Sei sulla pagina 1di 3

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

VAU-DEJES
(SHKODER)
Gen. B. Salvatore Gravante
Delegazione Italiana Esperti Albania Cooperazione militare e
sviluppo economico

Una caserma a Vau Dejes do completata nel 2007, offrirà una buona possibi-
lità di lavoro e di sviluppo economico per questa

N
ell’ambito della cooperazione militare tra regione del nord povera e di scarse potenzialità pro-
l’Italia e l’Albania, sancita da un protocollo duttive poiché vi saranno più di 500 Ufficiali, Sot-
di intesa dei rispettivi governi e con cui si è tufficiali e Professionisti. La capacità di reclutamen-
inteso promuovere il necessario supporto alle Forze to di questi ultimi è uno degli obiettivi prioritari del
Armate albanesi per favorirne il processo di adegua- Ministero della Difesa albanese da raggiungere nei
mento agli standard NATO, nel 2004 con una deci- prossimi anni e rappresenta una sfida per lo Stato
sione congiunta tra la Delegazione Italiana Esperti Maggiore Generale. La volontà di far parte a pieno
(DIE) e lo Stato Maggiore Generale è stato avviato titolo della NATO (oggi solo PfP) è una aspirazione
un ambizioso programma triennale di investimenti molto forte nella società poiché è vista come una
in una caserma sita a Vau Dejes (Scutari) dove ha forma di progresso civile oltrechè alleanza militare.
sede il 1° battaglione della Brigata di Reazione Rapi- Come noto quasi tutti gli eserciti della NATO hanno
da. soldati professionisti che conferiscono ai reparti ele-
In tal modo è stato confermato ancora di più vata efficienza operativa, conseguenza di un adde-
l’interesse manifestato dalle istituzioni italiane stramento efficace e specialistico ma anche dall’uso di
(Ambasciata d’Italia, Associazione degli imprendito- mezzi ed equipaggiamenti moderni e sofisticati.
ri, Regioni Lazio, Puglia, Emilia Romagna, strutture Tutto ciò, ha ovviamente, un costo. I salari devo-
a guida religiosa) per la zona di Scutari anche nel set- no essere adeguati al costo della vita, la preparazione
tore militare. per assicurare una specializzazione molto spinta per
La ristrutturazione completa della caserma, quan- la sofisticazione tecnologica, l’organizzazione logisti-

41
VAU-DEJES (SHKODER)

ca snella ed efficace, le infrastrutture con standard di armi. In tal modo si eviteranno lunghi e costosi tra-
qualità competitivi con i comfort che oggi vi sono sferimenti e movimenti su strada ed un utilizzo del
nelle abitazioni private. tempo disponibile interamente per attività addestra-
Questa sfida richiede come si può facilmente tive.
immaginare, un approccio nuovo alla vita militare.
Le Forze Armate Albanesi hanno deciso di guardare DIE ed Istituto di Progettazione
oltre l’ostacolo ed accettato questa sfida e la DIE è
ben lieta di essere coinvolta in questo processo di Gli investimenti previsti rientrano nel progetto
modernizzazione che introduce nelle caserme tecno- della DIE n. 210 di Supporto alla Brigata di Reazio-
logie all’avanguardia con impianti di riscaldamento, ne Rapida, progetto prioritario nella cooperazione
condizionamento, depurazione, elettrico a normati- tra le forze Armate italiane ed albanesi. La DIE, che
va CE, LAN, simulazione ecc . come noto opera da 8 anni in Albania, ha in corso
progetti a favore di tutte le Forze Armate. Opera per
Il Master Plan migliorare il livello professionale degli Ufficiali e Sot-
tufficiali con addestramenti congiunti sia in Italia sia
Il Master Plan di Vau dejes è stato elaborato da in Albania, con corsi di informatica, di topografia,
una equipe costituita da Ufficiali della DIE, dell’Isti- per meccanici, per piloti di elicottero e per personale
tuto di Progettazione, della Brigata di Reazione della manutenzione, per il corretto utilizzo delle sale
Rapida (BRR). Approvato dal Ministro della Difesa, operative installate ecc.. Ha promosso la cessione di
numerosi mezzi e materiali
oltrechè all’organizzazione di
conferenze e seminari con
Ufficiali esperti in taluni setto-
ri. Una attività a tutto campo
che segue una programmazio-
ne elaborata congiuntamente e
monitorandone costantemen-
te i risultati acquisiti.
La specifica attività per Vau
Dejes è seguita da un Ufficia-
le ingegnere dell’Esercito ita-
liano particolarmente esperto
sia nella progettazione sia nella
Direzione dei lavori. Egli ha
operato a stretto contatto con
consiste in un programma triennale di interventi per l’Istituto di Progettazione Albanese per verificare che
un totale di 6 milioni di euro finanziati equamente gli interventi da fare fossero conformi alla legislazio-
dalla DIE e dal Governo albanese. ne locale. Questa cooperazione è stata di estremo
Prevede sia ristrutturazioni di fabbricati esistenti interesse poiché ha consentito agli esperti dell’Istitu-
con adeguamento a standard moderni ed avanzati to di accrescere il bagaglio professionale con la cono-
tecnologicamente sia costruzioni nuove. In linea di scenza applicativa di norme europee nel settore dei
massima si recuperano/costruiscono ambienti per lavori pubblici che l’Italia applica poiché Stato mem-
più di 500 militari di ogni categoria rispettando cri- bro dell’UE.
teri di abitabilità oramai consolidati in Italia. Cioè
camerette alloggio per tre persone, servizi igienici 1° lotto dei lavori:
con lavandini, docce e toilet adeguati agli occupan- marzo 2004-maggio 2005 (DIE)
ti, mensa e cucina con standard avanzati, spazi coper-
ti e all’aperto per il tempo libero, impianti sportivi. La parte italiana si è impegnata a finanziare ed
Di recente il governo albanese ha assegnato spazi eseguire nel periodo 2004-2006 lavori di straordina-
confinanti alla caserma da utilizzare per l’addestra- ria manutenzione di alcune palazzine della caserma e
mento al combattimento, pattugliamento, tiro con le l’acquisto di attrezzature ed arredi che comportano

42
VAU-DEJES (SHKODER)

un impegno finanziario complessivo di circa 3 milio- dello stesso. L’installazione di una cabina di trasfor-
ni di Euro. La componente albanese, da parte sua, mazione da 10.000 volt e di un generatore di energia
prevede nuove realizzazioni con un investimento da 250 KVA risolve il problema di mancanza di cor-
complessivo di altri 3 milioni di Euro. rente: si inserisce automaticamente ad ogni stacco
Si sono conclusi i lavori previsti nel primo lotto a della KESH.
carico della DIE per un importo complessivo di 1,2 Inoltre per i lavori di asfaltatura interni, è stata
milioni di euro. Iniziati nel marzo del 2004, è stato acquistata una macchina dalla ditta MARINI, circa
possibile realizzare un prefabbricato destinato ad aule 75.000 Euro, che con altri mezzi ceduti dall’Italia

complete di arredi didattici per 120 posti che con- nel passato, permetterà alla Brigata Genio di realizza-
sentono di effettuare l’addestramento al coperto uti- re i lavori previsti dal Master Plan. In seguito potrà
lizzando moderni sistemi audiovisivi con ampio essere impiegata presso altre caserme o per inter-
ricorso alla simulazione. venti a favore della popolazione civile. Nei giorni
E’ stato ristrutturato un edificio a tre piani realiz- passati tecnici della ditta hanno addestrato un team
zando uffici comando di compagnia e 165 posti letto di genieri all’uso della macchina.
da tre per cameretta, impianto di riscaldamento, ser- La caserma di Vau Dejes rappresenta un eccellen-
vizi generali con acqua calda ed impianto elettrico a te esempio di collaborazione tra le Forze Armate
norme CE, impianto antincendio. albanesi e quelle italiane a conferma dell’attenzione
In un altro edificio a due piani è stata realizzata la dell’Italia per un processo di sviluppo non solo della
mensa e cucina con 550 posti a sedere completa- componente militare ma che di riflesso interessa
mente arredata. Anche questo fabbricato è dotato di anche quella civile.
impianto di riscaldamento e di condizionamento, Occorre evidenziare anche la fattiva collabora-
ma la parte più innovativa nella realtà delle caserme zione con le strutture civili, KESH e Comune di
albanesi è costituita dalle attrezzature della cucina: Vau Dejes. I lavori realizzati e quelli programmati
pentole a vapore centralizzato, forni, celle frigo, lava- con soluzioni tecnologiche all’avanguardia mirano
stoviglie, lavapentole, attrezzature leggere sono tutte solo al miglioramento della vita dei militari albanesi
quanto di più moderno vi è sul mercato. Inoltre è secondo standard moderni e funzionali. Consapevo-
stato realizzato il percorso della lavorazione dei cibi li del fatto che accrescendo il benessere del persona-
con netta separazione pulito-sporco evitando punti le anche il livello addestrativo e operativo del batta-
di contatto. Ciò nel rispetto della legislazione che in glione e della BRR ne risentirà in positivo.
Italia pone i requisiti che devono avere le cucine Ovviamente Vau Dejes deve costituire l’inizio di
della grande ristorazione. Ma questo non basta anco- un programma di modernizzazione di tutte le caser-
ra. E’ stato programmato l’aiuto di un esperto della me delle Forze Armate albanesi e come precedente-
Scuola Militare di Maddaloni che addestrerà perso- mente asserito vi sarà un salto di qualità e di effi-
nale del battaglione sia al corretto uso degli impianti cienza dello strumento militare.
sia anche nella preparazione del menù. La Difesa italiana tramite il suo braccio operativo
E’ stata realizzata una nuova rete fognaria che in Albania, la DIE, assicura il necessario e discreto
convoglia tutte le acque nere in un depuratore passi- supporto concettuale e pratico per contribuire a far
vo che scarica le acque depurate nel torrente adia- vincere la sfida che è stata annunciata all’inizio: mag-
cente alla caserma e senza pericolo di inquinamento giore qualità per maggiore efficienza.

43