Sei sulla pagina 1di 2

Esercizio n.

8
Una lastra indefinita, di spessore
infinitesimo h, è poggiata sul piano xy
(vedi figura, dove una parte di essa è z
riprodotta). Nella lastra circola una
corrente in verso opposto a quello dB 2
dell’asse x. La densità di corrente è dB
costante J =-J ux (ux è il versore dell’asse
•P
x).
Calcolare il campo magnetico generato
dalla corrente della lastra nel punto P di dB1
coordinate (0,0,d).

Soluzione y
Pensiamo la lastra come costituita da
infiniti fili indefiniti, paralleli all’asse x e
di sezione h dy . Ciascuno di questi fili è
percorso da una corrente contraria all’asse
1 2
J = − Ju x
x e di intensità di = J h dy e quindi genera x
un campo magnetico di intensità
µ di
dB = o , le cui linee di campo sono
2π r
circonferenze con centro sul filo e giacenti in un piano ortogonale ad esso (vedi figura).
Poiché la lastra è indefinita, per un dato filo
(filo 1), è possibile trovare un filo ad esso
simmetrico rispetto all’asse z (filo 2). dB
Coppie di fili simmetrici forniscono in P un z
campo parallelo alla lastra (vedi figura) e
dB cos θ u y
poiché quest’ultima può essere considerata P•
come la sovrapposizione di infinite coppie θ r
di fili simmetrici, il campo in P risulta z
parallelo ed equiverso all’asse y.
Per simmetria, questa conclusione è valida y dy y
per il campo magnetico in qualsiasi altro
punto avente coordinata z>0; per z<0,
invece, il campo è parallelo all’asse y ma ha
verso contrario ad esso.
L’intensità del campo magnetico può essere
calcolata usando il principio di sovrapposizione o la la legge di Ampère.

Principio di sovrapposizione:
π
By +
B i +∞ 2
µ o di µ Jh dy µ o Jh cos 2 θ µ o Jh
B= dB y = dB cos θ = cos θ = o cos θ = dθ =
2π r 2π r 2π π cos
2
θ 2
0 0 0 −∞

2

y z dy 1 dy dy z 1 dθ
essendo = tgθ , = cos θ e quindi = dθ ovvero = = cos θ dθ =
z r z 2
cos θ r z r 2
cos θ cos θ

Legge di Ampère:
Prendendo come cammino di integrazione il
contorno del rettangolo CDFE e scegliendo B
come verso di percorrenza quello orario
(vedi figura), si ha
z
C D
•P

y
F E
B
C D E F
B ⋅ ds = µ o i conc. B ⋅ ds + B ⋅ ds + B ⋅ ds + B ⋅ ds = 0 + B CD + 0 + B EF = 2 B CD = µ o J h CD
F C D E
µo J h
B=
2