Sei sulla pagina 1di 24

RIATTIVA LA TUA

ENERGIA VITALE
DAL BENESSERE DI
CORPO, MENTE E ANIMA
NASCE LA TUA FELICITA’

VALENTINA DI SERIO
ARTENERGY® - ARTE CREATIVITA’ BENESSERE
LA VERA SALUTE

“La vera salute è uno stato di energica vitalità, è sentirsi


come un uccello che sfreccia in volo nel cielo”
Paramhansa Yogananda
Esiste una forma di energia intelligente che tiene in vita il corpo, che possiamo chiamare
energia vitale.
L'energia vitale è la matrice della vita, permea ogni cosa, anche gli oggetti cosiddetti inanima-
ti e negli esseri viventi sostiene tutte le funzioni biologiche.
Non è possibile vedere né toccare tale energia ma, come l’aria che si respira, essa è indi-
spensabile per la vita.

Può essere interessante sapere che


l'energia vitale è conosciuta nelle varie
culture e tradizioni con molti nomi di-
versi: Prana in India, Chi in Cina,, Ka nel-
l'antico Egitto, Wakan tra i Dakota, Luce
nel Cristianesimo, Etere o Quintessenza
per Aristotele e molti altri modi nei vari
secoli fino ad arrivare al Bioplasma per
i ricercatori sovietici di oggi.

La fisica moderna comincia a dare credi-


to a ciò che i saggi dell’antichità già sup-
ponevano migliaia di secoli fa. Ovvero
che l’intero universo fisico è, in verità,
un condensato di energia.
La scienza, a partire da Einstein, concor-
da: la materia è energia.
L’energia è tutto ed è ovunque.

Tu stesso vivi in un corpo composto da cellule fatte di pura energia.

2
Forse oggi più che in epoche passate l’uomo non ha mai avuto così poca energia vitale e non
è mai stato così infelice e debole di salute: perché?
Semplicemente perché in tutta la storia dell’umanità, l’uomo non ha mai vissuto in modo così
contrario alla natura come oggi.

Nella nostra quotidianità molto spesso non rispettiamo più i ritmi biologici del corpo, ignoria-
mo i desideri del cuore e non siamo abituati a gestire al meglio i pensieri.
Questo stile di vita porta costantemente ad una dispersione di energia vitale e a uno stato di
malessere psicofisico.

Essere in salute e pieni di energia dovrebbe essere il nostro stato naturale, ma a volte, anche
in buono stato di salute, ci sentiamo addosso una “bassa vibrazione”.

Questo succede perché spesso sprechiamo energia vitale o ce la facciamo sottrarre da cose
e persone intorno a noi.

“Tu proietti la tua energia vitale quando ti senti bene e quando ami;
la ritiri verso il centro del tuo corpo quando hai paura.”
Wilhelm Reich

Il primo passo per aumentare la tua energia vitale è comprendere che tu sei l’unico in gra-
do di riattivarla anche se molte cause e motivi di dispersione possono derivare da fattori
esterni. Oggi più che in passato è quanto mai importante che tu ti assuma questo compito
se vuoi vivere una vita migliore.

3
Il secondo passo è quello di eliminare ciò che intralcia il flusso della tua energia.

Gli ostacoli maggiori possono essere:


• l’errato stile di vita
• i pensieri tossici
• le emozioni negative
• gli stati d’animo depotenzianti prolungati come per esempio l’insoddisfazione
o la frustrazione
• le cattive abitudini e le dipendenze
• le persone, i luoghi o le situazioni che abbassano la tua frequenza energetica.

 Ricorda inoltre che tutto è collegato: quindi corpo, mente e spirito sono piani compene-
trati. Per questo, ciò che succede su un piano ha effetto anche su gli altri.

“Essere pieni di vita significa respirare profondamente,


muoversi liberamente e sentire con intensità.”
Alexander Lowen

4
LO SAI CHE....

5
COSA PUOI FARE SUBITO
PER RIATTIVARE LA TUA
ENERGIA VITALE
PER IL CORPO

Riposati

Ogni cosa in natura ha dei cicli di attività  e di riposo, entrambi necessari per il perfetto
equilibrio del tutto.
I campi lasciati in maggese (a riposo dalle colture) per esempio, mineralizzano la materia or-
ganica e contrastano efficacemente le erbe infestanti.
Gli atleti impegnati nelle prove olimpiche, dormono dalle 9 alle 10 ore per notte per preser-
vare la concentrazione necessaria in ogni gara.
Gli animali che vanno in letargo (molti mammiferi e rettili) riducono al minimo le funzioni
vitali per meglio affrontare mesi climaticamente difficili per la sopravvivenza.

Una cosa molto semplice è ascoltare il tuo corpo:


• quando ti viene sonno la sera scegli di andare a dormire anziché uscire perché lo fanno
tutti
• durante il giorno se ti senti stanco o confuso evita il solito caffè e scegli di fare una pausa
rigenerante a contatto con la natura
• quando le attività da gestire diventano troppe fai tre respiri profondi con gli occhi chiusi

7
Mangia cibi sani

Oltre alle caratteristiche organolettiche ogni alimento ha una specifica qualità energetica,
non tanto intesa come l’energia calorica che fornisce, ma piuttosto come la qualità del cam-
po elettromagnetico (vibrazionale) e quindi delle informazioni e dell’energia vitale che ap-
porta.

Le informazioni energetiche che contengono gli alimenti di fatto, contribuiscono o meno al-
la salute del nostro organismo. Allora viene da domandarsi: “quali informazioni sto inseren-
do nel mio corpo? il cibo che mangio mi da energia o me la toglie?”.

Negli anni ’40 l’ing. francese Andrè Simoneton fu in grado di stabilire che ogni essere umano
emette delle frequenze attorno ai 6200/7000 Angstroms (A). Constatò anche che al di sot-
to dei 6500 A l’organismo non riesce a mantenere un buono stato di salute e compare la
malattia.

Scegli con attenzione il tuo cibo perché


ti fornisce energia diretta: i cereali inte-
grali ad esempio apportano livelli di
energia lentamente e per molto tempo
nutrendo muscoli e cervello evitando il
picco glicemico.
La frutta e la verdura ti garantiscono
liquidi, minerali, vitamine e zuccheri sen-
za sovraccaricare fegato e reni.

8
Prendi un po' di luce solare e aria fresca

I raggi di sole e l’ossigeno possono essere facilmente assimilati e trasformati in energia.

I “cibi magnetici”rappresentano una fonte di energia più immediata rispetto agli alimenti soli-
di e liquidi. La forza vitale derivante dall’ossigeno carica la batteria del corpo. I raggi ultravio-
letti del sole ripuliscono il corpo dai batteri e riempiono di energia i tessuti e i pori.
Se non hai tempo di fare una passeggiata apri le finestre e lascia entrare la Luce del Sole.

Paramahansa Yogandanda già agli inizi del novecento insegnava la nutrizione energetica met-
tendo in evidenza che il nostro primo nutrimento deriva dal sole e dall’ossigeno.

Ricordati di bere acqua

Bere la giusta quantità  di acqua è fondamentale.


Il nostro corpo è fatto circa all’’80% di acqua e da esperimenti fatti sulla memoria dell’acqua
da Masaru Emoto sappiamo che i pensieri influenzano la materia e l’acqua è in grado di me-
morizzare le informazioni.
Un’acqua accuratamente informata con colore, minerali, parole e suoni può essere molto
utile per la tua ricarica energetica.

Per scoprire come informare


la tua acqua e potenziare
i suoi benefici clicca qui.

9
Fai movimento

Se non ami la palestra potrebbe essere sufficiente e utile una semplice passeggiata intorno
al quartiere, nel parco o in riva al mare ancora meglio se vicino a te hai un amico a quattro
zampe!

La cosa più bella del cammi-


nare è il suo essere un’atti-
vità fisica che non richiede
alcuna attrezzatura. Solo
un paio di scarpe e vestiti
comodi e appropriati per
le condizioni meteorologi-
che.

Come ogni attività fisica, anche la passeggiata migliora l’umore, grazie al rilascio dell’endorfi-
na e all’abbattimento di livelli di stress e ansia.

Fare movimento e muovere il corpo crea energia prontamente disponibile.


Invece abbiamo la convinzione errata che fare attività fisica sia un’enorme fatica e dispendio
di energia; per questo motivo siamo spesso demotivati nel muoverci con costanza.
In realtà, anche se durante l’attività spendi una parte della tua energia, dopo ti senti rigenera-
to, centrato e pieno di forza vitale.

10
Sintonizzati con la natura

Per creare più connessione con la natura e regalarci energia vitale possiamo sperimentare
piccoli semplici accorgimenti :

• Quando apriamo la finestra al mattino soffermiamoci sul cielo e sulla natura che ci cir-
conda.
• Se ci troviamo in un luogo naturale, togliamoci le scarpe e cerchiamo di stare in contat-
to con il terreno o la sabbia.
• Impariamo a toccare, accarezzare gli alberi, i fiori, l’erba per nutrire tutti i sensi.
• Giochiamo con la terra , la sabbia e sporchiamoci come quando eravamo bambini.
• Circondiamoci di piante, fiori, sassi e conchiglie negli ambienti in cui viviamo.

11
PER LA MENTE

Ricorda che il pensiero genera la materia.


Oltre a nutrirci di alimenti, ci nutriamo anche e soprattutto di pensieri.
Infatti, i nostri pensieri influenzano noi e la nostra vita, per cui esserne consapevoli e svilup-
pare pensieri armoniosi è fondamentale.

Qualità dei pensieri


Fai attenzione alla qualità  dei tuoi pensieri e togli l’attenzione dalle cose che ti sottraggono
energia.
Osserva i pensieri che nutri e quelli che ricevi attraverso il contatto mentale con le perso-
ne che ti sono vicine o che frequenti. Potrebbero essere nocivi per te.
Ricordati che qualsiasi cosa sulla quale concentri la tua mente si amplifica e qualsiasi cosa
dalla quale distogli il tuo pensiero si depotenzia e nel tempo scompare dalla tua vita.

Concentrati sulle priorità


Impara a rimuovere le tossine mentali delle ansie e delle preoccupazioni che spesso deriva-
no dal voler fare troppe cose e troppo in fretta. Evita il multitasking che è estremamente no-
civo e danneggia il cervello penalizzando la creatività.

Messaggi positivi
Prendi in considerazione un’ area della tua vita dove il tuo dialogo interno non sostiene il
tuo benessere. Sostituisci questo pensiero con un messaggio di amore per Te Stesso. Con-
centra la mente sul nuovo messaggio e decidi che esso è “la tua affermazione potenziante ”
per la giornata.
Potrebbe suonare così:

“Oggi lascio andare il passato e mi preparo ad un futuro radioso!”


“Oggi scelgo di amarmi e di nutrire il mio corpo con cibi sani e vitali”
“Da oggi ogni cosa che desidero mi arriva facilmente e senza sforzo”

12
Rimani nel presente
Ogni volta che ti scopri ad arrovellarti sul passato o
ad avere paura del futuro prendi tre respiri profondi
per riportarti nel qui ed ora.
Il tuo potere di scegliere e modificare ogni cosa risie-
de solo nel momento presente

Fai un esame delle tue abitudini.


Prenditi un po’ di tempo per analizzare il tuo stile di
vita attuale e se ti rendi conto che alcune delle tue at-
tività non sostengono il tuo benessere comincia a fare
dei passi per cambiare quelle abitudini che non ti ser-
vono.
Non puoi scalare la montagna in un giorno ma facen-
do un passo dopo l’altro, con pazienza e costanza, sen-
za accorgertene ti troverai sulla cima

Abbandona il giudizio
Un artista quando disegna o dipinge dal vero deve attivare un processo di profonda osserva-
zione: in questo processo il suo sguardo è concentrato esclusivamente sulle forme, i colori
e gli spazi che sta osservando. Non c’è spazio ne desiderio di giudicare o etichettare ciò
che sta vedendo. L’artista riporta sulla sua tela o sulla sua carta solo ciò che realmente sta
osservando.

Prova a fare come l’artista: osserva con attenzione e silenzio, smettila di giudicare te stesso
e gli altri e accetta le situazioni che non puoi cambiare, non lamentarti, piuttosto sii più gen-
tile e comprensivo.
Spesso le opere dei grandi artisti superano e migliorano la realtà così anche tu osserva gli
aspetti di te che non ti piacciono e che vorresti cambiare e abbraccia l’idea che puoi trasfor-
marli.

13
P E R L’ A N I M A

La nostra interiorità è spesso la parte più trascurata e dimenticata ma tante sono le


discipline e le tecniche, antiche e moderne, che possono aiutarci a ritrovare l’equilibrio.

Prendi contatto con il tuo vero Essere


Con una semplice meditazione puoi ricordare chi
sei e rientrare in contatto con il tuo vero essere’.
Puoi iniziare a chiederti:

Chi sono io?


Cosa voglio veramente?
Come posso essere d’aiuto?
In cosa posso rendermi utile?

Quindi ascolta il tuo cuore per la risposta


Scoprirai l’infinito potere  che è  dentro di te, la
fonte di energia infinita che alimenta la tua ener-
gia vitale.

Metti in moto la creatività


Prenditi del tempo per essere totalmente libero di esprimere Te Stesso.
Trova uno spazio tranquillo, procurati gli strumenti di cui hai bisogno e semplicemente, di-
vertiti con quello che accade.
Prendi nota di come ti senti, dopo aver passato del tempo a fare ciò che ami fare.

Scegli un’attività che veramente ti entusiasma.


Prenditi l’impegno di dedicarti a quell’attività per un certo tempo, ogni giorno.
Osserva come il tempo si sospende quando indulgi nella tua passione e diventi totalmen-

14
La creatività è una grande risorsa umana che porta a stati armonici ad altissima coerenza,
integrità e alta sincronizzazione dei diversi corpi e sistemi fisiologici

★ favorisce lo stato di meditazione per ringiovanire l’anima,


★ aumenta ed armonizza le attività del cervello,
★ rilassa e apre il cuore calmando la circolazione,
★ potenzia le difese del sistema immunitario,
★ libera i muscoli dall’acido lattico e dai radicali liberi che creano l’invecchiamento,
★ dona pace e saggezza alla mente con profondi effetti neurofisiologici sulla salute
psicofisica.

Sorridi più spesso


Gli orientali usano dire che il primo modo per vincere la tristezza e le difficoltà  è quello di
tirare su gli angoli della bocca, assumendo la stessa espressione di quando si sorride.

Il Taoismo assicura che le cellule che compongono il nostro corpo hanno una membrana
che è sensibile al sorriso.

Chi ha coraggio di ridere, è padrone del mondo.


Giacomo Leopardi

15
Quando sorridiamo, il cervello acquisisce la sensazione di soddisfazione ed emette vibrazio-
ni positive nel corpo.
Infatti, è stato dimostrato che quando sorridiamo vengono rilasciati neurotrasmettitori co-
me la dopamina e la serotonina, che aiutano a rilassare il corpo e abbassare la pressione san-
guigna. Inoltre, la serotonina agisce come antidepressivo.
Infine, non possiamo dimenticare che il sorriso è legato alla ghiandola tiroidea. L'atto di sor-
ridere aumenta l'attività di questa ghiandola, alleviando lo stress.
Infatti, quando sorridiamo una sensazione di benessere invade il nostro corpo e ci sentiamo
più rilassati.

16
I L P OT E R E D E L L’ A RT E

L’arte scuote dall’anima la polvere


accumulata nella vita di tutti i giorni.
Pablo Picasso

Svolgere un’attività artistica e creativa, oppure ammirare un’opera d’arte, dove per arte
non si intende solo la pittura o la scultura ma anche la  musica, la danza, il teatro, la fotogra-
fia etc.. , produce a livello psicofisico dei cambiamenti importanti per il nostro benessere.

Spesso però non siamo consapevoli di questo valore trasformativo e terapeutico che l’arte
ha e può avere nelle nostre vite.

17
In uno studio del 2016 dell’Università di Drexel, è emerso che praticare arte per 45 minuti
produce un notevole abbassamento del livello di cortisolo anche in persone che non hanno
mai svolto attività artistica.

Come dico spesso ai miei clienti, “Fare Arte” è il mezzo più veloce e più potente per met-
tersi in contatto con la propria energia vitale e ritrovare il benessere..

Il “Fare Arte”

a livello psicologico favorisce a livello fisiologico produce

★ l’autoconoscenza una riduzione del livello di stress


★ l’autostima un miglioramento della pressione
★ l’intuizione arteriosa
★ l’accettazione di sé la stimolazione della dopamina,
★ la rinnovata visione di sé il neurotrasmettitore del piacere
★ l’espressione spontanea un miglioramento dell’umore
★ lo sviluppo del pensiero creativo l’integrazione emisferica del
cervello

Fai arte con ArtEnergy®

L'arte rende possibile “vedere”ed “esprimere”molto più di quello che le parole possono fa-
re. Essa incorpora idee, sentimenti, sogni, aspirazioni ed emozioni che sono l’essenza della
nostra interiorità e vitalità.

Quando ho creato ArtEnergy® il mio scopo è stato quello di dare vita a un progetto che
avesse l’obiettivo primario di valorizzare l'energia creativa che ognuno di noi possiede e fa-
vorire il benessere psicofisico.

18
Voglio farti sperimentare subito gli effetti benefici del fare arte con ARTENERGY. ®

Ti propongo un esercizio semplice ed energizzante.


Con questo esercizio puoi riprendere facilmente contatto con la tua energia vitale.

Esercizio ArtEnergy® della linea

Affinché tu possa essere libero nel gesto ti con-


siglio di disegnare a terra.

Lo scopo di questo lavoro è quello di sentire la


fisicità della linea, come se fra il tuo corpo e lo
strumento non ci fossero confini: il tuo dito di-
venta il carboncino, il pennarello o la penna. La
carta il tuo spazio personale dove muoverti
liberamente.

Il movimento e la respirazione ti aiuteranno a


lasciare andare le rigidità, allenteranno le ten-
sioni e ripristineranno il potente flusso del-
l’energia vitale.
Una volta finito l’esercizio camminerai in
modo più libero e sciolto.
La tua energia si sarà attivata e quella stagnan-
te sarà rimasta sulla carta attraverso il segno.
Le linee tracciate in questi fogli non sono banali Saul Steinberg
linee ma delle forme cariche di energia. Disegnando nel New Yorker - 3 febbraio 1945

Durante tutto l’esercizio ricordati di respirare a fondo affinché il tuo movimento resti flui-
do.

19
Cominciamo:

★ prendi un grande foglio bianco di 50 x 70 cm liscio e fissalo sul pavimento con dello
scotch affinché non si muova
★ scegli degli strumenti che ti consentano di fare un bel tratto nero intenso e continuo
come ad esempio: un pennarello grande a punta tonda, un carboncino nero, una pen-
na gel 0.9, un gessetto nero o un pastello ad olio nero e, si ti piace anche un tratto fi-
no, anche una matita nera.
★ avvicina gli strumenti di scrittura in modo di averli a portata di mano e poterli cambia-
re agevolmente
★ metti una musica leggera di sottofondo che accompagni il tuo esercizio senza distur-
barti
★ fai tre bei respiri profondi e quando sei pronto/a scegli il tuo primo strumento e ini-
zia a tracciare una linea sul foglio
★ muoviti liberamente in tutte le direzioni cercando di non interrompere la linea se
non per brevi momenti. Ricordati che lo scopo è disegnare una linea e non un ogget-
to o un paesaggio.
★ più la linea resta continua più la tua energia è libera di esprimersi
★ mentre disegni muovi tutto il corpo non solo la mano o il polso, fai in modo che la
tua linea parta dal piede, attraversi il corpo ed esca dalle dita della mano
★ disegna muovendo il corpo e respira a fondo
★ quando vuoi cambiare spessore prendi un altro strumento e fai una nuova linea maga-
ri spigolosa o rotondeggiante. Cambia in funzione di ciò che ti suggerisce il corpo,
★ alzati e inizia una nuova linea da un altro punto del foglio. Cammina intorno al foglio,
guardalo da tutte le direzioni e poi riprendi la tua linea, fatti guidare dall’intuito e non
dalla mente
★ quando hai riempito tutto il foglio siedi, respira a fondo e ascolta le tue sensazioni.

20
In genere questo esercizio scalda e riattiva corpo e mente. Se ti piace il processo oppure
hai bisogno di più tempo per riattivare la tua energia prendi un altro foglio e ricomincia da
capo.

In questo esercizio, come hai potuto sperimentare, oltre ad utilizzare lo strumento artistico
viene coinvolto anche il corpo.

In ArtEnergy® uno degli elementi fondamentali è rappresentato proprio dal lavoro corpo-
reo perché questo contribuisce a sciogliere i blocchi energetici che riducono la nostra vitali-
tà.

Per concludere…..

Come vedi ci sono molte cose semplici che puoi mettere subito in pratica per riattivare la
tua energia vitale.
Questo è un processo che deve necessariamente coinvolgere aspetti tutti i diversi della tua
vita. Ognuno di noi è un intero universo in evoluzione che va conosciuto e curato in tutte
le sue dimensioni di: corpo, mente e anima.

Mi auguro che questa guida possa esserti di aiuto e di supporto nella ricerca e nel raggiungi-
mento di una nuova “vitalità” che ti permetta di vivere in salute con maggiore slancio ed
energia.
Tutto dipende sempre da te: scegli di passare dalla teoria alla pratica nei prossimi mesi.

Anch’io con ArtEnergy® posso darti una mano.


Scopri come su: www.artenergy.eu.

21
AUTRICE

Sono Valentina Di Serio,


Artista e Art Facilitator

Mi occupo di arte e crescita personale:


mi piace aiutare le persone ad esprimere
se stesse e a trovare il benessere attra-
verso l'energia dell'arte . . . .

Per questo ho ideato il programma AR-


TENERGY®, Metodo artistico-terapeuti-
co di carattere olistico che associa il la-
voro sul corpo all'espressione artistica e
creativa per favorire il benessere psicofi-
sico.

Conduco seminari e workshop di ArtEnergy® e di tecniche espressive attraverso l’arte, il


colore e il movimento presso il mio STUDIO ARTENERGY e presso i Centri, le Associazio-
ni o gli Enti che ne facciano richiesta.

Illustratrice professionista, pittrice, ceramista


Realizzo dipinti, illustrazioni, ceramiche d’arte, grafica e illustrazione vettoriale.
Fornisco consulenza grafica ed artistica
Tengo corsi di disegno, tecniche pittoriche e ceramica

ARTENERGY® Coach - Coach Creatively Fit - Facilitator di Psych-Plus


- User Matrix 2 Point - Coach Matrix Connection

Per scoprire la mia arte visita il sito: www.valentinadiserio.it


Per conoscere ArtEnergy® vai su : www.artenergy.eu

22
Rimaniamo in contatto
 
Iscriviti alla newsletter ArtEnergy® Ti terrò informato su tutte le novità: corsi on
line, workshop, seminari, percorsi individuali, sconti e promozioni speciali, notizie
dal blog.

© Valentina Di Serio
© ArtEnergy®
 

Per informazioni:
Studio ArtEnergy
Via P. R. Giuliani, 1 - 00058
Santa Marinella - Roma - IT

www.valentinadiserio.it
www.artenergy.eu
artenergy.art@gmail.com

Facebook: ArtEnergy

23

Potrebbero piacerti anche