Sei sulla pagina 1di 32

 

IL SEGRETO
I QUATTRO POTENTI
DI NEVILLE GODDARD
© 2015 Area51 Publishing s.r.l., San Lazzaro di Savena (Bologna)
Prima edizione ebook Area51 Publishing: © dicembre 2015
L’esercizio giudato è a cura di: Michael Doody
Voce dell’esercizio giudato: Fabio Farnè, Irene Forti
Immagine di copertina: © Thinkstockphotos
Musiche: © (background music) Christopher Lloyd Clarke; (binaural beats) Khai NG
Redazione e sviluppo ebook: © Area51 Publishing

L’autore
I libri di Michael Doody sono il frutto della lunga esperienza di ricerca e pratica dell’autore, della lettura di decine di
libri e della frequentazione di numerosi corsi e workshop. La crescita personale di Michael Doody inizia con la pratica
dello yoga e della meditazione e l’approfondimento di tematiche psicologiche (in particolare la psicologia
transpersonale) e prosegue da oltre vent’anni con la pratica assidua del pensiero positivo e la ricerca dell’equilibrio
mente-corpo. Con il suo lavoro, Michael Doody contribuisce a diffondere le metodologie più avanzate per accelerare
l’evoluzione psicologica e spirituale e il raggiungimento del benessere individuale e sociale. Con Area51 Publishing ha
pubblicato il bestseller Il Segreto in pratica (ebook, audiolibro digitale, libro cartaceo), che ha venduto oltre 30.000
copie, Crea la tua ricchezza con le credenze subconsce (ebook e audiolibro) e Visualizzazione in pratica (ebook,
audiolibro digitale, libro cartaceo). Ha curato inoltre l’antologia 365 giorni con la Legge dell’Attrazione (ebook).

Se intendi condividere questo ebook con un’altra persona, ti chiediamo cortesemente di scaricare una copia a
pagamento per ciascuna delle persone a cui lo vuoi destinare. Se stai leggendo questo ebook e non lo hai acquistato, ti
chiediamo, se ti piace, di acquistarne anche una copia a pagamento, al fine di poterci permettere di far crescere il
nostro lavoro e di offrirti sempre più titoli e una qualità sempre maggiore. Grazie per il tuo aiuto e per aver rispettato
il lavoro dell’autore e dell’editore di questo testo.

L’autore di questo ebook non dispensa consigli medici né prescrive l’uso di alcuna tecnica come forma di
trattamento per problemi fisici e medici senza il parere di un medico, direttamente o indirettamente. L’intento
dell’autore è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del
benessere. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo ebook per voi stessi, che è un vostro diritto,
l’autore e l’editore non si assumono alcuna responsabilità delle vostre azioni.

Nota: Questa serie non è stata in alcun modo autorizzata dall’autrice di “The Secret” Rhonda Byrne e non ha
alcun rapporto ufficiale con i titoli scritti da Rhonda Byrne. Si ispira alla sapienza della Legge di Attrazione e
propone tecniche pratiche per svilupparla individualmente.

ISBN: 978-88-9331-000-0

Segui Area51 Publishing su:

Google Plus

Facebook

Twitter

Pinterest

Instagram

www.area51editore.com
www.area51editore.com/blog
LA SERIE
DIME SEGRETO

Il documentario e il libro The Secret di Rhonda Byrne ha rilanciato nel mondo il pensiero e il
sapere della Legge di Attrazione, ritrovando e rinnovando, in termini moderni, la straordinaria
sapienza dei grandi pionieri del Nuovo Pensiero e della Scienza della Mente come Wallace D.
Wattles, William Atkinson, Charles Haanel, Prentice Mulford, Florence Scovel Shinn, Neville
Goddard, Helen Wilmans, Mildred Mann, Thomas Troward, Genevieve Behrend, Elizabeth
Towne, Robert Collier, Napoleon Hill – solo per citare i più noti.
Ispirandosi ai princìpi pratici esposti da The Secret che a loro volta si ispirano,
riattualizzandoli, alla profonda sapienza delle grandi personalità qui citate, questa serie intende
offrire tecniche guidate passo passo, di semplice e immediata esecuzione e alla portata di tutte
le tasche per praticare e allenare tutti i giorni il nostro potere di attivare e mantenere attiva la
nostra Legge di Attrazione.
Ognuno di noi possiede questo potere e come tutte le risorse e le abilità umane, per
svilupparlo, usarlo, dominarlo e intensificarlo, ognuno deve allenarsi costantemente,
quotidianamente. Con fiducia e perseveranza. Per questo preciso scopo è stata creata questa
serie sul Segreto.
Strumenti per la tua crescita personale e il tuo miglioramento quotidiano. Strumenti per
esprimere al massimo il tuo potenziale e migliorare la qualità della tua vita. Strumenti semplici,
pratici, diretti, a un prezzo straordinariamente conveniente. È questo lo spirito con cui abbiamo
progettato la serie dei “Dime Segreto”.
Perché il nome “Dime”? Perché nel nome richiamiamo le “Dime Novels”, romanzi a
bassissimo costo (costavano un “dime”, cioè dieci centesimi di dollaro) che si diffusero negli
Stati Uniti dalla seconda metà del diciannovesimo secolo e costituirono uno dei primi grandi
esempi di cultura di massa e di diffusione per tutti della narrativa e della cultura.
Lo spirito delle dime novels si reincarna nella linea dei dime tools di Area51 Publishing,
potenti e sofisticati strumenti composti di testo e audio creati per aiutarti nel tuo lavoro di ogni
giorno su te stesso, al costo di meno di un euro. L’obiettivo è che anche la crescita personale, il
miglioramento quotidiano che ognuno di noi può realizzare con se stesso, il potenziamento
delle nostre capacità individuali, la costruzione giorno dopo giorno della qualità della nostra
vita, in ogni settore e in ogni momento, diventino sempre più di massa. Perché tutti meritiamo
il meglio.

L’Editore
La linea “Dime Tools” comprende le seguenti serie:

. Dime Guided Imagery


. Dime Training Autogeno
. Dime Il Segreto
. Dime PNL
. Dime Mindfulness
. Dime Ho’oponopono
. Dime Meditation (serie sulla meditazione)
. Dime Visualization (serie sulla visualizzazione)
. Dime Relax (serie sul rilassamento)
. Dime Breathing (serie sulla respirazione)
. Dime Focusing (serie sulla concentrazione)
. Dime Prayer (serie sulla preghiera)
. Dime EFT (serie sull’EFT)
NOTA
ALL’INTERNO DELL’EBOOK TROVERAI I LINK PER LA FRUIZIONE DELL’AUDIO IN STREAMING. AL
TERMINE DELL’ESERCIZIO TROVERAI INVECE IL LINK PER IL DOWNLOAD COMPLETO.
“Tutto quello che vediamo, che ci appare nella realtà, è una costruzione visiva premeditata e
appositamente creata per esprimere un soggetto, un soggetto che è stato drammatizzato,
provato ed eseguito altrove. Quello a cui assistiamo sul palcoscenico del mondo – ogni fatto o
evento reale, oggettivo – è una costruzione visiva concepita per esprimere i soggetti – i
desideri – che sono stati drammatizzati, provati ed eseguiti nell’immaginazione – nella mente
– degli individui.

I Quattro Potenti costituiscono l’individualità dell’uomo, o Dio nell’uomo; e tutto ciò che
l’uomo scorge, che gli appare davanti agli occhi, che costituisce la sua vita reale non sono
altro che ombre proiettate sullo schermo dello spazio-tempo – costruzioni ottiche elaborate
dalla sua individualità che lo informano in merito ai soggetti – i desideri – che ha concepito,
drammatizzato, provato ed eseguito lui stesso in se stesso.”

(Neville Goddard)
INTRODUZIONE ALLA TECNICA
DEI QUATTRO POTENTI DI NEVILLE GODDARD

Quella dei Quattro Potenti è forse la tecnica di immaginazione creativa principale sviluppata dal
grande maestro del Nuovo Pensiero Neville Goddard, tra i padri della divulgazione del Segreto
– la Legge di Attrazione.
Padroneggiando questa tecnica sarai in grado di usare la tua immaginazione creativa per la
realizzazione dei tuoi obiettivi, per la creazione della tua realtà.
Ci sono, dice Goddard, Quattro Potenti in ogni uomo e in ogni donna. Questi Quattro potenti
non sono quattro esseri separati l’uno dall’altro come lo sono le dita della mano.

“I Quattro Potenti sono quattro diversi aspetti della mente umana, e si differenziano tra loro
per funzione e carattere senza essere quattro sé separati che abitano nel corpo di ogni
individuo.”

Per illustrare la tecnica dei Quattro Potenti, Goddard utilizza la metafora del teatro. La messa
in scena immaginativa segue lo stesso schema della messa in scena teatrale.
Le quattro figure più importanti della produzione di un’opera sono il produttore, l’autore, il
regista e l’attore.

“Nel teatro della vita”, dice Goddard, “la funzione del produttore è quella di suggerire il
soggetto dell’opera. Lo fa sotto forma di un desiderio, per esempio ‘Vorrei avere successo’;
‘Vorrei poter fare un viaggio’; ‘Vorrei sposarmi’, e così via. Per essere rappresentati sul
palcoscenico del mondo, però, questi temi generali devono in qualche modo essere precisati,
lavorati nel dettaglio. Non è sufficiente dire: ‘Vorrei avere successo’ – si tratta di
un’affermazione troppo vaga. Successo in che cosa? Il Primo Potente non sa rispondere. Il
Primo Potente suggerisce solo il soggetto. La drammatizzazione del soggetto è lasciata alla
originalità del Secondo Potente, l’autore. Per drammatizzare il soggetto, l’autore scrive solo
l’ultima scena dell’opera – ma la scrive in modo dettagliato. La scena deve drammatizzare il
desiderio esaudito. Costruisce mentalmente una scena di vita il più possibile simile a quello
che accadrebbe e proverebbe una volta realizzato il desiderio. Quando la scena è descritta nel
dettaglio, chiaramente visualizzata, il lavoro dell’autore è completato.
Il Terzo Potente nella produzione di un’opera della vita è il regista. I compiti del regista
sono di accertarsi che l’attore rimanga fedele al copione e di fargli provare più e più volte la
parte fino a quando non gli diventa naturale. Questa funzione può essere paragonata a
un’attenzione controllata e diretta in modo consapevole: un’attenzione focalizzata
esclusivamente sulle azioni che implicano che il desiderio sia già realizzato.”

Il Quarto Potente, infine, è l’attore, cioè l’azione ripetuta dell’immaginazione. Tu, come
attore, attivi dentro di te, nell’immaginazione, l’azione predeterminata che implica la
realizzazione del desiderio.
Quest’ultima funzione non visualizza o osserva l’azione. Questa funzione in realtà mette in
scena l’opera, e lo fa più e più volte fino a quando essa non assume i toni della realtà.
La tecnica guidata che eseguirai segue lo schema di Goddard e ti fa prendere confidenza con i
tuoi Quattro Potenti, le quattro funzioni che tu stesso/tu stessa metterai in azione per costruire
la visualizzazione più potente, per poter spremere fino in fondo il potere della tua
immaginazione creativa.
La tecnica seguirà passo passo lo schema di Goddard e consta perciò di quattro passaggi:

1. Il produttore: esprimerai il tuo desiderio, individuerai il tuo obiettivo


2. L’autore: costruirai la scena con l’immaginazione
3. Il regista: Con una potente tecnica di rilassamento ti focalizzerai sulla scena. Con un
movimento di integrazione kinesiologica utilizzerai il corpo per restare concentrato in
modo naturale
4. L’attore: ripeterai la scena attivando tutta la tua sfera sensoriale ed emozionale.
Quest’ultimo passaggio verrà potenziato dall’utilizzo di suoni binaurali. I suoni binaurali
favoriscono l’attivazione di specifiche onde cerebrali, in questo caso le onde alpha, le onde
cerebrali attivate durante lo stato di profondo rilassamento, vicino al sonno, che è la
condizione ideale, insegna Goddard, per l’azione del potere dell’immaginazione creativa.

La tecnica è molto semplice e molto, molto efficace. È importante però che tu segua tutti i
passaggi: in questo modo acquisirai in modo completo, cioè a livello subconscio, l’efficacia della
tecnica. La farai tua e la potrai replicare quando vuoi, affinandola sempre di più. Per questo è
altrettanto importante che tu ripeta l’intero processo della tecnica almeno una volta al giorno
per due settimane, con lo stesso obiettivo, per acquisirla completamente. Dopodiché sarà tuo
compito continuare a praticarla con tutti gli altri obiettivi che vuoi raggiungere. Poiché questa
tecnica si basa essenzialmente sulla ripetizione, questo il ripeterla con costanza ti farà affinare
progressivamente, quasi senza che tu te ne accorga, la tua capacità di creare la realtà con
l’immaginazione. E i risultati saranno sorprendenti.
IL SEGRETO
I QUATTRO POTENTI DI NEVILLE GODDARD

Tecnica guidata
ESECUZIONE DELLA TECNICA

Ascolta facendo touch o cliccando qui

Oppure ascolta l’audio al seguente link:


http://bit.ly/streaming-QuattroPotenti

Siediti nella posizione che ti è più comoda. Chiudi gli occhi.

(2 secondi)

Attiva la respirazione controllata dalle narici. Inspira ed espira esclusivamente dalle narici, in
modo profondo, lento e naturale.

(10 secondi)

Concentrati su ogni inspirazione. Segui l’inspirazione sentendo mentre inspiri il tuo corpo che
si riempie d’aria.

(3 secondi)

Trattieni per un istante il respiro prima di espirare, poi espira, sempre in modo controllato.

(5 secondi)

Mentre espiri, cerca di rilassarti sempre più profondamente; mentre inspiri, cerca di non
perdere il rilassamento che hai ottenuto con l’espirazione.

(10 secondi)

Continua a respirare in modo naturale, senza portare più l’attenzione sul respiro.

(5 secondi)

Resta semplicemente in silenzio, con gli occhi chiusi.

(10 secondi)

Riapri gli occhi.


Il primo atto della tecnica è Il Produttore.
Tu ora sei il produttore – o la produttrice, e il tuo compito è decidere che cosa vuoi produrre,
che cosa cioè vuoi realizzare. Devi esprimere il tuo desiderio, individuare il tuo obiettivo.

(2 secondi)
Per illustrarti la tecnica nel modo più chiaro possibile, utilizzeremo un esempio che
svilupperemo fino al completamento del processo. Prendi spunto da questo esempio per
adattarlo al tuo obiettivo e costruire la tua autonoma visualizzazione integrata.

(2 secondi)

L’obiettivo che utilizzeremo come esempio è: “Voglio guadagnare un milione di euro”.


Individua il tuo obiettivo. Quando lo hai individuato, scrivilo su un foglio con questa stessa
formula, che inizi con “Voglio…”. Poi leggi la frase ad alta voce, con intenzione ferma e decisa,
senza esitazioni. Se la tua voce ti suona flebile, incerta o esitante, ripeti la frase sempre a voce
alta, fino a quando non senti che la tua voce è ferma e sicura.
Riprendi la registrazione quando hai terminato questa fase.

(10 secondi)

Il secondo atto della tecnica è L’Autore.


Tu ora sei l’autore – o l’autrice: devi definire quello che verrà messo in scena. Devi “scrivere”
la scena. Segui questa struttura. Ascolta le istruzioni che ti vengono date con gli esempi e poi
applicale alla tua scena.

(2 secondi)

Che tipo di scena deve essere? La risposta è sempre e solo una: deve essere una scena in cui
hai già realizzato il tuo obiettivo, in cui l’obiettivo è già realtà.
Nel nostro esempio deve essere una scena in cui io ho già guadagnato un milione di euro.

(3 secondi)

Che ruolo ho io nella scena? Hai il ruolo da protagonista! La scena deve essere osservata in
soggettiva, dal tuo punto di vista. Tu stai guardando in prima persona ciò che accade, in questo
momento, nella tua scena.
Nel nostro esempio sono io che osservo la scena in cui ho già guadagnato un milione di euro.
Non mi osservo da fuori, in terza persona, sono sempre in prima persona. Questo è
fondamentale.

(3 secondi)

Quali elementi devono essere presenti in scena? Tutti quelli che servono a evidenziare che hai
già raggiunto il tuo obiettivo. La scena può essere fantasiosa ma anche molto semplice.
Nel nostro esempio: decido che la mia scena è costituita semplicemente da me che osservo sul
computer il mio conto corrente online, il cui saldo è di un milione di euro. Decido davanti a
quale computer mi trovo (il computer portatile), in quale ambiente (il tavolo della sala da
pranzo) e se sono da solo o con qualcuno – decido di essere insieme a mia moglie. È lei, davanti
a me, che sta guardando il computer e lo gira verso di me mostrandomi il saldo sul conto
corrente online.
Posso circoscrivere la scena a questo singolo evento, oppure estenderla ad azioni successive
che compio – ciò che farei – ricevendo la notizia del mio obiettivo raggiunto, del mio milione di
euro guadagnato.
Il consiglio è di iniziare con una scena circoscritta e ben definita, e con la pratica estendere la
visualizzazione a sequenze narrative più ampie.

(3 secondi)

È obbligatorio che ci sia qualcun altro insieme a me nella scena che visualizzo? Non è
obbligatorio ma altamente consigliabile. La presenza di qualcun altro, di un testimone della
realizzazione del tuo obiettivo, rafforza la visualizzazione e favorisce l’azione delle energie
sottili, subconsce, di connessione tra la creazione immaginativa e la realizzazione oggettiva.

(3 secondi)

Bene, ora hai tutti gli elementi essenziali, come autore, per costruire la tua scena.
Riassumendoli, essi sono:

1. Aver già realizzato l’obiettivo,


2. Esperienza della scena in prima persona, in tempo reale,
3. Presenza unicamente di elementi che testimoniano la realizzazione, dell’obiettivo
4. Presenza di un’altra persona che testimonia insieme a te la realizzazione dell’obiettivo.

(2 secondi)

Ora tocca a te essere l’autore – o l’autrice – della tua scena. Prendi tutto il tempo che vuoi per
costruirla. Puoi tenere gli occhi chiusi o aperti, non importa, come ti riesce meglio.
Riprendi la registrazione quando hai terminato questa fase.

(10 secondi)

Il terzo atto della tecnica è Il Regista.


Tu ora sei il regista – o la regista: devi entrare nella piena consapevolezza della realizzazione
della tua scena. Devi prepararti a dirigere l’attore, a motivarlo, a sostenerlo, a fargli ripetere,
ripetere, ripetere la scena fino a quando non si realizza, fino a quando non diventa realtà.
Per farlo, entrerai in uno stato di rilassamento concentrato, focalizzato sul tuo obiettivo.

(2 secondi)

Chiudi gli occhi.

(5 secondi)

Attiva la respirazione controllata con le narici.

(5 secondi)

Inspira ed espira in maniera più profonda, sempre dal naso.

(10 secondi)

Resta in ascolto del tuo respiro

(10 secondi)

Inspira ora lentamente e profondamente e trattieni per qualche secondo il respiro.

(3 secondi)

Mentre espiri, lentamente, dal naso, ripeti mentalmente la parola “relax”.

(5 secondi)
Ogni volta che espiri ripeti mentalmente la parola “relax”. Mentre la ripeti, rilassa sempre di
più il corpo e svuota sempre di più la mente.

(5 secondi)

Continua in questo esercizio per i prossimi trenta secondi.

(30 secondi)

Chiudi gli occhi.

(5 secondi)

Attiva la respirazione controllata con le narici.

(5 secondi)

Inspira ed espira in maniera più profonda, sempre dal naso, come se potessi respirare fin
dentro la tua pancia.

(10 secondi)

Resta in ascolto del tuo respiro

(10 secondi)

Inspira ora lentamente e profondamente e trattieni per qualche secondo il respiro.

(3 secondi)

Mentre espiri, lentamente, dal naso, visualizza il numero 3 e intanto mentalmente ripeti la
parola “relax”.

(5 secondi)

Questo è il segnale che stai rilassando il corpo.

(5 secondi)

Concentra ora l’attenzione della mente sul tuo corpo, cercando di rilassare, a ogni
espirazione, ogni muscolo. Comincia dalle punte dei piedi.

(5 secondi)

A ogni espirazione, cerca di sentire la singola parte rilassarsi.

(5 secondi)

Risali poi lungo tutto il corpo, passando per le gambe

(5 secondi)

la zona pelvica
(5 secondi)

l’addome

(5 secondi)

il torace

(5 secondi)

le spalle

(5 secondi)

le ascelle

(5 secondi)

le braccia

(5 secondi)

le mani

(5 secondi)

il collo

(5 secondi)

la mandibola

(5 secondi)

le orecchie

(5 secondi)

gli zigomi

(5 secondi)

il naso

(5 secondi)

gli occhi.

(5 secondi)

Il tuo corpo ha allentato le tensioni.

(5 secondi)
Ora calma la tua mente. Inspira lentamente e profondamente e trattieni per qualche secondo
il respiro.

(3 secondi)

Mentre espiri, lentamente, dal naso, visualizza il numero 2 e intanto mentalmente ripeti la
parola “relax”.

(5 secondi)

Questo è il segnale di completo rilassamento della mente.

(5 secondi)

Lascia andare ogni preoccupazione o ogni pensiero e resta unicamente consapevole di questo
momento.

(5 secondi)

Inspira lentamente e profondamente e trattieni per qualche secondo il respiro.

(3 secondi)

Mentre espiri, lentamente, dal naso, mentalmente pronuncia e ascolta il suono del numero
“1” (uuuunooooo) e intanto visualizza un meraviglioso fiore colorato.

(5 secondi)

È il segnale che invii a te stesso di aver raggiunto la piena consapevolezza e di essere entrato
in uno stato di creatività e di piena ricezione ed espressione del tuo potenziale mentale.

(10 secondi)

Mantieni gli occhi chiusi. Per rafforzare la tua concentrazione, utilizzerai una tecnica di
integrazione kinesiologica.

(2 secondi)

Pensa alla scena che hai definito. Non soffermarti sui dettagli, tienila semplicemente in
mente.

(5 secondi)

Incrocia le caviglie portando la caviglia destra sopra la caviglia sinistra oppure la caviglia
sinistra sopra la caviglia destra.

(5 secondi)

Non importa quale caviglia sia appoggiata sull’altra. Porta sull’altra la caviglia che ti viene più
naturale portare.

(5 secondi)
Ora distendi le braccia in avanti, con i palmi delle mani rivolti l’uno verso l’altro.

(5 secondi)

Porta ora il polso della mano destra sopra il polso della mano sinistra, oppure il polso della
mano sinistra sopra il polso della mano destra.

(5 secondi)

Non importa quale polso sia appoggiato sull’altro. Porta sull’altro il polso che ti viene più
naturale portare.

(5 secondi)

Se hai eseguito correttamente le istruzioni, ora ti trovi con i dorsi delle mani rivolti l’uno
verso l’altro e i palmi delle verso l’esterno. Bene, ruota ora le mani in modo che i palmi tornino
nuovamente a guardarsi.

(5 secondi)

Unisci i palmi e intreccia le dita.

(5 secondi)

Infine lascia scendere le braccia nella posizione che ti è più comoda, mantenendo i polsi
sovrapposti e le dita intrecciate.

(10 secondi)

Il quarto atto della tecnica è L’Attore.


Tu ora sei l’attore – o l’attrice: guidato/guidata dal regista, cioè dal tuo stato di profonda
focalizzazione e integrazione, devi ripetere, ripetere, ripetere la scena che hai definito fino a
quando non ne acquisisci la consapevolezza di realtà. Lo farai coinvolgendo l’intera tua sfera
sensoriale ed emozionale.
Metti in azione ora la tua scena in cui hai già realizzato il tuo obiettivo.
Nel nostro esempio, inizio a mettere in azione la scena in cui, nella mia sala da pranzo, mia
moglie gira verso di me il computer e mi fa vedere il saldo del mio conto corrente online, che
corrisponde a un milione di euro.
Per il prossimo minuto ripeti la scena nel modo più libero e come meglio riesci.
Il primo suono binaurale rafforzerà il tuo stato immaginativo, a partire da adesso:

(1 minuto)

Ripeti ora la stessa scena concentrandoti unicamente sugli elementi visivi.

(2 secondi)

Tutto quello che VEDI nella scena deve dimostrare che il tuo obiettivo è già realizzato.

(2 secondi)

Nel nostro esempio: vedo sul monitor del computer l’elenco delle entrate e delle uscite, le
scorro e arrivo al saldo dove vedo il numero uno seguito da sei zeri. Un milione di euro: lo vedo
con chiarezza, nero su fondo bianco, che si staglia nel monitor. Poi vedo il volto di mia moglie
che non riesce a contenere la gioia, che alza le braccia al cielo in segno di vittoria. Sorride e mi
abbraccia. Ci abbracciamo e poi vedo le mie stesse braccia che si alzano al cielo in segno di
vittoria.
Eccetera.

(5 secondi)

Non importa che tu conosca realmente quello che vedi. Anche se non hai mai visto nella
realtà ciò che stai visualizzando, IMMAGINALO. Se il tuo obiettivo è fare un viaggio, per
esempio, non importa che tu sia giò stato nel luogo dove vuoi andare, o che tu abbia un’idea di
come sia fatto. IMMAGINALO.

(2 secondi)

Non preoccuparti se la visualizzazione non ti sembra chiara, se non ti sembra di visualizzare


bene o ti sembra di non mettere bene a fuoco i dettagli. Lo ripeto: non devi preoccuparti. Ripeti
la sequenza con fiducia: il tuo subconscio sta elaborando perfettamente la tua creazione
mentale.

(2 secondi)

Per il prossimo minuto ripeti la scena concentrandoti unicamente sugli aspetti visivi.
Il secondo suono binaurale rafforzerà il tuo stato immaginativo, a partire da adesso:

(1 minuto)

Ripeti ora la stessa scena concentrandoti unicamente sugli elementi auditivi.

(5 secondi)

Tutto quello che ASCOLTI nella scena deve dimostrare che il tuo obiettivo è già realizzato.

(5 secondi)

Nel nostro esempio ascolto mia moglie che ride, che grida di gioia mentre alza le mani al
cielo, che applaude, e ascolto la mia stessa voce che grida di gioia, che esprime esclamazioni
d’incontenibile gioia. Mia moglie mi bacia e ascolto lo schiocco del suo bacio sulla guancia o
sulla bocca. Oppure festeggiamo con una bottiglia di champagne: ascolto il suono del tappo che
salta e lo sfrigolio della schiuma mentre verso lo champagne. Brindiamo e ascolto il tintinnio
dei bicchieri.

(3 secondi)

Come noti, puoi aggiungere modifiche alla tua scena utilizzando i dettagli sensoriali. Se prima
non avevo immaginato mia moglie che mi baciasse di gioia, adesso lo faccio, arricchendo e
rafforzando la mia creazione immaginativa con ulteriori dettagli sensoriali focalizzati sul
raggiungimento dell’obiettivo.

(2 secondi)

Per il prossimo minuto ripeti la scena concentrandoti unicamente sugli aspetti auditivi.
Il terzo suono binaurale rafforzerà il tuo stato immaginativo, a partire da adesso:

(1 minuto)
Ripeti ora la stessa scena concentrandoti unicamente su tatto, odori e gusto.

(5 secondi)

Tutto quello che TOCCHI, ODORI o GUSTI nella scena deve dimostrare che il tuo obiettivo è
già realizzato.

(5 secondi)

Nel nostro esempio sento la superficie liscia e metallica del computer (un macintosh) che mi
trasmette sensazioni di gioia, sento il calore dell’abbraccio di mia moglie, odoro il suo profumo,
assaporo la sensazione del suo bacio sulle guance o il gusto del suo bacio sulle labbra. Oppure
percepisco con le labbra il fresco del bordo del bicchiere mentre me lo porto alla bocca e il
sapore frizzante e dolce dello champagne.

(2 secondi)

Per il prossimo minuto ripeti la scena concentrandoti unicamente su tatto, odore, gusto.
Il quarto suono binaurale ti accompagnerà per il prossimo minuto, a partire da adesso:

(1 minuto)

È importante che tu ripeta sempre la stessa scena. Rimanda indietro il film e ricomincia la
proiezione nella tua mente. Ogni volta la stessa scena, con il tuo obiettivo già raggiunto, ogni
volta assumendo sempre di più la sensazione che quella scena sia la vera realtà che stai vivendo
in questo momento.

(5 secondi)

Ripeti ora la stessa scena concentrandoti unicamente sulle EMOZIONI che provi.

(5 secondi)

Quali sensazioni senti dentro di te ora che hai già raggiunto il tuo obiettivo? Per il prossimo
minuto concentrati unicamente su di esse.
Il quinto suono binaurale rafforzerà il tuo stato emozionale, a partire da adesso:

(1 minuto)

Ripeti ora la stessa scena mettendo insieme tutti gli elementi che nelle precedenti sequenze
avevi separato. Per i prossimi due minuti ripeti la scena restando centrato sugli elementi visivi,
auditivi, tattili, olfattivi, gustativi ed emozionali. Il sesto suono binaurale rafforzerà il tuo stato
emozionale, a partire da adesso:

(2 minuti)

Renditi conto sempre di più che ciò che stai visualizzando non lo stai solo immaginando: stai
scegliendo consapevolmente una variante di realtà. Stai creando la tua realtà.

(30 secondi)

Non stai immaginando la tua realtà, stai vivendo la tua realtà.


(30 secondi)

Quando te la senti, sciogli gli incroci di polsi e caviglie e riapri gli occhi.

(5 secondi)

Resta in questo stato di rilassamento consapevole fino a quando hai voglia.


Complimenti, hai completato il processo dei Quattro Potenti di Neville Goddard.
“Quando l’uomo scopre che la vita è un'opera che lui stesso sta scrivendo, consciamente o
inconsciamente, egli cesserà di essere cieco, di di torturare se stesso e di eseguire giudizi e
volontà degli altri. Al contrario, riscriverà la sua opera affinché essa si conformi al suo ideale,
perché si renderà conto che tutti i cambiamenti nella realizzazione dell’opera provengono
dalla collaborazione dei Quattro Potenti che ha dentro di sé. Solo loro possono modificare la
sceneggiatura e generare il cambiamento.”

(Neville Goddard)
Scarica l’intero audiolibro in formato MP3 a questo indirizzo:

http://bit.ly/download-QuattroPotenti

Il file .zip che scaricherai è di 52,3 Megabyte. Prima di scaricare accertati perciò di avere spazio
sufficiente sul tuo computer, tablet o smartphone.
CLICCA O FAI TOUCH QUI
Della stessa serie
nel nostro catalogo trovi anche

Dime Il Segreto
Crea il tuo giorno
Della stessa serie
nel nostro catalogo trovi anche

Dime Il Segreto
Stato di ricezione
Della stessa serie
nel nostro catalogo trovi anche

Dime Il Segreto
Abbondanza di denaro e ricchezza
Della stessa serie
nel nostro catalogo trovi anche

Dime Il Segreto
Come se lo avessi già
Della stessa serie
nel nostro catalogo trovi anche

Dime Il Segreto
Cambia il tuo giorno
Della stessa serie
nel nostro catalogo trovi anche

Dime Il Segreto
I sei passi per la ricchezza
di Napoleon Hill
Della stessa serie
nel nostro catalogo trovi anche

Dime Il Segreto
La ricchezza in viaggio
Della stessa serie
nel nostro catalogo trovi anche

Dime Affirmation
Addio alla vecchia vita
Della stessa serie
nel nostro catalogo trovi anche

Dime Breathing
Respirazione per il successo

Potrebbero piacerti anche