Sei sulla pagina 1di 14

INTRODUZIONE

Lo scopo del modulo EInvoice è quello di adattare il proprio crm al DLgs. 127/2015, che obbliga
ad emettere fattura in formato elettronico a partire dal 01/01/2019.
L’installazione integra EInvoice ai moduli relativi a organizzazioni e fatturazione, attraverso
l’aggiunta dei campi necessari alla generazione della fattura in formato “XML”.
In aggiunta, EInvoice introduce 3 moduli relativi ai pagamenti delle fatture, che permettono di
adempiere correttamente alla nuova normativa.

Il modulo è compatibile con le seguenti versioni di Vtiger:

- 6.5;
- 7.0;
- 7.1.
PRIMA CONFIGURAZIONE

La prima operazione da compiere è inserire i parametri di fatturazione, necessari ad abilitare la

ditta alla fatturazione elettronica. Per accedere alle impostazioni del modulo, cliccare su ->
“Impostazioni CRM” -> “Altre impostazioni” -> “EInvoice Configuration”.

È necessario che tutti i campi vengano valorizzati secondo le seguenti indicazioni:

Dati soggetto Trasmittente

- Id Paese del Trasmittente: compilare con il codice dello stato di appartenenza del
trasmittente della fattura;
- DatiTrasmissione/IdTrasmittente_IdCodice: inserire la partita IVA del trasmittente;
- Telefono del trasmittente: inserire il numero di telefono del trasmittente;
- Email del trasmittente: indicare la mail (non deve essere necessariamente una PEC);

Dati del Cedente/Prestatore

- Id Paese del Cedente Prestatore: inserire il codice dello stato di appartenenza del
Cedente Prestatore (colui che emette la fattura);
- Codice del Cedente Prestatore: inserire la partita IVA del Cedente Prestatore;
- Codice Fiscale del Cedente Prestatore: inserire il codice fiscale;
- Denominazione del Cedente Prestatore: inserire la ragione sociale
- Indirizzo del Cedente Prestatore: indicare l’indirizzo della sede legale;
- CAP del Cedente Prestatore: indicare il CAP della sede legale;
- Comune del Cedente Prestatore: Inserire il comune della sede legale;
- Provincia del Cedente Prestatore: compilare con la provincia della sede legale (solo la
sigla);
- Nazione del Cedente Prestatore: Aggiungere la nazione della sede legale (solo la sigla);
- Ufficio del Cedente Prestatore: Indicare la sigla del numero di iscrizione al registro delle
imprese;
- Numero REA del Cedente Prestatore: indicare solo le cifre del numero di iscrizione al
registro delle imprese;
- Socio Unico del Cedente Prestatore: indicare se la società è a socio unico (SU) oppure
se ci sono più soci (SM);
- Stato Liquidazione: Indicare se la società si trova in stato di liquidazione (LS) oppure no
(LN);
- Telefono del Cedente Prestatore: indicare il numero di telefono;
- Email del Cedente Prestatore: indicare un indirizzo mail (non obbligatoriamente PEC);
- Unità di Misura: questo campo è necessario al funzionamento del programma, è già
impostato correttamente;
- Codice IBAN: indicare il codice IBAN di chi emette la fattura;
- Tipo: questo campo va ignorato, è già compilato correttamente;
- Nazione del Cessionario Committente: questo campo è stato sostituito dal campo
presente nell’anagrafica del cliente;
- Regime Fiscale del Cedente Prestatore: indicare il proprio regime fiscale in base alla
seguente tabella:
Regime Fiscale

RF01 Ordinario

RF02 Contribuenti minimi (art.1, c.96-117, L. 244/07)

RF04 Agricoltura e attività connesse e pesca (artt.34 e 34-bis, DPR 633/72)

RF05 Vendita sali e tabacchi (art.74, c.1, DPR. 633/72)

RF06 Commercio fiammiferi (art.74, c.1, DPR 633/72)

RF07 Editoria (art.74, c.1, DPR 633/72)

RF08 Gestione servizi telefonia pubblica (art.74, c.1, DPR 633/72)

RF09 Rivendita documenti di trasporto pubblico e di sosta (art.74, c.1, DPR 633/72)

RF10 Intrattenimenti, giochi e altre attività di cui alla tariffa allegata al DPR 640/72
(art.74, c.6, DPR 633/72)

RF11 Agenzie viaggi e turismo (art.74-ter, DPR 633/72)

RF12 Agriturismo (art.5, c.2, L. 413/91)

RF13 Vendite a domicilio (art.25-bis, c.6, DPR 600/73)

RF14 Rivendita beni usati, oggetti d’arte, d’antiquariato o da collezione (art.36, DL 41/95)

RF15 Agenzie di vendite all’asta di oggetti d’arte, antiquariato o da collezione (art.40-bis,


DL 41/95)

RF16 IVA per cassa P.A. (art.6, c.5, DPR 633/72)

RF17 IVA per cassa (art. 32-bis, DL 83/2012)

RF18 Altro

RF19 Regime forfettario (art.1, c.54-89, L. 190/2014)


FUNZIONAMENTO

CONFIGURAZIONE DEL CLIENTE

All’interno dell’anagrafica del cliente è stato aggiunto il blocco “Fatturazione Elettronica”.


Il blocco contiene tutte le informazioni necessarie all’invio della fattura a un cliente.

Inserire i seguenti dati:


- Codice Fiscale: inserire il Codice Fiscale del cliente;
- Formato Trasmissione: FPR12 se si tratta di un’azienda o un privato; FPA12 se si tratta di
una Pubblica Amministrazione;
- Codice CIG: da valorizzare qualora si tratta di una Pubblica Amministrazione.
- PEC: inserire l’indirizzo pec, se il cliente ne è in possesso;
- Nome e Cognome: da compilare SOLO se si tratta di un privato, poiché andranno a
sostituire il campo relativo alla denominazione dell’azienda;
- Codice Nazione: inserire il codice ID della nazione, da compilare solo se si valorizza
anche il campo relativo alla Partita IVA;
- Partita IVA: inserire la Partita IVA del cliente.

NOTA BENE: Assicurarsi di aver compilato correttamente anche i campi relativi al blocco
“Informazioni Indirizzo”, necessarie per la generazione del file XML.
CONFIGURAZIONE MODALITA’ DI PAGAMENTO

La gestione dei pagamenti avviene attraverso il modulo precedentemente installato “MODALITA’


DI PAGAMENTO”.
È possibile gestire il modulo in due modi diversi:

Inserimento automatico

Utilizzando questa configurazione al salvataggio della fattura verranno create anche le relative
scadenze di pagamento.
Per inserire un metodo di pagamento, cliccare il pulsante “Add Record”.

Compilare i campi proposti nel blocco.


- Numero rate: selezionare il numero di rate previste, il dettaglio dovrà essere inserito nei
blocchi successivi;
- Condizioni Pagamento: scegliere tra Pagamento completo / Pagamento a rate /
Anticipo;
- Descrizione Modalità di Pagamento: inserire una descrizione;
- Rata 1: il pulsante seleziona il metodo di pagamento relativo alla prima rata, qualora sia
già stato codificato.
- Percentuale: inserire la percentuale prevista dalla prima rata. Se il pagamento è
completo, compilare il campo con 100%.
- Giorno: inserire il giorno relativo alla scadenza.

NOTA BENE: Nella configurazione di un pagamento che preveda la suddivisione in rate, il


calcolo dei giorni deve sempre partire dalla data di emissione della fattura.
Inserimento manuale

Con questo tipo di configurazione non verranno create scadenze in automatico, sarà necessario
crearle manualmente dopo aver salvato la fattura.
In questo caso, sarà necessario creare con il pulsante tre modalità di pagamento, senza rate
inserendo il solo dato di “Condizione Pagamento” con Pagamento completo.

NOTA BENE: per la generazione delle modalità di pagamento, potrebbe essere necessaria
una breve configurazione. In tal caso consigliamo di rivolgersi all’assistenza.

Selezionare una di queste tre modalità di pagamento in fase di generazione fattura di vendita
(vedi argomento successivo: Generazione Fattura Elettronica).
I dettagli e il numero delle rate verrà inserito manualmente successivamente ad aver salvato la
fattura.
Dopo aver salvato la fattura, utilizzare il modulo “PAGAMENTI” dal MENU RAPIDO.
L’elenco propone tutti i pagamenti relativi alle fatture generate. Selezionare l’elemento
interessato e cliccare sul pulsante “Modifica”.

Inserire in “Informazione Pagamenti” i dettagli della prima rata, in particolare:


- Data Scadenza: inserire scadenza relativa alla rata;
- Importo Pagamento: inserire l’importo della rata.
Per tornare all’elenco precedente, cliccare su “Salva”.
Utilizzare il pulsante “Aggiungi elemento” per inserire manualmente le altre rate. Compilare il
blocco “Informazione Pagamenti” secondo le stesse modalità, ricordando di inserire la fattura
di riferimento nel campo “Fattura”.
GENERAZIONE FATTURA

Compilare il blocco “Informazioni fattura” con i dati relativi alla testata del documento. I dati
obbligatori sono:

- Soggetto: campo da valorizzare con un’informazione descrittiva del documento;


- Data fattura: inserire la data della fattura;
- Nome azienda: denominazione dell’azienda cliente

Compilare gli altri blocchi proposti, prestando particolare attenzione ai seguenti campi:
- Tipo documento: scegliere tra Fattura/ Acconto/Anticipo su fattura/
Acconto/Anticipo su parcella/ Nota di credito / Nota di debito / Parcella.
- Modalità di pagamento: cliccare sull’icona per selezionare una modalità di pagamento
precedentemente inserita nel modulo “MODALITA’ DI PAGAMENTO”; in alternativa,
utilizzare il pulsante per la creazione veloce di una modalità di pagamento;
- Esigibilità IVA: selezionare tra I (Immediata)/ D (Differita)/ S (Split Payment)

Inserire i dati relativi all’indirizzo di spedizione e fatturazione del cliente valorizzando tutti i campi
proposti dal blocco.

Altre informazioni:
- Codice CUP/ Codice CIG: inserire i relativi codici qualora il cliente fosse una Pubblica
Amministrazione;
- Natura Esenzione IVA: nel caso in cui la fattura preveda l’esenzione IVA, selezionare il
codice corretto secondo la seguente tabella ministeriale:
<Natura>

N1 escluse ex art. 15

N2 non soggette

N3 non imponibili

N4 esenti

N5 regime del margine / IVA non esposta in fattura

N6 inversione contabile (per le operazioni in reverse charge ovvero nei casi di


autofatturazione per acquisti extra UE di servizi ovvero per importazioni di beni nei
soli casi previsti)

N7 IVA assolta in altro stato UE (vendite a distanza ex art. 40 c. 3 e 4 e art. 41 c. 1 lett.


b, DL 331/93; prestazione di servizi di telecomunicazioni, tele-radiodiffusione ed
elettronici ex art. 7-sexies lett. f, g, art. 74-sexies DPR 633/72)

- Riferimento Normativo: compilare il campo con una descrizione del motivo


dell’esenzione (ad esempio “Esente art. 10”).
Qualora siano previsti, è possibile completare la fattura con i dati delle ritenute d’acconto e della
cassa previdenziale nei relativi blocchi.

Inserire i dati delle righe all’interno del blocco “Dettagli dell’elemento”.

- Regione TAX: inserire la regione geografica in riferimento alla tassazione; codificare Italia
con “IT”. Per modificare o aggiungere l’aliquota IVA di riferimento, utilizzare l’icona ;
- Valuta: selezionare la valuta con cui verrà generata la fattura;
- Modalità di Tassazione: selezionare tra Gruppo/ Individuale.
Cliccare sull’icona per selezionare l’articolo dall’archivio corrispondente; inserire le quantità nel
campo “Quantità”.

Per aggiungere altre righe, utilizzare i pulsanti oppure .

I dati inseriti aggiorneranno l’anteprima delle righe della fattura:


È possibile inserire manualmente informazioni relative a percentuali di sconti, spese extra, e
modificare l’aliquota IVA cliccando sulla voce corrispondente.
È possibile inoltre scegliere il tipo di arrotondamento se necessario (Aggiungi/ Deduci).

NOTA BENE: Qualora si emetta una fattura con un codice IVA non imponibile, assicurarsi
che l’importo dell’imposta nei dati righe documento (“TASSE”) sia uguale a 0, in maniera
che tale informazione sia riportata correttamente nel file XML.

GENERAZIONE FILE XML

Dopo il salvataggio della fattura, il programma riporta ad una schermata che visualizza i dati
generali del documento appena generato; il menu centrale permette di modificarlo, oppure di
scaricarlo in formato XML.
Per convertire la fattura in un file XML cliccare sul pulsante “Genera XML FE”. Il file si salverà
automaticamente nella cartella Download di C.
Una copia del file scaricato verrà automaticamente allegato alla fattura stessa.
Per scaricare massivamente più documenti in formato XML in un unico file .zip, selezionare i
documenti interessati dall’elenco delle fatture e cliccare su “Genera File XML FE” da “Ulteriori”.
COMPORTAMENTI NOTI
CHANGELOG

# 7.02.00
BugFix
- Rimozione Nodi vuoti (Natura, RiferimentoNormativo)
- Fix Valutazione Sconto di sistema
- Fix Calcolo Cassa Previdenziale
- Fix Javascript versione 6

# 7.01.06
Evoluzioni
- Popup Rigenerazione Pagamenti
- Gestione Bollo virtuale
- Gestione Tag Ordine Aquisto

# 7.01.05
BugFix
- Risoluzione fix minori

# 7.01.04
Evoluzioni
- Gestione Cassa Previdenziale:Creati nuovi campi nel modulo Fatture, se la
percentuale dell'aliquota è diverso da 0 vengono calcolati i campi Totali al
salvataggio della Fattura e viene esportata la sezione nell'XML
- Il campo totale tocumento viene spostato nel blocco 'Fatturazione Elettronica'
perchè riutilizzato con la Gestione Cassa Previdenziale
- Al salvataggio di un pagamento viene aggiornato il residuo dello stesso e viene
aggiornato il valore del pagato della relativa fattura (somma di tutti i pagamenti)
- Aggiunto il campo CodiceCUP nel modulo Fatture
- Gestione SplitPayment
- Aggiunto campo Esigibilità IVA nel modulo Fatture, al salvataggio della fattura, se
impostato a 'S', i pagamenti vengono generati a partire dal totale imponibile.