Sei sulla pagina 1di 1

“Contea di King.

Georgia USA giugno 2010


Ci hanno mentito… le Autorità dicevano che tutto era
sotto controllo… bugie nient’altro che bugie… il Virus si
è diffuso rapidamente… e ora loro sono più di noi… ci
hanno mentito…”
Diario di un
sopravvissuto

Stati Uniti d’America tarda primavera 2010. La


situazione è drammatica e fuori controllo. Il caos ed il
panico dilagano fra la popolazione complice anche la
cessazione improvvisa di ogni forma di comunicazione.
Infatti un non meglio precisato virus in pochissimo tempo
porta alla morte ma la cosa più spaventosa è che chi
muore non lo rimane allungo. Infatti dopo il trapasso il
morto si rianima con l’unico impulso di nutrirsi di ciò che
è vivo. Chi è morso viene infettato e a sua volta dopo la
morte si risveglia propagando il virus. Nei primi momenti
della crisi le Autorità avevano assicurato che si trattava di
pochi casi isolati e attraverso i media avevano diramato
comunicati rassicuranti. Ma la situazione è precipitata
rapidamente e anche le linee di comando sono saltate. La
popolazione è stata lasciata a se stessa.nnnnnnn