Sei sulla pagina 1di 2

ESERCIZI SU FORME BILINEARI E QUADRATICHE, II

 
1 4
Es. 0.1. (a) Diagonalizzare la forma quadratica (su R2 ), Q(X) = X T AX dove A = ,
4 2
determinando una matrice C tale che C T AC è diagonale.
(b) Diagonalizzare la forma quadratica (su R4 ), Q((x1 , x2 , x3 , x4 )) = (x1 + x2 )2 + x23 + 3x3 x4 + x24
(indicando la formula per il cambiamento di coordinate).
(c) Diagonalizzare la forma quadratica (su C2 ), Q((z1 , z2 )) = iz12 + z1 z2 + (i + 1)z22 (indicando la
formula per il cambiamento di coordinate).

Es. 0.2. Ridurre a forma canonica canonica le seguenti forme quadratiche, specificando un riferi-
mento rispetto al quale la forma quadratica è in forma canonica
(a) Q : C2 → C, Q((z1 , z2 )) = iz12 − iz22 .
(b) Q : C3 → C, Q((z1 , z2 , z3 )) = i(z2 + z3 )2 .
(c) Q : R3 → R, Q((x1 , x2 , x3 )) = x1 x3

Nei seguenti esercizi la per segnatura di una forma bilineare (o di una forma quadratica, o di
una matrice simmetrica)   (p, r − p, n − r) tali che la forma canonica della forma
è la terna di numeri
Ip
bilineare in questione è:  −Ir−p .
O

Es. 0.3. Diagonalizzare le seguenti forme bilineari su R2 , diagonalizzando la forma quadratica


associata, calcolarne la segnatura
(a) b(X, Y ) = 4x1 y1 + 2x1 y2 + 2x2 y1 + x2 y2 . (b) b(X, Y ) = 4x1 y1 + x1 y2 + x2 y1 + x2 y2 .
(c) b(X, Y ) = 4x1 y1 + 3x1 y2 + 3x2 y1 + 2x2 y2 .

Es. 0.4. Diagonalizzare le seguenti forme bilineari su R3 , diagonalizzando la forma quadratica


associata, e calcolarne la segnatura
(a) b(X, Y ) = 5x1 y1 + x1 y2 + x2 y1 − 4x1 y3 − 4x3 y1 + x2 y2 − 2x2 y3 − 2x3 y2 + 5x3 y3 .
(b) b(X, Y ) = 6x1 y1 + x1 y2 + x2 y1 − 3x1 y3 − 3x3 y1 + x2 y2 − 2x2 y3 − 2x3 y2 + 6x3 y3 .

Es. 0.5. Si considerino le seguenti matrici simmetriche


         
1 0 −1 3 0 0 0 0 1 1 0 −1 1 0 0
A1 =  0 1 0  A2 0 −5 0  A3 = 0 7 0 A4 =  0 −1 0  A5 = 0 7 0
−1 0 3 0 0 −7 1 0 0 −1 0 3 0 0 1
(a) Indicare quali sono congruenti tra loro come matrici reali e perchè.
(b) Indicare quali sono congruenti tra loro come matrici complesse e perchè.

1
2 ESERCIZI SU FORME BILINEARI E QUADRATICHE, II

Es. 0.6. Dimostrare che una forma bilineare reale b indefinita (cioè che non è definita positiva
o definita negativa) ha sempre vettori isotropi non nulli, cioè vettori v tali che qb (v) = 0 (cioè
b(v, v) = 0) (suggerimento: usare la forma canonica).

Es. 0.7. Determinare la segnatura delle seguenti forme bilineari sullo spazio vettoriale R[X]≤2 .
(a) b(P, Q) = P (0)Q(0) + P (1)Q(1). (b) b(P, Q) = P (−1)Q(−1) + P (0)Q(0) + P (1)Q(1).
(c) b(P, Q) = P (1)Q(1) + P 0 (1)Q0 (1) + P 00 (1)Q00 (1). (d) b(P, Q) = P (1)Q(1) + P 0 (1)Q0 (1).
R1 R1 R1
(e) b(P, Q) = ( −1 P )( −1 Q). (f) b(P, Q) = ( −1 P 0 Q0 ).