Sei sulla pagina 1di 8
48 Benedici il Signore (Sal 102) Anolante (ol: 64<0) MARCO FRISINA . 3 . Benedice it Si-gnore anima mi- 2 quidesio me bene-dica il suo mo-me,nondi- re Benedéed ct Sc-gnore anima mi— a quamleinme benedica r/suo Wo-me nondé- 3 £ Ph oTe meiTiche-w the i sued be-nefter'.Bene-oiet il Signore ante me- 9-4 ds per Foe To 3 merliche-15 GM i suvd bene fe-e2.Berediec it Pguore anima me ~ alu per i UB ne 7408 49 s -don» tulle le wl~ pe e Le salva dalla mor— Te, + co- —> ee T mtn tomef 7 + ie — — j -dona Be leToe eol— pe eT salvadalla mor— Te, Ti co- 8 o- na dé gratiae Ti gax-a ae bene nella Tea qicve-nez— Fa wo- na dignraet saac-a ol beni vella Toa giovi-nes—— +8 - 26 Benedici il Signore (Salmo 102) (— Marco Frisina Benedici i! Signore, anima mia, quant'é in me benedica il suo nome; non dimenticherd tutti i suoi benefici, benedici i! Signore, anima mia. Lui perdona tutte le tue colpe e ti salva dalla morte. Ti corona di grazia e ti sazia di beni nella tua giovinezza. Il Signore agisce con giustizia, con amore verso i poveri. Riveld a Mosé le sue vie, ad Israele le sue grandi opere. Il Signore & buono e pietoso, lento all'ira e grande nell'amor. Non conserva in eterno i! suo sdegno e |a sua ira verso i nostri peccati. Come dista oriente da occidente allontana le tue colpe. Perché sa che di polvere siam tutti noi plasmati, come I'erba i nostri giorni. Benedite i! Signore voi angeli voi tutti suoi ministri beneditelo voi tutte sue opere e domini benedicilo tu, anima mia. 27 HARCO FRISINA sé- tA ss RE Sou 4A RE F Bone- ditt 2 Signore anime mt i 3 quarit?’Einme benedia il suo vio- me inondi- Sol af — Si- menk:-chers “nite: suet beme-pe-E. BEE fats a Lui per ar AS inode ae 8 — loa at le tie wl~ pe e & salva dalla mor- Te. EF $c. LA Fag te got 14 Fag - #5 = rs + : owe vite ye ro- ne na old gragia e TW sa-v-a ai bene nella Te-a giovine— +a_ R Sopr. Contr. Ten. Bassi Benedici il Signore (sa. 102) i sim la Re Si- gno-re a-ni-ma mi - a Si- gno- re a-ni-ma mi - 3 o_o 6 ee Sol la Re Mim La me be-ne-di-ca il suo no~- me, non di- men - ti- che - rd me be-ne-di-ca il suo no~- me, non di- men - ti-che- rd Marco Frisina tut- tii tut - til Fat sim Sol la sim é Be-ne-di- ci il Si- gno-re a-ni-ma mi- a. 1.Lui_ per- 3 suo-i be-ne-fi-ci. Be-mne-di-ci il Si- gno-re a-ni-ma mi - a. 3 Sol ta Re Mim la sim do- na tut-te le tue col - pe eti sal-va dal- la mor - te, ti co- Sol/Si La Fa#/La# Sim Sol la Fa# a ro- na digra-zia e ti sa-zi-a di be-ni nel-la tu- a gio- vi - nez - za. 2. I Signore agisce con giustizia, con amore verso i poveri. Riveld a Mosé le sue vie ad Israelele sue grandi opere. 3. Il Signore & buono e pietoso, lento all’ ira e grande nell' amor. Non conserva in eterno il suo sdegno e la sua ira verso i nostri peccati. 4. Come dista oriente da occidente allontana le tue colpe. perché sa che di polvere siam tutti noi plasmati, come I erba i nostri giorni. 5. Benedite il Signore voi angeli voi tutti suoi ministri. Beneditelo voi tutte sue opere e domini, benedicilo tu, anima mia. Benedici il Signore Andarte («= 64ea) 3 ° . Benedliel il Si-gnove anima mi- 2 quidcinme bene-dica it suo ao-me,rondi- Benedier ct S:-gnore anima mi- a quailéinme benecica {suo “0-me, nonda'- z menfiche-23 tale i sued be-nefier’.Beneoliet i Signore anima mc- a-t-lvi per- Wve gee" 3 meriliche 1d Gilles suod bene fe-e2-Bemdiec i! Flquore anima me ~ aqfLui per fF cdons Glee we wi- re eB sala dalla mor— Te, +9 25- — dona Gite leTe col— pe et sakuadala mor— Te, Trco- a Cc L No- na di grakae Ti sana We bene nella Tra giovi-nez— oa. = ~ vo- na digrenaeT saat-a of beni nella Téa giovi-nes—__ a. Benedici il Signore, anima mia, quant'é in me benedica i! suo nome; non dimenticherd tutti i suoi benefici, benedici il Signore, anima mia. Lui perdona tutte le tue colpe e ti salva dalla morte. Ti corona di grazia e ti sazia di beni nella tua giovinezza. I Signore agisce con giustizia, con amore verso i poveri. Riveld a Mosé le sue vie, ad Israele le sue grandi opere. Il Signore @ buono e pietoso, lento all'ira e grande nel!’ amor. Non conserva in eterno i! suo sdegno e la sua ira verso i nostri peccati. Come dista oriente da occidente allontana le tue colpe. Perché sa che di polvere siam tutti noi plasmati, come I'erba i nostri giorni. Benedite il Signore voi angeli voi tutti suoi ministri beneditelo voi tutte sue opere e domini benedicilo tu, anima mia.