Sei sulla pagina 1di 149

in Viaggio

Numero 276 settembre 2020 euro 3,00


L A G U I D A P I Ù A G G I O R N ATA A L L E VA C A N Z E
EDITORIALE GIORGIO MONDADORI MENSILE P.I. 1/9/2020 Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. - D.L. 353/2003, art.1 comma 1, LO/MI - Lussemburgo Euro 5,70 - Francia Euro 6,90 - Principato di Monaco Euro 6,90 - Germania Euro 7,50 - Portogallo (Cont.) Euro 5,30 - Spagna Euro 6,00 - Svizzera Chf 8,80 - Svizzera Canton Ticino Chf 8,00 - Gran Bretagna £ 6,50

Strade del Vino 2020

Piemonte
Sulle colline
Patrimonio
Unesco
Lombardia
Vigneti eroici
in Valtellina
Veneto
Dal Garda alla
Valpolicella
Emilia Romagna
Lambrusco
e castelli
Campania
Uve autoctone
Dieci itinerari per
sotto il vulcano
scoprire l’Italia
degustando i suoi
Sicilia
Archeologia,
mare e cantine
d’eccellenza
ISSN 1125 7334
00276 >
vini più tipici
9 771125 733005

EDITORIALE GIORGIO MONDADORI


I CONTRIBUTORS / DI QUESTO MESE
inViaggio
DIRETTORE RESPONSABILE
Emanuela Rosa-Clot
emanuelarosaclot@cairoeditore.it

RESPONSABILE UFFICIO CENTRALE


Elisabetta Planca Caporedattore
elisabettaplanca@cairoeditore.it
UFFICIO CENTRALE
Rossella Giarratana Caporedattore
rossellagiarratana@cairoeditore.it
Pietro Cozzi Caposervizio
pietrocozzi@cairoeditore.it
Giovanni Mariotti giovannimariotti@cairoeditore.it
Carlo Migliavacca carlomigliavacca@cairoeditore.it
Renato Diez Rosalba Graglia Auretta Monesi Silvia Frau Raffaella Piovan raffaellapiovan@cairoeditore.it
Barbara Roveda barbararoveda@cairoeditore.it
Nato a Roma, Torinese “doc”, una Giornalista, scrive di Giornalista
REDAZIONE
giornalista e laurea in Storia, turismo, collaborando professionista, nata Matteo Calderaro matteocalderaro@cairoeditore.it
consulente d’arte, scrive di viaggi e di con le testate più sul Lago di Garda, Terry Catturini terrycatturini@cairoeditore.it
collabora con la food da molti anni. importanti, tra cui ma milanese Margherita Geronimo
nostra casa editrice, A p. 18 ci fa da Bell’Italia dove cura la d’adozione, scrive di margheritageronimo@cairoeditore.it
scrivendo per Arte guida nei magnifici rubrica Buona Italia. viaggi, cibo e Lara Leovino laraleovino@cairoeditore.it
Elena Magni elenamagni@cairoeditore.it
e Antiquariato. In scenari delle Langhe, Sempre alla ricerca di lifestyle. Per questo Sandra Minute sandraminute@cairoeditore.it
questo numero ci del Roero e del sapori autentici, è numero di In Viaggio
PHOTO EDITOR
porta in otto cantine Monferrato, andata dal Sud del ha percorso le Milena Mentasti milenamentasti@cairoeditore.it
d’autore, luoghi di splendide zone Garda alla Valpolicella Strade del Vino del Susanna Scafuri susannascafuri@cairoeditore.it
culto per gli amanti vitivinicole del nel Veronese alla Trentino-Alto Adige ART DIRECTOR
dei vini d’eccellenza Piemonte divenute scoperta di vini tra degustazioni e Luciano Bobba lucianobobba@cairoeditore.it
ma anche dell’arte Patrimonio di grande struttura assaggi di prodotti Corrado Giavara corradogiavara@cairoeditore.it
contemporanea (p. 6). dell’Umanità. (p. 60). tipici (p. 70). Simona Restelli simonarestelli@cairoeditore.it
IMPAGINAZIONE
Franca Bombaci francabombaci@cairoeditore.it
Francesca Cappellato
francescacappellato@cairoeditore.it
Isabella di Lernia isabelladilernia@cairoeditore.it
Claudia Pavesi Caposervizio
claudiapavesi@cairoeditore.it
SEGRETERIA E RICERCA ICONOGRAFICA
Mara Carniti maracarniti@cairoeditore.it
Paola Paterlini paolapaterlini@cairoeditore.it

PROGETTO GRAFICO E CONSULENZA CREATIVA


Silvia Garofoli
info@silviagarofoli.com • silviagarofoli.com
Giuseppe De BIasi Maassimiliano Rella Manuela Piancastelli Maria Cristina HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO
Maria Cristina Castellucci, Giuseppe De Biasi, Renato
Castellucci Diez, Silvia Frau, Rosalba Graglia, Paolo Martini,
Giornalista Giornalista e Napoletana, Auretta Monesi, Vannina Patanè, Manuela Piancastelli,
professionista e comunicatore, è giornalista storica de Siciliana, giornalista Massimiliano Rella, Claudia Sugliano
sommelier AIS, sempre attratto dalle Il Mattino, scrive professionista, da
animo viaggiatore in novità e dagli stili di da anni per le nostre quando ha iniziato a EDITORIALE GIORGIO MONDADORI
perenne movimento, vita. In questo testate di viaggio. scrivere di viaggi e divisione di
si occupa di cultura e numero ha esplorato Ha una grande turismo, circa 25 anni
di enogastronomia. la Strada dei Vini passione per il vino, fa, si è occupata
Qui ci accompagna dei Castelli Romani, che qui ci racconta principalmente di
in Emilia Romagna un territorio a pochi attraverso la Strada raccontare la sua PRESIDENTE
alla scoperta delle chilometri da Roma, dei Vini dei Campi isola. In questo URBANO CAIRO
rocche e dei borghi che attraversa Flegrei, isola numero ci porta DIRETTORE GENERALE
del Modenese, terra residenze gentilizie, d’Ischia, Vesuvio, un lungo la Strada Giuseppe Ferrauto
di elezione del resti archeologici e itinerario tra storia e del Vino Terre Sicane CONSIGLIERI: Andrea Biavardi, Alberto Braggio,
Lambrusco (p. 82). parchi (p. 102). miti (p. 110). (p. 120). Giuseppe Cairo, Ugo Carenini, Giuliano Cesari,
Giuseppe Ferrauto, Uberto Fornara, Marco
Pompignoli, Mauro Sala.
Nella foto. La “big bench” (panchina gigante) LE IMMAGINI DI QUESTO NUMERO CAIRO EDITORE S.P.A.
Rosso Barbera del Monferrato presso Cartografia: Davide Bassoli; Cantine d’arte: C. Borlenghi/Sea & DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE:
la Chiesa di San Grato, Sala Monferrato (AL). See (pp.6-7), N.Ravera (p.8), N.Lovison (p.8), P. Carrieri (p.10), corso Magenta 55, 20123 Milano, tel. 02 433131,
M. Listri (p.12), T. Gerbaldo (p.14); Piemonte: G. Croppi (pp. 24, 27, fax 02 43313927, www.cairoeditore.it
29), Gettyimages (p. 24), Awl (p. 28); Liguria: Ipa (p. 39); (e-mail: inviaggio@cairoeditore.it)
Lombardia: M. Rella (pp. 48, 50, 53), M. Ripani (pp. 49, 50, 53), ABBONAMENTI: tel. 02 43313468, orario 9-13, da
L. Merisio (pp. 50, 51, 54), L. Arzuffi (p. 52), Previsdomini/Consorzio lunedì a venerdì e-mail: abbonamenti@cairoeditore.it
UFFICIO DIFFUSIONE: tel. 02 43313333
Turistico Media Valtellina (p. 53); Veneto: F. Cogoli (pp. 60-61, 62,
ARRETRATI A PAGAMENTO: tel. 02 43313410 - 517,
63, 64, 66, 67), Gettyimages (pp. 63, 65), Ipa (pp. 63, 64);
fax 02 43313580, diffusione@cairoeditore.it
Trentino-Alto Adige: F. Cogoli (pp.70-71, 72, 73, 75, 76, 76-77),
A. Ceolan (pp. 72-73, 74, 74-75, 77, 78, 79); Emilia Romagna:
Gettyimages (pp. 82-83), Ipa (p. 84), P. Righi/Meridiana Immagini STAMPATORE: ARTI GRAFICHE BOCCIA s.p.a.
(pp. 84-85, 85, 86, 88); Toscana: Awl (p. 97); Lazio: M. Rella via Tiberio Claudio Felice 7, 84131 Salerno (SA).
(pp. 104, 106, 108); Campania: Gettyimages (p. 113);
Prossimamente: M. Ripani (p. 143); Ricetta: La Camera Chiara
DISTRIBUTORE PER L’ITALIA:
m-dis Distribuzione Media S.p.A.
(p. 144); Foto a lato: Roby Allario/Unsplash Via Cazzaniga 19, 20132 Milano – Tel. 02.2582.1
DISTRIBUTORE PER L’ESTERO:
Testi e fotografie non richiesti non vengono restituiti Sodip Spa - Via Bettola 18
20092 Cinisello Balsamo (MI) Italia
in Viaggio Copyright 2020. Cairo Editore S.p.A. Tutti i diritti riservati. Testi, fotografie e disegni contenuti in questo numero Accertamento diffusione: Certificato n.
non possono essere riprodotti, neppure parzialmente, senza l’autorizzazione dell’Editore. Pubblicazione mensile registrata presso 276 del 10.05.97 - Periodico associato
il tribunale di Milano il 10/05/1997, n. 276. Una copia euro 3, arretrati euro 6. alla FIEG (Federaz. Ital. Editori Giornali)

inviaggio 2
SOMMARIO

A PAGINA 60
in Viaggio
Numero 276 settembre 2020 euro 3,00
L A G U I D A P I Ù A G G I O R N ATA A L L E VA C A N Z E
EDITORIALE GIORGIO MONDADORI MENSILE P.I. 1/9/2020 Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. - D.L. 353/2003, art.1 comma 1, LO/MI - Lussemburgo Euro 5,70 - Francia Euro 6,90 - Principato di Monaco Euro 6,90 - Germania Euro 7,50 - Portogallo (Cont.) Euro 5,30 - Spagna Euro 6,00 - Svizzera Chf 8,80 - Svizzera Canton Ticino Chf 8,00 - Gran Bretagna £ 6,50

Strade del Vino


in Viaggio Strade del Vino

2020
DOSSIER
6 Cantine d’arte: otto tenute tra
opere contemporanee e buon bere

Piemonte
Sulle colline
PIEMONTE
Langhe, Roero e Monferrato: sulle
Patrimonio
Unesco
Lombardia
Vigneti eroici
18
colline Patrimonio Unesco
in Valtellina
Veneto
Dal Garda alla
Valpolicella
Emilia Romagna
Lambrusco
e castelli
Campania
Uve autoctone
Dieci itinerari per
sotto il vulcano
scoprire l’Italia LIGURIA
degustando i suoi
Sicilia
Archeologia,
mare e cantine
d’eccellenza
ISSN 1125 7334
00276 >
vini più tipici 36 Alla scoperta dei vini e del mare
della Riviera di Ponente
9 771125 733005

EDITORIALE GIORGIO MONDADORI

In copertina: Il Santuario di Nostra


Signora di Loreto - Santa Casa domina LOMBARDIA
i vigneti di Tresivio, presso Sondrio, 48 Sulla Strada del Vino della
in Valtellina. Fu costruito tra il 1646 Valtellina, tra borghi e santuari
e il 1790 in posizione sopraelevata sul
colle di Tronchedo.
Foto di Luca Arzuffi. LOMBARDIA-VENETO
60 I bianchi del Lugana e di Custoza
e l’Amarone della Valpolicella

TRENTINO-ALTO ADIGE
70 Vino, grappa e bollicine: da Trento
a Bolzano, con giri a piedi o in bici

EMILIA ROMAGNA
82 Rocche e borghi nelle terre del
Lambrusco modenese

in Viaggio
Numero 275 agosto 2020 euro 3,00
L A G U I D A P I Ù A G G I O R N ATA A L L E VA C A N Z E
EDITORIALE GIORGIO MONDADORI MENSILE P.I. 1/8/2020 Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. - D.L. 353/2003, art.1 comma 1, LO/MI - Lussemburgo Euro 5,70 - Francia Euro 6,90 - Principato di Monaco Euro 6,90 - Germania Euro 7,50 - Portogallo (Cont.) Euro 5,30 - Spagna Euro 6,00 - Svizzera Chf 8,80 - Svizzera Canton Ticino Chf 8,00 - Gran Bretagna £ 6,50

Sardegna 2020
in Viaggio Sardegna

Mare, natura, arte e gusto


tutto in un’isola unica

Il Parco Nazionale
La Maddalena
isole incantate
Parco e area marina
Porto Conte
e Capo Caccia
Le spiagge del Sud
A Villasimius
come ai Caraibi
In cammino
La costa est
e le cento torri
Trekking
Sant’Antioco
e San Pietro
Enogastronomia
I vini della
costa ovest
e i sapori
della Barbagia
ISSN 1125 7334
00275 >

9 771125 733005

EDITORIALE GIORGIO MONDADORI

SCARICA L’APP PER IPAD/IPHONE


PRIMO NUMERO GRATIS

in Viaggio è disponibile anche


per iPad/iPhone: su iTunes
Store si trovano il numero

18 6
in edicola e gli arretrati.
Ci si può anche abbonare.
Un numero di prova è gratis.
A PAGINA A PAGINA
Piaceri di fine estate
nei paesaggi scolpiti dal vino

A PAGINA 70 Settembre è mese di vendemmia. Molti vignaioli


saranno impegnati, ma certo è un momento bellissimo
per andare per vigne. Uno dei paesaggi creati dall’uomo
più belli da vedere, con le geometrie dei filari che
accarezzano i fianchi delle colline, dal Piemonte
Patrimonio Unesco al Veneto del Valpolicella, dall’Emilia
TOSCANA del Lambrusco alla Toscana della Val d’Orcia, come
92 Un tour tra i paesaggi più belli del in un quadro del Rinascimento. La viticoltura eroica,
Senese per scoprire la Doc Orcia come viene definita quando si abbarbica su pendii che
non possono che essere coltivati a mano, ha intagliato e
LAZIO
102 Cantine e locali in cui gustare intarsiato di muretti a secco la Valtellina e la Liguria.
i sapori tipici dei Castelli Romani Ma anche gli astemi possono felicemente seguire i nostri
itinerari, perché c’è molto altro da fare sui territori che
CAMPANIA
110 Vesuvio, Campi Flegrei e Ischia: raccontiamo. Come la porzione di Sicilia occidentale,
i vini vulcanici di Napoli che si può visitare anche solo per il mare e l’archeologia.
Oppure le terre vulcaniche del Napoletano, dai Campi
SICILIA
Flegrei all’isola di Ischia, dove cultura e natura danno
120 Dal Belice fino alla costa, tra
Menfi, Sciacca e Porto Palo, dove spettacolo. Ma vuoi mettere guardare il Vesuvio con un
nasce la qualità dei vini sicani bel bicchiere di Falanghina in mano?

Direttore di in Viaggio

ALTO ADIGE
FRIULI-
VALLE TRENTINO VENEZIA
D’AOSTA
GIULIA
LOMBARDIA
VENETO
PIEMONTE

120
LIGURIA EMILIA-ROMAGNA

TOSCANA
A PAGINA MARCHE

UMBRIA

ABRUZZO
133 Ospitalità LAZIO
MOLISE

139 Proposte
TOP io CAMPANIA PUGLIA
agg
141 Libri inVi SARDEGNA
BASILICATA

144 La ricetta Questo bollino contraddistingue


i migliori hotel e ristoranti come CALABRIA
rapporto qualità-prezzo secondo
il giudizio della redazione di in
Viaggio. Per ogni hotel vengono
segnalate (salvo diversa
indicazione) le tariffe a notte SICILIA
per una camera doppia
standard, dal prezzo minimo
al massimo nel corso dell’anno.
DOSSIER CANTINE D’ARTE

Il contemporaneo
tra i vigneti
Geometrie di filari e antiche bottaie diventano il palcoscenico di artisti
che creano opere “site specific” per le cantine di grandi marchi
del vino italiano. Ecco otto luoghi per chi ama l’arte e il buon bere
TESTO DI RENATO DIEZ

inviaggio 6
Nella foto.
L’installazione luminosa
di Kendell Geers
Revolution/Love (2003),
nella cantina del
Castello di Ama a
Gaiole in Chianti.
A destra. Aima, l’opera
di Anish Kapoor del
2004 nella piccola
cappella del castello.

N
egli ultimi
quarant’anni
l’enologia italiana
ha fatto passi da
gigante e oggi i vini
di grandi e piccoli
produttori ricevono premi e recensioni
lusinghiere sulle riviste specializzate di
mezzo mondo. Alcune cantine hanno
da tempo iniziato a raccogliere opere
d’arte contemporanea per dar vita a una
collezione in grado di offrire ai visitatori
un altro tipo di emozioni, oltre a quelle
che regalano le degustazioni. Alcuni
produttori, del resto, lo fanno da secoli.
Altre cantine hanno invece chiesto ad
archistar e artisti famosi di progettare
l’edificio nel quale si produce il vino
e sono diventate quasi luoghi di culto per
un turismo raffinato e colto come quello
degli appassionati di vini, ma non solo. Le
otto cantine presentate in queste pagine
sono gli esempi più riusciti del connubio
tra arte contemporanea e vini di qualità.

Castello di Ama
Già nella seconda metà del Settecento il
granduca di Toscana scriveva che “intorno
al Castello di Ama si trovano i migliori
vigneti del Chianti, ottimamente curati,
e tra le valli e le colline più belle di tutto
il paese”. Oggi la proprietà si estende su
200 ettari, 75 dei quali coltivati a vite.
Dal 1999 ha preso il via, inizialmente
in collaborazione con la prestigiosa
Galleria Continua di San Gimignano,
una collezione di arte contemporanea

inviaggio 7
che, oggi, ha un respiro museale. Da di prestigiosi musei internazionali. La
non perdere, tra le altre, le opere di collezione è oggi costituita da nove opere
Kendell Geers, Anish Kapoor, Chen Zhen, di artisti che hanno partecipato al premio,
Michelangelo Pistoletto, Hiroshi Sugimoto, tra cui Patrizio Di Massimo, Yuri Ancarani,
Daniel Buren, Giulio Paolini, Roni Horn Elisa Sighicelli, Giovanni Ozzola ed Eric
e Carlos Garaicoa. Il Castello di Ama Wesley. Una giornata a CastelGiocondo
accoglie gli ospiti – 8.000 l’anno – in due è un’esperienza per tutti i sensi, tra
ville settecentesche e in un antico borgo degustazioni, visita della collezione
rurale. Le cinque eleganti suite nella Villa esposta in vari spazi della tenuta, dalla
Ricucci prendono il nome dei vini prodotti cantina al garage e alla sala da pranzo,
(San Lorenzo, L’Apparita, Bellavista, e pernottamento nelle stanze da poco
Casuccia e Haiku), mentre il Ristoro di restaurate dell’antico borgo.
Villa Pianigiani è un ristorante elegante che
propone cucina toscana del territorio. Antinori
Giovanni di Piero Antinori nel 1385 entrò
Frescobaldi a far parte dell’Arte fiorentina dei Vinattieri.
Il legame della famiglia Frescobaldi con Da allora la famiglia non ha mai smesso
l’arte ha avuto inizio nel Rinascimento. d’inseguire l’eccellenza producendo vini
A CastelGiocondo, una rocca difensiva di altissima qualità: Tignanello, Solaia,
quattrocentesca nel cuore del territorio Brunello di Montalcino Vignaferrovia e
di Montalcino acquistata dai Frescobaldi Ampio delle Mortelle sono apprezzati
nel 1989, si produce il mitico Brunello fin in tutto il mondo. Il collezionismo degli
dall’Ottocento. Dal 2012, con la cura di Antinori affonda le radici nei secoli: basti
Ludovico Pratesi e la direzione artistica pensare che lo stemma di famiglia, dei
Sopra. L’installazione di Patrizio Di Massimo
di Tiziana Frescobaldi, viene organizzato primi del Cinquecento, è uscito dalla
Perbacco, 2016, 14 anfore in ceramica dipinte a un premio per artisti contemporanei, due bottega di Giovanni della Robbia. Dal
mano con oro zecchino, nelle cantine Frescobaldi.
In alto. Giorgio Andreotta Calò, Clessidra,
stranieri e un italiano, giudicati di volta in 2012 la collezione di dipinti, ceramiche,
2013-14, nella collezione Antinori a Bargino. volta da una giuria composta dai direttori tessuti pregiati e manoscritti è conservata

inviaggio 8
nello spazio museale della Cantina Cantina Petra un’attività millenaria come la vinificazione,
Antinori nel Chianti Classico insieme alle Nel 1997 Francesca Moretti e il padre a un’attenzione tecnologica per le esigenze
opere di arte contemporanea dell’Antinori Vittorio hanno acquistato 60 ettari a pochi produttive dei nostri tempi. Il cilindro di
Art Project, curato nella prima edizione, chilometri da Piombino, dando inizio alla pietra rossa di Lessinia disegnato da Botta,
del 2012, da Chiara Parisi e poi da produzione di vini di qualità, nel massimo con la sua corona impreziosita da una
Ilaria Bonacossa. Così, il visitatore di rispetto del territorio. La magnifica sede vegetazione che varia continuamente con
questa cantina potrà ammirare anche le della cantina di Suvereto è stata progettata le stagioni, è tra le cose da non perdere
opere di alcuni dei nomi al momento dall’archistar svizzero Mario Botta, che ha per qualsiasi appassionato di vini e di
più apprezzati del panorama artistico reinterpretato in chiave contemporanea, e architettura contemporanea. Interessante
internazionale, come Giorgio Andreotta con il suo caratteristico stile, le grandi ville anche il Giardino della principessa Elisa,
Calò, Tomás Saraceno, Sam Falls, Nicolas storiche della campagna toscana, riuscendo la collezione di erbe aromatiche adiacente
Party, Stefano Arienti e Rosa Barba. a coniugare un sapore antico, legato a alla cantina dedicata a Elisa Bonaparte.

Tenute Lunelli
Dal 2001 i Lunelli, già noti in tutto
il mondo per il Trentodoc Ferrari, e
proprietari delle tenute Margon, in
Trentino, e Podernovo, in Toscana,
producono eccellenti vini fermi anche
in Umbria, nella Tenuta Castelbuono.
Qui Arnaldo Pomodoro, dopo sei anni di
lavori e l’impiego di una vera e propria
bottega in stile rinascimentale, ha portato a

A sinistra. Il celebre Carapace di Arnaldo


Pomodoro per Tenute Lunelli a Bevagna.
Il progetto è stato completato nel 2012.
In alto. L’edificio progettato nel 2003 da Mario
Botta per la Cantina Petra a Suvereto.

inviaggio 10
termine nel 2012 uno dei suoi capolavori, rossi, vegliando immobile sui preziosi
una cantina-scultura che si integra tesori che si stanno affinando nelle botti.
magnificamente col territorio circostante: All’aperto si trovano Blue Guardians,
è il Carapace, una monumentale cupola l’installazione di Cracking Art del 2010,
coperta di rame e incisa con crepe che una serie di lupi azzurri in plastica riciclata,
richiamano alla mente i solchi della terra, guardiani colti in posizione attenta ma
nella quale si vive e si lavora. L’opera benevola, ed Eroi di luce, una scultura
di Pomodoro è anche stata pensata di Igor Mitoraj, in marmo di Carrara,
come uno scrigno, nel quale vengono realizzata nel 1991. Da vedere anche una
affinati e conservati i prestigiosi vini della piccola ma significativa installazione di
casa, come il Sagrantino e il Rosso di Bertozzi & Casoni.
Montefalco. Per l’artista è “una forma
che ricorda la tartaruga, simbolo di La Raia
stabilità e longevità che, col suo carapace, Dal 2013 Giorgio Rossi Cairo,
rappresenta l’unione tra la terra e il cielo”. imprenditore, e Irene Crocco, gallerista
milanese, hanno creato la Fondazione
Ca’ del Bosco La Raia che, con la direzione artistica di
Un’opera di Arnaldo Pomodoro accoglie Ilaria Bonacossa, ha dato il via al Sentiero
i visitatori anche nelle tenute di Maurizio dell’Arte, un percorso tra le vigne, i boschi
Zanella, grande appassionato di scultura, e gli edifici della tenuta nel territorio di
nella Franciacorta. È il Cancello solare, un Novi Ligure, in provincia di Alessandria.
vero cancello-scultura in bronzo e acciaio Sono qui esposti tre lavori di Remo
disegnato nel 1987 e portato a termine Salvadori, grande protagonista di un’arte
dall’artista nel 1993: si tratta di un grande colta e concettuale che si
sole, vero nutrimento dell’uva. Il Testimone nutre di continui riferimenti alla tradizione
Sopra. Adrien Missika, Palazzo delle Api, 2018:
la scultura in pietra di Luserna si trova a La Raia. di Mimmo Paladino, un altro dei pezzi forti ermetica d’impronta rinascimentale.
In alto. Testimone, di Mimmo Paladino, scultura Si accompagnano all’installazione del
in bronzo del 2017 ospitata nella barricaia della
della collezione d’arte, dal 2017 accoglie
cantina Ca’ del Bosco a Erbusco, in Franciacorta. invece i visitatori della barricaia dei vini tedesco Michael Beutler, a un lavoro di

inviaggio 12
INDIRIZZI
TOSCANA
Castello di Ama
Gaiole in Chianti (SI) Frazione Lecchi
in Chianti, Località Ama 0577 746031;
castellodiama.com Orario: visite guidate
personalizzate su prenotazione
a 0577 746069. Prezzi: su richiesta.
Villa Ricucci Prezzi: da 378 € con
colazione. Ristoro di Villa Pianigiani
Prezzo medio: 80 €.

Frescobaldi
Tenuta CastelGiocondo
Montalcino (SI) Località Castel Giocondo
0577 84131; artistiperfrescobaldi.it
e frescobaldi.com Orario: visite e
degustazioni su prenotazione a hospitality
@frescobaldi.it Prezzi: su richiesta.

Cantina Antinori nel Chianti Classico


San Casciano Val di Pesa (FI) Località
Bargino, Via Cassia per Siena 133
055 2359700 / 29375;
antinorichianticlassico.it e
antinoriartproject.it Orario: visite guidate e
degustazioni su prenotazione a visite@
antinorichianticlassico.it Prezzi: da 35 €.

Cantina Petra
Sopra. La Cappella del Barolo dipinta da Sol Suvereto (LI) San Lorenzo Alto 131
LeWitt e David Tremlett per la famiglia Ceretto. 0565 845308; petrawine.it Orario:
A destra. Il cancello-scultura di Valerio Berruti, visite e degustazioni su prenotazione
Ovunque proteggimi, accoglie dal 2012 i visitatori
della cantina Ceretto a Castiglione Falletto. a visit@petrawine.it Prezzi: da 35 €.

UMBRIA
Tenute Lunelli
Koo Jeong A, artista anglo-coreana, alle Tenuta Castelbuono
fotografie di Francesco Jodice e a una Bevagna (PG) Località Cantalupo,
Vocabolo Castellaccio 9 0742 361670;
grande opera dell’artista francese Adrien
tenutelunelli.it Orario: visite e degustazioni
Missika. Il suo Palazzo delle Api è un su prenotazione a carapace@tenutelunelli.it
oggetto scultoreo, a forma di piramide Prezzi: da 15 €.
rovesciata, in equilibrio tra arte, architettura
LOMBARDIA
ed ecologia. Realizzata nella locale pietra Ca’ del Bosco
di Luserna, l’opera è stata pensata per Erbusco (BS) Via Albano Zanella 13
accogliere migliaia di insetti necessari per 030 7766111 / 7766108; cadelbosco.
com Orario: visite guidate personalizzate
l’impollinazione. Merita una visita anche la
su prenotazione a cadelbosco.com/it/
Locanda La Raia, ristorante che propone la visita-la-cantina Prezzi: su richiesta.
cucina tradizionale del Gavi, con influenze realizzato le loro opere nei due ristoranti
liguri e piemontesi, reinterpretata in modo che la famiglia Ceretto gestisce sempre ad PIEMONTE
Alba – Piazza Duomo, con la cucina di La Raia
creativo dallo chef Tommaso Arrigoni. Novi Ligure (AL) Strada Monterotondo
Enrico Crippa, 3 stelle Michelin, e La Piola, 79 0143 743685; la-raia.it Orario:
Ceretto con Dennis Panzeri ai fornelli (vedere a visite e degustazioni su prenotazione a
pag. 30) –, nei quali sono visibili, tra gli winetour@la-raia.it Prezzi: da 25 €.
La Cappella del Barolo, una piccola chiesa
Locanda La Raia
di campagna del 1914, mai consacrata e altri, un affresco di Francesco Clemente Prezzo medio: alla carta 60 €.
usata come luogo di riposo dei lavoratori e un lavoro di Kiki Smith. Un cancello-
nelle vigne, è stata completamente ridipinta scultura di Valerio Berruti, Ovunque Ceretto
proteggimi, si ammira liberamente Tenuta Monsordo Bernardina
da due star dell’arte contemporanea come Alba (CN) SP Alba-Barolo, Località
Sol LeWitt e David Tremlett, chiamati all’ingresso di un’altra tenuta Ceretto, San Cassiano 34 0173 282582;
dalla famiglia Ceretto (vedere a pag. 18), la Cantina Bricco Rocche a Castiglione ceretto.com Orario: visite e degustazioni
Falletto. Da qui vale la pena di allungarsi su prenotazione 0173 268033.
storici mecenati dell’arte contemporanea
Prezzi: da 40 €.
nelle Langhe. Da vedere anche la Casa fino a Serravalle Langhe, per vedere Opera Cappella del Barolo La Morra (CN)
dell’artista, che dal 2010 ha ospitato i per le Langhe, un wall drawing appena Orario: 9‐19. Ingresso: gratuito.
grandi nomi – Patti Smith, Anselm Kiefer, eseguito da David Tremlett nell’ex oratorio Ristorante Piazza Duomo Alba (CN)
Piazza Risorgimento 4 0173 366167;
Marina Abramović – che hanno esposto di San Michele Arcangelo.
piazzaduomoalba.it Prezzo medio: menù
nella sede dell’azienda ad Alba o hanno ©riproduzione riservata degustazione da 230 €.

inviaggio 14
Vacanza
oltre i confini
Non bisogna andare troppo oltre iI confine
italiano, per godere di un’esperienza di vacanza
unica e davvero divertente. Il Falkensteiner
Hotel & Spa Carinzia, nel cuore dell’area del
Nassfeld, a brevissima distanza dall‘Italia,
vi aspetta con servizi prestigiosi per il
relax ed il benessere, e con una proposta di
esperienze montane per godersi appieno
l’altro lato delle Alpi!

LASCIATI ISPIRARE
falkensteiner.com/carinzia
PIEMONTE LANGHE, ROERO E MONFERRATO •

Nella foto. Le dolci colline ricoperte


di vigneti che caratterizzano
il paesaggio delle Langhe intorno
al borgo di Serralunga d’Alba,
visibile sulla destra nella foto.

inviaggio 18
Sulle colline
dell’Unesco
Dalla vigna urbana della Villa della Regina,
a Torino, fino alle “cattedrali sotterranee” di Canelli,
un percorso nei luoghi eletti Patrimonio
dell’Umanità tra arte, storia e i Borghi più belli d’Italia
TESTO DI ROSALBA GRAGLIA • FOTO DI MASSIMO RIPANI

inviaggio 19
N
el cuore
del Piemonte
le colline
➂ di vigneti
disegnano un paesaggio così straordinario da
essere stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità
dall’Unesco. E non si tratta solo di labirinti di filari
di viti, sorvegliati dall’alto da un castello, una
chiesa, un borgo arroccato. Il vino in Piemonte è
fatto di storia, di cultura, di arte. Una vocazione
in qualche modo “regale”, sancita anche – forse
soprattutto – da Casa Savoia.

L’itinerario che vi proponiamo comincia perciò
➁ a corte, a Torino. E a pochi minuti da Palazzo
Reale, alla Villa della Regina, gioiello del
Seicento. Immersa in un giardino all’italiana di
grotte e giochi d’acqua, comprende anche una
vigna urbana – gemellata con le più famose vigne
urbane d’Europa, da Montmartre a Vienna – che
oggi è tornata a produrre con Luca Balbiano il
“Vino della Villa della Regina”, una Freisa, il vino
Doc di Torino. La Villa fa parte della corona di
delizie sabaude elette Patrimonio dell’Umanità,
il fil rouge del nostro itinerario, che continua nei
territori Unesco alla scoperta di grandi vini e di
suggestivi scenari di storia e cultura.

Dove nasce il re dei vini


Prima tappa, la Langa del Barolo. Per arrivarci
da Torino si attraversano luoghi del gusto ormai
mitici: Bra, roccaforte di Slow Food e piccola

1. Il salone centrale dall’alto. La vigna, con


della seicentesca Villa la Mole Antonelliana
della Regina, a Torino. sullo sfondo, a sinistra;
2. La vigna della il borgo di Barolo, sorto
Villa e il suo bel nell’Alto Medioevo
giardino all’italiana. su un piccolo altopiano
3. Luca Balbiano, delle Langhe protetto
il produttore della da un anfiteatro di
Freisa della Villa. colline. Nell’800 vi
Nella pagina accanto, soggiornò Silvio Pellico.

inviaggio 20
inviaggio 21
inviaggio 22

1. Nel Castello di 2. La Chiesa di San


Grinzane Cavour, Vittore a Pollenzo.
dettaglio del grande 3. I vigneti sotto La
grappolo d’uva ideato Morra, storico borgo
dall’architetto Gian vinicolo, noto per la
Franco Gasparini (che produzione di Nebbiolo.
ha allestito il museo del Nella pagina accanto.
Castello) per la sala Il territorio intorno al
permanente dedicata al medievale Castello di
tema Vino e Salute. Grinzane Cavour. ➁

capitale del Roero, un centro storico costellato di


testimonianze del Barocco piemontese, attorno
una manciata di castelli – Govone, Magliano
Alfieri, Guarene – e la cittadella neogotica di
Pollenzo, dove re Carlo Alberto fece costruire
l’Agenzia, una tenuta agricola ideale, anch’essa
Patrimonio Unesco, nonché sede dell’Università di
Scienze Gastronomiche.
Carlo Alberto era un re con la passione per
l’agricoltura e il vino. Nel 1838 acquistò il vicino
Castello di Verduno e affidò la direzione della
tenuta e della cantina al generale Carlo Staglieno,
famoso enologo. Qui si produce dal ’700 un vino
considerato afrodisiaco, il rosso Pelaverga, e si
sperimentano le prime vinificazioni del Nebbiolo
da cui nascerà il re dei vini piemontesi, il Barolo.

La Strada del Barolo


Con Verduno e il suo castello entriamo nella
Strada del Barolo, a vivere quell’esperienza che è
l’”andar per Langa”, fra colline e borghi del vino.
D’obbligo la salita ai 513 metri di La Morra: dal
belvedere la vista è totale. Siamo a metà strada
fra due luoghi di culto, il borgo di Barolo e il
Castello di Grinzane. E il modo più scenografico
per arrivare da La Morra a Barolo è seguire la
passeggiata fra i vigneti di un cru d’eccellenza,
il Barolo Brunate, che passa per la Cappella del
Barolo. In principio era una cappelletta campestre
costruita a inizio ’900 per offrire riparo a chi
lavorava in vigna e mai consacrata. Sono stati
i Ceretto (vedere a pag. 6), famiglia di produttori
di vino illuminati con la passione per l’arte
contemporanea, a chiamare due grandi artisti,

inviaggio 23

1. Il centro di Monforte che sovrasta il borgo.


d’Alba, tra i Borghi Nella pagina accanto.
più belli d’Italia. Il campanile della
2. 3. Una sala del Cattedrale di San
WiMu, il museo Lorenzo, il duomo di
del vino ospitato nel Alba, con il Monviso
Castello di Barolo; sullo sfondo. La chiesa
l’esterno del maniero, odierna fu eretta tra il
più volte rimaneggiato ’400 e il ’500, in stile
a partire dal X secolo, gotico, in mattoni rossi.

Sol LeWitt e David Tremlett, per trasformare la


cappella in un coloratissimo logo dei vigneti,
esempio perfetto di come l’arte possa interagire
con il territorio. Tremlett ha lasciato il suo segno
➁ anche in altri edifici fra le vigne – la Chiesetta
della Beata Vergine del Carmine a Coazzolo, la
➂ Cappella del Relais San Maurizio a Santo Stefano
Belbo – e ha appena inaugurato l’Opera per le
Langhe nell’ex oratorio medievale di San Michele
Arcangelo a Serravalle Langhe.
Ora siamo a Barolo, dove la storia del vino
più famoso delle Langhe è raccontata in modo
innovativo e multimediale al WiMu, che sta per
Wine Museum, il museo del vino progettato
dall’architetto François Confino e allestito
nello storico Castello di Barolo, residenza di
villeggiatura di Carlo Tancredi Falletti di Barolo
e di sua moglie Juliette Colbert. Che non è stata
solo una grande benefattrice, ma anche un’esperta
di vini (discendente dal famoso ministro del re
Sole, apparteneva a una famiglia di produttori
di vino della Loira). Così in due castelli che si
fronteggiavano, Barolo e Grinzane, la marchesa
Giulia di Barolo e il conte di Cavour, con la
preziosa consulenza di enologi del calibro di
Staglieno e del francese Louis Claude Oudart,
iniziarono a produrre quel vino che sarebbe
diventato leggenda. Un’occhiata al Museo dei
Cavatappi, una visita all’Enoteca Regionale del
Barolo, quasi 200 etichette, e ci si sposta al
Castello di Grinzane Cavour (il conte fu sindaco
del paese per 17 anni, fino al 1849). Oggi il
maniero è sede di un museo etnografico, conserva
un po’ di cimeli cavouriani e ospita l’Enoteca

inviaggio 24
inviaggio 25
inviaggio 26

1. A Serralunga d’Alba, Nella pagina accanto,


le cantine della tenuta dall’alto. La Torre dei
di Fontanafredda Contini si trova in un
risalenti all’800. suggestivo punto
2. La parte vecchia del panoramico tra i vigneti
borgo di Barbaresco. in Frazione Santa
3. L’Enoteca Regionale Libera, a Canelli; un
del Barbaresco, interno della cantina
ospitata nella Chiesa storica Bosca, a Canelli,
di San Donato. Patrimonio Unesco.

Regionale Piemontese Cavour e il ristorante


stellato di Marc Lanteri.

Da Alba a Barbaresco
L’accoppiata vino e cibo è un’eccellenza ➁
collaudata, in Langa. Così si continua fra colline
e castelli, con tappe a Monforte d’Alba, uno ➂
dei Borghi più belli d’Italia, e a Serralunga
d’Alba, alla tenuta di Fontanafredda, dono di
Vittorio Emanuele II alla Bela Rosin, oggi un vero
“villaggio del vino” (spettacolari le cantine, fra le
100 più belle del mondo) con la cucina stellata
dello chef Ugo Alciati. Alba è un po’ la summa
di questo percorso food & wine, non a caso si
trova qui il celebrato ristorante Piazza Duomo
dello chef Enrico Crippa, il 3 stelle Michelin delle
Langhe, l’unico del Piemonte.
Dal Barolo al Barbaresco, il passo è breve: giusto
quella decina di chilometri che separano Alba dal
paese di Barbaresco, con la spettacolare Torre
dell’anno Mille, 30 metri di altezza (aperta alle
visite, con spazio-museo e terrazza panoramica,
dove fermarsi magari anche per un aperitivo), più
5 per arrivare a Neive, un altro dei Borghi più belli
d’Italia. Le colline del Barbaresco, “rivale” storico
del Barolo, sono un’altra zona Patrimonio Unesco
e l’Enoteca Regionale del Barbaresco, allestita
nella Chiesa di San Donato dalle volte affrescate,
ha tutta l’aria di un vero “tempio del vino”.

Le cantine storiche del Monferrato


Il vino qui è sacro, tanto da avere addirittura le sue
cattedrali (sotterranee) a Canelli, dove le colline
della Langa si stemperano in quelle del Monferrato

inviaggio 27
inviaggio 28
INDIRIZZI Cantina Fontanafredda
Serralunga d’Alba (CN)
Via Alba 15 0173 626481;
fontanafredda.it Orario: visite su
Villa della Regina
prenotazione, lun.-ven. da
Torino Strada Santa Margherita
concordare, sab.‐dom. alle 10,
79 011 8195035. Orario: visite
11.30, 15.30 e 17.
su prenotazione mar.-dom.
Prezzi: visite 15 €, con
10-18, max 10 persone a turno,
degustazioni di 2 vini 25 €.
con partenza ogni 30 minuti.
Ingresso: 7 €.
Torre di Barbaresco
Barbaresco (CN) Via Torino 67
Agenzia di Pollenzo ‐
333 9040135;
La Banca del Vino
torredibarbaresco.it Orario: visita
Pollenzo (CN) Piazza Vittorio
dell’edificio e salita in ascensore
Emanuele II 13 0172 458418;
alla terrazza mer.-gio. 14-19,
bancadelvino.it Orario: lun.-sab.
Sopra. L’interno di un o come cantina, per ven.‐dom. 10-19. Ingresso: 5 €.
10-19. Prezzi: degustazioni a
infernòt a Camagna conservare il vino
scelta tra 8 vini, da 2 € a calice. Enoteca Regionale
Monferrato. Questi imbottigliato, non hanno
ambienti sotterranei né luce né aerazione. del Barbaresco
venivano scavati a Possono essere a una Cantine Castello di Verduno Barbaresco (CN) Piazza
mano nella cosiddetta sola camera, a più Verduno (CN) Via Umberto I 9
pietra da cantoni, una camere o a corridoio.
del Municipio 7 0173 635251;
0172 470284; enotecadelbarbaresco.com
particolare arenaria, o Nella pagina accanto. cantinecastellodiverduno.it
nel tufo. Utilizzati Il centro storico di Orario: 10-18.30.
perlopiù come dispensa Vignale al crepuscolo. Orario: acquisti in cantina su
prenotazione lun.-dom. 9-13 Cantine Coppo
e 14‐17. Visite alle cantine Canelli (AT) Via Alba 68 0141
e degustazioni 823146; coppo.it Orario: visite
temporaneamente sospese. su prenotazione, in settimana da
concordare, sab.-dom. alle
Astigiano. Qui cresce quel vitigno esclusivo che è Cappella del Barolo 10.30, 11, 15 e 15.30. Prezzi:
La Morra (CN) Borgata degustazioni di 3 vini 25 €.
il Moscato, con cui nel 1850 Carlo Gancia creò il Fontanazza, Sentiero del Barolo;
primo spumante italiano, secondo lo stesso metodo ceretto.com Orario: 9-19. Cantina Gancia
classico dello champagne. Tutto il sottosuolo di Ingresso: gratuito. Canelli (AT) Corso Libertà 66
Canelli è scavato da cantine e gallerie, e 0141 8301; gancia.it Visite
WiMu temporaneamente sospese.
i produttori più famosi – Coppo, Gancia, Barolo (CN) Castello di Barolo,
Contratto, Bosca – custodiscono straordinarie Piazza Falletti 0173 386697; Cantina Contratto
cantine sotterranee, scandite da navate, wimubarolo.it Orario: provvisorio Canelli (AT) Via G.B. Giuliani 56
gio.-dom. 10.30-19 (10 persone 0141 823349; contratto.it
archi, colonne, come cattedrali underground,
ogni 15 minuti su prenotazione Orario: visite su prenotazione.
riconosciute dall’Unesco. Così come sono scrivendo a prenotazioni@barolo Prezzi: visite alle cantine
Patrimonio dell’Umanità le colline del Barbera foundation.it). Ingresso: 9 €. e degustazioni
di Nizza Monferrato, distante una decina di di min. 3 spumanti 25 €.
Museo dei Cavatappi
chilometri. Girando per il grosso borgo, oltre
Barolo (CN) Piazza Castello 4 Cantine Bosca
all’immancabile Enoteca Regionale, fra palazzi 0173 560539; Canelli (AT) Via G.B. Giuliani 23
trecenteschi e torri, si fanno scoperte curiose, come museodeicavatappi.it Orario: 0141 967749 e 335 7996811;
il busto di Francesco Cirio, il padre dell’industria 10-18.30, chiuso gio. bosca.it Visite
Ingresso: 4 €. temporaneamente sospese.
conserviera italiana, che era nato qui.
L’ultima tappa del nostro itinerario ci porta nel Enoteca Regionale del Barolo Enoteca Regionale di Nizza
Monferrato Casalese. A scoprire l’ennesimo Barolo (CN) Via Acqua Gelata Nizza Monferrato (AT) Via
tassello del mosaico della cultura del vino 0173 56277; Crova 2 0141 439294
enotecadelbarolo.it Orario: e 320 1414335; enotecanizza.it
piemontese tutelata dall'Unesco: gli infernòt. enoteca sab.-dom. 10.30- Orario: 9-13 e 15-19.
Luoghi misteriosi e segreti, scavati al di sotto delle 18.30, da settembre riapertura
cantine e destinati a conservare i vini più preziosi. in altri giorni da definire. Ecomuseo della Pietra
Esistono solo qui, merito di una pietra esclusiva, la da Cantoni
Castello di Grinzane Cavour Cella Monte (AL) Piazza
pietra da cantoni, morbida da scavare e in grado Grinzane Cavour (CN) Vallino 0142 488161;
di mantenere temperatura e umidità ideali per Via Castello 5 0173 262159; ecomuseopietracantoni.it
il vino. Rosignano, Fubine, Sala, Vignale. Non castellogrinzane.com Orario: il museo prevede la
Orario: visite su prenotazione a riapertura in settembre, per
c’è vecchia casa che non abbia il suo infernòt.
info@castellogrinzane.com verificare date e prezzi scrivere a
Imperdibile Cella Monte, sede dell’Ecomuseo ven.-dom. 10-19, possibili info@ecomuseopietracantoni.it
della Pietra da Cantoni che è un po’ il quartier altri giorni di apertura in autunno.
generale degli infernòt. Cunicoli a labirinto, Ingresso: 7 €. INFO TURISTICHE
Ente Turismo Langhe
nicchie sovrapposte, scale: un microcosmo
Enoteca Regionale Piemontese Monferrato Roero
sotterraneo votato al culto del dio vino. Cavour 0173 262172. Alba (CN) Piazza Risorgimento 2
©riproduzione riservata Orario: lo stesso del castello. 0173 35833; langheroero.it

inviaggio 29
Se ha gradito questa rivista e se la ha trovata altrove, significa che ci è stata rubata,
vanificando, così, il lavoro dei nostri uploader. La preghiamo di sostenerci venendo a scaricare
almeno volta al giorno dove è stato creata, cioè su:

www.eurekaddl.monster

Senza il suo aiuto, purtroppo, presto potrebbe non trovarla più: loro non avranno più nulla da
rubare, e lei più nulla da leggere. Troverà anche quotidiani, libri, audiolibri, fumetti, riviste
straniere, fumetti e riviste per adulti, tutto gratis, senza registrazioni e prima di tutti gli altri, nel
sito più fornito ed aggiornato d'Italia, quello da cui tutti gli altri siti rubano soltanto. Trova inoltre
tutte le novità musicali un giorno prima dell'uscita ufficiale in Italia, software, apps, giochi per tutte
le console, tutti i film al cinema e migliaia di titoli in DVDRip, e tutte le serie che può desiderare
sempre online dalla prima all'ultima puntata.
Trova sempre il nuovo indirizzo sulla nostra pagina Facebook. Cerchi "eurekaddl" su Facebook,
oppure clicchi sull'immagine qui sotto.
Grazie da parte di tutto lo staff di eurekaddl.monster

N.B.: se il sito è stato oscurato per l'Italia, trovate sempre il nuovo indirizzo digitando eurekaddl.eu5.org nella
barra degli indirizzi di qualsiasi browser, salvatelo nei vostri preferiti! Vi preghiamo di salvare tutti i nostri social,
perchè anche qualcuno di essi potrebbe essere chiuso, tutti avranno sempre il nuovo indirizzo sempre aggiornato
in tempo reale!

Facebook (EUREKAddl nuovo indirizzo sempre aggiornato)


Telegram (Eurekaddlofficial)
Instagram (eurekaddlofficial)
Twitter (@eurekaddl)
In alternativa, pagina di Filecrypt con il nuovo indirizzo sempre aggiornato
PIEMONTE LANGHE, ROERO E MONFERRATO

DOVE DORMIRE DOVE MANGIARE


da 110 a 200 euro in camera doppia da 25 a 55 euro vini esclusi

Albergo dell’Agenzia ★ ★ ★ ★ TOP io Da Francesco al Palás ❘ Bistrot gourmet


agg
Piacevole e contemporaneo, con ristorante, i Vi
n Le eccellenze delle Langhe insieme al pesce
parco e piscina, allestito negli edifici neogotici della Liguria nella cucina dello chef Francesco
delle tenute agricole di Carlo Alberto. Prima Oberto, che ha aperto nel Palás Cerequio,
colazione con prodotti Slow Food, aperitivo fra i vigneti Chiarlo, la versione bistrot del suo
e minibar gratuiti se si prenota sul sito. ristorante stellato di Cherasco, anche con un
Pollenzo (CN) Via Fossano 21 apericru con vini Chiarlo e tapas dello chef.
0172 458600; albergoagenzia.it La Morra (CN) Borgata Cerequio 0173
Prezzi: da 127,50 € con colazione. 50657; palascerequio.com/da-francesco-a-
ALBE RGO DE L L’A GE NZIA palas.html Prezzo medio: 55 €.
B&B Relais Villa del Borgo
Nel borgo antico di Canelli, dove finisce la Osteria Campamac ❘ Osteria elegante
salita di ciottoli della Sternìa, un’antica dimora In piemontese campa mac vuol dire “mettine
del ’700‐’800 trasformata in relais di charme: ancora”. Ottimo nome per l’osteria di livello di
6 junior suite dagli arredi contemporanei, Maurilio Garola, chef stellato a Treiso del
piscina, piccola Spa e vista sulle colline. ristorante La Ciau del Tornavento: cucina di
Canelli (AT) Via del Castello 1 0141 tradizione, menù stagionale e il più possibile a
824212 e 333 5385422; relaisvilladelborgo. km zero, proposte dal tartufo d’Alba ai tajarin.
com Prezzi: da 200 € con colazione. Barbaresco (CN) Strada Giro della Valle 1
VILLA BE CCA R IS
0173 635051; campamac.com
Villa Beccaris ★ ★ ★ ★ Prezzo medio: 45 €.
Sulla cima della collina di Monforte, un hotel
di charme in un edificio di fine ’700, con 23 Gbistrot ❘ Raffinato ma informale
camere tutte diverse, arredi, pavimenti e Il laboratorio culinario dello chef Ugo Alciati,
porte d’epoca, il parco con la galleria delle che nella Villa Reale della tenuta di
ortensie, la terrazza panoramica, la piscina. Fontanafredda ha aperto accanto al suo
Monforte d’Alba (CN) Via Bava Beccaris 1 ristorante stellato Guido questo informale
0173 78158; villabeccaris.com “Guido-bistrot” improntato alla tradizione.
Prezzi: da 190 € con colazione. ALBE RGO REA L C A ST E L L O
Serralunga d’Alba (CN) Via Alba 15
342 7632817; gbistrot.it Prezzo medio:
B&B Langhe Country House menù a 40 €.
In un cascinale del ’700, un piacevole
relais immerso fra vigneti e noccioleti, La Piola ❘ Nel segno dell’arte
a 2 km dal centro di Neive, con 6 camere Sotto il ristorante 3 stelle Piazza Duomo, la
dagli arredi antichi e piscina. versione “piola” – la tipica osteria piemontese
Neive (CN) Via Pallareto 15 348 8359862; – ma con tocchi d’arte, dai piatti d’artista ai
langhecountryhouse.it Prezzi: da 140 con complementi d’arredo di Kiki Smith. Lo chef
colazione (in alcuni periodi min. 2 notti). Enrico Crippa sovrintende a tutto.
GBISTROT Alba (CN) Piazza Risorgimento 4 0173
Albergo Real Castello ★ ★ 442800; lapiola-alba.it Prezzo medio: 35 €.
Un edificio storico, con giardino, cantina e
ottimo ristorante della chef “green” Ristorante San Marco ❘ Grandi classici
Alessandra Biglioni. Le stanze sono nell’ala Indirizzo storico a Canelli con 60 anni di
del castello ristrutturata nel 1737 su progetto esperienza, regno della chef Mariuccia
di Filippo Juvarra, nella Castalderia dell’800 o Ferrero che propone i grandi piatti della
nella Foresteria, nella casa colonica del ’700. tradizione piemontese.
Verduno (CN) Piazza Canonico Borgna Don Canelli (AT) Via Alba 136 0141 823544 ;
Pietro 9 0172 470125; realcastello.com sanmarcoristorante.net Prezzo medio: menù
Prezzi: da 110 € con colazione. DA FRANCE S C O A L PA L Á S a pranzo in settimana 25 €.

COSA FARE Ascoltare narrazioni inconsuete, visitare i luoghi della vita di Cesare Pavese e degustare grappe pregiate

Racconti tra le vigne Sui luoghi di Pavese Grappe d’autore


Inizia il 12 settembre La Via Selvatica curato A Santo Stefano Belbo, la Fondazione Romano Levi è stato un grande distillatore di
da Matteo Caccia per le cantine Ceretto: 12 Cesare Pavese (Piazza Confraternita 1 grappe e disegnatore di etichette. Oggi alla
dialoghi, uno al mese, con personaggi che 0141 840894; fondazionecesarepavese.it Distilleria di Neive (Via XX Settembre 91
raccontano la propria “anima selvatica”. Un Prezzi: tour di 2 ore 10 €) organizza visite ai 340 0623775; distilleriaromanolevi.it
funambolo, un navigatore, una scrittrice, il luoghi dello scrittore – dal museo dedicato alla Orario: mar.-sab. 8-12 e 14-18. Prezzi: visite
paesaggista Paolo Pejrone, la chef slovena chiesa dove fu battezzato, alla casa natale e degustazioni gratuite) si degustano
Ana Roš... Da seguire sul sito ceretto.com, in – da prenotare sul sito: si va con la guida, 4 e acquistano grappe eccelse (la più nuova
podcast e – nel 2021 – fra i vigneti Ceretto. persone alla volta, alle ore 10.30, 14 e 16. è di Arneis) e ora anche vermut.

inviaggio 30
Cairo Communication per Consorzio dell’Asti Docg

Benvenuti
nella nostra terra.
Unica, come
la sua uva.
Un territorio generoso e impervio,
dalle sfumature indimenticabili.
Da qui proviene l’uva moscato bianco,
ed è qui che, nel 1932, nasce il Consorzio
dell’Asti Docg, che coordina circa 10.000
ettari di coltivazione, in un’area di 52
Comuni delle province di Alessandria, Asti
e Cuneo. Tra questi, 330 ettari hanno una
pendenza maggiore del 50%: sono i vigneti
soprannominati “SORÌ”, dove non è possibile
utilizzare mezzi meccanici e il lavoro viene
svolto ancora a mano.
Queste colline, questi vigneti, quest’uva,
l’uomo vignaiolo e le case spumantiere
hanno contribuito a tutelare un paesaggio
Patrimonio dell’Umanità Unesco.
Un’esperienza di gusto e di vita.
Una terra in cui ogni dettaglio passa dagli
occhi per raggiungere il cuore.
E rimanervi per sempre.
www.astidocg.it Consorzio dell’Asti DOCG consorzio.asti.docg
Cairo Communication per Consorzio dell’Asti Docg

Scoprici,
un sorso
alla volta.
Ogni nostro vino regala emozioni diverse.
Il Moscato d’Asti Docg è la bollicina della
tradizione piemontese.
Perfetto per i dessert, oppure, come un tempo,
con salumi e formaggi stagionati.
Ma il mondo cambia e i sapori sono sempre
più fusion: ecco perché accompagnarlo alla
cucina asiatica lo rende ancora una volta
unico. L’Asti spumante Docg nella versione
dolce ha un animo vintage, ma anche
fortemente contemporaneo: provalo per
l’aperitivo, magari con canapè salati ed esotici.
Nelle versioni con meno contenuto zuccherino
l’Asti Docg va invece dal Dry all’Extra Dry:
un’esplosione di sentori freschi, di lime e di
bergamotto, un abbinamento a tutto pasto.
Esperienze uniche, sorso dopo sorso.
Un’estate Astigiana
Un drink per tutte le ore del giorno immerso
nei profumi estivi delle colline Astigiane.

Composizione:
● 2 gocce Bitter Plums Fee Brothers
● Top di Moscato d’Asti Docg
● Fiori edibili oppure
scorza di arancio

Bicchiere: flûte

Preparazione:
Preparate il drink direttamente
nel bicchiere pieno di ghiaccio.

www.astidocg.it Consorzio dell’Asti DOCG consorzio.asti.docg


LIGURIA PONENTE

Nella foto. La Tenuta


Selvadolce di Bordighera
si estende sopra la città,
circondata da ulivi e
buganvillee e delimitata
da muretti a secco.

inviaggio 36
La riviera del vino
Da Savona a Bordighera, un itinerario tra i borghi e il mare
del Ponente ligure, terra di celebri etichette: dal bianco Pigato ai rossi
Granaccia e Rossese TESTO DI CLAUDIA SUGLIANO • FOTO DI MATTEO CARASSALE

inviaggio 37
L La Liguria di Ponente, con la ricchezza di paesaggi,
l’azzurro respiro del mare, le vallate, talvolta
aspre, accarezzate dalla brezza, riserva non
poche sorprese enologiche. Vari sono i vitigni e i
vini del territorio, prodotti soprattutto in aziende
a conduzione familiare. Un itinerario sulle loro
tracce si arricchisce in modo naturale di visite a
monumenti d’arte e borghi dal fascino antico.
La prima sorpresa viene da Savona: città portuale,
con torri medievali come quella del Brandale, la
poderosa Fortezza del Priamar, la Cattedrale di
Santa Maria Assunta e il MUSA-Museo d’arte di
antico, si produce anche l’ottimo rosso Granaccia,
fiore all’occhiello della cantina dell’Azienda
Agricola Innocenzo Turco, creata nel 1898 (come
inciso su una parete) e dove si continua il mestiere
degli avi, con passione e capacità d’innovazione.

Seguendo la costa tra mare e vigneti


Andando verso Ponente, lungo la costa dove le
spiagge sono intercalate da scogliere a picco sul
mare, appare Noli, cittadina marinara sorvegliata
dalle rovine del Castello di Monte Ursino,
appartenuto ai nobili Del Carretto, e fiera della
Palazzo Gavotti, è anche legata al vino. Nella vicina, medievale Chiesa di San Paragorio; subito dopo
agreste Quiliano, l’antica vallis Culiani, ormai solo ecco l’incantevole borgo saraceno di Varigotti.
nell’azienda Dionisia Turco nasce uno dei vini con Nell’unica, fertile piana della regione è distesa
denominazione Colline Savonesi Igt, il Buzzetto di Albenga, ma prima di dedicarci agli ottimi vini qui
Sotto. Il Castello di Quiliano, un bianco locale fruttato e piacevolmente prodotti – in particolare il Pigato, vitigno bandiera
Monte Ursino, sulla asprigno (nella zona del Finalese e di Varigotti il dell’enologia ligure, originario della Grecia, da cui
collina omonima a Noli,
antico baluardo di vitigno prende il nome di Lumassina o Mataossu). giunse nel Medioevo – è d’obbligo qualche visita.
difesa affacciato sul Qui, sui ripidi versanti che sovrastano il borgo Su Piazza San Michele si affacciano la Cattedrale,
mare e in posizione
dominante sul borgo
di origine medievale.
1. Il porto di Savona con
la Torre del Brandale,
detta Campanassa,
simbolo della città.
2. I vigneti attorno a
Quiliano, antico
borgo nell’entroterra
di Savona.
3. Una bottiglia di
Granaccia dell’azienda
Innocenzo Turco di
Quiliano, produttore
vinicolo e agriturismo.

inviaggio 38

inviaggio 39

➀ ➂
➃ ➅


anteriore all’anno Mille, e il Palazzo Vecchio del fresco, di media struttura, vinificato come una volta
Comune, affiancato dalla Torre Comunale e dal senza solfiti, ma con le accortezze di oggi. Nelle
Museo Diocesano con il Battistero del V secolo, annate migliori si produce anche un delizioso Passito
importante monumento paleocristiano con lo e non manca la Grappa di Pigato.
splendido mosaico dedicato alla Trinità e agli A Garlenda, vicino ad Albenga, non bisogna
Apostoli (V-VI secolo). La suggestiva Piazza dei Leoni mancare una visita curiosa: il Museo Multimediale
prende nome dalle tre sculture che la caratterizzano. della 500 Dante Giacosa, creato dal Fiat 500
Club Italia, ci racconta la mitica auto attraverso la
Nelle terre del Pigato ricostruzione di un’officina d’epoca, postazioni
Nella piana ingauna, in Regione Massaretti, la multimediali, vetrine con componenti meccaniche,
Cascina Feipu dei Massaretti, immersa nei suoi modellini e gadget vari.
vigneti, è conosciuta soprattutto per il Pigato, in Il primo centro della Valle Arroscia, Ortovero, è una
particolare il Riserva Palmetta, un bianco secco dal cittadina agricola, situata nella parte più ampia della
sapore di agrumi, ma anche per i rossi Granaccia valle. Qui prospera la coltivazione della vite e non Sotto. Un terrazzo nei
Giardini di Villa della
e Rossese di Albenga. Sempre al Pigato, in diverse a caso vi si trova la Cooperativa Viticoltori Ingauni. Pergola ad Alassio.
versioni nate nel corso degli anni, si dedica l’azienda Nata nel 1976 per vinificare e commercializzare Furono iniziati nell’800
dal generale McMurdo e
BioVio, nel cuore di Bastia d’Albenga, antico il Pigato, con i suoi 200 soci (non solo della valle trasformati dalla famiglia
borgo a vocazione agricola. Nel 1989 i Vio hanno ma anche del territorio tra Finalese e Albenganese) Hanbury in un parco
botanico negli anni Venti
ottenuto la certificazione biologica e quest’anno è produce il bianco Vermentino, insieme al Bianco del ’900. Oggi fanno
in commercio la prima annata del Pigato EsSenza, e al Rosso Colline Savonesi Igp, all’Ormeasco di parte del circuito dei
Grandi Giardini Italiani.
1. Il campanile e la
facciata della Cattedrale
di San Michele
Arcangelo ad Albenga.
2. Uno scorcio delle
Grotte di Toirano, dove
vengono affinati gli
spumanti della cantina
Durin di Ortovero.
3. Le vigne intorno
alla tenuta Durin.
4. Selezione di rossi
della Cascina Feipu dei
Massaretti di Albenga.
5. Degustazione in
cantina da BioVio a
Bastia d’Albenga.
6. In 500 d’epoca tra
i vicoli di Albenga.

inviaggio 41
Pornassio, un rosso tipico, anche nella variante anche nel film Sleepers con Brad Pitt) e il Pigato,
Sciac-trà, e al Lumassina. Durin è invece un’azienda con al top il Vignamare, invecchiato per 24 mesi in
familiare con vigneti situati fra i 50 e i 500 metri legno e proveniente da vigneti vecchi di circa mezzo
sul livello del mare: oltre che per il Pigato, è ben secolo. Senza dimenticare i rossi Per Noi, Granaccia
nota per i Bàsura Obscura, Bàsura Riunda e Bàsura Savonese Doc e Ormeasco di Pornassio.
Rosa, spumanti metodo classico ottenuti da vitigni
autoctoni liguri e affinati nelle vicine Grotte di Cittadine mondane e giardini botanici
Toirano, alle quali s’ispira il nome. Torniamo sulla costa, dove la vivace Alassio
I portici duecenteschi di Pieve di Teco riportano ad ci immerge in atmosfere di vacanza con il suo
atmosfere antiche in questa quieta cittadina della animato Budello e le memorie dei ricchi villeggianti
provincia di Imperia, con belle chiese e il minuscolo inglesi di un tempo, di cui è testimonianza Villa
Teatro Salvini in stile rococò. Non è difficile della Pergola, ora raffinato hotel, di cui è possibile
immaginare come un tempo, sotto le storiche arcate, visitare il magnifico giardino, affascinante in ogni
insieme ad altre attività artigianali si pigiasse anche stagione. Anche Bordighera, il cui centro storico sta
l’uva. Lo si faceva nell’allora giovane Cantina Lupi, abbarbicato sulla collina, fu amata dai turisti inglesi
nata nel 1960 e cresciuta fino a diventare una delle per il microclima dolce e vanta ville e giardini,
Pagina accanto, in eccellenze del territorio. I suoi vasti vigneti, in gran come il Giardino Esotico Pallanca. Sulle alture
alto. Uno scorcio di parte terrazzati, godono di un ambiente ideale dove cittadine si trova l’azienda vinicola biodinamica
Bordighera Alta, ossia il
centro storico della città, i suoli, il clima, le brezze marine regalano vini unici. Tenuta Selvadolce, un tempo azienda floricola. Aris
borgo fortificato a forma Portabandiera ne sono il Vermentino (che compare Blancardi vi produce il Rossese Rosso Se...,
di pentagono irregolare.
1. Massimo Lupi, della
Cantina Lupi di Pieve
di Teco, produttore
del rosso Ormeasco
di Pornassio.
2. I portici di Pieve di
Teco, borghetto
medievale nell’entroterra ➀ ➁
di Imperia.
3. La vista dalla Tenuta
Selvadolce, in posizione
panoramica sulle
alture di Bordighera.
4. Aris Blancardi, titolare
della Tenuta Selvadolce,
nata dall’azienda
floricola di famiglia e oggi
votata all’agricoltura
biodinamica.
➂ ➃

inviaggio 43
INDIRIZZI Museo Multimediale
della 500 Dante Giacosa
Garlenda (SV) Via Roma 90
Torre del Brandale 0182 582282; 500clubitalia.it
Savona Piazza del Brandale 2/R
Orario: lun.-sab. 9-12 e 15-18.
019 821379; comune.savona.it
Ingresso: 3 €.
Orario: sab. 9.30-12.30.
Ingresso: 4 €.
Cooperativa Viticoltori Ingauni
Ortovero (SV) Via Roma 3
Fortezza del Priamar
0182 547127; viticoltoriingauni.it
Savona Corso Mazzini 019
Orario: punto vendita lun.-ven.
8310728. Orario: fino al 14/9 9-24;
8-12.30 e 14.30-17, sab. 8-12.30.
poi 9-18.30. Ingresso: gratuito.
Azienda Vinicola Durin
Cattedrale di
Ortovero (SV) Via Roma 202
Santa Maria Assunta
0182 547007; durin.it Orario: visite
Savona via Ambrogio Aonzo
e degustazioni su prenotazione
019 825960; cattedralesavona.it
lun.-sab. 9-12.30 e 14.30-18.30.
Orario: 8-12 e 16-19.
Prezzi: 20 € per 5 vini.
MUSA-Museo d’arte
di Palazzo Gavotti Cantina Lupi
Savona Piazza Chabrol 1 Pieve di Teco (IM) Corso Mazzini 9
019 8310256; musa.savona.it 0183 36973; casalupi.it
Nella foto. Il borgo Orario provvisorio: ven. 15.30-23, Orario: lun.-gio. 9-17.
medievale di sab. 10-13.30 e 15.30-18.30, dom. Prezzi: degustazioni di 9 vini da 40 €.
Dolceacqua, affacciato 10-13.30. Ingresso: 8 €.
sul torrente Nervia Giardini di Villa della Pergola
e dominato dal Alassio (SV) Via Privata Montagu 9/1
Castello dei Doria. Dionisia Turco
Quiliano (SV) Via Bertone 7 0182 646130; giardinidivilladella
019 887153. Orario: visite su pergola.com Orario: solo visite guidate
appuntamento. su prenotazione, mar.-ott. 9.30-11.30
e 15-17, chiuso lun. Ingresso: 12 €.
Azienda Agricola Innocenzo Turco
Quiliano (SV) Via Bertone 7/A Giardino Esotico Pallanca
019 9250445; innocenzoturco.it Bordighera (IM) Via Madonna della
il Pigato Rucantù, il Vermentino VB1: le uve Orario: enoteca lun.-ven. 10-12.30 Ruota 1 0184 266347; pallanca.it
e 16-19, sab. 10-12.30; degustazioni Orario: mar.-dom. 9-12.30 e
crescono in vigneti incastonati nel magnifico 14.30-19. Ingresso: 6 €.
9-12 e 15-18. Prezzi: 12 € per 4 vini.
paesaggio costiero, caratterizzato da muretti a
secco, in un tripudio di ulivi argentei e buganvillee. Castello di Monte Ursino Tenuta Selvadolce
Noli (SV) 348 4962893. Orario: Bordighera (IM) Via Selvadolce 14
La suggestiva Val Nervia conduce a Dolceacqua, che
ven.-dom. 10-18. Ingresso: 2 €. 349 2225844; selvadolce.it
con il ponte a schiena d’asino e il severo Castello Orario: visite su appuntamento
dei Doria, sovrastante le case in pietra, ispirò Monet. Chiesa di San Paragorio lun.-sab. 9-12 e 15-18. Prezzi: da
Noli (SV) Via Collegio 2 concordare secondo le degustazioni.
Le balze assolate di questo territorio sono ideali
371 1516457. Orario: gio. 15-16,
per coltivare l’uva da cui viene prodotto il Rossese. sab. 10.30-12 e 15-16.30, Castello dei Doria
Un’uva che, come scrisse Italo Calvino ne Il barone dom. 10.30-12. Ingresso: 2 €. Dolceacqua (IM) Via Castello
rampante, ha “grappoli d’un succo denso, già color 0184 229507; dolceacqua.it
Cattedrale di San Michele Orario: 10-13.30 e 14.30-18.
vino”. Famosa per questo nettare rosso rubino, ma Arcangelo Ingresso: 6 €.
anche per il Pigato, è la Cantina Terre Bianche, Albenga (SV) Piazza San Michele
annidata nella frazione di Arcagna, e nata nel 1870. 0182 51473. Orario: 8-19. Cantina Terre Bianche
Dolceacqua (IM) Località Arcagna
Quasi al confine con la Francia, da Ventimiglia 0184 31426; terrebianche.com
Battistero e Museo Diocesano
ci inoltriamo lungo la Val Roia, con le sue alte, Albenga (SV) Via Episcopio 5 Orario: visite su appuntamento
impressionanti pareti di arenaria, per arrivare ad 347 8085811. Orario fino all’1/10: lun.-sab. 9-12 e 14.30-17.
mar.-dom. 9.30-12.30 e 15.30-18.30. Prezzi: degustazioni informali gratuite.
Airole, borgo dalla struttura difensiva concentrica,
Ingresso: 6 €.
insieme a Dolceacqua insignito della Bandiera A Trincea
Arancione del Touring Club. Solo in un paesaggio Cascina Feipu dei Massaretti Airole (IM) Via Matteotti 49
Albenga (SV) Regione Massaretti 6 335 6179683; atrincea.it
così straordinario poteva nascere un vigneto come Orario: lun.-sab. 10-15.
0182 20131; aziendamassaretti.it
A Trincea: su quasi 80.000 mq di fasce contenute da Orario: lun.-sab. 9-12 e 14-18. Prezzi: degustazioni da 10 €.
muretti a secco pazientemente ricostruiti si coltivano Prezzi: assaggi individuali gratuiti.
INFO TURISTICHE
35.000 piante autoctone di vite da cui si produce il
Azienda Biologica BioVio Ufficio Turismo Savona Savona
Roccese, un rosso la cui presenza in Liguria risale al Albenga (SV) Frazione Bastia, (temporaneamente chiuso al pubblico)
1200. Qui storia e tradizione non sono dimenticate; Via Crociata 24 0182 20776; 019 8310728; visitsavona.com
biovio.it Orario: punto vendita Ufficio Turismo Bordighera
al contrario, rivivono e danno frutti succosi in un
e degustazioni 9-12 e 14-18.30, Bordighera (IM) Via Vittorio Emanuele
magico lembo di terra che l’opera dell’uomo ha dom. 9-12. Prezzi: 20 €. 0184 262882; bordighera.it
trasformato in un immenso parco naturale.
©riproduzione riservata

inviaggio 44
LIGURIA PONENTE

DOVE DORMIRE DOVE MANGIARE


da 80 a 150 euro in camera doppia da 25 a 70 euro vini esclusi

Hotel Claudio TOP io Ristorante Nove ❘ Tra mare e monti


agg
In posizione mozzafiato, con vista sull’isola i Vi
n Nella magnifica cornice di Villa della Pergola
di Bergeggi, 25 camere luminose annesse (anche relais con 15 suite esclusive), è
all’omonimo ristorante stellato: arredate con il regno dello chef Giorgio Servetto, che
gusto, hanno terrazzo panoramico. Piscina e unisce i sapori della Liguria di mare e
spiaggia privata. Chiuso nov.-mag. di montagna con influenze francesi e
Bergeggi (SV) Via XXV Aprile 37 piemontesi. Cantina con vini pregiati.
019 859750; hotelclaudiobergeggi.it Alassio (SV) Via Privata Montagu 9 0182
Prezzi: da 150 € con colazione. 646140; noveristorante.it Prezzo medio: 70 €.
RISTORANTE NOV E

Villa Elisa ★ ★ ★ Nazionale ❘ Con chef stellato


È circondato da un fragrante giardino questo Uno dei ristoranti storici di Noli, ha da poco
hotel di charme in una grande villa Belle cambiato pelle passando nelle mani dello
Époque. Le 38 camere sono spaziose, con chef stellato Giuseppe Ricchebuono. Lo
pavimenti in legno. Ampio centro benessere. spirito del locale rimane in piatti tipici come
Chiuso nov.-dic., aperto per Natale. i famosi ravioli di pesce o il cappon magro.
Bordighera (IM) Via Romana 70 Noli (SV) Corso Italia 37 019 748887;
0184 261313; villaelisa.com ricchebuonochef.it/nazionale.html
Prezzi: da 120 € con colazione. Prezzo medio: 40 €.
HOTE L C LA UDIO

Hotel Aida ★ ★ ★ A Viassa ❘ Tradizionale con brio


Fondato nel 1961, a 100 metri dal mare I prodotti del territorio per una cucina di
e dal famoso Budello. Ha 61 camere, tradizione con tocchi creativi. Fra le specialità
giardino privato con parcheggio gratuito e la i barbagiuai, fagottini farciti di zucca e riso, qui
dépendance Villa Principe. Buon ristorante. con composta di cipolle rosse. Ritroviamo le
Alassio (SV) Via Flavio Gioia 25 michette, i dolcetti tipici di Dolceacqua, in uno
0182 644085; hotelaida.it squisito gelato con riduzione di Rossese.
Prezzi: da 100 € con colazione. Dolceacqua (IM) Via della Liberazione 13
0184 20665; ristoranteaviassa.it
Agriturismo BioVio Prezzo medio: 40 €.
L’agriturismo “del Pigato”: accanto alla
cantina della tenuta, le case dell’antico borgo Agriturismo Innocenzo Turco ❘ Autentico
sono oggi appartamenti in tipico stile ligure, Il ristorante della tenuta vinicola, ricavato
con materiali come pietra a vista e cotto. dalla vecchia stalla e con giardino. Cucina
Prima colazione con prodotti locali servita ligure a base di prodotti dell’orto e delle
nella grande cucina comune. aziende limitrofe. Da provare la buridda
Albenga (SV) Frazione Bastia, Via Crociata 24 di seppie e la panna cotta al chinotto di
0182 20776 / 21856; biovio.it Savona. Aperto mer.-dom.
Prezzi: da 90 € con colazione. VILLA E LISA Quiliano (SV) Via Bertone 7/A
019 9250445 e 370 3584646;
Le Gemme innocenzoturco.it Prezzo medio: 34 €.
In una tipica casa-torre ligure, nel borgo
antico, un b&b di charme di 3 stanze piene U Veciu Defisiu ❘ Cucina tipica
d’atmosfera e con bei camini d’epoca. Sulla Una trattoria tipica, dove la cucina tradizionale
terrazza panoramica, con vista sul castello, ligure viene declinata in tutto il menù, dagli
viene servita la colazione con prodotti locali. antipasti alle lasagne al pesto. Nei secondi
Dolceacqua (IM) Via Castello 2 domina la carne. Dolci casalinghi.
333 8669323; le-gemme.it Airole (IM) Piazza SS. Giacomo e Filippo 7
AGRITURISM O INNOC E NZO T UR C O 0184 200041. Prezzo medio: 25 €.
Prezzi: da 80 € con colazione.

COSA COMPRARE Da vecchie e nuove botteghe agli uliveti per fare incetta di prodotti del territorio, dall’olio ai dolci

Il cioccolato cambia gusto Olio e delizie del Ponente I baci più golosi
A Savona, Articioc (Via Ambrogio Aonzo 7 Per acquistare ottimo olio di olive taggiasche, A base di nocciole, cacao e miele, i Baci
019 813535; articioccioccolateria.it), gioco il Frantoio Sommariva di Albenga (Via di Alassio furono creati all’inizio del secolo
di parole tra articiocca (carciofo in dialetto) Mameli 7 0182 559222; oliosommariva. scorso da Rinaldo Balzola, fondatore della
e cioccolato, è una cioccolateria con com), tra le mura medievali della città, Pasticceria Balzola (Piazza Matteotti 26
laboratorio a vista dove nascono praline dai è un'azienda con oltre 22 ettari di uliveti. In 0182 640209; balzola1902.com). Oggi
gusti insoliti: all’assenzio, al chinotto (anche vendita anche paté d’olive, caviale del Centa, la tradizione continua. Ottimi i prodotti di
candito e rivestito di cioccolato), alla liquirizia crema di carciofo violetto, crema di acciughe. distilleria dalle etichette vintage, l’Aperitivo di
e anice stellato, al peperoncino. Annesso al negozio c'è il museo dell'olio. Alassio e l’Amaro dei Saraceni Balzola.

inviaggio 45
Consorzio Vino DOC San Colombano
Via Ricetto - Castello Belgioioso
San Colombano al Lambro MI - Tel. 0371.898830
info@sancolombanodoc.it - www-sancolombanodoc.it
seguiteci sulla nostra pagina facebook

ti tradisce l’aria che scaturisce da una riva color zafferano,

coni: è il mare antico. Cosi vicini e così lontani! E’ l’odore


dell’uva in fiore, del verderame e dell’erba tagliata. La collina

Diego Bassi

CONSORZIO VOLONTARIO VINO DOC SAN COLOMBANO


L’antica tradizione enologica del territorio di San Colombano è
supportata, fin dal 1987, dalla presenza del Consorzio Volontario
Vino DOC San Colombano, fondato dai produttori titolari delle più
importanti aziende dei paesi collinari. Sin dall’atto di costituzione,
lo scopo del Consorzio è quello di valorizzare e difendere la
produzione del vino DOC della zona, oltre alla promozione del
territorio e la tutela del commercio del vino locale. Un’altra
rilevante attività del Consorzio riguarda il rigoroso controllo
posto in atto sulla produzione del vino esercitato nei confronti
di tutti i –produttori associati. Negli ultimi anni, il Consorzio ha
ulteriormente intensificato l’attività promozionale. La presenza del
vino Doc San Colombano a manifestazioni locali e territoriali ha
contribuito allo sviluppo delle potenzialità turistiche della zona,
settore in cui le aziende vitivinicole assumono un ruolo di grande
rilievo.

I VINI
- SAN COLOMBANO DOC
Il San Colombano DOC Rosso viene ottenuto utilizzando
principalmente uve Croatina (che conferisce le tipiche note olfattive
speziate), Barbera (che contribuisce alla vivacità del colore dei diversi
vini), Uva Rara (dalle note tipicamente floreali), le tipologie prodotte
sono:
San Colombano DOC rosso vivace o frizzante
San Colombano DOC rosso fermo
San Colombano DOC rosso riserva
Il San Colombano DOC Bianco è ottenuto da uve Chardonnay e Pinot
Nero ed è prodotto nelle tipologie fermo e frizzante

- IGT COLLINA DEL MILANESE


L’indicazione geografica tipica “Collina del Milanese” è riservata ai
seguenti vini:
- Bianchi, anche nelle tipologie frizzante e passito;
- Rossi, anche nelle tipologie frizzante e novello;
- Rosati, anche nella tipologia frizzante.
I vini ad indicazione geografica tipica “Collina del Milanese”
bianchi, rossi e rosati devono essere ottenuti da uve provenienti
da vigneti composti, nell’ambito aziendale, da uno o più vitigni
idonei alla coltivazione nella Regione Lombardia ed iscritti nel
Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino. Tra le IGT
bianche va citata la Verdea varietà particolare ottenuta grazie alle
caratteristiche microclimatiche della zona ed alla lunga tradizione
locale. Il vino che se ne ottiene, spesso proposto frizzante, è adatto
ad essere consumato fresco e giovane, perfetto come aperitivo e come
gioioso vino d’estate. Ottimo anche nella versione passito.
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Grissini
di riso

IL LIEVITO DEL BORGO


Da oltre 60 anni il forno segalini, riconosciuto da regione
lombardia "negozio storico" del nostro territorio, produce a
mano il pane della tradizione milanese, scegliendo ogni notte la
sapienza della lievitazione naturale. La Nuvola di Gio’,
La macinatura a pietra delle nostre farine e la riscoperta dei cereali
antichi (la chia, il miglio, la quinoa, l’avena, il lino, l’amaranto)
sono il segreto della semplicita’ e ricchezza delle nostre creazioni.
Da sempre crediamo che latte e burro di cascina, uova fresche di
giornata e frutta di stagione siano gli ingredienti essenziali per
unire la bonta’ al benessere.
Ogni volta che la leggerezza incontra il gusto nasce qualcosa di La Macina
unico. con farina
E’ per questo che i nostri pani , focacce e grissini di riso sono cosi’
macinata a pietra
glutine.
Info :
forno.segalini@tin.it

Seguici sulla nostra pagina Facebook


I Frollini
di farina integrale
Orari con il miglio soffiato
7.00-13.30
7.00-13.30 / 16.30-19.30
LOMBARDIA VALTELLINA •

Dal lago alle


vette alpine
Sulla Strada del Vino della Valtellina e fino a Bormio,
per scoprire borghi di montagna, maestosi santuari
e paesaggi modellati da millenni di viticoltura eroica
TESTO DI PAOLO MARTINI

inviaggio 48
Nella foto. Lo splendido
panorama sulla
Valtellina che si gode
dalle Terme Bagni
Vecchi di Bormio. La
cittadina, a 1.225 metri
di altitudine, è celebre
per il ciclismo, per
il turismo termale e per
gli sport invernali, con
impianti sciistici che
arrivano fino a 3.000
metri di quota, teatro
di competizioni
internazionali,
come la Coppa
del Mondo di sci alpino.
A destra. Uve di
Nebbiolo, il vitigno alla
base dei migliori vini della
valle, stese ad asciugare
nella Cantina Balgera.

inviaggio 49
1. Un vecchio manifesto
che pubblicizza l’Inferno,
vino il cui nome deriva
dalle asperità dei piccoli
terrazzamenti su
cui si coltiva la sua vite.
2. Il Saloncello, nel
percorso museale di
Palazzo Salis, a Tirano: in
questa sala affrescata si
riunivano gli esponenti
politici valtellinesi tra il XVII
e il XVIII secolo.
3. La cantina Nino Negri
a Chiuro.
4. Un momento
della vendemmia.
Nella pagina accanto.
Il campanile del Santuario
della Madonna

D
di Tirano, eretto in stile
rinascimentale
➀ a partire dal 1505. ➁

Dai 198 metri sulle sponde del Lago di Como ai 4.050 della Alpi Retiche, tra i 46° e i 46° 39’ di latitudine, risulta un ambiente
cima del Pizzo Bernina, i paesaggi della Valtellina – più che una ideale per il vino rosso e in particolare le uve Nebbiolo: la zona
valle, una vasta regione alpina che comprende Valchiavenna, delle viti è come racchiusa in una specie di anfiteatro naturale
Valmalenco e vallate minori italiane e svizzere – compongono alla destra orografica del fiume Adda, gode di un’esposizione
un arco cromatico che va dai colori luminosi dell’Adda, dei completamente a sud, prospera da quota 300 metri sino a un
laghi e dei riflessi dei ghiacciai al verde denso dei boschi e delle massimo di 700 metri, con un perfetto orientamento al sole est-
praterie di montagna. Insieme questi elementi formano lo sfondo ovest. Protetto dai monti della catena alpina a nord e a est, con
di un panorama scandito dalle strade, dalle cittadine, dalle cime oltre i 3.000 metri, e a sud dalle più basse Orobie, il clima è
chiese, dai campanili e dai capannoni delle attività economiche mitigato ulteriormente dalla relativa vicinanza del Lago di Como.
nel fondovalle e infine come truccato dalle “pettinature” che i
meleti e i vigneti incidono sulla costiera pedemontana. A segnare Tra cantine storiche e santuari
decisamente quest’ampia porzione di territorio tra la Lombardia e È curioso che sia necessario deviare subito in Valchiavenna, fino a
la Svizzera, quasi 200 chilometri complessivi, sono i 67.000 metri Mese, per rendere il doveroso omaggio a quello che è considerato
centrali della Strada del Vino della Valtellina: una wine road che l’artefice del rinascimento del vino valtellinese, Mamete Prevostini,
da Ardenno a Tirano, lungo la vecchia carrozzabile, costituisce la ma quei 25 chilometri in più valgono tanto: per gli intenditori, il
spina dorsale della valle che ha Sondrio per capoluogo. Del resto, suo Sassella Sommarovina è unico, da collezione; la visita alla
con la sua collocazione longitudinale alla catena montuosa delle cantina storica è davvero un’emozione; per non dire, poi, della

➂ ➃
inviaggio 51
inviaggio 52
1. La ghiacciaia cilindrica
in pietra grezza di
Palazzo Salis.
2. L’antico Mulino
Menaglio, del ’600.
3. Un tratto del Sentiero
Valtellina, la ciclabile
che va da Colico a
Bormio in 114 chilometri.
4. Botte di Sfursat
nella Cantina Balgera.
Nella pagina accanto.
Il Santuario di Nostra
Signora (o della Santa
Casa) di Loreto a Tresivio.
Sorse fra il 1646 e il 1790
in posizione dominante
su un colle, come ex voto
dopo la peste del 1630.
La facciata, in Barocco
transalpino, è unica in
Italia; l’interno ospita
la riproduzione della
Santa Casa di Nazareth
➀ e una Madonna nera. ➁

soddisfazione di accomodarsi a tavola nel ristorante Crotasc (mai Tutti questi vini da uve Nebbiolo – Grumello, Inferno, Maroggia,
nome fu più paradossale, dato che è un crotto-chic) della sorella Sassella e Valgella, che prendono nomi anche più singolari
Michela. E quando si torna nel cuore della strada, e della Valtellina, dai vari terroir – se la devono vedere con i cugini più nobili
in un pugno di chilometri s’incrociano: nel nucleo quattrocentesco piemontesi, ma a ben vedere – solo vedere, sia chiaro – non ci
del borgo di Chiuro, la cantina più importante della valle, sono Barolo o Barbaresco e belle colline langhigiane che tengano
Nino Negri, un colosso da 800.000 bottiglie l’anno che, grazie rispetto al paesaggio valtellinese con il caratteristico vigneto a
soprattutto al suo Sfursat 5 stelle, ha consolidato l’immagine dei terrazzamenti, diventato nei secoli componente essenziale del
vini di quest’area insieme a Balgera Vini, storica cantina fiera panorama. Tecnicamente il terrazzamento è definito un metodo
del suo Valtellina Superiore Riserva del Fondatore, la quale fa di dissodamento degli acclivi versanti montani, espressione di una
parte del Consorzio di Tutela Vini della Valtellina; la tradizione precisa cultura degli insediamenti umani nelle vallate dell’arco
centocinquantenaria di Arpepe a Sondrio, il cui Sassella Rocce alpino. Questo sistema in Valtellina si è tradotto nella realizzazione
Rosse – vinificato a due passi dal santuario del XVI secolo dedicato di una miriade di muri a secco in sasso che contengono i filari
alla Beata Vergine della Sassella – è considerato dai sommelier delle viti di Nebbiolo e fungono anche da elemento di tutela e
“l’archetipo dei vini valtellinesi”; e gli hipster del biologico che con salvaguardia delle falde montane. È un’opera cominciata millenni
il marchio Dirupi a Ponte in Valtellina – un altro borgo d’antico fa e perpetuata grazie al lavoro quotidiano di tanti protagonisti
lignaggio – stanno decisamente rinnovando l’ambiente, pur da di quella che, per le difficoltà da affrontare, viene considerata
una cantina cinquecentesca. Non lontano da un altro spettacolare ancora oggi “viticoltura eroica”, il che poi si traduce anche in costi
santuario, quello di Tresivio dedicato alla Madonna di Loreto, di mantenimento molto alti. C’è persino chi ha calcolato l’entità
eretto nel ’700 sul colle di Tronchedo, tappezzato di vigneti. ciclopica di questi muri dei terrazzamenti valtellinesi: per esempio,

➂ ➃
INDIRIZZI Orario: mar.-sab. 10.15-12.50
e 14.10-16.45, dom.
Associazione Strada 8.30-13.30. Ingresso: 4 €.
del Vino della Valtellina
Chiuro (SO) Via Roma 12 Palazzo Salis
0342 200871; Tirano (SO) Via Salis 3
stradadelvinovaltellina.it 340 0640653; palazzosalis.
com Orario: fino a fine
Mamete Prevostini ottobre lun.-sab. 10-16.30.
Mese (SO) Via Don Primo Ingresso: 7 €.
Lucchinetti 63 0343 41522;
mameteprevostini.com Orario: Ecomuseo
delle Terrazze Retiche Nella foto. Il cortile a
punto vendita 10‐18.30, loggiato di Palazzo
degustazioni su prenotazione Bianzone (SO) Besta, a Teglio.
sab.-dom. 10.30‐17.30. Prezzi: ecomuseoterrazzeretiche.it Costruito nella seconda
degustazioni di 6 vini 20 €. Orario: temporaneamente metà del ’400,
chiuso, per informazioni conserva magnifici
affreschi rinascimentali.
Nino Negri su date, orari e prezzi
Chiuro (SO) Via Ghibellini 3 0342 720107.
0342 485211;
gruppoitalianovini.it Orario: Torchio Vinario
visite su prenotazione lun.-sab. Grosotto (SO) Via Patrioti 7;
alle 10.30 e alle 15. Prezzi: valtellinaturismo.com gli enologi e i sommelier dell’Assovini parlano di oltre 2.500
degustazioni di 4 vini 20 €. Orario: temporaneamente
chiuso, per informazioni chilometri di sviluppo lineare, con una incidenza media per ettaro
Balgera Vini su date, orari e prezzi di vigneti superiore ai 2.000 metri quadrati di superficie verticale.
Chiuro (SO) Corso Maurizio 0342 88710. Muri secolari che si disputano il visitatore giusto con i più grandi e
Quadrio 26 0342 482203;
splendenti edifici signorili della valle, come Palazzo Besta a Teglio,
vinibalgera.it Orario: visite su Mulino Menaglio
prenotazione 8‐12 e 14‐18, Teglio (SO) Frazione San
tra le più significative dimore rinascimentali lombarde, e Palazzo
dom. 8‐12. Prezzi: Rocco; valtellinaturismo.com Salis a Tirano, costruito agli inizi del XVII secolo partendo da
degustazioni di 6 vini 15 €, con Orario: temporaneamente quattro edifici nobiliari preesistenti.
prodotti tipici 25 €. chiuso, per informazioni
su date, orari e prezzi
Arpepe Il Sentiero Valtellina e le terme
0342 782000.
Sondrio Via Buon Consiglio 4 Il turista enogastronomico più avvertito può aggiungere anche tre
0342 214120; arpepe.com Tenuta La Gatta visite mirate: all’Ecomuseo delle Terrazze Retiche di Bianzone, al
Orario: lun.-sab. alle 10 Bianzone (SO) Via Gatta 33
passeggiata in vigna, visita alla prezioso Torchio Vinario a leva del ’700 a Grosotto e all’antico
0342 720004 / 701352;
cantina e degustazione di 6 vini. Mulino Menaglio subito fuori Teglio, dedicato alla coltura del
triaccavini.eu Orario: visite su
Prezzi: 30 €. prenotazione gio.-sab. grano saraceno, il furmentùn con cui da queste parti s’impastano
10.30-18.30. Prezzi: visite a pizzoccheri, sciatt e polenta negra. Senza dimenticare, a Bianzone,
Beata Vergine della Sassella
vigneti, cantina e degustazioni una tappa alla Tenuta La Gatta, nata nel Cinquecento come
Sondrio Località Sassella;
di 4 vini con assaggi di prodotti convento domenicano, a lungo residenza nobiliare e oggi cantina
parrocchiesondrio.it
valtellinesi da 20 €.
Orario: aperta per il culto. della famiglia Triacca. Chi vuole può anche percorrere la wine
Sentiero Valtellina road in bici, lungo la ciclabile del Sentiero Valtellina – che
Dirupi
sentierovaltellina.it in 114 chilometri divisi in 5 tappe segue il corso dell’Adda da
Ponte in Valtellina (SO) Via
San Carlo 347 2909779; Colico a Bormio, dove ci sono gli spettacolari Bagni Vecchi –,
dirupi.com Orario: visite su QC Terme Bagni Vecchi
Valdidentro (SO) Località
ma è consigliato intraprenderla al rovescio, in discesa, partendo
prenotazione. Prezzi: visite
Bagni Vecchi 0342 910131; da Tirano e dal suo ben noto Santuario della Madonna, del
alla cantina e degustazioni da 5
vini 30 €. qcterme.com Orario: dom.‐gio. XVI secolo, al crocevia tra l’Italia e la Svizzera, dove si venera
10‐20, ven.-sab. 10‐22. l’apparizione del 1504. Del resto qui ci vuole proprio tanta fede, di
Santuario di Nostra Signora Prezzi: da 46 € per 5 ore.
cui è intrisa storicamente questa valle, anche per mettersi a fare il
di Loreto - Santa Casa
Santuario della Madonna viticultore: pensate solo alla lavorazione del vino da meditazione
Tresivio (SO) Via Santa Casa
48 0342 430118 e 339 di Tirano che ha reso celebre nel mondo da secoli le viti della Valtellina, lo
3089540; laparrocchiaditresivio. Tirano (SO) Piazza Basilica Sfursat. Il nome deriva dalla pratica di “forzare”, ossia prolungare
com Orario: visite libere dom. 0342 701203;
la maturazione dell’uva per 110 giorni: quando verso fine gennaio
15‐18, altri giorni su santuariotirano.it
Orario: fino al 31⁄9 7-19. l’aria invernale della montagna ha completato la sua azione, i
prenotazione da concordare.
grappoli – che vengono stesi appena vendemmiati su ampi graticci
Palazzo Besta INFO TURISTICHE nei tipici fruttai, locali asciutti dove gira tanta aria – avranno perduto
Teglio (SO) Via Besta 8 Infopoint Sondrio il 40% di peso concentrando i succhi e gli aromi migliori. Dopo la
0342 781208; Sondrio Piazza Campello 1
musei.lombardia.beniculturali.it/ 0342 526299; pigiatura, seguono 24 mesi di maturazione e affinamento in botti di
musei/palazzo-besta visitsondrio.it e valtellina.it legno, prima di arrivare alla sacrosanta e meritata bottiglia.
©riproduzione riservata

inviaggio 54
Applicare Rimozione Non contiene parabeni
ogni 48 ore praticamente
indolore o altri conservanti.

• 5 pezzi 6X7 cm • 4 pezzi 10X10 cm


• 4 pezzi 8X12 cm
LOMBARDIA VALTELLINA

DOVE DORMIRE DOVE MANGIARE


da 46 a 110 euro in camera doppia da 30 a 40 euro vini esclusi

Altavilla TOP io Osteria del Crotto ❘ Storico


agg
Anna Bertola, sommelier, cura inVi Locale tipico del 1814 in un crotto naturale,
personalmente la sua locanda, con una oggi tavola enogastronomica Slow Food:
scelta del meglio dei prodotti della cibi a base di prodotti locali arricchiti di
Valtellina. Solo 14 camere in tutto, enoteca sapore con rare erbe selvatiche del posto.
con 400 etichette della valle e di vini italiani Morbegno (SO) Località Madonna,
e stranieri. Si organizzano visite alle Via Santuario 0342 614800;
principali cantine. Ospitalità di una volta e osteriadelcrotto.it Prezzo medio: 40 €.
cibo superbo. Menù tipico valtellinese 28 €.
Bianzone (SO) Via ai Monti 46 ALTAVILLA Orterie - Stazzona ❘ Esotico
0342 720355; altavilla.info Locale davvero unico: la chef giapponese
Prezzi: da 46 € con colazione. Rie fa cucina fusion vegetariana e vegana di
verdure a km zero dall’orto di famiglia (l’“orto
Cà Rossa Suite & Breakfast di Rie”, appunto). Di rigore la prenotazione.
Due suite, stupende, su due livelli a Menù ogni giorno diverso.
strapiombo sui terrazzamenti sotto Castel Villa di Tirano (SO) Via Giambonelli 16
Grumello. Una camera si chiama Retrò e una 0342 795054; facebook.com/orterie%20/
Pop, ciascuna nello stile che dà loro il nome. Prezzo medio: 40 €.
Montagna in Valtellina (SO) Via Cà Rossa
CÀ ROSSA SUIT E & BR E A K FA ST
336 339 8622006; carossa.eu Ristorante Jim ❘ Con la Valanga Azzurra
Prezzi: da 110 € con colazione. Struttura di livello nei giardini rinascimentali
dell’Hotel Sassella. Jim Pini negli anni ’70
Wine Hotel Retici Balzi seguiva la squadra italiana di sci e fece
Undici camere ispirate al vino, tra gli conoscere la cucina valtellinese nel mondo:
splendidi vigneti terrazzati lungo la strada ottimi i ravioli di polenta taragna.
dei castelli. Top degustazioni e wellness. Grosio (SO) Via Roma 2 0342 847272;
Poggiridenti (SO) Via Panoramica 2 hotelsassella.it Prezzo medio: 40 €.
0342 382092; hotelreticibalzi
Prezzi: da 85 € con colazione. WINE HOTE L R E T IC I BA L ZI
Osteria Roncaiola ❘ Cucina con vista
Ristorante che fa parte della Confraternita
Hotel Bernina ★ ★ ★ del chisciöl e dei vini del Tiranese. Cucina
Albergo tradizionale di buon livello del tradizionale, tra cui spicca la selvaggina. La
gruppo Saint-Jane dell’Aprica: 22 camere, specialità sono i chisciöi, croccanti frittelle di
comoda posizione in centro, di fronte alla grano saraceno cotte a fuoco lento in poco
stazione del Trenino Rosso del Bernina. olio o burro e farcite di formaggio. Notevole
Tirano (SO) Via Roma 24-28 0342 il panorama verso Tirano.
705111; saintjane.it/it/valtellina/hotel-bernina- Tirano (SO) Località Roncaiola, Via Santo
tirano Prezzi: da 71 € con colazione. Stefano 2 0342 720387;
OSTE RIA DE L C R OT T O osteriaroncaiola.it Prezzo medio: 30 €.
Il Dosso - Maroggia B&B
Antonella ha curato e gestisce questo Ristorante Trippi ❘ Antiche ricette
complesso rurale in sasso all’inizio della Eleganza, tradizione, passione hanno
Strada del Vino seguendo il motto “questa fatto dell’ingegnere-chef Gianluca
casa non è un albergo”... ma un accogliente Bassola un punto di riferimento della cucina
b&b con 2 camere e un appartamentino. di montagna locale. Il ristorante fa parte
Berbenno di Valtellina (SO) Via Fratelli dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi.
Rodari 216 338 7853939; Montagna in Valtellina (SO) Via Stelvio 297
ildossomaroggia.it Prezzi: da 70 € con 0342 615584; ristorantetrippi.it
colazione. ORTE RIE ‐ STA ZZONA Prezzo medio: menù del territorio da 30 €.

COSA FARE Comprare i vini valtellinesi in una bottega centenaria, scoprire il mondo delle api e degustare i formaggi

I sapori della valle Miele e didattica Le forme del latte


Il meglio della Valtellina, dai vini ai formaggi, La Mieleria Moltoni è una fattoria didattica A Chiuro si trova la Latteria Sociale.
riunito in un luogo antico e suggestivo: con museo apistico, dove si trovano anche Nello spaccio con stuzzicheria si possono
è la storica bottega dei Fratelli Ciapponi ottimi cereali, birra, verdure, confetture e così gustare e comprare latte, burro, panna,
a Morbegno (Piazza 3 Novembre 23 0342 via, tutto a km zero. Visite guidate all’alveare. yogurt, formaggi freschi o stagionati (anche
610223; ciapponi.com), che dal 1883 Info: Villa di Tirano, Via Sonvico 1 338 di capra) e confetture. Info: Via Stelvio 18
“nasconde” nel retro cantine fatte di ambienti 6594482; mieleriamoltoni.it Orario: visite su 0342 483438; latteriachiuro.it Orario: punto
a volte e a colonne e celle ad alveare prenotazione mar.‐sab. 9‐12 e 14‐18, chiuso vendita 7.30‐19.30; stuzzicheria lun.‐ven.
dove riposano i prodotti pregiati della valle. dom.-lun. Prezzi: visite e degustazioni 5 €. 11.30-15.30, sab.-dom. 11.30-17.

inviaggio 56
PRONTI
PRONTI.
PRONTI.
PRONTI.
DOLOMITI. VIA.
DOLOMITI.
DOLOMITI. VIA.
DOLOMITI. VIA.
VIA.

Tu al centro, le DOLOMITI di BRENTA intorno.


La vacanza che sognavi è pronta. Abbiamo ricamato
TuTualalcentro,
su misura
perLa
vivere
su
per
La
Parco
su
o oper
lungo
per
centro,
Lavacanza
appassionanti
su
Tu
o per
misura
alpiccoli
per vivere
vacanza
per telele
vacanza
misura
centro,
vivere
appassionanti
Naturale
appassionanti
misura
iper
vivere
Parco
Parco
per
per

piccoli
sentieri
piccoli
che
“top
DOLOMITI
nuove,
te
DOLOMITI
chesognavi
l’estate:
te
l’estate:
che
oltre
sognavi
nuove,
nuove,
le DOLOMITI
l’estate:
gruppi. oltre
Dove?
Adamello
perdelle
“top
te nuove,
gruppi.
gruppi.
l’estate:
Naturale
Naturale
oltre
sognavi
“top
Dove?
emozioni
Dove?
di BRENTA
fresche
fresche
experience”
100 100
Brenta
di e
è pronta.
100 èdiverse

experience”
fresche
e
freschea
intorno.intorno.
colorate
BRENTA
Abbiamo
pronta.
diverse
è pronta.
experience” a
NeleNel
oltre Brenta
Adamello
Adamello 100
attività
Abbiamo
colorate
settimana,
di BRENTA
diverse
Nel
e
attività
teatro en
settimana,
Geopark,
teatro
della
diverse
en
Geopark,
Brenta
opportunità
ricamato
attività
aAbbiamo
plein
attività
e 6ricamato
opportunità
colorate individuali
intorno.
e 6
plein
opportunità
air
e 6del
ricamato
individuali
settimana,
eteatro
colorate
camminando
individuali
opportunità
enair
bellezza. del air del
plein
ecamminando
camminando
Geopark, 6 Foto: S. Guetti
T
appassionantisentieri “top
delleexperience”
emozioni ea
lungo i sentieri delle emozioni e della bellezza.
lungo i settimana,
della bellezza. individuali Foto: S.
Foto: S.Guetti
Guetti
o per piccoli gruppi. Dove? Nel teatro en plein air del
Parco Naturale Adamello Brenta Geopark, camminando
lungo i sentieri delle emozioni e della bellezza. Foto: S. Guetti
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Dolomiti di Brenta, LagoNero. Foto: N. Fedrizzi

Dolomiti diDolomiti
Brenta,
LagoNero.
di Brenta, Foto:N. Fedrizzi
LagoNero. Foto: N. Fedrizzi

Foto: D. Lira

Foto:D.
Foto: D.Lira
Lira

TT I I
RIVEDER LE STELLE LE “TOP EXPERIENCE”

TuttiRIVEDER
i venerdì,LE
RIVEDER fino
LE al 28 agosto, escursione con
STELLE
STELLE Inoltre, nel
LE“TOP
LE “TOPmenu delle “top experience” si può
EXPERIENCE”
EXPERIENCE”
guida alpina, cena e notte in una baita antica e scegliere tra: “Di prato in pranzo” (tutti i martedì
solitaria
Tuttisotto
i i venerdì,
Escursione
Tutti ilcon
venerdì, cielo
fifi nostellato
guida
no alal 28alpina, delle
28 agosto,
agosto, cenaDolomiti
e nottediincon
escursione
escursione con
una fino Inoltre,
alInoltre,
25 agosto),
nel menu
nel escursione
menu mattutina
delle “top
delle alla ricerca
“top experience”
experience” sisi può
può
Brenta.
baita
guidaIl mattino
guida antica
alpina,ecena
alpina, dopo,
solitaria
cena eeai primi
sotto
notte
notte ininilraggi
cielo
una
una del
baita
baita sole,
stellato
antica
antica delle
ee e raccolta delle
scegliere
scegliere erbe
tra:
tra: “Diselvatiche
“Di con la Signora
pratoininpranzo”
prato pranzo” del
(tuttii imartedì
(tutti martedì
Dolomiti
risveglio e colazione
solitaria
solitaria di
sotto
sotto Brenta.
ililprima Il mattino
cielo
cielo distellato
rientrare
stellato dopo,
delle
delle ai
a valle. primi
Sarà raggi
Dolomiti
Dolomiti didi foraging
fifino
noalNoris
al25 Cunaccia.
25agosto),
agosto), escursionemattutina
escursione mattutinaalla allaricerca
ricerca
del
una notte sole,
Brenta.
Brenta. a tu IlIlrisveglio
per tu condopo,
mattino
mattino edopo,
locolazione
spirito della
aiai primi prima
primi raggi
raggi di rientrare
montagna, sole,a
del sole,
del “Colazione
eeraccolta sull’erba”
raccolta delleerbe
delle (tutti
erbe i mercoledì
selvatiche
selvatiche conlafi
con lano al 9 del
Signora
Signora del
valle.
provando
risveglio
risveglio sensazioni
eecolazione
colazione uniche prima
prima e ritrovando
didirientrare
rientrarel’armonia
aavalle.
valle.Sarà
Sarà settembre),
foragingpasseggiata
foraging NorisCunaccia.
Noris Cunaccia.nella natura e prelibate
Sarà
con launa
una una aLungo
Natura.
notte
notte notte
atutuper
per iatu
tutu
sentieri
con
con per
lolo tu
percorsi
spirito
spirito condella
lo Pionieri
dai
della spirito
montagna,
montagna, della colazioni con i sull’erba”
“Colazione
“Colazione prodotti (tutti
sull’erba” della
(tutti i inostra
mercoledì
mercoledì terrafifinoin alal 99
no
montagna,
delleprovando
Dolomiti
provandosensazioni a provando
metà Ottocento,
sensazioniuniche sensazioni
la
unicheeeritrovando guida uniche
l’armoniae
alpina
ritrovandol’armonia silenziose radurepasseggiata
settembre), alpine.
passeggiata nella nella natura
natura ee prelibate
prelibate
settembre),
ritrovando
segnerà
conlaillaNatura.
passo
Natura.l’armonia
perLungo con
raggiungere, la Natura.
isentieri
sentieri dopo due
percorsi daiore
Pionieri “Polenterchef”
colazioni con (tutti
con iii giovedì
prodotti fino al 10 nostra
della settembre),
nostra terraterra inin
con
Lungo i sentieri percorsi dai Pionieri delle Pionieri
Lungo i percorsi dai Dolomiti colazioni prodotti della
di cammino,
adelle
delle
metà Dolomiti una suggestiva
Dolomiti
Ottocento, aametà metà
la guida radura
alpinaela
Ottocento,
Ottocento, lailguida
rustico
guida
segnerà alpina
ilalpina
passo laboratorio di radure
silenziose
silenziose cucina per
radurealpine.
alpine.scoprire i segreti della
bivacco.
segnerà
segnerà il passo per
per raggiungere, dopo due ore di cammino,ore
il passo per raggiungere,
raggiungere, dopo
dopo due
due ore
una polenta più buona, (tutti
“Polenterchef”
“Polenterchef” dalla
(tuttiifarina
igiovedì
giovedìallafifino
ricetta
noalal1010fisettembre),
no alla
settembre),
di cammino,
di cammino,
suggestiva unaesuggestiva
una
radura suggestiva
il rustico bivacco. radura ee ilil rustico
radura rustico degustazione.
laboratorio didi cucina
laboratorio cucina per per scoprire
scoprire i i segreti
segreti della
della
www.campigliodolomiti.it/topexperience
bivacco.
bivacco. “Ohpolenta
mia bella
polenta piùmora”
più buona,
buona, (venerdì
dallafarina
dalla 28 agosto,
farina allaricetta
alla 4 efifi11
ricetta noalla
no alla
settembre), incontro con gli allevatori delle aziende
degustazione.
degustazione.
www.campigliodolomiti.it/topexperience
www.campigliodolomiti.it/topexperience agricole
“OhSlow
“Oh Food.mora”
miabella
mia bella Infine,(venerdì
mora” “Albe in
(venerdì 28Malga”
28 agosto,(25
agosto, 44ee11 11
luglio, 8 e 22 agosto),
settembre),
settembre), incontrol’inizio
incontro congli
con glidel giornodelle
allevatori
allevatori vissuto
delle aziende
aziende
come un vero
agricole
agricole Slow
Slow malgaro:
Food. Infi
Food. natura,
Infi animali,
ne, “Albe
ne, “Albe fieno, (25
inin Malga”
Malga” (25
formaggio,
luglio, 8burro…
luglio, 8 ee 22 prima il l’inizio
22 agosto),
agosto), dovere,
l’inizio delpoigiorno
del il piacere
giorno vissuto
vissuto
di un’indimenticabile
come un
come un vero colazionenatura,
vero malgaro:
malgaro: alpina.
natura, animali,
animali, fifieno, eno,
formaggio,burro…
formaggio, burro…prima primailildovere,
dovere,poi poiililpiacere
piacere
didiun’indimenticabile
un’indimenticabilecolazione colazionealpina.alpina.
LOMBARDIA-VENETO GARDA E VALPOLICELLA •

Degustazioni
in riva al lago
Tour tra il Garda e le colline veronesi: i vigneti del Lugana,
il bianco e le memorie risorgimentali
di Custoza, fino alla Valpolicella e al suo Amarone
TESTO DI AURETTA MONESI

Nella foto. Crepuscolo sulla riviera di Santa Maria di Lugana, frazione di Sirmione.

inviaggio 60
inviaggio 61
L
La Lugana è il territorio a sud del Lago di Garda, cantato
da Catullo per la sua bellezza fatta di colli scriminati da
cipressi e declivi vitati, le montagne alpine a far da sfondo
e cornice al lago e al paesaggio. La denominazione
Lugana spetta ai vini prodotti tra l’area bresciana del
Garda, in Lombardia, e la veronese Peschiera del Garda,
in Veneto, dove il terroir è morenico, minerale e le brezze
del Benaco spettinano i vigneti. Il Lugana è il vino bianco,
fresco e beverino, ottenuto dal vitigno Turbiana, varietà di
Trebbiano. Vino brillante, perfetto per il pesce di lago (trote,
coregoni, lavarelli), ha cinque tipologie: Lugana, Lugana
d’Indipendenza, poi l’Ossario con le spoglie dei caduti
della sanguinosa battaglia del 1859 e il Museo. La
vicina, magica penisola di Sirmione si percorre sino al
Castello circondato dal lago e al borgo con le Grotte di
Catullo, complesso archeologico di una splendida villa
romana sul culmine della lingua di roccia, da visitare
insieme al Museo Archeologico. Bella la sensazione di
essere su terraferma in mezzo al lago. Proprio dietro
Sirmione ecco i vigneti di Cà dei Frati. Un documento
del 1782 narra di un casolare con cantina nel luogo
detto “dei frati”, acquisito dalla famiglia Dal Cero che
Superiore, Riserva, Vendemmia Tardiva e Spumante. ha creduto nel Lugana. La cantina, visitabile, riecheggia
Dal 1990 il Consorzio Tutela Lugana fa da sentinella alla l’architettura di un cenobio. La degustazione è gratuita:
qualità del vino, che si fregia della Doc dal 1967. spiccano il Lugana Doc I Frati, fresco e appena fruttato,
il Brolettino, un Turbiana in purezza barricato (13,5%
Da Solferino alla magia di Sirmione vol), e il Cuvée dei Frati Brut spumante, metodo classico
Il nostro itinerario inizia così in quello scampolo di da uve Turbiana e Chardonnay. A Pozzolengo, Bulgarini
Lombardia orientale chiuso tra la sponda meridionale è un’altra cantina interessante, che produce Lugana in
del Garda e il Mincio, liquido confine di regione.
A Pozzolengo la Tenuta Roveglia, una corte del 1404 tra i
In alto. La penisola Solferino, custode
filari, imbottiglia dieci etichette e tre distillati, di altissima di Sirmione con la dei caduti di quattro
qualità. Cinque bianchi Lugana di cui un bollicine Brut, darsena del Castello eserciti: austriaco,
Scaligero, racchiusa veneto, francese e
un chiaretto, un Merlot, un bianco di Turbiana in purezza, da una cinta muraria sardo-piemontese.
due Cabernet Sauvignon. Su prenotazione si visita la con torri merlate. 3. Il Castello Scaligero
1. Pittura parietale di Sirmione, eretto fra
cantina storica. Poco distante c’è il borgo di Solferino, nell’azienda Cà dei il XIII e il XIV secolo.
con Piazza Castello, belvedere sulla Lugana e il lago. Frati di Lugana, attiva Pagina accanto.
già alla fine del ’700. Vigneti sulle colline di
Da vedere la Rocca di Solferino, detta Spia d’Italia, torre 2. Veduta aerea Bardolino, affacciate
d’avvistamento, teatro di scontri nella Seconda Guerra dell’Ossario di sul Lago di Garda.

inviaggio 62

inviaggio 63

inviaggio 64
più varianti e una scelta di rossi Cabernet Sauvignon Trebbiano toscano, Trebbianello ed eventualmente
e Merlot. Da menzionare anche Sgreva, cantina da tre altre uve bianche. La zona di produzione comprende
generazioni che fa degustazioni e visite guidate nella una manciata di comuni tra Verona, il Garda e il fiume
casa dal sapore cordiale: validi i Lugana ma buoni Mincio. La Doc venne stabilita nel 1971 e si articola in
anche il rosso dal nome originale Suono di Gong e il Custoza Doc, Superiore, Spumante, Riserva e Passito. Il
chiaretto Rosabèl. Custoza Doc è secco, giallo paglierino, da pesce e fritture
e carni non rosse. La sensazione di freschezza che dà al
A est del Mincio, nel Veronese palato è una delle sue caratteristiche salienti: è un vino
L’area a sud del Garda si protende verso Verona sfiorando con personalità che non predomina sui cibi, delicato
la zona dei Colli Morenici sino alle colline di Custoza, e cortese. Il Superiore vive un breve invecchiamento
altro luogo di battaglie risorgimentali, oggi frazione di in legno di rovere che gli conferisce maggiore tenore
Sommacampagna. La seicentesca Villa Pignatti Morano alcolico (almeno 12,5% vol), gli Spumanti Brut, Extra Dry,
(non visitabile ma ben visibile da fuori) annuncia il borgo Pas Dosé e Semi Sec hanno perlage fine e riflessi dorati.
tra i cipressi e le viti. Gli scontri bellici del 1866 sono Il Passito, di uve riposate, è dolce, ambrato e aromatico.
ricordati dall’Ossario, torre-museo un po’ macabra, Un riferimento validissimo è la Cantina di Custoza, nata
che conserva i resti dei caduti e dalla sommità offre come cantina sociale nel 1968. La produzione vede
un panorama infinito. Il vino Custoza è un bianco diverse linee ed etichette, rossi onorevoli e buoni sfusi.
Doc di tono, uvaggio di Garganega, Bianca Fernanda, Le bollicine sono Cuvée Radetzky, Imperial, Biologico
e Garda Doc. Il passito Santalùssia Custodia, vellutato
uvaggio di 5 vitigni, dorme 5 mesi in barrique. Gli
In alto. Filari di viti guerre d’Indipendenza
nella Valpolicella, del 1848 e del 1866. assaggi sono liberi e d’obbligo, come all’ottima cantina
zona apprezzata per 2. Vendemmia alla dell’Azienda Agricola Cavalchina, belle vigne curate da
la viticoltura già Cantina Bulgarini.
ai tempi dei Romani. 3. Fabio Manara Giulietto Piona. Imperdibile, in zona, il Parco Giardino
1. Villa Pignatti dell’omonima azienda Sigurtà, annesso alla Villa Maffei Sigurtà, paradiso
Morano, storica agricola con un calice
residenza dei signori del suo Amarone. botanico di antica storia (il giardino attuale fu iniziato
di Custoza. L’edificio Pagina accanto. nel XVII secolo) che domina la vallata del Mincio e
conserva i fori dei Il Parco Giardino
proiettili che lo Sigurtà di Valeggio il Ponte Visconteo di Borghetto, un microcosmo sul fiume
colpirono durante le sul Mincio. di mulini e ottimi ristoranti.

inviaggio 65
➀ ➁

Nelle terre del re Amarone lavora le uve dei soci, vigne inframmezzate da ulivi e
La linea del territorio enologico che inizia con la ciliegi, e produce i classici della valle, ma anche grappe
Franciacorta e prosegue con il Lugana, il Bardolino, il e olio. Il Classico Valpolicella Doc è un vino armonico e
Custoza, incontra infine la Valpolicella. La vallata sale da di corpo, e il Ripasso riposa 20 giorni nei tini di pigiatura
Verona verso i Monti Lessini, valorizzata dal nobilissimo dell’Amarone. Storiche e di assoluta eccellenza le cantine
Amarone Docg. Vino antico, è un Recioto secco, ottenuto Masi con le adiacenti Possessioni Serego Alighieri, e
da grappoli di Corvina, Corvinone, Rondinella e altri vitigni Allegrini con sede nella sontuosa, tardorinascimentale
autoctoni, lasciati riposare e vinificati in modo che il vino Villa Della Torre, di cui è fin superfluo raccontare. Nella
da dolce diventi secco. Componente alcolica elevata (14% sua piccola cantina invece Manara, un’azienda familiare,
minimo) ma perfettamente integrata, colore rosso intenso, fa ottimi vini e in autunno i grappoli d’uva riposano sui
profumato, vellutato e pieno, non ha nulla da invidiare ai tralicci per diventare Amarone o Recioto. Le sue vigne
SuperTuscan e ai Bordeaux. In Valpolicella si producono di collina godono di ottima esposizione solare. Una
anche altri vini che mettono meno in soggezione, ma curiosità: il Recioto si chiama così perché vendemmiando
sempre di approccio importante: i Valpolicella Doc, si scelgono le parti alte e migliori dei grappoli, le rece,
blend tra Corvina, Rondinella e Corvinone, dell’area orecchie in veronese. Un tempo l’Amarone non era tenuto
pedemontana veronese, terre con buon drenaggio dove le in gran conto, lo si chiamava recioto scapà. Tutto cambia,
brezze di montagna si confondono con quelle di pianura stavolta in meglio: sic transit gloria vini…
e le gardesane. Da vedere il borgo di Sant’Ambrogio ©riproduzione riservata
di Valpolicella, aperto sulla Val d’Adige e il Garda, con
la romanica Pieve di San Giorgio di Valpolicella dagli
1. Il chiostro dei primi eretta nel 1735,
affreschi longobardi. “Ingannapoltron” è il soprannome del XII secolo della sede dell’omonima
dato alla pieve dai pellegrini, ai quali pareva di non Pieve di San Giorgio azienda, caposaldo
di Valpolicella a della produzione
arrivare mai... Vicino al paese di Fumane c’è poi il Parco Sant’Ambrogio di dell’Amarone.
delle Cascate di Molina, una bella oasi naturalistica. A Valpolicella; la pieve 3. Il Parco delle
è uno degli esempi Cascate di Molina,
Negrar si visitano le sale, il parco, le vigne e la cantina più significativi di nel Parco Naturale dei
di Villa Mosconi Bertani, residenza settecentesca dove, Romanico veronese. Monti Lessini.
2. La facciata 4. Da Serego Alighieri,
nel 1936, quasi per sbaglio, pare sia nato l’Amarone. neoclassica della Villa un calice di Amarone
La Cantina Sociale di San Pietro in Cariano dal 1939 Mosconi Bertani, Veio Armaron.

inviaggio 66
INDIRIZZI 045 516002; cavalchina.it
Orario: lun.-ven. 8-12 e 13-17,
altri giorni e orari su appuntamento.
Consorzio Tutela Lugana Doc
Degustazioni temporaneamente
045 9233070; consorziolugana.it
sospese.
Tenuta Roveglia
Parco Giardino Sigurtà
Pozzolengo (BS) Località Roveglia 1
Valeggio sul Mincio (VR) Via Cavour 1
030 918663; tenutaroveglia.com
045 6371033; sigurta.it Orario:
Orario: visite e degustazioni su
9-19; ott. 9-18, chiuso dall’8/11.
prenotazione 8-18, chiuso dom. Prezzi:
Ingresso: 14,50 €.
da 10 € (2 vini con prodotti da forno).
Pieve di San Giorgio di Valpolicella
Rocca di Solferino
Sant’Ambrogio di Valpolicella (VR)
Solferino (MN) Via Vicinale del Castello
Frazione San Giorgio di Valpolicella,
338 7501396; solferinoesanmartino.it
Piazza della Pieve 22 045 6861098;
Orario: 9-12.30 e 14.30-19, chiuso lun. parrocchiasgiorgiodivalpolicella.myadj.it
(dal 16/10 solo gruppi su prenotazione). Orario: 9-18.
Ingresso: 2,50 €, con i musei di Solferino
e San Martino 10 €. Parco delle Cascate
Molina di Fumane (VR) Via Bacilieri 1
Ossario e Museo Risorgimentale 045 7720185; parcodellecascate.it
Solferino (MN) Via Ossario 0376 Orario: fino al 30/9 9-19.30 (ultimo
854019; solferinoesanmartino.it Orario ingresso alle 17.30); 1/10-3/11 10-18
e ingresso: come la Rocca di Solferino. (ultimo ingresso alle 17.30).
Ingresso: 7 €.
Grotte di Catullo e Museo
Archeologico di Sirmione Villa Mosconi Bertani
Sirmione (BS) Piazzale Orti Manara 4 Arbizzano di Negrar (VR) Via Novare
030 916157; musei.lombardia. 2 045 6020744; mosconibertani.it
beniculturali.it e grottedicatullo. Orario: visite e degustazioni ven.-dom.
beniculturali.it Orario: 8.30-19.30, dom. 10-14; punto vendita lun. 15-18,
14-19.20, chiuso lun.; prenotazione mar.-sab. 9-13 e 14-18. Prezzi: visite
obbligatoria. Ingresso: 8 €. guidate di villa, giardini, vigne e cantina
9 €, degustazioni di 4 vini 22 €.
Azienda Agricola Cà dei Frati
Sirmione (BS) Frazione Lugana, Via Frati Cantina Sociale
22 030 919468; cadeifrati.it Orario: San Pietro in Cariano (VR)
visite 8.30-12.30 e 14.30-18.30, sab. Via Valpolicella 61 045 6838448;
8.30-12.30 (vendita anche 14.30-18.30), cantinavalpolicellasanpietro.it Orario
chiuso dom. Prezzi: visite gratuite. punto vendita: 9-12.30 e 15.30-19,
chiuso dom.
Cantina Bulgarini
Pozzolengo (BS) Località Vaibò 1 Masi-Serego Alighieri
030 918224; vini-bulgarini.com Orario: Sant’Ambrogio di Valpolicella (VR)
punto vendita 9-18.30, chiuso dom. Località Gargagnago, Via Stazione
Prezzi: al punto vendita primo assaggio Vecchia 472 045 7703622 /
gratuito, poi 2 € al calice; visite alla 6832532; masi.it e seregoalighieri.it
cantina e degustazioni con prodotti tipici Orario: punto vendita 10-19, dom.
da concordare, su appuntamento 10-14; visite e degustazioni su
lun.-ven., min. 8 persone, 18 € a persona. prenotazione. Prezzi: da 20 €, gratis
se si acquista.
Azienda Agricola Sgreva
Sirmione (BS) Via San Martino della Allegrini
Battaglia 168 030 9906986; sgreva.it Fumane (VR) Via Della Torre 25 045
Orario: lun.-sab. 9.30-18.30. Prezzi: 6832070; allegrini.it Degustazioni
degustazioni di 4 vini e formaggi 18 €. sospese (possibili assaggi al wine shop
e nei giardini lun.-sab. 10-17). Prezzi:
Ossario di Custoza visite della villa e degustazioni 30 €.
➂ Sommacampagna (VR) Frazione
Custoza, Strada Ossario 17 346 Azienda Agricola Manara
➃ 9652147; ossariocustoza.it Orario: fino al San Pietro in Cariano (VR) Via Don
12/10 9.30-12.30 e 15.30-18.30, mar. Cesare Biasi 53 045 7701086;
15.30-18.30, chiuso lun.; dal 13/10 solo manaravini.it Orario: acquisti 8-12.30
sab.-dom. Ingresso: 3 €. e 14-19, chiuso dom.; degustazioni su
prenotazione. Prezzi: da 10 €.
Cantina di Custoza
Sommacampagna (VR) Frazione INFO TURISTICHE
Custoza, Via Staffalo 1 045 516200; Consorzio Albergatori e Ristoratori
cantinadicustoza.it Orario: punto vendita Sirmione
8.30-12.30 e 14.30-18.30; estivo 8.30-13 Sirmione (BS) 349 8183452;
e 14.30-18.30, sempre chiuso dom. sirmionehotel.com e visitgarda.com
Strada del Vino Valpolicella
Azienda Agricola Cavalchina San Pietro in Cariano (VR)
Sommacampagna (VR) Frazione Via Ingelheim 7 346 3202167;
Custoza, Via Sommacampagna 7 infovalpolicella.it

inviaggio 67
LOMBARDIA-VENETO GARDA E VALPOLICELLA

DOVE DORMIRE DOVE MANGIARE


da 50 a 119 euro in camera doppia da 20 a 40 euro vini esclusi

Hotel Meridiana ★ ★ ★ TOP io Hotel Ristorante Villa Pioppi ❘ Suggestivo


agg
Vicino alla Grotte di Catullo e alle Terme, i Vi
n In una villa Liberty d’inizio ’900, con giardino
tranquillo, accogliente, in una villa degli anni in riva al lago, il ristorante dell’albergo
Cinquanta: 20 camere, colazione molto ricca, omonimo propone pesce di mare e di acqua
bistrot ristorante, attenzioni per gli ospiti. dolce, grigliate, fritture e pizze. Bella la
Sirmione (BS) Via Caio Valerio Catullo 5 veranda nel verde.
030 916162; hotelmeridianasirmione.com Sirmione (BS) Via XXV Aprile 76
Prezzi: da 90 € con colazione. 030 9904119; villapioppihotel.com
Prezzo medio: 40 € con pesce.
Hotel Villa Giona ★ ★ ★ ★ HOTE L ME RIDIA NA
Questa splendida villa del XVI secolo con Villa Vento ❘ Cucina veronese
giardino all’italiana e laghetto propone 14 In una villa ottocentesca tra le colline di
camere di raffinata opulenza e un’enoteca Custoza, un locale elegante con sale dotate
dedicata ai vini della Valpolicella che offre di caminetti e un bel terrazzo dove gustare
qualche piatto di accompagnamento ai calici. pesce di lago e paste fresche.
San Pietro in Cariano (VR) Via Pasetto 8 Sommacampagna (VR) Frazione Custoza,
045 7725068; villagiona.it Strada Ossario 24 045 516003;
Prezzi: da 119 € con colazione. ristorantevillavento.com Prezzo medio: 35 €.

AGRITURISM O A R M E A
Agriturismo Nico Bresaola Trattoria dalla Rosa Alda ❘ Tradizionale
In un casale con torretta tra le vigne, Sotto le volte in pietra di questa bella trattoria
dispone di 6 camere arredate in un mix in attività dal 1853 il menù è composto da
di rustico e moderno. Accoglienza piatti tipici: risotto alle ciliegie, polenta e
professionale dei proprietari, colazione funghi, tagliatelle enbogonè con fagioli,
generosa servita all’aperto sotto al gazebo. tagliata all’Amarone, i funghi misti della
Sommacampagna (VR) Frazione Custoza, Lessinia, le erbe e i fiori dall’orto di proprietà.
Strada Sommacampagna 12 349 2578156; Sant’Ambrogio di Valpolicella (VR) Frazione
nicobresaola.com Prezzi: da 85 € con San Giorgio di Valpolicella, Strada Garibaldi 4
colazione. B& B VILLA A I C E DR I
045 7701018; dallarosalda.it
Prezzo medio: da 35 €.
Agriturismo Armea
Immerso nel verde, è un casale in pietra Trattoria Caprini ❘ Come una volta
attorniato dai vigneti e con una piscina. In un locale di paese lindo e impeccabile,
Si alloggia in 9 appartamenti e 3 camere in pista con successo da quattro generazioni,
piacevoli. Il ristorante garantisce un buon si gustano pasta tirata a mano con ragù o
menù accompagnato dai vini della casa. tartufo dei Lessini, brasato al Valpolicella,
Desenzano del Garda (BS) Frazione San risotto all’Amarone, trippa.
Martino della Battaglia, Località Armea Negrar di Valpolicella (VR) Località Torbe,
030 9108325; agriturismoarmea.it Prezzi: Via Zanotti 9 045 7500511; trattoriacaprini.it
da 80 € con colazione. Prezzo medio: menù degustazione 32 €.

B&B Villa Ai Cedri Trattoria Jacky Jackson ❘ Pollo


In una bella villa alle porte del paese sono Semplice e informale. Si mangia solo uno
state ricavate tre camere con arredi signorili. strepitoso pollo ai ferri, con contorni di
Colazione abbondante e varia, grande verdure di stagione. È diventato di moda,
cortesia dei titolari. ma la qualità resta altissima.
Sommacampagna (VR) Via Carrari 19 Sommacampagna (VR) Frazione Custoza,
388 6349632; villaaicedri.it Strada Nuova 16 045 516372; facebook.
Prezzi: da 50 € con colazione. VILLA VE NTO com/trattoriajackyjackson Prezzo medio: 20 €.

COSA FARE Passare una giornata al parco acquatico, acquistare tartufi e scoprire formaggi dimenticati e inediti

Divertimento in acqua L’oro nero dei boschi Architetti di sapori di malga


A Custoza si può passare una giornata di Seguendo la tradizione di famiglia, Fernando Archiviata la laurea in Architettura, Giuseppe
divertimento al parco acquatico Picoverde, Fasoli va a tartufi coi suoi cani lagotti. Bernardinelli ha trasformato I Sapori del
un “lido” di 6 ettari in mezzo alla campagna, Secondo le stagioni raccoglie scorzone estivo Portico, la bottega di famiglia a Negrar di
con piscina, prati attrezzati con lettini e o uncinato e pregiato nero nei boschi dell’Alta Valpolicella, in uno scrigno di formaggi rari e un
ombrelloni, scivoli, campi sportivi, ristorante. Valpolicella e della Lessinia. Li vende freschi o laboratorio di nuove creazioni, dal formaggio
Info: Strada Ossario 19 045 516025; sott’olio. Info: Marano di Valpolicella, Frazione con zenzero e lime a quello al mango.
picoverde.it Orario: 9.30-19; chiuso in caso di San Rocco, Via Longori 10 333 6531176. Info: Frazione Arbizzano, Via San Francesco
maltempo e da settembre. Ingresso: 10 €. Vendita diretta su appuntamento telefonico. 48 045 7513003; saporidelportico.it

inviaggio 68
TRENTINO‐ALTO ADIGE STRADE DEI VINI

Nella foto. Il Lago di


Toblino e il castello
omonimo, uno dei più
belli del Trentino.
Proprietà privata, fu
eretto nell’XI secolo in
pittoresca posizione
su una minuscola
penisola e ha ospitato
i vassalli del principe
vescovo di Trento.

inviaggio 70
VINO, GRAPPA
E BOLLICINE
Da Trento a Bolzano, un itinerario tra cantine
secolari, vigneti biodinamici e architetture
ecosostenibili. Con digressioni a piedi o in bici
per visitare borghi medievali e castelli ricchi di storia
TESTO DI SILVIA FRAU

inviaggio 71
➀ ➁ ➂
Sopra. Uno dei percorsi
cicloturistici tra i vigneti

P
intorno al Lago di Toblino.
A sinistra. Il solitario
Castello di Monreale,
nella Piana Rotaliana. uò essere solo una
Ora proprietà privata, gita di giornata, salvo
fu abitato dai conti di
Appiano nel XIV secolo, poi prenderci gusto
quindi passò di e trasformarla in una
mano in mano con
i conseguenti lavori vacanza di un paio di
di ammodernamento. giorni o una settimana.
Oggi ne restano la torre
a pianta esagonale e Con il turismo
una cinta merlata: enogastronomico
all’interno si è conservata
una cappella. l’appetito vien mangiando o… bevendo. La formula è
1. 2. Degustazione di quella della vacanza attiva che alterna storia, cultura
Vino Santo nell’Azienda
Agricola Pisoni, sulla e tradizioni – perché c’è tutto questo sulle tavole e
destra i graticci per nei bicchieri – a passeggiate, comodi spostamenti in
l’appassimento delle uve
Nosiola; bottiglie di e-bike ed esperienze nel territorio. Un “pacchetto”
Trentodoc nella che la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino,
cantina sotterranea.
3. Nella distilleria associazione composta da oltre 370 membri,
Maxentia, a conduzione organizza e personalizza per valorizzare la regione:
familiare, Enzo Poli tra
l’impianto di lavorazione un territorio variegato che dall’ambiente mediterraneo
e le sue bottiglie. (il Lago di Garda!) raggiunge quello alpino.
Come in tutti i percorsi, per orientarsi serve
una mappa. Per quella vitivinicola si fa tappa a
Trento, a Palazzo Roccabruna, sede dell’Enoteca
Provinciale, dove si organizzano degustazioni, in
particolare dello spumante Trentodoc, “le bollicine
di montagna”, ma anche di tutti gli altri vini trentini.

Dal Vino Santo ai distillati


Oltre al citato metodo classico, fiore all’occhiello
di tutto il territorio, non lontano dal capoluogo si
trova la zona della Valle dei Laghi, conosciuta per
la Nosiola, un vitigno autoctono che si trasforma in
Vino Santo e anche nella famosa grappa. Prima di
addentrarci tra i filari di viti, una breve deviazione
ci porta lungo le rive del Lago di Toblino, su cui
affaccia l’omonimo Castello (ora ristorante). Il lago è

inviaggio 73
Sopra. La bottaia di
Cembra Cantina
di Montagna, che si
vanta di essere la
più alta in Trentino, a
ideale anche per passeggiate romantiche e per una 700 metri di quota.
visita al pittoresco borgo di Santa Massenza, sede di A destra. La piccola
Chiesa di San Leonardo
numerose grapperie. Da Maxentia, ad esempio, si a Lisignago, in Val di
può assistere alla lavorazione del distillato e scoprire Cembra, con la
Paganella sullo sfondo.
come dagli alambicchi si crei la grappa ottenuta L’edificio sacro sembra
dalla vinaccia del Vino Santo. Vino Santo che è essere del XV secolo,
forse sorto al posto
il prodotto di punta dell’Azienda Agricola Pisoni, di un forte medievale.
immersa tra i vigneti di Nosiola, azienda contigua a 1. Il paesaggio con i
tipici terrazzamenti vitati
quella dei cugini, Fratelli Pisoni, che usano le grotte della Val di Cembra.
(visitabili) dove ci si nascondeva durante il periodo 2. 3. A Villa Corniole,
una bottiglia di Müller
di guerra per fare riposare le bottiglie di Trentodoc. Thurgau, il bianco
Si torna all’aria aperta, meglio ancora se in sella simbolo della valle,
e un calice
a una e-bike, per percorrere i saliscendi della di rosso Teroldego;
SP131, su cui affacciano due cantine dove vale la Maddalena
Nardin Pellegrini, della
pena di fare tappa. Molino dei Lessi è un’azienda famiglia che porta
biologica a conduzione femminile, dove si pratica avanti da generazioni
questo progetto
la permacultura, un sistema basato su proficue condiviso, posa con un
interazioni naturali che tendono a ottenere un calice di Teroldego.
risultato sostenibile, equilibrato ed estetico: vicino ➀
alle vigne e ai boschi, solcati da ruscelli, crescono
alberi da frutto e tanti fiori. Maso Poli, invece, si
riconosce perché, accanto al settecentesco maso
della famiglia Togn, una quindicina di anni fa è sorta
una cantina dall’architettura moderna; entrambi sono
circaondati dai 15 ettari di terreno della proprietà,
di cui due terzi piantati a vite, da cui si gode la vista
sulla Piana Rotaliana.

Le cantine e il paesaggio
La Piana Rotaliana è la zona dove si produce
il Teroldego Rotaliano, rosso intenso e pieno
di sfumature, da apprezzare nella Cantina
Mezzacorona, alla quale conferiscono numerosi
produttori. Il suo tetto a onda è un’architettura

inviaggio 74
➁ ➂
Sopra. Le Piramidi
di Segonzano, in Val di
Cembra. Si tratta
di formazioni di terra
alte fino a 20 metri
contemporanea che riproduce idealmente il susseguirsi e sovrastate quasi
dei vigneti coltivati a pergola trentina ed è pensata sempre da un masso
di porfido, una
per rispettare la sostenibilità ambientale. Lo storico formazione a canne
Palazzo Martini, non lontano, è visitabile in occasioni d’organo unica
in tutto il Trentino.
speciali, ad esempio per le degustazioni di vini. A destra. In Val d’Adige,
Si lascia la piana per addentrarsi nella Val di i vigneti di Caldaro.
1. 2. Un angolo della
Cembra – dichiarata “Paesaggio rurale storico tenuta storica Casòn
d’Italia” –, una zona di vitigni e muretti a secco Hirschprunn, dove si
tengono anche riunioni
(700 i chilometri lineari), dove il tempo sembra di viticoltori, di Alois
piacevolmente scorrere al rallentatore. Qui vien Lageder; il titolare,
che coltiva 55 ettari
voglia di fermarsi per un picnic o una merenda in di vigneti con tecniche
baita – nei negozi si trovano insaccati, formaggi e biodinamiche
e un approccio olistico.
miele locale – e fare un brindisi di Müller Thurgau, 3. La moderna cantina
il vino principe della zona, magari facendo sosta cooperativa di San
Michele Appiano, in Alto
all’azienda Villa Corniole o, salendo a 700 metri Adige. Nata agli inizi
di altitudine, a Cembra Cantina di Montagna, del XX secolo, oggi
raccoglie la produzione
la più alta cantina della provincia, che è anche di circa 330 famiglie di
emblema della viticoltura eroica: le uve vengono viticoltori.
vendemmiate a mano e trasportate con le bigonce,

gli antichi recipienti di legno. Qui a Lisignago è
bello anche passeggiare, visitare la piccola Chiesa
di San Leonardo o percorrere parte del Sentiero di
Dürer – inizia da Segonzano, celebre per le piramidi
di terra, e arriva in provincia di Bolzano –, così detto
perché percorso dal pittore nel suo viaggio in Italia.
O ancora salire verso Grumes e seguire il fiume
lungo un percorso “degli antichi mestieri”.

Tra i vigneti altoatesini


Si torna lungo l’Adige e lo si risale verso Caldaro,
passando in Alto Adige, per fare tappa nel borgo
di Magrè, un paesino con corti medievali e palazzi
signorili, vicoli e affreschi sulle facciate – qui vi
è uno dei vitigni più antichi, che data al 1601 – e

inviaggio 76
➁ ➂
Sopra. Il nuovo edificio,
realizzato nel 2019, della
Cantina Produttori di
Bolzano, fondata nel
1908. Progettata da uno
fermarsi nella cantina biodinamica di Alois Lageder, studio altoatesino, è una
55 ettari che sono anche un luogo votato all’arte. struttura a cubo
rivestita da una lamiera
Si fa quindi rotta verso il Lago di Caldaro, attorniati di alluminio traforato
dai vitigni di Schiava, una Doc dalle note fruttate, a simulare la nervatura
di una foglia di vite
fino ad Appiano dove ha sede, in una palazzina in ed è stata realizzata
stile Jugendstil, la Cantina Cooperativa San Michele secondo i più moderni
standard di risparmio
Appiano; nell’enoteca interna vengono spiegate tutte energetico e
le caratteristiche dei terreni su cui lavorano le circa di sostenibilità.
A destra. Sulla Strada
330 famiglie di viticoltori soci. del Vino altoatesina,
Da qui ci si avvicina sempre di più a Bolzano – la un sentiero nei pressi
di Cortaccia.
cui conca dà temperature estive tra le più alte 1. 2. Johannes Pfeifer,
in Italia –, dove si ha una versione più corposa della cantina
Pfannenstielhof
della Schiava e uno straordinario Lagrein, dal si prepara a una prova di
colore e sapore intensi. Lo si assaggia anche nella assaggio del vino in
affinamento direttamente
rinnovata Cantina Produttori Bolzano, una cantina dalla botte; i vini della
dall’architettura contemporanea, la prima certificata sua cantina, in una zona
nominata dal XVI secolo,
CasaClima Wine®, cui fanno capo oltre 200 soci. che da due secoli
È ben inserita nel suggestivo quartiere di Gries, è della stessa famiglia.
un tempo comune autonomo e ancor oggi vivace
parte della città, con una bella piazza alberata su
cui affaccia un monastero benedettino, e poi nei
dintorni ville, parchi, giardini e vigneti.
Bolzano, di fatto, è circondata dalle vigne, per
questo le cantine propongono tante passeggiate tra
i filari, con il bicchiere in mano. Come alla Cantina
Rottensteiner, con l’affascinante panorama di vigne
e masi, o al Pfannenstielhof, da circa due secoli di
proprietà della famiglia Pfeifer che nelle antiche
cantine trasforma con passione i pregiati acini in
vini di alta qualità. Rimane il tempo per un giro in
centro, al colorato mercato della frutta e verdura in
Piazza delle Erbe e sotto i portici. In attesa che arrivi
l’ora dell’aperitivo, natürlich.
©riproduzione riservata

inviaggio 78
INDIRIZZI Villa Corniole
Giovo (TN) Frazione Verla,
Via al Grec’ 23 0461 695067;
Strada del Vino e dei Sapori
villacorniole.com Orario: lun.-ven.
del Trentino
9-12.30 e 14-18, sab. 9-18.
Villazzano di Trento (TN)
Prezzi: visite della cantina con
0461 921863; tastetrentino.it/vino
degustazioni di 2 vini da 5 €.
Viaggi di Gusto: tour
enogastronomici personalizzabili da
3 giorni, anche in versione green. Cembra Cantina di Montagna
Prezzi: da 330 € a persona, inclusi Cembra Lisignago (TN) Viale IV
soggiorno, pranzi, cene e visite. Novembre 72 0461 680010;
Esperienze di Gusto: da mezza cembracantinadimontagna.it
giornata per attività base, come Orario: enoteca e punto vendita
visite e degustazioni in cantine. lun.-sab. 8.30-12.30 e 15-19,
Prezzi: da 20 € a persona. visite su prenotazione.
Prezzi: visite alla cantina con
Palazzo Roccabruna degustazioni di 3 vini
Trento Via Santa Trinità 24 e Trentingrana da 10 €.
0461 887101; palazzoroccabruna.
it Orario: enoteca gio.-sab. 17-22. Alois Lageder
Prezzi: degustazioni di 3 vini da 5 €, Magrè (BZ) Vicolo dei Conti 9
o a listino per singolo calice. 0471 809500; aloislageder.eu
Orario: lun.-sab. 10-18 (presso
Castel Toblino ‐ Ristorante Vineria Paradeis, Magrè, Via Casòn
Madruzzo(TN) Località Hirschprunn 1), su prenotazione
Castel Toblino 1 0461 864036; visite cantina mar. e gio. alle 16.
casteltoblino.com Prezzi: da concordare.
Prezzo medio: menù da 38 €.
Cantina Cooperativa
Maxentia San Michele Appiano
Santa Massenza (TN) Via del Lago Appiano (BZ) Via Circonvallazione
9 0461 864116; maxentia.it 17‐19 0471 664466;
Orario: 8-12 e 13-19 (dom. su stmichael.it Orario: visite su
prenotazione). Prezzi: degustazioni di prenotazione lun.-ven. 9-18.30,
Vino Santo, grappa e liquori gratuite. sab. 9-17. Prezzi: visite della
cantina e degustazioni di 6 vini 18 €.
Azienda Agricola Pisoni
Sarche (TN) Pergolese di Lasino, Cantina Produttori Bolzano
Via San Siro 7 0461 563216; Bolzano Via San Maurizio 36
pisonivini.it Orario: visite su 0471 270909; kellereibozen.com/
prenotazione lun.-sab. 9-12 e it Orario: punto vendita lun.-sab.
13-18. Prezzi: visite della cantina 9.30-18.30, visite guidate su
con degustazioni di vini e salumi 15 €. prenotazione mar. e ven. alle 15.
Prezzi: visite e degustazioni di 4‐5
Molino dei Lessi vini 20 €.
Lavis (TN) Località Masi di Sorni,
Maso Rosabel 5 0461 870275; Cantina Rottensteiner
molinodeilessi.com Orario: visite su Bolzano Via Sarentino 1/A
prenotazione. Prezzi: visite al 0471 282015; rottensteiner.wine/it
vigneto con degustazioni da 10 €. Orario: visite su prenotazione
lun.-ven. 8-12 e 14-18, sab. 9-12.
Maso Poli Prezzi: visite alla cantina con
➀ ➁ degustazioni da 10 €.
Lavis (TN) Località Masi di
Pressano 33 0461 871519;
masopoli.com Orario: punto vendita Pfannenstielhof
gio.-sab. 16-20, visite su Bolzano Via Pfannenstiel 9
prenotazione. Prezzi: visite della 0471 970884; pfannenstielhof.it
cantina, passeggiate nel vigneto Orario: acquisti di vini e visite alla
e degustazioni di 3 vini 15 €. cantina su prenotazione.
Prezzi: degustazioni gratuite.
Cantina Mezzacorona
Mezzocorona (TN) Via Tonale 110
0461 616300/1; mezzacorona.it INFO TURISTICHE
Orario: visite su prenotazione Apt Trento, Monte Bondone
lun.-sab. 9-18. Prezzi: visite della e Valle dei Laghi
cantina con degustazioni Trento Via Manci 2 0461 216000;
di 2 spumanti millesimati 10 €. visittrentino.info
Azienda di Soggiorno
Palazzo Martini e Turismo Bolzano
Mezzocorona (TN) Via Dante 4 Bolzano Via Alto Adige 60
0461 1752525; pianarotaliana.it 0471 307000; bolzano-bozen.it

inviaggio 79
TRENTINO‐ALTO ADIGE STRADE DEI VINI

DOVE DORMIRE DOVE MANGIARE


da 60 a 150 euro in camera doppia da 30 a 55 euro vini esclusi

Maso Franch TOP io Enoteca Ansitz Pillhof ❘ Del ’400


agg
Il maso è del 1802, un’antica struttura i Vi
n Un indirizzo elegante, con spazi anche
immersa in 11 ettari di vigne oggi integrata all’aperto e interni ricavati dalla ristrutturazione
a una più moderna, con uno stile che di una tenuta del XV secolo. Le sale si
gioca tra il rurale e il contemporaneo. Così intersecano con nicchie e spazi privati, la
è anche per le 12 camere, realizzate cucina stuzzica con piatti contemporanei.
in materiali naturali: legno, pietra e vetro. Appiano (BZ) Via Bolzano 48 0471
Giovo (TN) Località Maso Franch 2 633100; pillhof.com Prezzo medio: 55 €.
0461 245533; masofranch.it
Prezzi: da 60 € con colazione. MASO FRANCH PerBacco ❘ Dai piccoli produttori
Ha il marchio Osteria Trentina e fa parte della
Tenuta Schmid Oberrautner rete dei “cuochi dell’alleanza Slow Food”: non
Cantina dal 1363, è votata da 21 generazioni stupisce quindi che proponga i sapori e i vini
alla viticoltura e all’ospitalità. A luglio ha aperto di piccoli produttori agricoli e vignaioli a filiera
3 appartamenti, eleganti e curati. Orto per la controllata. O che i piatti siano il racconto
verdura fresca e un barbecue per gli ospiti. della cultura del luogo. Bella location.
Bolzano Via Michael-Pacher 3 Mezzolombardo (TN) Via Emanuele
0471 281440; schmidoberrautner.it de Varda 28 0461 600353; ristorante-
Prezzi: appartamento per 2 da 150 € (min. 2 perbacco.com Prezzo medio: 45 €.
GIUS LA RES I D E N Z A - V I N U M H O T E L
notti). Colazione 9 €, min. 2 persone.
Ristorante Vecchia Segheria ❘ Genuino
Gius La Residenza - Vinum Hotel ★ ★ ★ ★ Il nome racconta la storia di un laboratorio
Hotel di design, accogliente e intimo, che trasformato in ristorante dall’ambientazione
affaccia sulla Valle dell’Adige. Fa parte dei rustica. AI fornelli Marco Bortolotti unisce
Vinum Hotels Alto Adige/Südtirol, strutture a tecnica e territorio, cercando gli ingredienti da
conduzione familiare specializzate nel vino. produttori locali, che gli forniscono formaggi,
Novità, la camera sulla terrazza panoramica, salumi, carni allevate o cacciate in zona.
per dormire sotto le stelle. Simpatica anche solo la sosta nel wine bar.
Caldaro (BZ) Località Trutsch 1 MASO GREN E R
Baselga di Piné (TN) Vicolo delle Roge 7
0471 963295; vinumhotels.com 0461 558651; vecchiasegheria.it
Prezzi: da 119 € con colazione. Prezzo medio: 35 €.

Maso Grener Osteria a Le Due Spade ❘ Storico


I padroni del maso e della vigna sono Cinzia Un’osteria di tradizione – è del 1542 – con un
e Fausto: conosciutisi alla scuola di enologia, forte legame con il territorio. In menù le
hanno concretizzato a Lavis il loro progetto creazioni dello chef che a pranzo propone
di vita, di agricoltura biologica e di ospitalità anche la formula con primo, secondo e un
(in bioedilizia), con 6 camere e un rustico. calice di Trentodoc. Vicino al Duomo.
Pressano di Lavis (TN) SP13, RISTORANTE V E C C HIA SE GHE R IA Trento Via Don Arcangelo Rizzi 11
Località Masi 21 0461 871514; 0461 234343; leduespade.com
masogrener.it Prezzi: da 80 € con colazione. Prezzo medio: a pranzo 30 €, a cena 47 €.

Maso Besleri Trattoria Vecchia Sorni ❘ Cucina locale


Gestito dai viticoltori Pojer e Sandri, propone Una terrazza che si affaccia sulla Piana
anche visite all’azienda agricola e all’acetaia. Rotaliana. Dalla cucina, piatti con ingredienti
Nei vigneti, 5 appartamenti in stile alpino. locali, lavorati con rispetto e passione.
Faedo (TN) San Michele all’Adige 0461 Sorni di Lavis (TN) Via Michele Sorno 9
650342; pojeresandri.com/maso-besleri 0461 870541; trattoriavecchiasorni.it
Prezzi: da 80 € con colazione. OSTE RIA A L E DUE SPA DE Prezzo medio: 30 €.

COSA FARE Festeggiare la vendemmia, fare acquisti mirati a Bolzano e gustare i prodotti locali en plein air

Un Carnevale fuori stagione Gli indirizzi del vino Un mese per wine lovers
A fine settembre, quest’anno dal 25 al 27, si L’aperitivo dei bolzanini è all’Osteria dei Brindisi in vigna, picnic con formaggi e salumi
tiene un Carnevale molto particolare. La Carrettai (Via Dr. Josef Steiter 20), nel centro locali, passeggiate e castagnate sono
Festa dell’Uva di Verla di Giovo, arrivata alla storico: sei tavolini e i bicchieri appoggiati solo alcuni degli eventi preparati dalle cantine
63a edizione, celebra la vendemmia, con una sulle mensole fuori dalle finestre tra i piattini del Trentino per permettere ai turisti una full
goliardica sfilata (il 27 alle 14.30). Maschere, pieni di tartine. L’alternativa è il Bacaro (Via immersion nel territorio. Si chiama DiVin
carri allegorici, musiche e balli in onore di Argentieri 17). Per fare acquisti, invece, da Ottobre l’evento che in tutti i fine settimana di
Bacco coinvolgono i locali e i turisti per tre Gidi Enoteca (Via Michael Gaismair 20) si ottobre prepara qualche sorpresa per turisti e
giorni, in allegria. Info: festadelluva.tn.it trovano le migliori etichette della zona. locali. Info: tastetrentino.it/vino

inviaggio 80
EMILIA ROMAGNA MODENESE

Rocche e borghi
nelle terre
del Lambrusco
Brillante ed eclettico, come la regione in cui nasce, oggi il vino
simbolo del Modenese nelle sue diverse declinazioni è protagonista
sulle tavole delle trattorie come nei ristoranti stellati più esclusivi
TESTO DI GIUSEPPE DE BIASI

inviaggio 82
Nella foto. Il borgo medievale
di Savignano sul Panaro,
prima tappa dell’itinerario,
dominato dalla Chiesa di
Santa Maria Assunta e
circondato da campi e vigne.

inviaggio 83
P oche altre province italiane hanno
un vino capace di identificarsi in maniera univoca
con l’intero territorio, mettendo d’accordo i mille
italici campanili, come succede con Modena e
il Lambrusco. Vino generoso e fragrante, antico
Matilde di Canossa, incrociamo i Poderi Fiorini,
azienda familiare che nel 2019 ha festeggiato il
centenario. Il gioviale Alberto, con un trascorso
di responsabile marketing di prestigiosi marchi
enologici, ha apportato innovazione e spinta
comunicativa al brand di famiglia, puntando sul
valore dei vitigni autoctoni e associandoli a una
costante ricerca agronomica. Un esempio è lo
quanto la romana Mutina Splendidissima, visto studio condotto con l’Università di Modena sul
che già ai tempi di Plinio il Vecchio era attestato vitigno Grasparossa, che può contare anche su
in zona come vitigno selvatico dal nome di Vitis un rarissimo vigneto a piede franco, Le Ghiarelle
labrusca. L’attivissimo Consorzio Marchio Storico (visitabile su richiesta), 237 eroiche piante del
dei Lambruschi Modenesi tutela l’immagine e 1932 poggiate nell’alveo ghiaioso-sabbioso del
la promozione delle diverse Dop, di casa negli Panaro, immuni al flagello della fillossera. Dalla
scaffali della grande distribuzione come nei cinquecentesca Torre dei Nanni, nel punto più alto
ristoranti stellati. della tenuta, la vista dei colli al tramonto stuzzica
l’aperitivo, magari con un calice di Terre al Sole.
Nei poderi di Matilde di Canossa
In questo viaggio dalla prima collina alla Non solo ciliegie fra Vignola e Castelvetro
pianura andiamo dal Lambrusco Grasparossa Riprendendo la strada Vignolese, sosta obbligata
di Castelvetro, dal colore rosso rubino intenso è Vignola. La rinomata “città delle ciliegie” si
e dai sentori di more, all’elegante Lambrusco di raccoglie intorno al centro storico raccolto intorno
Sorbara, dal tenue color rosa cipria e dai sentori all’imponente Rocca di Vignola e al limitrofo
di lampone. Ai confini col territorio bolognese, Palazzo Contrari-Boncompagni, più noto come
attraversando il raccolto borgo antico di Savignano Palazzo Barozzi, con la famosa scala a chiocciola
sul Panaro, con il castello appartenuto anche a a 106 gradini autoportanti, disegnata da Jacopo

➂ Sopra. La Rocca
di Vignola.
Citata già nel XII
secolo, nel ’400 fu
trasformata da fortezza
in dimora nobiliare.
Oggi è proprietà della
Fondazione di
Vignola che cura anche
le visite agli interni.
1. Cristina e Alberto
Fiorini, titolari dei
Poderi Fiorini di
Savignano sul Panaro.
➀ 2. Il negozio della
cantina Poderi Fiorini,
➁ specializzata in vini
dei Colli Bolognesi e
Lambruschi di Modena.
3. Un vicolo del Borgo
Castello, il nucleo
antico di Savignano.
4. 5. La splendida
scala autoportante che
collega i quattro piani
di Palazzo Barozzi
a Vignola, progettata
da Jacopo Barozzi
fra il 1560 e il 1567
per volere del conte
Ercole Contrari. Le
decorazioni risalgono
alla fine del XIX secolo.

inviaggio 84
➃ ➄
Barozzi. Da non perdere anche l’assaggio della Tre passioni modenesi
Torta Barozzi, dedicata all’illustre cittadino, Si fa rotta verso la Bassa Modenese per visitare
ricetta segreta della Pasticceria Gollini dal 1886. due musei che raccontano altrettante passioni
Quindi si punta verso Castelvetro, il borgo del locali: quella per i motori, con lo spazio dedicato
Grasparossa, che si preannuncia all’orizzonte alla mitica Ferrari a Maranello, e quella per
con il suggestivo profilo delle mura medievali i salumi esaltata nell’inconsueto MuSa-Museo
e delle sei torri di guardia. Due le cantine da della Salumeria a Castelnuovo Rangone, autentica
segnalare: una piccola realtà familiare, Moretto, ode all’arte norcina della famiglia Villani.
e un “senatore” del Lambrusco come Cleto Salame chiama Lambrusco ed eccoci a Settecani,
Chiarli. La Fattoria Moretto, grazie alla passione cantina che incarna l’anima cooperativa del
di Fausto e Fabio Altariva, si sta facendo notare Lambrusco Modenese, capace di produrre milioni
per sincerità e rispetto della materia prima che, di bottiglie a prezzi corretti e qualità certificata.
con basse rese e macerazioni prolungate, produce Lo dimostra il Grasparossa Vini del Re, premiato
Grasparossa di bella beva e personalità. Da provare come miglior vino frizzante italiano al Vinitaly
il Monovitigno. Il termine “senatore” si addice 2019. Dal Grasparossa al Sorbara, merita una
bene alla famiglia Chiarli, visto che la fondazione sosta anche il Museo del Balsamico Tradizionale
dell’azienda è del 1860. Le tenute di Castelvetro di Spilamberto, allestito nella settecentesca
rappresentano la culla del Grasparossa con i 50 Villa Fabriani, succinto racconto per immagini
ettari che circondano la settecentesca Villa Cialdini, e processi produttivi di un’altra delle eccellenze
luogo che dà il nome a due delle più quotate gastronomiche modenesi.
etichette dell’intera denominazione (da provare il
Vigneto Cialdini Cleto Chiarli). Una famiglia che Eccellenze sacre e profane
ha scritto la storia del Lambrusco modenese ma è Prima di tuffarsi nelle nobili bollicine del Sorbara
capace di guardare avanti, come dimostra la cura Dop, si fa una deviazione mistica alla maestosa
nell’accoglienza enoturistica, straordinario vettore Abbazia di Nonantola, fondata da Sant’Anselmo
di diffusione del verbo “Lambrusco”. abate nel 752, famosa per i suoi codici miniati e

➀ ➁ Sopra. Villa Cialdini,


nucleo dell’azienda
vitivinicola Chiarli
di Castelvetro,
circondata da vigneti.
1. I filari di viti della
Cantina Settecani
intorno al Castello di
Levizzano, nel territorio
di Castelvetro.
2. Anselmo e Mauro
Chiarli, quarta
generazione alla guida
dell’azienda di famiglia,
leader nella produzione
di Lambrusco.
➂ 3. Osservazione di
colore, densità
e limpidezza dell’aceto
balsamico al
museo di Spilamberto.
4. I vigneti della
Fattoria Moretto sulle
colline di Castelvetro.
5. I fratelli Fausto
e Fabio Altariva, terza
generazione della
Fattoria Moretto.
6. Auto storiche al
Museo Ferrari di
Maranello, dove si
rivive la leggenda del
Cavallino Rampante.

inviaggio 86
➃ ➅

inviaggio 87
per l’omonima notazione gregoriana, elementi Dal canto suo Christian Bellei, dopo la cessione
che testimoniano l’importanza storica che ancora dell’azienda di famiglia si è lanciato, sempre
oggi riveste questa concattedrale modenese. a Bomporto e insieme ad Angela Sini, nella
A Carpi, con la Cantina di Carpi e Sorbara riuscita avventura di Cantina della Volta. Il lavoro
siamo di fronte a un’altra felice struttura maniacale di Christian, in vigna come in cantina,
cooperativa che produce qualità oltre che numeri. ha dato vita a una serie di applaudite referenze
Il suo Omaggio a Gino Friedmann, intellettuale come il Trentasei, il Mattaglio Blanc de Blancs,
alfiere delle cantine sociali modenesi, ne è un il Sorbara Brutrosso e il Christian Bellei Brut
esempio lampante: un Lambrusco di Sorbara Millesimato 2015, Sorbara in purezza vinificato in
raffinato e sapido, apprezzato anche dagli bianco, dal perlage finissimo e dalle note olfattive
estimatori di champagne. agrumate e floreali, appagante e voluttuoso.
La chiusura di questa degustazione è affidata
La seconda vita del Sorbara ad Alberto Paltrinieri che, nel cru di Cristo di
Con il marchio Francesco Bellei il fil rouge diventa Sorbara, è stato il primo a scommettere sulla
il “metodo classico” applicato al Sorbara, con vinificazione in purezza del vitigno. Oggi porta
prodotti che danno filo da torcere a blasonati avanti la quasi centenaria attività familiare
spumanti d’Oltralpe. Siamo a Bomporto e sullo applicando la sua filosofia produttiva fatta di
sfondo ci sono due solide famiglie del vino vinificazioni rispettose della diafana anima
modenese come i Bellei e i Cavicchioli: Sandro del Sorbara con referenze come l’antesignana
Cavicchioli, acquisiti il marchio e la certificazione Sant’Agata, Leclisse, Lariserva, pluripremiati dalle
bio, si è dedicato con indomita passione alle guide di settore. Una bella rivincita per l’umile e
bollicine, alternando il nobile vitigno autoctono verace vino frizzante della campagna emiliana,
(un’esplosione di frutta rossa il suo Ancestrale) quella raccontata per immagini da Bernardo
ai grappoli del bizzoso Pinot Noir (elegante Bertolucci, fatta di nebbia e fatica, brodo fumante
e complesso il suo Bellei Brut Nature 2015), e Lambrusco nei giorni di festa.
per un brand di nicchia, da veri intenditori. ©riproduzione riservata

➀ ➂ Sopra. L’ingresso
dell’azienda agricola
Paltrinieri di Sorbara,
operativa dal 1926.
Venne avviata
da Achille, nonno
di Alberto, attuale
titolare insieme alla
moglie Barbara.
1. L’Evangeliario di
Matilde di Canossa,
dell’XI secolo, uno
dei preziosi codici
miniati custoditi presso
l’Abbazia di Nonatola.
➁ 2. La Chiesa di San
Silvestro, cuore
dell’abbazia, venne
parzialmente rifatta nel
’900 secondo le
originarie forme del
Romanico lombardo.
Oggi è Concattedrale di
Modena-Nonantola.
3. Il presbiterio e
l’abside maggiore della
chiesa, con il grande
Crocifisso pendente
dall’arco trionfale.
Pagina accanto.
Grappoli di Lambrusco
di Sorbara nelle vigne
della Cantina Paltrinieri.

inviaggio 88
INDIRIZZI guidate su prenotazione lun.‐sab.
ogni ora 10-12 e 15-17.
Ingresso: 7 €.
Consorzio Marchio Storico
dei Lambruschi Modenesi
Cantina Settecani
lambrusco.net
Castelvetro (MO) Frazione
Poderi Fiorini Settecani, Via Modena 184
Savignano sul Panaro (MO) 059 702505; cantinasettecani.it
Via Puglie 4 059 733151; Orario: punto vendita lun.‐sab.
poderifiorini.com Orario: visite su 8.30-12.30 e 14.30-18.30.
prenotazione lun.-sab. 9-18, dom.
su richiesta. Prezzi: visite Museo del Balsamico
guidate a cantina, vigne, acetaia Tradizionale
con degustazione finale di 4 vini, Spilamberto (MO) Via Roncati 28
aceto balsamico di Modena Igp 059 781614; museodelbalsamico
e Tradizionale Extravecchio, tradizionale.org Orario: 10.30-17.30,
abbinati a salumi tipici e Parmigiano mer. 10.30-13.30, chiuso lun. Visite
Reggiano, 20 €. guidate mar. e gio.-dom. alle 10.45,
12, 14 e 15.30. Ingressi a numero
Rocca di Vignola ridotto, consigliato prenotare.
Vignola (MO) Piazza dei Contrari 4 Ingresso: 6 €, visite guidate con
059 775246; fondazionedivignola.it assaggi 8 €.
Orario: fino al 30/9 visite guidate su
prenotazione, ven. alle 10.30, Abbazia di Nonantola
11.30, 16 e 17, sab.-dom. anche Nonantola (MO) Piazza Abbazia 1
alle 18. Ingresso: gratuito. 059 549025; abbazianonantola.it
Orario: 9-17.30.
Palazzo Barozzi
Vignola (MO) Piazza dei Contrari 3 Cantina di Carpi e Sorbara
059 771062. Orario: visite guidate Carpi (MO) Via Cavata 14 059
a numero chiuso, sab.-dom. 10-12 643071; cantinadicarpiesorbara.it
e 15.30-19; per prenotazione e Orario: punto vendita 8-12 e 14-18,
verifica orario palazzo.barozzi@gmail. gio. 8-12, sab. 9-12.30, chiuso dom.
com Ingresso: 2 €.
Francesco Bellei
Pasticceria Gollini Bomporto (MO) Località Cristo di
Vignola (MO) Via Garibaldi 1/N Sorbara, Via Nazionale 130-132
059 771079; tortabarozzi.it 059 902009; francescobellei.it
Orario: visite su prenotazione
Fattoria Moretto al 338 6128733 lun.-ven. 8-12
Castelvetro (MO) Via Tiberia 13/B e 14.30-18, sab.-dom. su richiesta.
059 790183; fattoriamoretto.it Prezzi: degustazioni di benvenuto
Orario: visite su prenotazione a info@ gratuite.
fattoriamoretto.it lun.-sab. 8.30-
12.30 e 14.30-18.30. Prezzi: visite Cantina della Volta
e degustazioni di 4 Grasparossa Bomporto (MO) Via Per Modena
Dop 15 €. 82 059 7473312;
cantinadellavolta.com Orario: visite
Cleto Chiarli su prenotazione lun.-ven. 10-13
Castelvetro (MO) Via Belvedere 8 e 14.30-17.30, sab. 9.30-13.
059 702761; chiarli.it Orario: visite Prezzi: percorso “5 sfumature di
su prenotazione mar.-sab. 10-13 Sorbara” (visite guidate con
e 14-18. Prezzi: percorso “Non solo degustazioni di 5 vini a base di
vino” (Villa Cialdini con parco, Lambrusco di Sorbara) 20 €.
giardino e vigneti, cantina
e degustazione di 4 vini con salumi Cantina Paltrinieri
del territorio) 10 €. Bomporto (MO) Frazione di
Sorbara, Via Cristo 49 059
Museo Ferrari 902047; cantinapaltrinieri.it Orario:
Maranello (MO) Via Alfredo visite su prenotazione ad
Dino Ferrari 43 0536 949713; accoglienza@cantinapaltrinieri.it
ferrari.com Orario: apr.-ott. lun.-sab. 8.30-12.30 e 14.30-18.30.
9.30-19; negli altri mesi fino alle 18. Prezzi: degustazioni di 5 tipologie
Ingresso: 17 €. di Sorbara Dop 15 €.

MuSa-Museo della Salumeria INFO TURISTICHE


Castelnuovo Rangone (MO) Viale Iat Modena
Eugenio Zanasi 24 346 2557407; Modena Piazza Grande 14
museodellasalumeria.it Orario: visite 059 2032660; visitmodena.it

inviaggio 89
EMILIA ROMAGNA MODENESE

DOVE DORMIRE DOVE MANGIARE


da 67 a 115 euro in camera doppia da 20 a 50 euro vini esclusi

Locanda del Feudo TOP io La Lumira ❘ “Emilianoromagnolo”


agg
Dentro le mura di Castelvetro, 6 suite i Vi
n La creatività concreta di uno chef di rango
arredate con gusto, con vista sul borgo. come Carlo Alberto Borsarini al servizio di una
Il ristorante, diretto dallo chef Roberto Rossi, cucina emilianoromagnola “senza trattino”.
propone cucina tipica di ottimo livello. Da provare gli immancabili tortellini in brodo,
Castelvetro (MO) Via Trasversale 2 che si vogliono nati qui, ma anche una
059 708711; locandadelfeudo.it Parmigiana Reggiana eccezionale.
Prezzi: da 79 € con colazione. Castelfranco Emilia (MO) Corso Martini 74
059 926550; ristorantelumira.com Prezzo
Agriturismo Acetaia Sereni LOCANDA DE L F E UDO medio: menù degustazione a 35 e 50 €.
A metà strada fra Savignano e Castelvetro,
camere, appartamenti, giardino, piscina Ristorante L’Oste ❘ Sapori locali
esterna e ristorante. Menù territoriale con In un cascinale immerso in un parco propone
prodotti della fattoria: aceto balsamico un menù attento alla tradizione condito
tradizionale, olio d’oliva e vino. di guizzi creativi. Da provare il risotto zucca
Marano sul Panaro (MO) Via Villabianca e salsiccia con riduzione di Lambrusco
2871 059 705105; acetaiasereni.com e i maccheroni al pettine con ragù di coniglio.
Prezzi: da 115 € con colazione. Carpi (MO) Frazione Fossoli, Via Ivano
Martinelli 65 059 681260; ristoranteloste.it
AGRITURISM O A C E TA IA SE R E NI
Hotel Zoello Je Suis ★ ★ ★ Prezzo medio: 37 €.
Un albergo moderno con una storia antica.
Al principio era un’osteria con balera, aperta Osteria della Luna ❘ Vista sulla Rocca
nel 1938. Passo dopo passo è diventato un Antonio Tondelli guida con competenza e in
hotel con piscina, ma l’accoglienza è rimasta perfetto stile da oste emiliano questo bistrot
familiare, così come i “tortellini di Marisa”. che propone sfiziose chicche gastronomiche
Castelvetro (MO) Frazione Settecani, associate a una curata carta dei vini.
Via Per Modena 173 059 702624; zoello.it Vignola (MO) Piazza Boncompagni 3
Prezzi: da 79 € con colazione. 059 764670; enotecatondelli.it
HOTEL ZOEL L O J E S U I S
Prezzo medio: 35 €.
Hotel Rosso Frizzante ★ ★ ★ S
Un albergo che omaggia la tradizione vinicola, La Lanterna di Diogene ❘ A km zero
nel paese che ha dato il nome alla tipologia È una “osteria sociale” con un progetto
più elegante dei Lambrusco Dop. che coinvolge persone con difficoltà.
Moderno e informale, 40 camere, comodo Passione solidale e cucina del territorio
per visite a Modena, Carpi e Nonantola. basata su coltivazioni e allevamenti
Bomporto (MO) Frazione Sorbara, propri. Aperta solo nei fine settimana.
Via Falcone e Borsellino 66 Bomporto (MO) Località Solara, Via Argine
059 902931; rossofrizzante.it 20 059 801101; lalanternadidiogene.org
Prezzi: da 68 € con colazione. LA LUMIRA Prezzo medio: 25 €.

Hotel Real Fini Baia del Re ★ ★ ★ ★ Trattoria Cacciatore ❘ Tradizionale


Un albergo dalla storia centenaria, iniziata nel In un ambiente spartano, gnocco fritto con
1912 da Telesforo e Giuditta Fini con la affettati, tigelle montanare e soprattutto il raro
salumeria di Corso Canalchiaro, pietra miliare borlengo, sorta di grande, sottilissima crêpe
di un’avventura imprenditoriale di successo. croccante condita con battuta di lardo,
Oggi dispone di 84 camere e un ristorante. Parmigiano e rosmarino.
Modena Strada Vignolese 1684 Marano sul Panaro (MO) Via Pavullese
059 4792111; hotelbaiadelre.com 1003 339 2948731; trattoriacacciatore
TRATTORIA C A C C IAT OR E
Prezzi: da 67 € con colazione. modena.it Prezzo medio: 20 €.

COSA FARE Degustazioni di qualità: l’aceto balsamico Dop, un Parmigiano blasonato e un nocino biologico

Nella storia dell’aceto balsamico Dove nasce il Parmigiano Il nocino millesimato e altri liquori
La più antica acetaia al mondo, attiva dal Il caseificio Hombre di Modena (Strada A Pozza di Maranello Giovanna Freno
1605, è l’Acetaia Giusti di Modena (Strada Corletto Sud 320 059 510660; hombre.it), conduce la distilleria artigianale Il Mallo
Quattro Ville 155 059 840135; giusti.it). dove nasce il Parmigiano Reggiano, (Via Maestri del Lavoro 40 0536 943212;
Le preziose ampolle di Aceto Balsamico propone tour guidati che ne illustrano le fasi ilmallo.it), dedita al nocino modenese ma
Tradizionale Dop sono invecchiate 30, 50 di produzione (visite su prenotazione, lun.- anche ad antichi liquori come il Sassolino e il
e 100 anni. Un museo ne illustra la storia. ven. 9-12 e 15-17, sab. 9-12. Prezzi: 5 €). Si Bargnolino. Dal Nocino Bio al Riserva fino al
Info: visite con degustazioni su prenotazione visita anche l’attiguo museo con le Maserati prezioso RS, millesimato in tiratura limitata
9.30‐16.30. Ingresso: gratuito. di Umberto Panini (paninimotormuseum.it). proposto nell’elegante bottiglia decanter.

inviaggio 90
TOSCANA VAL D’ORCIA

Come in un quadro
del rinascimento
Un tour tra i paesaggi più belli del Senese, dall’Abbazia di Monte Oliveto
Maggiore a Pienza e Sarteano, per scoprire la Doc Orcia, dove il Sangiovese
matura tra borghi perfetti e capolavori d’arte TESTO DI VANNINA PATANÈ • FOTO DI MASSIMO RIPANI

Nella foto. Il paesaggio di Castiglione d’Orcia, alle pendici settentrionali del Monte
Amiata, con i filari di cipressi allineati lungo la strada sulla cresta del colle.

inviaggio 92
inviaggio 93
A sud di Siena si va
per vigneti e cantine
fra borghi senza
tempo e colline che
paiono uscite da un quadro del Rinascimento. Ovunque
regnano misura e armonia, frutto della fatica e dell’ingegno
dell’uomo, che da generazioni coltiva l’ulivo e la vite
plasmando con tenacia il territorio e coniugando il buono
e il bello. In questo paesaggio unico al mondo nascono
vere e proprie “cantine con vista”, attraversate da sentieri
con punti di sosta dedicati ai trekker e belvedere attrezzati
con panchine da cui ammirare il paesaggio.

I vini dei monaci e i tartufi


Da Siena, per raggiungere la Val d’Orcia si attraversano
i paesaggi delle Crete Senesi, dominate dall’alto dall’Abbazia
di Monte Oliveto Maggiore, isolata nel bosco in cima a
una rupe. Fondata nel Trecento e ancora oggi casa madre
i vini della Doc Orcia, su un territorio che si allunga dei monaci olivetani, ha un’azienda agricola che produce
dalla pianura della Val d’Arbia, a nord, alle pendici del anche vino, in vendita nella cantina storica: da assaggiare il
Monte Amiata, a sud. Nata nel 2000, la Doc è stretta fra Monaco Rosso, un Igt Toscana corposo e profumato, ottenuto
“cugine” più antiche e prestigiose, come quelle del Rosso da Cabernet Sauvignon, Sangiovese e Merlot. L’abbazia cela
e del Brunello di Montalcino e del Rosso e del Nobile di tesori d’arte rinascimentale: il chiostro principale è affrescato
Montepulciano, ma è felicemente diventata maggiorenne, con le Storie di San Benedetto, dipinte a cavallo fra Quattro e
con una produzione cresciuta in varietà e qualità: non solo Cinquecento da Luca Signorelli e dal Sodoma, e la chiesa ha
rossi morbidi e profumati, dove il Sangiovese è il vitigno di uno splendido coro ligneo intagliato. Uno scalone affrescato
riferimento (minimo 60%), ma anche rosati, sempre a base porta alla biblioteca, con 40.000 volumi antichi.
di Sangiovese, e bianchi corposi e minerali (almeno il 50% Una strada panoramica fra le colline porta nel territorio di
Trebbiano). Le aziende produttrici sono una sessantina, San Giovanni d’Asso, già all’interno della Doc Orcia. La
quasi tutte di piccole dimensioni, e il vino si assaggia zona è rinomata per il tartufo: da maggio a ottobre si trova lo
direttamente presso le tenute: alcune sono diventate delle scorzone nero, nei mesi freddi quello bianco, il più pregiato.

inviaggio 94
➀ ➁

1. L’Abbazia di Monte Oliveto
Maggiore, nelle Crete Senesi
poco a sud di Asciano.
2. Il vestibolo della biblioteca
dell’abbazia, con gli
affreschi di Antonio Müller da
Danzica (1631 circa).
3. Donatella Cinelli Colombini,
proprietaria della Fattoria del
Colle di Trequanda e presidente
del Consorzio Vino d’Orcia,
tra i vigneti insieme al suo cane.
4. Benedetto riceve i giovani
romani Mauro e Placido (1505
circa), affresco del Sodoma
nell’Abbazia di Monte Oliveto.
5. Le cantine dell’abbazia, dove
i monaci lavorano seguendo il
dettato della regola benedettina.


inviaggio 95
«La “caccia” al tartufo è un’arte e una passione che si rustico toscano, arredate con mobili di famiglia. Fra un
trasmette da una generazione all’altra», come racconta tuffo in piscina, una passeggiata in vigna e un massaggio
Valentino Berni, tartufaio esperto e titolare dell’Azienda all’olio d’oliva e al siero di vino, le giornate passano lievi,
Agricola Loghi, che produce biologicamente olio e diversi scandite dal frinire delle cicale. Fra i vini della casa brilla
vini, fra cui, da quest’anno, un rosato 100% Sangiovese. il Cenerentola Orcia Doc (65% Sangiovese e 35% Foglia
Valentino organizza uscite nelle tartufaie che si concludono Tonda, un vitigno autoctono recuperato), un rosso intrigante
nel suo agriturismo, con una degustazione o un pranzo dal gusto armonico e intenso, con un aroma che richiama
profumatissimo accompagnato da ottime bottiglie. i piccoli frutti rossi maturi. Al tramonto si può brindare dalle
Nei dintorni del borgo, un’esperienza insolita e panchine del belvedere affacciato sulla valle, proseguendo
coinvolgente è l’esplorazione del Bosco della Ragnaia, la serata con una cena all’osteria della fattoria, che serve
un originale percorso d’arte open air ideato dall’americano piatti tipici toscani e nuove ricette create appositamente per
Sheppard Craige, con sculture e installazioni concepite accompagnare al meglio i vini della casa.
per stimolare la curiosità e le riflessioni del visitatore.
Poi si passa nel territorio di Trequanda, a cavallo fra Val Pienza e i suoi vini: un salto nel passato
d’Orcia e Val di Chiana, che ha un caratteristico centro Proseguendo si raggiunge Pienza, borgo medievale che
storico d’impianto medievale e diverse frazioni sparse sulle a metà del Quattrocento papa Pio II Piccolomini, grande
colline, come il delizioso borgo in miniatura di Castelmuzio. umanista e amante della cultura classica, volle trasformare
Fra le cantine locali spicca la Fattoria del Colle, che la in una piccola città ideale. La piazza principale, su cui svetta
titolare Donatella Cinelli Colombini, una delle storiche l’elegante facciata del Duomo, è un distillato di armonia
“donne del vino” in Italia, ha trasformato in un wine resort rinascimentale, ma tutt’attorno, fra piazzette e vicoli, si
ricco di servizi e attività, dove si può anche soggiornare, respira ancora il Medioevo. Fuori dal borgo, una stradina
dormendo in accoglienti appartamenti e camere in stile scandita dai cipressi porta all’antico Palazzo Massaini, con

inviaggio 96
➀ ➁

1. Palazzo Massaini e la sua
tenuta, a Pienza. Il palazzo,
eretto nel ’500 su un castello
medievale, appartenne
anche alla famiglia Piccolomini.
2. Marco Capitoni al
lavoro nella sua cantina.
3. Nico Olivieri e Giovanna
Santi, dell’Azienda Bagnaia,
tra i filari della tenuta di
proprietà, a San Quirico d’Orcia.
4. Il Troccolone, l’ultimo
nato tra i vini di Marco Capitoni,
e il Frasi, espressione del
vigneto più vecchio dell’azienda.
5. La piazza di Pienza, progettata
da Bernardo Rossellino,
con il duomo visto dalle arcate
del Palazzo Comunale.



➀ ➁

1. La Rocca di Tentennano
a Rocca d’Orcia: fondata
nell’XI-XII secolo, fu
rinnovata intorno al 1250.
2. La bottaia della Tenuta
Sanoner di Bagno Vignoni.
3. La Collegiata dei Santi Quirico
e Giulitta a San Quirico d’Orcia,
con il portale in stile romanico
lombardo, la parte più antica del
complesso (fine XII secolo).
4. Vino in invecchiamento
nella cantina Sanoner.
5. Degustazione nella cantina
Le Buche a Sarteano.
Nella pagina accanto. Bagno
Vignoni raccolta intorno
al “vascone”; sull'orizzonte si
profila Rocca d'Orcia.



una tenuta dove si produce rosso Orcia Doc e si coltivano Acqua e vino nel borgo incantato
erbe aromatiche. Sulle colline circostanti, un’esperienza Dopo tanto vino, una tappa dedicata all’acqua. Quella
piacevolmente “casalinga” è la visita alla cantina di Marco termale, che sgorga nel territorio di Bagno Vignoni.
Capitoni, un piccolo produttore appassionato e tenace Frequentati sin dai tempi dei Romani, i suoi bagni nel corso
che coinvolge i suoi ospiti con autenticità e simpatia. In dei secoli hanno accolto principi e papi, santi e artisti.
veranda, con il Monte Amiata sullo sfondo, si brinda con Ancora oggi il cuore del minuscolo borgo è Piazza delle
il Troccolone, un rosso dal gusto fresco e piacevolmente Sorgenti, con lo spettacolare vascone termale costruito nel
minerale, a base di Sangiovese 100%, che matura con una Cinquecento e non più agibile; tutto attorno, antiche case
breve macerazione in giare di terracotta. in pietra, cortili e minuscoli giardini. Per una piacevolissima
giornata di relax oggi si va nei centri termali degli alberghi.
I giardini di San Quirico E con una passeggiata fino al Parco dei Mulini, a valle del
Il viaggio prosegue a San Quirico d’Orcia. Anche qui, paese, si raggiungono cinque antichi mulini scavati nella
stradine intatte, vecchie case ben tenute e testimonianze roccia, un tempo alimentati dalla sorgente termale.
preziose di epoche diverse, a partire dalla bella Collegiata Sopra il borgo, la Tenuta Sanoner è una spettacolare
dei Santi Quirico e Giulitta, in stile romanico-gotico, che “cantina con vista” dalle linee di design, costruita nella
custodisce un prezioso coro ligneo con tarsie rinascimentali roccia, che ospita una bella enoteca, con un grande prato
intagliate da Antonio Barili. Negli antichi baluardi del borgo digradante, affacciata sulla valle. Inaugurata nel 2016,
si allungano eleganti gli Horti Leonini, un esempio ben l’azienda ha puntato sin dall’inizio sul biologico: tutti i vini
conservato di classico giardino all’Italiana del Cinquecento. della sua linea Aetos sono a base di uve 100% Sangiovese
Nei dintorni del paese, l’Agriturismo Bagnaia, gestito da certificate biologiche e coltivate in azienda seguendo
una coppia giovane e dinamica, produce diverse etichette di i principi dell’agricoltura biodinamica. Oltre a un rosso
Orcia Doc: novità del 2020 è un rosato 100% Sangiovese. (anche riserva) e a un rosato (anche in versione frizzante),

inviaggio 99
INDIRIZZI resto dell’anno 9-16.
Visite al coro ligneo
su appuntamento presso
l’Ufficio Turistico
Abbazia Santa Maria
di San Quirico d’Orcia
di Monte Oliveto Maggiore
0577 899728/9.
Asciano (SI) Località
Monte Oliveto Maggiore
Horti Leonini
0577 707611 e 707647
San Quirico d’Orcia (SI)
(azienda agricola);
Ingresso da Piazza della
monteoliveto maggiore.it e
Libertà 0577 899728.
agricolamonteoliveto.com
Orario indicativo:
Orario abbazia: 9.15-12
9.30-tramonto (chiusi per
e 15.15-17 (con ora legale
manutenzione, riapertura
fino alle 18).
prevista a settembre).
Ingresso: gratuito. Orario
cantina storica: 10-12.30 e
Agriturismo e Azienda
14.30-18, da metà marzo a
Agricola Bagnaia
fine ottobre e nel periodo San Quirico d’Orcia (SI)
natalizio tutti i giorni; Podere Bagnaia 47 0577
in inverno solo sab.-dom. 898272; agriturismobagnaia.it
Orario: cantina 9.30-12.30
Azienda Agricola Loghi e 14.30-18.30; visite e
San Giovanni d’Asso (SI) degustazioni su prenotazione.
Località Loghi 339 1824946; Prezzi: 15 €.
aziendaloghi.it
Prezzi: degustazioni da 10 €, Tenuta Sanoner
caccia al tartufo da 30 €, Castiglione d'Orcia (SI)
caccia e pranzo a base di Frazione Bagno Vignoni,
tartufo 80 €. Località Sant’Anna
0577 1698707; tenuta-
Nella foto. Degustazione nella Bosco della Ragnaia
cantina di Podere Forte, sanoner.it Orario: visite guidate
San Giovanni d’Asso (SI) lun.-sab. 10-17, su richiesta.
incastonata tra le balze di un
colle a ovest di Castiglione. laragnaia.com Fuori dal paese, Prezzi: visite gratuite;
Oltre ai vini della Doc Orcia, la seguire il sentiero degustazioni da 12 €.
cantina produce il pluripremiato segnalato da una freccia sulla
Guardiavigna (Igt Toscana). SP60. Orario: alba-tramonto. Podere Forte
Ingresso: gratuito. Castiglione d’Orcia (SI)
Località Petrucci 13, Podere
Fattoria del Colle Forte 0577 8885100;
Trequanda (SI) Località Il Colle podereforte.it Orario: visite
0577 662108; alla cantina e ai vigneti
cinellicolombini.it Orario: su prenotazione.
dal 2019 propone uno spumante extra brut prodotto da 9-13 e 14.30-18.30, Prezzi: visite gratuite,
Sangiovese con metodo classico. Punta tutto sul naturale visite su prenotazione. degustazioni da 30 a 100 €.
anche Podere Forte, con un’estesa tenuta nei dintorni Prezzi: visite e degustazioni
da 13 €; pranzo toscano 28 €. Rocca di Tentennano
di Castiglione d’Orcia dove l’agricoltura viene praticata
Castiglione d’Orcia (SI)
secondo il metodo biodinamico, con un sistema integrato Palazzo Massaini Frazione Rocca d’Orcia
di vigneti, uliveti, arnie, allevamenti di animali allo stato Pienza (SI) Località Palazzo 392 0033028. Orario:
brado e piante officinali. Il vino simbolo della cantina è il Massaini 0578 748766; 10.30-13 e 14.30-18.
palazzomassaini.com Ingresso: 3 €.
Petrucci Orcia Doc, un Sangiovese in purezza prodotto in
Orario: enoteca 10-13
poche migliaia di bottiglie, con naso intenso di ciliegia e e 15-18, degustazioni Società Agricola Le Buche
lampone e un finale minerale. Nelle vicinanze, il piccolo temporaneamente sospese. Sarteano (SI) Località Le
e spettacolare borgo di Rocca d’Orcia è sovrastato dalla Buche, Via Caselfava 25
Cantina Capitoni 0578 274066; lebuche.com
medievale Rocca di Tentennano: dai suoi spalti la vista
Pienza (SI) Podere Sedime Orario: 9-12 e 15-18, su
abbraccia a 360 gradi colli e vigneti. 63 338 8981597 (Marco richiesta. Prezzi: visite guidate
L’ultima tappa è a Sarteano, sul confine con la Val di Capitoni); capitoni.eu Orario: e degustazioni di 3 vini 20 €.
Chiana, fra i vigneti della cantina Le Buche, dove la visite su appuntamento.
Prezzi: visite gratuite. INFO TURISTICHE
famiglia Olivi produce un’ampia gamma di vini e ha
Consorzio del Vino Orcia
trasformato una ex casa colonica adiacente alla cantina Collegiata dei Santi Castiglione d’Orcia (SI)
in un accogliente wine resort, con Spa e piscina esterna Quirico e Giulitta Frazione Rocca d’Orcia,
affacciata sulle colline. Nella degustazione spiccano San Quirico d’Orcia (SI) Via Borgo Maestro 90
Piazza Chigi 1 0577 897236; 0577 887471;
i bianchi Coreno Doc Orcia (un blend 80% Trebbiano
parrsanquiricodorcia.it Orario consorziovinoorcia.it
e 20% Malvasia) e, da quest’anno, l’intenso e aromatico indicativo: estate 9-17.30; e stradavinoorcia.com
Vendemmia Tardiva, da uve 100% Verdicchio.
©riproduzione riservata

inviaggio 100
TOSCANA VAL D’ORCIA

DOVE DORMIRE DOVE MANGIARE


da 57 a 230 euro in camera doppia da 20 a 95 euro vini esclusi

Posta Marcucci TOP io Osteria Perillà ❘ Stellato


agg
Una raffinata oasi di benessere e relax a i Vi
n A Rocca d’Orcia brilla la stella Michelin
pochi passi dal “vascone” di Bagno Vignoni. guadagnata da questo locale dove la cucina
Offre una quarantina di camere appena punta sul territorio e sulla qualità degli
rinnovate, due piscine termali circondate da ingredienti, ma aggiunge un sapiente tocco
un giardino, Spa e ristorante con vista. creativo. Carne, uova e verdure arrivano dal
San Quirico d’Orcia (SI) Frazione Bagno Podere Forte, della medesima proprietà.
Vignoni, Via Ara Urcea 43 Castiglione d’Orcia (SI) Frazione Rocca
0577 887112; postamarcucci.it d’Orcia, Via Borgo Maestro 74 0577
Prezzi: da 230 € con colazione. POSTA MARCUC C I 887263; osteriaperilla.net Prezzo medio:
menù degustazione 85 € (carne) e 95 €.
Hotel Relais Osteria dell’Orcia ★ ★ ★ ★
A 10 minuti a piedi da Bagno Vignoni, una Osteria La Porta ❘ Con terrazza
antica stazione di posta sulla Via Francigena A ridosso della porta del borgo medievale
è diventata un relais con 16 camere in stile di Monticchiello, questo locale dalla bella
rustico toscano, affacciate sui colli. Ristorante atmosfera propone cucina tipica. Dalla
gourmet; in estate si mangia in giardino. piccola terrazza, spettacolare vista sulla valle.
Castiglione d’Orcia (SI) Frazione Bagno Pienza (SI) Frazione Monticchiello,
Vignoni, Via Case Sparse, Podere Osteria 15 Via del Piano 1 0578 755163;
HOTE L RE LA IS OST E R IA DE L L’OR C IA
0577 887111; osteriadellorcia.com osterialaporta.it Prezzo medio: 38 €.
Prezzi: da 175 € con colazione.
Ristorante Dopolavoro La Foce ❘
Podere Lamone Cucina del territorio con brio
In un antico casolare in pietra, appartamenti Ricavato da un dopolavoro di braccianti,
con travi a vista e volte in mattoni, camini è un bar-ristorante dall’ambiente fresco
in pietra e vecchi mobili ben restaurati. A e moderno. Serve i piatti della tradizione, con
disposizione c’è un giardino, affacciato sulle ingredienti da piccoli produttori della zona.
colline, con sdraio, tavoli e zona barbecue. Pienza (SI) Strada della Vittoria 90
Pienza (SI) Frazione Monticchiello, Podere PODE RE LAM ONE
0578 754025; dopolavorolafoce.it
Lamone 65 338 8636834; lamone.it Prezzo medio: 35 €.
Prezzi: da 160 € con colazione.
Ristorante Il Garibaldi ❘ Di sostanza
Capitano Hotel Collection ★ ★ ★ ★ Non fatevi scoraggiare dalla posizione, sulla
Sotto la medesima gestione, un hotel con Cassia accanto a un benzinaio: frequentato
ristorante e centro benessere e un albergo dalla gente del posto, il ristorante dell’Hotel
diffuso, con camere distribuite in altri edifici Garibaldi propone cucina regionale semplice
del borgo. Bar, ristorante e cantina. ma gustosa. Ha anche un menù di pesce.
San Quirico d’Orcia (SI) Via Poliziano 18 San Quirico d’Orcia (SI) Via Cassia 17
0577 899028; palazzodelcapitano.com OSTE RIA PE R IL L À 0577 898315; ilgaribaldisanquirico.it
Prezzi: da 95 € con colazione. Prezzo medio: 30 €.

Locanda di Casalmustia Locanda Il Paradiso ❘ Ruspante


Nella torre comunale di Castelmuzio: al piano Nelle vicinanze dell’Abbazia di Monte Oliveto
terra ci sono il bar e la sala per la colazione, ai Maggiore, vale la pena di venire a Chiusure
piani superiori il ristorante e 7 camere, piccole per un pranzo robusto in questa locanda. Da
ma arredate con cura, in stile country. provare i pici fatti a mano, con aglione o ragù.
Trequanda (SI) Frazione Castelmuzio, Piazza Asciano (SI) Frazione Chiusure,
della Pieve 3 0577 665166; locandadicasal Via Porta Senese 25 0577 707016.
mustia.it Prezzi: da 57 € con colazione. RISTORANTE DOP OL AV OR O L A F OC E Prezzo medio: 20 €.

COSA COMPRARE Tre indirizzi per acquisti di pasta e farina, formaggi di pecora e capra, carni, salumi e conserve

Il mulino di Pienza Il caseificio bio Per carnivori (ma non solo)


La famiglia Grappi, che coltiva con metodo Sulle colline di Pienza, con incantevole vista A San Quirico d’Orcia, subito fuori dal centro
biologico grani antichi e altri cereali, ha sulla valle e sul Monte Amiata, la fattoria storico, la Bottega delle Carni (Via Garibaldi
aperto un piccolo mulino accanto al biologica del Podere Il Casale (Via Podere Il 4 0577 898262; bottegadellecarni.it)
Castello di Spedaletto: qui, oltre alle farine, Casale 64 0578 755109; podereilcasale. è un indirizzo raccomandato non solo per le
si produce ottima pasta artigianale, dai pici com) comprende un caseificio carni locali e i salumi artigianali (da non
alle pappardelle, a marchio Mulino Val artigianale che produce vari formaggi perdere quelli di cinta senese), forniti da
d’Orcia (Pienza, SP53, Località Spedaletto a base di latte crudo, fra cui ottimi piccoli produttori della zona, ma anche
345 2329477; mulinovaldorcia.it). caprini e l’autentico Pecorino di Pienza. per conserve, pasta e altri prodotti tipici.

inviaggio 101
LAZIO CASTELLI ROMANI

FUORIPORTA
SUI COLLI
Tutto intorno a Roma ci sono cittadine medievali
e ville rinascimentali, con cantine che producono
vini sulle terre vulcaniche e locali dove riscoprire
i sapori della tradizione TESTO DI MASSIMILIANO RELLA

Nella foto. Vigneti a Monte Porzio Catone. Il borgo (sullo sfondo) sorge sopra
un blocco di tufo originatosi da un cono laterale del Vulcano Laziale. Nella pagina
accanto. Grappoli di Malvasia per la produzione del Cannellino di Frascati.

inviaggio 102
inviaggio 103
P
Per secoli luogo di villeggiatura di nobili famiglie
romane e illustri viaggiatori del Grand Tour, da Goethe a
Byron e a Stendhal, i quattro paesi dei vini Doc Frascati
e Frascati Superiore Docg – Frascati, Grottaferrata,
Monte Porzio Catone e Monte Compatri – occupano
quella fascia dei Castelli Romani che guarda la Capitale,
collegati con le periferie di Roma Est in una manciata
di chilometri dalle arterie stradali dell’Anagnina e della
Tuscolana. Sono sfondo di sontuose ville e pittoreschi
giardini all’italiana, d’incantevoli borghi e centri storici,
di laghi, abbazie e resti archeologici, ma anche la
destinazione gourmet appena fuori porta, ricca di cibi
generosi e rinomati vini, un tempo scaduti di qualità,
ma da un decennio in gran rispolvero; merito di cantine
che hanno valorizzato un terroir ad alto potenziale per
i suoli d’origine vulcanica, formatisi con l’esplosione
del Vulcano Laziale oltre 300.000 anni fa, e per le
vigne di Malvasia puntinata e altre varietà autoctone a
bacca bianca, che svettano fino a 500 metri di quota sul
versante nord dei Castelli.

I vini di Frascati
1. Il produttore Aristide
Gasperini, con la Per vicinanza e storia, strettamente intrecciata con
moglie Cristina e il figlio quella di Roma, una visita enoturistica su questi colli
Bruno, del Casale
Vallechiesa, a Frascati. si arricchisce di arte e cultura. Le prime popolazioni
2. La “grotta”-museo latine avevano qui stabilito le loro città, Alba Longa,
nella Tenuta di Pietra
Porzia, a Frascati. Aricia, Lanuvium, Velitrae; la prima venne distrutta
3. Felice Gasperini nella dai Romani nel VII secolo a.C. e tre secoli dopo il
sua Cantina Villafranca,
ad Albano Laziale. territorio fu sottomesso all’Urbe. Fu però dopo la
4. San Nilo con caduta dell’Impero, con le invasioni barbariche, che le
l’imperatore Ottone III,
dettaglio di un dipinto popolazioni si rifugiarono sulle alture, dove le famiglie
nell’Abbazia Greca di nobili costruirono manieri e roccaforti, dando inizio
San Nilo a Grottaferrata.
5. Il Teatro delle Acque, all’incastellamento dei colli e alla lenta formazione dei
la più suggestiva borghi. Anche la Chiesa esercitò la sua influenza nello
fontana di Villa Torlonia.
Nella pagina accanto. sviluppo dei centri abitati, come a Grottaferrata che
Villa Aldobrandini. prese forma intorno all’Abbazia Greca di San Nilo, di
Del ’500, sorge su un
colle che domina rito bizantino. Questa fu fondata nel 1004, da monaci
l’ingresso a Frascati. ➁ greci provenienti dalla Calabria, sui ruderi di una villa
romana, con criptoportico protetto da un cancello

(crypta ferrata), da cui deriva il nome del paese. Le
antiche mura dell’abbazia racchiudono una Biblioteca
che custodisce oltre mille manoscritti e 50.000 volumi e
un prestigioso Laboratorio di Restauro del Libro Antico
a cui si deve il recupero di opere importanti, tra cui il
Codice Atlantico di Leonardo.
Frascati, allora un piccolo centro, conobbe la prosperità
dal XIII secolo e divenne meta dell’aristocrazia romana,
che cominciò a costruire sontuose ville, come Villa
Torlonia e i suoi magnifici giardini sopravvissuti alla
distruzione della Seconda guerra mondiale. O Villa

inviaggio 105
Aldobrandini, simbolo di Frascati, realizzata su disegno
di Giacomo Della Porta: oggi è privata, ma sono
visitabili le Scuderie Aldobrandini e il Museo Tuscolano
(i giardini sono in restauro). Ed è proprio da Frascati
che comincia il viaggio tra le cantine della Strada dei
Vini dei Castelli Romani, un’area di 17 comuni e varie
Doc: oltre al Frascati, Marino, Montecompatri Colonna,
Velletri, Colli Albani, Colli Lanuvini, Castelli Romani
e la Doc Roma. Noi rimaniamo nella zona d’origine
dei bianchi Frascati Doc, Frascati Superiore Docg
(anche Riserva, con 12 mesi d’affinamento) e Frascati
Cannellino Docg, vino da dessert da vendemmia
tardiva. Sono bianchi freschi, sapidi e minerali, fatti
con uve di Malvasia puntinata e/o Malvasia di Candia
(minimo 70%) e altre varietà (30%) come Greco,
Bombino, Bellone, e così via. L’area vitivinicola di circa
900 ettari comprende anche le zone più pianeggianti
di Roma Tor Vergata e alcune borgate capitoline,
che rivestono scarso interesse turistico. È invece
una tappa da non perdere la Tenuta di Pietra Porzia
➀ dell’imprenditore milanese Vittorio Giulini, riconosciuta
dimora storica per la presenza di una villa razionalista
1. Frascati Superiore
e Cannellino, due (oggi con ristorante e camere, vedere a pag. 109)
vini prodotti dall’azienda progettata durante il fascismo dall’architetto Luccichenti;
Villa Simone.
2. Una vecchia porta non si sa però se Ugo o il fratello Amedeo poiché
nel borgo di Monte la documentazione andò perduta durante la guerra.
Porzio Catone, creata
appositamente
con questa forma per Tra storia e porchetta
permettere il
passaggio delle botti. Nel vicino Casale Vallechiesa troviamo invece vigne
3. Il produttore biologico ben curate in conversione biologica e alimentate da
Roberto Rotelli, titolare
del Casale Mattia, a una cisterna romana restaurata, vanto della famiglia
Monte Compatri. Gasperini. È ancora bio, già dagli anni ’90, il Casale
4. Il sito archeologico
del Barco Borghese Mattia di Roberto Rotelli, tra le vigne collinari di Monte
a Monte Porzio Catone. Compatri, borgo su una collina tufacea d’origine
5. Il Monumento ai
Caduti in Piazza vulcanica, affacciato sulla Valle dell’Aniene e ricco
Marconi, a Frascati. di cantine sotterranee e di una ragnatela di gallerie,
Nella pagina accanto.
Una veduta di che si aprono a eventi culturali. Arrivati fin qui merita
Monte Porzio Catone. ➁ pure una deviazione la saporita norcineria castellana,
dalla porchetta alle coppiette di carne secca suina; e

la bottega delle delizie è Lattanzi 1954. Proseguiamo
nella vicina Monte Porzio Catone, borgo di fondazione
seicentesca ricco di gioielli culturali, tra cui svetta
il Barco Borghese (temporaneamente chiuso), vasto
complesso archeologico che forse era il basamento di
una villa romana, con ben 180 vani con volte a botte,
poi divenuto recinto della selvaggina per la caccia
(barco) della nobile famiglia Borghese. È visitabile il
Convento di San Silvestro, con pinacoteca, mentre per
ora sono chiusi la Villa Mondragone e il museo diffuso
del vino. Si va a colpo sicuro alla Villa Simone per

inviaggio 107
INDIRIZZI Santuario Convento
di San Silvestro
Abbazia Greca di San Nilo Monte Compatri (RM) Via
Grottaferrata (RM) Corso San Silvestro 972 06
del Popolo 128 06 9486048 e 334 8366423;
9459309; abbaziagreca.it vaticano.com Orario:
Orario: chiesa 7-12.30 8.30-12.30 e 15-18.30.
e 15.30-19.30, museo sab. Ingresso: gratuito. Per la
9-18. Ingresso: 4 €. pinacoteca suonare il
campanello dei frati nel
Giardini di Villa Torlonia corridoio a sinistra
➀ Frascati (RM) Viale Annibale dell’altare. Offerta libera.
Caro. Orario: sempre aperti.
1. Le “grotte” della
cantina di Villa Simone, Ingresso: gratuito. Villa Simone
scavate nella collina. Monte Porzio Catone (RM)
2. Al Forno Molinari si Scuderie Aldobrandini Via Frascati Colonna 29
può assaggiare la tipica 06 9449717;
e Museo Tuscolano
“pupazza frascatana”,
un dolce a forma di Frascati (RM) Piazza villasimone.it Orario: visite
donna con tre Marconi 6 06 9417196 / lun.-sab. 8.30-13.30 e
mammelle. Viene 94184409; 16-19, dom. su prenotazione
preparato con miele,
canditi e perline dolci, a
scuderiealdobrandini.it Prezzi: degustazioni di 4 vini
volte con semi d’orzo Orario: visite su prenotazione a scelta da 25 €, con
per gli occhi. mar.-ven. 10-18, sab.-dom. assaggi di pizza, porchetta,
Si dice che rappresenti 10-19. Ingresso: 5,50 €. salumi e formaggi, olive,
la balia dei figli delle
tante donne impegnate verdure di stagione,
nella vendemmia. Tenuta di Pietra Porzia marmellate e mieli locali 40 €.
Frascati (RM) Via di Pietra
Porzia 60 06 9464392; Gotto d’Oro
tenutadipietraporzia.it Orario: Marino (RM) Via del Divino
visite su prenotazione Amore 347 06 93022226;
lun.-ven. 8-13 e 15-17, sab. gottodoro.com Orario:
➁ 8-13, dom. da concordare. lun.-ven. 8-13 e 14-17.
Prezzi: degustazioni Prezzi: visite e degustazioni
di 3 vini e assaggi di prodotti con stuzzichini da 10 €.
locali da 20 €.
qualche calice di bianchi Doc e Docg dell’enologo Cantina Villafranca
Lorenzo Costantini, membro di una storica famiglia Casale Vallechiesa Albano Laziale (RM) Via
Frascati (RM) Via Pietra
di enotecari a Roma e che a Frascati ha impiantato un Villafranca 14 06 9344277;
Porzia 19-23 06 9422242;
interessante “vigneto urbano”. cantinavillafranca.com
casalevallechiesa.it
Orario: visite su
Orario: visite su prenotazione
prenotazione. Prezzi: visite
Alla “fraschetta” per un calice di sfuso lun.-sab. Prezzi: degustazioni
e degustazioni di 3 vini
Hanno invece impianti e cantine nei comuni fuori Doc, di 2 vini con pane e olio di
con spumante e tagliere di
produzione propria 15 €, con
ma producono anche Frascati, le aziende Gotto d’Oro affettati da 10 €.
visita alle vigne, degustazione
e Villafranca. La prima si trova a Marino, è una cantina di 3 vini e assaggi di prodotti
sociale presente nella grande distribuzione, ma vanta Cantina Da Santino
tipici 27 €.
Frascati (RM) Via Pietro
una linea di bottiglie di qualità. La seconda, ad Albano
Casale Mattia Campana 27
Laziale, del produttore Felice Gasperini, ci offre al 06 94298110;
Monte Compatri (RM)
contrario una panoramica enologica quasi ecumenica cantinadasantino.it
Via Monte Mellone 19
sui Castelli Romani. Torniamo a Frascati per un’ultima 06 9426249 e 328 Prezzi: vino di Frascati
esperienza con la classica “fraschetta”, un locale della 6532362; casalemattia.it e dei Castelli 6 € al litro.
tradizione, rustico, popolare, che resiste ai tempi. Orario: visite su A cena sempre aperto.
Qui l’avventore si porta il cibo, di solito la porchetta, prenotazione tutti i giorni.
Prezzi: visite Antico Forno Molinari
e l’oste gli serve i suoi vini. Facciamo la nostra prova Frascati (RM) Via Garibaldi
e degustazioni di 2 vini
Da Santino. Si chiude all’Antico Forno Molinari con con stuzzichini da 5 €. 2 angolo Corso Colasanzio
l’ultima chicca: la “pupazza frascatana”, un dolce- 340 3767396.
biscotto al miele ornato di frutta candita e perline Lattanzi 1954 -
alimentari. Ha la forma di una donna con tre seni. La Salprosciutti INFO TURISTICHE
Monte Compatri (RM) Frascati Point
terza mammella – racconta la vulgata – servirebbe a
Via Casilina, Km 21.600 Frascati (RM) Piazza
tenere a bada i bimbi col vino dei Castelli. Perché sui 06 9476055; Marconi 5 06 94184406;
colli di Roma anche le fontane, soprattutto a Marino, lattanzi1954.it stradavinicastelliromani.it
con l’acqua non sono mai andate tanto d’accordo.
©riproduzione riservata

inviaggio 108
LAZIO CASTELLI ROMANI

DOVE DORMIRE DOVE MANGIARE


da 69 a 97 euro in camera doppia da 32 a 78 euro vini esclusi

Park Hotel Villa Grazioli ★ ★ ★ ★ TOP io Barrique by Oliver Glowig ❘ Gourmet


agg
Un bel 4 stelle in una villa cinquecentesca con i Vi
n Con Oliver Glowig, noto chef tedesco, da un
splendido parco e 62 camere, alcune al paio d’anni l’alta ristorazione è approdata
secondo piano della dimora principale, ai Castelli Romani con il bel ristorante
abbellita da capolavori artistici, altre nei villini gourmet della cantina Poggio Le Volpi, un mix
Limonaia e Paggeria. d’architettura e design. Ampia carta dei
Grottaferrata (RM) Via Umberto Pavoni 19 vini e cucina stagionale, creativa e di territorio.
06 945400; villagrazioli.com Anche menù vegetariano e vegano.
Prezzi: da 97 € con colazione. Monte Porzio Catone (RM) Via Fontana
BARRIQUE BY OL IV E R GL OW IG Candida 3C 06 9416641;
Tenuta di Pietra Porzia enotecapoggiolevolpi.it Prezzo medio: 78 €.
Nell’azienda vitivinicola, un agriturismo di
charme in collina con ristorante e 5 camere, La Botte di Ferro ❘ Fish & sushi
una diversa dall’altra, affacciate sul giardino, Un bel ristorante sushi e di pesce nella terra
alcune con vista panoramica su Roma, con o della porchetta, ideale anche per abbinare
senza balcone. Anche 2 miniappartamenti. selezionati vini bianchi del Frascati Doc e dei
Frascati (RM) Via di Pietra Porzia 60 Castelli Romani. In cucina lo chef Luca
06 20766341; tenutadipietraporzia.it Mattana e il sushi chef Tagbak Takeshi.
Prezzi: da 90 € con colazione.  Grottaferrata (RM) Via Filippo Corridoni 12
LA BOTTE DI F E R R O
06 39722514; labottediferroristorante.it
Bellavista Hotel ★ ★ ★ Prezzo medio: 58 €.
Semplice, ma nel centro storico, inserito in
un’ala di Palazzo Senni, è una dimora L’Oste della Bon’Ora ❘ Grandi vini
nobiliare di fine ’800 davanti a Villa Un’osteria romana in chiave gourmet, dalla
Aldobrandini e vicino alla stazione ferroviaria, gricia alla carbonara fino al baccalà e ai
con camere accoglienti di varie dimensioni. carciofi un inno alla tradizione laziale. Stile tra
Frascati (RM) Piazza Roma 2 il classico, il rustico e il vintage. Carta dei vini
06 9421068; hbellavista.it con un occhio al Lazio e ai Castelli Romani.
Prezzi: da 90 € con colazione. Grottaferrata (RM) Viale dei Cavalieri di
Vittorio Veneto 133 06 9413778;
Hotel Verdeborgo ★ ★ ★ lostedellabonora.it Prezzo medio: 45 €.
In una villa Liberty del ’900 circondata da un
bel giardino mediterraneo, 15 camere Ristorante Cacciani ❘ Tradizionale
finemente arredate in stile classico. Servizio Dal 1922 uno storico ristorante a conduzione
navetta da/per la stazione ferroviaria di familiare, cucina di tradizione raffinata, dai
Frascati. Al momento non viene effettuato tonnarelli cacio e pepe mantecati a vista al
il servizio di colazione. ragù di cinghiale ai sentori di erbe, fino
Grottaferrata (RM) Via Anagnina 10 all’imperdibile abbacchio scottadito.
06 94540401; hotelverdeborgo.it PARK H O T EL VIL L A GR A ZIOL I Frascati (RM) Via Armando Diaz 15 06
Prezzi: da 70 €, solo pernottamento. 9401991; cacciani.it Prezzo medio: 43 €.

Villa Icidia ★ ★ ★ Taverna Mari ❘ Cucina verace


44 ampie camere di varia categoria in questo Locale caratteristico e accogliente a
hotel con ristorante di carne e pesce, in una conduzione familiare dove assaggiare buoni
villa ristrutturata nell’800 e immersa in un piatti della tradizione castellana e romana,
parco lussureggiante. dalle fettuccine con rigaglie di pollo al filetto
Frascati (RM) Località Vermicino, di maiale ai carciofi. Dolci golosi.
Via Tuscolana Vecchia 81 06 9408604; Grottaferrata (RM) Via Piave 29 06
villaicidia.it Prezzi: da 69 € con colazione. TE NUTA DI P IE T R A P OR ZIA 93668261; tavernamari.it Prezzo medio: 32 €.

COSA FARE Passeggiare in collina, scivolare su acque calme e ammirare i resti di una città antica

Trekking sulla Collina degli Asinelli Un giro in barca sul lago Alla scoperta del passato
Si parte da Monte Compatri sul sentiero delle Il Lago Albano di Castel Gandolfo è adatto Nell’antica città di Tusculum i resti meglio
Terre Ospitali di 2 km (20 minuti a piedi) e si alla bici, alla canoa e al kayak. Non conservati dell’epoca romana sono verso il
arriva sulla Collina degli Asinelli, a 700 metri mancano i resti archeologici di un antico Foro col Teatro del 75 a.C.: la Via dei
di quota, nel Parco Regionale dei Castelli porticciolo, di opere d’ingegneria idraulica Sepolcri, poi, collegava l’abitato all’Anfiteatro
Romani. C’è anche una fattoria che fa attività e di un faro romano. Gite in barca del II secolo d.C. fuori le mura. Info: 391
per diversamente abili e animali abbandonati. con l’Ente Parco sul Sentiero dell’Acqua 4225048; tuscoloparcoarcheologicoculturale.
Ingresso: per le attività contributo volontario; (su prenotazione 347 6104110; it Orario: set. sab. e dom. 9.30-19.30.; ott.
lacollinadegliasinelli.it; parcocastelliromani.it parcocastelliromani.it Prezzi: 6 € un’ora). dom. 9.30-16.30. Ingresso: 5 €.

inviaggio 109
CAMPANIA VESUVIO, CAMPI FLEGREI E ISCHIA


Nella foto. Il Foro di
Pompei, alle pendici
meridionali del Vesuvio.
Questo fertile altopiano
era coltivato a vite già in
età romana, quando
Pompei era un noto
centro vinicolo. Alcuni
vigneti sono stati
ripiantati: oggi qui nasce
il vino Villa dei Misteri.

inviaggio 110
Il regalo
del vulcano
Sui fertili suoli vulcanici vesuviani,
dai Campi Flegrei a Ischia, prosperano uve
millenarie che danno vini unici. Amati
già da Greci e Romani, come mostrano i siti
archeologici di Ercolano, Cuma, Baia
TESTO DI MANUELA PIANCASTELLI • FOTO DI VITTORIO SCIOSIA

inviaggio 111
M are e vulcani, terre
ardenti e ricche di
acque termali, vigneti su
terrazze che digradano
verso profonde acque
blu. Un’unica strada del
vino percorre tre luoghi simbolo della Campania, tutti in provincia
di Napoli: il Vesuvio, i Campi Flegrei e Ischia. Terre feconde e
generose dove si coltivano uve antichissime come la Falanghina
e il Piedirosso – ma anche la Biancolella, il Greco, l’Aglianico o
lo Sciascinoso – e che regalano vini unici, come i panorami con le
colline che si tuffano in mare e l’immensa ricchezza archeologica
documentano testimonianze storiche e letterarie, e ne conservano
le prove i siti archeologici di Pompei, Ercolano e soprattutto la
Villa Regina di Boscoreale, una villa rustica che ospita una
cella vinaria con ben 18 dolii (grandi giare di terracotta dalla
forma sferica, usate per conservare vino, olio o grano). Nel Parco
Archeologico di Ercolano, importante la visita alla caupona
(tavola calda) della Casa di Nettuno e Anfitrite, con molti vasi
vinari. Salendo sul Vesuvio, dove una passeggiata fino al Gran
Cono è d’obbligo, potrete trovare ottimi vini e grande accoglienza
alla Cantina del Vesuvio, l’azienda bio di Maurizio Russo. Sulle
terrazze ombreggiate tra le vigne che guardano Capri, davanti a
uno spaghetto col pomodorino del piennolo, si degusta il celebre
e storica che ha reso questi luoghi un patrimonio dell’umanità. Lacryma Christi, che si produce esclusivamente sul Vesuvio, anche
nelle versioni rosato, sapido e fresco, e spumante rosé Capafresca.
“Tabernae” romane e aziende agricole bio Sempre nel Parco Nazionale del Vesuvio la dinamica azienda
“Qui è il Vesuvio finora ombroso di verdi vigneti. Ora tutto giace Sorrentino accoglie gli enoturisti nei 35 ettari di proprietà con
sommerso nel fuoco e nel tristo lapillo”. Così Marziale racconta varie tipologie di wine tour, passeggiate a cavallo e degustazioni
la distruzione causata dall’eruzione del vulcano nel 79 d.C., dei vini tra i quali spicca, oltre ai due cru bio di Lacryma Christi
confermando la vocazione vitivinicola della zona che riforniva di (il delicato Vigna Lapillo bianco e l’avvolgente Vigna Lapillo rosso),
vino non solo Pompei ed Ercolano, ma anche Napoli e Roma. Lo il sapido e minerale Catalò, bianco da uve Catalanesca in purezza.

inviaggio 112
➀ Sopra. Interni della ➁ ➂
Casa di Nettuno e
Anfitrite, a Ercolano.
L’abitazione, che deve
il nome al mosaico
parietale del salone
centrale raffigurante
la divinità dei mari
insieme alla sua sposa,
è collegata a una
caupona, bottega-
taverna dove sono
state rinvenute anche
diverse anfore vinarie.
1. Capo Miseno, punta
estrema della penisola
flegrea, il Lago Miseno
e, più oltre, il Golfo
di Pozzuoli.
2. La bottaia delle
Cantine Astroni,
nei Campi Flegrei.
3. I dolii interrati
rinvenuti nella Villa
Regina di Boscoreale,
fattoria di epoca ➃
romana con vigneto e
locali per vinificare.
4. Maurizio Russo
nella sua Cantina del
Vesuvio, che produce
fra gli altri il Lacryma
Christi, considerato
l’erede dei vini romani.
➀ ➁ Sopra. Scorcio dal ➃
Castello Aragonese
di Ischia, eretto su un
isolotto a est dell’isola
maggiore, cui è
collegato da un ponte.
1. Salvatore e Gilda
Martusciello, titolari
dell’omonima azienda
vitivinicola vicino a
Pozzuoli, nei Campi
Flegrei, e impegnati
nella valorizzazione
degli storici vitigni locali.
2. Marmo romano
raffigurante il giovane
Dioniso, parte del
Ninfeo di Punta Epitaffio;
rinvenuto nel mare del
golfo, è conservato
al Museo Archeologico
di Baia, che raccoglie
reperti da Cuma,
Pozzuoli e da altri siti
dei Campi Flegrei.
➂ 3. L’Acropoli di Cuma,
la più antica colonia
greca in Italia
dopo Ischia, fondata
nell’VIII secolo a.C.
4. La spiaggia e il
lungomare di Ischia
Sant’Angelo, storico
borgo di pescatori oggi
del tutto pedonale.

inviaggio 114
Campi Flegrei, un’oasi verde nel cratere Cuma, non lontana dall’Antro dove la Sibilla Cumana enunciava
Passiamo ai Campi Flegrei, affascinante territorio fra vulcani e i suoi oracoli. Poco distante, a Bacoli, vicinissimo alle Terme
laghi che insieme a Ischia fu la zona della prima colonizzazione Romane di Baia e al Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel
greca (Cuma) e luogo di villeggiatura dell’élite romana in epoca Castello di Baia, l’azienda La Sibilla, ossia Vincenzo Di Meo e la
imperiale (Baia). I Campi Flegrei iniziano a Napoli. Visitiamo sua famiglia, vi faranno scoprire gli incredibili vigneti nell’antico
perciò un’azienda la cui vigna affaccia sulla Riserva Naturale cratere dei Fondi di Baia o nella Vigna Cruna DeLago, che dà il
Cratere degli Astroni, antico cratere vulcanico, poi tenuta di nome a un’avvolgente e minerale Falanghina. Profondo e fragrante
caccia borbonica: un incredibile bosco in città che vale la pena il Piedirosso Vigna Madre, da una vigna di 85 anni a piede franco.
di conoscere. Cantine Astroni, azienda centenaria oggi in mano
a una coppia giovane e appassionata, Gerardo Vernazzaro ed Il fascino eterno di Ischia
Emanuela Russo, è un inaspettato gioiello “urbano”: producono Ed eccoci a Ischia, nota nell’antichità per la quantità di vigne che
vini identitari flegrei come la Falanghina Vigna Astroni e il la ricoprivano. Ricca di tufo verde, vulcanica e bruciata dal sole,
Piedirosso Colle Rotondella. La Falanghina dei Campi Flegrei, famosa per le acque termali, è la più grande delle isole del Golfo
vitigno straordinario e generoso, deve la sua riscoperta a una di Napoli: qui approdarono nell’VIII secolo a.C. i Greci, fondando
grande famiglia del vino, i Martusciello, che oggi con Salvatore e il loro primo emporium (porto commerciale) nel Mediterraneo
Gilda, altra giovane coppia del vino, animano un nuovo progetto: occidentale. Il vino è nel Dna dell’isola, come dimostra la famosa
Salvatore Martusciello Wines. I loro vini del cuore si chiamano Coppa di Nestore, ritrovata nella Necropoli di San Montano (oggi al
Falanghina e Piedirosso Settevulcani: il bianco è sapido e fresco, Museo di Villa Arbusto), con la scritta: “Chi berrà da questa coppa,
il rosso è fruttato e delicato. Sarà emozionante assaggiarli nella subito lo prenderà il desiderio di Afrodite dalla bella corona”.
loro straordinaria vigna nell’area archeologica dell’Acropoli di A Ischia tutto parla di vulcanismo: l’Epomeo è un vulcano spento,

inviaggio 115
il porto era un lago vulcanico, le fumarole e le sorgenti termali INDIRIZZI Terme Romane di Baia
Bacoli (NA) Via Sella di Baia
punteggiano l’isola che conserva centinaia di antichi cellai con
22 081 8687592; pafleg.it
palmenti e “pietre torce”, cioè massi di tufo che servivano a Villa Regina Boscoreale
Orario: 9-17.30, chiuso lun.;
(NA) Viale Villa Regina 1
premere le uve. Una di queste meraviglie si può ammirare alle 081 8575347; pompeii
prenotazione obbligatoria.
Cantine Pietratorcia che offrono, oltre alla visita al cellaio del Ingresso: 4 €.
sites.org Orario: 9-19 (ultimo
’700 e alla “fossa dei conigli”, degustazioni del sapido e fruttato ingresso alle 17.30), chiuso
mar.; prenotazione online Museo Archeologico
bianco Vigne del Cuotto (blend di Biancolella, Forastera, Uva Rilla dei Campi Flegrei
obbligatoria. Ingresso: 3 €.
e San Leonardo) o di Vigne di Janno Piro, un rosso da Piedirosso Bacoli (NA) Via Castello 39
Parco Archeologico 081 5233797; pafleg.it
e Guarnaccia, morbido e speziato. Consigliato anche cenare nel Orario: 9-13, chiuso lun.
di Ercolano
bellissimo giardino antistante la cantina. Ingresso: 4 €.
Ercolano (NA) Corso Resina
187 081 7777008;
ercolano.beniculturali.it La Sibilla
Vigneti a picco sul mare e cantine ipogee
Orario: fino al 31/10 Bacoli (NA) Via Ottaviano
L’isola è un esempio di “viticoltura eroica”: quasi tutte le vigne, Augusto 19 081 8688778;
10.30-19.30 (ultimo ingresso
minuscoli appezzamenti sottratti alla montagna, fanno toccare alle 18), chiuso mar. sibillavini.com Orario: 9-13 e
con mano quanta fatica c’è dietro un bicchiere di vino ischitano. Ingresso: 10 €. 14.30-17, sab. 9-13, chiuso
dom. Prezzi: visite con
Da qualche anno ci sono vigne anche al Castello Aragonese assaggio di 1 vino gratuite,
Cantina del Vesuvio
di Ischia Ponte, dove si possono visitare il palmento, il carcere Trecase (NA) Via Panoramica degustazioni cru 20 €.
borbonico, il cimitero delle monache e il chiostro del Convento 65 081 5369041; cantina
delvesuvio.it Orario: enoteca Museo di Villa Arbusto
di Santa Maria. La storia “moderna” del vino a Ischia è stata Lacco Ameno (NA)
9-18, degustazioni 11-16.
scritta dai D’Ambra, dal 1888 la prima grande famiglia del Prezzi: tour e degustazioni Corso Angelo Rizzoli 210
vino dell’isola. I fratelli Michele, Salvatore e Mario sono stati con piatti tipici da 28 €. 081 996103; comune
laccoameno.it/museo-villa-
protagonisti, negli anni ’50 e ’60, dell’enologia dell’isola: anche arbusto Orario: 9-19,
Sorrentino Vini
per questo non può mancare una visita a Casa D’Ambra, famosa Boscotrecase (NA) Via chiuso lun. Ingresso: 5 €.
per il suo Frassitelli, delizioso cru di Biancolella che nasce da una Fruscio 2 081 8584963 e
338 1354415; sorrentinovini. Cantine Pietratorcia
vigna (visitabile) a picco sul mare. Tra i vini del cuore il Forastera
com Orario: visite su Forio d’Ischia (NA) Via
(vitigno “forestiero” arrivato a Ischia poco più di un secolo prenotazione 10-17. Prezzi: Provinciale Panza 401 081
fa), fruttato e profumato, e il rosso La Vigna dei Mille Anni, un degustazioni di 4 vini bio con 907232; pietratorcia.it Orario
prodotti tipici da 20 €. indicativo: 11-13 e 18-20,
Aglianico in purezza fresco e persistente. Oggi Andrea D’Ambra
chiuso lun. Prezzi: visite
è affiancato dalle figlie Marina e Sara che hanno introdotto la Riserva Naturale e Oasi e degustazioni da 20 €.
linea di cosmetici Divine riutilizzando le vinacce. Altra splendida Wwf Cratere degli Astroni
vigna di Biancolella è Kalimera (“buongiorno” in greco), in Napoli Via Agnano agli Castello Aragonese
Astroni 468 081 5883720; d’Ischia Ischia Ponte (NA)
Località Serrara Fontana, di Pasquale Cenatiempo da cui nasce 081 992834; castello
crateredegliastroni.org
l’omonimo vino: vulcanico, minerale, sapido, il Kalimera è fra Orario: sab.-dom. 10-20; in aragoneseischia.com
i 50 migliori bianchi del mondo 2019 per la prestigiosa rivista inverno 10-17, prenotazione Orario: 9-20.30 (ultimo
obbligatoria. Ingresso: ingresso alle 19).
Decanter. Rosso di punta di Cenatiempo è invece il Mavros, Ingresso: 10 €.
percorso naturalistico 6 €,
ampio e speziato, da Per’ ’e Palummo (Piedirosso) e altri vitigni percorso paleontologico 10 €.
locali. Bellissima l’antica cantina ipogea del XVII secolo. Casa D’Ambra Forio
Cantine Astroni d’Ischia (NA) Via Mario
©riproduzione riservata D’Ambra 16 081 907246;
Napoli Via Sartania 48
081 5884182; cantine dambravini.com Orario: visite
astroni.com Orario: visite su su prenotazione 9-13 e
prenotazione 9-13 e 14-16, 15-18, chiuso dom. Prezzi:
A lato. Il pergolato del tour e degustazioni da 15 €.
wine bar di Cantine chiuso dom. Prezzi: da 20 €.
Pietratorcia, nel cuore
di Forio d’Ischia. Salvatore Martusciello Cenatiempo Vini d’Ischia
Quarto (NA) Via Spinelli 4 Ischia (NA) Via Cossa 84
081 8766123 e 348 081 981107; cenatiempo
3809880; salvatore vinidischia.it Orario: visite su
martusciello.it Orario: visite prenotazione a 333
su prenotazione. Prezzi: 7100480, chiuso sab.-dom.
visite gratuite; per gruppi Prezzi: 25 €.
numerosi 15 € a persona.
INFO TURISTICHE
Parco Archeologico Ufficio Informazioni
di Cuma Pozzuoli (NA) Turistiche di Ercolano
Via Monte di Cuma 1 Ercolano (NA)
081 8543060; pafleg.it Via IV Novembre 44
Orario: 9-17.30, chiuso mar.; 081 7881375;
prenotazione obbligatoria. comune.ercolano.na.it
Ingresso: 4 €, con Terme di Ufficio Informazioni Ischia
Baia, Museo Archeologico Ischia Porto (NA) Banchina
dei Campi Flegrei e Anfiteatro di Porto Salvo 081
di Pozzuoli 8 €. 5074231; comuneischia.it
Cairo Communication per Farnese Vini

Il nuovo Calalenta, Farnese Vini


racconta il Sud d’Italia col suo rosé.

L’azienda leader con il cuore in Abruzzo valorizza il mondo dell’enologia del nostro
meridione con una nuova bottiglia: un rosato unico che vanta l’eleganza e il colore
tenue dei provenzali, e insieme una straordinaria potenza al palato. Figlia del mare,
del sole, del vento.

L’idea era: creare, in Italia – di più: nel Sud Italia! – un vino rosé di qualità, anzi unico nel
suo genere; che avesse cioè l’eleganza e il colore tenue dei celebri rosati provenzali, ma una
straordinaria potenza al palato, figlia del nostro mare, del sole, del vento. Solo Farnese Vini
ci poteva riuscire ed addirittura, è riuscita ad andare molto oltre; e, dopo lunga sperimen-
tazione del suo team di enologi, il risultato è entusiasmante. Signore e signori, ecco il nuovo
Calalenta Rosé.

Facciamo però un passo indietro. Il Gruppo Farnese è una realtà nata a Ortona, in Abruzzo,
nel 1994, e che ha ottenuto un enorme successo. È in rapida ascesa; esporta la quasi totalità
delle sue 20 milioni di bottiglie; fa messe di premi. I suoi segreti? Ha sempre puntato sull’al-
tissima qualità della produzione; e l’ha ottenuta grazie a una sorta di “federazione di conta-
dini”: attraverso le cantine che fanno parte del Gruppo, individua i migliori vigneti nel Sud
Italia (Abruzzo, Campania, Basilicata, Puglia, Sicilia… Ora anche Toscana); per curarli si
affida agli stessi piccoli proprietari, perché nessuno conosce meglio e ama di più quelle viti;
affianca loro, però, una squadra di tecnici preparati, così che ogni fase sia gestita al meglio.
Ne nascono bottiglie che sono gioielli: belle da vedere, contengono vini eccellenti.

Così è anche Calalenta Rosé di cantina Fantini, la propaggine abruzzese di Farnese: si tratta
di un 100% Merlot lanciato sul mercato a fine febbraio, con esiti clamorosi. Sold out. Ha le
caratteristiche desiderate: grande potenza ma tinta rosa cipria pallido. Per ottenere questo
risultato è stata persino inventata una nuova tecnica che prevede il congelamento delle
uve, raccolte manualmente durante la notte per preservarne l’essenza; lo choc termico fissa
le componenti aromatiche, così il Calalenta Rosé presenta colore “provenzale” ma anche
vigoria gustativa. Si colgono il pompelmo, la rosa, la fragola, l’anguria…
CAMPANIA VESUVIO, CAMPI FLEGREI E ISCHIA

DOVE DORMIRE DOVE MANGIARE


da 70 a 125 euro in camera doppia da 25 a 40 euro vini esclusi

Resort Cala Moresca ★ ★ ★ ★ TOP io Yachting Club La Voce del Mare ❘


agg
Spettacolare hotel a Capo Miseno, a picco i Vi
n Vista spettacolare
sul mare. Offre raffinate camere dai colori Bellissimo, nel porticciolo, con terrazza sugli
mediterranei e dépendance per soggiorni scogli. Raffinata cucina di mare, pescato
più lunghi. Piscina, terrazza benessere e Spa. freschissimo, ottimi crudi, sushi corner.
Bacoli (NA) Via Faro 44 Torre del Greco (NA) Via Principal Marina
081 5235595; calamoresca.it 10 081 8496965; facebook.com/Yachting
Prezzi: da 84 € con colazione. clublavocedelmare Prezzo medio: € 40.

Albergo Il Monastero ★ ★ ★ RE SORT CAL A M OR E SC A Abraxas Osteria ❘ Ottima carne


Albergo sobrio e raffinato ricavato dall’ex A picco tra il Lago d’Averno e il Lago
convento delle monache, all’interno del Fusaro, un locale curatissimo e pieno di
castello di Ischia. Una ventina di camere “anima flegrea”. Con la formula classica e
piccole ed essenziali, gli spazi comuni sono una più easy, punta prevalentemente sulla
una vera e propria galleria d’arte, ristorante cucina di terra con incursioni in mare: pasta
con strepitosa terrazza sul mare. alla genovese, coniglio e carni eccellenti.
Ischia (NA) Castello Aragonese Pozzuoli (NA) Via Scalandrone 15
081 992435; albergoilmonastero.it 081 8549347; abraxasosteria.it
Prezzi: da 125 € con colazione. Prezzo medio: 35 €.
ALBE RGO IL M ONA ST E R O

Hotel Terme Oriente ★ ★ ★ I Ricci ❘ Profumi ischitani


Centrale ed economico, questo albergo a A pochi passi dall’imbarcadero, cucina di
gestione familiare, con 80 camere e piscina pesce di ottima qualità: baccalà fritto
termale, propone un soggiorno un po’ e friarielli, carpacci, calamari imbottiti; ottimi
vintage ma all’insegna della comodità, a due i tagliolini coi ricci.
passi dal porto e dalla spiaggetta. Ischia (NA) Via Porto 89 081 3330353;
Ischia Porto (NA) Via delle Terme 5-11 facebook.com/ricci.ristorante
081 991306; orientehotel.it Prezzi: da 90 Prezzo medio: 35 €.
€ (in set. min. 3 notti), colazione da 2,50 €. VILLA SIGNOR INI
Trattoria Il Focolare ❘ Familiare
Vesuvio Inn Impossibile non assaggiare il coniglio
Immerso nelle vigne sotto il Vesuvio, è il “bed all’ischitana dei giovani otto fratelli D’Ambra,
& wine” della cantina Sorrentino: si pernotta il cui papà Riccardo (scomparso lo scorso
tra i vigneti dell’azienda scegliendo tra 15 aprile) è stato per anni tenace pioniere
camere e suite essenziali e due guesthouse, di Slow Food a Ischia. Paste fatte in casa,
anche con piscina. lumache, agnello.
Boscotrecase (NA) Via Panoramica 6 Barano d’Ischia (NA) Via Cretajo
081 8581117 e 18777790; vesuvioinn.it al Crocefisso 3 081 902944;
Prezzi: da 80 € con colazione. YACHTING CLUB LA VOCE DEL MARE trattoriailfocolare.it Prezzo medio: 30 €.

Villa Signorini ★ ★ ★ ★ Vini e Cucina ❘ Sapienza in cucina


Elegante albergo in una splendida villa Caratteristica trattoria in una stradina
vesuviana del XVIII secolo, con curatissimo del porto, propone piatti tradizionali rivisitati
giardino confinante con quello della Reggia e con leggerezza ed estro: paccheri con cozze
affaccio sugli scavi, dispone di 42 tra camere e taralli, baccalà fritto con scarola cruda
e suite arredate con mobili d’epoca e e papaccelle (peperoni dolci), tonno scottato
distribuite tra edificio storico e dépendance. con salsa di lime.
Ercolano (NA) Via Roma 43 081 7776423; Pozzuoli (NA) Via Caldaie 17
villasignorini.it Prezzi: da 70 € con colazione. ABRAX AS OST E R IA 081 3417997. Prezzo medio: 25 €.

COSA FARE Acquistare i pomodorini del piennolo, visitare il mercato ittico, assaggiare il liquore tipico di Ischia

I pomodori da appendere Dove il pesce dà spettacolo Alla scoperta del Rucolino


Raffigurati perfino nel presepe napoletano, Tra i più ricchi, variopinti e chiassosi della Una particolarità di Ischia è il Rucolino, un
i pomodorini del piennolo devono il nome Campania, il mercato del pesce di Pozzuoli amaro fatto con la rucola, abbondante
all’uso di intrecciarne i grappoli per conservarli (Via Nicola Fasano 17) apre all’alba: vi si trova sull’isola. Digestivo dal sapore deciso (come
appesi. A Massa di Somma ne coltiva di pesce per tutte le tasche e tutti i gusti, dalla la cucina ischitana), lo si trova da Ischia
straordinari Casa Barone (Via Gramsci 109/E mazzamma (pesci poveri da friggere) ai pesci Sapori (Via Morgioni 88 081 984213
081 0606007), che produce anche nobili come spigole, orate, saraghi; e poi frutti e 984482; ischiasapori.eu), che produce
confetture e marmellate di crisommole, le di mare e pesce azzurro di ogni genere (alici, anche liquori con mandarino, limone,
pregiate e rarissime albicocche del Vesuvio. palamiti, tonnetti, sarde, sgombri...). arancia, liquirizia. Ottimi i biscotti al Rucolino.

inviaggio 118
SICILIA TERRE SICANE

inviaggio 120
Nella foto. Il Tempio E
di Selinunte, il meglio
conservato del Parco
Archeologico. Fu
eretto nel V secolo a.C.
in stile dorico.
Sotto. I vigneti delle
Cantine Settesoli a
Menfi, sulle colline che
digradano verso
la costa di Porto Palo.

Dal Belice
al mare sul filo
della storia
Nel cuore rurale dell’Agrigentino fino alla costa,
tra Menfi, Sciacca e Porto Palo i paesaggi scorrono mutevoli
insieme alla biodiversità dei terroir: nasce da qui
la qualità dei vini sicani TESTO DI MARIA CRISTINA CASTELLUCCI • FOTO DI ALFIO GAROZZO

inviaggio 121
1. I vigneti biologici alla sorgente con
di La Chiusa a cascatelle e a una
Montevago, nella Valle piscina, il centro
del Belice; l’azienda dispone di camere e
vitivinicola coltiva e servizi di ristorazione.
vinifica uve Catarratto, Sotto. Il Grande
Grillo, Syrah, Cretto, opera di Land
Nerello Mascalese Art realizzata dal
e Perricone. 1981 da Alberto Burri
2. Stefano Ientile, sul sito di Gibellina
anima dell’azienda Vecchia, distrutta nel
di Montevago. 1968 dal terremoto
3. Scorcio del parco del Belice; l’opera è
termale Acqua Pia di un immenso calco
Montevago: accanto della pianta della città.

F
ra Agrigento, Stefano porta volentieri gli ospiti
Trapani a vedere le piante da vicino,
e Palermo, raccontando terra e potature,
quello dei e fino ai ruderi della vecchia
Sicani è un Montevago, che si stagliano
territorio a chiudere l’orizzonte della
ampio e variegato, che dalle vette proprietà. Siamo nella Valle
dell’interno va fino al mare, del Belice e i segni del terremoto
e custodisce il cuore rurale, ma del 1968 si scorgono ancora.
anche selvaggio, della Sicilia Molti paesi di questo territorio
più remota. Un mosaico di gole, sono stati ricostruiti negli anni
fiumi, colline e villaggi dove il Settanta, anche in luoghi diversi
tempo sembra essersi fermato. e distanti dalla sede originale.
Proprio qui si sviluppa la Strada È quel che accadde a Gibellina,
del Vino Terre Sicane, un itinerario ad esempio, dove il vecchio paese
enogastronomico che si dipana venne abbandonato e in seguito
fra mare e campagne in scenari di ricoperto dal suggestivo Grande
grande bellezza. Cretto di Alberto Burri, che si
scorge candido sul fianco di una
Nella Valle del Belice collina, sporgendosi dal belvedere
Il nostro viaggio segue le più di Sambuca di Sicilia. Prima di
piccole provinciali, strade che si spostarci in quest’ultimo paese ci
insinuano in questi scenari, fra fermiamo alle Terme Acqua Pia
curve e saliscendi, consentendo dove si nuota nell’ampia piscina,
di immergersi nel paesaggio. si può prenotare un trattamento
Prima tappa è l’azienda La benessere e apprezzare
Chiusa, dove incontriamo Stefano l’idromassaggio naturale delle
Ientile, un giovanotto d’aspetto cascatelle di acqua sorgiva.
normanno che, sfiorata la laurea in
Architettura, ha deciso di mettere a Archeologia e antiche foreste
frutto 10 ettari di terreno di famiglia Sambuca di Sicilia ospita la sede
per creare vini naturali (senza della Strada del Vino ed è dunque
aggiunta di lieviti selezionati né di il cuore del nostro percorso. La
additivi chimici). Fra le vigne ha piccola città, “borgo dei borghi”
realizzato un delizioso casolare in nel 2016, ha resistito abbastanza
pietra dove si sorseggiano i suoi bene all’urto sismico e così nel
vini con stuzzichini locali. suo centro storico conserva

inviaggio 122
➁ ➂

inviaggio 123
➀ ➁

inviaggio 124
1. Uno dei due chiostri archeologica
dell’Abbazia di Santa del Monte Adranone.
Maria del Bosco a 4. Vini Mandrarossa nel
Contessa Entellina, wine shop di Settesoli,
completata nel XVII storica cantina di Menfi.
secolo, oggi convertita 5. Terrecotte rinvenute
a lussuoso relais. ad Adranon ora
2. A Sambuca di ospitate nel Museo
Sicilia, uno scorcio Archeologico di
dell’enoteca della Palazzo Panitteri.
Strada del Vino Terre Sotto. La spiaggia di
Sicane nella sede Porto Palo, antico
di Palazzo Panitteri. porto di Selinunte
3. Resti dell’antica città e oggi frazione
di Adranon, nell’area balneare di Menfi.


➃ ➄

ancora vecchi e pittoreschi edifici comprensorio della Riserva


tenuti insieme dalla caratteristica di Monte Genuardo e Santa Maria
topografia saracena, tutta vicoli del Bosco, oltre 2.500 ettari
e scalette. La passeggiata, fin sul di foreste ancora largamente
belvedere dominato dalla Chiesa originarie, con lecci, roverelle,
Madre, è piacevole e si arricchisce aceri e un fitto e profumato
con una visita al Palazzo Panitteri sottobosco. È un paradiso per chi
nel quale, oltre all’Enoteca della ama il trekking ma anche per gli
Strada del Vino Terre Sicane (dove appassionati di geologia, per la
vengono organizzate degustazioni presenza di sedimenti fossili e di
e incontri a tema), ha sede il lave sottomarine che riaffiorano
Museo Archeologico. Attraverso un qui e là. Da non perdere l’Abbazia
moderno allestimento, in questa di Santa Maria del Bosco, ora in
sede vengono esposte ceramiche parte relais (vedere a pag. 130),
attiche e puniche, bronzi e con i suoi due chiostri e la chiesa.
terrecotte, e viene illustrata
la storia dell’insediamento di Vigneti vista mare
Adranon – situato sulla strada che Ripreso il fil rouge del nostro
collegava Selinunte all’odierna itinerario siciliano, ridiscendiamo
Agrigento –, dove fra l’VIII e il verso Menfi, capitale della
III secolo a.C. la civiltà sicana si produzione vinicola locale. Per
fuse con quella greco-punica. Gli ogni dove si estendono le vigne,
appassionati possono includere con lunghi e ordinatissimi filari,
nel loro viaggio una visita all’area arrampicandosi su per i fianchi
archeologica, che si estende su delle colline, distendendosi a
Monte Adranone. L’area ricade nel tappezzare interi fondovalle,

inviaggio 125
1. I vigneti dell’azienda al Lago Arancio.
Planeta, nella tenuta 4. La bottaia
di Ulmo: da qui nel dell’azienda vinicola
1995 ha avuto origine Donnafugata
l’attività dei Planeta, nella sede storica
che oggi hanno anche di Marsala.
vigneti a Vittoria, 5. Vigneti di
Noto, Capo Milazzo Donnafugata a
e sull’Etna. Contessa Entellina.
2. Il Didacus, pregiato Sotto. Il nucleo
Chardonnay Planeta storico di Sciacca
dedicato a Diego, affacciato sul porto.
fondatore dell’azienda. È il centro principale
3. Vigneti della tenuta di questo tratto della
di Ulmo, accanto costa agrigentina.


➁ ➂

spingendosi fin sulla riva del mare. che arriva fino al mare di Porto
Da questa varietà di ambienti Palo. Mentre tra Menfi e Sambuca
e suoli discendono le caratteristiche si trova la blasonata cantina dei
che rendono speciali i vini di Planeta, la cui storia vinicola è
questa zona: quelli di Settesoli, nata proprio qui, nella tenuta di
per cominciare, che, con 2.000 Ulmo. Il baglio cinquecentesco
soci e circa 6.000 ettari vitati, è di Ulmo accoglie i visitatori per
una delle più grandi cantine sociali una degustazione, un pranzo
d’Europa. La produzione è copiosa tradizionale, una passeggiata nel
e diversificata, con una ricca linea bosco La Segreta e fra i filari che
da tavola cui si affiancano digradano verso il Lago Arancio.
i più prestigiosi vini Mandrarossa. Invece per visitare le vigne sicane
Dopo la degustazione, in pochi di Donnafugata – una delle quattro
chilometri si arriva al mare di Porto tenute di proprietà insieme alle
Palo, Bandiera Blu anche nel 2020, vigne etnee di Randazzo, a quelle
per il 23° anno di fila. Le spiagge di Vittoria e al vigneto di Pantelleria
di sabbia soffice sono facilmente – bisogna attendere occasioni
accessibili, pulite e ben servite. particolari. L’azienda, con sede
a Marsala, destina la tenuta di
Degustazioni menfitane Contessa Entellina alla coltivazione
A Menfi hanno sede diverse dello Chardonnay e la apre al
cantine, come quella di Marilena pubblico poche volte l’anno per
Barbera, produttrice di vini appuntamenti suggestivi, come in
naturali, che riceve gli ospiti in agosto la vendemmia notturna, con
un edificio in cima a un’altura concerto fra i filari, e per l’esclusivo
da cui si domina un panorama evento Calici di Stelle.

inviaggio 126
➃ ➄

inviaggio 127
INDIRIZZI all’ospitalità (vedere a pag. 130),
ma si può visitare. Ingresso: 5 €.
La Chiusa
Montevago (AG) Contrada Cantine Settesoli
La Chiusa‐Beviero 347 Menfi (AG) SS115 0925 77111;
8782011; lachiusavini.it Orario: cantinesettesoli.it Orario:
visite su prenotazione. Prezzi: possibilità di visite su prenotazione
degustazioni di 3-5 vini 15‐20 €. a visits@cantinesettesoli.it
Prezzi: con degustazioni 15 €.
Terme Acqua Pia
Montevago (AG) Località Cantine Barbera
Acque Calde 0925 39026; Menfi (AG) Contrada Torrenova
termeacquapia.it Orario: 9-19, SP79 0925 570442;
sab. fino alle 24. Ingresso: 15 €. cantinebarbera.it Orario: possibilità
di visite su prenotazione.
Enoteca Strada Prezzi: degustazioni di 4 vini 25 €.
del Vino Terre Sicane
Sambuca di Sicilia (AG) Planeta
Via Panitteri 1 335 8192346; Sambuca di Sicilia (AG)
stradadelvinoterresicane.it Contrada Ulmo 0925 1955460;
Orario: mar.-dom. 9-13 planeta.it Orario: visite su
e 15.30-19.30, degustazioni solo prenotazione. Prezzi: visite
per gruppi, su prenotazione. e degustazioni da 35 €.
Prezzi: su richiesta.
Donnafugata
Museo Archeologico Contessa Entellina (PA) SS624,
Sambuca di Sicilia (AG) Km 60 0923 724245;
Via Panitteri 1 0925 940239; donnafugata.it Orario: ogni anno
museoarcheologicopalazzo il 10/8 dalle 21 “Calici di Stelle”
panitteri.it Orario: mar.-dom. 9-13 (prezzi: 125 €); ad agosto (la data
e 16-20. Ingresso: gratuito. dipende dalla maturazione dell’uva)
vendemmia notturna (prezzi: da
Area Archeologica 30 €). Tutto su prenotazione.
di Monte Adranone
Sambuca di Sicilia (AG) Castello Incantato
Sopra. Panorama Sciacca (AG) Via Bentivegna 16
dalla scalinata Contrada Vanera 0925 946083.
di Via Porta di Orario: 9-16.30, chiuso dom., 380 4754856. Orario: 9-13
Mare, a Sciacca. tranne la prima del mese 9-13. e 16-20. Ingresso: 5 €.
Sciacca e Selinunte A destra, in Ingresso: gratuito.
basso. Campioni Parco Archeologica di
Sulla costa, una sessantina di di terricci
chilometri a sudest di Menfi, un’altra provenienti dalle Riserva di Monte Genuardo Selinunte e Cave di Cusa
varie vigne delle e Santa Maria del Bosco Castelvetrano (TP)
tappa piacevole è Sciacca, uno dei Cantine Barbera. Frazione Marinella di Selinunte
Sambuca di Sicilia (AG)
centri principali di questa zona. Qui Località Pomo (SS624 Palermo- 0924 46277; selinunte.gov.it
si va per i ristoranti di pesce, per Sciacca, uscita Sambuca di Orario: 9-19. Ingresso: 6 €.
le passeggiate nell’area del porto e Sicilia, SP70 fino a Sambuca e
nel centro storico, per il panorama SP69 direzione Adragna, da qui INFO TURISTICHE
seguire le indicazioni per la Sportello Turistico
che si apprezza dal belvedere e riserva). Ingresso: gratuito. Info: Comune di Sciacca
per acquistare ceramiche e coralli Azienda Foreste Demaniali dist. Sciacca (AG) Via Vittorio
lavorati dagli artigiani locali. Non Sambuca 0925 941194. Emanuele 80 0925 20607 /
trascurate il Castello Incantato, il L’abbazia è privata e dedicata 22744 / 21182.
giardino-museo che raccoglie le
sculture naïf di un artista autodidatta,
Filippo Bentivegna (1888-1967).
Ci si sposta poi verso ovest per una
quarantina di chilometri per visitare il
Parco Archeologico di Selinunte, fra
i siti più importanti del Mediterraneo,
custode dei resti di una città greca
distrutta da Cartagine nel 409 a.C.
Di quello che fu uno dei centri della
Sicilia antica più potenti di sempre
rimangono splendidi templi, tracce
di case, botteghe e mura.
©riproduzione riservata

inviaggio 128
Abbonati con lo sconto di più del

GRANDI VANTAGGI
RISERVATI A CHI SI ABBONA
40 % Per te o per fare un grande regalo.

in Viagge io
3,00
Numero 268 gennaio 2020 euro
VA C A N Z E
G I O R N ATA A L L E
L A G U I DA PI Ù AG
268
6,50
Chf 8,00 - Gran Bretagna £
GENNAIO 2020

Giappon
Chf 8,80 - Svizzera Canton Ticino

2020
in Viaggio Giappone

Spagna Euro 6,00 - Svizzera

UN ANNO
Dalle nevi ai tropici, 12 NUMERI
Portogallo (Cont.) Euro 5,30 -

tutti i volti di un Paese


ancora da scoprire SOLO € 21
Hokkaido • Okinawa e

6,90 - Germania Euro 7,50 -

INVECE DI € 36
- Principato di Monaco Euro
i tropici • Tokyo e i dintorni

Euro 5,70 - Francia Euro 6,90

Tokyo
I contrasti
della capitale
e le scoperte
nei dintorni
1, LO/MI - Lussemburgo
• Kyoto • Gastronomia

Kyoto
L’antica città
imperiale
- D.L. 353/2003, art.1 comma

La gastronomia
Molto più
che sushi
e ramen
• Le isole dell’arte • Kyushu

Italiane Spa - Sped. in A.P.

Hokkaido
Sci e natura
nel Nord
Okinawa e il Sud
MENSILE P.I. 2/1/2020 Poste

I tropici del
Sol Levante
In crociera
Il Giappone
• Crociere

visto dal mare


EDITORIALE GIORGIO MONDADORI

ISSN 1125 7334 >


00268

MONDAD ORI

LE GARANZIE 100% PER GLI ABBONATI


9 771125 733005
EDITORI ALE GIORGIO

13/12/19 11:22

Massima rapidità di consegna • Recapito gra-


tuito a casa tua senza alcuna spesa in più • Prez-
zo bloccato anche in caso di aumento • Nessun
numero perso • Rimborso assicurato dei nume-
ri non ancora ricevuti • Comodità di pagamento
con c/c postale, Carta di Credito o Smart Phone
• Iscrizione gratuita ed automatica al Club
degli Abbonati per usufruire di tutti i vantag-
Scopri qui➞ gi esclusivi riservati ai Soci • Per chiarimenti
Stacca, compila e spedisci subito
i tuoi vantaggi esclusivi, scrivere o telefonare al Servizio Abbonamenti
02.43313468 (da lun. a ven. dalle 9 alle 13). la cartolina senza affrancare.
non perderli. Abbonati subito!
Informazioni sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento UE 2016/679 Inoltre, con il Suo consenso esplicito, tali dati potranno essere forniti ad aziende terze
La informiamo che i dati da Lei forniti saranno trattati da Cairo Editore in qualità di Titolare operanti nei settori editoriale, finanziario, assicurativo automobilistico, energetico, largo
del trattamento per effettuare il servizio di abbonamento indicato nel buono d’ordine e l’iscri- consumo, organizzazioni umanitarie e benefiche le quali potranno contattarLa come Titolari
zione al Club degli Abbonati (i “Servizi”) di autonome iniziative - l’elenco aggiornato è a Sua disposizione e può essere richiesto al
Per ulteriori dettagli relativi al “Club degli abbonati” si rinvia al regolamento disponibile all’in- Responsabile del trattamento all’indirizzo privacy.abbonamenti@cairoeditore.it
dirizzo www.cairoeditore.it/club Tempo di conservazione dei dati
Cairo Editore provvederà alla gestione dell’ordine al fine di inviarLe la/e rivista/e alle condi- I dati da Lei conferiti saranno trattati e conservati per tutta la durata di esecuzione dei Servizi
zioni precisate nelbuono d’ordine e i dati personali forniti verranno registrati e conservati su (ovvero sino alla scadenza dell’abbonamento o, alternativamente, alla richiesta di cancella-
supporti elettronici protetti e trattati con adeguate misure di sicurezza anche associandoli zione dal Club degli Abbonati) e per 12 i mesi successivi per il completamento delle attività
ed integrandoli con altri DataBase. amministrative e contabili dei Servizi. Al termine di tale periodo i dati saranno cancellati.
Il conferimento dei dati anagrafici e l’indirizzo postale sono necessari per attivare i Servizi, il Diritti dell’Interessato
mancato conferimento dei restanti dati non pregiudica il diritto all’abbonamento. I dati non Ai sensi della vigente normativa, Lei ha il diritto di
saranno diffusi ma potranno essere comunicati, sempre per le predette finalità, a società - Accedere ai dati che la riguardano, chiedere la loro rettifica o la cancellazione, la limitazione
che svolgono per conto di Cairo Editore compiti di natura tecnica od organizzativa strumen- del trattamento ottenendo riscontro dell’avvenuta applicazione delle richieste inoltre può eserci-
tali alla fornitura dei Servizi, l’elenco aggiornato dei Responsabili del Trattamento dati di cui tare la portabilità dei dati ad un altro Titolare
alla presente informativa è disponibile, a richiesta presso il Titolare del trattamento. - Opporsi in tutto o in parte al trattamento dei dati per invio di materiale pubblicitario e ricerche
I dati, solo con il Suo consenso esplicito saranno trattati per l’invio di informazioni sui di mercato, e ha il diritto proporre reclamo all’Autorità Garante all’indirizzo garante@gpdp.it
prodotti e sulle iniziative promozionali di Cairo Editore e per effettuare analisi statistiche, Per l’esercizio dei diritti sopraccitati può rivolgersi al Data Protection Officer DPO@cairoeditore.it
indagini di mercato. c/o Cairo Editore S.P.A. C.so Magenta 55, 20123 Milano

Scegli la formula di abbonamento che preferisci. Anche su www.miabbono.com/cairo.


Pagamento con Carta di Credito o Carta del Docente
SICILIA TERRE SICANE

DOVE DORMIRE DOVE MANGIARE


da 80 a 243 euro in camera doppia da 15 a 70 euro vini esclusi

La Foresteria Planeta ★ ★ ★ ★ TOP io Locanda Perbellini al Mare ❘ Chic


agg
L’accoglienza di Casa Planeta è il valore i Vi
n Ha aperto lo scorso giugno la locanda sul
aggiunto di questo raffinato wine resort su mare di Giancarlo Perbellini. Un bel locale
un’altura che guarda verso il mare. Dispone tutto legno e vetro, direttamente sulla sabbia,
di 14 camere, intitolate ciascuna a un’erba dove si può gustare la proposta “in salsa
aromatica del giardino. Piscina, spiaggia siciliana” dello chef bistellato Michelin.
privata ed eccellente ristorante gourmet. Il menù pranzo è più leggero, fra pasta e
Menfi (AG) SP79 (ex SS115), Km 91, insalate; sempre ricca la scelta di pesce.
Contrada Passo di Gurra Montallegro (AG) Bovo Marina 347
0925 1955460/1; planetaestate.it LA FORE STER IA P L A NE TA 9221759; locandaperbellinialmare.it
Prezzi: da 243 € con colazione. Prezzo medio: menù degustazione 70 €.

Domus Maris Boutique Hotel Ristorante Da Vittorio ❘ Trionfo di pesce


Fra il centro storico e il mare, un albergo Direttamente sul mare, ristorante di pesce
piccolo e accogliente in un antico palazzo con un menù ricco di proposte. Si comincia
nobiliare. Gradevoli le camere e le suite, con carpaccio di tonno e gamberoni marinati
arredate con eleganza in stile moderno. per proseguire con spaghetti ai ricci di
Sciacca (AG) Corso Vittorio Emanuele 113 mare e aragosta alla catalana. Anche camere.
0925 575242; domusmaris.it Menfi (AG) Via Friuli Venezia Giulia 9 0925
DOMUS MAR IS BOUT IQUE HOT E L
Prezzi: da 139 € con colazione. 78381; ristorantevittorio.it Prezzo medio: 45 €.

Abbazia Santa Maria del Bosco Il Vigneto ❘ Sapori locali


Country relais di fascino ottenuto dalla Fra le vigne e gli orti che circondano Porto
ristrutturazione di un monastero Palo, cucina di terra e di mare preparata con
benedettino‐olivetano, ha camere curate e cura: si va dalla zuppa di legumi e gamberoni
confortevoli. Piscina, gite a cavallo alle farfalle con fave, ricotta e finocchietto
e trekking per piccoli gruppi su prenotazione. o agli involtini di pesce spada. Anche resort.
Contessa Entellina (PA) SP35 333 Menfi (AG) Contrada Gurra di Mare
3279514; abbaziasantamariadelbosco.it TENUTA STO C C AT E L L O
0925 1955191; ristoranteilvigneto.com
Prezzi: da 120 € con colazione. Prezzo medio: 45 €.

Don Giovanni Hotel ★ ★ ★ ★ Hostaria del Vicolo ❘ Local e bio


In un caratteristico baglio, 24 camere (22 Appena seduti si comincia a spizzicare gli
doppie e 2 quadruple) in stile rustico siciliano, sfiziosi pani della casa, accompagnati da olio.
con servizi privati, tv, minibar e wi-fi. Anche Si prosegue con piatti di carne e pesce
area benessere, piscina e noleggio biciclette. e tanti prodotti dei Presidi Slow Food siciliani.
Sambuca di Sicilia (AG) Contrada Sciacca (AG) Vicolo Sammaritano 10
Pandolfina 0925 942511; dongiovanni 0925 23071; hostariadelvicolo.it
hotel.it Prezzi: da 100 € con colazione. RISTORANTE DA V IT T OR IO Prezzo medio: menù da 40 e 60 €.

Tenuta Stoccatello L’Arco Antico ❘ Pizza in centro


Il cuore di quest’azienda agrituristica che Dal forno a legna di questa pizzeria escono
produce vino e olio è un casale ottocentesco pizze sottili, impastate con lievito madre e
nel quale sono ricavate 18 camere condite nei modi classici. Da provare la “mare
in stile rustico. Ristorante, piscina, parco piccante” che abbina il gambero di Sciacca e
giochi per i bambini e corsi di cucina. la salsiccia calabrese, e la “saccense” condita
Menfi (AG) SP Menfi-Partanna con cipolla, acciughe, olive e pecorino.
333 9035428; tenutastoccatello.it Sciacca (AG) Corso Vittorio Emanuele 216
Prezzi: da 80 € con colazione. LOCANDA PE R BE L L INI A L M A R E 0925 83943. Prezzo medio: 15 €.

COSA FARE Uno scorpacciata di dolci tipici, una pedalata sulla vecchia ferrovia e un tuffo al mare

Dolcezze saccensi La greenway della Sicania Le spiagge più belle


Le ova murina sono crêpes al cacao ripiene Due tratte, per 17 km complessivi, Fra Sciacca e Menfi si srotola un lungo
di crema bianca e spolverate di cannella, compongono la pista ciclabile realizzata nel nastro di sabbia pressoché ininterrotto
retaggio delle cucine conventuali. Fanno territorio di Menfi su una parte del tracciato e generalmente di facile accesso in cui
parte della tradizione dolciaria di Sciacca della linea ferroviaria che collegava Ribera spiccano, fra le altre, le spiagge di Lido Fiori
come i cucchiteddi, pasticcini di pasta di con Castelvetrano, snodandosi fra campi e e delle Giache Bianche con i suoi ciottoli
mandorle ripieni di zuccata. Una pasticceria vigneti. Chi si dirige verso est potrà spingersi candidi. Verso ovest, poco lontano da
in cui gustarle è La Favola (Corso Vittorio quasi fino a Sciacca; dall’altra parte si arriva Marinella di Selinunte, si trova la spiaggia che
Emanuele 234 339 1243623). a Porto Palo e al Vallone Gurra di Mare. si distende alla foce del fiume Belice.

inviaggio 130
OUVERTURE
MARSALA

ENTRA NELLA STORIA.


DEL VINO.
Dal 1880 la famiglia Pellegrino custodisce tesori, tradizioni e collezioni private.
Un patrimonio unico, visitabile durante la visita delle Cantine Storiche.
Degustazioni dei grandi vini del territorio.

VISITA CANTINE STORICHE DEGUSTAZIONI SPAZI PER EVENTI


Un viaggio multisensoriale tra oltre Un’esperienza alla scoperta dei vini Cantine Storiche, terrazze sul mare, sale meeting,
mille tini, botti e barrique. Il silenzio dell’estrema costa occidentale dell’Isola. tanti spazi ideali per organizzare
avvolge ogni cosa, il tempo si ferma, Degustazioni tecniche guidate o in abbinamento e rendere unici i tuoi eventi privati e aziendali,
le luci si fanno fioche e il profumo del legno ai cibi del territorio, nelle terrazze affacciate in una cornice magica ed esclusiva
misto a quello del vino inebria i sensi. sul fantastico scenario delle Isole Egadi. dalle atmosfere suggestive.

Info e prenotazioni: Pellegrino Ouverture | L.re Battaglia delle Egadi, 10 | Marsala 91025
booking.ouverture@carlopellegrino.it | tel. 0923 719970/80 | www.carlopellegrino.it
Cerchi un’attività fisica TI ASPETTIAMO
da fare dopo le vacanze? IL 25, 26 E 27 SETTEMBRE
Riparti con Puliamo il Mondo, PER PULIRE INSIEME
il classico esercizio I PARCHI, LE STRADE
di settembre che fa bene E LE SPIAGGE D’ITALIA.
a te e al pianeta. Vai su puliamoilmondo.it
ospitalità DI VANNINA PATANÈ

Dormire in stile tra i vigneti


Una selezione delle più belle tenute che offrono anche camere, dove avvicinarsi
al mondo del vino e dedicarsi ad attività a tema, dalle passeggiate al benessere

Nella foto. Le cantine sotterranee di Villa Sandi, storico indirizzo per il Prosecco. In alto. La Locanda Sandi, il relais della tenuta. inviaggio 133
CANTINE MASI

Giro d’Italia nei wine resort, tra relax e assaggi

Un soggiorno in una tenuta vinicola è un modo per vedere da vicino i diversi aspetti del
mondo dell’enologia. Non solo attraverso le attività più classiche, come le degustazioni,
ma con un’immersione a tutto tondo nella vita della cantina e nell’ambiente circostante,
dalle passeggiate in vigna alle lezioni di cucina, fino ai trattamenti benessere a base di
prodotti ricavati dall’uva. Da nord a sud, ecco 14 tra i migliori indirizzi italiani.

Tenuta Roletto ❘ Rustico-chic trasformato in un accogliente agriturismo,


La verde campagna piemontese del con 12 camere curate in stile rustico-chic,
Canavese è la terra del vitigno autoctono un lounge bar che serve vini e gelati
Erbaluce di Caluso Docg, alla base della artigianali e un negozio di prodotti tipici.
produzione delle principali etichette di Cuceglio (TO) Via Porta Pia 69
questa cantina. La tenuta apre le sue porte 0124 492293; tenutaroletto.it/agriturismo
per visite e degustazioni, mentre il casale Prezzi: doppia da 70 € con colazione.
storico al suo interno, affacciato sulle colline Visite alla cantina con degustazioni a prezzi
di Cuceglio, è stato ristrutturato e variabili in base ai vini scelti.

T E NU TA R OL E T T O

inviaggio 134
Castello di Gabiano ❘ Antico maniero Conegliano e Valdobbiadene, una raffinata Tenuta Vinicola Pacherhof ❘ Nel maso
In Piemonte sulle colline del Monferrato, villa veneta del Seicento di scuola palladiana sotto le vette
nel territorio delle due Doc Gabiano e è diventata la sede dell’azienda vinicola Villa In Alto Adige, adagiata nella conca di
Rubino di Cantavenna, fra le più antiche e Sandi. La cantina storica, un affascinante Bressanone e vicino all’Abbazia di
piccole d’Italia, i marchesi Cattaneo Adorno labirinto di 1,5 km di gallerie sotterranee, è Novacella, questa tenuta ha una storia
Giustiniani producono vino da generazioni aperta per visite guidate e sono proposte quasi millenaria, con una cantina d’origine
e ancora oggi abitano nel bel castello degustazioni con diverse formule, da quella medievale da sempre di proprietà della
di famiglia. Su prenotazione, è possibile base alla Masterclass sul Prosecco e famiglia Huber. Oggi Andreas Huber coltiva
visitare le cantine storiche nei sotterranei all’esperienza che si conclude in vigna, sulle su 8 ettari altrettante varietà di viti a bacca
dell’edificio e fare una degustazione guidata ripide colline del Cartizze. Si possono bianca, producendo vini secchi e aromatici,
nella sala affacciata sui vigneti. Il borgo in trascorrere weekend enogastronomici alla dalla spiccata mineralità e con intensi toni
stile medievale ai piedi del castello ospita Locanda Sandi, bella dimora di campagna in fruttati. Nell’antico maso – la tradizionale
un emporio e un ristorante di cucina tipica. pietra a 7 km dalla villa, affacciata su un fattoria altoatesina – della tenuta è stato
Nell’ex casa di caccia sono stati ricavati una parco circondato da vigneti. La locanda offre ricavato un accogliente 4 stelle, con
manciata fra suite e appartamenti di lusso, 6 camere e un ristorante tipico, scegliendo ristorante e una bella area wellness. Le
con vista sulle torri e la campagna. fra la terrazza e il salone interno, dove la visite guidate si concludono con una
Gabiano Monferrato (AL) Via San carne è grigliata a vista nel grande camino. degustazione in cantina.
Defendente 2 0142 090104; Villa Sandi Crocetta del Montello (TV) Varna (BZ) Via Michael-Pacher 1
castellodigabiano.com Via Erizzo 113/A 0423 8607; villasandi.it 0472 835717; pacherhof.com e
Prezzi: doppia da 161 € con colazione. Visite guidate, degustazioni e attività su vinumhotels.com
Visite e degustazioni su prenotazione appuntamento. Prezzi: da 10 a 65 €. Prezzi: doppia da 256 € con colazione. Per
(accoglienza@castellodigabiano.com) sab. Locanda Sandi Valdobbiadene (TV) gli ospiti dell’albergo, su richiesta, visite
alle 15.30, dom. alle 10.30; 25 € a persona. Località Zecchei, Via Tessere 1 guidate con degustazioni gratuite. Per gli
0423 976239; locandasandi.it esterni: visite e degustazioni di 4 vini 12 €,
Prime Alture Wine Resort ❘ Gusto e relax Prezzi: doppia da 105 € con colazione. di 5 vini 15 €, minimo 8 persone.
A 50 km da Milano, fra i vigneti sulle colline
dell’Oltrepò Pavese, il wine resort della Cantine Masi ❘ Nella terra dell’Amarone Castello di Buttrio ❘ Vita da castellani
tenuta Prime Alture è frutto del recupero di Sempre in Veneto, nel cuore della Valpolicella Con alle spalle una storia millenaria, questo
un’antica cascina lombarda. Offre 6 camere storica, si scoprono i segreti dell’Amarone castello in bella posizione fra i colli orientali
arredate con richiami ai vitigni coltivati in visitando le tenute del gruppo Masi (vedere a del Friuli è stato ristrutturato dalla famiglia
azienda, una bella piscina bio nel verde e pag. 60). Nell’entroterra di Lazise del Garda Felluga, uno dei nomi storici del vino nella
una piccola e intima area wellness che si si trova la Masi Tenuta Canova, con le regione, e aperto all’ospitalità: accanto alla
prenota a uso esclusivo. Il ristorante propone cantine di affinamento, wine shop, wine bar dimora principale, in cui vivono i proprietari,
una curata cucina del territorio, abbinata ai dove degustare i vini dell’intera gamma in un secondo edificio padronale ospita un
vini della casa; periodicamente propone la abbinamento ai piatti del territorio e un Wine boutique hotel ricco di fascino con 8 camere
formula “La Cantina degli Chef”: cene con gli Discovery Museum. A Sant’Ambrogio di e un edificio rurale trasformato in Locanda
chef dei migliori ristoranti italiani che hanno in Valpolicella, nella tenuta delle Possessioni che serve i piatti della cucina friulana ma
carta i vini della tenuta. Le degustazioni si Serego Aligheri, dall’antica foresteria sono rivisitati. Attorno al complesso c’è un bel
fanno in cantina, con la barricaia a vista. stati ricavati un altro wine shop, scuola di parco e con 15 minuti di passeggiata fra i
Casteggio (PV) Strada Madonna Vicinale cucina e 8 appartamenti con vista sul parco, vigneti di proprietà (o 5 minuti d’auto) si
per Campone 0383 83214; arredati in stile rustico e con travi a vista. raggiungono le cantine della tenuta, accanto
primealture.it e chateauxhotels.it Sant’Ambrogio di Valpolicella (VR) a cui è stato ricavato l’Agriturismo Fra le
Prezzi: doppia da 90 € con colazione. Via Monteleone 26 045 7703622 / Vigne, con 4 camere in stile country.
6832532; masi.it/it/masi-wine-experience e Buttrio (UD) Via Morpurgo 9
Villa e Locanda Sandi ❘ Nel Prosecco seregoalighieri.it Prezzi: appartamento 0432 673040; castellodibuttrio.it
Sulle colline Patrimonio Unesco dove si per 2 da 140 €. Attività e degustazioni con Prezzi: doppia da 270 € con colazione in
produce il Prosecco Superiore Docg di diverse formule, da 20 €. hotel, da 110 € in agriturismo.

C A S T E L L O D I GA B I A NO

inviaggio 135
T E NU TA V IN ICOLA PA C HE RHOF

camere e 4 suite, e una cantina di design, a Vinilia Wine Resort ❘ Una stella fra
cui si aggiungono gli appartamenti ricavati i vigneti del Primitivo
dalle vecchie fattorie, 15 ville nella pineta e In Puglia, nelle campagne di Manduria, cuore
un glamping, campeggio con lodge tendati della produzione del vino Primitivo, svettano
di lusso. Sono organizzate visite alla cantina, le torrette di un piccolo castello del primo
con degustazioni in diverse formule. E poi, Novecento, trasformato dalla famiglia di
lezioni di yoga all’aria aperta, passeggiate a viticoltori Lacaita in un sofisticato wine resort
cavallo, lezioni di vela e di tennis. che ha come fiore all’occhiello il ristorante
Capoliveri (LI) Località Ripalte 0565 Casamatta, dal 2019 premiato con la stella
94211 / 942250 (infopoint); Michelin. Si dorme in camere con ambienti in
tenutadelleripalte.it Prezzi: doppia da 80 €, pietra salentina e mobili moderni, distribuite
colazione 12 €. Visite guidate con fra l’edificio principale e uno “steccato”
degustazioni da 12 €. laterale; nel giardino, una bella piscina fra gli
ulivi. Le degustazioni, con diverse formule,
Borgo Condé Wine Resort ❘ Dolce vita Borgo Baccile By Vini Fantini ❘ In Abruzzo sono organizzate nella cantina della vicina
sui colli romagnoli nel borgo rinato masseria di famiglia, Trullo di Pezza.
Immerso in un vigneto di 110 ettari sulle A pochi chilometri da Ortona, questo Manduria (TA) Contrada Scrasciosa
colline di Forlì, questo wine resort ricavato da accogliente resort fra boschi, uliveti e vigneti 099 9908013; viniliaresort.com e
un ex borgo rurale dell’Emilia Romagna è frutto del recupero del minuscolo borgo trullodipezza.com Prezzi: doppia da 138 €
soddisfa il gusto e la voglia di relax coi 3 rurale dove un tempo vivevano gli avi di
ristoranti e la Spa con piscina coperta. Si Valentino Sciotti, fondatore della Farnese
dorme in suite eleganti all’interno del borgo o Vini. Dalle antiche abitazioni, dal fienile e dalle
in ville che affacciano sulle colline. Fra le stalle sono stati ricavati una decina fra WINE RESORT TENUTA CORALLO
attività proposte, oltre alla visita alle cantine, camere e appartamenti con muri in pietra al
corsi di cucina, uscite in bici e a cavallo. vivo e mobili bianchi di design, e all’esterno
Forlì SP125, Via delle Caminate 50 c’è una bella piscina a sfioro di acqua salata.
0543 940129; borgoconde.it e conde.it Agli ospiti sono proposte visite con
Prezzi: doppia da 105 € con colazione. degustazione delle migliori etichette di Vini
Fantini, il brand storico del Gruppo Farnese,
Tenuta delle Ripalte ❘ Affacciato sulla di olio extravergine e altri prodotti tipici e su
costa dell’Elba richiesta la signora Elodia prepara i pasti. Il
Sul versante meridionale dell’Isola d’Elba, mare è a 7 km, con un lido convenzionato.
questa tenuta vinicola si estende sulle Crecchio (CH) Contrada Villa Baccile 34
pendici del Monte Calamita, con affaccio su 391 7220563; borgobaccile.com
12 km di litorale. Al centro si trovano una villa Prezzi: doppia da 90 € con colazione. Visite
dell’Ottocento, trasformata in hotel con 9 e degustazioni con tagliere di tipicità da 15 €.

inviaggio 136
BOR GO BA C C IL E BY V INI FA NT I N I

con colazione. Visite e degustazioni presso Prezzi: appartamento per 2 da 112 €.


la Masseria Trullo di Pezza da 15 €, Visite guidate alla cantina con degustazione
degustazione di 4 vini in vigna con menù e stuzzichini 12-15 €, con light lunch
degustazione 50 €. salentino 27-30 €.

Wine Resort Tenuta Corallo ❘ In Salento Barone di Villagrande Winery & Resort
nel vigneto sul mare ❘ Sicilia mare e monti
Nei dintorni di Otranto, questo wine resort La storica Casa Vinicola Villagrande,
vicino alla splendida Baia dei Turchi permette fondata nel Settecento sulle pendici orientali
di abbinare in tutta comodità la vita di mare dell’Etna, è circondata da un paesaggio
con i momenti dedicati al vino e al gusto. Per intatto di vigneti storici e boschi, con il Mar
dormire ci sono 11 piccole dimore in pietra Ionio sullo sfondo, che si ammira dalla
dalle linee essenziali e geometriche, ispirate terrazza panoramica. Il complesso che
all’architettura tradizionale delle masserie ospita le cantine storiche è la tipica villa di
salentine, che hanno un bel patio privato campagna etnea, ristrutturata con gran Locanda Gulfi ❘ Sui monti Iblei, vacanza
esterno e affacciano sulla scenografica gusto mescolando antico e moderno, e con gusto
piscina, sulla corte interna o sulle vigne. trasformata in un intimo rifugio di Nella sua tenuta sui monti Iblei, nella zona
Otranto (LE) Litoranea Alimini-Otranto campagna. Le camere sono infatti solo 4, sudorientale della Sicilia, l’azienda Gulfi
0836 666876; tenutacorallo.it arredate con mobili d’epoca. Per rilassarsi produce biologicamente Nero d’Avola,
c’è una spettacolare piscina fra le vigne e al dalle vigne più antiche della zona, e un
ristorante, cui sovrintende lo chef stellato ottimo olio extravergine. Cuore e simbolo
Accursio Craparo, i vini della casa sono della casa è la Locanda, che oltre alle
abbinati alle ricette tradizionali della cucina cantine ospita un ristorante gourmet,
etnea, con le verdure che arrivano dall’orto passato da pochi mesi sotto la guida dello
biologico. Oltre alle classiche visite in chef Cristian Benvenuto. Dopo aver cenato
cantina con degustazione, è possibile fare nel salone affacciato sulla sala vinificazione,
corsi di cucina siciliana, trekking sull’Etna e ci si può fermare per la notte in una delle
uscite in barca nella baia di Taormina. accoglienti camere ricavate sopra le
Milo (CT) Via del Bosco 25 cantine, arredate in stile rustico. E fra gli
095 7082175; wineresortvillagrande.it ulivi c’è anche la piscina. Sono proposte
Prezzi: doppia da 150 € con colazione. visite guidate all’azienda, degustazioni e
Visite e degustazioni da 25 € a persona, lezioni di cucina.
con visita al vigneto 45 €. Visita della Chiaramonte Gulfi (RG) Contrada Patria
cantina e pranzo con degustazione di 5 vini 0932 928081; locandagulfi.it
45 €. Corso di cucina 120 €. Per altre Prezzi: doppia da 120 € con colazione.
attività prezzi su richiesta. ©riproduzione riservata

inviaggio 137
PASSIAMO INSIEME L’ESTATE.
IN BELL’ITALIA.

Da più di trent’anni, Bell’Italia esplora il nostro Paese alla ricerca di luoghi da raccontare.
Arte, cultura, gastronomia, tradizioni, nulla sfugge agli occhi curiosi e attenti dei nostri giornalisti
e fotografi e tutto diventa una fonte di idee originali per decidere dove andare.
Quest’estate, così strana e unica, vogliamo vederla come una nuova opportunità,
per farti viaggiare con il cuore e con la mente ogni volta che aprirai il giornale.

È in edicola Bell’Italia di settembre.

EDITORIALE GIORGIO MONDADORI

Scarica l’App per iPad/iPhone Novità: seguici su


più di 50 titoli disponibili
bellitalia_magazine
#estateinbellitalia
#bellitaliamagazine
SOGGIORNI,
DEGUSTAZIONI
proposte
DI VANNINA PATANÈ
E CENE SPECIALI
DOVE IL VINO
È PROTAGONISTA

Calici di Sicilia
Mille vignaioli e tremila Alla scoperta Il vino
di Milano
ettari di vigneti bio fra
Marsala, Trapani, Salemi
e Mazara del Vallo. Sono i
del Ruchè Anche Milano ha un suo
vino: è il San Colombano
Doc, prodotto sull’omonima
numeri delle Cantine Paolini, Con i suoi 110 ettari di vigneti a cavallo fra Langhe e Monferrato, collina a sud della città
che producono bianchi, l’azienda agricola Montalbera della famiglia Morando da metropolitana, nei territori
rossi e rosè, spumanti e anni si dedica con passione alla valorizzazione dell’autoctono di San Colombano al
passiti. Diverse le formule Ruchè di Castagnole Monferrato Docg, un vino dal carattere Lambro, Miradolo Terme
proposte, dalla degustazione inconfondibile, con piacevoli sentori floreali di rosa e viola e e Graffignana. Dal 1987,
base fino a un’esperienza una speziatura che emerge con l’evoluzione, che lo rendono un consorzio volontario
enogastronomica completa, immediatamente riconoscibile nel bicchiere. Montalbera è riunisce i principali
con pranzo tipico siciliano anche impegnata nel rilancio della denominazione Grignolino produttori, una ventina in
abbinato ai vini della casa. d’Asti Doc, con vinificazioni sperimentali e innovative, e del tutto. Alcune cantine, come
Info: cantinepaolini.it vitigno Barbera d’Asti, con una propria barricaia sperimentale. Casa Valdemagna, Panizzari,
Quando: su richiesta. La cantina principale di Castagnole Monferrato, usata per la I Germogli, Poderi di San
Prezzi: da 8 €. vinificazione e l’affinamento, è aperta su prenotazione per visite Pietro, Guglielmini, Nettare
e degustazioni, e ha un wine shop dedicato. Dall’autunno sarà dei Santi, sono aperte per
Asti in festa possibile dormire in una delle 5 suite in costruzione. visite e degustazioni.
In occasione della Douja d’Or Info: 366 6043649; montalbera.it Info: sancolombanodoc.it
(11/9-3/10), la fiera del vino Quando: su prenotazione a visite@montalbera.it Quando: varie date.
di Asti, il Consorzio dell’Asti Prezzi: degustazioni da 15 a 50 €. Prezzi: da 10 €.
e del Moscato d’Asti Docg
allestisce nel cortile di Palazzo
Gastaldi (Piazza Roma 10)
il “Ristorante dell’Asti e del In Gallura, patria del Vermentino
Moscato d’Asti Docg”, dove Nata negli anni ’70 ad Arzachena, fra le rocce granitiche della Gallura, l’azienda vinicola
degustare una cena con i piatti Capichera si dedica con passione alla produzione del bianco Vermentino, di cui è diventata
preparati dallo chef Alessandro un riferimento a livello mondiale, ma anche di
Borghese in abbinamento ai vini rossi a base di vitigni autoctoni sardi come
vini della Docg. La domenica, il Carignano, per la prima volta impiantato in
invece, aperitivo con prodotti Gallura. Le uve utilizzate arrivano da circa 50
del territorio e cocktail ettari di vigneto di proprietà. La cantina aziendale
a base di Asti e Moscato è aperta per visite e degustazioni delle migliori
d’Asti Docg (6 €). etichette della casa.
Info: astidocg.it Info: 0789 80800; capichera.it
Quando: i ven., sab. e dom. Quando: tutto l’anno, su prenotazione.
Prezzi: 60 € per la cena. Prezzi: degustazioni da 20 a 50 €, in base ai vini.
©riproduzione riservata

inviaggio 139
GARDENIA DI SETTEMBRE.
SEMPREVERDE.

IN REGALO
2 BUSTINE DI SEMI
A settembre Gardenia ti fa scoprire due giardini a cui ispirarsi:
A SORPRESA
una esuberante esplosione di piante in Brianza e
una colorata distesa di erbacee fra i mandorli in Sardegna.
E ti presenta le fioriture estive che non hanno bisogno di acqua
e una straordinaria collezione di graminacee ornamentali.
In più Gardenia regala a tutti i lettori due bustine di semi assortite,
per il giardino, per l’orto o per il vaso in balcone.

EDITORIALE GIORGIO MONDADORI

Gardenia è in edicola, Seguici su


in abbonamento e su App Store. @gardenia_magazine
DAL PIEMONTE
ALLA SICILIA
libri VINI DA GUSTARE,
ARCHITETTURE E
DI ELENA MAGNI

PAESAGGI DA VEDERE
ILLUSTRATI
Sole, mare, roccia,
macchia mediterranea.
Questo il paesaggio delle
Cinque Terre, disegnato
dai terrazzamenti sui quali
faticosamente da secoli si
coltiva la vite. Con tante
informazioni alternate a
grandi foto a colori, ecco
un viaggio tra le cantine
ILLUSTRATI
e i vignaioli di questo
È la Barbera (ma non solo)
angolo di terra ligure unico
NARRATIVA SAGGISTICA SAGGISTICA il filo conduttore di questo
al mondo. Testi in italiano
Dopo un momento difficile, Appena uscito negli Oscar La viticultura all’ombra libro dedicato al Monferrato
e in inglese.
il vino è stato per l’autrice Bestsellers, è un “viaggio dell’Etna è antichissima. e alle sue cantine (molte
“un’occasione di rinascita alla scoperta dei dieci Dall’alberello etneo, visitabili) e alle sedi (spesso
Vigneti con vista mare,
personale”, compiuta in migliori vini italiani”. Dal il particolare modo di palazzi storici) delle aziende
di Catherina Unger, Sagep
America. Partendo dal Barolo al Lambrusco e coltivare la vite, ai palmenti, vitivinicole di questa regione
2017, 128 pagine, 19 €.
suo vissuto, Laura all’Aglianico, è la divertente le cantine di vinificazione in piemontese. Attraverso
Donadoni racconta tante e dotta scorribanda di pietra lavica, ai vigneri, le il racconto e le bellissime
altre esperienze in Italia di Andrea Scanzi, giornalista maestranze addette alla foto di Flavio Pagani
rinascita e coraggio, tutte nonché sommelier vigna, fino ai vini, l’enologo si passeggia tra i filari e si
legate al vino. con tanto di diploma. Salvo Foti racconta una entra nelle case.
storia piena di fascino.
Come il vino ti cambia Elogio dell’invecchiamento, Monferrato. Nelle dimore tra
la vita, di Laura Donadoni, di Andrea Scanzi, Mondadori Etna. I vini del vulcano, le vigne, di Flavio Pagani e
Cairo 2020, 188 pagine, 2020, 314 pagine, 14 € (eBook di Salvo Foti, Maimone 2020, Giulia Vogel, FP Lifestyle 2019,
15 € (eBook 6,99 €). 7,99 €). 200 pagine, 20 €. 276 pagine, 79 €.

ILLUSTRATI ITINERARI
Prima un ampio excursus A passeggio tra i filari nelle
sulla zona dei Colli Euganei Langhe e nel Roero, terre
e il relativo Parco Regionale piemontesi dove nascono
in terra veneta, ricco di alcuni dei vini più famosi al
informazioni sulla locale mondo. Sono proposti e
coltivazione della vite, tra descritti 20 facili itinerari,
storia e attualità. Poi il libro da fare a piedi attraverso
propone otto strade del declivi coltivati, boschi e
vino per altrettanti distretti piccoli centri in un
vitivinicoli. Otto percorsi paesaggio unico, bello in
che invitano alla scoperta ogni stagione dell’anno.
di un paesaggio plasmato
dalla coltivazione della vite ILLUSTRATI ITINERARI RACCONTI DI VIAGGIO A piedi tra le vigne di Langhe
e patria di vini d’eccellenza. Piante, sezioni, tante foto In tutto sono descritte La Toscana attorno a e Roero, di Stefano Camanni,
a colori: l’architettura 38 escursioni in bici in Prato, sui colli del Edizioni del Capricorno 2016,
La vite nel paesaggio dei Colli contemporanea si addice Veneto, Friuli Venezia Montalbano, a 160 pagine, 9,90 €.
Euganei, di AA. VV., Antiga alle cantine e gli architetti Giulia e Trentino-Alto Carmignano, dove vedere il
Edizioni 2018, 310 pagine, 29 €. hanno dato loro forme Adige, divise in due Pontormo, o a Vinci, terra
funzionali e innovative. Ecco volumi, uno dedicato alla di Leonardo, tra borghi e
28 cantine (e i relativi vini) fascia pianeggiante, l’altro castelli. L’autore racconta le
su tutto il territorio italiano. a quella collinare e sue fughe, sia in bici sia
pedemontana: le strade sorseggiando il vino di
©riproduzione riservata

Cantine da collezione. del vino nel Nordest. questa zona straordinaria.


Itinerari di architettura
contemporanea nel Guida alle strade dei vini Sui pedali tra i filari. Da Prato
paesaggio italiano, a cura di e dei sapori in bicicletta, di al Chianti e ritorno, di Emiliano
Luca Molinari, Forma Edizioni Alberto Fiorin, vol. 1, Ediciclo Gucci, Laterza 2015, 208
2017, 304 pagine, 90 €. 2015, 155 pagine, 11,50 €. pagine, 12 € (eBook 8,49 €).

inviaggio 141
A CHE GIOCO
più di 50
GIOCHIAMO?
barzellette più di
e vignette 100 giochi

più di 10
rebus classici
4 crittocruciverba

il crucirebusinterno
oltre 30 cruciverba
classici

SOLO

1€
3 puzzle

i giochi di logica

il mystery rebus
la App gratuita
con tutte le soluzioni

3 sudoku
i cruciverba top
per i più esperti

Più di 100 giochi, sia per i principianti che per i più esperti, creati ogni settimana
per divertirti e per metterti alla prova. E in più hai la app gratuita con tutte le soluzioni.
Un personal trainer completo per il tuo cervello a solo 1 euro.

Enigmistica Più: il bel gioco non dura poco.


OTTOBRE CON
CONCESSIONARIA ESCLUSIVA PER LA PUBBLICITÀ

Via Angelo Rizzoli 8, 20132 Milano, tel. 02/748131, fax 02/76118212

VALLE D’AOSTA, PIEMONTE, LIGURIA:


FILIALI

TOSCANA, UMBRIA: SARDEGNA:


Toscana
Cairo Pubblicità SpA Firenze Alessandro Collini
(Filiale di Torino) Via Cosseria 1, Lungarno delle Grazie, 22 Piano terra, Via Ravenna 24, 09125 Cagliari.
10131 Torino. 50122 Firenze. Tel. 055/3763006 Tel. 070/305250, fax 070/343905
Tel. 011/6600390, fax 011/6606815 a.collini@cairocommunication.it
segreteriato@cairocommunication.it LAZIO:
Nuova Giemme Srl Cairo Pubblicità SpA
(Filiale di Genova) (Filiale di Roma)
Via dei Franzone 6/1, 16145 Genova. Via Campania 59/C, 00187 Roma. in Viaggio è una rivista del gruppo
Tel. 010/3106520, fax 010/3106572 Tel. 06/802251, fax 06/80693188 Cairo Editore che comprende anche
info@nuovagiemme.it info-roma@cairocommunication.it le seguenti testate:

TRIVENETO: CAMPANIA, PUGLIA, SETTIMANALI


Cairo Pubblicità SpA BASILICATA, CALABRIA, Dipiù TV, Diva e Donna, Enigmistica
(Filiale di Verona) Vicolo Ghiaia 7, ABRUZZO, MOLISE: Più, Settimanale DiPiù, Settimanale
37122 Verona. Pubbliservice ADV DiPiù e DiPiù Stellare, TV MIA,
Tel. 045/4750016, Centro Direzionale di Napoli, Isola E/4 Settimanale NUOVO, NUOVO TV, “F”,
fax 045/4750017 (int. 510), 80143 Napoli. Settimanale GIALLO
info-vr@cairocommunication.it Tel. 081/5627208, fax 081/5627105
iovane@pubbliserviceadv.it QUINDICINALI
Settimanale DiPiù e Dipiù TV Cucina, ITINERARI D’AUTUNNO
EMILIA ROMAGNA, RSM, MARCHE, UMBRIA:
Cairo Pubblicità SpA SICILIA:
NUOVO e NUOVO TV Cucina Borghi, natura e buon vivere:
(Filiale di Bologna) Corte Isolani 1, F&B Srl MENSILI da Firenze al Senese, dal
40125 Bologna Via Libertà 159, 90143 Palermo. Airone, Antiquariato, Arte, Bell’Europa,
Tel. 051/3763006, fax 051/0920003 Tel. 091/346765, fax 091/6262909 Bell’Italia, For Men Magazine, Montalbano alla Maremma
✂ info-bologna@cairocommunication.it info@fbmedia.it Gardenia, Natural Style

CERTIFICATO DI ABBONAMENTO A IN VIAGGIO


Sì, sottoscrivo un abbonamento a e scelgo la seguente formula: ITALIA ESTERO
1) ❒ PER 1 ANNO (12 numeri) con sconto ............................................................................................................... € 21 € 66
2) ❒ PER 2 ANNI (24 numeri) con sconto ............................................................................................................... € 40 € 106
Invio l’importo con:
1 ❒ versamento sul c/c postale n. 43459346 intestato a Cairo Editore di cui allego ricevuta (indicare sul davanti la causale)
2) ❒ carta di credito: ❒ Visa ❒ American Express ❒ Master Card
Cedola fotocopiabile

N. Scadenza
Cognome.......................................................................................... Nome ...........................................................................................
Via ........................................................... N. ......... Cap ............... Città ........................................................................ Prov. ........
Telefono .............................................................................................. E-mail (facoltativo) ...................................................................

La sottoscrizione dell’abbonamento comporta dei Servizi (ovvero sino alla scadenza dell’abbonamento o, alternativamente, alla
l’iscrizione gratuita richiesta di cancellazione dal Club degli Abbonati) e per 12 i mesi successivi per
al Club degli Abbonati Cairo Editore. il completamento delle attività amministrative e contabili dei Servizi. Al termine
di tale periodo i dati saranno cancellati.
Informazioni sul trattamento dei dati personali ai sensi del Diritti dell’interessato.
Regolamento UE 2016/679. Ai sensi della vigente normativa, Lei ha il diritto di
La informiamo che i dati da Lei forniti saranno trattati da Cairo Editore in qualità Accedere ai dati che la riguardano, chiedere la loro rettifica o la cancellazione,
di Titolare del trattamento per effettuare il servizio di abbonamento indicato nel la limitazione del trattamento ottenendo riscontro dell’avvenuta applicazione
buono d’ordine e l’iscrizione al Club degli Abbonati (i “Servizi”) delle richieste inoltre può esercitare la portabilità dei dati a un altro Titolare
Per ulteriori dettagli relativi al “Club degli abbonati” si rinvia al regolamento Opporsi in tutto o in parte al trattamento dei dati per invio di materiale
disponibile all’indirizzo www.cairoeditore.it/club pubblicitario e ricerche di mercato, e ha il diritto proporre reclamo all’Autorità
Cairo Editore provvederà alla gestione dell’ordine al fine di inviarLe la/e rivista/e Garante all’indirizzo garante@gpdp.it
alle condizioni precisate nel buono d’ordine e i dati personali forniti verranno Per l’esercizio dei diritti sopraccitati può rivolgersi al Data Protection Officer
registrati e conservati su supporti elettronici protetti e trattati con adeguate misure DPO@cairoeditore.it c/o Cairo Editore S.p.A., C.so Magenta 55, 20123 Milano
di sicurezza anche associandoli e integrandoli con altri DataBase.
Il conferimento dei dati anagrafici e l’indirizzo postale sono necessari per attivare Con l’invio del buono d’ordine, dichiaro di essere maggiorenne, dichiaro di avere
i Servizi, il mancato conferimento dei restanti dati non pregiudica letto le informazioni sul trattamento dei dati personali ai sensi del regolamento
il diritto all’abbonamento. UE 2016/679 qui riportate e dichiaro di essere informato sul trattamento di tali
I dati non saranno diffusi ma potranno essere comunicati, sempre per le predette dati, sul tempo di conservazione e sui miei diritti.
finalità, a società che svolgono per conto di Cairo Editore compiti di natura
tecnica od organizzativa strumentali alla fornitura dei Servizi,
l’elenco aggiornato dei Responsabili del Trattamento dati di cui alla presente
informativa è disponibile, a richiesta presso il Titolare del trattamento. Data……………………Firma.X……………………………………...........
I dati, solo con il Suo consenso esplicito saranno trattati per l’invio di obbligatoria
informazioni sui prodotti e sulle iniziative promozionali di Cairo Editore
e per effettuare analisi statistiche, indagini di mercato. Autorizzo Cairo Editore S.p.A. al trattamento dei miei dati per ricevere informa-
Inoltre, con il Suo consenso esplicito, tali dati potranno essere forniti ad aziende zioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms, a ef-
terze operanti nei settori editoriale, finanziario, assicurativo automobilistico, fettuare analisi statistiche e sondaggi d’opinione.
energetico, largo consumo, organizzazioni umanitarie e benefiche le quali ❒ Si ❒ No
potranno contattarla come Titolari di autonome iniziative - l’elenco aggiornato
è a Sua disposizione e può essere richiesto al Responsabile del trattamento Autorizzo Cairo Editore S.p.A. alla comunicazione dei miei dati a terzi per rice-
all’indirizzo privacy.abbonamenti@cairoeditore.it vere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica,
Tempo di conservazione dei dati. sms, mms, a effettuare analisi statistiche e sondaggi d’opinione.
I dati da Lei conferiti saranno trattati e conservati per tutta la durata di esecuzione ❒ Si ❒ No

Per sottoscrivere l’abbonamento a in VIAGGIO, inviare questo tagliando in busta chiusa a: Cairo Editore S.p.A. - Servizio Abbonamenti -
corso Magenta 55 - 20123 Milano. Per gli ordini con carta di credito, inviare un fax al n. 02/460869 o una mail a abbonamenti@cairoeditore.it
Abbonamenti via web: www.miabbono.com/inviaggio
UNA DELIZIA
PIEMONTESE CHE
la ricetta SI SPOSA BENE
Cognà CON FORMAGGI
E BOLLITI

Ingredienti
(per 4 vasetti da 250 g)

5 kg di uva Dolcetto
o Nebbiolo o Barbera
500 g di fichi
500 g di mele cotogne
o renette (o miste)
500 g di pere Martin Sec
o Madernasse
400 g di nocciole tostate
100 g di gherigli di noci
Chiodi di garofano, polvere
di cannella q.b.
Scorze di un limone
e di un’arancia (facoltative)

Preparazione
Sciacquate l’uva e pigiatela
in un recipiente. Trasferite il
mosto setacciandolo, così
da privarlo dei vinaccioli, dei
raspi e delle bucce, in una
pentola e fatelo sobbollire
a fuoco moderato per
un’ora circa, schiumando
e mescolando di tanto in
tanto, finché non si sarà
addensato (si deve ridurre
della metà). A questo punto
unite al mosto la frutta che
avrete preparato – mele
e pere sbucciate e tagliate
a pezzi, fichi lavati e aperti
in due – e le scorze d’agrumi
e continuate a cuocere per
almeno 2 ore. In un mortaio
pestate grossolanamente
la frutta secca già pelata
e, 15-20 minuti prima
di spegnere il fuoco,
aggiungetela al composto.
Unite anche i chiodi
di garofano e la cannella.
Una volta pronta, versate
la cognà ancora calda nei
barattoli di vetro sterilizzati
e riponeteli nella dispensa.
La cognà è ottima per
accompagnare le carni
©riproduzione riservata

bollite, i formaggi, la
polenta, ma anche su una
fetta di pane e sul gelato.

inviaggio 144
che sugo!

N ATU
R
LA

DAL
A

1 852
A

I
C

I S P I R

100% VEGETALE SENZA PANNA


#vivalitalia www.biffi1852.it
N AT U R A HYBRI D C A R AT T E RE 4X 4

S U Z U K I È T U T TA HYBRID
P R OVA L A A N C H E 4 X 4 A L LG R I P

Gamma Suzuki Hybrid: Consumo ciclo combinato: da 3,9 a 4,9 l/100km (NEDC correlato), da 4,9 a 6,4 l/100km (WLTP). Emissioni CO₂: da 88 a 112 g/km (NEDC
correlato), da 111 a 145 g/km (WLTP). Su Ignis Hybrid e Swift Hybrid, Tecnologia 4x4 ALLGRIP disponibile solo su versioni Top, su Ignis Hybrid sistemi ADAS
disponibili solo su versione Top. Le immagini delle vetture sono puramente indicative.

Seguici sui social


e su suzuki.it