Sei sulla pagina 1di 1

Servizio Elettrico Nazionale - Servizio di Maggior Tutela

INFORMATIVA TARIFFE
Copia per il Cliente - DA NON RESTITUIRE

FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA PER USI DOMESTICI IN BASSA TENSIONE – Prospetto informativo
In questo prospetto informativo sono illustrate le tariffe per le forniture di energia elettrica in bassa tensione per usi domestici stabilite dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA)
relative al servizio di maggior tutela (1).
A ciascuna fornitura è applicabile una sola delle tariffe disponibili in base alla potenza impegnata e alle caratteristiche della fornitura da lei precisate: ad esempio, se l'abitazione è di residenza
anagrafica. Le tariffe sono classificate come TARIFFA DOMESTICO CON POMPA DI CALORE, TARIFFA DOMESTICO RESIDENTE, TARIFFA DOMESTICO NON RESIDENTE. Tale descrizione è indicata sul
modulo di adesione e riportata sulla bolletta per individuare la tariffa applicata alla sua fornitura.
La tariffa è composta da:
l un importo annuo fisso (quota fissa annua in euro/anno, addebitata in quote mensili);
l un importo annuo fisso per potenza (quota potenza in euro/kW per anno, addebitata in quote mensili);
l un importo per ogni chilowattora di energia elettrica (quota energia in euro/kWh).
Per potenza "disponibile" (2) s'intende:
l il 10% in più della potenza impegnata contrattualmente, per le forniture con il limitatore;
l la potenza massima prelevabile dal cliente in un punto di prelievo senza che il cliente stesso sia disalimentato, per le forniture con misura della potenza prelevata. E' la potenza per la
quale è stato corrisposto il contributo per la connessione.
Per potenza "impegnata" (2) s'intende:
l la potenza impegnata contrattualmente, per le forniture con il limitatore;
l il valore massimo della potenza prelevata nel mese, per le forniture con misura della potenza prelevata.
Modalità di addebito della quota fissa e della quota potenza. La quota fissa espressa in euro/anno viene suddivisa e addebitata in quote mensili. La quota potenza unitaria espressa in euro/kW
per anno, da riferire all'anno solare, viene suddivisa in quote unitarie mensili.
Ogni mese la quota potenza addebitata sarà ottenuta moltiplicando la quota unitaria mensile per:
- la potenza impegnata, nel caso di forniture con il limitatore;
- la potenza prelevata massima mensile, nel caso di fornitura con misura della potenza prelevata.
La quota fissa e la quota potenza sono ridotte in pro-quota giorno in relazione alla durata del contratto.
Per ottenere l'importo finale della bolletta, ai corrispettivi della tariffa prescelta vanno aggiunte:
l l'accisa sull'energia elettrica pari a 0,022700 euro/kWh (3);
l l'imposta sul valore aggiunto (IVA);
previste dalla normativa vigente.
Modalità di addebito dell'accisa sull'energia elettrica. (4)
- Forniture nelle abitazioni di residenza anagrafica con potenza impegnata fino a 1,5 kW:
l consumi fino a 150 kWh/mese: nessun addebito;
l consumi oltre 150 kWh/mese: addebito per il consumo oltre i 150 kWh/mese; inoltre il consumo esente (primi 150 kWh/mese) viene progressivamente ridotto, fino a suo esaurimento, di
tanti kWh quanti sono quelli eccedenti detto limite.
- Forniture nelle abitazioni di residenza anagrafica con potenza impegnata oltre 1,5 kW e fino a 3 kW:
l consumi fino a 220 kWh/mese: nessun addebito per i primi 150 kWh/mese, i consumi eccedenti sono regolarmente assoggettati;
l consumi oltre 220 kWh/mese: addebito per il consumo oltre i 220 kWh/mese; inoltre il consumo esente (primi 150 kWh/mese) viene progressivamente ridotto, fino a suo esaurimento, di
tanti kWh quanti sono quelli eccedenti il limite di 220 kWh/mese.
- Altre forniture per usi domestici: tutto il consumo è assoggettato.
Bonus sociale elettrico. Il bonus sociale elettricità del Ministero dello Sviluppo Economico per le famiglie in disagio economico e/o fisico può essere chiesto al proprio Comune. Per informazioni visita i
siti: sviluppoeconomico.gov.it, areara.it, acquirenteunico.it, bonusenergia.anci.it o chiama il numero verde 800166654.
TARIFFA DOMESTICO CON POMPA DI CALORE - BIORARIA - per forniture di energia elettrica in abitazioni di residenza anagrafica che utilizzano pompe di calore come unico mezzo di
riscaldamento (Delibera dell'ARERA n.205/2014/R/eel)
TARIFFA DOMESTICO RESIDENTE - BIORARIA - per forniture di energia elettrica per usi domestici nelle abitazioni di residenza anagrafica.
TARIFFA DOMESTICO NON RESIDENTE - BIORARIA - per forniture di energia elettrica per usi domestici nelle abitazioni diverse da quella di residenza anagrafica.
Unità di misura Tariffa Domestico con Tariffa Domestico Tariffa Domestico non
pompa di calore residente residente
SPESA PER LA MATERIA ENERGIA
Quota fissa euro anno 48,007000 48,007000 48,007000
Energia
1°scaglione di consumo fino a 1800 kWh/anno euro/kWh 0.000000
2°scaglione di consumo oltre 1800 kWh/anno euro/kWh 0.000000
Energia, Dispacciamento (5)
F1 Ore di Punta (6) euro/kWh 0,075320 0,075320 0,075320
F23 Ore non di Punta (7) euro/kWh 0,068950 0,068950 0,068950
Perequazione euro/kWh -0,000510 -0,000510 -0,000510
SPESA PER IL TRASPORTO, PER LA GESTIONE DEL MISURATORE E PER ONERI DI SISTEMA
Quota fissa (8) euro anno 20,280000 20,280000 143,200000
Potenza impegnata (8) euro anno/kW 21,293400 21,293400 21,293400
Energia (8) (9)
1°scaglione di consumo fino a 1800 kWh/anno euro/kWh 0,052725 0,041874 0,041874
2°scaglione di consumo oltre 1800 kWh/anno euro/kWh 0,052725 0,084537 0,084537
I valori indicati nelle tabelle sono quelli in vigore per il periodo Luglio - Settembre 2019. Per avere visione delle tariffe aggiornate, è possibile fare riferimento al sito dell'ARERA (www.arera.it) e/o al sito di servizioelettriconazionale.it, alla
sezione Condizioni economiche per il Servizio di Maggior Tutela.
Deposito cauzionale.
L'ammontare del deposito cauzionale addebitato in occasione dell'attivazione della fornitura, sulla base dell'allegato A della Delibera dell'ARERA n. 301/2012/R/eel e successive modifiche e integrazioni, è determinato nella misura di 11,50
euro/kW di potenza contrattualmente impegnata (10). Ai clienti per i quali è riconosciuto il bonus elettrico (Delibera 402/13 - TIBEG) per il periodo di applicazione del bonus, sarà applicato il deposito cauzionale (calcolato in accordo
all’articolo 12.2 della delibera 301/2012/R/eel e s.m.i.) con un importo agevolato tramite l’eventuale restituzione della differenza rispetto all’importo già pagato. Tale differenza sarà successivamente riaddebitata in caso termini il periodo di
agevolazione (articolo 12.2 TIV). Il deposito cauzionale verrà restituito maggiorato degli interessi legali, in occasione della cessazione della fornitura o qualora venga attivata la domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito. Ai sensi di
quanto previsto dall'art.7 dell'Allegato A della Delibera dell'ARERA n. 301/2012/R/eel, per i clienti con situazione di morosità pregressa, potrà essere addebitato un importo del deposito cauzionale pari al doppio del valore massimo previsto.
Tale maggiorazione sarà restituita al cliente qualora al termine dei primi dodici mesi di erogazione del servizio, ancora servito in maggior tutela, risulti aver sempre rispettato i termini di pagamento.

(1) Art. 1 commi 2 e 3 del D.L. 18.6.2007 n. 73 convertito con L. 3.8.2007 n. 125.
(2) Secondo quanto previsto dall'Allegato A della Delibera dell'ARERA 654/2015/R/eel e successive modifiche e integrazioni. Tale delibera, come tutte le delibere citate nel presente prospetto, è pubblicata sul sito dell'ARERA (www.arera.it).
(3) Decreto Legge n.41/95 convertito con Legge 22/03/95, n.85 e successive modifiche e integrazioni.
(4) Decreto Legislativo n. 504/95 e successive modifiche e integrazioni.
(5) Tale prezzo potrà cambiare nel tempo a seguito delle variazioni del costo dei combustibili fossili utilizzati nelle centrali termoelettriche per la produzione di energia elettrica - Allegato A della Delibera ARERA n. 301/2012/R/eel
e successive modifiche e integrazioni.
(6) Ore di punta (F1): dalle ore 08,00 alle ore 19,00 dei giorni dal lunedì al venerdì escluse le festività nazionali (fascia oraria F1) - Allegato A della Delibera ARERA n. 301/2012/R/eel e successive modifiche e integrazioni.
(7) Ore non di punta (F23): dalle ore 0,00 alle ore 08,00 e dalle 19,00 alle 24,00 dal lunedì al venerdì e tutte le ore del sabato, della domenica e dei giorni: 1 e 6 gennaio, lunedì dell'Angelo, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, 15 agosto, 1 novembre,
8, 25 e 26 dicembre (fascia oraria F23) - Allegato A della Delibera ARERA n. 301/2012/R/eel e successive modifiche e integrazioni.
(8) Comprende il corrispettivo a copertura dei costi relativi all’erogazione del servizio di trasmissione, distribuzione e di misura dell’energia elettrica; comprende anche gli oneri generali del sistema - Allegato A della Delibera ARERA 654/2015/R/eel e
successive modifiche e integrazioni.
(9) Nel caso di forniture interessate alla compensazione per disagio economico e/o fisico il corrispettivo è ridotto di 0,00035 euro/kWh come previsto dall'Allegato A della Delibera ARERA n. 402/2013/R/com e successive modifiche e integrazioni.
(10) Nel caso di forniture con misura della potenza prelevata la determinazione è effettuata considerando la potenza di riferimento concordata con il cliente in fase di stipula contrattuale.

€-^(U=[\]'}.Y:K€FOj+
OPZUD (01/2017) INFORMATIVA TARIFFE – SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA
€i+oF~-_]Z5M7m$Sg g3V G201903928417027SEN
€QT^M/{<C~;Z1JY
+I+ 1F20607
8265158054
}e]5mu 5]=euUe5M}]eEU 0101