Sei sulla pagina 1di 64

SOUNDFONT EDITOR

POLYPHONE SOFTWARE
MANUALE D’USO ITALIANO
Un editore di soundfont per la progettazione rapida di strumenti musicali.

Sei il fortunato possessore di una tastiera midi e vuoi suonare il tuo strumento? Allora sei nel posto
giusto. Polyphone è il software che ti aiuterà a creare e modificare uno strumento musicale basato
su campioni, usando il formato sf2.
Più che un semplice editor, Polyphone è stato progettato per gestire in modo efficiente grandi
insiemi di strumenti che coinvolgono una grande quantità di dati.
Oh, ed è gratis!

CARATTERISTICHE PRINCIPALI
Diversi anni di sviluppo e lavoro collaborativo attorno alla sintesi audio.

Importa i tuoi suoni


Importa qualsiasi campione .wav per costruire il tuo strumento musicale.

Crea il tuo strumento


Raccogli i tuoi migliori campioni audio e configurali per creare uno strumento unico.

Visualizza l'anteprima delle tue creazioni


Suona lo strumento che hai appena creato con la tastiera virtuale o un dispositivo midi
esterno.

Salva ed esporta
Salva i tuoi strumenti nel formato sf2 ed esportali come sfz o nel formato sf3 compresso.

Modifica i font sonori esistenti


Carica i file esistenti nel formato sf2, sf3, sfz o sfArk (tutte le versioni).

Utilizzare strumenti convenienti


Goditi gli strumenti per la modifica di massa, la rilevazione del tono, la creazione di loop,
la trasposizione, l'equalizzazione e il filtraggio dei campioni.

Registra la tua musica


Un registratore è incluso per tenere traccia di ciò che hai suonato con Polyphone.

Personalizza l'interfaccia
Adatta Polyphone scegliendo la lingua (inglese, spagnolo, francese, ...) e il modo in cui
vengono chiamati i tasti.

Controlla il tuo lavoro


Le tabelle sono fornite per riepilogare il contenuto del tuo strumento, in modo che gli
errori siano facili da trovare.

MULTI PIATTAFORMA
WINDOWS
Polyphone può essere installato su Windows XP, Vista, 7, 8 e 10. È disponibile una versione a 64 bit.

Mac OS X
È stato creato un pacchetto per Mac OS X 10.6 o successivo.

Linux
I pacchetti sono stati creati per Debian. Le fonti sono disponibili per le altre distribuzioni.

Polyphone sfrutta i vantaggi del framework Qt per adattarsi a tutti i sistemi


operativi.
INDICE
Albero

Descrizione dell'albero, che si trova nella parte sinistra dell'interfaccia. Rappresenta il contenuto dei
soundfonts caricati. È possibile visualizzare più pagine quando si seleziona nell'albero:
 campioni,
 strumenti,
 preset,
 intestazioni.

Pagine di panoramica

Le pagine forniscono una panoramica di tutti gli elementi compresi in una soundfont. Sono accessibili
tramite le intestazioni "Samples", "Instruments" e "Presets" nell'albero e consentono la visualizzazione
dei loro elementi corrispondenti.
Le informazioni raccolte in queste pagine possono essere utilizzate per supportare le ispezioni
all'interno di caratteri sonori di grandi dimensioni.

Modifica dei campioni

Descrizione dell'interfaccia per la modifica dei campioni, che appare quando si selezionano uno o più
campioni nell'albero.

Strumenti per campioni

Elenco degli strumenti disponibili nel menu "Strumenti" quando si selezionano uno o più campioni
nell'albero.

Modifica degli strumenti

Descrizione dell'interfaccia per la modifica degli strumenti, che appare quando si selezionano uno o più
strumenti nell'albero.

Strumenti per strumento

Elenco degli strumenti disponibili nel menu "Strumenti" quando si selezionano uno o più strumenti
nell'albero.

Modifica dei preset

Descrizione dell'interfaccia per la modifica dei preset, che appare quando si selezionano uno o più
preset nella struttura.
Strumenti per preset

Elenco degli strumenti disponibili nel menu "Strumenti" quando si selezionano uno o più preset nella
struttura.

Modifica delle informazioni globali

Pagina che appare quando si seleziona l'intestazione globale di una soundfont nell'albero. Alcuni
attributi possono essere modificati (come il nome del soundfont, l'autore, il copyright, ...) e le
informazioni globali sono riassunte.

Strumenti (globali)

Alcuni strumenti, disponibili nel menu "Strumenti", si applicano a un'intera soundfont.

Barra dei menu


Descrizione degli elementi nel menu del software.

impostazioni
Impostazioni del software Polyphone.

Toolbar
Presentazione della barra situata sotto il menu e contenente scorciatoie e tastiera virtuale.

I diversi formati
Descrizione dei diversi formati che possono essere caricati, importati o esportati con Polyphone.
ESERCITAZIONI

Crea una soundfont da zero


Impara le basi per creare un nuovo soundfont.

Uso di versioni personalizzate in uno strumento


Lo scopo di questo tutorial è di creare strumenti espressivi usando campioni in loop di cui sono state
registrate le versioni. Imparerai come utilizzare pienamente le funzionalità di un tale campione,
utilizzando l'attacco e il sustain del campione, ma anche la sua versione.

Come preparare un campione


Uno strumento costruito in una soundfont è fatto di campioni, provenienti per esempio dalle
registrazioni di uno strumento reale. Questo tutorial descrive come aggiungere e preparare un
campione in una soundfont.
documento Polyphone: Albero

Descrizione della struttura, che si trova nella parte sinistra dell'interfaccia. Rappresenta il contenuto delle soundfonts caricati. È possibile
visualizzare più pagine quando si seleziona nella struttura:

campioni,
strumenti,
preset,
intestazioni.

L'albero è la parte centrale della Polyphone. Esso consente di accedere a tutti gli elementi di un soundfont e Pilot la parte destra del software.

Struttura

L'albero fornisce una visione globale e un rapido accesso agli elementi di tutte le soundfonts sotto edizione. Ogni file .sf2 aperto è
riconosciuto dal suo titolo, e contiene 3 sotto-alberi:

Campioni
Tutti i campioni sono elencate in questa sotto-albero. Un clic su una di esse porta alla pagina di modifica del campione
.
Un clic sul titolo "Campioni" visualizza una panoramica pagina .
strumenti
Questo albero ha tutti gli strumenti presenti nel file .sf2. Ogni strumento può contenere campioni. Un clic su uno strumento o su
una delle sue divisioni porta alla pagina di modifica del strumento . Un clic sul titolo "Strumenti" visualizza una panoramica pagina .

Presets
I preset sono qui riuniti e ogni preset può contenere strumenti. Un clic su un preset o su una delle sue divisioni mostra la pagina di
modifica del preset . Un clic sull'intestazione "Preimpostazioni" visualizza una panoramica pagina .

Un click sul titolo del file, o l'intestazione di uno dei tre sotto-alberi, mostra la pagina di modifica del informazioni globali .

: 1/5
documento Polyphone: Albero

Menu contestuale

Un clic destro su un elemento mostra un menu che comprende le seguenti azioni:

Nuovo campione ...

Importare nuovi campioni.

Nuovo strumento ...


Creare un nuovo strumento.
Nuova impost ...
Creare un nuovo preset.
Vincolato a...

Impegnare la campione selezionato (s) per uno strumento o lo strumento selezionato (s) per un predefinito.

Sostituito da...
Sostituire un campione da un altro campione in uno strumento, o sostituire uno strumento con un altro strumento in un preset. La
configurazione del campione o dello strumento viene mantenuta.
copia
Copiare l'elemento selezionato (s).
Incolla
Incollare l'elemento precedentemente copiato (s).

Elimina

2/5
documento Polyphone: Albero

Eliminare l'elemento selezionato (s).


Rinomina o massa rinomina
Rinomina l'elemento selezionato. Diversi campioni possono essere contemporaneamente rinominati secondo diverse opzioni:

sovrascrivere nome esistente nome tonalità suffisso, sovrascrivere nome


esistente suffisso numerico crescente, aggiungere a nome esistente,
anteporre al nome esistente.

Chiude il file

Chiudere il file in edizione.

3/5
documento Polyphone: Albero

Drag & drop

L'operazione di "drag & drop" (o copia / incolla) nella struttura ad albero consente associazioni o copie rapidi. Una selezione multipla è
possibile con i tasti "Ctrl" e "shift".

Trascinare e rilasciare entro un soundfont

Campione ? strumento
Associazione del campione allo strumento, la creazione di una divisione dello strumento.
Strumento? preset
Associazione dello strumento per il preset, creazione di una divisione preset.
Strumento? un altro strumento
Copia di tutte le divisioni dello strumento fonte nello strumento di destinazione.
divisione dello strumento? un altro strumento
Copia della divisione dello strumento fonte nello strumento di destinazione.
Preset? altro preset
Copia di tutte le divisioni della sorgente preimpostata in preset di destinazione.
divisione Preset? altro preset
Copia della ripartizione della sorgente preimpostata nel preset destinazione.

Drag & drop tra le diverse soundfonts

Campione

Copia del campione.


Strumento
Copia dello strumento tra cui tutti i campioni collegate.
Preset
Copia del preset inclusi tutti gli strumenti e campioni collegate.

Durante una copia di elementi fra diversi soundfonts, se un elemento avente lo stesso nome esiste già diverse opzioni sono previste:

ignorare l'operazione, nel qual caso la copia viene annullata per l'elemento in questione, sostituire l'elemento esistente,
nel qual caso l'elemento esistente viene sovrascritto dall'elemento copiato,

duplicare l'elemento, nel qual caso l'elemento viene copiato accanto all'elemento esistente con un nome diverso.

Ricerca

Per facilitare la ricerca di elementi nella struttura, una barra di ricerca è disponibile per filtrare.

4/5
documento Polyphone: Albero

Quando una stringa viene inserita nella barra di ricerca, vengono mostrati gli elementi che lo contengono. Inoltre:

se la stringa è incluso nel nome di campione, vengono visualizzati gli strumenti che usano il campione e i preset utilizzando gli
strumenti che usano il campione,
se la stringa è incluso nel nome di uno strumento, vengono visualizzati i campioni utilizzati dallo strumento e le impostazioni predefinite
utilizzando lo strumento,

se la stringa è incluso nel nome di un predefinito, vengono visualizzati gli strumenti utilizzati dal preset e campioni utilizzati dagli
strumenti utilizzati dal preset.

Un clic sulla croce per la destra del campo modificabile annulla il filtro.

L'albero può anche essere completamente espansa o grazie ai due pulsanti a sinistra.

5/5
documento Polyphone: Panoramica pagine

Pagine forniscono una panoramica di tutti gli elementi compresi in un soundfont. Essi sono accessibili tramite le intestazioni "Esempi", "strumenti" et
"preset" nell'albero, e permettono la visualizzazione dei loro elementi corrispondenti.

Le informazioni raccolte in queste pagine può essere utilizzato per sostenere le ispezioni all'interno di grandi soundfonts.

Pagine forniscono una panoramica di tutti gli elementi compresi in un soundfont. Essi sono accessibili tramite le intestazioni " Campioni "" strumenti "Et"
Presets " nel albero , E consentire la visualizzazione dei loro elementi corrispondenti.

Le informazioni raccolte in queste pagine può essere utilizzato per sostenere le ispezioni all'interno di grandi soundfonts.

Campioni

Cliccando sul link "Campioni" di intestazione di un soundfont nel albero , Viene visualizzata la pagina di riepilogo dei campioni.

Per ogni campione, questa pagina permette ad esempio di eseguire i seguenti controlli:

Viene usato?

È la sua durata complessiva (ed eventualmente la sua durata anello) abbastanza a lungo? È stato fatto la

messa a punto? E 'adeguatamente collegata in stereo?

strumenti

1/3 di
documento Polyphone: Panoramica pagine

Cliccando sul link "Strumenti" di intestazione di un soundfont nel albero , Viene visualizzata la pagina panoramica degli strumenti.

Per ogni strumento, questa pagina permette ad esempio di eseguire i seguenti controlli:

Viene usato?

Sono i numeri di campioni legati, parametri e modulatori coerente? Sono i campi di chiave e di
velocità corretta? Sono i campioni stati adeguatamente attenuati? È la riproduzione in loop su?

Sono le impostazioni di chorus e riverbero non sono stati dimenticati?

Presets

Cliccando sull'intestazione "preset" di un soundfont nel albero , Viene visualizzata la pagina di riepilogo dei preset.

2/3
documento Polyphone: Panoramica pagine

Per ciascun preset, questa pagina permette ad esempio di eseguire i seguenti controlli:

Sono i numeri di banco e di preselezione state debitamente compilata?

Sono i numeri di strumenti legati, parametri e modulatori coerente? Sono i campi di chiave e di velocità
corretta? Sono gli strumenti stati attenuati con precisione? Sono le impostazioni di chorus e riverbero
non sono stati dimenticati?

3/3
documento Polyphone: Editing dei campioni

Descrizione dell'interfaccia per l'editing di campioni, che appare quando si seleziona uno o più campioni (s) nella struttura.

Quando si fa clic su uno o più campioni (s) di un file SF2 nella albero , Viene visualizzata la pagina di modifica dei campioni.

Questa pagina è divisa in più parti:

un grafico che rappresenta il campione, un informazione

zona, un analizzare di frequenze , un equalizzatore ,

un campione giocatore .

Il grafo

Il grafico permette la visualizzazione dell'onda sonora. E 'possibile ingrandire verticalmente o orizzontalmente tenendo un click destro del
mouse e trascinando:

trascinando destra espande l'asse orizzontale, trascinando

contratti sinistra dell'asse orizzontale, trascinando verso l'alto

espande l'asse verticale, trascinando giù contratti l'asse

verticale.

Tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse consente un movimento orizzontale del grafico, se l'asse orizzontale è stato espanso.

1/3 di
documento Polyphone: Editing dei campioni

Una barra verticale verde indica la posizione iniziale del ciclo (variabile dal tasto sinistro), una barra rossa indica la posizione della fine del ciclo
(variabile dal tasto destro). Una linea tratteggiata rappresenta una porzione d'onda è associato ad ogni barra verticale, che ci permette di
visualizzare la sovrapposizione d'inizio e la fine del ciclo.

Durante la riproduzione, una barra verticale bianca attraversa il grafico e indica la posizione di riproduzione in tempo reale.

Nota: i colori del grafico sono modificabili nel software preferenze .

La sezione "Informazioni"

La sezione "Informazioni" consente la modifica delle seguenti informazioni:

inizio e fine del ciclo, chiave


radice del campione,
correzione da applicare per il suono da accordare nel temperamento uguale, frequenza di campionamento audio

(un cambiamento causerà ricampionamento), tipo di suono (non collegati: mono, altrimenti sinistra, destra o

collegato), il campione collegata se il campione è stereo.

Inoltre, viene mostrata la dimensione del campione in campioni (numero di valori) e secondi.

Un pulsante modifica automaticamente l'inizio e la fine del ciclo in modo che il ciclo è l'intero campione. Un altro pulsante modifica automaticamente la
chiave principale e la correzione in modo che corrispondano con la valutazione della frequenza .

Qualsiasi modifica su un campione stereo può essere applicato sul campione collegata se l'opzione è selezionata nel preferenze
. Attraverso una selezione multipla nella albero , Diversi campioni possono essere modificati simultaneamente.

analisi in frequenza

L'analisi di frequenza comprende una trasformata di Fourier (grafico che mostra l'intensità delle frequenze presenti nel segnale). Sulla destra è
riportato l'elenco dei picchi dominanti con le seguenti informazioni:

rapporto tra l'intensità di picco e l'intensità del picco massimo, frequenza,

tasto corrispondente,

correzione.

Da questi dati è fatta una stima della altezza del suono. Questa stima può essere utilizzato per il tuning.

L'esportazione del grafico in un'immagine png è possibile utilizzando il menu contestuale del grafico (tasto destro). UN
strumento è disponibile per esportare le informazioni di picco di tutti i campioni anche.

2/3
documento Polyphone: Editing dei campioni

Equalizzatore

L'equalizzatore permette di aumentare o diminuire determinate frequenze, da -15 a 15 dB. L'effetto viene applicato dopo aver premuto il
pulsante "Applica". Premendo il tasto "reset" ripristina tutti i pulsanti a 0 dB (ma non rimuove l'effetto sul suono: per tale uso sul pulsante
"Annulla" nel " modificare "Menu).

Qualsiasi modifica su un campione stereo può essere applicato automaticamente sul campione collegata se l'opzione è selezionata nel preferenze .

Giocatore

Il giocatore gioca il suono. Durante la riproduzione, un cursore bianco attraversa il grafico per indicare la posizione di riproduzione. opzioni di riproduzione
sono:

Ciclo continuo

Riproduce il loop audio se l'inizio e la fine del ciclo sono stati completati.
Stereo
Riproduce il campione in stereo, con il suo campione collegato. Se è richiesta loop, i due rispettivi cicli sono utilizzati (possono essere
diversi).
Seno
Una calibrazione del seno viene aggiunto al suono, permettendo una messa a punto del campione al centesimo passo più vicino. Dapprima la chiave
principale deve essere riempito. A questo livello, battiti possono essere ascoltati se la frequenza del seno differisce leggermente dalla frequenza fondamentale
del suono. Resta da regolare con precisione la correzione per rendere le battute più lentamente possibile, in modo che il campione è sintonizzato al meglio.

Se la riproduzione è in corso quando si passa da un campione all'altro attraverso la albero , Si riavvia automaticamente. Inoltre, premendo il
tasto "spazio" abilita o disabilita la riproduzione se stiamo navigando nella struttura.

3/3
documento Polyphone: Strumenti per i campioni

Elenco degli strumenti disponibili nel menu "Strumenti" Quando si seleziona uno o più campioni (s) nella struttura.

Quando uno o più campioni sono selezionate albero , il " Utensili "Menu offre diverse caratteristiche:

Trim alla fine del ciclo Loop


Auto
comando esterno Rimuovere vuoto

alla partenza frequenze sostituzione

filtro volume di regolazione del

bilanciamento del Trasposizione

Trim a fine ciclo

Se un ciclo è definito per il campione selezionato, il software taglierà il suono dopo la fine del ciclo (lasciando un piccolo margine alla fine).

Nota: Questo strumento può essere applicato automaticamente ogni volta che un campione viene importato, secondo il software
preferenze .

ciclo automatico

Il software cerca una zona di stabilità del campione e quindi crea artificialmente un ciclo. Un segmento audio è copiato con una dissolvenza
incrociata, in modo che la transizione nella posizione join è il più agevole possibile.

Per assegnare automaticamente punti di loop:

fare clic nella albero sul campione da loop, nella pagina di

modifica del campioni :


posizionare l'inizio e la fine del ciclo nel grafico (area di visualizzazione WAV) intorno ad una stabile

: 1/5
documento Polyphone: Strumenti per i campioni

zona, o
lasciare che lo strumento determinare automaticamente una zona stabile definendo 0 come inizio del ciclo e alla fine del ciclo, nel menu

"Strumenti" selezionare "campione", "loop Auto", premere il pulsante Play con l'opzione ciclo controllato, se i punti di loop trovati sono non adatto è possibile

disfare l'operazione, provare loro riposizionamento manualmente intorno ad una zona di stabilità e quindi utilizzare nuovamente la funzione "loop Auto".

Lo strumento ha bisogno di trovare uno spazio stabile di più di 0,25 secondi. Se fallisce, un messaggio di avviso che indica che nessun ciclo può essere
trovato. In questo caso è possibile specificare manualmente una superficie stabile di oltre
0,25 secondi e riprovare lo strumento, o cercare di trovare i punti di loop manualmente.

Avvertimento: Questo strumento modifica il campione originale. Le modifiche possono essere annullate tramite il " disfare "Funzione, ma se il file viene salvato e
Polyphone è chiuso non c'è modo di tornare indietro.

Nota: Per impostazione predefinita, il loop è disattivata in uno strumento. Di sentirlo, è necessario inserire un "1" in the Loop riproduzione fila
parametro sia del globale o note singole colonne nella tabella dei parametri. "1" lo accende, "0" lo spegne. Il valore "3" trasforma l'On loop e il
campione giocherà fino alla fine dopo viene rilasciato un tasto.

comando esterno

Questo strumento consente di utilizzare un comando o un programma esterno per modificare un campione. Non è necessario esportare e reimportare un
campione in Polyphone più, tutto viene fatto automaticamente:

scaricare un software di editing per i file wav come Audacity o sweep (Linux), utilizzare lo strumento "di

comando esterno" per uno o più campioni,

riempire la riga di comando nel campo facoltà di richiedere al software esterno (potrebbe essere necessario leggere la documentazione di questo

software), modificare il campione (s) con lo strumento esterno,

salvare la versione modificata del file wav (s) con lo strumento esterno e chiuderlo, il campione (s)
verrà caricato automaticamente nella soundfont.

2/5
documento Polyphone: Strumenti per i campioni

Rimuovere vuoto alla partenza

Ogni area vuota prima che il campione inizia viene eliminato. Questo riduce il tempo prima che si sente il suono.

Nota: Questo strumento può essere applicato automaticamente ogni volta che un campione viene importato, secondo il software
preferenze .

frequenze di filtro

Quando si utilizza questo strumento, una finestra sarà visualizzata mostrando le frequenze contenute nel campione (s) selezionato. È quindi possibile
utilizzare il mouse per disegnare una zona rossa. Tutto ciò che è in questo campo verrà rimosso: questo significa che è possibile ridurre manualmente di
rimuovere alcune frequenze.

3/5
documento Polyphone: Strumenti per i campioni

variazione di volume

È possibile modificare il volume in tre modi diversi:

in aggiunta di una certa quantità di dB (valore positivo o negativo), nel moltiplicare il


segnale da un numero,
nel normalizzare il segnale in modo che il massimo di questo segnale rappresenta una certa percentuale della massima intensità.

regolazione del bilanciamento

4/5
documento Polyphone: Strumenti per i campioni

Se il campione è collegata a un altro (stereo), il software può pareggiare l'intensità media dei due campioni per regolare il bilanciamento.
Questo sarà quindi più facile per spostarsi con precisione un campione in un strumento .

Trasporre

Lo strumento richiede un cambiamento in semitoni e poi ri-campioni del suono per cambiare il tono.

5/5
documento Polyphone: Editing degli strumenti

Descrizione dell'interfaccia per gli strumenti di editing, che appaiono quando si seleziona uno o più strumenti (s) nella struttura.

Quando si fa clic su uno o più strumenti (s), viene visualizzata la pagina di modifica degli strumenti.

Questa pagina comprende diverse parti:

il tavolo , il editor di gamma quando il pulsante "Modifica degli intervalli" viene cliccato, il editor di busta quando il

pulsante "Modifica busta" viene cliccato, il sezione modulatore (Che può essere visualizzata o nascosta tramite il

menu " vista ").

Se viene selezionato un solo strumento, la pagina consente la modifica dei parametri globali dello strumento ed i parametri di tutte le sue
divisioni.

Nel caso in cui vengono selezionati diversi strumenti, i parametri globali di ciascuna di tali strumenti possono essere modificati.

tavolo

Presentazione

La tabella consente la visualizzazione e la modifica della configurazione complessiva di uno strumento. Un cambiamento di un parametro nella
divisione "globale" si applica a tutte le divisioni, tranne che per le divisioni il cui parametro stesso è già specificato.

I parametri modificabili sono:

gamma Key

: 1/5
documento Polyphone: Editing degli strumenti

gamma chiave per il quale sarà ascoltato il suono.


gamma di velocità
gamma di velocità per la quale sarà ascoltato il suono. E 'possibile impostare suoni diversi per la stessa nota, con diversi range di
velocità (per distinguere diverse sfumature di un tasto di pianoforte per esempio).
Attenuazione
Attenuazione in decibel applicata al campione.
Nota: il formato SF2 non consente questo valore sia negativo, nessuna amplificazione è quindi possibile.
Pan
Equilibrio applicata al suono, per ascoltare a sinistra oa destra in stereo.
Riproduzione continua

"0" indica un suono riprodotto senza loop, "1" indica un suono che è continuamente in loop, "3" indica un suono che loop per tutta
la durata della depressione chiave e poi procede a giocare il resto del campione.

Nota: il formato SF2 non aveva piani per una speciale modalità di riproduzione che fa scattare un campione quando viene rilasciato un tasto. Un
modo per ottenere questo comportamento è di raddoppiare ciascun campione con un campione contenente un ciclo breve silenzio seguito dal
rumore di emettere sul rilascio. Il campione aggiunto sarà letto con il parametro di riproduzione "3".

Root Key
Consente di modificare la chiave principale normale di un campione a una nota diversa da quella normalmente utilizzata.

Messa a punto

Cambiare l'accordatura in semitoni e centesimi di semitoni. Cambiare "scala" gioca sulla differenza tra due note consecutive.

Filtro
Applicare un filtro passa-basso, specificando la frequenza di taglio e la risonanza.
inviluppo del volume
Modificare l'inviluppo del volume, ed eventualmente come cambia con la nota.
Modulazione
Impostare una modulazione (busta, ritardo, frequenza, cambia con la nota) e il suo effetto sul tono, filtro e volume.

vibrato
Impostare un vibrato (tempo, frequenza) e il suo effetto sul tono.
classe Exclusive
Questo parametro può definire una o più classi esclusive, assegnando un insieme di suoni all'interno di una classe lo stesso valore di
parametro diverso da 0. Quando una classe esclusiva è definita, qualsiasi nota innescato da uno dei suoni della classe esclusiva finisce
tutti gli altri suoni della stessa classe. La portata di una classe esclusiva è la preselezione in cui è definita la classe (un suono attivato in
uno strumento terminerà il suono di un altro strumento se i due strumenti sono nello stesso preset). Questo effetto può essere utilizzato
per strumenti a percussione come un cembalo. Fondamentalmente giocare una nota termina automaticamente un altro nello stesso
gruppo.

Chorus e riverbero
Indica l'intensità del chorus e riverbero. Gli effetti sono configurabili nel software
impostazioni .

chiave fissa e velocità


Può congelare la chiave e la velocità sulla gamma chiave specificata dal campione collegato.
offset
Cambia le posizioni di inizio e fine di un suono durante la riproduzione, così come l'inizio e la fine del ciclo. L'unità di offset è
campioni (numero di valori). E 'utilizzato anche in campione livello per definire la lunghezza di un campione, l'inizio e la fine di un
ciclo.

possibilità di editing della tabella

2/5
documento Polyphone: Editing degli strumenti

Per facilitare e velocizzare l'editing nella tabella, le seguenti caratteristiche sono state implementate:

la rotella del mouse può essere utilizzato per modificare un valore (la cella deve essere in modalità di modifica prima), una selezione multipla, seguita dalla

modifica dell'ultima cella, permetterà di modificare tutte le celle contemporaneamente i tasti "cancellare" e "backspace" cancellare il contenuto di tutte le

celle selezionate, divisioni stereo possono essere modificati contemporaneamente se l'opzione è selezionata nel software preferenze , Nomi chiave

possono essere numerici o come un testo (avente C3, C4 o C5 come centrale C), a seconda dell'opzione scelta nel preferenze ,

copia / incolla / taglio di un insieme di celle (non necessariamente adiacenti) può essere fatto tramite Ctrl + C / Ctrl + V / Ctrl + X.

Non dimenticare il utensili a disposizione! In particolare il strumento di impostazione globale .

editor di gamma Key

L'editor key range permette a rapidamente e graficamente smaltire i campioni in base alle loro gamme chiave e di velocità. Questo grafico
problemi di configurazione evidenzia ulteriormente, ad esempio zone libere di campioni o sovrapposizioni indesiderate.

Ogni campione è rappresentato da un rettangolo verde. Il colore è semitrasparente, in modo che la sovrapposizione di più elementi è
identificabile. Mantenendo la sinistra click potrai:

modificare la dimensione di un rettangolo, quando il mouse è sopra uno dei bordi o un rettangolo; modificare la
posizione di un rettangolo, puntando al centro di un rettangolo.

Quando più rettangoli si sovrappongono, a sinistra semplice click cambia la selezione. Mantenere il tasto destro del mouse consente di
modificare lo zoom.

3/5
documento Polyphone: Editing degli strumenti

editor di Busta

L'editor busta fornisce una descrizione grafica degli 8 parametri che definiscono l'inviluppo del volume e le 8 parametri che definiscono l'inviluppo di
modulazione. Si tratta quindi di uno strumento per meglio comprendere l'impatto di ciascuno di questi parametri.

I pulsanti sopra il grafico selezionare alternativamente l'inviluppo del volume (visualizzato in verde) o l'inviluppo di modulazione (mostrata in rosso) per
il montaggio. Durante il montaggio della busta modulazione, l'inviluppo del volume viene visualizzata con una linea sottile.

La parte sinistra del grafico rappresenta l'evoluzione della busta quando una chiave è innescato. 7 degli 8 parametri sono coinvolti in
questa rappresentazione:

Ritardo: durata in cui la busta rimane a 0 dopo un tasto viene attivato,


Attacco: durata dopo ritardo durante il quale la busta cresce da 0 fino al valore massimo,
Hold: durata dopo attacco durante il quale la busta mantiene il suo valore massimo,
Decadimento: durata dopo tenere durante il quale la busta va progressivamente dal valore massimo al valore specificato da sostenere,
Sustain: valore dopo decadimento sostenuto fino a quando la chiave innescata non viene rilasciato,

Key? Hold: il cambiamento della tenere durata a seconda della chiave (vedi sotto),
Key? Decadimento: il cambiamento della decadimento durata a seconda della chiave (vedi sotto).

4/5
documento Polyphone: Editing degli strumenti

Un valore positivo Key? XXX diminuisce gradualmente la durata XXX verso le ancorette, mentre un valore negativo fa il contrario. Per
esempio:

valore 100 dimezzare la durata di XXX per ottava sopra centrale (60) e raddoppiare la durata della XXX a ottava sotto centrale C,

valore -100 doppio la durata di XXX per ottava sopra centrale (60) e dimezzare la durata di XXX per ottava sopra middle C.

La parte destra rappresenta l'evoluzione della busta quando un tasto è rilasciato. Solo il pubblicazione la durata è coinvolto in questa
rappresentazione. La busta ritorna gradualmente a 0 durante questo periodo.

Quando è selezionata una sola suddivisione di uno strumento nell'albero, il suono corrispondente campione viene visualizzato sullo sfondo. È
quindi possibile visualizzare meglio l'evoluzione della busta relativa al campione viene riprodotto.

modulatori

La parte inferiore della pagina di modifica degli strumenti è destinato alla realizzazione di modulatori, globalmente per uno strumento o per una particolare
divisione. Un modulatore permette l'uso di un primo parametro, facoltativamente, una moltiplicazione per un secondo, per modificare un terzo. L'uscita di un
modulatore può essere utilizzato come ingresso ad un altro modulatore (questa funzione è apparso in versione 2.04 di formato SF2 e non possono essere
supportati da alcuni sintetizzatori).

L'aggiunta o la cancellazione di modulatori avviene tramite i tasti "+" e "-" sulla destra dell'interfaccia. I parametri possono essere inseriti
sotto. Quando si aggiunge un modulatore, il bordo della cella corrispondente nella tabella è più spessa.

È possibile copiare tutta o una parte dei modulatori dall'elenco in un'altra sezione di uno strumento o preset usando i pulsanti "incolla" "copia" e
sulla destra dell'interfaccia. Modulatori di una divisione globale possono essere duplicati per altri strumenti o preset.

Avvertimento: lo synth incluso nel software non tiene conto dei modulatori.

5/5
documento Polyphone: Strumenti per strumento

Elenco degli strumenti disponibili nel menu "Strumenti" Quando si seleziona uno o più strumenti (s) nella struttura.

Quando uno strumento o di una delle sue divisioni è selezionato nel albero , il " Utensili "Menù consente le seguenti funzioni:

creazione Miscela Celeste

sintonizzazione Divisione

duplicazione di uscita creatore di

impostazione globale di

distribuzione automatica

spazializzazione del suono

Recepimento Visualizer

Utilizzando gli strumenti contemporaneamente su diversi strumenti è possibile (con una selezione multipla), fatta eccezione per la creazione miscela e
visualizzatore.

creazione miscela

Specifico all'organo, questo strumento consente la creazione di una miscela di uno strumento esistente. Un'interfaccia appare per
specificare le diverse divisioni della miscela, e per ogni lista dei ranghi. Tipi di possibili ranghi sono molto diverse, che vanno dalla ottava
alla armonica 27.

Per lavoro, questo strumento si basa su tutti i campioni associati allo strumento selezionato, l'intervallo definito per ciascun campione e la relativa
attenuazione. I campioni devono essere regolare indipendentemente la definizione dello strumento (tramite la pagina di modifica del campioni ), E la
chiave principale specificata non deve tener conto di appartenenza a un arresto (senza trasposizione se il suono è un principale 4' per esempio).

1/6
documento Polyphone: Strumenti per strumento

Un'opzione permette il ciclo automatico di campioni creati, un'altra imposta l'intervallo creazione di campioni. Infine, è possibile
scegliere il tipo di suoni creati: mono o stereo.

sintonizzazione Celeste

Questa caratteristica stona un po 'le note dello strumento, in modo da creare un effetto ondulato. L'intensità dell'effetto è regolabile.

Divisione di duplicazione

Questa azione ha per effetto la duplicazione di tutte le divisioni di uno strumento. Ad esempio, se un campione collegata ad uno strumento ha una
gamma di 36-38 chiave, il software duplica questa divisione in modo da avere 3 volte questo esempio concatenata gamme chiave 36-36, 37-37 e
38-38. Rende quindi possibile modificare a fondo ogni parametro campione per ogni nota diversa, invece di modificare intere divisioni con gli stessi
parametri.

È inoltre possibile duplicare le divisioni secondo intervalli di velocità.

2/6
documento Polyphone: Strumenti per strumento

creatore di uscita

Questo strumento crea automaticamente una versione per ogni divisione dello strumento. tempi di rilascio sono calcolati prendendo in
considerazione i primi due parametri e una modifica passo possono essere aggiunti utilizzando il terzo.

Impostazione globale

Lo strumento di impostazione globale permette la modifica di un parametro per ogni divisione di uno strumento simultaneamente.

Il grafico rappresenta l'intensità modifica, il primo valore a sinistra corrispondente alla variazione applicata alla divisione comprendente il
tasto 0, e l'ultimo valore a destra corrispondente alla variazione applicata alla divisione comprendente il tasto 127. Modificando il modello
, è possibile modificare la curva:

manualmente utilizzando il mouse,

utilizzando una legge lineare,

3/6
documento Polyphone: Strumenti per strumento

utilizzando una legge esponenziale, utilizzando

una generazione casuale.

Nel caso in cui viene usata una legge lineare o esponenziale, uno scatto sinistra nel grafico definisce l'inizio della zona lineare o esponenziale,
un click destro definisce la fine.

Il parametro da modificare viene scelto in "Parameter", e il tipo di modifica è scelto in "modifica":

aggiunta: il modificatore viene aggiunto al valore del parametro selezionato.


Moltiplicazione: il modificatore viene moltiplicato per il valore del parametro selezionato.
Sostituzione: il modificatore sostituisce il valore del parametro selezionato.

È possibile applicare le modifiche solo su divisioni la cui gamma di velocità è compresa in un intervallo specifico, utile ad esempio nel caso
in cui un pianoforte ha diversi livelli di velocità.

distribuzione automatica

Il software determina automaticamente le gamme principali di tutte le divisioni di uno strumento, al fine di ottimizzare il loro utilizzo nel campo chiave
0-127.

spazializzazione del suono

Questa caratteristica spazializza suoni in base al loro passo, che può essere utile per un pianoforte per esempio (bassi e alti sinistra a destra).

Le barre nel grafico rappresentano ciascuna una stringa o tubo, avente una lunghezza in relazione al passo. Il più corto

4/6
documento Polyphone: Strumenti per strumento

barra corrisponde alla nota più alta e il bar più lungo corrisponde alla nota più bassa.

Ogni nota è posizionato nello spazio, all'estrema sinistra corrispondente ad un suono proveniente da sinistra e l'estrema destra corrispondente
a un suono proveniente da destra. Diversi modelli possono essere selezionati:

Ascendente: triple sono nella parte sinistra, bassi sono sul lato destro.
Cavo: Bassi sono ad entrambe le estremità, triple sono centrati.
Discendente: bassi sono nel lato sinistro, triple sono sul lato destro.
Spike: triple sono ad entrambe le estremità, i bassi sono centrati.
Casuale: acuti e bassi sono posizionati in modo casuale.

Altre opzioni sono disponibili:

numero di ripetizioni di pattern (numero divisioni), intensità dell'effetto

(diffusione), riempimento di una divisione (riempimento),

Offset sinistra - destra, se la diffusione non è al 100% (offset), inversioni.

Il grafico viene aggiornato ogni volta che un impostazione cambia per una visualizzazione migliore. Al passaggio del mouse, viene visualizzato il numero
di corrispondenza nota / equilibrio.

Recepimento

Lo strumento trasposizione consente la trasposizione di un intero strumento. I suoni dello strumento sono quindi la stessa, ma in una posizione
diversa sulla tastiera.

Come input, è necessario un cambiamento in termini di semitoni. Per il campo sia maggiore, lo spostamento deve essere positivo. Viceversa, per il
passo sia inferiore spostamento deve essere negativo. Le operazioni eseguite dallo strumento, per ogni divisione dello strumento, sono quindi i seguenti:

la chiave principale viene regolata,

modifica della messa a punto se la trasposizione viene eseguita da un certo numero di semitoni compresi decimali,

spostamento del campo chiave in base al numero di semitoni se "adattarsi key range" sia selezionata.

5/6
documento Polyphone: Strumenti per strumento

Visualizzatore

Questo strumento visualizza l'evoluzione di un parametro in base alla chiave. Una scala logaritmica è disponibile (curare valori pari o
inferiori a 0!).

6/6
documento Polyphone: Modifica delle impostazioni predefinite

Descrizione dell'interfaccia per la modifica di preset, che appare quando si seleziona una o più preimpostato (s) nella struttura.

Quando si fa clic su uno o più preimpostato (s), viene visualizzata la pagina di modifica dei preset. Un preset consente la
combinazione di vari strumenti, ed è l'elemento visibile dall'esterno di un soundfont .

Come la pagina di la modifica dello strumento , Diverse parti sono presenti:

la tavola,
l'editor gamma quando il pulsante "Modifica degli intervalli" viene cliccato, la sezione di modulatore (che può essere

visualizzata o nascosta tramite il menu " vista ").

Se viene selezionato solo un preset, la pagina consente la modifica dei parametri globali del preset ed i parametri di tutte le sue divisioni.

Nel caso in cui vengono selezionati diversi predefiniti, i parametri globali di ciascuna di tali preset possono essere modificati.

Differenze con gli strumenti

I parametri modificati qui si dice relativa differenza parametri di uno strumento che, salvo casi particolari, si dice assoluto. Valori di una
parametri preimpostati vengono aggiunti o moltiplicati per i parametri strumenti che lo compongono. Alcuni parametri non sono modificabili
al livello preimpostato:

riproduzione ciclica, tasto

radice,

classe esclusiva,

chiave fissa, velocità

fissa, i quattro offset.

Un preset è identificato da un numero e banca numero preimpostato, questa combinazione essendo unica e regolabile

1/2
documento Polyphone: Modifica delle impostazioni predefinite

sopra il tavolo. Ogni banca offre 127 preset.

L'ultima banca (128) è di solito utilizzato per i kit di percussioni.

2/2
documento Polyphone: Strumenti per i preset

Elenco degli strumenti disponibili nel menu "Strumenti" Quando si seleziona uno o più preimpostato (s) nella struttura.

Quando un preset o una sua divisione è selezionato nel albero , il " Utensili "Menu permette le seguenti funzionalità:

Divisione duplicazione

Impostazione globale

spazializzazione del suono

Visualizer

Utilizzando gli strumenti contemporaneamente su diversi preset è possibile (con una selezione multipla), fatta eccezione per il visualizzatore.

Divisione di duplicazione

Stesso effetto di " Divisione di duplicazione "Per gli strumenti.

Impostazione globale

Stesso effetto di " Impostazione globale "Per gli strumenti.

spazializzazione del suono

Stesso effetto di " spazializzazione del suono "Per gli strumenti.

Visualizzatore

Stesso effetto di " Visualizzatore "Per gli strumenti.

1/1
documento Polyphone: Modifica delle informazioni globali

Pagina che appare quando si seleziona l'intestazione globale di un soundfont nell'albero. Alcuni attributi possono essere modificati (ad esempio il
nome del soundfont, l'autore, i diritti d'autore, ...) e le informazioni globali sono riassunte.

Quando si seleziona l'intestazione globale di un soundfont nel albero (Mostrando il suo nome), viene visualizzata la pagina di modifica delle informazioni di carattere
generale.

Questa pagina si compone di due parti:

un area di modifica delle informazioni a livello mondiale, un zona

informativo .

Parte superiore

La pagina di modifica delle informazioni di carattere generale ci permette, nella sua parte superiore, di modificare i seguenti attributi:

Nome
Questo è il nome interno del soundfont, che non necessariamente hanno a che fare con il nome del file. Questo nome viene utilizzato nella
struttura.
Autore
Si riferisce al nome dell'autore del soundfont.
Diritto d'autore

Menzione va compilata nel caso il file è soggetto a copyright.

Data
data di creazione del file.
Prodotto
Prodotto per il quale è stato progettato il soundfont.
Commenti

1/2
documento Polyphone: Modifica delle informazioni globali

Queste informazioni non sono incluse in nessuna delle categorie precedenti.

24 bit campioni
Indica se i campioni devono essere registrate in 24 bit (16 bit altrimenti). Si prega di notare che i campioni a 24 bit potrebbero non
essere supportati in alcuni sintetizzatori.

parte inferiore

La pagina di modifica delle informazioni generali comprende, nella sua parte inferiore, le seguenti informazioni:

Nome del file

Indirizzo e il nome del file (diverso dal nome interno del soundfont).
versione Soundfont
Corrisponde la versione del formato SF2 utilizzato dal file.
motore audio
Corrisponde al nome di un motore di suono.
Nome ROM e la versione
Nome e la versione di un campione di ROM, se utilizzato.

software di editing
software di editing utilizzato per la creazione soundfont.

Ultimo, un conteggio viene effettuata su:

il numero di campioni e campioni non utilizzati, il numero di strumenti e


gli strumenti utilizzati, il numero di preset ,

il numero di parametri modificati per gli strumenti, il numero di


parametri modificati per i preset.

Nota: il numero di 65536 parametri degli strumenti e dei preset non devono essere superati. Alcuni sintetizzatori non possono essere
adattati a leggerli tutti.

2/2
documento Polyphone: Tools (globale)

Alcuni strumenti, disponibili nel menu "Strumenti", si applicano a un intero soundfont.

Quando una selezione elementi riguarda solo una soundfont nel albero , il " Utensili "Menù propone le seguenti caratteristiche:

Collegare tutti i campioni stereo scollegare

tutte campioni stereo rimuovere gli elementi

non utilizzati Rimuovi tutti i modulatori

Esporta elenco preimpostato

esportazione frequenza di picco (csv)

Regolare attenuazione minima

Collegare tutti i campioni stereo

Campioni cui nomi differiscono solo per l'ultima lettera (R / L) vengono collegati automaticamente. Ad esempio, se in un soundfont due campioni sono
chiamati bassoon45L e bassoon45R, bassoon45L sarà riconosciuto come parte sinistra della bassoon45R e bassoon45R sarà riconosciuto come la
parte destra della bassoon45L.

Con queste informazioni sarà utilizzato il panning destra quando questi campioni vengono aggiunti in uno strumento. È inoltre possibile godere la
modifica simultanea delle parti destra e sinistra nello strumento tavolo se l'editing stereo è attivata nel impostazioni .

Nota: questo strumento può interrompere i collegamenti esistenti se i nomi non corrispondono alla regola di cui sopra.

Scollegare tutti i campioni stereo

Tutti i campioni collegate (stereo) non sono collegate.

Così, tutti i campioni saranno elaborati come suoni mono e avranno tutti la stessa panning se vengono aggiunti in uno strumento.
L'editing stereo, se attivato in impostazioni , Non sarà più applicabile.

Rimuovere gli elementi inutilizzati

Tutti i campioni e gli strumenti utilizzati da nessuno strumento o preimpostati vengono eliminati automaticamente.

Rimuovere tutti i modulatori

1/3 di
documento Polyphone: Tools (globale)

Tutti modulatori presente in tutti strumenti e preset sarà rimosso.

Esporta elenco predefinito

Con questo strumento, l'elenco di tutte le preset verrà scritto in un testo. Questo testo può essere formattato per essere integrato in un file CSV o in HTML per
essere integrato in un sito web.

esportazione frequenza di picco (csv)

Questo strumento raccoglie le informazioni sui picchi di frequenza di tutti i campioni in un file CSV. I picchi di frequenza sono visibili nella pagina di modifica
di campioni .

Regolare attenuazione minima

Il software determina l'attenuazione minima di tutte le divisioni strumento, e modifica tutti attenuazioni in modo che l'attenuazione minima
corrisponde a quella specificata dall'utente.

2/3
documento Polyphone: Tools (globale)

Ad esempio, se l'attenuazione e disponibilità dei campioni all'interno degli strumenti è di 16 dB e se l'attenuazione minima desiderata è 5 dB (per
aumentare il volume generale), l'attenuazione di tutte le divisioni di tutti gli strumenti sarà diminuito di 11 dB.

3/3
documento Polyphone: Barra dei menu

Descrizione degli elementi nel menu del software.

Il menu, che si trova nella parte più alta del software, contiene diversi elementi che consentono di accedere un sacco di funzioni diverse.

File

Nuovo

Creare un nuovo file .sf2.


Aperto
aprire un .sf2 , .sf3 , .sfz o .sfArk file.
Salvare

Salvare il file corrente.


Salva come

Salvare il file corrente in un altro file.


campioni di importazione

Importa .wav campioni.


campioni Export
Esporta in un campione formato .wav presenti in un soundfont.
Export (SFZ)
Esporta uno o più preimpostazioni dalle soundfonts selezionati in .sf2 , .sf3 o sfz .
Chiude il file

Chiudere il file corrente.


Smettere

Chiudere il software.

modificare

Disfare
Annulla l'ultima azione.
Rifare
Ripeti l'ultima azione annullata.
copia
Copiare un elemento di essere sia nella albero o in un tavolo .
Incolla
Incollare un elemento copiato.

Rimuovere
Rimuovere l'elemento selezionato, in albero o un tavolo .
Rinomina / Rename Bulk
Rinomina l'elemento selezionato. Parecchi campioni , strumenti o preset possono essere contemporaneamente rinominato secondo
diverse opzioni:
sovrascrivere nome esistente nome tonalità suffisso (solo per campioni), sovrascrivere nome
esistente suffisso numerico crescente, sostituire una stringa con un altro,

1/2
documento Polyphone: Barra dei menu

inserire il testo in una posizione specifica (che permette di aggiungere un prefisso o suffisso), eliminare intervallo di

caratteri.

impostazioni

Aprire il software impostazioni .

Utensili

Questo menu visualizza i vari strumenti disponibili a seconda dell'elemento selezionato nella albero .

È inoltre possibile utilizzare il registratore: suoni riprodotti dal sintetizzatore incluso nel Polyphone possono essere salvati in un
. file WAV. La directory di destinazione viene scelta quando si avvia la registrazione. È allora possibile mettere in pausa e riprendere la registrazione.

vista

Toolbar
Mostrare o nascondere la barra degli strumenti sotto la barra dei menu.

sezione modulatore
Mostrare o nascondere la sezione che permette l'editing modulatore per la strumenti o preset .
Tastiera
Impostare il tastiera virtuale lunghezza e visibilità.
A schermo intero

Alterna modalità a schermo intero. La scorciatoia "F11" può essere utilizzato.

Aiuto

manuale in linea
Mostra il manuale in un browser web.
Forum
Mostra il forum in un browser web.
Di
Mostra la versione del software e l'elenco delle persone che hanno contribuito al progetto.

2/2
documento Polyphone: Impostazioni

Impostazioni del Polyphone software.

le preferenze del software sono accessibili nella barra dei menu (? "Edition" "Impostazioni") e sono divisi in cinque schede:

General
Interface
Synth
Toolbar
Tastiera

Generale

La scheda "Generale" consente la modifica dei seguenti parametri:

Audio back-end
Specifica il back-end audio utilizzato per riprodurre i campioni. driver Jack e Asio (quest'ultimo a solo Windows) possono essere scelti.

Dimensione buffer

Specifica la dimensione del buffer utilizzato per i conducenti Jack e Asio. Un piccolo tampone traduce in una piccola latenza, ma il suono può
diventare ruvidi.

ingresso MIDI

Specifica l'ingresso MIDI controllo della tastiera virtuale.

Inoltre, è possibile controllare le seguenti opzioni:

l'importazione di file Wav: tagliare a ciclo

Quando importate un file wav, dati posizionati dopo la fine del ciclo vengono rimossi automaticamente (come con funzione " Trim a
fine ciclo ").
l'importazione di file wav: rimuovere vuoto alla partenza

Durante l'importazione di un file wav, qualsiasi area vuota situata prima dell'inizio dell'attacco viene rimosso automaticamente (stesso effetto di
funzione " Rimuovere vuoto alla partenza ").
editing Stereo: campione variazione legata
Quando si modifica un lato di un campione stereo, l'altro lato è modificato automaticamente lo stesso. Lo stesso vale quando
si modifica una divisione strumento stereo: la divisione corrispondente al canale (con la stessa nota e velocity range) viene
modificato lo stesso.

1/6
documento Polyphone: Impostazioni

Interfaccia

Questo schede mostra le opzioni relative all'interfaccia del software:

linguaggio
La lingua può essere modificata qui (è necessario un riavvio del software).
I nomi dei tasti
Le chiavi possono essere denominati a seconda del loro numero (in base alle specifiche MIDI), oa seconda del nome del Do centrale (C3, C4 e
C5). I nomi dei tasti possono comprendere diesis o appartamenti.
tema colore
È possibile scegliere un tema di colore predefinito o modificare manualmente un tema con i propri colori.

2/6
documento Polyphone: Impostazioni

Synth

La scheda "Synth" permette di modificare il coro e riverbero del sintetizzatore, insieme con il suo volume globale. Il volume globale può essere
modificato con il regolatore di volume MIDI se è collegata una tastiera esterna.

3/6
documento Polyphone: Impostazioni

Toolbar

La maggior parte delle caratteristiche presenti nel menu può essere trovato nel barra degli strumenti spostando l'azione corrispondente dall'elenco sinistra nella lista di
destra. L'ordine delle azioni nella barra degli strumenti può essere modificato. Il pulsante "reset", ricorda le impostazioni originali.

4/6
documento Polyphone: Impostazioni

Tastiera

I tasti della tastiera del computer utilizzato per controllare il tastiera virtuale sono definiti nella scheda "tastiera". Il campo può essere
aumentata o diminuita ottava di ottava.

5/6
documento Polyphone: Impostazioni

La velocità applicata quando si utilizza la tastiera del computer è qui definito.

6/6
documento Polyphone: Toolbar

Presentazione del bar che si trova sotto il menu e le scorciatoie che contengono e la tastiera virtuale.

La barra degli strumenti, che si trova sotto il menu, contiene i collegamenti agli elementi del menu e la tastiera virtuale.

Tasti di scelta rapida

La zona di collegamento contiene alcuni elementi del barra dei menu e del menu contestuale della albero .

Per impostazione predefinita, l'area di scelta rapida contiene i seguenti elementi:

Nuovo file
Creare un nuovo file .sf2.
Apri il file
Aprire un file .sf2 esistente.
Salvare il file

Salvare il file corrente.


Disfare
Annulla l'ultima modifica.
Rifare
Ripeti l'ultima azione annullata.
nuovo campione

Aggiungere nuova campioni al file corrente.

nuovi strumenti
Creare un nuovo strumento .
nuova impost
Creare un nuovo preset .
rimuovere elemento
Rimuovere uno o più elementi scelti nel albero o un tavolo .

La modifica dei tasti di scelta rapida della barra degli strumenti è possibile nel software impostazioni .

Tastiera virtuale

La tastiera virtuale consente di testare il campione corrente, strumento o preset. Può essere controllato in tre modi:

con il mouse
Il tasto desiderato può essere cliccato con il mouse. La velocità è definita in funzione della posizione verticale del click.

1/2
documento Polyphone: Toolbar

utilizzando la tastiera del computer


Le chiavi e la velocità utilizzati sono definiti nel impostazioni .
utilizzando una tastiera esterna
L'ingresso MIDI è definita nel impostazioni .

Marcatori e colori

quando un strumento o un preset è selezionata, la zona non coperta dalle divisioni sono grigio. È quindi possibile visualizzare la
gamma completa di uno strumento o un preset.
Quando è selezionata una divisione di uno strumento o un preset, la gamma viene visualizzata nello stesso modo di cui sopra. Inoltre, la sua chiave
principale è identificato da un pennarello arancione.

Quando un tasto viene selezionato sulla tastiera, appare in blu. Inoltre, la gamma della sua portata corrispondente
(s) appare in giallo. Ciò si applica solo a livello dello strumento. Do centrale è identificato da un pennarello nero.

collegamenti utili

"Ctrl + K"
Questa scorciatoia può mettere in qualsiasi momento il focus sulla tastiera virtuale. Questo permette, durante la modifica di una tabella, ad esempio, di
utilizzare il computer per giocare, invece di modificare una cella. Un effetto bagliore sulla tastiera virtuale confermare che l'attenzione è su di esso.

"Ctrl + 1", "Ctrl + 2", ... "Ctrl + 8"


Queste scorciatoie cambiano le ottave giocato con la tastiera del computer. Dopo l'uso di "Ctrl + 1", l'ottava più basso può essere
riprodotto. L'ottava più alto si raggiunge con "Ctrl + 8".
Destra sinistra
La freccia destra o sinistra giocheranno il passo proprio accanto o sotto l'ultimo tasto che è stato giocato, con la stessa velocità.
L'associazione del tasto "shift" salta chiavi.
Sottosopra
La freccia verso l'alto o verso il basso giocherà lo stesso passo di quello precedente fondamentale svolto, ma con una velocità più forte o più
debole. L'associazione del tasto "shift" salta velocità.

2/2
documento Polyphone: I diversi formati

Descrizione dei diversi formati che possono essere caricati, importati o esportati con Polyphone.

Polyphone può trattare con diversi formati SoundFont:

SF2 ,

SF3 ,

sfz ,
sfArk .

soundfonts SF2

soundfonts SF2 sono i principali file a cura di Polyphone. Ogni file SF2 comprende uno o più strumenti virtuali musicali, fatte di campioni audio
e un sacco di parametri. Parametri definiscono come i campioni devono essere riprodotti in tutta la tastiera, eventualmente modulati da segnali
predefiniti ( modulatori ). file SF2 sono costruiti secondo una struttura a 3 livelli:

campioni , Proveniente da una tromba o un pianoforte, per esempio,

strumenti , Fatta di campioni,


preset , Fatta di strumenti.

A seguito della definizione e l'impostazione di questi elementi, un file SF2 contiene anche informazione generale (Il tempo autore, copyright o
modificare, per esempio).

Soundfonts sono utilizzati da sintetizzatori software, ad esempio Fluidsynth, utilizzando tabelle onda e pilotati da segnali MIDI. E 'anche possibile
utilizzare soundfonts SF2 per ascoltare i file MIDI con Timidezza , WildMIDI o QuickTime e ascoltare i punteggi con MuseScore. Hardware, come
campionatori, schede audio o anche sintetizzatori può anche supportare il formato .sf2.

Ulteriori informazioni su soundfonts si possono trovare ad esempio su Wikipedia . Le specifiche sono disponibili SF2 Qui per la versione
2.01 e Là per la versione 2.04.

soundfonts SF3

Il formato SF3, sviluppato da MuseScore , È simile in tutto e per tutto al formato SF2 tranne che il campioni
sono memorizzati in formato OGG (come il formato MP3 ma open source) invece di essere memorizzati come dati grezzi. La conseguenza è che il formato
SF3 è di circa 10 volte più leggero rispetto al formato SF2 per una qualità comparabile.

Un soundfont esportati in questo formato non è destinato ad essere modificato dopo perché compressioni successive si tradurrebbe in una minore qualità del suono.
Questo formato dovrebbe essere visto come un prodotto finale ed è molto interessante per tutti gli utenti finali di soundfonts in quanto:

download sono fatte più facile su internet, lo spazio viene

salvato nel computer,

1/3 di
documento Polyphone: I diversi formati

la combinazione midi + sf3 fornisce una soluzione leggera e potente per riprodurre colonne sonore (videogiochi, applicazioni
mobili, ...).

non mi piace il sf2pack formato che risponde gli stessi problemi, il formato SF3 è completamente open-source. Il codice sorgente è disponibile, garantendo in
tal modo la sua sostenibilità (cerchiamo di evitare gli errori fatti con sfArk o sfPack!).

soundfonts SFZ

Il formato SFZ ha lo stesso obiettivo rispetto al formato SF2: creare uno strumento musicale per lo smaltimento e la configurazione dei campioni sopra la
tastiera. La differenza principale è che mentre il formato SF2 è solo 1 file che contiene tutto, il formato SFZ è un file di testo fornito con una serie di campioni
wav. Da quando è stato concepito per essere modificabile da un essere umano, il vantaggio principale è stato quello di modificare il file senza la necessità di un
editor complesso. Ma un editor è ancora altamente raccomandato per i grandi strumenti, la quantità di parametri può infatti essere rapidamente scoraggiante. Il
formato sfz non è anche definita come strettamente come il formato SF2: differenze possono apparire nel modo per modificare e nel modo di suonare uno
strumento sfz.

Limiti l'importazione sfz

Solo codici operativi avere una controparte in tavoli sono importati.

La busta applicata all'altezza e filtro stesso in file SF2 (Mod env), importando diverse buste per il campo e il filtro non è possibile (fileg_
* e * pitcheg_ codici operativi). L'LFO applicata al volume e filtro essendo lo stesso nei file SF2 (Mod LFO), importando diversi LFO per
il volume e il filtro non è possibile (amplfo_ * e * fillfo_ codici operativi). L'unico filtro che può essere importato è il secondo ordine del
filtro passa basso (fil_type = lpf_2p). Per essere importati in modo corretto, "gruppo" e dei codici operativi "off_by" deve contenere lo
stesso valore all'interno dello stesso gruppo.

Avvertimento: "width" e "Posizione" codici operativi non possono essere interpretati correttamente.

Restrizioni all'esportazione sfz

modulatori attualmente non esportato.


Il formato sfz (versione 1) consentendo solo una modulazione del pitch, i due parametri "Vib LFO? Passo (c)" e "Mod LFO? Passo (c)" non può
essere esportata contemporaneamente. Un ciclo 0-1 può essere esportata, ma viene ignorato dalla maggior parte dei giocatori SFZ.

24-bit non può essere supportato in alcuni sintetizzatori, si prega di fare riferimento al loro manuale specifica.

In generale

L'abbinamento di livelli sonori (in dB), durante il processo di conversione sfz / SF2, è stato testato con Sforzando software. Ci
possono però rimanere alcune differenze.

I parametri modo cambiano in funzione della chiave (tramite "chiave? Vol env tenere / decadimento" e "chiave? Mod env hold / decay") non hanno
corrispondenza esatta. Il formato SF2 utilizza una legge esponenziale per definire il decadimento premuto durate secondo la chiave, mentre il formato sfz
utilizza una legge lineare.

2/3
documento Polyphone: I diversi formati

archivi sfArk

archivi sfArk, come il formato SF3, è un formato compresso. Ciò significa che la qualità dei suoni è un po 'abbassato (ma spesso impercettibile).
Questo vecchio formato non deve più essere utilizzato perché la società originale che ha sviluppato questo formato proprietario non esiste più ed il
formato è stato progettato male. Questo tende ad essere obsoleta adesso, è per questo che Polyphone permette di importare gli archivi sfArk (non
l'esportazione) unica.

3/3
documento Polyphone: Crea il soundfont da zero

Nozioni di base per creare un nuovo soundfont.

Per creare un soundfont , Fai clic su "Nuovo" nel " File . "Menu Soundfonts sono costituiti da una struttura a 3 livelli, così la creazione di un nuovo
soundfont comporta tre fasi fondamentali:

preparazione del campione ,

creazione strumento , Comprendente campioni,


creazione preset , strumenti comprendenti.

preparazione del campione

caricamento del campione

La preparazione del campione inizia Caricamento in corso . file wav. Per fare questo prima selezionare la categoria "Campioni" nel
albero e sia selezionare "campioni Importa" dal " File "Menu, oppure fare clic destro sul 'Campioni' categoria e selezionare 'Nuovo campione' I campioni
possono essere ottenuti.:

attraverso Internet,

registrando un vero e proprio strumento musicale, per sintesi

utilizzando un software specializzato.

looping campione

Poi, un ciclo continuo può essere richiesto nel campione, se si desidera che per suonare più a lungo la sua lunghezza normale. Un esempio di questo sarebbe se
hai solo un campione di flauto 1 secondo, ma vorrebbe che suonasse a tempo indeterminato. Questo può essere fatto assegnando manualmente o
automaticamente i punti di loop (inizio + finale) entro i confini del campione, in modo che l'area di loop può essere ripetuta e quindi rendere il campione giocare più
a lungo. Mentre è possibile assegnare i punti di loop manualmente, utilizzando il " ciclo automatico "La funzione di assegnare automaticamente solito produce
risultati migliori ed è molto più veloce.

Per assegnare punti di loop manualmente:

fare clic nella albero sul campione da loop, nella pagina di modifica del campioni , Posizionare arbitrariamente l'inizio e la fine del ciclo nella grafico (Area
di visualizzazione WAV) a meno che un ciclo è già definito. Utilizzare sinistro del mouse per l'avvio e fare clic destro per la fine. Il punto di loop
destro deve essere inserito prima (poiché il punto di sinistra di default nella posizione 0 e che non è possibile assegnare un punto giusto prima del
punto a sinistra). premere il pulsante "Play" dopo aver selezionato la funzione di loop,

regolare l'inizio e / o fine del ciclo, mentre la riproduzione del campione, fino a quando la transizione tra le due posizioni è più
agevole possibile.

Nota: Per ascoltare loop in uno strumento, è necessario immettere una 1 nel parametro di riga "Loop playback" di una delle colonne note
globali o individuali in parametri Tabella . 1 lo accende, 0 o un vuoto lo spegne.

Da 1/4
documento Polyphone: Crea il soundfont da zero

messa a punto del campione

Infine, un messa a punto deve essere fatto. Per fare questo, uno strumento di calibrazione (Sinus) è disponibile nella pagina di modifica del
campioni . Per ogni campione il metodo è il seguente:

avviare la riproduzione (premere il tasto "play"), se possibile, con la funzione di loop selezionato, selezionare la funzione del

seno,

regolare il cursore del volume per sentire i due suoni più chiaramente possibile, modificare la chiave principale

fino a quando i due suoni più strettamente corrispondono,

regolare la correzione (centesimi) per sintonizzare il campione al CHIAVEPRINCIPALE. Per fare questo, prestare attenzione a eventuali battute che si verificano

e assicurarsi che siano il più lentamente possibile.

Il frequenza analisi può essere un buon indicatore per avviare la sintonizzazione.

Andare oltre

Sono disponibili diversi strumenti per modificare i campioni come:

rimozione vuoto all'inizio,


equalizzazione il suono,
recepimento ,
normalizzazione il volume,
regolazione del bilanciamento per i campioni stereo.

creazione dello strumento

Per questo passaggio, si presume che uno o più campioni sono disponibili per la creazione di uno strumento.

Creazione di uno strumento e l'aggiunta di campioni

In primo luogo, fai clic su "Nuovo strumento" nel barra degli strumenti Se l'icona è presente, oppure fare clic destro sulla categoria "Strumenti" nella albero e
selezionare "Nuovo strumento". Un nome deve ora essere inserito.

Quindi aggiungere campioni allo strumento utilizzando " drag & drop ". Nella struttura si noterà che le divisioni appaiono nello strumento.

Nota: quando si creano campioni le divisioni non vengono copiati, ma collegati. Non ci sono vincoli sul numero di divisioni.

Distribuzione delle divisioni

2/4
documento Polyphone: Crea il soundfont da zero

Quando i campioni vengono aggiunte agli strumenti, appaiono come divisioni (colonne) nella tabella dei parametri del
strumenti pagina di modifica. Ogni divisione deve quindi essere posizionato sulla tastiera cambiando il "range chiave" nella tabella. In generale, è
buona norma avere la gamma di divisione comprende la chiave radice del suo campione rappresentato. L'intera superficie della tastiera deve essere
coperta (per esempio, il tasto 36 per codificare 96 per una tastiera sintetizzatore classico).

Lo strumento " distribuzione automatica "Distribuisce automaticamente i campioni sulla tastiera.

Impostazione delle divisioni

Se il campione (s) sono in loop, per sentire il loop in uno strumento, il valore "1" deve essere inserito nel ciclo di riproduzione fila parametro sia
del globale o note singole colonne nella tabella dei parametri. "1" lo accende, "0" o un vuoto lo spegne. Il valore "3" trasforma l'On loop e il
resto del campione viene letto dopo che il tasto viene rilasciato.

La divisione globale, come suggerisce il nome, permette di inserire un parametro per l'intero strumento. Un parametro globale si applica solo
alle divisioni la cui parametro stesso non è specificato. Ciò significa che i parametri delle divisioni standard, hanno la precedenza sulle
impostazioni della divisione globale.

Nel contesto di questo semplice tutorial, altri parametri devono essere modificati per lo strumento di lavoro. Dovrebbe essere già possibile
giocare con il tastiera virtuale .

Tuttavia, per migliorare lo strumento è consigliabile inserire un valore nel "rilascio Vol env (s)" fila, che impedisce il suono da arresto brusco,
non appena viene rilasciato un tasto. Gli altri parametri sono descritti nella descrizione di tavoli .

creazione Preset

Per questo passaggio, si assume che uno o più strumenti sono disponibili per la creazione di un preset.

Che cosa è un preset?

Un preset è l'equivalente di un nome di patch sonora tipica dei sintetizzatori hardware. È visibile dall'esterno un soundfont ed è identificata da
un numero di banco e un numero preimpostato. Un soundfont può avere una o diverse impostazioni. Ogni preset contiene uno o più strumenti,
come strumenti contengono uno o più campioni.

Creazione di un preset e l'aggiunta di strumenti

In primo luogo, fai clic su "Nuovo preset" nel barra degli strumenti Se l'icona è presente, oppure fare clic destro sulla categoria Presets nella
albero e selezionare "Nuovo predefinito". Un nome deve ora essere inserito.

Quindi aggiungere strumenti al preset utilizzando " drag & drop ". Nella struttura si noterà che una o più divisioni appaiono nel preset. Spesso ci
può essere una sola, come nel caso di un preset contenente un singolo intrument.

È possibile creare tanti o più predefiniti come strumenti, e ogni preset può contenere uno o più strumenti.

Impostazione di un preset

La modifica dei parametri preimpostati potrebbe non essere necessaria dal:

3/4
documento Polyphone: Crea il soundfont da zero

quando si crea un predefinito, il numero di banco e il numero di preselezione vengono automaticamente assegnati, quando si aggiunge uno

strumento a una gamma preimpostata chiave viene calcolato automaticamente in base allo strumento.

Per lo scopo di questa esercitazione, la creazione di un SoundFont è finito!

4/4
documento Polyphone: Usando versioni personalizzate in uno strumento

Lo scopo di questo tutorial è quello di creare strumenti espressivi utilizzando campioni in loop le cui uscite sono state registrate. Imparerete
come utilizzare pienamente le capacità di un tale campione, utilizzando l'attacco e sustain del campione, ma anche il suo rilascio.

Lo scopo di questo tutorial è quello di creare strumenti espressivi utilizzando campioni in loop le cui uscite sono state registrate. Imparerete
come utilizzare pienamente le capacità di un tale campione, utilizzando l'attacco e sustain del campione, ma anche il suo rilascio.

rilascio Tradizionale vs rilascio personalizzato

Quando si attiva una nota si sente prima l'inizio del campione (l'attacco) e poi, fino a quando non si rilascia il tasto, il ciclo all'interno del
campione andrà di nuovo e di nuovo (la fase di sostenuta). Quando si rilascia il tasto, il ciclo continuerà ad essere utilizzato e il suono sarà
progressivamente attenuato fino a quando non si sente più. Questo è il modo tradizionale di fare un rilascio con soundfonts: facile impostare ma
ignorando armoniche transitori che potrebbero verificarsi durante il vero rilascio di uno strumento acustico. Questo tipo di rilascio può essere
visto come una semplice estensione della fase di prolungata.

Un rilascio più realistica sarebbe quella di utilizzare il rilascio vero e proprio fornito dal campione registrato. L'attacco e la fase prolungata sarà fatto
nello stesso modo, ma quando il tasto viene rilasciato la fase di sostenuta improvvisamente cadere, lasciando spazio per il rilascio registrato che
inizierà a suonare. Un rilascio personalizzato si utilizza invece estendere il suono della fase sostenuta, aggiungendo dettagli al suono.

La creazione di un tale strumento è fatto suddividendo il problema in due:

prima definire l'attacco e la fase sostenuta, quindi


provocando il rilascio.

L'esempio che verrà adottata qui è il suono di una tromba in un organo, per il suo elevato contenuto armonico e progressione sonora.

preparazione del campione

Due casi possono apparire: si ha un file che costituiscono il campione completo dall'attacco al rilascio, o si dispone di un file aggiuntivo
contenente solo la stampa che è stato già estratto.

campione completo con rilascio

Con un editor di wav è necessario separare l'uscita del suono dal resto del campione. Per questo, il gioco più volte il campione e definire un
punto in cui si pensa non è più il potere è stato indurre il suono. Quest'ultima parte sarà il rilascio. Poi seguire le istruzioni riportate di
seguito.

campione e stampa separato

I campioni per l'esempio: campione 1 , campione 2 .

Se si dispone di 2 campioni, la prima contenente il principio e la fase di prolungata del suono e il secondo contenente il rilascio, avete solo
bisogno di fare in modo che il rilascio inizia con un brevissimo vuoto (un paio di punti) essere vicino 0. Una breve ciclo impercettibile sarà
quindi resa con questa porzione.

Tune e ciclo del primo campione, come illustrato Qui .

1/2
documento Polyphone: Usando versioni personalizzate in uno strumento

Loop il secondo campione su un breve porzione iniziale, ad esempio dal punto 1 al punto 2 o
3. Specifica la stessa chiave radice e la correzione del primo campione.

Primo strumento: attacco e la fase prolungata

Creare un primo strumento ai campioni, compresi l'attacco e la fase prolungata del suono. Configurare la divisione globale in questo
modo:

scegliere l'opzione loop in riproduzione in loop (2a scelta), specificare 0.01s nel rilascio

del volume busta (molto breve release).

Ora avete uno strumento composto da rilasci.

Secondo strumento: il rilascio

Creare un secondo strumento per il rilascio comprendente i campioni di rilascio con una breve ciclo vuoto all'inizio. Configurare in questo
modo:

scegliere l'opzione ciclo + rilascio in riproduzione ciclica (3 ° scelta),


selezionare un numero elevato ad esempio 100 secondi nel rilascio busta volume in modo che il rilascio non viene attenuato,

determinare approssimativamente la durata dell'attacco nel primo campione e utilizzare questo valore nell'attacco del volume busta.

Ora avete uno strumento restando in silenzio finché non si rilascia un tasto, e quindi si può sentire fase di rilascio. Si potrebbe anche notare
che un colpo molto veloce su un tasto attiverà il rilascio in modo attenuato. Questo è appena percettibile qui con l'esempio dopo l'attacco di
una tromba è molto veloce. La durata dell'attacco è stata leggermente aumentata nell'esempio.

Unione di entrambi gli strumenti

Creare un predefinito di utilizzo di questi due strumenti. Il primo strumento è sentito quando un tasto viene attivata ed il secondo strumento si
attiva quando il tasto viene rilasciato. È quindi possibile ascoltare il risultato e cercare di fare una transizione più graduale tra la fase sostenuta
e il rilascio:

attenuando il primo o il secondo strumento, aumentando la durata rilascio


del primo strumento.

Il risultato con i file di esempio è Qui . È possibile ascoltare qui le differenze tra un classico e un rilascio su ordinazione:

Il tuo browser non supporta l'elemento audio. (Rilascio classico) Il tuo browser non
supporta l'elemento audio. (Rilascio personalizzato)

2/2
documento Polyphone: come preparare un campione

Uno strumento costruito in un SoundFont è fatta di campioni, provenienti ad esempio dai record di un vero e proprio strumento. Questo tutorial
descrive come aggiungere e preparare un campione in un soundfont.

Uno strumento costruito in un SoundFont è fatta di campioni, provenienti ad esempio dai record di un vero e proprio strumento. Questo tutorial
descrive come aggiungere e preparare un campione in un soundfont.

Importare

È necessario innanzitutto avere campioni sul computer. Un sacco di campioni gratuiti si possono trovare su internet, siano essi registrati da
strumenti reali (da un flauto, chitarra, violoncello, ...) o creati con diversi tipi di sintesi audio.

Per questo tutorial è fornito questo campione flauto: flute.wav .

Una volta che avete, creare un nuovo soundfont con Polyphone (File? Nuova) e importare il campione (File? Campioni di importazione).

Ciclo continuo

introduzione

Un loop è un'area in un campione che può essere ripetuta per estendere la durata del campione. Diciamo che un campione dura solo 0,5
secondi, con un bel ciclo il suono può essere esteso fino a 10 secondi o più. Questo è utile solo per i campioni di strumenti non percussivi
come flauti, trombe, organi, violini. Al contrario, la batteria non richiedono cicli. Questo potrebbe anche essere il caso di un pianoforte o una
chitarra, a seconda di come questi suoni sono sintetizzati.

Da 1/4
documento Polyphone: come preparare un campione

Così, questa sezione è necessario se e solo se si sente il bisogno di estendere la lunghezza originale di un campione. In caso contrario, passare direttamente alla sezione
successiva "tuning".

Configurazione di un ciclo

Nella struttura, clicca sul campione che si desidera loop e concentrarsi sui parametri di loop.

Se si è fortunati, questi valori sono stati confezionati nel campione .wav e questi campi sono già compilati. In caso contrario, o se è stato
configurato male (questo può accadere ...), fare clic su arbitrariamente a sinistra ea destra sul grafico (area di visualizzazione WAV) per
definire l'inizio e la fine del ciclo. Questo è generalmente fatto sulla fase costante del suono, non all'interno l'attacco o il rilascio. Poi, lo zoom
verso l'inizio del ciclo e cercare di sovrapporre il verde (o rosso) e curve blu.

Ascoltando il risultato

Quando il ciclo è configurato, premere "play" sul lettore con il ciclo permesso di controllare il risultato.

Se non si sente il passaggio una volta che la fine del ciclo viene letto, questo significa che il ciclo è buono. In caso contrario, tenere il lettore e
spostare leggermente la fine e / o l'inizio del ciclo fino a trovare punti con una transizione il più agevole possibile. Provate i prossimi record per
vedere la differenza tra un cattivo e un buon ciclo:

2/4
documento Polyphone: come preparare un campione

Il tuo browser non supporta l'elemento audio. Il tuo browser non supporta l'elemento audio.

Nota: uno strumento esiste per "barare", se non riesci a trovare un loop facilmente: il auto-ciclo strumento. Si creerà automaticamente un loop tagliando
campione e sovrapponendo due sezioni, in modo che l'estremità della sezione corrispondere esattamente suo inizio. Vedere la documentazione relativa per
ulteriori informazioni.

Messa a punto

Tutti i campioni devono essere sintonizzati, se non si vuole uno strumento out-of-tune. Indicando nel SoundFont l'altezza esatta di tutti i
campioni importati, il soundfont sarà in grado di adattarle alle chiavi. Alcuni campioni possono già avere queste informazioni, nel qual caso
non si dovrebbe avere per modificare i valori in "Root Key" e "correzione (centesimi)". Ma per precauzione è sempre bene controllare.

Attivare il ciclo se il campione ha uno e premere "play" sul lettore. Quindi aggiungere il seno di calibrazione e regolare il volume in modo che si
può ascoltare sia i suoni più chiaramente possibile.

Avviare la messa a punto modificando la chiave principale fino a quando i due suoni corrispondono più strettamente. Continuare regolando la correzione. Per questo
passaggio, prestare attenzione a eventuali battute che si verificano e assicurarsi che siano il più lentamente possibile. Ecco esempi contenenti il ​suono di un flauto e
un seno calibrazione:

Il tuo browser non supporta l'elemento audio. (La chiave principale non corrisponde) Il tuo browser non supporta l'elemento
audio. (La correzione non è corretto e si può sentire battute)

Il tuo browser non supporta l'elemento audio. (Entrambi i valori sono buoni)

Nota: il frequenza analisi può essere un buon indicatore per avviare la sintonizzazione. Ma tenere a mente che nessun algoritmo è perfetto per questo compito e
solo le orecchie troverà la sintonia giusta.

3/4
documento Polyphone: come preparare un campione

Andare oltre

Diversi strumenti sono disponibili nel menu "Strumenti". È possibile modificare i campioni da:

rimozione vuoto alla partenza in modo che la latenza è ridotta una volta che si attiva una chiave,

equalizzazione il suono,
recepimento ,
normalizzazione il volume,
regolazione del bilanciamento per i campioni stereo.

Nota sui campioni stereo

campioni stereo sono realizzati in due mono collegamento samples.The è memorizzato nelle informazioni di un campione.

Gestire due campioni mono possono aggiungere difficoltà al loro ciclo perché un ciclo può suonare bene per una parte e non per l'altra. In tal
caso, non esitate a imbrogliare configurando due cicli differenti sul lato destro e sinistro. La qualità del suono non sarà compromessa.

4/4