Sei sulla pagina 1di 17

MARTEDÌ 7 GENNAIO 2020 - ANNO XIII - N.

6 REDAZIONE e AMMINISTRAZIONE: Viale Del Risorgimento 10 - 40136 Bologna - Tel 051 3951201 - Fax 051 3951289 - E-mail: redazione@corrieredibologna.it Distribuito con il Corriere della Sera - Non vendibile separatamente

All’Europauditorium Il progetto OGGI 6°C


Foschia

Il ritorno di I posti dove Vento: O 4 Km/h


Umidità: 83%
hanno vissuto MER GIO VEN SAB

Niccolò Fabi gli scrittori


0° / 7° 0° / 7° -1° / 9° 1° / 8°
di Andrea Tinti di M, Marino Dati meteo a cura di 3BMeteo.com
a pagina 15 a pagina 13 Onomastici: Luciano, Luciana

corrieredibologna.it

L’insegnamento I VENT’ANNI CHE HANNO CAMBIATO L’EMILIA


ELOGIO Il nostro ambiente è migliorato, ma ora si deve fare di più
DELLE
BADANTI
di Andrea Segrè
I FATTI

di Ivo Stefano Germano A come ambiente, ma anche come agricol-


tura, alimentazione, acqua, aria. Insomma
vita, perché se ambiente viene inteso nel suo
Da Sirio
appunto. Certo, essendo l’ambiente naturale
costituito da risorse — suolo, acqua, energia,
aria — limitate ma rinnovabili nel tempo, non
ai T days,

C’
è un’altra A
SMOB
C I IEENTT À
E significato «naturale», ovvero tutto ciò con cui
ogni essere vivente entra in contatto, influen-
ha molto senso parlare di confini, soprattutto
se puramente amministrativi. È un po’ come
geografia
umana e
zandone positivamente o meno il ciclo di vita,
il riferimento a ciò che si produce per mangia- cosa è successo quando si scrive alle porte di una città o di un
paese: «Comune denuclearizzato». Pensiamo
sociale. re e bere ci fa capire quanto queste cinque «A» davvero che la nube atomica una volta visto il
Lasciamo fuori siano collegate a noi stessi e al mondo che ci «confine» si possa fermare? No, non si ferma.
dalla porta piagnistei, casi circonda: la città, la regione, il paese, il mondo a pagina 3 continua alle pagine 2 e 3
limite, pietre di paragone e
di scandalo. Al contempo
evitiamo l’assolutizzazione Imola È successo domenica sera al termine di una settimana di accuse, botte e minacce. L’uomo arrestato per omicidio

Liteperl’iPhone,l’investeelouccide
dell’anagrafe imposta
dall’«adultescenza», per
cui è vietato invecchiare e
si è, quotidianamente,
condannati alla
disinvoltura in tema d’età
reale o percepita.
Parliamo invece di Un operaio ha travolto un marocchino di 24 anni che aveva rubato il telefonino al figlio
«mani visibili», di corpi,
persone, cure, attenzioni al
processo È stato il culmine di una settimana di tensio-
d’invecchiamento. Una via ne, tra accuse, botte, minacce e infine il dram-
d’ingresso al nuovo anno
In casa con i viola La prodezza dell’esterno salva i rossoblù ma. Vincenzo Iorio, 43enne campano residen-
incastonata nei gesti di te a Imola, è indagato per omicidio volontario
cura allegra e tenace nel per aver investito domenica sera con la sua
transumare delle badanti. Jeep il 24enne marocchino Mohamed Amine
Soda iniezione di fiducia, El Fatine, accusato di aver rapinato a fine di-
del tutto indicata per cembre il figlio 17enne dell’automobilista, ru-
demistificare e bandogli il cellulare. a pagina 5 Giordano
relativizzare le
innumerevoli
fenomenologie del L’INTERROGATORIO
presente. Basta guardare
l’abbandono fiducioso ad
occhi chiusi ad abbracci
«Sono sconvolto,
competenti che procedono
a briglia sciolta lungo i
volevo solo che lasciasse
portici, nella lenta ripresa
dell’ufficio postale, anche
il mio ragazzo in pace»
in un farsi largo indomito
fra chi non sa posizionarsi a pagina 5
in autobus. Quasi una
provocazione bell’e buona LE REGIONALI ALL’ANTONIANO
se intendiamo coltivare
tanto o poco di bellezza in
un semplice frangente, Salviniel’Emilia:
«Untreno
dentro ad una briciola di
quotidianità.
Con quel loro parlare del

perfarelastoria»
mondo e nel mondo, quasi
in apnea con remoti
villaggi dell’Est, mentre si
ha a che fare con l’altalena
dell’esistenza personale. Il «Dall’Emilia-Romagna sta passando il treno
buonumore rispetto alla per cambiare la storia». L’autonomia? «Per ot-
solitudine, l’energia a tenerla bisogna tornare al voto il prima possi-
confronto con certe
tristezze, la forza a
paragone dello
Orsolininellacalza: ilBolognapareggiaal94’ bile». Così il leader della Lega Matteo Salvini
ieri a margine del discusso appuntamento «La
Befana del poliziotto» all’Antoniano. Un centi-
straniamento. a pagina 10 Mossini e Pellerano naio di persone a manifestare contro di lui in
continua a pagina 5 piazza Trento e Trieste. a pagina 7

Una coop per Bio-on, la Regione c’è


L’assessore Costi: faremo di tutto per non farci rapinare un prodotto innovativo
Il sogno di salvare Bio-on
con una coop di «workers L’ASSESSORE BIANCHI
buyout» lanciato dalla Uil pia-
ce anche agli altri sindacati,
seduti al tavolo di salvaguar-
Al lavoro
dia della ex start-up delle bio-
plastiche finita sotto inchie-
per la scuola
sta, e alla politica. «La Regio-
ne guarda con favore all’ipote-
politecnica
si lanciata da Uil — dice
l’assessora regionale alle Atti-
dell’Emilia
vità produttive Palma Costi Una grande scuola politec-
—. Se i lavoratori aderiranno nica regionale: è il progetto di
al progetto, potremo mante- unificazione cui stanno lavo-
nere produzione e occupazio- rando le Fondazioni Its. Bian-
ne ancorate al territorio». chi: le imprese ne hanno biso-
a pagina 9 Testa La sede dell’azienda gno. a pagina 9 Cavina
2 Martedì 7 Gennaio 2020 Corriere di Bologna

2000-2020
BO

12
11 1
10 2

9 3
8 4
7 5
6

Menoconsumi
AMBIENTE
SEGUE DALLA PRIMA

E ppure queste divisioni hanno un senso, al-


meno a livello comparativo, se possono
servire a valutare come, rispetto ad un indica-
tore o a una serie di indicatori, si sta evolvendo

epiùdifferenziata
una città, una regione, un paese. Per migliora-
re cosa? La qualità della vita dei suoi abitanti.
Che sarebbe o dovrebbe essere l’obiettivo prin-
cipe della politica, anche quella ambientale. Il
che non si risolve solo nelle cinque «A», ma
certamente in queste trova il soddisfacimento
dei bisogni essenziali per vivere bene.

Malasostenibilità
Allora se uno ripensa a come eravamo in
Emilia-Romagna vent’anni fa, per chi ha l’età
per farlo o per chi avesse voglia invece di scar-
tabellare un po’ di statistiche — basta andare
sui siti di Istat e Ispra — si rende facilmente
conto che c’è stato in generale un notevole mi-
glioramento, anche se non per tutti gli indica-

èancoralontana
tori riferiti alle cinque «A». Del resto la posi-
zione geografica, il modello di sviluppo agri-
colo e industriale, la rete delle infrastrutture,
fra gli altri elementi, hanno molto influito sul-
l’evoluzione dei principali indicatori ambien-
tali e della qualità di vita.

Gli obiettivi dell’Onu


Agricoltura,alimentazione,acqua,aria:inEmilia-Romagna Per capire dove siamo arrivati in 20 anni, ma
soprattutto sapere in prospettiva cosa potrem-
indicatorimiglioratiin20anni.«Oraserveun’azionecollettiva» mo essere fra dieci anni, e cosa dovremmo fare
per stare meglio, vale la pena compulsare

1 3

Le immagini 2003 2005


I fatti
La battaglia agli sprechi Cofferati diventa sindaco
1 Nel 2003 Last minute
market, nato nel ‘98, diventa
I passaggi
parte dall’Alma Mater e accende Sirio alle porte
una realtà imprenditoriale
2 Nel programma
cruciali

1 2
elettorale di Sergio Cofferati
del primo
È
c’è l’accensione di Sirio, che
viene approvata nel 2005
3 Dopo due giorni di
sperimentazione nel 2011,
nel 2012 i T days entrano in
il 1998, quando dalla facoltà di Agraria
dell’Alma Mater un gruppo di studenti si
inventa un modello per ridurre lo spreco
alimentare nella piccola come nella grande
ventennio Q uando Cofferati arrivò a Bologna, nel
2004, non esitò a definire l’aria del centro
salubre come quella di «una camera a
gas». Nel bilancio dei primi 100 giorni di
vigore in modo fisso distribuzione: nasce la Last Minute Market, governo definì il 2005 «l’anno di Sirio». Nel
4 Il primo tratto della prima esperienza in Italia per recuperare il cibo febbraio accese le prime telecamere di controllo
Tangenziale delle biciclette invenduto o in scadenza e donarlo alle della zona a traffico limitato, alle porte San Vitale
viene inaugurato nel 2014, associazioni di volontariato. Nel 2003 e Santo Stefano e in via Alessandrini, in
l’anno dopo l’intero tragitto; dall’associazione originarie, nasce la cooperativa settembre tutte le altre. Il suo assessore Maurizio
si tratta di una delle misure «Carpe Cibum» con l’obiettivo di offrire un Zamboni calcolò che in un anno gli accessi in
introdotte dalla giunta supporto professionale ad aziende e istituzioni centro erano calati del 20%, con tre milioni e
Merola insieme al bike intenzionate a dar vita a progetti volti al recupero mezzo di auto in meno che avevano varcato le
sharing e alla Ztl ambientale di eccedenze. È proprio nel 2003 che, su spinta soglie della Ztl. I commercianti e le categorie
5 Anche Bologna raccoglie della Last Minute Market, viene approvata la economiche tentarono la battaglia contro.
l’appello di Greta Thunberg e «legge del buon samaritano» che sgrava l’ente Invano. Le telecamere restarono accese, ma il
i Friday for future diventano donatore (di prodotti altrimenti da buttare) da commissario Anna Maria Cancellieri decise di
realtà sotto le Due Torri: il 15 tutte le responsabilità nei confronti dei soggetti sperimentare nell’estate 2010 lo spegnimento
febbraio per la prima volta che ricevono in dono cibo in scadenza o anticipato alle 18. Ci fu chi brindò e chi urlò al
studenti e non solo eliminato dai supermercati per piccoli danni al tradimento. Terminata la sperimentazione, la
scioperano per l’ambiente packaging. Nel 2016 viene introdotta la legge commissaria non toccò più le telecamere. Che
contro gli sprechi alimentari e farmaceutici. Merola, eletto nel 2011, ha sempre difeso.
Corriere di Bologna Martedì 7 Gennaio 2020
PRIMO PIANO 3
BO

Evoluzionepositiva La relazione cibo-CO2


Posizionegeografica,modellodisviluppo Evitare lo spreco anche solo di 100 grammi
agricoloeindustriale,infrastrutturehanno di cibo, significa risparmiare soldi
influitosullaqualitàdellavitainregione e abbassare del 15% le emissioni di CO2

64% 11%
qualche dato dall’ultimo rapporto sull’Agenda sguardo e andare oltre l’Emilia-Romagna.
Onu 2030 dello Sviluppo Sostenibile in Italia In fondo, cosa ci dicono tutti i numeri che
curato dall’Istat. L’Onu, cioè sostanzialmente abbiamo dato prima. Diciamocelo pure: messi
tutto il mondo, si è dato infatti 17 obiettivi da Differenziata Energie pulite così in fila questi numeri non è che fanno un
raggiungere entro i prossimi dieci anni. Vedia- La raccolta differenziata in La quota di energie da fonti grande effetto, sono astratti. Pensiamo però a
mone alcuni, in particolare quelli riferiti agli Emilia-Romagna è più alta rinnovabili rispetto a quella cosa ci succede se aumenta di un grado la tem-
indicatori collegati all’ambiente, e confrontia- della media nazionale, ferma a finale in regione è dell’11,3% peratura del nostro corpo. Abbiamo la febbre,
mo la nostra regione con il Paese. una percentuale del 55% contro il 17,4% nazionale non ci sentiamo bene. Subito ci preoccupiamo
e ci domandiamo che malattia potremmo ave-
I consumi in Emilia-Romagna re. Andiamo da un medico, cerchiamo una cu-
Rispetto alla media dell’Italia, in Emilia-Roma- ferenziata dei rifiuti urbani è più alta della me- presente. ra, un rimedio, una medicina.
gna si consuma meno acqua (201 rispetto a 220 dia (63,8% rispetto a 55,5%). Alta, infine, è la Caliamo l’esempio nel mondo della produ-
litri pro-capite), la percentuale di corpi di ac- percentuale in Emilia-Romagna delle istitu- Il cammino verso la sostenibilità zione agricola. Con un grado di temperatura in
qua con buona qualità ambientale è più alta zioni pubbliche che adottano forme di rendi- Tuttavia i risultati postivi non devono farci più vendemmieremo un mese prima, cioè a
(67,7% rispetto a 59,6 la percentuale di tratta- contazione sociale e/o ambientale: 27,9% ri- dormire sugli allori. Il cammino verso la soste- ferragosto. Mentre al più importate insetto pa-
mento delle acque reflue). La proporzione del- spetto al 19,5 della media nazionale. nibilità ambientale è ancora lungo, anche se rassita della vite, la tignoletta, basta un grado
la popolazione con accesso all’elettricità è più Come si vede assai più luci che ombre. Di- dieci anni sembrano assai pochi. Sì, è vero si per fare una nuova generazione e dunque dan-
alta della media italiana (94,7 rispetto a 93%), ciamo meglio: un trend positivo con ancora tratta di una scadenza simbolica, ma intanto neggiare ulteriormente la pianta. Insomma, a
mentre la quota di energie da fonti rinnovabili molto da fare per migliorare. Uno stimolo per domandiamoci cosa possiamo fare tutti noi vi- proposito di numeri: «uno» non vale più
rispetto all’energia finale risulta più bassa (11,3 fare di più con meno, visto che le risorse natu- sto che la «questione» ambientale ci riguarda «uno», cambia tutto.
rispetto a 17,4%). L’indice di crescita delle col- rali vanno conservate e rigenerate nel tempo. eccome. Anche perché se è vero che l’ambiente
tivazioni biologiche è più alto della media na- Questa è poi la definizione di sostenibilità, al- non ha confini, o meglio ha dei limiti con dei Le piccole azioni che salvano
zionale (175,2 rispetto a 171,4), anche se la quo- tra parola che si lega all’ambiente e alle altre confini aperti, come del resto dovrebbero es- Cosa ce ne facciamo allora di tutti questi nu-
ta di superficie agricola bio è inferiore (10,8 ri- «A». guardiamo al futuro senza consumare il sere tutti i confini, allora conviene allagare lo meri e dei relativi conti che non tornano? Ce li
spetto a 12,3%). giochiamo al lotto nella speranza di vincere
L’eccesso di peso o obesità trai i minori da 6 qualcosa? In realtà ci perdiamo tutti, perché
a 17 anni è un po’ più basso della media (23,1
rispetto al 24,2%). Le aree protette sono per- Cercare l’effetto-farfalla staremo sempre peggio e l’impatto — sulla
produzione agricola, sul consumo alimentare,
centualmente più basse (12,2 rispetto a 21,6%
della media nazionale), è più elevata invece In un mondo globalizzato piccole azioni possono sulla qualità dell’aria e dell’acqua e via andare
— riguarderà tutti. In un mondo globalizzato e
l’impermeabilizzazione del suolo da copertura
artificiale (9,87% rispetto 7,65). La raccolta dif- generare grandi cambiamenti lontano da noi senza confini, almeno per l’ambiente, non può
che essere così. Qualcuno forse ricorda l’effet-
to farfalla: un lieve battito d’ali può generare
un uragano dall’altra parte del mondo. In altre
parole piccole azioni possono generare grandi
cambiamenti. È il momento di capire — ce lo
gridano dalle piazze del mondo (anche in Emi-
lia-Romagna) i giovani e dunque dobbiamo
crederci, perché è in gioco il loro futuro e il no-
stro presente — che la nostra azione persona-
le, il nostro piccolo mondo moltiplicato ha un
effetto negativo, in prospettiva devastante sul
pianeta.

La lotta allo spreco


Cosa vuoi che siano 100 grammi al giorno di ci-
bo sprecato, non ce ne accorgiamo neppure.
Eppure, se moltiplichiamo un etto a testa per il
numero di abitanti del nostro Paese e per un
prezzo medio degli alimenti viene fuori la rag-
guardevole cifra di 12 miliardi di euro. Mica
pochi. E questo è solo il valore economico. Se
poi ci aggiungiamo il «valore» ambientale del-
lo spreco, perché il cibo ancora buono deve es-
sere smaltito come rifiuto, il conto diventa
molto più salato: se azzerassimo questo spreco
diminuirebbero del 15% le emissioni di Co2 e
parallelamente l’inquinamento e il riscalda-
mento globale. Ma per cortesia non ci vantia-
mo del fatto che in Emilia-Romagna siamo più
virtuosi, perché tutto è relativo.
Ecco allora il senso del messaggio che ci vie-
ne dai tanti giovani uniti nelle piazze del mon-
do e dell’Emilia-Romagna — come i ragazzi di
Radio Immaginaria con il loro manifesto Ossi-
geno — che si sono attivati concretamente per
l’ambiente: dobbiamo essere consapevoli del-
l’effetto che hanno le nostre piccole azioni sul
nostro grande pianeta e sulle nostre piccole
regioni e agire subito, tutti. L’ambiente è no-
stro, curiamolo.
4 5 Andrea Segrè
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2011 2014 2019


Merola introduce i T days La Tangenziale delle bici Bologna trova la sua Greta
Scatta la rivolta dei negozi e la Ztl diventa ambientale Cortei per i venerdì verdi

3 4 5
A lla fine del 2011 la giunta Merola decide di
introdurre i T days, ovvero la
pedonalizzazione, durante il fine
settimana, della «T» (via Indipendenza, Rizzoli,
Ugo Bassi): subito si scatenano le proteste dei
L a lotta allo smog è certamente uno dei
cavalli di battaglia del sindaco Virginio
Merola, in entrambi i suoi mandati. Nella
sua prima giunta aveva come assessore al
Traffico quell’Andrea Colombo che ha
G li scioperi per il clima arrivano anche a
Bologna nel 2019. A raccogliere il
testimone della svedese Greta Thunberg e
dei suoi Fridays for future, nati nell’autunno
2018, è una laureata e gelataia bolognese
commercianti, convinti che la pedonalizzazione incentivato senza sosta tutte le misure a favore Caterina Noto che lancia un evento su Facebook
possa danneggiarli. La misura diventa degli spostamenti sostenibili. Nel 2014 un per il 15 febbraio. «Ero convinta che fossimo
strutturale nel 2012, ma, nonostante il successo passaggio cruciale fu l’inaugurazione del primo appena quattro gatti, cioè io e i miei amici
di pubblico, l’opposizione delle categorie tratto della Tangenziale delle biciclette, ovvero la volontari, alla fine eravamo in 150», ammette la
economiche è ancora molto forte. In realtà i T trasformazione dei viali di circonvallazione in un venticinquenne. Ogni venerdì Caterina e soci
days, con il tempo, diventano un punto di forza percorso ad anello dedicato alle biciclette. hanno scioperato, seguendo proprio l’esempio
proprio per le attività commerciali. Nel 2014, Percorso che viene completato l’anno dopo. della sedicenne svedese, fino al 15 marzo, prima
approfittando della lunga chiusura per il Contestualmente Merola ha aumentato data dello sciopero mondiale per il clima. In
cantierone del Crealis (l’ex Civis), i T days progressivamente la pedonalizzazione di strade piazza arrivano in diecimila e non ci sono solo
vengono estesi anche a Strada Maggiore. Pian e aree del centro storico, ha introdotto una serie gli studenti ma anche tanti professori e gente
piano le zone pedonali si estendono ad altre aree di zone in cui è possibile una velocità massima comune. Anche i politici e gli amministratori si
della città, anche su richiesta degli stessi di 30 chilometri all’ora e ha messo in pista una interessano a queste manifestazioni che nel
cittadini. Poche settimane fa il sindaco Merola serie di incentivi economici per l’acquisto di bici frattempo sono diventate globali. Lo sarà anche
ha annunciato che, quando ci sarà la prima linea elettriche. Nel 2018 arriva il bike sharing con il 27 settembre quando in strada scendono 20
del tram, sarà pedonalizzata in modo Mobike mentre dall’1 gennaio 2020 è entrata in mila ragazzi. Che chiedono azioni alla politica.
permanente via Indipendenza. vigore la prima fase della Ztl ambientale. Ma le risposte non sempre arrivano.
4 Martedì 7 Gennaio 2020 Corriere di Bologna
BO
Corriere di Bologna Martedì 7 Gennaio 2020
CRONACA 5
BO

Giovane investito e ucciso ● L’editoriale


Elogio
dopo la lite per un iPhone delle badanti
SEGUE DALLA PRIMA

Imola,arrestatoilpapàdelragazzoacuilavittimaavevarubatoilcellulare L’ antico adagio del


saggio e dello stolto,
del dito e della luna ai
tempi delle badanti.
È stato il culmine di una set- straniero. Un’escalation partita 43enne da parte della polizia. A stava girando per le vie del cen- Banale considerazione,
La vicenda timana di tensione, tra accuse, a fine di dicembre, quando il quel punto l’automobilista tro storico: il 43enne durante ma i primi passi nel
botte, minacce e infine la trage- 17enne figlio di Iorio sarebbe avrebbe cercato di coinvolgere l’interrogatorio ha raccontato 2020, bisestile e
● Vincenzo dia. Vincenzo Iorio, un operaio stato rapinato a Imola da un altre presunte vittime di rapi- di aver perfino incontrato una palindromo li ho visti
Iorio, 43enne di di 43 anni di origini campane giovane armato di cacciavite: il ne, invitandole a sporgere de- volante e di aver parlato con i accompagnati, meglio
origini residente a Imola, è indagato ragazzo e il padre nella denun- nuncia contro il 24enne: l’in- poliziotti prima di proseguire scortati da tante
napoletane ma per omicidio volontario per cia hanno indicato il 24enne tenzione era quella di presen- nella sua ricerca. badanti.
residente a aver investito domenica sera in marocchino come l’autore del- tarsi ieri in commissariato con i Arrivato in via Mameli, un vi- Questa e non altro
Imola, è stato via Mameli con la sua Jeep il l’aggressione. Su questa vicen- genitori di altri ragazzi deruba- colo stretto e buio, avrebbe dovrebbe essere
arrestato per 24enne marocchino Mohamed da e sull’identificazione dei re- ti a quanto pare dallo stesso scorto una sagoma e dopo aver l’indicazione del saggio,
aver investito e Amine El Fatine, accusato di sponsabili sono ancora in cor- giovane. riconosciuto il 24enne ci sareb- cioè il ruolo economico
ucciso il aver rapinato a fine dicembre il so le indagini della polizia. Ma le cose sono andate di- be stato il tentativo con la mac- e sociale della badante, a
24enne figlio 17enne dell’automobili- Nel frattempo, però, Iorio ha versamente perché, stando a china di bloccarlo vicino a un differenza del dito dello
marocchino sta, rubandogli il cellulare. Ma tentato di riavere il cellulare an- quanto raccontato dall’indaga- muro. La Jeep ha colpito il gio- stolto, ancora e sempre
Mohamed non solo. dando a parlare direttamente to, domenica sera, verso le 21, vane, travolgendolo: un inci- indirizzato al consueto
Amine El Fatine Una vicenda con ancora dei con il presunto autore della ra- avrebbe ricevuto una telefonata dente, secondo Iorio. A quel dibattito para o meta-
punti oscuri e una dinamica da pina: un incontro avvenuto il 3 preoccupata da parte di suo fi- punto l’uomo, resosi conto del- identitario fra la
● Il chiarire, ma sulla quale si ad- gennaio e finito male, con una glio che durante una passeg- la gravità della situazione, gentrificazione e la vita
marocchino densano pesanti dubbi: l’inda- pesante rissa tra i due al termi- giata in centro a Imola si sareb- avrebbe chiamato l’ambulanza autentica.
era accusato di gato sostiene che si sia trattato ne della quale il nordafricano be imbattuto in modo casuale e subito dopo è andato in com- In queste giornate di
aver rubato di un incidente, che non era aveva riportato una prognosi di nel 24enne: il marocchino missariato, lì vicino, a raccon- flussi e continui via vai
l’Iphone al figlio sua intenzione uccidere, ma gli dieci giorni e la conseguente avrebbe insultato e minacciato tare tutto. «Non volevo uccider- ho visto più di
17enne di Iorio, inquirenti sembrano non cre- denuncia per lesioni per il l’adolescente, rimasto terroriz- lo, volevo solo bloccarlo e dirgli un’anziano con la
il quale aveva dere a questa versione. Secon- zato. A quel punto Iorio si sa- di lasciare in pace mio figlio», badante al ristorante,
presentato do quanto ricostruito dalle in- rebbe messo alla guida della ha ammesso durante il lungo forse, in nome di un
regolare
denuncia per
dagini dei poliziotti del com- Escalation sua Jeep per andare a cercare lo interrogatorio, al termine del precario compromesso
missariato di Imola, coordinati La tragedia è avvenuta straniero, segnalando al con- quale è stato portato alla Dozza fra figli stressati in
questo fatto dalla pm di turno Anna Cecilia tempo le minacce alla polizia. Il in attesa dell’udienza di conva- qualche località di
ma anche per Sessa, tutto ruoterebbe attorno al culmine di una commissariato imolese fa sa- lida dell’arresto per omicidio vacanza in preda al
delle minacce al furto dell’Iphone, che avreb- settimana di tensione, pere inoltre che la centrale volontario. senso di colpa e la
subite in be innescato giorni di rancore e minacce e violenze operativa sapeva di una mac- Mauro Giordano progressiva senescenza
seguito sempre violenze tra l’adulto e il ragazzo china che a velocità sostenuta © RIPRODUZIONE RISERVATA della popolazione. A
da parte del parte la demografia, mi
24enne ha colpito la joie de
vivre, l’energia, oso, la
● Iorio è stato loro allegria. Una precisa
arrestato con economia del simbolico
l’accusa di Via Mameli che supera largamente
omicidio Due poliziotti in una narrazione
volontario ed è servizio al consolidata e luttuosa,
alla Dozza, ma commissariato oppure, confinata al
l’uomo di Imola che rimbrotto e alla
sostiene che si effettuano i rimostranza quando si
è trattato di un rilievi nel punto legge d’innamoramenti
incidente, cioè in cui il giovane improvvisi da parte di
di aver marocchino è un qualsiasi anziano per
investito il stato investito la propria badante. Che
ragazzo con la da Iorio. Il tutto saluta il 2020 in vestaglia
sua Jeep nel è avvenuto due per ritirare una
tentativo di sere fa nel raccomandata (ahi ahi
bloccarlo in centro storico ahi), colonne doriche su
una stradina di Imola: via cui poggia più di un
stretta del Mameli è una equilibrio familiare.
centro storico stradina stretta Non voglio nemmeno
di Imola L’arrestato troppo semplificare, ma
sostiene che è difficile restare
con la sua Jeep indifferenti quando vedi
voleva soltanto l’allegria vincere sul
bloccare il lamento costante che
ragazzo per vellica il ventre
impedirgli di dell’arena pubblica per il
scappare per verso giusto. So
dirgli di lasciare benissimo che il
una volta per dibattito è aperto e che,
tutte in pace spesso, le critiche e i
suo figlio dubbi hanno la meglio
sulla condivisione e

«Volevo solo proteggere mio figlio»


l’accordo sulla figura e il
UNIONE DEI COMUNI DEL DISTRETTO ruolo della badante. A
CERAMICO CENTRALE DI COMMITTENZA
Via Fenuzzi, 5 - 41049 Sassuolo (MO) restare è ciò che, con
Esito di gara: Centrale di Committenza dell’U- fatica o rassegnazione,
nione dei Comuni del Distretto Ceramico, pec:
da tempo non facciamo,
L’interrogatorio:«Hosemprechiestoaiutoallapolizia,dallarapinainpoi» cuc@cert.distrettoceramico.mo.it, per conto
del Comune di Formigine Patrimonio srl. Proce-
dura aperta per l’appalto dei servizi cimiteriali
oppure, non amiamo
più fare, cioè essere
di Formigine - CIG 8032662A5F. Aggiudicatario:
Coop. Produzione e Lavoro Eugenio Dugoni pazienti e curarsi degli
Soc.Coop a R.L con sede Mantova, V.le Veneto
11H - CF e PI 00180240202, con ribasso dello
altri, anche se meno
«Sono sconvolto, non vole- ve insieme alla compagna con la sua Jeep per avere un secon- mio assistito ha riferito di aver 23,88%, per un importo di aggiudicazione di vitali e, udite, udite,
vo che andasse a finire così. la quale ha avuto il 17enne di- d o f a cc i a a f a cc i a co n i l incrociato anche una volante € 488.614,40 oltre € 5.158,65 per oneri della performanti.
sicurezza non soggetti a ribasso. Il Dirigente
Lo volevo bloccare e spaventa- ventato suo malgrado prota- 24enne. «Quando sono arri- — spiega l’avvocato Sebastia- Marina Baschieri. «Avessi più tempo e
re e dirgli di lasciare stare mio gonista indiretto del dramma vato in via Mameli ho visto ni —. Ma era una situazione mezzi», la risposta di
figlio». Lo ha ripetuto più vol- di Imola. Ora si trova alla Doz- una sagoma ma ho capito che tranquilla, non lo hanno fer- Estratto Avviso di Gara Telematica figli e familiari,
TPER S.p.A., con sede in via di Saliceto n. 3,
te Vincenzo Iorio nell’interro- za in attesa dell’udienza di era lui — ha confermato l’au- mato evidentemente perché 40128 Bologna intende esperire una consapevolmente o
gatorio, durato tre ore, duran- convalida dell’arresto: oggi ci tomobilista alla polizia —. hanno capito che non c’erano Procedura telematica aperta inconsapevolmente,
te il quale la sua versione non sarà l’autopsia sul corpo della Pensavo di chiuderlo verso il pericoli. Da parte nostra ci te- per l’acquisto di n. 2 autobus con opzione di gelosi custodi di
altri 18, per un totale di 20 autobus elettrici con
ha però convinto totalmente vittima. «È stato quel ragazzo muro per non farlo scappare, niamo a sottolineare come a ricarica over night dotati di pantografo diretto + abitudini inscalfibili, in
la polizia e la pm Anna Cecilia marocchino a rapinare mio fi- invece l’ho investito». Prima, chiamare i soccorsi sia stato il 2 colonnine ricarica + ricambi.
Importo complessivo: Euro 24.480.000,00=iva
nome della libertà di
Sessa. Sono in corso anche ac- glio», Iorio lo ha ribadito du- il 43enne e la compagna ave- mio cliente, che subito dopo è esclusa. manovra e
certamenti sul cellulare per rante tutto l’interrogatorio, vano avvisato la polizia. «Il andato in commissariato Criterio di aggiudicazione: offerta economica- dell’onnipotenza degli
mente più vantaggiosa.
capire l’esatta dinamica dei nonostante su quella vicenda avendo un atteggiamento Durata dell’appalto: 14 anni. eventi da non perdere.


fatti. siano ancora in corso gli ac- sempre collaborativo. È di- L’appalto rientra nell’ambito di disciplina del Senza nessun carico di
D.Lgs. 50/2016 e s.m.i.
Assistito dall’avvocato Luca certamenti della polizia. Sulla strutto perché mai si sarebbe Le Imprese interessate devono far pervenire la responsabilità, al riparo
Sebastiani, il 43enne campa- rapina, avvenuta a fine dicem- aspettato qualcosa del gene- propria offerta per via telematica entro e non da doveri e incombenze.
no residente a Imola, ha pro- bre, l’uomo non era riuscito a re. È stato avventato ma biso- oltre le ore 12:00 del 31/03/2020. Una badante tutto
L’offerta e tutta la documentazione a corre-
vato a spiegare perché avesse darsi pace, tanto che domeni- L’avvocato difensore gna anche evidenziare che do deve essere presentata esclusivamente questo lo sa, perché lo
deciso di «non farla passare ca sera quando il figlio im- Nessuna giustizia fai da non si è trattato della ricerca per via telematica utilizzando il portale ap-
palti raggiungibile al seguente URL: https://
fa. Al posto giusto. Al
liscia» a quel giovane stranie- paurito lo ha chiamato per di una giustizia “fai da te”. In momento giusto. Senza
ro con cui il 3 gennaio c’era raccontargli di essere stato te, Iorio ha subito tutti i passaggi della vicenda è
portaleappaltiweb.tper.it/PortaleAppalti/it/
ppgare_bandi_lista.wp. fretta. Così come viene.
già stata un pesante rissa: uno minacciato dal presunto rapi- chiamato i soccorsi, poi è stata coinvolta la polizia». Il presente Avviso di Gara è stato inviato per la
pubblicazione sulla GUCE in data 24/12/2019. Ivo Stefano Germano
scontro nato dal furto di un natore non ci ha visto più dal- andato in commissariato M. G. Il Direttore © RIPRODUZIONE RISERVATA
Paolo Paolillo
cellulare. Operaio, da anni vi- la rabbia. È salito a bordo del- © RIPRODUZIONE RISERVATA
6
BO CRONACA Martedì 7 Gennaio 2020 Corriere di Bologna

«Il Passante non è in discussione» Al Maggiore


Brutta caduta,
Chiesta una svolta green per i bus paracadutista
in ospedale
La Regione non teme il blocco del progetto. Donini: «Sono fondi già stanziati»
Il Passante di mezzo non è per lo scopo per il quale sono
in discussione. E la sua realiz- state destinate». La vicenda
zazione rimarrà un punto fer- «Il Passante è un’opera già
mo anche nell’ipotesi che finanziata — ribadisce il nu- ● Nel

È
venga revocata la concessio- mero due della Regione — e milleproroghe atterrato male e, nella
ne ad Autostrade paventata chiunque sia il concessiona- è stato avviato caduta, ha riportato
dal cosiddetto decreto Mille- rio dovrà realizzarla. Nessu- il «percorso contusioni che lo
proroghe nell’articolo intito- no, nemmeno nell’ala più du- che ci hanno portato in ospedale
lato «Disposizioni in materia ra del governo, ha intenzione permetterà di in codice 3. Si tratta di
di concessioni autostradali». di bloccare l’Italia. Il tema è revocare le massima gravità.
Non solo. Qualora ciò acca- chi gestisce le concessioni, concessioni ai Protagonista della
desse, la rinegoziazione delle non certo di perdere gli inve- Benetton»ha vicenda, avvenuta ieri
concessioni dovrà diventare stimenti che sono già stati annunciato il mattinata intorno alle 12,
occasione — è la proposta programmati». Donini, piut- primo gennaio un paracadutista
che lancia al governo il vice- tosto, rilancia il tema della Luigi Di Maio cinquantenne rimasto
presidente della Regione e mobilità verde «che potrebbe ferito nella fase di
assessore ai Trasporti, Raffa- anche aiutare la difficile in- ● Secondo la atterraggio presso
ele Donini — per prevedere terlocuzione in essere fra le Regione non ci l’aviosuperficie di
la destinazione di una quota diverse forze politiche che dovrebbero Molinella, in provincia di
del pedaggiamento a investi- compongono il governo». essere Bologna. L’uomo, a
menti sul trasporto pubblico «Questo è il momento giu- interferenze quanto appreso, potrebbe
locale, su ferro e su gomma, sto per far rientrare prepo- aver commesso un errore
in tutto il territorio naziona- tentemente nella discussione ● Donini: durante la fase finale
le. Seguendo l’esempio di sulla rimodulazione delle «Quelli per il dell’atterraggio cadendo al
quanto già fatto in Emilia-Ro- concessioni autostradali — Passante sono suolo e riportando serie
magna, dove viale Aldo Moro esorta infatti — il tema del investimenti contusioni. Non è ancora
ha approvato un piano indu- trasporto pubblico locale, de- già stanziati e chiara la dinamica esatta
striale da 800 milioni per so- stinando una quota degli in- che lo Stato e dell’incidente. E chi lo
stituire tutti i treni in circola- cassi del pagamento dei pe- società conosce non si capacita
zione. E che così potrebbe re- daggi che finiscono nel cal- Autostrade dell’errore, descrivendolo
plicare la stessa azione per Accordo Conferenza dei servizi che mento». Come a dire, a scan- derone delle risorse del mini- hanno deciso di come un paracadutista
adeguare anche gli autobus Il Passante di dovrebbe dare il via ai cantie- so di equivoci, che «al di là di s te r o d e l Te s o r o p e r recuperare esperto. Sul posto sono
Tper. Mezzo non ri entro l’anno appena inizia- chi sarà un domani il conces- finanziare, oltre che le neces- attraverso intervenuti i vigili del
Una vera e propria «svolta dovrebbe to. sionario, quelle risorse, si sarie e doverose manutenzio- l’impiego delle fuoco oltre ai carabinieri e
green» che potrebbe manda- incontrare «Come confermato alla fi- tratta di oltre 700 milioni di ni ordinarie e straordinarie risorse deriva- ai sanitari del 118. Il
re in soffitta quella discussio- ostacoli ne del mese di ottobre dalla euro — ricorda Donini —, ci alle infrastrutture, gli investi- ti dal pedag- paracadutista è stato
ne che da mesi crea dubbi e dall’ipotesi di ministra ai Trasporto e alle sono e andranno utilizzate menti che tutte le Regioni giamento» condotto in elisoccorso
tensioni sul destino di una revoca della Infrastrutture, Paola De Mi- potrebbero fare sui treni e all’ospedale Maggiore di
infrastruttura che il nodo di concessione ad cheli — prova a rasserenare autobus». Ciò consentirebbe Bologna. A occuparsi dei
Bologna aspetta da oltre ven- Autostrade gli animi Donini —, quelli Cantieri nel 2020 — chiude — di fare un passo rilievi, come da prassi, i
t’anni e sul cui progetto inve- per il Passante sono investi- I cantieri dovrebbero avanti non solo per lo svilup- carabinieri dell nucleo
ce Regione, ministero dei menti già stanziati e che lo po dell’Emilia-Romagna, ma operativo e radiomobile di
Trasporti e delle Infrastruttu- Stato e società Autostrade aprirsi già quest’anno, per l’intero Paese che da que- Molinella del capitano
re e la stessa società Auto- hanno deciso di recuperare dopo il via della sta regione transita». Mattia Ivano Losciale.
strade intendono proseguire attraverso l’impiego delle ri- Conferenza dei servizi Alessandra Testa © RIPRODUZIONE RISERVATA
fino alla prima seduta della sorse derivanti dal pedaggia- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere di Bologna Martedì 7 Gennaio 2020
CRONACA BO
7

Al Dall’Ara
Borgonzoni
va allo stadio
ed elogia
Mihajlovic
«Credo non ci sia altra solu-
zione. Con un governo così
centralista l’unica strada per
ottenere l’autonomia, anche
per l’Emilia-Romagna, è quel-
I eri in occasione della
sfida tra Bologna e
Fiorentina era presente
allo stadio Dall’Ara anche
Lucia Borgonzoni,
la di tornare al voto il prima candidata a presidente
possibile per dare all’Italia fi- della Regione per la
nalmente una guida sicura. coalizione di centro-
Da qui sta passando il treno destra. «È sempre
per cambiare la storia». Urne splendido vedere tanta
sì, non un semplice referen- gente che partecipa a
dum. Salvini vuole trainare in questi spettacoli — ha
prima persona l’iter dell’auto- commentato al termine
nomia differenziata per l’Emi- della gara — e devo dire
lia-Romagna, la Lombardia e che è stata anche una bella
il Veneto. «Ma anche per la partita. Mi sono davvero
Calabria, perché con quel si- divertita a vedere un
stema ne guadagnerebbero Bologna che ha giocato
tutti», ha detto ieri il leader tutto all’attacco e che
della Lega ospite alla «Befana proprio nel finale ha

La Befana di Salvini
del poliziotto», l’ evento del centrato l’obiettivo
sindacato di polizia Sap ospi- recuperando il risultato.
tato dall’Antoniano, dove l’ex Sono riuscita ad arrivare
ministro degli Interni è stato allo stadio soltanto per
assoluto protagonista. Anche godermi il secondo tempo

fra applausi e contestatori


delle contestazioni. ma almeno posso dire di
La protesta per la sua pre- aver portato fortuna ai
senza nella sede della onlus, rossoblù». Il pensiero
dopo le polemiche che hanno della leghista è poi andato
anticipato l’appuntamento, si a Sinisa Mihajlovic e alla
è manifestata con un presidio battaglia contro la
di un centinaio di partecipan-
ti in piazza Trento e Trieste
Il leader della Lega all’Antoniano: «Dobbiamo tornare al governo leucemia che lo ha tenuto
a lungo lontano dal campo
riuniti sotto la sigla «Sulla
stessa barca», e con gli slogan
per l’autonomia». E la Priolo gli consegna il trenino dei no-tram e dal suo lavoro: «È stato
uno straordinario
di due signori al momento esempio perché ha
superato un momento


zoni e il governatore uscente sato Salvini —. Come lo sono Dentro e fuori difficile con grande
Stefano Bonaccini è quello sui già tante brave amministratri- In alto Matteo coraggio e orgoglio. In
confronti. Salvini ha difeso la ci della Lega. Noi mettiamo le Salvini generale penso che
sua candidata. «A me non ri- donne alla guida delle regioni all’interno del dovremmo essere tutti
La difesa della candidata sulta che Lucia si sia negata ai al contrario della sinistra che cineteatro capaci di prendere spunto
Pentito di Lucia? No, dibatti — sottolinea il leader se ne ricorda quando gli pa- Antoniano in da lui nelle nostre vite. Le
della Lega –. Assicuro che ce re». occasione della persone malate o che si
sarà un’ottima ne saranno altri in televisio- In platea presente anche la Befana del sentono sole hanno visto
governatrice, come altre ne, sui giornali e nelle radio. senatrice di Forza Italia, Anna poliziotto che si può affrontare la
nostre amministratrici Piuttosto io so che il candida- Maria Bernini, i parlamentari organizzata dal malattia con il sorriso.
to del centrosinistra è molto di centrodestra Gianni Tonelli Sap. In basso, Mihajlovic ci ha insegnato
titubante ad accettarne anco- e Galeazzo Bignami. Per il Pd e fuori che si può andare avanti e
dell’arrivo del Capitano in via ra». Ieri però è stato lo stesso alleati si è visto il capogruppo dall’Antoniano superare anche gli ostacoli
Guinizelli: «La Befana è per i Bonaccini a ribadire alla sua dem in Comune, Claudio la protesta con più duri. Lui e la sua
bambini non per i tuoi comi- sfidante: «Facciamo i con- Mazzanti, oltre all’assessore Roberto famiglia sono stati un
zi, vai via», le frasi urlate dai fronti dove vuoi». comunale al Traffico, Irene Morgantini. modello di forza e dignità
contestatori. Pronta la replica: In merito alle polemiche Priolo, protagonista di un si- Una signora ha che è andato ben oltre la
«Non sono qui a fare comizi sollevate dalla sua presenza parietto: si è ritrovata «inca- portato una realtà cittadina e di cui
ma per stare vicino a uomini all’Antoniano, Salvini ha ag- strata» nella prima fila delle calza piena di trovo conferma ovunque».
in divisa». Ma non si sono re- giunto: «Mi sembra che ci sia poltroncine tra la Bernini e sardine Infine Borgonzoni ha
gistrati disordini, come temu- molto nervosismo da parte di Salvini, una situazione che ha voluto iniziare il nuovo
to dopo che nei giorni scorsi alcuni. Lo ritengo un buon se- però affrontato con ironia anno con un doppio
sui muri dell’Antoniano era gnale perché è un isterismo portando tra l’altro in dono a augurio: «Penso che la
comparse delle scritte anar- che dimostra la loro paura e le Salvini il trenino che le era speranza della città e della
chiche. grandi possibilità che abbia- stato regalato dai comitati No tifoseria rossoblù sia di
«Andrebbe bene, ma sul- mo di farcela. Non vedo l’ora Tram. Altra curiosità, l’ex sin- vivere un 2020 molto
l’autonomia purtroppo il Mo- che sia il 26 gennaio, sarà una daca pentastellata di Imola, importante per il Bologna.
vimento 5 Stelle ci ha fatto data storica e un voto impor- Manuela Sangiorgi, che si è Personalmente mi auguro
perdere un anno e il Pd è ad- tante non solo per la regione e concessa anche qualche foto che possa essere un anno
dirittura contrario» ha ribadi- l’Italia ma per l’intera Euro- con Salvini. «La sinistra è ran- di grandi risultati per tutti:
to Salvini rispondendo in me- pa». Poi una sottolineatura a corosa, è arrivata l’ora di libe- per la squadra in
rito alla proposta di referen- chi gli chiedeva se sia pentito rare finalmente questa regio- campionato ma anche per
dum lanciata dalla candidata per la scelta della candidata. ne», ha salutato così il Capita- me alle elezioni».
del centrodestra alle Regiona- «Certo che no, Lucia Borgon- no. Marco Vigarani
li, Lucia Borgonzoni. Altro zoni è bravissima e sarà un’ot- Mauro Giordano © RIPRODUZIONE RISERVATA

scontro aperto tra la Borgon- tima governatrice — ha preci- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Orario continuato
8.30-19.30
Domenica
9.30-13.30
GASTRONOMIA - MACELLERIA - FORMAGGERIA - SALUMERIA - VINERIA - PRONTOCUOCI
CATERING EVENTI - CESTE NATALIZIE - CHEF A DOMICILIO - LABORATORIO GASTRONOMICO
Via Saragozza, 89/a - Bologna - Tel. 051.6142006 - fermatadelgusto@gmail.com - fermatadelgustobologna
8
BO CRONACA Martedì 7 Gennaio 2020 Corriere di Bologna

I sogni infranti dell’ex «Cinno Pazzo»


Franco Ciani se si è tolto la vita a 62 anni. Ha vissuto la Bologna della musica nelle osterie


Franco Ciani è una Bologna uno dei casi a parte come tan- moglie del pugile Nino La
che è stata un mito, è diventa- Chi era ti ex Vito. Rocca, Venere Bianca da diva
ta famosa, famosissima op- «Mi sono fidanzato con An- hard.
pure si è disgregata nei sogni ● Franco Ciani na Oxa» annunciò Ciani una Il padre di Franco Ciani era
infranti. È stato un ex-Vito. era un sera. «Quel mostro punk?» gli Pluto, aggiustava caldaie, fre-
Uno dei santini della trattoria musicista, risposero sollevando gli occhi quentava il bar Pescatore di
di via Musolesi, quella — per autore e dalle carte. Lucio Dalla gli re- via Castiglione. Suo fratello
gli studenti che ora la riem- produttore galò i denti nuovi. Lui sposò aveva una gelateria in via delle
piono, 2.400 stinchi cucinati Anna Oxa ormai bionda chic Moline. Franco a 17 anni gira-
all’anno — di Dalla e Guccini. ● È stato — nella trasformazione c’en- va con una Vespa senza care-
Fra gli anni 70 e gli 80 i fre- sposato anche tra anche lui, tramutatosi in natura e un cartello: «Produ-
quentatori più strampalati ve- con Anna Oxa, manager in giacca e cravatta - zioni cinematografiche Fran-
per la quale
Anna Oxa nivano immortalati da foto
aveva scritto
e vendette l’esclusiva a un set- co Ciani». «Vado davanti alle
Faccio sui muri con aureole e fiori: timanale, facendo infuriare la parrucchiere, alle profume-
ex Voto, ex Vito. tra l’altro i Rca. Bologna ormai era alle rie, qualche ragazza la tiro
fatica a Franco Ciani aveva allora la successi «Tutti spalle. Dopo 40 anni, conti- sempre su». Giorgio Bonaga,
credere a sigaretta infilata nel buco del- i brividi del nuava a telefonare a qualche che da Vito saltava a piedi uni-
questo l’incisivo mancante. Era Cin- mondo» e «Ti amico. «Ho un numero di ti sui tavoli, lo invitò a giocare
lascerò» (che
gesto: no Pazzo. L’atteggiamento da Cinno Pazzo guardò giù, scos- fra grandi successi, grandi fal-
vinse il Festival
porno a teatro dove partecipa a carte. Sbarazzino. Cinno
sapeva bullo faceva ridere tutti, Lucio se la sigaretta con uno swing limenti, tragedie sparse. La uno spettatore. Vuoi venire Pazzo mescolava le carte e te-
Dalla gli arrangiò e fece inci- dentario e ringhiò: «Bis? Io? ultrapopolare trattoria Vito di Sanremo tu?». «Ho comprato un’edico- neva sempre in fondo al maz-
molte cose, dere dalla Rca la sua unica Mai». come il luccicante Zanarini: la 1989) la a Viareggio, mi alzo alle cin- zo due assi e un cinque: vale-
se fossi un canzone, «Notte Blu». Nel Si credeva un Paganini a normalità al bando, ora resta- que, una volta a quell’ora an- vano cinque scope.
familiare io 1979 lo portò per la prima vol- suo modo: prima della Befana no coriandoli precotti. ● È stato davo a letto». Prima di infilarsi un sac-
approfon- ta su un palco. Intermezzo in si è suicidato in un albergo di Da Vito, Ciani ballava sui ta- trovato morto Anna Oxa gliela portò via chetto di plastica in testa,
direi un concerto. Il pubblico im- Fidenza alla fine di una vita voli. Telefonava alle fidanzate in un albergo di uno dei NewTrolls. Cinno Franco Ciani ha tolto la sua fo-
pazzì per quel tipo lunare e il complicata. Aveva 62 anni. A degli amici che lo aiutavano: Fidenza Pazzo è l’unico dei quattro to di WhatsApp e vi ha messo
suo ritmare «Notte senza son- Bologna lascia le tracce di un «Perché stai con quel vecchio? mariti a non aver conosciuto il un angelo. Gli avevano pigno-
no/e sono a Bolo solo in casa, mondo che si è divertito mol- Mettiti con me». Lo amavano carcere. rato tutto, diritti d’autore
la tv passa nada». «Bis, Bis». tissimo, ha tracciato percorsi lo stesso, era Cinno Pazzo, Ha scritto canzoni, per la compresi: anche quelli del
Oxa, Fiordaliso. Con Ti lasce- brano per Roberta Faccani, ex
rò l’ex moglie e Fausto Leali Matia Bazar, che era stato
vinsero Sanremo nel 1989. Lui scartato dal prossimo Festival
quando si diede all’hardcore di Sanremo. Nel 1966 Luigi
diventò il n.2 dietro a Riccar- Tenco si uccise dopo che la
do Schicchi, manager-inven- sua canzone era stata esclusa
tore di Ilona Staller, ora finita dalle finali. A scoprire il corpo
travolta dai debiti, come Fran- dell’amico fu Lucio Dalla.
co Ciani. In seconde nozze Marco Marozzi
sposò Manuela Falorni, ex © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il lutto
Addio a Mr Blue,
la chitarra di Giorgio Cavalli
ha smesso di suonare

Talento
Giorgio Cavalli
ha cominciato a
suonare come
autodidatta,
diventando un
chitarrista di
talento

«Un buon cantante, un delle corde. Syusy e Roversi


grande blues man, un intrat- anni dopo lo porteranno con
tenitore di classe». Jimmy Vil- loro in tv. Con Paolo Rossi
lotti ricorda così Giorgio Ca- crea Pop e Rebelot, operetta
valli, «Mr. Blue». È morto ieri teatrale. Collabora con Freak
dopo una lunga malattia, ave- Antoni e gli Skiantos, affina la
va cominciato a 13 anni da au- conoscenza e la pratica di
todidatta ai tempi del beat, a molti strumenti, nel disco
14 con il suo gruppo apriva i Cuori Italiani prova il sitar.
concerti altrui. Quelli di Fran- Lavora con Alan Sorrenti e Vi-
cesco Guccini in testa: al- nicio Capossela. Insieme a lui
l’Osteria delle Dame impara e a Claudio Baglioni, al Petrel-
con la sua chitarra la tecnica la, mitico teatro-sala di inci-
del finger picking, tipica del sioni a Longiano, incide Can-
blues maker, diventando un zonacce. Collabora con Andy
purista del genere. È il blues Forrest, James Thompson,
man bolognese che non si Kenneth Jackson, Joe Amoru-
so, Dom Um Romao (percus-


sionista dei Weather Report).
Mescola blues e arie mediter-
ranee. Fonda a Bologna la Mr.
Blue Band con Felice Del Gau-
Jimmy Villotti dio e Leonardo Ghezzi.
Giorgio Cavalli era un Assieme al Keter Trio com-
pone le musiche per un docu-
buon cantante, un mentario che vince il primo
grande blues man, un premio al Festival Internazio-
intrattenitore di classe nale Portoghese degli Audio-
visivi. Con un gruppo di otto
elementi, molti provenienti
stacca mai dalle sue origini, dagli Stadio, si esibisce al de-
dai suoi locali e intanto incon- cennale di Video Music e du-
tra il mondo. rante alcune apparizioni alla
Al Gran Pavese di Syusy Bla- trasmissione televisiva Roxy
di e Patrizio Roversi, reinven- Bar condotta da Red Ronnie
zione inizi anni 80 in via del esegue brani di Hendrix ar-
Pratello dell’Arci Cesare Pave- rangiati per sola chitarra acu-
se, diventa Mr. Blue, cappello stica. In sala ad applaudirlo
calato sul viso, l’attenzione entusiasta c’è Carlo Verdone.
portata alle mani, le vere pro- Ma.Mar.
tagoniste per un prestigiatore © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere di Bologna Martedì 7 Gennaio 2020 9
BO

Economia

Una grande scuola politecnica, L’investimento


Orogel realizza

ispirata al «modello tedesco» la maxi cella


da 40 milioni

Verso una Fondazione regionale per formare i tecnici di cui necessitano le imprese S arà inaugurata circa a
metà gennaio la
nuova maxi cella
frigorifera di Orogel,


l’azienda cesenate di
Il modello ideale, non ha Ma non bastano, se non vo- dazioni, seppur finanziate in prodotti alimentari e
dubbi l’assessore regionale al- gliamo soccombere al gap parte dalla Regione che le su- Da sapere ortofrutticoli surgelati. Si
la Scuola, Università e Lavoro tecnologico con l’Europa e le pervisiona, sono autonome e tratterà di una mega
Patrizio Bianchi sarebbe Bianchi economie più avanzate. Anco- autonomamente stanno se- ● Le sette struttura di conservazione
«quello tedesco, di formazio- In Italia la ra, a giudicare dalle ricerche guendo il percorso di aggre- Fondazioni Its capace di stoccare fino a
ne continua», dai banchi del- di Unioncamere quasi la metà gazione. Attualmente sono sono moderne 50 mila pallet a una
la scuola dell’obbligo all’inse- formazione delle imprese di settore fatica dunque sette, divise per setto- scuole di temperatura di 25 gradi
rimento in azienda. Ma per tecnica è a reperire personale con com- re, per un totale di 20 corsi. Its tecnologia che sottozero e di centralizzare
quello ci vorrebbe una «legge considerata petenze adeguate. «maker», della meccanica è propongono diverse fasi della
nazionale», un riforma del- di secondo Ogni anno le sette Fonda- quella più presente sul terri- corsi biennali produzione dello
l’istruzione capace di unifor- livello ma le zioni emiliano romagnole torio (Bologna, Parma, Rimi- post-diploma. stabilimento, come
mare gli istituti e i corsi a indi- contano 300 iscritti — 600 nel ni, Modena, Reggio Emilia, Sono costituite l’imbustamento e la
rizzi specifici. nostre biennio — «e i diplomati tro- Forlì), poi ci sono in diverse da istituti logistica. L’investimento è
Intanto, ci pensa la Regio- imprese vano subito lavoro — fa sape- province i corsi per attività tecnici, enti di pari a 40 milioni di euro e
ne. Che si candida a fare da faticano re Bianchi — A volte bisogna culturali, la logistica, il turi- formazione ha visto all’opera, per la
apripista. «Stiamo lavorando ancora a pure stipulare accordi per evi- smo, le macchine biomedicali professionale progettazione e la
per unificare, rafforzare e trovare tare che le aziende chiamino e l’energia. La Scuola sarà a accreditati costruzione, aziende e
dunque ampliare le sette Fon- no nati circa 10 anni fa, e poi lo studente in azienda prima sua volta ramificata per tipo- dalla Regione, professionalità
dazioni Its nel nostro territo- personale perfezionati, e devono la loro che termini il corso». Con la logie. «Noi puntiamo alla fi- centri di ricerca prevalentemente del
rio — spiega l’assessore — competente modernità al fatto che unisco- realizzazione della Scuola re- liera continua della formazio- e Università territorio. Il presidente e
fondendole in un’unica strut- no istituti tecnici, enti di for- gionale (da non confondere ne, ma l’ostacolo è il Paese do- che insieme ad ad del gruppo, Bruno
tura a dimensione regionale». mazione professionale accre- con i Politecnici universitari) ve la formazione tecnica è enti locali ed Piraccini, nel presentare il
L’oggetto dell’idea, che po- ditati dalla Regione, centri di aumenterebbero i servizi, cor- considerata di secondo livello imprese bilancio in crescita del
trebbe concludersi nell’anno ricerca e Università. Insieme si, le sedi e, non ultima la visi- — conclude l’assessore — Ba- progettano i 2019 ha assicurato che
in corso, sono le moderne ad enti locali e imprese pro- bilità. «Ancora molte famiglie sti pensare che in Germnia gli percorsi «continueranno da parte
scuole di tecnologia che pro- gettano specifici percorsi for- non conoscono questa oppor- iscritti alle scuole tecniche so- formativi a di Orogel gli investimenti
pongono corsi di specializza- mativi. tunità», confida l’assessore. no 800 mila, in Italia, meno di partire dalle nella ricerca e nelle
zione biennale post diploma: «In Emilia-Romagna fun- Con un’unica Scuola, le risor- 10 mila». proprie tecnologie. L’obiettivo è
gli istituti tecnici superiori, zionano molto bene — assi- se sarebbero ottimizzate an- Luciana Cavina competenze migliorare costantemente
insomma, oggi divisi in sette cura l’assessore — In altre re- che per una efficace divulga- luciana.cavina@rcs.it specifiche la qualità delle culture e
Fondazioni diverse. Gli Its so- gioni nemmeno esistono». zione. Naturalmente le Fon- © RIPRODUZIONE RISERVATA dei prodotti dal punto di
vista nutrizionale». Per il


2020, i vertici hanno
L’azienda fallita remo tutto quanto in nostro «Solitamente quando si deci-
La vicenda
preventivato, ancora, la

Ipotesi cooperativa,
potere affinché questa azien- de di creare una coop, il per- realizzazione di nuovi
da innovativa rimanga dov’è. sonale attinge ai fondi del Tfr surgelatori e la
La giunta Bonaccini punta su o della Naspi, la disoccupa- ● Bio-On, collocazione sul mercato
Cgil e Cisl azienda di
innovazione e sviluppo e con- zione che di fronte all’apertu- di nuove linee di prodotto.

in Bio-on ci sperano tinuerà a battersi affinché le


I dipendenti ra di una partita Iva può esse- bioplastiche, è In quanto ai numeri, il
nostre avanguardie non ven- non hanno re anticipata nella sua interez- fallita a seguito marchio ha una capacità
gano rapinate e spostate al- un’anzianità za. Dipendenti al lavoro da del terremoto produttiva basata sulla

Costi: noi ci siamo di servizio


trove». A maggior ragione «di poco più di due anni, però, giudiziario che lavorazione di oltre 600
fronte ad un prodotto alta- difficilmente possono avere a ha coinvolto i mila quintali di verdure,
sufficiente vertici
mente innovativo che ritenia- da poter disposizione somme tali da che costituiscono il 60%
mo strategico per il nostro fu- poter assumersi un rischio di della produzione totale.
turo green». disporre impresa. Il Pha prodotto non ● In questi Vengono surgelati, infatti,
Il sogno di salvare Bio-on per questo guarda con molto In ballo ci sono 86 dipen- di molte è una chimera, ma industria- giorni è emersa anche altre categorie
attraverso una cooperativa di favore all’ipotesi lanciata dal denti fra operai, biologi e chi- risorse lizzabile. Va tutelato, sarà cru- l’ipotesi di alimentari che
workers buyout (ovvero gli sindacato — commenta l’as- mici che stanno dimostrando economiche ciale nell’era plastic free». salvarla comprendono gelati,
stessi lavoratori) lanciato dal sessora regionale alle Attività forte attaccamento al proget- Servirebbe «C’è una ricerca del Forum attraverso primi piatti e secondi. Gli
segretario generale della Uil, Produttive, Palma Costi — . Se to. «Sin dai primi incontri coi disuguaglianza e diversità — un’operazione investimenti più recenti,
Giuliano Zignani — e raccolto i lavoratori aderiranno al pro- lavoratori — informa la segre- un privato chiude Daniela Freddi, ricer- di workers in particolare per ricerca e
con interesse da alcuni lavora- getto, avremo la certezza di taria generale della Filctem- che li catrice dell’Ires e candidata buyout sviluppo, ammontano a
tori, da Legacoop e Confcoo- mantenere produzione e oc- Cgil di Imola, Tiziana Roncas- appoggiasse nella lista per Emilia-Roma- un totale di 250 milioni e il
perative — piace a tutti. Piace cupazione ancorate al territo- saglia, — è emersa l’opzione gna Coraggiosa — che pre- bilancio si è chiuso con
agli altri sindacati, attualmen- rio. «Negli ultimi anni in que- cooperativa. Purtroppo, in scrive di non lasciare soli i la- una previsione di fatturato
te seduti al tavolo di salva- sta regione — ricorda — sono Bio-on i dipendenti non han- voratori che decidono di crea- di 300 milioni di euro. Il
guardia della ex startup delle state salvate più di 100 impre- no un’anzianità di servizio re una coop. Nei tavoli di crisi gruppo è una cooperativa
bioplastiche finita sotto in- se proprio grazie alla loro tra- sufficiente da poter disporre bisognerebbe puntare su que- di oltre 1.500 soci
chiesta dopo le rivelazioni del sformazione in cooperative; di molte risorse economiche. sto strumento e sulla forma- produttori tra Emilia-
fondo americano Quintessen- un percorso portato avanti Servirebbe un socio privato zione per l’acquisizione delle Romagna, Veneto e
tial (e poi fallita), ma anche al con l’impegno congiunto di che li appoggiasse». Della competenze manageriali ne- Basilicata con più di 2mila
mondo della politica. lavoratori, sindacati, centrali stessa idea la segretaria gene- cessarie». addetti.
«La Regione vuole arrivare cooperative e istituzioni. Co- rale della Femca-Cisl metro- Alessandra Testa © RIPRODUZIONE RISERVATA
ad una soluzione positiva e me Regione— assicura — fa- politana, Assunta Marseglia: © RIPRODUZIONE RISERVATA
10 Martedì 7 Gennaio 2020 Corriere di Bologna
BO

Sport
Le pagelle

di Alessandro Mossini

Skorupski decisivo
7 Skorupski Benassi nel primo
tempo lo fulmina senza colpe con
un gran destro da fuori area, ma la
parata che stampa nella ripresa a tu
per tu con Chiesa è decisiva.
6 Tomiyasu Meno scintillante di
altre volte, perde un paio di palloni
potenzialmente pericolosi al ritorno
sulla fascia destra ma fa il suo.
6 Bani Roccioso su Vlahovic e
Boateng, più in difficoltà quando lo
punta Chiesa.
6 Danilo Sui palloni alti troneggia,
più in difficoltà palla a terra.
5,5 Denswil Un po’ in difficoltà nel
primo tempo contro Lirola, ben
coperto dai compagni di reparto.
Nella ripresa un paio di svarioni su
Chiesa. (6 Skov Olsen 6 31’ s.t.
Trequartista nel 3-4-1-2, dà una
mano nell’assalto finale)
5,5 Poli Mattinata complicata in
mediana contro la solidità di Pulgar
e contro la verve di Benassi e
Castrovilli: sempre di rincorsa. (6,5
Santander 13’ s.t. Primi venti
minuti in campo oscuri, poi si rende
utile e la punizione presa dalla
spazzatura, anticipando Pezzella al
94’, vale mezzo punto in più)
5 Medel Sua la respinta corta di
testa che Benassi trasforma nella
gran parabola dello 0-1. Prende un
giallo esagerato, ma da quel punto
in poi va in apnea: Castrovilli gli
scappa via spesso. (s.v. Svanberg
38’ s.t.)
7 Orsolini Fino al 94’ aveva
sbagliato tanto, da corner e in uno Campionato Super gol al 94’ dell’esterno e il Bologna strappa in extremis un pari alla Viola
contro uno. Ma quella gemma su
Fiorentina avanti nel primo tempo con Benassi. Poi il muro di Iachini regge fino al recupero

Ai piedi di Orsolini
punizione che ricorda molto quella
di Dybala contro l’Atletico Madrid
evita il ko e vale un gran voto.
6 Soriano Sbatte spesso sul muro
viola, trova qualche buon pallone in
più quando Mihajlovic lo arretra in
mediana.
5,5 Sansone Tanto fa e tanto
sbaglia, specie sotto porta: porta
diversi pericoli, ma quasi sempre
sbaglia la stoccata finale.
6 Palacio Un pallone non
agganciato sul più bello e un gol Una magia di Orsolini scac- sta di Medel, con palla contro offrendo più luce a Orsolini, mentre il Bologna cercava una ria prendevamo le mozzarelle
annullato per pochi centimetri nel cia i fantasmi dal Dall’Ara.Con il palo. Ennesima sberla da al suo quinto gol stagionale, il conferma per tenere i piedi Saputo, una grande fami-
primo tempo, ma corre a destra e a il talento dei giocatori si vin- fuori area per il Bologna, la primo su punizione per i ros- ben saldi nella parte sinistra glia!» e nel secondo tempo ar-
sinistra per regalare buoni spunti a cono o si raddrizzano le parti- più perforata della serie A. Da soblù. della classifica. I desiderata riva anche la candidata leghi-
un attacco spesso incartato. te. Senza spesso si perde. Il cover il gol dell’esterno bolo- L’1-1 finale accontenta più i rossoblù hanno sbattuto con- sta alla Regione Lucia Bor-
6 Mihajlovic Il suo primo Bologna Bologna riparte da dove aveva gnese che ha realizzato su una viola, ma per come si era mes- tro il muro eretto da Iachini gonzoni. Nessuna sorpresa
del 2020 non è scintillante e fatica salutato, da Riccardo Orsolini, punizione calciata a due metri so il match sorride anche col suo 3-5-2: reparti compat- fra i 22 in campo che affronta-
contro una Fiorentina tutta chiusa l’OR7 rossoblù, l’acquisto più dal fondo d’interno sinistro a Mihajlovic. La Fiorentina do- tissimi e linea difensiva piut- no il match a ritmi bassi. So-
dietro, specie dopo il vantaggio. Ci importante dell’era Saputo. rientrare. Come Dybala in veva solo ritrovare l’ossigeno tosto alta, sui 30 metri. riano trova subito l’imbucata
prova con ogni mezzo, passando Doppietta a Lecce e un fan- Champions contro l’Atletico. dopo il cambio di panchina, Pre-match col sole, saluti per Palacio fra le linee, il
prima al 4-2-4 e poi al 3-4-1-2 tastico gol del pareggio al 94’ Super. Da non sottovalutare il come sempre a distanza fra Trenza segna ma è in fuori-
con Orsolini e Sansone larghi: la ieri, in un derby dell’Appenni- fallo conquistato con abnega- Sinisa e il collega, la curva che gioco per un niente. Ci prova
acciuffa ancora nel finale con un no imbavagliato magistral- zione da Santander. E poi la Tutti dentro ignora Pulgar (salvo fischi in Chiesa, sbaglia Don Rodrigo,
gran colpo di Orsolini, trovando un mente fino a quel momento curiosità del siparietto di Ia- I rossoblù hanno finito partita e uno striscione dopo non trova l’angolo Sansone e
pari strameritato per i numeri da Iachini. Viola quindi riac- chini che, indemoniato in il 90’), il presidente viola allora arriva l’eurogol di Be-
generali e un po’ meno per efficacia ciuffati dopo la perla di Be- campo (giallo dell’arbitro), con Santander, Palacio, Commisso che chiacchiera al nassi. In 30 metri tutti dietro
e idee. nassi al 28’: tiro al volo dai 20 sposta uno dei due uomini in Sansone, Skov Olsen, bar raccontando «che quando la linea della palla gli uomini
© RIPRODUZIONE RISERVATA metri su respinta corta di te- barriera per coprire Svanberg Orsolini e Soriano mio fratello aveva una pizze- di Iachini. Il Bologna pazien-

AUTO SOSTITUTIVA
RESTAURO AUTO D’EPOCA
RIPARAZIONI TUTTE MARCHE
Via Garibaldi, 19/D - Zola Predosa (BO) - Tel. e Fax 051.752584 - carrozzeriagd@libero.it - www.carrozzeriagd.com
Corriere di Bologna Martedì 7 Gennaio 2020
SPORT 11
BO

Le reazioni
La scommessa di Sinisa
«Aveva predetto la rete
Tanto vince sempre lui»
De Leo: «Sbagliato tanto, ma meritavamo di recuperarla»
Il goleador: «Merito dei consigli di Miha. Abbiamo dominato»
Orso scatenato. L’eroe del
giorno, dopo la doppietta di
Lecce, è ancora l’esterno auto-
re del quinto gol in campiona-
to con una magia su punizio-
ne al 94’: «L’abbiamo ripresa
per i capelli ma era una partita
da vincere — ha detto a Dazn
— noi abbiamo dominato, lo-
ro hanno trovato un gran gol
sull’unico tiro in porta ma sia-
mo stati bravi a riprenderla».
E certamente è stato bravo lui,
segnando il primo gol su pu-
nizione diretta realizzato dal
Bologna quest’anno. Grazie
anche ad un consulente d’ec-
cezione: «Per fortuna nel re-
cupero l’ho calciata bene, do-
po qualche errore. Sono stati
preziosi i consigli di Mihajlo-
vic: proprio domenica nella
rifinitura abbiamo provato le
punizioni e lui mi diceva co-
me mettere il piede».
Con un maestro così, la sas-
sata che ricorda il recente gol
ta, ma non punge. Alla fine di Dybala in Champions con-
statistiche tutte pro Bologna, tro l’Atletico Madrid è arrivata
tranne l’1-1. Nella ripresa sem- quasi in automatico: allarga le
pre attenti i due polacchi Sko- braccia anche Iachini, che a
rupski e Dragowski su Lirola e lungo prima della battuta ave-
Sansone che, a tu per tu, si di- va cercato di modificare le co- possesso palla sono cifre
vora il pareggio. Dopo un’ora perture sui rossoblù al limite chiare a nostro favore. Di cer- Bologna 1
Sinisa si gioca la carta Santan- togliendo un uomo dalla bar- to siamo stati poco efficaci e Fiorentina 1
der. È poi Chiesa a non trovare riera. «Per come l’ha calciata dobbiamo migliorare gestio-
il 2-0 per colpa di uno strepi- bene, se anche se avessimo ne palla e lucidità quando la Marcatori: Benassi 27’ p.t.; Orsolini 49’
toso Skorupski. Mihajlovic dà messi quattro in barriera sa- partita si sporca, ma abbiamo s.t.
un altro segnale: fuori Den- rebbe stato uguale», ha am- meritato di recuperarla». Una Bologna (4-2-3-1): Skorupski 7;
swill, dentro Skov Olsen e di- messo. mano potrà darla Dominguez Tomiyasu 6, Bani 6, Danilo 6, Denswil 5,5
fesa a tre. Iachini risponde E in cassa c’è andato Sinisa («è eclettico e dinamico e ci (Skov Olsen 6 31’ s.t.); Poli 5,5
con un difensore e abbassa il Mihajlovic, che prima del tiro darà una grossa mano a cam- (Santander 6,5 13’ s.t.), Medel 5
suo baricentro. Rossoblù in di Orsolini aveva scommesso biare ritmo», osserva De Leo), (Svanberg s.v 38’ s.t.); Orsolini 7, Soriano
pressione, ma la Fiorentina sul gol: «Sono le profezie del che per domenica a Torino 6, Sansone 5,5; Palacio 6. All.: Mihajlovic
6.
regge. Paura per uno svarione mister — ha svelato il tattico dovrebbe essere disponibile:
di Milenkovic in area, Soriano De Leo — prima della battuta nelle prossime ore, invece, sa- Fiorentina (3-5-2): Dragowski 5,5;
che spara su Drago e ancora ha detto “vedrai che facciamo rà più chiaro il destino di Bar- Milenkovic 6,5, Pezzella 6, Caceres 6,5;
Bani che devia da tre metri col gol, volete scommettere?”. Fa row, ieri non impiegato dal- Lirola 6, Benassi 7, Pulgar 6, Castrovilli
6,5 (Ceccherini s.v. 45’ s.t.), Dalbert 5,5
polacco ancora decisivo. Pri- scommesse con tutti e di soli- l’Atalanta. Proprio Bologna e (Venuti s.v. 37’ s.t.); Chiesa 6, Vlahovic
ma della giocata di Orsolini è to le vince, io ormai evito per- Torino se lo contenderanno, 5,5 (Boateng 5 22’ s.t.). All.: Iachini 6,5.
Pulgar a impaurire la Bulga- ché sono impegnative sul pia- con una serie di colloqui in
relli con una punizione a fil di no economico. Ma Orsolini programma con il club orobi- Arbitro: Valeri di Roma 6.
Note – Ammoniti: Milenkovic, Medel,
palo. Iniziare l’anno evitando merita i complimenti». Una co e con l’agente del giocato- Lirola, Caceres, Pulgar, Bani, Iachini.
una sconfitta con una rete co- risata, anche per scacciare le re, Luigi Sorrentino: per en- Recupero: 1’ più 5’. Spettatori: 22.653.
sì bella e nei minuti di recupe- tensioni di una gara dal pre- trambe le contendenti c’è an-
ro tutto sommato non è nien- dominio abbastanza sterile cora un po’ di distanza da col-
te male: brindisi mezzo pie- come ammette De Leo: «Loro mare tra domanda atalantina
no. stavano bassi e per noi era dif- e offerta.
Fernando Pellerano ficile, ma 500 passaggi contro A. Mos.
© RIPRODUZIONE RISERVATA 200, 14 corner a 2, il 70% di Momenti Dall’alto la rete di Orsolini e Mihajlovic © RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 contro Brescia Domani l’Eurocup a Belgrado

Effe, in vendita i biglietti per le Final 8 Virtus, adesso 8 partite in 24 giorni


Pavani: «Al mercato non pensiamo» Il tour de force comincia dal Partizan
L’ultima Fortitudo in una Coppa Martino («Fa parte del gioco, ma Trenta minuti di grande basket e alla gara di domani a Belgrado per
Italia di A risale al 16 febbraio 2006, non si può giudicare una squadra dieci inaccettabili. Sasha Djordjevic l’esordio nelle Top 16 di Eurocup.
ancora in Era Seragnoli, con Jasmin per due partite perse»), entrambi a è stato chiaro, come sempre, nel Sarà un’amarcord per Djordjevic,
Repesa in panchina e Marco modo loro togliendosi qualche dopo partita di Trento. Il coach contro il Partizan con il quale ha
Belinelli in campo: tutta un’altra sassolino. Significativo che ce ne sia serbo è sempre alla ricerca della vinto l’Eurolega 1992 ma che non si
epoca cestistica, lontanissima non stato bisogno, nel giorno dei 50 perfezione mentre vede la sua Virtus è mai trovato contro da allenatore.
solo nel tempo. Anche per questo anni della Fossa, che ha ricordato le girare alla boa di metà regular Intanto, da prima in classifica, la
Numero uno tornarci, nella vetrina delle otto del recenti battaglie con Arzignano, o il Leader season al primo posto, come non Segafredo ha potuto scegliere in
Il presidente basket che conta (venerdì 14 nulla del 2013: per una fetta di Sasha accadeva da 19 anni. Togliendo il quale giorno e orario scendere in
Christian febbraio a Pesaro contro Brescia, pubblico — certo marginale — le Djordjevic, passaggio a vuoto del terzo periodo, campo alle Final Eight. I bianconeri,
Pavani biglietti già su Vivaticket), a 14 anni due ultime sconfitte del 2019, e un guida della V a Trento si è vista la squadra girare che nel weekend precedente
di distanza, è un risultato a suo primo tempo poco brillante con come un orologio. Teodosic ha saranno impegnati a Tenerife
modo storico. Battuta Reggio Emilia Reggio Emilia, erano già sufficienti rubato la scena con il finale da nell’Intercontinentale (la gara di
e chiuso il girone d’andata con uno per i processi. «E invece al mercato fenomeno, 16 punti consecutivi in 5 Varese dovrebbe essere posticipata
scintillante 9-7, il presidente Pavani non ci pensiamo neanche» ha minuti, ma prima c’era stato uno al 27 febbraio) giocheranno giovedì
ha parlato («Ho sentito qualche chiuso Pavani, ribadendo totale show corale in un primo tempo con 13 febbraio alle 20.45 contro
mugugno di troppo, sesti al giro di fiducia al gruppo attuale. poche pecche. Archiviata la prima Venezia.
boa, al primo anno di serie A, è Enrico Schiavina partita di un gennaio da otto sfide in Luca Aquino
tantissima roba») prima di Antimo © RIPRODUZIONE RISERVATA 24 giorni, è già tempo di pensare © RIPRODUZIONE RISERVATA
12 Martedì 7 Gennaio 2020 Corriere di Bologna
BO

“Il Grande Romanzo dei Vangeli”


Al Teatro Duse i Vangeli secondo Augias
Cresce l’attesa per Corrado Augias che il 16 gennaio (alle 21) porterà al Teatro Duse ‘Il grande
romanzo dei Vangeli’, tratto dal suo ultimo libro. Lo scrittore e giornalista, propone un monologo
teatrale dedicato ai Vangeli: quattro versioni in
parte ma non del tutto simili, della tragica vicen-
da di un predicatore che, avendo sfidato il pote-
re, viene processato e condannato a morte. Un
racconto rivolto anche alla folla di personaggi in
cui il protagonista s’imbatte, o da cui è accom-
pagnato, nel corso della sua breve esistenza.
Personaggi, racconto, avventure, cioè lettera-
tura. Dallo stupore per questa umanità, dalla
meraviglia per queste straordinarie presenze
umane, è partito Corrado Augias per il suo nuo-
vo monologo teatrale.

Biglietteria e Informazioni:
051 231836 | biglietteria@teatroduse.it
Scopri tutta la stagione su TEATRODUSE.IT

Piazza Costituzione 4
BOLOGNA
teatroeuropa.it
Biglietteria:
Piazza Costituzione 5/F
Info: 051 372540 dal 7 al 9 FEBBRAIO 15 e 16 FEBBRAIO

G R A N D I I N S I E M E

STM Live
in collaborazione con ErreTiTeatro30

E T T O R E B A S S I

L’ AT T I M O
FUGGENTE
DEAD POETS SOCIETY by

TOM SCHULMAN
Based on the Touchstone Pictures motion picture written by Tom Schulman

17 E 18 GENNAIO 24 E 25 GENNAIO
Originally Produced at Classic Stage Company
by special arrangement with Adam Zotovich
Artistic Director: John Doyle Managing Director: Jeff Griffin

VIA SARAGOZZA 234 - BOLOGNA - INFO 051 4399123 teatrocelebrazioni.it

“Quando hai il piano... accertati


che sia quello giusto!”
In scena venerdì 10 Gennaio ore 21
Venerdì 10 Gennaio ore 21, va in scena al Teatro
Dehon “ Quando hai il piano... accertati che sia quel-
lo giusto!” con Martina Valentini Marinaz e Stefano
Scaramuzzino. Testo di Luca Giacomozzi e regia di
Enrico Maria Falconi. Scontro-incontro tra due anime
apparentemente distanti in un turbine di situazioni co-
miche che, pur nella differenza dei personaggi, tro-
veranno un accordo sentimentale. Dietro la risata e
i tempi comici, si vuole sottolineare la voglia di stare
in due. Quel senso di ricerca di serenità che sembra
avvolgere da subito i due protagonisti. Siamo all’in-
terno di una camera d’albergo come metafora di un tempo sospeso in lotta con la psicologia
dei personaggi che anelano al per sempre. Un testo, che seppur fortemente comico, rimanda
alla tragedia della solitudine non voluta. Si sente il tempo che passa e quella provvisorietà così
attuale. L’atto di rivincita dei personaggi che nasce da un semplice errore di stanza.
(Teatro Dehon - infoline 051342934)
Corriere di Bologna Martedì 7 Gennaio 2020 13
BO

Cultura La mappa

& Spettacoli Dino Campana


1885-1932
Caffè San Pietro Giosuè
Carducci
1835-1907
Caffè dei servi
di Massimo Marino Stendhal re, e prevenuti per me molto
1783-1842 favorevolmente». La seconda
volta vi dimora per oltre un

A
Locanda Aquila Nera
lcuni luoghi della città anno, dal 1825 al 1826, in un
portano i segni eviden- appartamento in affitto pres-
ti del passaggio di arti- BOLOGNA Giacomo so il teatro del Corso di via
sti e scrittori grazie a lapidi Pier Paolo Pasolini Santo Stefano ed è turbato
che ne registrano la presenza. Leopardi dalle notizie di continui omi-
1922-1975 1798-1837
Altre figure sono più fuggevo- cidi e dal freddo.
Caffè della Fenice Caffè del Corso
li, meno documentate. La re- Di tracce di Dino Campana
sidenza di Giosuè Carducci, e di altri che hanno frequen-
ad esempio, è testimoniata da tato come studenti o come
iscrizioni, come quella in via professori l’Università è piena
Roberto Roversi
Broccaindosso 20 che ricorda Il progetto 1923-2012
la mappa. Il poeta di Marradi
il melograno «dai bei vermigli La biblioteca Salaborsa si iscrive alla facoltà di Chimi-
fior» cui tendeva «la pargolet- Giardini Regina Margherita ca nel 1903; poi la lascia e vi fa
ta mano» il figlio Dante, mor- ha «censito» in digitale ritorno nel 1912, tranne pen-
to precocemente, e addirittu- tutti i luoghi del cuore tirsi nuovamente della scelta.
ra dalla casa-museo di piazza degli autori in città È protagonista di varie intem-
Carducci. L’Ego - Hub peranze che lo porteranno in

Vivere da scrittori a Bologna


carcere, in manicomio a Imo-
la, poi di nuovo nella vita go-
liardica senza grandi risultati,
fino a che non abbandona del
tutto gli studi: «Quando avevo
denaro spendevo tutto quello
che avevo. Un po’ scrivevo, un
po’ suonavo il piano. Così finii
Molto più leggeri i segni di
un altro illustre docente e po-
La quotidianità dei letterati tra Ottocento e Novecento: gnalati vari luoghi, ma soprat-
tutto la sua libreria antiquaria
per squilibrarmi completa-
mente. Era meglio se studiavo
eta, Giovanni Pascoli, e addi-
rittura labili quelli dell’irrego-
i caffè e i giardini che frequentavano, le loro abitazioni Palmaverde di via de’ Poeti,
per anni luogo di ritrovo di
lettere».
Tra i professori, Umberto
lare Dino Campana, che pure scrittori, affermati e giovani Eco è stato uno di quelli che
a Bologna studiò, scrisse, ma- in cerca di consigli. Nell’Otto- hanno lasciato segni più pro-
nifestò i primi segni di insof- prevedibile – che la maggiore tina andava in pittoresco pas- casa natale in via Borgonovo, cento vari sono i nomi illustri fondi, con il suo insegnamen-
ferenza e di sofferenza psichi- concentrazione di luoghi vis- seggio alle cascate delle chiu- ma anche quelle dei successi- che raggiungono Bologna: se to al Dams, con la costituzio-
ca, abitando addirittura in un suti o frequentati è entro la sa del Reno e definiva il luogo vi trasferimenti (prima tra Charles Dickens, alloggiato al- ne dell’Istituto di scienze del-
appartamentino in palazzo cerchia delle mura. Visitando il «bois de Boulogne de Bolo- tutte quella di via Nosadella); i l’Albergo del Pellegrino, «in la comunicazione e con la di-
Paleotti, via Zamboni 32. gli altri due link, «I luoghi» e gne», al Pontelungo delle in- luoghi degli incontri con altri un certo stambugio sotto il rezione della Scuola
A fermare le memorie di «Gli scrittori», si incrociano i surrezioni anarchiche otto- giovani intellettuali, i giardini tetto», trova «antica e severa» superiore di studi umanistici,
uomini di lettere ci ha pensa- dati, fino a ricostruire perma- centesche raccontate da Ric- Margherita, la statua di Gari- la città, e oscuri i suoi portici, con le sue «gioiose culture»,
to Salaborsa con il progetto nenze e spostamenti, anche cardo Bacchelli nel romanzo baldi, la sede della Gil (Gio- Giacomo Leopardi vi soggior- come le ha definite Marco
«Mappe degli scrittori a Bolo- con citazioni dalle opere o Il diavolo al Pontelungo, ai vi- ventù italiana del littorio), le na due volte. Marozzi, un magistero eserci-
gna tra 800 e 900», consulta- con racconti e interpretazioni cini Prati di Caprara dove arri- librerie antiquarie, le case de- Dopo il primo breve assag- tato giocosamente, oltre che
bile sul sito della biblioteca al- delle vite. vavano in bicicletta per gioca- gli amici, tra tutte quella di gio, Leopardi descrive Bolo- nelle aule dell’Università in
l’indirizzo www.bibliotecasa- Si passa, in periferia, dalla re a «futbal» pomeriggi interi Luciano Serra in via Arienti e gna nelle sue lettere come trattorie, caffè, osterie, case,
laborsa.it/content/mappa- villa Sampieri Talon di Casa- i liceali Pier Paolo Pasolini, di Roberto Roversi in via Ma- «quietissima, allegrissima, in intelligente divertito dialo-
scrittori. Aprendo la cartina si lecchio, oggi parco pubblico, Luciano Serra e Renzo Renzi. scarella. ospitale», «piena di letterati go con colleghi e studenti.
vedrà – come è abbastanza cara a Stendhal che ogni mat- Di Pasolini, il sito segnala la Anche di Roversi sono se- nazionali, e tutti di buon cuo- © RIPRODUZIONE RISERVATA
14
BO SPETTACOLI Martedì 7 Gennaio 2020 Corriere di Bologna

Rimini festeggiamenti per la fine dell’occupazione


«Signorina Giulia», una girandola di potere e seduzione nazifascista. In questo gioco di potere e seduzione
VIVI tra donna e uomo, uomo e donna, i protagonisti

BOLOGNA Non siamo nella Scandinavia di August


Strindberg, e neppure nell’Inghilterra in cui il
mondiale, è portata dal regista Giampiero Solari in
questa versione italiana prodotta del teatro
sono Gabriella Pession e Lino Guanciale. After
Miss Julie è in scena fino a giovedì al teatro
E drammaturgo Patrick Marber riambienta la storia Franco Parenti a Milano, la notte del 29 aprile Amintore Galli di Rimini alle 21. Roberta Lidia De

REGIONE della Signorina Giulia, una delle opere teatrali più


dirompenti dello scrittore svedese. La vicenda di
1945, pochi giorni dopo la Liberazione. Tra la ricca
Giulia, figlia dei proprietari della villa dove si
Stefano interpreta Cristina, cuoca e cameriera,
promessa sposa di Gianni, in una girandola di
seduzione della pièce scritta nel 1888, ricollocata svolge l’azione, e Gianni, autista e maggiordomo, prevaricazioni e affermazioni del desiderio di
da Marber all’indomani della Seconda Guerra si scatena un’irresistibile attrazione durante i autodeterminazione delle donne. (ma. ma.)

eventiveneti@corriereveneto.it

Cinema
BOLOGNA
«Totò, Peppino e la dolce
Incontri
BOLOGNA
Discutendo di «Nove
E ra il 1992. Il teatro per ra-
gazzi segnava un mo-
mento di crisi, tra ricor-
so a facili emozioni, pedago-
giche consolazioni, storie
vita» racconti» bamboleggianti. Come un
Il gruppo di lettura Vitale è fulmine scoppiò la provoca-
costituito da appassionati di zione del «teatro infantile»
libri che si ritrovano una volta della Socìetas Raffaello San-
al mese per discutere di zio. La compagnia più radica-
volumi letti, per confrontare le del teatro italiano, fresca di
punti di vista e modi diversi di un dirompente Amleto, capo-
leggere. Questo gruppo, libero lavoro della scena di fine mil-
Nell’anno del centenario
e aperto a tutti, si ritrova oggi lennio, proponeva in un vec-
felliniano, bene fa la Cineteca
per discutere dei «Nove
chio istituto tecnico di Cesena
a proiettare, lo stesso giorno Le favole di Esopo. Non erano
in cui ripropone «La dolce racconti» di J. D. Salinger.
apologhi raccontati, ma un
vita», la parodia firmata Biblioteca Ruffilli
percorso tra varie stanze per
Sergio Corbucci con Totò e Vicolo Bolognetti, 2
un gruppo limitato di bambi-
Peppino De Filippo. Alle 17.30 ni portato a contatto con ani-
Antonio Barbacane è stato
BOLOGNA mali veri, con i loro corpi,
inviato a Roma dal nonno per
Alberti: un genio odori, versi. Era l’entrata in un
corrompere politici, ma si è
dell’Umanesimo
tempo meraviglioso, in cui la
dato alla bella vita e, rimasto
Incontro del ciclo di
favola si faceva corpo narran-
senza risorse, fa il te, emozione totale di incon-
conferenze dedicato a «Arte,

Fiabe e miti a teatro


posteggiatore abusivo in via tro con sentimenti sconosciu-
matematica e filosofia nel XV
Veneto.
secolo». Franco Cappelli
I parenti, per capire che fine
illustra la figura molteplice di
ha fatto, mandano nella
Leon Battista Alberti, erudito,
capitale un cugino
architetto, scrittore. A cura
integerrimo e bacchettone,
dell'Associazione italiana
Peppino naturalmente, che
insegnanti di geografia
sarà risucchiato nel vortice
dell’Emilia-Romagna.
della dolce vita…
Biblioteca Jorge Luis Borges
Cinema Lumière – Sala
Via dello Scalo, 21/2
Mastroianni
Piazzetta Pasolini, 5/b
Alle 15 ti o dimenticati.
Il fascino proseguì e si ac- Da trent’anni con i ragazzi
Socìetas Raffaello Sanzio:
Alle 17.15 Mostre crebbe con spettacoli come
BOLOGNA
Hänsel e Gretel (1993), un iti-
BOLOGNA nerario nell’oscuro attraverso
«La dolce vita» torna
restaurata
A seguire la parodia
La rinascita industriale del
dopoguerra
il teatro trasformato in ventre-
foresta, dagli odori di povertà un libro e al Comandini
la «Rassegna Parallela»
e di resina del bosco a quelli
rivistaiolo-televisiva di Totò e zuccherini della casetta di
Peppino, la Cineteca riproietta marzapane della strega, fino
la versione restaurata alla liberazione finale. In Le
dell’originale di Fellini: fatiche di Ercole (1994) un
un amaro sguardo sull’Italia bambino combatteva contro viaggio interiore e ascolto con favola.
degli anni del boom automi meccanici; in Pelle Buchettino, spettacolo che Ma a Chiara Guidi non ba-
economico e sul nuovo ruolo d’asino (1996) il teatro, scava- rappresentato poi in tutto il stò il lavoro di rappresenta-
dei media, «una lettura esatta Dall’archivio Fototecnica un to, era trasformato in mondo mondo: i bambini venivano zione, per quanto coinvolgen-
della mediatizzazione del viaggio nella vita produttiva ipogeo, materializzazione de- fatti stendere in lettini a ca- te. Nel 1995 fonda la «Scuola
paese, quasi un saggio sulla della città dopo le distruzioni
gli incubi della fanciulla insi- stello e entravano, attraverso sperimentale di Teatro infan-
manipolazione diata dal padre. Nel 1995 il il racconto, la voce e rumori tile», che si svilupperà per tre
della guerra, fino agli anni ’80.
dell'informazione e percorso nello spazio diventò incalzanti, nelle tensioni della anni. Il tentativo sarà sempre
A cura di Cinzia Frisoni, mostra
dell'immagine...» scrive i settori di attività, con
Gianluca Farinelli. attenzione ai modi di
Cinema Lumière – Sala documentarli
Mastroianni fotograficamente.
Piazzetta Pasolini, 5/b San Giorgio in Poggiale
Alle 19 Via Nazario Sauro, 20/2
BOLOGNA Dalle 9 alle 17
Nostalgie sull’orlo BOLOGNA
di un divorzio Pane e salame alla
«Storia di un matrimonio» di bolognese
Noah Baumbach mostra una Esposizione a cura Alessandro
coppia in procinto di separarsi, Molinari Pradelli con la
lui regista teatrale, lei attrice, collaborazione di Marcello
con tutto il carico di dolore e Fini. Primo tassello di una
anche di rimpianti che un tale ricerca, basata sul patrimonio
passo comporta. della biblioteca, sulla
Un viaggio in una molto gastronomia bolognese,
quotidiana crisi. osserva due alimenti tipici
Cinema Lumière – Sala della città: il pane e i salumi.
Mastroianni Da Annibale Carracci al ‘900,
Piazzetta Pasolini, 5/b mette in mostra disegni,
Alle 22 incisioni, libri, opuscoli e
bandi.
Teatro Biblioteca dell’Archiginnasio
FORLÌ Piazza Galvani, 1
Uno schiaccianoci tutto Dalle 9 alle 19
sulle punte BOLOGNA
Ancora un balletto classico, a Arte e scienza, tutto nella
Forlì oggi, «Lo schiaccianoci», mano
dalla novella di Hoffmann, Continua la mostra «U.mano»,
con le musiche di Čajkovskij. curata da Andrea Zanotti con
Conserva le coreografie Silvia Evangelisti, Carlo Fiorini
originali del 1892, firmate da e Stefano Zuffi. La mano come
Marius Petipa e Lev Ivanov, tramite tra il cervello e l’agire,
una produzione Russian tra scienza, cultura e arte.
Classical Ballet. Centro Arti e Scienze Golinelli
Teatro Diego Fabbri Via Paolo Nanni Costa, 14
Corso Diaz, 47
Dalle 10 alle 19
Alle 21
Corriere di Bologna Martedì 7 Gennaio 2020
SPETTACOLI 15
BO

Vignola oltre tre ore di spettacolo in un grottesco circo


«Commedia della vanità», la forza bruta di un dittatore fallito espressionista, affidando al solo Fausto Russo
Alesi i tre protagonisti, come diverse incarnazioni
Eliminare tutti gli specchi, portare al rogo le mentre il nazismo saliva al potere. La pièce, in un di una stessa tensione che possiamo ritrovare ai
immagini, le foto, in un olocausto collettivo. Un movimento ciclico che sembra non fare mai troppi nostri giorni, e ad Aglaia Pappas le sue tre donne.
«auto da fè» che però non rafforza l’identità ma la passi in avanti, riannodandosi su sé stessa, è Dopo il debutto modenese, si può vedere stasera
dissolve, lasciando l’individuo senza memoria, percorsa da uomini e donne deboli e da tre uomini alle 21 al teatro Fabbri di Vignola, con una trentina
preda di un potere dittatoriale che pervade tutti i forti, che rappresentano la forza bruta, un dittatore di interpreti, tra componenti della compagnia
gangli della società. Questo il tema di Commedia fallito e frustrato e un’incarnazione del superuomo stabile Ert e attori da poco diplomati nella scuola
della vanità, opera giovanile di Elias Canetti, scritta nietzschiano. Il regista Claudio Longhi ambienta le della Fondazione. (ma. ma.)

Niccolò Fabi, il ritorno


CINEMA
BOLOGNA
ANTONIANO

Riflessioni in musica
Via Guinizelli, 3 - Tel. 051.3940212
quello: precipitare con il tea- Riñoso
tro nelle attività proprie del ARLECC¤INO
bambino, la favola e il gioco. Via Lame, 59 - Tel. 051.522285
Pinocchio 15.30 - 17.50 - 20.10 - 22.30
Compiere un atto non di rap- BELLINƒONA ¹\ESSAI
presentazione ma di presenza

all’EuropAuditorium
via Bellinzona, 6 - Tel. 051.6446940
totale, di tutti i sensi, la vista, Riñoso

l’udito, la manipolazione, il BRISTOL


POP ‹P CINEMA
gusto, l’olfatto, in strutture Via Toscana, 146 - Tel. 051.477672
spazio-temporali piene di £umanEiÌ the Neèt Level 16.30
sorprese, in continua evolu- La dea Fortuna 18.45 - 21.00
C¤APLIN
zione, rendendo i bambini Piazza di Porta Saragozza, 5/a - Tel. 051.585253
protagonisti di storie che

N
Riñoso
prendono vita agendole. iccolò Fabi è tornato. nico dei dieci precedenti. Un che sta in classe con tuo figlio, CINEMA TEATRO TIŠOLI
Un’azione totale che rinno- Dopo un paio d’anni di disco velato da una patina di il direttore della banca dove Via Massarenti, 418 - Tel. 051.532417
Riñoso
va anche la scena, non solo assenza, Fabi è nei ne- tristezza, come la sua musica, hai domandato un fido, quel- CINETECA
quella infantile: «Il teatro ha gozi di dischi e in tour. Vener- avvolta da sempre in un limbo lo che è stato condannato, il SALA CERŠI
bisogno dell’analfabetismo dì sarà a Bologna al Teatro Eu- di mestizia, anche quando presidente del consiglio». Pa- via Riva di Reno, 72 - Tel.
Cena con delitto - ¢nives Out 17.15 - 19.45 - 22.10
proprio dell’infanzia, di una ropAuditorium (ore 21.00) cerca di far sorridere con bra- role che ti entrano sotto pelle E‹ROPA CINEMA
tensione innata al gioco capa- per presentare la sua ultima ni spensierati. Il cinquantu- e ti lacerano l’anima, perché la via Pietralata, 55/a - Tel. 051.523812
ce di mettere in prova un altro fatica discografica, «Tradizio- nenne cantante, che iniziò a vita non è fatta solo di chiac- Il mistero ¤enri PicD 16.30 - 18.45 - 21.00

mondo, di vedere la presenza ne e tradimento», l’undicesi- lavorare nell’ambiente musi- chiere. FOSSOLO
Viale Abramo Lincoln, 3 - Tel. 051.540145
che sta dietro le immagini, di mo album in studio pubblica- cale come assistente di palco Niccolò Fabi è tornato con il Tolo Tolo 18.45 - 21.00
restituire alla parola il suo to in ottobre dell’anno scorso. per Alberto Fortis, l’artista ar- disco meno romantico di tutti GALLIERA
suono. Attraverso i bambini, L’eterno ragazzo della scena Via Matteotti, 27 - Tel. 051.4151762
¹io “ donna e si chiama Petrunia 19.00 - 21.30
chi lavora in teatro fa esercizio romana, quella di Daniele Sil- £OLL…
per apprendere l’arte della vestri, Roberto Angelini, Max POP ‹P CINEMA
rappresentazione». Gazzè, Federico Zampaglione Via Marconi, 14 - Tel. 051.224605

Questa citazione è tratta dal e Riccardo Sinigallia (proprio La dea Fortuna


Star ‰ars - L\ascesa di SDywalDer
17.50 - 20.10
15.00 - 22.30
Da sapere libro che ripercorre tutte le quest’ultimo lo presentò alla L‹MIERE
esperienze sviluppate in que- Virgin Dischi facendogli otte- Via Azzo Gardino, 65 - Tel. 051.2195311

gli anni e nei successivi da nere un contratto discografi- La dolce vita 19.00
Storia di un matrimonio 22.15
Chiara Guidi: Teatro infantile. co ancora nel lontano 1996) Totòì Peññino e la dolce vita 17.15
L’arte scenica davanti agli oc- ha interrotto due anni di stop Sorry ‰e Missed …ou 16.00 - 18.00 - 20.00 - 22.00
chi di un bambino (Sossella dalle scene. Ritratto della giovane in fiamme 20.00 - 22.15

editore, a cura di Cristina Ven- Il cantautore romano è in- ME¹ICA PALACE


POP ‹P CINEMA
trucci, pp.176, euro 18), un bel fatti tornato dopo l’ultimo Via Montegrappa, 9 - Tel. 051.263826
volume pieno di pensieri, te- concerto del novembre 2017 e Tolo Tolo 15.00 - 17.30 - 20.00 - 22.15
stimonianze e fotografie, ar- dopo aver deciso di mettere N‹OŠO NOSA¹ELLA
Via L. Berti n. 2/7 - Tel. 051.521550
ricchito dal saggio Cercare la dentro un baule il suo vestito Tolo Tolo 19.35 - 21.30
● Chiara Guidi voce dell’infanzia di Lucia da artista per allontanarsi da La dea Fortuna 21.00
racconta Amara. Chiara Guidi racconta tutti e tutto. La perdita di sua Sul palco In questo tour il cantautore si esibisce alla chitarra e alle tastiere O¹EON
trent’anni anche tutti gli spettacoli rea- figlia, avvenuta nel 2010 per Via Mascarella, 3 - Tel. 051.227916
Tolo Tolo 16.30 - 18.45 - 21.00
di Socìetas lizzati per bambini e con una meningite fulminante, ha rivato al successo con un bra- ed un tour tra dicembre e gen- Pinocchio 15.45 - 18.30 - 21.15
in «L’arte sce- bambini, dal Bestione, in cui messo a dura prova la vita del no che sparava a zero proprio naio lanciato come un sasso Cena con delitto - ¢nives Out 15.30 - 18.30 - 21.30
nica davanti si chiedeva ai ragazzi di libe- cantautore e quella della com- sui romani ed un padre noto in uno stagno con un post sui The Farewell - ‹na bugia buona 16.30 - 18.45 - 21.00
agli occhi ORIONE
rare un essere prigioniero di pagna, la fotografa Shirin produttore discografico negli social: «Si potrebbe conside- Via Cimabue, 14 - Tel. 051.382403
di un bambino» terribili guardiani, fino al re- Amini, dalla quale si è separa- anni Settanta, nel suo ultimo rare una specie di appunta- Riñoso
(Sossella, pp. cente Fiabe giapponesi. Un to. Un lutto devastante che ha album, in uno dei singoli mento al buio». Poche parole PERLA
176, € 18) percorso unico, culminato nel dato vita ad una fondazione, estratti canta: «Sono il chirur- che hanno scatenato com- Via S. Donato 38 - Tel. 051.5061557
Riñoso
«Metodo errante» e in «Pue- «Le parole di Lulù», che ha go che ti opera domani, quel- menti a valanga in tutti coloro POP ‹P CINEMA C¤RISTMAS
● Al teatro rilia», che si svolge al teatro raccolto oltre 250mila euro in lo che guida mentre dormi, che attendevano il suo ritor- ORATORIO SAN FILIPPO NERI
Comandini Comandini a Cesena dal 15 donazioni da devolvere per quello che urla come un paz- no, perché proprio con lui Via Manzoni, 5 - Tel. 051.263826 – 051 224605
Il mistero ¤enri PicD 16.00 - 18.00 - 20.00
(Cesena) dal 15 gennaio al 26 aprile con la sostenere e promuovere pro- zo e ti sta seduto accanto, il hanno trascorso una parte RIALTO ST‹¹IO
la «Rassegna «Rassegna Parallela». getti legati all’infanzia. donatore che aspettavi per il importante della loro vita. Via Rialto, 19 - Tel. 051.227926

Parallela» Ma. Ma. Niccolò Fabi è tornato con tuo trapianto, sono il padre Andrea Tinti Il ñrimo Natale 16.30 - 18.45 - 21.00
La dea Fortuna 16.00 - 18.30 - 21.00
fino al 26 aprile © RIPRODUZIONE RISERVATA un disco ancora più malinco- del bambino handicappato © RIPRODUZIONE RISERVATA
ROMA ¹\ESSAI
Via Fondazza, 4 - Tel. 051.347470
TEATRI Sorry ‰e Missed …ou 16.30 - 18.45 - 21.00
MERCATO SONATO T¤E SPACE CINEMA
BOLOGNA
BOLOGNA Via Tartini 3 Viale Europa - Tel. 892111

Milonga Tolo Tolo 16.00 - 18.30 - 21.00


Tolo Tolo 17.30 - 20.00 - 22.30
DEHON Giovedì 9 gennaio ore 22.15 La dea Fortuna 16.10
Via Libia, 59 051.342934 PlaymobilÌ The Movie 13.35
FroÛen æÌ il segreto di Arendelle 15.15
Casanova in Incantesimi BRAVO CAFFÈ £umanEiÌ the Neèt Level 17.50 - 20.50
Giovedì 9 gennaio ore 21 Via Mascarella 1 051/266112 Last Christmas 12.35
FroÛen æÌ il segreto di Arendelle 13.10
Storie di Passaggio Con £umanEiÌ the Neèt Level 15.45 - 18.45 - 21.40

EUROPAUDITORIUM Riccardo Cesari e Matteo Sñie sotto coñertura


Star ‰ars - L\ascesa di SDywalDer
13.00
15.30 - 19.00 - 22.15
C/o Palacongressi - Piazza Bortolotti £umanEiÌ the Neèt Level 13.25
Pinocchio 16.20 - 19.30 - 22.30
Costituzione, 4 051/372540 Domani ore 21
FroÛen æÌ il segreto di Arendelle 14.30
Niccolò Fabi La dea Fortuna 20.10
Venerdì 10 gennaio ore 21 TESTONI RAGAZZI Pinocchio
Tolo Tolo
17.10
14.30 - 19.30 - 22.00
Via Matteotti, 16 0514153800
CASALECC¤IO ¹I RENO
ARENA DEL SOLE La finestra di Mandela Di e
‹CI CINEMAS
Via Indipendenza, 44 con R. Frabetti, Regia di MERI¹IANA
051.2910910 Valeria Frabetti Via Aldo Moro, 14 - Tel. 892960
Tolo Tolo 17.45 - 20.00 - 22.15
Le orme dei figli Regia di Sabato 11 gennaio ore 16.30 La dea Fortuna 21.40
PlaymobilÌ The Movie 14.10 - 16.30
Paolo Billi
çÐ regali 19.10
Domani ore 20.30 AUDITORIUM TEATRO Pinocchio 16.00 - 18.50 - 21.30
MANZONI çÐ regali
La dea Fortuna
13.30
20.15
TEATRO IL Via de' Monari, 1/2 051/ Tolo Tolo 18.00 - 22.30

CELEBRAZIONI 2960864 Tolo Tolo


Il ñrimo Natale
16.45 - 19.00 - 21.15
19.40
Via Saragozza, 234 , 4399123 Camerata RCO - Royal çÐ regali 17.10 - 22.05
£umanEiÌ the Neèt Level 14.20 - 17.00 - 19.50 - 22.25
Con tutto il cuore Di e con Concertgebouw Orchestra FroÛen æÌ il segreto di Arendelle 16.10
Vincenzo Salemme Amsterdam Star ‰ars - L\ascesa di SDywalDer 20.20 - 22.55
Tolo Tolo 17.15 - 19.30 - 21.45
Venerdì 10 gennaio ore 21 Lunedì 13 gennaio ore 20.30

RCS Edizioni Locali s.r.l. Reg. Trib. di Bologna n. 7726 Stampa: RCS Produzioni Padova S.p.A. Pubblicità: RCS MediaGroup S.p.A. Proprietà del Marchio:
del 22/12/2006 Corso Stati Uniti, 23 - 35100 Padova Dir. Pubblicità Corriere di Bologna
DIRETTORE RESPONSABILE: PRESIDENTE: Responsabile del trattamento dei dati Tel. 049.870.49.59 Viale del Risorgimento, 10 - 40136 Bologna RCS MediaGroup S.p.A.
Alessandro Russello Giuseppe Ferrauto (D.Lgs. 196/2003): Alessandro Russello Tel. 051.420.17.11
VICEDIRETTORE: Massimo Mamoli AMMINISTRATORE DELEGATO: Poste Italiane S.p.A. - Sped. in A.P. rcspubblicita@rcs.it - www.rcspubblicita.it Distribuito con il
Alessandro Bompieri © Copyright RCS Edizioni Locali s.r.l. D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004, Art.1, c.1,
CAPOREDATTORE: Olivio Romanini
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di DCB Milano
VICECAPOREDATTORE: Claudia Baccarani questo quotidiano può essere riprodotta con Pubblicità locale: SpeeD Società Pubblicità
CAPOREDATTORE DESK INTEGRATO: Sede legale: mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Diffusione: m-dis Distribuzione Media Spa Editoriale e Digitale S.p.A. Via E. Mattei, 106
Daniele Labanti Via Angelo Rizzoli, 8 - 20132 Milano Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02.25821 40138 Bologna - Tel. 051.6033848 Prezzo 0,84 €
16 Martedì 7 Gennaio 2020 Corriere di Bologna
BO

Certificazione SANTA VIOLA


UNI EN ISO 9001:2015 Presidio Ospedaliero Accreditato
REG. N. 8540
via della Ferriera, 10, Bologna
40133 - t. 051 38 38 24
info@santaviola.it
www.santaviola.it

Ricoveri ospedalieri

SANTA VIOLA Post acuzie

PRESIDIO
OSPEDALIERO
Riabilitazione

ACCREDITATO Pazienti affetti


da disordini della
coscienza

Ricerca e formazione
Ricoveri privati tempestivi
senza lista d'attesa

Seguici
su facebook
S A N D R O S T E FA N E L L I . C O M

Direttore Sanitario Autor. Sanitaria


Dott. Vincenzo Pedone N. PG 196321
Specialista in Geriatria, del 14.05.2018
Medicina Interna, Cardiologia,
Pneumologia e Dietologia
Se ha gradito questo quotidiano e se lo ha trovato altrove, la preghiamo di sostenerci venendo a scaricarlo almeno qualche volta dove è stato creato, cioè su
www.marapcana.tech cliccando su questo testo. Senza il suo aiuto, purtroppo,presto potrebbe non trovarlo più. Troverà anche riviste, libri, audiolibri, fumetti, quotidiani
e riviste straniere, fumetti e riviste per adulti, tutto gratis, senza registrazioni e prima di tutti gli altri, nel sito più fornito ed aggiornato d'Italia.
Grazie da parte di tutto lo staff di www.marapcana.tech