Sei sulla pagina 1di 54

Graphisoft® ArchiCAD®

BIM Experience Kit


Guida interattiva all'apprendimento
Graphisoft
Visitate il sito Graphisoft http://www.graphisoft.com per informazioni sui distributori locali e sulla disponibilità del prodotto.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit – Guida interattiva all'apprendimento


Copyright ©2008 di Graphisoft, tutti i diritti riservati. La riproduzione, parafrasi o traduzione in assenza di preventivo consenso esplicito per
iscritto è rigorosamente proibita.

Marchi
ArchiCAD®, Virtual Building™, Virtual Trace™ e Virtual Building Solutions™ sono marchi commerciali di Graphisoft.
Tutti gli altri marchi sono proprietà dei rispettivi titolari.

Crediti
Per gli esercizi di apprendimento abbiamo usato il seguente progetto:
The Massaro House on Petre Island, Lake Mahopac, New York, USA

Designer Frank Lloyd Wright


Architetto responsabile Thomas A. Heinz, AIA
Fotografia: Thomas A. Dailey
CONTENUTI
Introduzione alla Guida interattiva all'apprendimento di ArchiCAD_ 5 Capitolo 5: Creazione del terreno del Modello __________________ 30
Passo 1: Scaricare e installare ArchiCAD . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .5 5.1 Creazione del sito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .30
Passo 2: Creare l'ambiente della guida interattiva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .6 5.2 Visualizzare il terreno in 3D . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .32
Passo 3: Come si usa il lettore di filmati Movie Player in ArchiCAD? . . . . . .8 5.3 Creazione del lago . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .33
5.4 Creazione di rocce e della terrazza. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .33
Capitolo 1: Introduzione al Progetto ___________________________ 9
5.5 Creazione del contorno della casa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .33
1.1 Presentazione dell'Edificio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .9
1.2 Introduzione all'Ambiente ArchiCAD . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .9 Capitolo 6: Creazione di scale e modifica del Modello in 3D ______ 35
1.3 Navigare nel Progetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .11 6.1 Creazione di scale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .35
6.2 Modificare il Modello in 3D . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .36
Capitolo 2: Creazione di muri ________________________________15
6.3 Posizionamento di Alberi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .38
2.1 Creazione di muri esterni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .15
2.2 Creazione di muri poligonali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .18 Capitolo 7: creazione di arredi e alzati interni __________________ 39
2.3 Creazione di muri parapetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .19 7.1 Posizionamento di arredi per cucina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .39
2.4 Creazione di pareti di partizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .19 7.2 Marker Alzato Interno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .40
2.5 Creazione di muri sopra parapetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .20 7.3 Editazione del modello nella finestra Alzato interno . . . . . . . . . . . . . . . .41
2.6 Modificare le altezze dei muri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .21
Capitolo 8: Creazione di Documentazione _____________________ 42
Capitolo 3: creazione di Pavimenti e Falde______________________22 8.1 Posizionamento di Zone . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .42
3.1 Creazione di pavimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .22 8.2 Quotatura dell'Edificio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .43
3.2 Creazione di Falde . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .22 8.3 Quotatura delle altezze. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .44
3.3 Creazione di una parete vetrata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .23 8.4 Messa a punto del Modello . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .44
3.4 Creazione di falde vetrate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .23 8.5 Riferimento ad altre sezioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .45
3.5 Creazione di vetrate di lucernari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .23 8.6 Creazione di Fogli di Lavoro/Dettagli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .46
3.6 Creazione di aperture di lucernari sulle falde . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .24
Capitolo 9: Creazione di FotoRendering _______________________ 47
3.7 Creazione di fasce perimetrali delle falde . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .25
9.1 Modello in 3D . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .47
Capitolo 4: Posizionamento di porte/finestre/lucernari ___________26
Capitolo 10: Creazione di layout e pubblicazione del progetto _____ 49
4.1 Posizionare porte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .26
10.1 Creazione di layout . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .49
4.2 Moltiplicazione delle porte. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .27
10.2 Posizionamento di viste sui layout. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .50
4.3 Posizionamento di finestre . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .27
10.3 Creazione di Set di Pubblicazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .52
4.4 Moltiplicazione delle finestre . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .27
10.4 Pubblicazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .53
4.5 Posizionamento di finestre su pareti vetrate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .28

BIM Experience Kit di Graphisoft® ArchiCAD® – Guida interattiva all’apprendimento 3


Contenuti

4 BIM Experience Kit di Graphisoft® ArchiCAD® – Guida interattiva all’apprendimento


Introduzione alla Guida interattiva all'apprendimento di ArchiCAD

INTRODUZIONE ALLA GUIDA INTERATTIVA


ALL'APPRENDIMENTO DI ARCHICAD
Questa guida interattiva all'apprendimento è stata scritta per facilitare 1 Installare ArchiCAD 12 o versione successiva sul proprio
e accelerare il processo di apprendimento e far risparmiare tempo computer.
all'utente.
Leggete i tre passi della presente breve introduzione per familiarizzare
con l'ambiente della guida interattiva di ArchiCAD.
Ogni capitolo della guida interattiva all'apprendimento contiene i
seguenti elementi:
• Una Guida in formato PDF con spiegazioni e
schermate dettagliate;

• dei filmati di istruzioni passo passo con commento


sonoro,

• un file di progetto della guida di ArchiCAD per


effettuare gli esercizi.

Basta avviare il programma d'installazione e seguirne le istruzioni. La


La guida in formato PDF può essere stampata e tutti i filmati versione Studenti di ArchiCAD 12 è gratuitamente scaricabile per gli
possono essere avviati dal PDF. Tuttavia si raccomanda di visionare i studenti e i professori dal sito di Graphisoft (www.graphisoft.com).
filmati dall'interno di ArchiCAD, mentre si effettuano i passi indicati Non esitare a contattare Graphisoft o i suoi partner nel mondo per
usando i file di progetto della guida. ulteriori informazioni.
Si tenga presente che esistono programmi
PASSO 1: SCARICARE E INSTALLARE d'installazione diversi per i sistemi
operativi Macintosh e Windows.
ARCHICAD Accertarsi di utilizzare il programma
d'installazione appropriato.
Per beneficiare al meglio dei vantaggi e della semplicità
dell'apprendimento in ambiente interattivo, si raccomanda di
installare ArchiCAD 12 sul proprio computer.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 5


Introduzione alla Guida interattiva all'apprendimento di ArchiCAD

PASSO 2: CREARE L'AMBIENTE DELLA


GUIDA INTERATTIVA
Introduzione.mp4
Visionare il filmato
Il processo d'installazione standard installa i capitoli della presente
Seguite questi semplici passi per iniziare ad utilizzare questa guida guida all'apprendimento nella cartella Graphisoft del proprio
interattiva all'apprendimento: computer, accanto alla cartella d'installazione di ArchiCAD 12. La
1 Avviare ArchiCAD cartella Graphisoft si trova nella cartella “Applicazioni” su Macintosh,
o nella cartella “Programmi” sui sistemi operativi Microsoft.
Il modo più semplice di avviare ArchiCAD consiste nel
fare doppio clic sul suo collegamento sul desktop. Dopo 3 Sfogliate i capitoli di questa guida all'apprendimento e
qualche istante dall'avvio del programma verrà aprite uno dei file archivio di progetto ArchiCAD (.PLA).
visualizzata la schermata di avvio di ArchiCAD.

4 Selezionate l'opzione “Leggi elementi direttamente


2 Attivare l'opzione “Apri Progetto” nella finestra di dialogo dall'archivio” per Uso libreria attiva nella finestra di dialogo
“Avvia ArchiCAD” e selezionare l'opzione “Consulta” per “Apri Progetto Archivio”.
individuare il file di progetto sul proprio computer locale.
Non dimenticarsi di usare il “Profilo Standard 12” per
l'Ambiente di Lavoro attivo.

6 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Introduzione alla Guida interattiva all'apprendimento di ArchiCAD

correntemente aperto nella cartella in cui era situato il file


archivio aperto in precedenza. Il formato Progetto
Individuale e la libreria corretta sono selezionati
automaticamente, quindi in pratica è sufficiente fare clic
sul pulsante “Registra” per proseguire.

ArchiCAD aprirà il progetto archivio selezionato e leggerà gli


elementi libreria direttamente dal file archivio. I file di progetto di
ArchiCAD per la guida sono tutti salvati come file archivio. Questo è
importante perché gli elementi libreria hanno nomi diversi nelle
versioni localizzate di ArchiCAD (“localizzate” significa tradotte nelle
lingue straniere e adattati in modo da soddisfare gli standard relativi
alle diverse lingue).

Questo è un passo importante poiché alcuni esercizi richiederanno un


file di Progetto Individuale salvato sul proprio computer locale. Ora
l'“ambiente di apprendimento” è stato configurato, e si è pronti a
procedere con qualsiasi esercizio!
Notate che per certi esercizi l'ambiente di training descritto sopra non
sarà disponibile, poiché alcuni dei passi degli esercizi saranno
completati facendo uso di altre applicazioni, come un navigatore
internet o un visualizzatore di PDF.
In tali casi riproducete il filmato corrispondente utilizzando
l'applicazione gratuita Apple QuickTime Player. Tutti i filmati per
l'apprendimento sono disponibili dalle cartelle dei capitoli di questa
guida.

5 Attivate il comando “Archivio > Registra come…”, e salvare


il Progetto Individuale ArchiCAD del file di progettazione

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 7


Introduzione alla Guida interattiva all'apprendimento di ArchiCAD

PASSO 3: COME SI USA IL LETTORE DI pausa e agire sul cursore scorrevole per ripetere o saltare
qualsiasi porzione del filmato.
FILMATI MOVIE PLAYER IN
ARCHICAD?
Diamo una rapida occhiata alle principali caratteristiche e funzioni del
Movie Player di ArchiCAD.
1 Aprire il lettore di filmati con i comandi “Aiuto > ArchiCAD 4 Al termine del filmato e del passo corrente dell'esercizio,
Movie Player”. fate clic sul pulsante “Prossimo” per procedere al passo
successivo dell'esercizio e aprire il filmato corrispondente
della guida. Si può anche fare clic sul pulsante
“Precedente” per aprire il filmato precedente.
La barra del titolo del lettore di filmati indica sempre il numero del
2 Movie Player sia avvia caricando automaticamente il primo passo corrente e il numero totale dei passi del capitolo corrente.
filmato del training. È possibile modificare liberamente la
posizione e le dimensioni del riproduttore di filmati sullo
schermo. Speriamo questa guida risulti utile e tale da confermare ciò che tanti
architetti esperti dicono in tutto il mondo, ossia che ArchiCAD è
facile da apprendere e piacevole da usare.
Non esitate a contattare in qualsiasi momento Graphisoft e i suoi
partner nel mondo per eventuali ulteriori domande: www.graphisoft.com.

3 Fare clic sul pulsante Play del lettore per avviare il primo
filmato. In qualsiasi istante è possibile usare la funzione di

8 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 1: Introduzione al Progetto

CAPITOLO 1: INTRODUZIONE AL PROGETTO


Benvenuti nella Guida interattiva all'apprendimento di ArchiCAD 12. per derivare dai cinque schizzi originali di Wright un progetto
In questa Guida saranno fornite delle istruzioni passo-passo. Usando conforme alle correnti normative edilizie ed energetiche.
tali istruzioni si costruirà un edificio mediante l'ambiente
architettonico BIM di ArchiCAD, detto anche Edificio virtuale.
1.2 INTRODUZIONE ALL'AMBIENTE
1.1 PRESENTAZIONE DELL'EDIFICIO ARCHICAD
BIM ITG Capitolo
BIM ITG Capitolo
01_02.mp4
01_01.mp4
Guardare il filmato
Guardare il filmato
ArchiCAD dispone di un ambiente di progettazione e
Aprite il file di progetto ArchiCAD “BIM ITG Capitolo 01.Pla” per
documentazione architettonica integrato. Il modello di edificio
completare questa parte della guida all'apprendimento di ArchiCAD.
virtuale si crea a partire da elementi architettonici intelligenti. Nello
1 Per aprire il file usare il comando di menu Archivio > Apri, stesso tempo si lavora all'interno di viste architettoniche tradizionali
quindi individuare e fare doppio clic sul nome del filmato come le piante, le sezioni, i prospetti ecc.
nella Finestra di dialogo Archivio, oppure fare clic sul suo
Tutte le Sezioni e gli Alzati, le viste in 3D e i disegni in 2D del
nome e per selezionarlo e poi sul pulsante Apri.
progetto sono completamente integrate in modo da fornire una
2 Nella finestra di dialogo selezionare il pulsante di opzione maggiore produttività e ridurre la possibilità di commettere errori nel
“Leggi elementi direttamente dall'archivio” e fare clic sul lavoro quotidiano.
pulsante “Apri”.
Il modello di progetto viene costruito a partire da componenti edilizi
Il progetto si apre visualizzando la Pianta del Piano Terra sullo intelligenti, sensibili alla scala, e parametrici. Questi elementi si
schermo. adatteranno automaticamente e interagiranno con l'effettivo ambiente
Informazioni sul progetto: di progettazione per semplificare il lavoro.
Questo è il progetto originale dell'architetto Frank Lloyd Wright sul ArchiCAD mette a disposizione un percorso di lavoro ottimizzato e
sito originale di un cliente del 1950, A. H. Chahroudi. Si trattava della comprendente l'intero processo di progettazione architettonica,
residenza principale di questo cliente. Chahroudi non fu in grado di sviluppo del progetto, disposizione del layout e pubblicazione.
finanziare la costruzione del progetto nel 1950. Quindi Wright Al centro sarà visibile la finestra Pianta. Al suo interno è visualizzata
disegnò per Chahroudi una foresteria che fu costruita nel 1952 su la Pianta. Sul lato destro è visibile il Navigatore. Il Navigatore si usa
Petre Island, vicino al sito proposto per la residenza principale. per la navigazione tra le varie finestre del progetto e le varie porzioni
Quest'isola estesa 12 acri si trova nel lago Mahopac, 40 miglia a nord dell'ambiente di ArchiCAD.
di New York City. Nel 2000 il nuovo proprietario di Petre Island e
Il Navigatore ha quattro pulsanti nell'angolo superiore destro.
della foresteria del 1952 decise di realizzare il progetto originale della
residenza principale. Thomas A. Heinz, architetto membro dell'AIA 1 Fate clic sul primo pulsante a sinistra nell'angolo superiore
che aveva già ricostruito altri progetti e edifici di Wright, fu ingaggiato sinistro del Navigatore.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 9


Capitolo 1: Introduzione al Progetto

sempre le impostazioni di scala, zoom, lucido ecc. impostate quando


sono state salvate. Esse contribuiscono a definire in che modo si
desidera che il progetto appaia sullo schermo e sulle stampe. Questo
consente un rapido e facile ripristino dello stato scelto in qualsiasi
istante.
3 Fate clic sul terzo pulsante da sinistra nell'angolo superiore
del Navigatore.
Questa è la Mappa Progetto. In essa sono contenuti tutti i cosiddetti
Punti di vista del Progetto. Ci sono diversi tipi di Punti di vista, tutti
corrispondenti ai tipi di vista standard di un progetto architettonico:
Piani, Sezioni, Alzati, Alzati Interni, Fogli di Lavoro (per qualsiasi
altro tipo di disegno privo di un apposito tipo di punto di vista –
come una pianta del Sito), Dettagli, Viste 3D, Abachi/Liste, ecc.
Sotto ciascuna categoria, è possibile vedere gli effettivi punti di vista
creati per il progetto. Per esempio, sotto Piani, si può vedere “1. Piano
Primo” (dove “1” è il numero della vista e “Piano Primo” è il suo
nome.)
2 Fate clic sul secondo pulsante da sinistra nell'angolo Questo terzo pulsante à il pulsante Book di Layout.
superiore sinistro del Navigatore. Il Book di Layout è sostanzialmente una raccolta di Layout di fogli su
cui posizionare i disegni. Qui è possibile preparare i disegni per la
stampa e il plottaggio o salvarli come file. È possibile semplicemente
aprire un qualsiasi Punto di vista e stamparlo (per esempio stampare la
Pianta del Piano terra, dalla finestra Pianta). Ma nel Book di Layout, si
possono creare fogli, disegnare linee e posizionare elementi di testo su
di esso, or posizionare immagini del progetto (in breve predisporre
l'aspetto dei disegni stampati finali). Inoltre in questi layout si possono
posizionare i propri disegni. I disegni posizionati sui layout sono
generati a partire da punti di vista o viste e possono essere associati a
titoli automaticamente generati al momento del posizionamento. I
layout possono anche contenere dei cosiddetti Testi automatici, che
Questa è la Mappa Viste. La Mappa Vista contiene delle Viste. La sono elementi di testo il cui valore cambia automaticamente sulla base
differenza tra le Viste e i Punti di vista è che le Viste sono dei Punti di del layout su cui si trovano e del disegno cui fanno riferimento. Ciò
vista salvati assieme a determinate impostazioni. Quando si salva una permette di risparmiare il tempo necessario per impostare
Vista, in essa vengono conservate impostazioni come Scala corrente, separatamente ciascuno dei disegni posizionati.
Combinazione lucidi, Fattore di zoom e altre. Per esempio si osservi 4 Fate clic sull'ultimo pulsante a destra nell'angolo superiore
la Scala. Se la scala è 1:100 e si passa ad un altro punto di vista nella sinistro del Navigatore.
Mappa Progetto, la scala non cambia. Invece se si passa ad una vista
nella Mappa Viste, e la particolare vista attivata ha una scala di 1:50
registrata, il Progetto passerà a tale scala. Così le viste ripristinano

10 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 1: Introduzione al Progetto

1.3 NAVIGARE NEL PROGETTO


BIM ITG Capitolo
01_03.mp4
Guardare il filmato
1 Passate alla Mappa Viste nel Navigatore. Aprite la cartella
“Casa Massaro”. In tal modo viene visualizzata la struttura
gerarchica delle cartelle entro la Mappa Viste. Aprite la
cartella “BIM Experience Kit”.
Questo è il pulsante Set di Pubblicazione. Qui si possono creare Ciò rivela che ciascun gruppo di viste è raggruppato secondo i
elenchi di file da stampare/plottare o salvare in file di vari capitoli della Guida interattiva all'apprendimento di ArchiCAD 12.
formati(come PDF, DWG /DXF/DWF, DGN, e diversi formati Useremo sempre le Viste preimpostate situate nella cartella col nome
immagine). È possibile predefinire le modalità di corrispondente del capitolo su cui stiamo lavorando in quel
salvataggio/stampa/plottaggio e dei e registrarle come Set di momento.
Pubblicazione. Questi set possono quindi essere successivamente 2 Attivate la vista preimpostata “1.1 Pianta Piano Primo” che
pubblicati complessivamente con un singolo clic del mouse. Per si trova nella cartella “Capitolo 01”.
esempio si possono definire tutti i fogli necessari per la
Al suo interno è visualizzata la Pianta. Le impostazioni di Scala,
documentazione richiesta per un permesso edilizio. Oppure è
Fattore Zoom, Combinazione lucidi e altre vengono ripristinate sulla
possibile definire un gruppo di file da mandare ad un consulente in
base delle impostazioni registrate per la vista.
formato DWG/DXF. Non è necessario salvare i file DWG/DXF
uno per volta. Basta definire un Set di Pubblicazione. Ciò consente di
pubblicare il Gruppo in qualsiasi istante con un singolo clic di mouse:
i gruppi vengono generati automaticamente da ArchiCAD sulla base
del più recente stato del Progetto.
5 Nei seguenti capitoli di questa guida all'apprendimento si
vedranno questi concetti di modellazione informatica degli
edifici, e molto altro, trattati da un punto di vista pratico. La
metodologia della guida all'apprendimento è molto
pragmatica: noi sosteniamo “l'apprendimento mediante il
fare”. Verrà fornita una guida lungo tutti i passi di
esecuzione di un intero progetto. Alla fine della guida si
sarà appreso mediante l'esperienza in che modo questi
concetti supportano il lavoro di progettazione e produzione
degli architetti in tutto il mondo.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 11


Capitolo 1: Introduzione al Progetto

3 Tenete premuto il pulsante centrale del mouse (rotella di La Finestra 3D si apre e viene generato il modello 3D del progetto.
scorrimento) e spostate il mouse (panorama) sulla Qui si possono eseguire operazioni di zoom e panorama allo stesso
schermata. modo che nella finestra Pianta.
Come si vede, al momento in cui si è premuto il pulsante centrale del 7 Tenete premuto il tasto SHIFT sulla tastiera e
mouse (rotella di scorrimento), il cursore assume la forma di mano, contemporaneamente il pulsante centrale sul mouse (rotella
segnalando che si è entrati nella modalità Panorama. Spostando il di scorrimento). Il cursore del mouse muta di forma.
mouse è possibile trascinare la vista nella finestra. Esercitatevi con la Spostate il mouse per Orbitare attorno al modello in 3D.
funzione panorama un paio di volte per acquistare familiarità con tale Come si vede, è possibile ruotare liberamente il modello in 3D.
processo. Eseguite alcuni movimenti in orbita per ricavare un'impressione
4 Cominciate a far girare la rotella del mouse per avvicinare e generale del suo funzionamento. Se ci si trova troppo vicini ad un
allontanare lo zoom sul progetto. oggetto è possibile allontanare lo zoom. Il modello ruota sempre
È possibile usare la rotella del mouse per avvicinare e allontanare lo attorno alla porzione che si trova al centro della Finestra 3D. Ciò
zoom su qualsiasi porzione della finestra corrente. Nel fare questo, il significa che è possibile spostare il modello con la funzione panorama
punto del progetto che si trova in corrispondenza del cursore resterà e poi ruotarlo in Orbita per farlo ruotare attorno a qualsiasi punto a
in posizione mentre tutte le altre parti del progetto attorno ad esso si scelta. Il modello può essere ruotato in orbita sia orizzontalmente che
sposteranno per adattarsi all'ingrandimento dello zoom. verticalmente, pertanto l'osservatore si può muovere come se si
trovasse sulla superficie di una sfera. Dedicate qualche momento a
5 Eseguite dei movimenti di zoom e panorama come
familiarizzarsi con gli spostamenti di zoom/panorama/orbita e alle
esercizio. loro combinazioni in 3D.
Queste due funzioni sono disponibili in tutti i punti di vista del 8 Attivate la vista preimpostata “1.3 Sezione” che si trova
progetto per una navigazione facile e veloce.
nella cartella “Capitolo 01”.
6 Attivate la vista preimpostata “1.2 Prospettiva generica” che
si trova nella cartella “Capitolo 01”.

Si apre una vista Sezione. Le viste di Sezioni/Alzati/Alzati Interni


vengono generate sulla base dei rispettivi Marker posizionati su un
Pianta e possono essere impostate in modo da rigenerarsi
automaticamente ogni volta che si apre il loro Punto di vista.
Qualsiasi modifica effettuata sul modello nella vista Pianta o in
qualsiasi vista Sezione/Alzato sarà automaticamente riflessa su tutti
gli altri punti di vista del modello e questi verranno sempre aggiornati
in modo da mostrare il più recente stato del progetto. Se si cambia un
muro in una Sezione, la modifica verrà visualizzata anche nella Pianta,
negli altri Sezioni/Alzati, nel 3D ecc.

12 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 1: Introduzione al Progetto

9 Selezionate un qualsiasi muro nella Sezione e fate clic sul 11 Attivate la vista preimpostata “1.4 Lista finestre” che si
pulsante della Finestra di dialogo Settaggi nella Palette trova nella cartella “Capitolo 01”.
Informazioni.
Quando è selezionato un elemento, la Palette Informazioni mostra le
sue impostazioni (come Elevazione, Altezza, Spessore, Materiale,
ecc.). Quando si seleziona un elemento tutte queste impostazioni
sono visibili e raggruppate logicamente all'interno della Finestra di
dialogo Settaggi.
È possibile cambiare l'impostazione di qualsiasi elemento in questa
Finestra di dialogo Settaggi, oppure si possono selezionare gli
elementi e modificarne i settaggi nel campo appropriato della Palette
Informazioni.
10 Premete il tasto “Esc” o fate clic sul pulsante “Annulla” per
uscire dalla finestra di dialogo Settaggi Muro.

Viene visualizzata una lista interattiva con un elenco delle finestre


create nel Progetto. Questa Lista è basata anche sul modello del
progetto e riflette sempre lo stato più recente del progetto. È
interattiva, il che significa che se qualcosa viene modificato al suo
interno (per esempio facendo clic su una qualsiasi riga e modificando
l'altezza delle finestre elencate in quella riga), le modifiche saranno
riflesse in tutti gli altri Punti di vista. Pianta, Sezioni/Alzati e 3D del
progetto mostreranno tali finestre con l'altezza modificata.
Con questo approccio integrato si può essere certi che tutte le viste
del proprio progetto siano reciprocamente coordinate in ogni istante.
E, cosa ancora migliore, queste modifiche vengono eseguite dal
programma in modo del tutto automatico.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 13


Capitolo 1: Introduzione al Progetto

Speriamo che questa breve introduzione sia stata d'aiuto per apprezzare i possibili vantaggi che tale approccio offre rispetto ai
comprendere che l'approccio dell'Edificio Virtuale (detto anche BIM) metodi di lavoro e agli approcci più tradizionali.
è un Modello in 3D integrato, nel quale si raccolgono tutti i dati, che Nei seguenti Capitoli si potrà effettivamente creare un progetto e
viene generato da un database dell'edificio in modo da mostrare verificare di persona il potenziale, la velocità e la precisione del
sempre lo stato più recente del proprio modello di progetto, in concetto dell'Edificio Virtuale.
qualsiasi punto di vista si stia lavorando. Speriamo anche che
Con ciò si conclude il Capitolo 1. Si raccomanda di seguire i restanti
capitoli per vedere ArchiCAD in azione.

14 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 2: Creazione di muri

CAPITOLO 2: CREAZIONE DI MURI


In questo capitolo inizieremo a costruire effettivamente il progetto da
zero cominciando a creare le strutture verticale della Massaro House.
Per risparmiare il tempo necessario per il disegno importeremo una
pianta DWG in 2D e partiremo da tale base. Notare che sebbene
lavoreremo nella vista in pianta, noi creeremo effettivamente elementi
edilizi intelligenti in 3D. Inoltre per accelerare il lavoro in molti casi
faremo uso della funzione “Preferiti”, che è fondamentalmente un
contenitore di elementi edilizi parametrizzati in precedenza. I Fogli di Lavoro sono dei punti di vista che servono da ambiente di
disegno per qualsiasi tipo di disegno in 2D che sia necessario
2.1 CREAZIONE DI MURI ESTERNI produrre. Essi si usano anche per tutti i tipi di disegni che non hanno
un tipo di punto di vista dedicato (per es., Pianta, Sezione, Dettagli).
BIM ITG Capitolo È possibile usare i Fogli di Lavoro per posizionare Disegni Esterni,
02_01.mp4 creare Dettagli in pianta, Piante di siti, ecc.
Guardare il filmato 2 Aprite il Foglio di Lavoro appena creato facendo doppio clic
Aprite il file di progetto ArchiCAD “BIM ITG Capitolo 02.Pla” per sul suo nome nel Navigatore, o facendo clic col tasto destro
iniziare questa parte della guida pratica interattiva all'apprendimento sul suo nome nel Navigatore e selezionando Apri nel menu
di ArchiCAD. contestuale.
Studiate il capitolo “Avviamento rapido alla Guida interattiva 3 Nella Finestra Foglio di Lavoro, usate il comando di menu
all'apprendimento di ArchiCAD” se sono necessarie ulteriori Archivio > Contenuto esterno > Posiziona Disegno
informazioni sull'impostazione di ArchiCAD, regolare, se necessario, Esterno... Trovate il file “Muri.DWG” situato accanto al
Ambiente di lavoro di ArchiCAD o aprite i file di progetto della guida File di Progetto File nella stessa cartella, selezionatelo e
all'apprendimento. fate clic sul pulsante Apri per importarlo.
1 Create un nuovo Foglio di Lavoro Indipendente usando il 4 Nella finestra di dialogo che viene visualizzata accertarsi
comando di menu Documento > Strumenti documentazione che il valore del campo “Imposta valore di 1 Unità di
> Crea Foglio di Lavoro Indipendente… Immettete “FL-01” Disegno in” sia impostato su “1 millimetro”. Fate clic sul
nel campo ID di riferimento e “Muri DWG” nel campo pulsante “Posiziona” e fate clic in un punto qualsiasi della
Nome. Il nuovo Foglio di Lavoro sarà collocato sotto i Fogli Finestra Foglio di Lavoro per posizionarvi il disegno.
di Lavoro nella Mappa Progetto del Navigatore.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 15


Capitolo 2: Creazione di muri

5 Passate alla Mappa Viste del Navigatore. Aprite la cartella


“BIM Experience Kit” nel Navigatore e (attivare con 7 Fate clic sul comando “Muovi Riferimento” della palette
doppio clic) la Vista preimpostata “2.1.1 Muro-01/01” che si Sottolucido e Riferimento e spostate l'intero Sottolucido di
trova nella cartella “2.1 Creazione di Muri Esterni” entro la riferimento in modo che il nodo più elevato della geometria
cartella “Capitolo 02”. del Muro all'interno del Sottolucido di riferimento si trovi
sul punto del terminatore dell'etichetta 1.1.

8 Fate clic sul pulsante “Commuta Riferimento con Attivo”


6 Trovate il Foglio di lavoro “FL-01 Muri DWG” nella Mappa nella palette Sottolucido e Riferimento per passare al Foglio
Progetto sotto Fogli di Lavoro. Fate clic col tasto destro su di Lavoro.
di esso e selezionate “Mostra come sottolucido di
riferimento” dal menu contestuale. Il contenuto del foglio
di lavoro viene visualizzato sotto la Pianta.

16 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 2: Creazione di muri

15 Facendo clic successivamente sui punti definiti dai


Terminali etichetta visibili sulla Pianta, disegnate una
catena di tre Muri, in modo da formare un triangolo.
Seguite la numerazione: iniziare facendo clic sul punto del
terminale dell'etichetta 1.1, poi sul punto del terminale
dell'etichetta 1.2, e così via. Per indicare quando il cursore
si trova esattamente sulla punta della freccia esso assume la
forma di un segno di spunta (per il primo punto di una
catena di muri) o di una matita nera (durante il disegno
della catena di muri).
9 Selezionate il disegno posizionato e applicate ad esso il
Suggerimento: mentre si sta creando una catena di muri può accadere di fare clic
comando Edita > Modifica > Esplodi nella Vista Corrente.
in un punto errato. In tal caso è possibile premere il tasto “BACKSPACE” per
Selezionate il pulsante di opzione “Conserva solo primitive
cancellare solo l'ultimo segmento della catena di muri (o di qualsiasi altro
di disegno” nella Finestra di dialogo e fate clic su “OK”. Il
Strumento in cui si disegna una serie di linee collegate) e ridisegnarlo
Disegno è ora esploso e viene visualizzato come un gruppo
correttamente.
di linee e retini.
10 Ora selezionate tutti gli elementi nel Foglio di Lavoro (che
ora sono raggruppati) e applicate il comando Edita >
Gruppo > Separa.
11 Fate clic sul pulsante “Commuta Riferimento con Attivo”
nella palette Sottolucido e Riferimento per tornare alla
Pianta di piano terra. Useremo le linee dei muri e i Retini
derivanti dal file DWG come riferimento per l'aspetto Suggerimento: di solito il nome della Vista preimpostata indicherà il nome del
desiderato per i nostri muri. Preferito che deve essere utilizzato nel passo corrente. Nel caso della Vista
12 Attivate lo strumento Muro nella Barra Strumenti. preimpostata “2.1.1 Muro-01/01” qui sopra, “2.1.1” è il numero del passo,
Si noterà che nella Palette Preferiti è visibile solo Muri preferiti. “Muro-01” è il nome del Preferito da utilizzare, e “/01” mostra che questo è il
primo elemento o gruppo elementi creato usando tale Preferito. Di conseguenza
13 Nel Navigatore, tornate alla Mappa Viste. Nei prossimi
nei passi seguenti si saprà sempre quale dei Preferiti si dovrà attivare.
passi attiveremo diverse Viste preimpostate. Nella Palette
Preferiti attivate il Preferito “Muro-01” facendo doppio clic 16 Attivate (sempre facendo doppio clic) la Vista preimpostata
sul suo nome nell'elenco. “2.1.2 Muro-01/02” che si trova nella cartella “2.1 Creazione
di Muri Esterni”. Viene visualizzata una nuova serie di
14 Accertarsi che lo Strumento Muro sia impostato sul Metodo
etichette sulla Pianta, che mostra un altra porzione del
Geometria Catena nella Palette Informazioni (in tal modo si
progetto.
creerà una catena di segmenti retti di muro).
In questo passo non è necessario attivare un nuovo Preferito, poiché
il nome della Vista preimpostata richiama ancora il Preferito
“Muro-01”.
17 Create i Muri in modo simile a quello usato nel Passo 15. Il
metodo per concludere la creazione di una catena di muri è

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 17


Capitolo 2: Creazione di muri

fare doppio clic sull'ultimo nodo. Se la catena di muri viene


chiusa questo passo non è necessario, poiché il programma
finirà automaticamente la catena di muri.
18 Attivate la Vista preimpostata “2.1.3 Muro-01/03” che si
trova nella cartella “2.1 Creazione di Muri Esterni” e create
i muri secondo i terminali delle etichette. Si deve ancora
usare il Preferito “Muro-01”.
19 Attivate la Vista preimpostata “2.1.4 Muro-01/04” che si trova
nella cartella “2.1 Creazione di Muri Esterni” e create i muri
secondo i terminali delle etichette. Si deve ancora usare il
Preferito “Muro-01”.
20 Attivate la Vista preimpostata “2.1.5 Muro-02/01” che si
trova nella cartella “2.1 Creazione di Muri Esterni”.
21 Il nome della Vista preimpostata ora contiene “Muro-02”. [
Questo significa che si deve attivare tale Preferito. Attivarlo
facendo doppio clic sul Preferito “Muro-02” nell'elenco 27 Attivate la Vista preimpostata “2.1.17 Muri Esterni finiti”
Palette Preferiti. per visualizzare tutti i Muri esterni creati finora.
22 Create i muri in modo simile a quello utilizzato nel passo
precedente. 2.2 CREAZIONE DI MURI POLIGONALI
23 Continuate ad attivare le Viste preimpostate, iniziando con BIM ITG Capitolo
la Vista “2.1.6 Muro-02/02”, e terminando con la Vista 02_02.mp4
“2.1.15 Muro-02/11”. Per ciascuna vista attivata creare i Guardare il filmato
muri indicati dalle frecce delle etichette usando il Preferito
“Muro-02”. 1 Attivate la Vista preimpostata “2.2.1 Muro-04” che si trova
24 Attivate la Vista preimpostata “2.1.16 Muro-03” che si trova nella cartella “2.2 Creazione di Muri Poligonali”. In tutti i
nella cartella “2.1 Creazione di Muri Esterni”. rimanenti passi di questo capitolo, assicurarsi che il
Sottolucido di riferimento sia sempre impostato e visibile.
Suggerimento: nel nome di questo Preferito, non si vedrà “/01” o una simile dopo
il nome del Preferito (“Muro-03”). Ciò significa che in questo passo c'è un solo 2 Attivate (con un doppio clic) il Preferito “Muro-04 e, mentre
elemento o gruppo di elementi creato usando tale Preferito. si tiene premuto la barra SPAZIO della tastiera, fate clic sul
profilo di ciascuno dei poligoni indicati dalle etichette.
25 Create i Muri indicati dalle frecce delle etichette. ArchiCAD creerà dei Muri poligonali e la loro forma
26 Selezionate i due ultimi pezzi di muro creati (attivare lo seguirà le linee spezzate su cui si è fatto clic. Quando si
Strumento Freccia e fare clic su uno di essi) e usate il tiene premuta la barra SPAZIO, il cursore assuma la forma
comando di menu Edita > Ordine visualizzazione > Muovi della cosiddetta Bacchetta Magica, segnalando che traccerà
Sotto in modo che tali muri non si sovrappongano ad altri il contorno dell'elemento da esso trovato e creerà il nuovo
muri. elemento sulla base di tale geometria.

18 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 2: Creazione di muri

3 Attivate la vista preimpostata “2.3.7 Stato Corrente di Muri”


per vedere i Muri già creati.

3 Attivate la Vista preimpostata “2.2.2 Muro-05” che si trova


nella cartella “2.2 Creazione di Muri Poligonali” e attivate
anche il Preferito Muro-05.
4 Usando il clic con barra SPAZIO, create ancora una volta i
Muri Poligonali richiesti dalle etichette. Oppure fate clic in
un punto qualsiasi all'interno di un poligono chiuso per
tracciarne la forma.

2.3 CREAZIONE DI MURI PARAPETTO


4 Regolate lo zoom e selezionate la parte superiore del
BIM ITG Capitolo balcone appena creata e usate il comando di menu Edita >
02_03.mp4 Ordine visualizzazione > Metti Avanti su di essa per farla
Guardare il filmato sovrapporre ai muri sotto di essa nella pianta.
1 Creare i Muri parapetto dell'edificio. Le azioni che seguono
sono uguali a quelle dei passi precedenti: attivare la vista, 2.4 CREAZIONE DI PARETI DI
quindi attivare il preferito indicato nel nome della vista,
quindi creare la catena di muri indicata dalle frecce delle PARTIZIONE
etichette. Fate tutto questo con le Viste da “2.3.1 Muro-06”
BIM ITG Capitolo
a “2.3.5 Muro-09”. Attivate le viste preimpostate situate
02_04.mp4
nella cartella “2.3 Creazione di Muri Parapetto”.
Guardare il filmato
2 Attivate la vista preimpostata “2.3.6 Solaio-Balcone Cima”,
attivate lo strumento Solaio, quindi attivate il preferito 1 Attivate la vista preimpostata“2.4.1 Muro-10/01”, quindi
“Solaio-Balcone Cima” e creare la parte superiore del attivate il Preferito “Muro-10”. Create i muri indicati dalle
balcone facendo clic con la barra SPAZIO premuta. frecce delle etichette. Fate lo stesso con le viste
preimpostate da “2.4.2 Muro-10/02” a “2.4.10 Muro-10/10”
(non è necessario attivare il Preferito Muro-10 ogni volta).

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 19


Capitolo 2: Creazione di muri

Attivate le viste preimpostate situate nella cartella “2.4


Creazione di Pareti di Partizione”.
2.5 CREAZIONE DI MURI SOPRA
2 Continueremo a usare il preferito Muro-10 per il resto delle PARAPETTO
pareti di partizione, ma con una modifica: impostate il BIM ITG Capitolo
Metodo Costruzione muri su Centrato (Linea di riferimento 02_05.mp4
al centro). Guardare il filmato
1 Usando i metodi utilizzati nelle sezioni precedenti, creare i
muri richiesti nelle viste preimpostate da “2.5.1
3 Create il resto dei muri richiesti nelle viste preimpostate da Muro-11/01” a “2.5.3 Muro-12”. Le viste preimpostate sono
“2.4.11 Muro-10/11” a “2.4.15 Muro-10/15” senza situate nella cartella “2.5 Creazione di Muri sopra
modificare il Preferito Muri né i Settaggi Muro. Parapetto”.
2 Attivate la vista preimpostata “2.5.4 Tutti i Muri realizzati”
per visualizzare tutti i muri realizzati finora.

20 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 2: Creazione di muri

2.6 MODIFICARE LE ALTEZZE DEI MURI 3 Attivate la vista preimpostata “2.6.2 Modificare le Altezze
dei Muri/02”. Selezionate il Muro recante l'indicazione
BIM ITG Capitolo “Label 2” e modificate la sua altezza massima a 2440 mm.
02_06.mp4 4 Attivate la vista preimpostata “2.6.3 Tutti i Muri” per
Guardare il filmato visualizzare tutti i muri.
1 Attivate la vista preimpostata “2.6.1 Modificare le Altezze Ora passate alla Mappa Viste nel Navigatore e individuate il foglio di
dei Muri/01”, quindi attivate lo strumento Area di lavoro su cui è stata posizionata la pianta originale DWG. Fate clic col
Selezione. Disegnate un'area di selezione rettangolare dalla tasto destro su di esso, e dal menu contestuale successivo selezionate
zona intorno all'Etichetta 1.1 alla zona intorno all'Etichetta il comando “usare come sottolucido di riferimento”.
1.2. Nella palette Sottolucido e riferimento, passate alla funzione chiamata
2 Attivate lo Strumento Muro e usate il comando di menu “confronto visivo”. Con l'aiuto delle 4 maniglie dei quattro lati della
Edita>Seleziona tutti i Muri nell'Area di Selezione, quindi pianta, è possibile “sfogliare a ritroso” la propria pianta di ArchiCAD
modificate a 600 mm l'altezza della Base dei muri per - in modo simile a quello usato per tenere traccia fisica dei sottolucidi
questi muri selezionati. Usate gli appositi campi previsti a - e confrontare con la pianta di pavimenti DWG. Usando questo
tale scopo nella Palette Informazioni. ausilio visivo, controllare che i muri posizionati in questo capitolo
Fate clic col tasto destro sulla Pianta e fate clic sul comando siano posizionati con precisione sopra i loro equivalenti nel disegno
di menu “Rimuovi Area di Selezione” nel menu contestuale DWG originali. In questo modo si può confrontare qualsiasi tipo di
per rimuovere l'Area di selezione dallo schermo confronto tra i tipi di vista in ArchiCAD. È possibile assicurarsi che
gli errori del progetto siano risolti. Alla fine si sarà ottenuta una
documentazione di alta qualità alla fine .
Con ciò si conclude il Capitolo 2.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 21


Capitolo 3: creazione di Pavimenti e Falde

CAPITOLO 3: CREAZIONE DI PAVIMENTI E FALDE


In questo capitolo continueremo a costruire la casa di Frank Lloyd 2 Create i solai richiesti dalle viste preimpostate da “3.1.2
Wright. Solaio-01/02” a “3.1.6 Solaio-03”. Nel caso di questi solai
In questo capitolo creeremo Pavimenti, Tetti, Lucernari e fasce usare il metodo SPAZIO-clic per crearli in modo più rapido.
perimetrali del tetto per la casa. (Ricordarsi di controllare sempre il nome della vista
preimpostata per vedere quale Preferito deve essere usato
3.1 CREAZIONE DI PAVIMENTI per la creazione di ciascun elemento.)

BIM ITG Capitolo


03_01.mp4
3.2 CREAZIONE DI FALDE
Guardare il filmato BIM ITG Capitolo
Aprite il file di progetto ArchiCAD “BIM ITG Capitolo 03.Pla” per 03_02.mp4
iniziare questa parte della guida all'apprendimento di ArchiCAD. Guardare il filmato
1 Attivate la Vista preimpostata “3.1.1 Solaio-01/01” che si 1 Le nostre falde piatte saranno create usando lo Strumento
trova nella cartella “3.1 Creazione di Pavimenti”. Attivate il Solaio. A questo scopo attivate la Vista preimpostata “3.2.1
Preferito (Solaio-01) richiesto nel nome della vista. Create il Solaio-04/01” che si trova nella cartella “3.2 Creazione di
poligono del contorno del solaio indicato dalle etichette. Falde”. Attivate il Preferito (Solaio-04) richiesto nel nome
della vista. Create il poligono del contorno del solaio
indicato dalle etichette.
2 Create i solai richiesti dalla vista “3.2.2 Solaio-04/02”. Nel
caso di questo solaio usare il metodo SPAZIO-clic per
crearli in modo più rapido.
3 Create i solai richiesti dalla vista preimpostata “3.2.3
Solaio-04/03”. Dopo avere creato il contorno col metodo
SPAZIO-clic, fate SHIFT-clic sul solaio appena creato
mentre lo Strumento Solaio è attivo, e fate clic sui poligoni
indicati dalle altre etichette per creare dei forni all'interno
del poligono del solaio. Questi fori saranno ritagliati nel
corpo del solaio.

22 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 3: creazione di Pavimenti e Falde

3.3 CREAZIONE DI UNA PARETE


VETRATA 3.4 CREAZIONE DI FALDE VETRATE
BIM ITG Capitolo BIM ITG Capitolo
03_03.mp4 03_04.mp4
Guardare il filmato Guardare il filmato
1 Attivate la Vista preimpostata “3.3.1 Muro-13” che si trova 1 Ora create le due falde vetrate. Farlo usando il metodo
nella cartella “3.3 Creating Skylight Wall”. Attivate il SPAZIO-clic. A questo fine, usate le viste preimpostate
Preferito “Muro-13” e create la catena di muri chiamata “3.4.1 Solaio-05/01” e “3.4.2 Solaio-05/02”, attivate il
dalle etichette. Preferito “Solaio-05” e create le falde richieste.

3.5 CREAZIONE DI VETRATE DI


LUCERNARI
BIM ITG Capitolo
03_05.mp4
Guardare il filmato

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 23


Capitolo 3: creazione di Pavimenti e Falde

1 Attivate la vista preimpostata “3.5.1 Solaio-06”. Attivate il


Preferito “Solaio-06” e fate SPAZIO-clic in ciascun
poligono per creare le lastre della vetrata del lucernario. È
possibile fare clic su sui contorni del poligono o all'interno
del poligono stesso. Create tutti i 24 vetri richiesti dalle
etichette.

2 Attivate la vista preimpostata “3.6.2 Fori dei Lucernari/02”.


Crea i fori dei lucernari sulla falda come indicato
dall'etichetta usando lo stesso metodo del passo
precedente.

3.6 CREAZIONE DI APERTURE DI


LUCERNARI SULLE FALDE
BIM ITG Capitolo
03_06.mp4
Guardare il filmato
1 Attivate la vista preimpostata “3.6.1 Fori dei Lucernari/01”
posizionato nella cartella “3.6 Creazione di Aperture di
Lucernari sulle Falde”. Con lo Strumento Solaio attivo,
selezionate la falda del lucernario (Etichetta “1”) e fate clic
sul contorno del vetro (Etichetta “2”) per ritagliare un foro
nella Falda. (Si può anche Fare clic sul triangolo del
lucernario – ArchiCAD riconoscerà automaticamente i
contorni.)

24 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 3: creazione di Pavimenti e Falde

3.7 CREAZIONE DI FASCE PERIMETRALI 3 Attivate la vista preimpostata “3.8 Edificio in 3D” per
vedere l'edificio in 3D. A questo punto abbiamo creato i
DELLE FALDE muri, il pavimento, le falde, i lucernari e le fasce perimetrali
delle falde. Si può orbitare attorno al modello usando il
BIM ITG Capitolo metodo Orbita appreso nel Capitolo 1.
03_07.mp4
Guardare il filmato
1 Attivate la Vista preimpostata “3.7.1 Muro-Fascia-01” che si
trova nella cartella “3.7 Creazione di Fasce Perimetrali delle
Falde”. Attivate il Preferito “Muro-Fascia-01” (che è uno
dei preferiti muro) e create la fascia perimetrale richiesta
dalle etichette usando una catena di muri.
2 Create le altre fasce perimetrali dalle viste preimpostate da
“3.7.2 Muro-Fascia-02/01” a “3.7.5 Muro-Fascia-02/04”
usando lo stesso metodo (Preferito “Muro-Fascia-02”).

Con ciò si conclude il Capitolo 3.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 25


Capitolo 4: Posizionamento di porte/finestre/lucernari

CAPITOLO 4: POSIZIONAMENTO DI
PORTE/FINESTRE/LUCERNARI
In questo capitolo continueremo a costruire la Frank Lloyd Wright 3 Create le porte indicate dalle frecce delle etichette. Per
house posizionando Porte e finestre nel progetto. posizionare ciascuna porta sono necessari due clic. Il primo
clic deve esser effettuato sul punto indicato dall'etichetta; il
4.1 POSIZIONARE PORTE secondo deve essere sul testo dell'etichetta. Questo
secondo clic definirà l'orientamento della porta: esso
BIM ITG Capitolo definisce da che parte del muro la porta si apre, e anche su
04_01.mp4 quale lato dell'asse della porta (sinistro o destro) si trovano i
Guardare il filmato cardini. Pertanto è importante accertarsi che il secondo clic
si trovi nel quadrante in cui si trova il testo dell'etichetta.
Aprite il file di progetto ArchiCAD “BIM ITG Capitolo 04.Pla” per
completare questa parte della guida all'apprendimento di ArchiCAD.
1 Attivate la Vista preimpostata “4.1.1 Porta-01” che si trova
nella cartella “4.1 Posizionare Porte”. Passate allo
strumento Porta. Attivate il Preferito (Porta-01) richiesto nel
nome della vista.
Apriamo la finestra di dialogo Impostazioni Porta facendo doppio
clic sullo strumento Porta, e osserviamo le opzioni e i parametri delle
porte.
È possibile selezionare diverse opzioni di anteprima per ottenere una
panoramica completa della porta effettiva.
Diamo una rapida occhiata alla pagina dei parametri: si possono
scegliere diverse cornici, pannelli e vetrate laterali, rivestimenti, soglie
e ante delle porte, e adattarli con precisione alle esigenze del proprio
progetto. Naturalmente qualsiasi oggetto può avere un numero di
variazioni quasi infinito.
Prima di chiudere questa finestra di dialogo, accertarsi che il Metodo
Geometria “Centrato” sia selezionato per il Punto di inserimento 4 Posizionate tutte le altre porte richieste dalle etichette nelle
della porta. viste preimpostate da “4.1.2 Porta-02” a “4.1.4 Porta-04”.
2 Il Sottolucido di riferimento è ancora visibile. Durante
questi passi non è necessario vederlo, quindi esso va
disattivato facendo clic sul pulsante “Sottolucido On/Off ”
nella palette Sottolucido e Riferimento.

26 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 4: Posizionamento di porte/finestre/lucernari

4.2 MOLTIPLICAZIONE DELLE PORTE 4.3 POSIZIONAMENTO DI FINESTRE


BIM ITG Capitolo BIM ITG Capitolo
04_02.mp4 04_03.mp4
Guardare il filmato Guardare il filmato
Ora creeremo alcune porte moltiplicando le porte già posizionate. 1 Attivate la Vista preimpostata “4.3.1 Finestra-01” che si
1 Attivate la Vista preimpostata “4.2.1 Moltiplicare Porte/01” trova nella cartella “4.3 Posizionamento di Finestre”.
che si trova nella cartella “4.2 Moltiplicazione delle Porte”. Attivate il Preferito (Finestra-01) richiesto nel nome della
vista.
2 Con lo Strumento Freccia attivo, selezionate la porta
facendo clic sul punto indicato dall'Etichetta 1. 2 Create le finestre indicate dalle frecce delle etichette. Le
finestre devono essere posizionate con lo stesso metodo
3 Usate il comando di menu Edita > Sposta > Moltiplica.
usato per creare le porte nel paragrafo 4.1.
Nella finestra di dialogo che si apre impostate il campo
Numero di copie su “2” e fare clic su “OK”. 3 Posizionate tutte le altre finestre richieste dalle etichette
nelle viste preimpostate da “4.3.2 Finestra-02” a “4.3.6
4 Fate clic sul punto definito dall'Etichetta 2 per definire
Finestra-06”.
l'inizio del vettore di spostamento, e fate clic sul punto
definito dall'Etichetta 3 per definire l'estremità del vettore
di spostamento. Le due nuove porte vengono create. 4.4 MOLTIPLICAZIONE DELLE
FINESTRE
BIM ITG Capitolo
04_04.mp4
Guardare il filmato
1 Moltiplicate le finestre con lo stesso metodo utilizzato per
moltiplicare le porte nel paragrafo 4.2. Usate le viste
preimpostate da “4.4.1 Moltiplicare Finestre/01” a “4.4.2
Moltiplicare Finestre/02”. Il Numero di copie deve essere
5 Eseguite altre due moltiplicazioni sulle Porte come impostato come indicato di seguito:
richiesto dalle viste preimpostate “4.2.2 Moltiplicare
Porte/02” e “4.2.3 Moltiplicare Porte/03”. In entrambi i “4.4.1 Moltiplicare Finestre/01” 3 copie
casi, sarà necessario immettere “3” come Numero di copie. “4.4.2 Moltiplicare Finestre/02” 4 copie
Per il resto tutti gli altri passi sono uguali a quello
precedente.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 27


Capitolo 4: Posizionamento di porte/finestre/lucernari

Fate shift-clic per selezionare la finestra nella vista Alzato indicata


dall'etichetta uno. Attivate il comando moltiplica dal menu
“Edita…Muovi”. Immettete “tre” per il Numero di copie e
accertatevii che l'opzione “Incremento” sia attiva.
Fate clic sul punto definito dall'Etichetta 2 per definire l'inizio del
vettore di spostamento, e poi sul punto definito dall'Etichetta 3 per
definire la sua estremità. Le nuove finestre verranno immediatamente
visualizzate non solo nella vista Alzato correntemente attiva, ma
anche su tutte le altre viste del progetto. Si noterà che anche la pianta
di piano terra è stata automaticamente aggiornata con le nuove
finestre! in questo modo si può coordinare il proprio lavoro di
progettazione in tutto il progetto in qualsiasi momento.

2 La prossima moltiplicazione verrà eseguita in una vista


alzato. Attivate la vista preimpostata 4.4.3 Moltiplicare 4.5 POSIZIONAMENTO DI FINESTRE SU
Finestre/03 per aprire il Prospetto Sud. PARETI VETRATE
Fate clic col tasto destro sulla voce “Pianta di Piano Terra” nella
Mappa Progetto del Navigatore e attivate l'opzione “Mostra come BIM ITG Capitolo
sottolucido di riferimento” dal menu contestuale che viene 04_05.mp4
visualizzato. La pianta di Piano Terra viene visualizzata come Guardare il filmato
sottolucido accanto alla vista alzato correntemente attiva. 1 Attivate la Vista preimpostata “4.5.1 Finestra-07” che si
Usate liberamente il pulsante “Muovi Riferimento” nella palette trova nella cartella “4.5 Posizionamento di Finestre su
“Sottolucido e Riferimento” per riposizionare la vista della Pianta, se Pareti Vetrate”. Attivate il Preferito (Finestra-07) richiesto
si vuole. nel nome della vista.
2 Usate la stessa procedura usata in precedenza, posizionate
le finestre indicate dalle etichette.

28 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 4: Posizionamento di porte/finestre/lucernari

3 Attivate la vista preimpostata “4.6 Edificio in 3D” per


vedere l'edificio in 3D.

Con ciò si conclude il Capitolo 04.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 29


Capitolo 5: Creazione del terreno del Modello

CAPITOLO 5: CREAZIONE DEL TERRENO DEL MODELLO


In questo capitolo creeremo il terreno e le rocce naturali che
circondano la casa e ne formano l'ambiente.

5.1 CREAZIONE DEL SITO


BIM ITG Capitolo
05_01.mp4
Guardare il filmato
Aprite il file di progetto ArchiCAD “BIM ITG Capitolo 05.Pla” per
completare questa parte della guida all'apprendimento di ArchiCAD.
1 Attivate la vista preimpostata “5.1.1 Posizionare Terreno
DWG” posizionata nella cartella “5.1 Creazione del Sito”.
2 Create un nuovo Foglio di Lavoro Indipendente usando il
comando di menu Documento > Strumenti
documentazione > Crea Foglio di Lavoro Indipendente…
Immettete “FL-02” nel campo ID di riferimento e “DWG
Terreno” nel campo Nome. Il nuovo Foglio di Lavoro sarà
3 Aprite il Foglio di Lavoro appena creato facendo doppio clic
collocato sotto i Fogli di Lavoro nella Mappa Progetto del
sul suo nome nel Navigatore, o facendo clic col tasto destro
Navigatore.
sul suo nome nel Navigatore e selezionando Apri nel menu
contestuale.
4 Nella Finestra Foglio di Lavoro, usate il comando di menu
Archivio > Contenuto esterno > Posiziona Disegno
Esterno... Trovate il file “Terreno.DWG” situato accanto al
File di Progetto File nella stessa cartella, selezionatelo e
fate clic sul pulsante Apri per importarlo.
5 Fate clic sul pulsante “Posiziona” della finestra di dialogo
visualizzata, e fate clic nella Finestra Foglio di Lavoro per
posizionarvi il disegno. Sarà probabilmente necessario
allontanare lo zoom per vedere l'intero disegno del Terreno.

30 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 5: Creazione del terreno del Modello

6 Selezionate il disegno posizionato e applicate ad esso il


comando Edita > Modifica > Esplodi nella Vista Corrente.
7 Ora selezionate tutti gli elementi nel Foglio di Lavoro (che
sono raggruppati) e applicate il comando Edita > Gruppo
> Separa.
8 Fate clic col tasto destro in un punto qualsiasi della finestra 11 Attivate la vista preimpostata “5.1.2 Mesh-01” posizionata
Foglio di Lavoro, e scegliete il comando di menu Vai a > nella cartella “5.1 Creazione del Sito” della Mappa Viste.
Pianta menu dal menu contestuale per tornare alla finestra
12 Attivate lo Strumento Mesh e attivate il Preferito
Pianta. Questi comandi del menu contestuale consentono
“Mesh-01”. Fate SPAZIO-clic sul perimetro contorno dalla
di navigare rapidamente tra i punti di vista usati
Etichetta 1, per creare il perimetro del Terreno.
ultimamente.
13 Con lo Strumento Mesh attivo, selezionate la mesh appena
9 Trovate il Foglio di lavoro “FL-02 DWG Terreno” nella
creata (facendo SHIFT-clic in un punto qualsiasi della
Mappa Progetto sotto Fogli di Lavoro. Fate clic col tasto
mesh). Fate clic su uno dei suoi bordi e selezionate il
destro su di esso e selezionate “Mostra come sottolucido di
pulsante Eleva punto della mesh dalla Pet palette
riferimento” dal menu contestuale. Il contenuto del foglio
visualizzata.
di lavoro viene visualizzato sotto la Pianta.
10 Fate clic sul comando “Muovi Riferimento” della palette
Sottolucido e Riferimento e spostate l'intero sottolucido di
riferimento in modo che il nodo più elevato del contorno
della casa all'interno del sottolucido di riferimento si trovi
sul punto del terminatore etichetta 1.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 31


Capitolo 5: Creazione del terreno del Modello

14 Nella finestra di dialogo visualizzata, immettete - 4500 finestra di dialogo visualizzata impostate il valore riportato
millimetri come altezza e selezionate la casella di controllo nell'etichetta che indica il crinale per l'altezza e selezionate
Applica a tutti, quindi fate clic su OK. la casella di controllo “Applica a tutti”. Quindi fate clic su
OK. Per esempio, impostate “300 (millimetri)” per l'altezza
se l'etichetta che indica il crinale recita “300 (millimetri)”, e
così via.

15 Attivate la vista preimpostata “5.1.3 Creazione Linee del


Terreno”. Selezionate la Mesh e attivate lo Strumento
Mesh. Fate SPAZIO-clic su tutti i crinali indicati dalle
etichette. Quando si fa clic su un crinale e viene
visualizzata la finestra di dialogo Nuovi Nodi Mesh,
selezionate il pulsante di opzione “Adatta a spigoli utente”
e fate clic su “OK”. Effettuate questa operazione per tutti i
crinali indicati dalle etichette.
5.2 VISUALIZZARE IL TERRENO IN 3D
1 Attivate la Vista preimpostata “5.2 3D Terreno” per vedere
l'aspetto del Terreno a questo punto.

16 Attivate la vista preimpostata “5.1.4 Impostare Altezza di


Crinale del Terreno”. Mantenete la Mesh selezionata e lo
Strumento Mesh attivo. Impostate l'altezza di ciascun
crinale creato nel modo seguente: fate clic in un punto
qualsiasi del crinale e selezionate dalla Pet palette
visualizzata il pulsante “Eleva punto della Mesh”. Nella

32 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 5: Creazione del terreno del Modello

5.3 CREAZIONE DEL LAGO Attivate il Preferito “Solaio-07”. Create la terrazza indicata
dalle etichette.
BIM ITG Capitolo 3 Attivate la vista preimpostata “5.4.3 Impostare Altezza delle
05_02.mp4 Rocce”. Con tutte le rocce salvo uno, si vedrà un valore. Si
Guardare il filmato deve selezionare ciascuna roccia e impostare l'altezza del
1 Attivate la Vista preimpostata “5.3.1 Mesh-02” che si trova suo livello più alto secondo il valore indicato nell'etichetta.
nella cartella “5.3 Creazione del Lago”. Attivate il Preferito Farlo su tutte le rocce.
“Mesh-02”. Create il poligono del lago indicato dalle
etichette. Assicuratevi che il Sottolucido Riferimento sia
sempre impostato e visibile in tutti i rimanenti passi di
questo capitolo.

5.4 CREAZIONE DI ROCCE E DELLA


TERRAZZA
BIM ITG Capitolo
05_03.mp4
Guardare il filmato
1 Attivate la Vista preimpostata “5.4.1 Mesh-03” che si trova
nella cartella “5.4 Creazione di Rocce e della Terrazza”.
Attivate il Preferito “Mesh-03”. Create le sei rocce richieste
dalle etichette.

5.5 CREAZIONE DEL CONTORNO DELLA


CASA
BIM ITG Capitolo
05_04.mp4
Guardare il filmato
1 Attivate la Vista preimpostata “5.5.1 Mesh-04” che si trova
nella cartella “5.5 Creazione del Contorno della Casa”.
Attivate il Preferito “Mesh-04”. Create il Terreno indicato
dalle etichette. Questo sarà il Terreno situato sotto la casa.
2 Attivate la Vista preimpostata “5.4.2 Solaio-07” che si trova
nella cartella “5.4 Creazione di Rocce e della Terrazza”.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 33


Capitolo 5: Creazione del terreno del Modello

2 Attivate la Vista preimpostata “5.5.2 Sottrarre Contorno 4 Attivate la vista preimpostata “5.6 3D Modello con
della Casa” che si trova nella cartella “5.5 Creazione del Terreno”. Ora qui si può vedere il nostro edificio
Contorno della Casa”. posizionato sul sito.
3 Selezionate il Sito con lo Strumento Freccia attivo e passate
allo Strumento Mesh. Fate clic su uno dei bordi del
poligono di contorno della the Mesh e scegliete il comando
“Sottrai al poligono” dalla Pet Palette. Fate SPAZIO-clic sul
poligono Mesh del contorno della Casa da sottrarre tale
poligonale da quella del Sito.

Come si può vedere ci sono un paio di punti in cui è necessario


effettuare qualche piccolo aggiustamento sul nostro modello. Li
eseguiremo nel prossimo capitolo.
Con ciò si conclude il Capitolo 5.

34 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 6: Creazione di scale e modifica del Modello in 3D

CAPITOLO 6: CREAZIONE DI SCALE E MODIFICA DEL


MODELLO IN 3D
In questo capito continueremo a realizzare il modello creando scale e
altri elementi ambientali.

6.1 CREAZIONE DI SCALE


BIM ITG Capitolo
06_01.mp4
Guardare il filmato
Aprite il file di progetto ArchiCAD “BIM ITG Capitolo 06.Pla” per
iniziare questa parte della guida all'apprendimento di ArchiCAD.
1 Attivate la Vista preimpostata “6.1.1 Scala-01” che si trova
nella cartella “6.1 Creazione di Scale”. Attivate il Preferito
“Scala-01”. Create la scala indicata dalle etichette.

Nell'angolo superiore destro della finestra di dialogo si può vedere la


rappresentazione in anteprima della scala aggiornata. Gli oggetti di
ArchiCAD sono intelligenti e la loro geometria può essere controllata
con l'uso dei parametri.
3 Premete il tasto “Esc” per uscire dalla Finestra di dialogo
senza accettare questa modifica e tornate alla Pianta.
2 Selezionate la Scala e fate clic sul pulsante “Dialogo dei 4 Create le altre quattro scale richieste dalle etichette nelle
Settaggi” nella Palette Informazioni. Nel pannello viste preimpostate da “6.1.2 Scala-02” a “6.1.5 Scala-05”
Parametri, trovate il parametro “Angolo di distorsione nella stessa cartella “6.1 Creazione di Scale”. Utilizzate lo
–Pedate” e modificarne il valore a “0”. stesso metodo del passo 1.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 35


Capitolo 6: Creazione di scale e modifica del Modello in 3D

5 Attivate la vista preimpostata “6.1.6 Mandare Scale sotto”.


Selezionate le tre scale brevi tra le quattro visibili e usate il
6.2 MODIFICARE IL MODELLO IN 3D
comando di menu Edita > Ordine visualizzazione > Manda BIM ITG Capitolo
sotto. Questo posizionerà le parti che intersecano le scale al 06_02.mp4
di sotto delle rocce nel 2D. Guardare il filmato
SEO significa Operazioni su Elementi Solidi. Usando le SEO si può
creare una geometria del modello in 3D che altrimenti non sarebbe
possibile. Eseguiremo un paio di SEO sul nostro modello.
1 Attivate la vista preimpostata “6.2.1 SEO in 3D” posizionata
nella cartella “6.2 Modificare il Modello in 3D”.
2 Usate il comando del menu Design > Operazioni con
elementi solidi per visualizzare la palette Operazioni con
elementi solidi.
3 Selezionate il campo marrone che rappresenta il terreno
sotto al Piano Terra dell'edificio. Fate clic sul comando
“Raccogli Elementi Obiettivo” nella Palette SEO. Questo
sarà l'elemento su cui verrà eseguita la SEO.

6 Attivate la Vista preimpostata “6.1.7 Ambiente” che si trova


nella cartella “6.1 Creazione di Scale”.
Alcuni muri ambientali aggiuntivi sono stati posizionati attorno ai lati
della superficie dell'acqua e dell'area d'ingresso. Non li abbiamo creati
adesso ma abbiamo attivato un lucido in cui questi erano già presenti
(per una creazione più veloce).

4 Con lo Strumento Freccia attivo, e usando SHIFT-clic,


selezionate la scala alla sinistra dell'edificio e i due muri
inclinati. Fate clic sul pulsante “Raccogli Elementi
Operatore” nella Palette SEO. Questi saranno gli elementi
su cui verrà eseguita la SEO.

36 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 6: Creazione di scale e modifica del Modello in 3D

5 Selezionate l'opzione “Sottrazione con estrusione verso 10 Premete il tasto “Z” e immettere “2050”, quindi premete
l'alto” dall'elenco “Scegli operazione” e fate clic sul INVIO. Questa sarà la nuova posizione verticale del punto
pulsante “Esegui”. I corpi dell'elemento selezionato e tutto su cui si è fatto clic. In questo modo abbiamo abbassato
ciò che si trova verticalmente al di sopra di essi viene questi elementi di 600 millimetri.
tagliato dal corpo dell'Elemento Obiettivo. Notate che ArchiCAD preseleziona gli elementi evidenziandoli
quando si sposta il mouse tenendo premuto il tasto SHIFT.
Accertarsi di selezionare gli elementi giusti!
11 Ora un muro si estende sopra la falda appena abbassata.
Applicate le SEO, usando “Sottrai con estrusione verso
l'alto” sul muro come oggetto obbiettivo, e con la falda
come operatore.
Chiudete la palette “Operazioni con elementi solidi”.

6 Eseguiamo un'altra SEO. Selezionate lo stesso corpo


marrone come Elemento Obiettivo. Per l'Elemento
Operatore, selezionate le due rocce che lo intersecano ed
eseguite la stessa operazione di “Sottrazione con estrusione
verso l'alto”. Ora il corpo viene tagliato nel modo
desiderato.
7 Per la nostra seguente SEO, impostate la roccia che si
sovrappone alla Scala come Elemento Obiettivo. La stessa
Scala e il muro inclinato accanto ad essa saranno i nostri 12 Attivate la vista preimpostata “6.2.2 Modificare il Modello
Elementi Operatore. Eseguite l'operazione con le stesse in 3D” posizionata nella cartella “6.2 Modificare il Modello
impostazioni di prima.” in 3D”.
8 Con lo Strumento Freccia attivo, selezionate i due muri 13 Selezionate i due solai neri delle terrazze e accedete alla
verticali che si estendono sopra alla parte superiore del loro finestra di dialogo Settaggi. Nel pannello Modello, fate
balcone e impostate l'Altezza Muro a 710 millimetri. clic sul pulsante “Collega Materiale” e modificare il
9 Selezionate la falda e le due fasce perimetrali sopra alla Materiale superiore in “Colore-03”. Al termine fate clic su
Zona del Balcone. Fate clic sull'angolo inferiore sinistro “OK”. Il materiale della superficie superiore di questi
della fascia sinistra e selezionate il comando Eleva dalla Pet elementi è ora modificato.
Palette.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 37


Capitolo 6: Creazione di scale e modifica del Modello in 3D

posizioneranno verticalmente, esattamente sulla superficie


della Mesh al di sotto di essi.

3 Posizionate gli alberi indicate dalle etichette sulla Pianta.


4 Posizionate tutti gli altri Alberi richiesti nelle viste
preimpostate da “6.3.2 Albero-02” a “6.3.4 Albero-04”.
Accertatevi che il pulsante “Gravità su Mesh” sia attivato
nel corso di questi passi.

6.3 POSIZIONAMENTO DI ALBERI


BIM ITG Capitolo
06_03.mp4
Guardare il filmato
1 Attivate la Vista preimpostata “6.3.1 Albero-01” che si trova
nella cartella “6.4 Posizionamento di Alberi”. Passate allo
Strumento Oggetto e attivate il Preferito “Albero-01”.
2 Nella Barra di Stato, tenete il premuto il pulsante del mouse
sul pulsante “Gravità”, quindi selezionate tra i pulsanti che
vengono visualizzati il pulsante “Gravità sulla Mesh”. 5 Attivate la vista preimpostata “6.4 Modello in 3D” per
Questo farà sì che tutti gli oggetti posizionati si vedere il modello e il suo ambiente.
Con ciò si conclude il Capitolo 6.

38 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 7: creazione di arredi e alzati interni

CAPITOLO 7: CREAZIONE DI ARREDI E ALZATI INTERNI


In questo capitolo creeremo il terreno e le rocce naturali che
circondano la casa e ne formano l'ambiente.

7.1 POSIZIONAMENTO DI ARREDI PER


CUCINA
BIM ITG Capitolo
07_01.mp4
Guardare il filmato
Aprite il file di progetto ArchiCAD “BIM ITG Capitolo 07.Pla” per
iniziare questa parte della guida all'apprendimento di ArchiCAD.
1 Attivate la Vista preimpostata “7.1.1 Mobiletto Base-01” che
si trova nella cartella “7.1 Posizionamento di Arredi per
Cucina”. Passate allo Strumento Oggetto. Attivate il
Preferito “Mobiletto Base-01”. Create gli Oggetti indicato
dalle etichette.
2 Posizionate tutti gli altri mobili e arredi di cucina sulla base
delle viste preimpostate da “7.1.2 Gamma Elettrica” a
“7.1.18 Mobiletto Pensile-04”. Ogni volta attivate la vista,
attivare il Preferito richiamato dal nome della vista, e 3 Attivate la Vista preimpostata “7.1.19 Impostare Ordine
posizionate l'oggetto chiamato dalle etichette. Visualizzazione/01” che si trova nella cartella “7.1
Posizionamento di Arredi per Cucina”.
4 Selezionate tutti i mobili indicati dalle etichette passando il
cursore su di essi e facendo clic col tasto SHIFT premuto.
Quando sono tutti selezionati, usate il comando di menu
Edita > Ordine visualizzazione > Manda sotto per
impostare la loro visualizzazione al di sotto dei Muri/Rocce
intersecati.
5 Attivate la Vista preimpostata “7.1.20 Impostare Ordine
Visualizzazione/02” che si trova nella cartella “7.1
Posizionamento di Arredi per Cucina”.
6 Usate il comando di menu Edita > Ordine visualizzazione
> Manda sotto per impostare la visualizzazione di questi

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 39


Capitolo 7: creazione di arredi e alzati interni

elementi al disotto dei Muri/Rocce intersecati. Quindi


usate il comando di menu Edita > Ordine visualizzazione >
7.2 MARKER ALZATO INTERNO
Metti Avanti per portarli un passo in avanti. Questo li BIM ITG Capitolo
mostrerà al di sopra delle basi dei mobili ma ancora al di 07_02.mp4
sotto dei Muri e delle Rocce. Guardare il filmato
1 Attivate la Vista preimpostata “7.2.1 Alzato Interno” che si
trova nella cartella “7.2 Marker Alzato Interno”. Passate allo
Strumento Alzato Interno e attivate il Preferito “Interior
Elevation”.
2 Disegnate la poligonale di contorno dell'Alzato Interno
connettendo i punti definiti dalle etichette da 1.1 a 1.6. Fate
doppio clic sul punto 1.6 per terminare il disegno del
poligono. Quindi fate clic sul punto indicato dall'etichetta
1.7 per definire la profondità dell'Alzato Interno.

7 Attivate la Vista preimpostata “7.1.21 Arredi Aggiuntivi” che


si trova nella cartella “7.1 Posizionamento di Arredi per
Cucina”.
Come si vede la gli arredi aggiuntivi e gli elementi sanitari per la casa
sono stati creati nei bagni, in diversi angoli della cucina, e in alcune
aree del soggiorno.

40 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 7: creazione di arredi e alzati interni

7.3 EDITAZIONE DEL MODELLO NELLA 4 Selezionate la roccia sulla sinistra di questi elementi e fate
clic sul pulsante “Raccogli Elementi Operatore” nella
FINESTRA ALZATO INTERNO Palette SEO.
BIM ITG Capitolo 5 Accertatevi che nel campo “Scegli operazione” sia
07_03.mp4 selezionata l'opzione “Sottrai” e fate clic sul pulsante
Guardare il filmato “Esegui” per sottrarre il corpo della Roccia da questi
elementi.
1 Selezionate “Alzato Interno AI-01/03” (quello che mostra i 6 Ora selezionate tutti gli elementi mobile base (eccetto i
mobili di cucina sopra la roccia), fate clic col tasto destro e fornelli) e tutti i mobili a parete (eccetto quello più a
selezionate “Apri Alzato Interno” dal menu contestuale. Si sinistra e il la cappa). Fate clic sul pulsante “Finestra di
apre l'Alzato Interno. dialogo Settaggi” nella Palette Informazioni per accedere
2 Scegliete il comando del menu Design > Operazioni con alla loro Finestra di dialogo Settaggi.
elementi solidi per visualizzare la palette SEO. 7 Aprite il Pannello impostazioni mobile cucina della
3 Selezionate le due basi di mobile più a sinistra e i due Finestra di dialogo Settaggi, e fate clic sulla scheda “Porta”.
mobili da parete sopra di esse tra i mobili che si vedono di Nell'elenco della grafica degli Stili porta disponibili sulla
fronte nell Alzato Interno. I corpi di questi elementi si sinistra, selezionate “Stile 5” facendo clic su di esso
intersecano con la roccia. Con questi quattro elementi nell'elenco. Impostate il parametro “Larghezza cornice” su
selezionati, fate clic sul pulsante “Raccogli Elementi 50 mm. Fate clic sul pulsante “OK” per uscire dalla finestra
Obiettivo” nella Palette SEO. di dialogo. Ora lo stile porta di tutti i mobili selezionati
risulta cambiato nel modello.

Qui si può nuovamente vedere che quando si cambia qualcosa in una


finestra Alzato Interno, tutte le modifiche si propagano attraverso
l'intero modello e vengono visualizzate correttamente in qualsiasi
altro punto di vista del modello.
Con ciò si conclude il Capitolo 7.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 41


Capitolo 8: Creazione di Documentazione

CAPITOLO 8: CREAZIONE DI DOCUMENTAZIONE


In questo capitolo creeremo Zone (stanze) del nostro edificio e le
forniremo di quote sia in Pianta che nei Sezioni/Alzati.

8.1 POSIZIONAMENTO DI ZONE


BIM ITG Capitolo
08_01.mp4
Guardare il filmato
Aprite il file di progetto ArchiCAD “BIM ITG Capitolo 08.Pla” per
iniziare questa parte della guida all'apprendimento di ArchiCAD.
1 Attivate la Vista preimpostata “8.1.1 Zona-01” che si trova
nella cartella “8.1 Posizionamento di Zone”. Attivate lo
Strumento Zone e attivare il Preferito “Zona-01”.
2 Posizionate le zone richiamate dalle etichette. Per ogni
zona sono necessari due clic. Il primo clic definisce il punto
di inserimento della Zona. ArchiCAD troverà
automaticamente gli elementi di confine della zona attorno 5 Attivate la vista preimpostata “8.1.5 Timbro Zona” situata
a tale punto e creerà di conseguenza la zona. Il secondo clic nella cartella “8.1 Posizionamento di Zone”.
posiziona il Timbro di zona, che visualizza il nome della 6 Selezionate la zona mostrata e andate alla Finestra di
zona, la sua area, ecc. dialogo Settaggi. Andate al Pannello Timbro Zona e
3 Selezionate le due Rocce che si trovano vicine all'ultima impostate i seguenti parametri su “ON”: Mostra riquadro;
zona posizionata (Etichetta 7) e inviatele indietro Mostra n° zona.; Mostra pavimento; Mostra perimetro;
nell'ordine di visualizzazione. Mostra altezza soffitto; Mostra Volume. Fate clic su OK.
4 Create il resto delle zone richieste nelle viste preimpostate
da “8.1.2 Zone-02” a “8.1.4 Zone-04”.

42 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 8: Creazione di Documentazione

3 Usando SHIFT-clic, deselezionate i Muri cui puntano le


etichette 2.1 e 2.2. Non ci interessa considerare questi muri
per la quotatura.
4 Usate il comando di menu Documento > Extra Documento
> Quotatura automatica > Quotatura Esterni... Useremo
l'impostazione predefinita e quindi faremo clic su “OK”.

Il Timbro Zona visualizza tutte queste informazioni sulla Zona.


Alcune di esse sono dati testuali immessi da noi (come il Nome Zona
e il Numero Zona), mentre altre (come Area o Volume) sono derivate
automaticamente dalla geometria di zona.
7 Selezionate il comando di menu Edita > Annulla Cambia
Zona. Il passo precedente è stato effettuato solo per
mostrare le capacità dello Strumento Timbro Zona.

5 Fate clic sul muri in corrispondenza dell'Etichetta 3.1. Ciò


8.2 QUOTATURA DELL'EDIFICIO definirà la direzione delle linee di quota.
BIM ITG Capitolo Quindi fate ancora clic sul punto dell'Etichetta 3.2. Ciò
08_02.mp4 definirà la posizione della linee di quota più vicina. Ora
Guardare il filmato verranno posizionate le quote.
6 Attivate la vista preimpostata “8.2.2 Quota Lineare/02” e
1 Attivate la Vista preimpostata “8.2.1 Quota Lineare/01” che
si trova nella cartella “8.2 Quotature dell’Edificio”. Attivate quotate il lato sud dell'edificio, seguendo i medesimi passi.
lo Strumento Quota e attivare il Preferito “Quota lineare”. 7 Attivate la vista preimpostata “8.2.3 Quota Lineare/03” e
quotate il lato nord-est dell'edificio. Con questo lato non
2 Con lo Strumento Freccia attivo, disegnate un rettangolo di
selezione dai dintorni dell'Etichetta 1.1 ai dintorni sarà necessario deselezionare gli elementi, quindi non ci
saranno Etichette 2.1, 2.2, ecc.
dell'Etichetta 1.2. Verranno selezionati alcuni muri. Questi
sono i muri su cui vogliamo lavorare in questo passaggio di 8 Attivate la vista preimpostata “8.2.4 Edificio e Quote” per
quotatura. vedere lo stato corrente del progetto.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 43


Capitolo 8: Creazione di Documentazione

8.3 QUOTATURA DELLE ALTEZZE


BIM ITG Capitolo
08_03.mp4
Guardare il filmato
1 Attivate la Vista preimpostata “8.3.1 Quotatura Altezza/01”
che si trova nella cartella “8.3 Quotatura delle Altezze”. 8.4 MESSA A PUNTO DEL MODELLO
2 Fate clic sui punti delle etichette 1-8. Questi definiranno i BIM ITG Capitolo
punti da quotare. Quindi fate doppio clic su un punto nei 08_04.mp4
dintorni dell'ultima etichetta. Il doppio-clic comunica al Guardare il filmato
programma che non si vogliono definire più altri punti per
la quota. Quindi fate clic sul punto presso l'Etichetta 9 per Ci sono ancora un paio di cose da fare per mettere a punto il modello.
impostare la posizione della Quota di altezza. A questo fine eseguiremo soprattutto delle SEO.
3 Create le Quote di altezza richieste dalle viste preimpostate 1 Attivate la Vista preimpostata “8.4.1 Messa a Punto/01” che
da “8.3.2 Quotatura Altezza/02” a “8.3.4 Quotatura si trova nella cartella “8.4 Messa a Punto del Modello”.
Altezza/04”. Ricordarsi che l'ultima Etichetta definisce Usate il comando del menu Design > Operazioni con
sempre la posizione della Linea di Quota, e non un punto elementi solidi per visualizzare la palette SEO. Eseguite
da quotare. un'operazione su elementi solidi “Sottrai” prendendo come
operatore l'elemento dell'Etichetta 1, come obbiettivi tutti
gli altri elementi indicati dalle etichette (selezionarle tutte
con SHIFT-clic, quindi fate clic su “Raccogli Elementi

44 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 8: Creazione di Documentazione

Obiettivo”), selezionando “Sottrai” come operazione, e 6 Usate il comando di menu Edita > Muovi > Muovi e
facendo clic su “Esegui”. L'intersezione degli elementi sarà trascinate verticalmente questi elementi selezionati in
piacevolmente ripulita nella Sezione. modo che le loro parti superiori si allineino con la parte
2 Eseguite le SEO richiamate nelle viste preimpostate da superiore delle altre Porte/Finestre nell'Alzato.
“8.4.2 Messa a Punto/02” a “8.4.7 Messa a Punto/07”.
3 Attivate la vista preimpostata “8.4.8 Messa a Punto/08”. In
questo caso l'Etichetta 1 indica l'obiettivo, e le altre tre
etichette indica gli operatori, per sottrarre Solai e Muri dal
corpo della Mesh.

7 Fate clic col tasto destro nella finestra Alzato e selezionate il


menu Rimuovi Area di Selezione comando dal menu
contestuale.

8.5 RIFERIMENTO AD ALTRE SEZIONI


BIM ITG Capitolo
08_05.mp4
Guardare il filmato
1 Attivate la Vista preimpostata “8.5.1 Marker Collegato” che
si trova nella cartella “8.5 Riferimento ad altre Sezioni”.
Attivate lo Strumento Sezione e accedete alla sua Finestra
di dialogo Settaggi facendo clic sul pulsante “Finestra di
dialogo Settaggi” della Palette Informazioni.
2 Selezionate “Posiziona marker collegato” dall'elenco sotto
4 Attivate la vista preimpostata “8.4.9 Messa a Punto/09”. al campo Nome, e fate clic sul pulsante “Consulta”.
Selezionate lo strumento Area di Selezione e disegnate 3 Nell'elenco dei punti di vista, selezionate “S-02 Sezione” e
un'area selezione rettangolare dall'Etichetta 1 all'Etichetta 2. fate clic su “OK”. Fate ancora clic su “OK” per chiudere la
5 Attivate lo Strumento Porta e usare il comando “Edita > Finestra di dialogo Settaggi. Il marker che stiamo per
Seleziona tutte le Porte nell'area di selezione” per posizionare farà riferimento alla sezione “S-02 Sezione”,
selezionare le porte nella sua area. Quindi attivate lo che ci consentirà di accedere ad essa anche da questa
Strumento Finestra e usare il comando “Edita > Seleziona sezione.
tutte le Finestre nell'area di selezione” per aggiungere le
finestre comprese nell'area di Selezione alla selezione.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 45


Capitolo 8: Creazione di Documentazione

4 Posizionare la sezione. L'Etichetta 1 e l'Etichetta 2 Lavoro/Dettagli”. Attivate lo Strumento Foglio di lavoro e


definiscono la lunghezza della linea di sezione, mentre attivate il Preferito “Marker foglio di lavoro”.
l'Etichetta 3 definisce il suo orientamento. 2 Disegnate il bordo del foglio di lavoro dall'Etichetta 1
all'Etichetta 2, e fate clic sull'Etichetta 3 per posizionare il
marker.
3 Fate clic col tasto destro sul marker, e selezionate “Apri
Foglio di Lavoro” dal menu contestuale. Avvicinate lo zoom
sul foglio di lavoro che ora mostra parte della Sezione.
I fogli di lavoro sono basati sul modello, ma in essi tutte le linee del
modello sono convertite in linee 2D. Ciò consente di lavorare in un
foglio di lavoro come si farebbe in una vista 2D. È possibile trasferire
nel foglio di lavoro tutte le informazioni 2D necessarie.
4 Attivate la vista preimpostata “8.6.4 Marker Dettaglio”.
Attivate lo Strumento Dettaglio e attivate il Preferito
“Marker Dettaglio”.
5 Disegnate il marker dettaglio come si è fatto per il Marker
foglio di lavoro: l'Etichetta 1 e l'Etichetta 2 definiscono gli
angoli del contorno del marker, mentre l'Etichetta 3
definisce la posizione del marker.
5 Fate clic col tasto destro sulla linea di sezione posizionata e 6 Fate clic col tasto destro sul marker dettaglio, e selezionate
selezionate “Apri Sezione” dal menu contestuale. “Setta come Marker Collegato” nel menu contestuale.
ArchiCAD apre la sezione del riferimento. Non vogliamo che il contenuto del Dettaglio venga generato dal
Usando i Markers collegati è possibile fare riferimento a qualsiasi Modello, poiché posizioneremo al suo interno un Dettaglio standard.
punto di vista da ogni altro punto di vista. L'uso dei Marker permette 7 Fate clic col tasto destro sul marker dettaglio e selezionate
di navigare rapidamente nei punti di vista. “Apri Disegno Dettaglio” dal menu contestuale.
8 Usate il comando di menu Archivio > Contenuto esterno >
8.6 CREAZIONE DI FOGLI DI Posiziona Disegno Esterno. Nell finestra di dialogo Apri
LAVORO/DETTAGLI documento, selezionate il file “Dettaglio Falda.pdf ” e fate
clic su “Apri”. Fate clic su un punto qualsiasi per
BIM ITG Capitolo posizionare il disegno esterno nella finestra di dettaglio.
08_06.mp4 Con ciò si conclude il Capitolo 8.
Guardare il filmato
1 Attivate la Vista preimpostata “8.6.1 Marker Foglio di
Lavoro” che si trova nella cartella “8.6 Creazione di Fogli di

46 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 9: Creazione di FotoRendering

CAPITOLO 9: CREAZIONE DI FOTORENDERING


In questo capitolo creeremo delle rappresentazioni in FotoRendering
del nostro modello in 3D.

9.1 MODELLO IN 3D
BIM ITG Capitolo
09_01.mp4
Guardare il filmato
Aprite il file di progetto ArchiCAD “BIM ITG Capitolo 09.Pla” per
iniziare questa parte della guida all'apprendimento di ArchiCAD.
1 Attivate la vista preimpostata “9.1 3D Model/01”.
2 Accedete alla finestra di dialogo Documento >
Rappresentazioni creative > Settaggi FotoRendering. Qui è
possibile vedere che ArchiCAD è fatto in modo da usare il
Motore di rendering Schizzo per creare una
rappresentazione stile schizzo del modello in 3D. Fate clic 4 Attivate la vista preimpostata “9.2 FotoRender Schizzo/01”.
su OK per chiudere questo dialogo. Viene generata una rappresentazione Schizzo del modello
3 Andate alla finestra di dialogo Vista > Modalità Vista 3D > in 3D.
Settaggi Finestra 3D. Deselezionate la casella di controllo 5 Attivate la vista preimpostata “9.3 3D Modello/02”. Questa
“Conserva proporzioni” e impostate le dimensioni della è l'altra Vista 3D di cui creeremo una rappresentazione
Finestra 3D su “800x600” (Larghezza: 800 pixel; Altezza: Schizzo. Accertatevi che la dimensione della Finestra 3D
600 pixel). Fate clic sul pulsante OK per lasciare intatta la sia ancora impostata su “800x600”.
finestra di dialogo con le modifiche.
6 Attivate la vista preimpostata “9.4 FotoRender Schizzo/02”.
Viene generata una rappresentazione Schizzo del modello
in 3D.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 47


Capitolo 9: Creazione di FotoRendering

Come si vede, per creare una rappresentazione in rendering del


proprio progetto bastano pochi clic.
ArchiCAD fornisce motori di rendering professionali pronti per l'uso.
Usate il motore leader del settore LightWorks per creare
presentazioni in rendering fotorealistiche all'avanguardia del vostro
progetto. Si può liberamente scegliere di personalizzare facilmente
qualsiasi motore, e di creare immagini professionali che riflettano il
proprio stile e le proprie intenzioni progettuali.
Con ciò si conclude il Capitolo 9.

48 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 10: Creazione di layout e pubblicazione del progetto

CAPITOLO 10: CREAZIONE DI LAYOUT E


PUBBLICAZIONE DEL PROGETTO
In questo capitolo creeremo layout, posizioneremo disegni del
nostro edificio su questi Layout, e pubblicheremo tutto
l'insieme di documentazione in un file PDF conentente tutti i
disegni.

10.1 CREAZIONE DI LAYOUT


BIM ITG Capitolo
10_01.mp4
Guardare il filmato
Aprite il file di progetto ArchiCAD “BIM ITG Capitolo 10.Pla” per
iniziare questa parte della guida all'apprendimento di ArchiCAD.
1 Nel Navigatore, tornate al Book di Layout. Al suo interno si
vedono diversi Layout già creati. Si può anche vedere una
cartella “Masters”. Ogni Layout deve essere basato su un
Layout Master che definisce dimensioni e orientamento, e
può contenere informazioni pre-disegnate che devono
apparire su tutti i layout basati su tale Layout Master.
2 Fate clic sul pulsante “Nuovo Layout Master” per creare un
nuovo Layout Master. Immettete “D Verticale” come nome
nella finestra di dialogo visualizzata.
3 Selezionate il nuovo Layout Master creato e fate clic sul
pulsante “Settaggi” nel Navigatore.
4 Nel campo dimensioni, selezionate “D - Architettura” 5 Impostate i campi nella finestra di dialogo come illustrato
nell'elenco. Impostate l'orientamento su “Verticale” e sotto. In questo modo si specifica in che direzione e come
impostate tutti i Margini su “15 millimetri”. Selezionate si devono arrangiare i Disegni quando si dispongono più
anche il pulsante di opzione “Disponi automaticamente disegni simultaneamente sullo stesso Layout. Al termine
nuovi disegni” e fate clic sul “Configurazione sistemazione fate clic su “OK”, e ancora su “OK” per accettare tali
automatica…” alla sua sinistra. modifiche.

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 49


Capitolo 10: Creazione di layout e pubblicazione del progetto

selezionate e cancellate il suo contenuto come si farebbe in


un programma di elaborazione testi.
9 Fate clic sul pulsante “Inserisci Testo Automatico”. Nella
finestra di dialogo, selezionate la categoria “Layout” e
scegliete “ID Layout” dall'elenco. Fate clic su “Inserisci”.
Nel blocco di testo viene visualizzato il testo “#LayID” con
uno sfondo grigio. Questo mostra che si tratta di un Testo
automatico che assume il suo valore corretto secondo il
layout su cui viene posizionato.

6 Ora fate doppio clic sul layout master “D Orizzontale”.


Osservate la presenza di elementi pre-disegnati sul Layout
Master. Questi appariranno su ogni Layout basato su
questo Layout Master, quindi basterà disegnarli una sola
volta.
7 Fate clic su Archivio > Informazioni > Informazioni
Progetto per vedere le informazioni che si possono
immettere sul Progetto. Questi dati possono essere mostrati
automaticamente sui Layout e i Layout Master. 10 Fate doppio clic sul layout “A-03 Sezioni” per attivarlo e
verificare che il suo campo ora visualizzi il valore “A-03”,
che è l'ID del Layout correntemente visualizzato.

10.2 POSIZIONAMENTO DI VISTE SUI


LAYOUT
BIM ITG Capitolo
10_02.mp4
Guardare il filmato
1 Fate clic sul pulsante “Scelta Progetto” nell'angolo
superiore sinistro del navigatore, e selezionate “Mostra
8 Attivate lo Strumento Testo. Avvicinate lo zoom sulla Organizzatore”. Compare la pet palette Organizzatore.
porzione inferiore destra del Layout e selezionate il Blocco Essa mostra la Mappa Viste sulla sua sinistra e il Book di
di testo con uno SHIFT-clic. Fate clic su di esso e Layout sulla destra.

50 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 10: Creazione di layout e pubblicazione del progetto

2 Nell'Organizzatore, fate doppio clic sul layout “A-01 layout secondo le regole di Disposizione automatica
Ground Floor Plan” per attivarlo. Allontanate lo zoom per definite per il Layout Master (“D Orizzontale”) usato da
vedere l'intero layout vuoto. questo Layout.
3 Selezionate la vista preimpostata A-01 Pianta Piano Primo” 6 Usando lo stesso metodo, posizionate gli Alzati da “A-07
che si trova nella cartella “10.1 Viste di Pubblicazione” nella Prospetto Nord-Ovest” a “A-09 Prospetto Nord-Est” sul
Mappa Viste (sul lato sinistro dell Organizzatore), quindi layout “A-04 Alzati” trascinandoli come nel passo
trascinatela sul layout “A-01 Pianta Piano Primo” (sul lato precedente.
destro dell'Organizzatore). Quando si rilascia il pulsante
del mouse il Disegno generato dalla Vista viene creato e
posizionato sul Layout. Il Disegno sarà visualizzato
secondo le impostazioni della vista su cui è basato.

7 Posizionate le viste 3D “A-10 Vista Sud-Est” e “A-11 Vista


Sud-Ovest” sul layout “A-05 3D Viste” usando il metodo di
trascinamento dal passo precedente.
8 Trascinate il gruppo “A-12 Alzati Interni“ di Alzati Interni
sul layout “A-06 Alzati Interni”.
9 Trascinate le viste “A-13 Lista Finestre“ e “A-14 Lista
4 Trascinate la vista preimpostata “A-02 Pianta Falda” sul Porte“ nel layout “A-07 Liste”.
layout “A-02 Pianta Falda”, e ripetete i Passi 2 e 3 per
10 Attivate il layout “A-03 Sezioni”. Avvicinate lo zoom sul lato
questa vista.
destro delle due sezioni superiori.
5 Ora attivate il layout “A-03 Sezioni”. Questa volta
11 Due quote di altezza nelle due sezioni non si allineano.
selezionate (con CTRL-clic o COMMAND-clic) tutte e
Poniamo rimedio a questo fatto. Selezionate le due sezioni
quattro le Viste Sezione (da “A-03 Sezione Longitudinale” a
inferiori, fate clic col tasto destro e, dal menu contestuale,
“A-06 Sezione Entrata”) e trascinatele tutte sul Layout
“A-03 Sezioni”. Esse verranno posizionate e disposte sul

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 51


Capitolo 10: Creazione di layout e pubblicazione del progetto

selezionate il comando “Apri Vista Sorgente con Layout


come Riferimento”.

13 Fate clic col tasto destro e, dal menu contestuale, scegliete


il comando Vai a > Ultimo Layout per tornare al layout.

12 La sezione sorgente del disegno si apre e vediamo come le


quote di altezza sono posizionate sul Layout come
10.3 CREAZIONE DI SET DI
riferimento. Selezionate la Quota di altezza e scegliete il PUBBLICAZIONE
comando di menu Edita > Muovi > Muovi. Cominciate
trascinando la linea di quota. Tenete premuto il tasto BIM ITG Capitolo
SHIFT per bloccare temporaneamente sulla direzione 10_03.mp4
orizzontale il trascinamento e fate clic sull'altra dimensione Guardare il filmato
nel sottolucido di riferimento. Ora le quote sono allineate. 1 Passate nuovamente all'Organizzatore, e ora regolatelo in
modo che il pannello di sinistra mostri il Book di Layout e
quello di destra mostri i Set di Pubblicazione.
2 Fate clic sul pulsante “Nessun Set di Pubblicazione
definito” e fate clic su “Nuovo Set di Pubblicazione…” nel
menu visualizzato.
3 Immettete “Casa Massaro” come nome e fate clic su
“Crea”.

52 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento


Capitolo 10: Creazione di layout e pubblicazione del progetto

6 Controllate il contenuto della cartella “Casa Massaro” per


vedere i file PDF nel suo elenco.

4 Trascinate l'intero Book di Layout dal pannello di sinistra al


pannello di destra. In tal modo si crea una cartella “Casa
Massaro” con al suo interno un file di output per ciascun
layout del Book di Layout.

10.4 PUBBLICAZIONE
BIM ITG Capitolo
10_04.mp4
Guardare il filmato
1 Fate clic sulla cartella “Casa Massaro” e, alla base del
pannello Formato del Set di Pubblicazione selezionate la
casella di controllo “Unisci in un file PDF”. Con ciò si
5 Fate clic sul pulsante “Proprietà Pubblicazione”. Nella indica ad ArchiCAD di generare un solo file PDF invece che
finestra di dialogo visualizzata fate clic sul pulsante un file PDF separato per ogni Layout (i file PDF possono
“Consulta” e specificate una cartella in cui salvare il file contenere pagine di diverse dimensioni in qualsiasi ordine).
PDF di documentazione. Accertatevi che il pulsante di 2 Selezionate la cartella “Casa Massaro” nel Set di
selezione “Crea una struttura semplificata” e il metodo Pubblicazione e alla base fate clic sul pulsante “Pubblica”.
“Salva files” siano entrambi selezionati. Al termine fate clic ArchiCAD rigenererà tutti i disegni, creerà i file PDF da
su “OK”. ciascuno di essi e li unirà tutti in un unico file PDF di

Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento 53


Capitolo 10: Creazione di layout e pubblicazione del progetto

documentazione. Il progresso di queste operazioni sarà di avervi aiutati a vedere in che modo esso possa essere d'aiuto per
visibile in una finestra di dialogo. Al termine del processo aumentare grandemente la produttività nel lavoro quotidiano e che
chiudete la finestra di dialogo. ora siate possiate trovarvi a vostro agio nel cominciare ad esplorare il
3 Accedete alla cartella specificate per l'output e fate doppio mondo in 3D del BIM e dell'edilizia virtuale.
clic sul file PDF creato da ArchiCAD per vedere quanto La soluzione BIM di ArchiCAD copre l'intera organizzazione del
prodotto. Scorrete tutte le sette pagine per vedere i risultati. lavoro di progettazione e documentazione architettonica – a
Notate che le pagine sono di dimensioni diverse. cominciare dai primissimi passi della progettazione alla pubblicazione
Con questo si conclude il capitolo 10, che à anche l'ultimo capitolo di fogli di layout dettagliati – direttamente a partire dal modello
del BIM Experience Kit. edilizio informatico del progetto.
Ci congratuliamo per il completamento di questa Guida Questo tipo di guida all'apprendimento può presentare solo alcune
all'apprendimento! Speriamo che abbiate trovato piacevole lavorare delle tecniche e dei vantaggi di Graphisoft ArchiCAD!
con ArchiCAD e che abbiate compreso le sue possibilità. Confidiamo

54 Graphisoft® ArchiCAD® BIM Experience Kit - Guida interattiva all’apprendimento