Sei sulla pagina 1di 2

Università di Bologna Ingegneria dell’Automazione

A.A. 2018-2019 Ingegneria dell’Energia Elettrica

FISICA GENERALE T-2 (A-F) e (G-Z)


Sessione estiva - II appello del 01/07/2019
Docenti: dott. M. Franchini, dott. C. Massimi e prof. G. Vannini
Tutor: M. Dalla

Il compito scritto consta di 3 esercizi, per un totale di 30 punti.


Consegnare solo la bella copia riportando nome, cognome e Corso di Studi.

1. (Esercizio - 12 punti) Una carica elettrica positiva è distribuita uniforme-


mente con densità di carica ρ all’interno di un cilindro cavo di raggio interno RI
e raggio esterno RE . Si determini:
(a) Il campo elettrostatico E~ in funzione della distanza r dall’asse del sistema
(riportare su grafico l’andamento qualitativo);
(b) La differenza di potenziale ∆V tra un punto posto sulla superficie cilindrica
esterna ed un punto posto sull’asse del cilindro.

Soluzione
(a) Teorema di Gauss sulla superficie di un cilindro coassiale di raggio r e altezza
~ · n̂dσ = q(r) . Peril campo elettrostatico si ottiene quindi E(r)2πrh =
H
h: Σ E 0
q(r)/0 . Si identificano tre regioni di campo:

• r < RI : E(r) = 0
r2 −RI2
• RI < r < RE , q(r) = ρ(πr2 h − πRI2 h): E(r) = ρ 20 r
2 −R2
RE
2 h − πR2 h): E(r) = ρ
• r > RE , q(r) = ρ(πRE I
I 20 r
RE
~ · d~r = E E ~ · d~r + I E~ · d~r = E E
~ · d~r da cui
R R R
(b) ∆V = VO − VE = O E I O I
R RE r2 −RI2 2
2 − R2 ) + ρRI log RE
∆V = RI ρ 20 r dr = 4ρ0 (RE I 20 RI

2. (Esercizio - 6 punti) Un disco uniformemente carico (sia Q = 50 nC la carica


totale) di raggio R = 2.0 cm ruota attorno all’asse z con velocità angolare
ω = 2000 rad/s . Calcolare il campo magnetico nel centro del disco.

Soluzione
Si suddivide il disco in anelli concentrici di raggio r e spessore dr, su cui scorre
una corrente dI. Si calcola il campo magnetico per un anello si integra su tutto il
disco.
La corrente che si ha su ciascun anello vale dI = dq 1 Q ωQ
T = T πR2 2πrdr = πR2 rdr, con
T periodo di rotazione = 2π .
R R µ0 dI R R µ0 ωQ ω µ0 ωQ
B = 0 2r = 0 2πR2 dr = 2πR = 1.0 nT. La direzione perpendicolare al disco,
il verso è concorde alla corrente.

Pag. 1 di 2
3. (Esercizio - 12 punti) Un circuito rigido quadrato, di lato L = 1 m, è costi-
tuito da un filo di alluminio di resistività ρ = 2.56 · 10−8 Ωm di sezione S = 10
mm2 . Esso si trova nel piano xy con i lati paralleli ai due assi, ed è immerso in
un campo di induzione magnetica uniforme di modulo Bz = 0.70 T diretto lungo
l’asse z nel verso positivo (uscente dal foglio), limitato all’area grigia di figura.
Il circuito, inizialmente immerso per metà nel campo magnetico (vedi figura),
trasla parallelamente all’asse y con velocità che viene mantenuta costante di
modulo v0 = 40 cm/s. Calcolare, giustificando:

v0
Bz

(a) il verso della corrente indotta;


(b) l’intensità di tale corrente nel circuito durante il moto;
(c) l’energia totale dissipata nel circuito per effetto Joule;
(d) il lavoro effettuato per portare il circuito completamente fuori del campo.

Soluzione
(a) La variazione del flusso del campo magnetico inizia quando il circuito comin-
cia ad uscire dalla zona di campo magnetico e finisce quando esso è comple-
tamente fuori. Solo in questo lasso di tempo è presente una corrente indotta,
che circola in senso antiorario;

(b) A t = 0 quando il lato superiore del circuito esce dal campo il flusso è Φ(t) =
BL(L−v0 t)
2 . La forza elettromotrice é fem = − dΦ(t)
dt =
BLv0
2 . La resistenza della
spira è R = ρ S = 1.02·10 Ω. La corrente è di conseguenza i = BLv
4L −2
2R = 13.7
0

A, da approssimare a 14 A;
R t=L/v
(c) L’energia dissipata per effetto Joule è data da EJ = t=0 0 Ri2 dt =
t=L/v0
B 2 L2 v02 t 2 L3 v
= 4R = B 4R 0
= 4.8 J;
t=0
RL
(d) Il lavoro effettuato per portare il circuito fuori dal campo è W = 0 F~ · d~l
con F~ = id~l × B.
~ L’unico contributo al lavoro è dato dal segmento inferi-
ore del circuito, laR cui forza è diretta lungo l’asse y con verso negativo. Di
L 2 L3 v
conseguenza W = 0 −(−i L2 B)dl = B 4R 0
= 4.8 J.

Pag. 2 di 2

Potrebbero piacerti anche