Sei sulla pagina 1di 61

INDICE

Unità 1
La comunicazione .......................................................................................................... 2


1 Che cos’è la comunicazione .................................................................................................................... 4


2 Gli elementi della comunicazione ...................................................................................................... 5


3 Comunicare con i segni
Segni naturali e segni artificiali
...............................................................................................................................
...................................................................................................................
8
9
Icone e simboli, p. 10

4 Dal segno al linguaggio
I linguaggi non verbali
..............................................................................................................................
......................................................................................................................................
11
12
I linguaggi misti ..................................................................................................................................................... 13
Il linguaggio verbale ........................................................................................................................................... 14


5 La lingua ....................................................................................................................................................................
I segni della lingua: le parole ........................................................................................................................
16
17
Le funzioni della lingua ..................................................................................................................................... 18

MAPPE DEI CONTENUTI ...................................................................................................................... 20

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 21

■ SOSTA DI VERIFICA .................................................................................................................................... 34

ESERCIZI per il RECUPERO ............................................................................................................... 36

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO ............................................................................................. 38

Grammatica in Pista .............................................................................................................................. 40

Unità 2
Il lessico ........................................................................................................................................................ 42


1 LE PAROLE E IL LORO SIGNIFICATO ...................................................................... 44


1 Denotazione e connotazione ................................................................................................................. 44


2 Una parola, più significati: la polisemìa ......................................................................................... 45


3 Trasferimenti di significato: le figure retoriche
La similitudine e la metafora
......................................................................
........................................................................................................................
46
46
Altre figure retoriche ......................................................................................................................................... 47


4 Rapporti di significato tra le parole
Rapporti di somiglianza: i sinonimi
.................................................................................................
...........................................................................................................
48
48
Rapporti di opposizione: gli antònimi (o contrari) ......................................................................... 50

INDICE III
Rapporti di inclusione: iperònimi e ipònimi ........................................................................................ 51
Parentele di significato: famiglie di parole e campi semantici .............................................. 53


5 Parole uguali ma diverse: l’omonimìa ............................................................................................ 54
MAPPA DEI CONTENUTI ...................................................................................................................... 57

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 58
SCHEDA LESSICALE Descrivere l’uomo con metafore animali, p. 61


2 LE PAROLE NEL DIZIONARIO ........................................................................................... 73


1 Come si consulta il dizionario ................................................................................................................ 73


2 Quali informazioni fornisce il dizionario
L’origine delle parole: l’etimologia
.......................................................................................
...........................................................................................................
76
79


3 I dizionari specialistici ................................................................................................................................... 80
MAPPA DEI CONTENUTI ...................................................................................................................... 81

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 82

■ SOSTA DI VERIFICA .................................................................................................................................... 86

ESERCIZI per il RECUPERO ............................................................................................................... 88

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO ............................................................................................. 92

Grammatica in Pista .............................................................................................................................. 94

Unità 3
Origine e varietà della lingua italiana ........... 96


1 L’ITALIANO NEL TEMPO ........................................................................................................... 98


1 Le lingue neolatine .......................................................................................................................................... 98


2 Dal latino ai volgari italiani ....................................................................................................................... 99


3 Non solo latino: i prestiti linguistici
Prestito o adattamento?
..................................................................................................
.................................................................................................................................
100
102


4 Il lungo cammino verso l’italiano attuale ..................................................................................... 103


5 Le prospettive: una lingua “aperta” ................................................................................................ 106

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 108


2 L’ITALIANO NELLO SPAZIO .................................................................................................. 113


1 I dialetti italiani ...................................................................................................................................................
Dialetti dell’Italia settentrionale, p. 114 – Dialetti toscani, p. 114 –
113

Dialetti dell’Italia centrale, p. 115 – Dialetti dell’Italia meridionale, p. 115


I dialetti oggi ........................................................................................................................................................... 117


2 Gli italiani regionali ......................................................................................................................................... 118

IV INDICE

3 In Italia si parla... straniero ....................................................................................................................... 119

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 120


SCHEDA LESSICALE Le cucine regionali, p. 124


3 L’ITALIANO NELLA SITUAZIONE .................................................................................. 125


1 Una lingua per ogni situazione: i registri linguistici ........................................................... 125


2 Una lingua per ogni argomento: i linguaggi settoriali
Principali caratteristiche dei linguaggi settoriali
....................................................
.............................................................................
127
128
Uso improprio dei linguaggi settoriali, p. 129

3 Una lingua per ogni gruppo: i gerghi ............................................................................................. 131
MAPPA DEI CONTENUTI ...................................................................................................................... 133

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 134

■ SOSTA DI VERIFICA .................................................................................................................................... 140

ESERCIZI per il RECUPERO ............................................................................................................... 144

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO ............................................................................................. 146

Grammatica in Pista .............................................................................................................................. 148

Unità 4
Le abilità linguistiche ........................................................................................ 150


1 LE ABILITÀ DI BASE .......................................................................................................................... 152


2 ASCOLTARE ................................................................................................................................................... 153


1 Strategie di ascolto ......................................................................................................................................... 153


2 Ascoltare per ricordare
Gli appunti di studio: alcuni accorgimenti
................................................................................................................................
..........................................................................................
155
155
Come prendere gli appunti ........................................................................................................................... 156
Come rivedere gli appunti ............................................................................................................................. 157

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 158


3 PARLARE ............................................................................................................................................................ 162


1 Parlare in modo informale ........................................................................................................................ 162


2 Parlare in modo formale ............................................................................................................................. 163


3 Parlare a scuola: l’interrogazione ....................................................................................................... 164


4 Parlare a scuola: la relazione .................................................................................................................. 165

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 167

INDICE V

4 LEGGERE ........................................................................................................................................................... 171


1 Tecniche di lettura
Alcuni accorgimenti
............................................................................................................................................
............................................................................................................................................
172
173
La lettura ad alta voce ...................................................................................................................................... 174
La lettura silenziosa ............................................................................................................................................. 175


2 Strategie di lettura
La lettura approfondita
..........................................................................................................................................
....................................................................................................................................
176
176
Le sequenze, p. 176
La lettura orientativa .......................................................................................................................................... 177
La lettura selettiva ............................................................................................................................................... 179


3 Leggere per imparare
Lettura
..................................................................................................................................
..........................................................................................................................................................................
180
180
Sottolineatura ......................................................................................................................................................... 180
Schemi e mappe concettuali ........................................................................................................................ 181
Stesura di un testo sintetico ......................................................................................................................... 182
Memorizzazione .................................................................................................................................................... 182

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 183


5 SCRIVERE .......................................................................................................................................................... 195


1 Strategie di scrittura
Progettazione
......................................................................................................................................
.........................................................................................................................................................
195
195
Organizzazione dei contenuti ...................................................................................................................... 197
Stesura del testo ................................................................................................................................................... 198
Perfezionamento del testo ............................................................................................................................ 198


2 Scrivere a scuola: il tema
La mappa di idee
............................................................................................................................
..................................................................................................................................................
199
199
Il metodo delle domande-guida ................................................................................................................ 201


3 Scrivere a scuola: la parafrasi ................................................................................................................. 203


4 Scrivere a scuola: il riassunto .................................................................................................................. 204
MAPPA DEI CONTENUTI ...................................................................................................................... 208

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 209

■ SOSTA DI VERIFICA .................................................................................................................................... 216

ESERCIZI per il RECUPERO ............................................................................................................... 220

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO ............................................................................................. 222

Grammatica in Pista .............................................................................................................................. 224

VI INDICE
Unità 5
Il testo .................................................................................................................................................................. 226


1 Che cos’è un testo ........................................................................................................................................... 228


2 La coerenza ............................................................................................................................................................ 229


3 La coesione: i coesivi testuali ................................................................................................................. 230


4 La coesione: i connettivi testuali ......................................................................................................... 232


5 I tipi di testo
I testi pragmatici
..........................................................................................................................................................
...................................................................................................................................................
233
233
I testi letterari .......................................................................................................................................................... 236


6 La struttura del testo scritto ................................................................................................................... 238
MAPPA DEI CONTENUTI ...................................................................................................................... 239

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 240

■ SOSTA DI VERIFICA .................................................................................................................................... 248

ESERCIZI per il RECUPERO ............................................................................................................... 252

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO ............................................................................................. 254

Grammatica in Pista .............................................................................................................................. 256

Unità 6
Le tipologie testuali ................................................................................................... 258


1 IL TESTO NARRATIVO ................................................................................................................... 260


1 Che cos’è il testo narrativo
Gli elementi costitutivi
......................................................................................................................
......................................................................................................................................
260
260
Le sequenze ............................................................................................................................................................. 263


2 Che cos’è il testo narrativo letterario
I tipi di testo narrativo letterario
.............................................................................................
...............................................................................................................
265
266
Come si analizza un testo narrativo letterario ................................................................................. 267


3 Un testo informativo-narrativo: la cronaca
Le tecniche compositive, p. 269 – Le scelte stilistiche, p. 269
................................................................................ 269

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 271


2 IL TESTO DESCRITTIVO ............................................................................................................... 283


1 Che cos’è il testo descrittivo
Le scelte stilistiche
..................................................................................................................
...............................................................................................................................................
283
283
Le tecniche descrittive ...................................................................................................................................... 284
Descrizione di un paesaggio o di un ambiente, p. 284 – Descrizione di una
persona o di un animale, p. 285 – Descrizione di un oggetto, p. 286

INDICE VII

2 Descrizione oggettiva e soggettiva
Descrizione oggettiva, p. 287 – Descrizione soggettiva, p. 288
................................................................................................. 287

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 289


3 IL TESTO ESPRESSIVO .................................................................................................................. 294


1 Che cos’è il testo espressivo .................................................................................................................. 294


2 Il diario
Le tecniche compositive
.......................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................
294
294
Le scelte stilistiche ............................................................................................................................................... 295


3 La lettera personale
La struttura
.......................................................................................................................................
...............................................................................................................................................................
296
296
Le scelte stilistiche ............................................................................................................................................... 296

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 298


4 IL TESTO INFORMATIVO-ESPOSITIVO ................................................................ 301


1 Che cos’è il testo informativo-espositivo .................................................................................... 301


2 Il verbale
La struttura
...................................................................................................................................................................
...............................................................................................................................................................
301
301
Le scelte stilistiche ............................................................................................................................................... 302


3 La relazione
Ideazione e stesura
............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................
303
303
Le scelte stilistiche ............................................................................................................................................... 304


4 La lettera formale
La struttura
.............................................................................................................................................
...............................................................................................................................................................
305
305
Le scelte stilistiche ............................................................................................................................................... 306


5 La domanda di assunzione ....................................................................................................................... 307

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 309


5 IL TESTO REGOLATIVO ............................................................................................................... 315


1 Che cos’è il testo regolativo
Le scelte stilistiche
...................................................................................................................
...............................................................................................................................................
315
315

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 318


6 IL TESTO ARGOMENTATIVO ............................................................................................... 320


1 Che cos’è il testo argomentativo
La struttura
.......................................................................................................
...............................................................................................................................................................
320
320
Le tecniche compositive .................................................................................................................................. 321
Le scelte stilistiche ............................................................................................................................................... 321


2 Ragionamento induttivo e deduttivo ............................................................................................. 322

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 324

VIII INDICE

7 IL TESTO ELETTRONICO ........................................................................................................... 328


1 Che cos’è il testo elettronico ................................................................................................................. 328


2 Scrivere lettere in tempo reale: e-mail e SMS
L’e-mail
...........................................................................
.........................................................................................................................................................................
328
329
Le scelte stilistiche, p. 329 – Le modalità d’uso, p. 329
Gli SMS ........................................................................................................................................................................... 330
Le tecniche espressive e stilistiche, p. 331 – Gli smiley, p. 331

3 L’ipertesto
Parole utili
................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................................................
332
332
La struttura ............................................................................................................................................................... 332
Come “funziona” un ipertesto .................................................................................................................... 333
Nel “mare” di Internet ..................................................................................................................................... 334

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 335


8 IL TESTO POETICO ............................................................................................................................. 337


1 Che cos’è il testo poetico
Aspetti fonici: la rima
..........................................................................................................................
.........................................................................................................................................
337
337
Aspetti strutturali: il verso .............................................................................................................................. 339
Aspetti strutturali: la strofa ........................................................................................................................... 340
Aspetti linguistici: le figure retoriche ..................................................................................................... 341
Figure del significato, p. 341 – Figure del significante, p. 342 –
Figure dell’ordine, p. 342

2 Come si analizza un testo poetico ..................................................................................................... 343
MAPPA DEI CONTENUTI ...................................................................................................................... 345

■ ESERCIZI ................................................................................................................................................................ 346

■ SOSTA DI VERIFICA .................................................................................................................................... 350

Grammatica in Pista - REGOLAMENTO DEL GIOCO .................................................................... 354

INDICE ANALITICO ................................................................................................................................................. 356

INDICE IX
IL LESSICO

AT ICA ITALIAN
A MM A FUNZIONI è l’insieme delle parole di una lingua, organizzate in un
GR
sistema ben strutturato: ogni parola è in relazione con altre per forma
e significato.
TITÀ FORMA è un sistema flessibile: alcune parole cadono in disuso, altre
CARTA D’IDEN
DI si modificano, altre ancora nascono e si diffondono.
LESSICO ORIGINE il lessico della lingua italiana ha come base il latino, da cui
deriva, ma si è costruito lentamente attraverso i secoli, dal Medioevo
a oggi.
SEGNI PARTICOLARI il lessico di una lingua è raccolto e organizzato
in ordine alfabetico nel dizionario.

CHE COSA SAI


쑺 Conoscere il significato di un adeguato numero di vocaboli.
쑺 Riconoscere e usare vocaboli di significato uguale, simile e contrario.
쑺 Riconoscere alcune semplici espressioni del linguaggio figurato.

CONTROLLA
1 Cancella le parole che non corrispondono alle definizioni elencate, scegliendo tra quel-
le proposte in corsivo.
1. Malattia che si propaga rapidamente. (morbo /epidemia / mortalità) 2. Parte ante-
riore di una nave. (poppa / prua / ponte) 3. Linea immaginaria lungo la quale si muove
un pianeta. (equatore / asse / orbita) 4. L’insieme degli animali che vivono in un certo
territorio. (bestie / fauna / flora) 5. La parte posteriore del collo. (omero / gola / nuca)
6. Lo strumento che misura la velocità di un automezzo. (tachimetro / lunotto / anemo-
metro) 7. Ordine cui appartengono grossi mammiferi acquatici, come i delfini e le bale-
ne. (rettili / anfibi / cetacei) 8. Fiume che porta le proprie acque in un lago. (affluente /
immissario / foce)

42 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


2 Unisci ciascun vocabolo della colonna A al corrispondente sinonimo indicato nella co-
lonna B e al termine contrario della colonna C. L’esercizio è avviato.
A B (SINONIMI) C (CONTRARI)
prudente sereno raffinato
valente abile risoluto
retto cauto vile
calmo macilento florido
grezzo giusto clemente
inesorabile titubante inquieto
valoroso rozzo avventato
magro prode inetto
incerto implacabile ingiusto

3 Spiega il significato delle seguenti espressioni figurate.


1. Fare fiasco. ........................................................................................................

2. Trovare pane per i propri denti. ........................................................................................................

3. Cadere dalla padella nella brace. ........................................................................................................

4. Fare orecchie da mercante. ........................................................................................................

5. Darsi la zappa sui piedi. ........................................................................................................

6. Cadere dalle nuvole. ........................................................................................................

4 Completa il brano con le parole adatte, scegliendo tra quelle elencate.


laboratorio – abitazioni – film – disinfestazione – allarme – contagio – imputati – infezione
IMINI. Stavolta non è il solito ………………………… kolossal americano sulle invasioni de-
R gli insetti, ma la sensazione è un po’ la stessa. In Emilia Romagna è stato lanciato
l’………………………… per un’epidemia dal nome stranissimo: Chikungunya. L’…………………………
è provocata dalla puntura di un insetto. Una task force contro la trasmissione del virus Chi-
kungunya è già attiva e tutte le ………………………… del Riminese situate nei pressi di un tom-
bino verranno sottoposte a trattamenti di …………………………………… con l’obiettivo di tenere
lontana la zanzara tigre, sul banco degli ………………………… per i casi di febbre ed eruzioni cu-
tanee registrati negli ultimi giorni nell’area romagnola. Nella regione, dopo i primi episo-
di rilevati nel Ravennate, sono stati 197 i casi di sospetto ………………………… da
Chikungunya di cui 36 già confermati da esami di ………………………… e due risultati nega-
tivi. Sulla vicenda è al lavoro l’Istituto zooprofilattico di Reggio Emilia.
(A. Craighero, in “Il Corriere della Sera”, 6 settembre 2007)

CHE COSA IMPARERAI


쑺 Conoscere e usare in modo appropriato il significato letterale e figurato delle parole.
쑺 Distinguere le principali figure retoriche.
쑺 Comprendere i rapporti di forma e significato che esistono tra le parole e farne un uso
adeguato per l’arricchimento dell’espressione scritta e orale.
쑺 Utilizzare correttamente ed efficacemente il dizionario.

2. Il lessico 43
1 LE PAROLE E IL LORO SIGNIFICATO
Il linguaggio verbale si fonda sulla parola, cioè su un segno linguistico, corrisponden-
te a uno o più suoni, che esprime un proprio significato. Essa costituisce l’elemento ba-
se del codice lingua (vedi p. 16), nel cui ambito ogni parola entra in relazione con altre,
costituendo una rete di significati che si integrano e si completano vicendevolmente.
Talvolta una parola può avere più significati: in questo caso possiamo capire quale le
si debba attribuire grazie al contesto, ossia all’insieme dei vocaboli accanto ai quali la
parola è posta.

DEFINIZIONE Ilcocomplesso delle parole di un sistema linguistico prende il nome di lessico (dal gre-
lexikón, a sua volta derivato da léxis, “discorso”).

1 Denotazione e connotazione
f Il Sahara è il deserto più vasto del pianeta.
f Nel mese di agosto questa città è un deserto!
f Il cuore è il centro motore dell’apparato circolatorio.
f Quell’uomo non ha un briciolo di cuore!
Nelle frasi di esempio due parole vengono ripetute: deserto e cuore. Grazie a questa ripe-
tizione possiamo renderci conto che esse hanno un significato diverso da frase a frase.
Ma in che cosa consiste tale diversità? In due casi i termini sono usati in senso lettera-
le, ossia designano in modo preciso un oggetto (Il Sahara è il deserto più vasto del pianeta;
Il cuore è il centro motore dell’apparato circolatorio); negli altri due casi le stesse parole sono
usate in senso figurato, cioè assumono un significato diverso che esprime non più la re-
altà fisica, ma una visione soggettiva, legata a emozioni e a stati d’animo particolari,
o dettata dal desiderio di arricchire il linguaggio mediante accostamenti inconsueti (Nel
mese di agosto questa città è un deserto; Quell’uomo non ha un briciolo di cuore).
Quando una parola viene utilizzata in senso letterale, il suo significato è denotativo;
quando è usata in senso figurato ha un significato connotativo.

DEFINIZIONE Ile significato letterale di una parola è detto denotativo, mentre quello che lo amplia
arricchisce mediante un uso figurato è detto connotativo.

BANCO DI PROVA
Indica se le parole sottolineate hanno significato denotativo (D) o connotativo (C).
1. a. Dovrò essere operato perché ho un’arteria ■ parzialmente ostruita.
b. La più importante arteria ■ stradale del paese è l’Autostrada del Sole.
2. a. Negli affari Giovanni ha sempre avuto un ottimo fiuto ■.
b. Il cocker è un cane apprezzato dai cacciatori per il suo fiuto ■.
3. a. Adamo ed Eva furono cacciati dal Paradiso terrestre ■ per aver disobbedito a Dio.
b. Le isole della Polinesia sono un vero e proprio paradiso terrestre ■.

44 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


4. a. Il noto uomo politico ha accusato la stampa di spargere veleno ■ sul suo conto.
b. Il curaro è un veleno ■ potentissimo.
5. a. La primavera ■ comincia il 21 marzo.
b. La giovinezza è la primavera ■ della vita.

RISPOSTE ESATTE / 10 ESERCIZI ❯ p. 58

2 Una parola, più significati: la polisemìa


f La mia nuova auto ha una ripresa eccezionale.
f Spero che nella ripresa la mia squadra rimonti.
f Questa ripresa delle cascate del Niagara è spettacolare.
f Secondo il giornale, in autunno ci sarà una ripresa dell’economia.
La parola ripresa compare in tutti gli esempi riportati, tuttavia essa assume ogni volta un
significato diverso. In un caso è sinonimo di “accelerazione” (ripresa eccezionale), in un al-
tro equivale a “secondo tempo” (Spero che nella ripresa la mia squadra rimonti), in un altro
ancora corrisponde a “filmato” (ripresa delle cascate del Niagara), infine significa “miglio-
ramento” (una ripresa dell’economia). Ciò dimostra che una parola può avere più di un si-
gnificato, a seconda del contesto in cui la si usa. Questo fenomeno prende il nome di
polisemìa (dal greco polýsemos, “dai molti significati”).
Le parole polisèmiche mantengono, in ogni caso, un comune significato di fondo. Ne-
gli esempi che ti abbiamo proposto, la parola ripresa suggerisce l’idea di qualcosa che si
mette in moto o che comincia nuovamente.

DEFINIZIONE Iltafenomeno della polisemìa si verifica quando una stessa parola può essere utilizza-
con significati diversi, che hanno però elementi comuni.

BANCO DI PROVA
Completa ciascuna coppia di frasi con una stessa parola.

1. a. Quando mi ha visto, il professore mi ha battuto una mano sulla ……………………… .


b. Virgili recita molto bene, peccato che debba sempre fare la ……………………… ad atto-
ri più famosi.
2. a. Domenica ho assistito alla ……………………… religiosa nella cattedrale della città.
b. La scuola svolge un’importante ……………………… sociale, oltre che culturale.
3. a. L’ascensore occupa tutta la ……………………… delle scale.
b. Ho iniziato da pochi mesi a suonare la ……………………… .
4. a. Ho investito una ……………………… dei miei risparmi in titoli azionari.
b. Il giovane attore ha sostenuto la ……………………… di un figlio in contrasto con la famiglia.

RISPOSTE ESATTE /4 ESERCIZI ❯ p. 59

2. Il lessico 45
3 Trasferimenti di significato:
le figure retoriche
f Andrea corre veloce come il vento.
f Quando corre, Andrea è una freccia.
f Andrea corre alla velocità della luce.
f Andrea non è certo lento!

Le locuzioni evidenziate nelle frasi non esprimono un significato letterale (denotativo),


ma un significato figurato (connotativo), che arricchisce e amplifica il significato let-
terale mediante una serie di “figure”, costituite da immagini e concetti suggestivi di
maggiore efficacia espressiva, che prendono il nome di figure retoriche.

DEFINIZIONE utilizzata
La figura retorica è un procedimento linguistico in cui una parola o un’espressione è
in senso figurato, cioè in modo tale che il suo significato letterale ne risulti
arricchito e amplificato.

Le figure retoriche possono agire sull’accostamento, sulla vicinanza, sull’opposizione,


sull’accentuazione e sull’attenuazione dei significati. Tra le più comuni ricordiamo le se-
guenti: similitudine, metafora, antonomasia, metonìmia, sinèddoche, ossìmoro,
ironia, ipèrbole, eufemismo, litote.

La similitudine e la metafora
f Quel ragazzo è astuto come una volpe.
f Quel ragazzo è una volpe.

Entrambe le immagini evidenziate definiscono un concetto rimandando a un altro, tut-


tavia il meccanismo su cui esse agiscono è leggermente diverso.
Nel primo caso siamo di fronte a un procedimento che prende il nome di similitudine,
poiché viene rimarcato un aspetto che rende simili le due entità confrontate (ragazzo /
volpe).
Nel secondo caso, invece, la parola “come” viene omessa, perciò il passaggio tra i due
termini della similitudine risulta più diretto ed efficace: Quel ragazzo è (astuto come) una
volpe.
Questo tipo di espressione è detto metafora (dal greco metaphérein, “trasportare”), poi-
ché il significato viene “trasportato”, “trasferito” da una parola a un’altra.

DEFINIZIONE mini
La similitudine e la metafora sono figure retoriche basate sull’accostamento di due ter-
che presentano aspetti simili; nella similitudine l’accostamento avviene median-
te parole che fungono da raccordo (come, quale, così... come, tanto... quanto), nella
metafora invece avviene direttamente.

La metafora è anche definita “paragone abbreviato”, appunto perché è caratterizzata


dall’assenza di avverbi o locuzioni avverbiali di paragone.

46 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


BANCO DI PROVA
Indica se le espressioni sottolineate costituiscono delle similitudini (S) o delle meta-
fore (M).
1. Povera Cinzia, con quelle gambe da giraffa ■! 2. Achille si slanciò come un leone fu-
rioso ■ contro Ettore, che non ebbe il coraggio di affrontarlo e fuggì. 3. Il mare, quel gior-
no, era liscio come l’olio ■, e nemmeno un soffio di vento ne increspava la superficie.
4. Quell’atleta è velocissimo, un vero e proprio fulmine ■! 5. In poche settimane mio fi-
glio ha imparato a nuotare come un pesce ■. 6. Stai zitto, o finirai per farmi perdere le
staffe ■! 7. La luna, quella notte, era un disco d’argento ■.

RISPOSTE ESATTE /7 ESERCIZI ❯ p. 60

Altre figure retoriche


Numerose sono le figure retoriche che si fondano su trasferimenti di significato.
Nella tabella indichiamo le principali.
VICINANZA DI SIGNIFICATI
antonomasia uso del nome proprio in luogo essere un ercole (essere molto forti)
di quello comune o viceversa il Vate (lo scrittore Gabriele D’Annunzio)
metonìmia sostituzione di un nome concreto La gioventù (i giovani) è ottimista.
con uno astratto o viceversa, della materia Ho con me i ferri (gli attrezzi) del mestiere.
con l’oggetto, dell’autore con l’opera, Leggo volentieri Verga (le opere di Verga).
dell’effetto con la causa o viceversa, Me lo sono guadagnato con il sudore
del produttore o del luogo di produzione (con la fatica) della fronte.
con il prodotto, del contenuto Quanto mi piacerebbe avere una Ferrari
con il contenitore (l’automobile).
Amo il chianti (vino prodotto in quella zona).
Bevi un bicchiere (il contenuto) di aranciata.
sinèddoche sostituzione: Nella valle si vedevano i tetti (le case)
della parte con il tutto o viceversa, del mio paese.
del genere con la specie o viceversa, Il cetaceo (la balena) sollevava una
del singolare con il plurale o viceversa colonna d’acqua.
La donna (le donne) è più sensibile dell’uomo.
OPPOSIZIONE DI SIGNIFICATI
ossìmoro accostamento di due vocaboli dolce morte, grido silenzioso,
di significato opposto calma inquietudine
ironia affermazione di un concetto di cui si vuole È proprio un tipo fortunato: ogni volta
fare intendere il contrario che esce senza ombrello, diluvia!
ACCENTUAZIONE DI SIGNIFICATI
ipèrbole esagerazione di un’immagine Ho mangiato una montagna di patate fritte!
o di un concetto Si è cacciato in un mare di guai!
ATTENUAZIONE DI SIGNIFICATI
eufemismo riduzione di un giudizio o della portata L’hai combinata bella!
di un fatto (anziché: Hai combinato un guaio!)
litote affermazione di un concetto mediante Oggi non fa certo caldo.
la negazione del suo contrario (anziché: Oggi fa freddo.)

2. Il lessico 47
BANCO DI PROVA
Unisci ciascuna frase della colonna di sinistra al nome della figura retorica in essa
contenuta, indicata nella colonna di destra. L’esercizio è avviato.
1. Non fare il gradasso! a. antonomasia
2. Per forza che stai male: ti sei mangiato una montagna
di pasticcini! b. ossìmoro
3. Davvero educato quel tipo che entra senza bussare! c. metonìmia
4. Mi sembra impossibile che tu non abbia mai letto Dante! d. sinèddoche
5. Non è certo la volontà che fa difetto a Giorgio. e. eufemismo
6. Il cinese è per sua natura laborioso e ricco di ingegno. f. ipèrbole
7. Quel poveretto ha finito di tribolare... g. litote
8. Alla mia domanda rispose con un eloquente silenzio. h. ironia

RISPOSTE ESATTE /7 ESERCIZI ❯ p. 62

4 Rapporti di significato tra le parole


Le parole di una lingua non devono essere considerate un insieme di etichette applica-
te alle cose senza alcun legame tra di loro. Al contrario, esse sono organizzate in un si-
stema di relazioni che consente al parlante di disporre delle parole adeguate alle diverse
intenzioni e situazioni comunicative.
Da questo sistema dipendono diversi tipi di rapporti di significato: la sinonimìa, l’an-
tonimìa, l’inclusione (iperonimìa e iponimìa), le famiglie di parole e i campi se-
mantici.

Rapporti di somiglianza: i sinonimi


f A che ora cominciano le lezioni?
f Le lezioni iniziano alle 8 in punto.
f In questa zona si coltiva soprattutto frumento.
f Infatti questi campi sono seminati a grano.
f Questo prestigiatore è impareggiabile.
f Sì, è davvero inimitabile.

Le parole evidenziate in ciascuna coppia di frasi hanno lo stesso significato (cominciano =


iniziano; frumento = grano; impareggiabile = inimitabile). I vocaboli di questo tipo, piuttosto
numerosi nella nostra lingua, sono dei sinonimi (dal greco sýn, “insieme” e ónyma,
“nome”, ovvero “nomi che stanno insieme”).

DEFINIZIONE Due parole che hanno lo stesso significato si dicono sinonimi.


In realtà i sinonimi “perfetti”, cioè del tutto equivalenti e intercambiabili, sono rari; in
genere svolgono questa funzione parole che presentano determinate caratteristiche.

48 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


■ Parole che hanno valore di sinonimi solo in determinati contesti.
Osserva le frasi:
f Mi piace giocare a calcio.
f Mi piace giocare a pallone.
In questi casi le parole calcio e pallone sono sinonimi del tutto identici.

Osserva ora altre due frasi:


f Franco mi ha tirato un calcio.
f Franco mi ha tirato un pallone.
Evidentemente i sostantivi calcio e pallone qui non sono intercambiabili, perché un
conto è ricevere un calcio, un altro ricevere un pallone. Dunque queste due parole pos-
sono essere usate come sinonimi soltanto in alcuni casi, non sempre.

■ Parole di uguale significato, ma adatte a differenti situazioni comunicative e


registri linguistici.
Osserva le frasi:
f Babbo, mi accompagni al cinema questa sera?
f Dopo i compiti, papà mi ha promesso di portarmi al parco.
f Mio padre svolge la professione di avvocato.

Come avrai osservato, i nomi babbo, papà e padre, pur identificando la stessa persona,
non sono del tutto uguali: babbo e papà sono termini più familiari e confidenziali, nei
quali è presente una carica affettiva, mentre padre è un termine neutro.
Alcuni vocaboli, infatti, hanno lo stesso significato, ma si utilizzano in occasioni e si-
tuazioni comunicative diverse.

Esamina le seguenti coppie di vocaboli:


f rana / batrace f sospettare / subodorare
f lamentela / querimonia f interno / endogeno
f miseria / indigenza f mal di testa / cefalea

Come avrai notato, alcuni termini sono adatti al linguaggio colloquiale, altri a quel-
lo formale, altri ancora a quello letterario, oppure scientifico e tecnico, e non pos-
sono essere usati indifferentemente.
Dal registro linguistico (vedi p. 125) che si intende utilizzare, quindi, dipende la
scelta di termini che, pur essendo uguali in quanto a significato, sono adatti ad alcune
situazioni comunicative e non ad altre.

■ Parole di significato simile, ma di gradazione diversa.


Alcune parole indicano un concetto di uguale natura, ma lo rappresentano con in-
tensità e gradazioni diverse. Ad esempio, un conto è avere un languorino, un altro è ave-
re appetito, un altro ancora avere fame. Spesso parole di questo tipo indicano stati
d’animo, sentimenti, sensazioni fisiche che possono avere intensità crescente o de-
crescente:
f malinconico ➽ triste ➽ infelice ➽ desolato intensità crescente
f allegria ➽ gioia ➽ felicità ➽ gaudio
f panico ➽ terrore ➽ paura ➽ timore ➽ apprensione intensità
f sfinimento ➽ spossatezza ➽ stanchezza ➽ affaticamento ➽ fiacchezza decrescente

2. Il lessico 49
N
B E
EN
OTA I sinonimi sono particolarmente utili in quanto consentono di evitare ripetizioni fa-
stidiose, quindi è consigliabile consultare, all’occorrenza, un dizionario specialistico de-
dicato a questo tipo di parole. Non dimenticare, però, che:
■ non tutti i vocaboli possiedono un sinonimo;
■ prima di scegliere un sinonimo, devi accertarti che questo sia adatto al contesto nel
quale lo utilizzi;
■ la lingua possiede dei “sinonimi universali” che sono i pronomi, il cui uso può aiu-
tarti a evitare molte ripetizioni.

BANCO DI PROVA
Scrivi un sinonimo per ciascuna delle parole elencate.
1. beffa …………………………… 7. nube ……………………………

2. bizzarro …………………………… 8. patire ……………………………

3. cima …………………………… 9. perenne ……………………………

4. famoso …………………………… 10. perire ……………………………

5. grattacapo …………………………… 11. rupe ……………………………

6. mucca …………………………… 12. sfarzo ……………………………

RISPOSTE ESATTE / 12 ESERCIZI ❯ p. 63

Rapporti di opposizione: gli antònimi (o contrari)


f Le lezioni iniziano alle 8 in punto e finiscono alle 12 e 30.
f In Francia, prima della Rivoluzione, alla ricchezza di pochi faceva riscontro la povertà
della maggior parte della popolazione.
f Non ho mai visto due fratelli tanto diversi: Rita così altruista, Mario così egoista!
f Ho un sonno terribile, perché sono andato a dormire tardi e mi sono alzato presto.

In ogni frase sono evidenziate due parole: sono verbi (iniziano / finiscono), nomi (ricchezza /
povertà), aggettivi (altruista / egoista), avverbi (tardi / presto); ogni coppia è formata da voca-
boli di significato opposto, che perciò si dicono antònimi (dal greco antí, “contro” e óny-
ma, “nome”) o contrari.

DEFINIZIONE Gli antònimi (o contrari) sono vocaboli che stanno tra loro in un rapporto di opposizione.
Per quanto riguarda il significato, gli antònimi possono:
■ escludersi in maniera inequivocabile:
f maschio / femmina, vivo / morto, partire / restare
■ ammettere gradazioni intermedie:
f bello / brutto, dolce / amaro, interessante / noioso
■ essere tali perché considerati da punti di vista diversi:
f immigrato / emigrato, padre / figlio, vicino / lontano

50 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


Per quanto riguarda la forma, gli antònimi possono essere costituiti:
■ da parole del tutto diverse:
f leggero / pesante, vile / coraggioso
■ da parole precedute da prefissi negativi o privativi, tali da trasformare il significato
della parola stessa nel suo opposto:
f possibile / impossibile, legittimare / delegittimare, normale / anormale,
fornito / sfornito, uguale / disuguale

NOTA
BENE
Non possiedono un antònimo le parole che indicano:
■ oggetti e realtà specifiche (tavolo, naso, gatto, telefono);
■ i colori (rosa, blu, verde);
■ le forme geometriche (triangolo, quadrato, rombo);
■ la nazionalità o la provenienza (italiano, francese, laziale, palermitano);
■ l’appartenenza religiosa (cristiano, musulmano, ebreo).

BANCO DI PROVA
Scrivi un antònimo per ciascuna delle parole elencate, utilizzando un prefisso.
1. piacevole …………………………… 7. morale ……………………………

2. simile …………………………… 8. congelare ……………………………

3. utile …………………………… 9. tipico ……………………………

4. colorito …………………………… 10. coprire ……………………………

5. certo …………………………… 11. contento ……………………………

6. leale …………………………… 12. degno ……………………………

RISPOSTE ESATTE / 12 ESERCIZI ❯ p. 66

Rapporti di inclusione: iperònimi e ipònimi


f Tra tutti i cani, quello che preferisco è il bassotto.
f Il terzo pianeta del sistema solare è la Terra.
f Questo frutto dalla buccia gialla e dal caratteristico sapore acidulo è un agrume,
e precisamente un limone.

Le parole evidenziate nelle frasi hanno tra loro un rapporto di inclusione, in quanto
alcune di esse includono, cioè comprendono in sé, il significato di altre. La famiglia dei
Canidi, ad esempio, comprende la razza dei bassotti; il termine pianeta comprende quei
corpi celesti che non brillano di luce propria, come appunto la Terra.
La parola che contiene in sé il significato di un’altra viene definita iperònimo (dal gre-
co hypér, “sopra” e ónyma, “nome”); la parola il cui significato è compreso in quello del-
l’iperònimo si chiama ipònimo (dal greco hypó, “sotto” e ónyma, “nome”).

2. Il lessico 51
Naturalmente può accadere che un iperònimo sia a sua volta ipònimo rispetto a un’al-
tra parola. Osserva lo schema.

FRUTTO

AGRUME

LIMONE

Come vedi, frutto è iperònimo rispetto ad agrume; agrume è iperònimo rispetto a limone,
ma è ipònimo rispetto a frutto; limone è ipònimo rispetto ad agrume.

DEFINIZIONE pio,
Il rapporto di inclusione è quello esistente tra parole che hanno un significato più am-
dette iperònimi, e quelle dotate di un significato più ristretto, dette ipònimi.

Così come i sinonimi, anche gli ipònimi e gli iperònimi vengono utilizzati per evitare fa-
stidiose ripetizioni. Ecco alcuni esempi:
f A volte mi soffermo a guardare il mio gatto mentre dorme: il grazioso felino, infatti, du-
rante il sonno assume posizioni davvero bizzarre.
f Il dottore mi ha consigliato di mangiare molti spinaci poiché questo ortaggio contie-
ne ferro, un elemento di cui il mio organismo è carente.

BANCO DI PROVA
Scrivi accanto a ciascun iperònimo il maggior numero possibile di ipònimi.
IPERÒNIMO IPÒNIMI
posate
frutti
triangoli
felini
mesi
sentimenti
dita
laghi
indumenti

ESERCIZI ❯ p. 67

52 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


Parentele di significato:
famiglie di parole e campi semantici
A B

libraio biblioteca scaffale


libreria
carta
indice
libriccino libretto pagina
LIBRO titolo
paragrafo
libraccio capitolo
librone
enciclopedia scrivere
libercolo
segnalibro autore
romanzo

Entrambi gli insiemi di vocaboli sono incentrati su una stessa parola chiave, che è il
nome libro. Le parole presenti nell’insieme A hanno tra loro un’evidente parentela in re-
lazione alla forma e al significato; esse fanno parte di una famiglia di parole, ossia di
un insieme che comprende tutti i vocaboli aventi la stessa radice: parola primitiva (libr-o),
parole derivate (libr-aio, libr-eria), parole alterate (libr-iccino, libr-etto, libr-one, lib-ercolo,
libr-accio) e composte (segna-libro).
Anche le parole dell’insieme B sono imparentate tra loro, ma il legame che le unisce non
riguarda la forma bensì il significato. Ognuna di esse, infatti, è legata alla parola chia-
ve da vari rapporti di associazione, che possono riguardare il luogo (biblioteca, scaffale), la
materia (carta), la composizione (pagina, titolo, indice, capitolo, paragrafo), il genere (romanzo,
enciclopedia), le azioni (scrivere), le professioni (autore) e così via. Queste parole costitui-
scono un campo semantico (dal greco sēmantikós, “dotato di significato”).

DEFINIZIONE Sisignificato
definisce famiglia di parole l’insieme dei vocaboli che hanno la stessa radice e un
affine; il campo semantico, invece, è costituito dall’insieme di vocaboli che
si riferiscono a una stessa area di significato o a un argomento comune.

Di un campo semantico individuato da un termine chiave, ad esempio lancia, fanno


parte:
■ le parole che hanno con esso un rapporto di associazione:
f fabbro, armaiolo, punta, asta, spada, scudo, soldato, cavalleria, battaglia, assalto,
carica, dragoni, tromba, generale, nemico

■ la famiglia di parole (derivate, alterate, composte):


f lanciere, lancetta, lanciafiamme
■ gli ipònimi:
f giavellotto, picca, pilo
■ gli iperònimi:
f arma

I campi semantici costituiscono degli insiemi aperti, che possono intersecarsi e avere
quindi delle parole in comune.

2. Il lessico 53
Chiariamo il concetto prendendo come esempio la parola capo. Essa può avere vari si-
gnificati: parte del corpo, comandante, promontorio, estremità di una corda. A secon-
da del significato che assume, il vocabolo appartiene a un diverso campo semantico,
come viene evidenziato nello schema.

collo, naso, gamba,


piede, mano, spalla

guida, subalterno, promontorio, isola,


comandante, dirigente CAPO penisola, monte, mare

estremità, coda, fondo,


punta, sommità, apice

BANCO DI PROVA
Indica se gli insiemi di parole elencati costituiscono delle famiglie di parole (F) o dei
campi semantici (C).
F C
1. stradone – stradale – stradina – instradare – autostrada – stradicciola –
straducola – strada ■ ■
2. pianeta – galassia – Venere – orbita – Sole – satellite – spazio –
astronave – telescopio ■ ■
3. zio – parente – padre – nonno – famiglia – avo – fratello – cognato – suocera ■ ■
4. rosario – rosellina – rosetta – rosato – rosaceo – roseto – rosa – rosatello ■ ■
5. incrociatore – porto – brigantino – galea – caravella – ponte – prua –
timone – rotta – nostromo ■ ■
6. occhiali – occhiata – occhioni – adocchiare – occhiolino – occhiacci –
occhialeria – occhio ■ ■

RISPOSTE ESATTE /6 ESERCIZI ❯ p. 69

5 Parole uguali ma diverse: l’omonimìa


f La capitale della Romania è Bucarest.
f Ho investito tutto il mio capitale nel commercio.

La parola capitale, presente in entrambe le frasi, riveste significati differenti: nella prima
indica la città in cui risiede il governo di una nazione; nella seconda rappresenta una
somma di denaro investita in un’attività produttiva o finanziaria. Si tratta di due parole
completamente diverse, sebbene dotate di una stessa forma. Esse costituiscono degli
omònimi (dal greco homós, “uguale” e ónyma, “nome”).

54 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


DEFINIZIONE Sido,definiscono omònimi quei vocaboli che si scrivono o si pronunciano allo stesso mo-
ma hanno significati differenti.

Da un punto di vista grammaticale, gli omònimi possono appartenere:


■ alla stessa categoria:
riso (nome) = atto del ridere riso (nome) = pianta
borsa (nome) = sacco che si porta a mano borsa (nome) = luogo dove si contrattano
o a spalla titoli azionari
miglio (nome) = unità di misura miglio (nome) = pianta erbacea
delle graminacee

■ a categorie diverse:
costa (nome) costa (dal verbo costare)
dai (preposizione articolata) dai (dal verbo dare)
salutare (aggettivo) salutare (verbo)
fine (nome) = termine, scopo fine (aggettivo) = sottile, raffinato

Dal punto di vista della grafia e della pronuncia, si distinguono tre tipi di omònimi:
■ omònimi totali, si scrivono e si pronunciano allo stesso modo, ma hanno significa-
to diverso:
sale (minerale) sale (dal verbo salire)
faccia (volto) faccia (dal verbo fare)
parte (di un tutto) parte (dal verbo partire)
credenza (mobile) credenza (opinione)

■ omònimi omògrafi, si scrivono allo stesso modo ma si pronunciano in maniera di-


versa, perché l’accento tonico non cade sulla stessa sillaba o perché le vocali e, o han-
no suono aperto o chiuso (vedi anche vol. A, p. 34):
àncora (strumento in uso sulle navi) ancóra (nuovamente)
lèggere (verbo) leggère (lievi)
pèsca (frutto) pésca (cattura dei pesci)
còrso (della Corsica) córso (strada)
arèna (anfiteatro) aréna (sabbia)

■ omònimi omòfoni, si scrivono in modo diverso, ma hanno uguale pronuncia:


anno (solare) hanno (dal verbo avere)
cieco (non vedente) ceco (della Repubblica Ceca)
è (dal verbo essere) e (congiunzione)
ai (preposizione) hai (dal verbo avere)
dì (giorno) di (preposizione semplice)
dà (dal verbo dare) da (preposizione semplice)

2. Il lessico 55
E VITA inLarealtà
polisemìa (vedi p. 45) e l’omonimìa, pur presentando aspetti in apparenza simili, sono
L’E RRORE del tutto diverse. Nel caso della polisemìa a possedere differenti significati è una
stessa parola; nel caso dell’omonimìa, invece, a possedere diversi significati sono due
parole uguali nella forma ma diverse per natura e origine.

Osserva alcuni esempi di polisemìa:


ala (di uccello) ala (di aereo)
società (gruppo di esseri umani) società (associazione sportiva)
rete (intreccio di fili) rete (televisiva)
dado (per fare il brodo) dado (da gioco)

Osserva ora alcuni esempi di omonimìa:


parto (atto del partorire) parto (dal verbo partire)
viola (fiore) viola (strumento musicale)
testi (persone chiamate a testimoniare) testi (contenuto di uno scritto o di un
discorso)
lama (da taglio) lama (animale)
lama (terreno paludoso) lama (monaco buddista)

Nei casi dubbi potrai consultare il dizionario, che registra le parole omònime e quelle po-
lisèmiche in modo diverso (vedi p. 78).

BANCO DI PROVA
Scrivi una frase con ciascuno degli omònimi elencati.
1. il camerata / la camerata
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

2. la fine (nome) / fine (aggettivo)


...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

3. salutare (aggettivo) / salutare (verbo)


...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

4. il lama / la lama
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

5. il moto / la moto
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

RISPOSTE ESATTE / 10 ESERCIZI ❯ p. 72

56 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


IL LESSICO

è l’insieme delle parole di una lingua,


organizzate in un sistema ben strutturato

SIGNIFICATO RAPPORTI DI SIGNIFICATO RAPPORTI DI FORMA


DELLE PAROLE TRA LE PAROLE E SIGNIFICATO

Somiglianza Opposizione Inclusione omonimìa

polisemìa

sinonimi antònimi ipònimi


(o contrari)
famiglie
iperònimi di parole

campi
semantici

Letterale Figurato
(denotazione) (connotazione)

figure retoriche

2. Il lessico 57
ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI
ES I
ERC IZ
Denotazione e connotazione ❯❯ p. 44
1 In ciascuna coppia di frasi indica se la parola sottolineata è usata in senso letterale (L)
o in senso figurato (F).
1. a. Dopo quella discussione Giulio ha voltato la schiena ■ ai suoi amici.
b. Non bisogna curvare la schiena ■ bruscamente.
2. a. Un lampo ■ accecante ha solcato il cielo.
b. Abbiamo eseguito il lavoro in un lampo ■.
3. a. È un’occasione unica. Dobbiamo prendere la palla al balzo ■.
b. Il balzo ■ irregolare della palla ha ingannato il terzino.
4. a. In certe occasioni è necessario parlare fuori dai denti ■.
b. Con quella temperatura così rigida battevamo i denti ■ dal freddo.
5. a. Quell’animale ha un muso ■ carino.
b. Perché oggi hai quel muso ■ lungo?
6. a. La cascata compie un salto ■ di più di cento metri.
b. Scegliendo questa nuova occupazione fai un salto ■ nel buio.
7. a. Al ministero c’è una talpa ■ che informa i giornalisti.
b. La talpa ■ rovina le radici delle piante.
8. a. Dicendo questo sfondi una porta ■ aperta.
b. I vigili del fuoco hanno dovuto sfondare la porta ■ d’ingresso.

2 Indica se le parole filo / fili sottolineate nelle frasi hanno valore denotativo (D) o con-
notativo (C).
1. Poveretto, è così mal ridotto che parla soltanto con un filo ■ di voce. 2. Questo tap-
peto è stato fatto con finissimi fili ■ di seta. 3. La situazione è grave, ma c’è ancora un
filo ■ di speranza. 4. Tra le imposte socchiuse filtrava appena un filo ■ di luce. 5. Sem-
bra incredibile, ma durante la difficile operazione, l’infermiera si accorse che nella sala
operatoria non c’era più un centimetro di filo ■ chirurgico! 6. La filatura è l’operazione
con cui da una fibra tessile si ricava un filo ■ continuo. 7. La sua vita, ripercorsa sul filo ■
dei ricordi, gli appariva ora intensa e piena. 8. Un filo ■ di fumo all’orizzonte, nella pra-
teria deserta, indicava forse la presenza di vita umana.

3 Nelle frasi sono presenti otto parole utilizzate con significato connotativo. Identifi-
cale e sottolineale.
1. Quell’atleta ha buone doti tecniche, ma non ottiene grandi risultati perché non ha cuo-
re. 2. In quel ristorante abbiamo mangiato molto bene, ma abbiamo pagato un conto
piuttosto salato. 3. Mi piacciono i romanzi psicologici, nei quali l’autore scava a fondo

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES 58 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
nell’animo dei personaggi. 4. Il film del giovane regista italiano ha ricevuto un fiume di
elogi da parte della critica. 5. Il terremoto che si è verificato nella nostra azienda ha por-
tato a un rinnovamento totale degli alti dirigenti. 6. Quel bambino è una vera e propria
peste e non so come facciano i suoi compagni di classe a sopportarlo. 7. Non potevo fa-
re nulla per risolvere quella difficile situazione, perché avevo le mani legate. 8. Non vo-
glio incontrare Edoardo perché non ho ancora digerito quelle calunnie che ha diffuso su
di me.

4 Per ciascuna delle parole elencate scrivi due frasi: nella prima il vocabolo dovrà ave-
SCRITTURA re un significato letterale, nella seconda un significato figurato.
f marea ➽ L’alta marea ha ricoperto gli scogli.
➽ Negli ultimi tempi sono stato sommerso da una marea di guai.
coniglio – piovere – orecchio – forchetta – polso – mare

Una parola, più significati: la polisemìa ❯❯ p. 45


5 Individua la parola polisemica corrispondente alle definizioni elencate.
1. a. Parte della testa compresa tra le sopracciglia e l’attaccatura dei capelli.
b. Linea in cui due eserciti vengono a contatto.
2. a. Circonferenza.
b. Gruppo di persone che si riunisce in un determinato luogo a scopo ricreativo o cul-
turale.
3. a. Parte del corpo.
b. Persona che fa parte di un gruppo.
4. a. Struttura architettonica che permette di salire o scendere.
b. Successione di note.

6 Spiega il significato dei termini sottolineati in ciascuna coppia di frasi.


1. a. Il velo della nebbia nascondeva ogni cosa attorno a noi.
b. La povera Gertrude prese il velo contro la sua volontà.
2. a. L’orsa allevava amorevolmente il suo cucciolo.
b. L’Orsa maggiore è composta di sette stelle.
3. a. Con l’introduzione della stampa, la cultura poté diffondersi molto più rapidamente.
b. Il romanzo è preceduto da una lunga introduzione che io ho saltato.
4. a. Questo cavo elettrico è corto e non arriva alla presa di corrente.
b. È stato il periodo più bello della mia vita, ma è stato troppo corto.
5. a. La Rivoluzione francese scoppiò nel 1789.
b. La Terra compie il moto di rivoluzione attorno al Sole in un anno.

7 Con ciascuna delle parole elencate scrivi due frasi in cui le parole stesse siano utiliz-
SCRITTURA zate con un significato diverso.
nota – centro – ramo – spazio – commedia – squadra

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER 2. Il lessico 59
ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI
La similitudine e la metafora ❯❯ p. 46
8 Completa le frasi con una similitudine adatta.
1. Gli occhi della principessa splendevano come ..................................................................................

2. Il cavallo correva veloce come ...................................................................................................................

3. I nemici si slanciarono contro di noi come ...........................................................................................

4. Il vecchio domestico si aggirava nel castello come .........................................................................

5. Giovanni è laborioso come .........................................................................................................................

6. La bellissima fanciulla cantava come ......................................................................................................

9 Indica se le figure sottolineate sono similitudini o metafore.


SIMILITUDINE METAFORA
1. La notizia mi lasciò senza fiato, come se avessi ricevuto
un colpo allo stomaco. ■ ■
2. Quegli anni furono un vero inferno. ■ ■
3. Messo con le spalle al muro, l’imputato ha dovuto confessare. ■ ■
4. All’improvviso l’aria fu scossa da un tuono, poderoso come
un colpo di cannone. ■ ■
5. Nel gioco del biliardo, Gianni è un vero mago. ■ ■
6. I nemici si lanciarono contro di noi come una mandria impazzita. ■ ■

10 Evidenzia in ciascuna frase, scegliendo tra quelle proposte in corsivo, l’espressione


figurata adatta a sostituire la parte sottolineata.
1. Si è dato un gran da fare, poi però non ha concluso nulla. (è rimasto con un pugno di
mosche in mano / è una mosca bianca / gli è saltata la mosca al naso) 2. Quel tipo è in-
sopportabile: è eccessivamente minuzioso. (cerca il pelo nell’uovo / fa il pelo e contropelo
su tutto / ha del pelo sullo stomaco) 3. Gli amministratori pubblici devono prendere le lo-
ro decisioni senza segreti e senza sotterfugi. (alla luce del sole / in piena luce / alla luce
dei fatti) 4. La mamma raccomanda continuamente a Gerardo di impegnarsi nello stu-
dio, ma non serve a niente. (c’è un muro di incomprensione / parla al muro / lo mette con
le spalle al muro) 5. Quel politico è molto abile, ma promette cose che non hanno con-
sistenza nella realtà. (gli sono saliti i fumi alla testa / è un venditore di fumo / manda in fu-
mo tutto) 6. Mio padre fa un lavoro molto faticoso e stressante; spesso quando rientra a
casa è molto stanco e ha un umore pessimo. (vuole la luna / ha la luna di traverso / è an-
cora sul mondo della luna) 7. Camilla si scoraggia anche di fronte a difficoltà minime (ha
l’acqua alla gola / si perde in un bicchier d’acqua / tira l’acqua al suo mulino) 8. L’orato-
re parlava a braccio e spesso non seguiva un filo logico. (restava al palo / saltava di palo
in frasca / faceva da palo)

11 Riscrivi le frasi sostituendo le espressioni figurate sottolineate con altre di senso let-
terale.
f I prigionieri furono rilasciati senza che venisse loro torto un capello.
➽ I prigionieri furono rilasciati senza che fosse fatto loro alcun male.
IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES 60 Comunicazione, testi e abilità linguistiche
CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
1. Dopo le notizie sui tagli del personale, i dipendenti hanno incrociato le braccia.
...................................................................................................................................................................................

2. Per rendersi conto di quanto Mario ha sofferto, bisogna mettersi nella sua pelle.
...................................................................................................................................................................................

3. Il buon amministratore di una società non fa mai un passo più lungo della gamba.
...................................................................................................................................................................................

4. Mio zio è sempre disponibile verso tutti: è una pasta d’uomo.


...................................................................................................................................................................................

5. A casa di amici ho conosciuto un signore che è un pozzo di scienza.


...................................................................................................................................................................................

6. In una seduta già tesa del Consiglio comunale, l’intervento di un consigliere ha dato
fuoco alle polveri.
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

7. Un misterioso rumore nella boscaglia ha messo le ali ai piedi agli escursionisti.


...................................................................................................................................................................................

8. Certi modi di pensare e certi comportamenti si diffondono a macchia d’olio.


...................................................................................................................................................................................

SCHEDA Descrivere l’uomo con metafore animali


LESSICALE La metafora è un procedimento caratteristico dello stile poetico, ma anche nel lin-
guaggio comune vi si fa ricorso assai spesso, magari in modo inconsapevole. Tra le metafore che
ricorrono più frequentemente vi sono quelle che mettono a confronto un essere umano e un ani-
male per attribuire al primo le caratteristiche (vere o presunte) del secondo.
Ecco alcuni esempi:
f essere un leone (essere coraggioso)
f essere un coniglio (essere pauroso)
f essere un’oca (essere sciocco)
f essere un orso (essere scontroso e poco socievole)
f essere un somaro (essere ignorante)
f essere un serpente (essere traditore)
f avere una vista d’aquila (avere una vista acuta)
f avere una fame da lupo (essere molto affamato)
Scrivi una metafora animale di senso equivalente alle espressioni elencate.
1. essere feroce ………………………………………
2. essere lento ………………………………………

3. essere pesante ………………………………………

4. essere cieco ………………………………………

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER 2. Il lessico 61
ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI
12 Sottolinea le metafore presenti nelle frasi.
1. Il cielo era una tela azzurra che ricopriva la valle. 2. Non è necessario essere un’aquila
per risolvere questo problema. 3. Solo una persona con il cuore di pietra poteva com-
portarsi come ha fatto lui. 4. Oggi non c’è un filo di vento e il caldo è insopportabile.
5. Maigret è un detective dal fiuto infallibile. 6. La voce dell’oratore fu sommersa da una
marea di fischi. 7. Fu allora che mi si accese la lampadina ed ebbi un’idea geniale!

13 Scrivi una frase con ciascuna delle metafore elencate.


SCRITTURA
avere un diavolo per capello – avere il dente avvelenato – avere sete di vendetta – ave-
re un sesto senso – avere una marcia in più – avere il pollice verde

Altre figure retoriche ❯❯ p. 47


14 Completa le frasi con le parole adatte, scegliendo tra quelle proposte in corsivo.
1. Claudia è piuttosto carina, ma non è certo una (megera / venere / arpia) ………………………… .
2. Domenico è un vero (ercole / napoleone / attila) ………………………… : pensa che solleva un
quintale come se niente fosse! 3. Questa notte i soliti (etruschi / germani / vandali)
………………………… hanno imbrattato con scritte demenziali la facciata della nostra casa. 4. Per
fortuna, durante la visita al museo siamo stati accompagnati da un (cicerone / gradasso /
cesare) ………………………… molto competente. 5. Sei proprio un (arlecchino / sacripante /
paperon de’ paperoni) ………………………… : con tutti i tuoi soldi, vivi come un mendicante.

15 Ciascun gruppo di versi contiene una figura retorica; individuala seguendo gli indizi.
VERSI INDIZI FIGURA RETORICA
1. Insomma: o litigioso amore! Il poeta unisce due parole
Odio amoroso! (odio / amoroso)
(W. Shakespeare, Romeo e Giulietta) di significato opposto.
2. Nel viale è ancora Il poeta usa un nome astratto
giorno, una sera che rapida cala. (gioventù) in luogo
Indifferente gioventù s’incontra; di un nome concreto.
sbanda a povere mete.
(U. Saba, Sera di febbraio)

3. Ognuno sta solo sul cuor della terra Il poeta usa una similitudine
trafitto da un raggio di sole: concentrata:
ed è subito sera. un raggio di sole (lama)
(S. Quasimodo, Ed è subito sera) raggiunge (trafigge).
4. La storia non si snoda Il poeta mette in relazione
come una catena due termini (storia / catena)
di anelli ininterrotta. mediante l’avverbio come.
(E. Montale, La storia)

5. […] bianca bianca nel tacito tumulto Il poeta accosta due termini
una casa apparì sparì d’un tratto […] di significato opposto
(G. Pascoli, Il lampo) (tacito tumulto).

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES 62 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
16 Ciascuna frase contiene una figura retorica. Indica se si tratta di similitudine, meta-
fora, metonìmia o sinèddoche.
1. Alla mostra era esposto un De Chirico di straordinaria bellezza. ……………………………

2. Il serpente mi fissava con occhi di ghiaccio. ……………………………

3. Gli occhi di Daniela sono come due perle splendenti. ……………………………

4. Il giovane è impaziente e non sa attendere. ……………………………

5. Oggi in Italia si vendono molte Mercedes. ……………………………

6. Non puoi negare di essere una buona forchetta! ……………………………

7. Il felino scomparve rapido tra i rami. ……………………………

8. Berrei volentieri un bicchiere d’acqua. ……………………………

17 Ciascuna frase contiene una figura retorica. Indica se si tratta di ossìmoro, ironia,
ipèrbole, eufemismo o litote.
1. Ho sprecato fiumi di parole per convincerlo, ma è stato inutile. ……………………………

2. Il signor Ruvidoni, gentile come sempre, mi ha chiuso la porta


in faccia! ……………………………

3. Quei pochi minuti mi sembrarono un’eternità! ……………………………

4. Devo riconoscere che non hai giocato male. ……………………………

5. Il noto personaggio si è spento circondato dall’affetto


dei suoi cari. ……………………………

6. Quel tizio si è ridotto in una condizione pietosa,


tanto che sembra un morto vivente. ……………………………

7. Riso scotto, bistecca bruciata, patate senza sale:


davvero un bel pranzetto! ……………………………

Rapporti di somiglianza: i sinonimi ❯❯ p. 48


18 Unisci ciascuna parola della colonna di sinistra a un sinonimo della colonna di destra.
L’esercizio è avviato.
1. giusto a. portentoso
2. alacre b. pesante
3. prodigioso c. terso
4. furibondo d. scorbutico
5. borioso e. reperibile
6. accidentale f. sciancato
7. indescrivibile g. attivo
8. greve h. furente
9. rintracciabile i. vanaglorioso
10. storpio l. casuale
11. bisbetico m. equo
12. netto n. indicibile

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER 2. Il lessico 63
ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI
19 Scrivi accanto a ciascuna parola un sinonimo adatto, scegliendo tra i termini proposti
in corsivo.
1. pietà ………………………… (titubanza / modestia / compassione / umiltà)
2. termine ………………………… (valico / fine / frontiera / casello)
3. esplosione ………………………… (scoppio / tuono / fragore / rumore)
4. tariffa ………………………… (prezzo / spesa / costo / valore)
5. castigo ………………………… (vendetta / rappresaglia / ritorsione / punizione)
6. terrore ………………………… (spavento / tremarella / fifa / nausea)
7. bottega ………………………… (negozio / salumeria / panetteria / deposito)
8. truffa ………………………… (malignità / imbroglio / malevolenza / astio)
9. aroma ………………………… (esalazione / fragranza / fetore / lezzo)
10. tassa ………………………… (tributo / oblazione / esborso / acconto)

20 Scrivi accanto a ciascuna parola due sinonimi, scegliendoli tra i termini elencati.
frusto – assurdo – strambo – maligno – cocciuto – incredibile – volubile – encomiabile –
liso – meritevole – meschino – gremito – incostante – malvagio – tapino – espansivo –
gradasso – stomachevole – zeppo – socievole – testardo – stravagante – fanfarone –
repellente
1. capriccioso ......................................................................................................................................................

2. bizzarro ......................................................................................................................................................

3. perverso ......................................................................................................................................................

4. ostinato ......................................................................................................................................................

5. inverosimile ......................................................................................................................................................

6. logoro ......................................................................................................................................................

7. meritorio ......................................................................................................................................................

8. misero ......................................................................................................................................................

9. cordiale ......................................................................................................................................................

10. spaccone ......................................................................................................................................................

11. ripugnante ......................................................................................................................................................

12. pieno ......................................................................................................................................................

21 Nelle coppie di sinonimi elencate sottolinea il termine di significato più intenso.


1. apprensione / paura 7. malessere / malattia
2. forte / possente 8. fame / appetito
3. malvagio / cattivo 9. mangiare / divorare
4. disperarsi / lamentarsi 10. gioire / esultare
5. sconfitta / disfatta 11. ridere / sghignazzare
6. trionfo / vittoria 12. amare / adorare

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES 64 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
22 Evidenzia i sinonimi adatti al significato di ciascuna frase, scegliendo tra i due termini
sottolineati.
1. a. Grazie a una cospicua vittoria / vincita al lotto ho potuto comprare questa bellissima
auto sportiva.
b. La mia squadra è riuscita a conquistare la vittoria / vincita segnando una rete all’ul-
timo minuto.
2. a. Assapora / Assaggia questa minestra e dimmi se, a tuo giudizio, manca di sale.
b. Ho assaporato / assaggiato con grande piacere questo delizioso sciroppo di lamponi.
3. a. Durante la ritirata / fuga dalla Russia l’armata napoleonica fu decimata.
b. I ladri, scoperti dalla polizia, tentarono la ritirata / fuga, ma furono catturati.
4. a. Provo una rabbia / indignazione terribile quando vedo quella smorfiosa darsi tante
arie!
b. La corruzione dilagante nel paese suscitava la rabbia / indignazione dei pochi citta-
dini onesti.
5. a. Questo caffè ha un aroma / odore delizioso.
b. Senti anche tu questo cattivo aroma / odore che entra dalla finestra?

23 Le parole sottolineate sono sinonimi, ma solo una di esse è adatta alla specifica si-
tuazione comunicativa. Evidenzia il termine che ritieni adatto.
1. Ragazzi, c’è qualcuno che vuole pormi qualche domanda / istanza? 2. Sono molto affezio-
nato al mio avo / nonno paterno. 3. Il paziente risulta affetto da un processo infiammatorio che
provoca un arrossamento della pelle / cute. 4. Il rapporto dei carabinieri attesta che nell’appar-
tamento sono stati riscontrati evidenti segni di scasso / effrazione. 5. Sono stato a casa per una
settimana a causa di un fastidioso / una fastidiosa rinite / raffreddore. 6. Al termine del suo /
della sua discorso / arringa il pubblico ministero richiese per l’imputato una condanna a sei an-
ni di reclusione. 7. Infermiera, ha misurato la febbre al bambino / pupo che è stato ricovera-
to questa mattina? 8. Il prodotto interno complessivo / lordo del nostro paese è cresciuto
quest’anno del 2 per cento.

24 Sostituisci nel brano le parole sottolineate con dei sinonimi.


pipistrello, caduto per terra, fu afferrato ………………………… da una donnola e,
Un mentre stava per essere ucciso ………………………… , la pregava di risparmiarlo.
Quella dichiarò ………………………… che non poteva lasciarlo andare, perché essa era per na-
tura nemica di tutti gli uccelli. Allora il pipistrello spiegò che esso non era un uccello, ma
un topo, e così fu lasciato andare. Più tardi cadde di nuovo, fu preso ………………………… da
un’altra donnola, e pregò ………………………… anche questa di non divorarlo …………………… .
Quella rispose ………………………… che odiava ………………………… tutti i topi, e il pipistrello,
dichiarando ………………………… che non era un topo bensì ………………………… un uccello, se
la cavò di nuovo. Ecco come fu che, con un cambiamento ………………………… di nome, il pi-
pistrello riuscì a sfuggire due volte alla morte. La favola mostra che non bisogna ricorrere
sempre agli stessi ………………………… espedienti, ma riflettere ………………………… come si pos-
sa sottrarsi ai pericoli adattandosi alle circostanze ………………………… .
(Esopo, Favole, Rizzoli, Milano)

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER 2. Il lessico 65
ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI
25 Le coppie di parole elencate sono formate da sinonimi, ciascuno dei quali, però, è
SCRITTURA adatto a una particolare situazione comunicativa. Scrivi una frase con ognuno di essi.
olfatto / fiuto – sangue / plasma – stanza / vano – cibo / alimento – irrigare / bagnare –
sconto / riduzione – baratto / scambio – odontoiatra / dentista

Rapporti di opposizione: gli antònimi (o contrari) ❯❯ p. 50


26 Scrivi accanto a ciascuna parola un antònimo adatto, scegliendo tra i termini proposti
in corsivo.
1. speranza ………………………… (dubbio / incertezza / disperazione / amarezza)
2. vile ………………………… (ricco / coraggioso / imprudente / codardo)
3. debole ………………………… (pronto / pratico / forte / resistente)
4. fosco ………………………… (lampeggiante / limpido / scintillante / fiammante)
5. lento ………………………… (vertiginoso / vivace / veloce / vitale)
6. negligenza ………………………… (vigilanza / coscienza / diligenza / cautela)
7. ozioso ………………………… (equilibrato / laborioso / sensato / prudente)
8. opaco ………………………… (pallido / trasparente / impalpabile / evanescente)
9. burbero ………………………… (fedele / devoto / cordiale / costante)
10. celebre ………………………… (estraneo / sconosciuto / irriconoscibile / forestiero)

27 Scrivi un antònimo per ciascuna delle parole elencate.


1. bugia ………………………… 9. ammirazione …………………………

2. indifferenza ………………………… 10. onta …………………………

3. attitudine ………………………… 11. brutalità …………………………

4. luce ………………………… 12. penuria …………………………

5. inizio ………………………… 13. causa …………………………

6. moralità ………………………… 14. reclusione …………………………

7. benevolenza ………………………… 15. comodità …………………………

8. nobiltà ………………………… 16. sazietà …………………………

28 In ciascun gruppo di parole si trovano un sinonimo e un antònimo del termine ripor-


tato in corsivo. Individuali ed evidenziali con colori diversi.
1. forza: abilità – destrezza – vigore – potere – debolezza – agilità
2. paura: timore – ansia – tensione – preoccupazione – terrore – audacia
3. lieto: spensierato – soddisfatto – allegro – malinconico – leggero – preoccupato
4. mesto: malato – felice – triste – solitario – dolorante – sano
5. pavido: coraggioso – resistente – pauroso – rapido – astuto – lento
6. svagarsi: annoiarsi – ammalarsi – interessarsi – divertirsi – vergognarsi – impegnarsi
7. colmare: approfondire – riempire – svuotare – tranquillizzare – annegare –
accompagnare

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES 66 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
8. acconsentire: negare – arrivare – accettare – udire – ascoltare – rispondere
9. celibe: abile – incapace – scapolo – giovane – ammogliato – anziano

29 Evidenzia le parole che non possiedono antònimi.


esagono – ozio – giallo – lampadina – altezza – andata – salita – computer – Torino –
Sicilia – difesa – cortile – simpatia – ritardo – uomo – rettilineo – perimetro – altruismo –
protestante

30 Ricava da ciascuna delle parole elencate un antònimo utilizzando un prefisso.


f attendere ➽ disattendere
1. bilanciato ……………………… 9. forestazione ………………………

2. mobile ……………………… 10. moralità ………………………

3. cosciente ……………………… 11. onestà ………………………

4. volontario ……………………… 12. sperare ………………………

5. chiudere ……………………… 13. stabilizzare ………………………

6. esplorato ……………………… 14. dire ………………………

7. credibile ……………………… 15. immaginabile ………………………

8. funzione ……………………… 16. vitalizzare ………………………

Rapporti di inclusione: iperònimi e ipònimi ❯❯ p. 51


31 Sottolinea in ciascuna coppia di parole il termine che ha significato più ampio (ipe-
rònimo).
1. autunno / stagione 5. Persiani / popolo
2. calciatore / portiere 6. fiume / Nilo
3. bicicletta / veicolo 7. chianti / vino
4. parente / cugino 8. matematica / materia

32 Accanto a ciascuna delle parole elencate scrivine tre di significato meno ampio (ipò-
nimi).
1. mobile ......................................................................................................................................................

2. indumento ......................................................................................................................................................

3. pianeta ......................................................................................................................................................

4. sentimento ......................................................................................................................................................

5. senso ......................................................................................................................................................

6. professione ......................................................................................................................................................

7. albero ......................................................................................................................................................

8. colore ......................................................................................................................................................

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER 2. Il lessico 67
ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI
33 Accanto a ciascuna delle parole elencate scrivi un iperònimo.
1. bassotto ………………………… 7. caravella …………………………

2. I Malavoglia ………………………… 8. Africa …………………………


3. aliante ………………………… 9. pistola …………………………

4. aquila ………………………… 10. giacca …………………………

5. Parigi ………………………… 11. merluzzo …………………………

6. forchetta ………………………… 12. avvocato …………………………

34 Unisci ciascun ipònimo della colonna di sinistra all’iperònimo corrispondente della


colonna di destra. L’esercizio è avviato.
1. femore a. roditore
2. Nilo b. strumento (musicale)
3. ciclismo c. liquore
4. chitarra d. osso
5. trireme e. mese
6. lepre f. fiume
7. agosto g. sport
8. lambrusco h. imbarcazione

35 In ciascun gruppo si trova una parola che è in rapporto di iperonimìa rispetto alle al-
tre. Individuala e sottolineala.
1. martello – pinze – attrezzo – cacciavite – lima
2. tavolo – letto – mobile – poltrona – divano
3. fante – artigliere – bersagliere – soldato – alpino
4. basilica – cattedrale – chiesa – duomo – santuario
5. elettrodomestico – lavatrice – aspirapolvere – lavastoviglie – frigorifero
6. vino – barbera – dolcetto – marsala – chianti
7. insalata – sedano – prezzemolo – verdura – spinaci
8. ape – calabrone – zanzara – insetto – formica
9. terzino – attaccante – ala – calciatore – mediano
10. camicia – cravatta – pantaloni – gonna – indumento

36 In ciascun gruppo di parole si trova un iperònimo del termine riportato in corsivo. In-
dividualo e sottolinealo.
1. Manzoni: animale – scrittore – filosofo – calciatore – parente
2. Aldo: re – amico – atleta – nome – vincitore
3. mitragliatore: coltello – cannone – spada – fucile – arma
4. armadio: forchetta – cucchiaio – mobile – cucina – cibo
5. fragola: albero – frutto – Sicilia – bibita – pompelmo
6. gorilla: Africa – scimmia – felino – foresta – cane
7. Oceania: continente – nazione – paese – Arabia – pianeta
8. mastino: alano – dalmata – cane – lupo – gatto

37 Sostituisci le parole sottolineate con degli ipònimi adatti. L’esercizio è avviato.


gatti
1. I felini (…………………………) sono carnivori. 2. Ho regalato a Claudia un mazzo di fiori
(…………………………) per il suo onomastico. 3. Carla, hai lavato le posate (…………………………)?

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES 68 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
4. Nel mio giardino c’è un albero (…………………………) bellissimo. 5. Torino è attraversata
dal fiume (…………………………). 6. Alla guida di un’auto (…………………………), Schumacher ha
vinto numerosi campionati del mondo di Formula 1. 7. Nelle vigne di queste colline la
frutta (…………………………) si raccoglie generalmente a metà settembre.

38 Completa le frasi con gli iperònimi adatti.


1. Pesche, albicocche, ciliegie, fragole: nella vetrina di quel negozio faceva bella mostra
di sé ogni tipo di ………………………… di stagione. 2. Il Sahara, che è il ………………………… più
vasto del mondo, occupa una buona parte dell’Africa centro-settentrionale. 3. Sandro, Da-
rio, Simone: quale ………………………… daremo al figlio che sta per nascere? 4. Marco rie-
sce particolarmente bene in matematica e scienze, ma in generale ha un discreto profitto
in tutte le ………………………… . 5. Tra tutti i ………………………… , quello che amo di più è Va-
sco Rossi. 6. Il ghepardo è l’………………………… più veloce del mondo. 7. Il Garda è un
………………………… di origine glaciale. 8. A mia sorella piacciono molto gli scacchi, un
………………………… che io trovo decisamente noioso.

39 Scrivi cinque serie di nomi comprendenti un iperònimo e quattro ipònimi.

40 Trova un ipònimo e un iperònimo di ciascuna delle parole elencate, poi scrivi una fra-
SCRITTURA se con ognuno dei termini individuati.
f bovino ➽ mucca (ipònimo), mammifero (iperònimo)
➽ La mucca è un animale mite. / I mammiferi sono una delle forme di vita più evolute.
fiore – cane – cetaceo – liquore – automobile – cereale – ufficiale

Parentele di significato:
famiglie di parole e campi semantici ❯❯ p. 53
41 Le parole che formano i gruppi elencati fanno parte di una stessa famiglia, ma in cia-
scun gruppo si trova un termine estraneo. Individualo e sottolinealo.
1. abbellire – bellezza – belloccio – debellare – bellissimo – belvedere
2. lucignolo – lucerna – lucidare – luce – alluce – rilucere
3. punta – spuntare – appuntito – puntaspilli – puntura – appuntamento
4. volta – avvolgere – voltaggio – voltafaccia – voltagabbana – rivoltare
5. testone – testardo – intestare – testa – testare – testata
6. deportare – portamento – portata – importare – portapacchi – portiere

42 Per ciascuna delle parole elencate trovane almeno sei che facciano parte della stes-
sa famiglia.
1. palla
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER 2. Il lessico 69
ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI
2. Terra
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

3. cane
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

4. uomo
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

5. strada
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

6. acqua
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

43 Partendo dalle parole elencate, individua delle famiglie di parole, suddividendole co-
me richiesto.
1. lettera 3. uomo
nome: ………………………… nome: …………………………

aggettivo: ………………………… aggettivo: …………………………

avverbio: ………………………… avverbio: …………………………

2. calcio 4. cavallo
nome: ………………………… nome: …………………………

aggettivo: ………………………… aggettivo: …………………………

verbo: ………………………… verbo: …………………………

avverbio: ………………………… avverbio: …………………………

44 Indica il campo semantico a cui è riferibile ciascun gruppo di parole.


1. Paleolitico, Medioevo, Augusto, Waterloo, Rinascimento .......................................................

2. violino, arpa, direttore, nota, sinfonia, andante .......................................................


3. salotto, ingresso, abbaino, bagno, cucina, finestra .......................................................

4. alga, delfino, pesca, costa, profondità, onda, plancton .......................................................

5. forbici, colletto, filo, manica, centimetro, specchio, ago .......................................................


6. albero, timone, prua, scafo, vela, mozzo, ponte, bussola .......................................................

45 Inserisci opportunamente nella tabella le parole elencate, a seconda del campo se-
mantico cui appartengono.
remo – radice – pianoforte – spartito – lampadario – ramo – comò – timone – vela – gemma
– ritornello – tronco – prua – bemolle – foglia – cassapanca – tavolino – frutteto – orchestra
– tolda – paralume – stiva – linfa – poltrona – adagio – sedia – clorofilla – ponte – divano –
archi – quadro – foresta – cabina – assolo – carena – corteccia – leggio – cassettiera

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES 70 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
MUSICA ARREDAMENTO ALBERO NAVE

46 Suddividi le parole elencate nel campo semantico cui appartengono; inserisci nello
spazio comune quelle che possono far parte di entrambi i campi.
rosa – azzurro – tulipano – fucsia – gardenia – peonia – marrone – giallo – viola – verde –
ciclamino – primula
Campo A Campo B
(fiori) (colori)

47 Scrivi dieci parole per ciascuno dei campi semantici riconducibili alle parole elenca-
te. L’esercizio è avviato.
1. cinema
regista, attore, film, cinepresa, recitazione, Oscar, sceneggiatura,
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

2. scuola
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

3. cane
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

4. Africa
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER 2. Il lessico 71
ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI
Parole uguali ma diverse: l’omonimìa ❯❯ p. 54
48 Inserisci opportunamente nella tabella gli omònimi elencati.
sale (stanze) / sale (minerale) – viola (fiore) / viola (strumento musicale) – cera (per lucidare) /
c’era (avverbio + verbo) – bótte (del vino) / bòtte (percosse) – marcia (decomposta,
putrefatta) / marcia (modo di camminare) – vólto (viso) / vòlto (dal verbo volgere) – raso
(tessuto) / raso (dal verbo radere) – mèta (obiettivo, traguardo) / metà (un mezzo) – àncora
(per le navi) / ancóra (avverbio) – ai (preposizione) / hai (dal verbo avere)
OMÒNIMI TOTALI OMÒNIMI OMÒGRAFI OMÒNIMI OMÒFONI

49 In ciascuna coppia di frasi spiega il significato che assumono gli omònimi sottolineati.
1. a. Il tasso è un carnivoro diffuso in Europa e in Asia.
b. La banca ha ridotto il tasso d’interesse sui depositi.
2. a. D’accordo, ho sbagliato, ma d’altro canto che potevo fare?
b. Starei ore intere ad ascoltare il canto degli usignoli.
3. a. Sarebbe imprudente uscire da sole a quest’ora di notte.
b. In questa stagione il sole tramonta molto presto.
4. a. Questo romanzo tratta una grande varietà di temi.
b. Ho sempre seguito con piacere gli spettacoli di varietà.
5. a. L’aereo ha sorvolato il polo.
b. Il mio amico è quello con la polo verde.
6. a. Gigi abita al primo piano di questo palazzo.
b. Marco suona molto bene il piano.

50 Completa le frasi con le parole adatte, scegliendo tra quelle elencate.


stagno – franco – boa – riso – lira
1. Proviamo a raggiungere a nuoto la …………… . 2. Vengo spesso a pescare in questo
…………… . 3. Ascoltando quella barzelletta, ho …………… a crepapelle. 4. Gli antichi Gre-
ci declamavano le poesie accompagnandosi con la …………… . 5. Antonio è un ragazzo
…………… e leale. 6. L’Italia è la maggior produttrice europea di …………… . 7. Il …………… è
uno dei serpenti più grossi e pericolosi. 8. In Italia, prima dell’euro, si utilizzava una mo-
neta chiamata …………… . 9. Il bronzo è una lega di rame e …………… . 10. Il regno ……………
raggiunse la sua massima potenza sotto i Carolingi.

51 Alcune parole assumono significati diversi a seconda della posizione dell’accento to-
SCRITTURA nico. Scrivi una frase per ciascuna parola di ogni coppia.
fòrmica / formìca – sùbito / subìto – pèrdono / perdóno – tèndine / tendìne – mèta / metà
– pàgano / pagàno – compìto / cómpito – àmbito / ambìto – càpitano / capitàno – rùbino /
rubìno

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES 72 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
2 LE PAROLE NEL DIZIONARIO

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
Può capitare a tutti di leggere o di ascoltare parole di cui non si conosce il significato,
la funzione grammaticale, la provenienza, oppure può accadere di essere incerti circa
l’ortografia e la pronuncia di alcuni vocaboli.
Per uscire dall’imbarazzo non c’è nulla da fare, se non ricorrere a uno strumento pre-
ziosissimo e di facile consultazione: il dizionario.

DEFINIZIONE Ildidizionario (o vocabolario) è un volume che raccoglie in ordine alfabetico le parole


una lingua; al suo interno vengono indicate la grafia, la pronuncia, la categoria
grammaticale, il significato o i significati, gli usi e le origini storiche di ogni parola.

Il dizionario è costituito da voci che forniscono le informazioni sulle singole parole.


Ogni voce comprende un lemma (la parola trattata, che viene posta all’inizio della vo-
ce) e una glossa (l’insieme delle informazioni fornite).

lemma

glossa voce

Gli esempi riprodotti in queste pagine sono tutti tratti dal Vocabolario della lingua italia-
na di Nicola Zingarelli (Zanichelli, Bologna).

1 Come si consulta il dizionario


Cercare una parola nel dizionario è un’operazione molto semplice e, una volta che si sia
fatta un po’ di pratica, anche molto veloce. Infatti i lemmi sono disposti in ordine al-
fabetico ed evidenziati in grassetto perché siano più facilmente visibili. Inoltre, due pa-
role guida poste sul margine superiore, una nella pagina di sinistra e una in quella di
destra, indicano rispettivamente il primo e l’ultimo lemma contenuti in quelle pagine.
Grazie ad esse ti sarà possibile stabilire più rapidamente se il termine che cerchi si tro-
va in quello spazio oppure no.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER 2. Il lessico 73
parola guida pagina di sinistra

Una volta individuata la parola che cerchi, potrai accedere alle informazioni che il di-
zionario ti fornisce. Prima, però, tieni presente alcune avvertenze:
■ i nomi sono riportati al singolare (oceani ➽ oceano; cascate ➽ cascata); dei nomi al-
terati si dà la forma primitiva (gattino, gattuccio, gattone, gattaccio ➽ gatto);
■ gli aggettivi sono riportati al maschile singolare (curiosa, curiosi, curiose ➽ curioso) e
al grado positivo (grandissimo ➽ grande);
■ i pronomi determinativi (possessivi, dimostrativi, indefiniti) e relativi sono ripor-
tati al maschile singolare (sua, suoi, sue ➽ suo; questa, questi, queste ➽ questo; alcuna,
alcuni, alcune ➽ alcuno; quali ➽ quale);

74 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


pagina di destra parola guida

■ i verbi sono riportati all’infinito presente della forma attiva (arrivai, sono arrivato,
arriverei ➽ arrivare; sono stato visto, essendo stato visto ➽ vedere).
■ le parole invariabili (avverbi, preposizioni, congiunzioni, interiezioni) in genere so-
no riportate nel dizionario tali e quali (fanno eccezione ad esempio gli avverbi deri-
vati da aggettivi: saggiamente ➽ saggio).

All’interno delle voci spesso sono presenti numerose abbreviazioni, utilizzate per le pa-
role di uso frequente; si tratta in genere di termini che indicano la funzione grammati-
cale, la lingua o il dialetto di origine, il settore specialistico di uso del lemma.

2. Il lessico 75
Nelle prime pagine del dizionario è riportato un elenco delle abbreviazioni con la rela-
tiva spiegazione. Ecco alcuni esempi.
FUNZIONE GRAMMATICALE LINGUA O DIALETTO DI ORIGINE SETTORE SPECIALISTICO DI USO
agg. = aggettivo afric. = africano agr. = agricoltura
art. = articolo ar. = arabo antrop. = antropologia
aus. = ausiliare biz. = bizantino biol. = biologia
avv. = avverbio cin. = cinese elettron. = elettronica
deriv. = derivato germ. = germanico filos. = filosofia
f. = femminile giapp. = giapponese mus. = musica
m. = maschile gr. = greco psicol. = psicologia
pred. = predicato ingl. = inglese relig. = religione
sogg.= soggetto piem. = piemontese scient. = scientifico
sost. = sostantivo sicil. = siciliano zool. = zoologia

BANCO DI PROVA
Indica il lemma da cercare nel dizionario per avere informazioni sulle parole elencate.
1. costei …………………………… 8. sarà elogiato ……………………………

2. incontrai …………………………… 9. miei ……………………………

3. utili …………………………… 10. cagnolino ……………………………

4. rigide …………………………… 11. nessuna ……………………………

5. spegnendo …………………………… 12. coloro ……………………………

6. quelle …………………………… 13. nitidi ……………………………

7. femminuccia …………………………… 14. chiare ……………………………

RISPOSTE ESATTE / 14 ESERCIZI ❯ p. 82

2 Quali informazioni fornisce il dizionario


Qui di seguito indichiamo le principali informazioni che potrai trovare nel dizionario.
■ Corretta grafia. Una consultazione rapida, mirata a verificare come si scrive una pa-
rola, è particolarmente utile nei casi più “delicati” (doppie, accenti, gruppi in sce, scie,
ce, cie, ge, gie, ni + vocale, gn + vocale, li + vocale, gli + vocale ecc.).
■ Corretta pronuncia. Il lemma riporta l’accento tonico e quindi fornisce un elemento
determinante per la pronuncia (camìno, tàvolo, tabù). Nel caso in cui l’accento tonico
cada su una o oppure su una e viene indicato se le vocali hanno suono aperto o chiu-
so: pèsca: il frutto del pesco / pésca: l’attività e la tecnica del pescare.
■ Funzione grammaticale. Del vocabolo si specifica la categoria grammaticale (arti-
colo, nome, aggettivo, pronome, verbo, avverbio, preposizione, congiunzione, inte-
riezione). Nel caso in cui un vocabolo svolga più di una funzione grammaticale, il
dizionario le registra tutte, distinguendole con dei numeri, delle lettere o dei simboli.

76 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


funzioni
grammaticali

funzione
grammaticale

■ Caratteristiche morfologiche. Sono riportati ad esempio: il genere dei nomi (ma-


schile, femminile), le forme irregolari del plurale di nomi e aggettivi, il genere dei verbi
(transitivi, intransitivi, riflessivi), le forme irregolari o difettive di alcuni verbi.

caratteristiche
morfologiche

■ Forme alterate. Vengono indicate le possibili alterazioni della parola (diminutivi,


accrescitivi ecc.).

forme
alterate

2. Il lessico 77
■ Significato. Il dizionario registra tutti i significati che un vocabolo può assumere,
specificando se si tratta di significati letterali, figurati oppure inerenti a linguaggi
specialistici, regionali, familiari. Quando la parola riveste più significati, il diziona-
rio li registra con una numerazione progressiva in grassetto e li analizza uno per uno.
Ricorda che le parole polisèmiche e omònime sono registrate in modo diverso:
mentre le prime si trovano all’interno della voce e in successione numerica, le secon-
de sono registrate come voci autonome e indicate con un numero arabo progressivo
o con un esponente numerico.

parola
polisèmica

parole
omònime

Alcuni dizionari riportano inoltre:


■ notizie sull’etimologia (cioè sull’origine della parola), sulla derivazione o sulla com-
posizione del lemma;
■ alcuni sinonimi e contrari.

etimologia

sinonimi contrari

78 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


BANCO DI PROVA
Leggi la voce qui riprodotta ed evidenzia
con colori diversi l’etimologia, la funzione
grammaticale e il significato (o i significati)
della parola lemma.

RISPOSTE ESATTE /3 ESERCIZI ❯ p. 82

L’origine delle parole: l’etimologia


Delle parole che utilizziamo conosciamo il significato, ma spesso ce ne sfugge l’origine
(cioè la lingua da cui derivano), il significato che esse avevano inizialmente, le trasforma-
zioni che questo ha subito nel corso del tempo. La disciplina che si occupa di queste ricer-
che è l’etimologia (dal greco étymos, “significato autentico della parola” e lógos, “studio”).

DEFINIZIONE seguendone
L’etimologia è il settore della linguistica che studia l’origine e la storia delle parole,
le trasformazioni di forma e di significato.

Questa disciplina è molto importante anche per ricostruire e comprendere l’evoluzio-


ne storica di una nazione, poiché una lingua, al suo interno, conserva tracce indelebi-
li dei contatti avvenuti tra i popoli, degli scambi commerciali e culturali che tra loro si
sono stabiliti, dei conflitti e delle invasioni che hanno avuto luogo. L’etimologia spesso
riserva delle sorprese, poiché ci rivela come certi vocaboli abbiano compiuto un percor-
so tale da portarli ad assumere significati lontanissimi, perfino opposti, rispetto a
quelli di origine.

Esaminiamo ad esempio le “radici” del termine scuola. Questa parola deriva dal greco
scholē´ e dal latino schŏla e significava “tempo libero”; presso Greci e Romani, infatti, il
tempo libero veniva dedicato alla lettura e all’apprendimento, cosicché la parola finì con
il designare non solo tali attività, ma anche l’istituzione che le organizza e il luogo in cui
si svolgono. Probabilmente non avresti mai immaginato che le ore trascorse nelle aule
scolastiche fossero da considerarsi “tempo libero”!

BANCO DI PROVA
Cerca nel dizionario e indica l’etimologia delle parole elencate.
albicocco – aria – bottone – conte – destro – nostromo – paltò – zar

RISPOSTE ESATTE /8 ESERCIZI ❯ p. 84

2. Il lessico 79
3 I dizionari specialistici
Il tipo di dizionario di cui abbiamo parlato è, per così dire, “generale”, relativo a una so-
la lingua (monolingue), ma non mancano opere che si occupano di aspetti specifici
del linguaggio, ad esempio quelle dedicate al lessico delle varie discipline artistiche e
scientifiche (letteratura, musica, pittura, diritto, economia, medicina, fisica, informati-
ca ecc.) o all’etimologia, cioè all’origine delle parole (dizionari etimologici).

Molto utili e diffusi sono i dizionari dei sinonimi e dei contrari, che migliorano le
nostre capacità espressive suggerendo alternative ai vocaboli più consueti e aiutandoci
a evitare ineleganti ripetizioni.

Assolutamente indispensabili per chi voglia accostarsi a una lingua straniera sono i di-
zionari bilingui, divisi in due sezioni, in una delle quali vengono fornite le parole stra-
niere e la loro traduzione italiana, mentre nell’altra si segue un ordine inverso.

A differenza delle tipologie descritte finora, i dizionari enciclopedici analizzano non


le parole della lingua, ma argomenti di vario genere e forniscono su ciascuno informa-
zioni essenziali di carattere storico, scientifico, biografico.

BANCO DI PROVA
Indica se le voci elencate sono inserite in un dizionario generale (monolingue), eti-
mologico, dei sinonimi, bilingue o enciclopedico.
1. insipido agg. scipito, insulso. Fig.: scialbo, banale.
Tipo di dizionario: ………………………………………………
2. balbettio 1 stammering; stuttering 2 (di bambino) babble
Tipo di dizionario: ………………………………………………
3. nano s.m. Lat. nānus, gr. nânos, forse di origine onomatopeica. Individuo o razza o spe-
cie di dimensioni notevolmente inferiori alla norma.
Tipo di dizionario: ………………………………………………
4. Montecatini Terme com. (Pistoia); 20.661 ab., 29 m. È tra le più importanti stazioni ter-
mali europee (acque salso solfato-alcaline e radioattive).
Tipo di dizionario: ………………………………………………
5. nonna [nòn-na] s.f. 1 la madre del padre o della madre. DIM. nonnina, nonnetta
2 (zool.) nome reg. dell’airone cenerino.
Tipo di dizionario: ………………………………………………

RISPOSTE ESATTE /5

80 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


IL DIZIONARIO

è un volume che raccoglie in ordine


alfabetico le parole di una lingua

TIPI
Generale Specialistico

contiene

grafia corretta etimologico

pronuncia corretta dei sinonimi


e dei contrari

funzione
grammaticale bilingue

caratteristiche
enciclopedico
morfologiche

significato
o significati
(polisemìa)

forme alterate

etimologia

sinonimi
e contrari

omònimi

2. Il lessico 81
ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI
ES I
ERC IZ
Le parole nel dizionario ❯❯ p. 73
1 Disponi le parole elencate in ordine alfabetico.
ridente – astensione – concerto – morbidezza – flusso – bidone – zio – portare – definizione
– amicizia – sostegno – impatto – whisky – ammiraglio – yogurt – lavare – umidità – puma
– dorico – orologio – stantuffo – jeep – emiro – hotel – macchina – qualità – geloso –
nave – osservatorio – via

2 Cerca nel dizionario i lemmi elencati e indica le parole guida della pagina in cui sono
collocati.
LEMMA PAROLA GUIDA PAGINA SINISTRA PAROLA GUIDA PAGINA DESTRA
barca
dado
mantello
operaio
ridurre
visione

3 Cerca nel dizionario l’abbreviazione corrispondente alle parole elencate.


1. articolo …………… 8. accrescitivo …………… 15. impersonale ……………

2. nome …………… 9. vezzeggiativo …………… 16. locuzione ……………

3. aggettivo …………… 10. imperfetto …………… 17. invariabile ……………

4. verbo …………… 11. gerundio …………… 18. indefinito ……………

5. avverbio …………… 12. imperativo …………… 19. latino ……………

6. intransitivo …………… 13. singolare …………… 20. greco ……………


7. passato …………… 14. maschile …………… 21. francese ……………

4 Indica il lemma sotto cui compaiono nel dizionario le parole elencate.


f amiche ➽ amico
1. taluni ……………………… 9. verranno ………………………

2. rinfrescarono ……………………… 10. andassero ………………………

3. apparvi ……………………… 11. vanno ………………………

4. fuggevoli ……………………… 12. celeberrimo ………………………

5. preziose ……………………… 13. maschiaccio ………………………

6. decidendo ……………………… 14. mediconzolo ………………………

7. orecchie ……………………… 15. costretto ………………………

8. rudimentali ……………………… 16. furbetto ………………………

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES 82 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
5 Le parole elencate possono svolgere più di una funzione grammaticale. Indica, con
l’aiuto del dizionario, di quali funzioni si tratta.
1. come .............................................................................................................................................................

2. nessuno .............................................................................................................................................................

3. prima .............................................................................................................................................................

4. male .............................................................................................................................................................

5. le .............................................................................................................................................................

6. salutare .............................................................................................................................................................

7. lontano .............................................................................................................................................................

8. verso .............................................................................................................................................................

9. che .............................................................................................................................................................

6 Riscrivi le parole elencate segnando l’accento tonico, poi indicane la funzione gram-
maticale e spiegane il significato (nel caso in cui esistano più significati, riporta sol-
tanto il primo registrato nel dizionario).

f ripido ➽ rìpido; aggettivo; che ha molta pendenza


1. salubre .................................................................................................................................................

2. considerevole .................................................................................................................................................

3. sepalo .................................................................................................................................................

4. erpice .................................................................................................................................................

5. incedere .................................................................................................................................................

6. murice .................................................................................................................................................

7. mastice .................................................................................................................................................

8. revoca .................................................................................................................................................

9. edile .................................................................................................................................................

10. insipido .................................................................................................................................................

11. stantio .................................................................................................................................................


12. lepido .................................................................................................................................................

13. sifone .................................................................................................................................................

14. neozoico .................................................................................................................................................

15. intraprendere .................................................................................................................................................

16. indelebile .................................................................................................................................................

17. attico .................................................................................................................................................

18. redigere .................................................................................................................................................

7 Cerca nel dizionario e indica il significato delle parole elencate (nel caso in cui esistano
più significati, riporta soltanto il primo).

1. odontoiatra .................................................................................................................................................

2. odontotecnico .................................................................................................................................................

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER 2. Il lessico 83
ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI
3. paratassi .................................................................................................................................................

4. sulfureo ....................................................................................................................................................

5. cinico ....................................................................................................................................................

6. largheggiare ....................................................................................................................................................

7. limitrofo ....................................................................................................................................................

8. idealista ....................................................................................................................................................

9. epidemia ....................................................................................................................................................

10. panacea ....................................................................................................................................................

11. consesso ....................................................................................................................................................

12. marsupiale ....................................................................................................................................................

8 Scrivi una frase con ciascuna delle parole elencate nell’esercizio precedente.
SCRITTURA

L’origine delle parole: l’etimologia ❯❯ p. 79


9 Spiega l’origine delle parole elencate, indicando la lingua e il vocabolo da cui deri-
vano.
f algebra ➽ arabo; al-giabr
1. balcone ………………………………………………

2. manigoldo ………………………………………………

3. rubare ………………………………………………

4. guerra ………………………………………………

5. barone ………………………………………………

6. gondola ………………………………………………

7. bottega ………………………………………………

8. western ………………………………………………

9. sabato ………………………………………………

10. verbo ………………………………………………

11. magazzino ………………………………………………

12. cifra ………………………………………………

13. benzina ………………………………………………

14. etichetta ………………………………………………

15. flotta ………………………………………………

16. carovana ………………………………………………

17. birra ………………………………………………

18. burocrazia ………………………………………………

19. telegrafo ………………………………………………

20. equino ………………………………………………

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES 84 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
10 Scrivi il nome di cinque animali e per ciascuno indica l’etimologia.
1. ...................................................................................................................................................................................

2. ...................................................................................................................................................................................
3. ...................................................................................................................................................................................

4. ...................................................................................................................................................................................

5. ...................................................................................................................................................................................

11 Scrivi il nome di cinque fiori e per ciascuno indica l’etimologia.


1. ...................................................................................................................................................................................

2. ...................................................................................................................................................................................

3. ...................................................................................................................................................................................

4. ...................................................................................................................................................................................

5. ...................................................................................................................................................................................

12 Le parole elencate (sostantivi, aggettivi, verbi) derivano dai nomi di alcuni perso-
naggi storici. Con l’aiuto del dizionario, indica il significato di ciascuna parola e spie-
ga il rapporto che essa ha con i personaggi in questione.

f marxismo ➽ da Carlo Marx, autore di opere economiche e filosofiche in cui elaborò teorie politiche
ispirate al socialismo
1. boicottare
...................................................................................................................................................................................

2. copernicana (rivoluzione)
...................................................................................................................................................................................

3. ghigliottina
...................................................................................................................................................................................

4. machiavellico
...................................................................................................................................................................................

5. marconista
...................................................................................................................................................................................

6. mitridatizzare
...................................................................................................................................................................................

7. molotov
...................................................................................................................................................................................

8. mongolfiera
...................................................................................................................................................................................

9. tolemaico (sistema)
...................................................................................................................................................................................

10. watt
...................................................................................................................................................................................

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER 2. Il lessico 85
SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIV
SOSTA
SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICA
D A
I V ERIFIC
IL LESSICO
VERIFICA CHE COSA HAI IMPARATO
1 Scrivi i termini corrispondenti alle definizioni. Per ogni soluzione corretta, 2 punti.
1. Significato letterale di una parola. .......................................................

2. Significato di una parola usata in senso figurato. .......................................................

3. Parole che hanno lo stesso significato. .......................................................

4. Figura retorica che contiene un paragone. .......................................................


5. Figura retorica che contiene un paragone abbreviato. .......................................................

6. Parola che ha un significato opposto rispetto a un’altra. .......................................................

7. Parola che ha un significato più ristretto rispetto a un’altra. .......................................................

8. Parola che ha un significato più ampio rispetto a un’altra. .......................................................

9. Insieme di vocaboli che si riferiscono a una stessa area


di significato o a un argomento comune. .......................................................

10. Parole uguali nella forma ma diverse nel significato. .......................................................

PUNTEGGIO / 20

2 Indica se le affermazioni sono vere (V) o false (F). Per ogni soluzione corretta, 2 punti.
1. La glossa è l’insieme delle abbreviazioni utilizzate nel dizionario. ■
V ■
F
2. I termini che vengono spiegati nel dizionario si chiamano lemmi. ■■
V F
3. Il dizionario non indica la pronuncia delle parole. ■
V ■
F
4. Il dizionario indica sia il significato letterale di una parola sia quello figurato. ■
V ■
F
5. Nel dizionario i verbi sono riportati alla prima persona dell’indicativo presente. ■
V ■
F
PUNTEGGIO / 10

APPLICA CIO CHE HAI IMPARATO


3 Sottolinea le parole usate con valore connotativo. Per ogni soluzione corretta, 2 punti.
1. Ragazzi non possiamo continuare a perdere, è ora di cambiare musica! 2. Aiutami per
favore, perché mi trovo in un mare di guai. 3. Spero di non trovare mai più quel tipo sul-
la mia strada. 4. Un fiume di auto scorreva rapido sull’autostrada. 5. Quel ragazzo è la mia
croce e non so come comportarmi con lui. 6. A Calatafimi i Mille scrissero una gloriosa pa-
gina di storia. 7. A volte mi pare che il panorama della mia esistenza sia vuoto e grigio.
8. Non ho cuore di abbandonarlo in questo difficile momento. 9. Le modalità e il mo-
vente del delitto erano coperti da una fitta nebbia. 10. Quando lo contrariano, Renzo
perde facilmente la bussola.
PUNTEGGIO / 20

ERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFIC
86 Comunicazione, testi e abilità linguistiche
VERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICA

SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICA
4 Indica se le figure retoriche contenute nelle frasi sono similitudini (S) o metafore (M).
Per ogni soluzione corretta, 4 punti.
1. Quel tipo è robusto come una quercia! ■ 2. Mario ha una salute di ferro. ■ 3. Hai gli occhi
azzurri come il cielo. ■ 4. Ho dormito come un ghiro. ■ 5. Il fiume è un nastro d’argento. ■
PUNTEGGIO / 20
5 In ciascun gruppo si trovano un sinonimo e un antònimo del termine in corsivo. Indi-
viduali ed evidenziali con colori diversi. Per ogni soluzione corretta, 1 punto.
1. compìto: vecchio – screanzato – istruito – educato – sciocco
2. demente: pazzo – impaziente – svogliato – pezzente – saggio
3. epilogo: inizio – dialogo – eroico – conclusione – epico
4. mesto: allegro – lento – triste – furbo – veloce
PUNTEGGIO /8
6 In ciascun gruppo si trovano un ipònimo e un iperònimo del termine in corsivo. Indi-
viduali ed evidenziali con colori diversi. Per ogni soluzione corretta, 1 punto.
1. formaggio: latte – parmigiano – topo – alimento – calcio
2. albero: rosa – vegetale – montagna – mare – faggio
3. cane: felino – amico – coda – mammifero – alano
4. posata: forchetta – piatto – tavolo – stoviglia – ricetta
PUNTEGGIO /8
7 Scrivi sette parole appartenenti ai campi semantici elencati. Per ogni soluzione cor-
retta, 2 punti.

1. calcio .........................................................................................................................................................

2. giornale .........................................................................................................................................................

3. sentimenti .........................................................................................................................................................

4. mare .........................................................................................................................................................

PUNTEGGIO /8
8 Indica il lemma sotto cui compaiono nel dizionario le parole elencate. Per ogni solu-
zione corretta, 1 punto.
1. camminavano …………………………

2. agresti …………………………

3. alcuni …………………………

4. suoi …………………………

5. abbraccerei …………………………

6. volendo …………………………
PUNTEGGIO /6
PUNTEGGIO COMPLESSIVO / 100

➽ ➽ ➽ ➽
INSUFFICIENTE SUFFICIENTE BUONO DISTINTO OTTIMO
fino a 59 da 60 a 69 da 70 a 79 da 80 a 89 da 90 a 100
svolgi gli Esercizi svolgi gli Esercizi
per il Recupero per il Potenziamento
SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADI 2. Il lessico 87
p e r il R ECUPERO

E SERCIZI p e r il ECUPERO E S R CI Z I

ER
1 Individua e sottolinea nelle frasi le parole o espressioni usate con valore connotativo.
1. Sono stato svegliato da una sirena che si è messa a suonare nel cuore della notte.
2. A furia di volare con la fantasia, non sei più capace di afferrare la realtà.
3. Stavo per concludere un ottimo affare, ma all’ultimo momento sono scivolato sulla clas-
sica buccia di banana.
4. Caro mio, per fare carriera nel mondo del lavoro bisogna sudare sette camicie.
5. Nell’impasto di questa torta occorre aggiungere una lacrima di liquore.
6. Sul volto della fanciulla scese un velo di tristezza.
7. E così, dopo che ebbi risposto in quel modo, se ne andò con la coda tra le gambe.
8. Per vincere contro una squadra più forte di noi dovremo gettare il cuore oltre l’ostacolo.

2 Completa ciascuna coppia di frasi con una stessa parola.


1. a. Gli alpini portano sul cappello una ………………… nera.
b. A Natale i miei genitori mi hanno regalato una ………………… stilografica.
2. a. Devo far riparare il ………………… perché la neve ha smosso alcune tegole.
b. La nostra società ha fissato un ………………… oltre il quale le spese di viaggio dei
dipendenti non verranno rimborsate.
3. a. Con il suo arco, Robin Hood non mancava mai il ………………… .
b. Il ministro, per la sua decisione impopolare, è stato fatto ………………… delle critiche
dei sindacati.
4. a. Mi sembra che Marco, oggi, abbia la ………………… storta.
b. Nelle poesie di Leopardi sono contenute bellissime descrizioni della ………………… .
5. a. Il ………………… che esce da quella ciminiera appesta la città.
b. Per la tua imprudenza questa magnifica occasione è andata in ………………… .

3 Indica se le figure retoriche sottolineate sono basate su vicinanza (V), opposizione (O),
accentuazione (AC) o attenuazione (AT) di significati.
1. Bravo, hai scoperto l’acqua calda ■.
2. Oggi a pranzo ho divorato una montagna di patate fritte ■!
3. La perpetua ■ del parroco aveva più di settant’anni.
4. Non sarò certo un santo ■, ma non sono neppure un delinquente!
5. Negli occhi il poveretto aveva un grido silenzioso ■.
6. In questo deserto darei una fortuna per poter bere un bicchiere ■ d’acqua.
7. L’italiano ■ è di temperamento vivace e intuitivo, ma talvolta rischia di essere disor-
dinato e incostante.
8. Sei stato proprio furbo ■ a farti ingannare in quel modo!
9. Dice di avere perso al gioco quattro soldi ■, ma in realtà non gli è rimasto più nulla.

88 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO
4 Indica se le parole o le espressioni sottolineate sono similitudini (S), metafore (M) o
antonomasie (A).
1. Quel gradasso ■ crede di intimidirmi con le sue minacce, ma si sbaglia! 2. La bambi-
na, pallida come un cencio ■, mi si buttò tra le braccia. 3. La notizia del crollo della bor-
sa fu un fulmine a ciel sereno ■. 4. Devi avere una bella faccia di bronzo ■ per fare certe
affermazioni! 5. La folla si sparse per le strade, come un fiume in piena ■. 6. Senza l’aiu-
to di un mecenate ■, oggi è molto difficile riuscire a vivere di sola arte.

5 Scrivi accanto a ciascuna parola un sinonimo adatto, scegliendo tra i termini proposti
in corsivo.
1. pelle .................................. (cute / carnagione / incarnato / colorito)
2. sollevare .................................. (esaltare / emancipare / alzare / liberare)
3. umile .................................. (spaurito / depresso / dimesso / abbattuto)
4. coraggioso .................................. (ardimentoso / furioso / energico / prudente)
5. urlo .................................. (stridore / fischio / grido / cigolio)
6. gara .................................. (battaglia / competizione / concorrenza / lotta)
7. colpo .................................. (piega / taglio / percossa / spinta)
8. verdetto .................................. (sentenza / sanzione / accusa / reato)

6 Unisci ciascuna parola della colonna di sinistra all’antònimo corrispondente della


colonna di destra. L’esercizio è avviato.
1. versamento a. amico
2. demoralizzante b. nullatenente
3. arguto c. consuntivo
4. ostile d. prelievo
5. nitido e. novellino
6. profitto f. incoraggiante
7. possidente g. profano
8. preventivo h. stupido
9. sacro i. perdita
10. veterano l. confuso

7 Scrivi un iperònimo per ciascuna delle parole elencate.


1. coniglio ………………………

2. primula ………………………

3. Tevere ………………………

4. levriero ………………………

5. tigre ………………………

6. Annibale ………………………

7. vipera ………………………

8. nespola ………………………

9. ciclismo ………………………

10. Sole ………………………

2. Il lessico 89
ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESER
8 Le parole elencate appartengono a due diversi campi semantici (zodiaco e animali)
ma alcune di esse fanno parte di entrambi. Individua queste ultime e sottolineale.
pantera – gemelli – pesci – cancro – elefante – bilancia – toro – sagittario – leone – tigre
– ariete – acquario – scorpione – coccodrillo – cervo

9 In ciascuna coppia di frasi indica se gli omònimi sottolineati sono nomi (N), aggetti-
vi (AG), verbi (V) o avverbi (AV).
1. a. Spesso mi distraggo e casco ■ dalle nuvole.
b. In moto il casco ■ è una protezione indispensabile.
2. a. Ogni giorno bisogna dare la carica ■ alla pendola.
b. Questo autocarro carica ■ il materiale per la lavorazione.
3. a. Possono entrare solo ■ gli addetti ai lavori.
b. Questo lavoro può essere fatto da un solo ■ uomo.
4. a. Il pianto gli serra ■ la gola.
b. Il nostro ecosistema è sconvolto dall’effetto serra ■.
5. a. È stato un incontro ■ cordiale e fruttuoso.
b. Se non conoscete la strada vi verremo incontro ■.
6. a. È giunta l’ora ■ di prendere una decisione.
b. Ora ■ bisogna avere i nervi saldi.
7. a. Io sconto ■ gli errori commessi nel passato.
b. Per il pagamento in contanti c’è un ulteriore sconto ■.
8. a. A quella radura si giunge attraverso un dolce ■ declivio.
b. La nonna domani ci preparerà un dolce ■.
9. a. Stento ■ a credere al tuo racconto.
b. A causa del maltempo gli scalatori hanno raggiunto la cima a stento ■.
10. a. Non salate ■ troppo la minestra.
b. Per questa infrazione sono previste multe salate ■.

10 Per ciascun tipo di dizionario fornisci una definizione.


1. dizionario (generico)
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

2. dizionario dei sinonimi e dei contrari


...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

3. dizionario etimologico
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

90 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


CIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI
4. dizionario bilingue
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

5. dizionario enciclopedico
...................................................................................................................................................................................

...................................................................................................................................................................................

11 Cerca sul dizionario le parole elencate e completa la tabella inserendo gli elementi
mancanti. L’esercizio è avviato.

LEMMA ACCENTO FUNZIONE CARATTERISTICHE ALTERAZIONE O


TONICO GRAMMATICALE MORFOLOGICHE COMPOSIZIONE
ragazzo ragàzzo nome maschile ragazzino, ragazzetto,
ragazzone, ragazzotto,
ragazzaccio
capostazione capostazióne nome maschile capo + stazione
caro

basso

uomo

bocca

nuvola

chiaroscuro

12 Cerca nel dizionario l’etimologia delle parole elencate e indica da quale lingua de-
rivano.
1. agenda ………………………

2. caffè ………………………

3. spada ………………………

4. chiesa ………………………

5. brindisi ………………………

6. mitraglia ………………………

7. würstel ………………………

8. sprint ………………………

2. Il lessico 91
E P
per
CI Z I
SERCIZI p e r il OTENZIAMENTO E S

ER
1 Per ciascuna delle parole elencate scrivi due frasi: nella prima il vocabolo dovrà ave-
re un significato letterale, nella seconda un significato figurato.
f pulce ➽ La pulce è un insetto.
➽ Mi hai messo una pulce nell’orecchio.
elefante – cuore – nuvola – frana – giungla

2 Ciascuna frase contiene una figura retorica. Indica se si tratta di similitudine, meta-
fora, metonìmia o sinèddoche.
1. Don Abbondio era un vaso di terra cotta in mezzo a tanti vasi
di ferro. …………………………

2. Le Fiat sono automobili di buona qualità


e di prezzo abbastanza contenuto. …………………………

3. Con un ultimo penoso ruggito, il motore si fermò


definitivamente. …………………………

4. Il corsaro partì con tre legni verso una meta sconosciuta


e non fece mai più ritorno. …………………………

5. Il romagnolo è simpatico ed estroverso. …………………………

6. Secondo i miei compagni, il professor Sapientini è un pozzo


di cultura. …………………………

7. Mio zio è ricco come Paperon de’ Paperoni. …………………………

8. Sento sempre volentieri Baglioni, perché mi sembra


che le sue canzoni siano ancora capaci di interpretare
i sentimenti dei giovani. …………………………

3 Ciascuna frase contiene una figura retorica. Indica se si tratta di ossìmoro (O), ironia (IR),
ipèrbole (IP), eufemismo (E) o litote (L).
1. Dopo tutte queste sofferenze, vedere riconosciuta la mia onestà è stata un’amara sod-
disfazione. ■
2. Ti ho già detto milioni di volte che non devi lasciare i tuoi vestiti sparsi nella stanza! ■
3. Pensa che bella sorpresa, arrivare dove hai posteggiato l’auto e non trovarla più! ■
4. Si sfogò raccontandomi tutti i suoi guai, poi si abbandonò a un pianto sereno. ■
5. A causa di una cura sbagliata, per poco non finivo all’altro mondo. ■
6. Non si può certo dire che Enrica manchi di carattere! ■
7. Pensa che fortuna, avere il mal di denti quando il tuo dentista è in ferie! ■
8. Poveretto, da quando Erminia lo ha lasciato, ha pianto fiumi di lacrime. ■

92 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


il P OTENZIAMENTO ESERCIZI per il POTENZIAMENTO ESERCIZI per il POTENZIAMENTO

4 Sottolinea nelle poesie le parole che appartengono al campo semantico riconducibile


alla parola fiore.
Coglierò per te
l’ultima rosa del giardino,
la rosa bianca che fiorisce
nelle prime nebbie.
Le avide api l’hanno visitata
sino a ieri,
ma è ancora così dolce
che fa tremare.
È un ritratto di te a trent’anni,
un po’ smemorata, come tu sarai allora.
(A. Bertolucci, La rosa bianca, in Poeti italiani, a cura di P. V. Mengaldo, Mondadori, Milano)

Mughetto fiore piccino


calice di enorme candore
sullo stelo esile
innocenza di bimbi gracile
sull’altalena del cielo.
(G. Ungaretti, Mughetto, in Tutto Ungaretti, Mondadori, Milano)

5 Completa ciascuna coppia di frasi con l’omònimo adatto.


1. a. La temperatura ha raggiunto una ………………………… massima di 40 gradi.
b. Il fox terrier è un ottimo cane da ………………………… .
2. a. La parte inferiore della canna fumaria si chiama ………………………… .
b. La lettera ………………………… precede la lettera “elle”.
3. a. Vado d’accordo con Luca perché ha un carattere ………………………… e leale.
b. La retroguardia dell’esercito ………………………… fu annientata a Roncisvalle.
4. a. Il settenario è un ………………………… formato da sette sillabe.
b. La folla si dirigeva ………………………… il centro della città.
5. a. La flotta attraversò lo ………………………… di Gibilterra.
b. Questo vestito mi sta alquanto ………………………… .
6. a. Spegni la ………………………… , per favore, perché sto telefonando.
b. Il ………………………… è un elemento chimico presente nei minerali di uranio.

2. Il lessico 93
Grammatica in Pista
1 A fianco delle figure retoriche sottolineate abbiamo scritto il loro nome ma, per un
errore tipografico, le lettere che lo compongono sono state scritte senza seguire
l’ordine corretto. A te il compito di indovinare di quali figure si tratta.
O
EG L
Per ogni figura retorica individuata, 2 punti.
A
R

del
G

IO C

1. Non posso uscire: devo sbrigare una montagna


di lavoro! lobi pere = …………………………

2. Quando leggo Leopardi, mi commuovo. anime mito = …………………………

3. Quel ricordo suscitava in lui una dolcezza amara. rosso mio = …………………………
4. Che bravo giocatore di scacchi: perde sempre! aironi = …………………………

5. Il povero vecchio non è più tra noi. fiume some = …………………………

6. Oriana non sarà una venere, ma è tutt’altro che brutta! anima ostano = …………………………
PUNTEGGIO

2 Inserisci nelle caselle del cruciverba le parole elencate. Le definizioni che ti forniamo,
fantasiose e umoristiche, sono quelle inventate dallo scrittore Stefano Benni in Sme-
moranda (Feltrinelli, Milano). Se avrai risolto correttamente il cruciverba, nella co-
lonna colorata comparirà il nome di un argomento che hai studiato in questa unità.
O
EG L
Se riesci a completare il cruciverba, 8 punti.
A
R

del
G

IO C

nuoce – slavina – mocassini – ibis – 1


Nabucodonosor – onda – igloo –
2
ormeggio
1. Donna balcanica irruente 3

e travolgente.
4
2. Invocazione degli eschimesi
quando rischiano di annegare. 5
3. Noce avvelenata.
4. Motocicletta che non capisce un’acca. 6
5. Codice fiscale di un sovrano
mesopotamico. 7

6. Uccello che riscuote applausi e consensi


8
entusiastici.
7. Scarpe al caffè.
8. Deposito di impronte. PUNTEGGIO

94 Comunicazione, testi e abilità linguistiche


3 Le parole della colonna di destra sono iperònimi delle parole della colonna di sinistra,
anche se è piuttosto difficile riconoscerle perché le lettere che le formano sono sta-
te rimescolate a caso. Ricolloca le lettere nel giusto ordine. Attenzione: gli iperòni-
mi sono stati tutti riportati al singolare.
O
EG L
A

Per ogni iperònimo individuato, 2 punti.


R

del
G

IO C

1. lavastoviglie – aspirapolvere – lucidatrice – lavatrice


– frigorifero coderlettositemo = …………………………

2. rosa – viola – tulipano – orchidea – margherita orfei = …………………………

3. Saturno – Marte – Mercurio – Giove – Venere atapine = …………………………

4. gorilla – scimpanzé – bertuccia – gibbone – orango sammici = …………………………

5. ciabatte – sandali – stivali – mocassini – pantofole zacarlatu = …………………………


PUNTEGGIO

4 Individua le parole corrispondenti alle definizioni elencate. I termini appartengono


tutti al campo semantico della musica, oltre che ad altri campi.
O
EG L
Per ogni parola individuata, 2 punti.
A
R

del
G

IO C

1. Può essere fatto di osso oppure di ottone. …………………………

2. Un edificio può averne diversi; un’orchestra, di solito,


ne ha uno “a coda”. …………………………

3. Può essere scritta su uno spartito o su un registro di classe. …………………………

4. Può dirigere un’orchestra o una classe della scuola primaria. …………………………

5. C’è quella di violino e quella della porta... …………………………

6. Serve a suonare alcuni strumenti musicali, tra cui il violino,


ma è anche un’arma che uccide a distanza. …………………………
PUNTEGGIO

O
5 Individua le parole omònime corrispondenti alle definizioni elencate.
EG L
Per ogni parola individuata, 2 punti.
A
R

del
G

IO C

1. costellazione / tumore maligno …………………………

2. esistenza / la parte del corpo sopra i fianchi …………………………

3. copricapo indossato dal papa / fucile automatico …………………………

4. strumento musicale / fiore …………………………


PUNTEGGIO

PUNTEGGIO COMPLESSIVO
(riportare a pp. 354-55)

2. Il lessico 95