Sei sulla pagina 1di 1

V – Il nostro impegno e la nostra industria non possono nulla senza l’aiuto di

Dio
Tutto quel che abbiamo detto prova con evidenza che sono la grazia e la
misericordia di Dio ad operare in noi ogni bene. Se Dio ci abbandona, a nulla
valgono le nostre fatiche e i nostri sforzi. Per quanti sforzi facciamo, non
potremo riprodurre lo stato antecedente finché Dio non ci doni di nuovo il suo
aiuto. Così vediamo avverarsi in noi le parole di s. Paolo che dice: « Non è di
chi vuole, né di chi corre, ma di Dio misericordioso » (Rm 9,16).
Ma talvolta avviene che la grazia ci visiti con le sue sante ispirazioni e susciti in
noi abbondanza di pensieri spirituali, proprio mentre viviamo sprofondati nella
negligenza e nel rilassamento. Allora la grazia ci ispira, anche se siamo indegni,
ci sveglia dal sonno, ci illumina nell’accecamento della nostra ignoranza, ci
rimprovera e ci castiga con clemenza, si effonde nei nostri cuori, affinché,
penetrati dalla compunzione, siamo sollecitati a svegliarci dal torpore della
nostra inerzia. Spesso anche accade che in occasione di queste visite della
grazia, ci sentiamo improvvisamente inondati da certi profumi che superano in
soavità ogni arte umana, cosicché l’anima nostra, come sopraffatta dal piacere,
è rapita e trasportata fuori di sé e dimentica di essere ancora unita alla carne.

Dalle conferenze di Cassiano