Sei sulla pagina 1di 15

Procedure brevettuali per

startup

MASSIMO BARBIERI
2021
massimo.barbieri@polimi.it
Procedure: aspetti generali
Tipologie di procedure di brevettazione

Le procedure di brevettazione si distinguono principalmente in due categorie:


• procedure ad esame sostanziale (Germania, Stati Uniti, Giappone, …)
• procedure a semplice registrazione (il brevetto viene concesso a seguito di una
procedura amministrativa formale)
Argomenti a favore dell’esame:
1. riduce il numero di cause;
2. maggiore certezza per gli investitori;
3. maggiore qualità
Procedure (aspetti generali)
In Italia
All’estero entro dodici mesi

IT 12 mesi PCT 18 mesi Fasi nazionali e/o regionali

30 mesi

EP 12 mesi PCT o fasi nazionali


Deposito T=0

Ricerca ed Ricorso Entro 60 giorni


opinione T=9 mesi

T=18 mesi
Procedura
Pubblicazione

Entro 3 mesi Risposta all’esaminatore


italiana
Rigetto
Esame
Concessione
Dopo la pubblicazione
Convenzione di Washington 1970: trattato multilaterale in vigore
dal 1978 ed efficace per l’Italia dal 1985

Unico deposito per ottenere la protezione brevettuale nei


153 Stati membri del Trattato di Cooperazione
Procedura La domanda internazionale produce, in ogni Stato

PCT designato, gli stessi effetti legali di una domanda nazionale


Il rilascio del brevetto è di esclusiva competenza
dell’Ufficio Nazionale designato
Possibilità di aumentare il tempo di ingresso nelle fasi
nazionali (30/31/32 mesi)
Stabilisce una procedura centralizzata per il deposito e
l’esame di una domanda di brevetto

Procedura Non è un sistema di concessione


Si tratta di una procedura semplice e più economica
PCT per ottenere la tutela in diversi Stati
La via nazionale al PCT per alcuni Paesi è chiusa: si
deve seguire la procedura EURO-PCT
Procedura PCT

Fonte: WIPO
Procedura
EPO

Fonte: EPO
Non si ottiene un unico brevetto valido nei Paesi
designati ma tanti brevetti separati, per cui per ogni
Stato designato si dovranno pagare le tasse di
mantenimento e ciascuno potrà essere
abbandonato, decadere, venire revocato,
indipendentemente dagli altri, sulla base di decisioni
nazionali

Procedura EPO Ha la stessa procedura di un deposito nazionale


ma semplifica sia la fase di deposito, di esame e di
rilascio, eliminando gli iter burocratici dei singoli
depositi nazionali

Il titolo ottenuto ha lo stesso ambito di tutela in


tutti i Paesi designati

Rivendicazioni non necessarie per ottenere una


data di deposito
Procedura
EPO

Fonte: EPO
Costi € 30.000

€ 18.000
€ 20.000
- prima di qualsiasi
divulgazione, per
conservare i diritti in tutti gli

Quando Stati che richiedono la novità


assoluta (es. Europa, Cina)
- entro un anno dalla

depositare? divulgazione dell’invenzione


per conservare i diritti in
Paesi che concedono un
»periodo di grazia» (es. USA,
Giappone, ecc.)
Paese in cui l’azienda ha la sede (domanda di priorità)
Dove Estensione PCT (nell’anno di priorità) per posticipare
brevettare l’ingresso nelle fasi nazionali
Fasi regionali (nei mercati più importanti)
(1)
Non tutti i Paesi del mondo hanno aderito al sistema PCT, per cui
l’ingresso in alcuni Stati (per esempio Argentina, Taiwan) deve essere effettuato
nell’anno di priorità.
Esistono, poi, alternative regionali al PCT e precisamente:

Dove EAPO (Organizzazione Eurasiatica dei Brevetti - http://www.eapo.org/en/)

brevettare ARIPO (Organizzazione Regionale Africana sulla proprietà intellettuale -


http://www.aripo.org/)

(2)
OAPI (Organizzazione Africana per la proprietà intellettuale -
http://www.oapi.int/)
EPO (Organizzazione Europea dei Brevetti - http://www.epo.org/)

Tutte queste organizzazioni hanno un ambito geografico di tutela più limitato,


per cui la procedura PCT è preferibile, a meno che non ci sia un interesse
specifico solo per alcuni Stati membri di uno dei summenzionati sistemi.
- marchi

Altri diritti IP - modelli d’utilità

- disegni e modelli industriali

Potrebbero piacerti anche