Sei sulla pagina 1di 16

BASI COGNITIVE, MOTIVAZIONALI, SOCIALI DEI PROCESSI DI

APPRENDIMENTO

Lezione 001
01. Il termine psicologia cosa significa?
 Scienza del pensiero
 Scienza dell'interno
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Scienza che si occupa della mente

02. Quale tra queste affermazioni rappresenta uno degli obiettivi della figura
professionale psicologo?
 la consulenza in azienda
 Tutte e tre le risposte sono corrette
 la mediazione nelle situazioni conflittuali
 La ricerca di senso, che si concretizza in ambiti diversi quali il counseling

Lezione 002
01. Pavlov ha definito il cibo (parlando di condizionamento classico) come:
 Stimolo incondizionato
 Risposta incondizionata
 Stimolo condizionato
 Risposta condizionata

02. Quale di questi fenomeni caratterizza una risposta condizionata?


 Tutte e tre le risposte sono corrette
 Estinzione
 Acquisizione
 Generalizzazione

03. Chi prima delle scoperte di Pavlov aveva formulato la legge dell'associazione per
contiguità?
 Cartesio
 Nessuno dei precedenti autori
 Aristotele
 Watson

Lezione 003
01. Chi ha parlato nel 1958 di inibizione reciproca?
 Wolpe
 Watson
 Pavlov
 Nessuno dei precedenti autori

02. Quale autore fu uno dei primi a fornire una dimostrazione diretta del fatto che è
possibile indurre nell'essere umano una risposta emotiva, la paura, tramite
il condizionamento?
1
 Wolpe
 Skinner
 Watson
 Pavlov

Lezione 004
01. Cosa sostiene la legge dell'effetto (descritta da Thorndike)?
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 La ripetizione di una risposta diventa sempre meno probabile quanto più spesso viene
ripetuta
 La ripetizione di una risposta diventa sempre più probabile quanto più spesso viene ripetuta
 Una risposta che determina un effetto piacevole tende a ripetersi mentre una
conseguenza spiacevole non favorisce la ripetizione della risposta

02. I parametri del rinforzo, secondo Skinner sono:


 Quantità, tempo, natura del rinforzo
 Quantità e qualità del rinforzo
 Nessuna delle precedenti.
 Quantità e tempo

03. Si distingue il rinforzo negativo dalla punizione, in quanto:


 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 il primo aumenta la probabilità che un comportamento si verifichi una volta che
venga allontanato dalla situazione
 il primo fa diminuire la probabilità che un comportamento si verifichi una volta che venga
allontanato dalla situazione
 il riforzo negativo ha un'azione diretta sulla diminuzione del comportamento in atto.

04. L'effetto che l'apprendimento successivo esercita sulla ritenzione


dell'apprendimento precedente, è definito?
 transfer
 interferenza retroattiva
 modellamento
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta

Lezione 005
01. Chi studiò l'apprendimento di comportamenti aggressivi da parte di bambini che
ripetevano i comportamenti osservati negli adulti?
 Pavlov
 Kohler
 Bandura
 Skinner

02. Da quanti stadi è caratterizzato il modeling?


 2
 3
 4
2
 5

03. Chi ha sperimentato l' "apprendimento intuitivo" (o "insight")?


 Wolpe
 Skinner
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Kohler

04. Nel cognitivismo il comportamento viene presentato come un'unita? composta di


elementi organizzati, chiamati?
 S-R
 R-S
 Nessuna delle precedenti.
 TOTE (Test?Operate?Test?Exit)

05. Quale tipo di apprendimento avviene in assenza di rinforzo, ma con la semplice


esposizione all'ambiente?
 Apprendimento latente
 Apprendimento intuitivo
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Apprendimento per analogia

Lezione 007
01. Quale autore ha proposto il modello della grammatica generativa?
 Nessuno dei precedenti autori
 Chomsky
 Lorenz
 Hull

Lezione 007
01. Quale di queste affermazioni è vera se si parla di apprendimento cooperativo:
 valorizza le abilità di ciascuno
 Tutte e tre le risposte sono corrette
 permette all'insegnante di assumere il ruolo di promotore dello sviluppo cognitivo e sociale
degli alunni
 enfatizza la responsabilità dello studente nel processo di apprendimento

02. Quale tra queste affermazioni rappresenza un vantaggio dell'apprendimento


cooperativo?
 Promuove la motivazione allo studio
 Facilità la creatività
 Facilita l'acquisizione di un adeguato metodo di studio e di lavoro
 Tutte e tre le risposte sono corrette

Lezione 008
01. I principi di base del modello Community of Learners sono:
 Tutte e tre le risposte sono corrette

3
 Attività e riflessione
 Cultura della comunità
 Collaborazione

Lezione 009
01. La formazione di gruppi eterogenei diventa vantaggiosa quando:
 Tutte e tre le risposte sono corrette
 gli studenti sanno utilizzare adeguatamente le abilità sociali
 gli studenti hanno raggiunto un elevato livello di autonomia nello svolgimento dei compiti
 è prevista un'unità didattica di lunga durata (superiore a quattro settimane)

02. I gruppi omogenei possono essere utilizzati quando:


 si vuole che gli studenti lavorino a compiti con diversi livelli di difficoltà
 gli studenti sanno utilizzare adeguatamente le abilità sociali
 Tutte e tre le risposte sono corrette
 è prevista un'unità didattica di lunga durata (superiore a quattro settimane)

Lezione 010
01. Nella tecnica di apprendimento cooperativo Jigsaw o gruppi a mosaico, in quale
fase si ha la ricomposizione dei gruppi di partenza?
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Quarta fase
 Terza Fase
 Terza fase

02. In quale fase della Group Investigation i gruppi pianificano le loro presentazioni?
 Terza Fase
 Quinta fase
 Sesta fase
 Quarta fase

03. Una tecnica di apprendimento cooperativo è la


Learning Circles. Da quante fasi è costituita?
 3
 2
 4
 5

Lezione 011
01. Quante funzioni ha la discussione in gruppo?
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 6
 4
 3

4
02. Quale ruolo ricopre l'insegnate nel momento in cui richiede all'alunno di chiarire e
approfondire il concetto espresso?
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Punto della situazione
 Rispecchiamento
 Ascolto attivo

03. Quale modalità di discussione è molto utile sia per l'insegnante, sia per gli studenti,
perché consente a entrambi di apprezzare il funzionamento della classe?
 Discussioni iniziali per analizzare un problema e formulare ipotesi
 Tutte e tre le risposte sono corrette
 Discussioni per portare alla luce le strategie di lavoro messe in atto nel percorso
e per valutarle a livello metacognitivo
 Discussioni alla fine di un processo d'indagine per condividere le scoperte realizzate da
sottogruppi di ricerca o per sistematizzare le conoscenze

Lezione 012
01. L'aspetto che differenzia la comunicazione dall'interazione è:
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 la consapevolezza di base dello scambio che avviene
 nella comunicazione la consapevolezza è minima mentre nell'inrerazione è massima
 l'incosapevolezza dello scambio che avviene

02. Come possono essere definite la funzione proposizionale e quella relazionale della
comunicazione?
 Interfunzioni
 Metafunzioni
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Funzioni tra loro indipendenti

Lezione 013
01. La "scuola di Palo Alto" ha individuato alcune proprietà assiomatiche della
comunicazione che hanno implicazioni interpersonali. Quante?
 4
 2
 5
 6

02. Secondo Watzlawitck a quale assioma fa riferimento questa affermazione: non si


può non comunicare?
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Primo assioma
 Terzo assioma
 Secondo assioma

03. Quale autore ha proposto (parlando di comunicazione) il principio di cooperazione?


 Peirce
5
 Austin
 Nessuno degli autori nominati
 Grice

Lezione 014
01. Quale di queste visioni dell'apprendimento è definita come profonda?
 Evoluzione, trasformazione del soggetto nella sua globalità
 Applicazione di procedure
 Memorizzazione delle informazioni e capacità di ricordo e ripetizione delle stesse
 Memorizzazione delle informazioni e capacità di ricordo e ripetizione delle stesse

02. Quale di queste visioni dell'apprendimento è definita come superficiale?


 Applicazione di procedure
 Memorizzazione delle informazioni e capacità di ricordo e ripetizione delle stesse
 Tutte e tre le risposte sono corrette
 Accrescimento delle proprie conoscenze

03. Se si rappresenta a livello grafico l'apprendimento, la linea ascendente a cosa fa


riferimento?
 Ad un concetto di interazione tra gli elementi
 A una concezione di crescita e progresso
 Ad una rappresentazione della diversificazione dei saperi
 Ad un'allusione ad un processo continuo e in divenire

Lezione 015
01. Parlando di modelli di apprendimento da quale visione sostiene il modello
dell'associazione?
 Comportamentista
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Gestaltista
 Psicodinamica

02. John Dewey e Karl Popper hanno dato le premesse culturali per quale modello di
apprendimento?
 Modello costruzionista
 Modello della scoperta
 Modello del campo
 Modello dell'associazione

Lezione 016
01. Per quale modello di apprendimento è vera questa convinzione: la conoscenza, e
dunque l'apprendimento, nascano, o meglio, si sviluppino a partire da un
'pre-sapere'?
 Modello costruzionista
 Modello dell'associazione
 Modello del campo

6
 Modello della scoperta

02. La Gestalt considera l'apprendimento come:


 una catena di processi e avvenimenti indispensabili e, ovviamente, collegati e conseguenti
perché si verifichi l'apprendimento.
 una spirale di eventi: un continuo confronto della novità con la realtà che sospinge la
struttura cognitiva a una sempre maggiore definizione.
 come una linea ascendente
 un punto, cioè l'istante in cui si comprende la totalità (cerchio)

Lezione 018
01. Cosa si intende per modalità top- down (nella funzione acquisizione e modifica
della memoria)?
 Genereralizzare in modo induttivo le caratteristiche
 Estrazione caratteristiche generali
 Estrazione di caratteristiche peculiari
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta

02. Quante funzioni principali si possono individuare alla base della memoria?
 2
 3
 5
 4

03. Cosa avviene nel processo di ritenzione e immagazzinamento?


 L'informazione viene mantenuta in memoria attraverso la ripetizione e
l'esercizio
 Ricezione e categorizzazione degli stimoli
 L'informazione viene recuperata in memoria
 Ricezione degli stimoli sulla base di classi di caratteristiche (emotive, percettive, cognitive)

04. Quale autore dimostrò l'esistenza di un fenomeno denominato contiguità


temporale?
 Shiffrin
 Bartlett
 Atkinson
 Ebbinghaus

Lezione 019
01. Quale approccio definisce la memoria come contenitore e l'uomo un ricettore
passivo della miriade di informazioni ambientali?
 Approccio cognitivista
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Approccio associazionista
 Approccio strutturalista

7
Lezione 020
01. Quale approccio considerò la memoria come costituita da strategie attive
attraverso cui viene elaborata la costruzione dell'informazione?
 Approccio cognitivista
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Approccio associazionista
 Approccio strutturalista

02. Chi propose il modello Human Information Processing (HIP)?


 Atkinson e Shiffrin
 Nessuno degli autori nominati
 Bartlett
 Ebbinghaus

03. A quale approccio appartiene il modello Human Information Processing (HIP)?


 Approccio cognitivista
 Approccio associazionista
 Approccio strutturalista
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta

Lezione 021
01. Quali autori proposero la Teoria della Profondità della Codifica?
 Craick e Lockhart
 Baddeley e Hitch
 Nessuno degli autori nominati
 Atkinson e Shiffrin

02. Chi 1973 propose un'importante distinzione all'interno della memoria a lungo
termine?
 Atkinson e Shiffrin
 Bartlett
 Tulving
 Ebbinghaus

03. Baddeley e Hitch nel 1974 introdussero il concetto di?


 Memoria a lungo termine
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Memoria episodica
 Memoria di lavoro

Lezione 022
01. Nella memoria autobiografica cosa comprende il processo Memory-Memory?
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Comprende i ricordi inconsapevoli.
 Comprende i ricordi consapevoli
8
 Comprende i ricordi consapevoli e inconsapevoli
02. Parlando di memoria autobiografica, quale autore ha sviluppato l'approccio
storico-biografico?
 Galton
 Nessuno degli autori nominati
 Ribot
 Freud

03. Quale autore inventò una particolare tecnica di studio della memoria
autobiografica, il cueing?
 Freud
 Ribot
 Darwin
 Galton

Lezione 023
01. Chi ha dimostrato che le immagini attivano immediatamente il processo di codifica,
a differenza degli stimoli verbali, per i quali questo processo vale esclusivamente se si
tratta di stimoli noti?
 Galton
 Ribot
 Nessuno degli autori nominati
 Paivio

02. Quale autore definì uno schema come una struttura cognitiva costituita da un
complesso di conoscenze su un determinato argomento?
 Galton
 Bartlett
 Nessuno degli autori nominati
 Paivio

Lezione 024
01. Quante teorie esistono sull'oblio?
 3
 5
 6
 4

02. Quale teoria sull'oblio si è dimostrata essere l'approccio più adeguato a spiegarne il
fenomeno?
 La teoria del decadimento
 La teoria del disuso
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 La teoria dell'interferenza

9
03. I risultati di quali autori dimostrano come la capacità di riconoscere un volto
permane fino a trent'anni; al contrario, la capacità di ricordare un nome, anche se
agevolati dalla fotografia, si è dimostrata essere più suscettibile all'oblio?
 Bahrick e Wittlinger
 Craick e Lockhart
 Baddeley e Hitch
 Atkinson e Shiffrin
04. Secondo quale teoria sull'oblio la traccia mnestica va cancellandosi o
deteriorandosi nel tempo?
 Teoria dell'interferenza
 Teoria del decadimento
 Teoria del disuso
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta

Lezione 025
01. Un eccessivo coinvolgimento emotivo comporta?
 Ritenzione dell'informazione se si ha un adeguato tempo di elaborazione
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Il mantenimento dell'informazione
 La perdita dell'informazione

Lezione 026
01. Il ragionamento induttivo:
 parte da un insieme di assunzioni considerate vere, le premesse. Se le premesse sono vere,
ne devono seguire determinate conclusioni.
 Nessuna delle precedenti.
 va dal particolare al generale e si caratterizza per il fatto che le conclusioni non
sono più logicamente necessarie ma solo presumibilmente corrette.
 va dal generale al particolare.

02. Chi ha proposto per la prima volta il concetto di fissità funzionale?


 Craik
 Karl Duncker
 Maier
 Nessuno degli autori nominati

Lezione 027
01. I cognitivisti hanno suddiviso il percorso che conduce alla individuazione dello
spazio del problema in quante parti?
 3
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 4
 2

10
02. Cosa si intende con il termine inferenza?
 E' un processo di pensiero che consente di passare da un insieme di proposizioni
ad un altro, mediante l'applicazione di un insieme di regole su premesse date
per trarne una conclusione
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 E' un particolare tipo di argomento che consiste in due premesse e una conclusione.
 E' un sistema naturale di regole di deduzione che funziona prescindendo dal contenuto del
processo di ragionamento.

03. Cosa si intende con il termine insight?


 E'un processo di pensiero che consente di passare da un insieme di proposizioni ad un
altro, mediante l'applicazione di un insieme di regole su premesse date per trarne una
conclusione
 E' l'improvvisa consapevolezza di una nuova soluzione di un nuovo problema ed
è caratterizzato dall'imprevedibilità.
 Un insieme di procedure fisse che consentono di raggiungere la soluzione seguendo una
strategia ottimale di esecuzione, ma complessa nella sua attuazione
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta

Lezione 028

01. Secondo quale autore lo stile cognitivo riflette una modalità di elaborazione
dell'informazione che un soggetto adotta in modo prevalente, che permane nel tempo
e che si generalizza a diversi compiti?

 Riding
 Antonietti
 Boscolo
 Sternberg

02. Chi sottolinea come lo stile cognitivo rifletta il bisogno basilare dell'uomo di crearsi
un senso di identità e si configuri quindi come un concetto definitorio
dell'individualità?
 Nessuno degli autori nominati
 Riding
 Boscolo
 Flimng
03. Quale autore postula l'esistenza di quattro diversi stili cognitivi discendenti,
almeno in parte, dalle tendenze percettive dei soggetti?
 Sternberg
 Fleming
 Antonietti
 Boscolo

Lezione 029
01. Ricerche sulle differenze di genere hanno evidenziato che
i maschi:
 hanno maggior capacità di manipolazione dinamica delle immagini
11
 Tutte e tre le risposte sono corrette
 risultano avere prestazioni migliori in test che richiedono l'uso di abilità visuospaziali
 usano più frequentemente le immagini nel contesto di problem solving

02. Chi definisce lo stile "visualizzatore-verbalizzatore" come l'inclinazione individuale


del soggetto verso una particolare modalità di rappresentarsi
l'informazione durante i processi di pensiero?
 Fleming
 Antonietti
 Riding
 Boscolo

Lezione 030

01. Guilford ha messo in luce i principali aspetti che contraddistinguono il pensiero


creativo. Quanti?
 6
 5
 3
 4
02. Cosa intende Guilford per fluidità?
 Capacità di cambiare strategia ideativa o solutoria durante l'elaborazione
 Capacità di trovare risposte inconsuete o uniche al compito
 Tutte le precedenti risposte sono corrette
 Capacità di produrre numerose idee o risposte allo stesso compito
03. Cosa intende Katz per preferenza di codifica?
 Una capacità appresa nel corso dell'esperienza che porta l'individuo a usare in modo
adeguato strategie immaginative
 Un'abilità di tipo meta-cognitivo che conduce l'individuo a esaminare il contesto e a
scegliere la strategia più idonea
 Tutte le precedenti risposte sono corrette
 Tendenza a preferire strategie immaginative ad altre forme di codifica,
indipendentemente dal compito
04. Per quale autore l'immagine mentale si configurerebbe come simulazione e
simbolizzazione?
 Nessuno degli autori nominati
 Sadosky
 Kosslyn
 Gambrell

Lezione 031
01. A quale autore si deve il concetto di transazione (il processo di vera e propria
condivisione del significato tra l'individuo e il suo interlocutore)?
 Nessuno degli autori nominati
 Bruner
 Grice

12
 Eco
02. A chi si deve lo studio della relazione nella diade autore-lettore?
 Eco
 Nessuno degli autori nominati
 Austin
 Bruner
03. Quali di questi fattori rendono il narrare un'attività comunicativa?
 la definizione di un registro particolare calibrato sulle caratteristiche degli interlocutori
stessi
 l'assunzione di diversi formati: il monologo (dialogo indiretto) o il dialogo diretto (racconto
orale).
 Tutte e tre le risposte sono corrette
 la presenza di soggetti attivi, con ruoli definiti: il narratore e l'ascoltatore

Lezione 032
01. Chi individua tre fasi di 'intersoggettività?
 Braten
 Nessuno degli autori nominati
 Stein
 Glen
02. Secondo Stein e Glenn quanti aspetti essenziali deve necessariamente
comprendere il racconto-modello?
 5
 4
 2
 3

Lezione 033
01. Quante fasi ipotizzò Anderson necessarie al raggiungimento di un'abilità?
 2
 4
 5
 3

Lezione 034
01. Secondo il modello di Guilford, le capacità mentali sono ordinate secondo
assi.Quanti?
 3
 4
 5
 2
02. Quale approccio individua nel pensiero creativo tre caratteristiche (originalità,
fluidità, flessibilità)?
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
 Approccio strutturalista
 Approccio fattorialista
 Approccio associazionista
13
03. Per quale autore esistono tre forme diverse di associazione creativa?
 Nessuno degli autori nominati
 Bandura
 Mednick
 Vygotskij
04. Quale scuola distingue il pensiero laterale dal pensiero verticale?
 Scuola della Gestalt
 Associazionista
 Fattorialista
 Strutturalista
05. Varie ricerche attestano che l'emergere del pensiero creativo è favorito da:
 accettazione
 rapporti non autoritari
 Tutte e tre le risposte sono corrette
 libertà di esplorazione e di iniziativa personale

Lezione 035
01. La creatività nell'età senile:
 può incrementare le capacità esplorative, il desiderio di conoscenza, la concezione di sé
 può influenzare la qualità della vita, sollecitando nuovi interessi e impegni, portando a
percorsi e progetti nuovi
 contribuisce a una vecchiaia serena
 Tutte e tre le risposte sono corrette
02. Secondo quale autore la creatività è un cambiamento evolutivo, una
riorganizzazione della conoscenza e della comprensione, con un superamento dei
vincoli
delle strutture cognitive?
 Gorge Minois
 Nessuno degli autori nominati
 Rogers
 Feldmann
03. Nelle fasi di sviluppo del disegno cosa compare dai sei ai nove anni?
 Il bambino inizia a raggruppare gli oggetti secondo categorie logiche
 Gli oggetti vengono proposti con ricchezza di dettagli, gli elementi sono ora riproposti con
forme realistiche e complete.
 Tutte e tre le risposte sono corrette
 Gli oggetti vengono colorati e ombreggiati per esprimere plasticità e movimento
04. A quale età nel disegno appaiono i primi abbozzi di figura, tentativi di riprodurre il
corpo umano composto da linee e cerchi, che nel tempo si completeranno
con dettagli quali naso, bocca, ecc.?
 Verso i 5 anni
 Verso i 4 anni
 Verso i 3 anni
 Tra i 6/7 anni

Lezione 036
01. Il brainstroming è un metodo inventato da:
14
 Osborn
 Feldmann
 Rogers
 Nessuno degli autori nominati
02. Nel processo di soluzione dei problemi Osborn individua:
 2 fasi
 6 fasi
 3 fasi
 4 fasi
03. Chi propone la metodologia sei cappelli per pensare?
 Feldmann
 Osborn
 De Bono
 Rogers
04. Nella metodologia sei cappelli per pensare, il rosso fa riferimento a:
 la produzione creativa di idee, la visione da una nuova angolatura, l'abbandono delle
vecchie idee a vantaggio delle nuove
 aspetti negativi delle idee, con applicazione di una logica ferrea e spietata, radicalizzando i
difetti, i limiti e i rischi
 Nessuna delle risposte è corretta
 reazioni emotive suscitate dai problemi e dalle soluzioni proposte

Lezione 037
01. Secondo quale autore l'insegnamento dovrebbe spingere gli studenti a porre
domande, ad osservare e associare dati e fare previsioni, intraprendendo
autonomamente alcune ricerche per arrivare a prodotti creativi, valutati rispetto al
progresso individuale e non alla media della classe?
 Beaudot
 Williams
 Sternberg
 Arnold

Lezione 038
01. Chi ha realizzato la cosiddetta piramide della motivazione?
 Bandura
 Rotter
 Nessuno degli autori nominati
 Maslow
02. In cima alla piramide della motivazione quali bisogni troviamo?
 Bisogno di autorealizzazione
 Bisogni di stima
 Bisogni di affetto
 Nessuna delle precedenti risposte è corretta
03. Parlando di motivazione intrinseca si fa riferimento al costrutto di curiosità
epistemica. Cosa si intende?
 Si ha quando ci si trova immersi totalmente in un'esperienza in maniera profonda e
coinvolgente, tanto da perdere momentaneamente il contatto col tempo e con l'esterno
 Emerge dalla continua interazione dell'individuo con lo stimolo, inserito in un particolare
contesto sociale e ambientale
 E' un bisogno innato che si manifesta in modo evidente nei bambini come, ad
esempio, la curiosità su come funzionano gli oggetti
 Si manifesta come il bisogno di sentirsi competenti e di padroneggiare gli stimoli che
l'ambiente fornisce
15
Lezione 039
01. Secondo quale approccio la motivazione sarebbe una meta da raggiungere, in
funzione di un progetto di vita?
 Approccio interazionista
 Approccio cognitivista
 Approccio scopistico
 Approccio comportamentista

Lezione 040
01. quale autore parla di metafora dell'autogoverno cognitivo?
 Sternberg
 Williams
 Nessuno degli autori nominati
 Beaudot

16