Sei sulla pagina 1di 40

a

nuova rova
orale 2
Specimen

in lo
ar Pao
M i
lis o D
Te sc
nce
ra
F

ia le per la conversa
a ter arazione agli e zio
M rep sam ne
p io
la ra
e li

2
-C
B2
a
nuova rova
orale 2
Specimen

in lo
ar Pao
M i
lis o D
Te sc
nce
ra
F

ia le per la conversa
a ter arazione agli e zio
M rep sam ne
p io
la ra
e li

2
-C
B2
I edizione: ottobre 2020 Telis Marin dopo una laurea in Italianistica ha
ISBN: 978-88-99358-93-8 conseguito il Master Itals (Didattica dell’ita-
liano) presso l’Università Ca’ Foscari di Vene-
Redazione: Anna Gallo, Daniele Ciolfi zia e ha maturato la sua esperienza didattica
insegnando presso varie scuole d’italiano. È
direttore di Edilingua e autore di diversi te-
Impaginazione e progetto grafico: Edilingua
sti per l’insegnamento della lingua italiana:
Nuovo e Nuovissimo Progetto italiano 1, 2, 3
Foto: © Shutterstock (Libro dello studente), Via del Corso A1, A2,
B1, B2 (Libro dello studente), Progetto ita-
liano Junior 1, 2, 3 (Libro di classe), La Prova
Orale 1, Primo Ascolto, Ascolto Medio, Ascolto
Avanzato, Nuovo Vocabolario Visuale, Via del
© Copyright edizioni Edilingua Corso Video. Inoltre, è coautore di Nuovo e
Sede legale Nuovissimo Progetto italiano Video, di Proget-
to italiano Junior Video e di La nuova Prova
Via Alberico II, 4 - 00193 Roma
orale 2. Ha tenuto numerosi workshop sulla
Tel. +39 06 96727307
didattica in tutto il mondo.
Fax +39 06 94443138
info@edilingua.it
www.edilingua.it
Francesco Di Paolo insegna italiano per stra-
Deposito e Centro di distribuzione
nieri in numerose realtà, sia in Italia che all’e-
Via Moroianni, 65 - 12133 Atene stero, e collabora con varie strutture come
Tel. +30 210 5733900 docente e coordinatore di corsi di formazio-
Fax +30 210 5758903 ne per insegnanti di italiano L2, di intercultu-
ra e CLIL. Per il Laboratorio ITALS dell’Univer-
sità Ca’ Foscari di Venezia, è docente nei corsi
di preparazione alla certificazione CEDILS e
nel “Master in didattica e promozione del-
la lingua e della cultura italiane a stranieri”.
È correttore e valutatore delle prove PLIDA
per la Società Dante Alighieri.

Grazie all’adozione di questo


libro, Edilingua adotta a
distanza dei bambini che
vivono in Asia, in Africa e in
Sud America. Perché insieme
possiamo fare molto! Ulteriori
informazioni nella sezione
”Chi siamo” del nostro sito.

Gli autori apprezzerebbero, da parte dei colleghi, eventuali suggerimenti, segnalazioni e commenti sull’opera
(da inviare a redazione@edilingua.it)

Tutti i diritti riservati.


È assolutamente vietata la riproduzione totale o parziale di quest’opera, anche attraverso le fotocopie; è vietata la sua memorizzazione, anche digitale su
supporti di qualsiasi tipo, la sua trasmissione sotto qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo, così come la sua pubblicazione on line senza l’autorizzazione
della casa editrice Edilingua.
L’editore è a disposizione degli aventi diritto non potuti reperire; porrà inoltre rimedio, in caso di cortese segnalazione, ad eventuali omissioni o inesattez-
ze nella citazione delle fonti.
Premessa
La nuova Prova orale 2, che fa la sua apparizione diversi anni dopo l’ultima edizione, mantiene la stessa filosofia e
gli stessi obiettivi: dare agli studenti d’italiano la possibilità e gli spunti per esprimersi liberamente e spontaneamen-
te, sviluppando l’abilità di produzione orale e, inoltre, dal momento che spesso uno degli obiettivi dello studente di
lingua straniera è il conseguimento di una certificazione, preparare gli studenti d’italiano a superare la prova orale di
questi esami.

Struttura del libro, tecniche e materiale


Il volume è diviso nelle seguenti parti:
a. Le unità tematiche costituiscono la parte centrale del libro. Presentano materiale fotografico, testi autentici, gra-
fici o infografiche, coprendo in tal modo le tipologie testuali di vari esami di lingua. Le numerose domande che
corredano questo materiale hanno lo scopo di dare a tutti gli studenti la possibilità di esprimersi quanto più pos-
sibile, scambiandosi idee tra di loro. L’obiettivo è rinnovare costantemente la discussione, prendendo spunto dal
materiale presentato: dopo aver parlato di una foto, si riassume e si commenta un testo, poi si descrive un grafico,
poi un’altra foto, infine il secondo testo. In tal modo l’interesse degli studenti e il ritmo della discussione si man-
tengono sempre vivi.
I testi sono tratti dalla stampa, ma comprendono anche brani letterari e saggistici. Sono testi autentici, molto
spesso adattati, facilitati o accorciati allo scopo di ridurre eventuali fattori di demotivazione e stimolare e favorire
al meglio la discussione.
Le domande, formulate come quelle di una certificazione e adatte ad esercitarsi sia nell’interazione sia nel mono-
logo, non sono tutte della stessa difficoltà e “intensità”: si parte sempre da domande semplici per arrivare pian pia-
no ad approfondire l’argomento. Il motivo di tale scelta è dovuto al fatto che gli studenti hanno sempre bisogno di
un “riscaldamento” e, di solito, non tutti gli studenti o tutte le classi sono dello stesso livello linguistico. Per questo
motivo, figurano sempre domande meno complesse da porre ai meno “abili”. Attenzione però: se questo diventa
la norma, i discenti cui vengono fatte sempre le domande “facili”, potrebbero sentirsi demotivati. Bisogna, dunque,
dar loro ogni tanto la possibilità di confrontarsi anche con i quesiti più complicati. Inoltre, ne La nuova Prova orale
2, almeno una delle domande è ideata come un task o role play di una certificazione.
Per ogni argomento viene presentato, nella stessa pagina delle domande, il lessico utile. Si è cercato di dare ogni
volta sia le parole che faciliteranno la discussione sia alcune parole chiave dei testi, perché uno degli obiettivi del
libro è portare gli studenti ad un’autonomia: devono poter capire dal contesto anche quando ci saranno parole
sconosciute (e ce ne saranno sempre). Il lessico utile funge, quindi, più da spunto per il confronto che da glossario.
Che queste parole facciano parte del vocabolario passivo o attivo degli studenti, lo scopo è averle sempre davanti
per facilitare l’espressione libera, soprattutto nei momenti in cui ci si blocca perché manca una parola chiave.
b. I compiti comunicativi hanno lo scopo di preparare gli studenti ad affrontare situazioni comunicative verosimili,
in cui saranno chiamati ad usare la lingua italiana in modo creativo per comunicare efficacemente: per chiedere
aiuto, per protestare, per informare o essere informati, ecc. Durante lo svolgimento di questi role play ci sono alcuni
“particolari” da tener conto: ogni intervento dell’insegnante dovrebbe mirare a incoraggiare gli studenti, a fornire
idee e spunti e non a correggere eventuali errori commessi (di come trattare gli errori si parla in seguito). Un altro
elemento da tener presente è che spesso alcuni studenti, specie i meno giovani, si trovano a disagio quando de-
vono “recitare” un ruolo. Oltre a spiegare l’utilità di questa attività, potremmo lasciargli scegliere il ruolo che più
gli interessa. Ovviamente, se svolgere un compito comunicativo fa parte della loro preparazione ad un esame di
lingua, saranno - in teoria - loro stessi a sentirsi motivati. Ma anche in questo caso sta all’insegnante incoraggiarli
quanto possibile.
c. Le espressioni e le massime hanno lo scopo di far riflettere su frasi celebri, anche spiritose, e commentarle. In
seguito, viene fornita una serie di domande che approfondiscono l’argomento sollevato dalle frasi. Nonostante si
tratti di una prova particolare, legata alla prova orale del Celi 5, è un’attività molto interessante e stimolante anche
per chi non ha intenzione di sostenere questo esame. Il risultato sarà lo stesso: gli studenti rifletteranno, parleran-
no, penseranno in italiano.
d. Il glossario ha lo scopo di facilitare la preparazione della lezione da parte dei docenti, per i quali dover spiegare
tutte le parole nuove è un compito che richiederebbe molto tempo. Gli studenti, dunque, possono consultare
autonomamente il glossario ogni qualvolta ne avranno bisogno. Si è cercato di spiegare in modo semplice e con-
testualizzato tutte le parole e le espressioni, anche quando queste si ripetono più di una volta in quanto non è
obbligatorio affrontare le unità tematiche seguendone la progressione.
Premessa
Premessa

Quando usare La nuova Prova orale 2


Il libro presenta una grande quantità e varietà di stimoli alla discussione. Questo significa che fornisce materiale suf-
ficiente per oltre un anno scolastico. La nuova Prova orale 2 si potrebbe adottare in classi che hanno completato circa
200 ore di lezione ed essere utilizzata per la preparazione di studenti di livello avanzato: dal B2 al C2. Può, comunque,
essere inserita in curricoli scolastici diversi e in qualsiasi periodo del curricolo stesso. Ogni unità tematica può fornire
da 60 a 90 minuti di conversazione, a seconda del tempo che si dedica alla lettura, di quanti studenti rispondono ad
ogni domanda, di quanto discutono tra di loro, ecc.

Suggerimenti e idee per un miglior uso del libro / Riflessioni sulla produzione orale
Fateli parlare! La conversazione è probabilmente una delle abilità dell’apprendimento linguistico più difficile e deli-
cata: lo studente è chiamato a comunicare, a farsi capire in una lingua straniera. L’insegnante, dovendo aiutare lo stu-
dente a superare ostacoli pratici e psicologici, ha bisogno di molte energie. Studenti timidi, deboli, senza la necessaria
fiducia in se stessi (colpa forse anche nostra), hanno costantemente bisogno di essere motivati. Dunque, disporre di
materiale didattico appropriato è importantissimo, ma altrettanto importante è l’abilità del professore nell’animare e
guidare la discussione:
• riformulando e arricchendo le domande in modo da renderle più adeguate ai propri studenti quando non lo sono;
• stando fisicamente vicino agli studenti, diminuendo così le distanze psicologiche. L’insegnante deve “trasmettere” la
sua energia e creare un’atmosfera amichevole, adatta ad una discussione informale, cosa che non si può fare “ex
cathedra”;
• incoraggiando continuamente la partecipazione, i commenti e gli interventi di tutti, facendo capire che ogni singola
domanda può e deve dare avvio a scambi di idee. D’altra parte è importante che il parlante abbia il tempo necessa-
rio per organizzare e concludere il suo pensiero, senza sentirsi pressato dai compagni o dall’insegnante, il quale è
bene che sostenga e motivi lo studente attraverso il linguaggio del corpo.

La scelta dell’argomento su cui discutere è molto importante. Nel libro le unità tematiche vengono presentate secon-
do un ordine determinato, con difficoltà progressiva. L’argomento di una discussione, però, deve anzitutto piacere
ai parlanti, suscitare il loro interesse. Quindi, se vi rendete conto che il tema che avete scelto non entusiasma i vostri
alunni, non insistete; lasciate che ogni tanto scelgano loro quello di cui preferiscono discutere. D’altra parte, però, se
si preparano ad un esame orale, sarà utile per loro poter parlare anche di argomenti che non sono tra i loro preferiti.

Viva l’errore! La correzione degli errori è un argomento assai discusso che spesso crea problemi. “Sbagliando s’impa-
ra” esprime lo spirito con il quale si dovrebbe svolgere l’intera lezione e, soprattutto, la conversazione. Uno dei motivi
per cui gli studenti non parlano è la nostra esagerazione nel correggerli, cosa che fa innalzare il filtro affettivo: non
parlano perché hanno paura dell’errore. E quando lo studente vuole o deve parlare fuori dalla classe, spesso, nono-
stante la pressione psicologica sia minore, avverte lo stesso disagio.
Molti insegnanti hanno la tendenza a insistere troppo sulla precisione, senza tener conto che l’accuratezza è solo uno
degli aspetti della produzione orale; altrettanto importante è l’abilità di farsi capire in diversi contesti, in altri termini di
poter comunicare. E più lo studente parla e più impara a parlare bene. Secondo le istruzioni date agli esaminatori orali
dei vari esami di lingua, nel corso di una prova orale non si dovrebbe intervenire in caso di errore e si dovrebbe evitare
anche qualsiasi osservazione sull’andamento dell’esame, positivo o negativo che sia. Anche se questo riguarda la fase
di controllo, la nostra filosofia durante la fase di apprendimento non dovrebbe essere molto diversa. La soluzione - se
possiamo chiamarla così - si trova a metà strada: quello che si può fare è “monitorare” gli errori commessi più frequen-
temente allo scopo di revisionarli a tempo opportuno, senza ovviamente personalizzarli. Oppure, in caso di errore,
ripetere passivamente la forma giusta, cercando di non interrompere il parlante. In questo modo lo studente non si
blocca e i compagni si rendono conto dell’errore commesso. Così diventa più chiaro che l’errore è una cosa naturale,
perdonabile e utile: un’opportunità per migliorarsi.

Buon lavoro
Telis Marin

Gli autori apprezzerebbero, da parte dei colleghi, qualsiasi suggerimento, commento o consiglio che potrebbe
contribuire al completamento o al miglioramento del libro in edizioni future, nonché domande e dubbi sul suo uso.
Indice
01 ◆ ◆ 02 ◆ ◆ 03 ◆ ◆ 04 ◆ ◆

Vacanze e Genitori Lavoro Comunicazione


turismo e figli e social media
pag. 7 pag. 9 pag. 11 pag. 13

05 ◆ ◆ 06 ◆ ◆ 07 ◆ ◆ 08 ◆ ◆

Scuola Sport e violenza Televisione e Vecchie e nuove


pubblicità dipendenze
pag. 15 pag. 17 pag. 19 pag. 21

09 ◆ ◆ 10 ◆ ◆ 11 ◆ ◆ 12 ◆ ◆

Razzismo e Arte e Volontariato e Consumismo e


immigrazione patrimonio solidarietà crisi economica
artistico
pag. 23 pag. 25 pag. 27 pag. 29

13 ◆ ◆ 14 ◆ ◆ ◆ 15 ◆ ◆ ◆ 16 ◆ ◆ ◆

Donne e politica Automobili: Divismo e Bellezza


presente e privacy
futuro
pag. 31 pag. 33 pag. 35 pag. 37

17 ◆ ◆ ◆ 18 ◆ ◆ ◆ 19 ◆ ◆ ◆ 20 ◆ ◆ ◆

Tecnologie tra Giovani Spazio e vita Amore e violenza


presente e extraterrestre
futuro
pag. 39 pag. 41 pag. 43 pag. 45

21 ◆ ◆ ◆ 22 ◆ ◆ ◆ 23 ◆ ◆ ◆ 24 ◆ ◆ ◆
Disturbi Animali, questi Salute: come Guerra e servizio
alimentari nemici curarsi? militare
pag. 47 pag. 49 pag. 51 pag. 53
Per capire l’indice
◆ ◆ ◆◆ Livello e tipologia simili alle prove orali del CELI 3 (Perugia), del CILS 2 (Siena) o altri diplomi.
◆ ◆ ◆ ◆ Livello e tipologia simili alle prove orali del CELI 4 (Perugia), del CILS 3 (Siena) o altri diplomi.

5
Indice

25 ◆ ◆ ◆ 26 ◆ ◆ ◆ 27 ◆ ◆ ◆ 28 ◆ ◆ ◆

La terza età Droga Giustizia, carceri Uomo e


e pene ambiente
pag. 55 pag. 57 pag. 59 pag. 61

29 ◆ ◆ ◆ ◆ 30 ◆ ◆ ◆ ◆ 31 ◆ ◆ ◆ ◆ 32 ◆ ◆ ◆ ◆

Matrimonio, Minori a rischio Stress e Sport, affari e


separazione e antistress adrenalina
divorzio
pag. 63 pag. 65 pag. 67 pag. 69

33 ◆ ◆ ◆ ◆ 34 ◆ ◆ ◆ ◆ 35 ◆ ◆ ◆ ◆ 36 ◆ ◆ ◆ ◆

Religione e La nuova Emancipazione Quando il gioco


credenze famiglia in Italia e libertà diventa malattia
sessuale
pag. 71 pag. 73 pag. 75 pag. 77

37 ◆ ◆ ◆ ◆ 38 ◆ ◆ ◆ ◆ 39 ◆ ◆ ◆ ◆ 40 ◆ ◆ ◆ ◆

Paesi in via di Genitori a tutti Piccoli In guerra con


sviluppo i costi delinquenti la natura
pag. 79 pag. 81 pag. 83 pag. 85

41 ◆ ◆ ◆ ◆ 42 ◆ ◆ ◆ ◆ 43 ◆ ◆ ◆ ◆ 44 ◆ ◆ ◆ ◆

Economia e Criminalità e Bioingegneria e Politica


denaro violenza medicina
pag. 87 pag. 89 pag. 91 pag. 93

45 ◆ ◆ ◆ ◆

Alimentazione, Compiti Espressioni e Glossario


ambiente e Comunicativi massime
biotecnologie
pag. 95 pag. 97 pag. 101 pag. 107
Per capire l’indice
◆ ◆ ◆ ◆ ◆◆ Livello e tipologia simili alle prove orali del CELI 5 (Perugia), del CILS 4 (Siena) o altri diplomi.
Unità tematiche come p.e. Bellezza (p. 37) o Minori a rischio (p. 65) possono essere utilizzate a più di un livello.

6 La nuova Prova orale 2


4 Comunicazione e social media
Lessico utile
mezzi di comunicazione
vantaggi svantaggi
tutela violazione della privacy
garante
tutelarsi proteggersi
utente
social network
emoticon smile faccine
like mi piace
creare un profilo
1. Osserva l’immagine in alto, descrivila e commentala. iscrizione iscriversi
2. In che modo il cellulare, internet, i social hanno cambiato il modo di co- identità personale
municare delle persone? Immagina di doverlo spiegare a una persona avatar
che si avvicina adesso a tali mezzi ed evidenzia quali sono, secondo te, i chattare
principali vantaggi e svantaggi. scrivere un post postare
3. Osserva l’immagine in basso. Credi sia un problema reale la violazione aggiungere un tag taggare
della privacy nell’era dei social media? A tuo parere, come ci si può di- visualizzazioni
fendere? abbellire
4. Tu come ti difendi dai mezzi tecnologici che spesso diventano delle pre- falsificare
senze invadenti nelle nostre vite? Confrontati con un compagno. potere sociale
5. Molto spesso i politici scelgono i social media per interagire con i propri interlocutore
elettori. Cosa ne pensi di questa strategia? La trovi utile e perché? Quali minare la credibilità
sono secondo te vantaggi e svantaggi? spersonalizzazione
6. Secondo una ricerca inglese, il 68% degli utenti dei social network “ab- interazione
bellisce” gli eventi della propria vita o inventa fatti mai accaduti. Leggi il vita reale virtuale
primo testo alla pagina seguente e descrivi il fenomeno con parole tue, connessione connettersi
aggiungendo le tue considerazioni.
sviluppo progresso tecnologico
7. Osserva l’immagine in basso alla pagina seguente e descrivila. Cosa ti
suggerisce?
8. È lecito comunicare le proprie emozioni utilizzando le emoticon
nell’ambiente lavorativo? Leggi il secondo articolo, riassumilo
con parole tue ed esprimi la tua opinione a riguardo. SOCIAL PRIVACY
COME TUTELARSI NELL’ERA DEI SOCIAL NETWORK
9. Le nuove forme di comunicazione hanno i loro seguaci ma an-
che chi ne condanna l’uso. Da questi ultimi, i social network sono
considerati dei mezzi quasi diabolici, che comandano le persone
e le rendono dipendenti, allontanandole dai rapporti umani veri.
Tu cosa ne pensi? Credi che tale rischio sia reale?
10. Sei il responsabile di un’agenzia pubblicitaria e ricevi un clien-
te che vuole promuovere i suoi prodotti o servizi. Secondo te, il
modo migliore è quello di farlo attraverso una campagna social,
ma lui non è molto convinto di questa strategia:
◆◆ spiegagli i vantaggi e gli eventuali svantaggi di tale opzione in
confronto alle classiche pubblicità;
◆◆ convincilo della tua proposta.

13
4 Comunicazione e social media

Vacanze stupende, feste mirabolanti,


1
cene sopraffine, amici fantastici e una Perché sui social
famiglia felice. Queste sono le “vite
meravigliose” che molti descrivono sui network le
social network, suscitando ammirazio-
ne e magari anche invidia. Peccato che “vite degli altri”
due volte su tre sia tutto falso, o me-
glio “pettinato” per risultare migliore di sono meravigliose
quanto non sia in realtà.
È quanto sostiene una ricerca inglese
caduto. L’estrema conseguenza di tutto
della Society for Neuropsychoanalysis,

adattato da: www.vita.it


ciò, sempre secondo lo studio inglese,
che ha appurato come il 68% dei profili
è la cosiddetta “amnesia digitale”: chi
degli utenti dei social network abbelli-
ne soffre crede veramente che i fatti si
sce o falsifica direttamente gli eventi
siano svolti come raccontato sui social
della propria vita. Una tendenza che non
media, dimenticando quanto è successo
è innocua, anzi: l’abitudine di mostra-
nella vita vera.
re un’esistenza diversa da quella reale
può impoverire l’identità personale. Vo- Tra gli eventi più comunemente “petti-
ler sembrare migliori degli altri è nella nati” figurano le attività del tempo libero portano ad abbellire la propria vita, i più
natura umana, tuttavia questa compe- (molti fingono di essersi divertiti in giro diffusi sono il timore di “apparire noiosi”
tizione porta con sé il rischio di negare mentre non hanno messo il naso fuori e l’invidia per i post molto più eccitan-
il nostro vero IO, al punto di sentirci di- di casa), le amicizie, le vacanze e i suc- ti degli altri utenti. Sempre che anche
stanti da quello che ci è realmente ac- cessi lavorativi. Quanto ai motivi che quelli non siano tutti finti!

2
Ecco perché usare le EMOTICON nei
contenuti e nei social media

I
social media hanno notevolmente cam- Secondo quanto rilevato dallo studio condotto dalla University
biato il modo di comunicare e questo a of Cambridge Computer Laboratory, vi sarebbe un forte legame
prescindere dal settore. Chi più chi meno tra utilizzo delle emoticon e potere sociale. L’utilizzo di emoti-
ha compreso che è possibile accorciare con positive può essere un indicatore del proprio “social media
le distanze tra azienda e clienti comunicando status”. Un’emoticon sorridente ha sul nostro cervello lo stesso
con loro in modo più umano e senza partico- impatto che ha un volto umano che sorride. Ad attivarsi sono
lari “effetti speciali”. In questo caso gli effetti esattamente le stesse aree chiamate in causa quando il nostro
speciali di cui parliamo sono “semplicemente” interlocutore è in carne e ossa. Vanno bene anche in contesti
le emoticon ed è la scienza ad aver decretato di business, insomma sono professionali e lontani dal minare la
l’efficacia delle faccine che esprimono emo- credibilità di chi le inserisce in un’email.
zioni. All’interno di una comunicazione che abbia come scopo un rim-
provero, diminuiscono la percezione di critica, mettendo i desti-
natari in condizione di essere più propensi a fare quanto richie-
adattato da: www.news.pmiservizi.it

sto. Il loro potere sembra sia anche quello di renderci agli occhi
dei nostri interlocutori non solo più amichevoli ma anche più
competenti; lo studio rintraccia nelle faccine anche la capacità
di far ricordare più facilmente messaggi e comunicazioni. Il loro
utilizzo all’interno delle comunicazioni andrebbe a compensare
la “spersonalizzazione” che a volte la tecnologia inevitabilmente
ci impone. L’utilizzo delle faccine per comunicare con le persone
sui social media rende l’azienda più vicina, favorendo l’interazio-
ne e quindi riuscendo a replicare il reale nella vita virtuale.

14 La nuova Prova orale 2


5 Scuola
educazione formazione compito per casa compito in
educare formare classe
esame di maturità
Lessico utile scuola pubblica privata
scuola dell’obbligo commissione
sistema scolastico insegnante docente di sostegno test d’ingresso
scuola dell’infanzia materna preside dirigente scolastico essere promosso essere bocciato
scuola primaria elementare scuola interculturale superare un esame
scuola media alunno allievo anno scolastico
scuola superiore materia disciplina scolastica “secchione”
liceo istituto tecnico professionale interrogazione rappresentante di classe d’istituto

1. Osserva l’immagine in basso e descrivila. A


cosa ti fa pensare?
2. Negli anni anche la scuola italiana ha accol-
to studenti provenienti da tutto il mondo e,
anche se fra tante difficoltà, possiamo defi-
nire la nostra come una scuola interculturale.
Quali sono, secondo te, i vantaggi di questa
trasformazione? Pensi ci siano anche aspetti
negativi?
3. Osserva l’immagine a destra e descrivila. Che
cosa pensi della digitalizzazione dei libri di te-
sto all’interno della scuola? Quali sono secon-
do te pregi e difetti di tale scelta?
4. Leggi il primo testo e riassumilo con parole
tue.
5. Tra i punti su cui, secondo il MIUR (Ministero
dell’Istruzione, Università e Ricerca), è necessa-
rio intervenire per rilanciare la scuola italiana 6. Giudichi efficiente la scuola del tuo Paese o no? Perché? Fai
si legge “welfare studentesco”, traducibile con un confronto con quella italiana.
“benessere degli studenti”. Come interpreti 7. Leggi il secondo testo e riassumilo con parole tue. Hai vissu-
questa espressione, presente nella pubblicità to un’esperienza simile quando andavi a scuola?
alla pagina seguente, e in che modo secondo
te la scuola può realizzarlo? 8. Nel passato, scuola significava disciplina, spesso eccessiva.
Oggi non ci sono più problemi di questo tipo, anzi c’è chi
sostiene che ci sia troppa libertà. Tu cosa credi? Esponi le
tue idee e le tue esperienze.
9. Commenta la seguente affermazione della storica peda-
gogista italiana Maria Montessori: “La scuola è quell’esilio
in cui l’adulto tiene il bambino fin quando è capace di vive-
re nel mondo degli adulti senza dar fastidio”. La condividi?
10. Fai parte di un comitato di studenti (o di genitori) e, come
rappresentante, incontri il dirigente della struttura scolasti-
ca per proporgli miglioramenti sul servizio che la sua scuola
offre:
◆◆ informalo su quali aspetti il tuo comitato ritiene carente
il servizio scolastico offerto;
◆◆ esprimigli le vostre aspettative;
◆◆ proponigli delle soluzioni per migliorare la scuola.

15
5 Scuola

1 Alle elementari si studia come essere felici, arriva nelle scuole di


Milano il progetto ‘Imparare fa bene’
Milano - Il progetto ‘La Scuola Angelini – Imparare fa bene’, promosso dalla Fondazione Angelini,
coinvolgerà 61 scuole primarie milanesi con l’obiettivo di coniugare la formazione didattica con
l’attenzione al benessere psico-fisico. Il progetto ha interessato dapprima la “Scuola in Ospeda-
le”, a cui sono stati dedicati materiali ludico-didattici ad hoc pensati per accompagnare bambini
e ragazzi ospedalizzati in un particolare percorso alla scoperta del corpo umano. L’iniziativa è
arrivata poi anche nelle scuole primarie limitrofe, parlando dello star bene a 360 gradi e degli
ingredienti che compongono la ricetta della felicità e del benessere.
Il progetto presenta una visione del benessere come frutto di diversi aspetti della nostra esi-
stenza. Attraverso materiali didattici interattivi i bambini vengono stimolati a focalizzare gli ar-
gomenti utili a stare bene, crescere sani e felici e realizzare i propri sogni. Gli argomenti su cui si
focalizza il progetto riguardano gli stili di vita sani e attivi, l’alimentazione corretta, l’educazione
motoria, la pratica sportiva come valore e come motore del benessere psico-fisico. Ogni classe
che ha aderito al progetto ha ricevuto gratuitamente un ‘Ricettario della felicità’ per ciascuno
studente: un libretto con giochi e attività creative con cui esplorare il tema della ricetta della
felicità dal personale punto di vista del bambino. È previsto inoltre un concorso che chiede agli
alunni di raccogliere in un elaborato le informazioni ricevute nel corso del progetto. In premio,
le classi finaliste riceveranno la visita di un atleta che si confronterà con i bambini sulla sua espe-
rienza, sull’importanza dello sport e sugli ingredienti speciali per stare bene.
La Scuola Angelini coinvolge anche il pediatra: all’interno degli studi pediatrici circostanti, infatti,
sarà disponibile un’edizione speciale del progetto comprensiva di un’attività di rielaborazione
narrativa “dell’andare dal dottore”.

adattato da: www.ilgiorno.it

L’ISTRUZIONE L’ESAME DI MATURITÀ TRA 2

RIPARTE SOGNI E RICORDI


U
RICERCA
SCIENTIFICA
na ricerca condotta dall’u- momento della vita sei “maturo”
DOCENTI niversità italiana ha sco- per poterla affrontare. Sognare
DI SOSTEGNO perto che il 30% dei matu- l’esame di maturità ci segnala
DISPERSIONE
SCOLASTICA FORMAZIONE randi ha già sognato sotto forma forse una novità nella nostra vita
DOCENTI di incubo la maturità. E il 6% de- che sì, fa un po’ paura, ma può
LIBRI gli italiani che da tempo l’hanno prevedere una possibile svolta
DI TESTO EDILIZIA fatta se la sogna ancora. C’è chi verso una nuova fase. Dovrem-
SCOLASTICA
sogna la fila dei banchi e il foglio mo chiederci: c’è qualcosa che
TUTELA DELLA FORMAZIONE bianco davanti, sul quale non si sta cambiando in noi? L’esame di
SALUTE NELLE AZIENDE riesce a scrivere proprio niente. maturità è per tutti un vero rito
C’è chi si rivede sulla sedia da- di passaggio. La fine di un lungo
WELFARE AFAM
STUDENTESCO
vanti alla commissione schierata percorso scolastico fatto di com-
CONTINUITÀ e il panico di non essere pronti, piti e interrogazioni, ritmi precisi
DI SERVIZIO di non aver studiato abbastanza. quotidiani. È la fine di una classe,
Viene raccontato come “un in- con i suoi amori e i suoi dolori,
adattato da: www.booksblog.it

cubo”, per la tensione, la paura simpatie e antipatie. È poi un sal-


ORIENTAMENTO DIMENSIONAMENTO
OFFERTA di essere sotto esame, valutato, to nel vuoto: non tutti hanno le
FORMATIVA osservato. Ma non credo che le idee chiare sul futuro: proseguire
SEMPLIFICAZIONE persone facciano caso in quali gli studi? Affrontare il lavoro? Di
momenti della loro vita si presen- quelle mattine d’esame si ricorda
STUDENTI E MONDO DELLA SCUOLA
ta il sogno. In psicologia si pensa la disposizione rigida dei banchi,
FAMIGLIE DELL’UNIVERSITÀ che il sogno dell’esame di matu- gli sguardi della commissione do-
E DELLA RICERCA
rità potrebbe essere un messag- centi. Ce la farò? Uscirò con un
gio dal profondo che ti pone una voto decente? Anche i miei amici
riflessione se in quel determinato ce la faranno?
16 La nuova Prova orale 2
10 Arte e patrimonio artistico
Lessico utile
graffito scritta
imbrattare
vandalo vandalismo
atto vandalico
beni artistici culturali
patrimonio artistico
culturale
capolavoro
museo
galleria
1. Ti piace l’arte? Secondo te, che importanza ha per l’uomo esprimersi attraver- mostra
so di essa? Pensi ci siano arti più “comunicative” di altre? Quali e perché? scavo archeologico
2. Quando l’arte può essere solo un prodotto commerciale? Commenta la se- collezione privata
guente frase di Giorgio Gaber, uno degli artisti più importanti dello spettacolo pinacoteca
e della musica italiana del secondo dopoguerra: “Ci sono due tipi di artisti:
dipinto dipingere
quelli che vogliono passare alla storia e quelli che si accontentano di passare
alla cassa”. opera d’arte
3. Osserva la foto in alto, descrivila e commentala. statua scultura
4. Cosa pensi delle scritte e dei graffiti che spesso appaiono sui muri, anche su monumento
quelli di importanti monumenti, come nella foto di Piazza del Plebiscito a Na- tutela dei beni artistici
poli? tutelare salvaguardare
5. Credi che i giovani italiani siano sensibilizzati all’arte e che conoscano e rispet- custode custodire
tino i monumenti del loro Paese? Se sì, perché? Confrontati con un compagno. valorizzare
6. In Italia sono sempre più frequenti le manifestazioni per far avvicinare la gen- ammirare
te all’arte e alla cultura in generale; nella locandina in basso puoi vederne un
apprezzare
esempio. Sono sufficienti per te questo tipo di iniziative per diffondere la cul-
tura e tutelare i beni artistici o pensi che si possa fare di più? E che cosa? appassionato d’arte
7. Leggi il primo testo e riassumilo. Conoscevi que-
sta problematica? Scambia informazioni con un
tuo compagno.
8. Quali sono i musei e le aree archeologiche più
importanti del tuo Paese? Quali hai visitato? Cosa
pensi della loro organizzazione (servizi, sicurezza
ecc.) e quali suggeriresti di visitare?
9. Leggi il secondo testo. Qual è la tua opinione sulla
street art? Nel tuo Paese si organizzano manifesta-
zioni simili a quelle offerte da Outdoor?
10. Sei il direttore artistico di un museo della tua città
e vieni intervistato da una radio locale in relazio-
ne a una manifestazione che hai organizzato per
promuovere l’arte e la struttura presso cui lavori:
◆◆ presenta il tuo museo e il tuo ruolo all’interno
di esso;
◆◆ descrivi la manifestazione;
◆◆ invita la cittadinanza, in maniera convincente,
a partecipare all’evento.

25
10
1 Arte
Vacanze
e patrimonio
e turismoartistico

1
PATRIMONIO
ARTISTICO E
CULTURALE
ITALIANO:
notevole quantità
nell’indifferenza
Molto spesso abbiamo sentito o letto “l’Italia è il paese in cui è presente
la maggior parte del patrimonio artistico e culturale mondiale”. Non
sappiamo l’esatta percentuale ma è certo che l’Italia è un territorio
ricco di testimonianze e bellezze artistiche e archeologiche. Infatti non
vi è provincia e regione che non presenti un museo, un monumento
artistico, un’area archeologica da ammirare. Non sono solo le
amatissime e note città come Roma, Napoli, Firenze, Venezia a far
rimanere a bocca aperta i turisti. Basta fare una passeggiata anche
nei paesi in cui abitiamo o in quelli limitrofi per notare che viviamo
in un Paese in cui il patrimonio artistico e culturale è ampio e che lo
rendono forse uno dei più affascinanti da questo punto di vista.
Nonostante ciò, in Italia c’è pochissimo interesse a conservare e valorizzare questi beni culturali che dovrebbero
costituire la prima risorsa economica. Da qui derivano tante situazioni paradossali come il fatto che gli stranieri

adattato da: www.puntofuturo.wordpress.com


sono maggiormente a conoscenza del nostro patrimonio culturale rispetto a noi italiani. Forse loro, avendone meno,
ammirano e apprezzano maggiormente il nostro. Inoltre in Italia in pochi licei si studia la storia dell’arte e poche
sono le vere e proprie gite culturali che si effettuano. La storia dell’arte e l’archeologia dovrebbero essere insegnate
in ogni liceo. Il fatto che neanche nelle scuole si studino queste materie porta ad avere una poca conoscenza del
nostro patrimonio, che si unisce al disinteresse e allo scarso investimento di fondi da parte delle istituzioni per
farlo conoscere e valorizzarlo. Di conseguenza, per gli studenti universitari di lettere, beni culturali, storia dell’arte e
archeologia, le prospettive sono tutt’altro che rosee. Molti si domandano: in un Paese come l’Italia, come è possibile
non trovare lavoro nell’ambito dei beni culturali? Invece è molto probabile che chi studia queste materie si ritrovi
nella vita a fare tutt’altro poiché non si investono fondi per la ricerca e per un buon utilizzo di questi beni che
potrebbero costituire una fonte di lavoro.
Molto spesso sentiamo o leggiamo sui giornali che importanti siti archeologici, chiese, musei stanno crollando o che
versano in pessime condizioni. Eventi che si potrebbero evitare se si investissero fondi a favore di ragazzi che sono
competenti in materia e che molto spesso hanno lavorato, conservato e valorizzato il patrimonio solo gratuitamente
o attraverso opere di volontariato.

2
OUTDOOR: l’arte urbana conquista Roma
L a street art torna a colorare gli spazi ab-
bandonati della città, dando vita ad un
grande happening multidisciplinare. C’era un
arte, musica, televisione, alle quali si aggiun-
gono le aree dedicate alle conferenze e al
mercato inteso anche come valorizzazione del
tempo in cui la street art non apparteneva a design urbano.
Roma, mentre le grandi metropoli europee già Nell’anno europeo dedicato al Patrimonio Cul-
ne facevano un proprio vanto. Quel tempo è turale, Outdoor e le sue tante discipline arti-
definitivamente concluso, perché da qualche stiche in programma indagheranno il tema po-
anno anche i muri della capitale si stanno fi- nendo interrogativi a tutti voi che sarete parte
nalmente animando di arte urbana, anche gra- di questo grande evento: cosa rappresenta
zie ad eventi che di anno in anno riscuotono il patrimonio oggi? Quali culture sono oggi
sempre maggior successo, come Outdoor che, considerate come patrimonio nella nostra so-
con il suo festival annuale, propone un’offer- cietà? Quale patrimonio stiamo costruendo e
adattato da: www.out-door.it ta eterogenea che si articola in varie sezioni: quale trasmetteremo alle future generazioni?

26 La nuova Prova orale 2


16 Bellezza
sponsor produttore accettarsi
apparenza aspetto esteriore chirurgia plastica estetica
Lessico utile
passerella bisturi
concorso di bellezza canoni di bellezza rughe
giuria donna grissino filiforme liposuzione
vanità vanitoso curve cuscinetti di grasso
distinguersi ciccia curare il fisico
aspirante modella modello pregi estetista centro estetico
requisito difetti trucco truccarsi

9. Tu che rapporto hai con la bellezza? Cosa


significa secondo te essere belli e cosa fai e
faresti per raggiungere tale ideale?
10. Una persona a te molto cara e vicina ha
deciso che, per risolvere i suoi problemi di
insicurezza, vuole sottoporsi a un interven-
to di chirurgia estetica. Tu sei contrario e sei
fermamente convinto che non ne abbia af-
fatto bisogno:
◆◆ spiegale quelli che secondo te sono i
contro di tale scelta radicale;
◆◆ convincila che forse non è il modo mi-
gliore per risolvere i suoi problemi;
◆◆ proponile alternative motivanti che pos-
sano farle cambiare idea.

1. Osserva la foto in alto, descrivila e commentala insieme ad un


compagno. Rispetto a 10 anni fa, quanto tempo e
denaro impieghi per curare la tua immagine
2. Cosa pensi dei concorsi di bellezza? Sei pro o contro? Che
(abbigliamento, palestra, estetista...)
idea hai delle ragazze e dei ragazzi che vi partecipano?
3. Commenta la seguente frase della scrittrice italiana Dacia Ma-
raini: “La bellezza non è qualcosa per cui si gareggia: ciascuno
ha qualcosa di bello da scoprire; l’attenzione è la chiave della
1,6 % 1,8 %
scoperta.” Non so. Non ho
cambiato
4. Osserva e descrivi il grafico a destra, poi commentalo con un molto.
compagno. Cosa risponderebbero le donne del tuo Paese?
5. Leggi il primo testo, riassumilo e commentalo. Puoi preparare
una scaletta con i punti principali.
6. Come è cambiato secondo te l’ideale di bellezza nel tempo e
nelle diverse società? A cosa sono dovuti tali cambiamenti?
Discutine con un compagno.
7. Diete superveloci, istituti di bellezza, pillole dimagranti, chi-
rurgia estetica: cosa ne pensi? 10,4 %
8. Negli ultimi anni gli uomini curano sempre di più il proprio fi- Meno, è più
sico. Leggi il secondo testo, riassumilo e commentalo insieme 86,2 % importante essere
a un compagno. Molto di più, perché nella che apparire.
nostra società l’immagine
conta parecchio.

37
16 Bellezza
In realtà, parlando di bellezza, c’è un’altra citazione che do-
vremmo considerare fondamentale: “Il mondo è bello perché è
1 y.i
t vario”. È vero, non tutte hanno avuto la “fortuna” di nascere
filiformi, oppure di mangiare fino ad avere i crampi senza poi
sit

Svelati i
er

mettere su nemmeno un etto, ma questo non vuol dire che ci


niv
veu

cambiamenti del si dovrebbe vergognare del proprio aspetto! Avere qualche


ia.li

curvetta in più sul corpo, che per alcuni è vera e propria “cic-

corpo femminile
: www.catan

cia”, non dovrebbe causare nessun tipo di disagio.


La verità è che, al giorno d’oggi, siamo tutti bombarda-
dall’antichità ti da un ideale di bellezza femminile che, nella maggior
parte dei casi, è frutto dell’elaborato cervello di un com-
fino al
to da

puter. Di conseguenza, spesso e volentieri sorge spontaneo


associare in un’equazione la bellezza con la finzione. Ma è
XXI secolo.
trat

forse giusto così? È giusto raggiungere un ideale impossibile


perdendo di vista quello che è il nostro essere belli?
Forse non molto.
“Definire il Bello è facile: è ciò che fa disperare.”
Questa è solo una delle tante citazioni che par- Tuttavia, c’è un trucco davvero efficace che fun-
lano della bellezza, un concetto astratto, ma allo ziona quasi sempre ed è accettarsi. Sì, perché
stesso tempo talmente concreto da essere presen- quando qualcuno si accetta, con tutti i pregi e
te in ogni parte della nostra vita e della storia. Si i difetti sia fisici che interiori, vuol dire che è
considera bella un’opera d’arte, un paesaggio, un arrivato ad amarsi, ad amare ogni centimetro
uomo o una donna, ed è proprio della bellezza fem- del proprio corpo, anche quel chiletto in più
minile che si parla. Recentemente, è stato infatti che prima ci dava tanto fastidio. Amarsi vuol
pubblicato un video che mostra i cambiamenti dire essere un buon amico per sé stessi, capir-
che il corpo femminile ha subìto per rientrare si, e soprattutto capire che la propria bellezza
nei canoni di bellezza propri di una determi- risiede nella diversità dal resto del mondo. Una
nata epoca. Infatti, come molti ben sapranno, la volta capito questo, accettarsi diventerà semplice,
“donna-grissino” non è sempre andata di moda. quasi spontaneo. E allora sì che quei chili di troppo
Ci sono epoche, come il Rinascimento italiano o o quella pancetta in più non saranno più un pro-
l’età vittoriana inglese, dove le curve abbonda- blema, né per sé stessi né per gli altri. Scoprite chi
vano e, soprattutto, piacevano! Ma, ahimè, come siete e non abbiate paura di esserlo.
ogni moda che si rispetti, anche quella del “curvy D’altronde la bellezza, quella vera, la si fabbrica col
è bello” è stata destinata a sparire. Chissà, magari cuore. E chi lo sa se prima o poi questo concetto non
tra qualche decennio se ne potrà riparlare. diventerà una moda, magari permanente.

2
Fieri delle vanità
Il maschio e il boom della chirurgia estetica
D opo due anni passati in palestra,
Norberto P., 29 anni, ingegnere
milanese, era seriamente pre pre-
occupato: a nulla serviva sacrificare
la pausa pranzo per sudare tra piega-
piega
parte dell’esercito dei 100 mila ma-
schi italiani che l’anno scorso hanno
sfidato la paura del ridicolo e hanno
bussato all’ambulatorio del chirurgo
estetico, determinati a tornare fieri
capito che l’aspetto è un biglietto da
visita e si concede al piacere, finora
femminile, della correzione dei propri
difetti”.
Insomma, l’uomo sembra aver appre-
menti ed esercizi addominali. “Quei del proprio fisico. Un’ondata di neo- so l’arte di guardarsi allo specchio,
Ros-
due cuscinetti rimanevano e Ros edonismo maschile che è stata stu- radiografando ogni centimetro di cic-
sana, la mia ragazza, mi pren
pren- diata dalla Società di chirurgia este- cia, ogni ruga e ogni peletto di trop-
deva in giro ogni volta che tica italiana. Riuniti all’XI congresso di po. E in questo nuovo rito, avverte il
uscivo dalla doccia. Così mi Chirurgia estetica, svoltosi a Roma, i chirurgo milanese Giorgio Fischer, “il
sono deciso, sono andaanda- medici hanno concluso che i pazienti maschio è sempre più stimolato a
to dal chirurgo e me li maschi che si sono sottoposti a trat- confrontarsi con i modelli proposti dai
sono fatti aspirare”. tamenti estetici sono aumentati di un media”. In ogni caso il business della
mila
L’ingegnere mila- sorprendente 50 per cento nell’arco vanità maschile è ormai al top e l’of-
nese, un uomo degli ultimi due anni. Il presidente dei ferta di trattamenti è davvero scon-
realiz
giovane, realiz- maghi del bisturi, Ermete de Longis, finata.
zato e ricco, fa è entusiasta: “Finalmente l‘uomo ha tratto da: Panorama

38 La nuova Prova orale 2


19 Spazio e vita extraterrestre
spazio universo cosmo
conquista dello spazio Lessico utile
scoprire esplorare
astronave navicella
satellite
spaziale
in orbita orbitare
lancio lanciare
astronomia astronomo
stazione colonia spaziale
astronomico
telescopio
alieno marziano
sonda spaziale extraterrestre
(NASA) Agenzia spaziale UFO (oggetto volante
americana non identificato) disco
Agenzia Spaziale Europea volante
(ESA) Italiana (ASI) avvistamento
astronauta rapimento alieno
missione spaziale fantascienza
Samantha Cristoforetti (astronauta italiana) sistema solare fantascientifico
galassia umanoide
1. Osserva la foto in alto, descrivila e com- pianeta microrganismo
mentala.
2. Missioni nello spazio, nuove stazioni spa- 8. Per molte persone la continua ricerca di presenza di vita nel-
ziali, colonie umane sulla Luna, telescopi lo spazio cosmico è una perdita di tempo e di denaro. Scam-
sempre più potenti; perché l’uomo è sem- bia le tue opinioni in merito con un compagno.
pre stato così attratto dallo spazio? Con- 9. Leggi il testo della canzone Ex. T. Blu di Luca Carboni alla pa-
frontati con un compagno. gina seguente (puoi anche ascoltarla su YouTube). È un testo
3. Finora la “corsa allo spazio“ ha dato all’u- con un significato molto profondo. Secondo te, quale mes-
manità grandi conquiste e soddisfazioni; saggio ci vuole comunicare? Commenta con il resto della
secondo te, quali sono state le tappe più classe i versi che più ti hanno colpito.
importanti della storia spaziale? Parlane 10. Prepara una scaletta sulle scoperte scientifiche degli ultimi
con un compagno. 100 anni per te più rilevanti e presentale alla classe eviden-
4. Per il finanziamento delle numerose mis- ziando i vantaggi economici, culturali e sociali, dando degli
sioni spaziali si sono spese somme in tutti esempi di applicabilità nella vita quotidiana.
i sensi “astronomiche”. C’è chi pensa che Al termine delle singole presentazioni segue un dibattito.
si tratti di soldi buttati e che si sarebbero
potuti investire in altri campi. Qual è la tua
opinione? Motiva la tua risposta.
5. Alcune scoperte scientifiche legate allo
spazio hanno portato a delle applicazioni
pratiche nella vita quotidiana: puoi fare
qualche esempio? Parlane con un compa-
gno.
6. Osserva la foto a destra, descrivila e com-
mentala. Che impatto pensi potrebbe
avere, sulla nostra vita, la certezza della
presenza di altre vite intelligenti nell’Uni-
verso?
7. Leggi il primo testo e riassumilo oralmen-
te. Tu credi ci siano altre forme di vita intel-
ligenti nell’Universo? Scambia le tue idee
con un compagno.

43
19 Spazio e vita extraterrestre

La NASA oltre la fantascienza: 1

“Tra 20 anni troveremo vita aliena”


Siamo soli nell’Universo? Alzi la mano chi non se l’è chiesto alme- alla scoperta di quasi un migliaio
no una volta nella vita. Una domanda importante, che secondo gli di pianeti e fornito una lista di cir-
scienziati della NASA potrebbe presto avere una risposta. Alla luce ca 3000 nuovi candidati planetari.
delle nuove scoperte dei telescopi a terra e nello spazio, gli scien- Kepler ha svelato una moltitudine
ziati credono di essere molto vicini a scoprire le prove della vita di pianeti estremamente diversi fra
extraterrestre. Potrebbe anche non trattarsi di vita intelligente loro, fra cui oggetti grandi come la
come la conosciamo, ma anche se si trattasse di forme più sempli- Terra o che si trovano nella fascia
ci sarebbe comunque una scoperta rivoluzionaria per tutta l’uma- di abitabilità, ovvero a una distan-
nità. È ormai diffusa la convinzione che sia altamente improbabile za dalla propria stella tale da poter
che noi umani siamo soli nella sconfinata vastità dell’Universo. ospitare acqua allo stato liquido.
Sebbene la NASA stia cercando tracce di vita nel Sistema Solare, ad Nei prossimi anni, sostengono gli
esempio su Marte, la discussione è concentrata sulla ricerca della esperti della NASA, i telescopi di
vita sui pianeti extrasolari. L’entusiasmo degli scienziati, che può nuova generazione potranno non
apparire esagerato, appare ragionevole alla luce delle più recenti solo scovare un vero gemello della
scoperte nel settore. Considerato che i primi pianeti extrasolari Terra, ma persino trovare le prove
sono stati scoperti solo negli anni Novanta, gli scienziati hanno che quel pianeta ospita la vita.
fatto passi da gigante. Gran parte di questi progressi si devono a Un protagonista di questa affasci-
Kepler, il telescopio spaziale “cacciatore di pianeti” lanciato dalla nante ricerca sarà senza dubbio il
NASA nel 2009. Grazie a sofisticati strumenti, Kepler ha condotto telescopio spaziale James Webb,
che la NASA prevede di lanciare

Ex. T. Blu
molto presto e che si troverà in
2
un punto di osservazione privile-
giato. Non orbiterà infatti intorno
Viene giù, l’extraterrestre
alla Terra ma verrà inviato a un
guarda là, è blu con le antenne. milione e mezzo di chilometri dal-
La TV è lì che lo riprende la Terra. Secondo gli scienziati, gli
proprio lui, l’extraterrestre ormai è qua. strumenti del James Webb sono
Bianchi, neri, rossi e gialli, fratelli così sofisticati da poter analizzare
fratelli del mondo, contro! l’atmosfera dei pianeti extrasolari,
Eccolo lì che viene giù evidenziando le impronte chimiche
... forse è venuto per portarci un sogno. della vita, ovvero la presenza di
Guardalo lì che viene giù quei gas che possono essere solo
prodotti da organismi viventi. Con il
... o forse solo per darci una mano.
James Webb abbiamo la capacità di
Ma cosa facciamo se viene giù?
trovare la vita su altri pianeti, ma
... o forse perché ha bisogno. dobbiamo essere fortunati ricorda
È già qua, l’extraterrestre Sara Seager, planetologa del Mas-
viene giù, viene giù da un sachusetts Institute of Technolo-
tratto da: www.m.repubblica.it

pianeta lontano. gy, perché scovare pianeti piccoli


La TV dice che mangia i soldi di come la Terra è una grande sfida,
tutti i terrestri. ma si è molto vicini, in termini di
Sparagli adesso che viene giù! scienza e tecnologia.
... forse è venuto per portarci un Insomma, secondo gli scienziati la
sogno fatidica scoperta arriverà prima o
Sparagli prima che tocchi giù! poi e, grazie a un lontano cugino
... o forse perché ha bisogno. della Terra, potremo forse sentirci
Mettilo in croce come Gesù...! meno soli nel cosmo.
Luca Carboni

44 La nuova Prova orale 2


23 Salute: come curarsi?
prescrizione prescrivere 7. Una ricerca di Altroconsumo, un’as-
antibiotico sociazione italiana che tutela i con-
Lessico utile analgesico sumatori, ha evidenziato il rappor-
antinfiammatorio to degli italiani con i medicinali:
abuso di farmaci medicine chiedono informazioni dettagliate
medicinali tranquillante ansiolitico
ai farmacisti, si scambiano opinioni
pasticca pastiglia pillola effetto placebo nei forum online, ma poi decidono
compressa epidemia pandemia da soli di cosa hanno bisogno. Tu
sintomo medico curante di fiducia cosa pensi di questa pratica del fai
terapia trattamento cura bugiardino foglietto illustrativo da te? Discutine con un compagno.
intervento chirurgico effetto collaterale 8. Leggi il secondo testo e commen-
ricovero ricoverare in ospedale paziente talo insieme a un compagno. Chi,
pronto soccorso malato di cancro oncologico secondo te, fa più affidamento alla
naturopatia e perché? Tu cosa ne
reparto ospedaliero medicina alternativa
pensi? Parlane con un compagno.
sistema sanitario omeopatia
9. L’idea di benessere si sta spostando
Ministero della Salute agopuntura
verso una visione sempre più oli-
assistenza sanitaria medica naturopatia naturopata stica e uno stile di vita incentrato
su alimentazione sana, equilibrio
psicofisico e cura del corpo. Nume-
1. Osserva e descrivi la foto in basso a sinistra. A cosa ti fa pensare? Con- rosi sono i siti web che documen-
frontati con un compagno. tano e informano, come il portale
2. Il fenomeno dell’eccessivo consumo di medicine è un problema per Cure-Naturali, divenuto un punto
la sanità italiana. È molto sentito anche nel tuo Paese? Di chi credi di riferimento unico per qualità e
siano le responsabilità? Discutine con un compagno. quantità dell’offerta, con contenuti
3. Osserva e descrivi la foto in basso a destra. Cosa ti suggerisce e che realizzati da professionisti del set-
problematiche solleva? Scambiati idee con un compagno. tore ed esperti autorevoli. Cosa
4. Leggi il primo testo alla pagina successiva, riassumilo oralmente e pensi di questa modalità di fruizio-
commentalo. Quali sono, secondo te, i segreti per il benessere fisi- ne dell’informazione medica? Di-
co-mentale? Quanto ci aiuta la medicina? scutine con un compagno.
5. Come funziona il Sistema Sanitario nel tuo Paese? Quali credi siano i 10. Fitoterapia, riflessologia plantare,
punti di forza e quelli di debolezza? Cosa potrebbe essere migliorato, aromaterapia, cromoterapia, idro-
secondo te? Confrontati con la classe. terapia: sono numerose le tecniche
naturali a cui ricorrere in caso di
6. Commenta il seguente titolo di una notizia recentemente apparsa
disturbi o malattia. Ti ritieni un so-
sul Corriere della Sera:
stenitore della naturopatia o credi
«Un centesimo a sigaretta venduta sia destinato ai farmaci che siano soltanto credenze popo-
anticancro» lari contrarie alla scienza? Apri un
Il fumo frutta 11 miliardi di euro l’anno: basterebbe il 5% del dibattito con la classe esponendo i
guadagno, per garantire a tutti i malati di tumore di poter accedere pro e i contro di questa pratica me-
alle terapie innovative oncologiche. dica.

51
23 Salute: come curarsi?

1 Cura del proprio benessere:


uso e abuso dei farmaci
Quante volte ci è capitato di abusare di stomaco, ai raffreddori, dai mal di vita sbagliate; deve essere utilizzato
dei farmaci anche per problemi che schiena ai sintomi dello stress, infatti, sapendo chiaramente che non arriva
avremmo potuto risolvere con metodi è possibile intervenire per prevenire sempre a bloccare la causa delle malat-
più naturali? Probabilmente più spes- questi fastidi grazie all’attenzione, tie, ma più frequentemente ne modifi-
so di quanto vorremmo ammettere. all’alimentazione e alla cura del be- ca solo i sintomi.
La cura del nostro benessere dipende nessere psicofisico. Il consiglio, quindi, è quello di riflettere
anche dal “non abuso” dei farmaci Il farmaco è una sostanza chimica e per più a lungo quando si assumono far-
che più di una volta potremmo evita- sua natura può determinare degli ef- maci per piccoli disturbi quotidiani. La
re di assumere. fetti utili positivi, ma anche provocar- prima cosa da chiedersi dovrebbe es-
Con questo non si vuole assoluta- ne di “negativi”. Un farmaco è sempre sere: il malessere dipende da una mia
mente spingere a rifiutare le cure ne- portatore di effetti indesiderati, in al- cattiva abitudine? Dieta non equilibra-
cessarie per le malattie più o meno cuni casi conosciuti, ma nella maggior ta, poca attenzione al clima, stress o
gravi, ma parlare di quei medicinali parte dei casi ancora da conoscere, vizi, sono spesso la risposta a questa
che usiamo per lenire i sintomi di pic- soprattutto per quanto riguarda gli ef- domanda. Una volta scoperta la causa,
coli problemi e fastidi quotidiani che fetti tossici che si possono manifestare è necessario migliorarsi, anche grazie
spesso nascono dalla trascuratezza a distanza di tempo. Il farmaco non va alla forza di volontà, e aiutarsi con pra-
e dalle abitudini sbagliate. A partire visto come un rimedio magico, o come tiche terapeutiche naturali per la cura
dalle emicranie, per passare all’acidità un modo per sopperire ad abitudini di del proprio benessere psicofisico.

tratto da: www.vivere-bene.com

2
Quei 5 milioni di amanti delle cure alternative
C
irca 20 mila medici le prescrivono almeno una
volta l’anno. Il mercato italiano è terzo in Ue
dopo Francia e Germania, ma i numeri del busi-
ness dopo anni di crescita calano. Quasi cinque milio-
ni le persone che hanno scelto di ricorrere ad almeno
un rimedio o terapia di tipo non tradizionale. La più
diffusa è l’omeopatia, seguita dai trattamenti manua-
li, dalla fitoterapia e dall’agopuntura. In particolare, il
metodo omeopatico si basa sulla capacità di ottenere
una preparazione alchemica che da veleno si trasfor-
mi in farmaco con un complicato meccanismo di dilui-
zione e dinamizzazione (scuotimento). Una diluizione
tale che spesso fa sì che nella «pillola» non si trovi nem-
meno una molecola della sostanza attiva. In pratica, si
assumono, dicono i critici, degli «zuccherini».
Fra le altre terapie «non convenzionali» che fanno con-
correnza o integrano l’omeopatia sono la fitoterapia e gie, asma, malattie reumatiche, gli esiti di traumi e di
l’agopuntura, ma anche la medicina antroposofica (ba- ictus, il dolore cronico. Tutto questo viene utilizzato
sata sullo studio del paziente dal punto di vista fisico, per contenere gli effetti collaterali della chemioterapia
spirituale e psichico) e ayurvedica (quella tradizionale in oncologia e nelle cure palliative.
indiana), l’omotossicologia e la medicina osteopatica. Il mercato è in forte espansione e di questo tengono con-
L’omotossicologia è invece una corrente dell’omeopatia, to le aziende produttrici di integratori, prodotti omeopa-
da cui si differenzia perché rifiuta l’integralismo tera- tici e galenici, tanto da avvalersi di testimonial eccellen-
peutico utilizzando anche la medicina convenzionale. ti, come Josefa Idem che si cura con l’omeopatia e che ha
In Toscana esiste un ospedale che prevede l’utilizzo raccontato di avere iniziato a curarsi con l’arnica per una
della medicina ufficiale in maniera integrata con le brutta bronchite dopo che i cicli di antibiotici avevano
medicine complementari. Vengono trattate patologie fallito: “Funzionò. L’anno dopo ho vinto le Olimpiadi.”
respiratorie, gastrointestinali, dermatologiche, aller- tratto da: www.lastampa.it

52 La nuova Prova orale 2


28 Uomo e ambiente
ecosistema Lessico utile
ecologia ecologista
ecosostenibilità inquinamento inquinare
proteggere salvaguardare smog gas di scarico
tutelare centrale nucleare
animale in via di estinzione scorie nucleari radioattive
energia alternativa anidride carbonica
energia pulita rinnovabile buco dell’ozono
energia eolica surriscaldamento
impianto fotovoltaico effetto serra
risorse idriche degrado ambientale
sfruttamento del sottosuolo risorse naturali
coscienza mentalità cibi adulterati contraffazione
ecologica alimentare
ambientalista rifiuti organici compostabili
ambientalismo biodegradabili

1. Osserva le due foto che rappresentano due si riaccende spesso il dibattito sulla costruzione di centrali
volti di Milano. Descrivile insieme a un tuo nucleari all’interno del territorio nazionale. Tu che ne pensi
compagno e mettetele a confronto. dell’energia nucleare? Discutine con un compagno e indivi-
2. Quali sono le principali cause dell’inquina- duatene insieme i pro e i contro.
mento e che ricadute esso ha sull’essere 9. Leggi il secondo testo e confrontati con un compagno sul
umano? Discutine con un compagno. tema trattato e sulle soluzioni proposte. Ne applicate qualcu-
3. C’è chi sostiene che i colpevoli del degra- na nella vostra vita quotidiana? Ne avete altre da aggiungere?
do ecologico della Terra siano le grandi 10. ”Devo lasciare un biglietto a mio nipote: la richiesta di perdo-
industrie e altri, invece, credono che la no per non avergli lasciato un mondo migliore di quello che
colpa sia dei consumatori. Cosa ne pensi? è”: questo è quanto ha scritto il poeta italiano Andrea Zanzot-
Confrontati con un compagno e motivate to. Quali sono, secondo te, le caratteristiche del mondo mi-
le vostre risposte. gliore che Zanzotto avrebbe voluto lasciare al nipote? Prepara
4. Leggi il primo testo e riassumilo oralmen- una scaletta in ordine di importanza e presentala alla classe;
te. Puoi preparare una scaletta con i punti segue un dibattito sulle eventuali possibilità di ottenere ciò
che ritieni più importanti. che a Zanzotto sembrava irraggiungibile.

5. Cosa significa per te “essere ecologista”?


Scambia idee con un compagno.
6. Quanto è sentito il problema della tutela
ambientale nel tuo Paese? Cosa fanno lo
Stato e i cittadini in merito? Cosa potreb-
bero fare di più? Confrontati con un com-
pagno.
7. “Si stanno avvicinando impatti catastro-
fici”, questo è quanto afferma il WWF in
merito al surriscaldamento globale. Quali
pensi siano state le cause e come si pote-
vano evitare? Parlane con un compagno.
8. In tema di energie alternative, nonostan-
te il popolo si sia espresso contrario con
un referendum tenutosi nel 1987, in Italia

61
28 Uomo e ambiente

1
Essere ecologista per migliorare la società
Essere ecologisti oggi, non vuole dire essere di sinistra o di alimentari e le guerre dovute al controllo delle risorse, sono
destra, vuole dire proporre una propria cultura critica sui pro- la causa di migrazioni di massa verso l’Europa. La soluzione
blemi del presente, e soluzioni universali in grado di risolvere è ecologica e passa attraverso la modificazione del modo di
i problemi che riguardano tutto il mondo. Questo atteggia- vivere, di alimentarci, di muoverci, di abitare. Se non avviene
mento mira a diffondere e difendere idee ecologiste, facendo questa conversione ecologica il nostro prossimo futuro sarà
capire che la crisi attuale è certamente economica e sociale, tragico.
ma soprattutto ecologica.
L’Italia, il “bel Paese”, avrebbe tutte le carte in regola per
L’era del petrolio e dell’energia che si basa sulle fonti fossili è diventare un leader nella realizzazione di questo progetto
ormai alla fine; gli industriali si oppongono a questo cambia- ecologista a respiro globale. Al contrario stiamo distruggen-
mento, ma è il pianeta che ha raggiunto il limite di sopporta- do il nostro territorio con il falso mito della crescita e della
zione di questo sistema industriale. Si aggiunga che le crisi produzione, senza comprendere che la vera crescita attual-
mente passa solo attraverso una nuova economia “verde”
che sia in armonia con i cicli naturali e, per questo, sicura
fonte di occupazione per le nuove generazioni. Per ottenere

tratto da: www.omeolab.com


questo risultato la sola via possibile passa attraverso le fonti
di energia rinnovabile; i terreni fertili con coltivazioni legate
all’esperienza di chi coltiva e non delle multinazionali; con
l’aria pulita e l’acqua potabile bene comune e non fonte di
profitto. Questo ci conduce verso l’idea di beni comuni che
esulano dal mercato e contemporaneamente ci rende
“custodi” di questa cosa magica che è la Natura,
superando il consumismo e facendoci suoi difen-
sori e responsabili.

2 Prendersi cura dell’ambiente migliora la vita e fa risparmiare


Imparare e vivere in modo essere praticate da tutti e a nell’asciugatrice. Secondo, ri- denaro e per i relativi costi
ecologico si può: i cambia- partire da subito per ridurre sparmiare l’acqua facendo ambientali e sanitari. Acqui-
menti climatici preoccupano l’impatto ambientale, vivere docce più brevi e installan- stare in modo intelligente:
ormai tutti, ed è per questo più sereni e più sani, rispar- do dispositivi che riducono online si trovano prodotti di
che la “coscienza verde” si miando denaro, cosa da non il flusso anche dai rubinet- seconda mano, in ottimo sta-
sta sempre più diffondendo, sottovalutare in questo mo- ti. Evitare di bere l’acqua in to, a prezzi inferiori, riducen-
anche se non sono in molti ad mento di forte crisi econo- bottiglia: utilizzare un filtro do la quantità di rifiuti.
avere le idee chiare su questo mica. P rima di tutto, bisogna per purificare l’acqua del ru- P rendere in prestito invece
tratto da: www.ricerca.repubblica.it

argomento. Uno dei fattori tendere a un consumo mi- binetto, ricordandosi sempre di comprare e condividere
positivi del vivere ecologico nore di energia: un sempli- di portare una bottiglia riuti- utensili elettrici e altri appa-
è che la maggior parte delle ce concetto che può essere lizzabile in viaggio o al lavoro. recchi con amici e vicini. Ac-
attenzioni all’ambiente pos- realizzato impostando il ter- P er risparmiare sulla benzina quistare abiti che non hanno
sono contemporaneamen- mostato di qualche grado più ci si deve sforzare di spostarsi bisogno di essere lavati a sec-
te fermare i cambiamenti basso in inverno, sostituendo a piedi o in bicicletta tutte le co, investendo sull’alta quali-
climatici e rendere migliore le lampadine a incandescen- volte che si può, miglioran- tà, cioè su prodotti di lunga
la qualità della nostra vita za con i LED, scollegando gli do contemporaneamente la durata: meglio pagare di più
quotidiana, senza contare il elettrodomestici quando non salute cardiovascolare e ri- che gettare spesso indumen-
notevole risparmio in termi- si utilizzano, lavando i vestiti ducendo il rischio di obesità. ti economici, ma meno dura-
ni economici. B astano alcune in acqua fredda e stendendo Limitare al massimo la carne, turi.
semplici mosse che possono i panni piuttosto che inserirli che costa molto in termini di

62 La nuova Prova orale 2


31 Stress e antistress
ASILO SCUOLA LAVORO
BABBO, HO PARLANE CON RISPETTO!!
L’EMICRANIA È L’UNICA COSA CHE TI
DA STRESS LASCERÒ IN EREDITÀ.

SUPERMERCATO CASA SECONDO LEI,


COSA DEVO SPORT,
FARE ANCORA? SIGNORA!

1. Osserva le due vignette e commentale con un com-


pagno.
2. Lo stress fa parte della nostra vita quotidiana e, sem- distress eustress Lessico utile
bra impossibile, anche un neonato può essere stres- ritmi serrati frenetici
sato. Con un compagno rifletti sulle cause di questa fattori ansiogeni paura fobia
condizione, che non intacca soltanto la nostra di- inadeguatezza senso percezioni distorte
mensione psichica, ma anche la salute. d’inferiorità disturbi depressivi
3. Leggi il primo testo e riassumilo. essere in preda psicofarmaci
4. Che cosa ti stressa? Chi sono le persone maggiormen- all’ansia psicoterapia
te stressate e per cosa? Confronta le tue opinioni con nutrire delle aspettative psicoterapeuta
quelle di un compagno. ansia da prestazione rimedi tecniche
5. Le parole che seguono sono tratte da Che Stress, ansia competitiva rilassanti antistress
una canzone di Paolo Simoni: “Non è poi un caso se staccare la spina
attacco di panico
i giovani sono depressi, poche vitamine troppi gli
disturbi compulsivi reazione risposta allo
eccessi. Se le strade non sono asfaltate, se i bambini
stress
non credono più alle fate /… / e anche mia nonna sintomi disturbi
non prega più i suoi santi. /… / Avrei voglia di uscire psicosomatici resistenza allo stress
da questa vita allucinante / Che stress, che stress.” insonnia disturbi del gestire l’ansia
C’è qualcuno per caso che ha qualche idea brillan- sonno presa di coscienza
te? Con un compagno prova a suggerire qualche aggressività verbale consapevolezza
idea brillante che possa aiutare a venir fuori da una senso di pericolo senso di appagamento
“vita allucinante”. minaccia pensiero positivo
6. Come giustifichi le persone che si assentano dal po-
sto di lavoro o che persino tentano il suicidio a causa
di fattori stressanti e ansiogeni? Pensi sia sufficiente 9. Stress e ansia sono fra le parole più cliccate in rete.
consigliare loro di seguire i consigli che seguono? C’è chi acquista prodotti alimentari rilassanti, chi
◆◆ “Riposati ogni tanto; un campo che ha riposato dà compra oggetti da manipolare per scaricare l’ansia,
un raccolto abbondante.” (Ovidio) altri dedicano il proprio tempo libero a giochi an-
tistress online. Cosa ne pensi? Puoi suggerire delle
◆◆ “Il campo della nostra coscienza è molto piccolo.
tecniche da praticare all’aria aperta?
Accetta solo un problema alla volta.” (Antoine de
Saint-Exupéry) 10. In una trasmissione televisiva sono presenti due
gruppi di esperti: uno si occupa dei fattori ansio-
7. Leggi il secondo testo e commentalo con un com-
geni in ambito lavorativo, l’altro nella vita familiare.
pagno.
Scegliete uno dei gruppi e individuate cause e con-
8. Molte persone si rivolgono a un Centro di Medicina seguenze. Segue un dibattito, di cui l’insegnante è
del Sonno, altri si sottopongono a sedute dallo psi- il mediatore, da cui dovranno emergere diversità e
coterapeuta. Conosci dei rimedi antistress per evi- similitudini dei due ambiti.
tare di spendere soldi in psicofarmaci e trattamenti
rilassanti? Confrontati con un compagno.

67
31 Stress e antistress

1 Vita frenetica, aumenta lo stress: ecco le regole per batterlo

P
rima ce ne vergognavamo, ora depressione può esserne motore, cau-
non più, o sempre più raramente. sa o peggio conseguenza.
Colpisce sempre di più. Ma, rispet- I primi sintomi che conducono alla dia-
tando alcune regole fondamentali, si gnosi: quando siamo di umore depres-
può vincere. Basta non sottovalutare sivo, quando ci stanchiamo più presto,
il problema, avere il coraggio di parlar- o quando perdiamo interesse o gioia
ne, rivolgersi subito a medici, psicologi per tutto quello che fino a ieri ci pia-
e psichiatri, usare i farmaci ma con mo- ceva, sul lavoro o sugli affetti. Oppure
derazione, e concedersi un po’ di tem- se perdiamo la capacità di concentra-
po libero, magari praticando qualche zione e la nostra opinione su noi stessi
sport, ascoltando musica o, perché no, peggiora, se sviluppiamo sensi di colpa
cantando in un coro. Perché spesso il o paura sul futuro. Come uscirne? La
confine tra persone “sane” e “malate” depressione si cura, ma non da soli.
svanisce nella diffusa zona grigia della E non affidandosi alle trappole di chi
frenetica vita postindustriale. E spesso vuol far soldi col tuo stress e ti offre
non sappiamo che il problema di fon- terapie miracolose o ferie lussuose di
do non è lo stress, bensì la depressio- insieme per uno stesso dipendente, la super-relax. Guai: non far nulla aumen-
ne che scatena. Un tunnel da cui non reperibilità costante con e-mail e smart- ta la depressione. La via d’uscita sta in

tratto da: www.ricerca.repubblica.it


esci, se non sei consapevole appieno phone, quindi il venir meno di barriere un mix. Medicine antidepressive, ma
di esservi entrato e se non hai l’aiuto divisorie tra lavoro e tempo libero - sono lasciando scegliere e dosare al medico
giusto. Lo stress come male di tutti, una delle cause più frequenti. E anche quelle giuste. Poi attività fisica, un po’
raffreddore o influenza dell’anima. lo stress della competitività, l’obbligo di sport, quello che preferiamo, basta-
E dietro di lui, il vero motivo del ma- di essere sempre più bravo e produt- no tre volte alla settimana. Infine, ma
lessere che spesso si nasconde dietro tivo che sempre più persone provano, non ultimo, la meditazione oppure te-
i primi o più diffusi sintomi. In molte o infine ma non ultimo la paura di rapie di gruppo basate magari sull’ap-
delle società più prospere e organiz- perdere il posto di lavoro. Fino a ieri ci prendimento della musica o del canto.
zate i casi aumentano a ritmo spaven- vergognavamo di dirci depressi o stres- È una strada lunga e difficile, ma non
toso. Il ritmo della vita moderna - il sati, oggi non più. Ma pochi pazienti impossibile, quella che può portarci a
lavoro multitasking, cioè più ruoli sanno subito che lo stress è sintomo, la uscire infine a riveder le stelle.

EUSTRESS.
In generale, tendiamo a pensare allo stress come a qualcosa di spiacevole e dannoso
2
che ci fa stare solo male. T uttavia, esistono diversi tipi di stress, uno di questi è chia-
mato eustress ( letteralmente “giusto stress”) . Q uesto è uno stress positivo che ci fa
sentire vivi e vedere la vita eccitante: ad esempio, quando giochiamo al nostro sport
preferito, quando guardiamo un film spaventoso che però ci piace, quando restiamo

QUANDO LO STRESS
alzati fino a tardi per lavorare ad un progetto che desideriamo realizzare, in tutte
queste situazioni stiamo sperimentando questo tipo di stress. L’eustress è presente
quando abbiamo sfide che dobbiamo affrontare con entusiasmo o come quando lot-

È POSITIVO tiamo per raggiungere un obiettivo. P er sentirsi vivi è necessario che ci sia l’eustress,
perché senza di esso ci sentiamo tristi, depressi e la vita comincia a sembrare vuota e
priva di significato. Si tratta di un tipo di stress che ci mantiene felici e sani.
Ciò che determina se un evento coinvolge stress positivo o negativo, non dipende
solo dall’evento stesso ma anche dalla percezione che abbiamo di esso; se il nostro
capo ci assegna un compito nuovo, si può vedere come una nuova sfida o come una
minaccia. Se lo vediamo come una minaccia, credendo che sarà troppo difficile, pen-
sando che non siamo in grado di farlo, che non sapremo come fare e che creeremo
solo un danno al nostro capo, in questo momento stiamo sperimentando uno stress
negativo ( distress) . T uttavia, se lo vediamo come una sfida, pensando che è elettriz-
zante perché ci aiuta anche ad uscire dalla routine del nostro solito lavoro, che può
essere l’occasione per fare bella figura con il nostro capo, che sebbene dovremo
cercare di capire come svolgere il compito al meglio, siamo sicuri che ben presto
troveremo la strada giusta per farlo e confidiamo nelle nostre capacità di riuscirci e
di risolvere il problema. P ertanto sarà un’esperienza di eustress sia a livello fisico che
psicologico. Adesso dipende solo da noi vedere, nella maggior parte delle situazioni
tratto da: www.valentinascoppio.it che ci capitano, le cose in un modo o nell’altro.

68 La nuova Prova orale 2


45 Alimentazione, ambiente e biotecnologie
Non alimentare lo spreco. Lessico utile
nutrizione nutrizionista
È UNA SETTIMANA proprietà nutritive
CHE MI HANNO APERTA E QUI educazione alimentare
NON SI MUOVE UNA FOGLIA. combinazioni alimentari
industria alimentare
settore agroalimentare
filiera alimentare corta a Km 0
abitudini alimentari
mangiare sano alimentazione
equilibrata
dieta vegetariana stile vegetariano
veganesimo vegano
prevenzione alimentare
1. Osserva la vignetta. Che cosa ti suggerisce? disturbi alimentari
2. L’incremento della produzione alimentare solleva il paradosso dello rapporto con il cibo
spreco del cibo prodotto a livello globale. Nel tuo Paese si spreca intolleranze alimentari
molto cibo? Fai qualcosa per evitare che ciò avvenga? Confrontati allergie alimentari
con un compagno.
prodotti transgenici
3. Oggi l’etichettatura di un prodotto confezionato è obbligatoria e organismi geneticamente modificati
deve descrivere le caratteristiche principali del prodotto stesso. Tu (OGM)
quali informazioni cerchi nelle etichette? Pensi che esse siano scrit-
te in modo completo e veritiero? Confrontati con un compagno. contraffazioni alimentari
4. Osserva l’immagine in basso e, con un compagno, commenta le contaminazioni alimentari
conseguenze della contraffazione alimentare. uso di erbicidi e pesticidi
5. «Detesto l’uomo che manda giù il suo cibo affermando di non sa- tutela difesa del consumatore
pere che cosa mangia. Dubito del suo gusto in cose più importanti» standard igienico-sanitari
(Charles Lamb, drammaturgo e poeta inglese). Con un compagno sicurezza alimentare rintracciabilità
commenta quest’affermazione.
etichettatura etichetta
6. Leggi il primo testo ed estrapola le idee princi- alimentare
pali sul modello alimentare descritto.
7. Secondo te, per quali motivi e per quali
scopi viene applicata la biotecnologia quanto i prodotti convenzio-
all’agricoltura e all’allevamento? Au- nali. Purtroppo non sempre è
mentare e stabilizzare la produttività? così e la tutela del consuma-
Migliorare la resistenza delle piante (a tore passa in secondo piano ri-
parassiti, malattie e stress climatico)? spetto agli interessi economici
Migliorare le caratteristiche nutrizio- delle aziende produttrici. Che
nali degli alimenti? Li condividi? Quali cosa pensi accada nel tuo Pae-
alimenti preferisci consumare tu? se? Parlane con un compagno.
8. Leggi il secondo testo e discuti con un 10. Questa sera a Porta a
compagno delle conseguenze per la nostra Porta si discuterà sul tema “Prodot-
salute che possono derivare dalla produzione di ti convenzionali o prodotti biotech?”.
carne sintetica. Schierati fra i sostenitori o gli oppositori
9. Prima di essere immessi in commercio, i prodotti geneticamente della produzione transgenica e giustifi-
modificati sono sottoposti a numerosi test di sicurezza volti ad at- ca le tue argomentazioni nel tentativo
testare che per la salute umana e per l’ambiente siano sicuri tanto di convincere gli avversari.

95
45 Alimentazione, ambiente e biotecnologie

Il modello agroalimentare indu- conseguenze per l’ambiente e


1
Di quale sistema striale moderno, che si è affer-
mato negli ultimi 50 anni, può
compromesso la sopravvivenza
economica dei piccoli produt-
alimentare avere portato a un’aumentata
produttività nell’immediato, ma
tori. Secondo questo modello le
risorse naturali sono considerate
stiamo parlando? l’impatto ambientale è stato
devastante: inquinamento, ero-
semplici materie prime da con-
sumare e lavorare su vasta scala
sione del suolo, danni al pae- con uno sfruttamento indiscri-
saggio, riduzione delle risorse minato delle risorse come l’ac-
energetiche e una complessiva qua, la terra, il suolo e le fore-
perdita della diversità, sia bio- ste. Questo approccio comporta
logica che culturale. In base a pesanti conseguenze, con pro-
questo modello, la produzione spettive allarmanti per il futuro
agricola ha assunto le caratte- e la salute del nostro ambiente.
ristiche dell’industria, cambian- Con l’aumento della popolazione
do forma e diventando industria mondiale da 6 a 9 miliardi pre-
agroalimentare. I segni distin- visto per il 2050, la concorrenza
tivi di questo sistema, ovvero il per l’utilizzo delle risorse natura-
crescente utilizzo di derivati del li diventerà sempre più accanita,
petrolio (fertilizzanti e pesticidi, mettendo ulteriormente sotto
carburante per le attrezzature pressione il nostro pianeta. L’at-
agricole), la produzione limitata tuale sistema alimentare globale
a certe varietà vegetali, la diffu- dovrà essere rivisto radicalmen-
sione delle monoculture, soprat- te se si vuole ridurre significati-
tutto per garantire l’alimentazio- vamente il suo impatto sull’am-
ne animale, hanno causato gravi biente.
tratto da: www.slowfood.com

2
CARNE SINTETICA,
GLI ALLEVATORI
NO
Un’innovazione che porta con sé dubbi di carattere etico, ma
soprattutto economico come spiegato ad Ansa da un allevatore

DICONO
veronese: “Avrebbe un impatto disastroso per la filiera italiana
e per l’agricoltura in genere visto che l’animale viene allevato
col mais. L’indotto rischia il KO. Il made in Italy ha investito
L’IMPATTO SAREBBE DISASTROSO molto sulla qualità, il territorio, la tracciabilità e il taglio degli
antibiotici. La carne sintetica sarebbe un tracollo etico rispet-

La
to al nostro saper fare, al nostro modo di produrre, e di fare
novità arriva da un’azienda americana, la Memphis
impresa. Vedo minate le buone pratiche in agricoltura da un
Meats. Nel 2013, questa ditta aveva creato il primo
biotech che invece di aiutarci ci sostituisce”.
hamburger di carne sintetica, ricavato quindi non da animali
allevati ma da cellule staminali coltivate in laboratorio. L’ul-
timo annuncio della Memphis Meats riguarda la capacità di
riprodurre sinteticamente anche la carne di pollo e di anatra.
La precedente innovazione aveva già fatto discutere, ma poi
di hamburger sintetici non ne è stato messo in vendita nean-
che uno. E alla stessa sorte sembrano destinate le carni sin-
tetiche di pollo e anatra. Dalla produzione
.it alla commercializzazione, la distanza
a

è ancora enorme dunque. E tale


ser
a: www.verona

deve rimanere per gli allevatori e


pare anche per i cittadini italiani.
Secondo un’indagine Ipr marke-
ting diffusa da Coldiretti, il 97%
tto d

degli italiani è contrario anche


tra

solo alla produzione di carni sin-


tetiche.

96 La nuova Prova orale 2


Compiti comunicativi
Svolgete i seguenti compiti comunicativi.
Un/una compagno/a (o l’insegnante) può fungere da interlocutore.

1 Un caro amico italiano ti chiama per annunciarti che trascorrerà alcuni giorni nella tua città e vorrebbe vederti,
anzi vorrebbe che tu lo ospitassi! Tu accetti con piacere, visto che per te sarà un periodo di ferie. Gli chiedi tutti
i particolari del suo viaggio (data di arrivo e di partenza, volo, ecc.) e gli proponi in breve alcune cose da fare e
alcuni posti da visitare in quei giorni.

2 Per migliorare il tuo italiano hai deciso di frequentare un corso estivo in Italia, ma sei confuso/a tra le tante offer-
te delle scuole. Allora, chiami un tuo amico fiorentino e chiedi il suo aiuto; gli spieghi, dunque, le caratteristiche
della scuola adatta ai tuoi bisogni e alle tue possibilità economiche. Lui, con delle domande, cerca di capire il
corso specifico che stai cercando e promette di aiutarti, visitando due o tre scuole che ritiene più interessanti.

3 Un tuo amico italiano, da anni proprietario di una scuola d’italiano nel tuo Paese, ti annuncia che vorrebbe
tornare in Italia e fare qualcosa di completamente diverso. In particolare avrebbe intenzione di rispondere al
seguente annuncio:
AFFARE causa trasferimento vendo negozio abbigliamento,
posto centrale, clientela garantita. Milano
3423450880  affarenegozio@mail.com
Sig. Armani

Tu credi che il tuo amico incontrerà molte difficoltà, non avendo alcuna esperienza in questo settore. Cer-
chi, dunque, di fargli cambiare idea anche se lui insiste.

4 Stai viaggiando in treno, nel tuo Paese, quando noti accanto a te un/una ragazzo/a della tua età che, seduto/a
da solo/a, legge un libro italiano. Ti presenti e attacchi discorso: gli chiedi di dov’è, dove va, quanto si fermerà,
gli racconti quando, dove e perché hai studiato la lingua italiana ecc. Poi, discutete del libro che sta leggendo,
di quello che leggi tu e infine gli chiedi quali sono le sue aspettative per il viaggio e gli proponi posti da visitare.

5 Hai appena comprato un bellissimo maglione molto costoso. Vai a casa e - naturalmente - lo provi, ma mentre ti
guardi nello specchio ti rendi conto che ha un piccolo buco! Torni al negozio, spieghi alla commessa la situazione
e le chiedi di sostituirti il maglione. I problemi, però, sono due: non ce n’è uno della stessa taglia e, in assenza della
proprietaria, lei non ti può dare indietro i tuoi soldi. Inoltre, la commessa non sembra molto convinta che il buco
ci fosse fin dall’inizio!

6 Un tuo parente vuole trascorrere due settimane di vacanza in Italia, ma, non fidandosi tanto delle agenzie di
viaggi e degli annunci pubblicitari online, chiede il tuo aiuto. Tu telefoni ad un tuo amico italiano che lavora nel
campo del turismo e gli chiedi di suggerirti un posto tranquillo vicino al mare e un aiuto per trovare una siste-
mazione per il tuo parente. Indichi le caratteristiche che l’alloggio deve avere e inoltre parlate di date, costi ecc.

7 Un tuo amico italiano ha deciso di comprare uno degli appartamenti del seguente annuncio:

BASILICATA. Vendesi casa di campagna mq. 1.500, divisa in


sei appartamenti, vasto giardino, box, minimo anticipo.
3625730797  annagall@mail.com
Sig.ra Gallo

Gli consigli di pensarci bene poiché la convivenza non è una cosa semplice e, inoltre, lui, abituato a vivere in
città, incontrerà forse delle difficoltà con la vita di campagna. Infine, case come quella dell’annuncio hanno
spesso bisogno di ristrutturazione o, comunque, richiedono alti costi di manutenzione. Ovviamente, il tuo
amico insiste.

97
Espressioni e massime
Gli amici
Il falso amico è come l’ombra che ci segue fin che dura il sole.
Nella sventura dei nostri migliori amici, troviamo sempre qualcosa che non ci spiace del tutto.
Patti chiari, amicizia lunga.

◆◆ Spiegate il significato generico delle massime.


◆◆ Quanto è importante oggi l’amicizia?
◆◆ È sempre facile identificare gli amici veri? Che qualità deve avere, secondo voi, l’amico ideale? Parlatene.
◆◆ Credete che sia più autentica l’amicizia tra uomini o tra donne? Motivate le vostre risposte.

L’amore
L’amore è come la fortuna: non gli piace che gli si corra dietro.
Amore non è guardarsi a vicenda: è guardare insieme nella stessa direzione.
A giudicare l’amore dalla maggior parte dei suoi effetti, somiglia più all’odio che all’’amicizia.

◆◆ Spiegate il significato generico delle massime.


◆◆ Credete che oggi sia più difficile amare che in altri tempi? Motivate le vostre risposte.
◆◆ Cosa vuol dire per voi “vero amore”? Scambiatevi idee. Per alcuni, amare significa possedere. Voi cosa ne pensate?
◆◆ Dicono che l’amore sia un continuo gioco, con regole che bisogna rispettare. Siete d’accordo? Parlatene.

Bene e male
Il male che gli uomini compiono si prolunga oltre la loro vita, mentre il bene viene spesso sepolto insieme alle loro
ossa.
Non è necessario credere in una fonte sovrannaturale del male: gli uomini da soli sono perfettamente capaci di qualsi-
asi malvagità.
Il genere umano non odia mai tanto chi fa il male, né il male stesso, quanto chi lo nomina.

◆◆ Spiegate il significato generico delle massime.


◆◆ Secondo voi, l’uomo di natura è più incline al bene o al male? Scambiatevi idee.
◆◆ C’è chi dice che l’uomo ha sempre avuto bisogno di un Dio in cui credere e di un diavolo di cui avere paura, così li
creò entrambi. Qual è la vostra opinione?
◆◆ Credete di essere persone buone? Essere troppo buoni potrebbe avere degli effetti negativi? Motivate le vostre
risposte.

La bugia
Le bugie sono per natura così feconde, che una ne vuole partorir cento.
Le bugie hanno le gambe corte.
Le masse... cadranno vittime più facilmente di una grossa menzogna che di una piccola.

◆◆ Spiegate il significato generico delle massime.


◆◆ Credete che la sincerità sia una qualità rara nella nostra epoca? Se sì, perché?
◆◆ In quali occasioni è preferibile mentire? Ci sono bugie innocenti? Motivate le vostre risposte.
◆◆ Vi è mai capitato di uscire da una situazione difficile grazie a una bugia? Parlatene.
◆◆ Oggi tante persone sono molto diffidenti e sospettose verso gli altri. Secondo voi, fanno bene o male?

101
Glossario

dipendente: chi è assunto con con- trucchi del mestiere: particolare tec- spersonalizzazione: alterazione delle
tratto di lavoro (est. impiegato) nica acquisita con l’esperienza, peri- caratteristiche della personalità, omo-
disoccupato: chi è senza lavoro (contr. zia, destrezza logazione, livellamento, perdita di
occupato) turno festivo: orario di lavoro dome- identità personale
disoccupazione: condizione di chi nicale e delle festività nazionali sviluppo/progresso tecnologico:
non ha un lavoro retribuito (contr. oc- turno feriale: orario di lavoro svolto trasformazione o miglioramento gra-
cupazione) dal lunedì al venerdì o sabato duale dato da maggiori conoscenze,
capacità e potenzialità
frustrazione: insoddisfazione, delu-
sione tutelarsi/proteggersi: prestare atten-
4 COMUNICAZIONE E SOCIAL zione ai propri dati identificativi e alle
impegnarsi: prendere un impegno, MEDIA informazioni personali
occuparsi di qualcosa con responsa- abbellire: rendere più gradevole alla
bilità utente: chi accede ai servizi telematici
vista
inoccupato: chi non ha mai avuto un vantaggi: gli interessi e le opportuni-
aggiungere un tag/taggare: marcare tà che si possono ricevere dai mezzi di
lavoro ed è in cerca della sua prima o contrassegnare per rendersi ricono-
occupazione (s. f. inoccupazione) comunicazione (contr. svantaggi)
scibili
laurearsi/specializzarsi: studiare per violazione della privacy: mancato ri-
avatar: immagine identificativa rico- spetto della tutela dei dati e delle in-
ottenere competenze specifiche in un noscibile
settore formazioni personali
chattare: (gerg.) conversare attraver- virtuale: simulato, costruito al com-
lavoratore autonomo/libero profes- so la rete
sionista: chi lavora in proprio e svolge puter (contr. reale)
l’attività dietro corrispettivo (contr. di- connessione: collegamento a inter- visualizzazioni: le volte in cui un con-
pendente) net tenuto digitale è stato visto da altri
migrante: persona che si sposta da un creare un profilo: sottoscrivere un utenti
Paese all’altro (contr. stanziale) servizio in rete fornendo dati e infor-
mazioni personali
operaio: chi svolge attività manuale 5 SCUOLA
solitamente nelle fabbriche emoticon/smile/faccine: simboli che
rappresentano uno stato d’animo alunno/allievo: chi frequenta la scuo-
pensionato: il lavoratore che ha rag- la, studente
giunto l’età per non lavorare più falsificare: imitare, manipolare, travi-
sare anno scolastico: periodo dell’anno in
posto di lavoro: il luogo dove un lavo- cui è obbligatorio andare a scuola
ratore si reca abitualmente per svol- garante: chi tutela dati e informazioni
personali commissione: gruppo di docenti che
gere la sua attività valutano le competenze degli studenti
precario: chi lavora senza garanzia di identità personale: dati identificativi
di un utente necessari per accedere a compito: attività da svolgere a casa o
stabilità e continuità in classe
un servizio telematico
presentare la candidatura: richiedere dirigente scolastico: preside, capo
un lavoro consegnando il proprio cur- interazione: rapporto di scambio fra
utenti d’istituto
riculum vitae
interlocutore: chi partecipa a un dia- disciplina scolastica: materia studiata
professione: attività per la quale è durante l’anno scolastico
richiesta una laurea e una specializza- logo, destinatario
zione iscriversi: compilare un modulo per educare: insegnare, istruire, formare
qualifica: ruolo di un dipendente o ti- creare un profilo (s. f. iscrizione) educazione: il processo di trasmissio-
tolo professionale mezzi di comunicazione: l’insieme ne del sapere
requisito: qualità necessaria per un degli strumenti che informano, divul- esame di maturità: esame sostenuto
determinato lavoro gano e intrattengono per il conseguimento del diploma di
minare la credibilità: compromettere scuola media superiore
retribuzione: stipendio, salario, paga
la fiducia e l’attendibilità di qualcuno essere bocciato: non riuscire a supe-
scioperare: rifiutarsi di lavorare a sco- o qualcosa rare un esame o a essere ammesso
po di protesta a una classe superiore (contr. essere
potere sociale: grande influenza sulle
sciopero: astensione dal lavoro per la masse promosso)
difesa dei propri diritti docente: insegnante, maestro, pro-
scrivere un post/postare: scrivere
sindacato: gruppo di persone orga- un messaggio in rete o pubblicare un fessore
nizzate per la tutela dei diritti e degli contenuto online docente di sostegno: insegnante spe-
interessi dei lavoratori cializzato nell’integrazione di alunni
social network: servizio informatico
tener duro: resistere, insistere, mo- in rete che mette in comunicazione diversamente abili
strare tenacia e determinazione milioni di persone

108 La nuova Prova orale 2


interrogazione: prova orale sostenu- forze dell’ordine: l’insieme degli informazione obiettiva: notizia reale,
ta in classe agenti che garantiscono la sicurezza senza l’influsso di gusti, preferenze e
liceo/istituto tecnico/istituto profes- giocare in casa: detto di una squadra opinioni personali
sionale: scuole medie superiori che gioca nel campo sportivo della avvento della TV: il risultato dell’in-
rappresentante di classe/d’istituto: propria città o società (contr. giocare venzione della televisione e la sua dif-
portavoce degli studenti con i docenti in trasferta) fusione
e con la scuola manganello: strumento a forma di mass media: l’insieme dei mezzi di
scuola dell’obbligo: quella che ogni bastone usato dalla Polizia per colpire comunicazione di massa
cittadino italiano è obbligato per leg- misura di sicurezza: azione compiuta presentatore/presentatrice: chi
ge a frequentare per prevenire atti violenti o vandalici conduce una trasmissione
scuola interculturale: modello di praticare uno sport: svolgere abitual- prima serata: programmi che vanno
scuola fondato sullo scambio e sulla mente un’attività sportiva in onda dopo le 21.00
valorizzazione di diverse culture prevenire la violenza: attuare delle programma televisivo: trasmissione
scuola materna/scuola dell’infanzia: misure di sicurezza promozione: propaganda, il lancio di
scuola per bambini dai 3 ai 5 anni, det- reprimere: frenare, controllare (s. f. re- un prodotto o un servizio sul mercato
ta anche asilo nido pressione) pubblicità/réclame/spot: messaggi
scuola media: triennio successivo alla scorta: forze dell’ordine che accom- promozionali di prodotti e servizi in
scuola primaria pagnano e seguono nei movimenti vendita
scuola superiore: quinquennio suc- una persona in pericolo (v. scortare) pubblicizzare/reclamizzare: rendere
cessivo alla scuola media inferiore spirito agonistico: qualità di un atleta noto un bene o un servizio
scuola primaria/elementare: corso di o di una squadra, impegno, combat- reality: programma televisivo rappre-
studi quinquennale per bambini dai 6 tività sentativo della vita quotidiana, rac-
agli 11 anni squadra: gruppo di atleti, team contata in tempo reale di qualcuno
scuola pubblica: che dipende diret- teppismo: comportamento vandalico fiction: programma televisivo a episo-
tamente dallo Stato (contr. scuola pri- e violento (s. m. teppista) di che narra di fatti ed eventi immagi-
vata) nari
tifare per una squadra: sostenere con
secchione: fig. chi studia più del ne- entusiasmo una squadra sportiva (s. serie tv: produzione televisiva a epi-
cessario, sgobbone m. tifoso) sodi a cui prendono parte personaggi
sistema scolastico: l’insieme delle tribuna: settore coperto di uno stadio fissi
istituzioni scolastiche di uno Stato smart TV: televisore in grado di colle-
ultrà/ultras: accanito tifoso di una
superare un esame: aver raggiunto i squadra garsi ad internet
risultati richiesti, essere promosso telecomando: strumento che serve
violenza negli stadi: l’insieme di atti
test d’ingresso: prova solitamente vandalici e violenti che avvengono per cambiare canale televisivo
scritta per accedere a un corso di studi durante una partita di calcio teledipendente: chi guarda la televi-
vita sedentaria: con poco o nessun sione in modo eccessivo (s. f. teledi-
6 SPORT E VIOLENZA movimento fisico pendenza)
allenarsi: esercitarsi, prepararsi per telegiornale: notiziario trasmesso
una gara o una competizione sportiva quotidianamente
7 TELEVISIONE E PUBBLICITÀ
(s. m. allenamento) telespettatore: chi guarda la televi-
audience/indice di ascolto/share: il sione
andare in palestra: svolgere abitual- pubblico che segue un programma
mente un programma di allenamento radiotelevisivo Pay TV: canali o trasmissioni per cui è
arbitro: la persona che dirige le com- richiesta una somma di denaro, televi-
consumatore: chi usa o acquista beni sione a pagamento
petizioni sportive e servizi pubblicizzati
atleta: chi pratica uno sport, sportivo TV on demand: tipo di TV a pagamen-
decoder: strumento che decodifica i to che permette di scegliere quando
campionato: gara, torneo, competi- segnali televisivi vedere un programma
zione periodica di una specialità spor- diffusione di notizie: l’espandersi di
tiva TV digitale: i segnali televisivi sono
informazioni su fatti ed eventi digitali e non analogici
celerino: agente speciale di Polizia fare zapping: passare da un canale TV spazzatura/trash: programmi ba-
curva: settore di uno stadio destinata all’altro usando il telecomando nali, di scarso contenuto, che offrono
al tifo sportivo fascia protetta: chi deve essere pro- visioni distorte della realtà
disciplina sportiva: uno sport tetto da immagini e contenuti televi-
evento/manifestazione sportiva: spet- sivi, come i bambini
tacolo, cerimonia, celebrazione, raduno

109
Glossario

8 VECCHIE E NUOVE una malattia o di un disturbo (es. con permesso di soggiorno: autorizzazio-
DIPENDENZE farmaci) ne di permanenza temporanea in un
alcolista: alcolizzato, chi beve molti ubriacarsi: bere alcol in modo ecces- luogo rilasciata agli stranieri
alcolici, dipendente dall’alcol (contr. sivo pregiudizio: giudizio basato su opi-
astemio) ubriaco: chi ha fatto abuso di alcol e nioni o credenze errate o ingiustifica-
anoressia: malattia caratterizzata da ha perso l’autocontrollo (contr. sobrio) te
mancanza di appetito o disgusto ver- razzismo: rifiuto e ostilità verso una
so il cibo (contr. bulimia) popolazione ritenuta inferiore
9 RAZZISMO E IMMIGRAZIONE
assuefazione: adattamento dell’orga- regolare: detto di chi è in regola con i
allarme sociale: timore che un reato documenti (contr. clandestino)
nismo a determinate sostanze
possa diffondersi a livello nazionale
campagna antifumo: tutte le azioni rifugiato: chi è fuggito dal proprio
campo nomadi: una precisa area at- Stato in cerca di protezione, asilo po-
intraprese per far smettere di fumare
trezzata, destinata alle famiglie Rom litico
consapevolezza: presa di coscienza,
centro di accoglienza: luogo in cui società multiculturale/multietnica:
cognizione
sono accolti i profughi una società ricca di idee, culture e tra-
dipendenza: essere dipendente da
cittadinanza: appartenenza a uno dizioni diverse tra loro
qualcosa, assenza di autocontrollo
Stato con conseguenti diritti e doveri stereotipo: modello convenzionale
disintossicarsi: liberarsi di una dipen-
diffidenza: sospetto, mancanza di fi- applicato alle idee e ai comportamen-
denza nociva (s. f. disintossicazione)
ducia ti, preconcetto, pregiudizio
doping: fare uso di sostanze dopanti
diversità: ciò che è differente per cul- straniero: il cittadino non residente
con effetto stimolante o eccitante
tura, tradizioni e abitudini (est. immigrato, extracomunitario)
essere nel mirino: essere al centro
emarginazione: esclusione dalla so- tolleranza: comprensione e rispetto
dell’attenzione
cietà, il rimanere fuori da un gruppo di idee e di comportamenti diversi dai
fare abuso di/abusare di: usare in ec- (s. m. e agg. emarginato, v. emargina- propri (contr. intolleranza)
cesso delle sostanze nocive alla salute re) valori sociali/religiosi: l’insieme di
fumatore passivo: chi non è fumatore emigrazione: fenomeno di sposta- principi, punti di riferimento, modelli
ma respira il fumo delle sigarette degli mento in un Paese diverso dal pro-
altri prio, espatrio (agg. e s. m. emigrato)
gioco d’azzardo: qualsiasi gioco che 10 ARTE E PATRIMONIO
extracomunitario: chi proviene da un ARTISTICO
comporta scommettere grandi som- Paese che non appartiene all’Unione
me di denaro Europea ammirare: osservare attentamente
illegale: contro le legge qualcosa che suscita interesse o me-
flusso immigratorio: arrivo continuo raviglia
narcotico: sonnifero, anestetico di profughi che hanno abbandonato
il proprio Paese appassionato d’arte: chi ama la pittu-
nocivo: dannoso, pericoloso per la sa- ra, la scultura, ecc.
lute (v. nuocere) frontiera: linea di confine di uno Stato
apprezzare: dare un giudizio positivo
passatempo: attività svolta per svago generalizzazione: giudizio spesso in- su qualcosa o qualcuno
o divertimento giustificato verso gli immigrati, i pro-
fughi e le categorie più deboli della atto vandalico: azione finalizzata a
patologia: malattia, disturbo fisico, danneggiare o distruggere un’opera
psichico o mentale società
d’arte
prendere un vizio: abituarsi a qualco- ghettizzazione: isolamento di una
minoranza di persone da una comuni- beni artistici/culturali: opere artisti-
sa di nocivo (contr. perdere il vizio) che, storiche o scientifiche conside-
tà (v. ghettizzare, s.m. ghetto)
prevenzione: l’insieme delle misure rate patrimonio di un Paese e perciò
necessarie per non prendere un vizio ideologia: la mentalità, l’insieme del- protette dallo Stato
le idee di una società o di un gruppo
rischioso: pericoloso, azzardato sociale capolavoro: la migliore opera di un
shopping compulsivo: bisogno in- artista
immigrazione: fenomeno di arrivo di
controllato di comprare qualcosa e di persone dall’estero (agg. e s. m. immi- collezione privata: l’insieme delle
spendere soldi grato) opere d’arte che appartengono a un
sottovalutare: dare minor valore a privato cittadino
migrante: chi si sposta da un Paese
qualcosa, non considerare rischi e pe- all’altro (contr. stanziale) custode: guardiano, sorvegliante, chi
ricoli ha cura di un museo, una galleria ecc.
movimento xenofobo/xenofobia: (v. custodire)
tabagismo: dipendenza dal fumo, dal corrente ideologica che si oppone nei
tabacco confronti degli stranieri e di tutto ciò dipinto: quadro (v. dipingere)
terapia: trattamento sistematico di che proviene dall’estero galleria: edificio o sala che ospita
opere d’arte

110 La nuova Prova orale 2


graffito: disegno o scrittura su muri, diversamente abile/disabile: perso- calo/decremento dei consumi: quando
pietre ecc. na con problemi fisici o intellettivi vengono acquistati molti meno pro-
imbrattare: sporcare un monumento donazione: offerta in denaro dotti del normale
o un’opera d’arte, o danneggiare un egoismo: amore di sé, individualismo carta di credito/bancomat: carte usa-
luogo (agg. egoista) te per pagare senza utilizzare i con-
monumento: opera di importanza ar- tanti
emarginazione: esclusione dalla so-
tistica e storica cietà, il rimanere fuori da un gruppo centro commerciale: edificio all’inter-
mostra: esposizione di opere d’arte (s. m. emarginato, v. emarginare) no del quale ci sono negozi, ristoranti,
bar e cinema
museo: luogo in cui sono esposti og- generosità: disponibilità a dare, a of-
getti di interesse storico, scientifico e frire apertamente, magnanimità (agg. commercio al dettaglio: acquisto e
artistico generoso) vendita di prodotti presso negozi
opera d’arte: prodotto, realizzazione impegnarsi in/occuparsi di: darsi da commercio all’ingrosso: acquisti e
artistica fare, dedicarsi a qualcosa di social- vendite di prodotti fra commercianti
patrimonio artistico/culturale: le mente utile commercio elettronico: acquisti e
opere che sono arrivate fino ai nostri impegno sociale: l’occuparsi di uno o vendite effettuate tramite internet
giorni di vari problemi della società consumatore: chi acquista un prodot-
pinacoteca: galleria o parte di un mu- indifferente: che non si interessa, che to, un bene o un servizio
seo che espone solo dipinti non dà importanza, insensibile (s. f. in- consumismo: atteggiamento di ac-
scavo archeologico: operazione di ri- differenza) quisto e consumo indiscriminato di
trovamento di reperti archeologici nel persona in difficoltà: chi non riesce beni o servizi non necessari (v. consu-
sottosuolo ad essere autonomo economicamen- mare)
statua: scultura, opera scolpita te o fisicamente convenienza: vantaggio economico
proteggere: tutelare una persona in- rispetto al valore normale (v. conve-
tutela dei beni artistici: misure e azio- nire)
ni contro atti vandalici difesa o in difficoltà (s. f. protezione)
raccolta fondi: azione con lo scopo di fare acquisti/shopping online: com-
tutelare/salvaguardare: difendere, prare prodotti e servizi tramite inter-
conservare, custodire il patrimonio ar- raccogliere denaro per sostenere una
causa o finanziare un progetto net
tistico, paesaggistico, culturale
sensibile: attento ai problemi sociali, filiera lunga: il complesso processo
valorizzare: dare importanza al patri- produttivo che va dalla produzione
monio artistico, paesaggistico, cultu- emotivamente coinvolto (s. f. sensibi-
lità) alla vendita di un prodotto (contr. fi-
rale liera corta, dal produttore al consu-
vandalismo: comportamento violen- senza scopo di lucro/non-profit: matore, a chilometro 0)
to di chi si diverte a danneggiare o azioni o attività per le quali non si
guadagna grande distribuzione organizzata
distruggere (s. m. vandalo) (GDO): sistema di vendita al detta-
senza tetto/senza dimora: chi non ha glio  attraverso una catena di  super-
una casa in cui vivere mercati
11 VOLONTARIATO E
SOLIDARIETÀ servizio civile: partecipazione orga- in promozione/in offerta: detto di
nizzata ad azioni di pace, sostegno, prodotti venduti a un prezzo più bas-
aiutare il prossimo: dare conforto e salvaguardia, protezione
sostegno morale e pratico ad altre so
persone solidarietà: fratellanza, rapporto di marca/brand: nome di un marchio di
reciproco sostegno tra persone un prodotto o di una linea di prodotti
altruismo: predisposizione caratteria-
le ad aiutare gli altri (agg. altruista) sostegno: aiuto, appoggio (v. soste- (es. nome, simbolo, logo di una ditta)
nere) marchio registrato: segno distinti-
assistente sociale: chi aiuta le cate-
gorie a rischio (bambini, minorenni, volontario: persona che offre il suo la- vo che indica la tutela giuridica di un
anziani, disabili) voro o aiuto senza essere pagato (s. m. prodotto
volontariato) negozio online: punto vendita in rete
assistenza: aiuto, sostegno (v. assiste-
re) prodotto/oggetto alla moda: novità,
bisognoso: chi non ha lavoro né soldi 12 CONSUMISMO E CRISI che attira più di altri, che fa tendenza
e non ha un’abitazione ECONOMICA e tutti la desiderano
carità/beneficenza: azioni mirate boom degli acquisti: vendita di pro- saldi/sconti/ribassi: prezzi ridotti ap-
all’aiuto economico dotti o servizi in quantità superiore al plicati periodicamente su beni di con-
normale (es. nel periodo natalizio) sumo
contributo: offerta di aiuto (v. contri-
buire) buono sconto/coupon: tessera o
scontrino che dà diritto ad acquistare
a minor prezzo

111
famoso/a: noto al pubblico, illustre, tamenti che non riguardano la vita vanitoso/-a: poco modesto/-a, frivo-
popolare pubblica lo/-a (s. f. vanità)
fan: ammiratore, appassionato, soste-
nitore 16 BELLEZZA 17 TECNOLOGIE TRA
giornalista: chi scrive articoli per la accettarsi: comprendere che alcune PRESENTE E FUTURO
stampa caratteristiche del corpo non possono app/applicazione: programma instal-
idolo/mito: persona amata e ammira- essere modificate lato su un dispositivo elettronico
ta apparenza: aspetto fisico esteriore cliccare: premere il pulsante del mou-
imitare: prendere a modello, a esem- aspirante modello/a: chi sogna e de- se
pio (s. f. imitazione) sidera entrare nel mondo della moda connettersi/collegarsi: mettere in
industria dello spettacolo: tutte le bisturi: strumento chirurgico per ta- contatto il proprio dispositivo a inter-
attività e il business che riguardano il gliare net (s. m. connessione/collegamen-
cinema, la televisione, il teatro e tutte to)
le altre forme di spettacolo canoni di bellezza: caratteristiche del
corpo accettate o richieste condividere: scambiare, partecipare
influenzare: condizionare le prefe- dipendenza: non poter fare a meno
renze, le tendenze o i comportamenti chirurgia plastica: gli interventi chi-
rurgici che migliorano l’aspetto fisico, di usare un dispositivo elettronico
intervista: dichiarazioni rilasciate a un chirurgia estetica dispositivo: strumento, apparecchia-
giornalista tura
ciccia: parola di registro basso per dire
intimità: la sfera personale e privata grasso, adipe immigrato digitale: una persona ap-
di qualcuno partenente a una generazione nata
concorso di bellezza: competizione,
paparazzo: fotografo in cerca di foto gara che valuta l’aspetto esteriore prima dell’uso dei sistemi elettronici
sensazionali o scandalistiche digitali e che ha dovuto adattarsi
curare il fisico: prendersi cura del pro-
pettegolezzo: chiacchiera, commen- prio corpo e della propria immagine innovazione: novità, cambiamento,
to indiscreto sulla vita privata di qual- trasformazione
cuno, gossip curve: detto di alcune parti del corpo
particolarmente pronunciate e pro- interattivo/-a: che svolge un’azione
presentatore/-trice TV: chi conduce sperose caratterizzata da reciprocità
un programma televisivo ipertecnologico: che presenta una
cuscinetti di grasso: quantità di gras-
ragazzo/-a immagine: detto di chi so che si accumula nel corpo tecnologia molto avanzata
posa per riviste, calendari, materiale multimediale: che utilizza più mezzi
pubblicitario difetti: aspetti del corpo che non ri-
spettano i canoni di bellezza (contr. (immagini, suoni, grafici ecc.)
Reality Show: spettacolo televisivo pregi) nativo digitale: chi appartiene alla
basato sulla vita quotidiana generazione nata quando i sistemi
distinguersi: emergere, farsi notare
rivista scandalistica: periodico che elettronici digitali erano già in uso
pubblica immagini e notizie sensazio- donna grissino: filiforme, chi è molto
magra e ha un corpo senza curve portale: sito web in cui sono disponi-
nali, che colpisco l’opinione pubblica bili risorse di vario tipo
scandalo: fatto o evento di cui si parla estetista: persona specializzata in
cure di bellezza e che lavora presso schermo: monitor, video
molto perché spiacevole o indecente
un centro estetico sito web: pagine elettroniche dispo-
stampa: l’insieme di giornali e riviste nibili in internet
giuria: gruppo di persone che valuta-
star: stella, personaggio dello spetta- no e premiano i partecipanti a gare o smartphone: telefono cellulare di ul-
colo molto famoso concorsi timissima generazione
star system: tutto ciò che ruota intor- liposuzione: operazione chirurgica software: programma su un dispositi-
no al divismo per eliminare il grasso superfluo vo elettronico
suscitare interesse: causare, provo- passerella: passaggio, corridoio desti- tablet: computer portatile di dimen-
care particolare attenzione da parte nato a chi sfila o si espone in pubblico sioni ridotte
dell’opinione pubblica
requisito: qualità richiesta per un de- tastiera: insieme di pulsanti e tasti di
tutela della privacy: protezione dei terminato scopo uno strumento informatico utili per
dati identificativi e delle informazioni scrivere
personali rughe: segni d’espressione sul viso
che indicano il passare del tempo touchscreen: schermo tattile, sensibi-
velina: ragazza che aiuta il condutto- le al tatto
re in alcune trasmissioni televisive sponsor: produttore, chi finanzia ma-
nifestazioni o spettacoli wireless: senza fili
violazione della privacy: non rispet-
tare la vita privata truccarsi: usare cosmetici per il ma-
quillage (s. m. trucco)
vita privata: intimità, fatti e compor-

113
Glossario

18 GIOVANI prospettive future: idee, possibilità, missione spaziale: incarico, compito


adattarsi: adeguarsi, accettare, tolle- opportunità, progetti realizzabili nel da svolgere di solito per motivi scien-
rare (s. m. adattamento) futuro tifici, umanitari ecc. nello spazio
ambizione: desiderio di realizzazione punto di riferimento: ciò che si pren- navicella spaziale: capsula di un veico-
di qualcosa, desiderio di successo de a modello, esempio, come elemen- lo spaziale che contiene gli strumenti e
to di orientamento l’equipaggio
angoscia: ansia, inquietudine, preoc-
cupazione rapporto interpersonale: relazione, pianeta: corpo celeste che orbita in-
legame, vincolo fra persone torno a una stella
appartenenza sociale: far parte di un
gruppo che condivide idee e compor- supporto: sostegno, aiuto, protezione rapimento alieno: sequestro di esseri
tamenti valore: qualità considerata eticamen- umani da parte di alieni
aspettativa: previsione, desiderio, spe- te buona, ideale satellite: corpo celeste o anche mec-
ranza valorizzazione: riconoscimento, ap- canico che ruota intorno a un pianeta
aspirazione: sogno che si desidera re- prezzamento, promozione (v. valoriz- sistema solare: il sole e i pianeti attor-
alizzare zare) no a esso
capacità: competenza, caratteristica, sonda spaziale: piccola navicella sen-
abilità 19 SPAZIO E VITA za equipaggio dotata di strumenti di
EXTRATERRESTRE osservazione
coetaneo: della stessa età
Agenzia Spaziale Americana (NASA): stazione/colonia spaziale: luogo orbi-
conformismo: seguire in modo passi- tante o fisso nello spazio dove è possi-
vo i gusti e le opinioni della maggio- agenzia governativa responsabile del-
la ricerca aerospaziale bile vivere per lungo tempo
ranza, omologazione
Agenzia Spaziale Europea (ESA)/Italia- telescopio: strumento ottico di osser-
delusione cocente: aspettativa tradi- vazione e studio
ta, disillusione na (ASI): agenzia che si occupa di ricer-
ca e progetti aerospaziali all’interno UFO (oggetto volante non identifi-
disinteresse/passività: indifferenza, dell’Unione Europea/in Italia cato): oggetto che si pensa provenga
mancanza di attenzione e di cura da un pianeta lontano
alieno: extraterrestre
disoccupazione: mancanza di posti di umanoide: essere vivente che ha aspet-
lavoro astronauta: chi è a bordo di un veico-
lo spaziale to e caratteristiche simili all’essere uma-
divario generazionale: differenza, no
dislivello tra la vecchia e la nuova ge- astronave: veicolo destinato al tra-
sporto nello spazio universo/cosmo: il complesso di tutto
nerazione lo spazio e di ciò che contiene
fregarsene di: non preoccuparsi per astronomia: scienza che studia i corpi
nulla di qualcuno o qualcosa celesti e i loro fenomeni (s. m. astro-
nomo, agg. astronomico) 20 AMORE E VIOLENZA
gioventù: giovinezza, i giovani fra l’a-
dolescenza e la maturità avvistamento: il vedere da lontano aggressività: prepotenza, comporta-
qualcosa mento violento
incertezza: disorientamento, incapa-
cità di trovare una stabilità e una dire- conquista dello spazio: fare delle sco- sottomissione fisica/psicologica: stato
zione nella vita perte nello spazio di chi soffre il potere o la forza, la so-
disco volante: velivolo alieno a forma praffazione di qualcuno
incomprensione: incapacità di capire
le differenze, le aspettative e le aspi- di disco (pop. UFO) attaccamento morboso: amore spro-
razioni esplorare: andare alla ricerca di qual- porzionato, esagerato, ossessivo
maturo: saggio, equilibrato, pondera- cosa che ancora non si conosce bene, autostima: stima di sé, valutazione
to (s. f. maturità, v. maturare) scoprire positiva delle proprie capacità (contr.
fantascienza: genere narrativo o cine- disistima)
menefreghismo: indifferenza, noncu-
ranza matografico con elementi scientifici e bullismo: arroganza, sfrontatezza, im-
immaginari (agg. fantascientifico) pertinenza, maleducazione
mentalità: il modo di pensare
galassia: l’insieme di stelle, di pianeti centri antiviolenza: strutture in cui
minorenne: che non ha ancora 18 e di materia interstellare sono accolti coloro che subiscono o
anni (contr. maggiorenne) sono minacciati da qualsiasi forma di
in orbita: detto di satelliti naturali o
occupazione: lavoro, impegno, inca- artificiali che ruotano intorno a un violenza
rico pianeta (v. orbitare) cyberbullismo: bullismo virtuale,
ottimismo: tendenza a vedere le cose lancio: il momento della partenza di compiuto attraverso internet
in maniera positiva (contr. pessimi- una navicella spaziale (v. lanciare) disturbo post traumatico: sofferenza
smo) psicologica derivante da un trauma,
microrganismo: qualsiasi organismo
animale o vegetale di dimensioni mi- atto violento passato
nuscole

114 La nuova Prova orale 2


Glossario

pelliccia: indumento o accessorio ri- cologiche cui si cura una malattia o un disturbo
cavato dalla pelle di alcuni animali epidemia: malattia contagiosa di lar- tranquillante/ansiolitico: medicina-
portare al guinzaglio: condurre un ga diffusione le che calma i nervi e riduce l’ansia o
cane tramite una lunga striscia di cuo- foglietto illustrativo/bugiardino: fo- l’angoscia
io o altro materiale glio allegato ai medicinali contenente
prodotto non testato sugli animali: la descrizione del farmaco, le modalità 24 GUERRA E SERVIZIO
cosmetico o farmaco che non è stato d’uso e gli effetti collaterali MILITARE
sperimentato su cavie, su animali intervento chirurgico: operazione alleanza: patto, coalizione, accordo
protezione: difesa, salvaguardia, tute- malato oncologico: chi è affetto da politico-militare (s. m. alleato)
la (v. proteggere) cancro, tumore arma chimica/batteriologica/nuclea-
sensibilità: forte attitudine a com- medicina alternativa: medicina che re: armi capaci di uccidere milioni di
prendere le necessità degli animali e segue e pratica metodi terapeutici persone, armi di distruzione di massa
essere sensibili nei loro confronti diversi da quelli della medicina tradi- armamento: complesso delle armi e
specie in via di estinzione: gruppo, zionale dei mezzi di guerra che possiede una
categoria di animali che rischiano di medico curante/di fiducia: il medico nazione
scomparire dal pianeta che segue abitualmente l’evolversi di arruolarsi: entrare nelle forze armate
specie protetta: gruppo di animali un trattamento o terapia di un paziente
tutelato dalla legge poiché in via di attacco: assalto aggressivo e violento,
Ministero della Salute: settore del raid, incursione, blitz (v. attaccare)
estinzione governo di uno Stato che si occupa
torturare: tormentare, fare soffrire della salute dei cittadini bombardare: colpire con, lanciare
fisicamente o psichicamente (s. f. tor- bombe (s. m. bombardamento)
naturopatia: indirizzo terapeutico
tura) alternativo che rifiuta l’impiego di carriera militare: scegliere di essere
tutelare: applicare una serie di norme farmaci di origine chimica a favore di soldato per lavoro
giuridiche che garantiscano la prote- trattamenti e di rimedi naturali (s. m./f. caserma: il complesso degli edifici
zione di una specie animale (s. f. tute- naturopata) per l’alloggiamento e l’istruzione dei
la) omeopatia: metodo terapeutico al- militari
vivisezione: sperimentazione chirur- ternativo combattere: lottare, scontrarsi
gica su animali vivi (v. vivisezionare) pastiglia/pasticca/pillola/compres- difesa: ogni azione intesa a proteg-
bioparco: giardino zoologico (zoo) pro- sa: singola parte di un medicinale (es. gere da un danno, un pericolo, ecc. (v.
tetto e tutelato in cui vivono animali di prendere/assumere una compressa) difendere)
varie specie rare o in via di estinzione paziente: persona che si affida a un divisa: uniforme, abito militare
medico per curarsi eccidio: sterminio, strage, carneficina
23 SALUTE: COME CURARSI? prescrivere: assegnare medicinali o eroe/eroina: chi dà prova di grande
abuso di farmaci: uso eccessivo di cure a scopo terapeutico coraggio, valore e forza d’animo (s. m.
medicine (medicinali) con risultati e prescrizione: ricetta medica rilascia- eroismo)
conseguenze che nuocciono alla sa- ta dal medico per richiedere terapie, esercito: l’insieme delle forze armate
lute trattamenti, analisi, ecc. di terra, di mare e di aria (est. marina,
agopuntura: pratica terapeutica ci- pronto soccorso: dipartimento di un aeronautica)
nese o giapponese basata sull’uso di ospedale dove si offrono le prime e forze armate: complesso organizzato
aghi più urgenti cure di reparti dell’esercito di uno Stato
analgesico: medicinale che riduce o reparto ospedaliero: sezione di un fronte: campo di battaglia, linea di
fa scomparire il dolore ospedale dedicata a una particolare combattimento
antibiotico: medicinale che uccide i patologia
guerra civile: guerra tra gruppi di cit-
batteri che causano malattie ricoverare in ospedale: accogliere tadini dello stesso Stato
antinfiammatorio: medicamento o qualcuno in ospedale per dargli cura
guerra nucleare/chimica/batterio-
farmaco che riduce o elimina un pro- e assistenza (s. m. ricovero ospedalie-
logica: guerra condotta con l’uso di
cesso infiammatorio ro)
armi nucleari oppure chimiche
assistenza sanitaria/medica: insieme sintomo: manifestazione di un distur-
profugo di guerra: chi è costretto a
di prestazioni e iniziative finalizzate bo patologico che può essere dolore,
lasciare la propria patria e a cercare un
alla tutela della salute dei cittadini malessere, fastidio
rifugio altrove a causa di guerre
effetto collaterale: le conseguenze in- sistema sanitario: organizzazione e
scoppiare: esplodere, fig. iniziare im-
desiderate o impreviste di un farmaco gestione di tutte le azioni mirate alla
provvisamente e violentemente (s. m.
tutela della salute dei cittadini
effetto placebo: farmaco inefficace il scoppio)
cui esito è basato su suggestioni psi- terapia/trattamento/cura: il modo in
servizio civile: occupazioni e attività

116 La nuova Prova orale 2


Glossario

delitto colposo: reato commesso in- nistrata la giustizia e hanno luogo i combustione dei carburanti che ali-
volontariamente processi mentano i motori
detenuto: carcerato, prigioniero impianto fotovoltaico: struttura che
difesa: la persona che difende chi è 28 UOMO E AMBIENTE sfrutta l’energia solare per produrre
accusato (v. difendere) energia elettrica
ambientalista: ecologista, chi rispetta
ergastolo: pena consistente nella car- e difende l’ambiente (s. m. ambienta- inquinamento: la contaminazione di
cerazione a vita (s. m. ergastolano) lismo) un ambiente (v. inquinare)
essere in attesa di giudizio: attende- anidride carbonica: è un gas cono- proteggere/salvaguardare/tutelare:
re la sentenza del giudice sciuto come biossido di carbonio, CO2 applicare una serie di leggi per garan-
tire la protezione dell’ambiente
fare appello/appellarsi: chiedere a animale in via di estinzione: specie
un giudice superiore di rivedere, rie- che rischia di scomparire dal pianeta rifiuti organici/compostabili/biode-
saminare una sentenza gradabili: scarti umidi, come alimenti
buco dell’ozono: progressivo assotti- e foglie, che si decompongono natu-
giudice: chi valuta i documenti, le gliamento dello strato di ozono pre- ralmente
prove e le testimonianze, conduce sente nell’atmosfera
un’udienza ed emette la sentenza risorse idriche: risorse derivanti dalle
centrale nucleare: impianto dove acque dei fiumi, dei laghi e dalla piog-
giuria: commissione di persone chia- si produce energia elettrica tramite gia
mate a giudicare l’innocenza o la col- energia nucleare
pevolezza dell’accusato risorse naturali: fonti, sorgenti di
cibi adulterati: alimenti a cui sono energia che sono presenti sul pianeta
gradi di giudizio (Corte d’assise, Cor- state aggiunte delle sostanze per mo-
te d’appello, Corte di cassazione): le dificarne le qualità scorie nucleari/radioattive: residui
tre fasi di un processo a cui si fa ricorso del combustibile prodotto dalle cen-
contraffazione alimentare: sostitu- trali nucleari
prima di emettere una sentenza zione di un ingrediente con un altro
infrangere/violare la legge: non ri- più economico ma di qualità scadente sfruttamento del sottosuolo: utilizzo
spettare la legge delle risorse presenti negli strati infe-
coscienza/mentalità ecologica: con- riori del terreno
libertà su cauzione: possibilità, per sapevolezza dell’importanza dell’am-
chi ha un processo contro di sé, di pa- biente, del rispetto e della sua tutela smog: massa di nebbia, fumi e altre
gare per uscire di prigione nell’attesa sostanze che inquinano l’atmosfera,
degrado ambientale: deterioramen- tipica delle grandi città in situazioni
della sentenza to causato dall’impoverimento delle climatiche particolari
libertà vigilata: misura cautelativa risorse naturali, la distruzione di eco-
che impone a un imputato di rendere sistemi e l’estinzione di flora e fauna surriscaldamento: fenomeno dell’au-
conto dei propri movimenti alla poli- selvatica mento della temperatura terrestre
zia causato dall’effetto serra
ecologia: scienza che fa molta atten-
magistrato: può rivestire il ruolo di zione al rapporto tra esseri viventi e
giudice oppure di pubblico ministero ambiente (agg. ecologista) 29 MATRIMONIO, SEPARAZIONE
(PM) per richiedere ulteriori accerta- ecosistema: l’insieme degli esseri vi- E DIVORZIO
menti e formulare nuove accuse venti (animali, uomini e piante) in re- chiedere il divorzio: chiedere al co-
pena capitale/di morte: uccidere chi lazione all’ambiente in cui vivono in niuge di sciogliere legalmente il ma-
ha commesso gravissimi crimini (san- armonia ed equilibrio trimonio
zione penale proibita in Italia) ecosostenibilità: attività umana mira- compagno/partner: membro della
processo: tutte le attività compiute ta al mantenimento dell’armonia cicli- coppia
da chi esercita il potere giurisdizionale ca e dell’equilibrio ambientale comunione dei beni: entrambi i co-
in nome della legge effetto serra: aumento diffuso della niugi sono titolari dei beni di entram-
reato penale: crimine, delitto per cui temperatura, poiché il calore viene bi (contr. separazione dei beni)
è previsto il carcere come pena trattenuto da un’anomala concentra- coniuge: il marito o la moglie
scontare una pena: è il risultato della zione di anidride carbonica nell’atmo-
sfera contrarre matrimonio: sposarsi civil-
sentenza del giudice quando l’impu- mente o in chiesa
tato è colpevole energia alternativa: quella prodotta
da risorse non tradizionali convivente: chi ha una relazione, coa-
sentenza/verdetto: giudizio espresso bita ma senza essere sposato (s. f. con-
sulla colpevolezza o innocenza di un energia eolica: quella che si ricava dal vivenza, v. convivere)
imputato vento
coppia di fatto: coppia che convive
testimone oculare: chi ha assistito energia pulita/rinnovabile: ottenuta senza essere sposata
a un reato e racconta la sua testimo- da risorse naturali come l’energia so-
nianza in tribunale lare, il vento, la pioggia, le maree, le crisi di coppia: periodo in cui i due
onde e il calore geotermico partner sono in contrasto e non rie-
tribunale: luogo dove viene ammi- scono più a comunicare in armonia
gas di scarico: i fumi prodotti dalla

118 La nuova Prova orale 2


divorzio breve: quando la separazio- quando i coniugi sono di comune ac- pedofilia: disturbo caratterizzato da
ne dura un anno in caso di disaccordo cordo attrazione erotica per i bambini (s. m.
fra coniugi o sei mesi in caso di sepa- separazione/divorzio giudiziale: pedofilo)
razione consensuale quando i coniugi sono in conflitto ed perversione/devianza: comporta-
doveri genitoriali/parentali: respon- è richiesto l’intervento di un tribunale mento difforme dalle norme sociali,
sabilità morali ed economiche di un sposarsi/mettere su famiglia: con- morali e sessuali (agg. perverso, de-
genitore separato o divorziato trarre matrimonio civile o religioso viato)
incompatibilità di carattere: profon- unione civile: atto giuridico, simile a piaga sociale: problema sociale grave
da diversità tra due persone che ren- quello del matrimonio, che sancisce e diffuso
de impossibile andare d’accordo diritti e doveri delle coppie dello stes- prostituzione minorile: prestazioni
incomprensione: incapacità di capire so sesso sessuali a pagamento richieste ai mi-
il partner norenni
incomunicabilità: incapacità di co- 30 MINORI A RISCHIO servizi di accoglienza: attività di pro-
municare, di intendersi l’un l’altro tezione e cura
adozione: istituto giuridico che con-
individualismo/egocentrismo: ten- sente ad un bambino orfano o abban- servizi sociali: serie di strumenti e
denza a sopravvalutare la propria per- donato di entrare a far parte di una azioni finalizzati all’assistenza di chi è
sonalità o la propria indipendenza nuova famiglia in difficoltà
istituzione: struttura sociale assistente sociale: figura professiona- sfruttamento minorile: l’approfittare
matrimonio civile: l’unione è sancita le che si prende cura di un minore di minorenni per il proprio utile
in municipio baby gang: piccoli gruppi di mino- sparizione/rapimento: sottrazione di
matrimonio religioso: l’unione è san- renni che compiono atti vandalici o minorenne per scopi criminosi o per
cita in chiesa violenti questioni legate all’affidamento in
caso di divorzio dei genitori
negozio/atto giuridico: dichiarazione casa-famiglia: struttura in cui vengo-
di volontà a sposarsi e accettazione dei no accolti i minorenni che non han- struttura protetta: luogo in cui ospi-
diritti e dei doveri stabiliti dalla legge no famiglia e sono in attesa di essere tare e proteggere i minori a rischio
nucleo familiare: le persone apparte- adottati Telefono Azzurro: organizzazione
nenti alla famiglia e che abitano insie- centro rieducativo: struttura in cui si italiana senza scopo di lucro nata per
me lavora per sottrarre i minori alla crimi- difendere i diritti dell’infanzia
pagare gli alimenti: dare una somma nalità e per poi reinserirli nella società traffico d’organi/di bambini: attività
di denaro ad un ex coniuge quando comunità per minori: strutture pro- illegale di commercio di organi utiliz-
questi non è economicamente indi- tette che forniscono cura e assistenza zati per il trapianto o di minori stessi
pendente a chi proviene da situazioni familiari
regime patrimoniale: l’insieme di conflittuali 31 STRESS E ANTISTRESS
norme e di criteri con i quali sono di- età evolutiva: processo di crescita che aggressività verbale: prepotenza e
stribuiti i beni acquisiti durante il ma- va dalla nascita alla maturazione ses- ostilità manifestata con l’uso di parole
trimonio (V. comunione/separazione suale e all’integrazione sociale offensive e volgari
dei beni) infanzia, pubertà, adolescenza: fasi ansia competitiva: preoccupazione o
relazione/rapporto conflittuale: situa- dell’età evolutiva paura di confrontarsi con gli altri (col-
zione di contrasto e incomprensione malavita: criminalità, delinquenza leghi di lavoro, compagni di scuola,
che può determinare una crisi di cop- membri della famiglia), paura di “non
pia maltrattamento fisico/psicologico:
violenza, accanimento, oppressione, farcela”
relazione extraconiugale: il rapporto persecuzione che crea danni al corpo ansia da prestazione: senso di fru-
con un partner diverso dal coniuge e alla psiche strazione accompagnato da preoccu-
riconciliazione: superamento dei mercato del sesso minorile: traffico pazione o paura di non riuscire a otte-
contrasti e risoluzione della crisi di e sfruttamento di minori a scopo ses- nere risultati positivi
coppia suale attacco di panico: crisi ansiogena che
ricucire un rapporto: tentare di su- microcriminalità: il complesso dei re- può causare disturbi fisici come tre-
perare gli ostacoli, le incomprensioni ati di piccola delinquenza fatti spesso more, nausea o brividi
e i contrasti per ritrovare l’armonia di da giovani e minori distress: stress negativo, quando le
coppia tensioni nervose recano disturbi psi-
molestie/abusi sessuali: azioni o at-
separarsi: lasciarsi, smettere di stare teggiamenti che provocano fastidio, cofisici
insieme o di convivere, interrompere disturbo o danno fisico disturbi compulsivi: disturbo d’an-
il matrimonio, divorziare sia caratterizzato da comportamenti
ONLUS/fondazione: organizzazione
separazione/divorzio consensuale: di protezione e cura senza scopi di anomali e azioni ripetute in modo os-
lucro sessivo

119
Glossario

disturbi depressivi: patologia ca- sentirsi a disagio, incapace nei con- sostanze chimiche per migliorare le
ratterizzata dall’alternanza di umore fronti di una situazione o di persone prestazioni fisiche
depresso (es. disistima, nervosismo, senso di pericolo/minaccia: temere patito/appassionato: chi ama molto
disturbi del sonno) e di un atteggia- che stia per succedere qualcosa di uno sport
mento positivo (es. partecipazione, spiacevole o di catastrofico
motivazione, entusiasmo, eccitazione) provare l’ebrezza: provare piacere,
sintomi/disturbi psicosomatici: sen- esaltazione, euforia, entusiasmo
essere in preda all’ansia: crisi improv- sazioni, malesseri, dolori fisici che
visa di angoscia, preoccupazione, ner- rischiare/mettere in pericolo: com-
hanno cause di natura psicologica piere azioni che possono mettere a
vosismo
staccare la spina: (fig.) interrompere rischio la salute e la vita
eustress: stress attivo e motivante un’attività per la fatica o lo stress, fare
che stimola il miglioramento delle scandalo/scalpore: risonanza clamo-
una pausa rosa di un evento nell’opinione pub-
prestazioni
blica o in un determinato ambiente
fattori ansiogeni: cause che possono
scatenare gli attacchi e le crisi di ansia 32 SPORT, AFFARI E scudetto: distintivo a forma di scudo
ADRENALINA che si appunta sulla divisa sportiva,
gestire l’ansia: essere in grado di premio del campionato di calcio ita-
comprendere e affrontare i fattori an- (essere) a caccia di: essere in cerca di
emozioni, brividi liano
siogeni
atleta professionista: chi pratica uno sfidare: invitare qualcuno a misurarsi
insonnia/disturbi del sonno: difficol- in una gara, in una competizione (s. f.
tà ad addormentarsi, continui risvegli, sport in modo esclusivo e continuo,
regolato da contratto (contr. dilettan- sfida)
dormire poche ore o non dormire af-
fatto te) simpatizzante/tifoso: chi sostiene
attività dilettantistica/amatoriale: un/un’atleta o una squadra
nutrire delle aspettative: sperare
che qualcosa si realizzi, aspettarsi che sport praticato nel tempo libero speculazione economica: operazio-
qualcuno faccia o sia come speriamo battere un record/primato: superare ne intesa a ottenere il massimo gua-
l’ultimo miglior risultato e stabilirne dagno
paura/fobia: stato emotivo caratteriz-
zato da angoscia e senso di pericolo uno nuovo sponsor: persona o azienda che fi-
bravata: atteggiamento di sfida di nanzia una squadra, un atleta o un’at-
pensiero positivo: visione ottimista tività sportiva (v. sponsorizzare)
della vita fronte a un rischio, a un pericolo
caduta libera: tecnica che permette sponsorizzazione: finanziamento a
percezioni distorte: sensazioni e im- scopi pubblicitari
pressioni non corrispondenti alla re- di lanciarsi nel vuoto da una quota
altà elevata, paracadutismo sport agonistico: sport svolto con im-
campionato: prova o complesso di pegno, combattività e dedizione
presa di coscienza/consapevolezza:
comprensione della realtà, delle situa- prove sportive sostenute per l’asse- sport estremi: sport ai limiti delle
zioni, delle azioni gnazione di un titolo o un premio, possibilità e del coraggio dell’uomo
come lo scudetto squadra del cuore: la squadra che si
psicofarmaci: medicinali che attenua-
no gli stati d’ansia, sedativi, sonniferi direttore di gara: arbitro, giudice ama e per la quale si tifa
psicoterapia: l’insieme dei trattamen- dirigente/imprenditore: chi si occu-
ti contro i disturbi mentali, emotivi, pa dei problemi organizzativi e logi- 33 RELIGIONE E CREDENZE
comportamentali (s. neutro psicote- stici connessi all’attività di una società
sportiva agnosticismo/scetticismo: approcci
rapeuta) alla conoscenza dei fatti in cui prevale
reazione/risposta allo stress: il modo, diritti televisivi: facoltà di riprendere indifferenza o dubbio (agg. agnosti-
positivo o negativo, in cui si affronta- e trasmettere, in diretta o in differita co, scettico)
no i problemi di natura ansiogena e su qualunque piattaforma televisiva,
una partita o una gara allontanare la iettatura/il malocchio:
resistenza allo stress: forza d’animo e fare qualcosa per evitare o sconfigge-
spirito di reattività doping: somministrazione illegale di re la sfortuna
sostanze che migliorano le prestazio-
rimedi/tecniche rilassanti e anti- ni atletiche (v. doparsi) amuleto: talismano, oggetto che ha
stress: tutto ciò che si fa per affronta- proprietà benefiche, portafortuna
re e superare lo stress esibizione: dimostrazione, esposizio-
ne, rassegna (v. esibirsi) credenza popolare: fede in qualcuno
ritmi serrati/frenetici: la velocità con o in qualcosa, superstizione
cui si compiono le numerose azio- esibizionista: chi ostenta le proprie
capacità spettacolarizzando la pro- credo: fede religiosa, professione di
ni quotidiane senza concedersi una fede (contr. ateismo)
pausa pria prestazione
far salire l’adrenalina: detto di uno culto: devozione, venerazione, rito,
senso di appagamento: provare sod- credo religioso
disfazione, compiacimento sport che causa emozioni fortissime
fare uso di anabolizzanti: ricorrere a dialogo tra religioni: armonia, equili-
senso di inferiorità: inadeguatezza, brio, tolleranza religiosa (contr. scon-

120 La nuova Prova orale 2


44 POLITICA referendum: voto con cui il popolo intolleranze alimentari: incapacità
abuso di potere: esercitare un potere viene chiamato alle urne per esprime- dell’organismo di metabolizzare alcu-
oltre i limiti concessi dal ruolo istitu- re una preferenza ne sostanze presenti nel cibo
zionale o dalla legge Senato: uno dei due rami del Parla- mangiare sano/alimentazione equili-
assemblea legislativa: organo istitu- mento italiano (s. m. senatore) brata: nutrirsi secondo criteri che tute-
zionale che ha il compito di fare leggi sistema elettorale: modo in cui sono lino la salute
astensionismo: atteggiamento di organizzate le elezioni e ripartiti i voti nutrizione: alimentazione, il consumo
protesta o di disinteresse verso la vita fra i candidati di cibi e bevande per fornire all’orga-
politica, rinuncia al voto (s. f. astensio- sondaggio elettorale: ricerca e analisi nismo le sostanze nutritive
ne) pre-elettorale sulle preferenze di voto nutrizionista: professionista esperto
Camera dei Deputati: organo istitu- dei cittadini dell’alimentazione
zionale dello Stato italiano tangente: denaro chiesto e pagato organismi geneticamente modifica-
campagna elettorale: attività di pro- illecitamente in cambio di favori, bu- ti (OGM): piante o animali modificati
paganda svolta prima delle elezioni starella, mazzetta o creati in laboratorio attraverso tec-
niche di ingegneria genetica
candidato: chi si sottopone al giudi-
zio degli elettori tramite il voto (s. f. 45 ALIMENTAZIONE, prevenzione alimentare: seguire del-
candidatura) AMBIENTE E BIOTECNOLOGIE le regole per evitare di ammalarsi
coalizione di partiti: alleanza, accor- abitudini alimentari: ciò che si man- prodotti transgenici: cibi ottenuti da
do, unione fra due o più partiti politici gia di solito OGM
corruzione: condotta di chi agisce allergie alimentari: reazione avversa proprietà nutritive: qualità e caratte-
contro i propri doveri e obblighi in a una sostanza contenuta in un cibo ristiche di un alimento
cambio di denaro o favori (agg. cor- combinazioni alimentari: associazio- rapporto con il cibo: legame con il
rotto) ni, assunzioni di più cibi nello stesso cibo considerato nei suoi aspetti psi-
direttive europee: norme e dispo- tempo cologici e sociali
sizioni decise all’interno dell’Unione contaminazione alimentare: presen- settore agroalimentare: settore
Europea za di sostanze chimiche in un alimen- dell’industria alimentare che si occu-
elezione: votazione, suffragio, ballot- to pa di coltivazione, produzione e tra-
taggio (v. eleggere) sformazione di prodotti agricoli
contraffazione alimentare: sostitu-
europarlamento: parlamento euro- zione di un ingrediente con un altro sicurezza alimentare/rintracciabili-
peo (s. m. europarlamentare) più economico ma di qualità scaden- tà: insieme di informazioni e norme
te, falsificazione di un prodotto che tutelano le caratteristiche dei cibi
fondi europei: i finanziamenti confe-
riti ai Paesi della Comunità Europea doeta vegetariana/stile vegetariano: standard igienico-sanitari: modelli
alimentazione che esclude la carne e di riferimento a cui ci si uniforma nel
leader: il capo, la guida di un partito rispetto della salute e dell’ambiente
politico il pesce ma fa uso di derivati animali
(agg. vegetariano) tutela/difesa del consumatore: nor-
legge elettorale: insieme di norme me e azioni tese a proteggere i citta-
che regolano le modalità di voto disturbi alimentari: patologie legate
al cibo e alla sua assunzione dini da frodi
maggioranza: partito o coalizione di uso di erbicidi e pesticidi: impiego
partiti che sono al governo (contr. mi- educazione alimentare: campagna di
informazione e promozione di com- di sostanze chimiche contro erbe in-
noranza, partito di opposizione ) festanti, parassiti e organismi animali
portamenti alimentari corretti
nepotismo/favoritismo: agevolazioni nocivi
ottenute a favore di parenti e amici etichetta alimentare: cartellino stam-
pato sulla confezione di un prodotto veganismo/veganesimo: stile di vita
parlamento: assemblea dei rappre- in cui si forniscono le proprietà e i va- contrario allo sfruttamento di qualsia-
sentanti eletti dal popolo avente po- lori dei nutrienti (s. f. etichettatura) si cosa derivata dagli animali, dal cibo
tere legislativo e di controllo politico al vestiario (agg. vegano)
sul governo (s . m. parlamentare) filiera alimentare corta/a km 0/a km
zero: i passaggi dal produttore al con-
potere politico: autorità istituzionale sumatore sono molto ridotti o del tut-
esercitata dallo Stato to assenti
Presidente del Consiglio: il capo del industria alimentare: sistema pro-
governo duttivo riguardante tutto il settore
Presidente della Repubblica: capo dell’alimentazione, dalla produzione
dello Stato che rappresenta l’unità na- al consumo
zionale

127
La nuova Prova orale 2 costituisce la nuova edizione del secondo e ultimo volume di un mo-
derno manuale pensato per lo sviluppo dell’abilità di produzione orale per studenti d’italiano
L2/LS. Il libro mira a fornire quelle opportunità e quegli spunti idonei a un esprimersi sponta-
neo e corretto e, nello stesso tempo, a preparare gli apprendenti ad affrontare con successo
la prova orale delle Certificazioni delle Università di Siena (Cils due-B2, tre-C1, quattro-C2),
Perugia (Celi 3, 4 e 5), Plida B2, C1 e C2, a cui il volume si ispira.

Il libro è diviso in quattro parti:

◆◆ le unità tematiche, che presentano argomenti tratti da temi d’attualità riguardanti quasi
tutti i settori della vita moderna;
◆◆ i compiti comunicativi, simili a quelli di vari esami orali, come per esempio il quarto livello
delle Certificazioni dell’Università di Perugia (Celi 3);
◆◆ le espressioni e massime, simili a quelle di vari esami orali, come per esempio, il sesto livello
delle Certificazioni dell’Università di Perugia (Celi 5);
◆◆ un glossario che facilita la preparazione alla discussione, risparmiando tempo prezioso.

La conversazione trae continuamente spunto da materiale autentico (fotografie e immagini


da descrivere o da mettere a confronto, grafici e infografiche da descrivere e analizzare, articoli
giornalistici, testi letterari e saggistici da riassumere, massime da commentare, compiti comu-
nicativi da svolgere) corredato da una grande quantità di domande che motivano e stimolano
gli studenti, dando loro la possibilità di intervenire più volte.

La nuova Prova orale 2 si può adottare in classi che hanno completato circa 200 ore di lezione
ed essere usata fino ai livelli più avanzati. Il libro è stato studiato in modo da poter essere inse-
rito in curricoli didattici diversi e in qualsiasi momento del curricolo stesso.

È il libro che farà parlare i vostri alunni.

Libro
ISBN 978-88-99358-93-8
La

www.edilingua.it
nu

9 788899 358938
ov
a
Pr
ov
a
or
al
e

Questo libro, sprovvisto del pre­­sente ­talloncino, è da considerarsi ”Copia Omaggio” fuori ­commercio.
2