Sei sulla pagina 1di 8

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MESSINA

Bando per l’ammissione ai corsi di laurea magistrale delle


Professioni Sanitarie
Classi LM/SNT1; LM/SNT2; LM/SNT3;

Anno Accademico 2020/2021


Università degli studi di Messina

Bando di ammissione ai corsi di laurea magistrale delle Professioni Sanitarie


Anno Accademico 2020/2021

Checklist

Informati Leggi attentamente il bando

Iscriviti alla prova di


ammissione sul portale Esse3 e Dal 7 agosto al 30 settembre 2020
paga il contributo di
partecipazione

Sostieni la prova di 30 ottobre 2020


ammissione
1 - FINALITÀ
Il presente Bando disciplina l’ammissione al primo anno dei corsi di laurea magistrale delle professioni sanitarie
(LM/SNT1 – LM/SNT2 – LM/SNT3) a numero programmato attivati presso l’Università degli Studi di Messina,
per l’anno accademico 2020/2021, in conformità alle previsioni di cui al Decreto Ministeriale 12 giugno 2020, n.
213.

Le informazioni riguardanti i corsi di studio (regolamento, requisiti di accesso, piano didattico, obiettivi formativi,
informazioni e contatti ecc.) sono disponibili sul sito istituzionale di Ateneo.

2- POSTI DISPONIBILI
Per l’anno accademico 2020/2021, il Ministero dell'Università e della Ricerca (MUR) ha definito il numero di
posti disponibili per ciascun corso di studio:

Posti riservati a Posti riservati a


Denominazione del Corso candidati UE e non- candidati non-UE Posti complessivi
UE residenti in Italia residenti all’estero
SCIENZE
INFERMIERISTICHE ED 80 3 83
OSTETRICHE LM/SNT1

SCIENZE RIABILITATIVE
DELLE PROFESSIONI 50 1 51
SANITARIE LM/SNT2

SCIENZE DELLE
PROFESSIONI SANITARIE
50 1 51
TECNICHE DIAGNOSTICHE
LM/SNT3

Per i candidati non-UE residenti all’estero, ogni Ateneo dispone l’ammissione ai suddetti corsi di studio in base
ad apposita graduatoria di merito, nel limite del contingente ad essi riservato.
I posti eventualmente non utilizzati sono resi disponibili nell’ambito dei posti destinati agli studenti dei paesi
UE e non UE residenti in Italia di cui all'articolo 39, comma 5, del Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286, in
tempo utile per lo scorrimento delle relative graduatorie e fatte salve, ove possibile, le eventuali compensazioni
tra Atenei all’interno dello stesso contingente riservato agli studenti dei paesi non UE residenti all’estero.

Candidati non-UE residenti all’estero


I cittadini non-UE residenti all’estero per essere ammessi alla prova, devono seguire le procedure definite
dal Ministero dell’Università e della Ricerca con apposita circolare, consultabile su: http://www.studiare-
in-italia.it/studentistranieri/.
È possibile consultare le informazioni di dettaglio su: https://www.unime.it/it/international/studenti-
stranieri/iscrizione-studenti-con-titolo-di-studio-conseguito-allestero
https://international.unime.it/study-with-us/admission-to-unime/
I cittadini non-UE residenti all’estero dovranno altresì seguire le procedure indicate al successivo articolo 5.
Prova di lingua italiana: I cittadini non-UE residenti all’estero che si iscrivono per la prima volta
all’Università in Italia, oltre a sostenere la selezione secondo le indicazioni contenute nel presente bando, a
pena di esclusione dalla prova di ammissione, dovranno anche superare una prova di conoscenza della
lingua italiana, salvo i casi di esonero previsti dal quadro normativo.
La prova di conoscenza della lingua italiana si terrà per via telematica il 28 agosto 2020 dalle ore 10:00.
Per ulteriori informazioni rivolgersi all’Unità Operativa Welcome Office, e-mail: uopwelcomeoffice@unime.it.

3 - REQUISITI DI AMMISSIONE
I candidati devono essere in possesso di almeno uno dei seguenti titoli di studio:

a) diploma di laurea abilitante all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di
laurea magistrale di interesse;
b) diploma universitario abilitante all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di
laurea magistrale di interesse;
c) titolo abilitante all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea
magistrale di interesse, di cui alla Legge 26 febbraio 1999, n. 42;

Possono, altresì, partecipare alla selezione anche i candidati che, iscritti al III anno per l’anno accademico
2019/2020 in uno dei corsi di laurea triennale delle classi SNT1, SNT2 e SNT3, conseguiranno la laurea
entro e non oltre il 31 dicembre 2020. Questi ultimi saranno ammessi, con riserva, sia alla selezione che
all’eventuale immatricolazione. Il punteggio relativo al diploma di laurea, abilitante all’esercizio di una delle
professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale di interesse sarà assegnato a tutti i
candidati “sotto condizione”, purché conseguano la laurea entro e non oltre il suddetto termine del 31 dicembre
2020. Il mancato conseguimento del titolo accademico comporta la decadenza del diritto all’immatricolazione.

Ai sensi dell’art. 2 del Decreto Ministeriale 12 giugno 2020, n. 213, possono essere ammessi ai corsi di laurea
magistrale, prescindendo dall’espletamento della prova di ammissione e in deroga alla programmazione
nazionale dei posti, in considerazione del fatto che i soggetti interessati già svolgono funzioni operative:

- coloro ai quali sia stato conferito l’incarico ai sensi e per gli effetti dell’articolo 7, commi 1 e 2, della
Legge 10 agosto 2000, n. 251, da almeno due anni alla data del presente decreto;
- coloro che risultino in possesso del titolo rilasciato dalle scuole dirette a fini speciali per dirigenti e
docenti dell’assistenza infermieristica ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo
1982, n. 162 e siano titolari, da almeno due anni alla data del presente decreto, dell’incarico di direttore
o di coordinatore dei corsi di laurea in infermieristica attribuito con atto formale di data certa;
- coloro che siano titolari, con atto formale e di data certa da almeno due anni alla data del presente
decreto, dell’incarico di direttore o di coordinatore di uno dei corsi di laurea ricompresi nella laurea
magistrale di interesse.

4 – CONTENUTO E DATE DELLA PROVA DI AMMISSIONE


L’accesso ai corsi di laurea magistrale delle professioni sanitarie avviene, previo superamento di apposita prova
di ammissione, predisposta dall’Università degli Studi di Messina, identica per l'accesso a tutte le tipologie dei
corsi attivati presso l’Ateneo, secondo le disposizioni del Decreto Ministeriale 12 giugno 2020, n. 213.

La prova, che deve svolgersi in un tempo di 120 minuti, consiste nella soluzione di 80 (ottanta) quesiti che
presentano cinque opzioni di risposta, tra cui il candidato deve individuarne una soltanto, scartando le
conclusioni errate, arbitrarie o meno probabili, predisposti sulla base dei programmi di cui all’Allegato 1, che
costituisce parte integrante del presente bando, su argomenti di:

- teoria/pratica pertinente alle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale di
interesse (32 quesiti);
- cultura generale e ragionamento logico (18 quesiti);
- regolamentazione dell'esercizio delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale
di interesse e legislazione sanitaria (10 quesiti);
- cultura scientifico-matematica, statistica, informatica e inglese (10 quesiti);
- scienze umane e sociali (10 quesiti).

5 - ISCRIZIONE ALLA PROVA DI AMMISSIONE


Per l’iscrizione alla prova di ammissione il candidato deve:

Effettuare la pre-iscrizione alla prova su Esse3 (https://unime.esse3.cineca.it) dal 07 agosto 2020 ed


entro il termine perentorio del 30 settembre 2020 ore 12.00 ora italiana, secondo i seguenti passaggi:

a) collegarsi al sito https://unime.esse3.cineca.it e registrarsi accedendo alla sezione “Registrazione”


completando tutti i campi obbligatori e seguire le istruzioni fino alla creazione delle credenziali
istituzionali (oppure accedere direttamente inserendo le credenziali già possedute);
N.B. È importante conservare le proprie credenziali istituzionali, poiché saranno richieste ad ogni accesso
al proprio profilo personale in https://unime.esse3.cineca.it.

b) cliccare sul link “Concorsi di Ammissione”, cliccare sul tasto “iscrizioni Concorsi” e successivamente
selezionare “Ammissione alle Magistrali delle Professioni Sanitarie”;

c) inserire le informazioni richieste e effettuare l’upload in formato .pdf dei seguenti documenti:

c1) “Domanda per l’ammissione diretta all’immatricolazione ai Corsi di laurea magistrale delle
Professioni Sanitarie“ (Allegato 2) debitamente compilata e firmata e copia fotostatica di un documento di
identità in corso di validità, in un unico file, nel caso in cui si concorra con le modalità indicate
nell’ultimo comma dell’art. 3 del presente bando;
c2) “Elenco e autovalutazione dei titoli per l’ammissione al concorso per l’iscrizione al primo anno dei
Corsi di Laurea magistrale delle Professioni Sanitarie a.a. 2020/21” (Allegato 3) debitamente compilato e
firmato e copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità, in un unico file, se il
candidato risulta in possesso di ulteriori titoli oltre quello richiesto per l’accesso ai corsi di laurea
magistrale oggetto del presente bando;

d) procedere fino alla generazione dell’avviso di pagamento del contributo di partecipazione al test di €
50,00 da pagare entro le ore 16.00 del 30 settembre 2020. Tale importo non sarà in nessun caso
rimborsato.
Sono ammessi alla prova solo ed esclusivamente i candidati che abbiano perfezionato l’iscrizione entro
i termini previsti e con le modalità sopra descritte. Il candidato che non si iscriva con le procedure
sopra indicate e non effettui il pagamento richiesto, non ha diritto a partecipare alla prova di
ammissione.
Si raccomanda di prendere nota del numero di prematricola generato dal sistema in quanto utile per
l’individuazione dell’aula nella quale si svolgerà il test.
Il candidato può esprimere, nella procedura di pre-iscrizione, una sola preferenza.

6 - RICHIESTA DI ADATTAMENTI ALLA PROVA DI AMMISSIONE AI CORSI DI STUDIO


Secondo quanto previsto dall’art. 5 del Decreto Ministeriale 12 giugno 2020, n. 213, i candidati con certificato di
invalidità, con certificazione di cui alla Legge 5 febbraio 1992, n. 104, o con diagnosi di disturbi specifici di
apprendimento (DSA) di cui alla Legge 8 ottobre 2010, n. 170, possono beneficiare, nello svolgimento della
prova, di appositi ausili o misure compensative, nonché di tempi aggiuntivi e possono essere ammessi al test con
la certificazione medica di cui sono in possesso, anche se non aggiornata a causa della limitazione dell’attività
del SSN per l’emergenza Covid-19, con riserva, da parte dell’Ateneo, di richiedere successivamente l’integrazione
della documentazione.
I candidati residenti in paesi esteri, che intendano usufruire di adattamenti, devono presentare la certificazione
attestante lo stato di invalidità, disabilità o DSA rilasciata nel paese di residenza, obbligatoriamente
accompagnata da una traduzione giurata in lingua italiana o in lingua inglese.
Per usufruire degli ausili o delle misure, in conformità a quanto disposto dall’art. 5 del Decreto Ministeriale 12
giugno 2020, n. 213, i candidati che ne hanno diritto devono completare, contestualmente all'iscrizione al
concorso di ammissione ed improrogabilmente entro la scadenza prevista dal presente bando per la
presentazione delle domande, le apposite procedure “Richiesta ausili” e “Dichiarazione Disabilità/DSA", sulla
piattaforma ESSE3 https://unime.esse3.cineca.it, inserendo la documentazione medica relativa alla tipologia di
disabilità/invalidità/DSA dichiarata.
I dettagli per la compilazione sono disponibili sulla pagina web dei “Servizi disabilità/DSA”:
https://www.unime.it/it/ateneo/servizidd/ alla voce “Concorsi di ammissione ai CdS ad accesso programmato
nazionale (su piattaforma ESSE3)”.
Per ulteriori informazioni rivolgersi all'Unità Operativa Servizi Disabilità/DSA, e-mail: servizi.dd@unime.it,
recapiti telefonici: 090 676 5066 - 090 676 8986 - 090 676 8318

7 - MODALITA' DI SVOLGIMENTO DELLA PROVA DI AMMISSIONE


La prova avrà luogo il giorno 30 ottobre 2020 con inizio alle ore 11:00 e per il suo svolgimento è assegnato un
tempo di 120 minuti.
Con successivo avviso pubblicato sul sito istituzionale d’Ateneo verrà comunicata la sede della prova e l’esatta
ubicazione delle aule.
Le modalità di svolgimento della prova sono specificate nel Disciplinare d’aula – Allegato 4 – parte integrante
del presente Bando.
Sono causa di annullamento della prova:
1) lo svolgimento della prova in un’aula di esame diversa da quella in cui il candidato è iscritto secondo
quanto riportato negli elenchi d’aula, a meno che la variazione sia stata autorizzata dalla
Commissione d’esame e di tanto sia dato atto a verbale;
2) l’introduzione nonché l’utilizzo in aula, da parte del candidato, di telefoni cellulari, palmari,
smartphone, smartwatch, tablet, auricolari, webcam o altra strumentazione similare, manuali, testi
scolastici e/o riproduzioni anche parziali di essi, appunti manoscritti e materiale di consultazione;
3) l’apposizione sul modulo risposte (sia sul fronte che sul retro) della firma ovvero di contrassegni del
candidato o di un componente della Commissione;
4) l’interazione tra i candidati e/o i tentativi di copiatura e/o i tentativi di scambio di qualsiasi materiale,
compreso lo scambio di anagrafiche e/o moduli risposta, in possesso dei candidati;
5) l’utilizzo da parte del candidato, durante le operazioni di inserimento della scheda anagrafica e del
modulo riposte all’interno dei contenitori ivi adibiti, di penne, matite o qualsiasi altro strumento
idoneo alla scrittura al fine di apportare modifiche, integrazioni e/o correzioni al modulo risposte.
L’ annullamento della prova è disposto dalla Commissione.
8- VALUTAZIONE DELLA PROVA E DEI TITOLI ACCADEMICI E PROFESSIONALI
Per la valutazione dei candidati, l’Università nomina una apposita commissione giudicatrice che ha a disposizione
cento punti, dei quali ottanta riservati alla prova scritta e venti ai titoli.

Per la valutazione della prova si tiene conto dei seguenti criteri:


 1 punto per ogni risposta esatta;
 meno 0,25 punti per ogni risposta sbagliata;
 0 punti per ogni risposta non data.

In caso di parità di punteggio nella graduatoria finale, in cui viene sommato il voto ottenuto nella prova scritta con il
punteggio relativo alla valutazione dei titoli, prevale, in ordine decrescente, il voto ottenuto dal candidato nella
soluzione rispettivamente dei quesiti relativi ai seguenti argomenti:
- teoria/pratica pertinente all’esercizio delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale di
interesse; cultura generale e ragionamento logico;
- regolamentazione dell’esercizio professionale specifico e legislazione sanitaria;
- cultura scientifico-matematica, statistica, informatica e inglese; scienze umane e sociali.

La valutazione dei titoli accademici e professionali per la classe di laurea magistrale delle scienze
infermieristiche e ostetriche avverrà sommando il punteggio del titolo presentato per l’accesso così
individuato:

 diploma di laurea abilitante all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di
laurea magistrale di interesse: punti 7;

 diploma universitario abilitante all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di
laurea magistrale di interesse: punti 6;
 titoli abilitanti all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale
di interesse, di cui alla Legge 26 febbraio 1999, n. 42: punti 5;

con gli eventuali altri titoli di cui al seguente elenco:

diploma di Scuola diretta a fini speciali in assistenza punti 5


infermieristica (DAI ) di cui al D.P.R. 162/1982
altri titoli accademici o formativi di durata non inferiore a sei punti 0,50 per ciascun titolo fino a
mesi un massimo di punti 2
attività professionali nella funzione apicale di una delle punti 1 per ciascun anno o frazione
professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea superiore a sei mesi fino a un
magistrale di interesse, idoneamente documentate e certificate massimo di punti 4
punti
attività professionali nell’esercizio di una delle professioni punti 0,50 per ciascun anno o
sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale di frazione superiore a sei mesi
interesse, idoneamente documentate e certificate fino a un massimo di punti 2

La valutazione dei titoli accademici e professionali per le classi di laurea magistrale delle scienze delle
professioni sanitarie della riabilitazione, delle scienze delle professioni sanitarie tecniche e delle scienze
delle professioni sanitarie della prevenzione, avverrà sommando il punteggio del titolo presentato per
l’accesso così individuato:

 diploma di laurea abilitante all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea
magistrale di interesse: punti 7;
 diploma universitario abilitante all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di
laurea magistrale di interesse: punti 6;
 titoli abilitanti all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale
di interesse di cui alla Legge 26 febbraio 1999, n. 42: punti 5;

con gli eventuali altri titoli di cui al seguente elenco:


titoli accademici o formativi di durata non inferiore a sei punti 0,50 per ciascun titolo fino a
mesi un massimo di punti 5
attività professionali nella funzione apicale o di punti 1 per ciascun anno o frazione
coordinamento di una delle professioni sanitarie ricomprese superiore a sei mesi fino a un
nella classe di laurea magistrale di interesse idoneamente massimo di punti 4
documentate e certificate
attività professionali nell’esercizio di una delle professioni punti 0,50 per ciascun anno o
sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale di frazione superiore a sei mesi fino a
interesse, idoneamente documentate e certificate un massimo di punti 4

La Commissione esaminerà le autocertificazioni rese da ogni singolo concorrente per valutare il percorso di
studio. L’esito della valutazione comparativa sarà pubblicata sul sito istituzionale di Ateneo entro il 16 ottobre
2020.

9 - PUBBLICAZIONE DELLE GRADUATORIE DI MERITO, IMMATRICOLAZIONI E SCORRIMENTI


L’Università redige due distinte graduatorie, una per i candidati dei Paesi UE e dei Paesi non UE di cui all’art. 39,
comma 5, del Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286, e l'altra riservata ai candidati dei Paesi non UE residenti
all'estero.
Per ciascun corso di laurea saranno ammessi i candidati che si sono collocati in posizione utile, avuto riguardo al
punteggio ottenuto e al numero di posti disponibili.
L’immatricolazione ai Corsi di Laurea avverrà fino all’esaurimento dei posti disponibili, e comunque non oltre il
1 marzo 2021.
Le graduatorie di merito saranno pubblicate sul sito istituzionale di Ateneo a conclusione delle opportune
verifiche amministrative.
I candidati vincitori, entro il termine indicato nel relativo avviso, dovranno effettuare l’immatricolazione,
esclusivamente attraverso la procedura on-line collegandosi all’indirizzo https://unime.esse3.cineca.it.
Trascorso tale termine, coloro i quali non regolarizzeranno l’immatricolazione, con le modalità e nei termini
indicati nella procedura, saranno considerati rinunciatari, indipendentemente dalle motivazioni giustificative
del ritardo.
Si procederà in modo analogo nell’ipotesi in cui, fatti i dovuti controlli, tutti i posti messi a concorso non saranno
assegnati.
I candidati in posizione utile per l’immatricolazione, che siano già iscritti ad altro corso di laurea e che
conseguiranno il titolo entro il 31 dicembre 2020, potranno immatricolarsi con riserva.
Gli studenti non UE residenti all’estero, all’atto dell’immatricolazione, pena l’esclusione, dovranno consegnare la
dichiarazione di valore o, in alternativa, l’attestazione rilasciata da centri ufficiali ENIC-NARIC presso l’Unità
Operativa Welcome Office, e-mail: uopwelcomeoffice@unime.it.

10 - ISCRIZIONE AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO


La procedura per l’iscrizione ad anni successivi al primo sarà disciplinata con apposito avviso o bando, con il
quale l’Ateneo renderà nota l’eventuale disponibilità di posti per ciascun anno di corso.
I candidati che intendano essere ammessi ad anni successivi al primo sono tenuti a presentare
domanda esclusivamente al momento della pubblicazione di tale avviso o bando, in conformità a
quanto previsto nel Decreto Ministeriale 16 giugno 2020, n. 218, all. 2, cpv. 12 e 13.

11 – RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO


Il Responsabile del procedimento amministrativo è la Dott.ssa Domenica Siddi, Responsabile dell’Unità
Organizzativa Segreterie Amministrative Corsi di Laurea.
Per ogni informazione è possibile contattare l’InfoPoint all’indirizzo mail: infopoint@unime.it - Ricevimento
telefonico allo 090 676 8300, dal lunedì al venerdì dalle ore 11:00 alle ore 13:00 e dal lunedì al giovedì dalle
14:30 alle 16:00.
Il referente della procedura per l’ammissione ai singoli corsi di studio è il Dott. Alfonso De Salvo email:
adesalvo@unime.it - Unità Operativa Area Medico Sanitaria.

12 – TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI


I dati personali trasmessi saranno trattati, nel rispetto del vigente quadro normativo di riferimento, per le
finalità di gestione della procedura e dell’eventuale immatricolazione, in misura pertinente e strettamente
necessaria al perseguimento delle funzioni istituzionali.
Per l’informativa relativa al trattamento dei dati personali si rimanda agli artt. 13 e 14 del Regolamento UE
679/2016 e al link:https://www.unime.it/it/ateneo/privacy/evidenza/informative.
Con la presentazione della domanda di ammissione, lo studente manifesta il consenso al rilascio dei documenti
inerenti alla presente procedura, richiesti ai sensi della normativa in materia di accesso, qualora ne ricorrano i
relativi presupposti.

13 – DISPOSIZIONI FINALI E DI COORDINAMENTO


La partecipazione alla procedura comporta l’accettazione, senza alcuna riserva, di tutte le disposizioni
contenute nel presente bando e del vigente documento unico di contribuzione studentesca; per quanto non
espressamente ivi previsto, trova applicazione la normativa di riferimento in vigore e in particolare il Decreto
Ministeriale 12 giugno 2020, n. 213, e s.m.i.
I candidati hanno diritto di accedere agli atti della procedura secondo le modalità previste dal “Regolamento in
materia di diritto di accesso documentale, accesso civico semplice e accesso civico generalizzato” dell’Università
degli Studi di Messina.
Tutte le comunicazioni riguardanti la procedura verranno effettuate tramite il sito istituzionale d’Ateneo e la
piattaforma Esse3 ed hanno valore di notifica ai candidati.
Con specifico avviso sul sito istituzionale d’Ateneo saranno rese disponibili eventuali misure organizzative
legate all’evolversi dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.
Il presente bando sarà pubblicato nella sezione “Bandi” sul sito istituzionale d’Ateneo.

Il Rettore
Prof. Salvatore Cuzzocrea
Firmato digitalmente da: CUZZOCREA SALVATORE
Motivo: Rettore
Data: 06/08/2020 11:24:56