Sei sulla pagina 1di 167

Corso di Progetto di Strutture

Costruzione di un nuovo edificio in muratura portante

Prof. Isaia Clemente Studente:


Gianluca Cappello

A. A. 2019/2020
Indice

1. Descrizione generale dell’opera


2. Caratteristiche dei materiali
3. Solaio areato piano terra
4. Solaio laterocemento piano primo
4.1 Solaio 1
4.1.1 Predimensionamento
4.1.2 Sezione resistente
4.1.3 Analisi dei carichi
4.1.4 Azioni di progetto
4.1.5 Verifica agli SLU
4.1.5.1 Flessione
4.1.5.2 Taglio
4.1.5.3 Verifica della lunghezza di ancoraggio

4.1.6 Verifica agli SLE


4.1.6.1 Tensioni massime
4.1.6.2 Fessurazione
4.1.6.3 Deformazione

4.2 Solaio 2
4.2.1 Predimensionamento
4.2.2 Sezione resistente
4.2.3 Analisi dei carichi
4.2.4 Azioni di progetto
4.2.5 Verifica agli SLU
4.2.5.1 Flessione
4.2.5.2 Taglio
4.2.5.3 Verifica della lunghezza di ancoraggio

4.2.6 Verifica agli SLE


4.2.6.1 Tensioni massime
4.2.6.2 Fessurazione
4.2.6.3 Deformazione

4.3 Solaio 3
4.3.1 Predimensionamento
4.3.2 Sezione resistente
4.3.3 Analisi dei carichi
4.3.4 Azioni di progetto
4.3.5 Verifica agli SLU
4.3.5.1 Flessione
4.3.5.2 Taglio
4.3.5.3 Verifica della lunghezza di ancoraggio

4.3.6 Verifica agli SLE


4.3.6.1 Tensioni massime
4.3.6.2 Fessurazione
4.3.6.3 Deformazione

4.4 Solaio 4
4.4.1 Predimensionamento
4.4.2 Sezione resistente
4.4.3 Analisi dei carichi
4.4.4 Azioni di progetto
4.4.5 Verifica agli SLU
4.4.5.1 Flessione
4.4.5.2 Taglio
4.4.5.3 Verifica della lunghezza di ancoraggio

4.4.6 Verifica agli SLE


4.4.6.1 Tensioni massime
4.4.6.2 Fessurazione
4.4.6.3 Deformazione

4.5 Solaio 5
4.5.1 Predimensionamento
4.5.2 Sezione resistente
4.5.3 Analisi dei carichi
4.5.4 Azioni di progetto
4.5.5 Verifica agli SLU
4.5.5.1 Flessione
4.5.5.2 Taglio
4.5.5.3 Verifica della lunghezza di ancoraggio

4.5.6 Verifica agli SLE


4.5.6.1 Tensioni massime
4.5.6.2 Fessurazione
4.5.6.3 Deformazione

4.6 Cordolo

5. Solaio misto legno-calcestruzzo piano secondo e sottotetto


5.1 Solaio 1
5.1.1 Sezione resistente
5.1.2 Resistenze di calcolo
5.1.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori
5.1.4 Analisi dei carichi
5.1.5 Azioni di progetto
5.1.6 Verifica agli SLU
5.1.6.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.1.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo
5.1.6.1.2 Verifica lato legno
5.1.6.1.3 Verifica connettori

5.1.6.2 Tempo Finale (t = ꚙ)


5.1.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo
5.1.6.2.2 Verifica lato legno
5.1.6.2.3 Verifica connettori

5.1.7 Verifica agli SLE


5.1.7.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.1.7.2 Tempo Finale (t = ꚙ)

5.2 Solaio 2
5.2.1 Sezione resistente
5.2.2 Resistenze di calcolo
5.2.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori
5.2.4 Analisi dei carichi
5.2.5 Azioni di progetto
5.2.6 Verifica agli SLU
5.2.6.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.2.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo
5.2.6.1.2 Verifica lato legno
5.2.6.1.3 Verifica connettori

5.2.6.2 Tempo Finale (t = ꚙ)


5.2.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo
5.2.6.2.2 Verifica lato legno
5.2.6.2.3 Verifica connettori

5.2.7 Verifica agli SLE


5.2.7.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.2.7.2 Tempo Finale (t = ꚙ)

5.3 Solaio 3
5.3.1 Sezione resistente
5.3.2 Resistenze di calcolo
5.3.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori
5.3.4 Analisi dei carichi
5.3.5 Azioni di progetto
5.3.6 Verifica agli SLU
5.3.6.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.3.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo
5.3.6.1.2 Verifica lato legno
5.3.6.1.3 Verifica connettori

5.3.6.2 Tempo Finale (t = ꚙ)


5.3.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo
5.3.6.2.2 Verifica lato legno
5.3.6.2.3 Verifica connettori

5.3.7 Verifica agli SLE


5.3.7.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.3.7.2 Tempo Finale (t = ꚙ)

5.3.8 Cordolo
5.4 Solaio Sottotetto 1
5.4.1 Sezione resistente
5.4.2 Resistenze di calcolo
5.4.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori
5.4.4 Analisi dei carichi
5.4.5 Azioni di progetto
5.4.6 Verifica agli SLU
5.4.6.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.4.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo
5.4.6.1.2 Verifica lato legno
5.4.6.1.3 Verifica connettori

5.4.6.2 Tempo Finale (t = ꚙ)


5.4.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo
5.4.6.2.2 Verifica lato legno
5.4.6.2.3 Verifica connettori

5.4.7 Verifica agli SLE


5.4.7.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.4.7.2 Tempo Finale (t = ꚙ)

5.5 Solaio Sottotetto 2


5.5.1 Sezione resistente
5.5.2 Resistenze di calcolo
5.5.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori
5.5.4 Analisi dei carichi
5.5.5 Azioni di progetto
5.5.6 Verifica agli SLU
5.5.6.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.5.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo
5.5.6.1.2 Verifica lato legno
5.5.6.1.3 Verifica connettori

5.5.6.2 Tempo Finale (t = ꚙ)


5.5.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo
5.5.6.2.2 Verifica lato legno
5.5.6.2.3 Verifica connettori

5.5.7 Verifica agli SLE


5.5.7.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.5.7.2 Tempo Finale (t = ꚙ)

5.6 Solaio Sottotetto 3


5.6.1 Sezione resistente
5.6.2 Resistenze di calcolo
5.6.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori
5.6.4 Analisi dei carichi
5.6.5 Azioni di progetto
5.6.6 Verifica agli SLU
5.6.6.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.6.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo
5.6.6.1.2 Verifica lato legno
5.6.6.1.3 Verifica connettori

5.6.6.2 Tempo Finale (t = ꚙ)


5.6.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo
5.6.6.2.2 Verifica lato legno
5.6.6.2.3 Verifica connettori
5.6.7 Verifica agli SLE
5.6.7.1 Tempo Iniziale (t = 0)
5.6.7.2 Tempo Finale (t = ꚙ)

5.6.8 Cordolo

6. Solaio di copertura in legno massiccio


6.1 Tavolato
6.1.1 Analisi dei carichi
6.1.2 Azioni di progetto
6.1.3 Verifica agli SLU
6.1.3.1 Flessione
6.1.3.2 Taglio
6.1.3.3 Punzonamento

6.1.4 Verifica agli SLE


6.1.4.1 Deformabilità
6.2 Travetto
6.2.1 Analisi dei carichi
6.2.2 Azioni di progetto
6.2.3 Verifica agli SLU
6.2.3.1 Tensoflessione
6.2.3.2 Taglio

6.2.4 Verifica agli SLE


6.2.4.1 Deformabilità
6.2.5 Verifica dell’intaglio agli appoggi
6.3 Trave di colmo
6.3.1 Analisi dei carichi
6.3.2 Azioni di progetto
6.3.3 Verifica agli SLU
6.3.3.1 Flessotorsione
6.3.3.2 Taglio

6.3.4 Verifica agli SLE


6.3.4.1 Deformabilità
6.4 Trave di displuvio
6.4.1 Analisi dei carichi
6.4.2 Azioni di progetto
6.4.3 Verifica agli SLU
6.4.3.1 Tensoflessione
6.4.3.2 Flessotorsione
6.4.3.3 Taglio

6.4.4 Verifica agli SLE


6.4.4.1 Deformabilità
6.5 Capriata
6.5.1 Analisi dei carichi
6.5.2 Azioni di progetto
6.5.3 Verifica agli SLU
6.5.3.1 Verifica instabilità al carico di punta
6.5.3.2 Verifica della catena a trazione
6.5.3.3 Verifica del nodo catena - puntone (Dente semplice)

7. Muratura
7.1 Analisi dei carichi
7.2 Verifica maschi murari
7.2.1 Pressoflessione fuori piano
7.2.2 Pressoflessione nel piano della muratura
7.2.3 Verifica a taglio per azioni nel piano
7.3 Verifica fasce murarie
7.3.1 Verifica a pressoflessione
7.3.2 Verifica a taglio
8. Fondazioni
1. Descrizione generale dell’opera

In questo elaborato è richiesto il progetto strutturale relativo alla costruzione di un nuovo edificio
scolastico in muratura portante.
L’edificio è situato a Tolmezzo, in provincia di Udine, ad un’altitudine di 323 m s.l.m.
Il progetto della struttura prevede i seguenti nuovi interventi:
 Solaio aerato di Piano Terra (intercapedine sanitaria) in elementi modulari prefabbricati tipo
Iglù;
 Solaio Piano Primo in latero-cemento (travetti e blocchi di alleggerimento in laterizio);
 Solaio Copertura locali tecnici posteriori in latero-cemento (travetti e blocchi di alleggerimento
in laterizio);
 Solaio Secondo Piano e Piano Sottotetto in struttura composta legno-calcestruzzo (travi in
legno lamellare e soletta collaborante in c.a.);
 Solaio di copertura alta e bassa (zona scale) in legno lamellare;
 Progetto e verifica della muratura portante soggetta ai carichi di progetto (verticali statici e da
vento, sisma escluso) attraverso un modello di calcolo del tipo “a telaio equivalente”;
 Progetto delle strutture di fondazioni a suola continua o travi rovesce in c.a.

Le verifiche sono svolte utilizzando il metodo degli stati limite. Le unità di misura utilizzate sono quelle
del Sistema Internazionale SI. Gli elementi strutturali non espressamente riportati nella relazione sono
stati comunque calcolati e dimensionati secondo i criteri sopra citati; analogamente le verifiche che
non risultano esplicitate si intendono comunque soddisfatte. Tutti i calcoli e le verifiche sono redatti in
conformità alla normativa vigente in materia, ed in particolare:
- D.M. 17/1/2018 “Norme Tecniche per le Costruzioni – NTC2018” con l’ausilio della Circolare
21/1/2019, n. 7 “Istruzioni per l’applicazione dell’aggiornamento delle Norme Tecniche per le
Costruzioni di cui al D.M. 17/01/2018”;
- Eurocodice 2 – EC2 “Progettazione strutture in calcestruzzo”;
- Eurocodice 5 – EC5 “Progettazione strutture in legno”;
- Eurocodice 6 – EC6 “Progettazione strutture in muratura”;

2. Caratteristiche dei Materiali


Calcestruzzo:

C25/30
𝑅 30,00 MPa
𝑓 = 0,83 ∗ 𝑅 24,90 MPa
𝛼 0,85
𝛾 1,50
𝑓 =𝑓 +8 33,00 MPa
𝑓 = 0,30 ∗ 𝑓 2,565 MPa
𝐸 = 22000 ∗ (𝑓 ⁄10) ,
31475,81 MPa
𝑓 = 𝛼 ∗ 𝑓 ⁄𝛾 14,167 MPa
𝜌 24,50 kN/m3
𝑓 = 0,7 ∗ 𝑓 1,795 MPa
𝑓 =𝑓 ⁄𝛾 1,197 MPa

1
Acciaio per armature:

B450C
𝑓 450,0 MPa
𝛾 1,150
𝑓 = 𝑓 ⁄𝛾 391,300 MPa
𝐸 200000,0 MPa
𝜖 = 𝑓 ⁄𝐸 0,0019

Legno lamellare incollato:

Classe GL28h [Abete Rosso]


R flessione 𝑓 , , 28,00 MPa
R trazione 𝑓, , , 22,30 MPa
𝑓, , , 0,50 MPa
R compressione 𝑓, , , 28,00 MPa
𝑓, , , 2,50 MPa
R taglio 𝑓, , 3,50 MPa
Moduli Elastici 𝐸, , 12600,00 MPa
𝐸 , , 10600,00 MPa
𝐸 , , 300,00 MPa
𝐸 , , 250,00 MPa
Moduli Taglio 𝐺, 650,00 MPa
𝐺 , 540,00 MPa
Massa Volumica 𝜌 , 425,00 Kg/m3
𝜌 , 460,00 Kg/m3
𝛾 1,45
Classe di servizio 1
𝑘 permanente 0,600
𝑘 media durata 0,800

Muratura:

Tipologia malta M15


Tipologia blocchi Poroton P800
𝑓 10,00 MPa
𝑓 2,50 MPa
𝑓 6,20 MPa
𝑓 0,30 MPa
𝑓 0,99 MPa
E 6200 MPa
G 2480 MPa
𝜈 0,25
𝛾 2
𝛼 0,8
𝜌 830 Kg/m3

2
Legno massiccio:

Classe C24-S1 [Abete Rosso]


R flessione 𝑓 , , 29,00 MPa
R trazione 𝑓, , , 17,00 MPa
𝑓, , , 0,40 MPa
R compressione 𝑓, , , 23,00 MPa
𝑓, , , 2,90 MPa
R taglio 𝑓, , 3,00 MPa
Moduli Elastici 𝐸, , 12000,00 MPa
𝐸, , 8000,00 MPa
𝐸 , , 400,00 MPa
𝐸 , , 250,00 MPa
Moduli Taglio 𝐺, 750,00 MPa
Massa Volumica 𝜌 , 380,00 Kg/m3
𝜌 , 315,00 Kg/m3
𝛾 1,45
Classe di servizio 1
𝑘 permanente 0,600
𝑘 media durata 0,800

3
3. Solaio areato piano terra

3.1. Materiali usati


Per il solaio del piano terra viene realizzata un’intercapedine sanitaria attraverso l’uso di elementi
prefabbricati tipo igloo.
Questa soluzione permette di eliminare la presenza di umidità proveniente dal terreno e la possibile
presenza di acqua sotterranea in risalita dal sottosuolo, tramite l’utilizzo di apposite tubature collegate
direttamente con l’esterno dell’edificio.
L’impiego di calcestruzzo è minimo in quanto questo viene impiegato solamente per il getto del
magrone e della soletta sovrastante l’igloo, nella quale viene inserita una rete elettro-saldata d’acciaio.
La sua realizzazione non richiede particolari prescrizioni.

3.2. Dimensionamento
Il dimensionamento degli elementi ad igloo è stato realizzato seguendo le indicazioni fornite nella
scheda tecnica fornita dalla Cupolex, produttore del prodotto. In conformità alla circolare 617 del DM
09 il carico di rottura deve essere maggiore ai 150 daN. Nella tabella che segue vengono definiti i
carichi massimi a rottura e il relativo abbassamento:

USO DELLA STRUTTURA TEST 1 TEST 2 TEST 3 TEST 4 TEST 5 TEST 6

Tipo di carico Centrato Centrato Centrato Eccentrico Eccentrico Eccentrico

Carico massimi applicato a


536,1 511,2 639 284 234,3 156,2
rottura (daN)

Abbassamento nel punto di


58 38 39 26,5 26 14
applicazione (mm)

Il produttore fornisce anche informazioni riguardo il dimensionamento della soletta e del magrone in
funzione della destinazione d’uso dell’edificato. Per un magrone di 10 cm e l’impiego di un
calcestruzzo di classe 25/30 le indicazioni riguardanti la soletta sono:

SOVRACCARICO SOVRACCARICO
USO DELLA SPESSORE SOLETTA ARMATURA
PERMANENTE ACCIDENTALE
STRUTTURA (cm) METALLICA
(Kg/m2) (Kg/m2)

Abitazione civile 200 200 4 Ø5/25x25

Uffici 200 300 5 Ø5/20x20

Garages 300 700 5 Ø6/20x20

Industria 300 1200 6 Ø8/20x20

Industria 300 1600 7 Ø8/15x15

Si è deciso di applicare un carico accidentale pari a quello che ci si può aspettare in un ufficio; la soletta
di calcestruzzo avrà, dunque, uno spessore di 5 cm e una rete metallica elettrosaldata Ф 5/20x20. Per
4
le zone dell’edificio in cui il piano di calpestio si trova a quota 0 m si utilizzano dei blocchi con altezza
di 60 cm, mentre per le zone con quote di calpestio pari a -0,40 m si è deciso di adoperare degli igloo
con altezza 20 cm. La soletta in calcestruzzo rimane sempre di 5 cm mentre per la realizzazione del
magrone alla base del vespaio abbiamo 10 cm di spessore.
Consumo di
Superficie Resa
Altezza Quantità per Calcestruzzo Raso
dopo la Posa
(cm) Bancale Cupola
(cm)
(mc/mq)
9,5 56×56 100 0,014

13,5 56×56 100 0,030

16 56×56 100 0,035

20 56×56 100 0,035

26 56×56 100 0,035

30 56×56 100 0,042

35 56×56 100 0,045

40 56×56 100 0,060

45 56×56 100 0,064

50 56×56 75 0,065

55 71×71 25 0,069

60 71×71 25 0,070

65 71×71 25 0,071

70 71×71 25 0,073

4. Solaio latero-cemento piano primo

Per la realizzazione del solaio del primo piano in laterocemento è previsto l’uso di travetti tralicciati
prefabbricati con soletta in calcestruzzo, armata con rete elettrosaldata ed eventuali armature
aggiuntive. Il travetto scelto è il TRIGON® prodotto dalla Esse Team.
Il solaio viene dimensionato in base ai due schemi limite di appoggio perfetto e incastro perfetto. In
questo modo le sollecitazioni a cui è realmente sottoposto raggiungeranno al più quelle stimate in fase
di progetto determinate con i suddetti casi limite.
Con riferimento alla pianta del piano primo, sono stati individuati cinque diversi ambienti che vengono
suddivisi con le seguenti luci di calcolo:

Luce di calcolo solai

L1 7,70 m

L2 4,40 m

L3 2,90 m

L4 4,19 m

L5 6,42 m

5
Per i solai 1 e 5 è stato scelto un travetto T7 con interasse 72 cm, per i solai 2 e 4 è stato scelto un
travetto T5 con interasse 60 cm e infine i solai 3 sono stati realizzati con un travetto T1 con interasse
60 cm.

6
La struttura del travetto tralicciato è costituita da un fondello in laterizio, avente base di 12 cm, altezza
di 4 cm e spessore di 1 cm, riempito con calcestruzzo. Nel fondello viene posizionata l’armatura: quella
di base è costituita da un traliccio elettrosaldato di altezza pari a 12,5 cm, costituito da 2Ø5,25
inferiori, da 1Ø7 superiore e da due greche continue Ø5 poste lateralmente; esso garantisce una
perfetta continuità tra travetto tralicciato e getto integrativo. È prevista la possibilità di inserire delle
barre aggiuntive, in acciaio FeB44k, sopra il fondello in laterizio, annegandole nel getto in opera di
calcestruzzo. In fig.2.2 è rappresentata la geometria del travetto TRIGON® e le varie tipologie previste
in catalogo.

4.1 Solaio 1
4.1.1 Predimensionamento
Il solaio 1 ha una luce 𝐿 = 7,7 𝑚. L’altezza totale minima del solaio, comprensiva dunque dello
spessore di cappa, viene determinata dalla condizione 𝐻 = 𝐿⁄25 dove 𝐿 è la luce di progetto.
In questo caso risulta 𝐻 = 30,8 𝑐𝑚, per cui si è scelta un’altezza di solaio pari a 32 cm.

4.1.2 Sezione resistente

L’altezza scelta comporta una sezione resistente con le seguenti caratteristiche geometriche:

B Interasse 72 cm
H Altezza totale 32 cm
b Base fusto 24 cm
d Altezza utile 31 cm
d’ Braccio superiore 2 cm
h Altezza fusto 28 cm
s Spessore soletta 4 cm

7
4.1.3 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 4,260 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,180 kN/m2
𝑮𝒌𝟐
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Tramezzi
Carico 1,200 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 2,330 kN/m2

Carico variabile
𝑸𝒌
Carico 3,000 kN/m2

I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 3,067 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 1,678 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 2,160 kN/m

4.1.4 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

8
Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 9,744 kN/m


SLE – RARA 6,905 kN/m
SLE – FREQUENTE 6,257 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 6,041 kN/m

Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo


riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 72,213 kNm -48,142 kNm 37,513 kN


SLE – RARA 51,173 kNm -34,115 kNm 26,583 kN
SLE – FREQUENTE 46,371 kNm -30,914 kNm 24,089 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 44,770 kNm -29,847 kNm 23,257 kN

4.1.5 Verifica agli SLU

4.1.5.1 Flessione

Per ogni travetto si avrà un’armatura longitudinale di confezione dovuta ai 2Ø5.25 inferiori, quindi, in
questo caso, un’area di base di 2x43mm² = 86mm². La Esse Team utilizza acciaio Feb44k con f yd =
391,3 N/mm2.
Dato il momento sollecitante, per ogni sezione, è possibile calcolare l’area d’armatura tesa necessaria
(inferiore dove si ha momento positivo e superiore dove si ha momento negativo) tramite la formula
| |
di progetto 𝐴 , = , ∗ ∗ .
Si predispone quindi inferiormente un’armatura aggiuntiva a quella di confezione stabilita in
precedenza, in maniera tale che nel complesso sia 𝐴 ≥ 𝐴 , ; superiormente deve essere invece
𝐴′ ≥ 𝐴′ , . Fatto ciò si procede alla verifica a flessione semplice retta.
Per le verifiche rispetto al momento positivo si calcola la posizione dell'asse neutro, x*, nell'ipotesi di
acciaio teso snervato.
L'asse neutro individua, inoltre, anche il campo di rottura, e quindi il meccanismo di collasso della
sezione:
9
 0,05d<x*<0,641d → cls rotto e acciaio snervato (campo 3)
 x*>0,641d → cls rotto e acciaio elastico (campo 4))

Poi si calcola 𝑀 = 𝐴 𝑓 (𝑑 − 0,4𝑥) , e si effettua la verifica: 𝑀 ≥𝑀 .

Per le verifiche rispetto al momento negativo il procedimento è il medesimo, ma va utilizzata A s’


anziché As e va verificato che sia |𝑀 | ≥ |𝑀 |.
La tabella seguente riassume le scelte e i risultati dei calcoli:

𝐴, 𝐴 𝐴, 𝐴 Campo x 𝑀
Barre Barre Verifica
[mm2] [mm2] [mm2] [mm2] Rottura [mm] [kNm]
𝑴𝑬𝒅 661,453 4Ø5,25 + 4Ø14 702 0 / 0 3 33,664 81,457 OK
𝑴𝑬𝒅 220,484 4Ø5,25 + 1Ø14 240 440,969 4Ø14 616 3 88,619 66,179 OK

4.1.5.2 Taglio

Il solaio in latero cemento è un elemento non armato a taglio. In questo caso, come richiesto dalla
normativa, il taglio resistente viene valutato considerando solo il contributo resistivo a trazione del
calcestruzzo. Con riferimento all’elemento fessurato da momento flettente, la resistenza al taglio è
stata valutata secondo la formula 4.1.23 riportata al paragrafo 4.1.2.3.5.1 del D.M.17/1/2018:

0,18 ∙ 𝑘 ∙ (100 ∙ 𝜌 ∙ 𝑓 )
𝑉 = 𝑚𝑎𝑥 + 0,15 ∙ 𝜎 𝑏 ∙ 𝑑 ; (𝑣 + 0,15 ∙ 𝜎 ) ∙ 𝑏 ∙ 𝑑
𝛾

con

200
𝑘 =1+ = 1,803 ≤ 2;
𝑑
𝑣 = 0,035 ∙ 𝑘 ∙ 𝑓 = 0,42 𝑀𝑃𝑎;

𝑑 = 310 𝑚𝑚;

𝑏 = 240 𝑚𝑚;

𝜌 = ( ∙ )
= ( ∙ )
= 0,0094 ≤ 0,02;

𝜎 = 0;

Da cui si ottiene un valore del taglio resistente pari a:

𝑉 = 46,171 𝑘𝑁

𝑉 ≥𝑉 = 37,513 𝑘𝑁

La verifica risulta dunque soddisfatta.


Come prescritto dalla normativa, si deve verificare che l’armatura longitudinale sia tale da assorbire, in
corrispondenza degli appoggi, uno sforzo pari al taglio sugli appoggi:

𝐴 ∙𝑓 = (616 + 240) ∙ 391,3 = 334,95 𝑘𝑁 > 𝑉

10
4.1.5.3 Verifica della lunghezza di ancoraggio:

La lunghezza di ancoraggio è funzione della tensione tangenziale ultima di aderenza calcolata come
segue:
𝑓
𝑓 =
𝛾
Dove:

 𝛾 è il coefficiente parziale di sicurezza del calcestruzzo;


 𝑓 è la resistenza tangenziale caratteristica di aderenza data da:

𝑓 = 2,25 ∙ 𝜂 ∙ 𝜂 ∙ 𝑓
In cui:

 𝜂 = 1 in condizioni di buona aderenza;


𝜂 = 0,7 in condizioni di non buona aderenza;
 𝜂 = 1 per barre con diametro Ø ≤ 32 𝑚𝑚;
( Ø)
𝜂 = per barre di diametro superiore;

Avremo quindi:

 𝜂 = 1;
 𝜂 = 1;
 𝑓 = 4,025 𝑀𝑃𝑎;
 𝑓 = 2,683 𝑀𝑃𝑎;

La lunghezza di ancoraggio per barre con Ø = 14 𝑚𝑚 è pari a:

𝑓 ∙Ø
𝐿 = = 50,852 𝑐𝑚
𝑓 ∙4

Si assume dunque una lunghezza di ancoraggio pari a 𝐿 = 55 𝑐𝑚.

4.1.6 Verifica agi SLE

4.1.6.1 Tensioni massime

Valutati i massimi momenti sollecitanti positivi e negativi, dovuti alle combinazioni caratteristica e
quasi permanente delle azioni, si calcolano le massime tensioni sia nel calcestruzzo sia nelle armature,
ipotizzando: la conservazione delle sezioni piane, la possibilità di parzializzazione della sezione
reagente per l’ipotesi di resistenza a trazione nulla del calcestruzzo, e un comportamento elastico
lineare dei due materiali base costituenti la sezione ossia l’acciaio d’armatura e il calcestruzzo. Si deve
verificare che le tensioni, calcolate con le suddette ipotesi, siano inferiori ai massimi valori consentiti
di seguito riportati:

 𝜎 < 0,60 ∙ 𝑓 per la combinazione caratteristica (rara);


 𝜎 < 0,45 ∙ 𝑓 per la combinazione quasi permanente;

Per l’acciaio la tensione massima 𝜎 , per effetto delle azioni dovute alla combinazione caratteristica,
deve rispettare la seguente limitazione:

𝜎 < 0,80 ∙ 𝑓

11
Avremo dunque che le tensioni massime risultano pari a:

𝜎 < 0,60 ∙ 𝑓 = 15,00 𝑀𝑃𝑎

𝜎 < 0,45 ∙ 𝑓 = 11,250 𝑀𝑃𝑎

𝜎 < 0,80 ∙ 𝑓 = 360,00 𝑀𝑃𝑎

Ricordando che:

𝐴 +𝐴 2𝑏 ∙ (𝐴 ∙ 𝑑 + 𝐴 ∙ 𝑑)
𝑥=𝑛∙ ∙ −1 + 1 +
𝑏 𝑛 ∙ (𝐴 + 𝐴 )

1
𝐽 = ∙ 𝑏 ∙ 𝑥 + 𝑛 ∙ 𝐴 ∙ (𝑥 − 𝑑 ) + 𝑛 ∙ 𝐴 ∙ (𝑑 − 𝑥)
3
𝑀 ∙𝑥
𝜎 =
𝐽

𝑀 ∙ (𝑑 − 𝑥)
𝜎 =𝑛∙
𝐽

Dove:

 𝑥 è la posizione dell’asse neutro;


 𝐴 e 𝐴 sono rispettivamente l’area di armatura inferiore e superiore;
 𝑏 è la larghezza della base della sezione;
 𝑑 è l’altezza utile;
 𝑑 è il braccio superiore;
 𝑛 è il coefficiente di omogeneizzazione, preso pari a 15;
 𝐽 è il momento di inerzia della sezione sollecitata;
 𝑀 è il momento sollecitante;

Si ha che:

𝑥 [𝑚𝑚] 𝐽 [𝑚𝑚 ] 𝑀 [𝑘𝑁𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] Verifica

Combinazione Rara 106,11 601836211,19 51,173 9,023 260,0242 OK

Combinazione Quasi
106,11 601836211,19 44,770 7,894 / OK
Permanente

4.1.6.2 Fessurazione

L’ampiezza relativa delle fessure 𝑤 è calcolata come 1,7 volte il prodotto della deformazione unitaria
media delle barre d’armature 𝜀 per la distanza media tra le fessure ∆ :

𝑤 = 1,7 ∙ 𝜀 ∙∆
12
Dove:

𝑓
𝜎 −𝑘 𝜌 (1 + 𝛼 𝜌 )
𝜎
𝜀 = ≥ 0,6
𝐸 𝐸

Ø
∆ = 𝑘 ∙𝑐+𝑘 ∙𝑘 ∙𝑘 ∙
𝜌

In cui:

 𝜎 è la tensione dell’armatura tesa considerando la sezione fessurata;


 𝛼 è il rapporto tra = 6,354;
 𝜌 = = 0,059;
,
𝑘 = 0,6 per carichi di breve durata
 𝑘 = 0,4 è un fattore dipendente dalla durata del carico
𝑘 = 0,4 per carichi di lunga durata
 Ø è il diametro delle barre pari a 14 mm;
 𝑐 è il copriferro pari a 1,3 cm;
 𝑘 = 0,8 per barre ad aderenza migliorata;
 𝑘 = 0,5 in caso di flessione;
 𝑘 = 3,4;
 𝑘 = 0,425;
 𝐴, = 60 𝑐𝑚 è l’area efficace di calcestruzzo tesa attorno all’armatura, di altezza ℎ , ;
2,5 ∙ (ℎ − 𝑑) = 2,5 𝑐𝑚
( )
 ℎ , è il valore minimo tra: = 7,21 𝑐𝑚 cioè ℎ , = 2,5 𝑐𝑚.
= 16,0 𝑐𝑚

Si ottiene:

Campata

SLE ∆ [𝑐𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜀 𝑤 [𝑚𝑚] 𝑤 [𝑚𝑚] Verifica

Frequente 6,454 235,637 0,001102 0,0121 𝑤 = 0,4 OK

Quasi Permanente 6,454 227,502 0,001061 0,0116 𝑤 = 0,3 OK

Appoggio

SLE ∆ [𝑐𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜀 𝑤 [𝑚𝑚] 𝑤 [𝑚𝑚] Verifica

Frequente 6,454 157,091 0,000717 0,0074 𝑤 = 0,4 OK

Quasi Permanente 6,454 151,668 0,000690 0,0071 𝑤 = 0,3 OK

4.1.6.3 Deformazione

Come riportato nel paragrafo 4.1.2.2.2 della Circolare Ministeriale, se risulta soddisfatta la relazione
seguente, allora si possono omettere le verifiche riguardo lo stato limite di deformazione:

𝑙 0,0015 ∙ 𝑓 500 ∙ 𝐴 ,
≤ 𝐾 11 + ∙
ℎ 𝜌 + 𝜌′ 𝑓 ∙𝐴 ,

13
Dove:
 𝑙 è la luce del solaio;
 ℎ è l’altezza del solaio;
 𝐾 è un coefficiente correttivo che dipende dallo schema strutturale. In questo caso 𝐾 = 1;
 𝐴, e𝐴 , sono rispettivamente l’area dell’armatura tesa effettivamente presente nella
sezione più sollecitata e l’armatura di progetto nella stessa sezione;
 𝜌 e 𝜌′ sono rispettivamente i rapporti tra armatura tesa e compressa;

In questo caso si ha:

, ∙ ∙ ,
= 24,063 𝐾 11 + ∙ ∙
= 16,842
,

Per cui la relazione non risulta soddisfatta e bisogna procedere con la verifica completa per lo stato
limite di deformazione.
Bisogna dunque determinare le due deformazioni, una conseguente al primo stadio, cioè precedenti
alla fessurazione, e una al secondo stadio, cioè a fessurazione già avvenuta. Il procedimento segue
quanto riportato al paragrafo 4.1.2.2.2 in relazione allo stato limite di deformazione.

𝛼 = 𝜉 ∙ 𝛼 + (1 − 𝜉) ∙ 𝛼
Dove:
 𝛼 è la deformazione totale che deve essere inferiore a 1/250 della luce;

 𝛼 è la deformazione relativa al primo stadio pari a 𝛼 = ∙
;

 𝛼 è la deformazione relativa al secondo stadio pari a 𝛼 = ∙
;

 𝜉 è un parametro calcolato come 𝜉 = 1 − 𝑐𝛽 , dove 𝛽 = e 𝑐 è un coefficiente che vale 1 in


caso di carichi di breve durata o 0,5 in caso di carichi a cicli ripetuti o carichi permanenti;

Si riportano di seguito le tabelle con i risultati ottenuti:

Primo Stadio
SLE 𝑥 [𝑚𝑚] 𝐽 [𝑚𝑚 ] 𝛼 [𝑚𝑚]
RARA 12,3081
FREQUENTE 135,596 815799460,660 11,1531
QUASI PERMANENTE 10,7680

Secondo Stadio
SLE 𝑥 [𝑚𝑚] 𝐽 [𝑚𝑚 ] 𝛼 [𝑚𝑚]
RARA 30,0086
FREQUENTE 53,180 334603282,529 27,1924
QUASI PERMANENTE 26,2536

14
Totale deformazione

𝑙
SLE 𝑀 [𝑘𝑁𝑚] 𝑀 [𝑘𝑁𝑚] 𝜉 𝛼 [𝑚𝑚] [𝑚𝑚] Verifica
250

RARA 51,173 0,978 30,0086 OK


FREQUENTE 46,371 10,764 0,973 27,1924 30,8 OK
QUASI PERMANENTE 44,770 0,971 26,2536 OK

15
4.2 Solaio 2

4.2.1 Predimensionamento
Il solaio 2 ha una luce 𝐿 = 4,64 𝑚. L’altezza totale minima del solaio, comprensiva dunque dello
spessore di cappa, viene determinata dalla condizione 𝐻 = 𝐿⁄25 dove 𝐿 è la luce di progetto.
In questo caso risulta 𝐻 = 18,56 𝑐𝑚, per cui si è scelta un’altezza di solaio pari a 32 cm.

4.2.2 Sezione resistente

L’altezza scelta comporta una sezione resistente con le seguenti caratteristiche geometriche:

B Interasse 60 cm
H Altezza totale 32 cm
b Base fusto 12 cm
d Altezza utile 31 cm
d’ Braccio superiore 2 cm
h Altezza fusto 28 cm
s Spessore soletta 4 cm

4.2.3 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 3,510 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,180 kN/m2
𝑮𝒌𝟐
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Tramezzi
Carico 1,200 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 2,330 kN/m2

16
Carico variabile
𝑸𝒌
Carico 3,000 kN/m2

I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 2,106 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 1,398 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 1,800 kN/m

4.2.4 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 7,535 kN/m


SLE – RARA 5,304 kN/m
SLE – FREQUENTE 4,764 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 4,584 kN/m

17
Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo
riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 20,278 kNm -13,518 kNm 17,481 kN


SLE – RARA 14,274 kNm -9,516 kNm 12,305 kN
SLE – FREQUENTE 12,821 kNm -8,547 kNm 11,052 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 12,336 kNm -8,224 kNm 10,635 kN

4.2.5 Verifica agli SLU

4.2.5.1 Flessione

Per ogni travetto si avrà un’armatura longitudinale di confezione dovuta ai 2Ø5.25 inferiori, quindi, in
questo caso, un’area di base di 1x43mm² = 43mm². La Esse Team utilizza acciaio Feb44k con f yd =
391,3 N/mm2.
Dato il momento sollecitante, per ogni sezione, è possibile calcolare l’area d’armatura tesa necessaria
(inferiore dove si ha momento positivo e superiore dove si ha momento negativo) tramite la formula
| |
di progetto 𝐴 , = , ∗ ∗ .
Si predispone quindi inferiormente un’armatura aggiuntiva a quella di confezione stabilita in
precedenza, in maniera tale che nel complesso sia 𝐴 ≥ 𝐴 , ; superiormente deve essere invece
𝐴′ ≥ 𝐴′ , . Fatto ciò si procede alla verifica a flessione semplice retta.
Per le verifiche rispetto al momento positivo si calcola la posizione dell'asse neutro, x*, nell'ipotesi di
acciaio teso snervato.
L'asse neutro individua, inoltre, anche il campo di rottura, e quindi il meccanismo di collasso della
sezione:
 0,05d<x*<0,641d → cls rotto e acciaio snervato (campo 3)
 x*>0,641d → cls rotto e acciaio elastico (campo 4))

Poi si calcola 𝑀 = 𝐴 𝑓 (𝑑 − 0,4𝑥) , e si effettua la verifica: 𝑀 ≥𝑀 .

Per le verifiche rispetto al momento negativo il procedimento è il medesimo, ma va utilizzata A s’


anziché As e va verificato che sia |𝑀 | ≥ |𝑀 |.
La tabella seguente riassume le scelte e i risultati dei calcoli:

𝐴, 𝐴 𝐴, 𝐴 Campo x 𝑀
Barre Barre Verifica
[mm2] [mm2] [mm2] [mm2] Rottura [mm] [kNm]
𝑴𝑬𝒅 185,737 2Ø5,25 + 2Ø12 270 0 / 0 3 15,537 32,096 OK
𝑴𝑬𝒅 61,912 2Ø5,25 + 1Ø10 122 123,825 2Ø10 158 3 45,460 18,042 OK

4.2.5.2 Taglio

Il solaio in latero cemento è un elemento non armato a taglio. In questo caso, come richiesto dalla
normativa, il taglio resistente viene valutato considerando solo il contributo resistivo a trazione del
calcestruzzo. Con riferimento all’elemento fessurato da momento flettente, la resistenza al taglio è
stata valutata secondo la formula 4.1.23 riportata al paragrafo 4.1.2.3.5.1 del D.M.17/1/2018:

18
0,18 ∙ 𝑘 ∙ (100 ∙ 𝜌 ∙ 𝑓 )
𝑉 = 𝑚𝑎𝑥 + 0,15 ∙ 𝜎 𝑏 ∙ 𝑑 ; (𝑣 + 0,15 ∙ 𝜎 ) ∙ 𝑏 ∙ 𝑑
𝛾

con

200
𝑘 =1+ = 1,803 ≤ 2;
𝑑
𝑣 = 0,035 ∙ 𝑘 ∙ 𝑓 = 0,424 𝑀𝑃𝑎;

𝑑 = 310 𝑚𝑚;

𝑏 = 120 𝑚𝑚;

𝜌 = ( ∙ )
= ( ∙ )
= 0,0073 ≤ 0,02;

𝜎 = 0;

Da cui si ottiene un valore del taglio resistente pari a:

𝑉 = 21,152 𝑘𝑁

𝑉 ≥𝑉 = 17,481 𝑘𝑁

La verifica risulta dunque soddisfatta.

Come prescritto dalla normativa, si deve verificare che l’armatura longitudinale sia tale da assorbire, in
corrispondenza degli appoggi, uno sforzo pari al taglio sugli appoggi:

𝐴 ∙𝑓 = (122 + 158) ∙ 391,3 = 109,56 𝑘𝑁 > 𝑉

4.2.5.3 Verifica della lunghezza di ancoraggio

La lunghezza di ancoraggio è funzione della tensione tangenziale ultima di aderenza calcolata come
segue:
𝑓
𝑓 =
𝛾
Dove:

 𝛾 è il coefficiente parziale di sicurezza del calcestruzzo;


 𝑓 è la resistenza tangenziale caratteristica di aderenza data da:

𝑓 = 2,25 ∙ 𝜂 ∙ 𝜂 ∙ 𝑓
In cui:

 𝜂 = 1 in condizioni di buona aderenza;


𝜂 = 0,7 in condizioni di non buona aderenza;
 𝜂 = 1 per barre con diametro Ø ≤ 32 𝑚𝑚;
( Ø)
𝜂 = per barre di diametro superiore;

Avremo quindi:

 𝜂 = 1;
19
 𝜂 = 1;
 𝑓 = 4,040 𝑀𝑃𝑎;
 𝑓 = 2,693 𝑀𝑃𝑎;

Le lunghezze di ancoraggio per barre rispettivamente con Ø = 12 𝑚𝑚 e Ø = 10 𝑚𝑚 sono pari a:

𝑓 ∙Ø
𝐿 = = 43,588 𝑐𝑚
𝑓 ∙4

𝑓 ∙Ø
𝐿 = = 36,323 𝑐𝑚
𝑓 ∙4

Si assume dunque una lunghezza di ancoraggio pari a 𝐿 = 45 𝑐𝑚 per barre con Ø = 12 𝑚𝑚 e 𝐿 =


40 𝑐𝑚 per barre con Ø = 10 𝑚𝑚 .

4.2.6 Verifica agi SLE

4.2.6.1 Tensioni massime

Valutati i massimi momenti sollecitanti positivi e negativi, dovuti alle combinazioni caratteristica e
quasi permanente delle azioni, si calcolano le massime tensioni sia nel calcestruzzo sia nelle armature,
ipotizzando: la conservazione delle sezioni piane, la possibilità di parzializzazione della sezione
reagente per l’ipotesi di resistenza a trazione nulla del calcestruzzo, e un comportamento elastico
lineare dei due materiali base costituenti la sezione ossia l’acciaio d’armatura e il calcestruzzo. Si deve
verificare che le tensioni, calcolate con le suddette ipotesi, siano inferiori ai massimi valori consentiti
di seguito riportati:

 𝜎 < 0,60 ∙ 𝑓 per la combinazione caratteristica (rara);


 𝜎 < 0,45 ∙ 𝑓 per la combinazione quasi permanente;

Per l’acciaio la tensione massima 𝜎 , per effetto delle azioni dovute alla combinazione caratteristica,
deve rispettare la seguente limitazione:

𝜎 < 0,80 ∙ 𝑓

Avremo dunque che le tensioni massime risultano pari a:

𝜎 < 0,60 ∙ 𝑓 = 15,00 𝑀𝑃𝑎

𝜎 < 0,45 ∙ 𝑓 = 11,250 𝑀𝑃𝑎

𝜎 < 0,80 ∙ 𝑓 = 360,00 𝑀𝑃𝑎

Ricordando che:

𝐴 +𝐴 2𝑏 ∙ (𝐴 ∙ 𝑑 + 𝐴 ∙ 𝑑)
𝑥=𝑛∙ ∙ −1 + 1 +
𝑏 𝑛 ∙ (𝐴 + 𝐴 )

1
𝐽 = ∙ 𝑏 ∙ 𝑥 + 𝑛 ∙ 𝐴 ∙ (𝑥 − 𝑑 ) + 𝑛 ∙ 𝐴 ∙ (𝑑 − 𝑥)
3

20
𝑀 ∙𝑥
𝜎 =
𝐽

𝑀 ∙ (𝑑 − 𝑥)
𝜎 =𝑛∙
𝐽

Dove:

 𝑥 è la posizione dell’asse neutro;


 𝐴 e 𝐴 sono rispettivamente l’area di armatura inferiore e superiore;
 𝑏 è la larghezza della base della sezione;
 𝑑 è l’altezza utile;
 𝑑 è il braccio superiore;
 𝑛 è il coefficiente di omogeneizzazione, preso pari a 15;
 𝐽 è il momento di inerzia della sezione sollecitata;
 𝑀 è il momento sollecitante;

Si ha che:

𝑥 [𝑚𝑚] 𝐽 [𝑚𝑚 ] 𝑀 [𝑘𝑁𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] Verifica

Combinazione Rara 103,27 233573075,82 14,274 6,311 189,504 OK

Combinazione Quasi
103,27 233573075,82 12,336 5,669 / OK
Permanente

4.2.6.2 Fessurazione

L’ampiezza relativa delle fessure 𝑤 è calcolata come 1,7 volte il prodotto della deformazione unitaria
media delle barre d’armature 𝜀 per la distanza media tra le fessure ∆ :

𝑤 = 1,7 ∙ 𝜀 ∙∆

Dove:

𝑓
𝜎 −𝑘 𝜌 (1 + 𝛼 𝜌 )
𝜎
𝜀 = ≥ 0,6
𝐸 𝐸

Ø
∆ = 𝑘 ∙𝑐+𝑘 ∙𝑘 ∙𝑘 ∙
𝜌

In cui:

 𝜎 è la tensione dell’armatura tesa considerando la sezione fessurata;


 𝛼 è il rapporto tra = 6,354;
 𝜌 = = 0,090;
,

21
𝑘 = 0,6 per carichi di breve durata
 𝑘 = 0,4 è un fattore dipendente dalla durata del carico
𝑘 = 0,4 per carichi di lunga durata
 Ø è il diametro delle barre pari a 10 mm agli appoggi e a 12 mm in campata;
 𝑐 è il ricoprimento dell’armatura pari a 1,5 cm;
 𝑘 = 0,8 per barre ad aderenza migliorata;
 𝑘 = 0,5 in caso di flessione;
 𝑘 = 3,4;
 𝑘 = 0,425;
 𝐴, = 30 𝑐𝑚 è l’area efficace di calcestruzzo tesa attorno all’armatura, di altezza ℎ , ;
2,5 ∙ (ℎ − 𝑑) = 2,5 𝑐𝑚
( )
 ℎ , è il valore minimo tra: = 7,22 𝑐𝑚 cioè ℎ , = 2,5 𝑐𝑚.
= 16,0 𝑐𝑚

Si ottiene:

Campata

SLE ∆ [𝑐𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜀 𝑤 [𝑚𝑚] 𝑤 [𝑚𝑚] Verifica

Frequente 7,367 170,211 0,000761 0,0095 𝑤 = 0,4 OK

Quasi Permanente 7,367 163,780 0,000729 0,0091 𝑤 = 0,3 OK

Appoggio

SLE ∆ [𝑐𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜀 𝑤 [𝑚𝑚] 𝑤 [𝑚𝑚] Verifica

Frequente 8,328 113,474 0,000437 0,0062 𝑤 = 0,4 OK

Quasi Permanente 8,328 109,186 0,000416 0,0059 𝑤 = 0,3 OK

4.2.6.3 Deformazione

Come riportato nel paragrafo 4.1.2.2.2 della Circolare Ministeriale, se risulta soddisfatta la relazione
seguente, allora si possono omettere le verifiche riguardo lo stato limite di deformazione:

𝑙 0,0015 ∙ 𝑓 500 ∙ 𝐴 ,
≤ 𝐾 11 + ∙
ℎ 𝜌 + 𝜌′ 𝑓 ∙𝐴 ,

Dove:
 𝑙 è la luce del solaio;
 ℎ è l’altezza del solaio;
 𝐾 è un coefficiente correttivo che dipende dallo schema strutturale. In questo caso 𝐾 = 1;
 𝐴, e𝐴 , sono rispettivamente l’area dell’armatura tesa effettivamente presente nella
sezione più sollecitata e l’armatura di progetto nella stessa sezione;
 𝜌 e 𝜌′ sono rispettivamente i rapporti tra armatura tesa e compressa;

In questo caso si ha:

, ∙ ∙ ,
= 14,500 𝐾 11 + ∙ ∙
= 28,395
,

22
Per cui la relazione risulta soddisfatta e dunque vengono omesse le verifiche sullo stato limite di
deformazione.

4.3 Solaio 3

4.3.1 Predimensionamento
Il solaio 3 ha una luce 𝐿 = 2,9 𝑚. L’altezza totale minima del solaio, comprensiva dunque dello
spessore di cappa, viene determinata dalla condizione 𝐻 = 𝐿⁄25 dove 𝐿 è la luce di progetto.
In questo caso risulta 𝐻 = 11,6 𝑐𝑚, per cui si è scelta un’altezza di solaio pari a 32 cm.

4.3.2 Sezione resistente

L’altezza scelta comporta una sezione resistente con le seguenti caratteristiche geometriche:

B Interasse 60 cm
H Altezza totale 32 cm
b Base fusto 12 cm
d Altezza utile 31 cm
d’ Braccio superiore 2 cm
h Altezza fusto 28 cm
s Spessore soletta 4 cm

4.3.3 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 3,510 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
Spessore 5,00 cm
𝑮𝒌𝟐
Carico 0,180 kN/m2
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Tramezzi
Carico 1,200 kN/m2

23
Peso proprio non strutturale

Carico 2,330 kN/m2

Carico variabile
𝑸𝒌
Carico 3,000 kN/m2

I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 2,106 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 1,398 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 1,800 kN/m

4.3.4 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 7,535 kN/m


SLE – RARA 5,304 kN/m
SLE – FREQUENTE 4,764 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 4,584 kN/m

24
Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo
riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 7,921 kNm -5,281 kNm 10,925 kN


SLE – RARA 5,576 kNm -3,717 kNm 7,691 kN
SLE – FREQUENTE 5,008 kNm -3,339 kNm 6,908 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 4,819 kNm -3,213 kNm 6,647 kN

4.3.5 Verifica agli SLU

4.3.5.1 Flessione

Per ogni travetto si avrà un’armatura longitudinale di confezione dovuta ai 2Ø5.25 inferiori, quindi, in
questo caso, un’area di base di 1x43mm² = 43mm². La Esse Team utilizza acciaio Feb44k con f yd =
391,3 N/mm2.
Dato il momento sollecitante, per ogni sezione, è possibile calcolare l’area d’armatura tesa necessaria
(inferiore dove si ha momento positivo e superiore dove si ha momento negativo) tramite la formula
| |
di progetto 𝐴 , = , ∗ ∗ .
Si predispone quindi inferiormente un’armatura aggiuntiva a quella di confezione stabilita in
precedenza, in maniera tale che nel complesso sia 𝐴 ≥ 𝐴 , ; superiormente deve essere invece
𝐴′ ≥ 𝐴′ , . Fatto ciò si procede alla verifica a flessione semplice retta.
Per le verifiche rispetto al momento positivo si calcola la posizione dell'asse neutro, x*, nell'ipotesi di
acciaio teso snervato.
L'asse neutro individua, inoltre, anche il campo di rottura, e quindi il meccanismo di collasso della
sezione:
 0,05d<x*<0,641d → cls rotto e acciaio snervato (campo 3)
 x*>0,641d → cls rotto e acciaio elastico (campo 4))

Poi si calcola 𝑀 = 𝐴 𝑓 (𝑑 − 0,4𝑥) , e si effettua la verifica: 𝑀 ≥𝑀 .

Per le verifiche rispetto al momento negativo il procedimento è il medesimo, ma va utilizzata A s’


anziché As e va verificato che sia |𝑀 | ≥ |𝑀 |.
La tabella seguente riassume le scelte e i risultati dei calcoli:

𝐴, 𝐴 𝐴, 𝐴 Campo x 𝑀
Barre Barre Verifica
[mm2] [mm2] [mm2] [mm2] Rottura [mm] [kNm]
𝑴𝑬𝒅 72,554 2Ø5,25 + 1Ø10 122 0 / 0 3 7,020 14,665 OK
𝑴𝑬𝒅 24,185 2Ø5,25 43 48,369 1Ø10 79 3 22,730 9,302 OK

4.3.5.2 Taglio

Il solaio in latero cemento è un elemento non armato a taglio. In questo caso, come richiesto dalla
normativa, il taglio resistente viene valutato considerando solo il contributo resistivo a trazione del
calcestruzzo. Con riferimento all’elemento fessurato da momento flettente, la resistenza al taglio è
stata valutata secondo la formula 4.1.23 riportata al paragrafo 4.1.2.3.5.1 del D.M.17/1/2018:

25
0,18 ∙ 𝑘 ∙ (100 ∙ 𝜌 ∙ 𝑓 )
𝑉 = 𝑚𝑎𝑥 + 0,15 ∙ 𝜎 𝑏 ∙ 𝑑 ; (𝑣 + 0,15 ∙ 𝜎 ) ∙ 𝑏 ∙ 𝑑
𝛾

con

200
𝑘 =1+ = 1,803 ≤ 2;
𝑑
𝑣 = 0,035 ∙ 𝑘 ∙ 𝑓 = 0,42 𝑀𝑃𝑎;

𝑑 = 310 𝑚𝑚;

𝑏 = 120 𝑚𝑚;

𝜌 = ( ∙ )
= ( ∙ )
= 0,0033 ≤ 0,02;

𝜎 = 0;

Da cui si ottiene un valore del taglio resistente pari a:

𝑉 = 16,231 𝑘𝑁

𝑉 ≥𝑉 = 10,925 𝑘𝑁

La verifica risulta dunque soddisfatta.

Come prescritto dalla normativa, si deve verificare che l’armatura longitudinale sia tale da assorbire, in
corrispondenza degli appoggi, uno sforzo pari al taglio sugli appoggi:

𝐴 ∙𝑓 = (79 + 43) ∙ 391,3 = 47,739 𝑘𝑁 > 𝑉

4.3.5.3 Verifica della lunghezza di ancoraggio

La lunghezza di ancoraggio è funzione della tensione tangenziale ultima di aderenza calcolata come
segue:
𝑓
𝑓 =
𝛾
Dove:

 𝛾 è il coefficiente parziale di sicurezza del calcestruzzo;


 𝑓 è la resistenza tangenziale caratteristica di aderenza data da:

𝑓 = 2,25 ∙ 𝜂 ∙ 𝜂 ∙ 𝑓
In cui:

 𝜂 = 1 in condizioni di buona aderenza;


𝜂 = 0,7 in condizioni di non buona aderenza;
 𝜂 = 1 per barre con diametro Ø ≤ 32 𝑚𝑚;
( Ø)
𝜂 = per barre di diametro superiore;

Avremo quindi:

 𝜂 = 1;
26
 𝜂 = 1;
 𝑓 = 4,040 𝑀𝑃𝑎;
 𝑓 = 2,693 𝑀𝑃𝑎;

La lunghezza di ancoraggio per barre con Ø = 10 𝑚𝑚 è pari a:

𝑓 ∙Ø
𝐿 = = 36,323 𝑐𝑚
𝑓 ∙4

Si assume dunque una lunghezza di ancoraggio pari a 𝐿 = 40 𝑐𝑚.

4.3.6 Verifica agi SLE

4.3.6.1 Tensioni massime

Valutati i massimi momenti sollecitanti positivi e negativi, dovuti alle combinazioni caratteristica e
quasi permanente delle azioni, si calcolano le massime tensioni sia nel calcestruzzo sia nelle armature,
ipotizzando: la conservazione delle sezioni piane, la possibilità di parzializzazione della sezione
reagente per l’ipotesi di resistenza a trazione nulla del calcestruzzo, e un comportamento elastico
lineare dei due materiali base costituenti la sezione ossia l’acciaio d’armatura e il calcestruzzo. Si deve
verificare che le tensioni, calcolate con le suddette ipotesi, siano inferiori ai massimi valori consentiti
di seguito riportati:

 𝜎 < 0,60 ∙ 𝑓 per la combinazione caratteristica (rara);


 𝜎 < 0,45 ∙ 𝑓 per la combinazione quasi permanente;

Per l’acciaio la tensione massima 𝜎 , per effetto delle azioni dovute alla combinazione caratteristica,
deve rispettare la seguente limitazione:

𝜎 < 0,80 ∙ 𝑓

Avremo dunque che le tensioni massime risultano pari a:

𝜎 < 0,60 ∙ 𝑓 = 15,00 𝑀𝑃𝑎

𝜎 < 0,45 ∙ 𝑓 = 11,250 𝑀𝑃𝑎

𝜎 < 0,80 ∙ 𝑓 = 360,00 𝑀𝑃𝑎

Ricordando che:

𝐴 +𝐴 2𝑏 ∙ (𝐴 ∙ 𝑑 + 𝐴 ∙ 𝑑)
𝑥=𝑛∙ ∙ −1 + 1 +
𝑏 𝑛 ∙ (𝐴 + 𝐴 )

1
𝐽 = ∙ 𝑏 ∙ 𝑥 + 𝑛 ∙ 𝐴 ∙ (𝑥 − 𝑑 ) + 𝑛 ∙ 𝐴 ∙ (𝑑 − 𝑥)
3
𝑀 ∙𝑥
𝜎 =
𝐽

27
𝑀 ∙ (𝑑 − 𝑥)
𝜎 =𝑛∙
𝐽

Dove:

 𝑥 è la posizione dell’asse neutro;


 𝐴 e 𝐴 sono rispettivamente l’area di armatura inferiore e superiore;
 𝑏 è la larghezza della base della sezione;
 𝑑 è l’altezza utile;
 𝑑 è il braccio superiore;
 𝑛 è il coefficiente di omogeneizzazione, preso pari a 15;
 𝐽 è il momento di inerzia della sezione sollecitata;
 𝑀 è il momento sollecitante;

Si ha che:

𝑥 [𝑚𝑚] 𝐽 [𝑚𝑚 ] 𝑀 [𝑘𝑁𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] Verifica

Combinazione Rara 77,25 121459468,95 5,576 3,546 160,270 OK

Combinazione Quasi
77,25 121459468,95 4,819 3,185 / OK
Permanente

4.3.6.2 Fessurazione

L’ampiezza relativa delle fessure 𝑤 è calcolata come 1,7 volte il prodotto della deformazione unitaria
media delle barre d’armature 𝜀 per la distanza media tra le fessure ∆ :

𝑤 = 1,7 ∙ 𝜀 ∙∆

Dove:

𝑓
𝜎 −𝑘 𝜌 (1 + 𝛼 𝜌 )
𝜎
𝜀 = ≥ 0,6
𝐸 𝐸

Ø
∆ = 𝑘 ∙𝑐+𝑘 ∙𝑘 ∙𝑘 ∙
𝜌

In cui:

 𝜎 è la tensione dell’armatura tesa considerando la sezione fessurata;


 𝛼 è il rapporto tra = 6,354;
 𝜌 = = 0,041;
,
𝑘 = 0,6 per carichi di breve durata
 𝑘 = 0,4 è un fattore dipendente dalla durata del carico
𝑘 = 0,4 per carichi di lunga durata
 Ø è il diametro delle barre pari a 10 mm;
28
 𝑐 è il ricoprimento dell’armatura pari a 1,5 cm;
 𝑘 = 0,8 per barre ad aderenza migliorata;
 𝑘 = 0,5 in caso di flessione;
 𝑘 = 3,4;
 𝑘 = 0,425;
 𝐴, = 30 𝑐𝑚 è l’area efficace di calcestruzzo tesa attorno all’armatura, di altezza ℎ , ;
2,5 ∙ (ℎ − 𝑑) = 2,5 𝑐𝑚
( )
 ℎ , è il valore minimo tra: = 8,09 𝑐𝑚 cioè ℎ , = 2,5 𝑐𝑚.
= 16,0 𝑐𝑚

Si ottiene:

Campata

SLE ∆ [𝑐𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜀 𝑤 [𝑚𝑚] 𝑤 [𝑚𝑚] Verifica

Frequente 9,280 143,953 0,000561 0,0089 𝑤 = 0,4 OK

Quasi Permanente 9,280 138,514 0,000534 0,0084 𝑤 = 0,3 OK

Appoggio

SLE ∆ [𝑐𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜀 𝑤 [𝑚𝑚] 𝑤 [𝑚𝑚] Verifica

Frequente 9,280 95,969 0,000321 0,0051 𝑤 = 0,4 OK

Quasi Permanente 9,280 92,343 0,000303 0,0048 𝑤 = 0,3 OK

4.3.6.3 Deformazione

Come riportato nel paragrafo 4.1.2.2.2 della Circolare Ministeriale, se risulta soddisfatta la relazione
seguente, allora si possono omettere le verifiche riguardo lo stato limite di deformazione:

𝑙 0,0015 ∙ 𝑓 500 ∙ 𝐴 ,
≤ 𝐾 11 + ∙
ℎ 𝜌 + 𝜌′ 𝑓 ∙𝐴 ,

Dove:
 𝑙 è la luce del solaio;
 ℎ è l’altezza del solaio;
 𝐾 è un coefficiente correttivo che dipende dallo schema strutturale. In questo caso 𝐾 = 1;
 𝐴, e𝐴 , sono rispettivamente l’area dell’armatura tesa effettivamente presente nella
sezione più sollecitata e l’armatura di progetto nella stessa sezione;
 𝜌 e 𝜌′ sono rispettivamente i rapporti tra armatura tesa e compressa;

In questo caso si ha:

, ∙ ∙ ,
= 9,063 𝐾 11 + ∙ ∙
= 45,758
,

Per cui la relazione risulta soddisfatta e dunque vengono omesse le verifiche sullo stato limite di
deformazione.

29
4.4 Solaio 4

4.4.1 Predimensionamento
Il solaio 4 ha una luce 𝐿 = 4,19 𝑚. L’altezza totale minima del solaio, comprensiva dunque dello
spessore di cappa, viene determinata dalla condizione 𝐻 = 𝐿⁄25 dove 𝐿 è la luce di progetto.
In questo caso risulta 𝐻 = 16,76 𝑐𝑚, per cui si è scelta un’altezza di solaio pari a 32 cm.

4.4.2 Sezione resistente

L’altezza scelta comporta una sezione resistente con le seguenti caratteristiche geometriche:

B Interasse 60 cm
H Altezza totale 32 cm
b Base fusto 12 cm
d Altezza utile 31 cm
d’ Braccio superiore 2 cm
h Altezza fusto 28 cm
s Spessore soletta 4 cm

4.4.3 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 3,510 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,180 kN/m2
𝑮𝒌𝟐
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Tramezzi
Carico 1,200 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 2,330 kN/m2

𝑸𝒌 Carico variabile

30
Carico 3,000 kN/m2

I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 2,106 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 1,398 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 1,800 kN/m

4.4.4 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 7,535 kN/m


SLE – RARA 5,304 kN/m
SLE – FREQUENTE 4,764 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 4,584 kN/m

Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo


riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

31
𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 16,535 kNm -11,023 kNm 15,785 kN


SLE – RARA 11,640 kNm -7,760 kNm 11,112 kN
SLE – FREQUENTE 10,455 kNm -6,970 kNm 9,981 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 10,060 kNm -6,706 kNm 9,603 kN

4.4.5 Verifica agli SLU

4.4.5.1 Flessione

Per ogni travetto si avrà un’armatura longitudinale di confezione dovuta ai 2Ø5.25 inferiori, quindi, in
questo caso, un’area di base di 1x43mm² = 43mm². La Esse Team utilizza acciaio Feb44k con f yd =
391,3 N/mm2.
Dato il momento sollecitante, per ogni sezione, è possibile calcolare l’area d’armatura tesa necessaria
(inferiore dove si ha momento positivo e superiore dove si ha momento negativo) tramite la formula
| |
di progetto 𝐴 , = , ∗ ∗ .
Si predispone quindi inferiormente un’armatura aggiuntiva a quella di confezione stabilita in
precedenza, in maniera tale che nel complesso sia 𝐴 ≥ 𝐴 , ; superiormente deve essere invece
𝐴′ ≥ 𝐴′ , . Fatto ciò si procede alla verifica a flessione semplice retta.
Per le verifiche rispetto al momento positivo si calcola la posizione dell'asse neutro, x*, nell'ipotesi di
acciaio teso snervato.
L'asse neutro individua, inoltre, anche il campo di rottura, e quindi il meccanismo di collasso della
sezione:
 0,05d<x*<0,641d → cls rotto e acciaio snervato (campo 3)
 x*>0,641d → cls rotto e acciaio elastico (campo 4))

Poi si calcola 𝑀 = 𝐴 𝑓 (𝑑 − 0,4𝑥) , e si effettua la verifica: 𝑀 ≥𝑀 .

Per le verifiche rispetto al momento negativo il procedimento è il medesimo, ma va utilizzata A s’


anziché As e va verificato che sia |𝑀 | ≥ |𝑀 |.
La tabella seguente riassume le scelte e i risultati dei calcoli:

𝐴, 𝐴 𝐴, 𝐴 Campo x 𝑀
Barre Barre Verifica
[mm2] [mm2] [mm2] [mm2] Rottura [mm] [kNm]
𝑴𝑬𝒅 151,458 2Ø5,25 + 2Ø12 201 0 / 0 3 11,566 24,018 OK
𝑴𝑬𝒅 50,486 2Ø5,25 + 1Ø10 122 100,972 2Ø10 158 3 45,460 18,042 OK

4.4.5.2 Taglio

Il solaio in latero cemento è un elemento non armato a taglio. In questo caso, come richiesto dalla
normativa, il taglio resistente viene valutato considerando solo il contributo resistivo a trazione del
calcestruzzo. Con riferimento all’elemento fessurato da momento flettente, la resistenza al taglio è
stata valutata secondo la formula 4.1.23 riportata al paragrafo 4.1.2.3.5.1 del D.M.17/1/2018:

0,18 ∙ 𝑘 ∙ (100 ∙ 𝜌 ∙ 𝑓 )
𝑉 = 𝑚𝑎𝑥 + 0,15 ∙ 𝜎 𝑏 ∙ 𝑑 ; (𝑣 + 0,15 ∙ 𝜎 ) ∙ 𝑏 ∙ 𝑑
𝛾

con
32
200
𝑘 =1+ = 1,803 ≤ 2;
𝑑
𝑣 = 0,035 ∙ 𝑘 ∙ 𝑓 = 0,424 𝑀𝑃𝑎;

𝑑 = 310 𝑚𝑚;

𝑏 = 120 𝑚𝑚;

𝜌 = ( ∙ )
= ( ∙ )
= 0,0054 ≤ 0,02;

𝜎 = 0;

Da cui si ottiene un valore del taglio resistente pari a:

𝑉 = 19,171 𝑘𝑁

𝑉 ≥𝑉 = 15,785 𝑘𝑁

La verifica risulta dunque soddisfatta.

Come prescritto dalla normativa, si deve verificare che l’armatura longitudinale sia tale da assorbire, in
corrispondenza degli appoggi, uno sforzo pari al taglio sugli appoggi:

𝐴 ∙𝑓 = (158 + 122) ∙ 391,3 = 109,564 𝑘𝑁 > 𝑉

4.4.5.3 Verifica della lunghezza di ancoraggio

La lunghezza di ancoraggio è funzione della tensione tangenziale ultima di aderenza calcolata come
segue:
𝑓
𝑓 =
𝛾
Dove:

 𝛾 è il coefficiente parziale di sicurezza del calcestruzzo;


 𝑓 è la resistenza tangenziale caratteristica di aderenza data da:

𝑓 = 2,25 ∙ 𝜂 ∙ 𝜂 ∙ 𝑓
In cui:

 𝜂 = 1 in condizioni di buona aderenza;


𝜂 = 0,7 in condizioni di non buona aderenza;
 𝜂 = 1 per barre con diametro Ø ≤ 32 𝑚𝑚;
( Ø)
𝜂 = per barre di diametro superiore;

Avremo quindi:

 𝜂 = 1;
 𝜂 = 1;
 𝑓 = 4,040 𝑀𝑃𝑎;
 𝑓 = 2,693 𝑀𝑃𝑎;

33
La lunghezza di ancoraggio per barre con Ø = 10 𝑚𝑚 è pari a:

𝑓 ∙Ø
𝐿 = = 36,323 𝑐𝑚
𝑓 ∙4

Si assume dunque una lunghezza di ancoraggio pari a 𝐿 = 40 𝑐𝑚.

4.4.6 Verifica agi SLE

4.4.6.1 Tensioni massime

Valutati i massimi momenti sollecitanti positivi e negativi, dovuti alle combinazioni caratteristica e
quasi permanente delle azioni, si calcolano le massime tensioni sia nel calcestruzzo sia nelle armature,
ipotizzando: la conservazione delle sezioni piane, la possibilità di parzializzazione della sezione
reagente per l’ipotesi di resistenza a trazione nulla del calcestruzzo, e un comportamento elastico
lineare dei due materiali base costituenti la sezione ossia l’acciaio d’armatura e il calcestruzzo. Si deve
verificare che le tensioni, calcolate con le suddette ipotesi, siano inferiori ai massimi valori consentiti
di seguito riportati:

 𝜎 < 0,60 ∙ 𝑓 per la combinazione caratteristica (rara);


 𝜎 < 0,45 ∙ 𝑓 per la combinazione quasi permanente;

Per l’acciaio la tensione massima 𝜎 , per effetto delle azioni dovute alla combinazione caratteristica,
deve rispettare la seguente limitazione:

𝜎 < 0,80 ∙ 𝑓

Avremo dunque che le tensioni massime risultano pari a:

𝜎 < 0,60 ∙ 𝑓 = 15,00 𝑀𝑃𝑎

𝜎 < 0,45 ∙ 𝑓 = 11,250 𝑀𝑃𝑎

𝜎 < 0,80 ∙ 𝑓 = 360,00 𝑀𝑃𝑎

Ricordando che:

𝐴 +𝐴 2𝑏 ∙ (𝐴 ∙ 𝑑 + 𝐴 ∙ 𝑑)
𝑥=𝑛∙ ∙ −1 + 1 +
𝑏 𝑛 ∙ (𝐴 + 𝐴 )

1
𝐽 = ∙ 𝑏 ∙ 𝑥 + 𝑛 ∙ 𝐴 ∙ (𝑥 − 𝑑 ) + 𝑛 ∙ 𝐴 ∙ (𝑑 − 𝑥)
3
𝑀 ∙𝑥
𝜎 =
𝐽

𝑀 ∙ (𝑑 − 𝑥)
𝜎 =𝑛∙
𝐽

34
Dove:

 𝑥 è la posizione dell’asse neutro;


 𝐴 e 𝐴 sono rispettivamente l’area di armatura inferiore e superiore;
 𝑏 è la larghezza della base della sezione;
 𝑑 è l’altezza utile;
 𝑑 è il braccio superiore;
 𝑛 è il coefficiente di omogeneizzazione, preso pari a 15;
 𝐽 è il momento di inerzia della sezione sollecitata;
 𝑀 è il momento sollecitante;

Si ha che:

𝑥 [𝑚𝑚] 𝐽 [𝑚𝑚 ] 𝑀 [𝑘𝑁𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] Verifica

Combinazione Rara 90,70 186690984,27 11,640 5,655 205,089 OK

Combinazione Quasi
90,70 186690984,27 10,060 5,079 / OK
Permanente

4.4.6.2 Fessurazione

L’ampiezza relativa delle fessure 𝑤 è calcolata come 1,7 volte il prodotto della deformazione unitaria
media delle barre d’armature 𝜀 per la distanza media tra le fessure ∆ :

𝑤 = 1,7 ∙ 𝜀 ∙∆

Dove:

𝑓
𝜎 −𝑘 𝜌 (1 + 𝛼 𝜌 )
𝜎
𝜀 = ≥ 0,6
𝐸 𝐸

Ø
∆ = 𝑘 ∙𝑐+𝑘 ∙𝑘 ∙𝑘 ∙
𝜌

In cui:

 𝜎 è la tensione dell’armatura tesa considerando la sezione fessurata;


 𝛼 è il rapporto tra = 6,354;
 𝜌 = = 0,067 in campata e 𝜌 = = 0,093 agli appoggi;
, ,
𝑘 = 0,6 per carichi di breve durata
 𝑘 = 0,4 è un fattore dipendente dalla durata del carico
𝑘 = 0,4 per carichi di lunga durata
 Ø è il diametro delle barre pari a 10 mm;
 𝑐 è il ricoprimento dell’armatura pari a 1,5 cm;
 𝑘 = 0,8 per barre ad aderenza migliorata;
 𝑘 = 0,5 in caso di flessione;
 𝑘 = 3,4;
 𝑘 = 0,425;
35
 𝐴 , = 30 𝑐𝑚 è l’area efficace di calcestruzzo tesa attorno all’armatura, di altezza ℎ , ;
2,5 ∙ (ℎ − 𝑑) = 2,5 𝑐𝑚
( )
 ℎ , è il valore minimo tra: = 7,64 𝑐𝑚 cioè ℎ , = 2,5 𝑐𝑚.
= 16,0 𝑐𝑚

Si ottiene:

Campata

SLE ∆ [𝑐𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜀 𝑤 [𝑚𝑚] 𝑤 [𝑚𝑚] Verifica

Frequente 7,637 184,209 0,000812 0,0105 𝑤 = 0,4 OK

Quasi Permanente 7,637 177,249 0,000777 0,0101 𝑤 = 0,3 OK

Appoggio

SLE ∆ [𝑐𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜀 𝑤 [𝑚𝑚] 𝑤 [𝑚𝑚] Verifica

Frequente 6,921 122,806 0,000526 0,0062 𝑤 = 0,4 OK

Quasi Permanente 6,921 118,166 0,000503 0,0059 𝑤 = 0,3 OK

4.4.6.3 Deformazione

Come riportato nel paragrafo 4.1.2.2.2 della Circolare Ministeriale, se risulta soddisfatta la relazione
seguente, allora si possono omettere le verifiche riguardo lo stato limite di deformazione:

𝑙 0,0015 ∙ 𝑓 500 ∙ 𝐴 ,
≤ 𝐾 11 + ∙
ℎ 𝜌 + 𝜌′ 𝑓 ∙𝐴 ,

Dove:
 𝑙 è la luce del solaio;
 ℎ è l’altezza del solaio;
 𝐾 è un coefficiente correttivo che dipende dallo schema strutturale. In questo caso 𝐾 = 1;
 𝐴, e𝐴 , sono rispettivamente l’area dell’armatura tesa effettivamente presente nella
sezione più sollecitata e l’armatura di progetto nella stessa sezione;
 𝜌 e 𝜌′ sono rispettivamente i rapporti tra armatura tesa e compressa;

In questo caso si ha:

, ∙ ∙ ,
= 13,094 𝐾 11 + ∙ ∙
= 26,599
,

Per cui la relazione risulta soddisfatta e dunque vengono omesse le verifiche sullo stato limite di
deformazione.

36
4.5 Solaio 5

4.5.1 Predimensionamento
Il solaio 5 ha una luce 𝐿 = 6,42 𝑚. L’altezza totale minima del solaio, comprensiva dunque dello
spessore di cappa, viene determinata dalla condizione 𝐻 = 𝐿⁄25 dove 𝐿 è la luce di progetto.
In questo caso risulta 𝐻 = 25,68 𝑐𝑚, per cui si è scelta un’altezza di solaio pari a 32 cm.

4.5.2 Sezione resistente

L’altezza scelta comporta una sezione resistente con le seguenti caratteristiche geometriche:

B Interasse 72 cm
H Altezza totale 32 cm
b Base fusto 24 cm
d Altezza utile 31 cm
d’ Braccio superiore 2 cm
h Altezza fusto 28 cm
s Spessore soletta 4 cm

4.5.3 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 4,260 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,180 kN/m2
𝑮𝒌𝟐
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Tramezzi
Carico 1,200 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 2,330 kN/m2

𝑸𝒌 Carico variabile

37
Carico 3,000 kN/m2

I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 3,067 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 1,678 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 2,160 kN/m

4.5.4 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 9,744 kN/m


SLE – RARA 6,905 kN/m
SLE – FREQUENTE 6,257 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 6,041 kN/m

Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo


riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

38
𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 50,200 kNm -33,467 kNm 31,277 kN


SLE – RARA 35,574 kNm -23,716 kNm 22,164 kN
SLE – FREQUENTE 32,235 kNm -21,490 kNm 20,084 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 31,123 kNm -20,748 kNm 19,391 kN

4.5.5 Verifica agli SLU

4.5.5.1 Flessione

Per ogni travetto si avrà un’armatura longitudinale di confezione dovuta ai 2Ø5.25 inferiori, quindi, in
questo caso, un’area di base di 2x43mm² = 86mm². La Esse Team utilizza acciaio Feb44k con f yd =
391,3 N/mm2.
Dato il momento sollecitante, per ogni sezione, è possibile calcolare l’area d’armatura tesa necessaria
(inferiore dove si ha momento positivo e superiore dove si ha momento negativo) tramite la formula
| |
di progetto 𝐴 , = , ∗ ∗ .
Si predispone quindi inferiormente un’armatura aggiuntiva a quella di confezione stabilita in
precedenza, in maniera tale che nel complesso sia 𝐴 ≥ 𝐴 , ; superiormente deve essere invece
𝐴′ ≥ 𝐴′ , . Fatto ciò si procede alla verifica a flessione semplice retta.
Per le verifiche rispetto al momento positivo si calcola la posizione dell'asse neutro, x*, nell'ipotesi di
acciaio teso snervato.
L'asse neutro individua, inoltre, anche il campo di rottura, e quindi il meccanismo di collasso della
sezione:
 0,05d<x*<0,641d → cls rotto e acciaio snervato (campo 3)
 x*>0,641d → cls rotto e acciaio elastico (campo 4))

Poi si calcola 𝑀 = 𝐴 𝑓 (𝑑 − 0,4𝑥) , e si effettua la verifica: 𝑀 ≥𝑀 .

Per le verifiche rispetto al momento negativo il procedimento è il medesimo, ma va utilizzata A s’


anziché As e va verificato che sia |𝑀 | ≥ |𝑀 |.
La tabella seguente riassume le scelte e i risultati dei calcoli:

𝐴, 𝐴 𝐴, 𝐴 Campo x 𝑀
Barre Barre Verifica
[mm2] [mm2] [mm2] [mm2] Rottura [mm] [kNm]
𝑴𝑬𝒅 459,820 4Ø5,25 + 4Ø14 702 0 / 0 3 33,664 81,457 OK
𝑴𝑬𝒅 153,273 4Ø5,25 + 1Ø12 200 306,547 4Ø12 453 3 65,169 50,330 OK

4.5.5.2 Taglio

Il solaio in latero cemento è un elemento non armato a taglio. In questo caso, come richiesto dalla
normativa, il taglio resistente viene valutato considerando solo il contributo resistivo a trazione del
calcestruzzo. Con riferimento all’elemento fessurato da momento flettente, la resistenza al taglio è
stata valutata secondo la formula 4.1.23 riportata al paragrafo 4.1.2.3.5.1 del D.M.17/1/2018:

0,18 ∙ 𝑘 ∙ (100 ∙ 𝜌 ∙ 𝑓 )
𝑉 = 𝑚𝑎𝑥 + 0,15 ∙ 𝜎 𝑏 ∙ 𝑑 ; (𝑣 + 0,15 ∙ 𝜎 ) ∙ 𝑏 ∙ 𝑑
𝛾

con

39
200
𝑘 =1+ = 1,803 ≤ 2;
𝑑
𝑣 = 0,035 ∙ 𝑘 ∙ 𝑓 = 0,424 𝑀𝑃𝑎;

𝑑 = 310 𝑚𝑚;

𝑏 = 240 𝑚𝑚;

𝜌 = ( ∙ )
= ( ∙ )
= 0,0094 ≤ 0,02;

𝜎 = 0;

Da cui si ottiene un valore del taglio resistente pari a:

𝑉 = 46,171 𝑘𝑁

𝑉 ≥𝑉 = 31,277 𝑘𝑁

La verifica risulta dunque soddisfatta.

Come prescritto dalla normativa, si deve verificare che l’armatura longitudinale sia tale da assorbire, in
corrispondenza degli appoggi, uno sforzo pari al taglio sugli appoggi:

𝐴 ∙𝑓 = (453 + 200) ∙ 391,3 = 255,52 𝑘𝑁 > 𝑉

4.5.5.3 Verifica della lunghezza di ancoraggio

La lunghezza di ancoraggio è funzione della tensione tangenziale ultima di aderenza calcolata come
segue:
𝑓
𝑓 =
𝛾
Dove:

 𝛾 è il coefficiente parziale di sicurezza del calcestruzzo;


 𝑓 è la resistenza tangenziale caratteristica di aderenza data da:

𝑓 = 2,25 ∙ 𝜂 ∙ 𝜂 ∙ 𝑓
In cui:

 𝜂 = 1 in condizioni di buona aderenza;


𝜂 = 0,7 in condizioni di non buona aderenza;
 𝜂 = 1 per barre con diametro Ø ≤ 32 𝑚𝑚;
( Ø)
𝜂 = per barre di diametro superiore;

Avremo quindi:

 𝜂 = 1;
 𝜂 = 1;
 𝑓 = 4,040 𝑀𝑃𝑎;
 𝑓 = 2,693 𝑀𝑃𝑎;

40
Le lunghezze di ancoraggio per barre rispettivamente con Ø = 14 𝑚𝑚 e Ø = 12 𝑚𝑚 sono pari a:

𝑓 ∙Ø
𝐿 = = 50,852 𝑐𝑚
𝑓 ∙4

𝑓 ∙Ø
𝐿 = = 43,588 𝑐𝑚
𝑓 ∙4

Si assume dunque una lunghezza di ancoraggio pari a 𝐿 = 55 𝑐𝑚 per barre con Ø = 14 𝑚𝑚 e 𝐿 =


45 𝑐𝑚 per barre con Ø = 12 𝑚𝑚 .

4.5.6 Verifica agi SLE

4.5.6.1 Tensioni massime

Valutati i massimi momenti sollecitanti positivi e negativi, dovuti alle combinazioni caratteristica e
quasi permanente delle azioni, si calcolano le massime tensioni sia nel calcestruzzo sia nelle armature,
ipotizzando: la conservazione delle sezioni piane, la possibilità di parzializzazione della sezione
reagente per l’ipotesi di resistenza a trazione nulla del calcestruzzo, e un comportamento elastico
lineare dei due materiali base costituenti la sezione ossia l’acciaio d’armatura e il calcestruzzo. Si deve
verificare che le tensioni, calcolate con le suddette ipotesi, siano inferiori ai massimi valori consentiti
di seguito riportati:

 𝜎 < 0,60 ∙ 𝑓 per la combinazione caratteristica (rara);


 𝜎 < 0,45 ∙ 𝑓 per la combinazione quasi permanente;

Per l’acciaio la tensione massima 𝜎 , per effetto delle azioni dovute alla combinazione caratteristica,
deve rispettare la seguente limitazione:

𝜎 < 0,80 ∙ 𝑓

Avremo dunque che le tensioni massime risultano pari a:

𝜎 < 0,60 ∙ 𝑓 = 15,00 𝑀𝑃𝑎

𝜎 < 0,45 ∙ 𝑓 = 11,250 𝑀𝑃𝑎

𝜎 < 0,80 ∙ 𝑓 = 360,00 𝑀𝑃𝑎

Ricordando che:

𝐴 +𝐴 2𝑏 ∙ (𝐴 ∙ 𝑑 + 𝐴 ∙ 𝑑)
𝑥=𝑛∙ ∙ −1 + 1 +
𝑏 𝑛 ∙ (𝐴 + 𝐴 )

1
𝐽 = ∙ 𝑏 ∙ 𝑥 + 𝑛 ∙ 𝐴 ∙ (𝑥 − 𝑑 ) + 𝑛 ∙ 𝐴 ∙ (𝑑 − 𝑥)
3
𝑀 ∙𝑥
𝜎 =
𝐽

41
𝑀 ∙ (𝑑 − 𝑥)
𝜎 =𝑛∙
𝐽

Dove:

 𝑥 è la posizione dell’asse neutro;


 𝐴 e 𝐴 sono rispettivamente l’area di armatura inferiore e superiore;
 𝑏 è la larghezza della base della sezione;
 𝑑 è l’altezza utile;
 𝑑 è il braccio superiore;
 𝑛 è il coefficiente di omogeneizzazione, preso pari a 15;
 𝐽 è il momento di inerzia della sezione sollecitata;
 𝑀 è il momento sollecitante;

Si ha che:

𝑥 [𝑚𝑚] 𝐽 [𝑚𝑚 ] 𝑀 [𝑘𝑁𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] Verifica

Combinazione Rara 110,97 582678360,73 35,574 6,775 182,270 OK

Combinazione Quasi
110,97 582678360,73 31,123 6,139 / OK
Permanente

4.5.6.2 Fessurazione

L’ampiezza relativa delle fessure 𝑤 è calcolata come 1,7 volte il prodotto della deformazione unitaria
media delle barre d’armature 𝜀 per la distanza media tra le fessure ∆ :

𝑤 = 1,7 ∙ 𝜀 ∙∆

Dove:

𝑓
𝜎 −𝑘 𝜌 (1 + 𝛼 𝜌 )
𝜎
𝜀 = ≥ 0,6
𝐸 𝐸

Ø
∆ = 𝑘 ∙𝑐+𝑘 ∙𝑘 ∙𝑘 ∙
𝜌
In cui:

 𝜎 è la tensione dell’armatura tesa considerando la sezione fessurata;


 𝛼 è il rapporto tra = 6,354;
 𝜌 = = 0,117 in campata e 𝜌 = = 0,109 agli appoggi;
, ,
𝑘 = 0,6 per carichi di breve durata
 𝑘 = 0,4 è un fattore dipendente dalla durata del carico
𝑘 = 0,4 per carichi di lunga durata
 Ø è il diametro delle barre pari a 14 mm e a 12 mm;
 𝑐 è il ricoprimento dell’armatura pari a 1,4 cm;
 𝑘 = 0,8 per barre ad aderenza migliorata;
42
 𝑘 = 0,5 in caso di flessione;
 𝑘 = 3,4;
 𝑘 = 0,425;
 𝐴, = 60 𝑐𝑚 è l’area efficace di calcestruzzo tesa attorno all’armatura, di altezza ℎ , ;
2,5 ∙ (ℎ − 𝑑) = 2,5 𝑐𝑚
( )
 ℎ , è il valore minimo tra: = 6,97 𝑐𝑚 cioè ℎ , = 2,5 𝑐𝑚.
= 16,0 𝑐𝑚

Si ottiene:

Campata

SLE ∆ [𝑐𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜀 𝑤 [𝑚𝑚] 𝑤 [𝑚𝑚] Verifica

Frequente 6,794 165,165 0,000749 0,0087 𝑤 = 0,4 OK

Quasi Permanente 6,794 159,463 0,000721 0,0083 𝑤 = 0,3 OK

Appoggio

SLE ∆ [𝑐𝑚] 𝜎 [𝑀𝑃𝑎] 𝜀 𝑤 [𝑚𝑚] 𝑤 [𝑚𝑚] Verifica

Frequente 6,950 110,110 0,000471 0,0056 𝑤 = 0,4 OK

Quasi Permanente 6,950 106,308 0,000452 0,0053 𝑤 = 0,3 OK

4.5.6.3 Deformazione

Come riportato nel paragrafo 4.1.2.2.2 della Circolare Ministeriale, se risulta soddisfatta la relazione
seguente, allora si possono omettere le verifiche riguardo lo stato limite di deformazione:

𝑙 0,0015 ∙ 𝑓 500 ∙ 𝐴 ,
≤ 𝐾 11 + ∙
ℎ 𝜌 + 𝜌′ 𝑓 ∙𝐴 ,
Dove:
 𝑙 è la luce del solaio;
 ℎ è l’altezza del solaio;
 𝐾 è un coefficiente correttivo che dipende dallo schema strutturale. In questo caso 𝐾 = 1;
 𝐴, e𝐴 , sono rispettivamente l’area dell’armatura tesa effettivamente presente nella
sezione più sollecitata e l’armatura di progetto nella stessa sezione;
 𝜌 e 𝜌′ sono rispettivamente i rapporti tra armatura tesa e compressa;

In questo caso si ha:

, ∙ ∙ ,
= 20,063 𝐾 11 + ∙ ∙
= 25,548
,

Per cui la relazione risulta soddisfatta e dunque vengono omesse le verifiche sullo stato limite di
deformazione.

43
4.6 Cordolo di piano

Come disposto dalle NTC2018 al paragrafo 7.8.6.1 è prevista la realizzazione di un cordolo continuo in
calcestruzzo all’intersezione tra solaio e parete in muratura. Tale cordolo deve avere un’altezza
minima pari almeno a quella del solaio e una larghezza almeno pari a quella della muratura. L’area di
armatura corrente non deve essere inferiore a 8 cm2 e le staffe devono avere diametro non inferiore a
6 mm e interasse non superiore a 250 mm.
Per quanto riguarda il piano primo, viene disposto un cordolo continuo in calcestruzzo con una
sezione di base 𝑏 = 35 𝑐𝑚 e altezza ℎ = 42 𝑐𝑚, armato con 4Ø14 e staffe Ø8/25.

5. Solaio misto legno-calcestruzzo piano secondo e sottotetto

Per la realizzazione dei solai misti in legno e calcestruzzo del secondo piano e del sottotetto è previsto
l’uso di legno lamellare del tipo GL28h per le travi, di calcestruzzo classe C25/30 per la soletta e di
acciaio B450C per i connettori.
Il solaio viene dimensionato in base ai due schemi limite di appoggio perfetto e incastro perfetto. In
questo modo le sollecitazioni a cui è realmente sottoposto raggiungeranno al più quelle stimate in fase
di progetto determinate con i suddetti casi limite.
Con riferimento alla pianta del piano secondo, sono stati individuati tre diversi ambienti che vengono
suddivisi con le seguenti luci di calcolo:

Luce di calcolo solai

L1 7,70 m

L2 4,64 m

L3 2,90 m

Il solaio impiegato si compone di travi portanti in legno lamellare e di soletta collaborante in


calcestruzzo. La connessione legno-calcestruzzo è considerata deformabile in accordo alle nuove
Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al D.M. 17.01.2018 (NTC). In particolare, gli ultimi due
capoversi del punto 4.4.2 prevedono rispettivamente che “In presenza di giunti meccanici si deve, di
regola, considerare l’influenza della deformabilità degli stessi. Per tutte le strutture, in particolare per
quelle composte da parti con diverso comportamento reologico, le verifiche, per gli stati limite ultimi e di
esercizio, devono essere effettuate con riferimento, oltre che alle condizioni iniziali, anche alle condizioni
finali (a tempo infinito)”. In particolare, per le verifiche degli stati limite di esercizio, il punto 4.4.7 delle
NTC prescrive che “In generale nella valutazione delle deformazioni delle strutture si deve tener conto
della deformabilità dei collegamenti” e che “Considerando il particolare comportamento reologico del
legno e dei materiali derivanti dal legno, si devono valutare sia la deformazione istantanea sia la
deformazione a lungo termine”.
Il secondo capoverso del punto 4.4.10 stabilisce che “le verifiche dell’elemento composto dovranno tener
conto degli scorrimenti nelle unioni. A tale scopo è ammesso adottare per le unioni un legame lineare tra
sforzo e scorrimento”. Appare quindi chiaro, oltre che tecnicamente corretto, come la sicurezza e la
funzionalità del solaio composto legno-calcestruzzo debbano essere valutati considerando la
deformabilità della connessione, in condizioni sia iniziali sia finali (a tempo infinito). Per il calcolo
della capacità portante del sistema legno – connettore - calcestruzzo si è fatto riferimento alla
procedura riportata nell’appendice B dell’Eurocodice 5, nel rispetto delle relative ipotesi.

44
5.1 Solaio 1

5.1.1 Sezione resistente

i Interasse 60 cm
H Altezza totale 37 cm
b Base trave 15 cm
h Altezza trave 28 cm
t Spessore tavolato 3 cm
s Spessore soletta 6 cm
i-b Distanza interna travi 85 cm
Lc Lunghezza connettore 18,6 cm

5.1.2 Resistenze di calcolo

Il valore di calcolo di una proprietà del legno è calcolato dalla relazione:

𝑋
𝑋 = 𝑘 ∙
𝛾

Da cui si ottiene:
Per 𝑘 = 0,80

𝑓 , 15,448 MPa
𝑓, , 12,303 MPa
𝑓, , 0,276 MPa
𝑓, , 15,448 MPa
𝑓, , 1,379 MPa
𝑓, 1,931 MPa

45
Per 𝑘 = 0,60

𝑓 , 11,586 MPa
𝑓, , 9,228 MPa
𝑓, , 0,207 MPa
𝑓, , 11,586 MPa
𝑓, , 1,034 MPa
𝑓, 1,448 MPa

D’ora in avanti, per le verifiche si farà riferimento alla combinazione dei carichi che comprendono sia
le azioni permanenti (strutturali e non) e sia i carichi variabili (𝑘 = 0,80), poiché tale situazione,
nel caso oggetto di studio, risulta più gravosa rispetto a quella con i soli carichi permanenti (𝑘 =
0,60).

5.1.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori

Il valore di progetto della capacità portante del singolo connettore è pari al minore dei seguenti valori
(non si considera la resistenza caratteristica all’estrazione 𝐹 , ):

𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

4∙𝑀 ,
𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑∙ 2+ −1
𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

dove:
𝑀 , è il valore caratteristico del momento di snervamento del connettore che si ricava dalla seguente
espressione:
𝑑
𝑀 , = 𝜁 ∙𝑓 , ∙
6

Con
1,8
𝜁 =
𝑑 ,

𝑀 , = 154684,895 𝑁𝑚𝑚

𝑓 , è il valore caratteristico della resistenza a rifollamento del legno (per unioni con preforatura) pari
a:
𝑓 , , = 𝑓 , , = 0,082 ∙ (1 − 𝑑) ∙ 𝜌 = 29,971 𝑀𝑃𝑎

𝐹 , , = min (50,351; 22,656; 18,529) [𝑘𝑁] = 18,529 𝑘𝑁

La capacità portante del connettore è quindi pari a:

𝐹 , ,
𝐹 , , =𝑘 ∙ = 12,890 𝑘𝑁
𝛾

Per le unioni legno-calcestruzzo e per il tipo di connettore adottato, il modulo di scorrimento


istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite di esercizio, viene ricavato dalla seguente
relazione (con 𝜌 in kg/m3 e 𝑑 in mm):

46
,
𝑑
𝐾 = 0,7 ∙ 2 ∙ 𝜌 ∙ = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚
20

Dove il fattore 0,7 tiene conto della presenza discontinua del tavolato superiore sollecitato.
Il modulo di scorrimento istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite ultimo, è ricavato
come:

2
𝐾 = 𝐾 = 5604,976 𝑁/𝑚𝑚
3

I connettori sono posti con passo di 8 cm su una lunghezza di L/4 dagli appoggi, e con passo 25 cm
nella zona centrale L/2. Essendo il passo massimo non superiore a 4 volte il passo minimo, ai fini dei
calcoli si può adottare un passo equivalente pari a:

𝑠 = 0,75 ∙ 𝑠 + 0,25 ∙ 𝑠 = 12,25 𝑐𝑚

5.1.4 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 1,866 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,180 kN/m2
𝑮𝒌𝟐
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Tramezzi
Carico 1,200 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 2,330 kN/m2

Carico variabile
𝑸𝒌
Carico 3,000 kN/m2

47
I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 1,195 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 1,398 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 1,800 kN/m

5.1.5 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 6,351 kN/m


SLE – RARA 4,393 kN/m
SLE – FREQUENTE 3,853 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 3,673 kN/m

Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo


riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 47,070 kNm -31,380 kNm 24,452 kN


SLE – RARA 32,561 kNm -21,707 kNm 16,915 kN
SLE – FREQUENTE 28,559 kNm -19,039kNm 14,836 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 27,225 kNm -18,150 kNm 14,143 kN

48
5.1.6 Verifica agli SLU

5.1.6.1 Tempo iniziale (t = 0)

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
E [MPa] 31475,806 12600,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,195
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 58,956 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 141,044 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 198,956 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 1,00373𝐸 + 13 𝑁𝑚𝑚

5.1.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 4,064 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

49
𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 4,428 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 8,492 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,364 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Il calcestruzzo risulta dunque non fessurato.

5.1.6.1.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 3,484 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 8,272 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

da cui la verifica a tensoflessione fornisce:


𝜎 𝜎 ,
+ = 0,819 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,873 < 𝑓 , = 1,931 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.1.6.1.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 9,311 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽)

5.1.6.2 Tempo finale (t = ∞)

Con il tempo a causa delle maggiori deformazioni lente nel calcestruzzo rispetto al legno, le forze
agenti tendono a migrare dal calcestruzzo al legno. In altre parole le sollecitazioni diminuiscono nel
calcestruzzo ed aumentano nel legno.
Allo stadio finale i parametri di rigidezza vengono modificati attraverso i coefficienti di viscosità dei
rispettivi materiali, come segue (𝜓 preso pari a 1 dall’EC5):

𝐾
𝐾 , = = 5254,665 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐾
𝐾 , = = 3503,110 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

50
𝐸,
𝐸 , , = = 7875,00 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐸
𝐸 , = = 9538,123 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝜑

Dove 𝜑 è il coefficiente di viscosità a tempo t = ∞ preso pari a 2,3 dalla tabella 11.2 VII delle NTC2018
in riferimento ad un’umidità relativa del 55%.

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,333
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 51,433 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 148,567 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 191,433 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 5,666𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.1.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 3,925 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 2,377 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 6,302 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 1,548 𝑀𝑃𝑎 > 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

51
La verifica a trazione risulta non soddisfatta, ma in questo caso tale verifica è trascurabile in quanto il
calcestruzzo lavora soltanto a compressione.

5.1.6.2.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 3,365 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 9,159 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui la verifica a tensoflessione fornisce:


𝜎 𝜎 ,
+ = 0,866 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,873 < 𝑓 , = 1,448 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.1.6.2.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 8,993 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽) ,

5.1.7 Verifica SLE

5.1.7.1 Tempo iniziale (t = 0)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5.


La verifica della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione
caratteristica). Facendo riferimento alla Figura e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5,
adottando per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚, la rigidezza efficace è pari a:

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,267
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 72,712 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 127,288 𝑚𝑚
52
𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 212,712 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 1,14933𝐸 + 13 𝑁𝑚𝑚

La freccia istantanea dovuta ai carichi Gk a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 10,329 𝑚𝑚 ≤ = 25,667 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Mentre per i carichi variabili Qk sempre a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 7,169 𝑚𝑚 ≤ = 25,667 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 3,028 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 2,675 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 5,703 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,353 𝑀𝑃𝑎 > 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 2,532 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 2,237 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 4,769 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,295 𝑀𝑃𝑎 > 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.1.7.2 Tempo finale (t = ∞)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5. La verifica


della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione caratteristica).
Facendo riferimento alla Figura 5.2 e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5, adottando
per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 , = 5254,665 𝑀𝑃𝑎, la rigidezza efficace è pari a:

53
Calcestruzzo (1) Legno (2)
h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,429
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 61,600 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 138,400 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 201,600 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 6,339𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

La freccia finale per i carichi Gk a tempo t = ∞ è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 18,728 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Mentre per i carichi Qk è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 12,998 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Da cui risulta:

𝐿
𝑢 =𝑢 , +𝑢 , = 31,726 𝑚𝑚 > = 30,800 𝑚𝑚
250

Per cui si decide di prevedere per questo solaio una controfreccia di 𝑢 = 3 𝑚𝑚, di modo che

𝑢 = 28,726 𝑚𝑚

Verifiche calcestruzzo

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

54
𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 2,907 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,198 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 3,106 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 2,709 𝑀𝑃𝑎 > 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

La verifica a trazione risulta non soddisfatta, ma in questo caso tale verifica è trascurabile in quanto il
calcestruzzo lavora soltanto a compressione.
Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 2,431 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 1,229 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 3,660 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 1,202 𝑀𝑃𝑎 > 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Anche in questo caso la verifica a trazione risulta non soddisfatta, ma per lo stesso motivo elencato in
precedenza tale verifica è trascurabile in quanto il calcestruzzo lavora soltanto a compressione.

5.2 Solaio 2

5.2.1 Sezione resistente

Il solaio ha una luca di 𝐿 = 4,64 𝑚.

i Interasse 60 cm
H Altezza totale 37 cm
b Base trave 15 cm
h Altezza trave 28 cm
t Spessore tavolato 3 cm
s Spessore soletta 6 cm
i-b Distanza interna travi 85 cm
Lc Lunghezza connettore 18,6 cm

55
5.2.2 Resistenze di calcolo

Il valore di calcolo di una proprietà del legno è calcolato dalla relazione:

𝑋
𝑋 = 𝑘 ∙
𝛾

Da cui si ottiene:
Per 𝑘 = 0,80

𝑓 , 15,448 MPa
𝑓, , 12,303 MPa
𝑓, , 0,276 MPa
𝑓, , 15,448 MPa
𝑓, , 1,379 MPa
𝑓, 1,931 MPa

Per 𝑘 = 0,60

𝑓 , 11,586 MPa
𝑓, , 9,228 MPa
𝑓, , 0,207 MPa
𝑓, , 11,586 MPa
𝑓, , 1,034 MPa
𝑓, 1,448 MPa

D’ora in avanti, per le verifiche si farà riferimento alla combinazione dei carichi che comprendono sia
le azioni permanenti (strutturali e non) e sia i carichi variabili (𝑘 = 0,80), poiché tale situazione,
nel caso oggetto di studio, risulta più gravosa rispetto a quella con i soli carichi permanenti (𝑘 =
0,60).

5.2.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori

Il valore di progetto della capacità portante del singolo connettore è pari al minore dei seguenti valori
(non si considera la resistenza caratteristica all’estrazione 𝐹 , ):

𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

4∙𝑀 ,
𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑∙ 2+ −1
𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

dove:
𝑀 , è il valore caratteristico del momento di snervamento del connettore che si ricava dalla seguente
espressione:
𝑑
𝑀 , = 𝜁 ∙𝑓 , ∙
6

Con
1,8
𝜁 =
𝑑 ,

𝑀 , = 154684,895 𝑁𝑚𝑚

56
𝑓 , è il valore caratteristico della resistenza a rifollamento del legno (per unioni con preforatura) pari
a:
𝑓 , , = 𝑓 , , = 0,082 ∙ (1 − 𝑑) ∙ 𝜌 = 29,971 𝑀𝑃𝑎

𝐹 , , = min (50,351; 22,656; 18,529) [𝑘𝑁] = 18,529 𝑘𝑁

La capacità portante del connettore è quindi pari a:

𝐹 , ,
𝐹 , , =𝑘 ∙ = 12,890 𝑘𝑁
𝛾

Per le unioni legno-calcestruzzo e per il tipo di connettore adottato, il modulo di scorrimento


istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite di esercizio, viene ricavato dalla seguente
relazione (con 𝜌 in kg/m3 e 𝑑 in mm):
𝑑
𝐾 = 0,7 ∙ 2 ∙ 𝜌 , ∙ = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚
20

Dove il fattore 0,7 tiene conto della presenza discontinua del tavolato superiore sollecitato.
Il modulo di scorrimento istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite ultimo, è ricavato
come:
2
𝐾 = 𝐾 = 5604,976 𝑁/𝑚𝑚
3

I connettori sono posti con passo di 8 cm su una lunghezza di L/4 dagli appoggi, e con passo 25 cm
nella zona centrale L/2. Essendo il passo massimo non superiore a 4 volte il passo minimo, ai fini dei
calcoli si può adottare un passo equivalente pari a:

𝑠 = 0,75 ∙ 𝑠 + 0,25 ∙ 𝑠 = 12,25 𝑐𝑚

5.2.4 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 1,866 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
𝑮𝒌𝟐 Spessore 5,00 cm
Carico 0,180 kN/m2
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Tramezzi

57
Carico 1,200 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 2,330 kN/m2

Carico variabile
𝑸𝒌
Carico 3,000 kN/m2

I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 1,195 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 1,398 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 1,800 kN/m

5.2.5 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾𝐺1 coeff. parziale carico 1,30


𝛾𝐺2 coeff. parziale carico 1,50
𝛾𝑄1 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 6,351 kN/m


SLE – RARA 4,393 kN/m
SLE – FREQUENTE 3,853 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 3,673 kN/m

Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo


riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
58
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 17,092 kNm -11,395 kNm 14,735 kN


SLE – RARA 11,824 kNm -7,882 kNm 10,193 kN
SLE – FREQUENTE 10,370 kNm -6,914 kNm 8,940 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 9,886 kNm -6,591 kNm 8,522 kN

5.2.6 Verifica agli SLU

5.2.6.1 Tempo iniziale (t = 0)

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
E [MPa] 31475,806 12600,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,081
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 29,546 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 170,454 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 169,546 𝑚𝑚
59
(𝐸𝐽) = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 6,92453𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.2.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 1,072 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 2,331 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 3,403 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 1,259 𝑀𝑃𝑎 > 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

La verifica a trazione risulta non soddisfatta, ma in questo caso tale verifica è trascurabile in quanto il
calcestruzzo lavora soltanto a compressione.

5.2.6.1.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,919 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 4,354 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

da cui la verifica a tensoflessione fornisce:


𝜎 𝜎 ,
+ = 0,357 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,526 < 𝑓 , = 1,931 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.2.6.1.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 4,076 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽)

60
5.2.6.2 Tempo finale (t = ∞)

Con il tempo a causa delle maggiori deformazioni lente nel calcestruzzo rispetto al legno, le forze
agenti tendono a migrare dal calcestruzzo al legno. In altre parole le sollecitazioni diminuiscono nel
calcestruzzo ed aumentano nel legno.
Allo stadio finale i parametri di rigidezza vengono modificati attraverso i coefficienti di viscosità dei
rispettivi materiali, come segue (𝜓 preso pari a 1 dall’EC5):

𝐾
𝐾 , = = 5254,665 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐾
𝐾 , = = 3503,110 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾
𝐸,
𝐸 , , = = 7875,00 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐸
𝐸 , = = 9538,123 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝜑

Dove 𝜑 è il coefficiente di viscosità a tempo t = ∞ preso pari a 2,3 dalla tabella 11.2 VII delle NTC2018
in riferimento ad un’umidità relativa del 55%.

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,154
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 27,528 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 172,472 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 167,528 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 4,085𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.2.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

61
𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 1,058 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 1,197 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 2,256 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,139 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.2.6.2.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,907 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 4,613 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui la verifica a tensoflessione fornisce:


𝜎 𝜎 ,
+ = 0,372 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,526 ≤ 𝑓 , = 1,448 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.2.6.2.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 4,023 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽) ,

5.2.7 Verifica SLE

5.2.7.1 Tempo iniziale (t = 0)


Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5.
La verifica della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione
caratteristica). Facendo riferimento alla Figura e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5,
adottando per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚, la rigidezza efficace è pari a:

𝛾 =1

62
1
𝛾 = = 0,117
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 39,986 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 160,014 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 179,986 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 8,030𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

La freccia istantanea dovuta ai carichi Gk a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 1,949 𝑚𝑚 ≤ = 15,467 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Mentre per i carichi variabili Qk sempre a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 1,353 𝑚𝑚 ≤ = 15,467 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,866 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 1,390 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 2,256 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,525 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,724 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 1,163 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:


63
𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,886 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,439 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.2.7.2 Tempo finale (t = ∞)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5. La verifica


della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione caratteristica).
Facendo riferimento alla Figura 5.2 e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5, adottando
per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 , = 5254,665 𝑀𝑃𝑎, la rigidezza efficace è pari a:

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,214
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 36,377 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 163,623 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 176,377 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 4,670𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

La freccia finale per i carichi Gk a tempo t = ∞ è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 3,352 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Mentre per i carichi Qk è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 2,326 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Da cui risulta:

𝐿
𝑢 =𝑢 , +𝑢 , = 5,678 𝑚𝑚 ≤ = 18,560 𝑚𝑚
250
64
Verifiche calcestruzzo

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,846 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,269 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,115 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,577 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,707 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,606 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,313 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,102 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

65
5.3 Solaio 3
5.3.1 Sezione resistente

i Interasse 60 cm
H Altezza totale 37 cm
b Base trave 15 cm
h Altezza trave 28 cm
t Spessore tavolato 3 cm
s Spessore soletta 6 cm
i-b Distanza interna travi 85 cm
Lc Lunghezza connettore 18,6 cm

5.3.2 Resistenze di calcolo

Il valore di calcolo di una proprietà del legno è calcolato dalla relazione:

𝑋
𝑋 = 𝑘 ∙
𝛾

Da cui si ottiene:
Per 𝑘 = 0,80

𝑓 , 15,448 MPa
𝑓, , 12,303 MPa
𝑓, , 0,276 MPa
𝑓, , 15,448 MPa
𝑓, , 1,379 MPa
𝑓, 1,931 MPa

Per 𝑘 = 0,60

𝑓 , 11,586 MPa
𝑓, , 9,228 MPa
𝑓, , 0,207 MPa
𝑓, , 11,586 MPa
𝑓, , 1,034 MPa
𝑓, 1,448 MPa

D’ora in avanti, per le verifiche si farà riferimento alla combinazione dei carichi che comprendono sia
le azioni permanenti (strutturali e non) e sia i carichi variabili (𝑘 = 0,80), poiché tale situazione,
nel caso oggetto di studio, risulta più gravosa rispetto a quella con i soli carichi permanenti (𝑘 =
0,60).

5.3.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori

Il valore di progetto della capacità portante del singolo connettore è pari al minore dei seguenti valori
(non si considera la resistenza caratteristica all’estrazione 𝐹 , ):

66
𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

4∙𝑀 ,
𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑∙ 2+ −1
𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

dove:
𝑀 , è il valore caratteristico del momento di snervamento del connettore che si ricava dalla seguente
espressione:
𝑑
𝑀 , = 𝜁 ∙𝑓 , ∙
6

Con
1,8
𝜁 =
𝑑 ,

𝑀 , = 154684,895 𝑁𝑚𝑚

𝑓 , è il valore caratteristico della resistenza a rifollamento del legno (per unioni con preforatura) pari
a:
𝑓 , , = 𝑓 , , = 0,082 ∙ (1 − 𝑑) ∙ 𝜌 = 29,971 𝑀𝑃𝑎

𝐹 , , = min (50,351; 22,656; 18,529) [𝑘𝑁] = 18,529 𝑘𝑁

La capacità portante del connettore è quindi pari a:

𝐹 , ,
𝐹 , , =𝑘 ∙ = 12,890 𝑘𝑁
𝛾

Per le unioni legno-calcestruzzo e per il tipo di connettore adottato, il modulo di scorrimento


istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite di esercizio, viene ricavato dalla seguente
relazione (con 𝜌 in kg/m3 e 𝑑 in mm):

,
𝑑
𝐾 = 0,7 ∙ 2 ∙ 𝜌 ∙ = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚
20

Dove il fattore 0,7 tiene conto della presenza discontinua del tavolato superiore sollecitato.
Il modulo di scorrimento istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite ultimo, è ricavato
come:

2
𝐾 = 𝐾 = 5604,976 𝑁/𝑚𝑚
3

I connettori sono posti con passo di 8 cm su una lunghezza di L/4 dagli appoggi, e con passo 25 cm
nella zona centrale L/2. Essendo il passo massimo non superiore a 4 volte il passo minimo, ai fini dei
calcoli si può adottare un passo equivalente pari a:

𝑠 = 0,75 ∙ 𝑠 + 0,25 ∙ 𝑠 = 12,25 𝑐𝑚

67
5.3.4 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 1,866 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,180 kN/m2
𝑮𝒌𝟐
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Tramezzi
Carico 1,200 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 2,330 kN/m2

Carico variabile
𝑸𝒌
Carico 3,000 kN/m2

I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 1,195 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 1,398 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 1,800 kN/m

5.3.5 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

68
Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 6,351 kN/m


SLE – RARA 4,393 kN/m
SLE – FREQUENTE 3,853 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 3,673 kN/m

Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo


riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 6,862 kNm -4,575 kNm 9,336 kN


SLE – RARA 4,747 kNm -3,165 kNm 6,458 kN
SLE – FREQUENTE 4,163 kNm -2,776 kNm 5,665 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 3,969 kNm -2,646 kNm 5,400 kN

5.3.6 Verifica agli SLU

5.3.6.1 Tempo iniziale (t = 0)

69
Calcestruzzo (1) Legno (2)
h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
E [MPa] 31475,806 12600,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,025
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 10,243 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 189,757 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 150,243 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 4,88153𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.3.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,212 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 1,327 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,539 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 1,116 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.3.6.1.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,181 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 2,480 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

70
da cui la verifica a tensoflessione fornisce:
𝜎 𝜎 ,
+ = 0,175 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,333 < 𝑓 , = 1,931 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.3.6.1.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 1,737 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽)

5.3.6.2 Tempo finale (t = ∞)

Con il tempo a causa delle maggiori deformazioni lente nel calcestruzzo rispetto al legno, le forze
agenti tendono a migrare dal calcestruzzo al legno. In altre parole le sollecitazioni diminuiscono nel
calcestruzzo ed aumentano nel legno.
Allo stadio finale i parametri di rigidezza vengono modificati attraverso i coefficienti di viscosità dei
rispettivi materiali, come segue (𝜓 preso pari a 1 dall’EC5):

𝐾
𝐾 , = = 5254,665 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐾
𝐾 , = = 3503,110 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾
𝐸,
𝐸 , , = = 7875,00 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐸
𝐸 , = = 9538,123 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝜑

Dove 𝜑 è il coefficiente di viscosità a tempo t = ∞ preso pari a 2,3 dalla tabella 11.2 VII delle NTC2018
in riferimento ad un’umidità relativa del 55%.

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

71
𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,051
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 9,989 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 190,011 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 149,989 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 2,925𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.3.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,215 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,671 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 0,887 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,456 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.3.6.2.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,185 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 2,587 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui la verifica a tensoflessione fornisce:


𝜎 𝜎 ,
+ = 0,182 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

72
3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,333 < 𝑓 , = 1,448 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.3.6.2.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 1,767 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽) ,

5.3.7 Verifica SLE

5.3.7.1 Tempo iniziale (t = 0)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5.


La verifica della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione
caratteristica). Facendo riferimento alla Figura e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5,
adottando per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚, la rigidezza efficace è pari a:

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,037
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 14,809 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 185,191 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 154,809 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 5,365𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

La freccia istantanea dovuta ai carichi Gk a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 0,470 𝑚𝑚 ≤ = 9,800 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Mentre per i carichi variabili Qk sempre a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 0,326 𝑚𝑚 ≤ = 9,800 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,193 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,
73
𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 0,836 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,028 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,643 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,161 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 0,699 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 0,860 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,538 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.3.7.2 Tempo finale (t = ∞)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5. La verifica


della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione caratteristica).
Facendo riferimento alla Figura 5.2 e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5, adottando
per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 , = 5254,665 𝑀𝑃𝑎, la rigidezza efficace è pari a:

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,074
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 14,284 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 185,716 𝑚𝑚
74
𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 154,284 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 3,209𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

La freccia finale per i carichi Gk a tempo t = ∞ è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 0,786 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Mentre per i carichi Qk è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 0,546 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Da cui risulta:

𝐿
𝑢 =𝑢 , +𝑢 , = 1,332 𝑚𝑚 ≤ = 11,760 𝑚𝑚
250

Verifiche calcestruzzo

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,194 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,392 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 0,586 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,198 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,162 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,354 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 0,516 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,192 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

75
5.3.8 Cordolo di piano

Come disposto dalle NTC2018 al paragrafo 7.8.6.1 è prevista la realizzazione di un cordolo continuo in
calcestruzzo all’intersezione tra solaio e parete in muratura. Tale cordolo deve avere un’altezza
minima pari almeno a quella del solaio e una larghezza almeno pari a quella della muratura. L’area di
armatura corrente non deve essere inferiore a 8 cm2 e le staffe devono avere diametro non inferiore a
6 mm e interasse non superiore a 250 mm.
Per quanto riguarda il piano secondo, viene disposto un cordolo continuo in calcestruzzo con una
sezione di base 𝑏 = 35 𝑐𝑚 e altezza ℎ = 47𝑐𝑚, armato con 4Ø14 e staffe Ø8/25.

76
5.4 Solaio Sottotetto 1

5.4.1 Sezione resistente

Il solaio ha una luce 𝐿 = 7,7 𝑚.

i Interasse 60 cm
H Altezza totale 37 cm
b Base trave 15 cm
h Altezza trave 28 cm
t Spessore tavolato 3 cm
s Spessore soletta 6 cm
i-b Distanza interna travi 85 cm
Lc Lunghezza connettore 18,6 cm

5.4.2 Resistenze di calcolo

Il valore di calcolo di una proprietà del legno è calcolato dalla relazione:

𝑋
𝑋 = 𝑘 ∙
𝛾

Da cui si ottiene:
Per 𝑘 = 0,80

𝑓 , 15,448 MPa
𝑓, , 12,303 MPa
𝑓, , 0,276 MPa
𝑓, , 15,448 MPa
𝑓, , 1,379 MPa
𝑓, 1,931 MPa

Per 𝑘 = 0,60

𝑓 , 11,586 MPa
𝑓, , 9,228 MPa
𝑓, , 0,207 MPa
𝑓, , 11,586 MPa
𝑓, , 1,034 MPa
𝑓, 1,448 MPa

D’ora in avanti, per le verifiche si farà riferimento alla combinazione dei carichi che comprendono sia
le azioni permanenti (strutturali e non) e sia i carichi variabili (𝑘 = 0,80), poiché tale situazione,
nel caso oggetto di studio, risulta più gravosa rispetto a quella con i soli carichi permanenti (𝑘 =
0,60).

77
5.4.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori

Il valore di progetto della capacità portante del singolo connettore è pari al minore dei seguenti valori
(non si considera la resistenza caratteristica all’estrazione 𝐹 , ):

𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

4∙𝑀 ,
𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑∙ 2+ −1
𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

dove:
𝑀 , è il valore caratteristico del momento di snervamento del connettore che si ricava dalla seguente
espressione:
𝑑
𝑀 , = 𝜁 ∙𝑓 , ∙
6

Con
1,8
𝜁 =
𝑑 ,

𝑀 , = 154684,895 𝑁𝑚𝑚

𝑓 , è il valore caratteristico della resistenza a rifollamento del legno (per unioni con preforatura) pari
a:
𝑓 , , = 𝑓 , , = 0,082 ∙ (1 − 𝑑) ∙ 𝜌 = 29,971 𝑀𝑃𝑎

𝐹 , , = min (50,351; 22,656; 18,529) [𝑘𝑁] = 18,529 𝑘𝑁

La capacità portante del connettore è quindi pari a:

𝐹 , ,
𝐹 , , =𝑘 ∙ = 12,890 𝑘𝑁
𝛾

Per le unioni legno-calcestruzzo e per il tipo di connettore adottato, il modulo di scorrimento


istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite di esercizio, viene ricavato dalla seguente
relazione (con 𝜌 in kg/m3 e 𝑑 in mm):

,
𝑑
𝐾 = 0,7 ∙ 2 ∙ 𝜌 ∙ = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚
20

Dove il fattore 0,7 tiene conto della presenza discontinua del tavolato superiore sollecitato.
Il modulo di scorrimento istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite ultimo, è ricavato
come:

2
𝐾 = 𝐾 = 5604,976 𝑁/𝑚𝑚
3

I connettori sono posti con passo di 8 cm su una lunghezza di L/4 dagli appoggi, e con passo 25 cm
nella zona centrale L/2. Essendo il passo massimo non superiore a 4 volte il passo minimo, ai fini dei
calcoli si può adottare un passo equivalente pari a:

𝑠 = 0,75 ∙ 𝑠 + 0,25 ∙ 𝑠 = 12,25 𝑐𝑚

78
5.4.4 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 1,866 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
Spessore 5,00 cm
𝑮𝒌𝟐
Carico 0,180 kN/m2
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 1,330 kN/m2

Carico variabile
𝑸𝒌
Carico 2,000 kN/m2

I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 1,195 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 0,678 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 1,800 kN/m

5.4.5 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

79
Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 5,271 kN/m


SLE – RARA 3,673 kN/m
SLE – FREQUENTE 3,133 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 2,953 kN/m

Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo


riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 39,066 kNm -26,044 kNm 20,294 kN


SLE – RARA 27,225 kNm -18,150 kNm 14,143 kN
SLE – FREQUENTE 23,223 kNm -15,482 kNm 12,064 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 21,889 kNm -14,593 kNm 11,371 kN

5.4.6 Verifica agli SLU

5.4.6.1 Tempo iniziale (t = 0)

80
Calcestruzzo (1) Legno (2)
h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
E [MPa] 31475,806 12600,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,151
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 48,785 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 151,215 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 188,785 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 8,96082𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.4.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 3,126 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 4,117 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 7,243 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,990 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.4.6.1.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 2,680 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 7,690 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

81
da cui la verifica a tensoflessione fornisce:
𝜎 𝜎 ,
+ = 0,716 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,725 < 𝑓 , = 1,931 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.4.6.1.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 9,794 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽)

5.4.6.2 Tempo finale (t = ∞)

Con il tempo a causa delle maggiori deformazioni lente nel calcestruzzo rispetto al legno, le forze
agenti tendono a migrare dal calcestruzzo al legno. In altre parole le sollecitazioni diminuiscono nel
calcestruzzo ed aumentano nel legno.
Allo stadio finale i parametri di rigidezza vengono modificati attraverso i coefficienti di viscosità dei
rispettivi materiali, come segue (𝜓 preso pari a 1 dall’EC5):

𝐾
𝐾 , = = 5254,665 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐾
𝐾 , = = 3503,110 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾
𝐸,
𝐸 , , = = 7875,00 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐸
𝐸 , = = 9538,123 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝜑

Dove 𝜑 è il coefficiente di viscosità a tempo t = ∞ preso pari a 2,3 dalla tabella 11.2 VII delle NTC2018
in riferimento ad un’umidità relativa del 55%.

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

82
𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,268
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 43,518 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 156,482 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 183,518 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 5,143𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.4.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 3,037 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 2,174 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 5,211 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,864 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.4.6.2.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 2,603 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 8,375 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui la verifica a tensoflessione fornisce:


𝜎 𝜎 ,
+ = 0,182 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

83
3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,725 < 𝑓 , = 1,448 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.4.6.2.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 9,514 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽) ,

5.4.7 Verifica agli SLE

5.4.7.1 Tempo iniziale (t = 0)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5.


La verifica della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione
caratteristica). Facendo riferimento alla Figura e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5,
adottando per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚, la rigidezza efficace è pari a:

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,210
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 62,072 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 137,928 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 202,072 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 1,03671𝐸 + 13 𝑁𝑚𝑚

La freccia istantanea dovuta ai carichi Gk a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 8,272 𝑚𝑚 ≤ = 25,667 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Mentre per i carichi variabili Qk sempre a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 7,947 𝑚𝑚 ≤ = 25,667 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 2,396 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,
84
𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 2,480 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 4,876 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,084 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 1,927 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 1,994 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 3,920 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,067 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.4.7.2 Tempo finale (t = ∞)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5. La verifica


della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione caratteristica).
Facendo riferimento alla Figura 5.2 e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5, adottando
per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 , = 5254,665 𝑀𝑃𝑎, la rigidezza efficace è pari a:

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,354
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 53,788 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 146,212 𝑚𝑚
85
𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 193,788 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 5,822𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

La freccia finale per i carichi Gk a tempo t = ∞ è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 14,729 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Mentre per i carichi Qk è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 14,151 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Da cui risulta:
𝐿
𝑢 =𝑢 , +𝑢 , = 28,881 𝑚𝑚 ≤ = 30,800 𝑚𝑚
250

Verifiche calcestruzzo

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 2,311 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,181 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 2,491 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 2,130 𝑀𝑃𝑎 > 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

La verifica a trazione risulta non soddisfatta, ma in questo caso tale verifica è trascurabile in quanto il
calcestruzzo lavora soltanto a compressione.
Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 1,858 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 1,076 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 2,934 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,782 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

86
5.5 Solaio Sottotetto 2
5.5.1 Sezione resistente

Il solaio ha una luce 𝐿 = 4,64 𝑚.

i Interasse 60 cm
H Altezza totale 37 cm
b Base trave 15 cm
h Altezza trave 28 cm
t Spessore tavolato 3 cm
s Spessore soletta 6 cm
i-b Distanza interna travi 85 cm
Lc Lunghezza connettore 18,6 cm

5.5.2 Resistenze di calcolo

Il valore di calcolo di una proprietà del legno è calcolato dalla relazione:

𝑋
𝑋 = 𝑘 ∙
𝛾

Da cui si ottiene:
Per 𝑘 = 0,80

𝑓 , 15,448 MPa
𝑓, , 12,303 MPa
𝑓, , 0,276 MPa
𝑓, , 15,448 MPa
𝑓, , 1,379 MPa
𝑓, 1,931 MPa

Per 𝑘 = 0,60

𝑓 , 11,586 MPa
𝑓, , 9,228 MPa
𝑓, , 0,207 MPa
𝑓, , 11,586 MPa
𝑓, , 1,034 MPa
𝑓, 1,448 MPa

D’ora in avanti, per le verifiche si farà riferimento alla combinazione dei carichi che comprendono sia
le azioni permanenti (strutturali e non) e sia i carichi variabili (𝑘 = 0,80), poiché tale situazione,
nel caso oggetto di studio, risulta più gravosa rispetto a quella con i soli carichi permanenti (𝑘 =
0,60).

87
5.5.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori

Il valore di progetto della capacità portante del singolo connettore è pari al minore dei seguenti valori
(non si considera la resistenza caratteristica all’estrazione 𝐹 , ):

𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

4∙𝑀 ,
𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑∙ 2+ −1
𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

dove:
𝑀 , è il valore caratteristico del momento di snervamento del connettore che si ricava dalla seguente
espressione:
𝑑
𝑀 , = 𝜁 ∙𝑓 , ∙
6

Con
1,8
𝜁 =
𝑑 ,

𝑀 , = 154684,895 𝑁𝑚𝑚

𝑓 , è il valore caratteristico della resistenza a rifollamento del legno (per unioni con preforatura) pari
a:
𝑓 , , = 𝑓 , , = 0,082 ∙ (1 − 𝑑) ∙ 𝜌 = 29,971 𝑀𝑃𝑎

𝐹 , , = min (50,351; 22,656; 18,529) [𝑘𝑁] = 18,529 𝑘𝑁

La capacità portante del connettore è quindi pari a:

𝐹 , ,
𝐹 , , =𝑘 ∙ = 12,890 𝑘𝑁
𝛾

Per le unioni legno-calcestruzzo e per il tipo di connettore adottato, il modulo di scorrimento


istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite di esercizio, viene ricavato dalla seguente
relazione (con 𝜌 in kg/m3 e 𝑑 in mm):

,
𝑑
𝐾 = 0,7 ∙ 2 ∙ 𝜌 ∙ = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚
20

Dove il fattore 0,7 tiene conto della presenza discontinua del tavolato superiore sollecitato.
Il modulo di scorrimento istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite ultimo, è ricavato
come:

2
𝐾 = 𝐾 = 5604,976 𝑁/𝑚𝑚
3

I connettori sono posti con passo di 8 cm su una lunghezza di L/4 dagli appoggi, e con passo 25 cm
nella zona centrale L/2. Essendo il passo massimo non superiore a 4 volte il passo minimo, ai fini dei
calcoli si può adottare un passo equivalente pari a:

𝑠 = 0,75 ∙ 𝑠 + 0,25 ∙ 𝑠 = 12,25 𝑐𝑚

88
5.5.4 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 1,866 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
Spessore 5,00 cm
𝑮𝒌𝟐
Carico 0,180 kN/m2
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 1,330 kN/m2

Carico variabile
𝑸𝒌
Carico 2,000 kN/m2

I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 1,195 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 0,678 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 1,800 kN/m

5.5.5 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

89
Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 5,271 kN/m


SLE – RARA 3,673 kN/m
SLE – FREQUENTE 3,133 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 2,953 kN/m

Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo


riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 14,186 kNm -9,457 kNm 12,229 kN


SLE – RARA 9,886 kNm -6,591 kNm 8,522 kN
SLE – FREQUENTE 8,433 kNm -5,622 kNm 7,270 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 7,948 kNm -5,299 kNm 6,852 kN

90
5.5.6 Verifica agli SLU

5.5.6.1 Tempo iniziale (t = 0)

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
E [MPa] 31475,806 12600,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,061
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 22,944 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 177,056 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 162,944 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 6,22579𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.5.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,769 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

91
𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 2,152 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 2,920 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 1,383 𝑀𝑃𝑎 > 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

La verifica a trazione risulta non soddisfatta, ma in questo caso tale verifica è trascurabile in quanto il
calcestruzzo lavora soltanto a compressione.

5.5.6.1.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,659 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 4,019 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

da cui la verifica a tensoflessione fornisce:


𝜎 𝜎 ,
+ = 0,314 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,437 < 𝑓 , = 1,931 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.5.6.1.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 3,995 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽)

5.5.6.2 Tempo finale (t = ∞)

Con il tempo a causa delle maggiori deformazioni lente nel calcestruzzo rispetto al legno, le forze
agenti tendono a migrare dal calcestruzzo al legno. In altre parole le sollecitazioni diminuiscono nel
calcestruzzo ed aumentano nel legno.
Allo stadio finale i parametri di rigidezza vengono modificati attraverso i coefficienti di viscosità dei
rispettivi materiali, come segue (𝜓 preso pari a 1 dall’EC5):

𝐾
𝐾 , = = 5254,665 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐾
𝐾 , = = 3503,110 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾
92
𝐸,
𝐸 , , = = 7875,00 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐸
𝐸 , = = 9538,123 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝜑

Dove 𝜑 è il coefficiente di viscosità a tempo t = ∞ preso pari a 2,3 dalla tabella 11.2 VII delle NTC2018
in riferimento ad un’umidità relativa del 55%.

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,117
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 21,708 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 178,292 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 161,708 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 3,700𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.5.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,765 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 1,097 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,862 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,332 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

93
5.5.6.2.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,655 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 4,227 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui la verifica a tensoflessione fornisce:


𝜎 𝜎 ,
+ = 0,327 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,437 < 𝑓 , = 1,448 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.5.6.2.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 3,975 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽) ,

5.5.7 Verifica SLE

5.5.7.1 Tempo iniziale (t = 0)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5.


La verifica della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione
caratteristica). Facendo riferimento alla Figura e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5,
adottando per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚, la rigidezza efficace è pari a:

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,088
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 31,745 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 168,255 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 171,745 𝑚𝑚

94
(𝐸𝐽) , = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 7,157𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

La freccia istantanea dovuta ai carichi Gk a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 1,580 𝑚𝑚 ≤ = 15,467 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Mentre per i carichi variabili Qk sempre a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 1,518 𝑚𝑚 ≤ = 15,467 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,645 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 1,304 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,949 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,660 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,518 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 1,049 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,567 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,530 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.5.7.2 Tempo finale (t = ∞)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5. La verifica


della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione caratteristica).
Facendo riferimento alla Figura 5.2 e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5, adottando
per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 , = 5254,665 𝑀𝑃𝑎, la rigidezza efficace è pari a:

95
Calcestruzzo (1) Legno (2)
h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,166
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 29,427 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 170,573 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 169,427 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 4,211𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

La freccia finale per i carichi Gk a tempo t = ∞ è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 2,685 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Mentre per i carichi Qk è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 2,580 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Da cui risulta:

𝐿
𝑢 =𝑢 , +𝑢 , = 5,266 𝑚𝑚 ≤ = 18,560 𝑚𝑚
250

Verifiche calcestruzzo

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,635 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

96
𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,250 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 0,885 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,385 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,510 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,540 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,051 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,030 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.6 Solaio Sottotetto 3

5.6.1 Sezione resistente

Il solaio ha una luce 𝐿 = 3,61 𝑚.

i Interasse 60 cm
H Altezza totale 37 cm
b Base trave 15 cm
h Altezza trave 28 cm
t Spessore tavolato 3 cm
s Spessore soletta 6 cm
i-b Distanza interna travi 85 cm
Lc Lunghezza connettore 18,6 cm

5.6.2 Resistenze di calcolo

Il valore di calcolo di una proprietà del legno è calcolato dalla relazione:

𝑋
𝑋 = 𝑘 ∙
𝛾

97
Da cui si ottiene:
Per 𝑘 = 0,80

𝑓 , 15,448 MPa
𝑓, , 12,303 MPa
𝑓, , 0,276 MPa
𝑓, , 15,448 MPa
𝑓, , 1,379 MPa
𝑓, 1,931 MPa

Per 𝑘 = 0,60

𝑓 , 11,586 MPa
𝑓, , 9,228 MPa
𝑓, , 0,207 MPa
𝑓, , 11,586 MPa
𝑓, , 1,034 MPa
𝑓, 1,448 MPa

D’ora in avanti, per le verifiche si farà riferimento alla combinazione dei carichi che comprendono sia
le azioni permanenti (strutturali e non) e sia i carichi variabili (𝑘 = 0,80), poiché tale situazione,
nel caso oggetto di studio, risulta più gravosa rispetto a quella con i soli carichi permanenti (𝑘 =
0,60).

5.6.3 Capacità portante e rigidezza dei connettori

Il valore di progetto della capacità portante del singolo connettore è pari al minore dei seguenti valori
(non si considera la resistenza caratteristica all’estrazione 𝐹 , ):

𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

4∙𝑀 ,
𝐹 , , = 𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑∙ 2+ −1
𝑓 , ∙𝐿 ∙𝑑

dove:
𝑀 , è il valore caratteristico del momento di snervamento del connettore che si ricava dalla seguente
espressione:
𝑑
𝑀 , = 𝜁 ∙𝑓 , ∙
6

Con
1,8
𝜁 =
𝑑 ,

𝑀 , = 154684,895 𝑁𝑚𝑚

𝑓 , è il valore caratteristico della resistenza a rifollamento del legno (per unioni con preforatura) pari
a:
𝑓 , , = 𝑓 , , = 0,082 ∙ (1 − 𝑑) ∙ 𝜌 = 29,971 𝑀𝑃𝑎

𝐹 , , = min (50,351; 22,656; 18,529) [𝑘𝑁] = 18,529 𝑘𝑁

98
La capacità portante del connettore è quindi pari a:

𝐹 , ,
𝐹 , , =𝑘 ∙ = 12,890 𝑘𝑁
𝛾

Per le unioni legno-calcestruzzo e per il tipo di connettore adottato, il modulo di scorrimento


istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite di esercizio, viene ricavato dalla seguente
relazione (con 𝜌 in kg/m3 e 𝑑 in mm):

,
𝑑
𝐾 = 0,7 ∙ 2 ∙ 𝜌 ∙ = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚
20

Dove il fattore 0,7 tiene conto della presenza discontinua del tavolato superiore sollecitato.
Il modulo di scorrimento istantaneo 𝐾 , sotto l’azione dei carichi allo stato limite ultimo, è ricavato
come:

2
𝐾 = 𝐾 = 5604,976 𝑁/𝑚𝑚
3

I connettori sono posti con passo di 8 cm su una lunghezza di L/4 dagli appoggi, e con passo 25 cm
nella zona centrale L/2. Essendo il passo massimo non superiore a 4 volte il passo minimo, ai fini dei
calcoli si può adottare un passo equivalente pari a:

𝑠 = 0,75 ∙ 𝑠 + 0,25 ∙ 𝑠 = 12,25 𝑐𝑚

5.6.4 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 1,866 kN/m2
Massetto
Peso specifico 15,00 kN/m3
Spessore 5,00 cm
Carico 0,750 kN/m2
Isolamento
Peso specifico 3,60 kN/m3
Spessore 5,00 cm
𝑮𝒌𝟐
Carico 0,180 kN/m2
Piastrelle
Peso specifico 20,00 kN/m3
Spessore 1,00 cm
Carico 0,200 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 1,330 kN/m2

Carico variabile
𝑸𝒌
Carico 2,000 kN/m2

99
I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 1,195 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 0,678 kN/m
𝑸𝒌 Carico variabile 1,800 kN/m

5.6.5 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi:

SLU 5,271 kN/m


SLE – RARA 3,673 kN/m
SLE – FREQUENTE 3,133 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 2,953 kN/m

Come indicato precedentemente si calcolano le sollecitazioni a cui il solaio è sottoposto facendo


riferimento ai casi limite di appoggio perfetto ed incastro perfetto.
Si riportano di seguito i risultati ottenuti:

𝑴𝑬𝒅 𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 8,587 kNm -5,724 kNm 9,514 kN


SLE – RARA 5,984 kNm -3,989 kNm 6,631 kN
SLE – FREQUENTE 5,104 kNm -3,403 kNm 5,656 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 4,811 kNm -3,208 kNm 5,331 kN

100
5.6.6 Verifica agli SLU

5.6.6.1 Tempo iniziale (t = 0)

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
E [MPa] 31475,806 12600,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,038
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 14,877 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 185,123 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 154,877 𝑚𝑚
(𝐸𝐽) = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 5,37191𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.6.6.1.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,350 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

101
𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 1,509 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,859 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 1,160 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.6.6.1.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,300 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 2,820 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽)

da cui la verifica a tensoflessione fornisce:


𝜎 𝜎 ,
+ = 0,207 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,340 < 𝑓 , = 1,931 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.6.6.1.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 2,336 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽)

5.6.6.2 Tempo finale (t = ∞)

Con il tempo a causa delle maggiori deformazioni lente nel calcestruzzo rispetto al legno, le forze
agenti tendono a migrare dal calcestruzzo al legno. In altre parole le sollecitazioni diminuiscono nel
calcestruzzo ed aumentano nel legno.
Allo stadio finale i parametri di rigidezza vengono modificati attraverso i coefficienti di viscosità dei
rispettivi materiali, come segue (𝜓 preso pari a 1 dall’EC5):

𝐾
𝐾 , = = 5254,665 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

𝐾
𝐾 , = = 3503,110 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾
𝐸,
𝐸 , , = = 7875,00 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝐾

102
𝐸
𝐸 , = = 9538,123 𝑀𝑃𝑎
1+𝜓 ∙𝜑

Dove 𝜑 è il coefficiente di viscosità a tempo t = ∞ preso pari a 2,3 dalla tabella 11.2 VII delle NTC2018
in riferimento ad un’umidità relativa del 55%.

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,074
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 14,347 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 185,653 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 154,347 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 3,213𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

5.6.6.2.1 Verifica lato calcestruzzo

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,352 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,765 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,117 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,412 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.6.6.2.2 Verifica lato legno

Le tensioni normali indicate in Figura sono calcolate con le seguenti formule:

103
𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,302 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 2,946 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui la verifica a tensoflessione fornisce:


𝜎 𝜎 ,
+ = 0,215 < 1
𝑓, , 𝑓 ,

La massima tensione tangenziale è stata calcolata, per semplicità e a favore di sicurezza, attribuendo
tutto il taglio all’anima della trave in legno, ed è pari a:

3 𝑉
𝜏 , = ∙ = 0,340 < 𝑓 , = 1,448 𝑀𝑃𝑎
2 𝑏 ∙ℎ

5.6.6.2.3 Verifica connettori

Lo sforzo agente sul connettore e la relativa verifica è pari a:

𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 ∙𝑠
𝐹, = ∙𝑉 = 2,354 𝑘𝑁 ≤ 𝐹 , = 12,890 𝑘𝑁
(𝐸𝐽) ,

5.6.7 Verifica agli SLE

5.6.7.1 Tempo iniziale (t = 0)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5.


La verifica della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione
caratteristica). Facendo riferimento alla Figura e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5,
adottando per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 = 8407,463 𝑁/𝑚𝑚, la rigidezza efficace è pari a:

𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,055
𝜋 ∙𝐸 ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 21,160 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 178,840 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 161,160 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , = (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) + (𝐸 ∙ 𝐽 + 𝛾 ∙ 𝐸 ∙ 𝐴 ∙ 𝑎 ) = 6,037𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

La freccia istantanea dovuta ai carichi Gk a tempo t = 0 è pari a:

104
5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 0,686 𝑚𝑚 ≤ = 12,033 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Mentre per i carichi variabili Qk sempre a tempo t = 0 è pari a:

5 𝑞 , ∙𝐿 𝐿
𝑢 , = ∙ = 0,659 𝑚𝑚 ≤ = 12,033 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , 300

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,308 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 0,936 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,244 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,628 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 = 𝛾 ∙𝐸 ∙𝑎 ∙ = 0,248 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 ∙ ℎ ∙ = 0,753 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 1,000 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,505 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.6.7.2 Tempo finale (t = ∞)

Per le verifiche si adottano le formulazioni riportate nell’appendice B dell’Eurocodice 5. La verifica


della freccia istantanea è condotta con la combinazione di carico rara (combinazione caratteristica).
Facendo riferimento alla Figura 5.2 e alla formulazione dell’Appendice B dell’Eurocodice 5, adottando
per il modulo di scorrimento il valore 𝐾 , = 5254,665 𝑀𝑃𝑎, la rigidezza efficace è pari a:

Calcestruzzo (1) Legno (2)


h [mm] 60,00 280,00
b [mm] 600,00 150,00
A [mm2] 36000,00 42000,00
J [mm4] 10800000,00 274400000,00
Eꚙ [MPa] 9538,123 7875,00

105
𝛾 =1

1
𝛾 = = 0,108
𝜋 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑠
1+
𝐾 ∙𝐿

𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 ∙ (ℎ + ℎ + 2 ∙ ℎ )
𝑎 = = 20,105 𝑚𝑚
2 ∙ (𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 + 𝛾 ∙ 𝐸 , ∙ 𝐴 )

ℎ ℎ
𝑎 +𝑎 = + + ℎ = 200 𝑚𝑚
2 2

𝑎 = 𝑎 − 200 = 179,895 𝑚𝑚

𝑦 = 𝐻 − (𝑎 + 0,5 ∙ ℎ ) = 160,105 𝑚𝑚

(𝐸𝐽) , , = 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 + 𝐸 , ∙𝐽 +𝛾 ∙𝐸 , ∙𝐴 ∙𝑎 = 3,594𝐸 + 12 𝑁𝑚𝑚

La freccia finale per i carichi Gk a tempo t = ∞ è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 1,153 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Mentre per i carichi Qk è pari a:

5 𝑞 ∙𝐿
𝑢 , = ∙ = 1,108 𝑚𝑚
384 (𝐸𝐽) , ,

Da cui risulta:

𝐿
𝑢 =𝑢 , +𝑢 , = 2,260 𝑚𝑚 ≤ = 14,440 𝑚𝑚
250

Verifiche calcestruzzo

Adottando i parametri ricavati per la verifica di deformabilità del solaio e procedendo come per le
verifiche allo SLU, la massima tensione di compressione del calcestruzzo in esercizio nelle
combinazioni rara è pari a:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,308 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,292 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 0,600 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,015 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

106
Per la combinazione quasi permanente, si ha:

𝑀
𝜎 =𝛾 ∙𝐸 , ∙𝑎 ∙ = 0,247 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

𝑀
𝜎 , = 0,5 ∙ 𝐸 , ∙ℎ ∙ = 0,383 𝑀𝑃𝑎
(𝐸𝐽) , ,

da cui si ricavano le seguenti tensioni normali per le verifiche:

𝜎 , =𝜎 +𝜎 , = 0,630 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 14,167 𝑀𝑃𝑎

𝜎 , = 𝜎 −𝜎 , = 0,136 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 = 1,197 𝑀𝑃𝑎

5.6.8 Cordolo di piano

Come disposto dalle NTC2018 al paragrafo 7.8.6.1 è prevista la realizzazione di un cordolo continuo in
calcestruzzo all’intersezione tra solaio e parete in muratura. Tale cordolo deve avere un’altezza
minima pari almeno a quella del solaio e una larghezza almeno pari a quella della muratura. L’area di
armatura corrente non deve essere inferiore a 8 cm2 e le staffe devono avere diametro non inferiore a
6 mm e interasse non superiore a 250 mm.
Per quanto riguarda il piano secondo, viene disposto un cordolo continuo in calcestruzzo con una
sezione di base 𝑏 = 35 𝑐𝑚 e altezza ℎ = 47𝑐𝑚, armato con 4Ø14 e staffe Ø8/25.

107
6. Solaio di copertura in legno massiccio

Il solaio di copertura è composto in elementi in legno massiccio. Tali elementi sono i travetti, le travi di
colmo, le travi di displuvio e le capriate. I travetti sostengono, inoltre, un tavolato in legno, su cui
vengono svolte le verifiche.
La copertura prevede uno strato di ventilazione per migliorare il comportamento termico dell’edificio.
Essa è composta, nell’ordine partendo dall’estradosso, da:

1 Coppi rossi

2 Listelli d’areazione

3 Guaina di impermeabilizzazione

4 Isolamento termico

5 Tavolato

6 Travetto in legno massiccio

Nel progetto sarà effettuato il dimensionamento e la verifica del tavolato inferiore, del travetto e delle
travi maggiormente sollecitate.

6.1 Tavolato
Si è scelto un legno massiccio di latifoglie classe D30 secondo la EN338, delle seguenti dimensioni:

𝐻 Altezza tavolato 0,04 m


𝐵 Larghezza tavolato 0,20 m
𝐿 Luce tavolato (interasse) 1,00 m
𝐴 Area sezione 80,00 m2
𝑊 Modulo di resistenza 53,33 m3
𝐽 Momento d’inerzia 106,667 m4
𝛾 Massa volumica 6,28 kN/m3
𝐺 Peso proprio 0,251 kN/m2

108
Le caratteristiche tecniche del tavolato vengono di seguito riportate:

Per 𝑘 = 0,70

𝑓 , 30,00 MPa
𝑓, , 18,00 MPa
𝑓, , 0,60 MPa
𝑓, , 24,00 MPa
𝑓, , 5,30 MPa
𝑓, 3,90 MPa
𝐸, 11000,00 MPa
𝐸, 9200,00 MPa
𝐸 , 730,00 MPa
𝐺 690,00 MPa
𝜌 530,00 kg/m3
𝜌 640,00 kg/m3
𝛾 1,50
𝑓 , , 14,00 MPa
𝑓, 1,820 MPa
𝑘 0,80

6.1.1 Analisi dei carichi

Peso proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 0,251 kN/m2
Coppi
Carico 0,600 kN/m2
Impermeabilizzazione
Carico 0,300 kN/m2
Barriera al vapore
Carico 0,100 kN/m2
𝑮𝒌𝟐
Listelli
Carico 0,625 kN/m2
Isolamento
Carico 0,080 kN/m2
Peso proprio non strutturale

Carico 1,705 kN/m2

Carico variabile neve


𝑸𝒌𝟏
Carico 1,331 kN/m2

Carico variabile manutenzione

Carico 0,500 kN/m2


𝑸𝒌𝟐
Carico concentrato manutenzione

Carico 1,200 kN

109
I carichi agenti sulla singola tavola sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 0,050 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 0,341 kN/m
𝑸𝒌𝟏 Carico variabile neve 0,266 kN/m
𝑸𝒌𝟐 Carico variabile manutenzione 0,100 kN/m

6.1.2 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione 0,70


𝜓 , coeff. di combinazione 0,70
𝜓 , coeff. di combinazione 0,60

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi per il carico variabile neve:

SLU 0,976 kN/m


SLE – RARA 0,657 kN/m
SLE – FREQUENTE 0,444 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 0,391 kN/m

E ai seguenti carichi per il carico variabile manutenzione:

SLU 0,727 kN/m


SLE – RARA 0,491 kN/m
SLE – FREQUENTE 0,391 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 0,391 kN/m

110
6.1.3 Verifica agli SLU

6.1.3.1 Flessione

Si calcolano le sollecitazioni a cui il tavolato è sottoposto facendo riferimento al caso limite di semplice
appoggio.

1
𝑀 = 𝑞𝑙 = 0,1220 𝑘𝑁𝑚
8

La tensione massima a flessione è dunque pari a:

𝑀
𝑓 , = = 2,288 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 , , = 14,00 𝑀𝑃𝑎
𝑊

Il tavolato risulta dunque verificato a flessione.

6.1.3.2 Taglio

Lo sforzo di taglio massimo, sempre in riferimento allo schema statico ipotizzato, è pari a:

𝑞𝑙
𝑉 , = = 0,488 𝑘𝑁
2

La tensione tangenziale massima è pari a:

3𝑉 ,
𝑓, = = 0,0915 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 , = 1,820 𝑀𝑃𝑎
2 𝐴

Il tavolato risulta dunque verificato a taglio.

6.1.3.3 Punzonamento

La verifica a punzonamento è necessaria per cautelarsi dal collasso rispetto ai carichi concentrati.

𝑄 ,
𝑄 Carico = 0,60 𝑘𝑁
2
𝑙 Base di impronta 0,05 m

𝑎 Area di impronta 0,20 m2

𝑄
𝑓, Tensione di taglio = 0,15 𝑀𝑃𝑎

𝑎∙
2

𝑓, = 0,15 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 , = 1,820 𝑀𝑃𝑎

Anche la verifica a punzonamento risulta soddisfatta.

111
6.1.4 Verifica agli SLE

6.1.4.1 Deformabilità

La verifica della deformabilità consiste nell’accertare che la freccia massima della trave rientri nei
limiti di usabilità della struttura. In particolare, per solai in generale, la normativa prescrive:

𝐿
𝑓 = = 3,33 𝑚𝑚
300

Il modulo elastico del materiale utilizzato per l’elemento strutturale è pari a:


𝐸, = 11000,00 𝑀𝑃𝑎

Il modulo elastico deve essere modificato in accordo alle prescrizioni del paragrafo 4.4.7 delle
NTC2008:

1
𝐸 , , = ∙𝐸 , = 6111,11 𝑀𝑃𝑎
(1 + 𝐾 )

La freccia massima per carichi istantanei è pari a:

5 𝑞 ∙𝑙
𝑓 = ∙ = 0,7296 𝑚𝑚
384 𝐸 , ∙𝐽

La freccia massima per carichi di lungo periodo è pari a:

5 𝑞 ∙𝑙
𝑓 = ∙ = 1,3132 𝑚𝑚
384 𝐸 , , ∙𝐽

𝑓 = max(𝑓 ; 𝑓 ) = 1,3132 𝑚𝑚 ≤ 𝑓 = 3,33 𝑚𝑚

Risulta soddisfatta anche la verifica di deformabilità.

6.2 Travetto
Si è scelto un legno massiccio di Abete Rosso di classe C24-S1 secondo la EN338, delle seguenti
dimensioni:

𝑖 Interasse travetti 1.00 m


𝛼 Inclinazione travetti 17.00°
𝐿 Proiezione prima campata 5.000 m
𝐿 Proiezione seconda campata 1.400 m
𝐿 , Lunghezza prima campata 5.2285 m
𝐿 , Lunghezza seconda campata 1.4640 m
𝐵 Larghezza sezione 160.000 mm
𝐻 Altezza sezione 240.000 mm
𝐴 Area sezione 38400 mm2
𝑊 Modulo di resistenza 1536000 mm3
𝐽 Momento di inerzia 184320000mm4

112
6.2.1 Analisi dei carichi

I carichi gravanti sul travetto sono:

Peso Proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 0,143 kN/m
Coppi
Carico 0,600 kN/m
Impermeabilizzazione
Carico 0,300 kN/m
Barriera al vapore
Carico 0,100 kN/m
Listelli
𝑮𝒌𝟐
Carico 0,625 kN/m
Isolante
Carico 0,080 kN/m
Tavolato
Carico 0,251 kN/m
Peso Proprio non strutturale
Carico 1,956 kN/m
Carico variabile neve
𝑸𝒌𝟏
Carico 1,331 kN/m
Carico variabile manutenzione
𝑸𝒌𝟐
Carico 0,500 kN/m

I carichi agenti sul singolo travetto sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 0,143 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 1,956 kN/m
𝑸𝒌𝟏 Carico variabile neve 1,331 kN/m
𝑸𝒌𝟐 Carico variabile manutenzione 0,500 kN/m

6.2.2 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,50


𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,20
𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,00

113
𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00
𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00
𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄 +𝛾 ∙𝜓 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄 +𝜓 ∙𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi per il carico variabile neve:

Verticale Orizzontale
SLU 4,809 kN/m 1,470 kN/m
SLE – RARA 3,225 kN/m 0,986 kN/m
SLE – FREQUENTE 2,251 kN/m 0,688 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 2,007 kN/m 0,614 kN/m

E ai seguenti carichi per il carico variabile manutenzione:

Verticale Orizzontale
SLU 3,701 kN/m 1,132 kN/m
SLE – RARA 2,486 kN/m 0,760 kN/m
SLE – FREQUENTE 2,007 kN/m 0,614 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 2,007 kN/m 0,614 kN/m

Si è deciso di riportare i calcoli relativi alla combinazione più gravosa, e cioè quella relativa a tutti i
carichi permanenti più il carico variabile dovuto dalla neve.
Lo schema statico adottato è il seguente:

114
Si riportano di seguito le sollecitazioni calcolate nelle varie sezioni di interesse:

𝑅 Reazione vincolare in A 20,600 kN


𝑅 Reazione vincolare in B 11,587 kN
𝑉 Taglio sezione 1 7,041 kN
𝑉 Taglio sezione 2 13,559 kN
𝑉 Taglio sezione 4 11,587 kN
𝑀 Momento massimo positivo 13,958 kNm
𝑀 Momento massimo negativo -5,154 kNm
𝑁 Sforzo Assiale 9,841 kN

6.2.3 Verifica agli SLU

6.2.3.1 Tensoflessione

Essendo il travetto sollecitato sia da carichi verticali che assiali occorre condurre una verifica a
tensoflessione; va inoltre verificato che le tensioni interne soddisfino le verifiche di trazione e taglio.

, ,
+ ≤1 𝜎 , ≤ 𝑓, , 𝜏 ≤𝑓,
, , , , ,

Si riportano le resistenze di progetto per 𝐾 = 0,6:

𝑓, , Resistenza a trazione di progetto 7,034 MPa


𝑓 , , Resistenza a flessione di progetto 12,00 MPa
𝑓, Resistenza a taglio di progetto 1,241 MPa

115
𝑀 ,
𝜎 , = = 9,088 𝑀𝑃𝑎
𝑊

𝑁
𝜎 , = = 0,256 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 , , , = 7,034 𝑀𝑃𝑎
𝑏∙ℎ

𝜎 , 𝜎 ,
+ = 0,7937 ≤ 1
𝑓, , , 𝑓 , ,

La verifica a tensoflessione risulta dunque soddisfatta.

6.2.3.2 Taglio

Lo sforzo di taglio massimo sviluppato è pari a:

𝑉 , = 13,559 𝑘𝑁

La tensione tangenziale massima relativa è pari a:

3𝑉 ,
𝜏 = = 0,530 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 , = 1,241 𝑀𝑃𝑎
2 𝐴

La verifica a taglio risulta soddisfatta.

6.2.4 Verifica agli SLE

6.2.4.1 Deformabilità

In questo caso posso trascurare il contributo delle deformazioni taglianti in quanto abbiamo un
rapporto di snellezza = 21,79 > 10.
La verifica della deformabilità consiste nell’accertare che le seguenti disuguaglianze siano rispettate:

𝐿
𝑢 , ≤ = 22,308 𝑚𝑚
300
𝐿
𝑢 , ≤ = 33,462 𝑚𝑚
200
𝐿
𝑢 , ≤ = 26,770 𝑚𝑚
250

Dove:
∙ ∙
 𝑢 , = ∙
= 4,753 𝑚𝑚
,

 𝑢 , =𝑢 , , ∙ 1+𝜓 𝐾 = 4,753 𝑚𝑚

 𝑢 , =𝑢 , +𝑢 , =𝑢 , , ∙ 1+𝐾 +𝑢 , , ∙ 1+𝜓 𝐾 = 18,248 𝑚𝑚

Le verifiche risultano tutte soddisfatte.

116
6.2.5 Verifica dell’intaglio agli appoggi

Nelle sezioni di intaglio si creano tensioni ortogonali alle fibre che potrebbero raggiungere valori
elevati e portare a pericolose fessurazioni. Ciò comporta che la resistenza a taglio nella sezione
rastremata terminale può essere notevolmente inferiore di quella nominale.
La verifica prevede che sia soddisfatta la seguente disuguaglianza:

1,5 ∙ 𝑉
𝜏 = ≤ 𝑘 ∙𝑓 ,
𝑏∙ℎ

Dove

1



𝑘 = 𝑚𝑖𝑛 1,1 ∙ 𝑖 ,
𝑘 1+
⎨ √ℎ
⎪ = 0,642
⎪√ℎ 𝑥 1
𝛼(1 − 𝛼) + 0,8 −𝛼
⎩ ℎ 𝛼

Con

,
 𝑘 = ,
,

 𝑖 = inclinazione dell intaglio


 ℎ = altezza della trave in mm
 𝛼= con 0,5 ≤ α ≤ 1,0
 𝑥 = distanza tra l asse della forza e l angolo dell′intaglio

Si ha dunque:

, ∙
𝜏 = ∙
= 0,636 𝑀𝑃𝑎 𝑘 ∙ 𝑓 , = 0,796 𝑀𝑃𝑎

Per cui:

𝜏 ≤ 𝑘 ∙𝑓,

La verifica risulta soddisfatta.

117
6.3 Trave di colmo
Si è scelto un legno massiccio di Abete Rosso di classe C24-S1 secondo la EN338, delle seguenti
dimensioni:

𝐿 Lunghezza trave 5.000 m


𝐵 Larghezza sezione 220.000 mm
𝐻 Altezza sezione 440.000 mm
𝐴 Area sezione 96800 mm2
𝑊 Modulo di resistenza 7098666,67 mm3
𝐽 Momento di inerzia 1561706666,67mm4

6.3.1 Analisi dei carichi

I carichi gravanti sul travetto sono:

Peso Proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 0,361 kN/m
Pacchetto copertura
Carico 1,956 kN/m
Travetti
𝑮𝒌𝟐
Carico 0,143 kN/m
Peso Proprio non strutturale
Carico 2,099 kN/m
Proiezione verticale di 𝑮𝒌𝟐
𝑮𝒌𝟐
Carico 2,007 kN/m
Carico variabile neve
𝑸𝒌𝟏
Carico 6,655 kN/m
Carico variabile manutenzione
𝑸𝒌𝟐
Carico 2,500 kN/m

6.3.2 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,50


𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,20
𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,00

𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00


𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00
𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00

118
Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄 +𝛾 ∙𝜓 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄 +𝜓 ∙𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi per il carico variabile neve:

SLU 23,499 kN/m


SLE – RARA 17,052 kN/m
SLE – FREQUENTE 11,729 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 10,398 kN/m

E ai seguenti carichi per il carico variabile manutenzione:

SLU 17,267 kN/m


SLE – RARA 12,898 kN/m
SLE – FREQUENTE 10,398 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 10,398 kN/m

Si è deciso di riportare i calcoli relativi alla combinazione più gravosa, e cioè quella relativa a tutti i
carichi permanenti più il carico variabile dovuto dalla neve.
Lo schema statico adottato è quello di trave semplicemente appoggiata.
Si riportano di seguito le sollecitazioni calcolate nelle varie sezioni di interesse:

𝑴𝑬𝒅 𝑽𝑬𝒅

SLU 73,435 kNm 58,748 kN


SLE – RARA 53,289 kNm 42,631 kN
SLE – FREQUENTE 36,653 kNm 29,322 kN
SLE – QUASI PERMANENTE 32,494 kNm 25,995 kN

6.3.3 Verifica agli SLU

6.3.3.1 Flessotorsione

Essendo la trave alta il doppio della sua larghezza si decide di non effettuare la verifica a flessione
semplice ma di effettuare quella a flessotorsione, per verificare che oltre a resistere, la trave non
sbandi quando sollecitata a flessione.

𝜎 , = 𝜎 , ≤𝑘 , ∙𝑓 ,

119
Dove 𝑘 , è il coefficiente riduttivo alla resistenza per sbandamento laterale e viene calcolato come
segue:

⎧ 1 𝑝𝑒𝑟 𝜆 ≤ 0,75
⎪1,56 − 0,75 ∙ 𝜆 𝑝𝑒𝑟 0,75 ≤ 𝜆 ≤ 1,4
𝑘 , = 1
⎨ 𝑝𝑒𝑟 𝜆 > 1,4

⎩ 𝜆

Con

, ∙ ,
𝜆 = = 0,475 𝜎 , = 𝐸 , = 128,467 𝑀𝑃𝑎
, ∙ ,

Per cui si ricava 𝑘 , = 1.

𝑀
𝜎 , = = 10,345 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑘 , ∙𝑓 , = 12,00 𝑀𝑃𝑎
𝑊

La verifica a flessotorsione risulta dunque soddisfatta.

6.3.3.2 Taglio

Lo sforzo di taglio massimo sviluppato è pari a:

𝑉 , = 58,748 𝑘𝑁

La tensione tangenziale massima relativa è pari a:

3𝑉 ,
𝜏 = = 0,910 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 , = 1,241 𝑀𝑃𝑎
2 𝐴

La verifica a taglio risulta soddisfatta.

6.3.4 Verifica agli SLE

6.3.4.1 Deformabilità

In questo caso posso trascurare il contributo delle deformazioni taglianti in quanto abbiamo un
rapporto di snellezza = 11,36 > 10.
La verifica della deformabilità consiste nell’accertare che le seguenti disuguaglianze siano rispettate:

𝐿
𝑢 , ≤ = 16,667 𝑚𝑚
300
𝐿
𝑢 , ≤ = 25,000 𝑚𝑚
200
𝐿
𝑢 , ≤ = 20,000 𝑚𝑚
250

Dove:

 𝑢 , = ∙
= 7,405 𝑚𝑚
,

120
 𝑢 , =𝑢 , , ∙ 1+𝜓 𝐾 = 7,405 𝑚𝑚

 𝑢 , =𝑢 , +𝑢 , =𝑢 , , ∙ 1+𝐾 +𝑢 , , ∙ 1+𝜓 𝐾 = 15,533 𝑚𝑚

Le verifiche risultano tutte soddisfatte.

6.4 Trave di displuvio


Si è scelto un legno massiccio di Abete Rosso di classe C24-S1 secondo la EN338, delle seguenti
dimensioni:

𝛼 Inclinazione trave 17.00°


𝐿 Proiezione prima campata 6.000 m
𝐿 Proiezione seconda campata 1.550 m
𝐿 , Lunghezza prima campata 6.2742 m
𝐿 , Lunghezza seconda campata 1.6208 m
𝐵 Larghezza sezione 340.000 mm
𝐻 Altezza sezione 520.000 mm
𝐴 Area sezione 176800 mm2
𝑊 Modulo di resistenza 15322666,67 mm3
𝐽 Momento di inerzia 3983893333,00 mm4

6.4.1 Analisi dei carichi

I carichi gravanti sulla trave sono:

Peso Proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 0,659 kN/m
Pacchetto copertura
Carico 1,956 kN/m
Travetti
𝑮𝒌𝟐
Carico 0,143 kN/m
Peso Proprio non strutturale
Carico 2,099 kN/m
Carico variabile neve
𝑸𝒌𝟏
Carico 1,331 kN/m
Carico variabile manutenzione
𝑸𝒌𝟐
Carico 0,500 kN/m

I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 0,659 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 10,496 kN/m
𝑸𝒌𝟏 Carico variabile neve 6,655 kN/m
𝑸𝒌𝟐 Carico variabile manutenzione 2,500 kN/m

121
6.4.2 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,50


𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,20
𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,00

𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00


𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00
𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄 +𝛾 ∙𝜓 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄 +𝜓 ∙𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi per il carico variabile neve:

Verticale Orizzontale
SLU 25,004 kN/m 7,644 kN/m
SLE – RARA 16,753 kN/m 5,122 kN/m
SLE – FREQUENTE 11,885 kN/m 3,633 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 10,667 kN/m 3,261 kN/m

E ai seguenti carichi per il carico variabile manutenzione:

Verticale Orizzontale
SLU 24,025 kN/m 7,345 kN/m
SLE – RARA 16,101 kN/m 4,923 kN/m
SLE – FREQUENTE 10,667 kN/m 3,261 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 10,667 kN/m 3,261 kN/m

Si è deciso di riportare i calcoli relativi alla combinazione più gravosa, e cioè quella relativa a tutti i
carichi permanenti più il carico variabile dovuto dalla neve.
Lo schema statico adottato è il seguente:

122
Si riportano di seguito le sollecitazioni calcolate nelle varie sezioni di interesse:

𝑅 Reazione vincolare in A 124,199 kN


𝑅 Reazione vincolare in B 73,203 kN
𝑉 Taglio sezione 1 40,526 kN
𝑉 Taglio sezione 2 83,673 kN
𝑉 Taglio sezione 4 73,203 kN
𝑀 Momento massimo positivo 107,159 kNm
𝑀 Momento massimo negativo -32,843 kNm
𝑁 Sforzo Assiale 60,352 kN

6.4.3 Verifica agli SLE

6.4.3.1 Tensoflessione

Essendo il travetto sollecitato sia da carichi verticali che assiali occorre condurre una verifica a
tensoflessione; va inoltre verificato che le tensioni interne soddisfino le verifiche di trazione e taglio.

, ,
+ ≤1 𝜎 , ≤ 𝑓, , 𝜏 ≤𝑓,
, , , , ,

Si riportano le resistenze di progetto per 𝐾 = 0,6:

𝑓, , Resistenza a trazione di progetto 7,034 MPa


𝑓 , , Resistenza a flessione di progetto 12,00 MPa
𝑓, Resistenza a taglio di progetto 1,241 MPa

123
𝑀 ,
𝜎 , = = 6,994 𝑀𝑃𝑎
𝑊

𝑁
𝜎 , = = 0,341 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 , , , = 7,034 𝑀𝑃𝑎
𝑏∙ℎ

𝜎 , 𝜎 ,
+ = 0,6313 ≤ 1
𝑓, , , 𝑓 , ,

La verifica a tensoflessione risulta dunque soddisfatta.

6.4.3.2 Flessotorsione

Abbiamo, come nel caso della trave di colmo, che deve essere rispettata la seguente relazione:

𝜎 , = 𝜎 , ≤𝑘 , ∙𝑓 ,

Dove 𝑘 , è il coefficiente riduttivo alla resistenza per sbandamento laterale e viene calcolato come
segue:

⎧ 1 𝑝𝑒𝑟 𝜆 ≤ 0,75
⎪1,56 − 0,75 ∙ 𝜆 𝑝𝑒𝑟 0,75 ≤ 𝜆 ≤ 1,4
𝑘 , = 1
⎨ 𝑝𝑒𝑟 𝜆 > 1,4

⎩ 𝜆

Con

, ∙ ,
𝜆 = = 0,413 𝜎 , = ∙
𝐸 , = 170,303 𝑀𝑃𝑎
, ,

Per cui si ricava 𝑘 , = 1.

𝑀
𝜎 , = = 6,994 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑘 , ∙𝑓 , = 12,00 𝑀𝑃𝑎
𝑊

La verifica a flessotorsione risulta dunque soddisfatta.

6.4.3.3 Taglio

Lo sforzo di taglio massimo sviluppato è pari a:

𝑉 , = 83,673 𝑘𝑁

La tensione tangenziale massima relativa è pari a:

3𝑉 ,
𝜏 = = 0,710 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑓 , = 1,241 𝑀𝑃𝑎
2 𝐴

La verifica a taglio risulta soddisfatta.

124
6.4.4 Verifica agli SLE
6.4.4.1 Deformabilità

In questo caso posso trascurare il contributo delle deformazioni taglianti in quanto abbiamo un
rapporto di snellezza = 12,07 > 10.
La verifica della deformabilità consiste nell’accertare che le seguenti disuguaglianze siano rispettate:

𝐿
𝑢 , ≤ = 26,317 𝑚𝑚
300
𝐿
𝑢 , ≤ = 39,475 𝑚𝑚
200
𝐿
𝑢 , ≤ = 31,580 𝑚𝑚
250

Dove:
∙ ∙
 𝑢 , = ∙
= 0,472 𝑚𝑚
,

 𝑢 , =𝑢 , , ∙ 1+𝜓 𝐾 = 0,472 𝑚𝑚

 𝑢 , =𝑢 , +𝑢 , =𝑢 , , ∙ 1+𝐾 +𝑢 , , ∙ 1+𝜓 𝐾 = 2,232 𝑚𝑚

Le verifiche risultano tutte soddisfatte.

125
6.5 Capriata

Si è scelto un legno massiccio di Abete Rosso di classe C24-S1 secondo la EN338, delle seguenti
dimensioni:

𝛼 Inclinazione puntone 17.00°


𝐿 Proiezione puntone 4,200 m
𝐿 , Lunghezza reale puntone 4,392 m
𝐿 Lunghezza catena 8,400 m
𝐵 Larghezza sezione 320,000 mm
𝐻 Altezza sezione 300,000 mm
𝐴 Area sezione 96000 mm2
𝑊 Modulo di resistenza 4800000,00 mm3
𝐽 Momento di inerzia 720000000,00 mm4

6.5.1 Analisi dei carichi

I carichi gravanti sulla trave sono:

Peso Proprio strutturale


𝑮𝒌𝟏
Carico 0,659 kN/m
Pacchetto copertura
Carico 1,956 kN/m
Travetti
𝑮𝒌𝟐
Carico 0,143 kN/m
Peso Proprio non strutturale
Carico 2,099 kN/m
Carico variabile neve
𝑸𝒌𝟏
Carico 1,331 kN/m
Carico variabile manutenzione
𝑸𝒌𝟐
Carico 0,500 kN/m

126
I carichi agenti sulla singola trave sono:

𝑮𝒌𝟏 Peso proprio strutturale 0,659 kN/m


𝑮𝒌𝟐 Peso proprio non strutturale 10,496 kN/m
𝑸𝒌𝟏 Carico variabile neve 6,655 kN/m
𝑸𝒌𝟐 Carico variabile manutenzione 2,500 kN/m

6.5.2 Azioni di progetto

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,50


𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,20
𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,00

𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00


𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00
𝜓 , coeff. di combinazione manutenzione 0,00

Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU
𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄 +𝛾 ∙𝜓 ∙𝑄

SLE – RARA
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝑄 +𝜓 ∙𝑄

SLE – FREQUENTE
𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄 +𝜓 ∙𝑄

SLE – QUASI PERMANENTE


𝐹 =𝐺 +𝐺 +𝜓 ∙𝑄 +𝜓 ∙𝑄

Queste portano a determinare i seguenti carichi per il carico variabile neve:

Verticale Orizzontale
SLU 25,004 kN/m 7,644 kN/m
SLE – RARA 16,753 kN/m 5,122 kN/m
SLE – FREQUENTE 11,885 kN/m 3,633 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 10,667 kN/m 3,261 kN/m

127
E ai seguenti carichi per il carico variabile manutenzione:

Verticale Orizzontale
SLU 24,025 kN/m 7,345 kN/m
SLE – RARA 16,101 kN/m 4,923 kN/m
SLE – FREQUENTE 10,667 kN/m 3,261 kN/m
SLE – QUASI PERMANENTE 10,667 kN/m 3,261 kN/m

Si è deciso di riportare i calcoli relativi alla combinazione più gravosa, e cioè quella relativa a tutti i
carichi permanenti più il carico variabile dovuto dalla neve. Lo schema statico, in questo caso, è un
arco a tre cerniere isostatico:

𝑉 = Carico trasmesso dalla trave di colmo e di displuvio


𝑉
𝑁=
2 ∙ 𝑠𝑒𝑛𝛼
𝑇 = 𝑁 ∙ 𝑐𝑜𝑠𝛼

𝑅 = 𝑁 ∙ 𝑠𝑒𝑛𝛼

Carichi
𝑉 117,496 kN
𝑁 200,935 kN
𝑇 192,155 kN
𝑅 58,748 kN

6.5.3 Verifica agli SLU

6.5.3.1 Verifica instabilità al carico di punta

In generale lo sbandamento della trave può avvenire in entrambe le direzioni, per cui la verifica da
soddisfare consiste in:

𝜎 , , ≤𝑘 ∙𝑓, ,

Con 𝑘 = min(𝑘 , ; 𝑘 , ).

La lunghezza libera di inflessione è la stessa in entrambe le direzioni, ed è pari alla lunghezza reale del
puntone, cioè 𝑙 = 𝐿 , = 4,392 𝑚. Dato che l’inerzia minima si ha in direzione trasversale z, questa
sarà la direzione in cui l’elemento tende a sbandare.

1 𝑠𝑒 λ , ≤ 0,3

1
𝑘 =𝑘 , = 𝑠𝑒 λ , > 0,3

𝑘 + 𝑘 −𝜆 ,

Si ha dunque:

128
𝑁
𝜎 , , = = 2,093 𝑀𝑃𝑎
𝐴

𝑘 ∙𝑓, ,
𝑓, , = = 9,517 𝑀𝑃𝑎
𝛾

𝑏 ∙ℎ
𝐼 = = 720000000,00 𝑚𝑚
12

𝐼
𝜌 = = 86,603 𝑚𝑚
𝐴

𝑙 ,
𝜆 = = 50,714
𝜌

𝜆 𝑓, ,
λ , = = 0,8655
𝜋 𝐸, ,

𝑘 = 0,5 ∙ 1 + 𝛽 ∙ (𝜆 , − 0,3) + 𝜆 , = 0,9029

1
𝑘 = = 0,8623
𝑘 + 𝑘 −𝜆 ,

𝜎 , , = 2,093 𝑀𝑃𝑎 ≤ 𝑘 ∙ 𝑓 , , = 8,206 𝑀𝑃𝑎

La verifica risulta soddisfatta.

6.5.3.2 Verifica della catena a trazione

Tale verifica è soddisfatta se vale la seguente disuguaglianza:

𝑇
𝜎, , = ≤ 𝑓, ,
𝐴

Dove 𝐴 è l’area della sezione in cui è presente la connessone con il puntone ed è pari a:

𝐴 = 𝐴 − (𝑏 ∙ 𝑡 ) = 73600 𝑚𝑚

𝑡 è la lunghezza dell’intaglio sulla catena per poter disporre il puntone.

𝑇
𝜎, , = = 2,611 𝑀𝑃𝑎
𝐴

𝑓, , = 7,034 𝑀𝑃𝑎

La verifica risulta soddisfatta.

129
6.5.3.3 Verifica del nodo catena – puntone (Dente Semplice)

Le verifiche da soddisfare sono:

𝑘 ∙𝑓,
𝜏 ≤ =𝑓,
𝛾

𝜎 , ≤𝑓 , ,

Si ha dunque:

𝜏 =𝐹, ∙𝑡

Dove
 𝐹 , = 𝑁 ∙ cos = 198,728 𝑘𝑁
 𝑡 = 600 𝑚𝑚 ed inoltre 𝑡 ≤ 8 ∙ 𝑡 = 8 ∙ 75 = 600 𝑚𝑚

Da cui si ha
𝜏 = 𝐹 , ∙ 𝑡 = 1,035 𝑀𝑃𝑎

𝑘 ∙𝑓 ,
𝑓, = = 1,241 𝑀𝑃𝑎
𝛾
E infine

𝑁
𝜎 , = 𝑡 = 8,189 𝑀𝑃𝑎
𝑏∙ 𝛼
𝑐𝑜𝑠 2
⎡ ⎤
𝑘 ∙𝑓 , , 𝑘 ⎢ 𝑓, ⎥
,
𝑓 = = ∙⎢ ⎥ = 8,266 𝑀𝑃𝑎
, , 𝛾 𝛾 ⎢ 𝑓, , ⎥
⎢ 𝛼 𝛼 ⎥
⎣ 𝑓, , ∙ 𝑠𝑒𝑛 2 + 𝑐𝑜𝑠 2 ⎦
Le verifiche risultano tutte soddisfatte.

130
7. Muratura

La struttura portante scatolare viene realizzata con blocchi in laterizio portante. Viene utilizzato un
pacchetto composto da blocchi in laterizio Poroton P800, dello spessore di 35 cm e malta di tipo M15.
Si riportano di seguito le tabelle prese dalla NTC 2018 in riferimento alle caratteristiche meccaniche
della malta, in base alla malta scelta.

L’analisi della capacità portante della muratura è stata effettuata mediante una modellazione a “telaio
equivalente” utilizzando il programma di calcolo SAP2000.
I maschi murari e le fasce di piano sono schematizzati come delle aste flessibili mediante il loro asse,
che risulterà essere verticale nel caso dei maschi ed orizzontale nel caso delle fasce. Il modello è tanto
più accettabile quanto più regolari sono la geometria delle pareti e la distribuzione delle aperture
presenti (il modello è migliore nel caso di perfetto allineamento delle aperture e dei baricentri dei
maschi murari). I nodi di intersezione tra fasce e maschi vengono schematizzati come aste
infinitamente rigide. I solai sono stati modellati come un diaframma rigido che costringe tutti i punti
compresi nel piano a muoversi della stessa quantità.
Sono state considerate combinazioni di carico diverse in funzione della direzione e del verso del vento.
Una volta caricata la struttura, è stata eseguita l’analisi del modello.

131
7.1 Analisi dei carichi
Sulla muratura agiscono sia carichi verticali che carichi orizzontali. Trascurando il contributo del
sisma i carichi da considerare sono:
 I carichi orizzontali - dovuti all’azione accidentale del vento nelle due direzioni principali
dell’edificio (considerando separatamente sia il caso in cui agiscano forze di pressione che di
depressione sulla muratura);
 I carichi verticali - quelli permanenti del peso proprio delle pareti, dei solai a queste appoggiati
e della copertura;
 I carichi accidentali - dovuti al normale utilizzo dei solai, alla neve in copertura e al vento;

Si combinano i suddetti carichi caratteristici, secondo normativa, ciascuno moltiplicato per opportuni
coefficienti amplificativi per passare così ai valori di progetto.

𝛾 coeff. parziale carico 1,30


𝛾 coeff. parziale carico 1,50
𝛾 coeff. parziale carico 1,50

𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,50


𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,20
𝜓 , coeff. di combinazione neve 0,00

𝜓 , coeff. di combinazione vento 0,60


𝜓 , coeff. di combinazione vento 0,20
𝜓 , coeff. di combinazione vento 0,00

132
Le combinazioni di carico sono le seguenti:

SLU – neve:

𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝑄

SLU – vento in direzione x:

𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙ (𝜓 ∙ 𝑄 + 𝑊 , )

SLU – vento in direzione x:

𝐹 = 𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙𝐺 +𝛾 ∙ (𝜓 ∙ 𝑄 + 𝑊 , )

Dove 𝑊 , e 𝑊 , sono i carichi da vento rispettivamente lungo la direzione x e y.


Le azioni verticali dovute ai solai sono già state ricavate nei paragrafi precedenti. Nel modello in
SAP2000 questi carichi (sommati anche al peso proprio del cordolo di ogni interpiano) sono stati
applicati direttamente sulle fasce.
I carichi da vento, invece, sono stati applicati sui maschi di ogni telaio con un contributo proporzionale
all’area d’influenza dei maschi stessi.
La determinazione del carico dovuto agli effetti del vento è stata eseguita seguendo quanto riportato
nella NTC 2018.

7.2 Verifica maschi murari

7.2.1 Pressoflessione fuori piano

Convenzionalmente le sollecitazioni sui muri e sui solai vengono valutate assimilando la


muratura quale semplice appoggio per i solai. In questo caso i carichi verticali agenti su ciascun
maschio non risultano in generale applicati nel baricentro della sezione, ma presentano ciascuno una
certa eccentricità. A queste si aggiunge l’eccentricità longitudinale, dovuta all’azione orizzontale nel
piano della muratura. Tali eccentricità vengono convenzionalmente classificate e determinate secondo
il seguente schema:

 Eccentricità totale dei carichi verticali 𝑒 : riguarda il carico verticale trasmesso dal solaio
appoggiato direttamente sopra il maschio in esame ed il carico verticale proveniente dalla
muratura del piano superiore. È così calcolata: 𝑒 = 𝑒 + 𝑒

Dove:
𝑒 = ∑
è dovuta all’eccentricità eventuale del muro del piano superiore rispetto al
piano medio del muro in esame.

𝑒 = ∑
è dovuta alla reazione di appoggio dei solai sovrastanti le sezioni di verifica.

 Eccentricità dovute a tolleranze di esecuzione 𝑒 : considera le eventuali imperfezioni nella


realizzazione degli edifici in muratura e viene assunta forfettariamente pari a: 𝑒 =
 Eccentricità dovuta ad azioni orizzontali agenti in direzione normale al piano del muro 𝑒 =

Dove 𝑀 è il momento flettente dovuto all’azione ortogonale al piano ed 𝑁è lo sforzo normale


totale presente nella sezione di verifica;
133
 Eccentricità dovuta ad azioni orizzontali agenti nel piano del muro 𝑒 =

Dove 𝑀 è il massimo momento flettente nel piano della muratura dovuto all’azione
orizzontale agente nel piano stesso ed 𝑁 è lo sforzo normale totale presente nella sezione di
verifica.

Le eccentricità 𝑒 , 𝑒 ed 𝑒 vanno convenzionalmente combinate tra loro nel seguente modo:

𝑒 = |𝑒 | + 𝑒 𝑒 = |𝑒 | +

Il valore di 𝑒 è adottato per la verifica dei muri nelle loro sezioni di estremità, mentre il valore di 𝑒 è
adottato per la verifica delle sezioni dove è massimo il valore di 𝑀 .
Bisognerà poi verificare che tali eccentricità rispettino le seguenti disuguaglianze:

𝑒 ≤ 0,33 ∙ 𝑡 𝑒 ≤ 0,33 ∙ 𝑡

I due valori verranno poi utilizzati per la determinazione del coefficiente di riduzione della resistenza
𝜙.
Tale coefficiente dipende da due fattori in particolare che sono 𝜆 e 𝑚:

𝜙 = 𝜙(𝜆, 𝑚)
Con
 𝜆 = 𝜌 ∙ è la snellezza convenzionale della parete e 𝜌 è il coefficiente di vincolo per la parete
che vale 1 per un muro isolato o assume i valori riportati nella tabella successiva se il muro
non ha aperture ed è irrigidito con efficace vincolo da due muri trasversali di spessore non
inferiore a 200 mm e di lunghezza non inferiore a ℎ, posti ad interasse 𝑎. Deve valere 𝜆 ≤ 20;
 𝑚= dove 𝑒 è l’eccentricità e 𝑡 lo spessore del muro;

134
La verifica a pressoflessione fuori piano della muratura si riassume con la seguente disuguaglianza:

𝑁 ≤𝑁 =𝜙∙𝑓 ∙𝐴

Si riportano i valori calcolati e le corrispondenti verifiche:

135
Ned Ved M2 M3 h b A Nrd1 Nrd2
es1 es2 es ea e1 t/3 VERIFICA ev e2 t/3 VERIFICA m1 a [m] h/a ρ λ φ1 VERIFICA m2 φ2 VERIFICA
[kN] [kN] [kNm] [kNm] [m] [m] [m^2] [kN] [kN]

MM11A 175.408 2.654 2.492 6.162 3.920 0 0.0154 0.0154 0.0196 0.0350 0.1155 OK 0.0142 0.0317 0.1155 OK 1.345 0.6003 2.542 1.542 0.2960 3.3153 0.6887 0.471 1523.757 OK 0.5436 0.7064 1563.007 OK

MM11B 129.096 3.547 5.357 6.384 4.020 0 0.0197 0.0197 0.0201 0.0398 0.1155 OK 0.0415 0.0614 0.1155 OK 1.345 0.6823 2.543 1.581 0.2858 3.2828 0.6632 0.471 1467.386 OK 1.0525 0.5473 1210.899 OK

MM11C 72.846 2.494 2.569 3.079 3.700 0 0.0297 0.0297 0.0185 0.0482 0.1155 OK 0.0353 0.0594 0.1155 OK 1.345 0.8270 2.543 1.455 0.3207 3.3907 0.6171 0.471 1365.382 OK 1.0181 0.5572 1232.836 OK

MM12A 211.633 2.058 5.468 2.756 3.920 0 0.0132 0.0132 0.0196 0.0328 0.1155 OK 0.0258 0.0422 0.1155 OK 1.200 0.5618 2.466 1.590 0.2835 3.1749 0.7016 0.420 1384.979 OK 0.7238 0.6510 1285.008 OK

MM12B 125.307 1.733 2.436 2.612 4.020 0 0.0202 0.0202 0.0201 0.0403 0.1155 OK 0.0194 0.0396 0.1155 OK 1.200 0.6902 2.464 1.631 0.2732 3.1374 0.6617 0.420 1306.274 OK 0.6783 0.6654 1313.576 OK

MM12C 54.237 4.004 1.271 5.665 3.700 0 0.0358 0.0358 0.0185 0.0543 0.1155 OK 0.0234 0.0506 0.1155 OK 1.200 0.9304 2.465 1.501 0.3074 3.2497 0.5858 0.420 1156.322 OK 0.8668 0.6057 1195.647 OK

MM13A 230.959 2.010 5.378 2.990 3.920 0 0.0122 0.0122 0.0196 0.0318 0.1155 OK 0.0233 0.0392 0.1155 OK 1.190 0.5456 2.470 1.587 0.2842 3.1830 0.7066 0.417 1383.291 OK 0.6719 0.6671 1305.938 OK

MM13B 153.146 1.483 2.417 2.176 4.020 0 0.0172 0.0172 0.0201 0.0373 0.1155 OK 0.0158 0.0344 0.1155 OK 1.190 0.6397 2.470 1.628 0.2741 3.1478 0.6774 0.417 1326.130 OK 0.5905 0.6928 1356.268 OK

MM13C 90.087 1.424 1.125 2.027 3.700 0 0.0257 0.0257 0.0185 0.0442 0.1155 OK 0.0125 0.0346 0.1155 OK 1.190 0.7581 2.470 1.498 0.3083 3.2588 0.6396 0.417 1252.136 OK 0.5932 0.6913 1353.224 OK

MM14A 205.987 2.147 5.443 4.071 3.920 0 0.0135 0.0135 0.0196 0.0331 0.1155 OK 0.0264 0.0430 0.1155 OK 1.210 0.5671 2.163 1.813 0.2333 2.6132 0.7035 0.424 1400.269 OK 0.7365 0.6509 1295.560 OK

MM14B 125.634 2.525 2.434 3.660 4.020 0 0.0201 0.0201 0.0201 0.0402 0.1155 OK 0.0194 0.0395 0.1155 OK 1.210 0.6895 2.163 1.859 0.2244 2.5777 0.6657 0.424 1325.119 OK 0.6768 0.6697 1332.944 OK

MM14C 56.080 3.248 1.318 4.512 3.700 0 0.0351 0.0351 0.0185 0.0536 0.1155 OK 0.0235 0.0503 0.1155 OK 1.210 0.9184 2.163 1.711 0.2546 2.6917 0.5938 0.424 1182.006 OK 0.8619 0.6114 1216.916 OK

MM15A 186.914 2.787 2.425 5.540 3.920 0 0.0146 0.0146 0.0196 0.0342 0.1155 OK 0.0130 0.0301 0.1155 OK 0.900 0.5867 0.523 7.502 0.0175 0.1955 0.7127 0.315 1055.214 OK 0.5158 0.7341 1086.802 OK

MM15B 134.553 3.223 5.036 4.926 4.020 0 0.0191 0.0191 0.0201 0.0392 0.1155 OK 0.0374 0.0570 0.1155 OK 0.900 0.6716 0.523 7.694 0.0166 0.1908 0.6872 0.315 1017.468 OK 0.9774 0.5953 881.287 OK

MM15C 70.752 2.494 2.089 2.766 3.700 0 0.0303 0.0303 0.0185 0.0488 0.1155 OK 0.0295 0.0539 0.1155 OK 0.900 0.8369 0.523 7.081 0.0196 0.2067 0.6374 0.315 943.696 OK 0.9245 0.6110 904.652 OK

MM16A 165.900 2.118 3.977 2.221 3.920 0 0.0161 0.0161 0.0196 0.0357 0.1155 OK 0.0240 0.0418 0.1155 OK 0.520 0.6126 0.485 8.082 0.0151 0.1689 0.7051 0.182 603.162 OK 0.7173 0.6736 576.238 OK

MM16B 152.780 1.889 5.695 2.737 4.020 0 0.0172 0.0172 0.0201 0.0373 0.1155 OK 0.0373 0.0559 0.1155 OK 0.520 0.6403 0.485 8.289 0.0143 0.1648 0.6968 0.182 596.075 OK 0.9591 0.6010 514.067 OK

MM16C 79.302 3.327 3.564 5.506 3.700 0 0.0281 0.0281 0.0185 0.0466 0.1155 OK 0.0449 0.0682 0.1155 OK 0.520 0.7988 0.485 7.629 0.0169 0.1786 0.6491 0.182 555.208 OK 1.1698 0.5375 459.783 OK

MM17A 195.616 4.007 3.718 9.461 3.920 0 0.0141 0.0141 0.0196 0.0337 0.1155 OK 0.0190 0.0358 0.1155 OK 1.275 0.5774 3.765 1.041 0.4798 5.3742 0.6829 0.446 1432.259 OK 0.6145 0.6659 1396.596 OK

MM17B 142.822 5.701 5.210 10.040 4.020 0 0.0182 0.0182 0.0201 0.0383 0.1155 OK 0.0365 0.0556 0.1155 OK 1.275 0.6566 1.893 2.124 0.1814 2.0837 0.6792 0.446 1424.564 OK 0.9537 0.6798 1425.860 OK

MM17C 76.174 3.077 2.564 4.254 3.700 0 0.0289 0.0289 0.0185 0.0474 0.1155 OK 0.0337 0.0573 0.1155 OK 1.275 0.8121 1.893 1.955 0.2074 2.1922 0.6305 0.446 1322.358 OK 0.9830 0.6944 1456.510 OK

MM18A 203.458 4.477 3.692 10.039 3.920 0 0.0136 0.0136 0.0196 0.0332 0.1155 OK 0.0181 0.0348 0.1155 OK 1.235 0.5695 3.765 1.041 0.4798 5.3742 0.6803 0.432 1382.024 OK 0.5958 0.6719 1364.917 OK

MM18B 142.598 6.149 5.040 10.524 4.020 0 0.0182 0.0182 0.0201 0.0383 0.1155 OK 0.0353 0.0545 0.1155 OK 1.235 0.6570 1.893 2.124 0.1814 2.0837 0.6791 0.432 1379.629 OK 0.9344 0.5936 1205.853 OK

MM18C 76.788 3.077 2.634 4.563 3.700 0 0.0287 0.0287 0.0185 0.0472 0.1155 OK 0.0343 0.0579 0.1155 OK 1.235 0.8094 1.893 1.955 0.2074 2.1922 0.6313 0.432 1282.540 OK 0.9928 0.5747 1167.531 OK

MM19A 171.033 2.002 3.920 1.920 3.920 0 0.0157 0.0157 0.0196 0.0353 0.1155 OK 0.0229 0.0406 0.1155 OK 0.520 0.6058 0.533 7.348 0.0182 0.2036 0.7069 0.182 604.722 OK 0.6958 0.6799 581.567 OK

MM19B 157.867 1.917 5.699 2.769 4.020 0 0.0168 0.0168 0.0201 0.0369 0.1155 OK 0.0361 0.0546 0.1155 OK 0.520 0.6326 0.533 7.536 0.0173 0.1988 0.6989 0.182 597.865 OK 0.9352 0.6079 520.008 OK

MM19C 79.712 3.327 3.371 5.506 3.700 0 0.0280 0.0280 0.0185 0.0465 0.1155 OK 0.0423 0.0655 0.1155 OK 0.520 0.7972 0.533 6.936 0.0204 0.2153 0.6493 0.182 555.416 OK 1.1235 0.5511 471.434 OK

MM21A 212.990 2.143 5.289 2.386 3.920 0 0.0131 0.0131 0.0196 0.0327 0.1155 OK 0.0248 0.0412 0.1155 OK 8.600 0.5606 4.300 0.912 0.5884 6.5898 0.6588 3.010 9320.105 OK 0.7060 0.6123 8661.959 OK

MM21B 110.980 1.874 5.493 1.709 4.020 0 0.0221 0.0221 0.0201 0.0422 0.1155 OK 0.0495 0.0706 0.1155 OK 8.600 0.7235 4.300 0.935 0.5651 6.4908 0.6087 3.010 8610.741 OK 1.2102 0.4504 6371.930 OK

MM21C 101.659 1.946 3.201 1.706 3.700 0 0.0236 0.0236 0.0185 0.0421 0.1155 OK 0.0315 0.0525 0.1155 OK 8.600 0.7215 4.300 0.860 0.6395 6.7608 0.6039 3.010 8543.616 OK 0.9005 0.5466 7733.241 OK

MM22A 191.665 4.792 11.734 2.363 3.920 0 0.0143 0.0143 0.0196 0.0339 0.1155 OK 0.0612 0.0782 0.1155 OK 3.220 0.5815 3.655 1.073 0.4651 5.2087 0.6797 1.127 3600.504 OK 1.3403 0.4364 2311.384 OK

136
MM22B 130.866 4.773 10.393 1.252 4.020 0 0.0195 0.0195 0.0201 0.0396 0.1155 OK 0.0794 0.0992 0.1155 OK 3.220 0.6788 3.655 1.100 0.4526 5.1979 0.6488 1.127 3436.847 OK 1.7008 0.3372 1786.160 OK

MM22C 79.493 1.545 2.860 2.176 3.700 0 0.0281 0.0281 0.0185 0.0466 0.1155 OK 0.0360 0.0593 0.1155 OK 3.220 0.7981 3.655 1.012 0.4939 5.2210 0.6102 1.127 3232.179 OK 1.0159 0.5405 2862.815 OK

MM23A 195.627 4.802 11.784 2.364 3.920 0 0.0141 0.0141 0.0196 0.0337 0.1155 OK 0.0602 0.0771 0.1155 OK 3.180 0.5774 3.500 1.120 0.4436 4.9681 0.6854 1.113 3585.647 OK 1.3213 0.5113 2674.816 OK

MM23B 138.370 4.761 10.338 1.253 4.020 0 0.0187 0.0187 0.0201 0.0388 0.1155 OK 0.0747 0.0941 0.1155 OK 3.180 0.6645 3.500 1.149 0.4312 4.9524 0.6577 1.113 3440.378 OK 1.6130 0.3634 1900.816 OK

MM23C 79.896 1.464 2.711 2.195 3.700 0 0.0280 0.0280 0.0185 0.0465 0.1155 OK 0.0339 0.0572 0.1155 OK 3.180 0.7964 3.500 1.057 0.4722 4.9923 0.6152 1.113 3218.206 OK 0.9799 0.5565 2911.129 OK

MM24A 195.527 4.674 11.398 1.782 3.920 0 0.0141 0.0141 0.0196 0.0337 0.1155 OK 0.0583 0.0751 0.1155 OK 6.390 0.5775 4.970 0.789 0.7113 7.9662 0.6259 2.237 6579.067 OK 1.2881 0.3672 3859.467 OK

MM24B 122.584 5.434 11.197 1.898 4.020 0 0.0205 0.0205 0.0201 0.0406 0.1155 OK 0.0913 0.1116 0.1155 OK 8.600 0.6960 4.300 0.935 0.5651 6.4908 0.6175 3.010 8735.080 OK 1.9138 0.2574 3641.053 OK

MM24C 103.779 1.845 2.372 1.512 3.700 0 0.0232 0.0232 0.0185 0.0417 0.1155 OK 0.0229 0.0437 0.1155 OK 8.600 0.7154 4.300 0.860 0.6395 6.7608 0.6059 3.010 8571.079 OK 0.7495 0.5949 8416.592 OK

MM31A 164.173 5.140 12.892 2.233 3.920 0 0.0163 0.0163 0.0196 0.0359 0.1155 OK 0.0785 0.0965 0.1155 OK 1.390 0.6150 3.510 1.117 0.4450 4.9838 0.6733 0.487 1539.547 OK 1.6536 0.3533 807.838 OK

MM31B 112.640 5.254 10.206 1.310 4.020 0 0.0219 0.0219 0.0201 0.0420 0.1155 OK 0.0906 0.1116 0.1155 OK 1.390 0.7193 3.655 1.100 0.4526 5.1979 0.6359 0.487 1453.927 OK 1.9129 0.2865 655.041 OK

MM31C 61.438 1.545 2.861 1.244 3.700 0 0.0332 0.0332 0.0185 0.0517 0.1155 OK 0.0466 0.0724 0.1155 OK 1.390 0.8858 3.655 1.012 0.4939 5.2210 0.5821 0.487 1331.052 OK 1.2411 0.4680 1070.138 OK

MM32A 193.226 5.077 12.702 2.257 3.920 0 0.0142 0.0142 0.0196 0.0338 0.1155 OK 0.0657 0.0826 0.1155 OK 1.120 0.5799 2.235 1.754 0.2453 2.7476 0.6987 0.392 1287.241 OK 1.4168 0.4384 807.679 OK

MM32B 115.882 5.131 10.913 1.113 4.020 0 0.0214 0.0214 0.0201 0.0415 0.1155 OK 0.0942 0.1149 0.1155 OK 1.120 0.7114 2.235 1.799 0.2361 2.7120 0.6580 0.392 1212.327 OK 1.9701 0.3044 560.763 OK

MM32C 52.281 1.477 2.761 0.417 3.700 0 0.0366 0.0366 0.0185 0.0551 0.1155 OK 0.0528 0.0803 0.1155 OK 1.120 0.9438 2.235 1.655 0.2673 2.8261 0.5849 0.392 1077.598 OK 1.3773 0.4499 828.986 OK

MM51A 150.264 4.997 12.433 2.162 3.920 0 0.0175 0.0175 0.0196 0.0371 0.1155 OK 0.0827 0.1013 0.1155 OK 0.900 0.6357 2.235 1.754 0.2453 2.7476 0.6813 0.315 1008.701 OK 1.7362 0.3580 529.956 OK

MM51B 115.866 5.031 10.719 2.228 4.020 0 0.0214 0.0214 0.0201 0.0415 0.1155 OK 0.0925 0.1133 0.1155 OK 0.900 0.7114 2.235 1.799 0.2361 2.7120 0.6580 0.315 974.174 OK 1.9416 0.3109 460.355 OK

MM51C 54.652 1.711 2.711 3.168 3.700 0 0.0356 0.0356 0.0185 0.0541 0.1155 OK 0.0496 0.0767 0.1155 OK 0.900 0.9277 2.235 1.655 0.2673 2.8261 0.5899 0.315 873.357 OK 1.3142 0.4696 695.225 OK

MM61A 184.682 2.844 5.206 2.103 3.920 0 0.0148 0.0148 0.0196 0.0344 0.1155 OK 0.0282 0.0454 0.1155 OK 7.380 0.5892 3.950 0.992 0.5076 5.6851 0.6677 2.583 8106.439 OK 0.7778 0.6074 7373.834 OK

MM61B 96.606 2.481 5.458 2.834 4.020 0 0.0245 0.0245 0.0201 0.0446 0.1155 OK 0.0565 0.0788 0.1155 OK 7.380 0.7641 3.950 1.018 0.4912 5.6420 0.6126 2.583 7437.532 OK 1.3506 0.4232 5137.200 OK

MM61C 86.633 2.647 3.091 3.727 3.700 0 0.0264 0.0264 0.0185 0.0449 0.1155 OK 0.0357 0.0581 0.1155 OK 7.380 0.7704 3.950 0.937 0.5633 5.9548 0.6044 2.583 7337.205 OK 0.9967 0.5319 6457.883 OK

MM62A 149.114 1.743 5.259 2.133 3.920 0 0.0176 0.0176 0.0196 0.0372 0.1155 OK 0.0353 0.0539 0.1155 OK 2.940 0.6375 1.695 2.313 0.1575 1.7642 0.6872 1.029 3323.467 OK 0.9233 0.5994 2899.032 OK

MM62B 111.094 1.020 5.341 2.788 4.020 0 0.0221 0.0221 0.0201 0.0422 0.1155 OK 0.0481 0.0692 0.1155 OK 2.940 0.7232 1.695 2.372 0.1509 1.7337 0.6611 1.029 3197.202 OK 1.1857 0.5320 2572.946 OK

MM62C 63.908 1.975 2.913 3.657 3.700 0 0.0324 0.0324 0.0185 0.0509 0.1155 OK 0.0456 0.0710 0.1155 OK 2.940 0.8720 1.695 2.183 0.1735 1.8337 0.6147 1.029 2972.793 OK 1.2173 0.5245 2536.581 OK

MM63A 60.436 4.174 4.955 12.780 3.920 0 0.0335 0.0335 0.0196 0.0531 0.1155 OK 0.0820 0.1085 0.1155 OK 0.585 0.9105 2.040 1.922 0.2131 2.3868 0.5986 0.205 576.064 OK 1.8608 0.3333 320.754 OK

MM64A 154.554 2.198 5.495 3.583 3.920 0 0.0171 0.0171 0.0196 0.0367 0.1155 OK 0.0356 0.0539 0.1155 OK 1.395 0.6290 2.040 1.922 0.2131 2.3868 0.6858 0.488 1573.659 OK 0.9239 0.5944 1364.123 OK

MM64B 159.176 37.259 0.270 53.000 4.020 0 0.0167 0.0167 0.0201 0.0368 0.1155 OK 0.0017 0.0201 0.1155 OK 1.395 0.6307 2.040 1.971 0.2048 2.3521 0.6855 0.488 1572.981 OK 0.3444 0.7740 1776.232 OK

MM64C 98.489 32.865 0.125 37.429 3.700 0 0.0241 0.0241 0.0185 0.0426 0.1155 OK 0.0013 0.0226 0.1155 OK 1.395 0.7309 2.040 1.814 0.2331 2.4644 0.6537 0.488 1500.031 OK 0.3872 0.7602 1744.385 OK

MM65A 177.254 3.002 5.220 8.803 3.920 0 0.0153 0.0153 0.0196 0.0349 0.1155 OK 0.0294 0.0469 0.1155 OK 3.320 0.5980 3.585 1.093 0.4555 5.1011 0.6766 1.162 3695.281 OK 0.8038 0.6108 3335.557 OK

MM65B 115.982 4.363 5.151 10.507 4.020 0 0.0214 0.0214 0.0201 0.0415 0.1155 OK 0.0444 0.0652 0.1155 OK 3.320 0.7112 3.585 1.121 0.4430 5.0880 0.6407 1.162 3498.946 OK 1.1169 0.5107 2789.405 OK

MM65C 66.880 2.020 2.550 3.734 3.700 0 0.0314 0.0314 0.0185 0.0499 0.1155 OK 0.0381 0.0631 0.1155 OK 3.320 0.8562 3.585 1.032 0.4842 5.1189 0.5937 1.162 3242.169 OK 1.0818 0.5214 2847.395 OK

MM66A 175.687 3.620 5.207 10.539 3.920 0 0.0154 0.0154 0.0196 0.0350 0.1155 OK 0.0296 0.0471 0.1155 OK 2.200 0.5999 3.585 1.093 0.4555 5.1011 0.6760 0.770 2446.450 OK 0.8080 0.6094 2205.437 OK

MM66B 116.917 4.615 5.093 11.554 4.020 0 0.0213 0.0213 0.0201 0.0414 0.1155 OK 0.0436 0.0642 0.1155 OK 2.200 0.7089 3.585 1.121 0.4430 5.0880 0.6414 0.770 2321.149 OK 1.1012 0.5158 1866.643 OK

MM66C 61.249 2.018 2.436 3.732 3.700 0 0.0332 0.0332 0.0185 0.0517 0.1155 OK 0.0398 0.0656 0.1155 OK 2.200 0.8869 3.585 1.032 0.4842 5.1189 0.5838 0.770 2112.835 OK 1.1254 0.5074 1836.232 OK

137
MM67A 127.754 4.901 12.141 1.450 3.920 0 0.0199 0.0199 0.0196 0.0395 0.1155 OK 0.0950 0.1148 0.1155 OK 0.510 0.6765 1.730 2.266 0.1630 1.8258 0.6748 0.179 566.135 OK 1.9674 0.3155 264.698 OK

MM68A 144.729 5.345 13.637 1.661 3.920 0 0.0180 0.0180 0.0196 0.0376 0.1155 OK 0.0942 0.1130 0.1155 OK 1.070 0.6448 4.970 0.789 0.7113 7.9662 0.6044 0.375 1063.750 OK 1.9376 0.2190 385.423 OK

MM71A 126.839 4.853 8.904 1.210 3.920 0 0.0200 0.0200 0.0196 0.0396 0.1155 OK 0.0702 0.0900 0.1155 OK 0.600 0.6784 1.585 2.473 0.1405 1.5738 0.6759 0.210 667.136 OK 1.5426 0.4146 409.235 OK

MM71B 107.184 5.736 9.722 3.168 4.020 0 0.0227 0.0227 0.0201 0.0428 0.1155 OK 0.0907 0.1121 0.1155 OK 0.600 0.7334 1.585 2.536 0.1345 1.5453 0.6593 0.210 650.680 OK 1.9216 0.3292 324.899 OK

MM71C 49.974 2.278 2.967 4.218 3.700 0 0.0375 0.0375 0.0185 0.0560 0.1155 OK 0.0594 0.0874 0.1155 OK 0.600 0.9603 1.585 2.334 0.1551 1.6391 0.5891 0.210 581.394 OK 1.4978 0.4569 450.988 OK

MM72A 114.569 4.901 10.164 2.022 3.920 0 0.0216 0.0216 0.0196 0.0412 0.1155 OK 0.0887 0.1093 0.1155 OK 3.080 0.7060 2.689 1.458 0.3199 3.5831 0.6538 1.078 3312.293 OK 1.8738 0.3166 1603.929 OK

MM72B 98.384 5.862 8.909 4.522 4.020 0 0.0242 0.0242 0.0201 0.0443 0.1155 OK 0.0906 0.1127 0.1155 OK 2.460 0.7586 2.255 1.783 0.2394 2.7493 0.6431 0.861 2602.315 OK 1.9317 0.3128 1265.790 OK

MM72C 58.743 2.661 2.861 4.926 3.700 0 0.0341 0.0341 0.0185 0.0526 0.1155 OK 0.0487 0.0750 0.1155 OK 2.460 0.9017 2.255 1.641 0.2709 2.8633 0.5977 0.861 2418.718 OK 1.2858 0.5108 2067.100 OK

MM73A 155.962 1.747 5.237 2.061 3.920 0 0.0170 0.0170 0.0196 0.0366 0.1155 OK 0.0336 0.0519 0.1155 OK 3.410 0.6268 1.782 2.200 0.1713 1.9185 0.6895 1.194 3867.519 OK 0.8891 0.6088 3414.907 OK

MM73B 111.942 1.409 5.236 4.067 4.020 0 0.0220 0.0220 0.0201 0.0421 0.1155 OK 0.0468 0.0678 0.1155 OK 3.410 0.7211 1.782 2.256 0.1643 1.8866 0.6607 1.194 3706.113 OK 1.1624 0.5372 3013.519 OK

MM73C 64.207 2.666 2.712 4.935 3.700 0 0.0323 0.0323 0.0185 0.0508 0.1155 OK 0.0422 0.0676 0.1155 OK 3.410 0.8703 2.430 1.523 0.3013 3.1857 0.6051 1.194 3394.110 OK 1.1591 0.5350 3001.186 OK

MM74A 160.506 1.749 5.226 2.061 3.920 0 0.0166 0.0166 0.0196 0.0362 0.1155 OK 0.0326 0.0506 0.1155 OK 3.410 0.6202 3.255 1.204 0.4081 4.5708 0.6743 1.194 3782.619 OK 0.8683 0.5954 3339.637 OK

MM74B 116.486 1.409 5.181 4.067 4.020 0 0.0213 0.0213 0.0201 0.0414 0.1155 OK 0.0445 0.0652 0.1155 OK 3.410 0.7100 3.255 1.235 0.3960 4.5483 0.6459 1.194 3623.157 OK 1.1174 0.5376 3015.728 OK

MM74C 63.199 2.993 2.608 5.540 3.700 0 0.0326 0.0326 0.0185 0.0511 0.1155 OK 0.0413 0.0668 0.1155 OK 3.410 0.8759 3.255 1.137 0.4363 4.6121 0.5926 1.194 3324.360 OK 1.1454 0.5336 2993.375 OK

MM75A 90.143 4.975 7.395 1.961 3.920 0 0.0257 0.0257 0.0196 0.0453 0.1155 OK 0.0820 0.1047 0.1155 OK 0.950 0.7768 1.980 1.980 0.2033 2.2766 0.6408 0.333 1001.383 OK 1.7947 0.3497 546.508 OK

MM81A 114.546 1.402 4.821 1.376 3.920 0 0.0216 0.0216 0.0196 0.0412 0.1155 OK 0.0421 0.0627 0.1155 OK 1.550 0.7061 1.825 2.148 0.1781 1.9951 0.6646 0.543 1694.487 OK 1.0746 0.5570 1420.268 OK

MM81B 91.042 1.405 6.321 0.983 4.020 0 0.0255 0.0255 0.0201 0.0456 0.1155 OK 0.0694 0.0922 0.1155 OK 1.550 0.7823 1.450 2.772 0.1151 1.3224 0.6459 0.543 1646.854 OK 1.5814 0.4084 1041.403 OK

MM81C 45.751 1.562 2.904 0.981 3.700 0 0.0394 0.0394 0.0185 0.0579 0.1155 OK 0.0635 0.0924 0.1155 OK 1.550 0.9929 1.450 2.552 0.1331 1.4076 0.5809 0.543 1481.143 OK 1.5846 0.4068 1037.354 OK

MM91A 134.143 5.152 10.800 1.920 3.920 0 0.0191 0.0191 0.0196 0.0387 0.1155 OK 0.0805 0.0999 0.1155 OK 1.100 0.6638 1.510 2.596 0.1292 1.4471 0.6812 0.385 1232.682 OK 1.7121 0.3776 683.325 OK

MM91B 123.723 6.217 11.579 4.262 4.020 0 0.0204 0.0204 0.0201 0.0405 0.1155 OK 0.0936 0.1138 0.1155 OK 0.790 0.6936 1.450 2.772 0.1151 1.3224 0.6730 0.277 874.563 OK 1.9511 0.3251 422.531 OK

MM91C 44.684 3.810 2.967 7.052 3.700 0 0.0399 0.0399 0.0185 0.0584 0.1155 OK 0.0664 0.0956 0.1155 OK 0.790 1.0017 1.450 2.552 0.1331 1.4076 0.5782 0.277 751.421 OK 1.6389 0.3946 512.769 OK

MM92A 135.378 1.743 5.259 1.990 3.920 0 0.0190 0.0190 0.0196 0.0386 0.1155 OK 0.0388 0.0581 0.1155 OK 2.940 0.6615 2.460 1.593 0.2825 3.1645 0.6705 1.029 3242.886 OK 0.9967 0.5657 2736.025 OK

MM92B 96.376 1.809 5.338 5.330 4.020 0 0.0245 0.0245 0.0201 0.0446 0.1155 OK 0.0554 0.0777 0.1155 OK 2.940 0.7648 2.460 1.634 0.2724 3.1293 0.6385 1.029 3087.770 OK 1.3319 0.5028 2431.639 OK

MM92C 22.678 0.016 0.000 0.030 3.700 0 0.0545 0.0545 0.0185 0.0730 0.1155 OK 0.0000 0.0365 0.1155 OK 1.600 1.2520 2.771 1.335 0.3594 3.7992 0.4802 0.560 1263.832 OK 0.6260 0.6775 1783.157 OK

MM93A 139.481 5.049 12.589 2.003 3.920 0 0.0185 0.0185 0.0196 0.0381 0.1155 OK 0.0903 0.1093 0.1155 OK 0.400 0.6539 2.689 1.458 0.3199 3.5829 0.6701 0.140 440.940 OK 1.8742 0.3165 208.248 OK

MM93B 120.793 6.018 11.318 5.067 4.020 0 0.0207 0.0207 0.0201 0.0408 0.1155 OK 0.0937 0.1141 0.1155 OK 0.400 0.7000 2.255 1.783 0.2393 2.7491 0.6613 0.140 435.136 OK 1.9563 0.3071 202.083 OK

MM93C 43.070 3.799 2.861 7.032 3.700 0 0.0407 0.0407 0.0185 0.0592 0.1155 OK 0.0664 0.0960 0.1155 OK 0.400 1.0154 2.255 1.641 0.2708 2.8632 0.5623 0.140 369.988 OK 1.6465 0.3775 248.370 OK

MM94A 122.893 1.400 4.804 2.075 3.920 0 0.0205 0.0205 0.0196 0.0401 0.1155 OK 0.0391 0.0591 0.1155 OK 1.380 0.6868 2.935 1.336 0.3592 4.0232 0.6568 0.483 1491.039 OK 1.0135 0.5557 1261.534 OK

MM94B 101.878 1.400 6.311 2.940 4.020 0 0.0235 0.0235 0.0201 0.0436 0.1155 OK 0.0619 0.0838 0.1155 OK 1.380 0.7483 2.935 1.370 0.3477 3.9936 0.6376 0.483 1447.409 OK 1.4361 0.4899 1112.165 OK

MM94C 26.127 3.209 0.071 5.416 3.700 0 0.0516 0.0516 0.0185 0.0701 0.1155 OK 0.0027 0.0378 0.1155 OK 0.480 1.2013 4.227 0.875 0.6246 6.6030 0.4509 0.168 356.056 OK 0.6474 0.6308 498.062 OK

MM95A 136.802 4.983 12.373 1.918 3.920 0 0.0188 0.0188 0.0196 0.0384 0.1155 OK 0.0904 0.1097 0.1155 OK 0.690 0.6588 1.250 3.136 0.0923 1.0337 0.6855 0.242 778.077 OK 1.8799 0.3445 391.036 OK

MM96A 85.847 2.112 5.457 2.028 3.920 0 0.0266 0.0266 0.0196 0.0462 0.1155 OK 0.0636 0.0867 0.1155 OK 1.550 0.7921 2.515 1.559 0.2916 3.2659 0.6289 0.543 1603.655 OK 1.4857 0.4753 1211.821 OK

MM96B 62.847 1.624 2.824 4.768 4.020 0 0.0327 0.0327 0.0201 0.0528 0.1155 OK 0.0449 0.0713 0.1155 OK 1.550 0.9052 2.516 1.598 0.2814 3.2319 0.5938 0.543 1514.030 OK 1.2230 0.5232 1333.987 OK

138
MM96C 37.065 2.470 0.103 4.900 3.700 0 0.0440 0.0440 0.0185 0.0625 0.1155 OK 0.0028 0.0340 0.1155 OK 1.550 1.0716 2.831 1.307 0.3692 3.9032 0.5362 0.543 1367.077 OK 0.5833 0.6903 1760.048 OK

MM97A 119.140 1.747 5.237 2.049 3.920 0 0.0210 0.0210 0.0196 0.0406 0.1155 OK 0.0440 0.0642 0.1155 OK 0.400 0.6952 1.782 2.200 0.1713 1.9185 0.6684 0.140 439.828 OK 1.1012 0.5513 362.743 OK

MM97B 109.119 0.902 5.235 0.959 4.020 0 0.0224 0.0224 0.0201 0.0425 0.1155 OK 0.0480 0.0692 0.1155 OK 0.400 0.7283 1.782 2.256 0.1643 1.8866 0.6585 0.140 433.268 OK 1.1865 0.5316 349.804 OK

MM97C 43.797 1.464 2.711 4.407 3.700 0 0.0404 0.0404 0.0185 0.0589 0.1155 OK 0.0619 0.0913 0.1155 OK 0.400 1.0092 2.430 1.523 0.3013 3.1857 0.5616 0.140 369.562 OK 1.5657 0.3928 258.494 OK

MM98A 98.060 2.137 5.472 2.082 3.920 0 0.0242 0.0242 0.0196 0.0438 0.1155 OK 0.0558 0.0777 0.1155 OK 1.440 0.7510 1.250 3.136 0.0923 1.0337 0.6574 0.504 1557.355 OK 1.3321 0.4944 1171.250 OK

MM98B 76.028 2.041 2.904 6.131 4.020 0 0.0289 0.0289 0.0201 0.0490 0.1155 OK 0.0382 0.0627 0.1155 OK 1.440 0.8402 1.250 3.216 0.0882 1.0126 0.6305 0.504 1493.526 OK 1.0748 0.5622 1331.701 OK

MM99A 110.792 1.733 4.480 4.303 3.920 0 0.0221 0.0221 0.0196 0.0417 0.1155 OK 0.0404 0.0613 0.1155 OK 1.440 0.7154 1.250 3.136 0.0923 1.0337 0.6683 0.504 1583.026 OK 1.0509 0.5683 1346.299 OK

MM99B 110.792 1.799 5.196 5.348 4.020 0 0.0221 0.0221 0.0201 0.0422 0.1155 OK 0.0469 0.0680 0.1155 OK 1.440 0.7240 1.250 3.216 0.0882 1.0126 0.6658 0.504 1577.195 OK 1.1660 0.5381 1274.759 OK

MM99C 20.678 0.056 0.000 0.104 3.700 0 0.0564 0.0564 0.0185 0.0749 0.1155 OK 0.0000 0.0375 0.1155 OK 1.440 1.2841 2.831 1.307 0.3692 3.9032 0.4691 0.504 1111.208 OK 0.6421 0.6717 1591.228 OK

MM910A 126.540 4.981 11.420 1.914 3.920 0 0.0200 0.0200 0.0196 0.0396 0.1155 OK 0.0902 0.1101 0.1155 OK 1.010 0.6790 1.985 1.975 0.2041 2.2858 0.6710 0.354 1114.750 OK 1.8866 0.3286 545.875 OK

MM101A 116.234 5.072 10.824 1.884 3.920 0 0.0213 0.0213 0.0196 0.0409 0.1155 OK 0.0931 0.1136 0.1155 OK 0.920 0.7020 2.210 1.774 0.2412 2.7013 0.6610 0.322 1000.378 OK 1.9473 0.3097 468.766 OK

MM102A 58.023 1.270 4.978 1.885 3.920 0 0.0344 0.0344 0.0196 0.0540 0.1155 OK 0.0858 0.1128 0.1155 OK 4.370 0.9250 1.450 2.703 0.1204 1.3480 0.6021 1.530 4328.461 OK 1.9331 0.3289 2364.379 OK

MM103A 137.462 4.997 12.420 1.887 3.920 0 0.0188 0.0188 0.0196 0.0384 0.1155 OK 0.0904 0.1095 0.1155 OK 0.460 0.6576 1.250 3.136 0.0923 1.0337 0.6859 0.161 518.998 OK 1.8777 0.3450 261.060 OK

MM104A 57.023 1.266 4.960 1.876 3.920 0 0.0347 0.0347 0.0196 0.0543 0.1155 OK 0.0870 0.1141 0.1155 OK 4.490 0.9312 2.161 1.814 0.2331 2.6110 0.5905 1.572 4361.206 OK 1.9566 0.3087 2279.873 OK

MM105A 59.245 1.260 4.938 1.876 3.920 0 0.0339 0.0339 0.0196 0.0535 0.1155 OK 0.0834 0.1101 0.1155 OK 4.190 0.9175 2.256 1.737 0.2489 2.7872 0.5934 1.467 4089.744 OK 1.8877 0.3225 2222.933 OK

MM106A 129.905 4.983 12.422 1.867 3.920 0 0.0196 0.0196 0.0196 0.0392 0.1155 OK 0.0956 0.1152 0.1155 OK 0.960 0.6721 1.965 1.995 0.2008 2.2491 0.6733 0.336 1063.317 OK 1.9753 0.3087 487.436 OK

MM110A 190.555 2.270 3.799 4.763 3.920 0 0.0144 0.0144 0.0196 0.0340 0.1155 OK 0.0199 0.0369 0.1155 OK 0.900 0.5827 2.173 1.804 0.2350 2.6317 0.6985 0.315 1034.162 OK 0.6332 0.6829 1010.976 OK

MM110B 145.504 2.959 4.698 4.686 4.020 0 0.0179 0.0179 0.0201 0.0380 0.1155 OK 0.0323 0.0513 0.1155 OK 0.900 0.6520 2.173 1.850 0.2260 2.5962 0.6772 0.315 1002.648 OK 0.8795 0.6066 898.137 OK

MM110C 71.037 2.495 1.904 2.707 3.700 0 0.0302 0.0302 0.0185 0.0487 0.1155 OK 0.0268 0.0512 0.1155 OK 0.900 0.8355 2.173 1.703 0.2564 2.7102 0.6194 0.315 917.090 OK 0.8771 0.6065 897.946 OK

MM111A 209.057 2.034 5.396 2.996 3.920 0 0.0133 0.0133 0.0196 0.0329 0.1155 OK 0.0258 0.0423 0.1155 OK 1.230 0.5642 2.490 1.574 0.2875 3.2199 0.7006 0.431 1417.541 OK 0.7246 0.6504 1316.005 OK

MM111B 126.265 1.555 2.373 3.650 4.020 0 0.0200 0.0200 0.0201 0.0401 0.1155 OK 0.0188 0.0389 0.1155 OK 1.230 0.6881 2.490 1.614 0.2773 3.1847 0.6621 0.431 1339.562 OK 0.6662 0.6689 1353.441 OK

MM111C 56.603 3.546 0.886 5.996 3.700 0 0.0349 0.0349 0.0185 0.0534 0.1155 OK 0.0157 0.0423 0.1155 OK 1.230 0.9150 2.490 1.486 0.3117 3.2953 0.5903 0.431 1194.288 OK 0.7260 0.6495 1314.086 OK

MM112A 233.424 2.074 5.410 2.966 3.920 0 0.0121 0.0121 0.0196 0.0317 0.1155 OK 0.0232 0.0390 0.1155 OK 1.210 0.5437 2.480 1.581 0.2858 3.2014 0.7071 0.424 1407.500 OK 0.6691 0.6679 1329.387 OK

MM112B 154.082 1.387 2.504 1.994 4.020 0 0.0171 0.0171 0.0201 0.0372 0.1155 OK 0.0163 0.0349 0.1155 OK 1.210 0.6383 2.480 1.621 0.2757 3.1663 0.6778 0.424 1349.073 OK 0.5977 0.6904 1374.290 OK

MM112C 90.763 1.551 1.092 2.034 3.700 0 0.0256 0.0256 0.0185 0.0441 0.1155 OK 0.0120 0.0341 0.1155 OK 1.210 0.7558 2.480 1.492 0.3100 3.2771 0.6402 0.424 1274.373 OK 0.5841 0.6940 1381.397 OK

MM113A 218.942 2.043 5.382 3.024 3.920 0 0.0128 0.0128 0.0196 0.0324 0.1155 OK 0.0246 0.0408 0.1155 OK 1.210 0.5554 2.513 1.560 0.2912 3.2613 0.7031 0.424 1399.457 OK 0.6991 0.6581 1309.909 OK

MM113B 132.524 1.568 2.463 2.351 4.020 0 0.0193 0.0193 0.0201 0.0394 0.1155 OK 0.0186 0.0383 0.1155 OK 1.210 0.6755 2.513 1.600 0.2809 3.2263 0.6657 0.424 1325.099 OK 0.6564 0.6717 1336.989 OK

MM113C 57.957 2.087 1.281 3.084 3.700 0 0.0344 0.0344 0.0185 0.0529 0.1155 OK 0.0221 0.0485 0.1155 OK 1.210 0.9065 2.513 1.473 0.3156 3.3362 0.5926 0.424 1179.533 OK 0.8322 0.6159 1225.879 OK

MM114A 206.384 2.930 3.765 6.352 3.920 0 0.0135 0.0135 0.0196 0.0331 0.1155 OK 0.0182 0.0348 0.1155 OK 1.275 0.5667 2.513 1.560 0.2912 3.2613 0.6995 0.446 1467.217 OK 0.5961 0.6904 1447.950 OK

MM114B 155.650 3.472 4.745 5.942 4.020 0 0.0170 0.0170 0.0201 0.0371 0.1155 OK 0.0305 0.0490 0.1155 OK 1.275 0.6359 2.513 1.600 0.2809 3.2263 0.6781 0.446 1422.283 OK 0.8405 0.6141 1287.982 OK

MM114C 74.061 2.495 1.951 3.133 3.700 0 0.0294 0.0294 0.0185 0.0479 0.1155 OK 0.0263 0.0503 0.1155 OK 1.275 0.8215 2.513 1.473 0.3156 3.3362 0.6193 0.446 1298.804 OK 0.8622 0.6065 1272.025 OK

MM115B 58.062 2.061 2.220 3.994 4.020 0 0.0343 0.0343 0.0201 0.0544 0.1155 OK 0.0382 0.0655 0.1155 OK 0.290 0.9333 1.893 2.124 0.1814 2.0837 0.5939 0.102 283.315 OK 1.1222 0.5054 241.117 OK

MM115C 26.959 1.827 2.140 2.537 3.700 0 0.0509 0.0509 0.0185 0.0694 0.1155 OK 0.0794 0.1141 0.1155 OK 0.290 1.1899 1.893 1.955 0.2074 2.1922 0.5138 0.102 245.119 OK 1.9557 0.3138 149.713 OK

139
MM11- 53.082 5.778 4.286 2.242 3.920 0 0.0362 0.0362 0.0196 0.0558 0.1155 OK 0.0807 0.1087 0.1155 OK 1.940 0.9571 2.210 1.774 0.2412 2.7013 0.5817 0.679 1856.444 OK 1.8627 0.3293 1050.798 OK
1A
MM11- 72.055 2.936 4.059 7.856 3.920 0 0.0300 0.0300 0.0196 0.0496 0.1155 OK 0.0563 0.0811 0.1155 OK 5.215 0.8496 4.120 0.951 0.5485 6.1437 0.5753 1.825 4935.035 OK 1.3904 0.3986 3419.689 OK
2A
MM11-
58.023 1.267 4.967 2.047 3.920 0 0.0344 0.0344 0.0196 0.0540 0.1155 OK 0.0856 0.1126 0.1155 OK 2.640 0.9250 1.586 2.471 0.1407 1.5760 0.6004 0.924 2607.281 OK 1.9301 0.3269 1419.682 OK
3A
MM11-
57.528 2.658 4.958 7.453 3.920 0 0.0345 0.0345 0.0196 0.0541 0.1155 OK 0.0862 0.1132 0.1155 OK 0.425 0.9281 2.338 1.677 0.2623 2.9378 0.5889 0.149 411.733 OK 1.9414 0.3083 215.567 OK
4A
MM11- 56.330 2.454 4.951 6.221 3.920 0 0.0350 0.0350 0.0196 0.0546 0.1155 OK 0.0879 0.1152 0.1155 OK 0.430 0.9356 2.445 1.603 0.2801 3.1368 0.5850 0.151 413.820 OK 1.9744 0.2983 211.012 OK
5A
MM11- 75.259 3.556 4.937 9.963 3.920 0 0.0291 0.0291 0.0196 0.0487 0.1155 OK 0.0656 0.0900 0.1155 OK 1.420 0.8350 4.320 0.907 0.5926 6.6370 0.5701 0.497 1331.626 OK 1.5421 0.3409 796.267 OK
6A
MM11- 74.262 3.211 4.001 9.339 3.920 0 0.0294 0.0294 0.0196 0.0490 0.1155 OK 0.0539 0.0784 0.1155 OK 5.220 0.8394 4.320 0.907 0.5926 6.6370 0.5686 1.827 4882.903 OK 1.3432 0.4029 3460.022 OK
7A
MM11-
76.246 5.004 5.493 2.363 3.920 0 0.0289 0.0289 0.0196 0.0485 0.1155 OK 0.0720 0.0963 0.1155 OK 0.520 0.8306 1.893 2.071 0.1890 2.1170 0.6253 0.182 534.887 OK 1.6503 0.3845 328.885 OK
8A

140
7.2.2 Pressoflessione nel piano della muratura

la verifica a pressoflessione nel piano del muro consiste nell’accertarsi che la resistenza a flessione di
progetto 𝑀 sia superiore al momento flettente sollecitante 𝑀 che va ad impegnare la sezione di
verifica.
La condizione di rottura a pressoflessione è associata allo schiacciamento della muratura al lembo
compresso; inoltre, se il carico assiale è basso, si hanno ampie fessure flessionali e la muratura tende a
sviluppare un cinematismo di ribaltamento simile a quello di un corpo rigido.
Per semplificare l’espressione del momento resistente si può utilizzare lo “stress block” per
definire il diagramma delle compressioni, analogamente a quanto si suole fare con le sezioni in
cemento armato.
La normativa (D.M. 17/01/2018) prevede la seguente espressione per la verifica:

𝜎 𝜎
𝑀 ≤𝑀 = 𝑙 ∙𝑡∙ 1−
2 𝛼∙𝑓
Dove

𝑀 è il momento sollecitante di progetto;


𝑀 è il momento corrispondente al collasso per pressoflessione;
𝜎 è la tensione normale media sull’area totale, ovvero 𝜎 = ;

𝑡 è lo spessore della muratura;
𝑙 è la lunghezza complessiva della muratura;
𝑓 è la resistenza di progetto a compressione;
𝛼 è un coefficiente che tiene conto del riempimento del diagramma delle tensioni nella sezione
reagente. Comunque deve valere 𝛼 ≤ 0,85;

Si riportano di seguito i risultati ottenuti e le verifiche:

141
Ned [kN] M2 [kNm] M3 [kNm] b [m] t [m] α σ0 [kN/m^2] Mrd [kNm] VERIFICA
MM11A 175.408 2.492 6.162 1.345 0.35 0.850 372.614 117.951 OK
MM11B 129.096 5.357 6.384 1.345 0.35 0.850 274.235 86.811 OK
MM11C 72.846 2.569 3.079 1.345 0.35 0.850 154.745 48.987 OK
MM12A 211.633 5.468 2.756 1.200 0.35 0.850 503.888 126.964 OK
MM12B 125.307 2.436 2.612 1.200 0.35 0.850 298.350 75.179 OK
MM12C 54.237 1.271 5.665 1.200 0.35 0.850 129.136 32.541 OK
MM13A 230.959 5.378 2.990 1.190 0.35 0.850 554.523 137.402 OK
MM13B 153.146 2.417 2.176 1.190 0.35 0.850 367.697 91.113 OK
MM13C 90.087 1.125 2.027 1.190 0.35 0.850 216.295 53.599 OK
MM14A 205.987 5.443 4.071 1.210 0.35 0.850 486.392 124.607 OK
MM14B 125.634 2.434 3.660 1.210 0.35 0.850 296.656 76.003 OK
MM14C 56.080 1.318 4.512 1.210 0.35 0.850 132.420 33.927 OK
MM15A 186.914 2.425 5.540 0.900 0.35 0.850 593.378 84.099 OK
MM15B 134.553 5.036 4.926 0.900 0.35 0.850 427.152 60.542 OK
MM15C 70.752 2.089 2.766 0.900 0.35 0.850 224.610 31.837 OK
MM16A 165.900 3.977 2.221 0.520 0.35 0.850 911.538 43.124 OK
MM16B 152.780 5.695 2.737 0.520 0.35 0.850 839.451 39.714 OK
MM16C 79.302 3.564 5.506 0.520 0.35 0.850 435.725 20.616 OK
MM17A 195.616 3.718 9.461 1.275 0.35 0.850 438.355 124.692 OK
MM17B 142.822 5.210 10.040 1.275 0.35 0.850 320.049 91.042 OK
MM17C 76.174 2.564 4.254 1.275 0.35 0.850 170.698 48.559 OK
MM18A 203.458 3.692 10.039 1.235 0.35 0.850 470.695 125.621 OK
MM18B 142.598 5.040 10.524 1.235 0.35 0.850 329.897 88.047 OK
MM18C 76.788 2.634 4.563 1.235 0.35 0.850 177.647 47.414 OK
MM19A 171.033 3.920 1.920 0.520 0.35 0.850 939.742 44.458 OK
MM19B 157.867 5.699 2.769 0.520 0.35 0.850 867.401 41.037 OK
MM19C 79.712 3.371 5.506 0.520 0.35 0.850 437.978 20.723 OK
MM21A 212.990 5.289 2.386 8.600 0.35 0.850 70.761 915.841 OK
MM21B 110.980 5.493 1.709 8.600 0.35 0.850 36.870 477.210 OK
MM21C 101.659 3.201 1.706 8.600 0.35 0.850 33.774 437.130 OK
MM22A 191.665 11.734 2.363 3.220 0.35 0.850 170.067 308.568 OK
MM22B 130.866 10.393 1.252 3.220 0.35 0.850 116.119 210.688 OK
MM22C 79.493 2.860 2.176 3.220 0.35 0.850 70.535 127.981 OK
MM23A 195.627 11.784 2.364 3.180 0.35 0.850 175.765 311.033 OK
MM23B 138.370 10.338 1.253 3.180 0.35 0.850 124.322 220.001 OK
MM23C 79.896 2.711 2.195 3.180 0.35 0.850 71.784 127.032 OK
MM24A 195.527 11.398 1.782 6.390 0.35 0.850 87.425 624.695 OK
MM24B 122.584 11.197 1.898 8.600 0.35 0.850 40.726 527.106 OK
MM24C 103.779 2.372 1.512 8.600 0.35 0.850 34.478 446.246 OK
MM31A 164.173 12.892 2.233 1.390 0.35 0.850 337.457 114.091 OK
MM31B 112.640 10.206 1.310 1.390 0.35 0.850 231.531 78.280 OK
MM31C 61.438 2.861 1.244 1.390 0.35 0.850 126.286 42.698 OK
MM32A 193.226 12.702 2.257 1.120 0.35 0.850 492.923 108.193 OK
MM32B 115.882 10.913 1.113 1.120 0.35 0.850 295.617 64.889 OK
MM32C 52.281 2.761 0.417 1.120 0.35 0.850 133.370 29.276 OK
MM51A 150.264 12.433 2.162 0.900 0.35 0.850 477.029 67.611 OK
MM51B 115.866 10.719 2.228 0.900 0.35 0.850 367.829 52.135 OK

142
MM51C 54.652 2.711 3.168 0.900 0.35 0.850 173.498 24.592 OK
MM61A 184.682 5.206 2.103 7.380 0.35 0.850 71.499 681.464 OK
MM61B 96.606 5.458 2.834 7.380 0.35 0.850 37.401 356.473 OK
MM61C 86.633 3.091 3.727 7.380 0.35 0.850 33.540 319.673 OK
MM62A 149.114 5.259 2.133 2.940 0.35 0.850 144.912 219.190 OK
MM62B 111.094 5.341 2.788 2.940 0.35 0.850 107.963 163.304 OK
MM62C 63.908 2.913 3.657 2.940 0.35 0.850 62.107 93.943 OK
MM63A 60.436 4.955 12.780 0.585 0.35 0.850 295.170 17.676 OK
MM64A 154.554 5.495 3.583 1.395 0.35 0.850 316.547 107.793 OK
MM64B 159.176 0.270 53.000 1.395 0.35 0.850 326.013 111.016 OK
MM64C 98.489 0.125 37.429 1.395 0.35 0.850 201.718 68.693 OK
MM65A 177.254 5.220 8.803 3.320 0.35 0.850 152.542 294.230 OK
MM65B 115.982 5.151 10.507 3.320 0.35 0.850 99.812 192.525 OK
MM65C 66.880 2.550 3.734 3.320 0.35 0.850 57.556 111.019 OK
MM66A 175.687 5.207 10.539 2.200 0.35 0.850 228.165 193.245 OK
MM66B 116.917 5.093 11.554 2.200 0.35 0.850 151.840 128.604 OK
MM66C 61.249 2.436 3.732 2.200 0.35 0.850 79.544 67.373 OK
MM67A 127.754 12.141 1.450 0.510 0.35 0.850 715.709 32.571 OK
MM68A 144.729 13.637 1.661 1.070 0.35 0.850 386.459 77.423 OK
MM71A 126.839 8.904 1.210 0.600 0.35 0.850 603.995 38.046 OK
MM71B 107.184 9.722 3.168 0.600 0.35 0.850 510.400 32.151 OK
MM71C 49.974 2.967 4.218 0.600 0.35 0.850 237.971 14.991 OK
MM72A 114.569 10.164 2.022 3.080 0.35 0.850 106.279 176.432 OK
MM72B 98.384 8.909 4.522 2.460 0.35 0.850 114.267 121.009 OK
MM72C 58.743 2.861 4.926 2.460 0.35 0.850 68.226 72.253 OK
MM73A 155.962 5.237 2.061 3.410 0.35 0.850 130.676 265.907 OK
MM73B 111.942 5.236 4.067 3.410 0.35 0.850 93.793 190.857 OK
MM73C 64.207 2.712 4.935 3.410 0.35 0.850 53.797 109.471 OK
MM74A 160.506 5.226 2.061 3.410 0.35 0.850 134.483 273.654 OK
MM74B 116.486 5.181 4.067 3.410 0.35 0.850 97.600 198.604 OK
MM74C 63.199 2.608 5.540 3.410 0.35 0.850 52.953 107.753 OK
MM75A 90.143 7.395 1.961 0.950 0.35 0.850 271.107 42.815 OK
MM81A 114.546 4.821 1.376 1.550 0.35 0.850 211.145 88.768 OK
MM81B 91.042 6.321 0.983 1.550 0.35 0.850 167.819 70.555 OK
MM81C 45.751 2.904 0.981 1.550 0.35 0.850 84.334 35.456 OK
MM91A 134.143 10.800 1.920 1.100 0.35 0.850 348.423 73.772 OK
MM91B 123.723 11.579 4.262 0.790 0.35 0.850 447.461 48.865 OK
MM91C 44.684 2.967 7.052 0.790 0.35 0.850 161.606 17.649 OK
MM92A 135.378 5.259 1.990 2.940 0.35 0.850 131.563 198.999 OK
MM92B 96.376 5.338 5.330 2.940 0.35 0.850 93.660 141.669 OK
MM92C 22.678 0.000 0.030 1.600 0.35 0.850 40.496 18.142 OK
MM93A 139.481 12.589 2.003 0.400 0.35 0.850 996.293 27.889 OK
MM93B 120.793 11.318 5.067 0.400 0.35 0.850 862.807 24.153 OK
MM93C 43.070 2.861 7.032 0.400 0.35 0.850 307.643 8.613 OK
MM94A 122.893 4.804 2.075 1.380 0.35 0.850 254.437 84.791 OK
MM94B 101.878 6.311 2.940 1.380 0.35 0.850 210.928 70.292 OK
MM94C 26.127 0.071 5.416 0.480 0.35 0.850 155.518 6.270 OK
MM95A 136.802 12.373 1.918 0.690 0.35 0.850 566.468 47.190 OK
MM96A 85.847 5.457 2.028 1.550 0.35 0.850 158.243 66.529 OK

143
MM96B 62.847 2.824 4.768 1.550 0.35 0.850 115.847 48.705 OK
MM96C 37.065 0.103 4.900 1.550 0.35 0.850 68.323 28.725 OK
MM97A 119.140 5.237 2.049 0.400 0.35 0.850 851.000 23.823 OK
MM97B 109.119 5.235 0.959 0.400 0.35 0.850 779.421 21.820 OK
MM97C 43.797 2.711 4.407 0.400 0.35 0.850 312.836 8.759 OK
MM98A 98.060 5.472 2.082 1.440 0.35 0.850 194.563 70.600 OK
MM98B 76.028 2.904 6.131 1.440 0.35 0.850 150.849 54.738 OK
MM99A 110.792 4.480 4.303 1.440 0.35 0.850 219.825 79.766 OK
MM99B 110.792 5.196 5.348 1.440 0.35 0.850 219.825 79.766 OK
MM99C 20.678 0.000 0.104 1.440 0.35 0.850 41.028 14.888 OK
MM910A 126.540 11.420 1.914 1.010 0.35 0.850 357.963 63.897 OK
MM101A 116.234 10.824 1.884 0.920 0.35 0.850 360.975 53.463 OK
MM102A 58.023 4.978 1.885 4.370 0.35 0.850 37.936 126.779 OK
MM103A 137.462 12.420 1.887 0.460 0.35 0.850 853.801 31.610 OK
MM104A 57.023 4.960 1.876 4.490 0.35 0.850 36.286 128.015 OK
MM105A 59.245 4.938 1.876 4.190 0.35 0.850 40.399 124.117 OK
MM106A 129.905 12.422 1.867 0.960 0.35 0.850 386.622 62.348 OK
MM110A 190.555 3.799 4.763 0.900 0.35 0.850 604.937 85.737 OK
MM110B 145.504 4.698 4.686 0.900 0.35 0.850 461.917 65.469 OK
MM110C 71.037 1.904 2.707 0.900 0.35 0.850 225.514 31.965 OK
MM111A 209.057 5.396 2.996 1.230 0.35 0.850 485.614 128.554 OK
MM111B 126.265 2.373 3.650 1.230 0.35 0.850 293.298 77.647 OK
MM111C 56.603 0.886 5.996 1.230 0.35 0.850 131.482 34.810 OK
MM112A 233.424 5.410 2.966 1.210 0.35 0.850 551.178 141.202 OK
MM112B 154.082 2.504 1.994 1.210 0.35 0.850 363.830 93.211 OK
MM112C 90.763 1.092 2.034 1.210 0.35 0.850 214.316 54.909 OK
MM113A 218.942 5.382 3.024 1.210 0.35 0.850 516.982 132.443 OK
MM113B 132.524 2.463 2.351 1.210 0.35 0.850 312.926 80.171 OK
MM113C 57.957 1.281 3.084 1.210 0.35 0.850 136.852 35.063 OK
MM114A 206.384 3.765 6.352 1.275 0.35 0.850 462.485 131.555 OK
MM114B 155.650 4.745 5.942 1.275 0.35 0.850 348.796 99.218 OK
MM114C 74.061 1.951 3.133 1.275 0.35 0.850 165.963 47.212 OK
MM115B 58.062 2.220 3.994 0.290 0.35 0.850 572.039 8.418 OK
MM115C 26.959 2.140 2.537 0.290 0.35 0.850 265.606 3.909 OK
MM11-1A 53.082 4.286 2.242 1.940 0.35 0.850 78.177 51.489 OK
MM11-2A 72.055 4.059 7.856 5.215 0.35 0.850 39.477 187.882 OK
MM11-3A 58.023 4.967 2.047 2.640 0.35 0.850 62.795 76.589 OK
MM11-4A 57.528 4.958 7.453 0.425 0.35 0.850 386.743 12.224 OK
MM11-5A 56.330 4.951 6.221 0.430 0.35 0.850 374.286 12.110 OK
MM11-6A 75.259 4.937 9.963 1.420 0.35 0.850 151.427 53.432 OK
MM11-7A 74.262 4.001 9.339 5.220 0.35 0.850 40.647 193.822 OK
MM11-8A 76.246 5.493 2.363 0.520 0.35 0.850 418.934 19.822 OK

144
7.2.3 Verifica a taglio per azioni nel piano

Le modalità di rottura di un pannello murario dipendono sia dalle sue dimensioni che dal carico
applicato, e si distinguono in:
 Rottura per pressoflessione 𝑉 , (si verifica per valori di > 2 cioè elementi snelli);
 Rottura per scorrimento 𝑉 , (si verifica per bassi valori dell’azione assiale);
 Rottura per fessurazione diagonale 𝑉 , (si verifica per valori di < 1,5 cioè elementi tozzi);

Il taglio resistente risulta pari a: 𝑉 = min (𝑉 , ;𝑉 , ;𝑉 , )

Nel caso di rottura per pressoflessione, il valore resistente del taglio 𝑉 è definito dalla condizione di
schiacciamento della muratura compressa alla base inferiore del pannello:

𝑀 𝜎 ∙𝑏 ∙𝑡 𝜎
𝑉 , = = ∙ 1−
ℎ 2∙ℎ 𝛼∙𝑓

Dove ℎ è l’altezza del punto in cui si annulla il momento;

Nel caso in cui il carico verticale sia basso, si può verificare la rottura per scorrimento nei giunti di
malta, assumendo un comportamento del materiale “alla Coulomb”:

𝑓, =𝑓, , + 0,4 ∙ 𝜎

Le più recenti normative fanno riferimento a questo modello valutando la resistenza della muratura
come prodotto della resistenza unitaria per l’area reagente del muro (zona compressa):

1,5𝑓 ,
, + 0,4𝜎 𝑏∙𝑡
𝑉 , = ∙
3ℎ 𝑓 , , 𝛾
1+
𝑏𝜎 𝛾

In alternativa si può utilizzare la formula semplificata che prevede la seguente verifica:

𝑉 ≤𝑉 , =𝛽∙𝐴∙𝑓,

Dove 𝛽 è il coefficiente di parzializzazione della sezione della parete generata dal momento esterno,
dipendente quindi dall’eccentricità 𝑒 = . In accordo con il D.M. 20/11/1987 vale:

145
6𝑒
1 𝑠𝑒 ≤1
𝛽= 𝑏
3 3𝑒 6𝑒
− 𝑠𝑒 1 < ≤ 1,3
2 𝑏 𝑏

Si ipotizza, infine, che la rottura per taglio per fessurazione diagonale avvenga quando lo sforzo
principale di trazione raggiunge il valore limite, assunto come resistenza a trazione convenzionale
della muratura secondo la relazione proposta da Turnsek e Cacovic (1971):

1,5𝜏 , 𝜎 𝑓, 𝜎
𝑉 , =𝑏∙𝑡∙ 1+ =𝑏∙𝑡∙ 1+
𝜉 1,5𝜏 , 𝜉 𝑓,

Dove:

𝑉 , è la resistenza a taglio per fessurazione diagonale;


𝑓 , è la resistenza di progetto a trazione per fessurazione diagonale (𝑓 , = 1,5𝜏 , );
𝜏 , è la corrispondente resistenza a taglio di riferimento della muratura, pari a 𝑓 , , ;
𝜉 è un coefficiente correttivo legato alla distribuzione degli sforzi sulla sezione, dipendente dalla
snellezza della parete. Si può assumere:


⎧ 1,0 𝑠𝑒
≤ 1,0
⎪ 𝑏
ℎ ℎ
𝜉= 𝑠𝑒 1,0 < < 1,5
⎨ 𝑏 𝑏
⎪ ℎ
⎩ 1,5 𝑠𝑒 ≥ 1,5
𝑏

Si riportano di seguito i calcoli e le rispettive verifiche:

146
Ved [kN] Vrd,p [kN] eb [mm] β fvk [N/mm^2] fvd [N/mm^2] Vrd,s [kN] ξ ftd [N/mm^2] Vrd,f [kN] Vrd,fin [kN] VERIFICA
MM11A 2.654 60.179 35.128 1.000 0.2001 0.1001 47.110 1.500 0.1364 113.538 47.110 OK
MM11B 3.547 43.190 49.448 1.000 0.2001 0.1001 47.101 1.500 0.1364 103.484 43.190 OK
MM11C 2.494 26.479 42.270 1.000 0.2001 0.1000 47.090 1.500 0.1364 88.384 26.479 OK
MM12A 2.058 64.777 13.021 1.000 0.2002 0.1001 42.042 1.500 0.1364 111.578 42.042 OK
MM12B 1.733 37.402 20.845 1.000 0.2001 0.1001 42.025 1.500 0.1364 94.659 37.402 OK
MM12C 4.004 17.590 104.447 1.000 0.2001 0.1000 42.011 1.500 0.1364 75.338 17.590 OK
MM13A 2.010 70.103 12.947 1.000 0.2002 0.1001 41.696 1.500 0.1364 114.218 41.696 OK
MM13B 1.483 45.330 14.207 1.000 0.2001 0.1001 41.681 1.500 0.1364 100.039 41.681 OK
MM13C 1.424 28.972 22.495 1.000 0.2001 0.1000 41.668 1.500 0.1364 85.550 28.972 OK
MM14A 2.147 63.575 19.762 1.000 0.2002 0.1001 42.391 1.500 0.1364 111.212 42.391 OK
MM14B 2.525 37.812 29.130 1.000 0.2001 0.1001 42.375 1.500 0.1364 95.286 37.812 OK
MM14C 3.248 18.339 80.455 1.000 0.2001 0.1000 42.361 1.500 0.1364 76.439 18.339 OK
MM15A 2.787 42.908 29.641 1.000 0.2002 0.1001 31.537 1.500 0.1364 88.372 31.537 OK
MM15B 3.223 30.121 36.613 1.000 0.2002 0.1001 31.527 1.500 0.1364 79.319 30.121 OK
MM15C 2.494 17.209 39.093 1.000 0.2001 0.1000 31.514 1.500 0.1364 65.389 17.209 OK
MM16A 2.118 22.002 13.389 1.000 0.2004 0.1002 18.233 1.500 0.1364 59.323 18.233 OK
MM16B 1.889 19.758 17.916 1.000 0.2003 0.1002 18.231 1.500 0.1364 57.597 18.231 OK
MM16C 3.327 11.144 69.428 1.000 0.2002 0.1001 18.216 1.500 0.1364 46.121 11.144 OK
MM17A 4.007 63.618 48.364 1.000 0.2002 0.1001 44.664 1.500 0.1364 113.304 44.664 OK
MM17B 5.701 45.294 70.300 1.000 0.2001 0.1001 44.654 1.500 0.1364 102.719 44.654 OK
MM17C 3.077 26.248 55.847 1.000 0.2001 0.1000 44.640 1.500 0.1364 85.957 26.248 OK
MM18A 4.477 64.092 49.344 1.000 0.2002 0.1001 43.266 1.500 0.1364 112.302 43.266 OK
MM18B 6.149 43.804 73.800 1.000 0.2001 0.1001 43.254 1.500 0.1364 100.415 43.254 OK
MM18C 3.077 25.629 59.427 1.000 0.2001 0.1000 43.240 1.500 0.1364 84.146 25.629 OK
MM19A 2.002 22.683 11.224 1.000 0.2004 0.1002 18.234 1.500 0.1364 59.980 18.234 OK
MM19B 1.917 20.416 17.542 1.000 0.2003 0.1002 18.232 1.500 0.1364 58.275 18.232 OK
MM19C 3.327 11.202 69.071 1.000 0.2002 0.1001 18.216 1.500 0.1364 46.198 11.202 OK
MM21A 2.143 467.266 11.202 1.000 0.2000 0.1000 301.043 1.000 0.1364 706.128 301.043 OK
MM21B 1.874 237.418 15.403 1.000 0.2000 0.1000 301.022 1.000 0.1364 623.884 237.418 OK
MM21C 1.946 236.286 16.777 1.000 0.2000 0.1000 301.020 1.000 0.1364 614.725 236.286 OK
MM22A 4.792 157.432 12.328 1.000 0.2001 0.1000 112.738 1.217 0.1364 267.217 112.738 OK

147
MM22B 4.773 104.820 9.563 1.000 0.2000 0.1000 112.726 1.248 0.1364 236.692 104.820 OK
MM22C 1.545 69.179 27.379 1.000 0.2000 0.1000 112.716 1.149 0.1364 229.935 69.179 OK
MM23A 4.802 158.690 12.082 1.000 0.2001 0.1000 111.339 1.233 0.1364 262.904 111.339 OK
MM23B 4.761 109.453 9.055 1.000 0.2000 0.1000 111.328 1.264 0.1364 234.694 109.453 OK
MM23C 1.464 68.666 27.474 1.000 0.2000 0.1000 111.316 1.164 0.1364 225.085 68.666 OK
MM24A 4.674 318.722 9.114 1.000 0.2000 0.1000 223.689 1.000 0.1364 549.172 223.689 OK
MM24B 5.434 262.242 15.486 1.000 0.2000 0.1000 301.025 1.000 0.1364 634.765 262.242 OK
MM24C 1.845 241.214 14.571 1.000 0.2000 0.1000 301.021 1.000 0.1364 616.844 241.214 OK
MM31A 5.140 58.209 13.602 1.000 0.2001 0.1001 48.683 1.500 0.1364 113.802 48.683 OK
MM31B 5.254 38.945 11.629 1.000 0.2001 0.1000 48.673 1.500 0.1364 101.857 38.945 OK
MM31C 1.545 23.080 20.245 1.000 0.2001 0.1000 48.662 1.500 0.1364 86.789 23.080 OK
MM32A 5.077 55.201 11.681 1.000 0.2002 0.1001 39.239 1.500 0.1364 103.390 39.239 OK
MM32B 5.131 32.283 9.607 1.000 0.2001 0.1001 39.223 1.500 0.1364 88.106 32.283 OK
MM32C 1.477 15.825 7.968 1.000 0.2001 0.1000 39.210 1.500 0.1364 70.879 15.825 OK
MM51A 4.997 34.495 14.387 1.000 0.2002 0.1001 31.530 1.500 0.1364 82.196 31.530 OK
MM51B 5.031 25.938 19.227 1.000 0.2001 0.1001 31.523 1.500 0.1364 75.668 25.938 OK
MM51C 1.711 13.293 57.963 1.000 0.2001 0.1000 31.511 1.500 0.1364 60.937 13.293 OK
MM61A 2.844 347.686 11.388 1.000 0.2000 0.1000 258.337 1.000 0.1364 607.276 258.337 OK
MM61B 2.481 177.350 29.338 1.000 0.2000 0.1000 258.319 1.000 0.1364 536.692 177.350 OK
MM61C 2.647 172.796 43.024 1.000 0.2000 0.1000 258.317 1.000 0.1364 526.911 172.796 OK
MM62A 1.743 111.831 14.302 1.000 0.2001 0.1000 102.930 1.333 0.1364 213.726 102.930 OK
MM62B 1.020 81.246 25.095 1.000 0.2000 0.1000 102.922 1.367 0.1364 193.932 81.246 OK
MM62C 1.975 50.780 57.226 1.000 0.2000 0.1000 102.913 1.259 0.1364 186.742 50.780 OK
MM63A 4.174 9.018 211.460 0.416 0.2001 0.1001 8.514 1.500 0.1364 45.999 8.514 OK
MM64A 2.198 54.996 23.180 1.000 0.2001 0.1001 48.856 1.500 0.1364 112.013 48.856 OK
MM64B 37.259 55.232 332.965 0.784 0.2001 0.1001 38.301 1.500 0.1364 113.017 38.301 OK
MM64C 32.865 37.131 380.032 0.683 0.2001 0.1000 33.348 1.500 0.1364 98.371 33.348 OK
MM65A 3.002 150.118 49.663 1.000 0.2001 0.1000 116.235 1.181 0.1364 276.141 116.235 OK
MM65B 4.363 95.784 90.594 1.000 0.2000 0.1000 116.223 1.211 0.1364 242.822 95.784 OK
MM65C 2.020 60.010 55.836 1.000 0.2000 0.1000 116.213 1.114 0.1364 234.552 60.010 OK
MM66A 3.620 98.594 59.987 1.000 0.2001 0.1000 77.035 1.500 0.1364 160.547 77.035 OK
MM66B 4.615 63.982 98.823 1.000 0.2001 0.1000 77.023 1.500 0.1364 143.866 63.982 OK
MM66C 2.018 36.418 60.937 1.000 0.2000 0.1000 77.012 1.500 0.1364 123.463 36.418 OK
148
MM67A 4.901 16.618 11.348 1.000 0.2003 0.1001 17.876 1.500 0.1364 53.403 16.618 OK
MM68A 5.345 39.501 11.475 1.000 0.2002 0.1001 37.479 1.500 0.1364 91.360 37.479 OK
MM71A 4.853 19.411 9.536 1.000 0.2002 0.1001 21.025 1.500 0.1364 59.269 19.411 OK
MM71B 5.736 15.996 29.560 1.000 0.2002 0.1001 21.021 1.500 0.1364 56.025 15.996 OK
MM71C 2.278 8.103 84.396 1.000 0.2001 0.1000 21.010 1.500 0.1364 44.311 8.103 OK
MM72A 4.901 90.016 17.646 1.000 0.2000 0.1000 107.823 1.273 0.1364 217.466 90.016 OK
MM72B 5.862 60.203 45.963 1.000 0.2000 0.1000 86.120 1.500 0.1364 149.924 60.203 OK
MM72C 2.661 39.055 83.857 1.000 0.2000 0.1000 86.112 1.500 0.1364 133.638 39.055 OK
MM73A 1.747 135.667 13.213 1.000 0.2001 0.1000 119.381 1.150 0.1364 280.168 119.381 OK
MM73B 1.409 94.954 36.331 1.000 0.2000 0.1000 119.372 1.179 0.1364 252.549 94.954 OK
MM73C 2.666 59.174 76.865 1.000 0.2000 0.1000 119.363 1.085 0.1364 244.206 59.174 OK
MM74A 1.749 139.619 12.839 1.000 0.2001 0.1000 119.382 1.150 0.1364 282.172 119.382 OK
MM74B 1.409 98.808 34.911 1.000 0.2000 0.1000 119.373 1.179 0.1364 254.849 98.808 OK
MM74C 2.993 58.245 87.666 1.000 0.2000 0.1000 119.363 1.085 0.1364 243.463 58.245 OK
MM75A 4.975 21.844 21.752 1.000 0.2001 0.1001 33.268 1.500 0.1364 72.848 21.844 OK
MM81A 1.402 45.290 12.013 1.000 0.2001 0.1000 54.273 1.500 0.1364 110.687 45.290 OK
MM81B 1.405 35.102 10.792 1.000 0.2001 0.1000 54.268 1.500 0.1364 104.030 35.102 OK
MM81C 1.562 19.166 21.442 1.000 0.2000 0.1000 54.259 1.500 0.1364 88.103 19.166 OK
MM91A 5.152 37.639 14.316 1.000 0.2001 0.1001 38.527 1.500 0.1364 90.946 37.639 OK
MM91B 6.217 24.311 34.447 1.000 0.2002 0.1001 27.675 1.500 0.1364 70.670 24.311 OK
MM91C 3.810 9.540 157.824 0.901 0.2001 0.1000 24.912 1.500 0.1364 52.500 9.540 OK
MM92A 1.743 101.530 14.697 1.000 0.2001 0.1000 102.927 1.333 0.1364 208.608 101.530 OK
MM92B 1.809 70.482 55.303 1.000 0.2000 0.1000 102.919 1.367 0.1364 187.668 70.482 OK
MM92C 0.016 9.807 1.310 1.000 0.2000 0.1000 56.005 1.500 0.1364 78.652 9.807 OK
MM93A 5.049 14.229 14.362 1.000 0.2004 0.1002 14.028 1.500 0.1364 47.129 14.028 OK
MM93B 6.018 12.017 41.944 1.000 0.2003 0.1002 14.024 1.500 0.1364 44.741 12.017 OK
MM93C 3.799 4.656 163.271 0.275 0.2001 0.1001 3.859 1.500 0.1364 31.844 3.859 OK
MM94A 1.400 43.261 16.885 1.000 0.2001 0.1001 48.325 1.500 0.1364 103.888 43.261 OK
MM94B 1.400 34.971 28.857 1.000 0.2001 0.1000 48.320 1.500 0.1364 98.519 34.971 OK
MM94C 3.209 3.389 207.295 0.204 0.2001 0.1000 3.435 1.500 0.1364 31.583 3.389 OK
MM95A 4.983 24.077 14.017 1.000 0.2002 0.1001 24.177 1.500 0.1364 66.701 24.077 OK
MM96A 2.112 33.943 23.621 1.000 0.2001 0.1000 54.267 1.500 0.1364 102.446 33.943 OK
MM96B 1.624 24.231 75.867 1.000 0.2000 0.1000 54.263 1.500 0.1364 94.775 24.231 OK
149
MM96C 2.470 15.527 132.192 1.000 0.2000 0.1000 54.257 1.500 0.1364 84.227 15.527 OK
MM97A 1.747 12.155 17.202 1.000 0.2003 0.1002 14.024 1.500 0.1364 44.522 12.155 OK
MM97B 0.902 10.855 8.790 1.000 0.2003 0.1002 14.022 1.500 0.1364 43.155 10.855 OK
MM97C 1.464 4.734 100.612 0.745 0.2001 0.1001 10.442 1.500 0.1364 32.004 4.734 OK
MM98A 2.137 36.020 21.230 1.000 0.2001 0.1000 50.420 1.500 0.1364 100.547 36.020 OK
MM98B 2.041 27.233 80.637 1.000 0.2001 0.1000 50.415 1.500 0.1364 94.009 27.233 OK
MM99A 1.733 40.697 38.839 1.000 0.2001 0.1000 50.422 1.500 0.1364 103.992 40.697 OK
MM99B 1.799 39.685 48.267 1.000 0.2001 0.1000 50.422 1.500 0.1364 103.992 39.685 OK
MM99C 0.056 8.048 5.039 1.000 0.2000 0.1000 50.404 1.500 0.1364 70.950 8.048 OK
MM910A 4.981 32.600 15.126 1.000 0.2001 0.1001 35.375 1.500 0.1364 84.204 32.600 OK
MM101A 5.072 27.277 16.208 1.000 0.2001 0.1001 32.223 1.500 0.1364 76.900 27.277 OK
MM102A 1.270 64.683 32.480 1.000 0.2000 0.1000 152.962 1.000 0.1364 318.576 64.683 OK
MM103A 4.997 16.127 13.729 1.000 0.2003 0.1002 16.127 1.500 0.1364 51.260 16.127 OK
MM104A 1.266 65.314 32.895 1.000 0.2000 0.1000 157.161 1.000 0.1364 324.839 65.314 OK
MM105A 1.260 63.325 31.660 1.000 0.2000 0.1000 146.662 1.000 0.1364 308.824 63.325 OK
MM106A 4.983 31.810 14.374 1.000 0.2002 0.1001 33.626 1.500 0.1364 81.978 31.810 OK
MM110A 2.270 43.743 24.993 1.000 0.2002 0.1001 31.538 1.500 0.1364 88.951 31.538 OK
MM110B 2.959 32.572 32.203 1.000 0.2002 0.1001 31.529 1.500 0.1364 81.341 31.529 OK
MM110C 2.495 17.278 38.100 1.000 0.2001 0.1000 31.514 1.500 0.1364 65.462 17.278 OK
MM111A 2.034 65.589 14.329 1.000 0.2002 0.1001 43.092 1.500 0.1364 112.991 43.092 OK
MM111B 1.555 38.630 28.904 1.000 0.2001 0.1001 43.075 1.500 0.1364 96.533 38.630 OK
MM111C 3.546 18.816 105.924 1.000 0.2001 0.1000 43.061 1.500 0.1364 77.566 18.816 OK
MM112A 2.074 72.042 12.708 1.000 0.2002 0.1001 42.397 1.500 0.1364 115.903 42.397 OK
MM112B 1.387 46.374 12.942 1.000 0.2001 0.1001 42.381 1.500 0.1364 101.387 42.381 OK
MM112C 1.551 29.680 22.405 1.000 0.2001 0.1000 42.368 1.500 0.1364 86.766 29.680 OK
MM113A 2.043 67.573 13.811 1.000 0.2002 0.1001 42.394 1.500 0.1364 113.463 42.394 OK
MM113B 1.568 39.886 17.742 1.000 0.2001 0.1001 42.377 1.500 0.1364 96.822 39.886 OK
MM113C 2.087 18.953 53.203 1.000 0.2001 0.1000 42.362 1.500 0.1364 77.069 18.953 OK
MM114A 2.930 67.120 30.777 1.000 0.2002 0.1001 44.666 1.500 0.1364 115.279 44.666 OK
MM114B 3.472 49.362 38.175 1.000 0.2001 0.1001 44.656 1.500 0.1364 105.450 44.656 OK
MM114C 2.495 25.520 42.296 1.000 0.2001 0.1000 44.640 1.500 0.1364 85.323 25.520 OK
MM115B 2.061 4.188 68.789 0.788 0.2002 0.1001 8.011 1.500 0.1364 28.126 4.188 OK
MM115C 1.827 2.113 94.087 0.527 0.2001 0.1001 5.349 1.500 0.1364 22.105 2.113 OK

150
MM11-1A 5.778 26.270 42.235 1.000 0.2000 0.1000 67.911 1.500 0.1364 108.465 26.270 OK
MM11-2A 2.936 95.858 109.033 1.000 0.2000 0.1000 182.539 1.000 0.1364 382.817 95.858 OK
MM11-3A 1.267 39.076 35.272 1.000 0.2000 0.1000 92.412 1.485 0.1364 142.441 39.076 OK
MM11-4A 2.658 6.236 129.560 0.585 0.2002 0.1001 8.715 1.500 0.1364 36.296 6.236 OK
MM11-5A 2.454 6.178 110.430 0.730 0.2001 0.1001 10.988 1.500 0.1364 36.349 6.178 OK
MM11-6A 3.556 27.261 132.382 1.000 0.2001 0.1000 49.715 1.500 0.1364 92.794 27.261 OK
MM11-7A 3.211 98.889 125.755 1.000 0.2000 0.1000 182.715 1.000 0.1364 385.156 98.889 OK
MM11-8A 5.004 10.113 30.992 1.000 0.2002 0.1001 18.215 1.500 0.1364 45.546 10.113 OK

151
7.3 Verifica fasce di piano
La funzione strutturale delle fasce di piano è tutt’altro che secondaria, in quanto esse forniscono un
apprezzabile grado di accoppiamento fra i maschi murari e influenzano pertanto il comportamento
globale della parete multipiano in muratura portante. Lo stato di sollecitazione generato dall’azione
orizzontale in una fascia di piano è analogo a quello riportato nella figura seguente. Il comportamento
meccanico di una fascia potrebbe essere studiato analogamente a quello di un maschio, tenendo però
presente alcune importanti differenze:
 nel caso di murature regolari (ad es. murature di mattoni o a conci squadrati e regolari)
l’orientamento dei letti di malta è parallelo all’asse dell’elemento che è orizzontale;
 l’azione assiale (risultante di compressione parallela all’asse orizzontale) dovuta ai soli carichi
da gravità è solitamente bassa se non addirittura nulla;

L’accoppiamento fornito dalle fasce è in gran parte funzione della compressione a cui esse sono
soggette in direzione orizzontale. Tale compressione, infatti, fornisce la resistenza flessionale che
impedisce il verificarsi del meccanismo di ribaltamento mostrato in figura.
In assenza di sforzo normale le traverse tendono a ruotare rigidamente e allontanare tra loro i
montanti verticali, stravolgendo, così, il regime statico. È dunque indispensabile la presenza di tiranti
orizzontali che si oppongono al “rocking” delle traverse. La presenza dei tiranti, opponendosi
all’allontanamento dei maschi, genera un incremento di compressione negli elementi di
accoppiamento che aumenta la resistenza a taglio-flessione. Si viene a generare un meccanismo a
puntone inclinato, simile a quello dei maschi verticali soggetti a pressoflessione.

7.3.1 Verifica a pressoflessione

Se attraverso l’analisi della struttura risultano note le caratteristiche delle sollecitazioni sull’elemento
in termini di N, M e V, si può procedere come visto per i maschi murari.
Nel caso in cui l’azione assiale non sia nota, ma esistono elementi orizzontali in grado di resistere a
trazione, ossia fornire una compressione alla muratura (tiranti o cordoli in c.a.), la resistenza a
pressoflessione può essere determinata come segue:

𝐻 ∙ℎ 𝐻
𝑀 = 1−
2 0,85 ∙ 𝑓 , ∙ ℎ ∙ 𝑡
Dove:

𝐻 è il minimo fra la resistenza a trazione dell’elemento teso disposto orizzontalmente ed il valore


0,4 ∙ 𝑓 , ∙ ℎ ∙ 𝑡;
𝑓 , è la resistenza di progetto a compressione della muratura in direzione orizzontale;

In alternativa si può determinare la forza assiale minima 𝑃 che deve essere garantita dal tirante
orizzontale affinché la traversa sia in grado di resistere al momento agente di calcolo 𝑀 :

152
𝛼∙𝑓 , ∙ℎ∙𝑡 8∙𝑀
𝑃 = 1− 1−
2 𝛼∙𝑓 , ∙ℎ ∙𝑡

Nel caso in esame, non avendo noto lo sforzo assiale, si è effettuata la verifica calcolando il momento
resistente a pressoflessione. Si riportano di seguito i calcoli e le verifiche:

Ned [kN] Vsd [kN] M2 [kNm] M3 [kNm] h [m] L [m] Hp [kN] fhd [N/mm^2] Mrd [kNm] VERIFICA

FM11A 0.020 35.743 0.004 34.215 1.920 1.270 833.280 3.100 799.572 OK
FM11B 1.916 26.162 0.209 21.778 1.900 1.270 824.600 3.100 783.001 OK
FM11C 3.196 15.212 0.756 13.650 0.640 1.270 277.760 3.100 88.841 OK
FM12A 0.011 32.651 0.004 28.404 1.920 1.270 833.280 3.100 799.572 OK
FM12B 1.053 23.682 0.134 19.419 1.900 1.270 824.600 3.100 783.001 OK
FM12C 1.655 21.562 0.575 16.827 0.640 1.270 277.760 3.100 88.841 OK
FM13A 0.014 33.369 0.004 35.962 1.920 1.270 833.280 3.100 799.572 OK
FM13B 0.996 29.207 0.130 30.447 1.900 1.270 824.600 3.100 783.001 OK
FM13C 1.945 21.325 0.542 16.336 0.640 1.270 277.760 3.100 88.841 OK
FM14A 0.014 34.982 0.007 31.032 1.920 1.270 833.280 3.100 799.572 OK
FM14B 1.601 29.404 0.301 26.255 1.900 1.270 824.600 3.100 783.001 OK
FM14C 3.018 14.133 1.034 14.547 0.640 1.270 277.760 3.100 88.841 OK
FM15A 0.133 38.554 0.016 55.585 1.920 2.190 833.280 3.100 799.572 OK
FM16A 0.011 33.636 0.007 30.975 1.920 1.270 833.280 3.100 799.572 OK
FM16B 1.631 29.341 0.375 26.608 1.900 1.270 824.600 3.100 783.001 OK
FM16C 3.577 17.355 1.088 14.693 0.640 1.270 277.760 3.100 88.841 OK
FM17A 0.012 32.144 0.004 30.738 1.920 1.270 833.280 3.100 799.572 OK
FM17B 0.652 28.798 0.145 26.324 1.900 1.270 824.600 3.100 783.001 OK
FM17C 1.022 21.293 0.553 16.301 0.640 1.270 277.760 3.100 88.841 OK
FM18A 0.007 33.432 0.003 30.399 1.920 1.270 833.280 3.100 799.572 OK
FM18B 0.855 28.712 0.113 25.927 1.900 1.270 824.600 3.100 783.001 OK
FM18C 1.546 21.650 0.575 18.615 0.640 1.270 277.760 3.100 88.841 OK
FM19A 0.009 34.751 0.005 33.661 1.920 1.270 833.280 3.100 799.572 OK
FM19B 1.474 25.164 0.210 23.168 1.900 1.270 824.600 3.100 783.001 OK
FM19C 2.072 17.293 0.790 19.883 0.640 1.270 277.760 3.100 88.841 OK
FM21A 0.194 31.742 0.026 26.771 1.920 0.900 833.280 3.100 799.572 OK
FM22A 0.035 27.462 0.003 33.355 1.920 0.900 833.280 3.100 799.572 OK
FM22B 0.030 38.022 0.000 32.751 1.900 1.200 824.600 3.100 783.001 OK
FM22C 0.017 21.106 0.000 21.650 0.640 1.200 277.760 3.100 88.841 OK
FM31B 0.526 16.908 0.004 19.048 1.900 0.920 824.600 3.100 783.001 OK
FM31C 3.342 8.931 0.007 5.999 0.640 0.920 277.760 3.100 88.841 OK
FM32B 0.260 12.792 0.388 19.325 1.900 1.470 824.600 3.100 783.001 OK
FM32C 0.469 6.680 0.008 7.4294 0.640 1.470 277.760 3.100 88.841 OK
FM33B 0.928 35.732 0.988 31.442 1.900 0.920 824.600 3.100 783.001 OK
FM33C 2.489 10.699 0.020 18.644 0.640 0.920 277.760 3.100 88.841 OK
FM41A 0.074 20.610 0.021 21.132 0.600 1.300 260.400 3.100 78.083 OK
FM42A 0.165 17.966 0.040 20.481 1.370 1.910 594.580 3.100 407.096 OK
FM43A 0.099 21.707 0.059 20.336 0.850 1.520 368.900 3.100 156.709 OK
FM44A 0.020 28.840 0.003 25.181 0.850 1.000 368.900 3.100 156.709 OK

153
FM51A 0.227 23.786 0.002 23.957 0.850 0.780 368.900 3.100 156.709 OK
FM52A 1.161 17.224 0.002 15.041 0.850 0.500 368.900 3.100 156.709 OK
FM53A 0.250 19.869 0.002 12.923 0.850 0.500 368.900 3.100 156.709 OK
FM53B 0.082 11.393 0.170 6.086 1.900 0.500 824.600 3.100 783.001 OK
FM53C 0.815 10.452 0.080 4.564 0.640 0.500 277.760 3.100 88.841 OK
FM54A 0.250 22.563 0.001 12.650 0.650 0.510 282.100 3.100 91.639 OK
FM54B 0.076 13.288 0.125 6.274 1.900 0.510 824.600 3.100 783.001 OK
FM54C 0.747 11.697 0.059 5.859 0.640 0.510 277.760 3.100 88.841 OK
FM61A 0.924 26.069 0.005 13.160 1.920 0.700 833.280 3.100 799.572 OK
FM62A 0.759 35.218 0.003 21.677 1.920 0.850 833.280 3.100 799.572 OK
FM62B 0.000 13.484 0.000 9.029 1.900 0.850 824.600 3.100 783.001 OK
FM62C 0.000 10.922 0.000 6.661 0.640 0.850 277.760 3.100 88.841 OK
FM63A 1.397 12.143 0.016 12.478 1.920 1.320 833.280 3.100 799.572 OK
FM64A 0.198 39.389 0.001 38.345 1.920 1.350 833.280 3.100 799.572 OK
FM64B 0.000 27.831 0.000 24.774 1.900 1.350 824.600 3.100 783.001 OK
FM64C 0.000 23.568 0.000 23.623 0.700 1.350 303.800 3.100 106.280 OK
FM71B 0.000 16.456 0.000 13.336 1.900 1.200 824.600 3.100 783.001 OK
FM71C 0.000 15.694 0.000 13.944 0.640 1.200 277.760 3.100 88.841 OK
FM72A 0.794 38.297 0.002 38.570 1.920 1.300 833.280 3.100 799.572 OK
FM72B 2.231 22.525 0.043 21.240 1.900 1.350 824.600 3.100 783.001 OK
FM72C 0.902 15.369 0.066 12.545 0.640 1.350 277.760 3.100 88.841 OK
FM73A 0.092 41.564 0.001 40.883 1.920 1.350 833.280 3.100 799.572 OK
FM73B 1.424 24.323 0.033 27.021 1.900 1.350 824.600 3.100 783.001 OK
FM73C 0.576 19.259 0.052 19.054 0.850 1.350 368.900 3.100 156.709 OK
FM81A 0.627 30.427 0.002 23.251 0.900 1.000 390.600 3.100 175.687 OK
FM82A 0.089 24.109 0.002 19.700 0.900 1.000 390.600 3.100 175.687 OK
FM83A 0.058 25.519 0.002 25.352 0.900 1.000 390.600 3.100 175.687 OK
FM84A 0.687 29.630 0.003 22.696 0.900 1.000 390.600 3.100 175.687 OK
FM85A 2.187 25.294 0.002 22.467 0.900 1.340 390.600 3.100 175.687 OK
FM15aB 0.627 29.750 0.491 21.278 1.900 0.950 824.600 3.100 783.001 OK
FM15bB 0.909 26.003 0.241 21.745 0.800 0.950 347.200 3.100 138.815 OK
FM15aC 0.634 29.996 0.489 26.152 1.900 0.950 824.600 3.100 783.001 OK
FM15bC 0.918 25.313 0.241 21.727 0.800 0.950 347.200 3.100 138.815 OK

7.3.2 Verifica a taglio

Il valore della resistenza a taglio della trave in muratura ordinaria sarà pari al valore minimo dei
seguenti 4 meccanismi:

 Rottura a taglio puro:


𝑉 , =ℎ∙𝑡∙𝑓 , , ;

 Rottura per pressoflessione:


2𝑀
𝑉 , =
𝑙

dove 𝑙 è la lunghezza libera di inflessione e 𝑀 = 1− ;
, ∙ , ∙ ∙

 Rottura per scorrimento:

154
1,5𝑓 , + 0,4𝜎
, 𝑏∙𝑡
𝑉 , = ∙
3ℎ 𝑓 , , 𝛾
1+
𝑏𝜎 𝛾
dove 𝜎 = ∙
;

 Rottura per fessurazione diagonale:

, , ,
𝑉 , =𝑏∙𝑡∙ 1+ = 𝑏∙𝑡∙ 1+
, , ,

con 𝜎 = ∙
;

Infine si avrà:
𝑉 = min( 𝑉 , ;𝑉 , ;𝑉 , ;𝑉 , )

Si riportano in seguito le tabelle con i calcoli e le verifiche corrispondenti:

155
h Vsd
L [m] Vrd,t [kN] Vrd, p [kN] σ0 [kN/m^2] fvk0 [N/mm^2] Pmin [kN] Vrd, s [kN] ξ τ0 [N/mm^2] ftd [N/mm^2] Vrd, f [kN] Vrd,fin [kN] VERIFICA
[m] [kN]
FM11A 1.920 1.270 35.743 67.200 1259.169 54.2221 0.300 36.437 42.3222 1.000 0.150 0.2250 168.436 42.322 OK
FM11B 1.900 1.270 26.162 66.500 1233.073 34.9655 0.300 23.252 29.1018 1.000 0.150 0.2250 160.831 29.102 OK
FM11C 0.640 1.270 15.212 22.400 139.908 207.8496 0.300 46.558 18.9674 1.500 0.150 0.2250 46.603 18.967 OK
FM12A 1.920 1.270 32.651 67.200 1259.169 44.8397 0.300 30.132 36.4025 1.000 0.150 0.2250 165.582 36.402 OK
FM12B 1.900 1.270 23.682 66.500 1233.073 31.1292 0.300 20.701 26.3689 1.000 0.150 0.2250 159.640 26.369 OK
FM12C 0.640 1.270 21.562 22.400 139.908 262.5462 0.300 58.810 23.0179 1.500 0.150 0.2250 49.460 22.400 OK
FM13A 1.920 1.270 33.369 67.200 1259.169 57.0574 0.300 38.343 44.0275 1.000 0.150 0.2250 169.289 44.027 OK
FM13B 1.900 1.270 29.207 66.500 1233.073 49.1696 0.300 32.698 38.4765 1.000 0.150 0.2250 165.167 38.477 OK
FM13C 0.640 1.270 21.325 22.400 139.908 253.8947 0.300 56.872 22.3939 1.500 0.150 0.2250 49.019 22.394 OK
FM14A 1.920 1.270 34.982 67.200 1259.169 49.0737 0.300 32.978 39.1286 1.000 0.150 0.2250 166.876 39.129 OK
FM14B 1.900 1.270 29.404 66.500 1233.073 42.2800 0.300 28.116 34.0672 1.000 0.150 0.2250 163.078 34.067 OK
FM14C 0.640 1.270 14.133 22.400 139.908 222.9947 0.300 49.951 20.1152 1.500 0.150 0.2250 47.412 20.115 OK
FM15A 1.920 2.190 38.554 67.200 730.203 89.3838 0.300 60.066 42.1607 1.141 0.150 0.2250 156.692 42.161 OK
FM16A 1.920 1.270 33.636 67.200 1259.169 48.9819 0.300 32.916 39.0704 1.000 0.150 0.2250 166.848 39.070 OK
FM16B 1.900 1.270 29.341 66.500 1233.073 42.8593 0.300 28.501 34.4475 1.000 0.150 0.2250 163.255 34.448 OK
FM16C 0.640 1.270 17.355 22.400 139.908 225.4846 0.300 50.509 20.3018 1.500 0.150 0.2250 47.543 20.302 OK
FM17A 1.920 1.270 32.144 67.200 1259.169 48.5996 0.300 32.659 38.8279 1.000 0.150 0.2250 166.732 38.828 OK
FM17B 1.900 1.270 28.798 66.500 1233.073 42.3922 0.300 28.191 34.1411 1.000 0.150 0.2250 163.113 34.141 OK
FM17C 0.640 1.270 21.293 22.400 139.908 253.2757 0.300 56.734 22.3490 1.500 0.150 0.2250 48.988 22.349 OK
FM18A 1.920 1.270 33.432 67.200 1259.169 48.0529 0.300 32.292 38.4798 1.000 0.150 0.2250 166.565 38.480 OK
FM18B 1.900 1.270 28.712 66.500 1233.073 41.7417 0.300 27.758 33.7122 1.000 0.150 0.2250 162.914 33.712 OK
FM18C 0.640 1.270 21.650 22.400 139.908 294.7218 0.300 66.018 25.2903 1.500 0.150 0.2250 51.066 22.400 OK
FM19A 1.920 1.270 34.751 67.200 1259.169 53.3246 0.300 35.834 41.7746 1.000 0.150 0.2250 168.165 41.775 OK
FM19B 1.900 1.270 25.164 66.500 1233.073 37.2322 0.300 24.759 30.6738 1.000 0.150 0.2250 161.531 30.674 OK
FM19C 0.640 1.270 17.293 22.400 139.908 318.2077 0.300 71.279 26.9049 1.500 0.150 0.2250 52.207 22.400 OK
FM21A 1.920 0.900 31.742 67.200 1776.827 42.2159 0.300 28.369 44.8426 1.000 0.150 0.2250 164.775 44.843 OK
FM22A 1.920 0.900 27.462 67.200 1776.827 52.8294 0.300 35.501 52.8301 1.000 0.150 0.2250 168.016 52.830 OK
FM22B 1.900 1.200 38.022 66.500 1305.002 52.9732 0.300 35.227 42.5436 1.000 0.150 0.2250 166.308 42.544 OK
FM22C 0.640 1.200 21.106 22.400 148.069 351.9876 0.300 78.845 30.0967 1.500 0.150 0.2250 53.806 22.400 OK
FM31B 1.900 0.920 16.908 66.500 1702.177 30.5271 0.300 20.301 33.6374 1.000 0.150 0.2250 159.453 33.637 OK
FM31C 0.640 0.920 8.931 22.400 193.133 86.7286 0.300 19.427 11.4785 1.438 0.150 0.2250 41.269 11.479 OK

156
FM32B 1.900 1.470 12.792 66.500 1065.308 30.9761 0.300 20.599 23.2250 1.000 0.150 0.2250 159.593 23.225 OK
FM32C 0.640 1.470 6.680 22.400 120.873 108.3834 0.300 24.278 9.5793 1.500 0.150 0.2250 40.900 9.579 OK
FM33B 1.900 0.920 35.732 66.500 1702.177 50.8109 0.300 33.789 49.7373 1.000 0.150 0.2250 165.660 49.737 OK
FM33C 0.640 0.920 10.699 22.400 193.133 295.2491 0.300 66.136 30.3641 1.438 0.150 0.2250 53.313 22.400 OK
FM41A 0.600 1.300 20.610 21.000 120.128 399.9184 0.300 83.983 28.8628 1.500 0.150 0.2250 52.497 21.000 OK
FM42A 1.370 1.910 17.966 47.950 426.278 64.0074 0.300 30.692 19.3239 1.394 0.150 0.2250 87.704 19.324 OK
FM43A 0.850 1.520 21.707 29.750 206.196 172.8932 0.300 51.436 23.2103 1.500 0.150 0.2250 59.343 23.210 OK
FM44A 0.850 1.000 28.840 29.750 313.417 218.3919 0.300 64.972 36.1344 1.176 0.150 0.2250 79.871 29.750 OK
FM51A 0.850 0.780 23.786 29.750 401.817 206.7010 0.300 61.494 39.6402 1.000 0.150 0.2250 92.719 29.750 OK
FM52A 0.850 0.500 17.224 29.750 626.835 125.2905 0.300 37.274 36.1765 1.000 0.150 0.2250 83.520 29.750 OK
FM53A 0.850 0.500 19.869 29.750 626.835 106.8086 0.300 31.776 32.7322 1.000 0.150 0.2250 81.287 29.750 OK
FM53B 1.900 0.500 11.393 66.500 3132.005 9.6708 0.300 6.431 21.1876 1.000 0.150 0.2250 152.807 21.188 OK
FM53C 0.640 0.500 10.452 22.400 355.365 65.3963 0.300 14.649 14.4606 1.000 0.150 0.2250 57.258 14.461 OK
FM54A 0.650 0.510 22.563 22.750 359.370 184.8717 0.300 42.058 30.4867 1.000 0.150 0.2250 69.087 22.750 OK
FM54B 1.900 0.510 13.288 66.500 3070.594 9.9709 0.300 6.631 21.3900 1.000 0.150 0.2250 152.904 21.390 OK
FM54C 0.640 0.510 11.697 22.400 348.398 84.6230 0.300 18.956 17.3758 1.000 0.150 0.2250 59.123 17.376 OK
FM61A 1.920 0.700 26.069 67.200 2284.492 20.5693 0.300 13.823 30.8667 1.000 0.150 0.2250 157.960 30.867 OK
FM62A 1.920 0.850 35.218 67.200 1881.347 34.0700 0.300 22.895 39.7024 1.000 0.150 0.2250 162.244 39.702 OK
FM62B 1.900 0.850 13.484 66.500 1842.356 14.3754 0.300 9.560 18.9371 1.000 0.150 0.2250 154.331 18.937 OK
FM62C 0.640 0.850 10.922 22.400 209.039 96.7002 0.300 21.661 13.3811 1.328 0.150 0.2250 45.376 13.381 OK
FM63A 1.920 1.320 12.143 67.200 1211.473 19.4949 0.300 13.101 17.2159 1.000 0.150 0.2250 157.614 17.216 OK
FM64A 1.920 1.350 39.389 67.200 1184.552 60.9353 0.300 40.949 44.3211 1.000 0.150 0.2250 170.449 44.321 OK
FM64B 1.900 1.350 27.831 66.500 1160.002 39.8551 0.300 26.504 30.9156 1.000 0.150 0.2250 162.337 30.916 OK
FM64C 0.700 1.350 23.568 24.500 157.452 315.6727 0.300 77.340 29.7282 1.500 0.150 0.2250 56.968 24.500 OK
FM71B 1.900 1.200 16.456 66.500 1305.002 21.2918 0.300 14.159 19.8662 1.000 0.150 0.2250 156.545 19.866 OK
FM71C 0.640 1.200 15.694 22.400 148.069 212.7957 0.300 47.666 20.0947 1.500 0.150 0.2250 46.869 20.095 OK
FM72A 1.920 1.300 38.297 67.200 1230.111 61.3025 0.300 41.195 45.7486 1.000 0.150 0.2250 170.558 45.749 OK
FM72B 1.900 1.350 22.525 66.500 1160.002 34.0900 0.300 22.670 27.0949 1.000 0.150 0.2250 160.560 27.095 OK
FM72C 0.640 1.350 15.369 22.400 131.617 189.4862 0.300 42.445 16.8028 1.500 0.150 0.2250 45.604 16.803 OK
FM73A 1.920 1.350 41.564 67.200 1184.552 65.0809 0.300 43.734 46.6199 1.000 0.150 0.2250 171.680 46.620 OK
FM73B 1.900 1.350 24.323 66.500 1160.002 43.5359 0.300 28.951 33.2645 1.000 0.150 0.2250 163.461 33.265 OK
FM73C 0.850 1.350 19.259 29.750 232.161 161.1735 0.300 47.949 23.7870 1.500 0.150 0.2250 58.463 23.787 OK
FM81A 0.900 1.000 30.427 31.500 351.375 176.6012 0.300 55.629 33.9461 1.111 0.150 0.2250 85.220 31.500 OK

157
FM82A 0.900 1.000 24.109 31.500 351.375 147.7843 0.300 46.552 29.7904 1.111 0.150 0.2250 82.106 29.790 OK
FM83A 0.900 1.000 25.519 31.500 351.375 194.0282 0.300 61.119 36.3119 1.111 0.150 0.2250 87.049 31.500 OK
FM84A 0.900 1.000 29.630 31.500 351.375 172.0487 0.300 54.195 33.3108 1.111 0.150 0.2250 84.736 31.500 OK
FM85A 0.900 1.340 25.294 31.500 262.220 170.1745 0.300 53.605 27.4867 1.489 0.150 0.2250 63.086 27.487 OK
FM15aB 1.900 0.950 29.750 66.500 1648.424 34.1512 0.300 22.711 35.9014 1.000 0.150 0.2250 160.579 35.901 OK
FM15bB 0.800 0.950 26.003 28.000 292.241 212.3321 0.300 59.453 33.1617 1.188 0.150 0.2250 73.964 28.000 OK
FM15aC 1.900 0.950 29.996 66.500 1648.424 42.1105 0.300 28.004 42.2781 1.000 0.150 0.2250 163.027 42.278 OK
FM15bC 0.800 0.950 25.313 28.000 292.241 212.1328 0.300 59.397 33.1394 1.188 0.150 0.2250 73.947 28.000 OK

158
8. Fondazioni

La muratura portante richiede la presenza di una fondazione continua lungo tutto il suo sviluppo in
pianta. Lo scopo della fondazione sarà quindi quello di riprendere i carichi distribuiti lineari trasmessi
dalle murature soprastanti e di trasmetterlo al terreno.
Per il dimensionamento deve essere rispettata la relazione:

1 3
(𝐵 − 𝑏) ≤ 𝐻 ≤ (𝐵 − 𝑏)
4 4
Dove:

𝑏 è la larghezza dell’anima superiore coincidente con la muratura;


𝐵 è la larghezza della piattabanda inferiore;
𝐻 è l’altezza della piattabanda;
𝑑 è l’altezza utile scelta;
𝑏 0,350 m
𝐵 1,000 m
1
(𝐵 − 𝑏) 0,1625 m
4
3
(𝐵 − 𝑏) 0,4875 m
4
𝐻 0,400 m
𝑑 0,360 m

Per determinare l’area di armatura necessaria utilizziamo la seguente formula:


𝑇
𝐴, =
𝑓
Con
( )
𝑇 = ∙
𝑓 = 𝑓 , ∗ = 0,85 ∙ 𝑓 ,

La verifica prevede che 𝐴 > 0,2% ∙ 𝐴 .


Si riportano di seguito i calcoli e le verifiche:

SEZIONI L [m] N [kN] f'cd [N/mm^2] Tsd [kN] Asmin [mm^2] As [mm^2] Barre Ac [mm^2] VERIFICA
A 10.695 1010.901 21.25 29.569 1391.475 1609.000 8φ16 400000.000 OK
B 4.870 399.074 21.25 11.673 549.314 1609.000 8φ16 400000.000 OK
C 10.676 1058.362 21.25 30.957 1456.804 1609.000 8φ16 400000.000 OK
D 8.150 212.990 21.25 6.230 293.174 1609.000 8φ16 400000.000 OK
E 8.150 340.256 21.25 9.952 468.352 1609.000 8φ16 400000.000 OK
F 11.985 609.888 21.25 17.839 839.493 1609.000 8φ16 400000.000 OK
G 11.985 814.219 21.25 23.816 1120.749 1609.000 8φ16 400000.000 OK
H 10.695 333.796 21.25 9.764 459.460 1609.000 8φ16 400000.000 OK
I 10.676 567.931 21.25 16.612 781.740 1609.000 8φ16 400000.000 OK
L 8.400 418.005 21.25 12.227 575.372 1609.000 8φ16 400000.000 OK
M 8.400 295.010 21.25 8.629 406.073 1609.000 8φ16 400000.000 OK
N 8.400 550.588 21.25 16.105 757.868 1609.000 8φ16 400000.000 OK
O 4.700 208.740 21.25 6.106 287.324 1609.000 8φ16 400000.000 OK
P 4.565 332.287 21.25 9.719 457.383 1609.000 8φ16 400000.000 OK
Q 4.565 12.491 21.25 0.365 17.194 1609.000 8φ16 400000.000 OK

159
Per quanto riguarda la verifica di portanza del terreno, la verifica è stata condotta in maniera
semplificata, ossia si sono sommati gli sforzi provenienti da ogni setto murario e il totale è stato diviso
per la superficie di contatto tra la fondazione e il terreno, ottenendo così la tensione su quest’ultimo.
Tale tensione è stata confrontata con quella ammissibile allo stato limite di esercizio pari a 0,35 MPa.

𝑁
𝜎 =
𝐵∙𝐿

SEZIONI σsd [N/mm^2] σrd [N/mm^2] VERIFICA


A 0.0945 0.350 OK
B 0.0819 0.350 OK
C 0.0991 0.350 OK
D 0.0261 0.350 OK
E 0.0417 0.350 OK
F 0.0509 0.350 OK
G 0.0679 0.350 OK
H 0.0312 0.350 OK
I 0.0532 0.350 OK
L 0.0498 0.350 OK
M 0.0351 0.350 OK
N 0.0655 0.350 OK
O 0.0444 0.350 OK
P 0.0728 0.350 OK
Q 0.0027 0.350 OK

160

Potrebbero piacerti anche