Sei sulla pagina 1di 3

Determinanti della dieta

La dieta umana rispecchia i fabbisogni sostanziale e energetico, oltre che le condizioni di vita e
abitudini alimentari che la persona segue. Determina, assieme con le caratteristiche metaboliche
individuali il peso corporeo.
La dieta umana è influenzata da numerosi fattori, tra cui:

 dalla reperibiltà di sostanze nutritive (elaborabili dal metabolismo umano) nell'ambiente di


vita (es. popolazioni che vivono in prossimità del mare hanno una dieta ricca di pesce...)
 da regole igieniche, culturali e religiose (es. divieto di mangiare carne di maiale presso i
musulmani e gli ebrei, o di mangiare carne bovina presso gli indiani...)
 dalle condizioni economiche, le abitudini, le preferenze, le ideologie (es.
vegetarianesimo...).

[modifica] Diete dimagranti


Nel gergo comune il termine dieta viene spesso usato per indicare le diete dimagranti. Le diete
dimagranti sono uno specifico regime alimentare volto alla diminuzione del peso corporeo. Possono
essere consigliate e studiate caso per caso da un dietista, ma spesso sono scelte in modo arbitrario
dagli individui che ritengono di dover ridurre il proprio peso.
Le diete dimagranti si basano generalmente su un regime ipocalorico, inteso cioè a ridurre l'apporto
di calorie coi cibi, generalmente privilegiando gli alimenti meno ricchi in nutrienti calorici come i
lipidi e gli zuccheri. Molte diete inoltre si basano su una generale riduzione dell'assunzione di cibo,
indipendentemente dal tipo di alimento.

Per approfondire, vedi la voce Peso corporeo umano.

[modifica] Modelli moderni di dieta (dimagrante)

 Dieta low-carb, detta anche dieta Atkins: è una dieta dove vengono eliminati quasi del tutto
i carboidrati, lasciando i pasti ricchi in grassi e proteine.
 Dieta high-carb, detta anche dieta Pritikin: tende a limitare fortemente l'apporto di grassi e
a privilegiare i carboidrati. Il modello della dieta high-carb gode ancora oggi di un certo
prestigio nella scienza della nutrizione, come parametro di riferimento in tutte le ricerche
sulle percentuali dei macronutrienti.
 Dieta Scarsdale: del dottor Herman Tarnover, limita le calorie e riduce leggermente i
carbodrati, privilegiando le proteine.
 Metodo Kousmine: pone particolare attenzione alla qualità degli alimenti privilegiando gli
alimenti naturali, crudi ed integrali.
 Dieta paleolitica: consiste nel seguire un'alimentazione corrispondente a quella dell'uomo
primitivo.
 Dieta dissociata : inventata dal dottor William Howard Hay, prescrive di non mangiare
nello stesso pasto carboidrati e proteine. Una variante è la dieta che impone di mangiare un
unico tipo di alimento in tutti i pasti dello stesso giorno, altra variante è quella che impone
pasti senza combinare carboidrati con grassi e con proteine.
 Cronodieta: spiega che gli alimenti sono più o meno assimilabili a seconda dell'ora del
giorno, in base ai ritmi circadiani dell'organismo, per cui un piatto di pasta mangiato il
mattino presto non verrà assimilato come durante il pranzo di mezzogiorno.
 Dieta dei gruppi sanguigni: si basa sul presupposto che le razze umane corrispondono ai
principali gruppi sanguigni. Il gruppo 0 deriva dai popoli primitivi cacciatori, gli
appartenenti a tale gruppo beneficerebbero dunque di una dieta low-carb con molte proteine
animali, di tipo paleolitico o crudista. Il gruppo A deriva dai popoli agricoli, che dunque
beneficerebbero di diete vegetariane strette e con molti carboidrati. Al gruppo B
appartengono i discendenti dai popoli pastorali nomadi, che sarebbero predisposti ad una
dieta ricca in latticini e povera in carboidrati. Il gruppo AB sarebbe un gruppo misto che
beneficerebbe di diete latto-ovo-vegetariane.
 Dieta macrobiotica: vedi macrobiotica.
 Dieta crudista: consiste nel mangiare solo cibi crudi e non manipolati, anche carne e pesce
crudi.
 Dieta Beverly Hills: è la dieta famosa adottata dalle star di Hollywood per mantenersi in
forma. Si osserva nei primi 10 giorni una dieta a base di sola frutta, per seguire poi con una
dieta dissociata. Questa dieta predispone agli attacchi cardiaci.
 Metodo nutrizionale Herbalife: è un metodo di basato su una integrazione nutrizionale
tramite l'utilizzo di un sostituto di pasto presente sul mercato dal 1980 (è un sistema
correlato ad un multilev marketing con fortissime connotazioni a carattere commerciale).
 Dieta a Zona: è una dieta che segue un complicato schema numerico per le calorie e i
nutrienti introdotti ad ogni pasto.
 Dieta a punti: assegna un certo numero di punti ad ogni alimento pesato in 100 grammi, se
si fanno pasti che non superano 40-60 punti si dimagrisce.
 Dieta metabolica: è un tipo di dieta che tenta di adattare alle singole persone le giuste
quantità di carbodrati e proteine.
 Dieta South Beach: è una dieta alla moda negli Stati Uniti inventata dal dottor Arthur
Agatston, privilegia un modello alimentare con ridotto apporto di carboidrati ad alto indice
glicemico.
 Dieta Montignac: è l'ultima dieta alla moda lanciata dal giornalista francese Michel
Montignac, limita i carboidrati ad alto indice glicemico.
 Dieta mediterranea: è stata lanciata dal nutrizionista americano Ancel Keys che constatò
come in Italia, presso Salerno dove andava solitamente in vacanza, si seguisse una dieta
molto più salutare rispetto allo stile di alimentazione americano. E stata poi seguita dal
seven country studies che ha determinato come la mediterranea sia la dieta più salutare.
 Dieta ipocalorica: è la dieta normalmente adottata nelle cliniche per la cura dimagrante
(basata sulla dieta mediterranea), consiste nella riduzione delle calorie introdotte, da 500 a
1000 kcal al giorno in meno rispetto al fabbisogno, lasciando inalterate le quantità dei
nutrienti essenziali indispensabili all'organismo. Questa dieta dimagrante consente di
dimagrire di circa un kg alla settimana. Nel caso il peso non sia un rischio la si deve
associare ad una regolare attività fisica, che aiuta a perdere peso senza intaccare
massivamente le masse muscolari (cosa che accade con una dieta senza attività fisica)
abbassando poi il metabolismo e di conseguenza il consumo calorico.
 Dieta del minestrone: è una dieta fondata su basi mediche in quanto è stata ideata come
dieta per far perdere rapidamente peso ai malati che devono sottoporsi ad un intervento
chirurgico, consiste nel mangiare per alcuni giorni solo pasti di un minestrone molto
brodoso composto di cavoli e verdure varie. Non è assolutamente adatta a perdere peso in
altre condizioni che non siano quelle strettamente preoperatorie e sotto stretta sorveglianza
medica.
 Diete vegetariane: consistono nell'eliminazione dalla dieta della carne e del pesce,
lasciando prodotti animali come uova e latticini.
 Dieta vegetaliana: (detta anche vegan o vegana o vegetariana stretta) dieta che elimina
completamente i cibi derivati da animali e persino dal lavoro di animali, anche: miele,uova e
latte. È una dieta di difficile gestione per la facilità di cadere in pericolose carenze di
minerali, va calibrata con un nutrizionista.