Sei sulla pagina 1di 310

L60H/L70H/L90H

MANUALE D’ISTRUZIONI

L60H/L70H/L90H

Traduzione delle istruzioni in lingua originale

Ref. no. 20043988-D Italian


Italian

2016.12
Volvo, Eskilstuna
California
Proposition 65 Warning
Diesel engine exhaust and some of its constituents are
known to the State of California to cause cancer, birth
defects, and other reproductive harm.

California
Proposition 65 Warning
Battery posts, terminals and other related accessories
contain lead and lead compounds, chemicals known
to the State of California to cause cancer and other
reproductive harm.
Wash hands after handling.
L60H/L70H/L90H

Prefazione MANUALE DELL'OPERATORE


Questo Manuale dell'operatore è una guida per il corretto uso e la
manutenzione della macchina. Pertanto, leggere attentamente il manuale
prima di avviare e utilizzare la macchina, o prima di qualsiasi intervento di
manutenzione preventiva.
Conservarlo nel vano portaoggetti con chiusura a chiave in modo che sia
sempre a portata di mano e sostituirlo immediatamente in caso di
smarrimento. In
ndice
Questo manuale descrive le applicazioni principali della macchina e copre
tutti i mercati. Si prega quindi di ignorare le sezioni o le applicazioni che
non riguardano la propria macchina.
NOOTA! In
ntroduzio
one
Salvo diversa indicazione, qualora il manuale riguardi più macchine, le
informazioni sono valide per tutte le macchine.
In sede di progettazione e realizzazione è stato profuso il massimo
impegno per rendere la macchina il più possibile efficiente e sicura. La
maggior parte degli incidenti è dovuta ad errori umani. Un operatore
Pa
annelli strrumentazio
on e
coscienzioso ed una macchina in perfette condizioni costituiscono una
combinazione sicura, efficiente e redditizia. Perta anto
o, si prreg
ga di legg
gerre
atttentamennte
e le no
orme dii sic
currezza e seguuirle..
La nostra prassi operativa è mirata al miglioramento continuo dei prodotti Alltri com
mandi
mediante modifiche progettuali. Ci riserviamo pertanto il diritto di
apportare modifiche e migliorie al prodotto, senza che tale impegno
costituisca obbligo di apportare tali modifiche alle macchine già vendute
e consegnate. Ci riserviamo inoltre il diritto di modificare senza preavviso
caratteristiche ed attrezzature, nonché le istruzioni per gli interventi di Is
strruzio
oni dii fu
unzio
onamento
manutenzione e riparazione.

Tec
cniiche
e op
perative

Noorme dii siccurrezza pe


er
in
nterven
nti dii maanutenzioon e

Ma
anutenzio
on e

Ca
aratteristiiche
e

In
ndice allfabetico

Ref. No. 20043988-D


La lingua del testo originale è l’inglese. Traduzione delle istruzioni in lingua originale.
2016.12
Coopyriight © 20
0166, Vo
olvo Co onstrructiion Eq
quip
pme
ent.. Tu
uttti i diiritti riiserv
vatii.
Prrefazio
on e
2
Norme di sicurezza
L'operatore della macchina deve conoscere e rispettare tutte le norme di
sicurezza regionali e nazionali pertinenti. Le istruzioni di sicurezza
riportate in questo manuale dell'operatore non sono che raccomandazioni
di base e l'operatore è tenuto dunque a rispettare ogni eventuale norma
locale e nazionale più restrittiva.

PE
ERICOLO
Il simbolo di sicurezza insieme a questa parola segnaletica indica una
situazione pericolosa che, qualora non sia evitata, prrovocherrà grravi les
sio
onii
personnali o morrte
e. Il pericolo è limitato alle situazioni più estreme.

AV
VVERTENZA
Il simbolo di sicurezza insieme a questa parola segnaletica indica una
situazione pericolosa che, qualora non sia evitata, può provocare grrav
vi
le
esiooni pe
erson
nali o morrte
e.

AT
TTENZIONE
Il simbolo di sicurezza insieme a questa parola segnaletica indica una
situazione pericolosa che, qualora non sia evitata, può provocare le
esio
oni
peerson
nali dii mod
deratta o liieve en
ntità.

AVVIS
SO
Indica un
na sittuazion
ne po
ote
enzia
almentte pe
eric
collosa che
e pu
uò com
mporrta
are il
daanneggiamentto dellla maccchiina.
NOOTA!
Indica informazioni utili per l'installazione, l'uso o la manutenzione, ma non
correlate alla sicurezza.

Im
mparare a "con
noscerre" le
e prresta
azio
oni e i liimiti de
ella prropria
maacchiina!
Prrefazio
one
Nu
umero id
dentificattivo 3
Numero identificativo
Immettere il numero di identificazione della macchina e dei seguenti
componenti. Il numero deve essere citato nella corrispondenza con il
produttore e nell'ordinazione dei ricambi. La posizione delle targhette è
mostrata a pagina 19.

Produttore: Volvo Construction Equipment


SE-631 85 Eskilstuna
Sweden

Numero identificativo prodotto (PIN) della macchina

Motore

Trasmissione

Assale anteriore

Ponte posteriore

Braccio

Cabina

I pareri e i commenti sul manuale d'istruzioni vanno inviati a


om@volvo.com.
Le informazioni più aggiornate sono disponibili in PROSIS.
In
ndice
5

Indice
Prefazione ............................................................... 1
Numero identificativo ........................................................... 3
In
ntroduzio
one .............................................................. 7
Marchio CE, direttiva EMC ................................................ 14
Equipaggiamento di comunicazione, installazione ............ 17
Componenti di sicurezza ................................................... 18
Targhette prodotto ............................................................. 19
Informazioni e targhette di avvertenza .............................. 21
Pa
annelli strrumentazio
one ......................................... 28
8
Quadro strumenti, anteriore .............................................. 30
Display ............................................................................... 37
Pannello strumentazione, cabina ...................................... 57
Pannello strumentazione, posteriore ................................. 65
Pannello di comando ......................................................... 66
Alltri com
mandi ........................................................... 67
7
Comandi ............................................................................ 67
Cabina ............................................................................... 80
Comfort dell'operatore ....................................................... 82
Impianto di climatizzazione ............................................... 88
Is
strruzio
oni dii fu
unzio
onamento ..................................... 92
2
Norme di sicurezza per il funzionamento .......................... 95
Operazioni preliminari all'uso .......................................... 104
Avviamento del motore .................................................... 105
Impianto idraulico, riscaldamento .................................... 109
Specchi ............................................................................ 110
Selezione delle marce ..................................................... 114
Sterzo .............................................................................. 117
Freno ............................................................................... 120
Impianto di post-trattamento dei gas di scarico ............... 122
Arresto ............................................................................. 133
Parcheggio ...................................................................... 134
Misure da adottare in caso di blocco ............................... 136
Recupero e traino ............................................................ 137
Trasporto della macchina ................................................ 140
Tec
cniiche
e op
perative ............................................... 15
55
Guida economica ............................................................ 156
Vibrazioni al corpo intero ................................................. 157
Lavoro in aree pericolose ................................................ 159
Attrezzature ..................................................................... 163
Attacchi attrezzi ............................................................... 165
Funzione idraulica, 3a e 4a ............................................. 167
Rilascio della pressione ................................................... 168
Benne .............................................................................. 169
Forcelle per pallet ............................................................ 175
Dispositivi di sollevamento legno .................................... 178
Braccio per la movimentazione del materiale .................. 181
Avambraccio di sollevamento, abbassamento
alternativo ........................................................................ 184
Sollevamento di oggetti ................................................... 185
Diagramma segnalazioni ................................................. 187
In
ndice
6
Norme di sicurezza per interventi di
manutenzione ...................................................... 189
Obiettivo della manutenzione .......................................... 190
Prima dell'assistenza, leggere ......................................... 192
Preparazioni prima delle operazioni di manutenzione ..... 194
Prevenzione incendi ........................................................ 195
Gestione dei materiali pericolosi ..................................... 200
Gestione di linea, tubi e flessibili ..................................... 204
Ma
anutenzio
one ....................................................... 20
05
Tabella di lubrificazione e assistenza .............................. 207
Manutenzione ogni 10 ore ............................................... 216
Manutenzione ogni 50 ore ............................................... 218
Manutenzione ogni 250 ore ............................................. 221
Manutenzione ogni 500 ore ............................................. 225
Manutenzione ogni 1000 ore ........................................... 230
Servizio di assistenza, quando richiesto ......................... 231
Ca
aratteristiiche
e ...................................................... 24
48
Lubrificanti raccomandati ................................................ 248
Impianto di alimentazione ................................................ 251
Capacità di servizio e intervalli di sostituzione ................ 257
Motore ............................................................................. 259
Impianto elettrico ............................................................. 261
Trasmissione ................................................................... 269
Freni ................................................................................ 271
Sterzo .............................................................................. 272
Ruote ............................................................................... 273
Cabina ............................................................................. 277
Impianto idraulico ............................................................ 279
Pesi della macchina: ....................................................... 281
Dimensioni ....................................................................... 282
Capacità della macchina ................................................. 286
Tabella combinazioni, equipaggiamenti intercambiabili .. 292
Forcelle per pallet ............................................................ 294
Dispositivi di sollevamento legno .................................... 297
Braccio per la movimentazione del materiale .................. 300
Libretto di manutenzione ................................................. 304

In
ndice allfabetico .................................................... 30
07
In
ntroduzio
one
7

Introduzione

V1144198

Utilizzo previsto della macchina


La macchina base è progettata per essere utilizzata in condizioni
normali, ossia all'esterno e in superficie ad un'altitudine max di
2000 metri (6562 ft) slm, fuoristrada, per movimento terra, ad una
temperatura ambiente compresa tra -25 °C (-13 °F) e +45 °C (113
°F) e con solo l'operatore in cabina. Altre condizioni diverse da
quelle riportate sopra sono descritte nel manuale dell'operatore.
Per la circolazione su strade pubbliche, la macchina deve essere
adattata in conformità alle leggi locali in vigore.
Se utilizzata per altri scopi o in ambienti potenzialmente
pericolosi, ossia esplosivi e/o infiammabili o aree con polveri
contenenti amianto, occorre rispettare norme di sicurezza
speciali e la macchina deve essere equipaggiata per usi e
applicazioni di questo tipo. Per ulteriori informazioni, rivolgersi al
produttore/rivenditore.
La macchina è progettata per un peso complessivo massimo
(compreso equipaggiamento ed attrezzi), vedere pagina 281. Il
peso massimo è valido a condizione che la macchina sia
equipaggiata per determinate applicazioni approvate da Volvo.
Se il peso massimo viene oltrepassato, la sicurezza viene
compromessa e nessuna delle garanzie fornite dal produttore
rimane valida. Rispettare sempre il codice della strada in caso di
guida su strade pubbliche.

Utilizzo sottterraneo
Verificare l'eventuale esigenza di ventilazione degli scarichi prima
di utilizzare la macchina in tunnel o per altre applicazioni
sotterranee. Tale uso potrebbe essere regolamentato anche da
altre leggi e norme, ad esempio nazionali o del lavoro.

Req
quisiti am
mbien
ntali
Tenere conto dell'ambiente durante l'utilizzo e la manutenzione
della macchina. Seguire sempre le norme locali e nazionali di
protezione ambientale, che possono essere pertinenti a
qualunque tipo di utilizzo della macchina.

Mo
otore
La macchina è equipaggiata con un motore turbodiesel a quattro
tempi e 6 cilindri in linea con iniezione diretta e intercooler.
Introduzione
8
I motori per il mercato USA sono conformi alle norme sulle
emissioni EPA Tier 4 Final USA e California.
I motori per il mercato UE sono invece conformi alle norme sulle
emissioni Stage IV.
NOTA!
Le macchine con motori per il mercato USA non possono essere
vendute o utilizzate nell'Unione Europea e viceversa, a meno che
il motore non sia sostituito con un motore conforme ai requisiti
vigenti nel mercato di destinazione. Il mercato per cui è progettato
il motore è indicato sulla targhetta delle emissioni di
scarico(vedere pag. 19).
Per ridurre le emissioni di ossidi di azoto, particolato, idrocarburi
e monossido di carbonio, il motore è dotato di ricircolo dei gas di
scarico (EGR) a raffreddamento esterno e sistema di post-
trattamento dei gas di scarico (EATS).
L'impianto di scarico è certificato a prova di scintilla ai sensi del
metodo di prova descritto nella norma EN 1834 -1, -2, -3
paragrafo 6.4.2. o corrispondente, e del metodo descritto nella
norma BS6680:1985, appendice B paragrafo B.3.8.

Informazion
ni su Ad
dBlue
e®/DEF
F
L'AdBlue®/DEF viene utilizzato per la riduzione degli ossidi di
azoto (NOx). L'AdBlue®/DEF è contenuto in un serbatoio
completamente separato da quello del carburante.
L'AdBlue®/DEF non deve mai essere aggiunto al serbatoio del
gasolio ed il gasolio non deve mai essere aggiunto al serbatoio
dell'AdBlue®/DEF.
Perr la
a distrribu
uzion
ne de
ell'Ad
dBlue
e®/DEF (solo
o perr ill merrcato
o US
SA),
rivolgeersi a::
- Volvo CE Customer Support: 1-877-823-1111 (ore d'ufficcio)
- www.volvoce.com (fuori dalle ore d'ufficio)
Per la distribuzione dell'AdBlue®/DEF (tutti gli altri mercati),
contattare la propria concessionaria Volvo locale.
Per informazioni sul rabbocco dell'AdBlue®/DEF, vedere 231.
In
ntroduzio
on e
9
Impianto di post-trattamento dei gas di scarico
2 3 4 Il motore è dotato di sistema di post-trattamento dei gas di scarico
A (EATS) che prevede un filtro antiparticolato diesel (DPF) per
ridurre le particelle sospese e un sistema di riduzione catalitica
selettiva (SCR) che riduce gli ossidi di azoto (NOx). I catalizzatori
(convertitori catalitici) per il filtro antiparticolato diesel e per il
sistema SCR sono contenuti all'interno della marmitta. Il fluido
B AdBlue®/DEF viene iniettato nei gas di scarico per ridurre gli
NOx.
A
B All'interno della marmitta è presente anche il catalizzatore di
ossidazione diesel (DOC) che supporta la funzione nel filtro
B antiparticolato e nel sistema di riduzione catalitica selettiva.

6 Il filtro antiparticolato provvede a intrappolare le particelle


sospese nei fumi di scarico del motore e occorre quindi
rigenerarlo bruciando le particelle accumulatesi nel filtro. La
5 rigenerazione è necessaria anche per liberare la fuliggine e altre
sostanze che si raccolgono nel sistema di riduzione catalitica
1 selettiva che altrimenti ridurrebbero l'efficienza del sistema.
Per assicurare la riduzione delle emissioni di ossidi di azoto NOx,
il sistema di post-trattamento EATS viene monitorato dalla
centralina di post-trattamento ACM.
Per maggiori informazioni, vedere pag. 122.

A V1140212

A Gas di scarico
B AdBlue®/DEF
1 Motore
2 Filtro antiparticolato diesel (DPF)
3 Convertitore catalitico SCR
4 Iniettore per AdBlue®/DEF
5 Serbatoio AdBlue®/DEF
6 Pompa per AdBlue®/DEF

Imp
pianto elletttrico
La macchina è dotata di impianto elettrico da 24 V che prevede
due batterie da 12 V collegate in serie e situate nel vano batterie
sul lato destro della cabina.
Il sezionatore delle batterie è situato vicino agli scalini della
cabina sul lato sinistro della macchina.
NOT TA!
Interrompere giornalmente l'alimentazione elettrica tramite il
sezionatore delle batterie, vedere la sezione 217, quando il
motore è spento e la chiave di avviamento è in posizione 0.
La maggior parte dei relè e dei fusibili è situata all'interno del
quadretto di distribuzione elettrica che si trova dietro il sedile
dell'operatore e per accedervi è necessario aprire il coperchio del
quadretto di distribuzione elettrica. Nella parte interna del
coperchio è applicata una decalcomania dove per ogni relè e
fusibile è indicato il dispositivo elettrico corrispondente. All'interno
del quadretto di distribuzione elettrica è presente anche un
terminale integrato per la prova dei fusibili. I relè che si trovano
nel quadretto di distribuzione elettrica possono essere scambiati
tra di loro a condizione che i piedini corrispondano.
In
ntroduzio
one
10
0
Per informazioni dettagliate sull'impianto elettrico, vedere 261.

Tra
asmiissio
one
La trasmissione è a comando elettroidraulico, con tutti gli
ingranaggi in presa diretta. L'innesto delle marce avviene tramite
connessione di diversi raccordi nel cambio. Un convertitore di
coppia idraulico, per la regolazione continua della coppia di
uscita, è collocato tra il motore e la trasmissione. I ponti anteriore
e posteriore sono dotati di ingranaggi riduttori a satelliti, collocati
nei mozzi, che riducono le sollecitazioni sui relativi semiassi. Gli
assali sono di tipo AWB (Axle Wet Brakes).

Im
mpian
nto fre
enante
La macchina può essere frenata in tre modi:
- Applicando il freno di servizio
- Applicando il freno di stazionamento (da usare solo come freno
di emergenza quando la macchina è in movimento)
- il freno ausiliario (freno motore) aumenta la resistenza del
motore aumentando il carico sulla pompa della ventola

Im
mpianto ste
erzan
n te
La macchina è dotata di impianto sterzante idraulico sensibile al
carico nonché di impianto sterzante di emergenza*. L'impianto
sterzante riceve la portata idraulica necessaria da una pompa
idraulica azionata dalla trasmissione. La pompa dello sterzo
secondaria *), trainata da un motore elettrico, entra in funzione
quando necessario, ad esempio in caso di arresto improvviso del
motore e viene controllata a ogni avviamento del motore. Come
equipaggiamento opzionale è disponibile anche il sistema
Comfort Drive Control (CDC).
*) La pompa dello sterzo di emergenza è di serie in determinati
mercati ed è vivamente raccomandata per le macchine che
verranno utilizzate su strade pubbliche.

Ca
abina
a
La cabina chiusa è dotata di impianto di riscaldamento e
ventilazione con sbrinatore per tutti i finestrini. Il condizionamento
dell'aria è disponibile come optional.

Us
scitta dii em
mergenza
La cabina è dotata di due uscite di sicurezza: la porta e il finestrino
laterale destro apribile.
Sulla colonna che si trova a destra dietro il sedile dell'operatore
è fissato un martello di emergenza.

FO
OPS e ROP
PS
La cabina è omologata come cabina protettiva ai sensi delle
norme FOPS e ROPS, vedere pag. 277. FOPS è l'acronimo di
Falling Object Protective Structure (protezione contro la caduta
di oggetti), ROPS è l'acronimo di Roll Over Protective Structure
(protezione antiribaltamento).
Qualora una qualsiasi parte della struttura protettiva della cabina
subisse altre deformazioni o presentasse un qualsiasi difetto, è
necessario ispezionare immediatamente lo stato della cabina e
prendere tutte le misure necessarie. Per l'ispezione della cabina
In
ntroduzio
one
11
1
e gli interventi necessari, rivolgersi direttamente a Volvo o alla
propria concessionaria Volvo.
Non apportare mai modifiche non autorizzate alla cabina, ad
esempio abbassandone il tetto, praticando fori, saldando le staffe
di supporto per l'estintore, installando l'antenna o altro
equipaggiamento, se non dopo aver concordato le modifiche in
consultazione con la propria concessionaria e il reparto
Engineering di Volvo Construction Equipment. È questo reparto
che decide se le modifiche possano infrangere o meno le
omologazioni di sicurezza.

Impianto idrraulico
L'impianto idraulico è sensibile al carico e ciò significa che le
pompe idrauliche della macchina regolano la portata dell'olio in
funzione della posizione delle leve idrauliche.
I componenti principali dell'impianto idraulico di lavoro della
macchina sono il serbatoio dell'olio idraulico, il radiatore dell'olio
idraulico, le pompe dell'olio a cilindrata variabile, il distributore
centrale, la valvola di comando principale e i cilindri di inclinazione
e sollevamento.
Altri impianti che possono influenzare il funzionamento
dell'impianto idraulico di lavoro sono l'impianto frenante,
l'impianto sterzante, l'impianto di servoassistenza, il sistema BSS
(Boom Suspension System) e la 3a o 3a/4a funzione idraulica.
NOT TA!
Non azionare le funzioni idrauliche a pieno regime finché l'olio
idraulico non si è riscaldato. Il filtro dell'olio idraulico non filtra tutto
l'olio se la temperatura dell'olio è inferiore a 15 °C (59 ºF) ad alta
portata. Il conseguente ingresso di olio idraulico non filtrato
nell'impianto potrebbe provocare danni e/o anomalie alla
macchina. Per informazioni su come riscaldare l'olio idraulico,
vedere la sezione 109.

Equipaggiam
mento
La macchina può essere fornita con vari tipi di equipaggiamento
opzionale a seconda dei requisiti dei vari mercati. Alcuni esempi
sono Comfort Drive Control (CDC), BSS (Boom Suspension
System), sterzo di emergenza, bloccaggio separato dell'attrezzo,
sistema di spegnimento automatico del motore e sistema di
ingrassaggio automatico.

Mo
odifiche
e
Le modifiche apportate a questa macchina, compreso l'uso non
autorizzato di attrezzi, accessori, unità e altre parti, possono
influenzare l'integrità della macchina (le sue condizioni) e/o la
capacità della macchina di funzionare nel modo per il quale è
stata costruita. Le persone o le organizzazioni che effettuano
modifiche non autorizzate della macchina, si assumono tutte le
responsabilità per le conseguenze che possono derivarne,
compresi i danni alla macchina stessa.
Nessuna modifica, di nessun tipo, può essere eseguita su questo
prodotto senza che prima sia stata approvata per iscritto da Volvo
Construction Equipment. Volvo Construction Equipment si
riserva il diritto di respingere qualunque reclamo in garanzia che
dovesse derivare o che sia riconducibile all'effettuazione di
modifiche non autorizzate.
In
ntroduzio
one
12
2
Le modifiche possono essere considerate ufficialmente
approvate se almeno una delle seguenti condizioni viene
soddisfatta:
1 L'attrezzo, l'accessorio, la dotazione o il dettaglio siano
fabbricati o distribuiti da Volvo Construction Equipment e
installati in base ai metodi autorizzati dalla fabbrica e descritti
nelle pubblicazioni tecniche disponibili presso Volvo
Construction Equipment; oppure
2 La modifica sia stata autorizzata per iscritto dal reparto
progettazione del rispettivo prodotto, presso Volvo
Construction Equipment.

Antifurrto
(E
Equipaggiamento op
pzio
onale)
L'antifurto rende più difficile il furto della macchina. L'antifurto
viene fornito da Volvo come equipaggiamento opzionale. Se la
macchina non è protetta da antifurto, consultare la
concessionaria per verificare la possibilità di installarlo.

Datti ma
acchiina re
egistrrati
La macchina dispone di un software che registra e memorizza
vari tipi di informazioni tecniche. Tali informazioni possono essere
trasmesse a Volvo per essere utilizzate nello sviluppo dei prodotti
e nella ricerca guasti. Tra le informazioni che vengono raccolte
dal software, citiamo la velocità, il consumo di carburante e le
varie temperature. Le informazioni saranno utilizzate da Volvo e
dalle officine autorizzate della propria rete di assistenza.
Introduzio
one
13
3

CareTrack
La macchina può essere dotata di CareTrack, un sistema
telematico sviluppato da Volvo Construction Equipment. Il
sistema memorizza i dati macchina, ad esempio la posizione
geografica, le ore di esercizio, il consumo carburante, il livello
carburante, ricevuti in modo wireless. Il CareTrack è disponibile
in varie versioni, a seconda del volume di informazioni che si
vogliono ricevere.
Il CareTrack semplifica la pianificazione della manutenzione e
diminuisce i costosi fermi macchina. La produttività viene
migliorata perché si può sapere se la macchina viene utilizzata
nel modo corretto e quanto carburante consuma. Con il
CareTrack il cliente può anche delimitare l'area geografica di
utilizzo della macchina, definendo un confine geografico virtuale.
In questo modo si riduce al minimo il rischio di furto e di uso non
autorizzato dalla macchina. Per ulteriori informazioni, contattare
una concessionaria Volvo Construction Equipment.
Il sistema CareTrack trasmette dati in modo analogo a un telefono
cellulare, con una potenza di uscita massima di 10 W. Il
trasmettitore è sempre acceso e l'operatore non può disattivarlo.
Le precauzioni e restrizioni locali applicabili ai telefoni cellulari,
come ad esempio quelle relative alla distanza di sicurezza,
valgono anche per il sistema CareTrack.

Im
mpianto an
ntinc
cen
ndio
(A
Attrezzattura op
pzio
onale)
Il sistema antincendio per il vano motore è di tipo sprinkler.
Il sistema è a norma SBF 127 (regolamento svedese per impianti
antincendio Sprinkler a montaggio fisso e altri sistemi antincendio
su macchine forestali e da costruzioni).
Vedere pag. 196 per maggiori informazioni.
In
ntroduzio
one
14
4 Ma
archiio CE
E, diirettiva EM
MC

Marchio CE, direttiva EMC


Marchio CE
(Dichiarazione di conformità)
Questa macchina riporta il marchio CE. Ciò significa che, al
momento della consegna, adempie alle "Prescrizioni sull'igiene e
la sicurezza sul lavoro" contenute nella Direttiva dell'Unione
europea riguardante i macchinari, 2006/42/CE.
In caso di modifiche che influiscano sul grado di sicurezza della
macchina, l'esecutore di tali modifiche ne assume la completa
responsabilità.
Per documentare la conformità ai requisiti, con la macchina
vengono fornite una dichiarazione di conformità CE e una
certificazione acustica indicante la potenza acustica in dB(A). La
certificazione acustica comprende sia i valori esterni misurati che
la potenza acustica garantita. Queste dichiarazioni sono rilasciate
da Volvo per ogni macchina. La dichiarazione CE comprende
anche gli attrezzi prodotti da Volvo. I suddetti documenti di valore
deevono o es
sserre con
nserrvatii pe
er almen
no 10 an
nni e de
evon
no semprre
segguire la
a macchin na in casso di vennditta.
Se la macchina viene utilizzata per scopi diversi o con attrezzi
diversi da quelli indicati in questo manuale, le condizioni di
massima sicurezza devono comunque essere assicurate in ogni
singolo caso. Un uso diverso da quello previsto avviene sotto la
responsabilità di chi lo compie e può richiedere un nuovo marchio
CE ed il rilascio di una nuova Dichiarazione di conformità UE, in
base alla direttiva comunitaria sui macchinari. Il responsabile di
questo è colui che apporta la modifica.

Diirettiva UE
E EM
MC de
ell'Un
nione Eu
uropea
I dispositivi elettronici montati sulla macchina possono disturbare,
in alcuni casi, altri dispositivi elettronici oppure subire essi stessi
interferenze da parte di disturbi elettromagnetici provenienti
dall'esterno, con i possibili rischi che ne conseguono.
La Direttiva EMC 2014/30/CE, emanata dall'Unione europea,
sulla "Compatibilità elettromagnetica", riporta una descrizione
generale sui requisiti richiesti alla macchina in termini di
sicurezza, con valori limite stabiliti negli standard internazionali.
Una macchina o un apparecchio deve soddisfare gli standard per
avere il marchio CE. Le nostre macchine sono testate in modo
specifico per le interferenze elettromagnetiche. Il marchio CE
della macchina e la dichiarazione di conformità comprendono
anche la norma EMC.
Nel caso in cui altre attrezzature elettroniche vengano montate
sulla macchina, esse devono essere dotate del marchio CE e
collaudate riguardo ad interferenze elettromagnetiche.

Diichiiarazio
one dii con
nformità
Le seguenti pagine contengono un esempio di traduzione della
dichiarazione di conformità della macchina e degli attrezzi di
categoria “in
nterchan
ngeabble eq
quiipm
men
nt” (attrezzi sostituibili
dall'operatore).
NOOTA! La copia orig gina
ale fo ornita
a in
nsie
eme allla macchina a è un
n
im
mporrta
antee docum mennto che va con nserrvato
o. La
a Diichia
araz
zione dii
connformittà rig
guarrda sollo l''Uniione Euurop
pea..
In
ntroduzio
on e
Ma
archiio CE
E, diirettiva EMC
C 15
5
Vale per le pale gommate Volvo
Questo documento è valido soltanto nell'Unione Europea

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ CE PER MACCHINARI (IIA)


Volvo Construction Equipment AB, SE-631 85 ESKILSTUNA, Svezia, dichiara con la presente che il prodotto:
Costruttore: Volvo Construction Equipment
Modello / Tipo L**H
Numero di serie
Watt 120 - 129 kW
Livello di pressione acustica
Livello di pressione acustica

a cui questa dichiarazione si riferisce, soddisfa le "Norme di igiene e sicurezza" ad esso pertinenti, a norma:
Direttiva del Consiglio d'Europa 2006/42/CE per i macchinari,
Direttiva del Consiglio d'Europa 2000/14/CE per le emissioni sonore nell'ambiente, emesse da attrezzature
previste per l'uso all'aperto
Direttiva del Consiglio d'Europa 2014/30/CE sulla compatibilità elettromagnetica, comprese modifiche delle
macchine, e altre direttive applicabili.

Norme di armonizzazione:
EN 474-1:2006+A1:2009 Macchine movimento terra - Norme generali di sicurezza,
EN 474-3:2006+A1:2009 Macchine movimento terra - Requisiti per le pale.
Questa dichiarazione si riferisce esclusivamente alla macchina nello stato in cui è stata immessa sul mercato e
non comprende componenti installati successivamente all'entrata in servizio o lavori effettuati dall'utilizzatore
finale.
Firma del rappresentante legale della società e della persona autorizzata a redigere la scheda tecnica stabilita
dall'Unione Europea:

..........................................................................................................................................
Firma / Nome in chiaro (in stampatello)

..........................................................................................................................................
Qualifica o titolo

..........................................................................................................................................
Indirizzo e data dell'emissione

Firma del rappresentante nell'Unione Europea autorizzato a completare il processo produttivo e a redigere la
dichiarazione di conformità (se pertinente)

..........................................................................................................................................
Firma / Nome in chiaro (in stampatello)

..........................................................................................................................................
Qualifica o titolo

..........................................................................................................................................
Indirizzo e data dell'emissione

Questa dichiarazione di conformità riguarda l'attrezzo che è stato sviluppato, fabbricato/omologato, marcato e
commercializzato dal suddetto fabbricante.
Il prrop
prie
etario
o dellla macchiina deve con
nserrvare qu
uesta
a diichiiaraz
zion
ne di confformittà pe
er alm
meno
o diieci ann
ni da
alla
a
connseg gna.
In
ntroduzio
on e
16
6 Ma
archiio CE
E, diirettiva EM
MC
Vale per attrezzi di categoria “interchangeable equipment” (attrezzi sostituibili dall'operatore) per le pale
gommate Volvo
Questo documento è valido soltanto nell'Unione Europea

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ CE PER MACCHINARI (IIA)

Volvo Construction Equipment AB, SE-631 85 ESKILSTUNA, Svezia, dichiara con la presente che il prodotto:
Costruttore: Volvo Construction Equipment
Modello / Tipo numero *): YYYYY
Numero di fabbricazione: XXXXXXXXXX

a cui questa dichiarazione si riferisce, soddisfa le "Norme di igiene e sicurezza" ad esso pertinenti, a norma:
Direttiva del Consiglio d'Europa 2006/42/CE sulle macchine e aggiunta relativa alle macchine, oltre ad altre
direttive applicabili.

Norme di armonizzazione:
EN 474-1:2006+A1:2009 Macchine movimento terra - Norme generali di sicurezza,
EN 474-3:2006+A1:2009 Macchine movimento terra - Requisiti per le pale.
Questa dichiarazione si riferisce esclusivamente alla macchina nello stato in cui è stata immessa sul mercato e
non comprende componenti installati successivamente all'entrata in servizio o lavori effettuati dall'utilizzatore
finale.
Firma del rappresentante legale della società e della persona autorizzata a redigere la scheda tecnica stabilita
dall'Unione Europea:

..........................................................................................................................................
Firma / Nome in chiaro (in stampatello)

..........................................................................................................................................
Qualifica o titolo

..........................................................................................................................................
Indirizzo e data dell'emissione

Firma del rappresentante nell'Unione Europea autorizzato a completare il processo produttivo e a redigere la
dichiarazione di conformità (se pertinente)

..........................................................................................................................................
Firma / Nome in chiaro (in stampatello)

..........................................................................................................................................
Qualifica o titolo

..........................................................................................................................................
Indirizzo e data dell'emissione

Ill prrop
prie
etario
o della mac
cchina
a de
eve con
nserrvare qu
uesta
a diichiiaraz
zio
one dii con
nformittà perr allmeno diieci an
nni da
alla
a
con nseg gna.

*) A pag. 292 è riportata una tabella abbinata che mostra gli attrezzi di categoria “in
nte
ercha
angeable equiipm
men
nt””
(attrezzi sostituibili dall'operatore) e per quali macchine sono omologati.
Introduzio
one
Eq
quipaggiamento dii com
municaz
zio
one, in
nsta
allazio
one 17
7

Equipaggiamento di
comunicazione, installazione
AV
VVISO
O
Le operazioni di installazione di tutte le attrezzature elettroniche
di comunicazione opzionali devono essere eseguite da tecnicci
esperti e in conformità con le istruzioni di Volvo Construction
Equipment.

Protezione contro l'interferenza elettromagnetica


Questa macchina è stata testata in conformità con la Direttiva UE
2014/30/UE che regola l'interferenza elettromagnetica. È
pertanto molto importante che tutti gli accessori elettronici non
approvati, ad esempio apparecchi di comunicazione, siano testati
prima dell'installazione e dell'uso, poiché essi potrebbero causare
interferenza con altri sistemi elettronici della macchina.

Liinee gu
uida
Le seguenti linee guida devono essere seguite durante
l'installazione:
La posizione dell'antenna deve essere scelta in modo da
assicurare un buon adattamento con l'area circostante.
Il cavo d'antenna deve essere di tipo coassiale. Controllare che
il cavo non sia danneggiato, che la guaina e la calza di massa
non siano divise presso le estremità, che la calza di massa
copra le fasciature metalliche d'estremità del connettore e
abbia un buon contatto galvanico con esse.
La superficie di accoppiamento tra la mensola di supporto
dell'antenna e la carrozzeria deve essere costituita da sezioni
metalliche pulite, con tutto lo sporco e l'ossido rimossi.
Proteggere le superfici di accoppiamento dalla corrosione
dopo l'installazione per preservare un buon contatto galvanico.
Ricordare di separare fisicamente i cavi interferenti e interferiti.
I cavi interferenti sono i cavi di alimentazione e il cavo
d'antenna dell'apparecchiatura di comunicazione. I cavi
interferiti sono quelli connessi ai dispositivi elettronici nella
macchina. Installare i cavi il più vicino possibile alla superfici di
lamiera metallica collegata a terra (a massa), poiché la lamiera
metallica ha un effetto schermante.
In
ntroduzio
one
18
8 Co
omponenti dii sic
currezza

Componenti di sicurezza
L'utilizzo di ricambi originali Volvo assicura la massima durata e
affidabilità della macchina e la massima sicurezza per la
macchina e l'operatore. Se non vengono utilizzate parti di
ricambio di qualità affidabile e appositamente costruite, potrebbe
venire compromesso il corretto funzionamento della macchina e
la salute e la sicurezza dell'operatore. Per ordinare parti di
ricambio, rivolgersi alla concessionaria Volvo e indicare il modello
e il numero di serie della macchina (codice PIN). Per informazioni
sull'ubicazione della targhetta recante il codice PIN, vedere la
sezione "Targhette prodotto".
La concessionaria Volvo dispone sempre di informazioni sulle
parti di ricambio che vengono aggiornate a intervalli regolari
tramite il sistema PROSIS.

Co
omponenti e pa
arti dii riicam
mbio dii sic
currezza
I componenti e le parti di ricambio di sicurezza della macchina
provvedono a garantire l'utilizzo sicuro della macchina.

Es
sem
mpi dii com
mponenti e pa
arti dii riicam
mbio dii sic
currezza
Dispositivi di protezione/ripari montati su parti rotanti e superfici
calde
Pannelli protettivi, corrimano, coperchi, scalini
Componenti che contribuiscono a ridurre la rumorosità e le
vibrazioni
Componenti che contribuiscono a migliorare la visibilità
dell'operatore
Sedile operatore completo, con cintura di sicurezza
Decalcomanie e targhette
Filtro della cabina
NOOTA!
Le parti di ricambio e i componenti di sicurezza della macchina
vanno rimontati, riparati o sostituiti immediatamente qualora
siano stati rimossi o danneggiati.
Quando subentra un nuovo operatore o proprietario della
macchina, è necessario segnalare immediatamente ogni
eventuale malfunzionamento o difetto delle parti di ricambio e dei
componenti di sicurezza e definire un piano di intervento.
Il manuale dell'operatore contiene altre importanti informazioni
sulle parti di ricambio e i componenti di sicurezza della macchina.
In
ntroduzio
one
Ta
arghette prrodotto 19
9

Targhette prodotto
Per mezzo delle targhette riportate di seguito è possibile identificare la macchina ed i relativi componenti. Fare
sempre riferimento a questi numeri in sede di ordinazione dei ricambi o per eventuali richieste.

10
4
3
1

6
9

V1149774

8
7
V1149775
In
ntroduzio
one
20 Ta
arghette prrodotto

1 Braccio 6 De
ecallcom
mania dii mo
otore e scarrico
Nome e indirizzo del costruttore, codice e numero Denominazione di tipo e codice del motore.
di serie del braccio. NOT TA!
Verificare il tipo di motore con il quale è equipaggiata
la macchina e seguire le istruzioni applicabili a tale
motore.
2 Ma
arcattura prrimaria 7 Asssalle an
nteriore
PIN della macchina (stampato sul lato sinistro). Nome e indirizzo del costruttore, codice dell'assale
anteriore.
3 Tarrghetta ad ddizioonale pe
er ta
arghetta prrodotto 8 Trrasmiissio
one
(ssollo pe
er ill Brrasille) Nome e indirizzo del costruttore, codice della
trasmissione.
4 Tarrghetta prrodotto 9 As
ssalle po
oste
eriore
Nome e indirizzo del costruttore, codice e numero Nome e indirizzo del costruttore, codice dell'assale
di serie della macchina. posteriore.
Peso della macchina1) (configurazione più comune
della macchina +10%), potenza motore, anno di
fabbricazione, anno di consegna.
NO
OTA!
Marchio CE per UE, marchio EAC per Russia e
nessun marchio per altri mercati.
5 Ca
abina 10
0 De
ecallcom
mania dii scarrico sup
pplementare
Nome e indirizzo del costruttore, codice, Designazione di tipo e codice del motore (più
designazione modello macchina, peso max facilmente accessibile rispetto alla decalcomania di
testato2) (per il quale è approvata la cabina secondo scarico ordinaria, che può essere nascosta).
il test ROPS), numero di serie cabina, numero e
certificato ROPS/FOPS. (La targhetta è situata
all'interno del montante in cabina).

1) Per il peso della macchina rilevante (dipendente da pneumatici, equipaggiamento e combinazioni di attrezzi),
vedere pag. 286.
2) Per il peso max totale della macchina, vedere pag. 281.
In
ntroduzio
one
In
nformazio
oni e ta
arghette dii avvverrtenza 21
1

Informazioni e targhette di
avvertenza
L'operatore deve sempre seguire le indicazioni riportate sulle
targhette/decalcomanie informative e di avvertimento presenti
sulla macchina. Non tutte le targhette/decalcomanie sono
apposte su tutte le macchine, in quanto dipendono dal mercato
e dal tipo di macchina.
Le targhette/decalcomanie devono sempre essere pulite e
leggibili. In caso di smarrimento o qualora non siano più leggibili,
devono essere sostituite immediatamente. Il numero di
particolare (ordine) è indicato sulle rispettive targhette/
decalcomanie e nel Catalogo Ricambi.

NOOTA!
Le decalcomanie di avvertimento per il mercato Nordamericano
riportano il testo "WARNING".
Introduzione
22 Informazioni e targhette di avvertenza

8
14
22
1

9 3
1 8 6 2
15 5 4

14
21 22
1 10

2 9
3 33 8 1
6 12 4 11 13 7
36

37

19

17
V1158559
16 18
6 4 6 6 6
In
ntroduzio
one
In
nformazio
oni e ta
arghette dii av
vverrtenza 23
3

V1160046

V1160044
16901339 16901162

1 Punto di sollevamento quando in 2 AVVERTENZA! Non camminare 3 AVVERTENZA! Pericolo di


sollevamento sotto l'attrezzo sollevato (numero di schiacciamento in caso di
particolare USA: 11027566) movimento del giunto di
articolazione della macchina
(numero di particolare USA:
13935000)

V1160045

16901361

4 AVVERTENZA! Impianto sotto 5 AVVERTENZA! Leggere il 6 Punti di ancoraggio


pressione (numero di particolare Manuale dell'operatore prima di nell'imbracatura
USA: 11301451) collegare i cavi di avviamento
(numero di particolare USA:
13935004)
V1160043

V1160054

V1160047
16897472
16901391 16901370

7 Scarico 8 AVVERTENZA! Superfici calde 9 AVVERTENZA! Ventola


(numero di particolare USA: rotante (numero di particolare
14531179) USA: 13935001)

11026729

V1118495

10 Livello di potenza acustica 11 Trasmissione - Leggere il 12 Sezionatore della batteria


all'esterno della macchina Manuale dell'operatore
In
ntroduzio
on e
24
4 In
nformazio
oni e ta
arghette dii av
vverrtenza

V1154714 16901531

16881462
V1096694

13 Rischio di danni alla macchina, 14 AVVERTENZA! Non salire su 15 Refrigerante R134a


vedere pagina 77 questa superficie (numero di
particolare USA: 11026072)
V1160050

16901400

16 AVVERTENZA! Macchina in 17 Decalcomania carburante (solo 17 Decalcomania carburante


retromarcia (numero di particolare USA) (solo UE)
USA: 11445435) Co
onte
enu
uto max
x dii ZO
OLFO: 15 pp
pm Conntenuto
o max
x dii ZO
OLFO: 10
pp
pm
V1160042

16897541

18 Forza massima sul dispositivo 19 Punto di rifornimento del


di traino - Leggere il Manuale carburante
dell'operatore
In
ntroduzio
on e
In
nformazio
oni e ta
arghette dii avvverrtenza 25
5
24, 25 23

20

21

V1108108

V1108104

15179776

V1095801

20 Punto di rifornimento dell'olio 21 Livello dell'olio idraulico 22 Fori per l'estinzione manuale
idraulico degli incendi
V1160102

16897616

23 Filtro dell'aria - Leggere il 24 Utilizzare il refrigerante Volvo 25 Refrigerante caldo


Manuale dell'operatore Coolant VCS - Leggere il Manuale
dell'operatore
In
ntroduzio
one
26
6 In
nformazio
oni e ta
arghette dii avvverrtenza

31

30
29 34
28 27 26 35

32

A B C
V1154715

A Parabrezza
B Finestrino laterale
C Finestrino posteriore
V1160053

16901619 16901396

26 AVVERTENZA! Verificare che 27 AVVERTENZA! Leggere prima il 28 Durante la guida su strade


l'attrezzo sia bloccato (numero di Manuale dell'operatore (numero di pubbliche, è vietato attivare il
particolare USA: 11111506) particolare USA: 13935003) sistema Comfort Drive Control
(CDC) - utilizzare il volante.
V1160052

16901527

29 AVVERTENZA! Campi 30 Divieto di saldatura e/o foratura 31 Uscita di emergenza


elettromagnetici (EMF) - Leggere della cabina
il Manuale dell'operatore
In
ntroduzio
one
In
nformazio
oni e ta
arghette dii avvverrtenza 27
7

V1127170
V1149539

32 Livello di pressione acustica in 33 AVVERTENZA! Apertura della 34 Panoramica dei comandi


cabina portiera tramite telecomando, della cabina
rischio di caduta (equipaggiamento
opzionale)

V1150665

V1150007

35 Funzioni per la leva singola 36 Livello olio trasmissione 37 Limite di velocità 20 km/h
(solo Germania)
Pa
annelli strrumentazio
one
28
8

Pannelli strumentazione
AVVERTENZA
Pericolo di gravi lesioni.
L'uso della macchina senza una competenza e conoscenza
approfondita del contenuto del Manuale dell'operatore può
comportarne la perdita di controllo con conseguente rischio di
gravi lesioni personali o morte.
Le
egg gere atttentamen nte ill Man nuale e de ell'operato
ore e fa amillia
arizzarre
con n le
e ta
arghe ette e i sim
mbo oli dii avverrtiimentto e le is
strruz
zion
ni per l''uso
prrim
ma dii uttilizzarre la
a macchin na.

Conservare il manuale nella cabina in modo da averlo sempre a


portata di mano.

Pa
annelli strrumentazio
one
1 Pannello anteriore (display Vedere 30
informazioni, commutatore, tastiera)
2 Pannello al tetto (climatizzazione) Vedere 88
3 Pannello montante cabina Vedere 57
(interruttori, accensione, acceleratore
manuale e presa elettrica da 12 V)
Pannelli strrumentazio
on e
29
9
4 Pannello posteriore (presa elettrica Vedere 65
da 24 V, quadretto di distribuzione
elettrica con fusibili e relè, presa per
strumento di assistenza)
5 Pannello di comando sistema Vedere 66
antincendio (equipaggiamento
opzionale)
Pa
annelli strrumentazio
one
30
0 Qu
uadro strrumenti, an
nteriore

Quadro strumenti, anteriore


Pannello strumentazione anteriore
4
3
5
2

1 6 7
V1132830

1 Freno stazionamento
2 Tastiera
3 Dispositivo separato di bloccaggio attrezzo
(opzionale)
4 Display informativo
5 Luci di emergenza
6 Riserva
7 Riserva

1 Fre
eno dii sta
azio
onamento
Funzione freno di stazionamento, vedere pagina 67.

V1102160

2 Tas
stiiera
Informazioni sulla tastiera, vedere pagina 40.

V1134987
Pa
annelli strrumentazio
one
Qu
uadro strrumenti, an
nteriore 31
1
3 Dispositivo separato di bloccaggio attrezzo
(opzionale)
NOTA!
Il sistema di sospensione del braccio deve essere disattivato
quando si controlla il funzionamento del dispositivo di bloccaggio
dell'attrezzo.

AV
VVERTENZA
V1137732 Pericolo di schiacciamento.
Qualora sia fissata in modo inadeguato, l'attrezzatura può cadere
con il rischio di gravi lesioni personali o morte.
Accerrtaarsi semmprre che l'atttrez
zzattura sia a fiissatta salldamentte
prrem
men ndoone la paarte
e an
nteriorre contrro il te
erreno fiinché é la macchina
a
noon si solllev
va le
eggeermen nte.
Questo dispositivo consente all'operatore di eseguire l'attacco e
lo stacco degli attrezzi dal sedile operatore, vedere a pag. 165.
Premere il pulsante rosso sulla parte superiore dell'interruttore
per aprire il blocco dell'attrezzo.
Premere la parte inferiore dell'interruttore per chiudere il blocco
dell'attrezzo.
NOTA!
Con interruttore inserito è possibile azionare
contemporaneamente le funzioni di inclinazione e di
sollevamento al fine di eseguire l'allineamento dell'attrezzo.
Il display visualizza un messaggio di avvertimento "Bloccaggio
attrezzo aperto". Eseguire l'attacco come da istruzioni a pag.
165.
4 Diispllay in
nformazio
on i
Un tempestivo intervento previene danni più gravi alla macchina.
Il display informativo deve essere tenuto d'occhio regolarmente
in modo da rilevare subito le informazioni su eventuali disfunzioni
che richiedano provvedimenti immediati. Affinché sia possibile
V1130966 controllare gli strumenti ed i comandi, il commutatore di
avviamento si deve trovare in posizione 1 (posizione di marcia).
Vedere la spiegazione dei simboli di seguito in questo manuale.

5 Lu
uci dii em
mergenza
Parte superiore dell'interruttore premuta = Si accendono tutti gli
indicatori di direzione della macchina e la spia nell'interruttore,
mentre la spia degli indicatori di direzione lampeggia
simultaneamente a questi ultimi. Il lampeggio d'emergenza può
essere attivato anche senza che il commutatore di accensione
sia inserito.

6 Riiserrva
7 Riiserrva
Pa
annelli strrumentazio
one
32
2 Qu
uadro strrumenti, an
nteriore
Display informativo

3 4 5 6 7 8
9
2

1 10

V1130958

11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25

1 Livello AdBlue®/DEF 14 Lampeggiatore rotante di avvertimento (gialla)


2 Tachimetro 15 Illuminazione di lavoro (gialla)
3 Display 16 Freno di stazionamento inserito (rossa)
4 Indicatore di direzione sinistro (verde) 17 Pressione olio motore bassa (rossa)
5 Spia centrale (rossa) 18 Carica batteria (rossa)
6 Spia di avvertimento centralizzata (gialla) 19 AdBlue®/DEF, avvertimento (giallo)
7 Simbolo informativo (blu) 20 Rigenerazione richiesta (ambra)
8 Indicatore di direzione destro (verde) 21 Temperatura elevata dei gas di scarico durante
la rigenerazione (ambra)
9 Contagiri 22 Bloccaggio differenziale inserito (verde)
10 Temperatura olio trasmissione 23 Sistema di sospensione del braccio attivato
(verde)
11 Basso livello di carburante (giallo) 24 Funzione sterzo a leva attivata (verde)
12 Livello carburante 25 Temp. refrigerante
13 Luci abbaglianti (blu)
Pannelli strrumentazio
one
Qu
uadro strrumenti, an
nteriore 33
3

1 Livello AdBlue®/DEF
Quando la freccia dell'indicatore mostra che il serbatoio
è vuoto, si accende la spia di avvertimento a sinistra
dell'indicatore e se il livello scende ulteriormente, viene
visualizzato un apposito messaggio sul display.
Rabboccare al più presto l'AdBlue®/DEF, per istruzioni
vedere 231.

V1132171

2 Ta achimettro
Il tachimetro mostra la velocità effettiva della macchina
ed è graduato da 0 a 60 km/h (0 - 37,5 mph).

V1135088

3 Diispllay
Sul display vengono visualizzati, oltre ai messaggi di
allarme, anche la sequenza di avviamento, le
informazioni di marcia e le impostazioni, vedere a pag.
37.

12:58
o
32 l/h Fl L -15 C

V1132167

4 In
ndicato
ore dii diirez
zionee siniistrro (verrde)
La spia lampeggia quando la leva viene portata in avanti,
vedere pagina 67. Il lampeggio irregolare indica che la
lampadina è difettosa e deve essere sostituita.
5 Spiia di avvertiimento o cenntrale (rossa)
La spia lampeggia in caso di valori anomali o guasti. Un
messaggio di allarme viene visualizzato sul display. Il
cicalino suona finché non si interviene debitamente.
V1137747
NOOTA!
Portare la macchina in un luogo sicuro.
6 Sppia di av
vverrtiimen
nto centrrallizzatta (giialla)
La spia lampeggia quando qualche funzione è attivata/
disattivata o quando qualche funzione deve essere
tenuta sotto controllo (p.es. filtro intasato). Un
messaggio d'allarme viene visualizzato sul display.
7 Siimbollo in
nformattivo (bllu)
Indica un'anomalia. Un messaggio di allarme viene
visualizzato per 7 secondi sul display. Il cicalino si attiva
per due volte.
Pa
annelli strrumentazio
one
34
4 Qu
uadro strrumenti, an
nteriore
8 Indicatore di direzione destro (verde)
La spia lampeggia quando la leva viene portata
all'indietro, vedere pagina 67. Il lampeggio irregolare
indica che la lampadina è difettosa e deve essere
sostituita.
9 Co onttagiri
Il contagiri mostra il regime motore corrente (g/min).
Esso è suddiviso a partire da 0 fino a 2.500 g/min (25
tacche per 25 x 100 giri/min, ossia 2.500 giri/min).

V1135089

100 Te
emperrattura ollio
o trras
smissio
one
La spia di avvertimento si accende se la lancetta entra
nel campo rosso e, come misura preventiva, viene
limitato il regime motore.
Spegnere la macchina e verificare la causa. Se viene
selezionata una marcia direzionale, si attiva il cicalino e
viene visualizzato un messaggio di allarme sul display.

111, 12 Liivelllo carburan


nte
Quando la freccia indica che il serbatoio è quasi vuoto,
si accende la spia di avvertimento a sinistra
dell'indicatore e appare un apposito messaggio sul
display. Per evitare l'ingresso di aria nell'impianto, fare
rifornimento il più presto possibile. In caso di
esaurimento del carburante nel serbatoio è necessario
sfiatare l'impianto di alimentazione, vedere 233.

133 Luc
ci abbbaggliantii (blu))
La spia si illumina quando le luci abbaglianti sono
inserite, vedere pagina 67.

14
4 Lammpeeggiattore rottante dii av
vverrtiimen
nto
o (gia
allla))
La spia si accende quando è attivato il lampeggiatore
rotante di avvertimento. Vedere pagina 98.

15
5 Illlum
min
nazioone
e di lav
vorro (giialla)
La spia si illumina quando l'illuminazione di lavoro è
attivata, vedere pagina 98.

166 Frrenno dii sta


azio
onam
mento
o in
nseritto (rossa)
La spia indica che il freno di stazionamento è inserito.
Il cicalino suona e sul display viene visualizzato un
messaggio di allarme, se il selettore di direzione è
innestato.
Pa
annelli strrumentazio
one
Qu
uadro strrumenti, an
nteriore 35
5
17 Pressione dell'olio motore insufficiente (spia rossa)

V1091766
AV
VVISO
O
Rischio di danni alla macchina.
L'accensione della spia di avvertimento e del cicalino
può indicare un'avaria grave.
Fermare immediatamente la macchina e localizzzare la
causa del segnale.
S'illumina quando la pressione dell'olio motore è troppo
bassa.
188 Caarica ba
atteriaa (rossa)
Se la spia si illumina durante la marcia, la disfunzione va
riparata, altrimenti le batterie possono rimanere
danneggiate.
19 AdB Blue®//DEF F, avvertiimento o (gia allo)
La spia è permanentemente accesa nei seguenti casi:
livello basso, qualità scarsa, dosaggio incorretto di
V1135402
AdBlue®/DEF. La spia inizia a lampeggiare quando
viene rilevata una situazione di avvertenza di livello
superiore.
200 Riigennerazzio
one ricchiies
sta
a (giialllo)
La spia indicatrice si accende quando il filtro
V1083505 antiparticolato è pieno e deve essere rigenerato, vedere
pag. 122.
211 Teemperratuura elevata a de
ei gaas dii scarricco durrante
e la
a
rig
gene eraz
zion
ne (ammbrra))

AT
TTENZIONE
V1091802

Rischio di incendio.
La temperatura di scarico aumenta oltre il normale
durante la rigenerazione.
Accerta arsi chee la maccchin
na si trrov
vi in
n un
n lu
uogo sic
curo
durrantte la rig
generazzio
one
e.
La spia indicatrice si accende quando è in corso la
rigenerazione del filtro antiparticolato e indica che la
temperatura dei gas di scarico al tubo di scarico è
superiore al normale. Non spegnere il motore finché è
accesa questa spia.
222 Blloc
ccag
ggiio diifferen
nzia
ale
e in
nserrito
o (verrde
e)
La spia si accende quando è inserito il bloccaggio del
differenziale. L'interruttore a pedale per il bloccaggio del
differenziale è situato sul pavimento, a sinistra del
piantone dello sterzo.
233 Siiste
ema dii sospen nsio
one dell brraccioo atttivatto (verrde
e)
La spia indica che il sistema sospensione braccio è
attivato ed è illuminata a luce costante.
Pa
annelli strrumentazio
one
36
6 Qu
uadro strrumenti, an
nteriore
24 Funzione sterzo a leva attivata (verde)
La spia si accende quando la funzione sterzo a leva
(CDC) è attivata. In questo caso è possibile sterzare e
cambiare marcia utilizzando i comandi disponibili sul
bracciolo a sinistra del sedile dell'operatore. Quando la
velocità supera 20 km/h (12,4 mph), la spia comincia a
lampeggiare.
NOT TA!
Il selettore marce standard deve essere in folle.
Altre istruzioni, vedere 117.
255 Teemp. reffrig
gerante
e
La spia di avvertimento si accende se la lancetta entra
nel campo rosso e, come misura preventiva, viene
limitato il regime motore.
Se la lancetta dell'indicatore va nel campo rosso la spia
di avvertimento a destra dell'indicatore si illumina.
Lasciare che il motore giri al minimo per alcuni minuti.
Se la lancetta rimane in campo rosso arrestare il motore
e ricercarne la causa.
Il cicalino suona se il selettore di direzione è innestato e
sul display vene visualizzato un messaggio di allarme.
Pa
annelli strrumentazio
one
Diispllay 37
7

Display
Il display visualizza le informazioni di funzionamento attuale, i
messaggi del veicolo e i messaggi di allarme. L'operatore può
inoltre ottenere informazioni sullo stato della macchina ed
effettuare le impostazioni con la tastiera sul cruscotto anteriore.
Nel momento in cui l'interruttore principale viene acceso, le ore
macchina accumulate vengono visualizzate per 3 minuti sull'unità
del display informativo. Le ore macchina vengono anche
visualizzate per 3 minuti dopo lo spegnimento del veicolo.
Quando l'accensione viene portata in posizione 1, si avvia
l'elettronica e inizia il test delle luci di controllo. Tutte le luci di
controllo si accendono per due secondi, i puntatori dei misuratori
si spostano per indicare il valore corretto di temperatura e livello
del combustibile. Il display di avvio viene visualizzato sull'unità del
display informativo con il logo Volvo che gira. Questa sequenza
occupa qualche secondo, poi i componenti elettronici sono pronti
per avviare il motore e si può portare la chiave in posizione avvio
(posizione 2).
Se la macchina è dotata di antifurto, il display mostrerà la richiesta
di inserimento del codice, vedere pagina 55. Dopo aver inserito
il codice corretto, si avvia il programma di prova.

Vide
eata Infformazio
oni sull fun
nzio
onamento
Quando viene avviato il motore e la macchina si trova nella
modalità di funzionamento normale, sul display appare la
schermata operativa. Sono previste tre versioni della schermata
operativa: schermata operativa 1, schermata operativa 2 e
schermata operativa 3. Quando viene avviata la macchina appare
sempre la schermata operativa che era visualizzata l'ultima volta
che è stata spenta l'elettronica. Quando la macchina viene
avviata per la prima volta, viene invece visualizzata la schermata
operativa 1.
Per passare da una versione all'altra della schermata operativa,
utilizzare i tasti freccia.
1 2 3 Sc
che
ermata op
perativa 1
I simboli nella schermata operativa 1 mostrano quanto segue:
1 Consumo di carburante in litri all'ora (consumo medio)
2 Orologio digitale
3 Quando è visualizzata la schermata operativa 1, è possibile

12:58 utilizzare il tasto con la freccia verso il basso sulla tastiera del
display informativo (vedere pagina 40) per selezionare la
schermata operativa 2.
4 Pre-riscaldamento o post-riscaldamento del motore attivato
5 Acceleratore manuale attivato
o
32 l/h Fl L
APS
-15 C 6 Simbolo indicante che è possibile spegnere il motore
7 Marcia inserita
OK
8 Temp. amb.
9 Informazione disponibile per recupero, utilizzare tasto con
4 5 6 7 8 9 10 questo simbolo
V1143160 10 Messaggio veicolo disponibile per recupero, utilizzare tasto
Schermata operativa 1 con questo simbolo
Se qualche informazione manca o non appare, viene mostrato -
- -.
Pa
annelli strrumentazio
one
38
8 Diispllay
1 Schermata operativa 2
12:58 Nella schermata operativa 2, oltre alle stesse informazioni che
appaiono nella schermata operativa 1 vengono anche
visualizzate le seguenti informazioni:
1 Applicazione del gas (accelerazione)
2 Programma di cambio APS
Quando è visualizzata questa schermata operativa, selezionare
il tasto con la freccia verso l'alto per passare alla schermata
o
operativa 1 oppure con la freccia verso il basso per passare alla
32 l/h Fl L
APS
-15 C schermata operativa 3.
OK Se qualche informazione manca o non appare, viene mostrato -
- -.
2 V1150356

Schermata operativa 2

Spieg
gazio
one della
a sche
ermatta prreced
dente (schermata
a op
perratiiva
F1 F2 G1 G2 G3 G5 2)
l2 H1
l1 P

V1135405

Applicazione del gas (accelerazione)


Segmento l1 l2 F1 F2 G1 G2 G3 G5 H1 P
Colore Blu scuro Blu chiaro Verde Giallo Arancion
e
Intervallo Minimo Minimo Modalità ECO Modalità Modalità
operativo elevato alimenta alimenta
zione zione
Pa
annelli strrumentazio
one
Diispllay 39
9
12:58 Schermata operativa 3
La schermata operativa 3 mostra un pala gommata. Questa
schermata mostra ad es. se è attivato il disinserimento della
trasmissione e consente all'operatore di verificare velocemente
quali funzioni sono attivate (simboli bianchi) e quali funzioni sono
inserite (simboli verdi).
ECO
Funzione attivata (simbolo bianco): la funzione è attivata e può
o
essere utilizzata dalla macchina (ma non è inserita).
32 l/h Fl L
APS -15 C Funzione inserita (simbolo verde): la funzione è attivata e
attualmente è utilizzata (inserita) dalla macchina.
OK

V1143281

Schermata operativa 3 (qui sono mostrate tutte le


funzioni)

Bloc
cco atttrez
zzo
12:58
Il blocco dell'attrezzo prevede due posizioni:
- Benna rossa = blocco dell'attrezzo aperto
- Benna neutra = blocco dell'attrezzo chiuso

o
32 l/h Fl L
APS -15 C
OK

V1136540

Siste
ema di sos spe
ensio
one de
el brrac
ccio
o (BSS)) dip
pendente
e da
alla
12:58
marrcia ins
seritta
- Icona bianca = il sistema di sospensione del braccio (BSS)
dipendente dalla marcia innestata è attivato
- Icona verde = il sistema di sospensione del braccio (BSS)
dipendente dalla marcia innestata è inserito

o
32 l/h Fl L
APS -15 C
OK

V1136541

Sisteema di sos
spe
ensioone de
el brrac
ccio
o (BSS)) dip
pendente
e da
alla
12:58
vellocittà
- Icona bianca = il sistema di sospensione del braccio
dipendente dalla velocità è attivato
- Icona verde = il sistema di sospensione del braccio (BSS)
dipendente dalla velocità è inserito

o
32 l/h Fl L
APS -15 C
OK

V1136542
Pa
annelli strrumentazio
one
40
0 Diispllay
Posizione flottante
12:58
La modalità flottante prevede due posizioni:
- Icona bianca = la modalità flottante è attivata
- Icona verde = la modalità flottante è inserita

o
32 l/h Fl L
APS -15 C
OK

V1136543

Blo
occo diffferen
nz.
12:58
- Simbolo evidenziato in giallo = bloccaggio del differenziale
attivato

o
32 l/h Fl L
APS -15 C
OK

V1136565

Blo
occagggio de
elle lev
ve di comand
do
12:58
- Simbolo bianco = la leva di bloccaggio dei comandi è attivata
(e impedisce l'attivazione accidentale delle funzioni idrauliche
della leva di comando)

o
32 l/h Fl L
APS -15 C
OK

V1136566

Diisins
serimen
nto dellla trras
smission
ne
12:58
Il disinserimento della trasmissione prevede cinque posizioni
differenti (OFF, 1, 2, 3, 4), che rappresentano la forza che
l'operatore deve esercitare sul pedale dei freni per disinserire la
2 trasmissione. La posizione selezionata appare sul display
insieme a un numero (vedere figura).
- Simbolo bianco = disinserimento della trasmissione attivato
- Simbolo verde = disinserimento della trasmissione inserito
o
32 l/h Fl L
APS -15 C
OK

V1136567

Tastiierra diispllay
y
Utilizzando la tastiera, l'operatore può accedere alle informazioni
sullo stato e sulle impostazioni della macchina.
È possibile cambiare videata solamente se la velocità della
macchina è inferiore a 20 km/h (12,4 mph).
Pa
annelli strrumentazio
one
Diispllay 41
1

V1134987
Pa
annelli strrumentazio
one
42
2 Diispllay

Motore Cambio Idraulica


1 2 3

V1069847
V1134988

Assali / Frrenii Im
mpiiantto ele
ettrico In
nformaz
zion
ni veiicolo
o
4 5 6

V1069848

Mes
ssag
ggi veicollo Manu
utenzio
one Im
mpo
osta
azio
onii
7 8 9

V1134989

In
nformaz
zio
oni ciclo
0

Il tasto SELECT si utilizza anche per ottenere maggiori informazioni sui messaggi informativi o di controllo
visualizzati sul display.
L'ultimo numero a destra di ogni tasto corrisponde al numero che deve essere inserito per effettuare le varie
impostazioni, ad es. la data. Sulle macchine dotate di antifurto, questi numeri si utilizzano anche per inserire il
codice.

In
nformazion
ni
Le informazioni sullo stato/condizione della macchina si
ottengono premendo il tasto (0-9) corrispondente sulla tastiera.
Per ogni tasto esiste una serie di menu e sottomenu.
Le impostazioni possono essere eseguite nei sottomenu.
Per spostarsi tra i menu, prem
merre frreccia giù o su sullla ta
astiiera.
Le impostazioni possono essere eseguite quando è presente una
freccia rivolta a destra.
Premere il tasto SELECT per accedere a un sottomenu.
Per tornare indietro, premere il tasto ESC.

V1134987

1 Motore
2 Trasmissione
3 Impianto idraulico
4 Assali
5 Impianto elettrico
6 Informazioni sulla macchina
7 Messaggio
8 Manutenzione
9 Impostazioni
10 Informazioni ciclo
Pa
annelli strrumentazio
on e
Diispllay 43
3

MOTORE

Temperatura refrigerante Mostra la temperatura del refrigerante.

V1155467
Elevata

Oiil prressurre Mostra la pressione dell'olio.

V1155597 Basso

Oiil levell (Liiv ollio mott) Mostra il livello dell'olio del motore.
Basso
Normal (Normale)
V1155636 Basso Normal
(Normale) NO
OTA!
Si può effettuare la lettura solo col motore spento.

Fiiltrro arria
a Mostra lo stato del filtro dell'aria del motore.
NO
OTA!
Normal Intasato Se il filtro è intasato, appare un messaggio di allarme
V1155637

(Normale)

Te
empe
eratu
ura ollio Mostra la temperatura dell'olio del motore.

V1155639
Elevata

Regiime moto
ore Mostra il regime motore attuale.

XX
XX giiri/m
min
n
V1155642

La
avoro all min
nimo Mostra l'impostazione corrente per giri/min al minimo durante
un'interruzione del lavoro (arresto automatico del motore fino al minimo)
(sottomenu disponibile).
Offf (OF
FF)
V1155642
Pa
annelli strrumentazio
one
44
4 Diispllay

Selez. Minimo Il motore funzionerà al numero di giri/min selezionato al minimo durante


un'interruzione del lavoro (arresto automatico del motore fino al minimo)
quando:
V1155642 - è attivata la funzione sterzo a leva CDC (Comfort Drive Control)
- è selezionata una marcia
Offf (OF
FF) - è attivato l'acceleratore
Il numero di giri/min al minimo durante una pausa del lavoro (arresto
70
00 — 100
00 automatico del motore al minimo) deve essere adattato al tipo di utilizzo
della macchina e alla velocità della risposta idraulica desiderata. Un
maggior numero di giri/min al minimo durante il lavoro (arresto
automatico del motore al minimo) indica una risposta più veloce delle
funzioni idrauliche, ma anche un maggior consumo di carburante.

Spostarsi con i tasti freccia e premere SELECT.


- Off: la funzione è attivata (è selezionato un numero di giri/min minimo
di base del motore).
- 700 — 1000 giri/min: numero di giri/min minimo durante un'interruzione
del lavoro (arresto automatico del motore fino al minimo) può essere
impostato da 700 a 1000 giri/min (in intervalli di 50 giri/min).
Premere ESC per ritornare ai menu precedenti.
NOTTA!
Se non sono attivati la funzione sterzo a leva (CDC), i comandi di
azionamento delle funzioni idrauliche, marcia o acceleratore, il motore
va a un numero di giri/min minimo di base dopo 5–6 secondi.

Riigeneraz
zione
e Mostra l'impostazione attuale.
Premere SELECT per accedere a un sottomenu dove eseguire la nuova
impostazione.
Sto
op (In
nte
errom
mpi))
V1155860
NOTTA!
È possibile accedere al menu solo alle scadenze di 500 ±50 ore, 1000
±50 ore, 1500 ±50 ore, ecc.

L'impostazione per la rigenerazione viene eseguita in questo sottomenu.


Sto
op (In
nterrompi) Spostarsi con i tasti freccia e premere SELECT.

Sta
art (Avvvia))

Re
egeneratiion mod de Mostra l'impostazione attuale.
(Mod
dalità dii rige
ene
eraz
zion
ne)) Premere SELECT per accedere a un sottomenu dove eseguire la nuova
impostazione.
Man
nual (Manua
ale
e)
V1155860

L'impostazione per la rigenerazione viene eseguita in questo sottomenu.


Man
nual (Man
nua
ale)) Spostarsi con i tasti freccia e premere SELECT.

Auttomattic (Auttomatiica)

Ven
ntola rev
verrs. Mostra l'impostazione attuale.
Premere SELECT per accedere a un sottomenu dove eseguire la nuova
Man
nual (Man
nua
ale)) impostazione.
V1155865
Pa
annelli strrumentazio
on e
Diispllay 45
5

Spostarsi con i tasti freccia e premere SELECT.


Breve Per consentire l'inversione di direzione della ventola di raffreddamento,
è importante notare che devono essere soddisfatte le seguenti
Lu
ungo condizioni:
- la temperatura dell'olio idraulico deve essere maggiore di 0 °C (32 °F)
- il climatizzatore non deve richiedere un maggiore fabbisogno di
Manuall (Manu
ualle) raffreddamento
- la temperatura di sovralimentazione non deve essere troppo elevata
- la ventola di raffreddamento non deve funzionare a un numero di
OF
FF
giri/min elevato per effetto del freno motore

Ve
ento
ola revers. Mostra l'impostazione attuale, Off, o la durata dell'intervallo in minuti.
Premere SELECT per accedere a un sottomenu dove eseguire la nuova
Offf (OF
FF) impostazione.
V1155865

Spostarsi con i tasti freccia e premere SELECT.


Offf (OF
FF) Per l'inversione manuale, selezionare Inverte e la ventola di
raffreddamento inizia ad andare all'indietro. Si ferma automaticamente.
In
nverte
e

TR
RASMIS
SSIO
ONE
V1155914

Fiiltrro ollio Mostra se il filtro dell'olio della trasmissione è normale. Viene


visualizzato un messaggio di allarme in caso di intasamento.

Normal Intasato
V1155195 (Normale)

Disin
ns. trrasm. Mostra la selezione corrente per il disinserimento della trasmissione.
Per effettuare una nuova selezione, premere SELECT, spostarsi con la
OF
FF freccia fino all'opzione desiderata quindi premere SELECT.
V1155196

OF
FF

AP
PS Mostra l'opzione selezionata per il cambio automatico (APS).
Per effettuare una nuova selezione, premere SELECT, spostarsi con la
APS freccia fino all'opzione desiderata quindi premere SELECT.
Au
uto
o
V1176539
Pa
annelli strrumentazio
one
46
6 Diispllay

Light

Medio

Heavy

Auto

IMPIANTO IDRAULICO
V11551202

Oil temperature (Temp. olio) Mostra la temperatura attuale dell'olio idraulico.

Elevata
V1155932

Liivelllo ollio Mostra il livello attuale dell'olio idraulico.

Basso Normale
V1155198

V1151203
ASSA
ALI//FRENI

Te
emp. ollio as
ssalle an
nt. Mostra la temperatura dell'olio nell'assale anteriore.

Elevata

Te
emp. ollio as
ss. pos
s. Mostra la temperatura dell'olio nell'assale posteriore.

Elevata

IM
MPIA
ANTO
O EL
LETTRIC
CO
V1155956

Te
ensio
one
e Mostra la tensione delle batterie.

V1155956 Basso Elevata

IN
NFORMAZIIONI SU
ULLA
A MACCH
HINA
V11551202

Moddel (Mode
ello) Mostra il modello della macchina.
LX
XXX
Nu
umero di serrie
e Mostra il numero di serie (numero di fabbricazione).
LX
XXXXXXXXX XXX XX
Pa
annelli strrumentazio
on e
Diispllay 47
7
Ore macchina Mostra le ore macchina.
XX h
Te
empo Mostra le ore macchina.
XX:X
XX
Data
a Mostra la data attuale.
AAAAMMGG
G

MES
SSAGG
GI VEIC
COL
LO
V1155958

Ve
ehicle messsage
es (Messaggii Mostra i messaggi macchina attuali.
V1155958 veiicollo)

MAN
NUTE
ENZ
ZIONE

Mostra l'impostazione attuale.


Prros
ssimo ta
aglliand
do Premere SELECT per accedere a un sottomenu con più informazioni.

Te
empo
o rim. Mostra le ore di funzionamento rimanenti fino alla manutenzione
XX
Xh successiva.
In
ntervall (In
ntervalllo) Mostra l'intervallo di tempo per la manutenzione successiva.
XXXX h

Premere SELECT per accedere a un sottomenu dove viene mostrata


Lu
ubr. centtrallizzata
a l'impostazione attuale.

Mostra l'impostazione attuale.


Liight Premere SELECT per accedere a un sottomenu dove viene mostrata
l'impostazione attuale.

In
nterv.

Spostarsi con i tasti freccia e premere SELECT.


Liight

Normalle

Heav
vy

IM
MPOS
STA
AZIONI
V1155205
Pa
annelli strrumentazio
one
48
8 Diispllay

Premere SELECT per accedere ai seguenti sottomenu:


Ora impostata, Data impostata, Time format (Formato ora) e Date format
Ora / data (Formato data).

Quindi premere SELECT per impostarli.


La
anguage
e (Ling
gua
a) Premere SELECT per cambiare lingua.
Un
nits (Un
nità
à) Premere SELECT per cambiare unità.
Diispllay in
nte
ensitty Premere SELECT per regolare l'intensità luminosa del display.
Illlum. ta
ast.. Premere SELECT per regolare la luminosità della tastiera.

DA
ATII OP
PERAT
TIVI
Op
perratiiona
al Da
ata

Te
empo fu
unz. Visualizzato in ore e minuti.
XX::XX
Diista
anza Visualizzato in chilometri / miglia.
XXX XXX.XX km / mig
glia
Cy
ycles Visualizzato in numero di cicli.
XXXX
Co
onsumo med dio Visualizzato in litri / galloni per ora.
X.X
X l/h
h / gp
ph
Co
onsumo to ota
ale Visualizzato in litri / galloni.
XXXX l / ga
al
Co
onsumo im mm. Visualizzato in litri / galloni per ora.
X.X
X l/h
h / gp
ph
In questo menu si possono effettuare le operazioni seguenti:
Azzera tutto
Azzera distanza
Re
esetttare
Azzera ciclo
Azz. carb. e tempo
Non azzerare

Im
mposta
azion
ni
Attraverso il tasto SETUP è possibile accedere ai seguenti menu:
- Data
- Tempo
- Lingua
- Unità
- Form. ora
- Form. data
- Display
- Intensità
Per eseguire un'impostazione, procedere come indicato di
seguito:
1 Premere IMPOSTAZIONI.
2 Utilizzando i tasti FRECCIA SU/FRECCIA GIÙ selezionare il
menu desiderato.
3 Premere SELECT.
- Per digitare i valori, utilizzare la tastiera.
Pa
annelli strrumentazio
on e
Diispllay 49
9
- Per scorrere i valori, utilizzare i tasti FRECCIA SU/FRECCIA
GIÙ.
- Il tasto SELECT consente di selezionare un'opzione e
confermare un'operazione.
4 Premere ESC per confermare e ritornare ad Impostazioni.
5 Premere ESC per tornare alla schermata operativa.

Testii dii alllarrme


Le informazioni per l'operatore sono visualizzate sul display sotto
forma di messaggi di allarme e sono suddivise in tre classi:
Avvertimento, Controllo e Informazioni. Per tutte le classi di
allarme vale la regola che se la macchina procede ad una velocità
superiore a 20 km/h (12,4 mph), il messaggio di allarme viene
visualizzato per tre secondi, alternandosi con la visualizzazione
della schermata precedente per tre secondi. L'alternanza fra
schermata e messaggio di allarme continua finché il guasto non
è stato riparato oppure non è stato raggiunto il numero
programmato di comparse del messaggio di allarme.
In
nformazio
oni
- Viene visualizzato il simbolo di informazione.
- Il cicalino suona due volte.
- Il messaggio di allarme viene visualizzato per sette secondi,
per passare poi alla schermata operativa.
- Riparare il guasto o contattare un'officina autorizzata Volvo per
informazioni.

Mo
otore
In
nformaz
zio
onii In
nformazio
oni
Poot. rafffr. rido
ottta ESCC pe
er inte
err.
Co
ontrolla
are radiiatore Sp
pegnimento
o moto
ore au utomattico

Riigen. no
on rich. So
ostiituzion
ne DPF
F immin
nente
e

Tra
asmiissio
one
In
nformazioni In
nformaz
zio
oni
Se
eletttore marce no
on in fo
olle Ra
allenttare prim
ma dii scallarre

Veelocittà veiicolo
o trrop
ppo Ab
buso frriz
zio
one trrasmis
ssion
ne
allta pe
er marcia a atttuale

Im
mpianto ste
erzan
nte
In
nfo
ormaz
zio
oni In
nfo
ormaz
zionii
Grrup
ppo leve diisatttivato
o Grrupp
po le
eve noon atttivato
o
CDC atttivatto CD
DC atttivatto
Pa
annelli strrumentazio
one
50
0 Diispllay
Altro
Informazioni Informazioni
Basso livello lavavetro(1) Basso livello lubrificante
Controll. pross. fermata

Controllo
- Viene visualizzato il simbolo di avvertimento centrale giallo.
- Il cicalino suona quattro volte
- Premere SELECT per maggiori informazioni sul guasto.
- Il messaggio di allarme è visualizzato fino ad avvenuta
conferma, premendo ESC.
- Riparare il guasto o contattare un'officina autorizzata Volvo per
informazioni.

Mo
otore
Con
ntrolllare Co
ontrrolllare
Gu
uas
sto
o moto
ore Gu
uas
sto
o prreriscald
datore

Gu
uasto
o sis
ste
ema ven
nto
ola Gu
uasto
o in
nverrsio
one vento
ola

Se
ensore livello carrbu
urante
e Ba
asso liivelllo carbu
urantte

Accelerrato
ore man
nua
ale
e fu
uori uso Ele
ev. te
emp. mottorino o avvv.
Riiprov
varre frra 5 minu
uti

Ellevatta te
empe erattura Ellev
vatta te
emperratu
ura oliio mottore
Moto ore

Gu
uas
sto
o imp. in
niezio
one Accqu
ua ne
el carrbu
uran
nte
e
Svuott. vasch.

Errore sis
ste
ema em
mis
ssio
oni Spe
egn
nimen
nto prrematturo tu
urbo

Pos
ssibiile pe
erdiita
a carrburan
nte Fiiltro carrbu
uran
nte inttasatto

Sen
nsorre liivelllo ollio moto
ore Fiiltro aria
a in
nta
asatto
Pu uliire o sos
stiituirre

Altta te
emp.. reffrig.. Fu
unz. moto
ore rid
dotta Riigen. impoossib bile
Siiste
ema diife
ett.

Rigene
erazioone an
nnu
ullatta Avvvia
a rige
eneraz.
De
epott. im
mmin
nente Rig
gen. paarch.. pos
ssib
bile

Rigene
erazio
one an
nnu
ullatta La
asciarre pa
arch. maccchin
na
Riigenerraz
zio
one
e in
n corso

1.. Il con
ntro
ollo de
el livelllo
o avvvien
ne con
ntinu
uativvam
mente du
urante l''eserrcizzio
o.
Pannelli strumentazione
Display 51
Parch. imm. Parch. macchina
Rig. parch. rich. Rigenerazione richiesta con freno inserito
Depot. attivato

Rabb. AdBlue / Rabb. DEF Rabb. AdBlue / Rabb. DEF


AdBlue esaurito / DEF esaurito AdBlue esaurito / DEF esauritto
Depot. compl. att. Depot. attivato

Sostituire AdBlue / Sostituire DEF Sostituire AdBlue / Sostituire DEF


AdBlue tipo err. / Wrong DEF quality AdBlue tipo err. / Wrong DEF qualitty
Italian Depot. attivato

Sostituire AdBlue / Sostituire DEF Parch. sicuro


AdBlue tipo err. / Wrong DEF quality AdBlue esaurito / DEF esauritto
Depot. compl. att. Depot. compl. imm.

Parch. sicuro Contr. sist. SCR


AdBlue tipo err. / Wrong DEF quality Sistema SCR dif.
Depot. compl. imm.

Contr. sist. SCR Contr. sist. SCR


Sistema SCR dif. Sistema SCR dif.
Italian Depot. attivato

Parch. sicuro Contr. sist. SCR


Sistema SCR dif. Sistema SCR dif.
Depot. compl. imm. Depot. compl. att.

Piena pot. mot. Interruttore rigenerazione


Temporan. ripris.

INS. FRENO STAZ. Rigen. annullata


Rigenerazione richiesta Depot. attivato

CONT. OPERAZIONE
Bassa temperatura
Rigenerazione immediata

Impianto elettrico
Controllare Controllare
Elevata tensione impianto Bassa tensione impianto

ECC fuori uso Guasto relè

Guasto servo elettrico Guasto batteria

Trasmissione
Controllare Controllare
Transmission Sensor Sensore temperatura olio trasmissione

Sensore pressione olio trasmissione Basso livello olio trasmissione


Pa
annelli strrumentazio
one
52
2 Diispllay
Sensore filtro olio trasmissione Filtro olio trasmissione Intasato

Guasto CDC sel. marce Guasto sel. marce F/N/R


Controll. pross. fermata Controll. pross. fermata

Guasto sel. marce F/R Guasto sel. marce


Controll. pross. fermata Controll. pross. fermata

Funzione cambio ridotta

Assali
Controllare Controllare
Guasto assali Sensore temperatura olio assale

Guasto bloccaggio differenziale Alta temp. olio assale

Olio assale anteriore aumento temperatura Olio assale posteriore aumento temperatura

Freni
Controllare Controllare
Guasto impianto frenante Guasto freno staz.

Test freno staz.


Active (Attivo)

Impianto sterzante
Controllare Controllare
Guasto sterzo riserva Guasto sterzo riserva

Errore CDC

Idraulica
Controllare Controllare
Guasto impianto idraulico Bloccaggio attrezzo

Controll. blocc. attrezzo e confermare (1) Gu


uasto
o sis
st.. sos
s. brraccio

Sensorre te
emperrattura id
draulica Se
ensorre prres
ss. LS

Po
ompa id
drau
ulica

1. Confermare tramite SELECT.


Pa
annelli strrumentazio
one
Diispllay 53
3
Altro
Controllare Controllare
Network ECU Comunicazione interrotta dotta (1)
Network ECU Comunicazione rid

Errorre pa
aramettro Gu
uasto
o lub
brifiicaz
zio
one cen
ntrallizzatta

Gu
uas
sto
o te
ergicris
sta
allo Gu
uasto
o te
ergiilunotto

Sensorre ped
dalle accelerato
ore Sen
nsore te
empe
eratu
ura am
mbientte

In
ntervallo prross. ta
agliando Diif.. non
n identiif..

Frreno
o moto
ore rid
dotto Mis
ssin
ng Piict

Ciircuiito allarrme Rettrom


marrcia 'Liimp Home''
currezza (2)
errrorre rell. sic

Err. illlum
m. in
ngr.

Avvverrtenza
- Viene visualizzato il simbolo di avvertimento centrale rosso.
- Il cicalino rimane attivato finché non è stato adottato l'intervento
richiesto.
- Il messaggio di allarme rimane visualizzato finché non è stato
adottato l'intervento richiesto.
- Riparare il guasto o contattare un'officina autorizzata Volvo per
informazioni.
NOOTA!
Se appare uno dei seguenti avvertimenti, spegnere il motore e
portare la chiave di avviamento in posizione 1 per verificare il
messaggio di allarme seguente. Per portare la macchina in un
luogo sicuro prima di spegnere il motore, è possibile premere il
pulsante ESC per "nascondere" i messaggi di avvertimento per
30 secondi.

Atttenz
zion
ne Atttenzio
one
Fe
ermare il veicolo Fe
ermarre il veiicollo Spe
egnere ill moto
ore

Questi due avvertimenti sono sempre seguiti da un messaggio di allarme addizionale. Seguire le istruzioni sullo
schermo e procedere alla riparazione o contattare un'officina autorizzata Volvo. In caso di avvertimento, spegnere
il motore e portare la chiave di accensione in posizione 1 per visualizzare il messaggio di allarme corrispondente.

Mo
otore
Atttenzio
one
e Atttenzio
one
Ellev
vata
a te
empe
eratu
ura reffrigerran
nte Ele
evatta te
empe
erattura aria
a tu
urbo
o mottore

1. Comunicazione ridotta tra centraline ECU. La macchina può essere guidata solo in 1a e 2a. Sul display sono visualizzate
solo le informazioni di funzionamento e gli allarmi.
2. Riparare il guasto o contattare un'officina autorizzata Volvo per informazioni.
Pa
annelli strrumentazio
on e
54
4 Diispllay
Alta pressione sovr. Bassa pressione olio motore

Basso livello refrigerante (1) Gu


uas
sto
o moto
ore

Ele
evatta te
empe
eratu
ura carbu
uran
nte Ellevata
a prres
ssione
e carte
er

Fiilttro aria in
ntasatto Allta
a te
emp. tu
urbo
o
Pullire o sostiituire

Basso livelllo olio mottore Fu


uorrigirri moto
ore

Errore sis
ste
ema em
mis
ssio
onii Acqu
ua ne
el carrbu
urannte
Svuo
otare vasscheetta

Gu
uasto
o impian
nto
o in
niezio
one
e Te
empe
eratu
ura us
scitta tu
urboc
com
mprres
ssorre

Paarch.. sicurro Parrch. macchiina


Rige
en.. asssisst.. ric
ch.. Assis
ste
enza ric chiiesta
a
Deppott. atttivatto Depot.. atttivatto

Altta te
empe
erattura im
mpia
anto scarric
co

Trrasmiissio
one
Atttenzion
ne Atttenzio
one
Ele
evata
a te
empe
erattura olio trras
smis
ssion
ne Ba
assa prres
ssio
one ollio trrasmis
ssio
one

Gu
uasto
o trrasmissio
one In
nverrsio
one sen
nso marcia
a a velo
ocità
à ec
ccessiva

Frreni
Atttenzio
one
e Atttenzio
one
Bas
ssa prressione frren
ni Frren
no sta
azio
onamen
nto ins
serito
o

Gu
uasto
o im
mpiianto
o frrena
antte Frren
no sta
az. NON
N inseritto

Asssalli
Atttenz
zion
ne Atttenzio
one
Ele
evatta te
empe
erattura ollio as
ssale antterio
ore Ellevatta te
empe
erattura ollio as
ssale
e po
oste
eriore

Im
mpianto ste
erzan
nte
Atttenz
zion
ne Atttenzio
one
Bas
ssa pres
ssion
ne ste
erzo (2) Gu
uasto
o imp.. ste
erzante
e

1. Il controllo del livello avviene continuativamente durante l'esercizio.


2. Vale solamente per le macchine dotate di sterzo di emergenza.
Pa
annelli strrumentazio
one
Diispllay 55
5
Idraulica
Attenzione Attenzione
Basso livello olio idraulico (1) Ellevatta te
emperratu
ura ollio
o id
drau
ulic
co

Bllocc. atttrez
zzo ap
perrto
o

Va
arie
Atttenzione Atttenzione
e
Rallen
ntare Asssis
ste
enza ric
chiiesta
a

Te
empe
eratu
ura us
scitta tu
urbo
ocom
mpres
ssorre Arresto
o di emerrge
enza

Alta
a te
empe
erattura impian
nto
o scarric
co Co
onf.. errr. antiif.

Trrop
ppi te
entatiivi
Bloccco tiimeoutt

Siiste
ema an
ntifu
urto
(A
Attrezzattura op
pzio
onale)
L'antifurto rende più difficile l'uso non autorizzato della macchina,
in quanto:
- il motore non si avvia
- il selettore marce non funziona
- il freno di stazionamento non viene rilasciato
All'a
avvia
amentto de
el moto
ore
1 Portare la chiave di avviamento in posizione 1.

In
nibito
ore avvia
amen
nto 2 Attendere finché sul display non appaia la seguente videata:

Diigitare codice 3 Inserire il codice PIN a quattro cifre con la tastiera (sulle
**** macchine nuove, il codice è preimpostato in fabbrica).
- Se il codice digitato è corretto, l'antifurto viene disattivato ed
è possibile avviare il motore.
- Utilizzare il tasto ESC e spostare il cursore a sinistra per
modificare una cifra digitata male.
- In caso di errore di inserimento del codice PIN, si torna in
automatico alla prima cifra. Digitare il codice di nuovo.

1. Il controllo del livello avviene continuativamente durante l'esercizio.


Pa
annelli strrumentazio
one
56
6 Diispllay
Il codice PIN può essere modificato solo da un'officina
autorizzata Volvo.
Il motore può essere riavviato entro 15 minuti senza inserire il
codice (impostazione predefinita). Il tempo di riavvio può
essere impostato tra 1 e 180 minuti solamente da un'officina
autorizzata Volvo.

V1134987
Pa
annelli strrumentazio
one
Pan
nnello strrumentazio
one, cab
bina 57
7

Pannello strumentazione, cabina


1 Rigenerazione
2 Cambio marce discendenti completamente automatico
(1-4) FAPS
3 Riserva
4 Riserva
1 2 5 Inclinazione automatica (posizionatore della benna)
6 Sollevamento automatico (estensione del braccio)
3 4 7 Leva di ritegno 3a funzione idraulica (equipaggiamento
opzionale)
8 Flusso regolabile, 3a funzione (equipaggiamento
5 6 opzionale)
9 Posizione flottante
7 8 10 Funzione di sollevamento ad azione singola (opzionale)
11 Riserva
9 10 12 Commutatore, sistema sospensione braccio (opzionale)
13 Luci di lavoro anteriori
11 12
14 Luci di lavoro posteriori
15 Luci
13 14 16 Faro rotante a luce intermittente (opzionale)
17 Specchi retrovisori elettrici (opzionale)
15 16 18 Specchi retrovisori con riscaldamento elettrico
MIRR ORS

L R (opzionale)
17 19 Tergicristallo e lavavetri posteriori
19
18 20 Arresto d'emergenza a funzionamento idraulico
(opzionale)
21 Commutatore di accensione
20 21 22 Luci laterali/Luci di ingresso (equipaggiamento
opzionale)
23 Riserva
22 23 24 Comando acceleratore a mano (opzionale)
25 Presa elettrica da 12 V
24

25

V1136181
Pa
annelli strrumentazio
one
58
8 Pan
nnello strrumentazio
one, cab
bina
1 Rigenerazione
Quando il filtro antiparticolato è pieno, appare un messaggio
sull'unità del display informativo che è giunto il momento di
effettuare una rigenerazione, vedere pagina 122.

V1092165

2 Ca
ambio ma arce diiscen
ndenti com
mpletamente
au
utomatico (1
1-4) FAP PS
Parte superiore dell'interruttore premuta = Cambi marcia
discendenti automatici fino alla 1a (è anche possibile scalare
marcia manualmente tramite uno dei pulsanti kickdown).
Parte inferiore dell'interruttore premuta (pos. 2-4) = Cambi marcia
discendenti, fino alla 1a, tramite uno dei pulsanti di kickdown.
NO
OTA!
Quando l'interruttore non è attivato, è possibile attivare
automaticamente la 1a per ridurre il consumo di carburante,
vedere pag. 114 per maggiori informazioni.

3 Riiserrva
4 Riiserrva
5 In
ncliinazio
one au
utomatica (p
posiz
zio
onatore de
ella be
enna)
Parte superiore dell'interruttore premuta (ritorno bilanciere) =
regolazione della posizione di inclinazione, vedere pagina
Funzione di sollevamento e inclinazione.
Interruttore in posizione intermedia = inclinazione automatica
(posizionatore benna) attivata
Parte inferiore dell'interruttore premuta = inclinazione automatica
(posizionatore benna) disattivata.
6 So
ollevam
mento au
utomatico (e
este
ensio
one de
el brraccio
o)
Parte superiore dell'interruttore premuta (ritorno bilanciere) =
regolazione dell'altezza di sollevamento Funzione di
sollevamento e inclinazione.
Interruttore in posizione intermedia = sollevamento automatico
(estensione del braccio) attivato
Parte inferiore dell'interruttore premuta = sollevamento
automatico (estensione del braccio) disattivato.
Altre istruzioni, vedere pagina Funzione di sollevamento e
inclinazione.
7 Le
eva dii riitegno 3a
a fu
unzio
one id
draulica
(e
equipaggiamento op pzio
onale)
All'attivazione la funzione di ritegno fornisce un flusso pieno dalla
3a funzione idraulica.
Interruttore, parte superiore premuta = funzione di ritegno
attivata.
Pa
annelli strrumentazio
one
Pa
annello strrumentazio
one, cab
bina 59
9
Parte inferiore dell'interruttore premuta = Funzione di ritegno
disattivata.
NOT TA!
La funzione di ritegno può essere interrotta anche con l'arresto di
emergenza, vedere pagina 164.

8 Flu
usso re
egolabile, 3a
a fu
unzio
one id
draulica
L'uso principale di questa funzione è per gli attrezzi con parti
mobili, come per es. spazzatrici o spazzaneve, quando è
necessario un numero di giri/min continuo dal flusso idraulico per
la 3a funzione idraulica.
Quando viene attivato il flusso per la 3a funzione idraulica,
l'interruttore deve essere acceso (estremità superiore
dell'interruttore premuta). Il blocco dell'interruttore impedisce
qualsiasi attivazione involontaria.
NOT TA!
Quando l'interruttore è attivato, il flusso impostato viene erogato
immediatamente, indipendentemente dalla posizione della leva
di controllo della 3a funzione. L'arresto di emergenza, vedere
pagina 164, interrompe il flusso per l'attrezzo rotante, ma
l'attrezzo può continuare a ruotare a causa della propria massa
(peso morto).
Se è stato attivato l'arresto di emergenza, l'interruttore deve
essere spento e riacceso per abilitare il riavvio dell'attrezzatura
idraulica, anche se il motore è spento.
Il flusso desiderato viene impostato ruotando il pomello del
regolatore di flusso davanti al gruppo leva 67 (sezione sul
gruppo leva). Se si desidera un flusso max. provvisorio, il
controllo leva per la 3a funzione idraulica viene spostato in
posizione di ritegno, è necessario innanzitutto che la funzione di
ritegno sia attivata.
Parte inferiore dell'interruttore premuta = flusso regolabile
disattivato.

9 Po
osiz
zio
one fllottante
Estremità superiore dell'interruttore premuta = modo flottante
inserito, quando la leva di sollevamento/abbassamento si porta
in modo flottante.
Parte inferiore dell'interruttore premuta = Flusso regolabile
attivato.

10
0 Funnzio
one dii solllevam
mento ad
d az
zio
one sin
ngola
(o
opzio
onale)
Estremità superiore dell'interruttore premuta = Funzione di
sollevamento ad azione singola attivata.
Estremità inferiore dell'interruttore premuta = Funzione di
sollevamento ad azione singola disattivata.
Ora l'attrezzatura può essere sollevata, per es. se attraversa punti
difficili nel terreno, ma torna alla posizione iniziale per via del suo
peso morto.
Pa
annelli strrumentazio
one
60
0 Pan
nnello strrumentazio
one, cab
bina
11 Riserva
12 Selettore di funzione, sistema di sospensione del
braccio (BSS) (equipaggiamento opzionale)
L'interruttore ha tre posizioni. Quando si avvia il motore, la
funzione ritorna alla posizione preselezionata.
Per le regolazioni del sistema di sospensione del braccio con i
diversi attrezzi, vedere la sezione "Tecniche operative".
V1095905 Estrrem
mità
à supe
eriorre delll'interrutttore premutta = Siiste
ema dii
sos
spe ensio
one de
el brraccioo dipendente dalla velocità (indipendente
dalla posizione del selettore marce).
- La spia di controllo del sistema di sospensione del braccio si
accende e sull'unità del display, menu dell'idraulica, viene
visualizzato 'BSS - On' oppure 'BSS - Off', a seconda che il
sistema sia attivato o disattivato (dipendente dalla velocità).
- Il sistema di sospensione del braccio viene attivato al
superamento di una data velocità.
- La funzione si disattiva al di sotto di una determinata velocità
(circa 5 km/h in marcia avanti o circa 2 km/h in folle o
retromarcia).
In
nterrutttore in
n po
osiz
zio
one centrralle = Siiste
ema di sos
spe
ensio
one de
el
brrac
ccio dipeendennte dal cambiio.
- La spia di controllo del sistema di sospensione del braccio si
accende e sull'unità del display, menu dell'idraulica, viene
visualizzato 'BSS - On' oppure 'BSS - Off', a seconda che il
sistema sia attivato o disattivato (dipendente dalla marcia).
- Il sistema di sospensione del braccio è attivato in
corrispondenza delle posizioni 2, 3 e 4 e con marcia inserita in
folle, marcia avanti e retromarcia.
- Attivando il kick-down, la funzione verrà disinserita.
In
nte
errutttore,, estrrem
mità à infe
erio
ore prrem
mutta = Siiste
ema sos
spe
ens
sione
braccioo (BSS S) diisatttivatto.

13
3 Lu
uci dii la
avorro an
nteriori
Estremità superiore dell'interruttore premuta = Illuminazione di
lavoro sul tetto della cabina e illuminazione di lavoro inferiori
attivate.
Interruttore in posizione centrale = Illuminazione di lavoro sul tetto
della cabina attivata.
Estremità inferiore dell'interruttore premuta = Illuminazione di
lavoro anteriore disattivata.
Se la macchina è caratterizzata da luci di lavoro extra con HID
(lampade a scarica a alta intensità), vedere pagina 238.
Laa lu
uce HID D ragggiiunge
e il suo efffetto massimo do opo un te empo dii
riscaldam men nto che puòò durrarre fiino
o a 90 sec con
ndi (a sec connda de
ella
a
te
empe erattura am
mbientte). Sii connsig glia, pe
erta
antto, dii ev
vittare di
speegne ere e accen nderre le
e lu
uci piiù volltee dell ne
ecesssario o.
La spia sul pannello strumenti anteriore accesa indica che le luci
di lavoro sono accese.
Pa
annelli strrumentazio
one
Pa
annello strrumentazio
one, cab
bina 61
1
14 Luci di lavoro posteriori
Interruttore, parte superiore premuta = luci di lavoro accese
quando è inserita la retromarcia.
Interruttore in posizione intermedia = luci di lavoro accese.
Estremità inferiore dell'interruttore premuta = Illuminazione di
lavoro disattivata.
La spia sul pannello strumenti anteriore accesa indica che le luci
di lavoro sono accese.
NOTTA!
Quando la macchina transita su strade pubbliche, è necessario
tenere spente le luci di lavoro.

15
5 Lu
uc i
Estremità superiore dell'interruttore premuta = luci di servizio
accese.
Interruttore in posizione intermedia = luci di parcheggio e luci
strumenti accese.
Parte superiore dell'interruttore premuta = illuminazione spenta
Passaggio luci abbaglianti/anabbaglianti, vedere 67.
La spia sul pannello strumenti anteriore accesa indica che le luci
abbaglianti sono accese.
6 Farro ro
16 otante a lu
uce in
ntermittente (o
opzio
onale)
Estremità superiore dell'interruttore premuta = Lampeggiatore
rotante inserito, vedere pagina 98.
Estremità inferiore dell'interruttore premuta = Lampeggiatore
rotante di avvertimento disinserito.
La spia sul pannello strumenti anteriore accesa, indica che il
lampeggiatore di avvertimento è attivato.

M IRR O R S 17 Sp
pecchii re
etrovissorri ellettrici (o
opzio
onale)
L R Muovere il pulsante piccolo in alto per selezionare lo specchio
retrovisore destro o sinistro.
Muovere il pulsante inferiore in direzione delle frecce per regolare
gli specchi retrovisori.

V1095074
NOTTA!
Può essere azionato elettricamente solamente lo specchietto
superiore, quello inferiore deve essere regolato manualmente.

18
8 Sppecchii re
etrovissorri con
n riiscalldamento ellettrico
(o
opzio
onale)
Estremità superiore dell'interruttore premuta = Riscaldamento
elettrico attivato.
Estremità inferiore dell'interruttore premuta = Riscaldamento
elettrico disattivato.
Pa
annelli strrumentazio
one
62
2 Pan
nnello strrumentazio
one, cab
bina
19 Tergicristallo e lavavetri posteriori
NOTA!
Il tergicristallo anteriore deve essere acceso per permettere
lavaggio e asciugatura del lunotto posteriore.
Interruttore, estremità superiore premuta (interruttore a
bilanciere) = Lavavetro attivato e tergicristallo azionato per un
breve periodo.
Interruttore in posizione intermedia = il tergicristallo posteriore
funziona ad intermittenza.
Quando il tergicristallo anteriore è azionato ed è innestata la
retromarcia, il tergicristallo posteriore funziona in modo continuo.
Estremità inferiore dell'interruttore premuta = Tergicristallo e
lavacristalli non azionati.
Serbatoio liquido lavavetri per parabrezza anteriore e posteriore,
vedere 239.

20 Arrresto
o d''emergenza a fu
unzio
onamento id
draulico
(o
opzio
onale)
Arresto di emergenza a funzionamento idraulico per attrezzo
rotante. L'arresto di emergenza interrompe l'alimentazione
elettrica (corrente) agli attrezzi a funzionamento idraulico e ne
blocca il movimento. Vedere pagina 163.

21 Co
ommutatore dii ac
ccen
nsio
one
Commutatore di accensione, posizioni

0 Off (motore spento con la chiave)


R Posizione radio
1 Preriscaldamento
2 Avviamento
Pa
annelli strrumentazio
on e
Pa
annello strrumentazio
one, cab
bina 63
3
Funzione di blocco con telecomando e aperturra della
portiera (equipaggiamento opzionale)

AVVERTENZA
Pericolo di caduta.
Utilizzare sempre le maniglie per aprire la portiera per evitare il
rischio di gravi lesioni personali.
1 In
n casso dii ap
pertu
ura dellla po
ortiiera con
n ill te
ele
ecom
man
ndo, ac
ccerta
arsi
chee noon poosa urtaare nessun no.
La portiera può essere aperta e bloccata con il telecomando fino
a una distanza di 30 metri della macchina. Il sezionatore della
2 batteria deve essere inserito.
NOTTA!
Se non è completamente chiusa, la portiera non può essere
3
bloccata con il telecomando.

V1123535

Interruttore a chiave con telecomando


(equipaggiamento opzionale)
1 Chiave a scatto
2 Blocco portiera
3 Sblocco portiera
4 Sbloccaggio e apertura della portiera
(premere due volte il pulsante)
Pa
annelli strrumentazio
one
64
4 Pan
nnello strrumentazio
one, cab
bina
22 Luci laterali/Luci di cortesia (equipaggiamentto
opzionale)
Luci laterali intorno alla cabina per una maggiore illuminazione
della macchina e dei gradini di accesso alla cabina.
Interruttore, parte superiore premuta:
- La luce laterale (una luce) è accesa quando il commutatore di
V1118520
accensione è in posizione 1.
- Le luci di ingresso si accendono per tre minuti quando viene
premuto il pulsante (A) con il commutatore di accensione in
posizione 0.
- Le luci di ingresso si accendono quando si apre la portiera e si
spengono tre minuti dopo la chiusura della portiera.
Interruttore in posizione intermedia:
- Le luci di ingresso si attivano per tre minuti quando viene
premuto il pulsante (A) con il commutatore di accensione in
posizione 0.
- Le luci di ingresso si accendono quando si apre la portiera e si
spengono tre minuti dopo la chiusura della portiera.
Parte inferiore dell'interruttore premuta:
- Luci laterali e luci di ingresso spente.

V1136183

Pulsante A

23
3 Riiserrva
24
4 Co
omando ac
ccelleratore a ma
ano (o
opzio
onale)
L'applicazione acceleratore è trasmessa elettricamente.
L'accelerazione viene modificata girando il comando. Girando
in senso orario aumenta il regime di giri.
In base all'impostazione precedente, può essere necessario
girare prima il comando in senso antiorario e poi in senso orario
per regolare il regime di giri.
Il disinserimento ha luogo quando viene usato il pedale
dell'acceleratore o il pedale del freno.
All'avviamento del motore, l'acceleratore manuale è disinserito
a prescindere dall'impostazione precedente.

25
5 Prresa ellettrica da
a 12
2V
Per caricamento di, per es., telefono cellulare.
Pa
annelli strrumentazio
one
Pan
nnello strrumentazio
one, po
oste
eriore 65
5

Pannello strumentazione,
posteriore
1
1 Presa elettrica a 24 V (ad es. per l'accendisigari)
2 Coperchio del quadretto di distribuzione elettrica con
fusibili e relè

V1142182

Tesst fu
usib
bili
Può essere utilizzato per testare i fusibili.
Sul circuito stampato (dietro il coperchio del quadretto di
distribuzione elettrica) è riportata l'indicazione FUSE TEST.
Per capire se un fusibile è bruciato o meno, tenerlo premuto sulla
superficie di contatto sotto al contrassegno FUSE TEST (Test
fusibili).
Se il fusibile non è bruciato, si accende il LED verde sopra
l'indicazione.
Per le caratteristiche dell'impianto elettrico, vedere 261.

Test fusibili
Pa
annelli strrumentazio
one
66
6 Pa
annello dii com
mando

Pannello di comando
Sistema antincendio (equipaggiamento opzionale)
A La piombatura si rompe se lo sportellino (A) viene sollevato.
B Tenere premuto il pulsante per 1 secondo per far scattare il
sistema Sprinkler in caso di indicazione d'incendio. Il motore
non si arresta. In tal modo la macchina può essere ancora
spostata pur con il sistema antincendio in funzione.
C Il diodo luminoso rosso si accende quando viene rilevato un
incendio, e al contempo si attiva la sirena e il lampeggio. Per
attivare il sistema Sprinkler manualmente tramite pulsante
vedere qui di seguito.
D Il diodo luminoso giallo si accende in caso di guasto al sistema
di attivazione. Se il diodo si accende, contattare un'officina
autorizzata Volvo.
E Il diodo luminoso giallo si accende in caso di guasto alla
serpentina di rilevamento. Se il diodo si accende, contattare
un'officina autorizzata Volvo.
F Il diodo luminoso giallo si accende quando il sistema è in
modo manuale, cioè quando il freno di stazionamento è
rilasciato.
G Il diodo luminoso verde si accende con la macchina
A Sportellino in plastica
B Attivazione manuale
parcheggiata e il sistema in modo automatico.Il sistema è ad
C Allarme antincendio alimentazione continua (riceve tensione anche quando
D Attivatore in seguito a guasti l'interruttore generale dell'impianto elettrico è staccato).
E Rilevatore guasti H Pulsante di test: quando il pulsante viene premuto avviene la
F Man. funzione di test del sistema e dei diodi luminosi. Questi ultimi
G Azionamento restano tutti accesi per circa 3 secondi, si attivano anche la
H Test/ripristino sirena e il lampeggio. È consigliabile eseguire il test
quotidianamente.
NOOTA!
Se si usa il pulsante B nel pannello di comando il motore non si
arresta. La macchina può quindi essere spostata mentre avviene
lo spegnimento dell'incendio (il sistema è attivato). È una scelta
dell'operatore, in base alle circostanze.

Co
ontrollo dii fu
unzio
onamento
NO
OTA!
Lo sportellino in plastica non deve essere aperto.
Controllare quotidianamente il buon funzionamento del sistema.
Premere il pulsante di test (H) nel pannello di comando.
In
n caso di segnnalaz zion
ne dii gu
uasto
o, con
ntatttare un
n'officin
na
auuto
oriz
zzata
a Volvo..
Alltri com
mandi
Co
omandi 67
7

Altri comandi
Comandi
12 3 4 5 6 7 8 9 10 11 1a

9 0 1
8 2
7 3
6 5 4

1c F R
1b
N

1015939

V1177124

1a Gruppo leve di comando: funzioni idrauliche, 6 Pedale comando freni


kick-down, freno motore, dispositivo di
bloccaggio leve di comando, attivazione marcia
avanti/retromarcia, avvisatore acustico
1b Comando a leva singola: impianto idraulico di 7 Blocco differenz.
lavoro (sollevamento/abbassamento e
inclinazione), kick-down, freno motore,
bloccaggio leve di comando, attivazione marcia
avanti/retromarcia, avvisatore acustico
1c Comando a leva singola: impianto idraulico di 8 Pedale comando freni
lavoro, funzione di ritegno, regolazione flusso,
kick-down, freno motore, bloccaggio leve di
comando, attivazione marcia avanti/retromarcia,
avvisatore acustico
2 Bracciolo, regolazione 9 Regolazione inclinazione volante
3 Funzione sterzo a leva, CDC (opzionale) 10 Commutatore abbaglianti/anabbaglianti,
lavaparabrezza, indicatori di direzione,
tergicristallo
Alltri com
mandi
68 Co
omandi
4 Freno stazionamento 11 Pedale comando acceleratore
5 Selettore marce, avvisatore acustico 12 Arresto di emergenza (equipaggiamento
opzionale)
Alltri com
mandi
Co
omandi 69
9
1a Gruppo leva e funzioni operative
1b Comando a leva singola e funzioni operative
1c Comando a leva singola e funzioni operative

1 5
9 0 1
8 2 11 5 6 7
7 3 8
6 5 4
D

C
R
2 F E F G 2
N 6 7 9
4 3 2 1 8 A

B
9A
1

9B 10
V1177126

1b Comando a leva singola e funzioni operative


V1155206 10
1a Gruppo leva e funzioni operative
1

14
6 13

7
2 F 2
R
N
5
8
4 3

1
12

9
10

V1177150

1c Comando a leva singola e funzioni operative


V1177151

1 Sollevamento/abbassamento A Sollevamento
B Sollevamento automatico (estensione del
braccio*)
C Abbassamento
D Posizione flottante *)
Alltri com
mandi
70
0 Co
omandi
2 Inclinazione E Inclinazione all'indietro
F Inclinazione automatica (posizionatore della
benna*)
G Inclinazione in avanti
3 3a funzione idraulica (equipaggiamento opzionale)
4 4a funzione idraulica (equipaggiamento opzionale)
5 Kick-down
6 Segnalatore acustico
7 Freno motore/scalo di marcia
8 Selettore di direzione F-N-R
9 Bloccaggio delle leve di comando
10 Attivazione selettore di direzione (F-N-R)
11 Impostazione flusso
12 Regolazione flusso, 3a funzione idraulica
13 Funzione di ritegno, 3a funzione idraulica
14 Spia

*) Per usare sollevamento automatico, inclinazione automatica e


posizione flottante, le funzioni devono prima essere attivate coi
relativi interruttori, vedere pagina 57.
3a fu
unzio
one id
drauuliica (eq
quipa
aggiam
mento
o opzio
onale) (3)
La presa idraulica a doppio effetto viene utilizzata se la
macchina è dotata, ad esempio, di una pinza per tronchi.
Può essere utilizzata anche per gli attrezzi rotanti idraulici. In
questi casi, la leva di comando può essere dotata di una
funzione di ritegno che può essere disinserita rapidamente con
un arresto di emergenza.
4a
a fu
unzio
one id
drau
uliica (eq
quipa
aggiam
mento o opzio
onale) (4)
La presa idraulica a doppio effetto viene utilizzata se la
macchina è dotata, ad esempio, di una pinza per tronchi.
Kic
ckdowwn (5))
La funzione può essere selezionata da gruppo leva, comando
a leva singola, selettore marce, vedere pagina 115 e da sterzo
a leva (Comfort Drive Control) (equipaggiamento opzionale),
vedere pagina 117.
Clacson
n (6)
Frren
no mottore/ppas
ssag ggiio diiscend
dentte dii marcia
a (7)
È utilizzata per ottenere la scalata di marcia immediata su un
terreno in pendenza, oppure per evitare passaggi ascendenti
di marcia indesiderati, vedere anche pag. 115.

F
N
R

V1155221

Selettore di direzione (F-N-R) sul gruppo leve


Alltri com
mandi
Co
omandi 71
1
Selettore di direzione F-N-R (8)
Per utilizzare la funzione, deve prima essere premuto il

F R pulsante di attivazione (10).


Dopo l'attivazione, viene visualizzato F/R davanti al senso di
marcia selezionato sulla schermata informazioni di marcia.

N F = Marcia avanti
N = Folle
V1155222

Selettore di direzione (F-N-R) sul comando a leva R = Retromarcia


singola Il selettore marce standard accanto al volante (5) ha sempre la
massima priorità e "assume" il controllo quando viene
utilizzato.
Per riattivare il sistema è necessario premere di nuovo il
pulsante di attivazione (10).
R

V1177155

Selettore di direzione (F-N-R) sul comando a leva


singola

Dispos
sittivo dii blloccagg
gio le
eve (9)
Blocca le leve di comando in posizione neutra. Il dispositivo di
bloccaggio leve si usa per evitare la manovra accidentale delle
leve di comando, ad esempio durante l'assistenza o il trasporto
della macchina.
9a NOTTA!
Interruttore, dispositivo di bloccaggio leve. Nelle macchine con 4a funzione idraulica, il bloccaggio delle leve
avviene elettrico. Il comando viene dato tramite l'interruttore, in
modo che le funzioni idrauliche delle leve vengano disattivate.
Atttivaz
zion
ne dell sellettore di diirez
zio
one (10
0)
NOT TA!
All'attivazione la marcia sarà sempre in folle. Non deve essere
azionato lo sterzo a leva (Comfort Drive Control) (attrezzatura
opzionale).

V1155223

9b
Bloccaggio delle leve, gruppo leva senza la 4a
funzione idraulica

Im
mpo
osta
azio
one
e de
el fllus
sso (11))
9 0 1
8 2 Impostare il flusso accendendo il relativo regolatore.
7 3
6 5 4

V1155209
Alltri com
mandi
72
2 Co
omandi
Regolazione flusso, 3a funzione (12)
Il comando di regolazione del flusso consente di impostare il
flusso in entrambe le direzioni.
Ruotare il comando in senso orario per diminuire il flusso.
Ruotare il comando in senso antiorario per aumentare il flusso.
NOOTA!
AUX La regolazione è consentita solo quando viene utilizzata la
funzione idraulica corrispondente.

V1177152

Fu
unz
zion
ne dii rite
egno,, 3a
a fu
unzio
one idrraullica (13
3)
Attivazione della funzione di ritegno:
- Ruotare la manopola di comando a rotella nella posizione
desiderata e mantenerla in tale posizione.
- Premere il pulsante di ritegno (13) e mantenerlo in posizione.
- Rilasciare la manopola di comando a rotella.
- Rilasciare il pulsante di ritegno. La spia rossa (14) si accende.
V1177154
Disattivare la funzione premendo il pulsante di ritegno quando la
manopola a rotella non viene utilizzata oppure spostare la
manopola a rotella in avanti o all'indietro. La spia rossa (14) si
spegne.
La funzione può essere disattivata tramite un arresto di
emergenza.

V1177894

Arresto di emergenza

2 Brraccio
olo, re
egolazio
one
I braccioli devono essere regolati per una posizione di lavoro e
comfort ottimali, vedere pagina 84.

3 Fun
nzio
one ste
erzo a le
eva,, CD
DC (e
equipaggiamento
op
pzio
onale)
Il dispositivo è dotato di tre funzioni riunite nel bracciolo
ribaltabile, cioè leva sterzo, selettore senso di marcia avanti/
retromarcia e funzione kick-down.
Le funzioni si attivano abbassando il bracciolo e premendo il
pulsante di attivazione (il selettore marce deve essere in folle).
Quando il sistema è attivato si accende una spia di controllo
sul pannello strumenti centrale.
Altre istruzioni, vedere 117.

4 Fre
eno sta
azio
onamento
La spia di controllo si accende quando viene inserito il freno di
stazionamento. Se il freno di stazionamento viene inserito
quando è attivato il selettore di direzione, lampeggia la spia di
avvertimento centrale rossa, si attiva il cicalino e viene
visualizzato un messaggio di allarme sul display.
Il fermo di sicurezza sull'interruttore impedisce l'innesto
indesiderato del freno di stazionamento.
In
nnestoo
Alltri com
mandi
Co
omandi 73
3
- Utilizzare i freni di servizio per frenare e fermare la
macchina.
- Portare il selettore marce in folle.
- Premere la parte superiore dell'interruttore. La macchina
deve essere completamente ferma prima di inserire il freno
di stazionamento.
Il freno di stazionamento si inserisce automaticamente allo
spegnimento del motore.
Disimpeg gno meccan nico
NOTTA!
NOTA! Se il selettore marce viene portato in posizione di marcia
avanti o retromarcia prima di aver disinserito il freno di
stazionamento, il cambio rimane in folle. Il selettore marce deve
prima essere portato in folle per consentire la selezione di una
marcia.
- Portare il selettore marce in folle.
- Premere il fermo rosso, quindi la parte inferiore
dell'interruttore.
Disimmpeg gno (se il frrenoo dii sta
azio
onamen
nto
o è sta
ato
o innesta
ato
o
au
utomatticam mentte da al sis
ste
ema):
- Portare il selettore marce in folle.
- Premere la parte superiore dell'interruttore.
- Premere il fermo rosso, quindi la parte inferiore
dell'interruttore.
Allarrme de
el frreno
o dii sta
azio
onam
men
nto
o (equip
paggiam
mentto opz
zionalle)
L'allarme del freno di stazionamento attiva automaticamente un
segnale acustico se l'operatore lascia il sedile senza aver inserito
il freno di stazionamento.
V1102160

5 Le
eva cam
mbio
Il cambio marcia si effettua ruotando la manopola fino a quando
la freccia stampigliata su di esso non indica la marcia
desiderata.
NOTTA!
A motore avviato, non allontanarsi mai dalla macchina con la leva
cambio in posizione di marcia avanti o di retromarcia.
Per ulteriori informazioni relative al cambio marcia, vedere pagina
114.
Marcia
a av
van
nti/retromarcia
a
Leva in posizione F = Marcia avanti
Leva in posizione N = Folle
Leva in posizione R = retromarcia

Cllacson
n
Pulsante premuto = Avvisatore acustico
Alltri com
mandi
74
4 Co
omandi
6 Pedale comando freni
7 Blocco del differenziale
Il bloccaggio del differenziale agisce solo sull'assale anteriore.
Viene attivato premendo l'interruttore a pedale e rimane
attivato finché l'interruttore a pedale è premuto.
La spia di controllo sul pannello strumenti centrale si accende
quando il bloccaggio del differenziale è inserito.
IM
MPOORTA ANTE! Uttilizzarre ill blloccag
ggio del diffferen
nzia
ale solo su
te
erren
ni sdrruc
ccio
olev
volli.
Durante il lavoro su fondo stabile, il dispositivo di bloccaggio
differenziale deve essere disinserito, in special modo in fase di
sterzata.
Nel caso esista il rischio che la macchina possa rimanere
bloccata, inserire prevventivamen nte il dispositivo di bloccaggio
differenziale.

AVVIS
SO
Se la
a mac cchina a è blloccatta e unna de elle ruo
ote girra, la
a ruoota
a deve
es
sserre fe
ermatta prrim ma di inserire il blloccagggio deel diffferenz
zia
ale
e. In
n
cas
so con ntrrarrio,, si può
ò da
anneeggiare ill sem miasse.

8 Pe
edale com
mando frreni
9 Re
egolazio
one in
ncliinazio
one vollante
Il comando è situato sul lato destro, sotto il volante.
Comando su = Regolazione dell'altezza del volante
Comando giù = Regolazione dell'inclinazione del volante

10
0 Co
ommutatore lu
uci
Dal volante = Luci abbaglianti
Posizione neutra = Anabbaglianti
Verso il volante = Lampeggio degli abbaglianti

Co
ommutatore de
egli in
ndicattori dii diirezio
one
Leva avanti = Indicatore di direzione sinistro
Leva indietro = Indicatore di direzione destro

Terrgicriista
allo
Posizione 0 = Posizione di neutro.
Posizione --- = Tergicristallo a intermittenza*
Posizioni I e II = Tergicristallo (a due velocità)
*) È possibile modificare la durata dell'intervallo. La chiave di
avviamento deve essere in posizione 1. Ruotare prima il comando
sulla posizione intervallo del tergicristallo e lasciare azionato il
tergicristallo per un po', ruotare successivamente il comando in
posizione 0 e attendere il tempo desiderato per il nuovo intervallo,
quindi riportare il comando sulla posizione intervallo.
Quando il motore si spegne portando la chiave di avviamento in
posizione 0, l'intervallo torna all'impostazione originaria.
Alltri com
mandi
Co
omandi 75
5
Lavacristallo
Pulsante premuto = Lavacristallo

11
1 Pe
edale com
mando ac
ccelleratore
E L'applicazione acceleratore è trasmessa elettricamente.
Utilizzare il pedale dell'acceleratore nel regime economico (E) per
ridurre al minimo il consumo di carburante. Il regime economico
viene applicato finché il pedale dell'acceleratore non incontra una
P certa resistenza. Premendo ulteriormente il pedale, si entra nel
regime più potente.
V1092335

Applicazione del gas (accelerazione) NOT TA!


E = Regime economico Quando il pedale dell'acceleratore si trova nel regime più potente
P = Regime più potente (P) ed il cambio automatico in modalità L, M, H o AUT, la
macchina può scalare automaticamente in 1a anche se la
funzione "Automatismo dei cambi marcia discendenti (FAPS)"
non è selezionata, vedere pagina 114.

12 Arrresto
o dii em
mergenza (e
equipaggiamento
op
pzio
onale)
NOT TA!
All'attivazione dell'arresto di emergenza, avvengono sempre le
fasi 1-3 descritte di seguito. La fase 4 avviene solo se viene
rilevato un incendio.
Quando la macchina è in funzione con il freno di stazionamento
rilasciato, se il sistema rileva un incendio e si attiva il pulsante di
arresto di emergenza (C), avviene quanto segue:
1 Il motore si arresta automaticamente
2 L'alimentazione di corrente s'interrompe
3 Il freno di stazionamento s'inserisce
4 Il sistema Sprinkler si attiva (solo in caso di rilevamento di un
incendio) (sistema antincendio, equipaggiamento opzionale).
A Pannello di comando NOTA!
B Sportellino in plastica I lampeggiatori d'emergenza si attivano per attirare l'attenzione.
C Arresto di emergenza

In caso d'incendio, attivare l'arresto di emergenza.


Alltri com
mandi
76
6 Co
omandi
Automatismo di ribaltamento
C D B L'inclinazione automatica assicura che l'attrezzo si fermi
automaticamente nella posizione prevista quando l'attrezzo viene
inclinato all'indietro con la leva in posizione di bloccaggio. In
questo modo è possibile ottenere cicli di lavoro più brevi e ridurre
l'usura.
NOOTA!
L'inclinazione automatica può essere utilizzata e regolata per vari
attrezzi. Le istruzioni riportate di seguito riguardano la
regolazione per una benna dove l'inclinazione automatica
(posizionamento della benna) è regolata in modo che la benna
sia in posizione operativa quando la superficie inferiore del
parabordo della benna è parallela alla superficie del terreno.
Questa tipica regolazione fa in modo che il parabordo assorba la
E maggior parte dell'usura per ridurre al minimo l'usura delle altre
parti della benna.
NOOTA!
Gli indicatori della posizione di inclinazione possono essere
regolati per un particolare attrezzo e il sensore può essere
regolato per un altro attrezzo. Se gli indicatori della posizione di
inclinazione vengono regolati, il sensore deve sempre essere
regolato dopo di essi in quanto il sensore viene spostato quando
si regolano gli indicatori della posizione di inclinazione!
Re
egolaz zion
ne
1 Posizionare la benna in modo che la superficie inferiore del
parabordo sia completamente adagiata al terreno (vedere
figura).
A V1149123 2 Spegnere il motore, ma lasciare la chiave di avviamento in
A Parabordo con superficie piatta inferiore a posizione di marcia.
contatto del terreno 3 Controllare che la distanza tra il sensore e il perno
B Dado (per regolare gli indicatori della dell'indicatore sia pari a 3-5 mm. In caso contrario, regolare la
posizione di inclinazione) distanza allentando uno dei dadi e spostando il sensore alla
C Indicatori posizione di inclinazione distanza corretta tramite l'altro dado. Infine stringere entrambi
D Dado (regolazione sensore) i dadi.
E Spina indicatrice 4 Se è necessario regolare gli indicatori della posizione di
inclinazione, allentare il dado e spostare l'indicatore nella
posizione desiderata. Infine stringere il dado.
5 Allentare il dado per regolare il sensore e spostare il sensore
in posizione corretta quando il LED situato sul retro del
sensore non è illuminato (vale a dire quando il sensore è
esattamente allineato all'estremità del perno dell'indicatore).
Infine stringere il dado.
6 Attivare l'inclinazione automatica (posizionamento della
benna) tramite l'interruttore.
7 Avviare il motore e sollevare la benna in modo che possa
essere inclinata in avanti. Controllare la regolazione
La distanza (X) tra il perno dell'indicatore e il inclinando innanzitutto la benna in avanti e quindi inclinandola
sensore deve essere pari a 3-5 mm. indietro con la leva in posizione di bloccaggio. La benna
dovrebbe inclinarsi indietro automaticamente nella posizione
precedentemente regolata.
8 Abbassare la benna a terra (senza inclinarla) e controllare che
la superficie inferiore del parabordo sia nuovamente aderente
al terreno.

Inclinazione automatica (posizionatore della


benna)
Alltri com
mandi
Co
omandi 77
7
Automatismo di sollevamento
Il sollevamento automatico (kick-out del braccio) assicura che
l'attrezzo si fermi automaticamente nella posizione prestabilita
quando l'attrezzo viene sollevato con la leva in posizione di
bloccaggio. In questo modo è possibile ottenere cicli di lavoro più
brevi e facilitare il lavoro.
Reg
golazio
onee
1 Sollevare l'attrezzo fino alla posizione desiderata.
2 Spegnere il motore, ma lasciare la chiave di avviamento in
posizione di marcia.
La distanza (X) tra il braccio di sollevamento e il 3 Controllare che la distanza tra il sensore e il braccio di
sensore deve essere pari a 3-5 mm. sollevamento sia pari a 3-5 mm. In caso contrario, regolare la
distanza allentando uno dei dadi e spostando il sensore alla
distanza corretta tramite l'altro dado. Infine stringere entrambi
i dadi.
4 Allentare il dado per regolare il sensore e spostare il sensore
in posizione corretta quando il LED situato sul retro del
sensore non è illuminato (vale a dire quando il sensore è
esattamente allineato al bordo del braccio). Infine stringere il
dado.
5 Attivare il sollevamento automatico (kick-out del braccio)
tramite l'interruttore.
6 Avviare il motore e abbassare leggermente l'attrezzo.
Controllare la regolazione sollevando l'attrezzo con la leva
nella posizione di bloccaggio posteriore. L'attrezzo si
dovrebbe arrestare automaticamente nella posizione
A B prestabilita.

V1149210

A Dado
B Braccio di sollevamento

Sollevamento automatico (estensione del braccio)

Coffano mo
otore, mo
ovim
mentazion
ne

AV
VVERTENZA
Accerrta
arsi chee no
on sianno prres
sennti es
strraneii ne
ell'area dii lav
voro de
ella
a
mac
cchina a. Riischio dii schiiacciamen nto.
NO
OTA!
Se
e la
a macchiina
a è do otaataa di prottezionee grigllia, es
ssa de eve es
ssere
ap
perta
a prima dii ap
prirre il cofa
ano moto ore, vede ere fiigura..
Alltri com
mandi
78
8 Co
omandi
- Sganciare il fermo e aprire completamente la protezione della
2 griglia (1). Accertarsi che la protezione della griglia sia bloccata
in posizione completamente aperta prima di aprire il cofano
motore (2).
- Chiudere la protezione della griglia e fissarla con il fermo dopo
aver chiuso il cofano motore.

1
V1154712

Protezione griglia (equipaggiamento opzionale)

1 NOTA!
Se la macchina è dotata di un prefiltro aria, non aprire
completamente il cofano motore. Il tubo di scarico potrebbe
danneggiare il prefiltro.

V1159082

Rischio di danni alla macchina


1 Prefiltro aria

Il cofano motore è azionato elettricamente da un interruttore


ubicato all'interno del coperchio sotto gli scalini sul lato sinistro
della macchina, accanto al sezionatore della batteria.
- Tenere premuto l'interruttore con la freccia su finché il cofano
motore non è completamente aperto.

V1136008

Interruttore di azionamento del cofano motore


Alltri com
mandi
Co
omandi 79
9
- Tenere premuto l'interruttore con la freccia giù finché il cofano
motore non è completamente chiuso.
NOT TA!
Non n az
zionnare ill coffano motoore con
n ill moto
ore ac
cces
so perr ev
vita
are il
ris
schio dii da
anni allla mac cchiina..
NO
OTA!
No
on utiilizzarre la
a macchiina con
n ill coffano o mottore pa arzia
almente
eo
com
mplletamentte ape erto
o pe
er ev
vittare ill ris
schiio dii da
anni allla
a
maccchina a.
NO OTA!
Puulire ill coffano motoore ed i pa araffanghi po
oste
erio
ori da
a ghhiaaccioo, neve
e fa
ango o prrim ma di az
zio
onarre ill coffano mottore. In
n caso dii foorte
e vennto
o,
prres
sta
are la mas ssim
ma atttenzio one e cauutela quaando ill coffano moto ore
è apperto o.
NOT TA!
Verrifiicarre che
e even ntuuali ogg
gettti (atttrezzi dimen nticatii ec
cc.)) no
on
po
ossan no in
nterfe
erirre con il movimmentto di ape ertu
ura o chiius sura deel
coffano o moto ore..
NOT TA!
Ill coffano moto
ore de eve rim
mannere chius
so per tu
utto ill processo dii
riggennerazzio
one de
ell'impiantoo di de
epu
uraz
zio
one de
ei gas di scarico del
mottore..

Ap
pertura sec
con
ndaria
Il cofano motore può essere aperto anche con una chiave a
brugola da 6 mm (0.24 in) agendo sul relativo alberino.
1 Smontare il parafango e la piastra.
2 Rimuovere il bullone protettivo situato sull'attuatore che copre
l'albero del motorino del cofano motore.
3 Utilizzare una chiave a brugola di 6 mm (0,24 in) e ruotarla
tramite una impugnatura a cricco o un trapano fino all'apertura
del cofano.

1 Parafango
2 Piastra

A Vite protettiva
Alltri com
mandi
80
0 Ca
abina

Cabina
Sistema di visione posteriore
Per la telecamera anteriore, vedere pag. 86.
In combinazione col monitor in cabina, la telecamera montata sul
lato posteriore della macchina contribuisce ad offrire all'operatore
una maggiore visibilità posteriore, ad esempio per la retromarcia.
La telecamera posteriore si attiva quando la chiave di avviamento
viene portata in posizione 1.
Come optional è disponibile anche un sistema di rilevamento
radar che controlla l'area dietro alla macchina se è inserita la
retromarcia. Se c'è il rischio di urtare qualcosa, il sistema avverte
di aver trovato qualcosa nell'area dell'allarme. Si può spegnere
provvisoriamente l'allarme premendo il tasto 5 sul monitor. L'area
di rilevamento viene visualizzata nella videata della telecamera
posteriore sul monitor.
NOTA!
Sia la telecamera posteriore che il sistema di rilevamento radar
devono essere considerati come attrezzature di assistenza.
Bisogna fare molta attenzione quando si procede in retromarcia.
Di seguito è illustrata la funzione dei pulsanti sul monitor:
1. Sellezio
one teelecam
mera
Poiché il sistema ha soltanto una telecamera, questa funzione
non è applicabile.
2.. Im
mpos
staazio
one dellla lumin
nos
sittà dii fo
ondo delllo sche
ermo LC
CD
Questo pulsante permette di commutare le seguenti posizioni:
Coonttrolllo au
uto
omattico - in questa posizione, la luminosità
di fondo dello schermo viene controllata automaticamente
tra l'intensità min e max in base alla luminosità della luce
circostante.
Imposta azionne diiurna
a - la luminosità di fondo dello schermo
può essere regolata con i pulsanti più e meno.
L'impostazione viene salvata.
Im
mpos sta
azioone nootturnaa - la luminosità di fondo dello
schermo può essere regolata con i pulsanti più e meno.
1 2 3 4 5 6 7 8 L'impostazione viene salvata.
V1100937
3.. Coontrras
stoo
Premere una volta il pulsante per accedere alla modalità di
regolazione del contrasto. Utilizzare i pulsanti più e meno per
regolare il contrasto.
3.. e 4. Satturazioone colo
ore
Premere contemporaneamente i pulsanti 3 e 4 per accedere
alla modalità di impostazione della saturazione colore.
Utilizzare i pulsanti più e meno per regolare la saturazione
colore dell'immagine.
4.. In
nteens
sità
à lummin
nosa
Premere una volta il pulsante per accedere alla modalità di
regolazione dell'intensità luminosa. Utilizzare i pulsanti più e
meno per regolare l'intensità luminosa.
5.. Allterna
atiiva
Quando si spinge il pulsante 5 "Alternativa", dalla telecamera
collegata viene generato un disegno (immagine fissa). È anche
possibile regolare il tempo durante il quale deve essere
visualizzata l'immagine fissa. Anche l'allarme dal sistema di
rilevamento radar viene spento provvisoriamente quando si
preme il tasto.
Alltri com
mandi
Ca
abina 81
1
6. Selezione / impostazione - meno
7. Selezione / impostazione - più
8. Enter
Enter (invio) può essere usato per spegnere
momentaneamente l'allarme del sistema di rilevamento radar.
Ma
anutenzio
one
Telecamera e monitor non necessitano di manutenzione, ma
soltanto di pulizia:
- Pulire la lente della telecamera posteriore con un panno
inumidito con acqua all'occorrenza.
- Pulire lo schermo del monitor in cabina con un detergente di
alta qualità.
NO
OTA!
Non utilizzare assolutamente prodotti chimici aggressivi o
detergenti abrasivi sullo schermo.
NO
OTA!
Non toccare lo schermo con le dita. Una pressione eccessiva
potrebbe danneggiare i pixel.
Alltri com
mandi
82
2 Co
omfort de
ell'operatore

Comfort dell'operatore
Sedile operatore
Il sedile dell'operatore è conforme alla norma EN ISO 7096:2000
ed è quindi progettato in modo da attenuare il più possibile le
vibrazioni trasmesse al corpo dell'operatore durante l'uso della
macchina. L'entità delle vibrazioni dipende da diversi fattori, molti
dei quali non correlati al design della macchina come condizioni
del terreno, velocità e tecniche operative. Tenere presente
quanto segue:
- Regolare il sedile in base al peso e all'altezza dell'operatore.
- Tenere il terreno su cui opera la macchina in buone condizioni.
- Adottare una tecnica operativa corretta ed una velocità di
marcia adeguate alle condizioni di guida.
Regolare correttamente il sedile dell'operatore per un maggiore
comfort e una maggiore sicurezza. La regolazione errata del
sedile può comportare il rischio di lesioni personali. Devono
essere effettuate le seguenti regolazioni:
A Angolazione dello schienale
B Supporto lombare
C Inclinazione e sollevamento/abbassamento del cuscino del
sedile
D Regolazione secondo il peso operatore
E Avanti/indietro (spazio per le gambe)
(Le regolazioni possono variare in base al modello di sedile).
La staffa di montaggio prevede diversi fori per il fissaggio del
sedile. L'operatore può quindi spostare il sedile sulla staffa di
montaggio e regolarlo ulteriormente in avanti/all'indietro.
Le guide del sedile possono essere regolate in tre posizioni. La
posizione standard è quella centrale. Se la macchina è utilizzata
da operatori bassi (o soltanto da un operatore), le guide possono
essere spostate sui fori anteriori per ottenere una buona
posizione di lavoro. Gli operatori più alti possono spostare le
guide sui fori posteriori.
Il sedile dell'operatore deve essere spostato da un'officina
autorizzata Volvo.
In caso di sostituzione, il nuovo sedile dell'operatore deve essere
testato ai sensi della norma ISO 7096 al fine di accertare che il
produttore abbia progettato e adattato le proprietà di attenuazione
delle vibrazioni del sedile per il tipo di macchina in cui verrà
installato.
NO OTA!
Il sedile deve essere marcato con la classe di attenuazione delle
vibrazioni EM3. È vietato installare un sedile che non presenta
una capacità di attenuazione delle vibrazioni appropriata.
NO
OTA!
Non è consentito regolare il sedile durante la marcia.

Se
edile ad
d am
mmortizzaz
zio
one pn
neumatica
Perr le
e macchiine prodottte fiino
o all ge
ennaiio de
el 2015
5 inc
clu
uso.
Alltri com
mandi
Co
omfort de
ell'operatore 83
3
NOTA!
Il sedile è progettato per un peso massimo dell'operatore di 130
kg (287 lbs).
A Angolazione dello schienale
Tirare la maniglia verso l'alto e regolare all'angolazione
desiderata.
B Altezza e angolazione
Tirare le maniglie verso l'alto per sollevare o premerle verso
il basso per abbassare la parte anteriore del sedile.
C Altezza e angolazione
Tirare le maniglie verso l'alto per sollevare o premerle verso
il basso per abbassare la parte posteriore del sedile.
No on reg
golare maii l''alltezza dell sediile con il po
omelllo pe
er la
a
reggolazioonee deel peso..
D Regolazione del peso
Premere il pulsante + per riempire e il pulsante - per svuotare.
L'ammortizzazione pneumatica del sedile può essere
regolata in base al peso dell'operatore.
Cercare di bilanciare in modo corretto il molleggio del sedile
(in alto/in basso).
No on va uttilizzatta come reggollazioone inn alte
ezza..
E Avanti/indietro (spazio per le gambe)
Sollevare la maniglia verso l'alto e spostare il sedile nella
posizione desiderata (avanti/indietro).
F Regolazione del supporto lombare
Tramite gli appositi pulsanti è possibile riempire o svuotare
d'aria, in modo indipendente, la parte superiore e inferiore del
supporto lombare.

Se
edile ad
d am
mmortizzaz
zio
one pn
neumatica
Pe
er le mac
cchine
e prrod
dotte fiino al fe
ebbraio
o del 201
15 inc
clu
uso.
NO OTA!
Il sedile è progettato per un peso massimo dell'operatore di 125
kg (276 lbs).
A Angolazione dello schienale
Tirare la maniglia verso l'alto e regolare all'angolazione
desiderata.
B Angolo
Tirare le maniglie verso l'alto per sollevare o premerle verso
il basso per abbassare la parte anteriore del sedile.
C Altezza e durezza di ammortizzazione (chiave di avviamento
in posizione I)
Tirare la maniglia verso l'alto per sollevare il sedile e premerla
verso il basso per abbassarlo. L'indicatore verde mostra
quando l'ammortizzazione è regolata correttamente.
D Indicatore ammortizzazione corretta
L'indicatore verde mostra quando l'ammortizzazione è
G regolata correttamente per ridurre al minimo le vibrazioni
trasmesse al corpo.
E Avanti/indietro (spazio per le gambe)
Sollevare la maniglia verso l'alto e spostare il sedile nella
posizione desiderata (avanti/indietro).
F Regolazione del supporto lombare
A Il supporto lombare è regolabile manualmente tramite una
V1150141 pompa pneumatica.
G Riscaldamento sedile
B C E D F
Alltri com
mandi
84 Co
omfort de
ell'operatore
Sedile ad ammortizzazione pneumatica, pesante
(equipaggiamento opzionale)
NOTA!
Il sedile è progettato per un peso massimo dell'operatore di 150
kg (331 lbs).
Per "pesante" si intende che il sedile è progettato per operatori
con corporatura più grande. Il sedile prevede un design più
robusto ed è più largo (537 mm rispetto a non-HD = ISRI 470 mm).
A Interruttore, riscaldamento del sedile (chiave di avvia amento
in posizione I)
L'attivazione/disattivazione del riscaldamento elettrico del
A sedile è controllata da un termostato. Il riscaldamento viene
attivato a 14 ± 3 °C e disattivato a 25 ± 3 °C.
B Angolazione dello schienale
B Tirare la maniglia verso l'alto e regolare lo schienale
D all'angolazione desiderata.
C Angolazione del sedile
Tirare la maniglia verso l'alto e regolare l'angolazione
dell'intero sedile (cuscino e schienale).
D Altezza e durezza di ammortizzazione (chiave di avvia amento
in posizione I)
Tirare la maniglia verso l'alto per sollevare il sedile e premerla
verso il basso per abbassarlo. L'indicatore verde mostra
quando l'ammortizzazione è regolata correttamente.
E Indicatore ammortizzazione corretta
G F C V1126063 L'indicatore verde mostra quando l'ammortizzazione è
regolata correttamente per ridurre al minimo le vibrazioni
trasmesse al corpo.
F Regolazione longitudinale
Sollevare la maniglia e regolare longitudinalmente il sedile.
G Supporto lombare
Il supporto lombare si regola manualmente con una pompa
pneumatica. La pompa e la relativa valvola si trovano sul lato
destro del sedile.

Brraccio
olo,, re
egolaz
zion
ne
I braccioli per la funzione sterzo a leva e per il gruppo leve di
comando (equipaggiamento opzionale) nonché il gruppo leve di
comando stesso possono essere regolati in modo da offrire
all'operatore la posizione di lavoro più confortevole possibile.
Alltri com
mandi
Co
omfort de
ell'operatore 85
5

4
5
6
1 7
2
3

V1168632

Im
mposta
azio
one de
el brraccio
olo pe
er lo
o ste
erzo a le
eva (C
CDC)
1 Re
egolazio
one lo
ongitudinale
Disinserire il bloccasterzo e regolare longitudinalmente nella
posizione desiderata, quindi reinserire il bloccasterzo.
2 Re
egolazio
one la
aterale
Disinserire il bloccasterzo e regolare il bracciolo lateralmente
nella posizione desiderata e quindi reinserire il bloccasterzo.
3 Re
egolazio
one in
n alltezza
Disinserire il bloccasterzo e regolare verticalmente nella
posizione desiderata e quindi reinserire il bloccasterzo.

Re
egolazio
one de
el brraccio
olo e grruppo le
eva
4 Grruppo le
eva,, alltezza
Disinserire il bloccasterzo e regolare verticalmente il gruppo leva
nella posizione desiderata e quindi reinserire il bloccasterzo.
5 Brraccio
olo e grruppo le
eva,, lo
ongitudinalmente
Disinserire il bloccasterzo e regolare longitudinalmente il
bracciolo e il gruppo leva nella posizione desiderata, quindi
reinserire il bloccasterzo.
6 Brraccio
olo e grruppo le
eva,, la
ateralmente
Disinserire il bloccasterzo e regolare lateralmente il bracciolo e il
gruppo leva nella posizione desiderata, quindi reinserire il
bloccasterzo.
7 Brraccio
olo e grruppo le
eva,, an
ngolo
Disinserire il bloccasterzo e regolare l'angolo del bracciolo e del
gruppo leva nella posizione desiderata, quindi reinserire il
bloccasterzo.
8 Brraccio
olo e grruppo le
eva,, alltezza
Disinserire il bloccasterzo e regolare verticalmente il bracciolo e
il gruppo leva nella posizione desiderata, quindi reinserire il
bloccasterzo.
Alltri com
mandi
86
6 Co
omfort de
ell'operatore
Cintura di sicurezza

AVVERTENZA
Pericolo di gravi lesioni!
Il movimento improvviso della macchina può provocare la caduta
dell'operatore dalla macchina con il rischio di gravi lesioni.
Sed dersi sull sed
dile de
ell''ope
erattore e allla
accia
are la
a cintu
ura dii
siccurezza prrima dii az
ziona are la maccchin na.
La cintura di sicurezza è di importanza critica per la sicurezza
dell'operatore. Va indossata e allacciata sempre quando si
utilizza la macchina per evitare che l'operatore venga proiettato
fuori della cabina o dalla piattaforma di comando qualora la
macchina si ribalti, si capovolga o sia coinvolta in un incidente.
Se allacciata, la cintura di sicurezza può inoltre aiutare l'operatore
a mantenere il controllo della macchina in caso di movimenti
improvvisi o inaspettati della macchina. Il mancato utilizzo della
cintura di sicurezza durante l'uso della macchina può causare
gravi infortuni anche mortali. La cintura di sicurezza è destinata
esclusivamente all'utilizzo da parte di un singolo adulto. Quando
non viene utilizzata, accertare che la cintura sia riavvolta.

Sedile con cintura di sicurezza addominale AV


VVERTENZA
Pericolo di gravi lesioni o morte.
Eventuali danni alla cintura di sicurezza possono provocare gravi
lesioni personali o morte.
Coontrolllare la
a cintuura di sicurezza e i rellativi com
mponen
ntii prrima di
in
nizia
are a uttilizzarre la maccchiina
a.
Controllare ogni giorno la cintura di sicurezza e i componenti
associati. Accertare che le parti di montaggio e i dispositivi di
fissaggio siano ben serrati. Sostituire immediatamente l'intera
cintura di sicurezza qualora sia consumata, sfilacciata, scucita o
deformata o qualora la bobina di riavvolgimento non funzioni.
Sostituire la cintura di sicurezza se la macchina è stata coinvolta
in un incidente che ha provocato lo stiramento o la deformazione
della cintura o che l'ha sottoposta a forti sollecitazioni. Controllare
i dispositivi di fissaggio e le parti di montaggio. È vietato cambiare
o modificare la cintura, i dispositivi di allacciamento e di fissaggio.
Per pulire la cintura, utilizzare esclusivamente acqua tiepida, non
utilizzare agenti di pulizia o detergenti. Prima di riavvolgere la
cintura, lasciarla asciugare fuori dalla bobina di riavvolgimento.
Volvo Construction Equipment raccomanda la sostituzione della
cintura di sicurezza ogni 3 anni indipendentemente dal suo stato.
NO
OTA!
La cintura di sicurezza a tre punti di ancoraggio fa parte
dell'equipaggiamento opzionale.(1)

Sedile con cintura di sicurezza a tre punti di


ancoraggio

1. Equipaggiamento opzionale
Alltri com
mandi
Co
omfort de
ell'operatore 87
7
Telecamera anteriore
(Attrezzatura opzionale)
Per utilizzare alcuni attrezzi ingombranti e le benne più grandi
della gamma Volvo, si raccomanda di integrare la macchina con
una telecamera superiore collegata al monitor in cabina per
migliorare la visibilità anteriore.
Per assicurare una visibilità ottimale dell'area antistante l'attrezzo
o la benna grande, la telecamera rivolta in avanti deve avere
un'altezza max di 250 mm (10 in) sopra il tetto della cabina ed
essere regolata con precisione.
NOOTA!
Ai sensi della norma ISO 5006, la visibilità dell'operatore deve
essere valutata a macchina ferma, senza carico e con il bordo
inferiore del perno della benna ad almeno 250 mm (10 in) dal
terreno.
In genere, la telecamera rivolta in avanti può sostituire i due
specchi rivolti in avanti.
Rivolgersi a un concessionario Volvo per consultare il catalogo
attrezzi, che contiene maggiori informazioni.

Sp
pecchiiettti an
nteriorri
(A
Attrezzattura op
pzio
onale)
Per utilizzare alcuni attrezzi ingombranti e le benne grandi della
gamma Volvo, si raccomanda di integrare la macchina con due
specchi supplementari superiori rivolti in avanti. Per assicurare
una visibilità ottimale, regolare con precisione gli specchi, vedere
pagina 110.
NOT TA!
Ai sensi della norma ISO 5006, la visibilità dell'operatore deve
essere valutata a macchina ferma, senza carico e con il bordo
inferiore del perno della benna ad almeno 250 mm (10 in) dal
terreno.
V1091306
Alltri com
mandi
88
8 Im
mpianto dii cliimatizzaz
zio
on e

Impianto di climatizzazione

1 Bocchetta di ventilazione avanti


2 Pannello dell'impianto di climatizzazione
3 Bocchetta di ventilazione indietro
4 Sensore temperatura nella cabina

NO
OTA!
Assicurarsi che ci sia spazio davanti al sensore di temperatura.
Non orientare la bocchetta di ventilazione verso il sensore.

1 Condizionamento aria (opzionale)


2 Ventilazione/riscaldamento cabina (equipaggiamento
opzionale)
3 Interruttore ventilatore
Alltri com
mandi
Im
mpianto dii cliimatizzazzio
one 89
9
4 Comando temperatura
5 Comando di ripartizione flusso d'aria

1 Co
ondizio
onamento arria (o
opzio
onale)
Premere l'interruttore verso l'interno per accendere l'aria
condizionata.
1 Condizionamento aria (opzionale)
La spia di controllo nell'interruttore si accende a conferma
dell'attivazione della funzione.
Se la spia di controllo inizia a lampeggiare, l'impianto dell'aria
condizionata si è spento. Ad esempio potrebbe essersi intasato
il condensatore e/o l'unità di raffreddamento, vedere 226.
NOTA!
L'interruttore è presente anche sulle macchine sprovviste di
questo equipaggiamento opzionale, ma non ha la stessa
funzione.

2 Ve
entilazio
one/riscalldamento cab
bina
(e
equipaggiamento op pzio
onale)
La funzione di ventilazione/riscaldamento attiva la ventola in
2 Ventilazione/riscaldamento cabina cabina se il motore è spento e la chiave di accensione è in
posizione 0.
Funziona anche se la chiave di accensione è stata rimossa dal
quadro.
Il sezionatore della batteria deve essere inserito.
Atttivaz
zion
ne :
Premere l'interruttore (2) per attivare ventilazione della cabina/
riscaldamento durante la sosta.
L'attivazione può avvenire max 1 minuto prima o 15 secondi dopo
che la chiave di accensione è stata portata in posizione 0,
spegnendo quindi il motore.
La spia di controllo nell'interruttore si accende a conferma
dell'attivazione della funzione.
Te
empe
erattura es
ste
erna cald
da, ven
ntilazio
one dellla cabiina
a:
A macchina ferma, la cabina è ventilata.
Posizione AUT della velocità della ventola raccomandata.
Tempo massimo 2 ore.
Te
empe erattura es
ste
erna frred
dda, ris
scalldamen
nto
o du
uran
nte
e la sos
sta
a
(opz
zion
nalee):
Il liquido refrigerante del motore entra in circolazione e consente
il riscaldamento della cabina.
Il tempo di riscaldamento durante la sosta dura finché la
temperatura del liquido refrigerante è sufficientemente alta, fino
al massimo di un'ora.
Posizione AUT della velocità della ventola raccomandata.
Il riscaldamento è regolato per una temperatura di 20 oC, a
prescindere dalla posizione del comando di temperatura.
La
a diisatttivaz
zio
one avvie
ene:
Con l'interruttore (2).
Quando il tempo è scaduto.
Alltri com
mandi
90
0 Im
mpianto dii cliimatizzaz
zio
one
Quando si avvia il motore.

3 In
nterruttore ven
ntilatore
Posizione 0 = Ventola spenta.
Posizione AUT = Regolazione automatica, velocità ventola
costante.
Area selezionata = Regolazione manuale, posizioni fisse della
velocità ventola.
3 Interruttore ventilatore NOOTA!
In alcuni casi, quando il comando ventola è in posizione AUT e si
apre la portiera, la velocità della ventola diminuisce
automaticamente.

4 Co
omando te
emperatura
Posizione alto = Calore massimo, segno rosso.
Posizione sinistra = Scelta della temperatura.
Posizione basso = Freddo massimo, segno blu.

4 Comando temperatura

5 Co
omando dii riipartizio
one fllusso d''aria
Posizione AUT = Regolazione automatica.
Posizione sinistra, in direzione del simbolo = Massimo ricircolo
aria.
Area selezionata = Misto, aria ricircolo - aria esterna.
5 Comando di ripartizione flusso d'aria Posizione destra, in direzione del simbolo superiore = Aria
esterna al massimo.
Posizione destra = Sbrinatore, bocchette di ventilazione aperte e
orientate verso i cristalli.
Bo
ocche
ette dii ven
ntilazio
one
Aprire la bocchette di ventilazione e orientarle per garantire la
migliore ventilazione e ripartizione del flusso d'aria possibile.

A Ap
perte
B Ch
hiusse
C Dire
ezionne de
ell''aria

Im
mpian
nto dii clim
matizzaz
zion
ne, imp
postaz
zion
ne
Le istruzioni che seguono fungono solo da indicazioni generiche.
Ogni operatore deve personalmente ricercare la combinazione
giusta per creare in cabina il miglior ambiente di lavoro possibile,
ottenendo la temperatura desiderata senza creare correnti d'aria.
Per ottenere un controllo della temperatura più accurato in
cabina, cercare di tenere aperte più bocchette possibili.
Massim
mo ricircollo con la rip
partiizio
one
e de
el fllus
sso d''aria
a
Può essere utilizzato per ridurre l'ingresso di aria maleodorante
nonché l'accumulo della polvere nei filtri di ventilazione della
cabina.
Alltri com
mandi
Im
mpianto dii cliimatizzazzio
one 91
1
Se i vetri sono appannati, ruotare la manopola sulla posizione di
massima aria esterna. Quando necessario, controllare e pulire il
filtro dell'impianto di ventilazione, vedere 239.

Per otttenere un
na ....
.... te
emperatura dii la
avorro con
nfortevolle:
Aprire completamente tutti gli aeratori.
Se la temperatura esterna è calda, condizionatore attivato.
Comando ventola in posizione AUT.
Comando temperatura sulla temperatura desiderata.
Comando di ripartizione flusso d'aria in posizione AUT.

.... diisap
ppannamento dii tu
utti i criista
alli:
Bocchette anteriori orientate verso i finestrini.
Chiudere gli aeratori situati al di sotto della plancia
portastrumenti.
Orientare le bocchette posteriori verso il finestrino posteriore/
laterale.
Comando di ripartizione flusso d'aria in posizione sbrinatore,
da cui:
- Aria esterna al massimo.
- Calore al massimo.
- Freddo al massimo, se la macchina è equipaggiata con
condizionatore d'aria.
- Velocità massima ventola.
Quando si raggiunge l'effetto desiderato e il comando di
ripartizione flusso d'aria ritorna sulla posizione desiderata,
l'impianto di climatizzazione si assesta sulla temperatura e sulla
velocità ventola scelte. Aprire gli aeratori inferiori.
Per ridurre il rischio di appannamento, tenere sempre puliti i
finestrini. Per la pulizia, utilizzare un normale detergente per vetri.

Ga
arantire sem
mpre un
n'ad
deguata ven
ntilazio
one
Non n opperare sullla mac cchin
na pe er pe
erio
odi prollun
ngatii sen
nza av
ver
in
nserrito
o i diispo
osittivi dii ven
ntilazio
one o conn la
a cabbin
na comple etamente
e
chiiusa e ven ntilatore disinseritto.
La
a caren nza dii aria
a frresca può
ò prrov
vocarre son
nnolen
nza (man
ncanza
dii ossig
geno
o).
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
92
2

Istruzioni di funzionamento
In questa sezione, sono riportate le regole che devono essere
rispettate per utilizzare in sicurezza la macchina. Tuttavia, queste
regole devono essere applicate in concomitanza con le norme o
i regolamenti nazionali in materia di sicurezza della strada e di
tutela della sicurezza dei lavoratori.
Prontezza di riflessi, capacità di giudizio e rispetto delle norme di
sicurezza applicabili sono i presupposti per evitare il rischio di
incidenti.

Isstrruzion
ni pe
er il ro
odaggio
Durante il periodo di rodaggio, cioè nelle prime 100 ore, la
macchina va manovrata con estrema attenzione. È importante
che nel periodo di rodaggio si controllino spesso i livelli dell'olio e
dei vari fluidi.
I bulloni delle ruote vanno controllati/serrati dopo 8 ore di lavoro,
vedere 244.

Spegnime
ento mo
otore riita
ardato

Questa funzione avverte l'operatore di non spegnere il motore


finché non ha funzionato per un certo periodo di tempo al minimo
per evitare danni al turbocompressore. Quando è possibile
12:58 spegnere il motore, sul display appare un simbolo.
NO
OTA!
Se l'operatore spegne il motore prima che sia apparso il simbolo
sul display, verrà visualizzato un messaggio di errore al
o
successivo riavviamento. Il tempo necessario affinché sia
32 l/h Fl L
APS
-15 C
consentito lo spegnimento del motore dipende dal carico del
OK motore.
V1142136

Simbolo indicante che è possibile spegnere il


motore

Co
onttrolllare

Spe
egnimen
nto
o prrematu
uro tu
urbo
o

Prrotez
zion
ne mo
otorre - So
oftwarre
La funzione avverte l'operatore e limita il regime e la coppia del
motore, oltre che la velocità di marcia della macchina, per
prevenire eventuali danni al motore. Il motore non può essere
spento finché la velocità non è scesa al di sotto di 2 km/h (1,2
mph), per consentire il trasferimento della macchina in un luogo
sicuro prima di spegnere il motore.
La funzione è monitorata dalla centralina motore e, a seconda del
componente che genera l'allarme, può essere attivata una delle
seguenti funzioni:
- riduzione della coppia del motore
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
93
3
- limitazione del regime motore
- spegnimento del motore

Visibiilità
à

AV
VVERTENZA
Pericolo di incidenti gravi.
Parti della macchina, attrezzi o carico possono compromettere la
visibilità dell'operatore. L'uso della macchina con visibilità limitata
può provocare gravi incidenti.
In
n casso dii vis
sib
bilità liimita
ata
a, ric
chiiedere l''aiuto dii un
n colleg
ga che
fu
unga da a seggnallatoore..
Le
e seg
guentti in
nformazzio
oni vallgon
no peer mac
cchin ne con
nsegn nate nei
pa
aesi UE
E, ma po otreb
bbeero vallere an
nche perr pa
aesi ex
xtrracom
munitaari..
Può essere impossibile avere la visuale su tutti gli angoli della
macchina. Per ottenere una visuale accettabile sulle zone
circostanti la macchina, ci si può servire di dispositivi ausiliari,
come sistemi di allarme, specchi e telecamere di sorveglianza
(CCTV).
NO OTA!
Alcune parti della macchina base possono influenzare la visibilità,
ad esempio montanti e cornici della cabina, tubo di scappamento
e attrezzi vari, come benne, forche per pallet, pinze, ecc. Anche
il carico trasportato da questi attrezzi può contribuire a ridurre la
visibilità.
Per ridurre i rischi causati da una visibilità limitata, instaurare
regole e procedure da parte della direzione del cantiere. Ad
esempio:
Accertarsi che gli addetti ai lavori abbiano ricevuto istruzioni di
sicurezza complete.
Fornire addestramento professionale all'operatore e al
personale del cantiere.
Regolare il traffico in cantiere per le macchine e gli altri veicoli.
Delimitare l'area di lavoro delle macchine.
Usare un segnalatore per aiutare l'operatore. Usare i segnali
gestuali previsti dallo schema a pag. 187.
Mettere a disposizione apparecchi ricetrasmittenti, se
necessario.
Accertarsi che le persone in cantiere comunichino con
l'operatore, prima di avvicinarsi alla macchina.
Porre restrizioni sulla velocità massima consentita e vietare
eventualmente lunghi percorsi in retromarcia.
Norrme di vissib
bilità
à pe
er otttempe
erarre allla direttta mac
cchiina delll'U
UE
La norma ISO 5006 "Earthmoving machinery - Operator's field
of view" (Macchine movimento terra - Campo visivo
dell'operatore) definisce la visuale attorno alla macchina e
deve essere seguita per misurare e valutare tale visuale. La
conformità a questa norma è obbligatoria nei paesi dell'UE e
consente di avere una visuale migliore attorno alla macchina.
- La macchina è stata collaudata in base ai metodi e criteri
stabiliti da tale standard. Il metodo che si utilizza per valutare
la visuale non può tenere conto di tutti i possibili angoli di
visuale dell'operatore ma fornisce informazioni utili per
determinare se i dispositivi di visibilità indiretta, come ad
esempio un sistema di avvertimento, siano necessari.
- Il test viene eseguito con macchina ferma e senza carico, con
attrezzatura standard e benne in posizione di portata.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
94
4
ISO 14401 "Earth-moving machinery - Field of vision of
surveillance and rear-view mirrors" (Macchine movimento terra
- Visuale con aiuto di specchi retrovisori).
ISO 16001 "Earth-moving machinery - Hazard detection
systems and visual aids - Performance requirements and tests"
(Macchine movimento terra - Visuale con aiuto di telecamere).
Se la macchina viene modificata o dotata di altri attrezzi che ne
peggiorino la visuale, va testata di nuovo a norme ISO 5006, ISO
14401 e ISO 16001 e, se necessario, dotata di ulteriori dispositivi.

Provved
dimenti prrima e du
urante l''us
so
Girare attorno alla macchina e verificare che non vi siano
ostacoli.
Controllare che gli specchi retrovisori e gli altri dispositivi per il
miglioramento della visuale siano in buono stato, puliti e
La zona di pericolo è di almeno 7 metri (276 in) correttamente impostati.
attorno alla macchina in funzione. Controllare che il segnale acustico, il segnale di retromarcia e
il lampeggiatore rotante (equipaggiamento opzionale)
funzionino regolarmente.
Controllare che la direzione del cantiere abbia predisposto
regole e procedure di lavoro.
Tenere sempre sotto controllo la zona circostante alla
macchina per scorgere eventuali ostacoli.
E' vietato entrare o sostare nell'area di pericolo, cioè intorno
alla macchina e ad almeno 7 m (276 in) dallo sbraccio massimo
della macchina. L'operatore può consentire l'ingresso nell'area
di pericolo di una persona, ma in tal caso deve agire con la
massima cautela e solo quando la persona è nel suo campo
visivo o comunica con segnali ben visibili la propria posizione.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
No
orme dii sic
currezza pe
er ill fu
unzio
onamento 95
5

Norme di sicurezza per il


funzionamento
Carburante, rifornimento

AVVERTENZA
Rischio di esplosione!
I vapori all'interno di un contenitore di carburante vuoto sono
esplosivi. Pericolo di gravi lesioni personali o morte.
Evittare fiiamme liibere e scin ntille ne
ellle vic
cin
nanze deelll'area
a di
rifforniimentto.
Non n fuumarre..
Non n efffettuare ta
aglii o salldatu
ure suii tuubi, suii serba
ato
oi o suii
con ntenitori dell carrbuurannte.

Prroced
dure dii sic
currezza du
urante ill riifornimento
Spegnere il motore e tutti gli interruttori elettrici, i riscaldatori
cabina e il separatore della batteria.
Non effettuare il rifornimento carburante in aree chiuse.
Assicurarsi che l'area di rifornimento carburante sia ben
ventilata.
Non effettuare il rifornimento carburante mentre il motore è in
funzione.
Prima di eseguire il rifornimento, lasciar raffreddare il motore.
Se presenti, usare le maniglie e i gradini per raggiungere il
serbatoio carburante.
Prestare attenzione quando si rimuove il tappo del serbatoio
carburante.
Per evitare che le scintille di elettricità statica diano fuoco ai
vapori di carburante, mantenere un buon contatto a terra
tenendo lo spruzzatore del carburante in contatto costante con
il bocchettone di riempimento del serbatoio.
Collegare sempre a terra lo spruzzatore del carburante
appoggiandolo al bocchettone di riempimento per evitare
scintille.
Non miscelare benzina o altro materiale non specificato con
carburante diesel. Potrebbero generarsi vapori altamente
infiammabili.
Usare il grado di carburate corretto per la stagione di utilizzo.
Non riempire completamente il serbatoio carburante.
Pulire immediatamente eventuale carburante versato.
Montare e serrare il tappo del serbatoio carburante.
NOTTA!
Qualora il tappo del serbatoio carburante vada perso, sostituirlo
esclusivamente con un tappo originale approvato dal produttore.
L'uso di un tappo non approvato senza adeguata ventilazione
potrebbe causare la pressurizzazione del serbatoio carburante.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
96
6 No
orme dii sic
currezza pe
er ill fu
unzio
onamento
Obblighi dell'operatore

AVVERTENZA
Rischio di incidenti mortali.
La presenza di persone non autorizzate nell'area di lavoro intorno
alla macchina può comportare il rischio di gravi lesioni da
schiacciamento.
• Alllontanare tu uttto ill pe
ersona ale no
on auutorizzato o dalll'arreaa di lavoro..
• Daare unn'oc
cchiiata in tu utte le direziooni.
• Noon azzio
onare le e le
eve di coman ndo o glli intterrutttori alll'avvia
amen nto.
• Azzioonare l''av
vvissattore ac cusstiico prima dii iniz ziare l''operaz zionne.

L'operatore deve manovrare la macchina in modo tale che il


rischio di incidenti sia ridotto al minimo per l'operatore, per gli
utenti della strada e per le persone presenti in cantiere.
L'operatore deve conoscere a fondo le manovre della
macchina e la relativa manutenzione. Pertanto, è consigliabile
che segua un apposito corso.
L'operatore deve seguire le regole e le indicazioni contenute
nel manuale per l'operatore, osservando anche tutte le regole
e le leggi nazionali che disciplinano la materia, oltre a valutare
tutti i possibili rischi esistenti nel cantiere in cui opera.
L'operatore deve essere completamente riposato e non deve
mai manovrare la macchina sotto l'effetto di alcool, farmaci o
altre droghe.
L'operatore è responsabile per i carichi della macchina sia
quando opera su strade pubbliche che quando lavora in
cantiere.
- Non deve sussistere il rischio di caduta del carico durante
l'attività operativa.
- Rifiutare il carico che può evidentemente mettere a rischio
la sicurezza.
- Rispettare il carico di portata nominale della macchina. Fare
attenzione all'influenza delle differenti distanze rispetto al
centro di gravità e l'effetto di unità aggiuntive.
L'operatore deve poter controllare l'area di lavoro della
macchina.
La zona di pericolo è di almeno 7 metri (275,5 in) - Impedire che delle persone camminino o sostino sotto gli
intorno alla macchina in funzione. avambracci sollevati a meno che questi non siano messi in
sicurezza o sostenuti.
- Impedire alle persone di entrare o permanere nella zona di
pericolo, che corrisponde all'area attorno alla macchina e
alla distanza di almeno 7 metri (275,5 in) dalla capacità
massima di allungamento dell'attrezzo.
L'operatore è responsabile perché la macchina non sia usata
per trasportare o sollevare persone, a meno che non sia
equipaggiata e omologata a tale scopo. Per maggiori
informazioni contattare il concessionario.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
No
orme dii sic
currezza pe
er ill fu
unzio
onamento 97
7
Incidenti

AVVERTENZA
Pericolo di gravi lesioni.
La presenza di più persone in cabina durante l'uso della macchina
può provocare incidenti e gravi lesioni personali.
Sollo l''op
perattore, sed
duto
o all po
ostoo di guiida, pu
uò trrovarrsi in
n cabin
na
du
urannte l''us
so deella macchiina. Ill res
sta
ante personnale deve
man nte
enerrsi a diista
anza di siccurrezza daalla
a macchiina.
Informare immediatamente la direzione lavori di eventuali
incidenti e lesioni riportate.
Se possibile lasciare la macchina nella posizione in cui è
avvenuto l'incidente.
Adottare provvedimenti atti a ridurre gli effetti dell'incidente,
specialmente in caso di danni a persone. Non fare nulla che
possa in qualche modo aggravare i danni o rendere più
difficoltose le indagini sull'incidente.
In caso di incidente, prendere le misure previste dai piani sulla
sicurezza in caso di incidente oppure seguire altre disposizioni.
Attendere istruzioni dalla direzione lavori.

Siicurrezza op
peratore
Allacciare sempre la cintura di sicurezza.
Sedersi sempre sul sedile dell'operatore e allacciare la cintura
di sicurezza prima di avviare la macchina (il motore) e azionare
leve e comandi.
Verificare che la cintura di sicurezza non sia usurata, vedere
pag. 85.
La macchina deve essere operativa, cioè i guasti che possono
causare incidenti devono essere eliminati.
Indossare indumenti adeguati e un elmetto quando si trova
all'esterno della cabina.
Non utilizzare un telefono cellulare non collegato in quanto può
interferire con l'elettronica della macchina. Il telefono cellulare
deve essere collegato in modo permanente all'impianto
elettrico della macchina e con un'antenna fissa all'esterno della
macchina.
Tenere le mani distanti dalle aree che presentano rischi di
schiacciamento, ad esempio coperchi, portiera e finestrini.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
98
8 No
orme dii sic
currezza pe
er ill fu
unzio
onamento
Per entrare o uscire dalla cabina, usare maniglie e gradini.
Mantenere sempre tre punti di presa, ad es. una mano e due
piedi oppure un piede e due mani. Rimanere sempre rivolti
verso la macchina - non saltare!
Durante la manovra, il trasporto e il parcheggio della macchina,
mantenere chiusa la portiera.
Le vibrazioni (scuotimenti) che avvengono durante l'uso della
macchina possono essere dannose per la salute
dell'operatore. Possono essere ridotte in questo modo:
- regolando il sedile e stringendo la cintura di sicurezza.
- scegliendo una superficie più piana possibile per la
macchina (spianandola all'occorrenza).
- adattando la velocità.
La cabina, il cui scopo è proteggere l'operatore, è conforme ai
requisiti della norma antiribaltamento ROPS (Roll Over
Protective Structures). Se la macchina dovesse accennare a
ribaltarsi, afferrarsi quindi saldamente al volante - Non saltare
fuori!
La cabina è inoltre progettata per soddisfare i requisiti per la
protezione dalla caduta di oggetti, il cui peso è conforme ai
metodi di collaudo della normativa "FOPS".
Camminare e sostare esclusivamente su superfici con
protezione antiscivolo.
Non entrare o uscire dalla cabina durante temporali.
- Se, in tal caso, ci si trova all'esterno della macchina,
rimanere a distanza fino a quando il temporale non sia
cessato.
V1138166
- Se ci si trova all'interno della cabina, rimanere seduti con la
(Schizzo esemplificativo) macchina ferma, finché il temporale non è cessato. Non
Superfici di salita toccare comandi o parti metalliche.
Controllare che gli attrezzi siano adeguatamente fissati e
bloccati.
La cabina è dotata di due uscite di sicurezza: la porta e il
finestrino laterale destro apribile.

Ope
erazion
ni su strrade pu
ubbliche
e
Le normative nazionali e locali contengono le istruzioni relative
all'utilizzo dei segnali stradali e dei dispositivi di deviazione e
di sicurezza.
Osservare una speciale cautela quando si procede con dei
carichi sospesi. Se necessario, utilizzare una persona per le
opportune segnalazioni.
Utilizzare il lampeggiatore rotante di avvertimento nei seguenti
casi:
- durante i lavori di manutenzione stradale, per esempio durante
lo sgombero di neve o altre operazioni
- quando la larghezza di un attrezzo trasportato o trainato è
maggiore della larghezza della macchina.
- se la macchina opera od è in sosta in modo di costituire un
pericolo per il traffico.
- nei lavori sulla sede stradale o ai lati della strada
- osservare i regolamenti e le normative locali.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
No
orme dii sic
currezza pe
er ill fu
unzio
onamento 99
9
Marcia su strade pubbliche
L'operatore della macchina è anche un utente della strada e
perciò è tenuto a conoscere e a seguire le norme locali e
nazionali che disciplinano il traffico.
È importante ricordare che la macchina, in confronto agli altri
veicoli che circolano su strada, si muove più lentamente e ha
dimensioni ingombranti, che potrebbero intralciare la
circolazione. Tenere conto di questi aspetti e prestare
particolare attenzione al traffico che segue. Facilitare i
sorpassi.
Applicare un cartello di "veicolo lento" alla parte posteriore
della macchina dove sia chiaramente visibile (non all'interno
del finestrino posteriore o di un altro finestrino). Il cartello va
posizionato ad un'altezza da terra di 0,6-1,8 m (23,6-70,9 in)
misurata dalla parte inferiore del cartello.
L'attrezzo deve essere vuoto, abbassato in posizione di
trasporto (30-40 cm (12-16 in) da terra) e completamente
Cartello di "veicolo lento" inclinato all'indietro.
L'estremità anteriore dell'avambraccio di movimentazione del
materiale deve essere segnalata con una bandierina rossa.
Bloccare le leve di comando tramite l'apposito dispositivo.
Tutte le luci di lavoro e il lampeggiatore rotante devono essere
spenti.
Le luci di emergenza vanno utilizzate solo in situazioni di
emergenza.
Non montare attrezzi o benne che potrebbero limitare la
visibilità.
Accertare che eventuali attrezzi/benne ingombranti non
vadano a coprire i fari. Per legge, i fari della macchina devono
illuminare e fornire visibilità sufficiente davanti alla macchina.
Eventuali attrezzi quali secchi, badili e sbarre di ferro vanno
accuratamente bloccati con catene o cinghie elastiche.
Se è necessario trainare un rimorchio dietro la macchina,
vedere 137.
Il dispositivo di attacco del contrappeso non deve essere usato
per il recupero o il traino su strada. Osservare le norme
nazionali in materia.
Non utilizzare lo sterzo a leva (CDC).

AVVIS
SO
Seg
guirre le
e no
ormattive locali e naziona
ali.

No
orme dii sicurrezza in
n cas
so dii inccen
ndio
Se la propria incolumità non è soggetta a rischio immediato,
intraprendere le azioni seguenti.

In
n cas
so d''incen
ndio sull can
ntiere
1 Se possibile, allontanare la macchina dall'area di pericolo.
2 Abbassare a terra l'attrezzo.
3 Spegnere il motore girando la chiave di avviamento in senso
antiorario o premendo l'arresto di emergenza
(equipaggiamento opzionale) in cabina.
4 Uscire dalla cabina.
5 Disinserire l'alimentazione elettrica con il sezionatore della
batteria.
6 Se possibile, partecipare attivamente agli interventi anticendio
e, se necessario, chiamare i Vigili del Fuoco.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
10
00 No
orme dii sic
currezza pe
er ill fu
unzio
onamento
In caso d'incendio all'interno della macchina
Se la macchina è in funzione:
1 Se possibile, parcheggiare la macchina lontano da materiali e
oggetti infiammabili.
2 Abbassare a terra l'attrezzo.
3 Spegnere il motore girando la chiave di avviamento in senso
antiorario o premendo l'arresto di emergenza
(equipaggiamento opzionale) in cabina.
4 Uscire dalla cabina.
5 Se possibile, disinserire l'alimentazione elettrica con il
sezionatore della batteria.
6 Cercare di spegnere l'incendio.
7 Chiamare i Vigili del Fuoco se necessario.
In
n casso di in
ncen
ndiio su una
a mac
cchiina dotaata
a dii im
mpiianto
o
anttinc
cen
ndio (eqquipaaggia
amento
o op
pzioonalle)
Se la macchina è in funzione (attivazione del sistema sprinkler da
parte dell'operatore):
1 se possibile, parcheggiare in un punto non soggetto a rischio
d'incendio.
2 Spegnere il motore con l'arresto di emergenza
(equipaggiamento opzionale) in cabina o girando la chiave di
avviamento in senso antiorario.
NOOTA!
In caso di incendio si attiva il sistema sprinkler.
3 Uscire dalla cabina.
NOOTA!
È possibile attivare il sistema sprinkler anche con il pulsante di
attivazione manuale (all'esterno della cabina), vedere pagina
196.
4 Se possibile, disinserire l'alimentazione generale con il
sezionatore della batteria, situato sotto i gradini sul lato sinistro
della macchina.
5 Tenere a portata di mano un estintore, in quanto possono
ancora scaturire delle fiamme dalla macchina.
6 Chiamare i Vigili del Fuoco se necessario.
NOTA!
Se la macchina non è in funzione oppure è inserito il freno di
stazionamento, il sistema sprinkler verrà attivato
automaticamente.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
No
orme dii sic
currezza pe
er ill fu
unzio
onamento 10
01

Linee elettriche, distanza minima

PERICOLO
Rischio di scossa elettrica
I lavori in prossimità oppure il contatto con linee elettriche
sospese possono comportare il rischio di scossa elettrica.
Man ntenersi semmprre a dis
sta
anza dii sic
currez
zza da
alle liinee
e ele
ettric
che
sosspese.
L'alta tensione è letale e può essere sufficientemente potente da
distruggere la macchina e gli attrezzi ad essa collegati. Prima di
intraprendere lavori in prossimità di linee elettriche aeree,
contattare la sede locale della compagnia elettrica.
Quando si utilizza la macchina in prossimità di linee elettriche
aeree, è necessario adottare precauzioni speciali.
Presupporre che tutte le linee elettriche aeree siano sotto
tensione, anche quelle che non dovrebbero esserlo.
L'eventuale contatto con linee elettriche aeree potrebbe
provocare l'interruzione temporanea della corrente che
successivamente potrebbe essere ripristinata senza
preavviso.
Se si tocca contemporaneamente la macchina e il terreno si
rischia la folgorazione.
Essere sempre consapevoli dei gravissimi rischi che può
comportare il contatto con alta tensione.
Non dimenticare che la distanza di sicurezza dipende dalla
tensione delle linee elettriche.
Le scariche elettriche esterne possono danneggiare la
macchina e provocare gravi lesioni all'operatore anche a
distanze elevate dalla linea elettrica.
Mantenersi sempre a distanza di sicurezza dalle linee
elettriche aeree.

Diista
anza miinima da
alle liinee ellettriche
e ae
eree
Tensione delle linee elettriche Distanza minima
aeree m piedi
Volt (V)
fino a 50.000 3 10
da 50.000 a 69.000 4 13
da 69.000 a 138.000 5 16,4
138.000 - 250.000 6 20
250.000 - 500.000 8 26
500.000 - 550.000 11 35
550.000 - 750.000 13 43
oltre 750.000 14 46

Prendere nota della posizione e della tensione di tutte le linee


elettriche aeree in prossimità del cantiere di lavoro, prima di
iniziare a lavorare con la macchina.
Rivolgersi alla sede locale della compagnia elettrica in caso di
dubbi circa la presenza di corrente sulla linea e sulla sua tensione.

Pe
er asssic
currare la
a ma
assimma sic
currezza du
urante il la
avorro,
ad
dottare lee seg
guenti prrecau
uzio
oni:
Sapere come intervenire in caso di scarica elettrica esterna a
danno di persone o della macchina.
Is
strruzio
oni dii fu
unzio
onamento
10
02 No
orme dii sic
currezza pe
er ill fu
unzio
onamento
Manovrare la macchina più lentamente del normale in
prossimità di linee elettriche.
Le linee ad alta campata potrebbero oscillare e ridurre la
distanza tra macchina e cavi.
Fare attenzione quando si viaggia su terreni accidentati che
potrebbero provocare l'instabilità della macchina.
Tenere lontano tutte le persone dalla macchina qualora
quest'ultima si trovi in prossimità di linee elettriche.
Impedire a chiunque di toccare la macchina o il suo carico
prima che venga accertata la loro sicurezza.
Quando la macchina entra in contatto con linee elettriche
aeree, impedire a chiunque di avvicinarsi o toccare la
macchina. Mantenersi lontano dalla macchina e chiedere
aiuto.
Non toccare eventuali persone che siano in contatto con una
linea elettrica sotto tensione.

Se laa ma acchiina do
ovessse en
ntrare in
n con
ntatto con
n liinee
ellettriche
e ae
eree:
L'operatore deve rimanere seduto all'interno della cabina
durante il contatto della macchina con la linea elettrica aerea.
Avvertire il personale che si trova in prossimità della macchina
affinché non tocchi nessuna parte della macchina e stia
lontano.
L'operatore deve rimanere seduto al proprio posto e abbassare
eventuali parti della macchina che siano in contatto con la linea
elettrica oppure, se possibile, deve guidare la macchina
lontano dalla linea elettrica.
Se il contatto elettrico con il cavo non può essere interrotto,
l'operatore deve rimanere al posto di guida fino a quando non
sia sicuro che è stata interrotta la corrente.
Se è necessario abbandonare la macchina per richiedere aiuto
o in caso di incendio, saltare giù dalla macchina cercando di
mantenersi il più distante possibile da essa e da eventuali cavi.
Rimanere in piedi durante il contatto col terreno, mantenere i
piedi uniti e saltare a distanza di sicurezza.
Ill man
ncatto ris
spe
ettto di qu
ueste
e prreccau
uzio
oni potrreb
bbe caus
sarre
foolgoraz
zio
one e innciddentti morta
ali!
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
No
orme dii siccurrezza pe
er ill fu
unzio
onamento 10
03
Uscita di sicurezza
La cabina è dotata di due uscite di sicurezza: la porta e il finestrino
laterale destro apribile.
1 Rompere il vetro con il martello di emergenza situato sul
montante della cabina.
2 Estrarre il profilo al centro per uscire dalla cabina.
Se la maccchiina è dottata dii "p
prottezio
one del fiinestrrino latteralle"
1 Rompere il vetro come descritto sopra.
2 Rimuovere i quattro perni che fissano la griglia protettiva del
finestrino in posizione afferrando l'anello e tirando i perni.
3 Estrarre la griglia protettiva del finestrino.

V1107270

Finestrino destro dall'interno della cabina

V1107271

Protezione del finestrino laterale

V1109257

Perno da rimuovere
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
10 4 Op
perazio
oni prreliminari alll'uso

Operazioni preliminari all'uso

AVVERTENZA
Rischio di incidenti.
Lo sterzo a leva attivato durante la marcia su strade pubbliche
può comportare il rischio di incidenti.
No
on uttilizzarre maii lo
o ste erzo a leva duran
nte la marrcia
a su strrad
de
pu
ubbblichee. Utiilizzare ill vollan
nte.
1 Eseguire l'assistenza quotidiana, vedere pagina 216.
2 Rimuovere la neve dalla piattaforma che si trova sul lato
destro, accanto alla presa d'aria del motore.
3 Pulire/raschiare le finestre.
4 Pulire e regolare specchietti e telecamere. Vedere 110.
5 Controllare che non vi siano parti difettose/distaccate o perdite
che possano causare incidenti.
6 Controllare che il sezionatore della batteria sia attivato.
7 Controllare che le ruote non siano bloccate.
8 Verificare che il cofano del motore e i coperchi di ispezione
siano chiusi e che il carter del radiatore sia chiuso e bloccato.
9 Controllare che non vi siano persone in prossimità della
macchina, vedere a pagina 95.
10 Regolare il sedile dell'operatore (vedere 82) e il volante
(vedere 67).
11 Allacciare la cintura di sicurezza.
12 Controllare che ci sia carburante a sufficienza nel serbatoio.
13 Se la macchina è fredda, riscaldare l'impianto idraulico,
vedere 109.
Al te
erminee dell lav
voro
Riempire serbatoio di carburante, per evitare la formazione di
condensa.
Accertarsi che vi sia una quantità sufficiente di antigelo
nell'impianto di raffreddamento (vedere pag. 249) e nel liquido
lavavetri in caso di temperature inferiori a 0 °C.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Av
vvia
amento de
el mo
otore 10
05

Avviamento del motore


1 Portare il comando selettore marce in folle.
2 Ruotando la chiave di avviamento in posizione (1) si avvia un
programma di verifica del sistema, che richiede 4-5 secondi.
3 Controllare anche che tutte le spie si accendano e che gli
strumenti a lancetta si attivino.
4 Avviare il motore portando la chiave di avviamento in
posizione (2). Se il motore non si avvia, riportare la chiave alla
posizione 0, prima di tentare di nuovo l'avviamento.
5 Controllare che tutte le spie di controllo e allarme si spengano
una volta avviato il motore.
6 Lasciar funzionare il motore al minimo per almeno 30 secondi.
7 Verificare che l'attrezzo sia correttamente bloccato,
premendolo contro il terreno.
8 Disinnestare il freno di stazionamento.
9 Selezionare la marcia e accelerare.

Turrbocom
mpressorre
Il turbocompressore è lubrificato dall'impianto di lubrificazione del
motore.
Perr as
ssicurarre ill bu
uon fu
unzionamen
nto del com
mprres
ssorre è
im
mpoorta
ante:

Aria Olio Gas di


lubrificante scarico

A Entrata gas di scarico


B All'impianto di
scappamento
C Aspirazione d'aria
D Aria compressa

mantenere una buona lubrificazione


- non aumentando eccessivamente il regime del motore
subito dopo l'avviamento.
- lasciare al minimo il motore fino a che l'ic con
na OK
K diven
nta
verde sull diispllay, quindi arrestare il motore.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
10
06 Avvia
amento de
el mo
otore
l'olio motore e i filtri vanno sostituiti agli intervalli prescritti.
sottoporre a manutenzione periodica il filtro dell'aria e verificare
che non vi siano perdite nell'impianto di scarico e nei condotti
12:58 dell'olio di lubrificazione.
Sostituire immediatamente il turbocompressore in caso di rumori
o vibrazioni anomali.
o Gli in
nterventti sull tu
urboc
comprresssorre devono es
sserre es
segu
uiti da
32 l/h Fl L
APS
-15 C un
n'o
offficina
a au
utoorizzatta Vo
olvo.
OK

V1142136

Icona OK

Av vvia
amento de
ella maacchiina in
n cliimi frreddi
(ttemperature in o 2 oF)
nferiori a 0 C,, 32

AV
VVERTENZA
Rischio di esplosione.
L'uso di ausili di avviamento infiammabili nel vano motore può
provocare un'esplosione.
Noon uttilizzarre maii eventu
ualii au
usilii pe
er l''avvia
amen
nto de
el mottore.
La funzione di preriscaldamento è controllata dalla centralina del
motore (ECM).
1 Girare la chiave di avviamento in posizione di marcia (1).
2 Il preriscaldamento, se necessario, si attiva in automatico.
3 Sul display anteriore si accende un simbolo che segnala che
il preriscaldamento è attivato, vedere pag. 37.
4 Quando il simbolo si spegne, si può avviare il motore ruotando
la chiave di avviamento in posizione di avviamento (2).
Lasciar funzionare il motore al minimo per almeno 60
secondi.
Portare il motore ad un alto regime subito dopo l'avviamento,
significa pregiudicare la lubrificazione ed il raffreddamento
del turbocompressore, con rischio di grippaggio dei
cuscinetti.
NO OTA!
Non utilizzare l'impianto di lubrificazione di lavoro al massimo
regine fino a che l'olio idraulico non si sia riscaldato. Per riscaldare
l'impianto idraulico, vedere 109.

Avviam
mento con
n ba
atterrie au
usiliiarrie
In caso di avviamento con batterie ausiliarie, osservare quanto
segue:
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Av
vvia
amento de
el mo
otore 10
07

AVVERTENZA
Rischio di esplosione.
Collegando una batteria completamente carica ad una batteria
completamente scarica o congelata, le batterie possono
esplodere a causa della corrente transitoria.
Nonn uttilizzarre una ba
atteria complletamentee scarrica o con
ngelatta
pe
er l'a
avvia amentto di emerrgeenza della mac
cchiina..
Verrifiicarre che
e le
e ba
atterie au
usilliarie o le
e alltre fo
ontii di allimenta
azione
ab
bbian no laa ste
essa te
ensione e de
elle battteriee staandard..
1 Portare il selettore marce in folle.
2 Collegare uno dei cavi di avviamento al polo (+) della batteria
ausiliaria (A) e al polo (+) della batteria di avviamento (B) della
macchina.
3 Collegare l'altro cavo di avviamento al polo (-) della batteria
ausiliaria (C) e a massa, ad esempio al punto di massa
(bullone) della macchina che si trova sopra la scatola della
batteria (D).
4 Controllare che il sezionatore batterie sia collegato.
NOT
TA!
D Montare i cavi 5-10 minuti prima di avviare il motore.
5 Avviare il motore dalla cabina, con l'apposita chiave.
6 Lasciare collegate le batterie per 5-10 minuti dopo
l'avviamento del motore.
7 Scollegare innanzitutto il cavo di avviamento tra il punto di
massa (bullone) che si trova sopra la scatola della batteria (D)
e il polo (-) della batteria ausiliaria (C).
8 Quindi scollegare il cavo di avviamento tra il polo (+) della
batteria di avviamento della macchina (B) e il polo (+) della
batteria ausiliaria (A).
9 Rimettere al loro posto le protezioni dei poli della batteria.
CA
V1144352

B
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
10
08 Avvia
amento de
el mo
otore
Riscaldatore motore
(Attrezzatura opzionale)
Questo dispositivo si utilizza per ridurre il carico e di conseguenza
l'usura del motore in caso di avviamento in climi freddi.

Tempo di collegamento raccomandato del riscaldatore del


blocco motore
oC -20oC -10oC 0o C +10oC
(-68oF) (-50oF) (+32oF) (+50oF)
Ore 3 2 1 1
NOTA!
Per una maggiore sicurezza, accertarsi che la presa a muro sia
dotata di salvavita e che il cavo di collegamento sia integro.

V1141050

Collegamento per il riscaldatore del blocco motore


(situato a sinistra dei gradini, sotto il sezionatore
della batteria)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Im
mpianto id
draulico,, riiscalldamento 10
09

Impianto idraulico, riscaldamento

AVVERTENZA
Pericolo di lesioni da schiacciamento.
A basse temperatura, l'impianto idraulico può rispondere
lentamente e comportare movimenti improvvisi della macchina.
Proccedderre con
n la massima caute ela fiinché
é l''im
mpiiantto id
drauliico non
haa rag
ggiuntoo la
a te
emperattura dii es
serrcizio
o.
Poiché quando è freddo, l'olio è molto viscoso, le funzioni
idrauliche della macchina potrebbero funzionare più lentamente
di quando l'olio è caldo.
Se una o più funzioni della macchina vengono portate a fine corsa
senza che l'impianto sia stato precedentemente riscaldato,
potrebbero verificarsi movimenti inaspettati, danni o
malfunzionamenti della macchina.

AVV
VISO
Non accelerrarre il ris
scallda
amentto delll'olio, po
oiché
é il riscalldamento
o
fo
orzatto può
ò da
anneg ggiare la macchiina.

Riscaldare l'olio idraulico alla temperatura operativa: 60-80 °C


In
nformazio
oni (140-176 °F). Controllare la temperatura sul display in modalità
di assistenza.
Il riscaldamento può essere eseguito con o senza attrezzi, ma
non vanno trasportati carichi.
1 Verificare che la benne o l'attrezzo non siano sottoposti ad
Passare alla modalità di assistenza alcun carico e che il dispositivo di bloccaggio del giunto del
No Sì telaio sia disinserito.
2 Portare la chiave di avviamento in posizione 1.
3 Tenere premuto il tasto 8 (assistenza) sul tastierino per 4
secondi circa. Premere SELECT quando appare un
messaggio per chiedere se si desidera accedere alla modalità
di assistenza.
4 Premere il tasto 3 (impianto idraulico) sul tastierino e
controllare il valore della temperatura sul display.
5 Avviare il motore.
NOT TA!
Fare attenzione quando si utilizza l'impianto idraulico se l'olio è
freddo.
6 Inclinare completamente in avanti l'attrezzo e sollevarlo alla
massima altezza.
7 Inclinare completamene all'indietro l'attrezzo e abbassarlo a
terra.
8 Ruotare il volante completamente a sinistra o destra.
9 Ripetere le operazioni di cui ai punti 6-8 fino a che l'olio non
ha raggiunto la temperatura operativa.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
11
10 Spe
ecchii

Specchi
Specchi di visione anteriore
Regolare gli specchietti anteriori come indicato di seguito:
1 Individuare un oggetto fisso in corrispondenza del punto A
2 Posizionare la benna nella posizione corrispondente
3 Controllare che l'oggetto in posizione A sia visibile in entrambi
gli specchietti.
4 Se l'oggetto in posizione A non è visibile in entrambi gli
specchietti, regolarli fino a che l'oggetto non sia visibile in
entrambi gli specchietti.
NO OTA!
Regolare gli specchietti in modo che l'oggetto nel punto A sia
visibile al centro ed a circa 1/4 dal bordo interno dello specchietto.
Il punto A deve essere visibile in entrambi gli specchietti. Vedere
dettaglio S.

A Requisito di legge
B Requisito di legge
C Linea di vista
D Raggio 12 m (39.4 ft)
E 295 mm (11.6 in) dietro colonna della cabina
F Posizione degli occhi
G 1,19 m (3.9 ft) dal pavimento
H 1,5 m (4.93 ft)
I 1,0 m (3.28 ft)
J Punto A dal terreno
K Linea di vista
L Raggio 12 m (39.4 ft)
M Punto A nello specchietto
N 1/4 della larghezza dello specchietto
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Spe
ecchii 11
11
O 1/2 della lunghezza dello specchietto
P Punto A nello specchietto
Q Linea di vista
R Linea centrale, cabina
S Specchietti anteriori

Specchii re
etrovis
sorri, mo
ontati sull te
etto
Regolare gli specchietti posteriori come indicato di seguito:
1 Individuare oggetti fissi in corrispondenza dei punti G e H.
2 Verificare che l'oggetto nel punto G sia visibile nello
specchietto posteriore destro.
3 Se l'oggetto nel punto G non è visibile nello specchietto
posteriore destro, regolare lo specchietto in modo che
l'oggetto nel punto G sia visibile.
4 Verificare che l'oggetto nel punto H sia visibile nello
specchietto posteriore sinistro.
5 Se l'oggetto nel punto H non è visibile nello specchietto
posteriore sinistro, regolare lo specchietto in modo che sia
visibile l'oggetto nel punto H.
NOT TA!
Regolare lo specchietto posteriore destro in modo che l'oggetto
nel punto G sia visibile al centro e a circa 1/4 dal bordo interno
dello specchietto. Regolare lo specchietto sinistro in modo che
l'oggetto nel punto H sia visibile al centro e a circa 1/4 dal bordo
interno dello specchietto. Vedere dettaglio N.

A B
C

E
D
F
I

G&H

J
G

K
M

L
B
N
J H
N O
P
B Q
T
S R
V1146770

A 295 mm (11.6 in) dietro colonna della cabina


B Posizione occhi specchietti posteriori
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
11
12 Sp
pecchii
C 1,19 m (3.9 ft) dal pavimento
D 1,0 m (3.28 ft)
E Punto di riferimento legale
F Linea di riferimento visibilità
G Punto di riferimento a terra destro
H Punto di riferimento a terra sinistro
I 1,5 m (4.92 ft)
J 3,0 m (9.84 ft)
K 1,1 m (3.61 ft)
L 1,1 m (3.61 ft)
M Ampiezza visibile reale su "area rettangolare di 1 m" nello specchietto retrovisore
N Specchi retrovisori
O 1/2 della lunghezza dello specchietto
P Punto G nello specchietto
Q 1/4 della larghezza dello specchietto
R Punto H nello specchietto
S Linea di vista
T Linea centrale, cabina

Specchii re
etrovis
sorri
Spe
ecchii rettrov
visorri princip
palli
Gli specchi sono montati all'interno e all'esterno della cabina e
contribuiscono ad aumentare la visibilità attorno alla macchina.
Gli specchi montati esternamente sono di due tipi: specchi su
braccio normale e specchi su braccio lungo.
Re
egolaz
zion
ne
Regolare gli specchi per ottenere una visibilità ottimale. A tale
scopo procedere come segue:

1 Regolare lo specchio retrovisore esterno sinistro (1) e lo specchio


A 2 retrovisore esterno destro (2) per ottenere la massima visibilità a
entrambi i lati della macchina.

3 V1177084

Zone di visibilità degli specchi con braccio normale


A. 12 m (39.4 ft)
B. 1,0 m (3.28 ft)
1. Specchio retrovisore esterno sinistro
2. Specchio retrovisore esterno destro
3. Specchio retrovisore interno
Is
strruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Sp
pecchii 11
13
Regolare lo specchio interno (3) per ottenere la massima visibilità
1 A 2 sul retro della macchina. Verificare che sia possibile vedere
oggetti che si trovano ad un'altezza di 1,2 m (3.94 ft) da terra e a
una distanza di 1,0 m (3.28 ft) dal retro della macchina.

3 V1177085

Zone di visibilità, compreso specchio retrovisore


destro con braccio lungo
A. 12 m (39.4 ft)
B. 1,0 m (3.28 ft)
1. Specchio retrovisore esterno sinistro
2. Specchio retrovisore esterno destro con
braccio lungo
3. Specchio retrovisore interno

X NOTTA!
Eventuali attrezzature montate all'esterno della macchina
potrebbero ridurre la visibilità dall'interno della cabina.
Y

V1177222

X = 1,0 m (3.28 ft)


Y = 1,2 m (3.94 ft)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
11
14 Se
elezio
one de
elle ma
arce

Selezione delle marce


Selezionare prima la marcia appropriata girando il selettore
nella posizione opportuna, poi il senso di marcia, cioè marcia
avanti o retromarcia.
NOOTA!
In caso di mancato inserimento del freno di stazionamento, la
trasmissione potrebbe mettere in moto la macchina con una
marcia inserita, anche al minimo.

Se
elettore dii diirezio
one

AV
VVERTENZA
Rischio di distacco della macchina.
Lasciando il cambio in folle in discesa sussiste il rischio di perdita
di controllo della macchina e incidenti mortali.
In
n diisces
sa, proceddere sempre con n un
na marrcia avan ntii ins
serritta.
Ill pas
ssag ggiio in
n fo
olle duurantee la marrcia
a in
n diisces
sa pu uò prrov
voc
carre
la
a peerdiita dii conttrolllo de
ella macchinna e da anni allla
a trras
smis
ssio
one.

AV
VVERTENZA
Pericolo di gravi lesioni.
Il movimento incontrollato della macchina può provocare gravi
lesioni personali.
No on la
asciarre mai la
a macchiina inncus
stooditaa conn ill sele
ettore del
cam mbio inn pos
siz
zio
one dii marrcia
a av
vantii o retrrom
marcia a con ill moto
ore
acccesso..
Leva in posizione N = Folle
Leva in posizione F = Marcia avanti
Leva in posizione R = retromarcia
Durante il passaggio dalla marcia avanti alla retromarcia (o
viceversa) ridurre quanto più possibile la velocità della macchina
ed il regime motore, soprattutto se la macchina opera su fondo
stabile.
Il passaggio da marcia avanti a marcia indietro deve avvenire solo
in 1a o 2a marcia.

Cam
mbio au
utomatico (A
APS)
La fu
unzio
one AP PS è dispo
oniibile sul diisplay
y, ved agina 42
dere pa 2 nellla
sez
zionne "Trras
smis
ssio
onee".
Il selettore programma rapporti consente all'operatore di
selezionare programmi differenti di rapporti di cambio automatico
a seconda delle condizioni di funzionamento.
Fu
unzio
onamento in
n po
osiz
zio
one dii cam
mbio au
utomatico
Selezionare il programma operativo (si raccomanda la
modalità Automatica).
Selezionare il senso di marcia.
Accelerare; la macchina si avvia in 2a (marcia di base).
Il passaggio alle marce superiori o inferiori avviene tra 2a e 4a
e retromarcia.
In caso di inversione del senso di marcia, l'avviamento della
macchina avviene in 2a velocità.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Se
elezio
one de
elle ma
arce 11
15
Per scalare in 1a, vedere "Automatismo dei cambi marcia
discendenti (FAPS)" a pagina 57, oppure "Funzione di
kickdown" a pagina 115.

Carichii le
eggeri (L
L) e me
edi (M
M)
La modalità "L" permette il cambio di marcia a bassi regimi del
motore e a bassa velocità della macchina.
La modalità "M" permette il cambio di marcia a regimi del
motore e a una velocità della macchina leggermente superiori.
Al massimo regime, il passaggio alle marce superiori viene
regolato dalla modalità ad alto carico (H).
Con un regime più basso si ottiene un funzionamento ottimale
in quanto la differenza tra i regimi per il passaggio a marce
superiori tra le diverse modalità diventa più evidente.
In questo modo si riduce il consumo di carburante.

Ca
arichii allti (H
H)
La macchina esegue i cambi marcia solo al raggiungimento di
maggiore regime motore e velocità.
Si usa preferibilmente nei cambi di marcia ripetuti (oscillazione
da una marcia all'altra) durante le salite o in casi di forte
resistenza all'avanzamento.

Mo
odalità au
utomatica
La macchina seleziona da sé il programma APS in base allo
stile di guida dell'operatore.

Mo
odo Tag
gliando
NOT TA! Riischiio di da
ann ni allla mac cchiina. Qu uestaa mod daliità
à può
esssere utiilizzata
a sollo da
a teecniici dii as
ssiste
enza, ad d eccez zione dell
te
est de ere 12
ei frreni (vede 20) e del te est de
el frreno dii staazionnamento o
(vedderre 1221) noonché pe er ill ris
scalldamento o de ell'impiian
nto
o idraulico
(vedderre 1009) .

Fu
unzion
ne kick-d
down
A Si ottiene il kick-down, se il selettore marce è in posizione 2, 3 o
4 e viene premuto uno dei pulsanti di kick-down.
Alla pressione del pulsante di kick-down, viene inserita la 1a
se la velocità della macchina è già inferiore a 8 km/h (5 mph)
oppure la velocità scende al di sotto di 8 km/h (5 mph) entro 8
4 3 2 1 secondi dalla pressione del pulsante.
La 1a rimane inserita finché non viene attivata nuovamente la
funzione di kick-down oppure viene raggiunto il regime motore
previsto in relazione alla velocità della macchina. Il regime
motore può essere impostato con la funzione APS sul display.
In caso di inversione di direzione, la macchina si avvia in 2a se
è selezionata la modalità di cambio automatico.

V1149986

A Kick-down
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
11
16 Se
elezio
one de
elle ma
arce
Il sistema di sospensione del braccio (BSS) viene disattivato
automaticamente in caso di scalata manuale in 1a o selezione
della funzione FAPS.
NOTA!
La macchina scala automaticamente in 1a anche quando si trova
in 2a-4a (vedere "Automatismo dei cambi marcia discendenti,
FAPS" in 57) qualora sia necessaria la 1a, ad esempio in salita
su un pendio ripido oppure con una resistenza al rotolamento
elevata quando la 2a non assicura una trazione sufficiente.
Tuttavia, questa riduzione di marcia viene effettuata solamente
con il pedale dell'acceleratore in modalità Potenza (vedere
"Pedale dell'acceleratore" in 67).
NOOTA!
Se la macchina è dotata di sterzo a leva (Comfort Drive Control,
equipaggiamento opzionale), la funzione di kick-down può essere
inserita anche dal bracciolo.

Frrano mo
otore/scallo dii ma
arce
A Il pulsante freno motore/scalata marce permette di scalare
immediatamente una o due marce ed evitare il passaggio
indesiderato a marce più alte, riducendo il rischio di
surriscaldamento dell'olio negli assali.

4 3 2 1 Una pressione del pulsante a velocità superiori comporta la


scalata dalla 4a alla 3a.
Un'altra pressione del pulsante a velocità inferiori comporta la
scalata in 2a.
NOOTA!
In caso di superamento di determinati limiti di regime e velocità
della marcia, viene inserita automaticamente una marcia
superiore.
In questi casi, ridurre la velocità o inserire una marcia più alta
per ridurre il regime motore.
V1149987

A Freno motore/scalata marce


Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Ste
erzo 11
17

Sterzo
NOTA!
In caso di arresto del motore, la macchina deve essere
immediatamente fermata e il freno di stazionamento deve essere
immediatamente attivato.
La macchina è di tipo a telaio articolato sterzante; la funzione
sterzante è azionata mediante impianto idrostatico.

Stterzo sec
con
ndario
(A
Attrezzattura op
pzio
onale)
La macchina può essere dotata di sterzo di emergenza.
Osservare le leggi e le norme nazionali.
Quualorra sul display y ap
ppaia "AAllarme bassa pres ssionee ste
erzo",
V1092474 fe
ermarre im
mmed diatamen nte la mac cchiina e conta
atttare un
n'o
offficina
a
Allarme bassa pressione sterzo auutoriz
zzatta Vo
olvo..

Commfort Drrive Con


ntrol, CD
DC (d
dispo
ositiivo
op
pzion
nale))

Il sistema di sterzo a leva (Comfort Drive Control,


CDC) si disattiva sollevando il bracciolo o
spostando il comando selettore marce dalla
posizione di folle.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
11
18 Ste
erzo

AVVERTENZA
Utilizzare sempre il volante durante la guida su strade pubbliche
e durante i lavori in cantiere a velocità superiore a 20 km/h (12.4
mph). Durante la guida su strade pubbliche, il bracciolo deve
sempre essere sollevato. E' vietato utilizzare la macchin na con
Comfort Drive Control (CDC) attivato su strade pubblicche.

AV
VVISO
O
Durante i lavori in aree con rischio di campi elettromagnetici
(EMF), Comfort Drive Control (CDC) deve sempre essere
disattivato.
Vedere a pag. 159.
Usando alternativamente lo sterzo a leva e al volante, l'operatore
ottiene uno schema di movimento della macchina più variato.
Il sistema comprende un bracciolo ripiegabile con tre funzioni:
sterzo, marcia avanti/retromarcia e kickdown. Il sistema si attiva
con il pulsante sul bracciolo (vedere pagina seguente) quando il
bracciolo è abbassato.
Il sistema di sterzo a leva (Comfort Drive Control, CDC) si
disattiva sollevando il bracciolo.
Per la regolazione del bracciolo per la funzione sterzo a leva
(CDC), vedere pag. 67.
Il sistema di sterzo a leva (Comfort Drive Control, CDC) si
disattiva anche quando il comando selettore marce viene
spostato dalla posizione di folle.
La spia di controllo sul pannello strumenti si accende quando è
attiva la funzione CDC (sterzo a leva). La spia lampeggia quando
la velocità supera 20 km/h (12,4 mph).
Lo sterzo a leva si manovra con minimo sforzo delle dita in ogni
direzione e la velocità è proporzionale all'escursione della leva.
La funzione sterzante del volante è sempre attiva e ha la priorità
sullo sterzo a leva CDC. Ciò significa che se si cerca di sterzare
a destra con il CDC e a sinistra con il volante, la macchina seguirà
la direzione indicata dal volante.
NOTA!
Qualora sul display appaia "Errore CDC", disattivare lo sterzo a
leva e fermare la macchina in un luogo sicuro con il volante.
NOOTA!
Quando è attivato lo sterzo a leva (CDC), la velocità massima
della macchina è limitata a 30 km/h (18,6 mph), ma si
raccomanda una velocità massima di 20 km/h (12,4 mph).
1 Atttivaz
zion
ne (CDC
C)
Per manovrare le funzioni di sterzo a leva, selezione senso di
marcia e kickdown dal bracciolo, questo deve essere abbassato
ed il sistema deve essere attivato con il pulsante 1.
Spia di controllo, sterzo a leva Prima dell'attivazione bisogna aver preso le seguenti precauzioni:
Is
strruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Ste
erzo 11
19
- Il poggiabraccio deve essere abbassato fino alla posizione più
bassa.
NOTA!
In alcuni casi, il poggiabraccio deve essere scorrere a destra
verso il sedile, dove raggiunge la posizione più bassa.

Il sistema di sterzo a leva (Comfort Drive Control, - Il selettore direzionale sul bracciolo, il selettore marce ordinario
CDC) si disattiva sollevando il bracciolo o e il comando F/N/R sul gruppo leve di comando devono essere
spostando il comando selettore marce dalla in posizione folle.
posizione di folle.
- Il motore deve essere in funzione, ma la macchina deve essere
immobile.
- Quando il sistema è attivato, si illumina una spia di controllo
sul pannello strumenti centrale.
NO OTA!
Il sistema di sterzo a leva (Comfort Drive Control, CDC) si
disattiva sollevando il bracciolo. Il sistema di sterzo a leva si
disattiva anche spostando il comando selettore marce dalla
posizione di folle.
2 Lev
va ste
erzo
Lo sterzo a leva si manovra con minimo sforzo delle dita in ogni
direzione e la velocità è proporzionale all'escursione della leva.
La funzionalità del volante rimane comunque sempre attiva.
3 Pu
ulsan
nte
e fu
unzione
e kic
ckdow
wn
Pulsante comando funzione di kickdown inserito = Il cambio
esegue il passaggio discendente alla 1a velocità, a condizione
che la leva cambio sia in posizione corrispondente alla 2a, 3a o
4a velocità.
Altre istruzioni, vedere pagina 115.
4 Se
eletttore dii diirezione
Estremità anteriore interruttore premuta = marcia avanti.
Estremità posteriore interruttore premuta = marcia indietro.
Tra le posizioni di marcia avanti e retromarcia si trova inoltre la
posizione di folle.
V1055592 NOOTA!
1 Attivazione CDC La leva cambio ordinaria è sempre prioritata, vale a dire che se
2 Leva per lo sterzo si agisce su di essa, viene annullata qualunque selezione
3 Pulsante funzione kickdown eseguita mediante lo sterzo a leva.
4 Selettore di direzione
5 Regolazione laterale del bracciolo 5 Re
egola
azion
ne po
ogg
giabrac
ccio
o, la
aterale
6 Regolazione verticale del bracciolo
Disinserire il bloccasterzo e regolare il bracciolo lateralmente
nella posizione desiderata, quindi reinserire il bloccasterzo.
6 Re
egola
azion
ne po
ogg
giabrac
ccio
o, alttezza
Disinserire il bloccasterzo e regolare il bracciolo in altezza nella
posizione desiderata, quindi reinserire il bloccasterzo.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
12
20 Frreno

Freno
AV
VVISO
O
Pericolo di danni alla macchina.
L'uso della funzione di disinserimento della trasmissione durante
le operazioni di trasporto può provocare danni alla macchin na.
Non utilizzare la funzione di disinserimento della trasmisssione
durante le operazioni di trasporto.
Frenare dolcemente. Questo è particolarmente importante
quando si trasporta un carico o si procede su un fondo
sdrucciolevole. All'occorrenza, durante determinate operazioni, si
può verificare il disinserimento automatico della trasmissione
frenando. Questa funzione può essere attivata sul display, vedere
pagina 42 nella sezione "Trasmissione".
Sfruttare il freno motore utilizzando il pulsante di scalata è
vantaggioso, in particolare durante la marcia in discesa. Infatti, in
questo modo è possibile ridurre la temperatura dell'olio degli
assali, vedere pagina 116.

Test frreni
(C
Controllo frreni dii serrviz
zio
o)

AV
VVERTENZA
Pericolo di schiacciamento!
Il movimento improvviso della macchina può provocare gravi
lesioni.
No on efffetttuarre maii la
a prrovva dell frren
no di sta aziona
amento
o in
prres
sennza dii pe ersone e neell'a
area dii pe eric
collo.
Il test dei freni si effettua con un software che misura il ritardo
medio della macchina e può essere effettuato direttamente
dall'operatore dal display.
NO OTA!
Il test dei freni deve essere effettuato in un luogo in cui non
sussiste il rischio di lesioni alle persone o danni all'attrezzatura.
Il terreno deve essere liscio e presentare un buona aderenza
(asfalto asciutto o simile). La macchina deve essere scarica.

1 Tenere premuto il tasto 8 sulla tastiera per 4 secondi circa.


Informaz
zion
ni Premere SELECT quando appare il messaggio "Passa a
modo Tagliando".
2 Selezionare Test e premere SELECT, selezionare Test freni
e premere SELECT, selezionare On e premere SELECT.
3 Portare il selettore marce in posizione F e accelerare quando
Passare a modo Tagliando sul display informativo appare il messaggio "Accelerare oltre
No Sì 20 km/h". Frenare con forza quando sul display informativo
appare il messaggio "Frenare a fondo".
Il valore di ritardo viene visualizzato sul display informativo.
4 Se le ruote si bloccano e slittano sul terreno, il test deve essere
ripetuto.
5 I valori degli ultimi tre test vengono salvati nel "Log test freni".
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Frreno 12
21
Valore minimo di ritardo per il test dei freni:: 4,75 m/s²
(0,48 g).
NOTA!
Il valore riportato nelle specifiche deve essere considerato come
un valore minimo assoluto. In caso di dubbi in merito al corretto
funzionamento dei freni, contattare una concessionaria
autorizzata Volvo.

Fu
unzionnamento frreno dii sta
azio
onamento,,
con
ntrollo
Dopo la riparazione, verificare il funzionamento come segue.
1 Verificare che il selettore marce sia in folle.
2 Inserire il freno di stazionamento.
3 Accendere il quadro. Accertarsi che la funzione di
disinserimento della trasmissione non sia attivata.

4 Tenere premuto il tasto 8 (assistenza) sul tastierino per 4


In
nformazio
oni secondi circa. Premere SELECT quando appare un
messaggio per chiedere se si desidera accedere alla modalità
di assistenza.
Premere ESC sul tastierino per visualizzare il regime del
motore sul display.
Accedere alla modalità di assistenza? 5 Avviare il motore e selezionare la marcia F3.
NO SÌ 6 Premere lentamente il pedale dell'acceleratore fino in fondo.
La macchina non si deve mettere in movimento.
7 Uscire dalla modalità di assistenza.
8 Se la macchina si muove, contattare un'officina Volvo
autorizzata.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
12
22 Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico

Impianto di post-trattamento dei gas


di scarico
Rigenerazione

AVVERTENZA
Rischio di ustioni.
I componenti di motore e impianto di scarico possono essere
molto caldi e provocare gravi ustioni.
Evita
are ill connta
attto con i carrte
er de el vano o motoore,, i commpo onen nti del
motoore e l''impian nto
o dii scarico fiinchéé ill mottore non n si è rafffreddatto.
Lo scopo della rigenerazione è aumentare la temperatura del
sistema di post-trattamento in modo che eventuali residui, come
ad esempio fuliggine, vengano bruciati per consentire al sistema
di raggiungere nuovamente la massima efficienza. Sono previsti
due tipi di rigenerazione: rigenerazione passiva e rigenerazione
stazionaria. La maggior parte della rigenerazione è di tipo passivo
e non richiede alcun intervento da parte dell'operatore.

Riigenerazio
one pa
assiv
va
La rigenerazione avviene durante il normale funzionamento della
macchina. Quando il motore è in funzione, i gas di scarico fanno
aumentare la temperatura del sistema di post-trattamento.
Questo tipo di rigenerazione avviene in modo continuo e non
prevede un inizio o una fine. Tuttavia, l'efficacia della
rigenerazione aumenta in funzione della temperatura dei gas di
scarico.
Se le condizioni di lavoro della macchina non consentono di
portare a termine una rigenerazione passiva, potrebbe essere
necessario sottoalimentare il motore (tramite la farfalla). Ciò
potrebbe avvenire ad esempio se il motore è rimasto al minimo
per lungo tempo o è stato sottoposto a carichi molto bassi. La
sottoalimentazione del motore (tramite la farfalla) mette sotto
sforzo il motore con conseguente aumento della temperatura dei
gas di scarico. Ciò avviene in due fasi. Se la prima fase non è
sufficiente per consentire una rigenerazione passiva, si passa alla
seconda fase. L'operatore non riceve alcuna informazione al
riguardo sul quadro strumenti a meno che non sia necessario
eseguire una rigenerazione stazionaria.

Riigenerazio
one sta
azio
onaria
Se la rigenerazione passiva non è sufficiente a ridurre i depositi
di fuliggine, o se è trascorso troppo tempo dall'ultima
rigenerazione stazionaria, viene richiesta una rigenerazione
stazionaria. La rigenerazione stazionaria va eseguita ogni 500
±50 ore per assicurare la rimozione completa dei depositi di
fuliggine. Questa rigenerazione viene eseguita durante il fermo
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico 12
23
per il cambio dell'olio del motore (prima che l'olio venga sostituito)
previsto nel programma di manutenzione della macchina.
NOT TA!
Se la rigenerazione non viene eseguita entro 625 ore dall'ultima
rigenerazione stazionaria, sarà necessario eseguire una
rigenerazione di manutenzione tramite Tech Tool. Alle scadenze
di manutenzione di 500 ± 50 ore, 1000 ± 50 ore, 1500 ± 50 ore,
ecc., è possibile avviare una rigenerazione stazionaria dal display
dell'operatore (il menu corrispondente non viene visualizzato al
di fuori di queste scadenze).
La rigenerazione stazionaria richiede l'intervento dell'operatore e
dura circa 45 minuti. Durante la rigenerazione stazionaria, non è
possibile lavorare con la macchina.
Condizioni necessarie per la rigenerazione stazionaria:
Il motore deve essere in funzione (per tutta la durata della
rigenerazione stazionaria).
Il motore deve aver raggiunto una temperatura operativa
sufficiente.
La macchina deve essere parcheggiata in un'area che non sia
esporta a pericoli d'incendio.
Il freno di stazionamento deve essere inserito (per tutta la
durata della rigenerazione stazionaria).
La spia HEST (High Exhaust Temperature) di alta temperatura
dei gas di scarico è accesa, vedere l'icona corrispondente, per
indicare che la rigenerazione stazionaria è in corso e segnalare
V1083542 che i gas di scarico sono ad un'elevata temperatura. Non
Spia HEST (High Exhaust Temperature) (mostrata arrestare il motore quando la spia HEST è accesa!
quando la rigenerazione stazionaria è in corso)
NOT TA!
Quuand do la
a spiia HEEST è acccesa,, la a mac
cchin
na de
eve trrovarrsi in
unn'areaa do
ove laa prres
sen
nza dii allte te
empe
eratu
ure no
on comportii alcun
ris
schiio.
Il regime del motore viene regolato a un valore predefinito che
non può essere modificato dall'operatore. Il regime del motore e
i livelli di carico del motore devono infatti rimanere costanti. Non
è consigliabile interrompere o annullare una rigenerazione
stazionaria in corso salvo in situazioni di emergenza. Se ad
esempio viene rilasciato il freno di stazionamento, la
rigenerazione viene immediatamente interrotta e dovrà essere
ripetuta da capo per poter essere eseguita correttamente. Se per
un qualche motivo la rigenerazione non viene eseguita quando
richiesto, verrà attivata la funzione di protezione del motore sotto
forma di un depotenziamento.

Av
vvia
amento dii un
na riigenerazio
one sta
azio
onaria
NOT TA!
Verificare innanzitutto che vengano soddisfatte le seguenti
condizioni:
Il motore deve essere in funzione (per tutta la durata della
rigenerazione stazionaria).
Il motore deve aver raggiunto una temperatura operativa
sufficiente.
Il sistema SCR deve essere attivo (sbrinato)*
La macchina deve essere parcheggiata in un'area che non sia
esporta a pericoli d'incendio.
Il freno di stazionamento deve essere inserito (per tutta la
durata della rigenerazione stazionaria).
*) Quando si utilizza la macchina in climi freddi, potrebbe essere
necessario attendere fino a 100 minuti prima che il sistema SCR
sia sbrinato.
Is
strruzio
oni dii fu
unzio
onamento
12
24 Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico
Durante il normale funzionamento, quando la macchina richiede
una rigenerazione stazionaria, è possibile avviare la
rigenerazione tramite l'apposito comando, vedere la sezione 57.
Alle scadenze di manutenzione di 500 ± 50 ore, 1000 ± 50 ore,
1500 ± 50 ore, ecc., è possibile avviare la rigenerazione
stazionaria dal display dell'operatore (il menu corrispondente non
viene visualizzato al di fuori di queste scadenze), vedere la
sezione 42 utilizzando il menu “Motore”.

Annullamento dii un
na riigenerazio
one sta
azio
onaria
Una rigenerazione stazionaria può essere annullata premendo
l'estremità inferiore dell'interruttore di rigenerazione, vedere la
sezione 57.
NOTA!
Ann nullarre una rig
generaz
zioone staazio
onaria sollo in
n cas
so dii
emmerrgen nza..
Quando viene annullata una rigenerazione, appare un apposito
messaggio, vedere la tabella dei messaggi riportata più avanti.
La rigenerazione viene interrotta automaticamente in caso di:
- Si verifica una disfunzione.
- Il motore viene spento.
- Il freno di stazionamento viene rilasciato.

Riigenerazio
one dii as
ssis
ste
enza
Se la rigenerazione stazionaria non viene eseguita entro 625 ore
dall'ultima volta che è stata eseguita, le prestazioni del motore
vengono notevolmente ridotte e sarà necessario eseguire una
rigenerazione di manutenzione. Una rigenerazione di
manutenzione potrebbe inoltre essere richiesta qualora si
verificasse un guasto. La rigenerazione di assistenza è identica
a una rigenerazione stazionaria ma deve essere eseguita da un
tecnico di assistenza utilizzando la strumentazione di assistenza
Volvo.
Po
ossib bili con
nseg
guenze de
ella ma
ancatta es
sec
cuzzio
one dii
un
na riigenerazio one:
- Depotenziamento del motore.
- Maggiore consumo di carburante.
- Durata utile più breve del filtro antiparticolato diesel.
- Danni al sistema di post-trattamento.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico 12
25
Allarmi che richiedono un intervento specifico
Messaggio
Indicazione sul display Livello di allarme Intervento
sul display
Rigenerazion Avvertimento, ambra - il cicalino suona 1 Riavviare la
e interrotta - Avvertimento centrale rigenerazione appena
giallo possibile.

V1135633

RIDURRE IL - il cicalino suona 1 Ridurre il regime di giri


REGIME DI - Avvertimento centrale del motore.
GIRI DEL giallo 2 Parcheggiare la
macchina lontano da
MOTORE
aree a rischio di
Richiesta
incendio.
rigenerazione 3 Inserire il freno di
stazionaria stazionamento.
4 Avviare la rigenerazione.
RIDURRE IL - il cicalino suona 1 Ridurre il regime di giri
REGIME DI - Avvertimento centrale del motore.
GIRI DEL giallo 2 Parcheggiare la
macchina lontano da
MOTORE
aree a rischio di
Richiesta incendio.
rigenerazione 3 Inserire il freno di
stazionaria stazionamento.
4 Avviare la rigenerazione.
PARCH. AL Avvertimento, ambra - il cicalino suona 1 Parcheggiare la
PIÙ PRESTO - Avvertimento centrale macchina lontano da
Richiesta giallo aree a rischio di
incendio.
rigenerazione
2 Inserire il freno di
stazionaria stazionamento.
3 Avviare la rigenerazione.

NOT TA!
La a rige
enerazio one viene
an nnullata se vie ene
rillas
scia
ato ill frrenoo di
sta azio
onamento o o se viene
spe ento ill moto ore..
NOT TA!
Ill reg
gime min nimo de el
moto ore au umenta a durante
e
l'inteero prrocces sso di
riggeneraz zio
one..
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
12
26 Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico
AVVIARE Avvertimento, ambra - il cicalino suona 1 Parcheggiare la
RIGENERAZI - Avvertimento centrale macchina lontano da
ONE giallo aree a rischio di
incendio.
Rigen. parch.
2 Inserire il freno di
possibile stazionamento.
3 Avviare la rigenerazione.

NOTA!
La a rigenneraz zio
one viene e
an nnulllatta se vieenee
rillasciaato il frrenoo dii
sta azioonam men nto o se viene e
spentto il mottore..
NO OTA!
Ill reggime min nimo de el
mottore aum men nta durran
nte
e
l''in
ntero prroc cessso dii
rig generaz zionne.
LASCIARE Avvertimento, ambra - il cicalino suona 1 Lasciare la macchina
PARCH. - Avvertimento centrale parcheggiata.
MACCHINA giallo
Rigenerazion
e attiva

Rigenerazion Avvertimento, ambra - il cicalino suona 1 Riavviare la


e interrotta - Avvertimento centrale rigenerazione appena
Depot. giallo possibile.
imminente

V1135633

PARCH. Avvertimento, ambra - il cicalino suona 1 Parcheggiare la


MACCHINA - Avvertimento centrale macchina lontano da
Richiesta giallo aree a rischio di
- si attiva il incendio.
rigenerazione
depotenziamento del 2 Riavviare la
stazionaria motore (ma viene rigenerazione appena
Depot. ripristinato al termine possibile.
attivato della rigenerazione)
NO OTA!
La a rigenneraz zio
one viene e
an nnulllatta se vieenee
rillasciaato il frrenoo dii
sta azioonam men nto o se viene e
spentto il mottore..
NO OTA!
Ill reggime min nimo de el
mottore aum men nta durran
nte
e
l''in
ntero prroc cessso dii
rig generaz zionne.
Rigenerazion Avvertimento, ambra - il cicalino suona 1 Riavviare la
e cancellata - Avvertimento centrale rigenerazione appena
Depot. giallo possibile.
- si attiva il
attivato
depotenziamento del
motore (ma viene
ripristinato al termine
V1135633
della rigenerazione)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico 12
27

PARCH. IN Avvertimento, rosso - il cicalino suona 1 Parcheggiare la


LUOGO - spia di avvertimento macchina lontano da
SICURO centrale rossa accesa aree a rischio di
- le prestazioni del incendio.
Rigen. assist.
motore sono 2 Inserire il freno di
necess. significativamente stazionamento.
Depot. ridotte (ma vengono 3 Arrestare il motore.
attivato ripristinate al termine 4 Contattare un'officina
della rigenerazione) autorizzata Volvo per la
rigenerazione.

NOTA!
La
a rig
gennerazzioone puuò
es
sserre efffetttuata
a
sollamentte con la
strrumenntazioone dii
as
ssisste
enza Vo olvo
PARCH. Avvertimento, rosso - il cicalino suona 1 Parcheggiare la
MACCHINA - spia di avvertimento macchina lontano da
Richiesta centrale rossa accesa aree a rischio di
- le prestazioni del incendio.
assistenza
motore sono 2 Inserire il freno di
Depot. significativamente stazionamento.
attivato ridotte 3 Arrestare il motore.
4 Per sostituire il filtro
antiparticolato diesel,
rivolgersi a un'officina
Volvo autorizzata.

Ill carric
co dii fu
ulig
ggine pu

es sserre azzerato o
es sclus siv
vam
mentte da a
pe erson nale Vollvo
au utorizzzatoo.

Gli allarmi elencati nella tabella riportata di seguito possono


apparire insieme a quelli elencati nella tabella riportata sopra.

INSERIRE IL Avvertimento, ambra - il cicalino suona 1 Parcheggiare la


FRENO DI - Avvertimento centrale macchina lontano da
STAZIONAM giallo aree a rischio di
incendio.
ENTO.
2 Inserire il freno di
Rigenerazion stazionamento.
e necessaria 3 Avviare la rigenerazione.

Rigenerazion Avvertimento, blu - il cicalino suona 1 Nessun intervento


e non - Avvertimento centrale richiesto.
necessaria blu

V1088268
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
128 Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico
PROSEGUIR Avvertimento, ambra - il cicalino suona 1 Continuare a lavorare.
E - Avvertimento centrale
OPERAZION giallo
E
Bassa
temperatura
Rigenerazion
e immediata
ESEGUIRE Avvertimento, ambra - il cicalino suona 1 Assistenza richiesta.
TAGLIANDO - Avvertimento centrale
Rigenerazion giallo
e impossibile
Guasto
sistema
Is
strruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico 12
29

Conformità alle norme sulle emissioni


Il sistema di post-trattamento viene monitorato dai sistemi
diagnostici delle varie centraline della macchina per assicurare la
riduzione delle emissioni. Se il sistema non è conforme ai requisiti
sulle emissioni, non sarà possibile lavorare con la macchina come
al solito. La potenza del motore subirà infatti una riduzione.

La
a po
otenza de
el mo
otore vie
ene riidotta ne
ei seg
guenti cassi::
- Quando il livello di soluzione AdBlue®/DEF nel serbatoio è
troppo basso
- Quando la soluzione AdBlue®/DEF è di bassa qualità
- Quando è presente un guasto/problema a livello del sistema di
post-trattamento
Sono previsti due livelli di riduzione della potenza del motore
(depotenziamento) che vengono applicati dopo un certo lasso di
tempo a seconda del tipo di problema e della ricorrenza o meno
del problema.
Riprris
stiino de
ella pote
enz
za dell mottore
Se si riavvia il motore (arrestando e riavviando il motore
attraverso la chiave di avviamento) dopo che la potenza del
motore è stata ridotta, è possibile ripristinare l'intera potenza del
motore due volte durante un depotenziamento di livello 1. Ciò
potrebbe essere utile in situazioni di pericolo e di emergenza, ad
esempio se è necessario spostare la macchina. Ciò non ritarda
comunque l'applicazione del depotenziamento di livello 2.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
13
30 Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico

Sistema di post-trattamento dei gas di scarico,


allarmi che richiedono interventi particollari
NOTA!
Sul display appare "AdBlue®" nelle macchine destinate al
mercato europeo e "DEF" nelle macchine destinate al mercato
USA.

Mon
nitorag
ggio liivello Ad
dBllue®/DEF
F
Icona sul display Livello di allarme Azione
- - icona illuminata 1 Arrestare il motore.
continuamente 2 Aggiungere fluido
AdBlue®/DEF nel serbatoio
AdBlue®/DEF.
Rabb. AdBlue - Il cicalino si attiva per 4 1 Arrestare il motore.
volte. 2 Aggiungere fluido
- Avvertimento centrale AdBlue®/DEF nel serbatoio
giallo AdBlue®/DEF.
- icona lampeggiante
V1126376
- riduzione della coppia
AdBlue vuoto
Depot. attivato
Parch. in luogo sicuro - Cicalino continuo. 1 Arrestare il motore.
- spia di avvertimento 2 Aggiungere fluido
centrale rossa accesa AdBlue®/DEF nel serbatoio
- icona lampeggiante AdBlue®/DEF.
- riduzione della coppia
V1126376

AdBlue vuoto
Full derate soon
Rabb. AdBlue - Cicalino continuo. 1 Arrestare il motore.
- spia di avvertimento 2 Aggiungere fluido
centrale rossa accesa AdBlue®/DEF nel serbatoio
- icona lampeggiante AdBlue®/DEF.
- minimo forzato o riduzione
V1126376
di coppia e velocità (a
AdBlue vuoto seconda del mercato)
Depot. completo attivato
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico 13
31
Monitoraggio qualità AdBlue®/DEF
Icona sul display Livello di allarme Azione
Sostituire AdBlue - il cicalino suona 1 Rivolgersi a una
- Avvertimento centrale concessionaria Volvo
giallo autorizzata.
- icona illuminata
continuamente
V1126376

Tipo AdBlue errato


Depot. imminente
Sostituire AdBlue - il cicalino suona 1 Rivolgersi a una
- Avvertimento centrale concessionaria Volvo
giallo autorizzata.
- icona lampeggiante
- riduzione della coppia
V1126376

Tipo AdBlue errato


Depot. attivato
Parch. in luogo sicuro - il cicalino suona 1 Rivolgersi a una
- spia di avvertimento concessionaria Volvo
centralizzata rossa autorizzata.
(accesa)
- icona lampeggiante
V1126376
- riduzione della coppia
Tipo AdBlue errato
Full derate soon
Sostituire AdBlue - il cicalino suona 1 Rivolgersi a una
- spia di avvertimento concessionaria Volvo
centralizzata rossa autorizzata.
(accesa)
- icona lampeggiante
V1126376
- minimo forzato o riduzione
Tipo AdBlue errato di coppia e velocità (a
Depot. completo attivato seconda del mercato)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
13
32 Im
mpianto dii po
ost--trattamento de
ei ga
as dii scarrico
Monitoraggio guasti sistema SCR
Icona sul display Livello di allarme Azione
Contr. sistema SCR - il cicalino suona 1 Rivolgersi a una
- Avvertimento centrale concessionaria Volvo
giallo autorizzata.
- icona illuminata
continuamente
V1126376

Sistema SCR difett.


Depot. imminente
Contr. sistema SCR - il cicalino suona 1 Rivolgersi a una
- Avvertimento centrale concessionaria Volvo
giallo autorizzata.
- icona lampeggiante
- riduzione della coppia
V1126376

Sistema SCR difett.


Depot. attivato
Parch. in luogo sicuro - il cicalino suona 1 Rivolgersi a una
- spia di avvertimento concessionaria Volvo
centralizzata rossa autorizzata.
(accesa)
- icona lampeggiante
V1126376
- riduzione della coppia
Sistema SCR difett.
Full derate soon
Contr. sistema SCR - il cicalino suona 1 Rivolgersi a una
- spia di avvertimento concessionaria Volvo
centralizzata rossa autorizzata.
(accesa)
- icona lampeggiante
V1126376
- minimo forzato o riduzione
Sistema SCR difett. di coppia e velocità (a
Depot. completo attivato seconda del mercato)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Arrresto
o 13
33

Arresto
AV
VVISO
O
Non spegnere l'interruttore di scollegamento dellla batteria con il
motore in funzione, in quanto ciò può danneggiare l'iimpianto
elettrico.

1 Ridurre il regime motore.


2 Fermare la macchina con il freno di servizio. Quando la
macchina si è fermata completamente, portare il selettore
marce in folle.
3 Abbassare a terra l'attrezzo.
NOT TA!
Abbassare immediatamente il braccio immediatamente e non più
di 5 minuti dopo l'arresto del motore. Se si attende più di 5 minuti,
è necessario riavviare il motore. Se il motore non si avvia,
rivolgersi a un tecnico qualificato, delimitare l'area per impedire
l'accesso alla macchina e mettere qualcuno di guardia.
4 Inserire il freno di stazionamento.
NOTTA!
Non spegnere il motore finché non appare il simbolo OK sul
display (vedere figura).

12:58 5 Girare la chiave di avviamento in senso antiorario quando


appare il simbolo indicante che è possibile spegnere il motore.
Le spia di controllo si spengono, quindi si spegne il motore.
6 Interrompere il circuito elettrico tramite il sezionatore, vedere
o
32 l/h Fl L
APS
-15 C a pagina 217.
OK NOTA!
È importante non spegnere il motore durante la rigenerazione per
V1142136
evitare inutili sollecitazioni termiche sui componenti sotto il cofano
Simbolo indicante che è possibile spegnere il motore. Attendere che si sia spenta la spia HEST.
motore
NOT TA!
Il tempo necessario affinché appaia il simbolo indicante che è
possibile spegnere il motore dipende dal carico del motore.

V1083542 Se il motore è in funzione, osservare la massima attenzione


Spia HEST (High Exhaust Temperature), scendendo dalla cabina, in modo da non ruotare accidentalmente
rigenerazione in corso il volante. Specialmente se il volante è dotato di pomello.

AV
VVERTENZA
Pericolo di caduta.
Il montaggio o lo smontaggio incauto della macchina potrebbe
comportare il rischio di caduta e lesioni personali.
Usare sem mprre la prresa a trre pu
untti pe
er saliire o scendeere da alla
a
mac cchiina, ad
d essemmpiio duee man ni e un pied de o du
ue piiedi e un na
man no.. Se
ervirsi de
ei gradinii e dellle manigllie. Frron
ntegg
giaare semprre
la
a maccchiina nel sallire o scen ndere da alla
a cabina. No on sallta
are!
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
13
34 Pa
arche
eggio

Parcheggio
1 Se possibile, parcheggiare la macchina su una superficie
piana. Se non è possibile, bloccare le ruote in modo che la
macchina non possa mettersi in movimento. Abbassare
l'attrezzo sul terreno.
2 Controllare che tutti gli interruttori e i comandi siano in
posizione "off" o neutra.
3 Inserire il freno di stazionamento quando la macchina è
completamente ferma.
4 Rimuovere le chiavi.
5 Interrompere il circuito elettrico tramite il sezionatore, vedere
a pagina 217.
NOTA!
Se non è possibile interrompere l'alimentazione elettrica tramite
il sezionatore delle batterie, la tensione delle batterie potrebbe
essere troppo bassa. Utilizzare l'apparecchiatura di avviamento
di emergenza per assicurare che il relè riceva corrente elettrica
sufficiente.
6 Accertarsi che vi sia una quantità sufficiente di antigelo
nell'impianto di raffreddamento (vedere la sezione 249) e nel
liquido lavavetri in caso di temperature inferiori a 0 °C quando
la macchina è parcheggiata.
7 Bloccare tutti i carter, i finestrini e la portiera.
È possibile ridurre al minimo il rischio di furto o effrazione
adottando le seguenti precauzioni:
- rimuovendo la chiave di avviamento prima di lasciare
incustodita la macchina.
- chiudendo a chiave portiere e cofani al termine del turno di
lavoro.
- Disinserire l'alimentazione elettrica tramite il sezionatore della
batteria.
- Evitare di parcheggiare la macchina in zone ad alto rischio di
effrazione, furto e vandalismo.
- rimuovendo tutti gli oggetti di valore dalla cabina, ad es. telefoni
cellulari, computer, radio e borse.
Incidendo il codice PIN o il numero di registrazione sul cristallo
dei finestrini, è più facile identificare le macchine rubate.

Parche
eggio a lu
ungo te
ermine (p
per piiù dii du
ue me
esi))

AVVIS
SO
Se la a mac
cchina a no on vie ene uttilizzatta quotiidiianamen
nte
e, occorrre
prrotteggerre tu
utti i cillindrri da
alla corrosione
e.
La temperatura non deve scendere al di sotto di -40 °C o
superare +70 °C.
Verificare che le batterie siano completamente cariche.
Adottare le misure di cui sopra quando la macchina è
parcheggiata o in rimessa.
Lavare la macchina e ritoccare eventuali danni alla vernice, per
evitare la formazione di ruggine.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Parrche
eggio 13
35
Applicare un prodotto antiruggine sulle parti esposte,
ingrassare accuratamente la macchina e applicare grasso
sulle parti non verniciate (cilindri di sollevamento e di
inclinazione, ecc.).
Rabboccare il serbatoio del carburante e il serbatoio dell'olio
idraulico fino alla tacca del livello massimo (max).
Coprire il tubo di scarico (in caso di parcheggio all'esterno).
Rimuovere il fusibile dal trasformatore di tensione per evitare
che si scarichino le batterie.
Verificare la pressione dei pneumatici e proteggerli dalla luce
solare diretta.
Se applicabile, spurgare il serbatoio dell'AdBlue®/DEF, vedere
le specifiche alla sezione 255.

Dopo avverr paarche


eggiato la
a maacchiina pe
er unn lu
ungo
pe
eriodo dii te
empo, es
segguire i seg
guenti conntrolli:
Livello di tutti gli oli e liquidi
La tensione di tutte le cinghie
Pressione dell'aria
Filtro dell'aria
Installare il fusibile del convertitore di tensione.
NOT TA!
Se sulla macchina è stato applicato un composto protettivo
(antiruggine, ecc.) per una rimessa della macchina a lungo
termine, seguire le istruzioni della casa produttrice per quanto
riguarda precauzioni di sicurezza e metodi di rimozione.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
13
36 Miisurre da
a ad
dottare in
n casso dii bllocco

Misure da adottare in caso di blocco


Nella maggior parte dei casi è consigliabile tentare il disimpegno
in retromarcia. Se il disimpegno non è possibile né arretrando, né
avanzando, procedere nel modo seguente:
1 Inserire il dispositivo di bloccaggio differenziale per mezzo
dell'interruttore a pedale.
2 Innestare una marcia bassa (1a o 2a).
3 Arretrare e sterzare completamente il volante
alternativamente a sinistra e a destra (ancheggiare).
In caso di affondamento delle sole ruote anteriori, procedere in
uno dei seguenti modi:
1 Sollevare le ruote anteriori sostenendo la macchina sulla la
parte inferiore della benna (ad estremità piana) ed arretrare.
2 Sterzare a destra o a sinistra, premere la benna a terra,
sollevare le ruote anteriori e sterzare in senso opposto,
rilasciare leggermente la benna e retrocedere.
3 Sollevare le ruote anteriori puntando a terra la benna. Disporre
sotto le ruote rami, assi o simili, retrocedere.
4 Se è necessario spostare la macchina mediante traino, vedere
pagina 137.
Non in nserrire mai ill diispo
osittivo di blooccag ggioo deel diifferen nziale
e
du uran
nte e lo
o sliittamen
nto
o dii un
na deellle ruotte. Riidurrre il regime moto ore
fiino all complleto arrres sto
o della ruo ota, quinndi inserrirre ill blloccag
ggiio
diifferenz zialle.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Re
ecup
pero e trraino 13
37

Recupero e traino

AVVERTENZA
Il movimento improvviso della macchina può comportare il
pericolo di morte.
Il mancato funzionamento di impianto frenante e sterzo può
provocare gravi lesioni personali o morte in caso di movimento
della macchina.
Qu ualora no on sia
a possibiile av vviarre ill mottore, il trraiino de
eve essserre
efffetttuato sollamentte in n caso dii em merrgennza da a pe ersonaale
adddestrratoo, peer ill piiù brev
ve trragittto po
ossibbile edd a vellocittà molto
o
baassa. Se pos ssibile, la mac cchiina deve es sserre trras spo
orta
ata su un
rim
morchiio.
NO OTA!
Non è consentito utilizzare il gancio di traino sul contrappeso o
sugli occhielli del telaio posteriore situati tra le ruote posteriori per
il recupero o il traino della macchina.

Re
ecup
pero
Se possibile, eseguire il recupero/traino della macchina con
motore in funzione per mantenere la funzionalità dei freni e
dell'impianto sterzante.
Se il motore non può essere avviato, o se non è possibile
creare una pressione sufficiente per rilasciare il freno di
stazionamento per qualche altra ragione, il freno va rilasciato
meccanicamente. A tale scopo rivolgersi a un'officina Volvo
autorizzata.
Nel recupero in retromarcia, utilizzare gli occhielli sotto il
contrappeso che sono previsti per l'ancoraggio della macchina
Nel recupero in avanti, utilizzare gli occhielli presso gli attacchi
dell'assale anteriore che sono previsti per l'ancoraggio della
macchina
Utilizzare entrambi gli occhielli per evitare il più possibile forze
di taglio.

V1129367

Occhielli sotto il contrappeso in caso di traino e


ancoraggio
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
13
38 Re
ecup
pero e trraino

Portata max di traino (kN)


Anteriore Indietro
L60H 215 kN 120 kN
L7
70H
H 245 kN 120 kN
L9
90H
H 280 kN 120 kN

Trraino
Il motore deve essere in funzione anche sulla macchina
trainata.
A bordo della macchina trainata deve esserci un operatore per
frenare e sterzare la macchina.
Il veicolo utilizzato per il traino deve avere almeno lo stesso
peso della macchina trainata nonché dotato di motore e
impianto frenante sufficientemente potenti per trainare il
veicolo in questione.
Non effettuare il traino della macchina per una distanza
superiore a quella strettamente necessaria per evitare di
danneggiare la trasmissione.
Collegare nello stesso modo in caso di recupero.
Se il motore non può essere avviato, o se non è possibile
creare una pressione sufficiente per rilasciare il freno di
stazionamento per qualche altra ragione, il freno va rilasciato
meccanicamente. A tale scopo rivolgersi a un'officina Volvo
autorizzata.
NO
OTA!
Non è possibile avviare il motore trainando la macchina.
Ossserrvarre le
e no
orme naz
zio
onali ev
venttualmentte vig
genti.
Punti di ancoraggio nell'imbracatura

Ga
ancio
o dii trraino sull con
ntrappeso
(Equipaggiamento opzionale per L90H)
NO OTA!
Il dispositivo di attacco del contrappeso non deve essere usato
per il recupero o il traino su strada. Osservare le norme nazionali
in materia.
La forza massima temporanea applicabile al dispositivo di attacco
del contrappeso (gancio di traino) compreso l'attrezzo non deve
superare una forza orizzontale di 110 kN e una forza verticale di
10 kN.

V1129368

Gancio di traino sul contrappeso


Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Re
ecup
pero e trraino 13
39
NOTA!
Accertarsi che il perno di bloccaggio del perno di traino con
morsetto di bloccaggio sia fissato saldamente durante l'uso del
dispositivo di attacco.
Il gancio di traino deve essere usato solo temporaneamente per
il trasporto di materiale di manutenzione previsto per la macchina
operante in cantiere (attrezzi, utensili, carburante, oli, ecc.). Il
nuovo peso totale della macchina (macchina e rimorchio non
frenato con carico) non deve superare quello massimo
consentito, vedere a pag. 281.

Freno dii sta


azion
namento, riilas
scio me
eccan
nico
Contattare una concessionaria autorizzata Volvo per l'eventuale
disinserimento meccanico del freno di stazionamento.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
14
40 Trraspo
orto de
ella ma
acchiina

Trasporto della macchina


Provvedimenti prima del trasporto della macchina
NOTA!
Prima di caricare la macchina per il trasporto, disattivare il
disinserimento della trasmissione, vedere pag. 57.

AV
VVERTENZA
Se la a mac cchinna devve esssere az zio
onatta da
a unaa rampa a di carico sul
piiana ale di un rimmorrchiio o dii unn vag gone fe
erroviario
o, acccerta
arsi che
ill veic
colo sia a salldamen nte fiissatto, ad esempio o con le ruoote
blloccatte. Accerta arsi che
e ill veiicollo non po
ossa scivola are opppurre
os scilllare in moddo peric colloso qu uando vie enee az
zio
onatta la
a maccchinna .
NOOTA!
Per evitare che durante il trasporto della macchina l'aria sia
compressa dentro il tubo di scappamento, con conseguenti danni
al turbocompressore, dovrà essere chiusa l'apertura dello
scappamento con un coperchio adeguato (non di plastica).
NOOTA!
Quando la macchina è ben ancorata, la pressione di tutti i
pneumatici deve essere tra 400 e 500 kPa (4-5 bar) in modo che
la macchina si sposti il meno possibile.
Ca
aric
cam
mento
o de
ella mac
cchina su alttro veicolo
Prima di effettuare il sollevamento della macchina per caricarla
sul mezzo di trasporto, bloccare l'articolazione del telaio.
- Usare gli appositi punti d'ancoraggio per il sollevamento.
- Bloccare l'articolazione.
Bloccaggio dell'articolazione Quando la macchina viene caricata su un altro veicolo, lo
snodo del telaio non deve essere bloccato. Ciò va fatto solo
quando la macchina è stata posizionata sul pianale.
Fissare (ancorare) la macchina come descritto nelle pagine
seguenti.
Ra
ampa
Prima di condurre la macchina sulla rampa, accertarsi che
quest'ultima sia sufficientemente ampia, che sia in grado di
sostenere il peso della macchina e che sia saldamente fermata
in posizione.
Su piiattaforma di solllevam
men
nto o alltrri spa
azi an
ngustii
1 Far entrare la machina in retromarcia.
2 Inserire il freno di stazionamento e spegnere il motore prima
di iniziare il sollevamento.
Olltrre a qua
anto soprra,, atttenersi allle
e norrmattive lo
ocalli.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Trraspo
orto de
ella ma
acchiina 14
41
Sollevamento della macchina
NOTA!
Il paraurti (parafango) posteriore deve essere smontato durante
3m
3m il sollevamento della macchina.
Sollevare la macchina utilizzando gli appositi occhielli (vedere
2m figura). Il giunto di articolazione deve essere bloccato prima del
2m
6,5 m sollevamento.
5m

V1107866

Dii seg
guito è riiportatto il pe
eso to
otalle ma
assimoo de
ella
a
ma acchiina
a:
L6
60H 14
4.50
00 kg (3
31,9667 lb
bs)
L7
70H 16
6.50
00 kg (3
36,3776 lb
bs)
L9
90H 19
9.00
00 kg (4
41,8888 lb
bs)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
14
42 Trraspo
orto de
ella ma
acchiina
Fissaggio del carico (macchina carica)
Osservare le seguenti condizioni per il fissaggio di una macchina
carica, oltre alle istruzioni ed ai valori indicati per ogni macchina
nelle tabelle seguenti.
Co
ondizio
onii perr ill fiissag
ggio del caric
co
Le istruzioni alle pagine seguenti sono valide solamente a
condizione che siano soddisfatte le seguenti condizioni:
Re
equisitti dii acceleraz
zio
one
La pressione di tutti i pneumatici deve essere tra 400 e 500 kPa
(4 e 5 bar).
La macchina deve essere sottoposta ad un'accelerazione max
di 0,8 g in avanti, 0,5 g all'indietro, 0,5 g lateralmente e 0,2 g
verso l'alto.(1)
L'accelerazione in avanti, all'indietro e laterale deve sempre
essere considerata singolarmente e combinata con
un'accelerazione di 1 g verso il basso.(1)
L'accelerazione verso l'alto non è combinata con altre
accelerazioni.(1)
Per compensare la distribuzione irregolare delle forze di
ancoraggio è stato applicato un fattore di sicurezza di 1,25. La
disposizione può anche resistere ad un'accelerazione di 1 g in
avanti senza fattore di sicurezza.(1)
Macchiinaa
La macchina (con o senza attrezzo) è prodotta da Volvo
Construction Equipment.
Il peso della macchina è circa 14.500 kg (31,967 lb) per il
modello L60H, 16.500 kg (36,376 lb) per il modello L70H,
19.000 kg (41,888 lb) per il modello L90H.
La macchina ha ruote in gomma nuove o normalmente usurate
o cerchi protetti con legno di pino o betulla. Se la protezione è
di betulla, inserire un'intercapedine di gomma fra protezione e
pianale, per avere una frizione 0,5. Se non si usa
l'intercapedine la frizione è soltanto 0,2.
Ca
arico e fiissag
ggiio sul veiicollo di trras
spo
orto
o
La macchina è centrata lateralmente (± 5 cm (2 in)) e
supportata per almeno metà della larghezza dei pneumatici.
Il freno di stazionamento è inserito e funzionante e sopporta
una pendenza di almeno 14°.
L'articolazione del telaio è bloccata.
La macchina è caricata e fissata in modo che non possa
danneggiarsi nessun componente, ad es. superfici verniciate
o pneumatici.
Veiicolli dii trras
spo
orto
o
La macchina è caricata su un veicolo con pianale di legno,
truciolato, lamiera d'alluminio corrugata, lamiera d'acciaio non
verniciata o verniciata.
La distanza laterale dai punti di ancoraggio sul veicolo di
trasporto è di circa 2.500 mm (100 in).
I punti di ancoraggio sul rimorchio devono avere almeno la
stessa resistenza alla rottura dell'imbracatura.
Pun
nti dii an
ncorrag
ggio (im
mbrrac
catu
ure)
Le imbracature sono tese ad almeno 4.000 N durante tutto il
trasporto.

1. I dati di accelerazione sono definiti in conformità ai requisiti di base della maggior parte delle norme e dei codici della strada,
ma in alcuni Paesi possono essere previste norme e linee guida che prevedono ulteriori o altre precauzioni di fissaggio e/o
ancoraggio.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Trraspo
orto de
ella ma
acchiina 14
43
Le imbracature sono simmetriche e fissate ai punti di
ancoraggio previsti sulla macchina. Ad ogni punto di
ancoraggio deve essere fissata solamente un'imbracatura.
I ganci dell'ancoraggio non devono perdere la presa se
l'imbracatura si allenta.
Il carico sicuro della catena (MSL/LC/SWL) è pari almeno al
50% della resistenza alla rottura (MBL).
In caso di imbracature corte e verticali su macchine gommate,
per ridurre le sollecitazioni ed i sobbalzi a cui potrebbero
essere esposte le catene, è necessario fare uso di
ammortizzatori.
In casso d''uso dii cep
ppii o bloc
ccagggio de
ella
a maccchin
na conttro un
cunneo, ossservarre le seguen nti prrecauzionii:
Se si usano ceppi, devono essere ben fissati e avere un angolo
di circa 37° (3:4:5), un'altezza di almeno 25 cm (10 in) ed
essere applicati a coppie; 1, 2, 3 o 4 coppie a seconda delle
tabelle sopra.
Inserimento di ruote in gomma o cerchi protetti con legno entro
cunette per ruote o uso di ceppi.
Bloccaggio di benna, articolazione, parte posteriore della
macchina o coppie di ruote verso l'alto ad almeno la metà del
raggio delle ruote contro il cuneo per evitarne il movimento in
avanti.
Bloccaggio ad altezza sufficiente contro l'interno o l'esterno di
tutte le quattro ruote per evitare movimenti laterali.
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
14
44 Trraspo
orto de
ella ma
acchiina
Fissaggio del carico certificato per L60H, carica con il
lato anteriore rivolto in avanti
LCRR è la distanza tra i
punti D ed E.
D è il punto calcolato,
lateralmente ad angolo
retto rispetto al bordo
1 della piattaforma, dal
punto di ancoraggio C
LF LC LR
C
2 sulla pala gommata.
E è il punto di ancoraggio
D E
3 sulla piattaforma. Il
rapporto tra LF e LR è
4
LC
identico.
V1105840
LF LC LR

I valori e le istruzioni nella seguente tabella sono validi solamente a condizione che siano soddisfatte le condizioni
descritte nella sezione precedente "Condizioni per il fissaggio del carico".

(F = diirez
zio
one dii marcia) Diista
anza consenttita trra le
e im
mbrrac
catture in mettri (1 m = 39,4
4 in
n)
Sup perfiici dii Ce epp
pi o Ca
ate
ene dii clas
sse almenoo 8 Ø110 mm Ca
atenee dii cla
asse alm
menoo 8 Ø1
13 mm
frriz
zio
one blloccagggio
o MBL 12 to
onn., LCC 600 kN (6 to
onn
n.) MBLL 20
0 to
onn.,, LC
C 1000 kN (10 to
onn.))
LF LC LR LF LC LR
(iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato)
Gomma, pino, Niente ceppi Alternative di fissaggio del carico non 0,5–2,5 0,3–1,0 0,6–1,5
betulla con approvate
gomma (umida 1 paio 0,8–2,5 0,3–1,0 0,6–1,5 0,5–2,5 Non 0,6–1,5
o asciutta): necessario
μ = 0,,5 2 paia 0,5–2,5 0,3–1,0 0,6–1,5
3 paia 0,5–2,5 Non 0,5–1,5 0,5–2,5 Non 0,5–1,5
4 paia necessario necessario

Bloccaggio in 0,8–2,5 Non 0,5–1,5 0,5–2,5 Non 0,5–1,5


avanti necessario necessario
Bloccaggio Alternative di fissaggio del carico non 0,5–2,5 0,3–1,0 0,6–1,5
laterale approvate
Bloccaggio in 0,8–2,5 Non 0,5–1,5 0,5–2,5 Non 0,5–1,5
avanti e necessario necessario
laterale
Brina, Niente ceppi Alternative di fissaggio del carico non 0,7–2,5 0,3–1,0 0,7–1,5
ghiaccio, neve, approvate
sporco, betulla 1 paio 1,2–2,5 0,3–1,0 0,8–1,5 0,7–2,5 Non 0,8–1,5
senza gomma: necessario
μ = 0,,2
2 paia 0,5–2,5 0,3–1,0 0,8–1,5 0,5–2,5 Non 0,8–1,5
necessario
3 paia 0,5–2,5 Non 0,6–1,5 0,5–2,5 Non 0,5–1,5
4 paia necessario necessario

Bloccaggio in 1,2–2,5 Non 0,5–1,5 0,7–2,5 Non 0,5–1,5


avanti necessario necessario
Bloccaggio Alternative di fissaggio del carico non 0,7–2,5 0,3–1,0 0,7–1,5
laterale approvate
Bloccaggio in 1,2–2,5 Non 0,5–1,5 0,7–2,5 Non 0,5–2,9
avanti e necessario necessario
laterale
Istrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Trraspo
orto de
ella ma
acchiina 14
45

(1) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 0,6 m)
(2) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 1,4 m)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
14
46 Trraspo
orto de
ella ma
acchiina
Fissaggio del carico certificato per L60H, carica con il
lato anteriore rivolto all'indietro
LCR R è la distanza tra i
punti D ed E.
D è il punto calcolato,
lateralmente ad angolo
retto rispetto al bordo
1 della piattaforma, dal
punto di ancoraggio C
2 sulla pala gommata.
E è il punto di ancoraggio
3 sulla piattaforma.
Il rapporto tra LF e LR è
4
identico.
V1105863

I valori e le istruzioni nella seguente tabella sono validi solamente a condizione che siano soddisfatte le condizioni
descritte nella sezione precedente "Condizioni per il fissaggio del carico".

(F = diirez
zio
one dii marcia) Diista
anza consenttita trra le
e im
mbrrac
catture in mettri (1 m = 39,4
4 in
n)
Sup perfiici dii Ce epp
pi o Ca
ate
ene dii clas
sse almenoo 8 Ø110 mm Ca
atenee dii cla
asse alm
menoo 8 Ø1
13 mm
frriz
zio
one blloccagggio
o MBL 12 to
onn., LCC 600 kN (6 to
onn
n.) MBLL 20
0 to
onn.,, LC
C 1000 kN (10 to
onn.))
LF LC LR LF LC LR
(iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato)
Gomma, pino, Niente ceppi 0,8–1,5 0,4–1,0 1,3–2,5 0,5–1,5 Non 1,2–2,5
betulla con necessario
gomma (umida 1 paio 0,8–1,5 Non 1,2–2,5 0,5–1,5 Non 0,7–2,5
o asciutta): necessario necessario
μ = 0,,5
2 paia 0,5–1,5 Non 1,2–2,5
necessario
3 paia 0,5–1,5 Non 0,5–2,5 0,5–1,5 Non 0,5–2,5
4 paia necessario necessario

Bloccaggio in 0,8–1,5 Non 0,5–2,5 0,5–1,5 Non 0,5–2,5


avanti necessario necessario
Bloccaggio 0,8–1,5 0,4–1,0 1,3–2,5 0,5–1,5 Non 1,2–2,5
laterale necessario
Bloccaggio in 0,8–1,5 Non 0,5–2,5 0,5–1,5 Non 0,5–2,5
avanti e necessario necessario
laterale
Brina, Niente ceppi Alternative di fissaggio del carico non 0,6–1,5 Non 1,5–2,5
ghiaccio, neve, approvate necessario
sporco, betulla 1 paio 0,6–1,5 Non 0,8–2,5
senza gomma: necessario
μ = 0,,2
2 paia 0,5–1,5 0,4–1,0 1,7–2,5 0,5–1,5 Non 0,8–2,5
necessario
3 paia 0,5–1,5 Non 0,6–2,5 0,5–1,5 Non 0,5–2,5
4 paia necessario necessario

Bloccaggio in Alternative di fissaggio del carico non 0,6–1,5 Non 0,5–2,5


avanti approvate necessario
Bloccaggio 0,6–1,5 Non 1,5–2,5
laterale necessario
Bloccaggio in 0,6–1,5 Non 0,5–2,5
avanti e necessario
laterale
Istrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Trraspo
orto de
ella ma
acchiina 14
47

(1) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 0,6 m)
(2) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 1,4 m)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
14
48 Trraspo
orto de
ella ma
acchiina
Fissaggio del carico certificato per L70H, carica con il
lato anteriore rivolto in avanti
LCRR è la distanza tra i
punti D ed E.
D è il punto calcolato,
lateralmente ad angolo
retto rispetto al bordo
1 della piattaforma, dal
punto di ancoraggio C
LF LC LR
C
2 sulla pala gommata.
E è il punto di ancoraggio
D E
3 sulla piattaforma. Il
rapporto tra LF e LR è
4
LC
identico.
V1105840
LF LC LR

I valori e le istruzioni nella seguente tabella sono validi solamente a condizione che siano soddisfatte le condizioni
descritte nella sezione precedente "Condizioni per il fissaggio del carico".

(F = diirez
zio
one dii marcia) Diista
anza consenttita trra le
e im
mbrrac
catture in mettri (1 m = 39,4
4 in
n)
Sup perfiici dii Ce epp
pi o Ca
ate
ene dii clas
sse almenoo 8 Ø110 mm Ca
atenee dii cla
asse alm
menoo 8 Ø1
13 mm
frriz
zio
one blloccagggio
o MBL 12 to
onn., LCC 600 kN (6 to
onn
n.) MBLL 20
0 to
onn.,, LC
C 1000 kN (10 to
onn.))
LF LC LR LF LC LR
(iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato)
Gomma, pino, Niente ceppi Alternative di fissaggio del carico non 0,5–3,5 0,3–1,0 0,7–1,5
betulla con approvate
gomma (umida 1 paio 0,9–3,5 0,3–1,0 0,7–1,5 0,5–3,5 Non 0,7–1,5
o asciutta): necessario
μ = 0,,5 2 paia 0,5–3,5 0,3–1,0 0,7–1,5 0,5–3,5
3 paia 0,5–3,5 Non 0,5–1,5 0,5–3,5 Non 0,5–1,5
4 paia necessario 0,5–3,5 necessario

Bloccaggio in 0,9–3,5 Non 0,5–1,5 0,5–3,5 Non 0,5–1,5


avanti necessario necessario
Bloccaggio Alternative di fissaggio del carico non 0,5–3,5 0,3–1,0 0,7–1,5
laterale approvate
Bloccaggio in 0,9–3,5 Non 0,5–1,5 0,5–3,5 Non 0,5–1,5
avanti e necessario necessario
laterale
Brina, Niente ceppi Alternative di fissaggio del carico non 0,7–3,5 0,4–1,0 0,7–1,5
ghiaccio, neve, approvate
sporco, betulla 1 paio 1,4–3,5 0,4–1,0 0,9–1,5 0,7–3,5 Non 0,9–1,5
senza gomma: necessario
μ = 0,,2
2 paia 0,5–3,5 0,4–1,0 0,9–1,5 0,5–3,5 Non 0,9–1,5
necessario
3 paia 0,5–3,5 Non 0,7–1,5 0,5–3,5 Non 0,5–1,5
4 paia necessario necessario

Bloccaggio in 1,4–3,5 Non 0,5–1,5 0,7–3,5 Non 0,5–1,5


avanti necessario necessario
Bloccaggio Alternative di fissaggio del carico non 0,7–3,5 0,4–1,0 0,7–1,5
laterale approvate
Bloccaggio in 1,4–3,5 Non 0,5–1,5 0,7–3,5 Non 0,5–1,5
avanti e necessario necessario
laterale
Istrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Trraspo
orto de
ella ma
acchiina 14
49

(1) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 0,6 m)
(2) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 1,4 m)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
15
50 Trraspo
orto de
ella ma
acchiina
Fissaggio del carico certificato per L70H, carica con il
lato anteriore rivolto all'indietro
LCR R è la distanza tra i
punti D ed E.
D è il punto calcolato,
lateralmente ad angolo
retto rispetto al bordo
1 della piattaforma, dal
punto di ancoraggio C
2 sulla pala gommata.
E è il punto di ancoraggio
3 sulla piattaforma.
Il rapporto tra LF e LR è
4
identico.
V1105863

I valori e le istruzioni nella seguente tabella sono validi solamente a condizione che siano soddisfatte le condizioni
descritte nella sezione precedente "Condizioni per il fissaggio del carico".

(F = diirez
zio
one dii marcia) Diista
anza consenttita trra le
e im
mbrrac
catture in mettri (1 m = 39,4
4 in
n)
Sup perfiici dii Ce epp
pi o Ca
ate
ene dii clas
sse almenoo 8 Ø110 mm Ca
atenee dii cla
asse alm
menoo 8 Ø1
13 mm
frriz
zio
one blloccagggio
o MBL 12 to
onn., LCC 600 kN (6 to
onn
n.) MBLL 20
0 to
onn.,, LC
C 1000 kN (10 to
onn.))
LF LC LR LF LC LR
(iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato)
Gomma, pino, Niente ceppi 0,9–1,5 0,4–1,0 1,8–3,5 0,5–1,5 Non 1,4–3,5
betulla con necessario
gomma (umida 1 paio 0,9–1,5 Non 1,5–3,5 0,5–1,5 Non 0,8–3,5
o asciutta): necessario necessario
μ = 0,,5
2 paia 0,5–1,5 Non 1,5–3,5
necessario
3 paia 0,5–1,5 Non 0,5–3,5 0,5–1,5 Non 0,5–3,5
4 paia necessario necessario

Bloccaggio in 0,9–1,5 Non 0,5–3,5 0,5–1,5 Non 0,5–3,5


avanti necessario necessario
Bloccaggio 0,9–1,5 0,4–1,0 1,8–3,5 0,5–1,5 Non 1,4–3,5
laterale necessario
Bloccaggio in 0,9–1,5 Non 0,5–3,5 0,5–1,5 Non 0,5–3,5
avanti e necessario necessario
laterale
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Trraspo
orto de
ella ma
acchiina 15
51
Brina, Niente ceppi Alternative di fissaggio del carico non 0,7–1,5 Non 1,8–3,5
ghiaccio, neve, approvate necessario
sporco, betulla 1 paio 0,7–1,5 Non 1,0–3,5
senza gomma: necessario
μ = 0,,2
2 paia 0,5–1,5 Non 2,1–3,5 0,5–2,5 Non 1,0–3,5
necessario necessario
3 paia 0,5–1,5 Non 0,7–3,5 0,5–1,5 Non 0,5–3,5
4 paia necessario necessario
Non
necessario
Bloccaggio in Alternative di fissaggio del carico non 0,7–1,5 Non 0,5–3,5
avanti approvate necessario
Bloccaggio 0,7–1,5 Non 1,8–3,5
laterale necessario
Bloccaggio in 0,7–1,5 Non 0,5–3,5
avanti e necessario
laterale

(1) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 0,6 m)
(2) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 1,4 m)

Fisssag
ggio de
el carrico cerrtificatto pe
er L9
90H, carrica con
n ill
la
ato an
nteriore riivollto in
n av
van
nti
LCRR è la distanza tra i
punti D ed E.
D è il punto calcolato,
lateralmente ad angolo
retto rispetto al bordo
1 della piattaforma, dal
punto di ancoraggio C
LF LC LR
C
2 sulla pala gommata.
E è il punto di ancoraggio
D E
3 sulla piattaforma. Il
rapporto tra LF e LR è
4
LC
identico.
V1105840
LF LC LR

I valori e le istruzioni nella seguente tabella sono validi solamente a condizione che siano soddisfatte le condizioni
descritte nella sezione precedente "Condizioni per il fissaggio del carico".

(F = diirez
zione dii marcia) Dista
anz
za con
nsentiita
a trra le
e imbrrac
catu
ure in
n mettri (1 m = 39
9,4
4 in
n)
Sup perfiici di Cep ppii o Cattene dii clas
sse allmenno 8 Ø110 mm Ca
atene di clas
sse almmen
no 8 Ø113 mm
frriz
zio
on e blloccag ggio MBL L 12 to
onn.,, LC 600 kN (6 to
onn..) MBLL 20
0 to
onn.,, LC
C 10
00 kN (10
0 to
onn..)
LF LCFF LR LF LCFF LR
(iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato
o)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
15
52 Trraspo
orto de
ella ma
acchiina
Gomma, pino, Niente ceppi Alternative di fissaggio del carico non 0,6–2,5 0,4–1,0 0,8–1,5
betulla con approvate
gomma (umida 1 paio 1,1–2,5 0,4–1,0 0,8–1,5 0,6–2,5 Non 0,9–1,5
o asciutta): necessario
μ = 0,,5
2 paia 0,5–2,5 0,4–1,0 0,8–1,5 0,5–2,5 Non 0,9–1,5
necessario
3 paia 0,5–2,5 Non 0,5–1,5 0,5–2,5 Non 0,5–1,5
4 paia necessario necessario

Bloccaggio in 1,1–2,5 Non 0,5–1,5 0,6–2,5 Non 0,5–1,5


avanti necessario necessario
Bloccaggio Alternative di fissaggio del carico non 0,6–2,5 0,4–1,0 0,8–1,5
laterale approvate
Bloccaggio in 1,1–2,5 Non 0,5–1,5 0,6–2,5 Non 0,5–1,5
avanti e necessario necessario
laterale
Brina, Niente ceppi Alternative di fissaggio del carico non Alternative di fissaggio del carico non
ghiaccio, neve, approvate approvate
sporco, betulla 1 paio 0,9–2,5 0,3–1,0 0,5–1,5
senza gomma:
μ = 0,,2 2 paia 0,5–2,5 0,3–1,0 0,5–1,5
3 paia 0,5–2,5 0,3–1,0 0,5–1,5 0,5–2,5 Non 0,5–1,5
4 paia necessario

Bloccaggio in 1,8–2,5 Non 0,5–1,5 0,9–2,5 Non 0,5–1,5


avanti necessario necessario
Bloccaggio Alternative di fissaggio del carico non Alternative di fissaggio del carico non
laterale approvate approvate
Bloccaggio in 1,8–2,5 Non 0,5–1,5 0,9–2,5 Non 0,5–1,5
avanti e necessario necessario
laterale

(1) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 0,6 m)
(2) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 1,4 m)
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
Trraspo
orto de
ella ma
acchiina 15
53
Fissaggio del carico certificato per L90H, carica con il
lato anteriore rivolto all'indietro
LCR R è la distanza tra i
punti D ed E.
D è il punto calcolato,
lateralmente ad angolo
retto rispetto al bordo
1 della piattaforma, dal
punto di ancoraggio C
2 sulla pala gommata.
E è il punto di ancoraggio
3 sulla piattaforma.
Il rapporto tra LF e LR è
4
identico.
V1105863

I valori e le istruzioni nella seguente tabella sono validi solamente a condizione che siano soddisfatte le condizioni
descritte nella sezione precedente "Condizioni per il fissaggio del carico".

(F = diirez
zione dii marcia) Dista
anz
za con
nsentiita
a trra le
e imbrrac
catu
ure in
n mettri (1 m = 39
9,4
4 in
n)
Sup perfiici di Cep ppii o Cattene dii clas
sse allmenno 8 Ø110 mm Ca
atene di clas
sse almmen
no 8 Ø113 mm
frriz
zio
on e blloccag ggio MBL L 12 to
onn.,, LC 600 kN (6 to
onn..) MBLL 20
0 to
onn.,, LC
C 10
00 kN (10
0 to
onn..)
LF LCFF LR LF LCFF LR
(iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato) (iincro
ocia
ato
o)
Gomma, pino, Niente ceppi Alternative di fissaggio del carico non 0,6–1,5 Non 1,9–2,5
betulla con approvate necessario
gomma (umida 1 paio 0,6–1,5 Non 0,9–2,5
o asciutta): necessario
μ = 0,,5
2 paia 0,5–1,5 Non 1,9–2,5 0,5–1,5 Non 0,9–2,5
necessario necessario
3 paia 0,5–1,5 Non 0,5–2,5 0,5–1,5 Non 0,5–2,5
4 paia necessario necessario

Bloccaggio in Alternative di fissaggio del carico non 0,6–1,5 Non 0,5–2,5


avanti approvate necessario
Bloccaggio 0,6–1,5 0,4–1,0 0,8–2,5
laterale
Bloccaggio in 0,6–1,5 Non 0,5–2,5
avanti e necessario
laterale
Brina, Niente ceppi Alternative di fissaggio del carico non 0,8–1,5 0,4–1,0 1,0–2,5
ghiaccio, neve, 1 paio approvate 0,8–1,5 Non 1,1–2,5
sporco, betulla necessario
senza gomma:
μ = 0,,2 2 paia 0,5–1,5 0,4–1,0 0,8–2,5 0,5–1,5 Non 1,1–2,5
necessario
3 paia 0,5–1,5 Non 0,8–2,5 0,5–1,5 Non 0,5–2,5
4 paia necessario necessario

Bloccaggio in Alternative di fissaggio del carico non 0,8–1,5 Non 0,5–2,5


avanti approvate necessario
Bloccaggio 0,8–1,5 0,4–1,0 1,0–2,5
laterale
Bloccaggio in 0,8–1,5 Non 0,5–2,5
avanti e necessario
laterale
Isstrruzio
oni dii fu
unzio
onamento
154 Trraspo
orto de
ella ma
acchiina

(1) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 0,6 m)
(2) Fissaggio del carico non richiesto (nell'intervallo consentito 0,0 - 1,4 m)
Te
ecniiche
e op
perative
15
55

Tecniche operative
Nelle pagine seguenti sono riportati consigli ed istruzioni su come
impiegare la macchina, nonché esempi su come utilizzare gli
attrezzi più comuni. E' importante seguire la corretta tecnica
operativa al fine di lavorare in condizioni di massima sicurezza ed
efficienza.
Teccniiche
e op
perative
15
56 Gu
uida ec
con
nomica

Guida economica
130 1000 Per utilizzare al meglio l'impianto e consumare meno carburante
120
110
900 possibile, è consigliabile mantenere basso il regime di giri del
100 800 motore. Le eccezioni sono:
90
80
700 - nel riempimento della benna, quando il regime di giri va
70
60
600
adeguato alla resistenza del materiale.
50
500
- nella fase di accelerazione in cicli di lavoro lunghi (p.es. carica-
40
800 1000 1200 1400 1600 1800 2000
400
trasporta). Una volta raggiunta la velocità di trasporto, si può
V1106420 alleggerire la pressione sull'acceleratore.
L60H La
a vellocittà e la
a fo
orza dii sollev vam
men ntoo sono
o suffficie
enti giià a basso
reg
gime, e cons senttono pe erciòò dii man ntenere ba
asso il consum mo dii
130 1000 carrbu
urannte e il livello dii rummorros sittà, pur con un
n otttimo comfo ort e
120
110
900 un
n'eelev
vatta proddutttivittà dell lavoro..
100 800
90
700
Una guida economica si traduce anche in minore usura della
80
70 600
macchina e un minore impatto ambientale. Cercare sempre di:
60
500
Rimane ere nel reg gime econ nomic co
Vedere le tabelle a sinistra. Un regime elevato significa
50
40 400
800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 raramente una maggiore produttività, spesso soltanto un
V1106421 maggiore consumo di carburante. Durante il riempimento della
L70H benna, il regime deve essere adeguato alla resistenza del
materiale e nei lunghi cicli di lavoro (ad es. carico e trasporto)
130 1000 si può accelerare fino a raggiungere la velocità ottimale di
120
110
900 trasporto prima di rilasciare l'acceleratore.
100 800 Seelezio onare il prrog grammma dii cam mbio marrce piiù ad dattto allle
e
conndiz zio
oni ope erattive
90
700
80
70 600 Seguire le raccomandazioni per l'utilizzo del programma di
60
50
500
cambio marce, vedere 114.
40
800 1000 1200 1400 1600 1800 2000
400
Addattare l'uso de ella macchina alll'a appplicaz
zioone
V1106422 Seguire le raccomandazioni per le applicazioni descritte in
L90H questa sezione.
Regime di economia (campo grigio) Scceglliere l'atttrezzzo ad dattto alll'a
applicazionne
- Potenza Usando l'attrezzo giusto per l'applicazione, la produttività ne
…Coppia guadagna mentre i consumi e l'usura della macchina
diminuiscono. Seguire i consigli forniti in base al tipo di
applicazione in questa sezione.
Man nteeneere la pres ssioone di go onfiagg gio corrrettta nei pneeumatiici
Alla sezione 273 sono riportate alcune raccomandazioni sulla
pressione dei pneumatici. Una corretta pressione contribuisce
a ridurre il consumo di carburante e l'usura della macchina.
Evvittare ill fu
unzionaamen nto
o inutiile all min
nimo
Tuttavia, seguire le raccomandazioni per l'arresto della
macchina, vedere pag. 133, per assicurare la corretta
lubrificazione del turbocompressore.
Prrepa ararre l'areaa dii la
avorro
Valutare l'area di lavoro e pianificarne la conformazione in base
alle macchine che vi dovranno lavorare in modo da rendere il
lavoro più organizzato ed efficiente. Tenere il terreno libero da
grosse pietre e altri ostacoli.
Colllaborare
La collaborazione con gli altri operatori è fondamentale per
lavorare in modo efficiente.
Rimane ere nel reg gime econ nomic co
Vedere pag. 67 per l'uso del pedale dell'acceleratore in modo
economico.
Contattare la propria concessionaria per informazioni sulla
possibilità di partecipare a corsi Volvo sull'argomento.
Te
ecniiche
e op
perative
Viibrazio
oni all corrpo in
ntero 15
57

Vibrazioni al corpo intero


Le vibrazioni sull'intero corpo, generate dalle macchine
movimento terra, vengono influenzate da una serie di fattori, quali
le modalità di lavoro, le condizioni del terreno, la velocità della
macchina, ecc.
L'operatore può influire molto sui livelli effettivi di vibrazione della
macchina, in quando è colui che controlla la velocità della
macchina, il metodo di lavoro e il percorso. I livelli di vibrazione
possono quindi variare molto nello stesso tipo di macchina. Per
le specifiche della cabine vedere pagina 277.

Indicazzio
oni pe
er la
a diiminuzio
one deei liivellli dii vib
brazio
on i
neelle ma
acchiine mo ovimmento te
erra
Usare una macchina di tipo di dimensioni adeguate, con
pneumatici, equipaggiamenti opzionali e attrezzi adatti al
lavoro da svolgere.
Accertarsi che il terreno su cui si opera sia tenuto in buone
condizioni.
- Rimuovere tutte le rocce e gli altri ostacoli di grosse
dimensioni.
- Riempire fosse e buche.
- Predisporre l'attrezzatura adatta e il tempo necessario per
la manutenzione del terreno su cui si opera.
Regolare la velocità e i percorsi in modo da ridurre al minimo
le vibrazioni.
- Aggirare gli ostacoli e le zone più accidentate del terreno.
- Se non fosse possibile evitare tratti di terreno sconnesso,
limitare la velocità.
Eseguire la manutenzione della macchina in base alle
prescrizioni del fabbricante.
- Pressione aerea nei pneumatici.
- Freni e sterzo.
- Organi di manovra, impianto idraulico e sistema di
articolazione.
Accertarsi che il sedile dell'operatore sia mantenuto in buono
stato e sia correttamente regolato.
- Impostare il sedile e le sue sospensioni in base all'altezza e
al peso dell'operatore.
- Ispezionare ed eseguire la manutenzione del molleggio e
del meccanismo di regolazione del sedile operatore.
- Indossare la cintura di sicurezza e regolarla correttamente.
Sterzare, frenare, accelerare, cambiare marcia e azionare le
attrezzature evitando manovre brusche.
Ridurre al minimo le vibrazioni durante i lunghi cicli di lavoro o
i percorsi di marcia prolungati.
- Utilizzare il sistema di sospensione del braccio, se la
macchina ne è dotata.
- Se la macchina non è provvista di sistema di sospensione
del braccio, ridurre la velocità per evitare scossoni e
oscillazioni.
- Quando la distanza fra un cantiere e l'altro è notevole,
trasportare la macchina su un altro veicolo.
Il mal di schiena, le cui cause si collegano alle vibrazioni di tutto
il corpo, potrebbe essere dovuto ad altri fattori di rischio. Le linee
guida seguenti possono ridurre considerevolmente i rischi che
insorga il mal di schiena:
- Regolare il sedile e gli organi di manovra in modo da ottenere
una postura ergonomica.
Te
ecniiche
e op
perative
15 8 Viibrazio
oni all corrpo in
ntero
- Regolare gli specchi retrovisori in modo da ridurre al minimo le
torsioni del busto.
- Pianificare le pause per evitare i periodi di lavoro ininterrotto
troppo lunghi.
- Non saltare dalla macchina.
- Evitare di manipolare e sollevare ripetutamente oggetti
pesanti.
Te
ecniiche
e op
perative
La
avorro in
n arree pe
ericollose 15
59

Lavoro in aree pericolose


Non guidare troppo vicino ai pontili di carico e simili costruzioni.
Avanzare lentamente negli spazi ristretti e controllare che ci sia
spazio a sufficienza per la macchina e il carico.
Nel lavoro sotterraneo è necessaria un'attrezzatura speciale,
ad esempio motori certificati nei paesi UE e SEE. Contattare
la concessionaria.
Nel lavoro in condizioni di oscurità, p.es. all'interno di edifici o
di tunnel, usare i fari della macchina.
Nei lavori in ambienti contaminati o pericolosi per la salute, la
macchina deve essere adeguatamente attrezzata per tali
circostanze. Consultare la propria concessionaria. Controllare
anche le disposizioni di legge vigenti in zona, prima di lavorare
in tali ambienti.

Cam
mpo ellettro
omagnetico (E
EMF)
La
avorro in
n aree con
n cam
mpi ellettromagnetici,, EM
MF

AV
VVIS
SO
Durrantte i laavori in
n aree con
n rischio di cam
mpi ele
ettrom
mag
gnetiici
(EMMF)), Co omfo
ort Drrive Con
ntrol (CDCC) deve semprre esssere
diisatttivatto.
Il datore di lavoro è obbligato a sapere quali siano le zone
caratterizzate da forti campi elettromagnetici e a informarne
l'operatore.
L'operatore deve chiedere informazioni sulle zone che
possono essere influenzate da forti campi elettromagnetici.
Il campo elettromagnetico, EMF, può influire sulle macchine
dotate di sistemi servoelettrici e con sterzo a leva (CDC). Per
lo sterzo a leva, vedere a pag. 117.

Tubature e cav
vi intterrati
Accertarsi che le autorità o le società responsabili per i cavi e le
tubature siano state contattate e che le loro istruzioni siano state
seguite scrupolosamente. Inoltre, verificare le norme applicabili
al personale di terra in merito all'esposizione di cavi e tubi.
Normalmente soltanto il personale proprio delle società di servizio
dovrebbe esporre e predisporre una sospensione provvisoria dei
cavi.
Quando è impossibile vedere il punto effettivo in cui si sta
lavorando o quando la posizione del tubo o del cavo è critica,
ricorrere all'aiuto di un segnalatore, vedere a pagina 187.La
posizione del tubo o cavo può differire rispetto ai disegni o le
distanze possono essere determinate in maniera non corretta.
Considerare tutti i cavi elettrici come potenzialmente sotto
tensione.
Teccniiche
e op
perative
16
60 La
avorro in
n arree pe
ericollose
Lavoro su terreni in pendenza

AVVERTENZA
Pericolo di lesioni o morte.
In caso di utilizzo su pendii ripidi, la macchina può risultare
instabile con il conseguente rischio di perdita di controllo o
ribaltamento.
Evita
are dii ste
erzarre o prroc
ced
dere trrasverrsalm
men nte suii pe
end
dii.
Prestaare la mas ssim
ma atttenzioone sui peenddii pa
artiicolarmentte ripid
di.
Nel lavoro in pendenza va tenuto conto delle condizioni
atmosferiche e del terreno, per non compromettere la
sicurezza.
Fare attenzione quando si apre lo sportello perché può essere
difficile controllarne il movimento con la macchina in pendenza.
Nel chiuderlo, accertarsi che sia veramente ben chiuso.
Guidare con prudenza in salita e in discesa.
Non guidare in discesa più velocemente di quanto la macchina
possa fare in salita.
Non invertire il senso di marcia procedendo su un pendio e non
tagliare trasversalmente un pendio.
Se la macchina slitta, abbassare l'attrezzo al suolo
immediatamente. Se la macchina si sbilancia potrebbe
ribaltarsi. Non svoltare con la benna carica, se la macchina non
è perfettamente stabile. Se è assolutamente necessario
lavorare in pendenza, lavorare il terreno in modo da rendere il
pendio meno ripido.
Se il motore si arresta quando la macchina è su un pendio,
abbassare l'attrezzo al suolo.

AVVIS
SO
Segguire i conssiglli pe
er la
a pe
endennza massim ma su cuii laavorrarre, ne
ella
a
ta
abella sotttosta
ante e. In
n casso conttrarrio si com
mprom mettte la
fu
unzio
onalitàà dellla mac cchinaa e qu
uindii laa suaa in
nte
egrittà.
Pe
endenza ma
assim
ma con
nsen
ntita
Vedere l'immagine a sinistra per determinare come i rispettivi
angoli (A e B) influiscono sulla macchina.

In
nflussso di fo
orze lo
ongitu
udin
nali In
nfllusso dii fo
orze trras
sversali
sullla maccchiina sullla
a maccchina a
(anngolo A)) (ango olo B)
Influsso Influsso Influsso Influsso
continuo temporaneo continuo temporaneo
A = 15° A = 25° B = 10° B = 20°
Pendenza massima consentita
A Influsso di forze longitudinali sulla macchina
B Influsso di forze trasversali sulla macchina
Te
ecniiche
e op
perative
La
avorro in
n arree pe
ericollose 16
61
Lavoro in terreni allagati o paludosi

AV
VVISO
O
L'acqua non deve raggiungere il bordo inferiore delle tenute dei
mozzi, alberi di trasmissione e cuscinetto di oscilllazio
one
dell'assale posteriore.
In caso di breve immersione della macchina in un corso d'acqua,
il livello del liquido non deve arrivare sopra il centro del mozzo.
Fare particolare attenzione se l'acqua è torbida e può nascondere
ostacoli immersi o pericolose buche nel fondo. Se non si è sicuri
della situazione, meglio astenersi dal passare il corso d'acqua.
Dopo l'immersione in acqua, i punti di lubrificazione che sono
stati immersi vanno lubrificati di nuovo in modo che l'acqua sia
espulsa.
Controllare che l'acqua non sia penetrata nella trasmissione o
negli assali.

La
avorro in
n zon
ne a riischiio dii smo
ottamento
Controllare sempre le condizioni del terreno prima di iniziare a
lavorare. Se il terreno è troppo soffice, fare molta attenzione
quando si posiziona la macchina. Lo scongelamento di terreno
ghiacciato, la pioggia, il traffico, l'accumulo di materiale e le
esplosioni sono fattori che possono aumentare il rischio di frane.
Il rischio di frane aumenta inoltre con la pendenza del terreno.
Non operare troppo vicino al bordo di una pendenza scoscesa
o scarpata. Prestare la massima attenzione quando si opera in
luoghi con rischio di ribaltamento della macchina.
Fare attenzione quando si opera sugli argini di fiumi o in luoghi
simili con terreno molle. Sussiste il rischio di sprofondamento
della macchina, a causa del proprio peso e vibrazioni, e ciò
potrebbe essere causa di incidenti.
Considerare che dopo una forte pioggia le condizioni del suolo
potrebbero essere cambiate. Fare pertanto attenzione quando
ci si rimette all'opera. Ciò è particolarmente importante quando
si lavora vicino al bordo di fossi, margini stradali o simili, poiché
in questi casi il terreno può facilmente cedere dopo la pioggia.

La
avorro a ba
asse tem
mperature

AV
VVERTENZA
Pericolo di lesioni da schiacciamento.
A basse temperatura, l'impianto idraulico può rispondere
lentamente e comportare movimenti improvvisi della macchina.
Proccedderre con
n la massima caute ela fiinché
é l''im
mpiiantto id
drauliico non
haa rag
ggiuntoo la
a te
emperattura dii es
serrcizio
o.
Leggere le avvertenze per l'avviamento, vedere a pagina 105.
Rimuovere neve e ghiaccio dai finestrini prima di utilizzare la
macchina. È fondamentale che la visibilità sia accettabile, vedere
pagina 93.
Prestare attenzione alle parti scivolose della macchina. Salire
soltanto sulle aree antiscivolo.
Utilizzare un raschietto per rimuovere il ghiaccio dai finestrini.
Se necessario, usare un raschietto con il manico lungo o una
scaletta.
Te
ecniiche
e op
perative
16
62 La
avorro in
n arree pe
ericollose

AVVERTENZA
Pericolo di congelamento.
La pelle nuda può aderire al metallo freddo, con il rischio di gravi
lesioni personali.
Uttilizzarre diispo
ositiivi dii prrote
ezione ind divid
duale
e ade
eguatti prrima dii
movimenttare even ntuuali ogg gettti frred
ddi.

PE
ERICOLO
Pericolo di scossa elettrica.
Il contatto di parti del corpo con una macchina che conduce
elettricità può provocare gravi lesioni personali.
Scolllegare ill ris
scalldatore ellettric
co de
el mottore prrima dii qu
uallsiasi
la
avorro sulla mac cchina.
Tecniiche
e op
perative
Atttrezzatture 16
63

Attrezzature
Volvo Construction Equipment
S-631 85 E SKILS TUNA, S W EDEN AVVERTENZA
MODEL No
SUPPLIER Rischio di incidenti mortali.
SERIAL No
MADE IN Il sollevamento o il trasporto di persone con gli attrezzi può
WEIGHT kg/lb / provocare incidenti con il rischio di gravi lesioni da
CAPCITY m²/ft² /
schiacciamento o morte.

V1104218
MANUFACTURING YEAR

17215306
MAX WORKING PRESSURE MPa/psi /
Non n uttilizzarre maii glli atttrez
zzi pe
er il sollle
evamen
nto o ill trrasporto
o di
peersonne.
(Targhetta attrezzo valida all'interno dell'UE) La capacità della macchina è in gran parte determinata
Esempio di targhetta per attacco dell'attrezzo,
dall'utilizzo dell'attrezzo giusto per ogni lavoro. La macchina
pinza per tronchi, forca per tronchi, braccio per
movimentazione materiale e telaio forche per presenta un attacco diretto per l'attrezzo oppure un attacco
pallet. idraulico per la sostituzione rapida degli attrezzi.
Seguire le istruzioni nel Manuale dell'operatore.
Volvo Construction Equipment
S-631 85 E SKILS TUNA, S W EDEN
MODEL No
Secondo la direttiva macchine dell'UE, sulle targhette della
SUPPLIER macchina devono essere riportati il marchio CE (vedere figure) e
SERIAL
MADE IN
No
la dichiarazione di conformità. Il marchio copre anche l'attrezzo
WEIGHT kg/lb / se è costruito da Volvo e adeguato alle pale gommate Volvo,
CAPCITY m²/ft² /
perché costituisce parte integrante della macchina ed è adeguato
V1104221

MANUFAC TURING YEAR


17215305

MAX WORKING PRESSURE MPa/psi / a essa.


Gli attrezzi di categoria "inte
ercha
angea able equ nt"1)
uipmen
Esempio di targhetta per attacco dell'attrezzo, (sostituibile dall'operatore) costruiti da Volvo sono corredati di
pinza per tronchi, forca per tronchi, braccio per
marchio CE e adeguati alle pale gommate Volvo e sono dotati di
movimentazione materiale e telaio forche per
pallet.
"Dichiarazione di conformità" oltre che di istruzioni per l'uso.
È responsabilità del proprietario della macchina accertarsi che gli
Volvo Construction Equipment
SE-631 85 E SKILSTUNA, SW EDEN attrezzi siano omologati per l'uso sulla macchina. Il proprietario
MODEL No risponde per la sicurezza della combinazione macchina -
SUPPLIER
SERIAL No
attrezzo.
MADE IN
MANUFACTURING YEAR Per ulteriori informazioni sulla scelta degli attrezzi, contattare una
ADAPTER
POINT
KIT No
KIT No
concessionaria Volvo per richiedere il catalogo attrezzi.
SEGMENT KIT No
BOLT ON EDGE KIT No The machine is prepared for different attachments. In order to
CUTTING EDGE
WEIGHT, we ar parts excl.
PART No
kg/lb /
connect these hydraulically to the machine, the hydraulics must
first be depressurized, see page 168.
V1104222
17215307

CAPACITY, wear parts excl. m³/yd³ /


MAX WORKING PRESSURE MPa/psi /
La sta
abilità
à de
ella maccchiina puuò varriare a sec
conda de
eglli atttrezzi e
de
ella den
nsittà deel matteria
ale.
(Targhetta benna valida all'interno dell'UE) Fissata
permanentemente o agganciata. Esempio di 1) "Interchaanggeable eq
quipmennt" (sostituibile dall'operatore) indica
targhetta per benna con parti mobili ad che l'attrezzo richiede una combinazione di bloccaggio idraulico
azionamento idraulico (sollevamento e e attrezzo. Ad esempio, la pinza per legname richiede la 3a ed in
ribaltamento laterale) e benna con braccio di
certi casi la 4a funzione idraulica.
bloccaggio.

Volvo Construction Equipment


SE-631 85 E SKILSTUNA, S W EDEN

MODEL No
SUPPLIER
SERIAL No
MADE IN
MANUFACTURING YEAR
ADAPTER KIT No
POINT KIT No
SEGMENT KIT No
BOLT ON EDGE KIT No
CUTTING EDGE PART No
WEIGHT, we ar parts excl. kg /lb /
V1104220
17215303

CAPACITY, wear parts excl. m³/yd³ /


MAX WORKING PRESSURE MPa/psi /

Fissata permanentemente o agganciata. Esempio


di targhetta per benne senza parti mobili ad
azionamento idraulico. Targhetta per uso
generico.
Teccniiche
e op
perative
16
64 Atttrezzatture
Trasporto degli attrezzi con un altro veicolo
Per il fissaggio/ancoraggio, seguire le istruzioni nella norma SS-
EN 12195-1, oltre alle normative locali.

Atttre
ezzi ro
otan
n ti
Atttrezzi ro
otanti ad
d az
zio
onamento id
draulico
NOOTA!
Leggere attentamente le norme di sicurezza prima
dell'installazione e dell'uso di attrezzi rotanti ad azionamento
idraulico.

Per la posizione dell'arresto di emergenza, vedere pagina 57.


In caso di utilizzo della macchina con attrezzi rotanti ad
azionamento idraulico, ad es. spazzatrice, tagliasiepi,
spargisabbia ecc., devono essere osservate le seguenti norme di
sicurezza generali:
La prima volta, gli attrezzi di questo tipo devono essere
installati da un tecnico addestrato.
Leggere attentamente e seguire le istruzioni fornite con
l'attrezzo.
Fermare sempre la parte rotante/mobile dell'attrezzo
(interrompendo il flusso dell'olio idraulico) prima di scendere
dalla cabina.
Durante l'assistenza o la manutenzione dell'attrezzo, oppure
qualora le parti mobili si siano bloccate durante il
funzionamento, i flessibili idraulici collegati all'attrezzo devono
sempre essere scollegati per prevenire l'inserimento
accidentale della potenza idraulica e il conseguente rischio di
incidente.
Verificare che l'attrezzo in questione sia provvisto di marchio CE,
se non è di marca Volvo.
Richiedere sempre alla propria concessionaria di includere
l'attrezzo nella "Dichiarazione di conformità" della macchina.
Te
ecniiche
e op
perative
Atttacchii atttrezzi 16
65

Attacchi attrezzi

AVVERTENZA
Pericolo di schiacciamento.
La caduta dell'attrezzatura può provocare gravi lesioni personali
o morte.
Acccerrtaarsi che e l''attrezzzatu
ura,, i fllessibili e i rac
ccordii id
drauliici siano
inttegrri e fiissatti corrretttamennte.

AVVIS
SO
Quando o si cambia atttrezzzo,, si de
evon
no pulire e lu
ubrifiicarre i fo
ori dei
pe
ernii dii blloccagg
gio del nuo
ovo atttrezzzo..
NOT TA!
La staffa dell'attrezzo si può danneggiare se viene inclinata
troppo.
V1164347

Rischio di danno alla staffa dell'attrezzo

Atttacco
Se l'attrezzo richiede delle funzioni idrauliche opzionali (3a e 4a
funzione idraulica), vedere pagina 167.

1 2

3 4
V1145179

1 Rilasciare i perni di bloccaggio premendo l'interruttore.


NOTTA!
Sul display appare il messaggio di allarme "Bloccaggio attrezzo
aperto".
2 Inclinare la testata portattrezzi in avanti di circa 15° e allineare
i punti di montaggio superiori della testata ai punti di
montaggio superiori dell'attrezzo. Sollevare l'attrezzo da terra,
V1137732 quindi inclinarlo all'indietro in posizione orizzontale.
Blocco attrezzo 3 Bloccare l'attrezzo con l'interruttore.
NOOTA!
Sulle macchine dotate di sistema di sospensione del braccio e
funzione di sollevamento a singolo effetto, queste funzioni
devono essere disattivate con gli interruttori per potersi accertare
che l'attrezzo sia bloccato saldamente.
Teccniiche
e op
perative
16
66 Atttacchii atttrezzi
4 Controllare che l'attrezzo sia bloccato correttamente
premendo il bordo anteriore dell'attrezzo contro il terreno. Se
l'attrezzo è bloccato, la parte anteriore della macchina
dovrebbe iniziare a sollevarsi. Confermare il bloccaggio
dell'attrezzo premendo ESC sulla tastiera.
5 Solo per le staffe dell'attrezzo con indicatori: sollevare
l'attrezzo quanto basta per accertare che gli indicatori siano in
corrispondenza della posizione illustrata in figura. Gli indicatori
si sollevano quando i perni di bloccaggio dell'attrezzo vengono
premuti contro l'attrezzo per bloccarlo in posizione.
A V1145168

A Indicatori (in posizione di attrezzo bloccato)


AVVERTENZA
Pericolo di schiacciamento.
Qualora sia fissata in modo inadeguato, l'attrezzatura può cadere
con il rischio di gravi lesioni personali o morte.
Accerrtaarsi semprre che e l''atttrezzattura sia a fiissata
a salddamen nte
e
prrem
mend done la
a paarte
e antterio ore conttro il te
errenoo fiinc
ché
é la
a maccchiina
no
on si solleeva legggermentte.
In caso di dubbio in merito al corretto bloccaggio dell'attrezzo,
verificare visivamente che i perni di bloccaggio della testata
portattrezzi siano in posizione di bloccaggio.
Diista
acco
1 L'attrezzo deve trovarsi in posizione orizzontale sul terreno.
2 Rilasciare i perni di bloccaggio premendo l'interruttore.
NO
OTA!
Sul display appare il messaggio di allarme "Bloccaggio attrezzo
aperto".
3 Abbassare i bracci di sollevamento in modo da staccare la
testata dall'attrezzo.
4 Allontanarsi dall'accessorio.
B V1145168 5 Solo per le staffe dell'attrezzo con indicatori: se l'attrezzo non
B. Indicatori (in posizione di attrezzo sbloccato) si scollega, lasciarlo appoggiato a terra e controllare la
posizione degli indicatori. Se i perni di bloccaggio dell'attrezzo
sono stati estratti dall'attrezzo, gli indicatori dovrebbero essere
in posizione di attrezzo sbloccato (B) come mostrato in figura.

AT
TTENZIONE
Pericolo di schiacciamento.
La pressione accidentale dell'interruttore per il bloccaggio
dell'attrezzo può provocare la caduta dell'attrezzo con il rischio di
gravi lesioni personali.
L'intterrutttore dii blloccag
ggio de ell'attrez
zzo deve esserre premuto
o
solamen nte du uran nte la
a sostiituzionee deegli atttrezzi..
Te
ecniiche
e op
perative
Fu
unzio
one id
draulica,, 3a
a e 4a
a 16
67

Funzione idraulica, 3a e 4a

AVVERTENZA
Rischio di incidenti.
L'uso di un attrezzo con flessibili idraulici troppo corti può
comportare il rischio di incidenti.
Verrifiicarre sem mprre il fu
unzion
namen ntoo prrima dii uttiliz
zzare la
a
mac cchiina. Acccerrta
arsi che
e i fllessib
bili id
drau
ulic
ci e i raccordii pe
er
l''attrezzzo no on siaano immpig
gliatii e sia
ano suffficiente ementte luunghi pe
er
l''inttera ammpiiezza di mov vimen nto. Avvallerrsi di prollungh he
alll'occorrrenz za..

AVVIS
SO
Instaallanddo o rim
muovendo o i rac
ccorrdii idrau
ulici,, accerrta
arsi che
e l'area
atttornoo aii raccorrdii sia
a ben puulita.
Assicurarsi che l'olio idraulico dell'attrezzo montato non sia
inquinato da particelle estranee, acqua, ecc., ma che abbia lo
stesso grado di purezza di quello della macchina.
Non utilizzare attrezzi di terze parti e vecchi attrezzi Volvo in
A
quanto potrebbero essere progettati per funzionare a una
B pressione inferiore a quella della macchina.
L'illustrazione a sinistra mostra i collegamenti per la 3a e la 4a
funzione idraulica sul lato destro del braccio. I collegamenti sul
lato sinistro del braccio speculari.

V1093299

Posizione corrispondente su ciascun lato


A Collegamento, 3a funzione idraulica
(esterna)
B Collegamento, 4a funzione idraulica
(interna)

Atttacco
1 Vedere pag. 165. Seguire i punti 1-6 per il collegamento.
2 Disporre l'attrezzo in piano sul terreno.
3 Depressurizzare la 3a e 4a funzione idraulica, vedere 168 di
seguito.
4 Pulire accuratamente i raccordi idraulici, sia sulla macchina
che sull'attrezzo.
5 Collegare i flessibili idraulici dell'attrezzo alla macchina.
NOT TA!
Testare sempre le funzioni di manovra dell'attrezzo prima di
iniziare il lavoro!

Diista
acco
1 Disporre l'attrezzo in piano sul terreno.
2 Depressurizzare la 3a e 4a funzione idraulica, vedere 168 di
seguito.
3 Scollegare i flessibili idraulici dell'attrezzo dalla macchina.
4 Accertarsi che l'attrezzo non si ribalti durante il distacco.
5 Vedere pag. 165. Seguire i punti 2-4 per scollegare l'attrezzo
dalla macchina.
Teccniiche
e op
perative
16
68 Riilascio
o de
ella prressio
one

Rilascio della pressione


La pressione residua presente nelle tubazioni flessibili rende
difficoltoso separare o collegare i raccordi ad attacco rapido.
Per agevolare questa operazione, prima di effettuare il distacco
di una tubazione idraulica, verificare l'assenza di pressione
residua all'interno dell'impianto idraulico.
1 Arrestare il motore.
2 Commutatore di accensione in posizione 1.
3 Le leve di comando della funzione in questione vanno
spostate avanti e indietro e tenute in posizione terminale per
tre secondi.
4 Scollegare o collegare i raccordi ad attacco rapido. Questa
operazione va effettuata immediatamente dopo il rilascio della
pressione, altrimenti la pressione aumenterà di nuovo, o
diminuirà, a seconda della temperatura.
Du
uran
nte lo scarrico dellla prressio
one pog
ggia
are l'atttrez
zzo a te
erra.

De
epressurrizzaz
zio
one de
ell'attrezzo scolllegato
La sovrapressione in un attrezzo idraulico viene eliminata
allentando provvisoriamente il dado di bloccaggio tra flessibile e
tubo idraulico e serrandolo di nuovo. Fare attenzione, nel
contempo, ad eventuali movimenti imprevisti dell'attrezzo.
Raccogliere l'eccesso d'olio.
Te
ecniiche
e op
perative
Ben
nne 16
69

Benne
Quando la macchina si usa con la benna montata, il carico di
esercizio massimo consentito è del 50% del carico di ribaltamento
a macchina completamente svoltata. A seconda delle
applicazioni e/o delle dimensioni della macchina, il costruttore
può raccomandare anche carichi minori del 50%.
Perr in
nformaz zio
oni su peeso,, volume,, carrico,, sallvata
agliien
nte ecc.,,
con ntattare la prrop
pria concessioonariaa peer richieedere ill cattalo
ogo
o
atttrez
zzi.
Denti della benna, sostituzione, vedere a pag. 243.

AV
VVERTENZA
Rischio di incidenti mortali.
Il sollevamento o il trasporto di persone con gli attrezzi può
provocare incidenti con il rischio di gravi lesioni da
schiacciamento o morte.
Non n uttilizzarre maii glli atttrez
zzi pe
er il sollle
evamen
nto o ill trrasporto
o di
peersonne.
NOTTA!
Lo scavo in avanti non può essere effettuato ad alta velocità
perché la benna s'inclina per più di 15°, l'inclinazione massima in
avanti va evitata.
Te
ecniiche
e op
perative
17
70 Be
enne
Scelta della benna
La scelta della benna dipende dal tipo di materiale da caricare,
dalla sua densità (compatto/sciolto), dal peso (pesante/
1 leggero) nonché dalla capacità del caricatore.
Se si utilizza una benna troppo grande in relazione al peso del
materiale ed al carico di ribaltamento della macchina, si
avvertirà una sensazione di debolezza e di instabilità della
macchina stessa. E' errato pensare che la scelta di una benna
più grande del necessario aumenti la produttività.
2
Per la scelta delle benne, contattare la propria concessionaria per
richiedere il catalogo attrezzi.

AVVIS
SO
Controlllare ill serrrag
ggiio de
ei bu
ullo
oni doopo le
e prim
me quatttro ore dii
3 op
perrazio
onii, in
n baase allla ta
abella sotttosta
ante
e.

Cooppia di serragg gio dii pa


arabordi e seg
gmen
nti con
n giiuntii
im
mbulllona
atii (cla
asse bulloni 10..9)
Diimensione
e Co
opp
pia dii serrrag
ggio
M16 275 ± 45 Nm
4 M20 540 ± 90 Nm
M24 900 ± 140 Nm
1 1/4” 2160 ± 345 Nm

V1102874

Le cinque benne più comuni:


1 Benna dritta senza denti
(Materiale tenero, sabbia, terra, concime
artificiale)
2 Benna dritta con denti
(Materiale duro, ghiaia, fango, materiale di
sterro)
3 Benna dritta da roccia con denti
(Materiale duro, pietra, ghiaia estremamente
abrasiva)
4 Benna con denti a punta piatta
(Materiale duro e roccioso, ghiaia dura e
roccia brillata)
5 Benna per materiale in cumuli
(Sabbia, ghiaia e materiale frantumato in
cumuli)

Fu
unzio
onamento con
n le be
enne
Fattori importanti da tenere a mente per lavorare con sicurezza
ed efficienza:
Scegliere la benna adatta.
Livellare il più possibile l'area di lavoro ed accertarsi che il
fondo sia solido.
Il rischio di slittamento delle ruote si riduce adeguando il regime
di giri del motore e mantenendo un carico elevato sulle ruote
anteriori. Ciò si ottiene sollevando un po' la benna non appena
sia penetrata nel materiale.
Te
ecniiche
e op
perative
Ben
nne 17
71
Procedere in linea retta verso il materiale per ottenere la
massima capacità di penetrazione. Questo contribuisce anche
a ridurre l'usura dei pneumatici.

Benna conn brraccio


o dii blloccag
ggio (e
equipaggiamento
op
pzio
onale)
Questa benna è ideale per la movimentazione di materiale alla
rinfusa come rifiuti, rami ecc. Il braccio di bloccaggio si utilizza per
mantenere il materiale all'interno della benna o per caricarlo in
spazi stretti.
NO OTA!
Per il collegamento e lo scollegamento dei flessibili idraulici per
la 3a funzione idraulica, vedere pagina 167. Verificare sempre il
corretto funzionamento dei comandi dell'attrezzo prima di iniziare
il lavoro!
- Il braccio di bloccaggio si aziona per mezzo della leva di
comando (3), vedete pag. 67.
Verificare regolarmente che le condutture idrauliche non
presentino perdite o danni evidenti.
Ingrassare i cuscinetti di braccio di bloccaggio e cilindro ogni
250 ore oppure ogni 50 ore in ambienti aggressivi/corrosivi. Per
la qualità del grasso, vedere pag. 248.
Scaricare sempre la pressione dall'impianto idraulico prima di
qualsiasi intervento di manutenzione o riparazione e prima di
scollegare l'attrezzo.
I lavori sull'impianto idraulico devono essere effettuati
esclusivamente da personale autorizzato.

Be
enna a scarrico ellevatto (e
equipaggiamento op
pzio
onale)
La benna a scarico elevato è una combinazione di supporto e
benna. Durante lo scarico, il supporto funge da estensione del
braccio aumentando l'altezza di scarico. Durante il carico e il
trasporto, la benna viene richiamata all'indietro contro il supporto
e assume praticamente la stessa posizione della benna standard,
con gli stessi vantaggi e svantaggi in termini di forza di strappo,
forza di sollevamento e carico di ribaltamento.
NOT TA!
Per il collegamento e lo scollegamento dei flessibili idraulici per
la 3a funzione idraulica, vedere pagina 167. Verificare sempre il
corretto funzionamento dei comandi dell'attrezzo prima di iniziare
il lavoro!
- Il cilindro della benna si porta in "posizione di inclinazione" con
la leva di comando (3), vedere pag. 67.
- Per il carico, il trasporto e il sollevamento, la benna deve essere
richiamata completamente all'indietro.
- La benna deve essere svuotata solamente al raggiungimento
dell'altezza di sollevamento desiderata.
NOTTA!
Evitare di scaricare la benna con la funzione di inclinazione
standard oppure, qualora sia inevitabile, inclinare lentamente la
benna in modo che resti completamente richiamata all'indietro
contro il supporto.
- Evitare di scaricare la benna in avanti o all'indietro ai finecorsa
con forza eccessiva per evitare danni a benna e cilindro.
Pulire regolarmente i bracci del supporto.
Verificare regolarmente che le condutture idrauliche non
presentino perdite o danni evidenti e sostituirle all'occorrenza.
Teccniiche
e op
perative
17
72 Ben
nne
Verificare regolarmente gli ammortizzatori di inclinazione
all'indietro e sostituirli all'occorrenza.
Ingrassare i cuscinetti di supporto della benna e cilindro ogni
250 ore oppure ogni 50 ore in ambienti aggressivi/corrosivi. Per
la qualità del grasso, vedere pag. 248.
Scaricare sempre la pressione dall'impianto idraulico prima di
qualsiasi intervento di manutenzione o riparazione.
I lavori sull'impianto idraulico devono essere effettuati
esclusivamente da personale autorizzato.

Carico dii gh
hiaia e ma
ateriale in
n cum
muli (ccarrico dii brreve
cic
clo
o)
1 Abbassare la benna in posizione orizzontale sul terreno
immediatamente davanti al cumulo di ghiaia.
2 Selezionare la 2a velocità + funzione kickdown. Quando la
macchina è prossima all'arresto, dovuto al raggiungimento
dello sforzo massimo di trazione, sollevare la benna ed
inclinarla all'indietro con corti movimenti della leva di
comando.
Se e po
ossibbile, ev
vita
are dii in
ncliinare laa beenna in avantti du uran
ntee
l''ope
eraz
zionne dii rie
empiimen nto. Ammpii mov vim
mentii deella
a leva dii
coman ndo prrov voccanno lo sliittamennto dellle ruote e. No
on es seg
guire maii
laa pe
eneetraz
zioone dell cumullo ad d allta veloccità
à.

Ben
nna ada atta: Diirittta con
n o senzza denntii
Ra
apporrto
o ad
dattto: Ca
ambiio in n posiz
zionee2o4
Impostazioni APS(a) Med dia o Au utomatiica.
Sos
spe
ensio
one brraccio
o: In
n po
osiz
zion
ne di diipendenza da
al
cambio
a)Per la selezione delle Impostazioni APS, vedere pagina 42 (nella
tabella "Trasmissione").

AV
VVERTENZA
Pericolo di schiacciamento.
La caduta del carico può provocare gravi lesioni personali.
Acccerrta
arsi sem mpre che e i compon
nentii sian
no fiissatii e sorrettti da
dispos sitiivi con porrta
ata
a addeguata.

Op
perazio
oni dii scav
vo
Per lo scavo e la spianatura, iniziare con la benna angolata di
2-3°.
Iniziare con il motore in 1a ed a basso regime, quindi
aumentare gradualmente il regime motore sollevando
leggermente la benna.
Se le condizioni del terreno favoriscono lo slittamento delle
ruote, inserire il dispositivo di bloccaggio differenziale.
NOOTA!
Non inserire il dispositivo di bloccaggio differenziale se una delle
ruote slitta. Rilasciare l'acceleratore fino all'arresto della ruota.

Ben
nna ada
atta: Diirittta con
n o senz
za denntii (o
be
enna perr spiianattura))
Ra
apporrto
o ad
dattto: Se
eletttore marce in po osiz
zio one 1
Te
ecniiche
e op
perative
Ben
nne 17
73
Carico di roccia (carico di breve ciclo)
È importante mantenere il regime corretto in quanto un regime
eccessivo comporterebbe lo slittamento delle ruote.
Procedere in linea retta verso il materiale per evitare
sollecitazioni di separazione eccessive che potrebbero
danneggiare il sistema di bracci di sollevamento.
La lama della benna deve inserirsi sotto e tra il materiale
roccioso, il che significa che l'operatore deve agire in modo
accorto.
Se una roccia si è incastrata, tentare di rimuoverla usando un
angolo di approccio differente, evitando di tentarne il
sollevamento col lo spigolo della benna.
I detriti di detonazione sono molto acuminati e possono
provocare danni ai pneumatici. Evitare pertanto di salire sul
cumulo con le ruote e rimuovere accuratamente il materiale
caduto dalla benna.

Ben
nna adaatta: Be
enna
a a pu unta
a piiatta
Rap
pporto
o adaatto: Ca
ambiio in
n po
osizzione 2
Impostazioni APS(a) Media o Autoomattica..
So
ospe
enssion
ne brac
ccio
o: In
n po
osizio
one dii diipe
ende
enza dal
cammbio
a)Per la selezione delle Impostazioni APS, vedere pagina 42 (nella
tabella "Trasmissione").

Traspo
orto (m
movim
mentazio
one) de
el carrico
La benna deve essere inclinata completamente all'indietro e
mantenuta in posizione di trasporto a 30-40 cm (12-16) dal
terreno.
Evitare superfici accidentate e con massi o altri detriti. La
benna troppo piena perde sempre del materiale.
Spianare eventualmente il percorso.
Regolare la velocità in conformità alle norme statali in materia
e alle condizioni di lavoro.

Vellocittà mas
ssim
ma in con
ndizio
oni Ciirca 15-20 km/hh (9,,3-122,4
no
ormalli: mph h)
Rappporto o ada
atto: Se
eleettore marrce in
n poosizion
ne 4
Impostazioni APS(a) eggera (Liight) o Au
Le utoomattica
So
ospe
ens
sion
ne brac
ccio
o: In
n po
osizio
one dii diipe
ende
enza dal
cammbio
a)Per la selezione delle Impostazioni APS, vedere pagina 42 (nella
tabella "Trasmissione").
Nellle sittuazioonii in
n cuii in
n cui si veriffica l''alttale
ena contiinuaa frra due
marrce senz za che ill sisteema rieesca a sta abilizzarsi su un na deelle
e du
ue,
sellezio onare la poosiz
zione e H in
n mod do che e laa macchina a giu
unga a a unna
vellocittà piiù elevvatta, primma che e av
vvenga a ill cambiio dii marrcia.
Esempiio: mov vimen ntazioone del caric co su un lu ungo
o pe
endiio. Prim ma
dii metttersi in motto, inserrirre l''inte
errutttore "ffren no motoore//scallata
marrce"" (ved derre paag. 116 6) per evvittare l''oscilllazio
one daa una marcia
alll'alltra..
NOOTA!
Tener presente che angolo di sterzata e carico influenzano la
stabilità della macchina.
Teccniiche
e op
perative
17
74 Ben
nne
Scarico del materiale

AVVERTENZA
Pericolo di incidenti gravi.
Parti della macchina, attrezzi o carico possono compromettere la
visibilità dell'operatore. L'uso della macchina con visibilità limitata
può provocare gravi incidenti.
In
n caso di visibilitàà limittata
a, richiiedere l''aiiuto
o di un
n colllega che
e
fu
unga da seg gnaalatore..
In caso di lavoro su un pendio, provare a scaricare il carico a
monte per assicurare una maggiore stabilità della macchina.
Mantenere la benna più vicina possibile al cassone oppure alla
tramoggia per ottenere uno scarico più lineare e un maggiore
controllo della posizione del carico.
In caso di carico di roccia, provare a riempire la benna prima
con il materiale più fine possibile per attenuare l'impatto
successivo del materiale più grosso.

Po
osiz
zio
onamento de
el veiicollo dii trraspo
orto
Il posizionamento del veicolo di trasporto è fondamentale per
l'efficienza di carico.
L'operatore dovrebbe indicare la posizione del veicolo di
trasporto "puntando" con la benna. Inoltre, l'operatore è
responsabile della sicurezza dell'area di lavoro interessata.

Liivelllamento
Per l'operazione di livellamento, posizionare la benna in piano.
Se possibile, caricare una parte del materiale sulla benna e
lasciarne una parte davanti ad essa in modo di riempire
eventuali avvallamenti nel terreno durante l'avanzamento della
macchina.
Un livellamento più fine si ottiene in retromarcia, tenendo il
bordo della benna leggermente ripiegato verso il basso e
premendo al tempo stesso leggermente la benna contro il
terreno.
In caso di utilizzo di lama dozer, spazzaneve, spazzolone ecc.
può essere vantaggioso inserire la funzione di sollevamento a
singolo effetto, che consente all'attrezzo di seguire le eventuali
irregolarità del terreno "flottando" e mantenendo di
conseguenza la massima manovrabilità e potenza di trazione.
L'attrezzo ritorna nella posizione preimpostata, vedere pag.
57.

Ben
nna ada
atta: Diirittta senza de enti (o benna pe
er
spiian natuura))
Raappo
orto
o addattto: Ca
ambiio in n posiz
zionee1o2
Au
utomattismo de ei cambi marcia
a Diisin nserritto
discendeenti:
So
ospeens
sion
ne brac ccio
o: No
on atttivatto
Te
ecniiche
e op
perative
Fo
orcellle pe
er pa
allet 17
75

Forcelle per pallet


AV
VVISO
O
Si possono utilizzare unicamente forche per palle
et approvate da
Volvo per la macchina in questione.
Quando la macchina viene utilizzata con forche per pallet, il carico
di lavoro massimo consentito è pari al 60% del carico di
ribaltamento con la macchina completamente sterzata o su
terreno accidentato, e all'80% su terreno compatto e uniforme. A
seconda dell'applicazione e/o delle dimensioni della macchina, la
casa produttrice raccomanda spesso un carico di lavoro inferiore.
Per informazioni su peso, volume, carico, ecc., richiedere un
catalogo degli attrezzi alla propria concessionaria.
Le forche per pallet possono essere utilizzate solo per gli usi per
i quali sono state progettate.
Non possono quindi essere utilizzate come palanchini per
estrarre ceppi di alberi, grossi massi o altri oggetti o materiali
simili.
Non vanno sovraccaricate o sottoposte a forze di taglio.
Non devono essere utilizzate con catene o imbracature per il
sollevamento di oggetti.

AVVIS
SO
Per evita are ill daanneggiamen nto de elle fo
orche e per pa alllett, si consig
glia
a
dii atttivarre la fu
unzioonee dii solllev
vammen nto
o add az zioone sinngolla, inn
pa
artiicollarre qu uan ndo si operra alll'in
ndie etro e se le e pu
unte e de ei dentti
en
ntran no a conttatto con n ill suollo. Ciiò è pa artiicollarmen nte im mportaantte
Controllo dei rebbi della forca. ne
el cas so chee ill suo
olo non sia a un nifforme..
La forca per pallet e il relativo attacco devono essere di
A Angolo dimensioni adatte a resistere ai carichi compatibili con la capacità
B Supporto morsetto di sollevamento della macchina.
C Spessore La forca per pallet e il relativo attacco devono essere protetti da
sporco e ruggine e devono essere ben ingrassati per garantire il
miglior funzionamento possibile.
La forca per pallet e il relativo attacco non vanno utilizzati insieme
a cesti o a piattaforme per il sollevamento di persone.
I bracci della forca sono dimensionati in conformità alla norma
ISO 2330 e sono classificati insieme alla macchina, in base alle
norme vigenti.

AVVIS
SO
Accerrta are che gli arrres stii che im
mped disconoo aii brraccci dellle
e fo
orche di
sfiilarsi dall te
elaio dellle fo
orche e siaano po osizio
onati corrretttamen nte. Ciiò
è pa artiicola
armente e impo ortaante qu uando i brac cci dellle fo
orche
ven ngono o spoostaatii la
ateralmentte in mod do man nuale. Accerta are che i
brraccci deelle foorche sia ano blo occatii con ntro ill fe
ermo dellle fo orche
e, in
n
mod do da a im
mpe edire ai brracci de ellle fo
orchee dii spo osta
arsi latteralmentte.
D
V1099405 NOT TA!
Telaio della forca I supporti devono essere abbassati prima che la forca per pallet
venga rimossa dalla macchina.
(Solo per forche per pallet a regolazione idraulica)
D Stop
Teccniiche
e op
perative
17
76 Fo
orcellle pe
er pa
allet
Controllare regolarmente lo stato di usura delle forche per
pallet. È particolarmente importante controllare il punto di
attacco dei denti.
Controllare che i finecorsa (D) dei bracci della forca siano
posizionati correttamente.
Marcatura Assicurarsi che i bracci siano bloccati contro il fermo della
forca.
Il rebbio della forca non deve più essere utilizzato se:
1 Carico massimo per rebbio (kg) *)
- il rebbio è consumato e se lo spessore ha raggiunto il 90%
2 Distanza dal baricentro in mm per carico
dello spessore originale
massimo
- l'angolo fra la base della forca e il rebbio è maggiore di 93°
3 Spessore del rebbio della forca alla consegna
- gli aggetti di fissaggio sono usurati o incrinati
*) Da non confondere con il carico operativo Eventuali incrinature e usura non devono essere riparati
nominale per il modello di pala corrispondente. tramite saldatura.
Regolaz
zionne la
ate
eralle de
ei dentii de
ellla fo
orca
1 Abbassare i denti della forca immediatamente sopra il terreno
e inclinarsi di un massimo di 15° in avanti.
2 Aprire il fermo e regolare lateralmente i denti della forca nella
posizione desiderata.
3 Chiudere il fermo e verificare che i denti della forca non
possano muoversi lateralmente.
NO
OTA!
Non mettere i denti della forca al centro del telaio.
Rischio che i denti della forca si sgancino dal telaio.
Prolunngamennti de
enti fo
orca
I prolungamenti dei denti della forca vengono utilizzati nella
gestione di materiale leggero con bassa densità e hanno un
carico massimo.

La
avorro con
n fo
orche
e pe
er pa
allett
I punti più importanti relativamente all'utilizzo delle forche per
pallet sono:
L'operatore di una pala caricatrice equipaggiata di forche per
pallet deve essere adeguatamente addestrato.
L'operatore è responsabile della rispondenza del carico
movimentato ai valori massimi di carico prescritti per la
macchina e le forche utilizzate.
Tenere presente che durante il sollevamento le forche
compiono un movimento semicircolare. Iniziare quindi il
sollevamento delle forche a distanza dal punto di sistemazione
del carico.
La forca deve essere utilizzata esclusivamente per l'impilatura
o lo scarico dei pallet.
Tenere i gambi della forca bassi e ravvicinati durante il
movimento della macchina senza carico.
Durante l'accatastamento del materiale i gambi delle forche
devono essere mantenuti in posizione verticale.
Scegliere un percorso idoneo con fondo regolare o se
necessario spianarlo.
Adattare la velocità della macchina alle condizioni del terreno.
Per migliorare la stabilità quando le forche sono in funzione, è
importante verificare che la pressione pneumatici sia
conforme.
Per migliorare la stabilità con carichi larghi può rendersi utile
far scorrere i rebbi fuori dal telaio. Verificando che il baricentro
del carico sia ben centrato lateralmente.
Per il trasporto di carichi pesanti su discese, è preferibile
procedere con la retromarcia.
Te
ecniiche
e op
perative
Fo
orcellle pe
er pa
allet 17
77
NOTA!
Per i lavori pesanti che richiedono una forza di strappo elevata
come l'estirpatura di grandi ceppi e il trasporto di blocchi di
marmo, utilizzare esclusivamente attrezzi approvati da Volvo.

Rap
pporto
o ada
atto: Se
ele
ettore marrce in
n po
osizion
ne 4
Impostazioni APS(a): Le
eggera (Ligh
ht) o Auuto
omattica
So
ospe
enssion
ne brac
ccio
o: Poosizione e diipend
dentte daalla
a
vellocittà op
ppure noon atttivatta
Fu
unzioone dii solllevamen
nto a Atttivatta
sin
ngollo efffettto
a)P
Per la sellezion
ne de
elle
e Imp
postaz
zio
oni AP
PS, ved agina 42 (nella
dere pa
tab
bella "T
Trasmiissio
one").

Prrelevam
mento de
el carrico
La forza di penetrazione dei rebbi della forca è molto elevata.
Scegliere rebbi della lunghezza adeguata in modo che essi non
sporgano dalla parte anteriore del carico per non arrecare
danni a pallet o materiali adiacenti.
Disporre il carico in modo da sistemarlo quanto più possibile
vicino al gambo verticale della forca.
Sollevare il carico con l'inclinazione minore possibile della
forca.
Eventuali deviazioni dal movimento totalmente parallelo della
forca possono verificarsi (vedere "Caratteristiche"); ciò può
influire sul suo utilizzo.
Gu
uida con
n carrico
Mantenere il carico a 30-40 cm (12-16 in) dal terreno per la
massima stabilità e visibilità possibile.
Qualora il carico comprometta la visibilità, procedere in
retromarcia fino al punto di scarico.
Regolare la velocità in conformità alle norme statali in materia
e alle condizioni di lavoro.
Durante la movimentazione di carichi di altezza elevata
utilizzare lo speciale supporto di sostegno.

Om
mologazio
one e re
equisitti dii le
egge
Il carico massimo consentito in base allo standard CEN EN 474-3
è espresso in percentuale del carico di ribaltamento.
Di seguito sono indicati i valori percentuali, che non devono
essere superati:

Te
erreno
o ac
ccidden
nta
ato 60
0% de
el carrico di riba
alttamen
nto
o
Te
erreno
o piiano e sta
abile: 80
0% de
el carrico di riba
alttamen
nto
o
La possibilità di controllare e di movimentare idraulicamente il
carico in tutte le possibili posizioni deve essere garantita anche
durante il contemporaneo impegno di tutti gli altri circuiti idraulici.
Il carico massimo consentito è determinato in funzione del minore
dei due valori relativi a stabilità e potenza idraulica della
macchina.
Nei paesi non UE/SEE valgono altre norme di sicurezza, per cui
è necessario verificare quanto disposto dalla legislazione
nazionale.
Teccniiche
e op
perative
17
78 Diispo
osittivi dii solllevam
mento le
egno

Dispositivi di sollevamento legno


Quando la macchina viene utilizzata con una pinza per tronchi, il
carico di lavoro massimo consentito deve essere pari all'80% del
carico di ribaltamento con la macchina completamente sterzata.
NOOTA!
Utilizzare solo pinze per tronchi approvate da Volvo, per ulteriori
informazioni vedere 297.
NOTA!
Per il collegamento e lo scollegamento dei flessibili idraulici per
la 3a funzione idraulica, vedere pagina 167. Verificare sempre il
corretto funzionamento dei comandi dell'attrezzo prima di iniziare
il lavoro!
- Il braccio di bloccaggio viene azionato tramite la leva di
comando (3) e la leva di comando (4) del trattenitore
(equipaggiamento opzionale), vedere 67.
Verificare regolarmente che i tubi flessibili idraulici non
presentino perdite o danni evidenti.
Ingrassare i cuscinetti del braccio di bloccaggio e del cilindro
ogni 250 ore. Per informazioni sul tipo di grasso, vedere 248.
Scaricare sempre la pressione dall'impianto idraulico prima di
qualsiasi intervento di manutenzione o riparazione e prima di
scollegare l'attrezzo.
I lavori sull'impianto idraulico devono essere effettuati
esclusivamente da personale autorizzato.
Sono disponibili cinque tipi di pinza per tronchi:
A Pinza di scaricamento è dotata di rebbi corti che facilitano il
caricamento della pinza quando si prelevano tronchi da un
veicolo di trasporto.
B Pinza di cernita è dotata di rebbi relativamente lunghi che
facilitano il caricamento della pinza quando si prelevano
tronchi da una pila o da un bancale di cernita.
C Pinza universale è dotata di un'area di presa più piccola di
quella della pinza di cernita e può essere utilizzata per la
movimentazione di alberi interi o per prelevare singoli alberi.

La norma CEN EN 474-3, applicata nella UE, stabilisce che il


carico di lavoro nominale sia espresso come percentuale (85%)
del carico di ribaltamento. In conformità a tale norma, Volvo ha
scelto di adattare le sue norme interne per l'indicazione della
capacità delle pinze per tronchi.
I carichi massimi raccomandati vengono applicati a combinazioni
di pinze per tronchi e pale gommate equipaggiate con contrappesi
approvati per la movimentazione di tronchi.
Qualsiasi attrezzatura aggiunta all'attrezzo riduce il carico
operativo nominale.
Te
ecniiche
e op
perative
Diispo
osittivi dii solllevam
mento le
egno 17
79
Nei paesi non appartenenti all'Unione Europea o allo Spazio
Economico Europeo, potrebbero essere applicati altri requisiti di
sicurezza. Rispettare dunque sempre le norme di sicurezza in
vigore a livello locale.

Lavorro con
n la piinz
za pe
er trronchii
Sc
carrico de
el veiicollo
Fare molta attenzione quando di riempie la pinza per evitare di
danneggiare i montanti del veicolo e i loro attacchi.
1 Avvicinarsi al veicolo da scaricare con la pinza sollevata e
completamente aperta.
2 Inclinare la pinza in avanti e posarla sul carico.

Chiudere il braccio e iniziare a inclinarlo leggermente verso l'alto.


Alternare quindi la chiusura e l'inclinazione verso l'alto della pinza
finché non è piena.
NOT TA!
Procedere con grande cautela allo scarico del veicolo, in
particolare quando sono rimasti solo pochi tronchi. L'eventuale
urto della pinza con l'estremità più lontana del pianale potrebbe
danneggiarlo.

Ca
arico de
el veiicollo pe
er me
ezzo dii piinze pe
er trronchii
1 Accertarsi che i tronchi siano posizionati correttamente nella
pinza per evitare che si "annidino".
2 Avvicinarsi al veicolo da caricare sollevando allo stesso tempo
l'attrezzo in modo che i tronchi siano più alti rispetto alle
sponde.
3 Abbassare la pinza finché non si trova all'altezza del pianale
e depositare i tronchi contro la sponda più lontana.
4 Aprire completamente il braccio e procedere con cautela con
la pinza all'indietro.

Acccattasta
amento
Sulle macchine dotate di sistema di sospensione del braccio, si
raccomanda di selezionare la funzione dipendente dalla velocità
per assicurare una maggiore precisione e ridurre il rischio di
"annidamento".
1 Mantenere la pinza più vicina possibile alla catasta per evitare
la caduta dei tronchi.
2 Inclinare leggermente la pinza in avanti.
3 Aprire completamente il braccio con cautela in modo che i
tronchi inizino a rotolare dalla pinza.
4 Aprire completamente il braccio e procedere in retromarcia
con cautela abbassando allo stesso tempo la pinza per
trattenere i tronchi che cadono.
L'effetto della pinza può essere sfruttato come estensione e di
conseguenza non è necessario inclinare la pinza in avanti. In
questo modo si frutta al massimo l'altezza di sollevamento
della macchina ed è possibile realizzare delle cataste più alte.
Questa manovra può essere utilizzata anche per tenere in
posizione i singoli tronchi.
Reggola dii ba
ase:Accertarsi che i tronchi scivolino senza cadere
dalla pinza.
Te
ecniiche
e op
perative
18
80 Diispo
osittivi dii solllevam
mento le
egno

Rapporto adatto: Selettore marce in posizione 4


Impostazioni APS(a) eggera (Liight) o Auttomattica
Le
Sos
spe
ensio
one brraccio
o: Po
osizzioone dipe
enden
nte dallla
velloc
città
a)Per la selezione delle Impostazioni APS, vedere pagina 42 (nella
tabella "Trasmissione").

Prelievo da
a un
na cattasta
a
Ca
atastaa bassa:
1 Mantenere i denti della pinza in posizione orizzontale sul
terreno, con la pinza completamente aperta.
2 Infilare la pinza nella catasta e chiudere il più possibile il
braccio.
3 Procedere con cautela in retromarcia chiudendo ulteriormente
la pinza.
Ca
atastaa alta
a:
1 Iniziare il più in alto possibile e inclinare leggermente i denti
della pinza in avanti, con la pinza completamente aperta.
2 Chiudere la pinza quando è ben inserita nella catasta.
3 Accompagnare i tronchi con la pinza per evitare che cadano
sotto i denti della pinza.
Se i trronnchii cadon no trra i dentii de
ella
a pinzza,, abba
assare con caute
ela
ill carico sull te
erreno o, proced dere in n rettromarrcia e prrov
vare a
prrellevvarre nu
uovam men nte il caric
co. Prres sta
are atttenzio
one a nonn
da annneggia are i trronc
chii.
L'estensione consente di accatastare i tronchi più in alto e
mantenere pulito il terreno davanti alle ruote della macchina.
Tro
onchii pa
articollarmente lu
unghi
Prestare particolare attenzione affinché il baricentro dei tronchi
sia posizionato correttamente per mantenere un livello di
stabilità laterale accettabile.
In caso di visibilità limitata, richiedere l'aiuto di un collega che
funga da segnalatore, vedere pagina 187.

AV
VVERTENZA
Pericolo di schiacciamento.
L'oscillazione degli oggetti può provocare gravi lesioni personali.
Accerrta
arsi chee noon vi sia
a nessuno nellla
a zon
na di pe
eric
colo
o prrim
ma dii
solllevarre o movvimenntare glli og
ggetti.
Te
ecniiche
e op
perative
Brraccio
o pe
er la
a mo
ovim
mentazio
one de
el ma
ateriale 18
81

Braccio per la movimentazione del


materiale
Se la macchina viene utilizzata con un braccio per la
movimentazione di materiale, il carico di lavoro massimo
consentito è pari al 50% del carico di ribaltamento con la
macchina completamente sterzata. A seconda delle applicazioni
e/o delle dimensioni della macchina, il costruttore spesso
raccomanda carichi minori del 50%.

AVVIS
SO
Si pos
ssono utiilizzarre unic
cam
mennte
e brrac
cci di movimmenttazionne
matteria
ali ap
pprovatii da Vo
olvo per la
a maccchiina in
n qu
ues
stiion
ne.
Il carico massimo consentito per una macchina con braccio per
la movimentazione di materiale è indicato nella tabella dei carichi
riportata alla sezione 300 e tale valore non può essere superato.
La capacità di carico operativa nominale fa riferimento a una
macchina utilizzata su terreno compatto e uniforme e non supera
mai la metà del carico di ribaltamento. Quando si utilizza la
macchina su terreno accidentato, il carico deve essere adattato
alle condizioni del terreno.
Ogni volta che viene montato un attrezzo controllare che sia ben
bloccato.
In certi Paesi, per legge è necessario far eseguire controlli
periodici a un tecnico autorizzato che deve inoltre mantenere un
apposito registro su questi controlli.

Posizzio
onamento de
ella ma
acchiina
È importante che il terreno sul quale viene collocata la macchina
sia compatto e piano. Se il terreno è soffice, rivolgersi alla
direzione del cantiere affinché vengano prese le misure
necessarie.

Ca
arico
Applicare la tabella dei carichi all'estensione del braccio per la
movimentazione di materiale.
Verificare che la pressione dei pneumatici anteriori sia pari ai
valori raccomandati, qualora venga raggiunto frequentemente
il carico massimo consentito.
Nonn iniiziarre a sollevare ill carric
co se non si con
nosce o se no
on è
sta
ato con nfermatto qua anto
o seg gue:
- il punto di destinazione del carico
- che il carico può essere depositato al punto di destinazione
- che si sta utilizzando la corretta attrezzatura di sollevamento
(funi, catene, ecc.)
- che l'imbracatura è collegata correttamente al carico
- che è stato dato il segnale di sollevamento, qualora qualcuno
sia addetto alle segnalazioni.
NOT TA!
Il braccio per la movimentazione di materiale non va utilizzato per
carichi superiori al valore specificato per la particolare estensione
del braccio utilizzata.
Teccniiche
e op
perative
18
82 Bra
accio
o pe
er la
a mo
ovim
mentazio
one de
el ma
ateriale

AVVERTENZA
Rischio di incidenti mortali.
Il sollevamento o il trasporto di persone con gli attrezzi può
provocare incidenti con il rischio di gravi lesioni da
schiacciamento o morte.
No on uttilizzarre maii gli atttrez
zzi pe
er ill sollle
evam
men
nto
o o ill trras
spo
orto
o di
peersonne.

La
avorro conn av vam
mbraccio dii mo
ovime
entazion
ne
de
el maaterialle
Tenere presente che un piccolo movimento della testata
portattrezzi si traduce in un ampio movimento all'estremità del
braccio di movimentazione del materiale.
Azionare la macchina e il braccio per la movimentazione del
materiale con movimenti cauti e precisi, per evitare che il carico
inizi ad oscillare.
Non superare mai la portata massima consentita del braccio
per la movimentazione del materiale.
Le
e taabelle conn i carric
chii sono ripo
orta
ate ag. 30
e a pa 00.
Durante il trasporto, ad es. su una strada pubblica, il braccio
per la movimentazione del materiale deve essere
completamente ritratto e l'estremità anteriore deve essere
inclinata all'indietro.
Il braccio deve essere esteso o ritratto manualmente (prestare
attenzione al rischio di schiacciamento).
NOOTA!
In caso di regolazione della lunghezza del braccio per la
movimentazione del materiale, verificare che i perni speciali alle
estremità delle rispettive sezioni siano bloccati saldamente.
Utilizzare esclusivamente attrezzi di sollevamento omologati e
non sovraccaricare la macchina.

Gu
uida con
n carrico

AV
VVERTENZA
Pericolo di incidenti gravi.
Il movimento del carico può provocare gravi lesioni personali.
Ossserrvarre sem
mprre il caric
co durrantte l''uso.
Durante la movimentazione di carichi sospesi, mantenere il
braccio per la movimentazione del materiale il più in basso
possibile. Limitare la velocità della macchina a 6 km/h (3,7
mph).
Avvalersi di imbracature per stabilizzare il carico ed evitarne
l'oscillazione.
Il carico non deve essere sollevato se l'intensità del vento e la
natura del carico sono tali da non poterlo movimentare in tutta
sicurezza.
Mantenere sempre sotto controllo il carico. In caso di visibilità
limitata, richiedere l'aiuto di un collega che funga da
segnalatore, vedere pagina 187.
Il braccio per la movimentazione del materiale deve essere
azionato nel modo più lineare possibile.
Non movimentare mai un carico al di sopra di persone, uffici o
baracche per il personale.
Tecniiche
e op
perative
Bra
accio
o pe
er la
a mo
ovim
mentazio
one de
el ma
ateriale 18
83
Il braccio per la movimentazione del materiale non deve mai
essere utilizzato per staccare o sradicare delle assi inchiodate
e il carico non deve essere tirato lateralmente.

Rap
pporto
o ada
atto: Se
eletttore marrce in
n pos
siz
zione 4
Im
mpoosta
azio
one
e APS
S (a
a): Moddalittà L op
ppure AUUTOO
Sosspe
ensio
one brac
ccio:: Po
osizzioone diipenndentte daalla
a
vellocittà oppurre non atttivatta
a)Per selezionare Impostazione APS, vedere 42 (nella tabella
"Trasmissione").
Tec
cniiche
e op
perative
184 Avam
mbraccio
o dii solllevam
mento, ab
bbassam
mento allternativo

Avambraccio di sollevamento,
abbassamento alternativo

AVVERTENZA
Pericolo di schiacciamento.
Non entrare mai nell'area sottostante un avambraccio o
sollevato.
Abbassare sempre l'avambraccio di sollevamento prim ma di
lasciare la cabina.
Non utilizzare la macchina se si sospettano danni all'im
mpianto
idraulico o all'avambraccio di sollevamento. Contattare
un'officina autorizzata Volvo.

Sterzo di emergenza
Se il motore si è spento con il braccio sollevato, il braccio può
essere abbassato sfruttando la pressione residua nell'impianto
idraulico.
NOOTA!
Abbassare il gruppo di carico immediatamente, entro 5 minuti,
dopo aver spento il motore. Se trascorrono più di 5 minuti, occorre
riavviare il motore. Se l'operazione non riesce, chiamare il
personale di assistenza e delimitare l'area o predisporre un
servizio di sorveglianza.
1 Portare la chiave di avviamento in posizione di marcia (1)
prima di abbassare il braccio.
2 Una volta abbassato il braccio, tutti i flessibili idraulici sul
braccio devono essere depressurizzati con le leve di
comando, vedere pag. 167.
Te
ecniiche
e op
perative
So
ollevam
mento dii og
ggetti 18
85

Sollevamento di oggetti
AV
VVISO
O
Utilizzare un dispositivo di sollevamento sicuro con una portata
adatta al lavoro da svolgere.
I dispositivi di sollevamento utilizzati devono essere adeguati al
carico e omologati per la macchina sui quali sono usati.

AV
VVISO
O
Non utilizzare dispositivi di sollevamento danneggiati, rotti o non
certificati.

AV
VVISO
O
Taluni Paesi hanno normative proprie relativamente all'uso della a
macchina per le operazioni di sollevamento, come ad esempio il
sollevamento di un carico sospeso liberamente. Per ulteriori
informazioni al riguardo, rivolgersi alla propria concessionaria
autorizzata Volvo.

AV
VVISO
O
Nelle operazioni di trasporto, osservare i carichi nominali relativi
alla macchina.

Stabilità
La stabilità della macchina durante il lavoro è variabile e soggetta
a forti variazioni.
Per lavorare in modo sicuro, l'operatore deve tenere presenti e
rispettare tutti i presupposti particolari che valgono in queste
situazioni.
Uno dei presupposti per una buona stabilità è che la macchina
si trovi su un fondo orizzontale, piano e stabile.
Fare attenzioni a fondi morbidi, irregolari o pendenti o nei quali
vi sia rischio di smottamenti e fare grande attenzione nel
caricare la macchina lateralmente in concomitanza con altri
fattori che ne mettano a rischio la stabilità. Se la macchina sta
lavorando su un pendio, il suo baricentro è spostato rispetto al
solito e, in caso di sollevamento, potrebbe verificarsi il
ribaltamento.
Accertarsi che la macchina poggi su un fondo piano e solido.
Un fondo instabile, p.es. sabbi o terra bagnata, può rendere
insicuro il lavoro.
Non eseguire svolte brusche con un carico appeso. Tenere
conto delle forze centrifughe.
Guidare lentamente e con prudenza.
La visibilità viene influenzata dai carichi appesi. Se necessario,
servirsi di un segnalatore.
Teccniiche
e op
perative
18
86 Solllevam
mento dii og
ggetti
Imbracatura di un carico lungo
Per il trasporto di carichi quali assi, tavole, profilati e simili,
sistemare l'imbracatura in modo tale da impedirne la caduta.
Per il sollevamento di profilati utilizzare opportune pinze.
È possibile usare protezioni p.es. realizzate con flessibili di
gomma tagliati, per evitare danni all'imbracatura.
Stringere saldamente l'imbracatura.

Co
ontrolli pe
eriodici de
egli atttrezzi dii solllevam
mento
E' compito del datore di lavoro sottoporre gli attrezzi di
sollevamento a controlli periodici, che devono essere effettuati da
personale specializzato e competente. Se nell'effettuare i controlli
vengono osservate usure, incrinature od altri difetti che possono
pregiudicare la sicurezza della macchina o dell'attrezzo di
sollevamento, questi non devono essere usati.
Te
ecniiche
e op
perative
Diiagramma seg
gnalazio
on i 18
87

Diagramma segnalazioni
Se la visibilità dell'operatore è limitata, ad es. in caso di grosso
carico, ricorrere a un addetto ai segnali.
Più rapido deve essere il sollevamento, l'abbassamento o il
movimento, più veloci dovrebbero essere i movimenti del
segnalatore. Se due o più operatori fanno riferimento allo stesso
segnalatore, determinare in anticipo le modalità di sollevamento
e il modo in cui devono essere dati i segnali a ogni operatore.

AVVIOO STOOP FIINE


Braccia estese orizzontalmente Braccio destro sollevato in alto con Mani raccolte all'altezza del petto
con palmi rivolti in avanti palmo rivolto in avanti

SOL LLEVAMEN NTOO ABBA ASSAM MEN NTO DIISTAANZA VEERTICAL LE


Braccio destro verso l'alto con Braccio destro verso il basso con Mani che indicano la distanza
palmo rivolto in avanti e mano che palmo rivolto in avanti e mano che corrispondente
traccia lentamente un cerchio traccia lentamente un cerchio

SPOS STAAMENTO O INN AVA ANTII SPO OSTAMENTO O INDIIETRO PEERICOL LO (AR RRES
STO
O
Entrambe le braccia piegate con Entrambe le braccia piegate con i D''EMERGE ENZA A)
palmi rivolti verso l'alto e palmi rivolti verso il basso e Braccia estese in alto con palmi
avambracci che si muovono avambracci che si muovono rivolti in avanti
lentamente e ripetutamente verso lentamente e ripetutamente verso
la parte superiore del corpo la parte inferiore del corpo
Te
ecniiche
e op
perative
18
88 Diiagramma seg
gnalazio
oni

DIREZIONE DELLA MANOVRA DIIREZIIONE DEL LLAA MANNOVRA DIISTANZA OR RIZ


ZZONTA ALE
Braccio esteso orizzontalmente Braccio esteso orizzontalmente Mani che indicano la distanza
con palmo rivolto in basso e piccoli con palmo rivolto in basso e piccoli corrispondente
movimenti avanti/indietro verso movimenti avanti/indietro verso
destra, lentamente sinistra, lentamente
No
orme dii sic
currezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
on e
18
89

Norme di sicurezza per


interventi di manutenzione
Questa sezione illustra le norme di sicurezza generali da seguire
durante il controllo e la manutenzione della macchina. Volvo
declina ogni responsabilità in caso di utilizzo di utensili, dispositivi
di sollevamento o metodi di lavoro diversi da quelli descritti in
questo manuale.
Altre norme di sicurezza, informazioni e avvertenze sono riportate
in ogni sezione.
NO OTA!
Il sollevamento e il supporto della macchina devono essere
effettuati esclusivamente da personale addestrato.

AV
VVERTENZA
Rischio di ustioni!
Le parti calde della macchina possono provocare ustioni.
La
asciarr rafffredddarre le
e paartii callde dellla macchiina prim
ma di
qu
ualsia asi in
nterventoo o regolazione e. In
ndossarre diispo
osittivi di
prrottezio
onee in
ndiividu
ualle.
No
orme dii sic
currezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
on e
19
90 Ob
biettivo de
ella ma
anutenzio
one

Obiettivo della manutenzione


Obiettivo della manutenzione
PRIMA di qualsiasi intervento di manutenzione, la macchina deve
essere parcheggiata su una superficie piana e preparata come
illustrato di seguito. Inoltre, deve essere pulita.
DOOPO qu ualsia
asi in
ntervento
o dii manu
utenzioone, reinstallare tutte le
piastre protettive, chiudere e bloccare il cofano motore e tutti i
carter.

3 6 5 7 4

V1147806

2 1 9 8 10

1 Collegare il bloccaggio dell'articolazione. 6 Applicare un cartellino di avvertenza giallo e nero


al volante (negli USA si può invece utilizzare una
bandierina rossa).
2 Appoggiare l'attrezzo sul terreno. 7 Sollevare la copertura.
3 Inserire il freno di stazionamento e spegnere il 8 Bloccare le ruote, per es. con dei cunei.
motore.
No
orme dii sic
currezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
on e
Ob
biettivo de
ella ma
anutenzio
on e 19
91
4 9 Aprire il cofano motore e disinserire il sezionatore
AVVERTENZA della batteria.
Rischio di iniezione ad alta pressione.
Lo spurgo dell'olio idraulico può causare lesioni
gravi in caso di iniezione sottocutanea.
L'olio idraulico è sotto pressione.
Depressurizzare l'impianto idraulico prima di
iniziare i lavori sullo stesso.
Per depressurizzare, portare il commutatore di
accensione in posizione (1). Le tubature e i
serbatoi sotto pressione vanno depressurizzati
con cura in modo da scaricare la pressione senza
alcun rischio. Vedere 168.
5 Estrarre la chiave di avviamento. 10 Lasciar raffreddare la macchina.

AV
VVERTENZA
Rischio di ustioni!
Liquidi e parti della macchina caldi possono
provocare ustioni.
Lasscia
ar rafffredddare la mac cchin
na prrim
ma di
quaalsia
asi intterven
nto dii as
ssiste
enza.
No
orme dii siccurrezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
one
19
92 Priima de
ell'assisste
enza,, le
eggere

Prima dell'assistenza, leggere


Evitare danni alle persone
Leggere il Manuale dell'operatore prima di qualsiasi lavoro
sulla macchina. Inoltre, è importante leggere e seguire le
informazioni e le istruzioni presenti su targhette e
decalcomanie.
Non indossare indumenti troppo larghi o accessori che
possano impigliarsi e provocare incidenti.
Indossare sempre elmetto, occhiali protettivi, guanti, scarpe da
lavoro, protezione per la respirazione e per l'udito, se ciò è
richiesto per il lavoro da eseguire.
Accertarsi che la ventilazione sia sufficiente, se il motore va
avviato al chiuso.
A motore acceso, non sostare davanti né dietro la macchina.
Spegnere il motore prima di rimuovere eventuali pannelli
protettivi oppure aprire il cofano motore.
Quando si spegne il motore, il sistema rimane pressurizzato.
Se si apre senza aver scaricato la pressione residua, può
fuoriuscire liquido ad alta pressione.
Usare un pezzo di carta o di cartone per controllare eventuali
perdite, mai le mani nude.
Accertarsi che le superfici di salita, le maniglie e le superfici
antiscivolo siano prive di olio, gasolio, sporco e ghiaccio.
Salire solo sulle parti della macchina che abbiano superfici
antiscivolo (vedere lo schizzo esemplificativo).
È importante utilizzare gli attrezzi e strumenti giusti, se sono
rotti o difettosi devono essere riparati o sostiuiti.
Per eventuali lavori al di sotto di un attrezzo, accertarsi che sia
stato fissato saldamente prima di iniziare qualsiasi lavoro.
Inserire il dispositivo di bloccaggio delle leve di comando ed il
V1138166
freno di stazionamento.
Posizione della superficie antiscivolo (schizzo
esemplificativo)

Pe
er ev
vittare da
anni allla ma
acchiina
Usare attrezzature con capacità di sollevamento adeguata per
sollevare la macchina o le sue parti.
Volvo declina qualsiasi responsabilità qualora vengano usati
imbracature, attrezzi, metodi di lavoro, lubrificanti e ricambi
diversi da quelli indicati in questo Manuale dell'operatore.
Accertarsi che nessun attrezzo o altro oggetto che possa
causare danni sia stato dimenticato nella o sulla macchina.
Prima di iniziare l'intervento di manutenzione, scaricare la
pressione dell'impianto idraulico.
La macchina che viene utilizzata in ambienti contaminati o
comunque pericolosi per la salute deve essere attrezzata per
tale circostanza. In tali casi valgono anche norme particolari
per quanto riguarda la manutenzione della macchina.
L'installazione del ricetrasmettitore, del telefono cellulare o di
strumenti analoghi, deve essere eseguita secondo le
indicazioni fornite dal costruttore al fine di eliminare
interferenze a sistemi e componenti elettronici finalizzati al
funzionamento della macchina, vedere pag. 17.
Per le precauzioni da adottare in caso di lavori di saldatura sulla
macchina, vedere a pag. Saldatura.
Accertarsi che tutti i pannelli protettivi, i portelli e i cofani della
macchina siano stati rimontati prima di avviarla e utilizzarla.
Servirsi di tre appigli (due piedi e una mano) per pulire o
scrostare i finestrini, gli specchi retrovisori e le telecamere.
No
orme dii sic
currezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
one
Prrima de
ell'assisste
enza,, le
eggere 19
93
Prevenzione di danni all'ambiente
Durante le operazioni di assistenza e manutenzione, avere cura
di rispettare l'ambiente. Oli e altri fluidi pericolosi dispersi
nell'ambiente possono provocare seri danni ambientali. L'olio
usato si degrada molto lentamente nell'acqua e nei sedimenti. Un
litro d'olio può contaminare milioni di litri d'acqua. La macchina
deve essere lavata in un impianto dotato di separatore d'olio o di
un dispositivo equivalente.
NO
OTA!
Comune ai punti che seguono è che tutti i rifiuti vanno affidati a
centri di smaltimento autorizzati.
Quando si drenano oli e altri fluidi dalla macchina, raccoglierli
in recipienti adatti e prendere le misure necessarie per evitare
di disperderli nell'ambiente.
Rimuovere ogni residuo di liquido dai filtri usati prima di gettarli.
I filtri antiamianto usati devono essere riposti nei sacchetti di
plastica a chiusura ermetica forniti con i filtri. Non scuotere i
filtri antiamianto, ma riporli delicatamente nei sacchetti di
plastica forniti. Sigillare il sacchetto di plastica e accertarsi che
sia inoltrato ad un centro di smaltimento autorizzato per
l'amianto.
Le batterie contengono sostanze pericolose per l'ambiente e
la salute. Pertanto, le batterie usate devono essere trattate
come rifiuti pericolosi per l'ambiente.
Anche i materiali di consumo quali stracci, guanti e bottiglie
usati potrebbero essere contaminati da oli e liquidi pericolosi
per l'ambiente e devono essere trattati come rifiuti pericolosi.
No
orme dii sic
currezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
one
194 Pre
eparazio
oni prrima de
elle op
perazio
oni dii ma
anutenzio
one

Preparazioni prima delle operazioni


di manutenzione
Saldatura
NOTA!
Le saldature sulla macchina devono essere effettuate
esclusivamente da un saldatore qualificato.

AV
VVERTENZA
Rischio di inalazione di tossine.
La combustione di componenti verniciati, in plastica o gomma può
produrre gas nocivi per le vie respiratorie.
No
on brruc
ciarre maii com
mpoonenti verrnic
ciatii, in pllastiica o go
omma..

AVVIS
SO
Duran
nte tuutti i la
avorri di salldatu
ura, te
enere semprre a po
orta
ata dii man
no
un
n es
stiintore.

AVVIS
SO
Primma di quualsia asi salddatura, sta accare i collegam mennti de
ella
a battteria
no
onc ché
é tu
uttti i colllegamentii de elle cen ntraliine (EC
CU). Co olle
egaare ill
cav
vo dii mas ssa de ella salldattric
ce ill più vic
cinno po
ossib
bile al punnto
o di
salldatu
ura..

1 Disinserire l'alimentazione elettrica con il sezionatore della


batteria.
2 Scollegare le batterie, prima il terminale negativo, quindi
quello positivo.
3 Scollegare le centraline elettroniche. Per maggiori
informazioni, contattare un'officina autorizzata Volvo.
4 Collegare la massa della saldatrice il più vicino possibile al
punto di saldatura e accertarsi che la corrente non possa
passare attraverso un cuscinetto.
5 Provvedere la cabina di una buona ventilazione.
6 Rimuovere la vernice da un'area che abbia un raggio di
almeno 10 cm (4 in) dal punto di saldatura o di taglio.
7 Al termine del lavoro di saldatura, scollegare il cavo di terra.
8 Collegare le centraline.
9 Collegare le batterie.
10 Azionare il circuito elettrico tramite il sezionatore.
Vedere anche pagina 195.
No
orme dii sic
currezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
one
Prreven
nzio
one in
ncen
ndi 19
95

Prevenzione incendi

AVVERTENZA
Rischio di incendio.
L'uso della macchina in ambienti con particolato infiammabile o
esplosivo può aumentare il rischio di incendio.
In
n cas so di uttilizzo della mac cchiina a in ammbiientii pe
eric
collosi,, utiiliizzarre
i diispos
sitiivi speecialli previstii e as
ssiccurrare un
na ven ntilazionne
addegu uata.
Il rischio d'incendio è sempre presente. Verificare quale tipo di
estintore si usa in cantiere e imparare a usarlo. L'estintore è un
accessorio e va ordinato alla concessionaria. Se la macchina
dispone di estintore, tenerlo nel parte posteriore del parafango
anteriore.
Se la macchina dispone di estintore portatile, deve essere di tipo
ABE (ABC nel Nord America). La sigla ABE significa che può
essere usato per lo spegnimento di materiale organico solido e di
liquidi e che la sostanza estinguente non è conduttrice di
elettricità. La classe di efficacia I significa che l'estintore deve
avere un tempo effettivo di spegnimento di almeno 8 secondi, la
classe di efficacia II significa che l'estintore deve avere un tempo
effettivo di spegnimento di almeno 11 secondi e la classe di
efficacia III significa che l'estintore deve avere un tempo effettivo
di spegnimento di almeno 15 secondi.
Un estintore portatile ABE I ha di solito un contenuto di sostanza
estinguente pari a 4 kg (8,8 lb) (Classe EN 13A89BC), standard
EN 3-1995 parti 1, 2, 4 e 5.

Prrovved
dimenti prreven
ntivi an
ntincen
ndio
È proibito fumare o tenere fiamme aperte nelle vicinanze della
macchina durante il rifornimento o quando l'impianto di
alimentazione è aperto ed a contatto con l'aria circostante.
Il carburante diesel è infiammabile, non utilizzarlo come
detergente. Impiegare solventi comuni per la pulizia e la
sgrassatura di veicoli. Alcuni solventi possono provocare
irritazioni alla pelle, rovinare la carrozzeria o causare incendi.
Tenere pulita l'area dove viene eseguita la manutenzione. Olio
e acqua possono rendere sdrucciolevoli le superfici. Ciò può
essere pericoloso con attrezzature elettriche o attrezzi elettrici.
Abiti inzuppati d'olio o di grasso possono costituire un pericolo
d'incendio.
Controllare quotidianamente che la macchina e l'attrezzo siano
privi di polvere e d'olio. In tal modo si riduce il pericolo
d'incendio e si possono scoprire facilmente pezzi
eventualmente danneggiati o distaccati.
NOT TA!
Fare molta attenzione quando si lava la macchina con getto a
pressione perché si possono danneggiare l'isolamento dei cavi
elettrici e i componenti elettrici della macchina, anche a
temperatura e pressione relativamente basse. Proteggere cavi e
parti elettriche adeguatamente.
Fare particolare attenzione con macchine usate in ambienti
facilmente incendiabili, p.es. segherie e discariche. Il rischio di
autoaccensione diminuisce montando un isolamento sulla
marmitta.
L'estintore va mantenuto in stato di efficienza quando serve.
No
orme dii sic
currezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
one
19 6 Pre
even
nzio
one in
ncen
ndi
Controllare che i cavi elettrici non siano né usurati né a rischio
di usura per un cattivo montaggio o fissaggio. Ciò vale in
particolar modo per i conduttori non protetti da fusibili, che sono
di colore rosso e presentano il contrassegno R (B+) e sono
collocati:
- tra le batterie
- tra la batteria e il motorino d'avviamento
- tra l'alternatore e il motorino d'avviamento
Il cablaggio elettrico non deve trovarsi accanto ai condotti dell'olio
e del carburante.
Non eseguire operazioni di saldatura e molatura sulla
macchina, quando è parcheggiata in una zona ove siano
presenti liquidi infiammabili, ad es. serbatoi e tubazioni
idrauliche. Osservare la massima prudenza anche quando si
è solo nelle vicinanze. L'estintore deve essere sempre a
portata di mano.

Misurre in
n casso dii in
ncen
ndio
See le
e circostaanzze lo perrmetttono senza com mprometttere la
sic
currez
zza pe ersonaale,, all prim
mo svilup
pparsi dii un
n in
ncen
ndio, pren
ndere
i seguuentii prov
vveddimen ntii:
1 Arrestare la macchina se è in movimento.
2 Abbassare a terra l'attrezzo.
3 Inserire il dispositivo di bloccaggio delle leve di comando.
4 Portare la chiave di avviamento in posizione di arresto.
5 Uscire dalla cabina.
6 Allertare i Vigili del Fuoco.
7 Chiudere il sezionatore della batteria, se lo si può raggiungere
con sicurezza.
8 Cercare di spegnere l'incendio, se possibile. Altrimenti
allontanarsi dalla macchina e dalla zona di rischio.

Miisurre do
opo un
n in
ncen
ndio
Se laa mac cchiina ha
a subiito
o un inc
cen
ndio, o è sta
ata sotttopo
osta
a add un
fo
orte
e surrris
scalldamennto, deevonno essere addotttate
e le
e segu
uentti
misure::
Usare occhiali, guanti spessi e maschera protettiva in gomma.
Non toccare mai componenti bruciate a mani nude per evitare
il contatto con polimeri fusi. Lavare prima abbondantemente
con acqua di calce (una soluzione o sospensione di idrossido
di calcio, cioè calce spenta).
Interventi su gomma fluorurata riscaldata, vedere pagina
200.

mpian
Im nto an
ntinc
cen
ndio
(A
Attrezzattura op
pzio
onale)
Il sistema antincendio per il vano motore è di tipo sprinkler. Il
sistema è raccomandato per le macchine utilizzate in ambienti a
rischio di incendio.
Il sistema è a norma SBF 127 (regolamento svedese per impianti
antincendio Sprinkler a montaggio fisso e altri sistemi antincendio
su macchine forestali e da costruzioni).
Modo
o au
utomatiico
In modo automatico si accende solo il LED verde ("On") sul
pannello di comando, vedere pag. 66.
Il sistema Sprinkler si attiva automaticamente in due situazioni:
No
orme dii siccurrezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
one
Pre
even
nzio
one in
ncen
ndi 19
97
- quando la macchina non è in funzione (ad esempio è
parcheggiata) col motore spento e anche con il circuito elettrico
interrotto (sezionatore della batteria chiuso), oppure
- quando il freno di stazionamento è inserito con il motore
acceso.
In caso di temperature elevate, una serpentina di rilevamento
determina se sia in corso un incendio e in tal caso fa scattare
automaticamente il sistema Sprinkler. A quel punto la sostanza
estinguente viene erogata per circa 20 secondi. Dopodiché il
serbatoio che la contiene si svuota.
Mod
do man
nuale
In modo manuale si accendono sia il LED verde ("On") che quello
giallo ("Manuale"), vedere pag. 66.
Il sistema Sprinkler è in modo manuale (il sistema viene attivato
dall'operatore) quando la macchina è in funzione e il freno di
stazionamento è rilasciato.
Quando la macchina è in funzione e viene rilevato un incendio, si
accende una spia rossa sul pannello di comando (A) e viene
attivata la sirena/lampeggio di emergenza. Il sistema antincendio
si attiva in quel caso manualmente tramite l'arresto di emergenza
(C), vedere pag. 67, tramite il pannello di comando, vedere pag.
66, oppure spingendo il comando di attivazione manuale (situato
presso la scaletta di accesso alla cabina), vedere di seguito.
Per le funzioni del pannello di comando, vedere a pag. 66.
Montante anteriore sinistro della cabina
A Pannello di comando NOT TA! Loo spo orte
ellin
no dii pllastiica (B)) de
eve es ssere ape erto
o sollo
B Sportellino in plastica qu
uanddo si ussa ill pa
annelllo di comand do. Ill sig
gilllo an
ntiman
nomissio one
e
C Arresto di emergenza (arresta il motore, vie
ene rip
pris
stiinato
o durrante e l'a
assis ste
enza e la a manuttenzion ne..
interrompe la corrente e aziona il sistema
antincendio Sprinkler, se viene rilevato un Per le norme di sicurezza in caso d'incendio, vedere a pag. 99.
incendio)
No
orme dii sic
currezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
on e
19
98 Prreven
nzio
one in
ncen
nd i
Pulsante di attivazione manuale
Il pulsante di attivazione manuale (ubicato presso la scaletta di
accesso in cabina) può essere utilizzato in tutte le modalità per
azionare il sistema Sprinkler, anche quando la macchina non è in
funzione o quando l'impianto elettrico è disattivato.
1 Rimuovere il sigillo antimanomissione giallo (B).
2 Premere il pulsante rosso (A).

A Pulsante per l'attivazione del sistema


antincendio fuori dalla cabina (ubicato
presso la scaletta di accesso)
B Sigillo antimanomissione

Attivazione manuale del sistema Sprinkler tramite


pulsante di attivazione manuale

Siirena d''allarme/lampeggio d''emergenza


La sirena d'allarme/lampeggio d'emergenza vengono attivati
- quando viene rilevato un incendio
- quando il sistema Sprinkler viene attivato tramite pannello di
comando
- quando il sistema viene attivato tramite pulsante di attivazione
manuale
Decalcomania per la sirena (ubicata presso la - quando il pulsante di test nel pannello di comando viene
sirena d'allarme/lampeggio d'emergenza) premuto.
La sirena di allarme/il lampeggio di emergenza rimangono attivati
finché il pulsate resta premuto. Se l'indicazione di incendio
permane, la sirena di allarme/il lampeggio di emergenza
riprendono a funzionare. In tal caso contattare un'officina
autorizzata Volvo.

Ub
bicazzio
one de
ell'estiintore ma
anuale (e
equipaggiamento
op
pzio
onale)
Ci sono due estintori manuali, uno per ogni parafango anteriore.
Questi estintori completano il sistema sprinkler e sono destinati
soprattutto a proteggere l'area attorno alla macchina o per
terminare l'opera del sistema sprinkler. Lo standard svedese
SBF127 impone due estintori da 6 kg (13 lbs) ciascuno per il
lavoro in ambienti a rischio d'incendio.
Per utilizzare gli estintori manuali:
1 Tenere l'estintore verticale, rimuovere la sicura.
2 Dirigere la bocchetta verso la base della fiamma, tenendosi
Decalcomania per estintore manuale (ubicato ad almeno 1 metro (39,4 in) di distanza.
presso il rispettivo estintore) 3 Premere il grilletto.
No
orme dii siccurrezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
one
Pre
even
nzio
one in
ncen
ndi 19
99
Sostanza estinguente
La sostanza estinguente è una polvere a base d'acqua ("wet-
chem") facilmente lavabile dopo che il sistema è stato attivato.
In caso di attivazione del sistema Sprinkler, la sostanza
estinguente viene emessa per circa 20 secondi.
La sostanza estinguente è protetta contro le basse temperature,
fino a -30 °C.

Decalcomania per la sostanza estinguente


(ubicata sul serbatoio che la contiene)

AV
VVERTENZA
Pericolo chimico.
Il contatto con il mezzo estinguente contenente glicole può
provocare gravi lesioni personali.
Utiilizzarre dispo osittivi di prottezio
one in ndiividu
uale ap
pproprria
atii ed
d
V1143500 evvittare ill conttattto.
Serbatoio con sostanza estinguente In
n cas so dii conta atto con glli occchi,, riscia
acqu uare conn ac
cquua. Inn casso
dii conttatto con n la pe elle, lav
varre con sap pone e ris
sciacquuare con n
accqu ua. Co ons sulltare sem mpre un n mediico in n cas
so dii con
nta
attto con il
mez zzo es stiinguen nte.

Do
opo l''atttivaz
zio
one de
el sisste
ema an
ntincen
ndio Sp
prinkle
er
Dopo l'attivazione del sistema antincendio sprinkler, contattare
un'officina autorizzata Volvo.

Esstiinzio
one de egli in
ncenndi in
n casso dii im
mpossibbilità dii
ap
prire ill coffano - valle an
nche e pe
er la
a ma acchiina staandard
In caso di incendio, qualora non sia possibile aprire il cofano
motore, è possibile estinguerlo manualmente attraverso i due fori
nella paratia intermedia (diametro 55 mm (2.2 in)). I fori nella
paratia intermedia permettono di accedere al vano motore ad es.
con un estintore manuale.

V1094256

Fori per l'estinzione manuale degli incendi

V1143501

I fori sono ubicati all'interno dei carter laterali


No
orme dii sic
currezza pe
er in
nterven
nti dii ma
anutenzio
one
20
00 Ge
estiione de
ei ma
ateriali pe
ericollosi

Gestione dei materiali pericolosi


Vernice surriscaldata

AVVERTENZA
Pericolo di lesioni chimiche.
La gomma e la plastica riscaldate producono componenti tossici
e dannosi per la pelle esposta, gli occhi e le vie respiratorie.
Noon riscalldare o bruc
ciarre pllas
stiica o go
omma sullla mac
cchiina.
La vernice surriscaldata sprigiona gas venefici. Occorre dapprima
rimuovere la vernice fino ad una distanza di almeno 10 cm (4 in)
dal punto di saldatura o di taglio, per poi eseguire le operazioni di
saldatura, molatura e taglio col cannello. Oltre ai gas tossici, la
qualità del giunto di saldatura risulta in questo caso tecnicamente
inferiore, il che potrebbe essere causa di future avarie.
Meto
odi e prrecauz zion
ni ne
ella rim
moz
zio
onee de
ellla verniice
Granigliatura
- usare maschera e occhiali protettivi
Sverniciatore e altre sostanze chimiche
- utilizzare l'aspiratore di fumi ed indossare maschera e guanti
protettivi
Smerigliatrice
- utilizzare l'aspiratore di fumi ed indossare maschera, guanti e
occhiali protettivi.
Non bruciare i componenti verniciati di scarto. Lo smaltimento di
tali rifiuti deve essere eseguito da ditte specializzate.

Co
omponenti in
n go
omma o in
n pllastiica scalldati
I materiali polimerici possono, se riscaldati, esalare gas nocivi per
la salute ed inquinanti per l'ambiente, perciò non vanno mai
bruciati.
Se
e si devve salddarre o ta agliiare coll cann
nello in
n pros
ssimità
à de
ei
suddeetti matteria
ali, atttenersi allle seguuenti noorme di sicurez
zza:
- Proteggere il materiale dal calore.
- Usare guanti, occhiali e maschera protettiva.

Go
omma flluorurata brrucia
ata

AV
VVERTENZA
Pericolo di gravi lesioni.
A temperature molto elevate, la gomma al fluorocarburo