Sei sulla pagina 1di 20

Istruzioni d'uso VIESMANN

per il conduttore dell'impianto

Con regolazione per funzionamento a temperatura costante

VITOPEND

5590 514 IT 3/2006 Da conservare!


Avvertenze sulla sicurezza

Per la Vostra sicurezza

Si prega di attenersi scrupolosamente alle avvertenze sulla sicurezza


per evitare pericoli e danni a persone e cose.

Spiegazione delle avvertenze sulla Comportamento in caso di fughe di


sicurezza gas

Pericolo Pericolo
Questo simbolo segnala il peri- Le fughe di gas possono pro-
colo di danni a persone. vocare esplosioni e causare
lesioni molto gravi.

! Attenzione
Questo simbolo segnala il peri-
colo di danni a cose e all'am-
& Non fumare! Evitare fiamme

libere e formazione di scin-


tille. Non attivare mai luci né
biente. apparecchi elettrici.
& Chiudere il rubinetto d'inter-

Avvertenza cettazione gas.


Le indicazioni contrassegnate con la & Aprire porte e finestre.

parola Avvertenza contengono infor- & Allontanare le persone dalla

mazioni supplementari. zona di pericolo.


& Informare l'azienda eroga-

Interessati trice del gas e dell'elettricità


e il personale specializzato
Le presenti istruzioni d'uso sono dall'esterno dell'edificio.
rivolte agli utenti dell'impianto di & Interrompere l'alimentazione

riscaldamento. elettrica da una posizione


sicura (dall'esterno dell'edifi-
Pericolo cio).
I lavori eseguiti in modo non
adeguato all'impianto di riscal- Comportamento in caso di perdite
damento possono provocare di gas di scarico
incidenti mortali.
& Gli interventi sull'impianto del Pericolo
gas devono essere eseguiti I gas di scarico possono provo-
unicamente da installatori care intossicazioni mortali.
qualificati a norma di legge & Spegnere l'impianto di riscal-

ed autorizzati dalla compe- damento.


tente azienda erogatrice del & Aerare il luogo d'installa-

gas. zione.
& Gli interventi all'impianto & Chiudere le porte dei locali.

elettrico devono essere ese-


guiti unicamente da perso-
5590 514 IT

nale specializzato e
qualificato a norma di legge.

2
Avvertenze sulla sicurezza

Per la Vostra sicurezza (continua)

Comportamento in caso di incendio Condizioni per il locale d'installa-


zione
Pericolo
In presenza di fuoco sussiste il
pericolo di combustione e di
esplosione.
! Attenzione
Condizioni ambientali non ido-
nee possono provocare danni
& Spegnere l'impianto di riscal- all'impianto di riscaldamento e
damento. pregiudicarne la sicurezza
& Chiudere i rubinetti d'inter- durante il funzionamento.
cettazione del gas sulle tuba- & Garantire temperature

zioni. ambiente superiori a 0 °C e


& Utilizzare un estintore omolo- inferiori a 35 °C.
gato di classe d'infiammabi- & Evitare l'inquinamento

lità ABC. dovuto ad idrocarburi alogeni


(ad es. quelli contenuti negli
spray, nelle vernici, nei deter-
genti e nei solventi) e una
forte ricaduta di polveri (ad
es. lavori di molatura).
& Evitare un'umidità dell'aria

costantemente alta (ad es.


provocata da biancheria
stesa ad asciugare).
& Non ostruire le aperture d'im-

missione aria presenti.

Componenti supplementari, parti di


ricambio e pezzi soggetti ad usura

! Attenzione
I componenti che non sono
stati collaudati con l'impianto di
riscaldamento possono provo-
care danni all'impianto stesso
o pregiudicarne il funziona-
mento.
Far eseguire l'installazione e la
sostituzione unicamente da
personale specializzato.
5590 514 IT

3
Indice

Indice

Prima informare
Prima messa in funzione ............................................................................. 5
L'impianto è preimpostato ........................................................................... 5

Dove eseguire la regolazione


Schema dei dispositivi di regolazione e segnalazione.................................. 6

Attivazione e disattivazione
Attivazione dell'impianto di riscaldamento ................................................... 7
Disattivazione dell'impianto di riscaldamento .............................................. 7
Attivazione del circuito di riscaldamento e della produzione d'acqua calda
sanitaria ..................................................................................................... 8
& Riscaldamento......................................................................................... 8
& Acqua calda............................................................................................. 9
Disattivazione del circuito di riscaldamento e della produzione d'acqua
calda sanitaria ............................................................................................ 9

Cosa bisogna fare?


Gli ambienti sono troppo freddi.................................................................... 10
Gli ambienti sono troppo caldi ..................................................................... 10
Non c'è acqua calda ................................................................................... 11
L'acqua è troppo calda ................................................................................ 12

Manutenzione
Pulizia ........................................................................................................ 13
Ispezione e manutenzione .......................................................................... 13
& Caldaia .................................................................................................... 13
& Bollitore (se presente).............................................................................. 13
& Valvola di sicurezza (bollitore).................................................................. 14
& Filtro impurità (se presente) ..................................................................... 14

Consigli per risparmiare energia.............................................................. 15

Indice analitico ......................................................................................... 16


5590 514 IT

4
Prima informare

Prima messa in funzione

La prima messa in funzione e l'adatta- In quanto conduttori di un nuovo


mento della regolazione alle condi- impianto siete tenuti a denunciarlo
zioni locali e costruttive devono immediatamente al progettista o
essere eseguiti a cura della ditta installatore competente per l'immobile
installatrice. in questione. Il progettista o installa-
tore Vi informerà delle ulteriori opera-
zioni che svolgerà sul Vostro impianto
di combustione (ad es. rilevazioni
periodiche, pulizia).

L'impianto è preimpostato

La regolazione viene preimpostata in L'impostazione base può essere


fabbrica su un funzionamento stan- modificate individualmente a seconda
dard, vale a dire che sono abilitati delle Vostre esigenze personali.
riscaldamento e produzione d'acqua
calda. In questo modo, l'impianto di Avvertenza
riscaldamento è pronto ad entrare in In caso di interruzione di corrente tutti
funzione. i dati rimangono memorizzati.
5590 514 IT

5
Dove eseguire la regolazione

Schema dei dispositivi di regolazione e segnalazione

Tutte le impostazioni dell'impianto di riscaldamento possono essere effettuate


sull'unità di servizio.
Le impostazioni possono essere eseguite anche con il termostato ambiente, se
il Vostro impianto ne è fornito (vedi istruzioni d'uso separate).

Avvertenza
Devono essere completamente aperte tutte le valvole termostatiche dei radia-
tori presenti nel locale dove è installato il termostato ambiente.

A Termometro e manometro combi- C Manopola per temperatura


nato ambiente
Indicazione della temperatura D Interruttore generale
sulla scala graduata superiore E Segnalazione di guasto (rossa)
Segnalazione pressione sulla F Spia di funzionamento (verde)
scala graduata inferiore G Spia bruciatore (verde)
B Manopola per temperatura acqua H Spia riscaldamento (verde)
calda sanitaria K Spia produzione d'acqua calda
(verde)
5590 514 IT

6
Attivazione e disattivazione

Attivazione dell'impianto di riscaldamento

2. Per funzionamento a camera


aperta B 22:
L'aria di combustione viene prele-
vata dal locale dove è installata la
caldaia.
Verificare che le aperture di aera-
zione del locale d'installazione
siano aperte e non ostruite.

3. Aprire il rubinetto d'intercettazione


gas C.

4. Inserire la tensione di rete; ad es.


agendo sul relativo fusibile o sul-
l'interruttore generale.

5. Inserire l'interruttore generale “8


„ B.
La spia verde (spia di funziona-
mento) si accende.
Il Vostro impianto di riscaldamento
e, se presente, anche il termostato
ambiente, ora sono pronti ad
1. Controllare la pressione dell'im- entrare in funzione.
pianto di riscaldamento sul
manometro A:
Se l'indice del manometro si trova
al di sotto di 0,8 bar, la pressione
dell'impianto è troppo bassa. Riem-
pire d'acqua oppure informare la
ditta installatrice.

Disattivazione dell'impianto di riscaldamento

Se non si vuole usare l'impianto di riscaldamento per un certo periodo di tempo,


ad es. durante le vacanze estive, commutare su Programma spegnimento (vedi
pagina 9).
Qualora non si voglia usare l'impianto di riscaldamento, lo si può spegnere.
Prima e dopo lo spegnimento dell'impianto di riscaldamento per un lungo
5590 514 IT

periodo di tempo Vi consigliamo di contattare la ditta installatrice.

7
Attivazione e disattivazione

Disattivazione dell'impianto di riscaldamento (continua)

Questa può prendere, se necessario, le misure idonee, ad es. per la protezione


antigelo dell'impianto o per la protezione delle superfici di scambio termico.

1. Disinserire l'interruttore generale


“8„.
La spia verde “8„ (spia di funzio-
namento) si spegne.

2. Chiudere il rubinetto d'intercetta-


zione gas.

Avvertenza
Non ha luogo nessuna protezione
antigelo.
Le impostazioni della regolazione
rimangono tuttavia invariate.

Attivazione del circuito di riscaldamento e della produzione


d'acqua calda sanitaria

Riscaldamento

Regolare il valore di temperatura


desiderato ruotando la manopola
“ür„. Quanto più alto è il numero,
tanto maggiore è la temperatura.
La spia verde di riscaldamento si
accende.

Avvertenza
La protezione antigelo della caldaia e
del bollitore (se presente) è attiva.
5590 514 IT

8
Attivazione e disattivazione

Attivazione del circuito di riscaldamento e della . . . (continua)

Acqua calda

Regolare la temperatura acqua calda


desiderata ruotando la manopola “üw
„. Quanto più alto è il numero, tanto
maggiore è la temperatura.
La spia verde della produzione d'ac-
qua calda si accende.

Disattivazione del circuito di riscaldamento e della produzione


d'acqua calda sanitaria

Se non si vuole usare l'impianto di riscaldamento per qualche giorno, commu-


tare su Programma spegnimento.

Posizionare le due manopole “ür„ e


“üw„ su “9„.

Avvertenza
& La pompa di circolazione viene

inserita brevemente ogni 24 ore per


evitare che si blocchi.
& Protezione antigelo della caldaia e

del bollitore attiva.


5590 514 IT

9
Cosa bisogna fare?

Gli ambienti sono troppo freddi

Causa Provvedimento
Il termostato ambiente è impostato in Impostare sul termostato ambiente la
modo errato temperatura ambiente desiderata
L'impianto di riscaldamento è disinse- & Inserire l'interruttore generale “8„.
rito. La spia di funzionamento 8 & Inserire l'interruttore principale, se
(verde) è spenta. presente (all'esterno del locale cal-
daia)
& Controllare il fusibile nel circuito elet-

trico (protezione edificio)


La regolazione è impostata in modo er- Impostare sulla manopola “ür„ la
rato temperatura ambiente desiderata
La spia di guasto “U„ rossa sulla rego- Disinserire e reinserire l'interruttore
lazione è accesa generale “8„.
Se la spia di guasto si accende di
nuovo, informare la ditta installatrice
La spia bruciatore “A„ sulla regola- Se il bruciatore non si riaccende auto-
zione lampeggia maticamente dopo 15 min, informare la
ditta installatrice
Manca il combustibile Aprire il rubinetto d'intercettazione gas
& Con gas liquido:

verificare la disponibilità di combusti-


bile ed eventualmente riordinarlo
& Con gas metano:

chiedere eventualmente all'azienda


erogatrice del gas

Gli ambienti sono troppo caldi

Causa Provvedimento
Il termostato ambiente è impostato in Impostare sul termostato ambiente la
modo errato temperatura ambiente desiderata
La regolazione è impostata in modo er- Impostare sulla manopola “ür„ la
rato temperatura ambiente desiderata
5590 514 IT

10
Cosa bisogna fare?

Gli ambienti sono troppo caldi (continua)

Causa Provvedimento
Le spie riscaldamento “ür„ e produ- La funzione di prova manutentore si di-
zione d'acqua calda “üw„ lampeggia- sattiva automaticamente al massimo
no contemporaneamente (la funzione dopo 30 min.
di prova manutentore è attivata)

Non c'è acqua calda

Causa Provvedimento
L'impianto di riscaldamento è disinse- & Inserire l'interruttore generale “8„.
rito. La spia di funzionamento 8 & Inserire l'interruttore principale, se
(verde) è spenta. presente (all'esterno del locale cal-
daia)
& Controllare il fusibile nel circuito elet-

trico (protezione edificio)


La regolazione è impostata in modo er- Impostare sulla manopola “üw„ la tem-
rato peratura acqua calda desiderata
La spia di guasto “U„ rossa sulla rego- Disinserire e reinserire l'interruttore
lazione è accesa generale “8„.
Se la spia di guasto si accende di
nuovo, informare la ditta installatrice
La spia bruciatore “A„ sulla regola- Se il bruciatore non si riaccende auto-
zione lampeggia maticamente dopo 15 min, informare la
ditta installatrice
Manca il combustibile Aprire il rubinetto d'intercettazione gas
& Con gas liquido:

verificare la disponibilità di combusti-


bile ed eventualmente riordinarlo
& Con gas metano:

chiedere eventualmente all'azienda


erogatrice del gas
5590 514 IT

11
Cosa bisogna fare?

L'acqua è troppo calda

Causa Provvedimento
La regolazione è impostata in modo er- Impostare sulla manopola “üw„ la tem-
rato peratura acqua calda desiderata
Le spie riscaldamento “ür„ e produ- La funzione di prova manutentore si di-
zione d'acqua calda “üw„ lampeggia- sattiva automaticamente al massimo
no contemporaneamente (la funzione dopo 30 min.
di prova manutentore è attivata)

5590 514 IT

12
Manutenzione

Pulizia

L'apparecchiatura può essere pulita


con un comune detergente (non abra-
sivo).

Ispezione e manutenzione

L'ispezione e la manutenzione di un impianto di riscaldamento sono prescritte


dalla normativa per il risparmio energetico e dalle norme DIN 4755, DIN 4756,
DIN 1988-8 e EN 806.
La manutenzione a intervalli regolari garantisce un riscaldamento sicuro e poco
inquinante e contribuisce a risparmiare energia. Consigliamo di stipulare un
contratto di ispezione e di manutenzione con la ditta installatrice. La manuten-
zione dell'apparecchio deve essere effettuata ogni anno.

Caldaia

Con l'aumento dell'insudiciamento


della caldaia aumenta la temperatura
dei gas di scarico e, conseguente-
mente, la dispersione di energia. Per
questo motivo la caldaia deve essere
pulita una volta all'anno.

Bollitore (se presente)

Secondo le norme DIN 1988-8 und Se nel circuito acqua di alimentazione


EN 806 è necessario eseguire la del bollitore si trova un'apparecchia-
manutenzione o la pulizia per la prima tura per il trattamento dell'acqua, è
volta dopo due anni dall'installazione necessario eseguire tempestivamente
e di seguito qualora necessario. La il rabbocco. Attenersi alle indicazioni
pulizia interna del bollitore, inclusi gli del fornitore.
attacchi lato sanitario deve essere
eseguita esclusivamente da una ditta
installatrice autorizzata.
5590 514 IT

13
Manutenzione

Ispezione e manutenzione (continua)

Inoltre con Vitocell 100:


Per la verifica dell'anodo di dissipa-
zione raccomandiamo un controllo
annuale di funzionamento da parte
della ditta installatrice. Tale controllo
annuale può avvenire senza interrom-
pere il funzionamento. La ditta instal-
latrice procede alla misurazione della
corrente protettiva mediante un verifi-
catore anodi.

Valvola di sicurezza (bollitore)

La funzionalità della valvola di sicu-


rezza deve essere verificata ogni sei
mesi dalla ditta installatrice mediante
mediante prova. Sussiste il pericolo di
insudiciamento nella sede della val-
vola (vedi le istruzioni del costruttore
della valvola).

Filtro impurità (se presente)

Per ragioni d'igiene:


& In caso di filtri non autopulenti sosti-

tuire l'inserto filtrante ogni 6 mesi


(controllo visivo ogni 2 mesi).
& In caso di filtri autopulenti proce-

dere al lavaggio ogni 2 mesi.


5590 514 IT

14
Consigli per risparmiare energia

Consigli per risparmiare energia

Mediante i seguenti provvedimenti è possibile risparmiare ulteriore energia.

& Aerare correttamente.


Aprire completamente e per breve
tempo le finestre A e contempora-
neamente chiudere le valvole ter-
mostatiche B.
& Non surriscaldare, mantenere una

temperatura ambiente di 20 °C; ogni


grado in meno equivale ad una ridu-
zione dei costi di riscaldamento del
6% circa.
& Al tramonto, chiudere le persiane.

& Tarare correttamente le valvole ter-

mostatiche B.
& Non coprire i radiatori C e le val-

vole termostatiche B.
& Sfruttare le singole possibilità d'im-

postazione della regolazione D,


impostare la temperatura dell'acqua
calda.
& Moderare il consumo di acqua

calda: con una doccia viene consu-


mata di regola meno energia che
con un bagno.
5590 514 IT

15
Indice analitico

Indice analitico

A N
Acqua calda troppo bollente . . . . . . . . . 12 Non c'è acqua calda . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11

B P
Bollitore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13 Prima messa in funzione . . . . . . . . . . . . . . . . 5
Programma spegnimento . . . . . . . . . . . . 7, 9
C Protezione antigelo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8, 9
Consigli per il risparmio energetico 15 Pulizia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13

D R
Dichiarazione di ultimazione lavoro . 5 Riscaldamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
Disattivazione dell'impianto di Rubinetto d'intercettazione gas . . . . 7, 8
riscaldamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7, 9
S
E Segnalazione di guasto . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
Elementi di segnalazione. . . . . . . . . . . . . . . . 6 Spegnimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
Eliminazione guasti . . . . . . . . . . . . . . . . . 10, 11 Spia di funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6

F T
Filtro impurità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14 Temperatura acqua calda . . . . . . . . . . . . . . . 9
Temperatura acqua calda sanitaria . . 6
G Temperatura ambiente . . . . . . . . . . . . . . . . 6, 8
Gli ambienti sono troppo freddi . . . . . 10 Termometro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
Termostato ambiente. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
I
Impostazione base . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5 U
Inserimento dell'impianto . . . . . . . . . . . . . . . . 7 Unità di servizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
Interruttore generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6, 7
Ispezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13 V
Valvola di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
M
Manometro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6, 7
Manutenzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
5590 514 IT

16
5590 514 IT

17
18
5590 514 IT
5590 514 IT

19
Stampato su carta ecologica
non trattata con cloro

A chi rivolgersi
Salvo modifiche tecniche!

Per chiarimenti o lavori di manutenzione e di riparazione all'impianto di riscalda-


mento rivolgersi alla ditta installatrice. L'indirizzo della ditta installatrice più
vicina si trova ad es. in Internet, alla pagina www.viessmann.com.

Viessmann S.r.l.
Via Brennero 56
37026 Balconi di Pescantina (VR)
5590 514 IT

Tel. 045 6768999


Fax 045 6700412
www.viessmann.com

20