Sei sulla pagina 1di 2

con il principio di legittimità sale dopo la sua morte prende il comando

al trono Luigi XVIII Carlo X, il quale ha tendenze reazionarie

re scioglie parlamento e insurrezione popolare che costringe il re ad abdicare.


1830: elezioni determinano vittoria liberale cerca di impedire ai liberali di affermarsi ''Tre gloriose giornate''
sospende molte libertà Carlo X scappa e finisce la dinastia borbonica
situazione di stasi ideale e politica FRANCIA

fautore della monarchia borghese


vi era un'aspirazione al rinnovamento
dopo Carlo X sale al trono Luigi Filippo d'Orleans
sarà dalla parte della borghesia finanziaria e bancaria
mancava consapevolezza dell'identità nazionale italiana

la società civile era tradizionalista

i ceti abbienti erano ostili


era democratico contro il pensiero Marxista e i conflitti sociali
il Risorgimento era limitato da
i contadini erano ignari dei fermenti nazionalisti
vi era scarsa adesione voleva un'Italia unita, libera e repubblicana

i ceti medi urbani davano vita a uno scontro ideale condiviso


ITALIA MOTI 30-31
da una stretta minoranza PENSIERO E AZIONE
due motti

ci si fidava ancora dei sovrani DIO E POPOLO

MAZZINI
scopo=ottenere riforme amministrative Giovine Italia
fonda due associazioni

vittima più famosa= Ciro Menotti. Fu usato come esca, Giovine Europa
1831
successivamente fu giustiziato
scoppiano moti
voleva NAZIONE POLITICA REPUBBLICA E DEMOCRATICA
fu l'intervento degli austiaci a porre fine a questa fase del
Risorgimento
tutti i suoi moti falliscono e il tentativo rivoluzionario più
famoso fu quello dei fratelli veneziani Attilio ed Emilio Bandiera
in Calabria e Carlo Pisacane a Sapri