Sei sulla pagina 1di 18

Di tutto… un

po’

Di

Savina Scalzo

Marzo 2019-02-18
~1~
Le Buone Maniere
A TAVOLA : Se durante un pranzo in cui si invitano degli ospiti vengono serviti
due secondi di carne,dovrebbero essere uno di carni bianche e uno di carni
rosse, serviti esattamente in quest' ordine.

IN NEGOZIO :Anche se si è clienti abituali di un negozio o si conosce il


proprietario non è consigliato presentarsi all' orario di chiusura per fare
acquisti :meglio rimandare, se possibile, al mattino seguente.

I SALUTI :Quando due persone si incontrano in un luogo pubblico il saluto


migliore rimane '' Buon giorno ''o ''Buona sera ''. Se qualcuno ci domanda
''Come stai ?'', bisogna rispondere genericamente '' Bene, grazie '' senza
scendere in minuziosi particolari.

IN AUTOMOBILE :Se un uomo riaccompagna di sera una donna a casa, deve


scendere dall' auto e accompagnarla al portone. Potrà ripartire solo dopo che si
sarà assicurato che la donna sia entrata e abbia chiuso il portone dietro di sè.

AL RISTORANTE :E' assolutamente vietato chiamare il cameriere schioccando


le dita o peggio battendo una posata contro il bicchiere. Basta fare un breve
cenno con la nano.

A TAVOLA: In qualunque modo siano cucinate, le uova si mangiano sempre e


solo con la forchetta. Il coltello può essere usato solo per tagliare il prosciutto, la
pancetta o le salsicce che le accompagnano.

IN BARCA: Malgrado il luogo inviti a prendere una buona tintarella, in barca


bisogna evitare l' uso di oli abbronzanti che possono rendere il ponte
pericolosamente unto. Meglio usare creme e lozioni non oleose.

AL RISTORANTE: Seduti in gruppo al tavolo di un ristorante non bisogna mai


dire ''buon appetito '' o proporre brindisi. Gli uomini non si devono togliere la
giacca o la cravatta e non bisogna mai fumare prima del dessert.
. Le donne dovranno anche evitare di truccarsi.

IN SPIAGGIA: Quando si è in spiaggia non bisogna indossare gioielli, veri o finti


che siano, ad eccezione della fede matrimoniale

A TEATRO: Alla fine di uno spettacolo teatrale si possono applaudire gli attori
~2~
ma senza esagerare o alzarsi in piedi gridando. Assolutamente da evitare i
fischi. Ogni insoddisfazione va punita con un gelido silenzio senza rimostranze a
voce.

~3~
RIMEDI DOMESTICI E VIA LE MACCHIE

Per proteggere il sale dall'umidità, nella saliera mettere qualche granello di riso.

Per evitare i cattivi odori dei lavandini,versare nello scarico aceto caldo
miscelato ad una manciata di sale grosso. Dopo un' ora far scorrere l'acqua.

Per pulire le piastrelle e le giunzioni usare una soluzione sbiancante ( tre quarti
di tazza di candeggina in 5 litri d' acqua ) con una spugna o un vecchio
spazzolino da denti,. Usare guanti di gomma e poi sciacquare bene.

Per pulire i vetri lavarli con un panno umido bagnato con acqua (un litro) e
ammoniaca o aceto ( due cucchiai ):la faccia interna del vetro in senso
orizzontale e verticale per l' esterno e asciugarli con la carta di un quotidiano.

Per togliere i depositi di vino e olio dalle bottiglie, riempire a metà ogni bottiglia
con una soluzione di acqua tiepida e SODA SOLVAY (due cucchiai per ogni litro
d'acqua).Tappatela con una mano, agitatela fino a che non risulti pulita e
sciacquatela con acqua corrente,

Per togliere il calcare dalla lavatrice fare un lavaggio a vuoto a 90° con quattro
litri di aceto.

Per eliminare i cattivi odori della cucina, riscaldare 1/4 di tazza di aceto in una
pentola senza coperchio. Per ottenere un effetto profumato per l' ambiente,
aggiungere all' acqua 1/2 cucchiaino di cannella.

Le superfici di lavoro in cucina si puliscono con ACETO bianco puro che evitano
anche la formazione di muffa.

Gli scaffali della cucina in legno si puliscono con ACETO puro; ridiventeranno
puliti, saranno sgrassati e profumati.I residui appiccicosi sulle stoviglie possono
essere ammorbiditi con 2 tazze di acqua e 1/2 tazza di aceto. I rsti si sciolgono
in pochi minuti e si lasciano eliminare senza problemi.

Per eliminare la RUGGINE dalle pentole di ferro e padelle riempire la pentola di

~4~
fieno, aggiungere 1/4 di tazza di Aceto e finire di riempire con l'acqua. Cuocere il
tutto per un' ora, poi si potranno pulire le macchie di ruggine. Se non si ha il
fieno si può usare anche del RABARBARO.

Le stoviglie in zinco possono essere pulite facilmente con delle foglie di cavolo.
Bagnare semplicemente le foglie nell' aceto e immergerle nel sale prima di
lucidarvi lo zinco. Infine risciacquare bene e asciugare.

Per pulire gli oggetti di STAGNO si prepara una soluzione composta da 1


cucchiaio di SALE, 1 cucchiaio di FARINA e ACETO sufficiente per formare un
composto umido. Spalmare questo composto sullo stagno scolorito e lasciarlo
asciugare. Poi strofinare o spazzolare via questo composto e sciacquare l'
oggetto di stagno nell'acqua calda e poi asciugare.

Per pulire le condutture di scarico, versare mezza tazza di LIEVITO in polvere e


poi mezza tazza di Aceto e , dopo circa dieci minuti lasciare scorrere l' acqua
calda. Le condutture saranno libere da cattivi odori, se una volta a settimana vi
si versa mezza tazza di ACETO.

Per eliminare i cattivi odori dalle SCARPE, porre al loro interno della polvere di
timo: profuma e disinfetta.

Ogni tanto disinfettare lo spazzolino da denti immergendolo in un bicchiere di


vetro pieno d'acqua e facendo sciogliere una pastiglia effervescente per
dentiere al suo interno. Dopo mezz'ora si potrà sciacquare e riutilizzare.

Per detergere a fondio pettini e spazzole immergerli per almeno un'ora in una
soluzione di acqua calda e SODA SOLVAY e poi sciacquarli oppure
ammorbidendoli con un composto di 2 tazze di acqua e sapone caldo e 1/2
tazza di aceto.
.
I noccioli delle ciliege possono tornare utili: hanno la caratteristica di assorbire
velocemente il calore e di rilasciarlo lentamente. Una volta puliti, si possono
quindi utilizzare per creare cuscini ideali per la cura di sintomi reumatici e
tensioni muscolari.

Per deodorare i sedili in stoffa e i tappetini dell'automobile cospargere in modo


uniforme Bicarbonato Solvay e lasciare agire per almeno 15 minuti (anche di più
in caso di odori persistenti). Rimuovere il prodotto residuo con l'aspirapolvere.

~5~
Le parti cromate dei veicoli luccicano se pulite con l' aceto.

Per prolungare la brillantezza dell'acciaio si può usare l'olio d'oliva : passarci


sopra un panno asciutto imbevuto con una piccola quantità di olio e in seguito
lucidare.

Per evitare che i libri ingialliscono col tempo, mettere tra le pagine qualche foglia
fresca di lauro.

I pennelli, incrostati di colore asciugato, si ammorbidiscono se cotti un pò nell'


aceto.(Riempire una pentola con l' aceto dove immergere i pennelli e farli
riposare lì per un' ora. Poi far bollire l' aceto e far cuocere i pennelli per 20
minuti a fiamma lenta. Sciacquare i residui del colore dal pennello e ripetere l'
operazione qualora il colore è impregnato in profondità).

Un buon detergente per metalli si ottiene con 2 cucchiai di pasta pulente contro
il calcare e un pò di aceto. Strofinare il composto sul metallo e lasciarlo
asciugare. Poi sciacquare con acqua calda e asciugare con uno strofinaccio.
Questo gli conferirà una bella lucentezza.

Per ridare all' ottone e al rame il loro splendore antico unire dell' ACETO e del
succo di LIMONE in parti uguali e riportare sulle superfici questo liquido con
della carta e infine strofinare con uno straccio asciutto e morbido.

Le fontane diventano di nuovo pulite se lucidate con una soluzione ottenuta da


1/3 di tazza di ACETO e 2/3 di tazza di acqua. Questa miscela è utile anche per
eliminare il calcare dal manico della doccia.

Uova,latte e burro prendono gli odori degli altri alimenti: è preferibile tenerli ben
chiusi nelle loro confezioni.

Per detergere e neutralizzare gli odori del frigorifero e del freezer, utilizzare una
soluzione composta da due cucchiai di Bicarbonato per ogni litro d'acqua.
Strofinare le pareti con una spugna imbevuta di questa, poi risciacquare e
asciugare. Nella stessa soluzione lasciare in ammollo anche i contenitori in
plastica. Per rimuovere macchie più ostinate, residui di cibo e tracce di muffa dal
frigo e dal freezer preparare la pasta di bicarbonato Solvay con l'acqua e
strofinare con una spugnetta e poi risciacquare accuratamente.
Il frigorifero va lavato ogni due o tre mesi.

~6~
Pentole e piatti sgrassati- Unire al detersivo un bicchiere d' aceto.

Bicchieri splendenti senza aloni- Per rimuovere da calici e bicchieri macchie


residue di calcare e aloni basta riempirli con acqua tiepida e un cucchiaio (25 g.)
di Bicarbonato Solvay.Passare una spugnetta non abrasiva e risciacquare con
cura.

Piano cottura-Spargere Bicarbonato Solvay direttamente su una spugna umida


per rimuovere i residui di cibo o le bruciacchiature.
Poi strofinare e sciacquare.

Il forno si pulisce meglio se ancora tiepido. In caso di sporco difficile cospargere


un pò di acqua e Bicarbonato su una spugnetta umida e passare direttamente le
pareti e i piani del forno, oppure usare ACETO al posto dell'acqua e strofinare.
Per neutralizzare definitivamente gli odori residui del forno mettere all'interno
una scatola aperta o bucherellata con Bicarbonato Solvay dopo averlo pulito. Il
forno a microonde ritorna pulito e profumato se vi si fa cuocere un pò di acqua e
aceto. (1/4 di tazza di ACETO e 1 tazza di acqua).per 5 minuti.. Gli odori
sgradevoli scompaiono e le incrostazioni si ammorbidiscono..

Le Incrostazioni di stoviglie-Immergerle per una notte in acqua bollente


addizionati con due bicchieri di aceto e sale grosso.

Incrostazioni della caffettiera- Mescolare 2 cucchiai d' aceto con un cucchiaio di


sale fino e strofinare.

Per il ferro da stiro- Versare al suo interno una miscela composta da un


bicchiere d' acqua e uno d'aceto. Scaldare il ferro alla massima temperatura per
qualche minuto. Lasciare raffreddare e sciacquare.

Per neutralizzare il cattivo odore della pattumiera cospargere un pò di


Bicarbonato tra i sacchetto di plastica e la pattumiera stessa, avendo cura di
sostituirlo almeno una volta la settimana. Oppure versare tre cucchiai di
bicarbonato direttamente nel secchio dell'immondizia man mano che si riempie
di rifiuti.
Pulire il secchio della spazzatura una volta alla settimana mettendo un cubetto
di ghiaccio e mezza tazza di ACETO, agitando bene il secchio.

Per dare agli armadi un gradevole profumo di spezie conficcare chiodi di


garofano su una arancia o un limone e appenderli in essi. Al momento di fare il
~7~
cambio degli armadi proteggere abiti, giacche e giacconi di lana con un rimedio
molto ecologico ed economico. e tra un capo e l'altro mettere un sacchetto di
cotone riempito con grani di PEPE antitarme.

Prima di riporre un vestito appena tolto, controllare che non abbia macchie,
strappi o bottoni staccati, aggiustarlo smacchiarlo
subito e riporlo su grucce in plastica o legno. Le macchie di sudore scompaiono
dai capi di abbigliamento lasciando i vestiti per una notte in ammollo in 13 litrl d'
acqua e 1/4 di tazza di aceto.
Usare l'aceto puro per eliminare anche le macchie di frutta, di bacche, di erba, di
tè e di caffè.
Prima di lavare i panni molto sporchi, spruzzarli prima con dell' aceto per
facilitare il lavoro. Inoltre la stoffa diventa più morbida.

La gomma masticante o la colla dalle decalcomanie si rimuove bagnandole con


l' aceto. Se l' aceto è caldo i residui appiccicosi si eliminano ancora più
velocemente.

Mobili di legno = Per lucidarli mischiare 1/4 di tazza di Olio di LINO, 1/8 di tazza
di ACETO e 1/8 di tazza di WHISKY. Quando l'alcool evapora si scioglie anche
lo sporco.

I graffi sui mobili di legno diventano invisibili quando si trattano con ACETO e
OLIO. Unire i due ingredienti in parti uguali in una scodella piccola e con un
pennello passare la soluzione. Per i colori più scuri aggiungere più iodio, per i
colori chiari aggiungere più aceto.

Per lucidare la pelle unire 2/3 di tazza di Olio di LINO, 1/3 di tazza di Aceto e 1/3
di tazza di Acqua, mescolare bene il tutto e passare con uno straccio umido.
Dopodichè lucidare con un panno pulito.

Nelle pulizie, il bicarbonato serve da anticalcare e amplifica l'azione dell' acqua


ossigenata,

Per fermare i tappeti al pavimento applicare ai bordi una striscia di nastro


bioadesivo.

Per la pulizia di tappeti e moquette strofinarli con una spugna imbevuta di Aceto
bianco.

~8~
Non buttare nel lavandino o nel water l'olio vegetale impiegato per friggere e
condire perchè inquina suolo, sottosuolo e sistema idrico. Informarsi presso il
comune che fornirà l' indirizzo dei depositi di stoccaggio a cui inviarlo.

Non gettare le vecchie tovaglie cerate : possono essere utilizzate per creare
grembiuli impermeabili, da usare in giardino o in cucina, oppure borse per la
spesa.

I detersivi eliminano il grasso dai tessuti perchè la coda delle loro molecole si
attacca alle particelle di grasso, mentre la testa è attratta verso l'acqua, così,
quando si agita il liquido, il grasso viene rimosso dal tessuto.

Per impedire che all' interno delle confezioni di cereali, pasta e legumi secchi
nascano farfalline o altri insetti, conservare questi alimenti in vasi e barattoli di
vetro, preferibilmente scuro, insieme a qualche foglia di alloro e peperoncino
nero.

Il raffreddamento dei cibi in frigorifero rallenta le due cause principali del loro
deterioramento : la crescita di muffe e batteri e la scomposizione chimica. In un
frigorifero domestico la temperatura viene mantenuta tra 1 e 5° C.: abbastanza
per mantenere freschi per una settimana la maggior parte dei cibi presenti nelle
nostre case.

Quando si puliscono le verdure non bisogna scartare parti esterne come foglie,
gambi, ecc. perchè sono estremamente ricche di vitamine e sali minerali.
La VERDURA dura diventa più tenera se si lascia marinare in acqua e aceto
prima di cucinarla.

S\e c'è vento un sistema pratico per stendere le lenzuola è piegarle a metà e
appenderle per entrambi gli orli.

Se dopo il bucato si sente ancora l' odore del sudore, tamponare la zona con
una miscela composta da un cucchiaino da the di ACETO bianco in una tazza d'
acqua e poi sciacquare.

La biancheria bianca diventerà candida se si userà metà dose di detersivo e un


pacchetto di lievito.

Per rendere i pavimenti puliti, aggiungere un pò di ACETO all' acqua.

~9~
Lo scheletro di un vecchio ombrello potrà essere utilizzato per asciugare in casa
gli indumenti più piccoli. Basterà appenderlo per il manico

Per stirare un indumento con disegni a rilievo, metterlo a rovescio e


comprimerlo frapponebdo un panno ed evitare di passare il ferro avanti e
indietro..

Per cucire senza fatica, ogni tanto far penetrare la punta dell' ago in una
saponetta. Se il tessuto è molto spesso strofinare la saponetta asciutta sul
tessuto prima di cominciare a cucire.

Se si ha difficoltà a infilare il filo nella cruna dell' ago irrigidire l' estremità del filo
con smalto per unghie di colore neutro o con lacca per capelli.

Quando si acquista una pentola di alluminio farci bollire la prima volta, un pò di


LATTE che poi si getterà via. In questo modo si
rimuovono dal metallo tutte le eventuali sostanze nocive presenti.

Pratico, veloce,economico il sistema per rendere ben pulite le lame dei coltelli:
basta fregarle energicamente con mezza PATATA cruda.

Per togliere il segno di un vecchio orlo prima stirarlo, poi bagnarlo con acqua e
sapone e ripassarlo con il ferro a vapore.

Profumo casalingo : Chiodi di GAROFANO conficcati su una arancia o un


limone.

La lacca per capelli elimina le macchie di BIRO, ma, prima di usarla su seta o
acetato fare una prova

Gli occhiali rimangono ben puliti e le lenti senza macchie se si puliscono con
acqua e aceto.

Per ridurre la formazione del calcare e delle incrostazioni aggiungere 1


cucchiaio di bicarbonato nella lavatrice e nella lavastoviglie ad ogni lavaggio.

Evitare l'uso di ammorbidenti ,sostituirli con uno o due bicchieri di aceto bianco
nell' ultimo risciacquo che renderà i colori più vivi e il bucato bianco ancora più
bianco. L'aceto agisce anche da ammorbidente ed evita la formazione di muffa
e anche i germi dei funghi dei piedi nei calzini vengono resi innocui.

~ 10 ~
Quando si lavano i nuovi capi di abbigliamento per la prima volta aggiungere
dell'aceto al lavaggio per eliminare l' odore e i prodotti chimici usati per la
fabbricazione.

Per detergere a fondo il box doccia e sanitari procedere al lavaggio con una
spugna imbevuta di acqua e SODA SOLVAY e poi sciacquarla. Per eliminare
tracce di muffa o calcare dal tappetino antiscivolo della doccia sfregarlo con
l'aiuto di una spugna cosparsa di SODA.
Non acquistare i detersivi con il bollino rosso perchè contengono il sale sodico
dell' acido nitrilotriacetico ( NTA ), che distrugge la vita dei fiumi.

Per la polvere: Coprire la scopa con due calzini vecchi per togliere in alto la
polvere o panno di microfibra legato alla scopa.

La lavatrice va riempita sempre a pieno carico e i panni vanno tenuti in ammollo


tutta la notte precedente.

L'aceto bianco fa diventare puliti i colletti ingialliti.

Le macchie di caffè vanno sfregate con sapone di Marsiglia leggermente umido,


fare ammorbidire in acqua calda e poi risciacquare bene, oppure spargere soda
sopra la macchia e passarvi un panno umido.

Grasso: se si agisce subito, le macchie non vanno trattate con acqua (che fa
coagulare il grasso ), è meglio applicarvi sopra borotalco o lievito in polvere.

Grasso o moscerini su lampade : mezzo litro di acqua calda con sapone liquido
per piatti (mezzo cucchiaio).Passare un panno, pulire e non sciacquare.

Guerra alle ragnatele :Insetticida in polvere sulla scopa è il segreto per pulire
angoli e soffitti dove si annidano le ragnatele. Dopo questo trattamento non si
riformano più. Attenzione però: ricordarsi di proteggere occhio e capelli con
occhiali da sole e un foulard.

Lampadari e cristalli: un litro di acqua calda e 230 g. di alcool e spruzzare su di


essi (Attaccare al lampadario un ombrello aperto).

Quadri: spolverarli e spruzzare su di essi l'acqua calda e alcool o pallina di


mollica sul vetro o ancora usare il phon o un pennello.
~ 11 ~
Rossetto: sfregare con glicerina e quando la macchia si è sciolta lavare con
acqua

Macchie d' inchiostro sulle mani:per far scomparire le tracce di biro, invece della
pietra pomice basta strofinare una buccia di BANANA.

Ruggine : usare sale fino e succo di limone e lasciare al sole per un' ora.
Oppure trattare la macchia con aceto e lavare con acqua e ammoniaca..

Per pulire a fondo vetri e specchi utilizzare una spugna imbevuta in una
soluzione di acqua e SodaSolvay (75 g. di Soda cioè 3 cucchiai in 5 litri
d'acqua ).

Per pulire il forno : quando è ancora caldo inserire una bacinella di acqua e
limone: il vapore ammorbidirà i residui.
Mettere il Bicarbonato Solvay su una spugnetta umida, poi lavare i ripiani e
risciacquarli
Per eliminare i cattivi odori, tra un utilizzo e l'altro, lasciare all' interno una ciotola
piena di Bicarbonato.

LAVASTOVIGLIE splendente : Per evitare gli odori sgradevoli cospargere le


stoviglie con Bicarbonato Solvay.
Per deodorare e sgrassare, una volta al mese, aggiungere 100 grammi di
Bicarbonato Solvay nella lavastoviglie vuota e avviare il programma di
risciacquo.

FRIGORIFERO:Per pulire internamente e prevenire i cattivi odori, rimuovere


residui di cibo ed eventuale muffa, lavare le superfici
con acqua e bicarbonato. Per un effetto anti-odore lasciare nel frigo una ciotola
colma di bicarbonato Solvay.

Per detergere a fondo pettini e spazzole immergerli per almeno un'ora in un


cucchiaio di SodaSolvay con un litro di acqua calda

Per rimuovere tracce di grasso e bruciature da pentole, padelle e stoviglie


cospargere una spugna umida con SodaSolvay, strofinare e sciacquare oppure
applicare una pasta di Soda e acqua sulle parti sporche e lasciare agire per
almeno 30 minuti. Poi lavare e sciacquare.

~ 12 ~
Per sgrassare a fondo il lavello passare la parte interessata con una spugna
imbevuta in una soluzione di Soda e acqua calda ( 1 cucchiaio di Soda in un
litro di acqua calda)

Per sgrassare le piastrelle lavarle una volta a settimana con una soluzione
d'acqua calda in cui sciogliere un cucchiaio di Soda per ogni litro d'acqua.

Per eliminare gli odori dal secchio dell'immondizia, dei sottovuoti e delle tovaglie
plastificate, lavarli con acqua e Soda(1 cucchiaio di Soda per ogni litro d'acqua)
e poi sciacquare.

Per neutralizzare gli odori che si formano nei tubi di scarico dei sanitari versare
una soluzione di acqua calda e SodaSolvay dopo avervi fatto scorrere
abbondante acqua calda corrente. Lasciare agire per circa 10 minuti e far
scorrere nuovamente l' acqua. Il dosaggio è: 4 cucchiai di Soda per ogni litro
d'acqua.

Per rendere splendenti e pulite le superfici esterne in plastica dei piccoli


elettrodomestici come tostapane, robot da cucine e frullatore, strofinarli una
volta alla settimana con acqua e Soda ( 1 cucchiaio di Soda in ogni litro
d'acqua). Poi sciacquare con abbondante acqua.

Per impedire che all' interno delle confezioni di cereali, pasta, farina e legumi
secchi nascano farfalline o altri insetti, conservare questi alimenti in vasi e
barattoli di vetro , preferibilmente scuro, insieme a qualche foglia di alloro e
peperoncino nero.

Non buttare il pane avanzato, ,piuttosto lasciarlo seccare e poi macinarlo.

Quando pulite le verdure non scartare parti esterne come foglie, gambi perchè
sono estremamente ricche di vitamine e sali minerali.

Per eliminare le tracce di sporco dalle tende veneziane strofinarle con una
spugna imbevuta in una soluzione di acqua calda e Soda. e poi sciacquarle.
Oppure mettere 250g. di bicarbonato o sale grosso nella vaschetta del detersivo
della lavatrice per ravvivare il colore ed eliminare il grigiore.

Per togliere i depositi di vino e olio dalle bottiglie riempire a metà ogni bottiglia
con una soluzione di acqua tiepida e Soda Solvay. Tapparla con una mano,
agitarla fino a che non risulti pulita e poi sciacquarla con acqua corrente.
~ 13 ~
(dosaggio: 2 cucchiai di Soda per ogni litro d'acqua)-

Succo di frutta = Mettere una pezza al di sotto della macchia. Poi mettere
glicerina sulla macchia per 15 minuti e poi strofinare con sapone di Marsiglia e
lavare a 60° in lavatrice.

Caffè su cotone = Un cucchiaio di borace e fare una pastetta con un pò d'


acqua, tamponare la macchia e poi lavare.
Caffè su tessuto sintetico = Acqua tiepida e alcool in parti uguali e trattare la
macchia con panno bagnato.

Gelato e cioccolato = Un pò di glicerina sulla macchia per 15 minuti e poi acqua


e borace con un panno e fare agire.

Pomodoro = Mettere la camicia in ammollo in acqua tiepida per 1 ora .Poi


tamponare la macchia con tre gocce di sapone liquido e alcune gocce di
ammoniaca in acqua tiepida e infine lavare.

Erba =(cotone) 1 cucchiaio di sale fino, paraffina liquida o solida e glicerina sulla
macchia per un' ora e poi lavare

Per aumentare l'efficacia del detersivo o del sapone aggiungere SODA SOLVAY
all' acqua del lavaggio(25 grammi di Soda equivalente a un cucchiaio per
secchio d'acqua ).

Per limitare gli schizzi di olio bollente, durante la frittura, mettere nella pentola
alcuni stuzzicadenti.

Per proteggere il sale dall' umidità, nella saliera mettere qualche granello di riso.

Per evitare i cattivi odori dei lavandini, versare nello scarico ACETO CALDO
miscelato ad una manciata di SALE grosso. Dopo
un' ora far scorrere l' acqua .

Per pulire le piastrelle e le giunzioni usare una soluzione sbiancante ( tre quarti
di tazza di Candeggina in 5 litri d' acqua) con una spugna o un vecchio
spazzolino da denti. Usare guanti di gomma e poi sciacquare bene.

Per pulire i vetri lavarli con acqua (un litro) e AMMONIACA o ACETO ( due
cucchiai ): la faccia interna del vetro in senso orizzontale e verticale per
~ 14 ~
l'esterno.

Per eliminare i cattivi odori delle scarpe, porre al loro interno della polvere di
TIMO: profuma e disinfetta oppure cospargere BICARBONATO SOLVAY su
calzini e scarpe (non quelle di cuoio che si potrebbe indurire) e lasciare agire
una notte prima di rimuoverlo. Oltre a neutralizzare gli odori riduce l' umidità dei
piedi che favorisce lo sviluppo di molti funghi.

Ogni tanto disinfettare lo spazzolino da denti immergendolo in un bicchiere di


vetro pieno d' acqua e facendo sciogliere una pastiglia effervescente per
dentiere al suo interno. Dopo mezz' ora si potrà sciacquare e riutilizzare. Oppure
immergere le setole in una soluzione di acqua calda e Bicarbonato SOLVAY e
lasciare agire tutta la notte.

Le eccezionali proprietà sgrassanti del Bicarbonato Solvay sono perfette per la


pulizia di pettini e spazzole. Lasciare in ammollo pettini e spazzole in una
soluzione di acqua calda e bicarbonato per circa un' ora. Dopo strofinarli e
sciacquarli con cura : torneranno come nuovi e senza odori sgradevoli.

Per prolungare la brillantezza dell'acciaio si può usare l' olio d' oliva: passarci
sopra un panno asciutto imbevuto con una piccola quantità di olio e in seguito
lucidare.

Uova, latte e burro prendono gli odori degli altri alimenti: è preferibile teneri ben
chiusi nelle loro confezioni.

Il frigorifero va lavato ogni due o tre mesi. Usare dell' acqua calda e una
manciata di Bicarbonato per togliere gli odori.

Per mantenere in ordine e fresco l' interno di un armadio riporre gli abiti puliti
lavati in casa o mandati in tintoria dopo l' uso, lasciare le ante leggermente
aperte per favorire la circolazione dell' aria e mettere una scatoletta di
Bicarbonato di sodio per assorbire gli odori e appendere un sacchettino di
LAVANDA.

Prima di riporre un vestito appena tolto, controllare che non abbia macchie,
strappi o bottoni staccati, aggiustarlo, smacchiarlo subito e riporlo su grucce in
plastica o legno.

Nelle pulizie il Bicarbonato serve da anticalcare e amplifica l' azione dell' acqua
~ 15 ~
ossigenata.

I detersivi eliminano il grasso dei tessuti perchè la coda delle loro molecole si
attacca alle particelle di grasso, mentre la testa è attratta verso l'acqua, così,
quando si agita il liquido, il grasso viene rimosso dal tessuto.

Il raffreddamento dei cibi in frigorifero rallenta le due cause principali del loro
deterioramento : la crescita di muffe e batteri e la scomposizione chimica.In un
frigorifero domestico la temperatura viene mantenuta tra 1 e 5°C. abbastanza
per mantenere freschi per una settimana la maggior parte dei cibi presenti nelle
nostre case.

Se dopo il bucato si sente ancora l' odore del sudore, tamponare la zona con
una miscela composta da un cucchiaino da thè di ACETO bianco in una tazza d'
acqua e poi sciacquare.

Lo scheletro di un vecchio ombrello potrà essere utilizzato per asciugare in casa


gli indumenti più piccoli. Basterà appenderlo per il manico.
Per stirare un indumento con disegni a rilievo, metterlo a rovescio e
comprimerlo frapponendo un panno ed evitare di passare il ferro avanti e
indietro.

Per cucire senza fatica, ogni tanto far penetrare la punta dell' ago in una
saponetta. Se il tessuto è molto spesso strofinare la saponetta asciutta sul
tessuto prima di cominciare a cucire.

Per togliere il segno di un vecchio orlo prima stirarlo, poi bagnarlo con acqua e
sapone e ripassarlo con il ferro a vapore.

Per ridurre la formazione del calcare e delle incrostazioni aggiungere un


cucchiaio di Bicarbonato nella lavatrice e nella lavastoviglie ad ogni lavaggio.

Le spugne vecchie ridiventano nuove se lavate in acqua e ACETO e lasciate in


ammollo per una notte in un litro di acqua e 1/4
di tazza di ACETO.

Per rimuovere residui di grasso, residui carbonici e bruciature di cibo dalle


griglie e dagli utensili del barbecue inumidire una spazzola a setole dure in una
soluzione di acqua e SodaSolvay, strofinare, sciacquare e asciugare con cura.
Per facilitare l' operazione è meglio detergere griglie e utensili quando sono
~ 16 ~
ancora tiepidi (6 cucchiai di Soda per litro d'acqua)
CENERE
(conservarla in contenitori di latta ben chiusi)

La ''CENERE di LEGNO'', passata al setaccio e mischiata con un pò di OLIO,


deterge e rende brillante gli OGGETTI di PELTRO e di METALLO in genere. Lo
stesso MIX toglie piccole e superficiali tracce di RUGGINE.

Le tracce di FUMO sulle ante di vetro della STUFA se ne vanno strofinandoci


sopra un panno umido e un pò di CENERE. Ripassando con un altro panno
umido il VETRO torna pulito.

Le tracce di ossidazione da POSATE e VASSOI in argento si eliminano con un


panno morbido e intinto nella CENERE del camino
( o quella di una sigaretta ).

Le macchie di VERDERAME sulle maniglie scompaiono passandole con uno


straccetto bagnato in AMMONIACA.

Le pentole e gli utensili da cucina sporchi di grasso si puliscono perfettamente


immergendoli in ACQUA e CENERE o fregandoli con un impasto più denso di
CENERE e ACQUA.

LA CENERE mescolata al CONCIME ed al TERRICCIO del fiori, è un ottimo


fertilizzante (Non va bene alle AZALEE e ai RODODENDRI ).

~ 17 ~