prima

può essere in tonalità diversa rispetto alla tonalità della composizione di cui fa parte

la prima sezione può avere un ritornello

è tipica del terzo movimento delle sinfonie

07. Quali di queste affermazioni relative alla forma del tema con variazioni è sbagliata?

è una forma suddivisibile in tre sezioni

il numero di variazioni non è predeterminato

è tipica del secondo movimento delle sinfonie


il tema può essere preesistente

08. Facendo un confronto tra i brani Ah vous dirais-je, Maman e Eine kleine Nachtmusik, quale dei due è per pianoforte?

Entrambi i brani

Nessuno dei due

Solo Eine kleine Nachtmusik

Solo Ah vous dirais-je, Maman

9. Si illustri la struttura della canzone tripartita nel secondo Settecento, con riferimenti ai brani in ascolto.

10. Si illustri la struttura del tema con variazioni nel secondo Settecento, con riferimenti ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 070
01. In alcune composizioni di Beethoven, qual è la forma che viene sostituita dallo scherzo?

il refrain

il rondò

il minuetto

il tema con variazioni

02. Che cos’è il trio, tipico delle sinfonie del secondo Settecento?

la parte finale della forma-sonata

la parte finale della forma del minuetto

la parte centrale della forma-sonata

la parte centrale della forma del minuetto

03. Qual è il ritmo del minuetto?

quinario

ternario

binario
quaternario

04. In quale movimento di sonate, sinfonie e quartetti è più facile incontrare la forma del minuetto?

nel secondo movimento

nel quarto movimento

nel primo movimento


nel terzo movimento

05. Quale tra le seguenti affermazioni relative alla forma del minuetto è sbagliata?

è una forma di derivazione coreutica

è tipica del secondo movimento delle sonate

è suddivisibile in tre sezioni


al suo interno presenta un trio

06. Qual è lo schema che riassume la forma del rondò?

ABABABA

ABACADA

ABBA

AABAA’

07. Quale tra le seguenti affermazioni relative alla forma del rondò è sbagliata?

è tipico dell’ultimo tempo di sonate e sinfonie

può essere abbinato alla forma-sonata

il tema ricorrente ritorna obbligatoriamente sempre uguale


il numero degli episodi intermedi è indefinito

08. Si illustri la struttura del rondò nel secondo Settecento, con riferimenti ai brani in ascolto.

09. Si illustri la struttura della forma di minuetto nel secondo Settecento, con riferimenti ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 071
01. In che periodo Franz Joseph Haydn è stato attivo come compositore?

nella seconda metà del XVIII secolo

nella prima metà del XVIII secolo

nella prima metà del XIX secolo


nella seconda metà del XIX secolo

02. Da quali strumenti è composto il quartetto di Haydn previsto tra gli ascolti del corso?

violino I, viola, violoncello e clavicembalo

violino I, viola, violoncello e contrabbasso

violino I, violino II, viola e pianoforte


violino I, violino II, viola e violoncello

03. Chi è il musicista autore del Quartetto per archi op. 76 n. 3 ‘Kaiserquartett’ previsto tra gli ascolti del corso?

Beethoven

Haydn

Schubert

Mozart

04. Da quanti movimenti è composto il Quartetto per archi op. 76 n. 3 ‘Kaiserquartett’ previsto tra gli ascolti del corso?

5. In che forma è il primo movimento del Quartetto per archi op. 76 n. 3 ‘Kaiserquartett’?

rondò

forma-sonata

tema con variazioni


minuetto

06. Quale tra le seguenti affermazioni relative all'organico del quartetto per archi del secondo Settecento è sbagliata?

si esibisce generalmente in contesti da camera

è stato molto utilizzato da Haydn

viene eseguito da violino, viola, violoncello e pianoforte


generalmente è suddivisibile in 4 movimenti

07. Quale tra le seguenti affermazioni relative al genere del quartetto per archi è sbagliata?

generalmente si compone di tre movimenti

ebbe grande impulso nel secondo Settecento

tutti gli strumenti generalmente hanno la stessa importanza


il primo movimento è spesso in forma-sonata

08. In quale città si recò Haydn per comporre alcune delle sue ultime sinfonie?

a Vienna

a Berlino

a Londra

a Napoli

09. Quale di questi compositori ebbe la possibilità di lavorare con un’orchestra a sua disposizione?

Beethoven

Mozart

Haydn

Bach

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
10. Si pongano a confronto i generi del quartetto e del concerto solista nel secondo Settecento, indicando somiglianze e differenze tra
di essi, e facendo riferimento ai brani in ascolto.

Lezione 072
01. All’interno di quale delle seguenti composizioni è presente la melodia dell’inno nazionale tedesco?

La sinfonia Sorpresa di Haydn.

Il quartetto op. 76 n. 3 di Haydn.

La sinfonia n. 3 di Beethoven

Il concerto K. 488 n. 23 di Mozart.

02. Facendo un confronto tra il III movimento del Quartetto op. 76 e il III movimento del Concerto K. 488, quale dei due è in forma di Minuetto?

Solo il III movimento del Concerto K. 488

Nessuno dei due

Solo il III movimento del Quartetto op. 76

Entrambi i movimenti

3. In che forma è il terzo movimento del Quartetto per archi op. 76 n. 3 ‘Kaiserquartett’?

rondò

minuetto

forma-sonata
tema con variazioni

04. Qual è la forma dell’ultimo movimento del Quartetto op. 76 n. 3 di Haydn?

canzone tripartita

minuetto

forma-sonata
tema con variazioni

05. Qual è la particolarità della forma-sonata del primo movimento del Quartetto op. 76 n. 3 di Haydn?

non c’è il ritornello dell’esposizione

non c’è un vero e proprio secondo tema

non c’è il ritornello di sviluppo e ripresa


non c’è lo sviluppo

06. In che periodo è stato composto il Quartetto op. 76 n. 3 di Haydn?

negli anni Cinquanta del Settecento

negli anni Dieci dell’Ottocento

negli anni Venti del Settecento


negli anni Novanta del Settecento

7. In che forma è il secondo movimento del Quartetto per archi op. 76 n. 3 ‘Kaiserquartett’?

minuetto

rondò

forma-sonata
tema con variazioni

08. Si illustri il secondo movimento del quartetto di Haydn op. 76 n. 3 “Kaiserquartett”.

09. Si illustri il primo movimento del quartetto di Haydn op. 76 n. 3 “Kaiserquartett”.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
10. Si illustri la struttura del quartetto per archi nel secondo Settecento, con riferimenti ai brani in ascolto.

Lezione 073
01. Quale tra le seguenti affermazioni relative al genere della sinfonia nel secondo Settecento è sbagliata?

è una composizione suddivisa in 4 movimenti

è una composizione per orchestra

l’ultimo movimento è spesso un rondò

il secondo movimento è sempre una canzone tripartita

02. Chi è il musicista autore della Sinfonia op. 94 in Sol maggiore prevista tra gli ascolti del corso?

Haydn

Beethoven

Schubert

Mozart

03. Quale tra i seguenti compositori ha composto sinfonie 'londinesi'?

Haydn

Mozart

Schubert

Beethoven

04. In che periodo è stata composta la Sinfonia n. 94 in Sol maggiore di Haydn?

tra il 1700 e il 1730

tra il 1810 e il 1840

tra il 1760 e il 1810


tra il 1730 e il 1760

05. In quanti movimenti è strutturata mediamente una sinfonia del secondo Settecento?

06. In quale città europea esisteva nel secondo Settecento una famosa orchestra?

Mannheim

Tubinga

Vienna

Lipsia

07. Qual è l’organico della sinfonia del secondo Settecento?

strumento solista e orchestra

voce e orchestra

orchestra
strumento solista

08. Si illustri la struttura della sinfonia nel secondo Settecento, con riferimenti ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 074
01. In che forma è il secondo movimento della Sinfonia n. 94 in Sol maggiore di Haydn?

forma-sonata

tema con variazioni

rondò
minuetto

02. Quale tra queste affermazioni relative alla Sinfonia n. 94 è sbagliata?

è un brano settecentesco

è un brano suddiviso in 4 movimenti

è un brano per strumento solista e orchestra


è un brano strumentale

03. Quanti sono i movimenti della Sinfonia n. 94 in Sol maggiore di Haydn?

04. In che forma è il terzo movimento della Sinfonia n. 94 in Sol maggiore di Haydn?

tema con variazioni

minuetto

rondò
forma-sonata

05. In che forma è il primo movimento della Sinfonia n. 94 in Sol maggiore di Haydn?

minuetto

tema con variazioni

forma-sonata
rondò

06. Quale dei movimenti della Sinfonia n. 94 in Sol maggiore di Haydn è preceduto da un adagio introduttivo?

il terzo movimento

il secondo movimento

il primo movimento
il quarto movimento

07. Si illustri la sinfonia N. 94 “Sorpresa”, prevista in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 075
01. In che periodo è vissuto Mozart?

nella prima metà del XVIII secolo

nella prima metà del XIX secolo

nella seconda metà del XVII secolo


nella seconda metà del XVIII secolo

02. Facendo un confronto tra i musicisti Mozart e Beethoven, quale dei due era ancora vivo l'anno in cui scoppiò la Rivoluzione francese?

Nessuno dei due

Solo Beethoven

Entrambi i musicisti

Solo Mozart

03. Quale tra le seguenti affermazioni relative al genere del concerto solista nel secondo Settecento è sbagliata?

è una composizione per strumento solista e orchestra

è generalmente privo del minuetto

si compone di 4 movimenti

il primo movimento può essere in forma-sonata

04. Si illustri un brano a scelta di Mozart tra quelli previsti in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 076
01. Qual è la forma del primo movimento del Concerto per pianoforte e orchestra K. 488 previsto tra gli ascolti del corso?

minuetto

rondò

forma-sonata
tema con variazioni

02. Qual è la forma del secondo movimento del Concerto per pianoforte e orchestra K. 488 previsto tra gli ascolti del corso?

forma-sonata

minuetto

rondò

canzone tripartita

03. Qual è l’organico del concerto solista del secondo Settecento?

quattro strumenti ad arco

orchestra

strumento solista e orchestra


voce e orchestra

04. Qual era lo strumento più utilizzato come solista nei concerti del secondo Settecento?

pianoforte

violoncello

flauto
violino

05. Qual è la forma più utilizzata per i primi movimenti dei concerti solisti?

tema con variazioni

rondò

minuetto
forma-sonata

06. In quanti movimenti è suddiviso generalmente il concerto solista del secondo Settecento?

07. Chi è il musicista autore del Concerto per pianoforte e orchestra K. 488 previsto tra gli ascolti del corso?

Haydn

Beethoven

Mozart

Schubert

08. In che periodo è stato composto il Concerto per pianoforte e orchestra K. 488 previsto tra gli ascolti del corso?

tra il 1810 e il 1840

tra il 1760 e il 1790

tra il 1790 e il 1810


tra il 1730 e il 1760

09. Si illustri la struttura del concerto solista nel secondo Settecento, con riferimenti ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 077
01. Qual è la forma del terzo movimento del Concerto per pianoforte e orchestra K. 488 previsto tra gli ascolti del corso?

tema con variazioni

forma-sonata

rondò
minuetto

02. Si illustri il concerto n. 23 K. 488, previsto in ascolto.

Lezione 078
01. Chi è l’autore del libretto de Die Zauberflöte?

Jean Terrasson

Emanuel Schikaneder

Wolfgang Amadeus Mozart

Christoph Wieland

02. In che lingua è scritto il testo letterario del Singspiel?

italiano

tedesco

francese
inglese

03. A quale genere appartiene Die Zauberflöte?

Singspiel

opera italiana

ballad-opera
opéra-comique

04. In che periodo è stato composto Die Zauberflöte?

tra il 1830 e il 1860

tra il 1740 e il 1770

tra il 1800 e il 1830


tra il 1770 e il 1800

05. Chi è il compositore autore de Die Zauberflöte?

Haydn

Mozart

Schubert

Beethoven

06. In cosa si differenzia il Singspiel dall’opera italiana?

non ha recitativi

non ha arie

ha brani parlati
ha un libretto

07. A quale tipologia appartiene il brano «Zum Leiden bin ich auserkohren» cantato dalla Regina della notte?

aria

coro

recitativo
terzetto

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
08. Quale tra le seguenti citazioni non è collegabile al Singspiel?

C’era «a monte tutta la fioritura austro-tedesca di fiabe, favole e leggende misteriosofiche.»

«Era la sola forma di teatro musicale in lingua nazionale che la cultura tedesca fosse riuscita ad esprimere nel corso del Settecento.»

«Esisteva da poco più di un decennio quando Mozart lo sollevò ad eccezionale altezza di valori musicali con Die Entführung aus dem Serail»

«Ribollono costantemente di situazioni estreme, efferate e quasi orride: eccessi passionali, fantasie di cadaveri, visioni spettrali, pianti e lamenti.»

9. Lo studente commenti la seguente citazione: «Il Singspiel era la sola forma di teatro musicale in lingua nazionale che la cultura tedesca fosse riuscita ad
esprimere nel corso del Settecento. Differiva dall’opera italiana […] per il fatto di non essere interamente musicato, presentando invece parti di recitazione […].
Esisteva da poco più di un decennio quando Mozart lo sollevò ad eccezionale altezza di valori musicali con Die Entführung aus dem Serail.»

10. Si illustrino alcuni tra i brani in ascolto tratti da Die Zauberflöte di Mozart.

11. Si illustrino le principali caratteristiche del Singspiel.

Lezione 079
01. A che tipologia appartiene il brano «Bei Männern» nel Flauto magico di Mozart?

è un’aria strofica

è un’aria col ‘da capo’

è un duetto con il ‘da capo’


è un duetto strofico

Lezione 080
01. All'interno di quale composizione è presente un glockenspiel?

In Die Zauberflote

In Music for the Royal Fireworks

In Saul

In Eine kleine Nachtmusik

02. A che tipologia appartiene il brano «Ein Madchen oder Weibchen» nel Flauto magico di Mozart?

è un’aria a couplets

è un duetto strofico

è un duetto a couplets
è un’aria col ‘da capo’

03. Facendo un confronto tra i brani Ein Madchen oder Weibchen e Der Lindenbaum, quale dei due è eseguito anche dal pianoforte?

Entrambi i brani

Solo Ein Madchen oder Weibchen

Nessuno dei due

Solo Der Lindenbaum

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 081
01. In che periodo l’École Royale de Chant divenne una scuola pubblica?

nel pieno Ottocento

all’inizio del Settecento

alla fine del Settecento


a metà Settecento

02. In che lingua sono cantate le canzoni rivoluzionarie?

in francese

in inglese

in italiano
in tedesco

03. Quale famiglia di strumenti viene largamente usata durante le feste rivoluzionarie?

gli strumenti a fiato

gli strumenti a corde

gli strumenti ad arco


gli strumenti a tastiera

04. Dove si svolgevano le feste rivoluzionarie?

nelle sale da concerto

a teatro

all’aperto

nelle case private

05. Fino al 1789, quali erano le istituzioni in cui si poteva imparare la musica in modo professionale?

la scuola pubblica e la corte

il teatro e la chiesa

la corte e la chiesa
la corte e il teatro

06. In che periodo si ratificò in Francia il diritto d’autore sulle opere dell’ingegno?

a metà Settecento

alla fine del Settecento

nel pieno Ottocento


all’inizio del Settecento

07. Si illustri la musica nel periodo della Rivoluzione francese, con espliciti riferimenti ai brani in ascolto.

08. Quali sono i generi musicali più diffusi nel periodo della Rivoluzione francese? Se ne illustrino alcuni in rapporto ai brani in ascolto.

9. Lo studente commenti la seguente citazione: «L’ouverture con la sua leggerezza dipinge la tranquillità del popolo che ha riposto la sua fiducia in un ministro che
ama; questa tranquillità è sconvolta dall'annuncio inatteso dell’esilio di quel ministro, portato da un cittadino; subito si fanno sentire le campane che imitano il rintocco
della campane a martello nel pieno di una musica allarmante; si combatte sui campi, marcia militare; le scariche della fucileria, i colpi di cannone sono perfettamente
imitati dai tamburi e dai timpani; una completa esplosione dell’organo e di tutta l’orchestra esprime la caduta del ponte-levatoio della Bastiglia ed il coro canta: “Crolli
l’asilo della schiavitù, crolli, le sue porte sono rovesciate”; […] si sente la tromba di guerra insieme ai lamenti dei moribondi e dei feriti: Viva il re e la libertà! è il grido
generale che conclude il canto del Te Deum.» («Journal de la Municipalité», 17 luglio 1790)

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 082
1. A quale genere appartiene il brano La vieille Garde Consulaire à la bataille de Marengo?

canzone rivoluzionaria

marcia rivoluzionaria
inno rivoluzionario

singspiel

02. Quale di queste affermazioni relative al brano Le chant du depart è sbagliata?

è un inno

è un brano francese

è un brano ottocentesco
è un brano corale

03. - Quale delle seguenti affermazioni relative al brano Le chant du depart, presente tra gli ascolti del corso, è sbagliata?

è un inno rivoluzionario

non si conosce l’autore della musica

il testo letterario fu scritto da Marie-Joseph Chénier


fu composto nel 1794

04. Si illustrino le canzoni rivoluzionarie La marseillaise e Ça ira.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 083
01. In che periodo è vissuto Beethoven?

tra la fine del XVII secolo e l’inizio del XVIII secolo

tra la fine del XVIII secolo e l’inizio del XIX secolo

negli anni centrali del XIX secolo


nella prima metà del XVIII secolo

02. Quale di questi compositori non fu maestro di Beethoven?

Mozart

Salieri

Haydn

Albrechtsberger

03. In che anno è nato Ludwig van Beethoven?

1757

1770

1733
1794

4. Chi scrisse in una lettera le seguenti parole relative alla sua situazione d’artista: «Le mie composizioni mi rendono parecchio, e posso
dire di ricevere più commissioni di quante sia in grado di portare a termine. Inoltre, per ogni lavoro posso contare su sei o sette editori, o
anche di più, se lo voglio; non discutono nemmeno più con me, io fisso un prezzo e quelli pagano.»?

Schubert

Mozart

Bach

Beethoven

05. Chi è il musicista autore del Singspiel Fidelio?

Schubert

Mozart

Haydn

Beethoven

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 084
01. Quale tra questi compositori fu il meno prolifico?

Bach

Mozart

Haydn

Beethoven

02. Secondo molti studiosi, quali compositori influenzarono la produzione di Beethoven?

Bach e Haydn

Bach e Mozart

Mozart e Schubert

Mozart e Haydn

03. Su quale di questi aspetti della forma-sonata Beethoven lavorò in modo molto approfondito?

sulla perfetta ripetizione dell’esposizione

sulla brevità degli sviluppi a favore della ripetizione dell’esposizione

sul contrasto tra i temi e sul dinamismo degli sviluppi


sull'armonia di carattere tra i temi dell’esposizione

04. Quale di questi compositori tende ad allungare molto il tempo armonico?

Schubert

Mozart

Beethoven

Haydn

05. Quale movimento delle sonate del secondo Settecento presenta abbastanza frequentemente una tonalità diversa rispetto alla tonalità d’impianto?

il secondo movimento

il primo movimento

il quarto movimento
il terzo movimento

06. Quali sono i tratti caratteristici del compositore Ludwig van Beethoven?

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 085
01. Chi è l’autore della Sonata op. 2 n. 3 in Do maggiore per pianoforte prevista tra gli ascolti del corso?

Beethoven

Haydn

Mozart

Bach

02. Qual è l’organico della Sonata op. 2 n. 3 in Do maggiore di Beethoven prevista tra gli ascolti del corso?

pianoforte

quartetto d’archi

orchestra

pianoforte e orchestra

03. In quanti movimenti è suddivisa la Sonata op. 2 n. 3 in Do maggiore per pianoforte prevista tra gli ascolti del corso?

04. Qual è la forma del primo movimento della Sonata op. 2 n. 3 in Do maggiore di Beethoven?

trio

rondò

forma-sonata
minuetto

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 086
01. Qual è la forma del quarto movimento della Sonata op. 2 n. 3 di Beethoven, prevista tra gli ascolti del corso?

rondò-sonata

scherzo

tema con variazioni


canzone tripartita

02. Qual è la forma del secondo movimento della Sonata op. 2 n. 3 di Beethoven prevista tra gli ascolti del corso?

scherzo

rondò

forma-sonata
canzone pentapartita

03. Quale movimento della Sonata op. 2 n. 3 di Beethoven è in tonalità contrastante rispetto alla tonalità d’impianto dell’intera sonata?

il primo movimento

il terzo movimento

il quarto movimento
il secondo movimento

04. Quante sonate per pianoforte con numero d’opera ha composto Beethoven?

104

41

32

05. Qual è la forma del terzo movimento della Sonata op. 2 n. 3 in Do maggiore di Beethoven?

scherzo

tema con variazioni

rondò
forma-sonata

06. Si illustri la sonata di Beethoven op. 2 n. 3.

07. Si illustri la struttura della sonata nel secondo Settecento, con riferimenti ai brani in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 087
01. Quale tra le seguenti affermazioni relative alla Sinfonia Eroica è sbagliata?

contiene al suo interno una marcia funebre

è in quattro movimenti

è l’ultima sinfonia composta da Beethoven

è stata composta nel primo decennio del XIX secolo

02. Chi fu il dedicatario finale della Sinfonia ‘Eroica’?

il principe Lobkovitz

Karl Beethoven

Franz Joseph Haydn

Napoleone

03. Chi è il musicista autore della Sinfonia ‘Eroica’?

Beethoven

Haydn

Bach

Mozart

04. Grazie a quali documenti possiamo ricostruire il percorso creativo di Beethoven?

alle lettere inviate al padre

ai quaderni di schizzi

alla molta musica a stampa pervenutaci


ai quaderni di conversazione

05. Qual è l’organico della Terza sinfonia di Beethoven?

pianoforte

orchestra

pianoforte e orchestra
quartetto d’archi

06. In che periodo Beethoven compose la sua Terza sinfonia? 1803-1804

tra il 1770 e il 1790

tra il 1790 e il 1810

tra il 1810 e il 1830


tra il 1830 e il 1850

07. In che lingua è scritto il frontespizio definitivo della Sinfonia ‘Eroica’?

francese

tedesco

italiano
inglese

08. Si illustri la Sinfonia n. 3 “Eroica”, prevista in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 088
01. Qual è la forma del primo movimento della Sinfonia ‘Eroica’ di Beethoven?

rondò

tema con variazioni

forma-sonata
scherzo

02. Cosa ottenne Napoleone da Beethoven rispetto alla Terza sinfonia?

sia la dedica sia l’intitolazione della sinfonia

l’intitolazione ma non la dedica della sinfonia

né la dedica né l’intitolazione della sinfonia


la dedica ma non l’intitolazione della sinfonia

03. Quando e dove fu eseguita pubblicamente per la prima volta la Sinfonia n. 3 di Beethoven?

a Parigi nel 1805

a Vienna nel 1805

a Parigi nel 1815


a Vienna nel 1815

04. Nel primo movimento della Sinfonia n. 3 di Beethoven, quanti sono i temi della forma-sonata?

più di 2

non ci sono temi


2

05. Quale tra le seguenti affermazioni relative alla Sinfonia Eroica è sbagliata?

il primo movimento presenta vari gruppi tematici

contiene uno scherzo

contiene un tema con variazioni

è una composizione per pianoforte e orchestra

06. Si illustri il primo movimento della Sinfonia n. 3 “Eroica” di Beethoven.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 089
01. Quale dei movimenti della Sinfonia ‘Eroica’ di Beethoven è una marcia funebre?

il quarto movimento

il secondo movimento

il primo movimento
il terzo movimento

02. A quale forma è assimilabile la marcia funebre del secondo movimento della Sinfonia ‘Eroica’ di Beethoven?

canzone tripartita

scherzo

minuetto
forma-sonata

03. A quale momento storico è assimilabile la marcia funebre del secondo movimento della Sinfonia ‘Eroica’?

alla Restaurazione

al Risorgimento

all’Illuminismo

alla Rivoluzione francese

04. Si illustri il secondo movimento della Sinfonia n. 3 “Eroica” , prevista in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 090
01. Qual è la particolarità del tema utilizzato da Beethoven nel quarto movimento della Sinfonia n. 3?

non è di sua invenzione

compare solo una volta all’inizio e una alla fine

lo ha utilizzato anche in precedenza in altre composizioni


compare anche nella Sinfonia n. 9

02. Qual è la forma del quarto movimento della Sinfonia n. 3 di Beethoven?

forma-sonata

tema con variazioni

scherzo
minuetto

03. Quale forma in uso precedentemente in sonate e sinfonie, Beethoven tende a sostituire inserendovi al suo posto uno Scherzo?

la forma-sonata

il rondò

il tema con variazioni


il minuetto

4. Si illustri il terzo movimento della Sinfonia n. 3 “Eroica” , prevista in ascolto.

5. Si illustri il quarto movimento della Sinfonia n. 3 “Eroica” , prevista in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 091
01. Chi è il musicista autore del Quartetto op. 130 in Si bemolle maggiore previsto tra gli ascolti del corso?

Beethoven

Mozart

Haydn

Schubert

02. In quanti movimenti è suddiviso il Quartetto op. 130 in Si bemolle maggiore di Beethoven?

03. In che modo è evidente lo sguardo verso il passato nel Beethoven dell’ultimo periodo?

attraverso la composizione di lavori molto ampi

attraverso lo stravolgimento delle forme classiche

attraverso l’uso di elementi contrappuntistici come la fuga


attraverso l’uso di tonalità molto lontane da quella di partenza

4. Chi è l’autore della Sinfonia n. 9 in re minore op. 125?

Mozart

Haydn

Beethoven

Schubert

05. In che periodo è stata composta la Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 di Beethoven?

tra il 1810 e il 1830

tra il 1830 e il 1850

tra il 1790 e il 1810


tra il 1770 e il 1790

06. Chi è l’autore del testo dell’ode An die Freude?

Wolfgang Goethe

Friedrich Schiller

Wilhelm Muller

Ludwig van Beethoven

07. Chi è il musicista autore della Sonata n. 31 op. 110 in La bemolle maggiore prevista tra gli ascolti del corso?

Beethoven

Schubert

Mozart

Haydn

08. Qual è l’organico della Sonata n. 31 op. 110 di Beethoven prevista tra gli ascolti del corso?

pianoforte

quattro strumenti ad arco

pianoforte e orchestra
orchestra

9. Si illustri l’ultimo movimento della Sinfonia n. 9, prevista in ascolto.

10. Si illustri il terzo movimento della Sonata op. 110, prevista in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 092
01. Qual è l’organico della Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 di Beethoven?

solisti, coro, pianoforte e orchestra

pianoforte, coro e orchestra

orchestra

solisti, coro e orchestra

02. Quale dei movimenti della Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 di Beethoven contiene anche parti vocali?

il primo e l’ultimo movimento

il primo movimento

l’ultimo movimento
tutti i movimenti

03. Quali sono gli strumenti dell’orchestra che per primi eseguono il motivo principale dell’Inno alla gioia nella Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 di Beethoven?

violoncelli e contrabbassi

flauti e clarinetti

timpani e tamburi
triangoli e piatti

04. Che cosa suonano ad un certo punto della Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 di Beethoven i triangoli, i piatti e il tamburo?

una marcia con testo rivoluzionario

una marcia alla turca

una fuga a 3 voci


un adagio religioso

05. Cosa succede all’inizio del quarto movimento della Sinfonia n. 9 di Beethoven previsto tra gli ascolti del corso?

si sentono i temi dei movimenti precedenti

viene cantata dal coro la prima strofa solo accompagnata dagli archi

si sente il soggetto di una fuga che poi viene svolta durante tutto il movimento
i quattro solisti cantano a turno le prime quattro strofe dell’ode di Schiller

06. Quale tra le seguenti affermazioni relative alla Nona Sinfonia è sbagliata?

si compone eccezionalmente di cinque movimenti

è una composizione per soli, coro e orchestra

è stata composta nel terzo decennio dell’Ottocento


contiene l’Inno alla gioia

7. Chi ha scritto il testo dei versi «O Freunde, nicht diese Töne! | Sondern laßt uns angenehmere | anstimmen und freudenvollere» cantati
dal basso all’inizio della Sinfonia n. 9 di Beethoven?

Schiller

Beethoven

Goethe

Muller

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 093
01. In che periodo è vissuto Franz Schubert?

negli ultimi decenni del Settecento

nei decenni centrali del Settecento

nei primi decenni dell’Ottocento


nei primi decenni del Settecento

02. Quali di queste affermazioni relative ai Lieder del primo Ottocento è sbagliata?

sono in lingua tedesca

uno dei maggiori autori di Lieder fu Schubert

il testo poetico ha un numero fisso di strofe


possono essere musicalmente strofici

03. Quali di queste affermazioni relative a Schubert è sbagliata?

ha composto solo Lieder

visse spesso a Vienna

fu presente ai funerali di Beethoven


fu allievo di Salieri

04. Cosa sono le cosiddette Schubertiadi?

composizioni strumentali di Schubert

composizioni vocali di Schubert

serate conviviali in cui si suonava e ascoltava musica di Schubert


eventi teatrali in cui si ascoltava musica di Schubert

05. In quale città visse gran parte della sua vita Franz Schubert?

a Londra

a Vienna

a Salisburgo

a Parigi

06. In che anno è nato Franz Schubert?

1812

1797

1770
1732

07. Si illustri il genere del Lied.

08. Si illustrino alcuni dei brani in ascolto tratti da Die Winterreise.

09. Si illustrino le varie tipologie di Lieder, con particolare riferimento a quelli in ascolto.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
Lezione 094
01. Chi è il protagonista di Die Winterreise?

un musicista

un viandante

un poeta
un pianista

02. A quale tipologia appartiene il Lied Gute Nacht previsto tra gli ascolti del corso?

è un Lied strofico

è un Lied non strofico

è un Lied durchkomponiert

è un Lied misto

03. Qual è l’organico dei Lieder di Schubert previsti tra gli ascolti del corso?

pianoforte

orchestra

voce e pianoforte
voce e orchestra

04. In quale lingua sono i testi dei Lieder messi in musica da Schubert?

inglese

tedesco

italiano
francese

05. Cosa significa Lied strofico?

Lied che non propone ripetizioni nella melodia

Lied che propone sempre testo letterario diverso e testo musicale diverso

Lied che usa sempre lo stesso testo letterario per ogni melodia

Lied che usa sempre la stessa melodia per ogni strofa del testo letterario

6. Cosa significa Lied durchkomponiert?

Lied che usa sempre la stessa melodia per ogni strofa del testo letterario

Lied che riprende la stessa melodia alla fine del testo letterario

Lied che alterna due diverse melodie nelle varie parti del testo

Lied che non propone ripetizioni nella melodia

07. Quali tipi di Lieder compose Schubert?

solo Lieder durchkomponiert

sia Lieder strofici che Lieder durchkomponiert

solo Lieder misti


solo Lieder strofici

08. Qual è il poeta autore dei testi di Die schöne Müllerin?

Goethe

Müller

Schiller

Heine

09. Chi è il musicista autore di Die Winterreise?

Beethoven

Mozart

Mozart

Schubert

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
10. Quanti sono i Lieder che compongono la raccolta Die Winterreise?

24

12

10

11. Qual è l’organico di Die Winterreise?

voce e orchestra

orchestra

voce e pianoforte
pianoforte

12. Quando fu composto il ciclo Die Winterreise di Schubert?

nel 1812

nel 1835

nel 1803
nel 1827

13. Quale di queste composizioni non presenta al suo interno delle arie?

Die Winterreise

La Passione secondo Matteo

Susanna

L’italiana in Algeri

14. Quali di queste affermazioni relative a Die Winterreise è sbagliata?

è un ciclo di Lieder

fu composta nel 1837

il protagonista è un viandante
si compone di 24 Lieder

Lezione 095
01. Quale Lied della raccolta Die Winterreise propone inizialmente un momento di serenità?

Gute nacht

Gefrorne tränen

Die Wetterfahne

Der Lindenbaum

02. In che modo Schubert propone il passaggio da un’atmosfera serena ad un’atmosfera rigida in Der Linderbaum?

attraverso la ripetizione di alcuni versi

attraverso la ripetizione di parole legate all’inverno

attraverso il passaggio da una tonalità maggiore a una tonalità minore


attraverso il ‘da capo’

03. Com’è generalmente l’atmosfera in Die Winterreise di Schubert?

è un’atmosfera gioiosa

è un’atmosfera sospesa

è un’atmosfera rigida e fredda


è un’atmosfera serena

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)
04. Che ruolo ha solitamente il pianoforte nei Lieder di Schubert?

fa da accompagnamento alla voce

ha ruolo paritario rispetto alla voce

ha un ruolo preponderante rispetto alla voce


crea il sottofondo per la voce

Lezione 096
01. - Quale delle seguenti affermazioni relative al brano Auf dem Flusse, presente tra gli ascolti del corso, è sbagliata?

il testo letterario è strofico

presenta un organico costituito da una voce e orchestra

è stato composto nella prima metà dell’Ottocento

presenta un passaggio dalla tonalità minore alla tonalità maggiore

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: mia-veruschka (miaveruschka@gmail.com)