Sei sulla pagina 1di 6

SCRITTURA E

INTERPRETAZIONE di Petofi
Semiotica
Università degli Studi di Macerata
5 pag.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: filippo-lampacrescia (f.lampacrescia@tiscali.it)
SCRITTURA E INTERPRETAZIONE
Per la Testualità il requisito di base è la collegabilità degli stati di cose in modo convenzionale nello
stesso frammento di mondo. L’assenza di tale collegabilità fa sì che certi testi non possano essere
considerati tali, anche se tra le due frasi (in quegli esempi) che lo compongono esiste un rapporto
sintattico e/o lessicale-semantico.
TESTO, ANALISI LINGUISTICA E INTERPRETAZIONE TESTUALE :
-Cos’è un testo? Un testo è oggetto semiotico relazionale prevalentemente verbale; gli elementi
lessicali sono gli elementi dominanti portatori di significato; anche se le manifestazioni scritte a mano
o stampate sono gli oggetti primari dell’elaborazione testuale, vanno considerate anche le potenziali
manifestazioni acustiche sebbene non realizzate ad alta voce; i Testi sono elementi del sistema
linguistico (‘langue’ o ‘competence’) insieme con morfemi, parole, sintagmi, frasi oppure vanno intesi
come elementi dell’uso linguistico (‘parole’ o ‘performance’)? Sono elementi dell’uso degli elementi del
sistema linguistico e dell’uso della conoscenza del mondo; esiste una distinzione tra testi totalmente
autonomi e parzialmente autonomi.

-Elementi costitutivi composizione del Testo: nella relazione sign.nte-ato hanno ruolo 4 entità:
* 1) Configurazione degli Oggetti Fisici che costituiscono il Significante e la loro Immagine Mentale
(Vehiculum e Immagine Mentale del Vehiculum);
2) Conoscenza dell’ Architettonica Formale del Vehi. e sua immagine mentale (Formatio);
3) Conosc. Architettonica Semantica Intensionale (del Senso) del Vehi. e sua immagine mentale
(Sensus);
4) Configurazione degli Stati di Cose che costituisce la significazione esterna al testo e la sua
immagine mentale (Relatum e Immagine Mentale del Relatum)
Vehiculum e Formatio sono il Significante, Sensus e Relatum sono il Significato.
Struttura è costrutto teorico prodotto come rappresentazione dell’aspetto statico delle architettoniche
(organizzazione intrinseca al testo, da noi presunta);
Procedura è il costrutto teorico prodotto come rappresentazione dell’aspetto dinamico
(rappresentazione da noi prodotta di questa organizzazione);
Aspetto Gerarchico è l’aspetto verticale della composizione, che nasce attraverso la composizione dei
costituenti immediati in unità gerarchiche sempre maggiori;
Aspetto Configurazionale è orizzontale , ossia composizione determinata da costituenti sequenziali e/o
ricorrenti a diversi livelli della composizione.

* 1)Vehiculum: la manifestazione fisica nei media scritti è quella Visiva, caratterizzata dal tipo di
elementi di cui consiste, dalla forma, dalla grandezza (parole,punteggiature,disegni)

2)Formatio: per quanto riguarda l’Architettura Formale, il Vehiculum può essere considerato:
-Oggetto Fisico-Semiotico nel pieno senso della parola (un disegno visivo o suoni). La sua
architettonica formale è detta FIGURA: l’analisi sulle parole deve registrare l’uso ricorrente dei caratteri
tipografici che sono diversi dai caratteri tipografici fondamentali e certi elementi come * che siano
intrisi di significato; nei disegni si devono riconoscere figure rappresentanti la stessa persona; i suoni
possono essere oggetto della percezione del ricevente oppure ricostruiti dalla lettura;
-Oggetto Linguistico-Semiotico , architettura vista come configurazione di significanti verbali:
LINGUA. Si deve stabilire a quante lingue appartengono gli elementi del testo da interpretare. L’analisi
della Connessità della lingua è l’analisi dell’Architettonica Sintattica dei singoli enunciati, e delle unità
gerarchiche di più alto livello-paragrafi,capitoli. Le Unità di Composizione Sintattica sono
configurazioni di parole sintatticamente connesse e configurazioni sintatticamente connesse di categorie
sintattiche. La Connessità sintattica è data dalle ricorrenti configurazioni di parole, e dalle
configurazioni di categorie semantiche.

3)Sensus: si può esaminare la Semantica Intensionale da due punti di vista:


* FE 00Sensus (L) Architettonica Specifica della Lingua, a partire dagli elementi con cui il testo è
costruito. Tra questi si possono distinguere altri tre tipi di Sensus:

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: filippo-lampacrescia (f.lampacrescia@tiscali.it)
a) Il Sensus Concettuale Verbalizzato è quello che si ottiene combinando i Sensus verbalizzati
assegnabili alle singole parole della frase del testo nel contesto verbale dato. È distinto in:
-Aspetto Relazionale (è proposizione elementare espressa nella forma ‘predicato + argomenti’o
complesso proporzionale);
-Aspetto Inferenziale (rende possibile l’economia della comunicazione, è un’Esplicazione quando
comprendiamo in la frase in modo tale da assegnare alle singole parole la nostra conoscenza
dell’oggetto indicato dalla parola stessa, può sottolineare per contrasto il S.Conc.Verbalizzato della
frase in questione, è Sillogistica );
-Aspetto Configurazionale (riguarda disposizione singole informazioni nelle frasi del testo date, dipende
dalle singole caratteristiche della lingua data: cambiando l’ordine degli elementi lessicali, quand’è che
cambia l’ordine di natura puramente stilistica?.

b) Il Sensus Concettuale Non-Verbalizzato è un’immagine mentale a mò di disegno che creiamo


durante la ricezione di questa frase del testo. Anche questo ha un aspetto Relazionale, Inferenziale,
Configurazionale
c) Il Sensus Non-Concettuale è dato dall’esperienza/ i sentimenti che associamo al Sensus
Verbalizzato e/o Non Verbalizzato di questa frase del testo.
-La Coesione Composizionale del S.Conc.Verbalizzato: (Connettezza Linguistico
Semantica)
I portatori della Coesione Configurazionale sono: le ricorrenti unità verbali dello stesso grado, le unità
semantiche intensionali coreferenziali , le unità appartenenti a uno stesso campo semantico.
Quando si esamina la Coesione Gerarchica bisogna considerare come unità fondamentale la
Proposizione Elementare, le Frasi Testuali chiamate Unità Macrocomposizionali di Primo Grado. I
Comunicati sono unità Semantiche Intensionali Fondamentali Indipendenti appartenenti a tali unità. A
una più lunga parte di testo si può assegnare un Condensato, cioè un sunto.

* FE 00Sensus (R) Architettonica Specifica del Relatum, frammento di mondo che secondo quanto
presunto dall’autore trova espressione nel testo (frammento fittizio o no? Qual è l’architettonica dei
singoli sottomondi se vi sono?com’è la disposizione configurazionale specifica del vehiculum della
manifestazione verbale dei fatti / oggetti di questo frammento di mondo? È chiamato anche Mondo
del Discorso

4) Relatum: il testo tratta solo di ciò che l’individuo crede che si manifesti in esso o tratta anche
qualcos’altro? Ciò che viene trattato è compatibile con la conoscenza del mondo?
L’operazione dominante è la Reinterpretazione Simbolica del sensus specifico di lingua e relatum al fine
di costituire l’immagine mentale di un nuovo relatum. La questione della compatibilità sorge
nell’eventualità che gli elementi siano o meno accessibili alla nostra fantasia mentre l’aspettativa
concerne la connettezza degli avvenimenti nei capitoli. Se l’interprete è in grado di assegnare un sensus
al testo da interpretare che gli permetta di ricostruire l’immagine mentale e completa gli stati delle cose
allora questo testo si qualifica come coerente.

-Elaborazione Testuale e Ricerca Testologica:


-L’Elaborazione Testuale sono operazioni eseguite ed eseguibili su testi e con testi, dalla
compilazione di un indice automatico alla traduzione per mezzo di un pc o alla simulazione
computerizzata della comprensione testuale umana. Il sottoinsieme dei processi testuali è quello dei
Processi Interpretativi, nei quali si analizza la Composizione Specifica di un testo di un sistema (analisi
del Vehiculum del testo) o gli Ambiti Funzionali di un testo (perché autore voleva produrre testo?qual è
processo di produzione del testo?. Entrambi gli ambiti possono essere esaminati come Entità Statica
(interpretazione Strutturale FE 00approssimazione presunta architettonica statica intrinseca all’oggetto) o
come Entità Dinamica (Interpretazione Procedurale FE …architettonica
0
0 dinamica)
L’Interpretazione è Esplicativa (scopo: costruzione struttura e/o procedura), Valutativa (valuta str/proc

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: filippo-lampacrescia (f.lampacrescia@tiscali.it)
da un punto di vista storico, estetico, ideologico), Descrittiva (descrizione o valutazione str/prc),
Argomentativa (presenta argomenti a favore della validità di queste descrizioni). È Spontanea o Teorica
se interprete esegue operazioni interpretative in situazione quotidiana o secondo una teoria prestabilita.
-La Ricerca Testologica è generalizzazione del termine ‘ricerca linguistico-testuale’. Il termine
‘Testologia’ né implica un’estensione del dominio della linguistica testuale, né richiede di stringere il
campo della ricerca in misura tale da rendere illusoria un’analisi adeguata degli oggetti della ricerca.
Oggetto della Ricerca può essere qualsiasi tipo, fattore, aspetto dell’elaborazione testuale. Può essere
orientata verso la Competenza (conoscenza che una comunità socio-culturale possiede dei testi, della
comunicazione e della relazione tra loro) o verso un Corpus (qualsiasi insieme di testi) oppure verso la
Conoscenza Teorica (ampliare la conoscenza teorica della competenza testo logica in generale o di un
tipo di testo) o Pratica (contribuire a soluzione di eventuale compito pratico, facilitare traduzione,
ristabilire capacità comunicativa di persone affette da disturbi)
Uno dei principali compiti nell’elaborazione di una metodologia adeguata della testologia consiste nel
costruire linguaggi per la rappresentazone che possano essere esplicitamente distinti dal linguaggio
dell’oggetto di ricerca stesso.

-Il testo come oggetto di una ricerca poliedrica: l’analisi dei testi appartiene contemporaneamente al
campo della ricerca di discipline diverse (semiotica, filologia, linguistica, psico-sociologia della
comunicazione), lo sviluppo della testologia come disciplina autonoma è agli inizi. La Teoria
Generativo-Trasformazionale del Linguaggio incentrata sulla frase era inadatta a essere una Teoria della
descrizione della realtà linguistica FE 00ha preso forma la ricerca linguistica testuale che rendesse possibili
l’analisi e la descrizione di tutti i fenomeni che non potevano essere adeguatamente analizzati con le
teorie precedenti. Cmq per poter descrivere la costituzione o gli ambiti dei testi bisogna oltrepassare i
confini della grammatica-linguistica e occorre impiegare i metodi-risultati di discipline che si occupano
di testi per mezzo di una lingua naturale

IL CONTESTO DISCIPLINARE DELLA RICERCA TESTOLOGICA


Ogni tipo di ricerca che analizzi l’architettonica formale e semantica dei testi dal punto di vista
linguistico ed ermeneutico, e costituisca un quadro teorico per l’esecuzione adeguata di questa analisi.
-Struttura del Contesto Disciplinare e Interdisciplinare della Ricerca Testologica:
1) L-discipline: ‘linguistica’ è usato in analogia con termine ‘linguaggio’ FE 00linguistica linguaggi verbali
ma anche pittorici, musicali. Tale accezione è adottata nella Linguistica Sistemica, nella Linguistica
dell’uso del Sistema Linguistico. La Linguistica Testuale si riferisce a una sub disciplina il cui compito
è analizzare quei rapporti riscontrabili nei comunicati che oltrepassano i confini tra quelle parti dei
comunicati che possono essere chiamate frasi testuali.
2) T-discipline: delle diverse configurazioni (insieme strutturato di entità date) di linguaggio, delle
diverse configurazioni di Medium (materiale di manifestazione dei segni nei quali il significante è
trattabile come appartenente allo stesso tipo) e quelle delle diverse aree di comunicato (aree con
comunicati con stesso insieme di proprietà).
3) S-discipline: delle diverse configurazioni di linguaggio, di medium, e aree di comunicato.
-Contesto Disciplinare e Interdisciplinare della Testologia Semiotica:
La Testologia Semiotica ha come scopo l’interpretazione dei comunicati multimediali con
(equi)dominanza verbale (cioè nelle configurazioni o nelle aree date, un linguaggio o medium verbale
svolgono un ruolo dominante) prodotti o recepiti in diverse situazioni comunicative. Si basa sulla
Tipologia delle possibili Situazioni Comunicative, dei Sistemi Segnici Mono-o Multimediali e dei
possibili comunicati multimediali. Opera con un Modello Segnico Specifico e definisce Forme
Specifiche di Organizzazione delle Architettoniche dei complessi segnici.
Per quanto riguarda i Rapporti Disciplinari Orizzontali le Testologie Semiotiche necessitano
dell’esistenza delle rispettive S-Discipline. Ancor più chiaro è il legame con L-Discipline derivante
dall’alta complessità presente necessariamente nell’organizzazione delle testologie semiotiche, che fa sì
che le L-Discipline debbano sottoporsi ai requisiti testo logici da esse posti.
Tra le Testologie Semiotiche e le Macrodiscipline (che usano in modo proprio anche il quadro
interdisciplinare) esiste un rapporto interattivo: le testologie devono rendere conto delle finalità delle

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: filippo-lampacrescia (f.lampacrescia@tiscali.it)
macrodiscipline, le macrod. utilizzano la test. Semiot. come mezzo dell’analisi.
-Contesto Discipl. e Interdiscip. della Retorica: L’area laterale del cilindro con asse verticale instaura
relazioni tali tra retoriche, testologie semiotiche e L-D.
Il rapporto tra le Retoriche e le L-Discipline è generale: il funzionamento adeguato di una retorica di
qualsiasi tipo necessita l’esistenza di una qualsiasi L-Disciplina (Es: retorica medium musicale necessità
esistenza linguistica medium musicale). Le Retoriche e le Testologie Semiotiche sono trattate come
discipline affini.
Per quanto riguarda i rapporti disciplinari verticali si considera colonna S-D: si istaurano relazioni tra
retoriche, discipline del quadro interdisciplinare e macrodiscipline, per cui le discipline di ogni settore
orizzontale intrattengono contatti con discipline degli altri due.
-Aspetti Discipl. e Interdiscip. della retorica di Quintiliano:
Rapporti Orizzontali sono quelli tra Retorica e Grammatica, Verticali tra Retorica e Poesia e Retorica e
Geometria. Ritiene che la Retorica abbia come materia tutte le cose sulle quali è chiamata a parlare
-Obiettivi Futuri della Ricerca Semiotico-Testologica (1) e Retorica (2):
(1): Quali sono compiti che devono essere soddisfatti dalle testologie semiotiche; quale struttura
debbano avere rispettive L-D richieste da tali testologie; quali lavori preparatori siano già disponibili
per la costruzione di tali testologie e/o L-D
(2): chiarire se vi siano o no aspetti tali che possano/debbano essere analizzati anche indipendentemente
da altri, e quali sono.
Rapporto tra (1) e (2): definire la Modularità che potrebbe garantire la loro cooperazione. Da tale
chiarimento dipende la determinazione delle strutture delle L-D che possono soddisfare
simultaneamente i requisiti delle rispettive S-D e testologie semiotiche.
-Rapporto tra Testologie Semiotiche, le retoriche e uno Studium generale
Studium Generale ha carattere generale, dovrebbe far parte del curriculum di tutti gli studenti. Da cosa
è costituito, e perché si introduce? Costituenti ideali: introduzione alla teoria e storia delle scienze;
metodologia approccio deduttivo e induttivo agli oggetti della ricerca; apprendimento/pratica usando
2-3 lingue straniere. Tale curriculum porterebbe il vantaggio di non far perdere tempo a coloro che
decidessero di cambiare indirizzo dopo il secondo anno. (Esempi di discipline con ambizione di studium
generale: algebra astratta, semiotica, informatica)
Rapporto Studium Generale con Testologia Semiotica: oggi c’è bisogno di una Competenza
Comunicativa autonoma, non legata né a uno specifico medium né lingua naturale.; testologie sono
interdiscipline, quindi la scelta di testologia semiotica a base di uno studium implica coinvolgimento di
semiotica, filosofia, psicologia…; se la testologia semiotica diventasse costituente di base anche la
retorica diventerebbe costituente di uno studium generale.

CARATTERISTICHE TESTOLOGIA SEMIOTICA (1) E RICERCA LINGUISTICA


(1) soddisfa le esigenze sia dei fondamenti interdisciplinari, sia delle diverse applicazioni per
assolvere le operazioni che devono essere compiute sulla manifestazione fisica dei testi
multimediali prevalentemente verbali. I testi sono trattati come segni sia dal punto di vista,
sintattico, sia semantico. La (1) rende possibile reinterpretare il dominio della filosofia del
linguaggio, eseguire interpretazioni testuali della costituzione del significato, costruire teoria della
Traduzione
Le caratteristice della (1):
-Situazione Comunicativa: si distinguono ‘Ruolo Produttore’ e ‘Ruolo Ricevente’; tempo e sede
produz/ricez non sono per forza gli stessi; usando un input (X) il produttore costruisce la
manifestazione fisica (vehiculum) del suo testo; il ricevente può reagire al vehiculum;
-Testo come Complesso Segnico: l’Architettura Formale è il Significans, l’Arch Semantica è il
Significatum;
-Tipi di Interpretazione: può essere Spontanea (intuitiva) e Teorica, che si divide in Esplicativa
(assegnare al vehiculum un’architettura formale e semantica. Di primo grado, se significato
vehiculum è letterale, Figurata o Secondo Grado, significato simbolico testi poetici) e in Valutativa
(valutare architettoniche su base di sistema di valori).
-Forme di Organizzazione Architettoniche: può essere Testuale (considera solo elementi fisicamente

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: filippo-lampacrescia (f.lampacrescia@tiscali.it)
presenti nel vehiculum) o Inferenziale (elementi non presenti ma che si presume ne facciano parte).
Si parla di Org. Composizionale Verticale* (costruzione gerarchica vehiculum da minime unità fino
a testo organico), e Compos. Orizzontale (parallelismi che possono essere mostrati sui diversi livelli
gerarchici del vehiculum); Org. Referenziale Nominale ( riferimento a oggetti, persone di cui si
parla) o Predicativa (espressioni verbali che costruiscono le informazioni del discorso)
-*Organizzazione Composizionale Verticale: è utile distinguere tra livelli Sistemici e Contestuali e
tra l’organizzazione della sub- micro- meso- e macro-architettura (Esempi Verbali: configurazione
tratti distintivi; suoni, lettere e morfemi; parole; frasi testuali.
-Basi usate per Interpretazione Esplicativa: si usano configurazioni di basi, concepite come unità
che contengono 3 settori: Conoscenze, Ipotesi, Preferenze più le Disposizioni Psicofisiche (Basi
Tripologiche contengono conoscenze e ipotesi sui testi in particolare, Centrale dell’Interpretazione
contiene conoscenze e ipotesi di tutti i possibili media; Basi Locali selezionano nella base centrale
ciò che è necessario per la transizione
-Sistemi Canonici per la Rappresentazione: il Sistema Canonico per l’interpretazione esplicativa di
primo grado è costituito dalla seguente tripla: G=<L,O,D> (Lingua canonica, sistema di
Organizzatori per eseguire diverse organizzazioni lineari e un Determinatore che costruisce diversi
frammenti di mondo come interpretazioni.

Relazioni tra Ricerca Testologica e Metodologia della Ricerca Linguistica (sul livello di
un’elaborazione di un quadro teorico)
5 questioni aperte per la ricerca della linguistica verbale:
1) Come si possono separare i due tipi dell’interpretazione teorica, effettuando prima
l’interpretazione eplicativa poi quella valutativa?
2) è possibile definire i gradi nell’organizzazione completiva confrontandola con una data
organizzazione testuale?
3) nel sistema di una lingua, qual è l’unità di grado superiore alle frasi semplici tale che la sua
organizzazione composizionale verticale possa essere descritta utilizzando solo cateogrie
linguistiche a senso stretto?
4) qual è il ruolo svolto dalle conoscenze linguistiche a senso stretto nella costruzione della
interpretazione esplicativa completa di un testo?
5) è possibile costruire un linguaggio canonico che permetta la rappresentazione esplicita del sensus
e dell unità composizionale di ogni grado?
La frase è un’unità minimamente completa, costruita da parole concatenate; sono sistemiche quelle
individuali; testuali quando le trattiamo da costituenti di un testo.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: filippo-lampacrescia (f.lampacrescia@tiscali.it)