Sei sulla pagina 1di 1

ESERCIZI DI ALGEBRA 4

Esercizio 1. Sia G un gruppo abeliano finitamente generato di rango r.


(1) Dimostrare che G ⊗Z Q ∼= Qr .
(2) Dimostrare che esistono infiniti primi p tali che G ⊗Z Zp ∼
= (Zp )r .
Esercizio 2. Siano (R, m) un anello locale, M e N due R-moduli finitamente generati e
f : M → N un morfismo di R-moduli. Consideriamo il morfismo f¯: M/mM → N/mN in-
dotto sui moduli quoziente.
(1) Dimostrare che f è suriettivo se e solo se f¯ è suriettivo.
(2) Dimostrare che se f è iniettivo spezzante allora anche f¯ è iniettivo spezzante.
(3) Dire se è vero che se f è iniettivo, allora anche f¯ è iniettivo.
Esercizio 3. Consideriamo la sequenza esatta di R-moduli 0 → A → B → C → 0. Dimostrare
che un morfismo α : A → A0 si estende a B (cioè esiste un α̃ : B → A0 la cui restrizione ad A
concide con α) se e solo se la sequenza 0 → A0 → B 0 → C → 0 indotta da α via pushout è
spezzante.
Esercizio 4. Nella categoria degli Z-moduli dimostrare che:
(1) Z è proiettivo ma non iniettivo.
(2) Q è iniettivo ma non proiettivo.
(3) Z ⊕ Q non è né proiettivo né iniettivo.
Esercizio 5. Siano A un anello, MPun A-modulo e A[x] l’anello dei polinomi in una variabile.
Consideriamo Pil modulo [x] = { i mi xi |mi ∈ M } su A[x] e la funzione φ : A[x] × M → M
MP
definita da ( i ai xi , m) 7→ i (ai m)xi .
(1) Dimostrare che la funzione φ induce una funzione η : A[x] ⊗A M → M [x].
(2) Dimostrare che la funzione η è suriettiva.
(3) Dimostrare che la funzione η è bigettiva.
Esercizio 6. Siano M, (Ei )i∈I A-moduli.
(1) Dimostrare che esiste un morfismo iniettivo canonico
M M
ϕ: Hom(M, Ei ) → Hom(M, Ei ).
i∈I i∈I
(2) Dimostrare che nel caso in cui M sia finitamente generato come A-modulo, tale ϕ è
anche suriettivo.
(3) Utilizzare opportunamente
L i primi due punti per dimostrare che, nel caso in cui A sia
noetheriano, i∈I Ei è iniettivo, se ogni Ei lo è.
Y
(4) Dimostrare che per ogni anello A, il prodotto Ei è iniettivo, se ogni Ei lo è.
i∈I