Sei sulla pagina 1di 2

Il libro dell’Apocalisse / 2

CALENDARIO (3-9 maggio 2021) V DOMENICA DI PASQUA / B S. Atanasio - 2 maggio 2021


«Nel giorno del Signore»
V sett. di Pasqua - I sett. del Salterio.

L’ autore del libro dell’Apocalisse (forse


l’evangelista Giovanni) colloca la “rivelazio-
ne” – da affidare alla sua comunità – «nel gior-
3 L Ss. Filippo e Giacomo ap. (f, rosso). Per tutta la ter-
ra si diffonde il loro annuncio. Filippo desidera vedere il
volto del Padre: ma è Gesù, nelle sue parole e nelle sue
opere, la manifestazione del Padre che ci viene data. S.
no del Signore», cioè nel contesto della cele- Giovenale. 1Cor 15,1-8a; Sal 18; Gv 14,6-14.
brazione eucaristica domenicale. La “rivelazio- 4 M I tuoi amici, Signore, proclamino la gloria del tuo re- «IO SONO LA VITE, VOI I TRALCI»
ne” che questo libro contiene è, infatti, tutta an- gno. Gesù, lasciando i discepoli, dona loro la sua pace, che
corata al linguaggio e ai simboli del culto. Al
D
toglie ansietà e turbamento dal cuore. S. Antonina; S. Floria- opo aver affermato di essere il buon Pastore, il Pastore
centro della comunità radunata è Gesù risorto, no; Ss. Silvano di Gaza e compagni, martiri. At 14,19-28;
vero, Gesù utilizza una seconda immagine, quella della
presentato come l’Agnello immolato che, con Sal 144; Gv 14,27-31a.
vite, per simbologiare la propria identità. Forse alludendo al-
la sua offerta sulla croce, ha operato la salvez- 5 M Andremo con gioia alla casa del Signore. Con l’al- la vigna scolpita sul frontone del tempio, immagine d’Israele,
za di tutta l’umanità. legoria della vite Gesù illustra la sua profonda e vitale unità
con i discepoli e con la Chiesa. S. Gottardo; B. Nunzio Sul- Gesù qualifica se stesso come la vite, quella vera, e identifi-
Nel cielo si svolge una grande liturgia, che prizio; B. Caterina Cittadini. At 15,1-6; Sal 121; Gv 15,1-8. ca il nuovo Israele, la Chiesa, come i suoi tralci.
esprime la lode e l’adorazione dei salvati, co- La vite, simbolo di benedizione, felicità e fecondità, è così at-
me indica il riferimento agli “angeli”, ai “troni”, 6 G Annunciate a tutti i popoli le meraviglie del Signo-
re. Non dobbiamo guadagnarci l’amore di Dio, ma solo ac- tribuita da Gesù a sé e ai suoi discepoli, per mostrare che rima-
agli “esseri viventi”, agli “anziani”. Nel cielo, coglierlo con gratitudine: esso, infatti, già ci ha raggiunti nel nendo in lui i frutti saranno abbondanti, ogni richiesta sarà
che è l’ambito di Dio, viene anche decisa la de- suo beneamato Figlio. S. Pietro Nolasco; S. Venerio; B. esaudita perché corrispondente alla volontà del Signore, e si
finitiva sconfitta delle forze del male (descritte Anna Rosa Gattorno. At 15,7-21; Sal 95; Gv 15,9-11. verrà innestati nella stessa vita divina (Vangelo). È quanto af-
con nomi simboli- 7 V Ti loderò fra i popoli, Signore. L’amore di Gesù per ferma, in altri termini, san Giovanni apostolo, il quale sostie-
ci: “Babilonia”, “la noi è totale. Ci ha donato la sua vita, ci ha fatto conoscere i ne che qualunque cosa chiediamo la riceviamo perché os-
bestia”, “la gran- segreti del Padre, ci ha scelti per la missione. S. Domitilla; serviamo i comandamenti del Signore (II Lettura). Il primo
S. Rosa Venerini; S. Agostino Roscelli. At 15,22-31; Sal frutto che la parola di Dio identifica è una profonda unità di
de prostituta”, 56; Gv 15,12-17.
“l’accusatore”, “il cuore e d’intenti: lo stesso apostolo Paolo è cosciente di do-
8 S Acclamate il Signore, voi tutti della terra. Non me- ver essere in comunione con gli altri discepoli perché il mes-
serpente anti- ravigliamoci se un discepolo di Gesù è odiato dal mondo.
co”). La vittoria saggio pasquale del Cristo che annuncia possa essere au-

N. MUSIO
Egli, infatti, non appartiene al mondo, ma a Gesù, lui stes-
del bene, opera- so rifiutato dal mondo. B.V. Maria di Pompei; S. Vittore il tentico e trovare innesto nel cuore di tante persone chiama-
ta dalla Pasqua Moro; S. Bonifacio IV. At 16,1-10; Sal 99; Gv 15,18-21. te alla fede in Cristo (I Lettura). don Tiberio Cantaboni
di Gesù, apre
all’uomo l’oriz- 9 D VI Domenica di Pasqua / B. VI sett. di Pasqua - II
zonte di una sett. del Salterio. S. Pacomio. At 10,25-26.34-35.44-48;  Gesù è la vera vite. Se siamo uniti a lui la no- – Signore, che siedi alla destra del Padre e inter-
«nuova Gerusa- Sal 97; 1Gv 4,7-10; Gv 15,9-17. Oggi si celebra nel Tem- stra vita è feconda e porta frutti, se invece sia- cedi per noi, Kýrie, eléison. A - Kýrie, eléison.
pio di S. Paolo in Alba una santa Messa secondo le inten- mo distaccati da lui siamo come rami secchi e
lemme» e di «un zioni dei lettori de «La Domenica». C - Dio onnipotente abbia misericordia di noi,
cielo nuovo e infruttuosi, destinati al fuoco. Chiediamo la gra- perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita
zia di restare sempre uniti al nostro Signore. eterna. A - Amen.
una terra nuo- Oggi ricorre la Giornata di sensibilizzazione per
va», dove Dio il sostegno economico alla Chiesa cattolica.
asciugherà ogni INNO DI LODE
Salvare il mondo non significa offrirgli la felici- Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra
nostra lacrima e tà, ma dare un senso alla sua sofferenza e re- ANTIFONA D’INGRESSO (Sal 97/98,1-2) in piedi
La nuova Gerusalemme ferita e dove «non galargli una gioia che nessuno potrà sottrargli. Cantate al Signore un canto nuovo, perché agli uomini, amati dal Signore. Noi ti lodiamo,
(Ap 21,1-27). Immagine tratta ci sarà più la mor- ha compiuto meraviglie; agli occhi delle ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo,
– Madeleine Delbrêl ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa, Si-
dal libro Ja, ich komme bald, te né lutto né la- genti ha rivelato la sua giustizia. Alleluia.
Informationszentrum Berufe mento né affan- gnore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipo-
der Kirche, Friburgo 1985. no» (Ap 21,1-4). Celebrante - Nel nome del Padre e del Figlio e tente. Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo, Si-
Questa grande li- dello Spirito Santo. Assemblea - Amen. gnore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre,
turgia celeste vie- C - Il Dio della speranza, che ci riempie di ogni tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di
ne ora celebrata sulla terra, dove la comunità gioia e pace nella fede per la potenza dello Spi- noi; tu che togli i peccati del mondo, accogli
di fede «nel giorno del Signore» si incontra con rito Santo, sia con tutti voi. la nostra supplica; tu che siedi alla destra del
Gesù risorto. Questa comunità, prostrata dalla A - E con il tuo spirito. Padre, abbi pietà di noi. Perché tu solo il San-
persecuzione e da ogni genere di sofferenza e ATTO PENITENZIALE (si può cambiare) to, tu solo il Signore, tu solo l’Altissimo, Gesù
afflizione, nella celebrazione domenicale viene C - Cristo Gesù ci chiama a restare uniti a lui, Cristo, con lo Spirito Santo: nella gloria di
invitata dal suo Signore a “rialzarsi“, a “stare in come i tralci alla vite, per produrre frutti di santi- Dio Padre. Amen.
piedi, diritta”: due belle immagini che descrivo- tà e di pace. Chiediamo la conversione del cuo-
no la realtà della risurrezione.
LA DOMENICA. Periodico religioso n. 2/2021 - Anno 100 - Dir.
resp. Pietro Roberto Minali - Reg. Tribunale di Alba n. 412 del
ORAZIONE COLLETTA
re per imparare ad amarci come fratelli.
Una comunità che vive con fedeltà la celebra- 28/12/1983. Piazza S. Paolo 14, 12051 Alba CN. Tel. C - Dio onnipotente ed eterno, porta a compi-
zione domenicale, diventa l’immagine dell’uma- 0173.296.329 - E-mail: abbonamenti@stpauls.it - CCP Breve pausa di silenzio. mento in noi il mistero pasquale, perché quanti
107.201.26 - Editore Periodici S. Paolo s.r.l. - Abbonamento an-
nità salvata che “in bianche vesti” va incontro nuo H 14 (minimo 5 copie). Stampa ELCOGRAF s.p.a. - Per i testi – Signore, mandato dal Padre a salvare i contri- ti sei degnato di rinnovare nel Battesimo, con il
al suo Signore risorto e lo prega con l’ardente liturgici:  2020 Fond. di Religione Ss. Francesco d’Assisi e Cate- ti di cuore, Kýrie, eléison. A - Kýrie, eléison. tuo paterno aiuto portino frutti abbondanti e
rina da Siena; per i testi biblici:  2009 Fond. di Religione Ss.
grido di speranza: «Vieni, Signore Gesù!»
52 (Ap 22,20). don Primo Gironi, ssp, biblista
Francesco d’Assisi e Caterina da Siena. Nullaosta per i testi biblici
e liturgici ✠ Marco Brunetti, Vescovo, Alba CN. R. D. C. Recalcati. 32 – Cristo, che sei venuto a chiamare i peccatori,
Christe, eléison. A - Christe, eléison.
giungano alla gioia della vita eterna. Per il no-
stro Signore Gesù Cristo… A - Amen. 13
Oppure: A lui solo si prostreranno / quanti dormono sotto 7
Se rimanete in me e le mie parole riman-
C - O Dio, che ci hai inseriti in Cristo come tralci
terra, / davanti a lui si curveranno / quanti di- gono in voi, chiedete quello che volete e vi LITURGIA EUCARISTICA
scendono nella polvere. sarà fatto. 8In questo è glorificato il Padre
nella vite vera, confermaci nel tuo Spirito, per-
ché, amandoci gli uni gli altri, diventiamo primi- Ma io vivrò per lui, / lo servirà la mia discenden- mio: che portiate molto frutto e diventiate ORAZIONE SULLE OFFERTE in piedi
zie di un’umanità nuova. Per il nostro Signore za. / Si parlerà del Signore alla generazione miei discepoli». C - O Dio, che nella comunione mirabile a questo
Gesù Cristo… A - Amen. che viene; / annunceranno la sua giustizia; / al Parola del Signore. A - Lode a te, o Cristo. sacrificio ci hai resi partecipi della tua natura divi-
popolo che nascerà diranno: / «Ecco l’opera na, dona a noi, che abbiamo conosciuto la tua ve-
del Signore!». PROFESSIONE DI FEDE in piedi rità, di testimoniarla con una degna condotta di vi-
LITURGIA DELLA PAROLA Nel Tempo di Pasqua è possibile utilizzare il Simbolo ta. Per Cristo nostro Signore. A - Amen.
SECONDA LETTURA 1Gv 3,18-24
battesimale della Chiesa romana, detto «degli apostoli».
PRIMA LETTURA At 9,26-31 seduti Questo è il suo comandamento: che crediamo e amiamo. PREFAZIO
Io credo in Dio, Padre onnipotente, creatore
Bàrnaba raccontò agli apostoli come durante il viaggio Dalla prima lettera di san Giovanni apostolo Prefazio Pasquale IV: La restaurazione dell’universo per
del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, suo mezzo del mistero pasquale, Messale 3a ed., p. 352.
Paolo aveva visto il Signore. Figlioli, non amiamo a parole né con la lin-
18
unico Figlio, nostro Signore, (a queste paro-
Dagli Atti degli Apostoli gua, ma con i fatti e nella verità. 19In questo co- le tutti si inchinano) il quale fu concepito di Spiri- È veramente cosa buona e giusta, nostro dove-
In quei giorni, Saulo, 26venuto a Gerusalem- nosceremo che siamo dalla verità e davanti a re e fonte di salvezza, proclamare sempre la
to Santo, nacque da Maria Vergine, patì sot- tua gloria, o Signore, e soprattutto esaltarti in
me, cercava di unirsi ai discepoli, ma tutti ave- lui rassicureremo il nostro cuore, 20qualunque to Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu se-
cosa esso ci rimproveri. Dio è più grande del questo tempo nel quale Cristo, nostra Pasqua,
vano paura di lui, non credendo che fosse un polto; discese agli inferi; il terzo giorno risu- si è immolato. In lui, vincitore del peccato e del-
discepolo. nostro cuore e conosce ogni cosa. scitò da morte; salì al cielo, siede alla destra la morte, l’universo risorge e si rinnova, e l’uo-
27
Allora Bàrnaba lo prese con sé, lo condus- 21
Carissimi, se il nostro cuore non ci rimpro- di Dio Padre onnipotente; di là verrà a giudi- mo ritorna alle sorgenti della vita. Per questo mi-
se dagli apostoli e raccontò loro come, durante vera nulla, abbiamo fiducia in Dio, 22e qualun- care i vivi e i morti. Credo nello Spirito San- stero, nella pienezza della gioia pasquale,
il viaggio, aveva visto il Signore che gli aveva que cosa chiediamo, la riceviamo da lui, per- to, la santa Chiesa cattolica, la comunione l’umanità esulta su tutta la terra e le schiere de-
parlato e come in Damasco aveva predicato ché osserviamo i suoi comandamenti e faccia- dei santi, la remissione dei peccati, la risurre- gli angeli e dei santi cantano senza fine l’inno
con coraggio nel nome di Gesù. 28Così egli po- mo quello che gli è gradito. zione della carne, la vita eterna. Amen. della tua gloria: Tutti - Santo, Santo, Santo...
té stare con loro e andava e veniva in Gerusa- 23
Questo è il suo comandamento: che credia- Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il
lemme, predicando apertamente nel nome del mo nel nome del Figlio suo Gesù Cristo e ci PREGHIERA DEI FEDELI si può adattare tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volon-
Signore. 29Parlava e discuteva con quelli di lin- amiamo gli uni gli altri, secondo il precetto che C - Fratelli e sorelle, prima di portare all’altare i tà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro
gua greca; ma questi tentavano di ucciderlo. ci ha dato. 24Chi osserva i suoi comandamenti frutti della terra e del lavoro dell’uomo, perché pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come
30
Quando vennero a saperlo, i fratelli lo condus- rimane in Dio e Dio in lui. In questo conoscia- diventino pane e vino per la nostra salvezza, anche noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ab-
sero a Cesarèa e lo fecero partire per Tarso. mo che egli rimane in noi: dallo Spirito che ci umilmente vogliamo presentare al Padre le no- bandonarci alla tentazione, ma liberaci dal male.
31
La Chiesa era dunque in pace per tutta la ha dato. stre suppliche.
Giudea, la Galilea e la Samarìa: si consolida- Parola di Dio. A - Rendiamo grazie a Dio. Lettore - Preghiamo insieme, dicendo: ANTIFONA ALLA COMUNIONE (Cf. Gv 15,1.5)
va e camminava nel timore del Signore e, «Io sono la vite vera e voi i tralci», dice il Si-
con il conforto dello Spirito Santo, cresceva � Padre santo, ascoltaci. gnore. «Chi rimane in me e io in lui, porta
CANTO AL VANGELO (Gv 15,4a.5b) in piedi
di numero. 1. Per la Chiesa: sappia sempre discernere molto frutto». Alleluia.
Parola di Dio. A - Rendiamo grazie a Dio. Alleluia, alleluia. Rimanete in me e io in voi, i segni dei tempi e annunciare con coraggio
dice il Signore, chi rimane in me porta molto il Vangelo della conversione e della pace. ORAZIONE DOPO LA COMUNIONE in piedi
SALMO RESPONSORIALE Dal Salmo 21/22 frutto. Alleluia. Preghiamo: C - Assisti con bontà il tuo popolo, o Signore, e
� A te la mia lode, Signore, 2. Per quanti faticano a credere: possano gu- poiché lo hai colmato della grazia di questi san-
nella grande assemblea.
VANGELO Gv 15,1-8 ti misteri, donagli di passare dalla nativa fragili-
stare il frutto vivo e maturo della vigna della tà umana alla vita nuova nel Cristo risorto. Egli
Chi rimane in me e io in lui porta molto frutto. Chiesa attraverso la sua testimonianza gioio- vive e regna nei secoli dei secoli. A - Amen.
Dal Vangelo secondo Giovanni sa e convinta. Preghiamo:
A - Gloria a te, o Signore. 3. Per tutti i cristiani: la Giornata di sensibi- PROPOSTE PER I CANTI: da Nella casa del Pa-
lizzazione al sostegno economico della dre, ElleDiCi, 5 ed. - Inizio: Mio Signore, gloria a
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: te! (554); Cristo è risorto, alleluia! (541). Rit. al
1
«Io sono la vite vera e il Padre mio è l’agricol- Chiesa sviluppi in noi un rinnovato senso di
corresponsabilità nell’annuncio del Vangelo. Salmo responsoriale: M° C. Recalcati; Popoli tut-
tore. 2Ogni tralcio che in me non porta frutto, ti, lodate il Signore (127). Processione offertoria-
lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota Preghiamo: le: Noi diverremo (688). Comunione: Lo Spirito di
perché porti più frutto. 3Voi siete già puri, a 4. Per la nostra comunità: ognuno si senta tral- Dio (559); Sei tu, Signore, il pane (719). Conge-
Oppure: causa della parola che vi ho annunciato. cio inserito nella vite che è Cristo e, insieme ai do: Regina dei cieli (590).
� Alleluia, alleluia, alleluia. 4
Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio fratelli, fiorisca in opere di bene e di misericordia.
non può portare frutto da se stesso se non ri- Preghiamo: PER ME VIVERE È CRISTO
Scioglierò i miei voti davanti ai suoi fedeli. / I mane nella vite, così neanche voi se non rima-
poveri mangeranno e saranno saziati, / lode- Intenzioni della comunità locale. Chiunque vada a ricevere il Corpo e il Sangue
ranno il Signore quanti lo cercano; / il vostro nete in me. 5Io sono la vite, voi i tralci. Chi ri- del Signore Gesù Cristo, sente fluire nelle sue
mane in me, e io in lui, porta molto frutto, per- C - O Padre, queste nostre preghiere, insieme vene la stessa vita divina che fluisce nelle mie.
cuore viva per sempre! a tutte quelle che abbiamo nel cuore, le ponia-
ché senza di me non potete far nulla. 6Chi La vita di Cristo che si agita in me, è la stessa vi-
Ricorderanno e torneranno al Signore / tutti i non rimane in me viene gettato via come il mo sull’altare. Trovino la tua accoglienza e su ta che pulsa nelle altre membra del corpo misti-
confini della terra; / davanti a te si prostreran- tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano di noi sempre si effonda la tua benedizione. co di Cristo.
14 no / tutte le famiglie dei popoli. nel fuoco e lo bruciano. Per Cristo nostro Signore. A - Amen. – Mons. Fulton J. Sheen 51