Sei sulla pagina 1di 39

L’equilibrio Chimico

L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico

- Le reazioni reversibili si svolgono non soltanto da sinistra verso


destra, ma contemporaneamente anche da destra verso sinistra

- Quando viene raggiunta l’uguaglianza tra i valori delle velocità con


cui i reagenti formano i prodotti e i prodotti formano i reagenti, le
quantità (e, quindi, le concentrazioni molari) delle specie chimiche
presenti rimangono costanti nel tempo
L’equilibrio Chimico
L’equilibrio Chimico

• Quando tutte le specie presenti si trovano nella stessa fase (ad


esempio, in fase gassosa), l’equilibrio viene indicato come un
equilibrio omogeneo

• L’equilibrio chimico è sempre di natura dinamica

• All’equilibrio, si uguagliano le velocità delle reazioni diretta e inversa,


che continuano a svolgersi nel tempo
L’equilibrio Chimico

• Nello studio dell’equilibrio chimico, un ruolo fondamentale è giocato


dalla costante di equilibrio Keq

• Il valore di Keq permette di determinare, all’equilibrio, i rapporti fra i


valori delle concentrazioni delle specie chimiche presenti (viene
indicata in questo caso come Kc)

• Il valore della Keq è costante nei processi isotermi; varia, cioè, soltanto
al variare della temperatura (mentre non dipende dalla
concentrazione iniziale dei reagenti)
L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico

- In presenza di un equilibrio omogeneo in fase gassosa, è talvolta più


conveniente calcolare la Keq in funzione delle pressioni parziali delle specie
presenti all’equilibrio; in questo caso la Keq viene indicata come Kp:

(pC)c . (pD)d
________________
Kp =
(pA)a . (pB)b

- Come già visto, le lettere minuscole a, b, c, d, rappresentano i valori dei


coefficienti stechiometrici delle specie chimiche che prendono parte alla
reazione
L’equilibrio Chimico

Relazione tra Kc e Kp

• Conoscendo il valore della Kc è possibile determinare il valore della Kp,


e viceversa.
• Infatti, se le specie presenti all’equilibrio hanno comportamento
ideale, a ciascuna specie può essere applicata l’equazione di stato dei
gas ideali.
• Così, per la specie A sarà: pA = (nA/V) . RT = [A] . RT
• Analogamente, si ricava la stessa relazione per le specie B, C, D
L’equilibrio Chimico

• Partendo dall’espressione della Kp sarà:

(pC)c.(pD)d [C]c.(RT)c . [D]d.(RT)d [C]c.[D]d (RT)c (RT)d


____________ ____________________________ ____________ . _____________
Kp = = =
(pA)a.(pB)b [A]a.(RT)a. . [B]b.(RT)b [A]a.[B]b (RT]a (RT)b

Segue:
Kp = Kc . (RT)(c+d)-(a+b)
L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico

• Determiniamo la relazione tra Kp e Kc per questa reazione:

Kp = Kc . (RT)(c+d)-(a+b)

Nel caso della nostra reazione, (c+d)-(a+b) = 2 – 4 = -2

Quindi: Kp = Kc (RT)-2
L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico

ni nc nf neq

A 6 2 - 4
B 10 6 - 4
C - - 4 4
L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico

Quindi, all’equilibrio, sarà:


[A] = [B] = 0,3 M; [C] = 0,03 M
• Per conoscere le concentrazioni iniziali di A e B dobbiamo utilizzare lo schema,
partendo dalla situazione all’equilibrio:
ni /L nc /L nf /L neq /L
A 0,315 0,015 - - 0,3

B 0,315 0,015 - - 0,3

C -- - - 0,03 0,03
L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico

ni nc nf neq

A 4 0,2 - 3,8

B 2 0,4 - 1,6

C - - 0,2 0,2

D - - 0,8 0,8
L’equilibrio Chimico

• Sapendo che all’equilibrio le specie presenti costituiscono una


miscela gassosa, possiamo scrivere:

• Pt V = nt RT
• e:
• V = nt RT/ Pt = (6,4 . 0,082 . 1000) / 2,5 = 210 litri
L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico

• trasformato in atm:
150/760 = 0,197 atm
• Sarà:
Kp = pB . pC = (0,197) . (0,197) = 0,039

• Calcoliamo la Kc: Kc = Kp / (RT)2

Kc = (0,039) / (0,082 . 363)2 = 4,4x10-5


L’equilibrio Chimico

• Fattori che influenzano la composizione all’equilibrio in un processo


isotermo

• Il valore della costante di equilibrio è indipendente dalla pressione


(dipende solo dalla temperatura)

• Variando le concentrazioni di una o più specie presenti all’equilibrio


(operando dall’esterno), la composizione dell’equilibrio viene modificata

• La pressione può avere influenza sulla composizione di un equilibrio


gassoso
L’equilibrio Chimico

• In generale, un aumento della pressione :


• ostacola la reazione, se la reazione avviene con un aumento di
volume (la reazione è favorita da una diminuzione di pressione)

• favorisce la reazione, se la reazione avviene con un diminuzione di


volume (la reazione è ostacolata da una diminuzione di pressione)
L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico


L’equilibrio Chimico