Sei sulla pagina 1di 26

IC SABA Prima di cominciare

!
ISTITUTO COMPRENSIVO
“Umberto Saba”
Scuole Primaria e Secondaria di Primo Grado
Via Lorenzini, 4 – 10147 TORINO ☏ Tel.011 296470 ! Fax 011 252319
Codice Fiscale 80090760010 Codice meccanografico TOIC878008
Mail: TOIC878008@istruzione.it / pec:TOIC878008@pec istruzione.it

Prima di iniziare.......

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 1


IC SABA Prima di cominciare

PROVA A COPIARE I CARATTERI ALFABETICI SUL QUADERNO A QUADRETTI E POI


UTILIZZALI PER SCRIVERE LE INTESTAZIONI DELLE DIVERSE MATERIE CHE INCONTRERAI
IL PROSSIMO ANNO, INDICA :

COGNOME NOME DISCIPLINA

Nulla nunc
lectus
porttitor
vitae

“Sud pulvinar
magna.
Sed et
lacus quis
enim
mattis
nonummy
sodales.

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 2


IC SABA Prima di cominciare

AGUZZA LA VISTA, ESERCITA L'ATTENZIONE E OSSERVA LA SEGUENTE IMMAGINE

E ORA LEGGI E PROVA A RISPONDERE ALLE SEGUENTI DOMANDE SEGNANDO VERO O


FALSO

È una fredda giornata di inverno [v] [f] La staccionata è usata come cavallo [v] [f]

La gente del paese è nella piazza del Si sta giocando a "mosca cieca" [v] [f]
mercato [v] [f]
Sulla panca c'è una sola persona [v] [f]
Non si vede alcun bambino giocoso [v] [f]
Una botte funge da nascondiglio [v] [f]
Tutti gli abitanti del paese sono tristi e
Ci sono due cerchi in movimento [v] [f]
impegnati a lavorare [v] [f]

Ci sono due lunghi bastoni [v] [f]


La scena è contemporanea a noi [v] [f]

Due acrobati hanno la testa all'ingiù [v] [f]


Tre botti sono usate per giocare [v] [f]

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 3


IC SABA Prima di cominciare

Ecco un brano adattato dal capitolo XXI de "Il Piccolo Principe", di Antoine de Saint
Exupéry. Leggilo e prova a completare il testo con le parole mancanti, scegliendole tra
quelle elencate alla fine.

[...]

"Chi sei?" domando' il piccolo principe, "sei molto carino..."

"Sono una volpe", disse la volpe. it

"Vieni a ________________ con me", le propose il piccolo principe, sono così' triste..." it

"Non posso giocare con te", disse la volpe, "non sono addomesticata".

"Ah! scusa", fece il piccolo principe.

Ma dopo un momento di riflessione soggiunse:

"Che cosa vuol dire <addomesticare>?"

[...]

"E' una cosa da molto dimenticata. Vuol dire <creare dei ________________>..."

"Creare dei legami?"

"Certo", disse la volpe. "Tu, fino ad ora, per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila
ragazzini. E non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una
volpe uguale a __________________ volpi. Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno
l'uno dell'altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò' per te unica al mondo".

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 4


IC SABA Prima di cominciare

"Comincio a capire" disse il piccolo principe. "C'e' un fiore... credo che mi abbia
addomesticato..."

"La mia vita e' monotona. Io do la caccia alle galline, e gli uomini danno la caccia a me. Tutte
le galline si assomigliano, e tutti gli uomini si assomigliano. E io mi annoio perciò. Ma se tu
mi_____________________, la mia vita sarà illuminata. Conoscerò' un rumore di passi che
sara' diverso da tutti gli altri. Gli altri passi mi fanno nascondere sotto terra. Il tuo, mi
farà' uscire dalla tana, come una musica. E poi, guarda! Vedi, laggiù' in fondo, dei campi di
_________? Io non mangio il pane e il grano, per me e' inutile. I campi di grano non mi
ricordano nulla. E questo e' triste! Ma tu hai dei capelli color dell'oro. Allora sara
meraviglioso quando mi avrai addomesticato. Il grano, che è dorato, mi farà pensare a te. E
amerò il _______________del vento nel grano..."

La volpe tacque e guardo' a lungo il piccolo principe:

"Per favore... addomesticami", disse.

"Volentieri", disse il piccolo principe, "ma non ho molto __________, pero'. Ho da scoprire
degli amici, e da conoscere molte cose".

"Non ci conoscono che le cose che si addomesticano", disse la volpe. "Gli uomini non hanno
più' tempo per conoscere nulla. Comprano dai mercanti le cose già' fatte. Ma siccome non
esistono mercanti di amici, gli uomini non hanno più' amici. Se tu vuoi un amico
addomesticami!"

"Che cosa bisogna fare?" domando' il piccolo principe.

"Bisogna essere molto pazienti", rispose la volpe. "In principio tu ti sederai un po' lontano da
me, così, nell'erba. Io ti guarderò' con la coda dell'_____________ e tu non dirai nulla. Le
parole sono una fonte di malintesi. Ma ogni giorno tu potrai sederti un po' più' vicino..."

Il piccolo principe ritorno' l'_______________.

"Sarebbe stato meglio ritornare alla stessa ora", disse la volpe. [...]"Ci vogliono i riti".

"Che cos'e' un rito?" disse il piccolo principe.

"Anche questa e' una cosa da tempo dimenticata", disse la volpe. "E' quello che fa un giorno
diverso dagli altri giorni, un'ora dalle altre ore. C'e' un rito, per esempio, presso i miei
cacciatori. Il giovedì ballano con le _______________ del villaggio. Allora il giovedì e' un

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 5


IC SABA Prima di cominciare

giorno meraviglioso! Io mi spingo sino alla vigna. Se i cacciatori ballassero in un giorno


qualsiasi, i giorni si assomiglierebbero tutti, e non avrei mai vacanza".

Così' il piccolo principe addomestico' la volpe.

E quando l'ora della partenza fu vicina:

"Ah!" disse la volpe, "... piangerò'".

"La colpa e' tua", disse il piccolo principe, "io, non ti volevo far del ____________, ma tu
hai voluto che ti addomesticassi..."

"E' vero", disse la volpe.

"Ma piangerai!" disse il piccolo principe.

"E' certo", disse la volpe.

"Ma allora che ci guadagni?"

"Ci guadagno", disse la volpe, "il colore del grano".

Poi soggiunse:

"Va' a rivedere le rose. Capirai che la tua e' unica al mondo. Quando ritornerai a dirmi addio,
ti regalerò un segreto".

Il piccolo principe se ne andò' a rivedere le rose.

"Voi non siete per niente _____________alla mia rosa, voi non siete ancora niente", disse.
"Nessuno vi ha addomesticato, e voi non avete addomesticato nessuno. Voi siete come era la
mia volpe. Non era che una volpe uguale a centomila altre. Ma ne ho fatto il mio amico ed ora
e' per me unica al mondo".

E le rose erano a disagio.

"Voi siete belle, ma siete vuote", disse ancora. "Non si può' morire per voi. Certamente, un
qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma lei, lei sola, è più'
___________________ di tutte voi, perché' e' lei che ho innaffiata. Perché' e' lei che ho
messa sotto la campana di vetro. Perché è lei che ho riparata col _________________.
Perché' su di lei ho uccisi i bruchi (salvo i due o tre per le farfalle). Perché' e' lei che ho
ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta tacere. Perché' e' la mia rosa".

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 6


IC SABA Prima di cominciare

E ritorno' dalla volpe.

"Addio", disse.

"Addio", disse la volpe. "Ecco il mio segreto. E' molto semplice: non si vede bene che col
cuore. L'essenziale e' ______________ agli occhi".

[...]

giocare, legami, centomila,


addomestichi, invisibile, grano, occhio,
indomani, ragazze, rumore, male,
paravento, importante, tempo

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 7


IC SABA Prima di cominciare

DALLA FIABA.......AL RACCONTO

CERCHIAMO LE CINQUE W
WHO? - WHAT? - WHERE? - WHEN? - WHY?

CHI? - CHE COSA? - DOVE? - QUANDO? - PERCHÈ?

ASCOLTANDO SPOTIFY

Spotify era un ragazzo davvero incredibile. Per la verità non


si chiamava così, ma siccome passava tutto il giorno legato
alle sue cuffiette stereo come se fossero pezzi di cordone
ombelicale, i suoi compagni di classe lo avevano ribattezzato
così. Quell’estate era più afosa che mai e gli ultimi giorni di
scuola passavano davvero lentamente. Spotify guardava
fisso la finestra e fantasticava. Davanti a lui non c’era il
solito palazzo di cemento, la solita signora che stendeva i
panni, la solita saracinesca del bar “da Mimmo” che, proprio all’una, chiudeva per
pausa pranzo. No. Davanti a lui c’erano onde blu e bianche, sdraio ed ombrelloni.
Persino l’insegnante, la signora Tacchini, a volte sembrava assumere l’aspetto di
Sandra, la graziosa cameriera dello stabilimento “Da Cesare”, dove Spotify e i suoi
genitori passavano due settimane al mare.
Perso nei suoi sogni, isolato nella sua musica, il ragazzo quel giorno non si accorse
nemmeno che la campanella era suonata, che i suoi compagni se ne erano già andati, e
che in quel momento lui risultava l’unico provvisorio abitante della sua classe.
Ci pensò però Franz, il bidello, a farglielo notare col suo solito garbo: “Levati dai
piedi moccioso,che devo pulire....e vai ad ascoltare quello schifo" indicava sempre gli
auricolari come se fossero Satana "da un'altra parte coi tuoi amici fracassoni..."
Per la verità amici Spotify non ne aveva, né silenziosi, né fracassoni. Semplicemente
c’erano persone che respiravano, ridevano, giocavano e occasionalmente occupavano i
banchi vicino al suo. Prese la sua roba e scese la scale, diretto verso l’uscita. E fu lì
che avvenne una cosa incredibile: sentì delle voci.
Il problema era che non sapeva da dove venissero. Fuori non c’era nessuno. Eppure
c’erano. “Oddio, sto sentendo le voci” – pensò tra sé - forse sto diventando matto,
come la signora Pulciani dell’appartamento 5 bis”, quella che tutte le estati usciva in
vestaglia e inveiva contro tutto e contro tutti, in particolare contro un marito che
aveva avuto il torto di lasciarla vedova senza avvisare. Poi capì: le voci provenivano
dall’i-pod. “Prendi la prima a destra, poi dopo la farmacia a sinistra per due isolati”.
Non ci poteva credere, l’i-pod parlava come un navigatore satellitare e gli diceva dove

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 8


IC SABA Prima di cominciare

andare. Perché non seguire le sue istruzioni? Cosa aveva da perdere? Si lasciò
guidare. “Attento, automobile alla tua sinistra, fermati al semaforo, poi prosegui
dritto”.
Dopo dieci minuti intensissimi di viaggi e ripartenze, la voce con un tono definitivo
disse: “Sei arrivato, quarto campanello, seconda fila, suonare Francisci”. Spotify
suonò con tutta la forza di cui era capace. Di là una voce: “Buongiorno Marcello, o ti
devo chiamare, come i tuoi compagni, Spotify? Allora, abbiamo finito di vivere in un
mondo isolato acusticamente? Perché non vuoi mai socializzare con gli altri tuoi
compagni? E poi, alla sera, andiamo a dormire presto, per favore, altrimenti poi
dormiamo in classe!”
La Francisci, cazzarola! La Preside burbera che tanto terrore gli incuteva fin dal
primo giorno di scuola! Ma perché la voce gli aveva detto di andare fin lì sotto casa
sua!!!!?! Avrebbe cambiato i-pod, questo era sicuro! Poi il citofono fece una cosa che
non si aspettava: una manona di ferro uscì da dentro l’apparecchio, scassando tutto e
afferrando Spotify per le braccia, iniziando a scuoterlo violentemente. “Svegliati
fannullone!”. Spotify cacciò un urlo con tutta la voce di cui era capace.
Davanti a lui ora c’era la Preside in persona. Aveva in mano le cuffie di Spotify e
sorrideva come il malvagio protagonista di un film horror. “Fila via, Marcello, e
piantala con questa roba!”
Un sogno. Ecco cosa era stato. Più un incubo, per la verità.
Uscendo lentamente dalla scuola, Spotify si accorse che era giunto il momento dei
buoni propositi di fine anno: d’ora in poi avrebbe lasciato le cuffie a casa, e avrebbe
ascoltato le voci intorno a lui, compresa quella degli insegnanti.
Mentre si avviava per la strada, un clacson suonò. Ancora la Preside. “Devo averla
combinata davvero grossa – pensò Spotify- se ha ancora voglia di seguirmi fin qui”.
“Marcello – ringhiò la Francisci – comunque c’è un’altra cosa che devi sapere!”.
Attimi di terrore. Poi lei alzò a palla il volume dell’autoradio, facendo venire fuori una
musica pazzesca! “La prossima volta ascolta questi: quattro ragazzi di Liverpool che
hanno creato tutta la musica, anche quella che ascolti tu! Ricordati: All you need is
love! Se vuoi ascoltare musica, ascolta quella buona!
Chiuse il finestrino a ripartì. Dannata Preside, aveva vinto ancora una volta lei!

Rispondi sul quaderno alle seguenti domande:



1. Chi è il protagonista? 4. Dove si svolge la vicenda?

2. Qual è l'argomento? 5. Perchè nel sogno il protagonista si


reca a casa della preside?

3. In quale periodo dell'anno si svolge la
vicenda

Prima di passare alla pagina successiva sottolinea in rosso 5 nomi, in verde 5 verbi, in
blu 5 aggettivi e sul quaderno fanne l'analisi grammaticale

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 9


IC SABA Prima di cominciare

Nel corso dell'estate leggi almeno un libro scegliendolo nella


lista che ti proponiamo. Non barare...dovrai essere in grado
di raccontarlo!

• A. Buzzati- R. Musumeci, "Vite dimenticate", ed. Tredici

• P.Marzocchi, " Ricordare Mauthausen", ed. Raffaello

• L.Garlando, "Per questo mi chiamo Giovanni", ed. Fabbri

• A. Nanetti, "Mio nonno era un ciliegio", ed Einaudi

• M.Strianese, "Il domatore di libri" , ed. ELI La Spiga

• M.A. Garavaglia, "Il castello del brivido", ed. Mursia

• M.A. Garavaglia, "La villa dei misteri", ed. Mursia

• B. Pitzorno, "Ascolta il mio cuore", ed. Mondadori

• S. Gandolfi, "Pasta di drago", ed. Bompiani

• S. Gandolfi, "Occhio al gatto", ed. Bompiani

• R. Dahl, Il GGG ed. Einaudi

• R. Dahl, "Le streghe", ed. Salani

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 10


IC SABA Prima di cominciare

10

COMPLETA IL CRUCIVERBA: NELLA COLONNA GRIGIA: TROVERAI SCRITTO COSA TI


ASPETTA!

1 Tra marzo e maggio


2 Cuocere al forno
3 È sempre cancellabile
4 Formaggio valdostano o piemontese
5 Sinonimo di STOP
6 Roma allo specchio
7 Piace a Winnie the Pooh
8 Mostrare con il dito
9 Con Tizio e Sempronio
10 Quelle di ora sono estive

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 11


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 12


IC SABA Prima di cominciare

LE FONTI STORICHE
COLLEGA OGNI FONTE STORICA ALLA CATEGORIA A
CUI APPARTIENE


FONTI SCRITTE
RACCONTO DI UN
TESTIMONE


FONTI ORALI
FOTOGRAFIA

FONTI
ISCRIZIONE SU ICONOGRAFICHE

PIETRA

OSSA DI ANIMALI FONTI ORALI


UCCISI

AFFRESCO

CASSETTA
REGISTRATA

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 13


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 14


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 15


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 16


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 17


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 18


IC SABA Prima di cominciare

A SETTEMBRE INIZIERAI A STUDIARE IL FRANCESE.......

• NELLA SCUOLA PRIMARIA IN QUALI MATERIE E PERCHE’ HAI SENTITO


PARLARE DELLA FRANCIA? (RISPONDI SUL TUO QUADERNO)

• PRENDI LA CARTINA GEOGRAFICA DELL'EUROPA E UN COMPASSO:


METTI LA PUNTA DI METALLO SU TORINO! APRI IL COMPASSO
AFFINCHÉ LA PUNTA TOCCHI LA SICILIA, FAI UN CERCHIO E COLORA
L'ITALIA E LA FRANCIA COMPRESA NEL CERCHIO. SCRIVI LE TUE
OSSERVAZIONI SUL FATTO CHE LA FRANCIA È MOLTO VICINA AL
PIEMONTE

• NELLA SCUOLA PRIMARIA IN QUALI MATERIE E PERCHE’ HAI SENTITO


PARLARE DELLA FRANCIA? (RISPONDI SUL TUO QUADERNO)

• CONOSCI DELLE PUBBLICITÀ’ NELLE QUALI VENGONO USATE DELLE


PAROLE FRANCESI? INCOLLA QUESTE PUBBLICITÀ’ SUL QUADERNO E
FAI LE TUE RIFLESSIONI

• SOTTOLINEA I DIALOGHI E SOTTOLINEA IN ROSSO LE PAROLE CHE


SONO STATE PRESE IN PRESTITO DALLA LINGUA FRANCESE: CON
QUALI PAROLE ITALIANE POSSONO ESSERE SOSTITUITE?

1. “ Oh caro, In gilet e papillon sei molto chic!”


2. “Dove hai parcheggiato il coupé nuovo?”
3. “Stasera festeggiamo! Vol-au-vent, champignon e champagne per tutti!”
4. “Hai visto che bouquet meraviglioso nella vetrina della Boutique della
sposa?”
5. “Ti piace quel tailleur o preferisci il cardigan, perché è meno démodé?

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 19


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 20


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 21


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 22


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 23


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 24


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 25


IC SABA Prima di cominciare

...prepariamoci all'ingresso alla scuola media..... 26