Sei sulla pagina 1di 21

COVID 19 - DIARIO DI BORDO DAL 01.02.

2020
WEEKLY REPORT (END WEEK 5/2021)
EDIZIONE 07.02.2021 DATI AGGIORNATI AL 07.02.21

ANALISI COMPARATA DEL TREND EPIDEMICO IN 5 CLUSTERS (25 STATI) :


1.TOP EUROPE (ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, REGNO UNITO, SPAGNA)
2.MID EUROPE (SVIZZERA, OLANDA, AUSTRIA, PORTOGALLO, SVEZIA)
3.FAR EAST (CINA, GIAPPONE, SOUTH KOREA, INDONESIA, FILIPPINE)
4.ASIA (RUSSIA, TURCHIA, INDIA, IRAN, ARABIA SAUDITA)
5.AMERICA (USA, BRASILE, MEXICO, PERU’, CILE)
IL PUNTO DOPO 12 MESI DI EPIDEMIA

ELABORAZIONI ORIGINALI SUI DATI COMUNICATI DALLE AUTORITA’ PUBBLICHE E RILEVATI DAI SITI JOHNS HOPKINS
UNIVERSITY, WORLDOMETERS E STATISTISCHECORONAVIRUS. (www.systems/jhu/edu ; www.worldometers.info ;

CCS
www.statistichecoronavirus.it)

MONITORLAB
NOTA 1
Dati aggiornati al 07.02.2021
IL PANEL E’ ORGANIZZATO IN 5 CLUSTERS, CHE COPRONO QUASI 4,8 MLD DI ABITANTI:
- TOP EUROPE (ITA, FRA, GER, UK, ESP), POPOLAZIONE AGGREGATA: 324 MM.
- MID EUROPE (CH, NED, OST, POR, SWE), POPOLAZIONE AGGREGATA: 56 MM.
- FAR EAST (CHI, JAP, KOR, INDONESIA,FILIPPINE), POPOLAZIONE AGGREGATA: 1.953 MM
- ASIA (RUSSIA, INDIA, IRAN, TURCHIA, SAUDIARABIA), POPOLAZIONE AGGREGATA: 1.723 MM
- AMERICA (USA, BRA, MEX, PERU’, CILE), POPOLAZIONE AGGREGATA: 714 MM.
A POCO PIU’ DI UN ANNO DALL’INIZIO DELL’EPIDEMIA IN EUROPA, IL COVID19 E’ IN PIENO SVILUPPO NEL
MONDO, MA CON TASSI DI DIFFUSIONE ASSAI DIVERSIFICATI; COMPLESSIVAMENTE SI CONTANO CIRCA 107
MM DI CASI E OLTRE 2,3 MM DI MORTI.
TREND ULTIME 4 SETTIMANE (VEDI SLIDE 4 - 6): NEI CLUSTERS MONITORATI SI NOTA UN DISCRETO
ANDAMENTO IN RIPIEGO DEI NUOVI CASI, SIA IN EUROPA (CON ECCEZIONE DELL’OLANDA CHE CRESCE E
CON LA DIFFICOLTA’ DI FRANCIA, ITALIA, AUSTRIA E SVEZIA, CHE SONO STABILI), SIA IN FAR EAST, INDIA E
RUSSIA (BUONA DIMINUZIONE) MENTRE IRAN E TURCHIA SEMBRANO ASSISTERE AD UNA NUOVA RIPRESA;
FINALMENTE BUONO IN AMERICA, CON NETTA DIMINUZIONE IN USA, CON SEGNALI DI RIPRESA IN PERU’.
ANDAMENTO CUMULATO DEI CASI DI CONTAGIO PER CLUSTER E CASI X 1.000 ABITANTI (SLIDES 7 - 11): IN
EUROPA, SOLO LA GERMANIA VANTA MENO DI 30 CASI X 1.000 ABITANTI, MENTRE GLI ALTRI SONO
COMPRESI TRA 40 E 75, CON UN FORTE CRESCITA RECENTE IN PORTOGALLO; ITALIA CON CIRCA 43 CASI X
1.000 ABITANTI E’ IL SECONDO PAESE MENO COLPITO TRA QUELLI MONITORATI. NEL FAREAST NESSUN
PAESE MOSTRA + DI 5 CASI X 1.000 ABITANTI, L’ASIA E’ MEDIAMENTE SOTTO I 30, CON L’INDIA A 8 CASI X
1.000. GLI USA RESTANO IL PAESE PIU’ COLPITO CON OLTRE 80 CASI X 1000 AB,MENTRE GLI ALTRI STATI
AMERICANI SONO SOPRA I 50 CASI X 1000 ABITANTI. 2
NOTA 2
ANDAMENTO CUMULATO DEI CASI DI MORTE E TASSO % MORTI SU CONTAGIATI (SLIDES 12 - 16):
NONOSTANTE IL RELATIVO BASSO IMPATTO DEI CONTAGI, L’ITALIA RESTA IL PAESE EUROPEO TRA
QUELLI MONITORATI CON LA PIU’ ALTA MORTALITA’ SU CONTAGIATI (CFR) PARI AL 3,46%. TUTTI GLI
ALTRI SOTTO IL 3%, ANCHE UK, GERMANIA AL 2%. NEL FAREAST TUTTI I PAESI SONO SOTTO IL 3%, CON
ECCEZIONE DELLA CINA CHE CONTINUA A PAGARE L’ALTA MORTALITA’ INIZIALE E RESTA APPENA
SOTTO IL 5% SU UN NUMERO DI CASI LIMITATISSIMO.IN ASIA IRAN OLTRE IL 4%, MENTRE GLI ALTRI
PAESI AMMETTONO UNA MORTALITA’ COMPRESA TRA 1 E 2% DEI CONTAGIATI. PIU’ O MENO COME IN
AMERICA CON LA VISTOSA ECCEZIONE DEL MESSICO CHE HA IL PEGGIORE CFR AL MONDO PARI A 8,6%.
DOPO 12 MESI IL CASO ITALIANO (RELATIVAMENTE BASSO CONTAGIO X 1000 ABITANTI MA ALTO
TASSO DI MORTALITA’ X 100 CONTAGIATI) DOVREBBE PORTARE A SERIE RIFLESSIONI SU EFFICACIA ED
EFFICIENZA DI SISTEMA.
TASSO DI ATTIVITA’ E DI GUARIGIONE (SLIDES 17 - 21): QUESTI DUE PARAMETRI RESTANO I PIU’ DUBBI
STANTE L’INCAPACITA’ DI MOLTI STATI DI COMUNICARE CON CONTINUITA’ NUMERI CREDIBILI DI ATTIVI
E GUARITI (SECONDO DEFINIZIONI MOLTO ERRATICHE). NEL CASO DEI RECOVERED MOLTI STATI NON
HANNO MAI COMUNICATO DATI CREDIBILI (SVEZIA, OLANDA, UK PER MOLTO TEMPO, SPAGNA
BLOCCATA DA GIUGNO, FRANCIA CON UN NUMERO MOLTO BASSO). LADDOVE LE GUARIGIONI NON
SONO MONITORATE EMERGE UN NUMERO MOLTO ELEVATO PERCENTUALMENTE DI ATTIVI, E ANCHE
QUESTO PUO’ ESSERE UN DATO ASSAI ERRATICO. TRA I PAESI EUROPEI CHE SI SONO SFORZATI DI
COMUNICARE DATI CREDIBILI E COSTANTEMENTE AGGIORNATI VI SONO GERMANIA, ITALIA, AUSTRIA,
PORTOGALLO, I CUI DATI SEMBRANO CREDIBILI. NEL FAR EAST GLI ATTIVI SEMBRANO OSCILLARE TRA IL
2 E IL 15% CON TASSI DI GUARIGIONE OLTRE 80%; ANCORA MEGLIO IN ASIA CON ATTIVI INTORNO AL
10% E GUARIGIONI OLTRE 85%. IN AMERICA, IN GENERALE SI NOTANO TASSI DI POSITIVITA’ INFERIORI
AL 15% (ECCEZIONE USA AL 35%) E TASSI DI GUARIGIONE OLTRE L’80% (ECCEZIONE USA AL 63%).

3
TOP EUROPE & MID EUROPE – NEW CASES X WEEK – LAST 4 WEEKS

4
ASIA & FAR EAST – NEW CASES X WEEK – LAST 4 WEEKS

5
AMERICA – NEW CASES X WEEK – LAST 4 WEEKS

6
TOP EUROPE – CUMULATIVE CASES & CASES X 1.000 INHABITANTS

7
MID EUROPE – CUMULATIVE CASES & CASES X 1.000 INHABITANTS

8
FAR EAST – CUMULATIVE CASES & CASES X 1.000 INHABITANTS

9
ASIA – CUMULATIVE CASES & CASES X 1.000 INHABITANTS

10
AMERICA – CUMULATIVE CASES & CASES X 1.000 INHABITANTS

11
TOP EUROPE – DEATHS & CASES FATALITY RATE %

12
MID EUROPE – DEATHS & CASES FATALITY RATE %

13
FAR EAST – DEATHS & CASES FATALITY RATE %

14
ASIA – DEATHS & CASES FATALITY RATE %

15
AMERICA – DEATHS & CASES FATALITY RATE %

16
TOP EUROPE – ACTIVITY RATE % & CURE RATE % ON CASES

17
MID EUROPE – ACTIVITY RATE % & CURE RATE % ON CASES

18
FAR EAST – ACTIVITY RATE % & CURE RATE % ON CASES

19
ASIA – ACTIVITY RATE % & CURE RATE % ON CASES

20
AMERICA – ACTIVITY RATE % & CURE RATE % ON CASES

21