Sei sulla pagina 1di 2

I

---
\...

PROCURA DELLA REPUBBLICA


presso il Tribunale Ordinario di Reggio Calabria
- Direzione Distrettuale Antimafia -

N. 2986/09 R.G. notizie di reato/Mod.21 DDA

AWISO ALL'INDAGATOEDAL DIFENSORE


DELLACONCLUSIONEDELLEINDAGINI PRELIMINARI
Art. 415 - bis-c.p.p.
AWISO DI DEPOSITODEI VERBALI, DECRETIE
REGISTRAZIONI DELLEATTIVITA' DI INTERCETTAZIONE
Art. 268, commi 4 e segg. c.p.p.

Il Pubblico Ministero Dott.Federico Perrone Capano

In relazione al procedimento penale in epigrafe indicato

nei confronti di:


Canali Olindo, nato a Lissone (MI) il 22.1.1955, elettivamente domiciliato presso
il difensore di fiducia, aw. Fabrizio Formica del foro di Barcellona P.G., con
studio in Milazzo, via G. Medici n.8

RILEVATO

che questo ufficio procede per i seguenti fatti costituenti reato

IMPUTAZIONE
Delitto di falsa testimonianza, previsto e punito dagli artt.372 c.p ed
art. 7 1.203/1991 perché, deponendo come testimone nell'ambito del
procedimento penale n. 3/08 R.G. Ass. App. Messina, negava il vero
sostenendo di non aver redatto, nel periodo immediatamente
successivo alle festività natalizie 2005, documenti e memoriali,
relativi all'omicidio Alfano, diversi ed ulteriori rispetto al file inviato
per posta elettronica al giornalista Leonardo Orlando e negava il vero
sostenendo di non aver ricevuto confidenze da Beppe Alfano in merito
all'omicidio in danno di Giuseppe Iannello.
Con l'aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare
l'attività dell'associazione di tipo mafioso denominata Cosa nostra ed
in particolare della sua articolazione di Barcellona Pozzo di Gotto,
facente capo a Gullotti Giuseppe.
In Messina il 15.4.2009

DR.FEDERICO PERRONE CAPANO


••
fl!'
PROCURA DELLA REPUBBLICA
presso il Tribunale Ordinario di Reggio Calabria
- Direzione Distrettuale Antimafia -
AWISA
l'indagato ed il difensore sopra indicati che:
gli indagati ed i rispettivi difensori sopra indicati che:
1) la documentazione relativa alle indagini preliminari;
2) i prowedimenti di liquidazione agli interpreti e consulenti soggetti ad
impugnazione;
sono depositati presso la segreteria di questo PM, Procura della Repubblica
presso il Tribunale di Reggio Calabria, PalazzoCe.dir., piano VI, stanza 85, e
che hanno facoltà di prendere visione degli atti e di estrarne copia, nonché
di presentare, entro venti giorni dalla notifica del presente atto, memorie,
produrre documenti, depositare documentazione relativa ad investigazioni
del difensore, chiedere al Pubblico Ministero il compimento di atti di
indagine, nonché di presentarsi per rilasciare dichiarazioni owero chiedere
di essere sottoposto ad interrogatorio.
AWISA
l'indagato ed il difensore sopra indicati che:
gli indagati ed i rispettivi difensori sopra indicati che:
- i verbali e le registrazioni relativi alle attività di intercettazione, nonché i
supporti relativi ai flussi di comunicazioni informatiche e telematiche sono
depositati presso la segreteria di questo PM, Procura della Repubblica presso il
Tribunale di Reggio Calabria, PalazzoCe.dir., piano VI, stanza 85;
- hanno facoltà di esaminare gli atti, ascoltare le registrazioni owero prendere
cognizione dei flussi di comunicazioni informatiche o telematiche, nonché di
estrarre copia delle trascrizioni e fare eseguire la trasposizione della
registrazione su nastro magnetico o comunque idoneo supporto; in caso di
intercettazione di flussi di comunicazioni informatiche o telematiche possono
richiedere copia su idoneo supporto dei flussi intercettati, owero copia della
stampa in forma intellegibile delle informazioni contenute nei flussi di
comunicazioni informatiche o telematiche.
Consegnatoa ufficiali giudiziari per la notifica.
ReggioCalabria, 03/ 03/7.01...-1..,
~:~C,:t~!~I ERO
dott"~/~ apano

2 DR. FEDERICO PERRONE CAPANO